23 July 2024

Federalberghi, Fipe e Ebnt: la filiera turistica a rischio recessione

[ 0 ]

In Italia nel 2008 si sono contati oltre 925 mila lavoratori dipendenti del settore turistico: quasi il 5% della forza lavoro del Paese. I dati estrapolati dagli archivi Inps ed elaborati da Federalberghi e dalla Fipe, in collaborazione con l’Ente Bilaterale del Turismo, indicano che nel giro di due anni si è passati dai 772 mila dipendenti nel 2006 agli oltre 925 mila attesatai nel 2008. Lo studio mostra che la Lombardia è al primo posto tra le regioni con il più alto numero di dipendenti impiegati nella filera turistica, seconda l’Emilia Romagna, mentre tra le città, Milano e Roma nelle prime posizioni. Il dato allarmante è che il settore del turismo, con una forza lavoro tra le più importanti a livello nazionale, sia anche quello più sensibile ai rischi della recessione “ in quanto maggiormente esposto alle turbolenze finanziarie, tanto che nel solo mese di gennaio 2009 l’Inps ha registrato un calo del 21% di occupati rispetto al gennaio 2008", commentano le tre organizzazioni artefici dell’indagine. “Un segnale d’allarme evidente, quest’ultimo, -aggiunge Bernabò Bocca, presidente della Federalberghi-Confturismo – per il quale occorre intervenire subito riducendo l’iva del settore ed estendendo la Tremonti ter, oltre ad una immediata operatività della moratoria sul credito siglata dall’ABI con le PMI”. "Il rapporto fa emergere – interviene Lino Enrico Stoppani, presidente della Fipe – da un lato, pur nel contesto di una congiuntura economica sfavorevole, il forte contributo del settore ai livelli occupazionali del Paese, dall’altro si deve constatare che ciò avviene a scapito della produttività che nel settore, ed in particolare nei pubblici esercizi, continua a calare. La situazione rischia di diventare insostenibile”. Gabriele Guglielmi, presidente di EBNT sostiene che se si riuscisse a quantificare tutto l’indotto "sappiamo che il totale supererebbe i 2,5 milioni di persone che direttamente o indirettamente traggono benefici". Giuseppe Cassarà, vice presidente EBNT, conclude auspicando nella costituzione di una cabina di regia tra le forze produttive del settore e il governo per monitorare l’andamentio del mercato e individuare i rimedi adeguati.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472071 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467856" align="alignleft" width="300"] Elena Carlino[/caption] Crescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023. Il dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale. “Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”. il tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione. [post_title] => Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35% [post_date] => 2024-07-23T14:21:01+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721744461000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472001 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Oltre 90 differenti escursioni a terra in piccoli gruppi con sbarco prioritario. E' la novità 2024 dedicata ali ospiti Msc Yacht Club in diversi porti dei Caraibi, del Mediterraneo e del Nord Europa, con ulteriori destinazioni previste in altre regioni entro la fine dell'anno. Che i passeggeri Yacht Club vogliano mettersi alla prova nella creazione del proprio eau de cologne personalizzato in una delle più antiche profumerie del Sud della Francia, cimentarsi nella cucina greca autentica a bordo di un catamarano privato a Santorini, o rilassarsi in una cabana appartata nella Giamaica tropicale, avranno a disposizione un ampio ventaglio di esperienze personalizzate. Le proposte spaziano infatti da esperienze culinarie autentiche all'apprendimento delle arti locali, alla visita di tesori architettonici o al coinvolgimento in attività di avventura di alto livello. “La nuova offerta è nata in seguito ai feedback dei clienti - spiega la responsabile delle escursioni a terra di Msc Crociere, Marialuisa Iaccarino -. Gli ospiti beneficeranno di un viaggio senza soluzione di continuità che comprende il servizio dei maggiordomi a bordo ed esclusive guide locali per le escursioni a terra, oltre alla possibilità di rilassarsi e immergersi completamente nella cultura, nella cucina e nelle tradizioni di ogni destinazione”. [post_title] => Nuove escursioni a terra esclusive per gli ospiti Msc Yacht Club [post_date] => 2024-07-23T10:13:47+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721729627000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471956 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465560" align="alignleft" width="300"] Elisa Presutti[/caption] Gattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022. L’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale. La business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza. Nel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva. Soddisfazione Commenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati". Ha contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità. La tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.  Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.     [post_title] => Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre [post_date] => 2024-07-22T12:31:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721651479000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_424940" align="alignleft" width="300"] Il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca[/caption] Più breve, più intensa, più frequente. E’ la nuova tipologia di vacanza che gli italiani mostrano di prediligere per questa estate 2024. Sono 36 milioni coloro che prevedono di mettersi in viaggio tra giugno e settembre, il 90 per cento dei quali ha già manifestato la propria preferenza per una destinazione squisitamente italiana. Poco più del 10% opta invece per destinazioni estere, principalmente in località di mare più vicine allo Stivale. Un terzo dei vacanzieri, tuttavia, ha già programmato di fare più di un periodo di vacanza oltre quello principale nei quattro mesi clou della stagione estiva: 3,6 milioni replicheranno almeno una volta, 3,1 milioni si muoveranno per ben due volte e 1,7 milioni arriverà a fare tre periodi di vacanza. Uno scenario che, complessivamente, produrrà un giro di affari di 40,6 miliardi di euro. Ciò si evince dai risultati della ricerca elaborata per conto della Federalberghi dalla società Tecnè. “E’ sempre interessante accorgersi, grazie ai numeri, dei cambiamenti in atto”  ha dichiarato il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commentando a caldo i dati dell’indagine. "A fronte di un anno difficile, in cui eventi atmosferici calamitosi come alluvioni e siccità hanno messo in ginocchio regioni intere, malgrado il dissesto che i conflitti internazionali in atto potrebbero creare ai flussi turistici, a dispetto di tutto ciò notiamo che il comparto mostra una certa tenuta”. “Nove italiani su dieci vogliono restare in Italia – ha proseguito Bocca –. E per noi constatarlo è un bene. Ma si conferma anche la nuova tendenza, già in atto da tempo, a suddividere in più segmenti le ferie estive. Questo raccorciare i tempi consente paradossalmente di replicare la partenza spalmandola in periodi diversi, avendo così l’opportunità di visitare nuove località. Resta il nodo – ha poi concluso il presidente di Federalberghi – di quel 54% di concittadini che non hanno potuto programmare una vacanza per via della mancanza di liquidità.” “Il quadro che abbiamo davanti oggi – ha concluso Bocca – è di un buon  andamento  sui mercati internazionali, mentre rileviamo  un certo calo sui mercati nazionali ed europei”. [post_title] => Federalberghi: 36 milioni di italiani in vacanza. Il 54% invece non se la può permettere [post_date] => 2024-07-22T12:23:41+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721651021000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471927 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «A Lufthansa consegniamo un'azienda sana, ora si lavori a un piano più ambizioso»: è un Antonino Turicchi a tutto campo quello che attraverso le colonne de Il Corriere della Sera definisce i contorni della situazione attuale di Ita Airways, a chiusura della prima metà del 2024 e, soprattutto, all'indomani del via libera Ue al matrimonio con i tedeschi. A cominciare dai risultati - positivi - del semestre: ricavi per 1,2 miliardi di euro (+33% rispetto al primo semestre 2023), di cui circa la metà derivano dai collegamenti di lungo raggio (cresciuti del 48%). I passeggeri trasportati sono stati 8,3 milioni (+26%) mentre il load factor medio ha raggiunto il 79%: 82% sui voli intercontinentali, 74% su quelli domestici. La flotta ha quasi raggiunto i 100 aeromobili, «di cui il 60% di nuova generazione - tiene a precisare il presidente -. Quelli che stanno dando più soddisfazioni anche ai passeggeri sono gli Airbus A350 e gli A220». Turicchi evidenzia come al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, si sta consegnando una compagnia aerea «che non ha bisogno di una ristrutturazione. Lufthansa deve farla crescere anche con un piano industriale più ambizioso rispetto a quello condiviso per l’accordo». Secondo il presidente, infatti, considerati i «risultati attesi nel 2024 si potrebbe anticipare al 2025 parte della crescita prevista nel 2027. Stimiamo infatti che l’azienda superi i 4 miliardi di ricavi già l’anno prossimo, due anni prima di quanto scritto nel piano industriale. Se con le nostre risorse raggiungiamo i risultati con un anno in anticipo, con il contributo commerciale di Lufthansa già nel 2025 potremmo raggiungere i valori previsti dal piano al 2027». La stima di Turicchi punta ad un «Ebit positivo per 250-300 milioni». Slot Sul fronte dell'attuazione dell'accordo con i tedeschi, entro 4 mesi dovranno essere trovati i vettori per i remedy takers e la Ue spera sia un solo vettore ad aggiudicarsi i 30 slot giornalieri tra arrivi e partenze a Milano Linate. Anche se i pretendenti sono due: easyJet e Volotea. Nomi che comunque il presidente non conferma e non smentisce. In pratica, «noi portiamo i passeggeri a Milano Linate e il remedy taker con i propri voli li trasporta a Francoforte per tre anni. Poi per gli altri 2 anni il remedy taker potrà continuare ad operare su quelle rotte o trasportare i passeggeri su altre rotte, e noi alimentiamo i suoi voli su Linate». Quanto ai voli intercontinentali, non andrà tagliata l'offerta, «Dobbiamo valutare se ci sono soggetti interessati a entrare su quelle rotte dirette e/o vedere come migliorare la connettività indiretta». Altro step delicato sarà quello legato al cambio di alleanza, da SkyTeam a Star Alliance: l'uscita dalla prima viene collocata a livello temporale entro il primo trimestre 2025, ma poi serviranno circa «12 mesi» per l'effettivo ingresso nella seconda, «quindi il trasloco potrebbe avvenire nel quarto trimestre 2025 o nel primo trimestre del 2026. Quello che possiamo fare subito sono i codeshare con Lufthansa, United Air Lines, Air Canada e gli altri membri di Star Alliance». Turicchi ha indicato in almeno 150 milioni di euro i mancati incassi dai codeshare che unilateralmente Air France-Klm e Delta hanno interrotto ad aprile 2023: «Immaginavamo che qualcosa si sarebbe potuto fare nel corso di quest’anno con Lufthansa, ma siamo stati penalizzati dalla lunghezza della negoziazione con l’Ue. Non vogliamo perdere la prossima stagione invernale visto che parte anche il Giubileo a dicembre 2024».  [post_title] => Turicchi: «Ita potrebbe superare i 4 mld di fatturato nel 2025. In anticipo di 2 anni» [post_date] => 2024-07-22T11:51:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721649095000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471737 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Settembre è il tempo della Dolce vita ai Ricci Hotels, family resort e bike hotel di Cesenatico. La riviera Romagnola si rilassa, le spiagge sono meno affollate e le temperature più miti. Vicine al mare, gli indirizzi Ricci propongono diverse soluzioni di soggiorno tra camere, suite e appartamenti. E soprattutto ricche di servizi: dalle grandi piscine dotate di idromassaggio e zone wellness, alle bici e e-bike a noleggio per immergersi nello spirito della città marinara ed esplorare il suo caratteristico centro storico con le casette colorate, il porto canale leonardesco e le vele antiche ormeggiate al museo della Marineria, oppure spingersi pedalando sulle colline per esplorare gli antichi borghi dell'entroterra, pieni di storia e paesaggi suggestivi, come Bertinoro, Longiano, Santarcangelo, Verucchio, San Leo, Gradara, San Marino... E poi i sapori ispirati alla tradizione romagnola dei ristoranti Ricci Hotels, dove trionfano i piatti di stagione e le prelibatezze locali serviti à la carte. Gli ingredienti arrivano dalle campagne circostanti e dal podere La Fattoria di Canonica: un cascinale di fine '800 dove la famiglia Ricci produce olio, vino e miele. I bambini poi hanno aree giochi dedicate e le divertenti animazioni di Marino Granchio Bagnino. Tanti anche gli spazi verdi della città, come i parchi di Levante e Ponente, i giardini sul mare. Ma le vacanze di settembre con i Ricci Hotels sono pure vantaggiose. Dal 7 al 29 settembre 2024 si può infatti scegliere tra la spiaggia gratis con un ombrellone e due lettini in zone centrali (con soggiorno in mezza pensione o pensione completa), oppure in alternativa tutte le consumazioni durante i pasti incluse; bambini gratis fino a cinque anni (il secondo bimbo ha il 50% di sconto); nonni in vacanza gratis (ideale per ogni famiglia con bambini nella formula residence. Nella formula hotel c’è il 20% di sconto per i nonni). Prezzi a partire da 65 euro in b&b e 79 euro in mezza pensione.     ­ ­ ­ [post_title] => Ricci Hotels, le offerte per settembre tra relax e Dolce vita [post_date] => 2024-07-22T10:52:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721645523000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471890 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono stati oltre 6,100 i giocatori provenienti da 110 nazioni che hanno partecipato agli ultimi Campionati mondiali di tennis da tavolo organizzati a Roma dal 6 al 14 luglio. L'evento ha coinvolto un totale di circa 10 mila persone e a contribuire alla buona riuscita della kermesse iridata c'è stato anche il contributo dello storico to capitolino i Viaggi del Perigeo. Proprio per il suo prezioso supporto, la Federazione italiana tennis da tavolo ha quindi deciso di consegnare all'operatore un riconoscimento ad hoc. "Nonostante la nostra pluridecennale collaborazione con le federazioni sportive Coni e l'impegno del nostro settore eventi, che ha organizzato molte importanti manifestazioni, questo è stato tra i più impegnativi - sottolinea il ceo dei Viaggi del Perigeo, Lucio Messina -. Non tanto per il lungo periodo di dieci giorni della competizione, ma quanto soprattutto per l'impegno dell'ingente numero di risorse necessarie e disponibili dall’alba a notte fonda che le attività svolte alla nuova Fiera di Roma hanno richiesto. Del resto basta pensare agli oltre 320 campi di gioco, per comprenderne l'impegno”. La sinergia sport e turismo ha insomma nuovamente confermato quanto la professionalità di entrambe i settori siano elementi trainanti per la valorizzazione e la promozione mondiale dell'Italia, prosegue Messina: "Ringrazio tutte le istituzioni che hanno sostenuto questo campionato mondiale. Ma uno speciale ringraziamento va a tutto lo staff del gruppo, figli compresi, che si sono dedicati senza risparmio al buon esito dell'evento, così come a tutti i dirigenti della Federazione italiana e internazionale che ci hanno scelto come partner. Merita infine ricordare che in contemporanea a Roma si sono svolte più attività, compreso un importante concerto di un gruppo rock di fama internazionale che ha messo a dura prova tutta la filiera del turismo. Una concomitanza che dimostra ulteriormente la strategica trasversalità del nostro settore turismo".   [post_title] => I Viaggi del Perigeo tra i protagonisti dei Mondiali di tennis da tavolo di Roma [post_date] => 2024-07-22T09:57:35+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721642255000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471872 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Principale operatore italiano nel settore delle piattaforme di viaggio. E' il riconoscimento ottenuto dalla piattaforma Bed-and-Breakfast.it, secondo l'ultimo rapporto dell'Istituto nazionale per l'analisi delle politiche pubbliche (Inapp), strutturato su dati raccolti attraverso il Digital platform survey 2022. Lo studio evidenzia in particolare come il portale fondato nel 2003 dallo Studio Scivoletto in Sicilia sia riuscito a integrarsi efficacemente nell'attività dei siti leader di mercato grazie alla sua offerta specialistica. “La nostra strategia è quella di offrire prezzi vantaggiosi rispetto alle Ota - spiega il fondatore di Bed-and-Breakfast.it, Giambattista Scivoletto -. Con un rinnovato impegno nella promozione del nostro brand e l'incremento degli investimenti, insieme alla soddisfazione dei clienti, puntiamo ad alimentare fortemente il passaparola tra i viaggiatori, elemento chiave per il nostro sviluppo futuro”. Un fattore chiave del successo di Bed-and-Breakfast.it è il suo modello di business. A differenza delle grandi Ota, che prendono commissioni fino al 20-30% su ogni prenotazione, Bed-and-Breakfast.it richiede una fee fissa e nessuna commissione sulle prenotazioni. Dal suo lancio nel 2003, la piattaforma ha saputo attrarre oltre 16.500 gestori paganti tra b&b, hotel, agriturismi e altre tipologie di strutture ricettive. Nel 2023, Bed-and-Breakfast.it ha registrato un volume di prenotazioni di oltre 43 milioni di euro, con una previsione di raggiungere i 50 milioni di euro entro la fine del 2024. Attualmente gestisce 10.800 strutture, registrando un incremento del 5% rispetto all'anno precedente, e continua a espandere la propria offerta.   [post_title] => Bed-and-Breakfast.it: un nuovo protagonista italiano si afferma sul mercato dei viaggi online [post_date] => 2024-07-19T12:51:00+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721393460000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471822 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Novità in casa Kel 12 che acquisisce Al Koor Tourism, rafforzando in questo modo la propria offerta in Oman. Attiva nel sultanato dal 2006, la dmc fondata da Piero Rossi è nota tra le altre cose per esser stata fra le prime a mappare via Gps le sabbie inesplorate del Rub' al-Khālī. L'operatore milanese potrà così ora contare  su un nuovo ufficio a Muscat, nonché s  guide italiane esperte residenti in loco. ‘Come già realizzato in Egitto, abbiamo replicato in Oman il processo di acquisizione - spiega l'amministratore delegato di Kel 12, Gianluca Rubino -: un passo determinante che ci permette di controllare direttamente il prodotto e servizio proposto, al fine di incrementare ulteriormente il livello della nostra offerta andando a soddisfare le richieste di una clientela sempre più preparata ed esigente. Un processo di investimento che stiamo valutando anche in altre destinazioni, forti dei risultati ottenuti e del gradimento ricevuto della nostra clientela". Molte sono quindi le novità dell’offerta sulla destinazione Oman, articolata in quattro differenti itinerari: due rivolti al più accessibile deserto settentrionale del Wahiba (Atmosfere d’Oriente: cultura millenaria e natura; Avventure d’Oriente: dune bianche e mare), altri due riservati invece al misterioso deserto meridionale di Rubʿ al-Khālī (Rubʿ al-Khālī: la traversata del Quarto Vuoto; Rubʿ al-Khālī: tra deserto e mare 2025). Disponibile anche un pacchetto speciale dal 18 febbraio al 1° marzo 2025, ma destinato a replica già nella successiva stagione autunnale: la Crociera in dhow tra i selvaggi fiordi del Musandam, con la tradizionale barca omanita interamente riservata ai viaggiatori, per raggiungere villaggi di pescatori accessibili solo via mare e barriere coralline ai piedi di rocce a strapiombo. “I vantaggi derivanti dall'acquisizione della dmc per i nostri viaggiatori sono notevoli - aggiunge Giacomo Iachia, product manager Kel 12 - e includono la possibilità di prendere parte più facilmente ai tour grazie a gruppi meno numerosi, prevedendo un minimo di quattro persone e un massimo di 12. La disponibilità sul territorio di un nostro ufficio dà inoltre modo di controllare la qualità del prodotto sia in termini di ideazione dell’itinerario, sia di operatività, perché gli ospiti vengono accolti in aeroporto direttamente da personale Kel 12 e prendono parte a tour che ha la qualità e l’attenzione per i dettagli di un tailor-made”. Punto forte della nuova programmazione è la formula Wild glamping per i pernottamenti nel deserto: tutti i campi tendati mobili si avvalgono di maxi igloo con dimensioni 2,30x2,30x1,80 metri, tali cioè da permettere agli ospiti di stare in piedi al loro interno e di cambiarsi d’abito in piena comodità. Le brandine a disposizione prevedono inoltre l’impiego di materassi, lenzuola inamidate e sigillate in un apposito contenitore, nonché cuscini, tappeti, torce, più un beauty kit con eco-prodotti made in Italy. Disponibili pure docce e wc portatili, mentre pasti ogni giorno differenti vengono preparati da chef spaziando da pietanze tradizionali locali a specialità ispirate alla cucina italiana.   [post_title] => Kel 12 rafforza la programmazione Oman con l'acquisizione della dmc Al Koor Tourism [post_date] => 2024-07-19T11:25:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721388346000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "federalberghi fipe e ebnt la filiera turistica a rischio recessione" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":82,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1958,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472071","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467856\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Carlino[/caption]\r\n\r\nCrescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023.\r\n\r\nIl dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale.\r\n\r\n“Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”.\r\n\r\nil tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione.","post_title":"Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35%","post_date":"2024-07-23T14:21:01+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721744461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472001","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Oltre 90 differenti escursioni a terra in piccoli gruppi con sbarco prioritario. E' la novità 2024 dedicata ali ospiti Msc Yacht Club in diversi porti dei Caraibi, del Mediterraneo e del Nord Europa, con ulteriori destinazioni previste in altre regioni entro la fine dell'anno.\r\n\r\nChe i passeggeri Yacht Club vogliano mettersi alla prova nella creazione del proprio eau de cologne personalizzato in una delle più antiche profumerie del Sud della Francia, cimentarsi nella cucina greca autentica a bordo di un catamarano privato a Santorini, o rilassarsi in una cabana appartata nella Giamaica tropicale, avranno a disposizione un ampio ventaglio di esperienze personalizzate. Le proposte spaziano infatti da esperienze culinarie autentiche all'apprendimento delle arti locali, alla visita di tesori architettonici o al coinvolgimento in attività di avventura di alto livello.\r\n\r\n“La nuova offerta è nata in seguito ai feedback dei clienti - spiega la responsabile delle escursioni a terra di Msc Crociere, Marialuisa Iaccarino -. Gli ospiti beneficeranno di un viaggio senza soluzione di continuità che comprende il servizio dei maggiordomi a bordo ed esclusive guide locali per le escursioni a terra, oltre alla possibilità di rilassarsi e immergersi completamente nella cultura, nella cucina e nelle tradizioni di ogni destinazione”.","post_title":"Nuove escursioni a terra esclusive per gli ospiti Msc Yacht Club","post_date":"2024-07-23T10:13:47+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721729627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471956","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465560\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elisa Presutti[/caption]\r\n\r\nGattinoni Events, divisione del Gruppo Gattinoni, annuncia il buon andamento del primo semestre dell’anno realizzando, da gennaio a giugno 2024, un aumento del 12% del fatturato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; il dato assume un valore ancora maggiore considerando il 2023 un anno record, con crescita complessiva pari a 71,8% rispetto al 2022.\r\n\r\nL’obiettivo economico della business unit per il 2024 è di consolidare i numeri straordinari del 2023. A conclusione del primo semestre 2024, i risultati raggiunti e le attività prospect in corso, inducono ottimismo nel raggiungimento del target. La marginalità è in crescita come da business plan triennale.\r\n\r\nLa business unit Gattinoni Events nutre un altro traguardo ambizioso, prefiggendosi di valorizzare l’intero staff – attualmente circa 100 persone – come massimo bene intangibile. Se i risultati economici sono così soddisfacenti è anche, e soprattutto, merito della coesione, della motivazione e del senso di appartenenza.\r\n\r\nNel 2024 si afferma l’orientamento di Gattinoni Events verso i Grandi Eventi; il 50% del business è rappresentato da attività in grado di generare singolarmente oltre 1 milione di euro. Ogni area della business unit - dalla logistica da sempre trainante per l’organizzazione alla Live Communication, fino all’Healthcare – ha sposato infatti l’orientamento ai Grandi Eventi, raccogliendo la sfida che il mercato richiedeva.\r\nSoddisfazione\r\nCommenta Elisa Presutti, managing director Gattinoni Events: “Siamo soddisfatti della crescita registrata in questo semestre, realizzata grazie ai  frutti dei tanti investimenti, in risorse umane, tecnologia, creatività e commerciale. Il dato semestrale del +12% ci fa guardare con ottimismo al raggiungimento dell’obiettivo di fine anno, che prevede una crescita dei ricavi del 6,5% rispetto al 2023, anno in cui eravamo cresciuti in maniera straordinaria rispetto all’esercizio precedente. Oggi un nostro punto di forza è la reale sinergia fra i reparti; dallo storico e fondamentale ramo della Logistica, a quello della Live Communication, all’Healthcare che ha raggiunto risultati straordinari in un anno, con clienti di altissimo profilo e volumi più che raddoppiati\".\r\n\r\nHa contribuito con peso significativo il reparto Healthcare, che nel 2024 si è presentato molto scalabile, fermi restando i requisiti necessari di credibilità e autorevolezza. Il segmento farmaceutico in Gattinoni Events, estremamente specializzato, può contare su uno staff di 16 elementi, che nel 2023 ha più che raddoppiato il fatturato e che nel primo semestre del 2024 ha attratto grandi player. Il reparto Healthcare di Gattinoni Events ha una connotazione in linea con il posizionamento dell’agenzia: porta la creatività in questo ambiente legato a modalità più tradizionali. Il 50% degli eventi Pharma firmati da Gattinoni Events si basa proprio sull’originalità.\r\n\r\nLa tecnologia mai potrà sostituire il capitale umano, bensì rappresenta un supporto indispensabile; in ambito software ottimizza la gestione della quotidianità, interna e dei clienti, e come strumento della Live Communication facilita la spettacolarizzazione.\r\n\r\n Il 2024 vede farsi tangibile l’ampio tema della sostenibilità. A contatto con svariati rami dell’imprenditoria, Gattinoni Events è testimone di quanto sia cambiato l’atteggiamento delle aziende nei confronti della sostenibilità. Se fino all’anno scorso la tematica era circoscritta all’appeal del trend, alla percezione della necessità di adottare pratiche sostenibili soprattutto nella mobilità, nel 2024 le aziende la considerano una realtà. I clienti chiedono di muoversi in modo massiccio e la business unit lascia presagire novità cospicue nel prossimo semestre. Dalla certificazione ISO 20121 all’organizzazione di eventi completamente green, in destinazioni scandinave, in cui la sensibilità nei confronti dell’ambiente è di tipo culturale.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Gattinoni Events: fatturato in crescita del 12% durante il primo semestre","post_date":"2024-07-22T12:31:19+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721651479000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471954","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_424940\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca[/caption]\r\n\r\nPiù breve, più intensa, più frequente. E’ la nuova tipologia di vacanza che gli italiani mostrano di prediligere per questa estate 2024. Sono 36 milioni coloro che prevedono di mettersi in viaggio tra giugno e settembre, il 90 per cento dei quali ha già manifestato la propria preferenza per una destinazione squisitamente italiana.\r\n\r\nPoco più del 10% opta invece per destinazioni estere, principalmente in località di mare più vicine allo Stivale. Un terzo dei vacanzieri, tuttavia, ha già programmato di fare più di un periodo di vacanza oltre quello principale nei quattro mesi clou della stagione estiva: 3,6 milioni replicheranno almeno una volta, 3,1 milioni si muoveranno per ben due volte e 1,7 milioni arriverà a fare tre periodi di vacanza. Uno scenario che, complessivamente, produrrà un giro di affari di 40,6 miliardi di euro.\r\n\r\nCiò si evince dai risultati della ricerca elaborata per conto della Federalberghi dalla società Tecnè.\r\n\r\n“E’ sempre interessante accorgersi, grazie ai numeri, dei cambiamenti in atto”  ha dichiarato il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, commentando a caldo i dati dell’indagine. \"A fronte di un anno difficile, in cui eventi atmosferici calamitosi come alluvioni e siccità hanno messo in ginocchio regioni intere, malgrado il dissesto che i conflitti internazionali in atto potrebbero creare ai flussi turistici, a dispetto di tutto ciò notiamo che il comparto mostra una certa tenuta”.\r\n\r\n“Nove italiani su dieci vogliono restare in Italia – ha proseguito Bocca –. E per noi constatarlo è un bene. Ma si conferma anche la nuova tendenza, già in atto da tempo, a suddividere in più segmenti le ferie estive. Questo raccorciare i tempi consente paradossalmente di replicare la partenza spalmandola in periodi diversi, avendo così l’opportunità di visitare nuove località. Resta il nodo – ha poi concluso il presidente di Federalberghi – di quel 54% di concittadini che non hanno potuto programmare una vacanza per via della mancanza di liquidità.”\r\n\r\n“Il quadro che abbiamo davanti oggi – ha concluso Bocca – è di un buon  andamento  sui mercati internazionali, mentre rileviamo  un certo calo sui mercati nazionali ed europei”.","post_title":"Federalberghi: 36 milioni di italiani in vacanza. Il 54% invece non se la può permettere","post_date":"2024-07-22T12:23:41+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721651021000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471927","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«A Lufthansa consegniamo un'azienda sana, ora si lavori a un piano più ambizioso»: è un Antonino Turicchi a tutto campo quello che attraverso le colonne de Il Corriere della Sera definisce i contorni della situazione attuale di Ita Airways, a chiusura della prima metà del 2024 e, soprattutto, all'indomani del via libera Ue al matrimonio con i tedeschi.\r\n\r\nA cominciare dai risultati - positivi - del semestre: ricavi per 1,2 miliardi di euro (+33% rispetto al primo semestre 2023), di cui circa la metà derivano dai collegamenti di lungo raggio (cresciuti del 48%). I passeggeri trasportati sono stati 8,3 milioni (+26%) mentre il load factor medio ha raggiunto il 79%: 82% sui voli intercontinentali, 74% su quelli domestici.\r\n\r\nLa flotta ha quasi raggiunto i 100 aeromobili, «di cui il 60% di nuova generazione - tiene a precisare il presidente -. Quelli che stanno dando più soddisfazioni anche ai passeggeri sono gli Airbus A350 e gli A220».\r\n\r\nTuricchi evidenzia come al ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, si sta consegnando una compagnia aerea «che non ha bisogno di una ristrutturazione. Lufthansa deve farla crescere anche con un piano industriale più ambizioso rispetto a quello condiviso per l’accordo».\r\nSecondo il presidente, infatti, considerati i «risultati attesi nel 2024 si potrebbe anticipare al 2025 parte della crescita prevista nel 2027. Stimiamo infatti che l’azienda superi i 4 miliardi di ricavi già l’anno prossimo, due anni prima di quanto scritto nel piano industriale. Se con le nostre risorse raggiungiamo i risultati con un anno in anticipo, con il contributo commerciale di Lufthansa già nel 2025 potremmo raggiungere i valori previsti dal piano al 2027». La stima di Turicchi punta ad un «Ebit positivo per 250-300 milioni».\r\n\r\n\r\nSlot\r\nSul fronte dell'attuazione dell'accordo con i tedeschi, entro 4 mesi dovranno essere trovati i vettori per i remedy takers e la Ue spera sia un solo vettore ad aggiudicarsi i 30 slot giornalieri tra arrivi e partenze a Milano Linate. Anche se i pretendenti sono due: easyJet e Volotea. Nomi che comunque il presidente non conferma e non smentisce. In pratica, «noi portiamo i passeggeri a Milano Linate e il remedy taker con i propri voli li trasporta a Francoforte per tre anni. Poi per gli altri 2 anni il remedy taker potrà continuare ad operare su quelle rotte o trasportare i passeggeri su altre rotte, e noi alimentiamo i suoi voli su Linate».\r\n\r\nQuanto ai voli intercontinentali, non andrà tagliata l'offerta, «Dobbiamo valutare se ci sono soggetti interessati a entrare su quelle rotte dirette e/o vedere come migliorare la connettività indiretta».\r\n\r\nAltro step delicato sarà quello legato al cambio di alleanza, da SkyTeam a Star Alliance: l'uscita dalla prima viene collocata a livello temporale entro il primo trimestre 2025, ma poi serviranno circa «12 mesi» per l'effettivo ingresso nella seconda, «quindi il trasloco potrebbe avvenire nel quarto trimestre 2025 o nel primo trimestre del 2026. Quello che possiamo fare subito sono i codeshare con Lufthansa, United Air Lines, Air Canada e gli altri membri di Star Alliance».\r\n\r\nTuricchi ha indicato in almeno 150 milioni di euro i mancati incassi dai codeshare che unilateralmente Air France-Klm e Delta hanno interrotto ad aprile 2023: «Immaginavamo che qualcosa si sarebbe potuto fare nel corso di quest’anno con Lufthansa, ma siamo stati penalizzati dalla lunghezza della negoziazione con l’Ue. Non vogliamo perdere la prossima stagione invernale visto che parte anche il Giubileo a dicembre 2024». ","post_title":"Turicchi: «Ita potrebbe superare i 4 mld di fatturato nel 2025. In anticipo di 2 anni»","post_date":"2024-07-22T11:51:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1721649095000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471737","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Settembre è il tempo della Dolce vita ai Ricci Hotels, family resort e bike hotel di Cesenatico. La riviera Romagnola si rilassa, le spiagge sono meno affollate e le temperature più miti. Vicine al mare, gli indirizzi Ricci propongono diverse soluzioni di soggiorno tra camere, suite e appartamenti. E soprattutto ricche di servizi: dalle grandi piscine dotate di idromassaggio e zone wellness, alle bici e e-bike a noleggio per immergersi nello spirito della città marinara ed esplorare il suo caratteristico centro storico con le casette colorate, il porto canale leonardesco e le vele antiche ormeggiate al museo della Marineria, oppure spingersi pedalando sulle colline per esplorare gli antichi borghi dell'entroterra, pieni di storia e paesaggi suggestivi, come Bertinoro, Longiano, Santarcangelo, Verucchio, San Leo, Gradara, San Marino...\r\n\r\nE poi i sapori ispirati alla tradizione romagnola dei ristoranti Ricci Hotels, dove trionfano i piatti di stagione e le prelibatezze locali serviti à la carte. Gli ingredienti arrivano dalle campagne circostanti e dal podere La Fattoria di Canonica: un cascinale di fine '800 dove la famiglia Ricci produce olio, vino e miele. I bambini poi hanno aree giochi dedicate e le divertenti animazioni di Marino Granchio Bagnino. Tanti anche gli spazi verdi della città, come i parchi di Levante e Ponente, i giardini sul mare.\r\n\r\n Ma le vacanze di settembre con i Ricci Hotels sono pure vantaggiose. Dal 7 al 29 settembre 2024 si può infatti scegliere tra la spiaggia gratis con un ombrellone e due lettini in zone centrali (con soggiorno in mezza pensione o pensione completa), oppure in alternativa tutte le consumazioni durante i pasti incluse; bambini gratis fino a cinque anni (il secondo bimbo ha il 50% di sconto); nonni in vacanza gratis (ideale per ogni famiglia con bambini nella formula residence. Nella formula hotel c’è il 20% di sconto per i nonni). Prezzi a partire da 65 euro in b&b e 79 euro in mezza pensione.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­","post_title":"Ricci Hotels, le offerte per settembre tra relax e Dolce vita","post_date":"2024-07-22T10:52:03+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1721645523000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471890","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono stati oltre 6,100 i giocatori provenienti da 110 nazioni che hanno partecipato agli ultimi Campionati mondiali di tennis da tavolo organizzati a Roma dal 6 al 14 luglio. L'evento ha coinvolto un totale di circa 10 mila persone e a contribuire alla buona riuscita della kermesse iridata c'è stato anche il contributo dello storico to capitolino i Viaggi del Perigeo. Proprio per il suo prezioso supporto, la Federazione italiana tennis da tavolo ha quindi deciso di consegnare all'operatore un riconoscimento ad hoc.\r\n\r\n\"Nonostante la nostra pluridecennale collaborazione con le federazioni sportive Coni e l'impegno del nostro settore eventi, che ha organizzato molte importanti manifestazioni, questo è stato tra i più impegnativi - sottolinea il ceo dei Viaggi del Perigeo, Lucio Messina -. Non tanto per il lungo periodo di dieci giorni della competizione, ma quanto soprattutto per l'impegno dell'ingente numero di risorse necessarie e disponibili dall’alba a notte fonda che le attività svolte alla nuova Fiera di Roma hanno richiesto. Del resto basta pensare agli oltre 320 campi di gioco, per comprenderne l'impegno”.\r\n\r\nLa sinergia sport e turismo ha insomma nuovamente confermato quanto la professionalità di entrambe i settori siano elementi trainanti per la valorizzazione e la promozione mondiale dell'Italia, prosegue Messina: \"Ringrazio tutte le istituzioni che hanno sostenuto questo campionato mondiale. Ma uno speciale ringraziamento va a tutto lo staff del gruppo, figli compresi, che si sono dedicati senza risparmio al buon esito dell'evento, così come a tutti i dirigenti della Federazione italiana e internazionale che ci hanno scelto come partner. Merita infine ricordare che in contemporanea a Roma si sono svolte più attività, compreso un importante concerto di un gruppo rock di fama internazionale che ha messo a dura prova tutta la filiera del turismo. Una concomitanza che dimostra ulteriormente la strategica trasversalità del nostro settore turismo\".\r\n\r\n ","post_title":"I Viaggi del Perigeo tra i protagonisti dei Mondiali di tennis da tavolo di Roma","post_date":"2024-07-22T09:57:35+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["nofascione"],"post_tag_name":["nofascione"]},"sort":[1721642255000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471872","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Principale operatore italiano nel settore delle piattaforme di viaggio. E' il riconoscimento ottenuto dalla piattaforma Bed-and-Breakfast.it, secondo l'ultimo rapporto dell'Istituto nazionale per l'analisi delle politiche pubbliche (Inapp), strutturato su dati raccolti attraverso il Digital platform survey 2022. Lo studio evidenzia in particolare come il portale fondato nel 2003 dallo Studio Scivoletto in Sicilia sia riuscito a integrarsi efficacemente nell'attività dei siti leader di mercato grazie alla sua offerta specialistica.\r\n\r\n“La nostra strategia è quella di offrire prezzi vantaggiosi rispetto alle Ota - spiega il fondatore di Bed-and-Breakfast.it, Giambattista Scivoletto -. Con un rinnovato impegno nella promozione del nostro brand e l'incremento degli investimenti, insieme alla soddisfazione dei clienti, puntiamo ad alimentare fortemente il passaparola tra i viaggiatori, elemento chiave per il nostro sviluppo futuro”.\r\n\r\nUn fattore chiave del successo di Bed-and-Breakfast.it è il suo modello di business. A differenza delle grandi Ota, che prendono commissioni fino al 20-30% su ogni prenotazione, Bed-and-Breakfast.it richiede una fee fissa e nessuna commissione sulle prenotazioni. Dal suo lancio nel 2003, la piattaforma ha saputo attrarre oltre 16.500 gestori paganti tra b&b, hotel, agriturismi e altre tipologie di strutture ricettive. Nel 2023, Bed-and-Breakfast.it ha registrato un volume di prenotazioni di oltre 43 milioni di euro, con una previsione di raggiungere i 50 milioni di euro entro la fine del 2024. Attualmente gestisce 10.800 strutture, registrando un incremento del 5% rispetto all'anno precedente, e continua a espandere la propria offerta.\r\n\r\n ","post_title":"Bed-and-Breakfast.it: un nuovo protagonista italiano si afferma sul mercato dei viaggi online","post_date":"2024-07-19T12:51:00+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721393460000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471822","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Novità in casa Kel 12 che acquisisce Al Koor Tourism, rafforzando in questo modo la propria offerta in Oman. Attiva nel sultanato dal 2006, la dmc fondata da Piero Rossi è nota tra le altre cose per esser stata fra le prime a mappare via Gps le sabbie inesplorate del Rub' al-Khālī. L'operatore milanese potrà così ora contare  su un nuovo ufficio a Muscat, nonché s  guide italiane esperte residenti in loco.\r\n\r\n‘Come già realizzato in Egitto, abbiamo replicato in Oman il processo di acquisizione - spiega l'amministratore delegato di Kel 12, Gianluca Rubino -: un passo determinante che ci permette di controllare direttamente il prodotto e servizio proposto, al fine di incrementare ulteriormente il livello della nostra offerta andando a soddisfare le richieste di una clientela sempre più preparata ed esigente. Un processo di investimento che stiamo valutando anche in altre destinazioni, forti dei risultati ottenuti e del gradimento ricevuto della nostra clientela\".\r\n\r\nMolte sono quindi le novità dell’offerta sulla destinazione Oman, articolata in quattro differenti itinerari: due rivolti al più accessibile deserto settentrionale del Wahiba (Atmosfere d’Oriente: cultura millenaria e natura; Avventure d’Oriente: dune bianche e mare), altri due riservati invece al misterioso deserto meridionale di Rubʿ al-Khālī (Rubʿ al-Khālī: la traversata del Quarto Vuoto; Rubʿ al-Khālī: tra deserto e mare 2025). Disponibile anche un pacchetto speciale dal 18 febbraio al 1° marzo 2025, ma destinato a replica già nella successiva stagione autunnale: la Crociera in dhow tra i selvaggi fiordi del Musandam, con la tradizionale barca omanita interamente riservata ai viaggiatori, per raggiungere villaggi di pescatori accessibili solo via mare e barriere coralline ai piedi di rocce a strapiombo.\r\n\r\n“I vantaggi derivanti dall'acquisizione della dmc per i nostri viaggiatori sono notevoli - aggiunge Giacomo Iachia, product manager Kel 12 - e includono la possibilità di prendere parte più facilmente ai tour grazie a gruppi meno numerosi, prevedendo un minimo di quattro persone e un massimo di 12. La disponibilità sul territorio di un nostro ufficio dà inoltre modo di controllare la qualità del prodotto sia in termini di ideazione dell’itinerario, sia di operatività, perché gli ospiti vengono accolti in aeroporto direttamente da personale Kel 12 e prendono parte a tour che ha la qualità e l’attenzione per i dettagli di un tailor-made”.\r\n\r\nPunto forte della nuova programmazione è la formula Wild glamping per i pernottamenti nel deserto: tutti i campi tendati mobili si avvalgono di maxi igloo con dimensioni 2,30x2,30x1,80 metri, tali cioè da permettere agli ospiti di stare in piedi al loro interno e di cambiarsi d’abito in piena comodità. Le brandine a disposizione prevedono inoltre l’impiego di materassi, lenzuola inamidate e sigillate in un apposito contenitore, nonché cuscini, tappeti, torce, più un beauty kit con eco-prodotti made in Italy. Disponibili pure docce e wc portatili, mentre pasti ogni giorno differenti vengono preparati da chef spaziando da pietanze tradizionali locali a specialità ispirate alla cucina italiana.\r\n\r\n ","post_title":"Kel 12 rafforza la programmazione Oman con l'acquisizione della dmc Al Koor Tourism","post_date":"2024-07-19T11:25:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721388346000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti