22 February 2024

Rispunta Hyatt tra i pretendenti Alpitour, insieme ad Apollo, Platinum e Kkr

[ 0 ]

Il presidente e a.d. di Tip, Giovanni Tamburi

Continua la ridda di voci sui pretendenti di Alpitour. Dopo che qualche giorno fa voci raccolte dal Sole 24 Ore davano il pool di possibili acquirenti ridotto a cinque, ieri il Corriere della Sera ha pubblicato altri rumours rimescolando parzialmente le carte: in lizza ci sarebbero infatti ancora i tedeschi di Tui e il fondo Usa Certares. Sarebbero invece spariti gli spagnoli di Wamos, mentre si sarebbero aggiunti i fondi Apollo, Kkr e Platinum, nonché un gruppo alberghiero quale Hyatt. Alcune di queste “new entry” erano state peraltro già inserite tra i pretendenti nelle prime voci trapelate a inizio trattativa. Piuttosto, l’operatore dell’hotellerie è forse il candidato più improbabile, essendo per molti addetti del settore difficile capire la ratio economica di una fusione tra un grande gruppo alberghiero internazionale e una compagnia integrata verticalmente con interessi regionali in Italia e in pochi altri paesi europei. Ma negli affari mai dire mai…

In attesa di comprendere come si sbroglierà la matassa, il principale protagonista della vicenda, quel Giovanni Tamburi primo azionista di Alpitour, ha dichiarato a Milano Finanza che la trattativa per la cessione delle quote starebbe rallentando, mentre l’operazione rimarrebbe aperta a qualsiasi soluzione: a inizio dicembre, ricordiamo che lo stesso Tamburi non aveva escluso la possibilità di un’inversione di rotta, con un consolidamento della propria quota e il successivo sbarco della società in Borsa.

Il giallo insomma continua. E, anzi, si infittisce. Nel frattempo, la compagnia, ha annunciato i brillanti risultati dell’ultimo anno finanziario, chiuso lo scorso 31 ottobre a quota 2 miliardi di fatturato, con margini operativi lordi (ebitda) per 141 milioni (il doppio del 2019), nonché utili netti per 53 milioni. E il ceo Gabriele Burgio già parla di un primo trimestre 2023-24 sopra il budget previsionale.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462056 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La scoperta di Volterra abbinata alla partecipazione a un vero torneo di basket tre contro tre aperto a tutti: famiglie con bambini, sportivi, appassionati e dilettanti. E' la nuova proposta per una vacanza di Pasqua fuori dagli schemi griffata Kkm Group. I pacchetti sono disponibili per partenze in programma da venerdì 29 marzo a lunedì di Pasquetta, l'1 aprile. Tutte le proposte comprendono la partecipazione al torneo di basket, organizzato su tre giorni: briefing e presentazione delle squadre e delle regole il primo giorno, prima fase del torneo il secondo e grande finale il terzo, per un totale di minimo tre partite garantite. Il tutto scandito da escursioni, visite guidate a Volterra e tanti momenti di aggregazione, divertimento e relax, come la Serata stelle dello sport, con cena a buffet, premiazioni e dj set. Le partite si giocano presso il Palazzetto dello sport con regole semplificate. Si può partecipare con una squadra precostituita o individualmente. E quindi conoscere in loco nuovi amici con cui condividere la gara. Le quote partono da 197 euro a persona per il pacchetto di due notti e da 258 euro a persona per il pacchetto di tre, con riduzioni per i bambini. Ma per gli amanti dello sport, le proposte non finiscono qui: dall’11 al 16 aprile a Orlando il basket incontra il cinema e i viaggi spaziali. Approfittando di un’esclusiva offerta Kkm Group si potrà infatti assistere a una partita degli Orlando Magic all’Amway Center e visitare the Wizarding world of Harry Potter e Jurassic Park river adventure per vivere anche un'esperienza di cinema. Infine, durante il soggiorno si potrà entrare a Cape Canaveral, per scoprire la storia dello spazio americana. Garantita la presenza di un accompagnatore dall’Italia e transfer inclusi. [post_title] => A Volterra per una Pasqua all'insegna di basket e cultura griffata Kkm Group [post_date] => 2024-02-22T10:24:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708597488000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462000 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare. "Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare". Un modo nuove di interagire con gli ospiti A fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. "Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo". Il primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. "Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana". La questione recensioni, la formazione e l'housekeeping Altro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. "Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti". Ma l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: "Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio. Inutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard". Rivoluzione revenue management Infine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. "Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker". [post_title] => Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale [post_date] => 2024-02-21T13:36:37+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708522597000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461985 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Capodanno cinese, anche conosciuto come Festa di Primavera, ha innescato "un nuovo ciclo di boom dei consumi". Lo scrive Xinhua, agenzia di stampa della Repubblica Popolare Cinese, ricordando che le vacanze ufficiali del Festival di Primavera di quest'anno sono durate dal 10 al 17 febbraio, un giorno in più rispetto agli anni precedenti. Gli otto giorni di vacanza hanno visto più persone in viaggio, più acquisti di articoli per le vacanze e più tempo di qualità trascorso in famiglia in attività ricreative. Secondo i dati del ministero della cultura e del turismo, durante le vacanze del Festival di Primavera sono stati effettuati 474 milioni di viaggi turistici, un aumento del 34,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e un aumento del 19% su base comparabile rispetto al periodo precedente il livello pandemico nel 2019. I turisti nazionali hanno speso in totale circa 632,69 miliardi di yuan (circa 89,07 miliardi di dollari), in aumento del 7,7% rispetto allo stesso periodo di vacanza del 2019. Dopo quattro anni, il Festival di Primavera è tornato a rappresentare il picco del consumo di viaggi globale. Secondo un rapporto pubblicato da Trip.com, gli ordini turistici in entrata e in uscita della Cina hanno entrambi superato lo stesso periodo del 2019, in particolare il turismo in entrata, che è aumentato del 48% rispetto al 2019. Secondo l'amministrazione nazionale per l'immigrazione, durante le vacanze sono state effettuate complessivamente 13,52 milioni di visite in entrata e in uscita. Il numero di visite medie giornaliere è stato di 1,69 milioni, un aumento di 2,8 volte rispetto allo stesso periodo festivo dell'anno scorso. [post_title] => Il turismo cinese riprende con il boom. 474 milioni di viaggi turistici [post_date] => 2024-02-21T10:54:06+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512846000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461969 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due flyer dedicati a Giappone e Malesia a completare la nuova programmazione Oriente di Going. Una destinazione che il to di casa Msc sta spingendo per il 2024, insieme all'Africa subsahariana. Quello italiano, in particolare, risulta il secondo mercato del turismo europeo verso il paese del Sol levante secondo le ultime analisi della Japan national tourism organization; inoltre, le facilitazioni delle connessioni aeree, grazie al code share tra Ita Airways e All Nippon Airways, non potranno che rafforzare il trend. Quanto alla Malesia, l’arrivo di brand di alto profilo dell’hospitality si allinea alla ricerca di qualità che Going attua in ogni proposta di viaggio, così come la missione della destinazione di essere riconosciuta come hotspot globale dell’ecoturismo esprime la volontà di mettere al primo posto il tema della protezione degli habitat naturali come cultura del viaggio. Il flyer Giappone, in particolare, si presenta con due tour pronti a soddisfare sia viaggiatori che per la prima volta si affacciano alla destinazione, sia coloro che vogliono approfondire. I tesori del Giappone di 12 giorni invita a un colpo d’occhio su antico e moderno, su tradizione e innovazione: dalle cime del monte Fuji a Tokyo, dalle terme di Kaga Onsen alla food experience di Osaka, da Hiroshima a Kyoto. Con le Meraviglie del Sol levante, di 14 giorni, si va più a fondo nella storia millenaria e nel caleidoscopio del paese: partendo da Hiroshima, il viaggio tra passato e futuro sull’altissima velocità dei treni Shinkansen prosegue verso Kyoto, Nagoya e Tokyo, lungo l’antica strada commerciale Nakasendo. L’opuscolo sulla Malesia invece porta con sé l’itinerario di nove giorni il Meglio della penisola: dai grattacieli di Kuala Lumpur fino a Penang passando per il Taman Negara national park, tra le foreste pluviali più antiche del pianeta e il paesaggio collinare delle Cameron Highlands. Infine, un Grand Tour del Borneo di dieci giorni che parte da Kuching, capitale del Sarawak con i padiglioni cinesi, prosegue per Kota Kinabalu, si avventura lungo il fiume Kinabatangan, per concludersi a Sepilok. [post_title] => Giappone e Malesia tra le destinazioni top dell'Oriente di Going [post_date] => 2024-02-21T10:40:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512057000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461948 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Etihad Airways ha lanciato una nuova collezione di amenity kit e loungewear creata in collaborazione con Giorgio Armani e con il marchio di benessere di lusso Espa.  L'incontro tra la raffinata eleganza di Giorgio Armani e la rinomata ospitalità emiratina di Etihad offrirà un'esperienza di volo senza precedenti agli ospiti che volano in classe The Residence, First e Business. La nuova gamma di prodotti di stile comprende amenity kit su misura per ogni cabina premium, oltre a loungewear e pantofole di lusso firmate. I kit saranno progressivamente introdotti a bordo a partire dalla fine di febbraio. La partnership estende la pluripremiata collaborazione di Etihad con Armani/Casa, lanciata a bordo nel 2023 e caratterizzata da stoviglie e arredi morbidi a marchio congiunto nella classe Business di Etihad. «Oltre a offrire comodità, stile e lusso in volo, i nostri ospiti porteranno a casa la propria amenity bag co-brandizzata Giorgio Armani da utilizzare in viaggio o a casa - ha affermato Turky Al Hammadi, head of product and hospitality della compagnia di Abu Dhabi -. Queste ricercate borse sono disponibili in colori e stili da collezione, il che significa che i frequent flyer possono costruire la loro personale collezione 'Giorgio Armani'. Abbiamo anche introdotto una gamma gratuita di tote bag eleganti e funzionali per i nostri ospiti dei voli più lunghi in Economy. Queste borse non solo saranno un pratico regalo, ma ci aiuteranno a ridurre ulteriormente la plastica monouso». [post_title] => Etihad Airways: Giorgio Armani firma il nuovo, lussuoso amenity kit del vettore [post_date] => 2024-02-21T09:30:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507831000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero. «Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor». A oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150». Un impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc». [post_title] => Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo [post_date] => 2024-02-21T09:15:49+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506949000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461940 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Rafforzare i propri sistemi di sicurezza e l'efficienza operativa. E' questo l'obiettivo dell'implementazione della Mass notification suite di Everbridge all'interno del Maritime support centre di Grandi Navi Veloci. Il sistema è stato infatti ideato per fornire una risposta rapida ed efficace durante gli eventi critici. "Il nuovo strumento ci offre la possibilità di avvisare immediatamente le persone attraverso diversi metodi - spiega Paolo Astarita, chief nautical operations officer di Gnv -. Il nostro Maritime support centre, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, assiste la flotta in qualsiasi circostanza, in navigazione e nei porti che operiamo. Utilizzando Everbridge, abbiamo stabilito una serie di modelli basati sul livello di gravità degli incidenti. Abbiamo un gran numero di utenti sia nei porti sia in sede. È importante che tutto il nostro team utilizzi il sistema di notifica per contribuire a garantire la sicurezza sulle nostre rotte marittime. Tra i vantaggi dell'uso di questo sistema vi è innanzitutto il risparmio di tempo, perché impostando un modello di base è possibile attivare immediatamente un gran numero di persone. Inoltre, con Everbridge possiamo gestire attivamente e automaticamente l'intera emergenza, compresi tutti gli aggiornamenti". Nel dettaglio, la Mass notification suite comprende strumenti di comunicazione automatizzati che consentono la rapida diffusione di informazioni critiche alle principali parti interessate, sia all'interno del Maritime support centre sia all'esterno. La piattaforma facilita inoltre una gestione efficiente degli incidenti, consentendo il coordinamento delle risorse, della comunicazione e degli sforzi di risposta per mitigare i rischi potenziali e garantire la sicurezza delle operazioni marittime. Rafforza infine la resilienza di Gnv nei confronti delle varie sfide operative, consentendo al Maritime support centre di affrontare in modo proattivo gli incidenti e minimizzarne l'impatto. [post_title] => Gnv rafforza la sicurezza con la Mass notification suite di Everbridge [post_date] => 2024-02-20T12:45:29+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708433129000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461919 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90). «Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45». [post_title] => Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo [post_date] => 2024-02-20T11:42:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708429362000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461772 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte. L'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera. «Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti. «Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare». L'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata "molto, molto forte" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.   [post_title] => Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024 [post_date] => 2024-02-19T10:22:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708338166000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "rispunta hyatt tra i pretendenti alpitour insieme ad apollo platinum e kkr" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":58,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":901,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462056","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La scoperta di Volterra abbinata alla partecipazione a un vero torneo di basket tre contro tre aperto a tutti: famiglie con bambini, sportivi, appassionati e dilettanti. E' la nuova proposta per una vacanza di Pasqua fuori dagli schemi griffata Kkm Group. I pacchetti sono disponibili per partenze in programma da venerdì 29 marzo a lunedì di Pasquetta, l'1 aprile.\r\n\r\nTutte le proposte comprendono la partecipazione al torneo di basket, organizzato su tre giorni: briefing e presentazione delle squadre e delle regole il primo giorno, prima fase del torneo il secondo e grande finale il terzo, per un totale di minimo tre partite garantite. Il tutto scandito da escursioni, visite guidate a Volterra e tanti momenti di aggregazione, divertimento e relax, come la Serata stelle dello sport, con cena a buffet, premiazioni e dj set. Le partite si giocano presso il Palazzetto dello sport con regole semplificate. Si può partecipare con una squadra precostituita o individualmente. E quindi conoscere in loco nuovi amici con cui condividere la gara. Le quote partono da 197 euro a persona per il pacchetto di due notti e da 258 euro a persona per il pacchetto di tre, con riduzioni per i bambini.\r\n\r\nMa per gli amanti dello sport, le proposte non finiscono qui: dall’11 al 16 aprile a Orlando il basket incontra il cinema e i viaggi spaziali. Approfittando di un’esclusiva offerta Kkm Group si potrà infatti assistere a una partita degli Orlando Magic all’Amway Center e visitare the Wizarding world of Harry Potter e Jurassic Park river adventure per vivere anche un'esperienza di cinema. Infine, durante il soggiorno si potrà entrare a Cape Canaveral, per scoprire la storia dello spazio americana. Garantita la presenza di un accompagnatore dall’Italia e transfer inclusi.","post_title":"A Volterra per una Pasqua all'insegna di basket e cultura griffata Kkm Group","post_date":"2024-02-22T10:24:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708597488000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462000","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un moltiplicatore di potenza. L'intelligenza artificiale è il tema centrale del dibattito sul digitale di oggi. Un'evoluzione che tutti concordano sarà destinata presto a cambiare il mondo. In quali modalità è ancora difficile da capire fino in fondo, ma del potere dirompente dell'Ai sono davvero in pochi a dubitare.\r\n\r\n\"Anche perché al momento stiamo vivendo solamente la fase due della rivoluzione. Quella che sfrutta il cosiddetto Large language model (Llm), che mette in grado applicazioni come ChatGpt di interpretare linguaggi ed espressioni diverse - spiega il presidente di Federalberghi Lombardia, Fabio Primerano, intervenuto in occasione del seminario sul digital organizzato a Milano da Travel Open Village Hospitality -. Nel futuro ci aspetta ancora lo step della Theory of mind, per cui l'intelligenza artificiale sarà capace di comprendere le emozioni. Infine si potrà forse arrivare alla self-awareness degli strumenti digitali. Una prospettiva per certi versi inquietante, che tuttavia è molto meno remota di quanto si possa comunemente pensare\".\r\nUn modo nuove di interagire con gli ospiti\r\nA fronte di tanti e tali cambiamenti è chiaro quindi che anche il piccolo mondo dell'ospitalità non può sottrarsi dal confronto con le nuove prospettive dell'intelligenza artificiale. \"Occorre andare là dove la domanda si dirige - osserva semplicemente Primerano -. E ormai tutti gli ospiti, compresi quelli delle generazioni più mature, si servono degli strumenti digitali in modo sempre più pervasivo\".\r\n\r\nIl primo contesto in cui l'Ai può quindi rivoluzionare gli approcci tradizionali dell'ospitalità è quello delle interazioni con i clienti. Pre, post e durante il soggiorno. \"Fino a oggi siamo stati abituati a confrontarci con bot pre-registrati, dotati di una ridotta capacità di relazione con gli utenti. Ora esistono strumenti estremamente flessibili, in grado di imparare dal confronto con il cliente e con lo stesso hotel di cui sono al servizio. I nuovi software possono elaborare in pochi minuti una quantità pressoché infinita di dati provenienti dalle fonti più disparate (pdf, power point, video, immagini...). Restituendo poi all'utente informazioni puntuali, persino con un tono di voce e uno stile difficilmente distinguibile da quello di una classica interazione umana\".\r\nLa questione recensioni, la formazione e l'housekeeping\r\nAltro aspetto chiave su cui l'Ai può già essere di grande supporto agli hotelier è poi la questione recensioni. \"Il vantaggio in questo caso è sia la capacità dell'intelligenza artificiale di analizzare una mole di dati molto più elevata rispetto a qualsiasi altro strumento sino a oggi disponibile, sia di garantire repliche adeguate al contesto di riferimento di ogni singolo cliente. A partire magari dal paese di origine di ciascun ospite, che impone stili di risposta e toni di relazione differenti\".\r\n\r\nMa l'Ai potrà aiutare anche in ambito formativo, mettendo per esempio gli allievi nelle condizioni di affrontare simulazioni realistiche con ospiti virtuali. Non mancano neppure possibili applicazioni nel comparto housekeeping: \"Le regole dell'hotellerie dicono che la governante dovrebbe ogni giorno controllare a fondo tutte le stanze, per assicurarsi che gli standard di pulizia siano rispettati nel minimo dettaglio.\r\n\r\nInutile nascondere che, salvo rarissime eccezioni, questo è praticamente impossibile, solitamente le visite limitandosi a delle camere a campione. Ebbene, oggi da una semplice foto o da un video di cellulare l'Ai è in grado di fare un check completo di ogni stanza in tempi ridotti, assicurando in questo modo il pieno rispetto degli standard\".\r\nRivoluzione revenue management\r\nInfine c'è il capitolo forse più intuitivo, che è il tema del revenue management. Ancora una volta è la capacità di analizzare grandi volumi di dati a fare la differenza. \"Soprattutto perché oggi l'offerta alberghiera si articola su sempre più variabili - conclude Primerano -. Non solo le tipologie di camere si sono moltiplicate, ma anche lo stesso prodotto hotel si declina in tantissime proposte differenti: con o senza colazioni, per numero di persone, per durata del soggiorno e con o senza pensione, mezza o completa che sia... Il tutto senza dimenticare che il confronto con il benchmark di riferimento, in base al quale stabilire di volta in volta il prezzo più adatto, non può più limitarsi a un pugno di hotel competitor di categoria simile. Ma deve includere anche le strutture extralberghiere, che nello scenario contemporaneo della ricettività sono spesso i veri market maker\".","post_title":"Primerano, Federalberghi: il futuro dell'hotellerie è nell'intelligenza artificiale","post_date":"2024-02-21T13:36:37+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1708522597000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461985","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Capodanno cinese, anche conosciuto come Festa di Primavera, ha innescato \"un nuovo ciclo di boom dei consumi\". Lo scrive Xinhua, agenzia di stampa della Repubblica Popolare Cinese, ricordando che le vacanze ufficiali del Festival di Primavera di quest'anno sono durate dal 10 al 17 febbraio, un giorno in più rispetto agli anni precedenti. Gli otto giorni di vacanza hanno visto più persone in viaggio, più acquisti di articoli per le vacanze e più tempo di qualità trascorso in famiglia in attività ricreative.\r\n\r\nSecondo i dati del ministero della cultura e del turismo, durante le vacanze del Festival di Primavera sono stati effettuati 474 milioni di viaggi turistici, un aumento del 34,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e un aumento del 19% su base comparabile rispetto al periodo precedente il livello pandemico nel 2019.\r\n\r\nI turisti nazionali hanno speso in totale circa 632,69 miliardi di yuan (circa 89,07 miliardi di dollari), in aumento del 7,7% rispetto allo stesso periodo di vacanza del 2019.\r\n\r\nDopo quattro anni, il Festival di Primavera è tornato a rappresentare il picco del consumo di viaggi globale. Secondo un rapporto pubblicato da Trip.com, gli ordini turistici in entrata e in uscita della Cina hanno entrambi superato lo stesso periodo del 2019, in particolare il turismo in entrata, che è aumentato del 48% rispetto al 2019.\r\n\r\nSecondo l'amministrazione nazionale per l'immigrazione, durante le vacanze sono state effettuate complessivamente 13,52 milioni di visite in entrata e in uscita. Il numero di visite medie giornaliere è stato di 1,69 milioni, un aumento di 2,8 volte rispetto allo stesso periodo festivo dell'anno scorso.","post_title":"Il turismo cinese riprende con il boom. 474 milioni di viaggi turistici","post_date":"2024-02-21T10:54:06+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1708512846000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461969","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due flyer dedicati a Giappone e Malesia a completare la nuova programmazione Oriente di Going. Una destinazione che il to di casa Msc sta spingendo per il 2024, insieme all'Africa subsahariana. Quello italiano, in particolare, risulta il secondo mercato del turismo europeo verso il paese del Sol levante secondo le ultime analisi della Japan national tourism organization; inoltre, le facilitazioni delle connessioni aeree, grazie al code share tra Ita Airways e All Nippon Airways, non potranno che rafforzare il trend. Quanto alla Malesia, l’arrivo di brand di alto profilo dell’hospitality si allinea alla ricerca di qualità che Going attua in ogni proposta di viaggio, così come la missione della destinazione di essere riconosciuta come hotspot globale dell’ecoturismo esprime la volontà di mettere al primo posto il tema della protezione degli habitat naturali come cultura del viaggio.\r\n\r\nIl flyer Giappone, in particolare, si presenta con due tour pronti a soddisfare sia viaggiatori che per la prima volta si affacciano alla destinazione, sia coloro che vogliono approfondire. I tesori del Giappone di 12 giorni invita a un colpo d’occhio su antico e moderno, su tradizione e innovazione: dalle cime del monte Fuji a Tokyo, dalle terme di Kaga Onsen alla food experience di Osaka, da Hiroshima a Kyoto. Con le Meraviglie del Sol levante, di 14 giorni, si va più a fondo nella storia millenaria e nel caleidoscopio del paese: partendo da Hiroshima, il viaggio tra passato e futuro sull’altissima velocità dei treni Shinkansen prosegue verso Kyoto, Nagoya e Tokyo, lungo l’antica strada commerciale Nakasendo.\r\n\r\nL’opuscolo sulla Malesia invece porta con sé l’itinerario di nove giorni il Meglio della penisola: dai grattacieli di Kuala Lumpur fino a Penang passando per il Taman Negara national park, tra le foreste pluviali più antiche del pianeta e il paesaggio collinare delle Cameron Highlands. Infine, un Grand Tour del Borneo di dieci giorni che parte da Kuching, capitale del Sarawak con i padiglioni cinesi, prosegue per Kota Kinabalu, si avventura lungo il fiume Kinabatangan, per concludersi a Sepilok.","post_title":"Giappone e Malesia tra le destinazioni top dell'Oriente di Going","post_date":"2024-02-21T10:40:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708512057000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461948","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Etihad Airways ha lanciato una nuova collezione di amenity kit e loungewear creata in collaborazione con Giorgio Armani e con il marchio di benessere di lusso Espa. \r\n\r\nL'incontro tra la raffinata eleganza di Giorgio Armani e la rinomata ospitalità emiratina di Etihad offrirà un'esperienza di volo senza precedenti agli ospiti che volano in classe The Residence, First e Business. La nuova gamma di prodotti di stile comprende amenity kit su misura per ogni cabina premium, oltre a loungewear e pantofole di lusso firmate. I kit saranno progressivamente introdotti a bordo a partire dalla fine di febbraio.\r\n\r\nLa partnership estende la pluripremiata collaborazione di Etihad con Armani/Casa, lanciata a bordo nel 2023 e caratterizzata da stoviglie e arredi morbidi a marchio congiunto nella classe Business di Etihad.\r\n\r\n«Oltre a offrire comodità, stile e lusso in volo, i nostri ospiti porteranno a casa la propria amenity bag co-brandizzata Giorgio Armani da utilizzare in viaggio o a casa - ha affermato Turky Al Hammadi, head of product and hospitality della compagnia di Abu Dhabi -. Queste ricercate borse sono disponibili in colori e stili da collezione, il che significa che i frequent flyer possono costruire la loro personale collezione 'Giorgio Armani'. Abbiamo anche introdotto una gamma gratuita di tote bag eleganti e funzionali per i nostri ospiti dei voli più lunghi in Economy. Queste borse non solo saranno un pratico regalo, ma ci aiuteranno a ridurre ulteriormente la plastica monouso».","post_title":"Etihad Airways: Giorgio Armani firma il nuovo, lussuoso amenity kit del vettore","post_date":"2024-02-21T09:30:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708507831000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero.\r\n«Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor».\r\nA oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150».\r\nUn impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc».","post_title":"Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo","post_date":"2024-02-21T09:15:49+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708506949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461940","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Rafforzare i propri sistemi di sicurezza e l'efficienza operativa. E' questo l'obiettivo dell'implementazione della Mass notification suite di Everbridge all'interno del Maritime support centre di Grandi Navi Veloci. Il sistema è stato infatti ideato per fornire una risposta rapida ed efficace durante gli eventi critici.\r\n\r\n\"Il nuovo strumento ci offre la possibilità di avvisare immediatamente le persone attraverso diversi metodi - spiega Paolo Astarita, chief nautical operations officer di Gnv -. Il nostro Maritime support centre, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, assiste la flotta in qualsiasi circostanza, in navigazione e nei porti che operiamo. Utilizzando Everbridge, abbiamo stabilito una serie di modelli basati sul livello di gravità degli incidenti. Abbiamo un gran numero di utenti sia nei porti sia in sede. È importante che tutto il nostro team utilizzi il sistema di notifica per contribuire a garantire la sicurezza sulle nostre rotte marittime. Tra i vantaggi dell'uso di questo sistema vi è innanzitutto il risparmio di tempo, perché impostando un modello di base è possibile attivare immediatamente un gran numero di persone. Inoltre, con Everbridge possiamo gestire attivamente e automaticamente l'intera emergenza, compresi tutti gli aggiornamenti\".\r\n\r\nNel dettaglio, la Mass notification suite comprende strumenti di comunicazione automatizzati che consentono la rapida diffusione di informazioni critiche alle principali parti interessate, sia all'interno del Maritime support centre sia all'esterno. La piattaforma facilita inoltre una gestione efficiente degli incidenti, consentendo il coordinamento delle risorse, della comunicazione e degli sforzi di risposta per mitigare i rischi potenziali e garantire la sicurezza delle operazioni marittime. Rafforza infine la resilienza di Gnv nei confronti delle varie sfide operative, consentendo al Maritime support centre di affrontare in modo proattivo gli incidenti e minimizzarne l'impatto.","post_title":"Gnv rafforza la sicurezza con la Mass notification suite di Everbridge","post_date":"2024-02-20T12:45:29+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708433129000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461919","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo Lufthansa investe sull’aeroporto di Ancona raddoppiando le frequenze giornaliere per Monaco di Baviera, a partire dal prossimo 31 marzo. Non solo, i collegamenti operati da Air Dolomiti saranno effettuati con aeromobili Embraer 195 da 122 posti (rispetto ai precedenti 90).\r\n\r\n«Grande soddisfazione per questa decisione del gruppo Lufthansa che non solo raddoppia le frequenze e aumenta l’offerta posti, ma introdurrà il night stop dell’aereo su Ancona - ha sottolineato Alexander D’Orsogna, amministratore delegato di Ancona International Airport -. La portata di questa novità è immensa in quanto ciò permetterà all’utenza dell’aeroporto di raggiungere qualsiasi destinazione al mondo grazie alle prosecuzioni da Monaco. A titolo esemplificativo si può partire da Ancona alle 06:05 ed essere a New York alle 12:45».","post_title":"Air Dolomiti raddoppia i voli sulla Ancona-Monaco di Baviera, dal 31 marzo","post_date":"2024-02-20T11:42:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708429362000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461772","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte.\r\n\r\nL'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera.\r\n\r\n«Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti.\r\n\r\n«Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare».\r\n\r\nL'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata \"molto, molto forte\" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.\r\n\r\n ","post_title":"Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024","post_date":"2024-02-19T10:22:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708338166000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti