29 September 2022

Tour operator ricerca addetto booking

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email: laura.boaro@orhgroup.eu
Provincia: • 
Comune:

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Noto tour operator di Treviso, cerca personale da impiegare nel settore turistico come addetto/a al booking. Necessaria esperienza pregressa come agente di viaggio o presso un tour operator. Sede di lavoro: Villorba (TV). Inviare cortesemente CV a: laura.boaro@orhgroup.eu


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430794 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Massaggi, tour, degustazioni: nel mese di novembre un’esclusiva esperienza multisensoriale intorno all’extravergine firmata dal luxury resort di Riva del Garda. L' Olio del Garda DOP è una raffinatezza prodotta in piccole quantità che il Lido Palace di Riva del Garda celebra per tutto il mese di novembre, periodo della raccolta, offrendo esclusive esperienze multisensoriali ai propri ospiti. La CXI SPA propone il massaggio corpo antiossidante all’Olio d’oliva del Garda e vapore, un lungo momento rigenerante che sfrutta le indiscusse virtù dell’olio lasciando una pelle vellutata, elastica, rinnovata. (80 minuti, 180 euro) Ed è chiaramente DOP del Garda l’olio prescelto dall’Executive Chef del Ristorante gourmet Re della Busa, David Cattoi, che dalla ricerca sui prodotti più autentici del territorio ha composto una carta indimenticabile. Come un’opera d’arte da conoscere e interpretare, l’olio arriva al buffet della colazione, dove un esperto di degustazione propone assaggi guidati, insegna a riconoscerne gusto, colore, purezza e suggerisce abbinamenti utili a sprigionare il bouquet aromatico dell’extravergine. Per chi invece volesse conoscere il terroir di provenienza ancor più da vicino, il Lido Palace organizza un tour enogastronomico con visita guidata e degustazioni avendo selezionato con cura quattro frantoi e produttori della zona tra Riva e Arco: sono Olio Cru, Frantoio di Riva, Maso Bòtes e Madonna delle Vittorie, ognuno con il proprio prodotto esclusivo da far conoscere agli ospiti. Infine, per chi soggiorna al Lido durante il mese di novembre, un prezioso omaggio che fa portare anche a casa il sapore dell’autunno sul Lago: una bottiglia da 0,25 cl di olio 46° parallelo Blend del Frantoio di Riva. Per chi invece cena al ristorante gourmet Il Re della Busa, in omaggio una bottiglietta da 0,10 cl.   [post_title] => Lido Palace Riva del Garda, è l'olio il vero protagonista delle proposte autunnali [post_date] => 2022-09-21T09:54:30+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663754070000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430424 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'industria delle crociere sta progressivamente tornando alla "normalità" pre-Covid. A testimoniarlo, anche la mossa di Oceania Cruises che ha appena annunciato la reintroduzione, nel 2025, del suo viaggio intorno al mondo da 180 giorni. Alla luce della crescente richiesta di crociere lunghe, il brand del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings ha anche inserito in programmazione una serie di Grand Voyages della durata compresa tra i 50 e i 111 giorni. La crociera intorno al mondo è in programma in particolare da Miami con partenza il 5 gennaio 2025. L'itinerario toccherà 32 Paesi e 89 porti totali. Sarà la Insignia, da 656 ospiti di capienza totali, a salpare verso il Brasile, prima di attraversare l'Atlantico per raggiungere l'Africa, dove tra le altre tappe si fermerà nell'isola vulcanica disabitata di  Tristan da Cunha. Il viaggio proseguirà poi verso l'Asia, con toccate alle Comore, alle Maldive e alle Seychells. Dopo aver visitato Paesi come il Myanmar, la Thailandia, il Vietnam, il Giappone e l'Indonesia, la Insignia navigherà quindi verso la costa occidentale dell'Australia, per poi muoversi in direzione della Polinesia francese. Il viaggio terminerà infine alle Hawaii [post_title] => Oceania Cruises: ripartono i viaggi attorno al mondo. Cresce la domanda per le crociere lunghe [post_date] => 2022-09-14T09:39:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663148353000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430385 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo nome e un inedito  look & feel contemporaneo per il Londra Palace Venezia, che dopo quasi 170 anni continua ad accogliere, unico Relais & Châteaux della Laguna, viaggiatori da ogni parte del mondo. Il dna di questa iconica dimora da 52 camere con ben 100 finestre affacciate sul bacino di San Marco è stato infatti riletto e rinnovato in una chiave interpretativa autentica e attuale, sempre rispettosa degli standard dell'alta ospitalità che la città vuole offrire. Così, l'hotel Londra Palace diventa oggi il Londra Palace Venezia, mentre il nuovo interior design è frutto di una minuziosa ricerca storica e diventa espressione e protagonista della Venezia contemporanea che porta a nuova vita la propria storia e stile. In questa cornice si trovano anche nuovi complementi d'arredo, sodalizio tra storia e futuro, realizzati da maestri artigiani locali, con nuove forme e colori. L'espressione di questa rilettura si vive pure nelle quattro nuove suite, tra cui due signature: la Verne e la Borges, che rendono omaggio allo scrittore francese Jules Verne e al poeta e letterato Jorge Luis Borges, due tra le molte illustri menti che hanno soggiornato in hotel. Il Londra Palace Venezia presenta poi il nuovo executive chef Daniele Galliazzo, da quest'anno alla guida di tutta la proposta gastronomica dell’hotel e dell'Lpv ristorante. Lo chef propone una doppia carta, per il pranzo e per la cena: è quindi Lpv bistrot la formula per un lunch leggero e sfizioso, con proposte anche vegetariane, mentre l'Lpv ristorante è il percorso di fine dining per chi vuole esplorare i gusti della tradizione veneta. Entrambi i menu hanno un forte legame con il territorio locale e regionale, nel rispetto delle tradizioni, e della stagionalità: una cucina solo apparentemente semplice volta a enfatizzare gli ingredienti in consistenza e sapori. Immancabile inoltre l'Lpv bar dove spicca l'head bartender Marino Lucchetti, storica figura della mixology internazionale, da 18 anni in hotel, che reinterpreta in chiave personale alcune tra le più famose miscele. Un esempio? L'Americano 4.1, cocktail signature con quattro tipi di vermouth e quattro tipi di bitter in diverse proporzioni, per un blend inedito. Alla guida della dimora è infine il maître de maison Alain Bullo, testimone e voce narrante da oltre 20 anni della costante evoluzione di Venezia e del corale senso di ospitalità del Londra Palace Venezia: “La nostra dimora, per scelta e dna è da sempre aperta alle contaminazioni della città nell’ottica di uno scambio mutevole: per rendere omaggio a chi ancora ci vive ma anche per chi arriva da lontano. Siamo profondamente legati al nostro territorio ma consapevoli dei cambiamenti in atto facendoci promotori, anche culturali, della Venezia del presente e del futuro. Mettiamo la nostra passione, sensibilità ed esperienza a servizio dell’ospite, accogliendolo non solo come viaggiatore della nostra dimora, ma con la volontà di renderlo parte attiva di questa magnifica e multiforme città”. [post_title] => In equilibrio tra modernità e tradizione: il Londra Palace Venezia cambia nome e look [post_date] => 2022-09-13T12:42:43+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663072963000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430222 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come già anticipato lo scorso giugno ha aperto il 1° settembre a Bari il nuovo Vis Urban Suites & Spa: un boutique hotel con area benessere nel centro della città. Ricavato dalla conversione di un palazzo d’epoca del 1876, il Vis Urban Suites & Spa nasce da un lavoro di recupero architettonico che combina lo stile liberty al design contemporaneo. Un progetto di grande respiro, voluto dal sodalizio professionale di due famiglie di imprenditori baresi, Gaia e Giuseppe Cobol e Mariadele e Francesco Casillo. La struttura vanta 12 camere-appartamenti con un’ampia metratura. Quattro di loro dispongono pure di un dehors esterno, mentre un suite ha anche una piscina privata ricavata nella roccia. La spa include piscina e aree trattamenti e sarà aperta anche agli ospiti esterni su appuntamento. Offrirà trattamenti realizzati con prodotti di cosmesi legati al territorio pugliese. Il rooftop, infine, sarà inaugurato la prossima primavera e si proporrà tra l'altro come location per eventi privati nel centro della città. “Siamo orgogliosi di valorizzare la nostra città, cuore nevralgico di una Puglia in continua espansione – spiegano Mariadele Casillo e Gaia Cobol, che si fanno portavoce del gruppo -. Da qui la scelta di investire nel mondo dell’ospitalità di lusso". Il progetto è stato curato dall’architetto Mauro Lanotte e dai progettisti dello studio Esseelle Associati. [post_title] => Inaugurato il 1° settembre a Bari il boutique hotel all-suite Vis Urban [post_date] => 2022-09-09T13:00:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662728406000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430075 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha firmato una serie di decreti che sbloccano 39,3 milioni per le agenzie di viaggio e tour operator; quasi due milioni del Fondo unico del Turismo di parte corrente; ed altri due  milioni di euro a sostegno delle guide turistiche. «Nei prossimi giorni – ha precisato una nota del ministero – seguiranno altri interventi richiesti dalle Regioni, ora in fase d’istruttoria da parte degli uffici. Il dettaglio dei decreti firmati oggi da Garavaglia» Per le agenzie di viaggio si tratta di interventi per 39,3 milioni previsti dal DL Sostegni ter a favore delle aziende per garantire la continuità aziendale e la tutela dei lavoratori. L’intervento riguarda gli operatori che hanno registrato nel 2021 un calo di fatturato di almeno il 30%, rispetto al 2019. Per le guide turistiche interventi per 2 milioni a favore di guide turistiche, accompagnatori e partite Iva previsti dal DL Sostegni ter. Ed è riservato a chi non aveva ricevuto in passato altre misure di sostegno. Fondo unico Turismo: tre distinti interventi per complessivi quasi due milioni dal bilancio di parte corrente: Più di un milione, fino al 2024, per il progetto “strategia per il rafforzamento della Meeting Industry italiana, attraverso attività di business intelligence, business development, sostenibilità” elaborato da Convention Bureau Italia e Federcongressi&Eventi. A favore della Regione Veneto per due progetti per oltre 700 mila euro: “Buy Veneto” ha come obbiettivo iniziative di networking e marketing territoriale, previsto un workshop internazionale del Turismo in Veneto; “Caseus” mira a garantire la diffusione e notorietà delle produzioni lattiero casearie della Regione. Previsto il cofinanziamento con 170 mila euro di tre progetti della Regione Sicilia: “Maratona della città di Palermo”, “Jazz Festival di Castelbuono (PA)” e di “Luce e Santità 2022 – Arte, Musica, Food e Tradizione della città di Avola (SR). [post_title] => Decreto sostegni ter: 39,3 milioni alle adv che hanno perso almeno il 30% [post_date] => 2022-09-07T10:33:07+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662546787000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429909 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il prossimo 10 settembre a Gardaland arriva la Light Night: la prima edizione della festa di fine estate al parco saluta un periodo fatto di alte temperature e tuffi rinfrescanti e dà il via a una serie di appuntamenti all’insegna del divertimento, delle tradizioni e della pura magia. La Gardaland Light Night farà del parco una location ancora più emozionante e suggestiva da vivere fino all'1 di notte. Protagonisti della serata saranno la buona musica e il divertimento, ma anche gli innumerevoli giochi di luce che hanno ispirato e dato il nome all’evento pensato ad hoc per salutare l’estate 2022. Un maestoso palco realizzato con oltre 50 metri quadrati di ledwall outdoor svetterà in particolare nella grande piazza Jumanji, main stage dell’evento, rendendo gli ospiti i veri protagonisti della serata grazie a una passerella che, per ben 12 metri, accompagnerà artisti del calibro di Merk&Kremont, Teo Mandrelli, Marco Carpentieri, Tommy Vee e Mauro Ferrucci direttamente in mezzo a essi, tutti accompagnati dalla voce di Aryfashion, pronta a far scatenare i presenti a ritmo delle hit estive, per una notte tutta da ricordare. Gli appuntamenti proseguono poi dal 17 settembre al 2 ottobre con il Gardaland Oktoberfest, l’evento ispirato al tradizionale festival di Monaco di Baviera, diventato ormai da tempo di rilievo internazionale con festeggiamenti in ogni parte del mondo. Restando fedele alle più antiche tradizioni dell’originale festa celebrata con cibo, birra di Monaco e innumerevoli attrazioni, Gardaland duplica il divertimento per i suoi visitatori e, oltre alle 40 attrazioni disponibili al parco, offre anche diverse specialità eno-gastronomiche della tradizione bavarese: profumi, sapori e balli ma anche decorazioni speciali come giganteschi boccali di birra, pretzel, balle di fieno e bandierine caratterizzeranno le vie del parco per un’esperienza ancor più magica, un vero viaggio nel tempo. Proprio dal palco di piazza Jumanji, nei giorni di sabato e domenica, la mascotte Prezzemolo insieme alla bella Aurora apriranno infatti tra le altre cose i festeggiamenti con una rievocazione storica dell’evento che ha dato inizio alla tradizione dell’Oktoberfest: nell’ottobre 1810 l’allora principe Ludovico, sposò la principessa Teresa di Sassonia e tutti i cittadini di Monaco vennero invitati ai festeggiamenti che prevedevano spettacoli, ricchi banchetti e …. fiumi di birra! Nei giorni feriali l’orario di apertura del parco sarà dalle ore 10 alle 17, mentre il sabato l’apertura si estenderà fino alle 21 e la domenica fino alle 20. [post_title] => A Gardaland arriva la festa di fine estate e poi... l'Oktoberfest! [post_date] => 2022-09-05T11:26:29+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662377189000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429713 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Uniontour di Mondo Travel da sempre attento a promuovere le città italiane, con un’attenzione alla cultura e alle tradizioni, inaugura con Livorno gli itinerari autunnali. Il 9 ottobre sarà infatti la volta della città toscana, le cui origini risalgono al tempo dei romani. Il porto di Livorno  venne costruito sotto Cosimo I granduca di Toscana, perché il porto di Pisa si stava insabbiando. La città “ideale“ venne progettata dall’architetto Bernardo Buontalenti che progettò un nuovo centro fortificato con un imponente sistema di fossati e bastioni, intorno al vecchio nucleo abitativo. Nel 1700 vi proliferò l’editoria, qui vennero pubblicati Dei Delitti e delle Pene di Cesare Beccaria e, nel 1770 la terza edizione dell’Encyclopédie di Diderot e D'Alembert. Nel 1800 divenne una delle mete turistiche fra le più apprezzate grazie alla realizzazione di bei progetti urbanistici e architettonici. Il tour dei Fossi Medicei offre quindi la possibilità di far scoprire una Livorno insolita, dalle angolazioni più interessanti e particolari navigando attraverso i quartieri più antichi e in una parte del porto Mediceo. Il tour prevede anche il pranzo in ristorante per gustare il famoso caciucco livornese. Nel pomeriggio visita guidata di Villa Mimbelli, che ospita una ricca raccolta di pittori macchiaioli e post macchiaioli fra cui Giovanni Fattori. La quota (a partire da 104 euro per un gruppo di 40 persone) comprende bus, pranzo, accompagnatore, guida, tour in battello, entrata in Villa Mimbelli, wisper, assicurazione. [post_title] => Uniontour inaugura con Livorno gli itinerari autunnali alla scoperta dell’Italia [post_date] => 2022-08-31T12:57:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1661950666000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429687 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cominciano finalmente a prendere forma concreta gli aiuti promessi alle imprese del turismo, e in particolare della ricettività, secondo le indicazioni contenute nel Piano nazionale di riprese e resilienza (Pnrr). Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, l’amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), Dario Scannapieco, e il direttore generale dell’Associazione bancaria italiana (Abi), Giovanni Sabatini, hanno infatti appena firmato una convenzione che disciplina la concessione dei finanziamenti agevolati a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti in ricerca (Fri), in linea appunto con le finalità del Pnrr. Obiettivo dichiarato dell'operazione è quello di incentivare la riqualificazione e valorizzazione delle imprese turistiche finanziando i programmi di investimento in transizione energetica, sostenibilità ambientale e innovazione digitale per rendere il settore più attrattivo e competitivo sia in Italia sia all’estero. Con la firma della convenzione, e il successivo coinvolgimento operativo del settore bancario, sarà quindi possibile dare avvio all’iter di presentazione delle domande di accesso alla misura da parte delle imprese, a partire dalla data che sarà definita con successivo provvedimento del ministero del Turismo. Le agevolazioni sono previste nella forma del contributo in conto capitale, concesso alle imprese beneficiarie utilizzando 180 milioni di risorse del Pnrr. A queste si aggiungono i finanziamenti agevolati, concessi da Cdp a valere sul Fri, per un importo complessivo fino a 600 milioni, in affiancamento a prestiti di pari importo e durata (fino a 15 anni) erogati dal settore bancario a condizioni di mercato. Per un totale di quasi 1,4 miliardi. Gli incentivi potranno essere riconosciuti alle imprese alberghiere, alle strutture ricettive all’aria aperta e che svolgono attività agrituristica, alle imprese del comparto ricreativo, fieristico e congressuale, compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici e i parchi tematici. I programmi di investimento dovranno avere un ammontare di spese ammissibili compreso tra 500 mila e 10 milioni, coerenti con il principio comunitario Dnsh (Do no significant harm) di non arrecare alcun danno significativo all'ambiente.   [post_title] => Al ricettivo 1,4 mld: prendono forma le agevolazioni promesse con il Pnrr [post_date] => 2022-08-31T09:49:11+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1661939351000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429608 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E’ considerato uno tra i più bei musei etruschi sia per la ricchezza degli oggetti esposti che per il suggestivo allestimento. Il museo archeologico di Chianciano Terme è un vero e proprio gioiello, una tappa imperdibile per chi visita la rinomata località termale. Il museo, una mostra sulla civiltà etrusca, è ospitato all’interno di un vecchio granaio dei primi dell’ottocento, e si sviluppa su quattro piani, a cominciare dalla cantina con galleria scavata nella roccia. La visita è organizzata per sezioni tematiche che illustrano tutti gli aspetti della vita e della morte degli antichi abitanti della Toscana, attraverso reperti, suggestive ricostruzioni, descrizioni, immagini e brevi video. «La struttura museale nasce nel 1997 – spiega Roberto Betti, presidente dell’associazione Geo-Archeologica -  a seguito di un lungo lavoro svolto dai volontari della nostra divisione locale. Tutto quello che c’è, è stato trovato e restaurato dai volontari. L’obiettivo era proprio quello di mostrare attraverso gli oggetti e il contesto chi erano gli etruschi, popolo che ha lasciato poche testimonianze scritte. Si tratta comunque di scavi moderni iniziati nel 1986». Tra le chicche, la scoperta di un tomba principesca  del VII secolo a.C. ricostruita nella prima sala del museo. Molto suggestivo il percorso nella cantina ipogea del 1800, tra tombe etrusche ricostruite, che mostrano ricchi corredi e misteriosi vasi cinerari a forma umana, detti canopi. Al di fuori del suo orario di apertura, il museo è visitabile su prenotazione per gruppi di minimo 20 persone. [post_title] => Chianciano Terme rilancia il museo archelogico Etrusco [post_date] => 2022-08-31T09:10:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1661937054000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1870" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":198,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430794","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Massaggi, tour, degustazioni: nel mese di novembre un’esclusiva esperienza multisensoriale intorno all’extravergine firmata dal luxury resort di Riva del Garda.\r\nL' Olio del Garda DOP è una raffinatezza prodotta in piccole quantità che il Lido Palace di Riva del Garda celebra per tutto il mese di novembre, periodo della raccolta, offrendo esclusive esperienze multisensoriali ai propri ospiti.\r\n\r\nLa CXI SPA propone il massaggio corpo antiossidante all’Olio d’oliva del Garda e vapore, un lungo momento rigenerante che sfrutta le indiscusse virtù dell’olio lasciando una pelle vellutata, elastica, rinnovata. (80 minuti, 180 euro)\r\n\r\nEd è chiaramente DOP del Garda l’olio prescelto dall’Executive Chef del Ristorante gourmet Re della Busa, David Cattoi, che dalla ricerca sui prodotti più autentici del territorio ha composto una carta indimenticabile.\r\n\r\nCome un’opera d’arte da conoscere e interpretare, l’olio arriva al buffet della colazione, dove un esperto di degustazione propone assaggi guidati, insegna a riconoscerne gusto, colore, purezza e suggerisce abbinamenti utili a sprigionare il bouquet aromatico dell’extravergine.\r\n\r\nPer chi invece volesse conoscere il terroir di provenienza ancor più da vicino, il Lido Palace organizza un tour enogastronomico con visita guidata e degustazioni avendo selezionato con cura quattro frantoi e produttori della zona tra Riva e Arco: sono Olio Cru, Frantoio di Riva, Maso Bòtes e Madonna delle Vittorie, ognuno con il proprio prodotto esclusivo da far conoscere agli ospiti.\r\n\r\nInfine, per chi soggiorna al Lido durante il mese di novembre, un prezioso omaggio che fa portare anche a casa il sapore dell’autunno sul Lago: una bottiglia da 0,25 cl di olio 46° parallelo Blend del Frantoio di Riva. Per chi invece cena al ristorante gourmet Il Re della Busa, in omaggio una bottiglietta da 0,10 cl.\r\n\r\n ","post_title":"Lido Palace Riva del Garda, è l'olio il vero protagonista delle proposte autunnali","post_date":"2022-09-21T09:54:30+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1663754070000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430424","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'industria delle crociere sta progressivamente tornando alla \"normalità\" pre-Covid. A testimoniarlo, anche la mossa di Oceania Cruises che ha appena annunciato la reintroduzione, nel 2025, del suo viaggio intorno al mondo da 180 giorni. Alla luce della crescente richiesta di crociere lunghe, il brand del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings ha anche inserito in programmazione una serie di Grand Voyages della durata compresa tra i 50 e i 111 giorni.\r\n\r\nLa crociera intorno al mondo è in programma in particolare da Miami con partenza il 5 gennaio 2025. L'itinerario toccherà 32 Paesi e 89 porti totali. Sarà la Insignia, da 656 ospiti di capienza totali, a salpare verso il Brasile, prima di attraversare l'Atlantico per raggiungere l'Africa, dove tra le altre tappe si fermerà nell'isola vulcanica disabitata di  Tristan da Cunha. Il viaggio proseguirà poi verso l'Asia, con toccate alle Comore, alle Maldive e alle Seychells.\r\n\r\nDopo aver visitato Paesi come il Myanmar, la Thailandia, il Vietnam, il Giappone e l'Indonesia, la Insignia navigherà quindi verso la costa occidentale dell'Australia, per poi muoversi in direzione della Polinesia francese. Il viaggio terminerà infine alle Hawaii","post_title":"Oceania Cruises: ripartono i viaggi attorno al mondo. Cresce la domanda per le crociere lunghe","post_date":"2022-09-14T09:39:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663148353000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430385","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo nome e un inedito  look & feel contemporaneo per il Londra Palace Venezia, che dopo quasi 170 anni continua ad accogliere, unico Relais & Châteaux della Laguna, viaggiatori da ogni parte del mondo. Il dna di questa iconica dimora da 52 camere con ben 100 finestre affacciate sul bacino di San Marco è stato infatti riletto e rinnovato in una chiave interpretativa autentica e attuale, sempre rispettosa degli standard dell'alta ospitalità che la città vuole offrire.\r\n\r\nCosì, l'hotel Londra Palace diventa oggi il Londra Palace Venezia, mentre il nuovo interior design è frutto di una minuziosa ricerca storica e diventa espressione e protagonista della Venezia contemporanea che porta a nuova vita la propria storia e stile. In questa cornice si trovano anche nuovi complementi d'arredo, sodalizio tra storia e futuro, realizzati da maestri artigiani locali, con nuove forme e colori. L'espressione di questa rilettura si vive pure nelle quattro nuove suite, tra cui due signature: la Verne e la Borges, che rendono omaggio allo scrittore francese Jules Verne e al poeta e letterato Jorge Luis Borges, due tra le molte illustri menti che hanno soggiornato in hotel.\r\n\r\nIl Londra Palace Venezia presenta poi il nuovo executive chef Daniele Galliazzo, da quest'anno alla guida di tutta la proposta gastronomica dell’hotel e dell'Lpv ristorante. Lo chef propone una doppia carta, per il pranzo e per la cena: è quindi Lpv bistrot la formula per un lunch leggero e sfizioso, con proposte anche vegetariane, mentre l'Lpv ristorante è il percorso di fine dining per chi vuole esplorare i gusti della tradizione veneta. Entrambi i menu hanno un forte legame con il territorio locale e regionale, nel rispetto delle tradizioni, e della stagionalità: una cucina solo apparentemente semplice volta a enfatizzare gli ingredienti in consistenza e sapori.\r\n\r\nImmancabile inoltre l'Lpv bar dove spicca l'head bartender Marino Lucchetti, storica figura della mixology internazionale, da 18 anni in hotel, che reinterpreta in chiave personale alcune tra le più famose miscele. Un esempio? L'Americano 4.1, cocktail signature con quattro tipi di vermouth e quattro tipi di bitter in diverse proporzioni, per un blend inedito.\r\n\r\nAlla guida della dimora è infine il maître de maison Alain Bullo, testimone e voce narrante da oltre 20 anni della costante evoluzione di Venezia e del corale senso di ospitalità del Londra Palace Venezia: “La nostra dimora, per scelta e dna è da sempre aperta alle contaminazioni della città nell’ottica di uno scambio mutevole: per rendere omaggio a chi ancora ci vive ma anche per chi arriva da lontano. Siamo profondamente legati al nostro territorio ma consapevoli dei cambiamenti in atto facendoci promotori, anche culturali, della Venezia del presente e del futuro. Mettiamo la nostra passione, sensibilità ed esperienza a servizio dell’ospite, accogliendolo non solo come viaggiatore della nostra dimora, ma con la volontà di renderlo parte attiva di questa magnifica e multiforme città”.","post_title":"In equilibrio tra modernità e tradizione: il Londra Palace Venezia cambia nome e look","post_date":"2022-09-13T12:42:43+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1663072963000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430222","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come già anticipato lo scorso giugno ha aperto il 1° settembre a Bari il nuovo Vis Urban Suites & Spa: un boutique hotel con area benessere nel centro della città. Ricavato dalla conversione di un palazzo d’epoca del 1876, il Vis Urban Suites & Spa nasce da un lavoro di recupero architettonico che combina lo stile liberty al design contemporaneo. Un progetto di grande respiro, voluto dal sodalizio professionale di due famiglie di imprenditori baresi, Gaia e Giuseppe Cobol e Mariadele e Francesco Casillo.\r\n\r\nLa struttura vanta 12 camere-appartamenti con un’ampia metratura. Quattro di loro dispongono pure di un dehors esterno, mentre un suite ha anche una piscina privata ricavata nella roccia. La spa include piscina e aree trattamenti e sarà aperta anche agli ospiti esterni su appuntamento. Offrirà trattamenti realizzati con prodotti di cosmesi legati al territorio pugliese. Il rooftop, infine, sarà inaugurato la prossima primavera e si proporrà tra l'altro come location per eventi privati nel centro della città.\r\n\r\n“Siamo orgogliosi di valorizzare la nostra città, cuore nevralgico di una Puglia in continua espansione – spiegano Mariadele Casillo e Gaia Cobol, che si fanno portavoce del gruppo -. Da qui la scelta di investire nel mondo dell’ospitalità di lusso\". Il progetto è stato curato dall’architetto Mauro Lanotte e dai progettisti dello studio Esseelle Associati.","post_title":"Inaugurato il 1° settembre a Bari il boutique hotel all-suite Vis Urban","post_date":"2022-09-09T13:00:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1662728406000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430075","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha firmato una serie di decreti che sbloccano 39,3 milioni per le agenzie di viaggio e tour operator; quasi due milioni del Fondo unico del Turismo di parte corrente; ed altri due  milioni di euro a sostegno delle guide turistiche.\r\n«Nei prossimi giorni – ha precisato una nota del ministero – seguiranno altri interventi richiesti dalle Regioni, ora in fase d’istruttoria da parte degli uffici.\r\nIl dettaglio dei decreti firmati oggi da Garavaglia»\r\n\r\nPer le agenzie di viaggio si tratta di interventi per 39,3 milioni previsti dal DL Sostegni ter a favore delle aziende per garantire la continuità aziendale e la tutela dei lavoratori. L’intervento riguarda gli operatori che hanno registrato nel 2021 un calo di fatturato di almeno il 30%, rispetto al 2019.\r\n\r\nPer le guide turistiche interventi per 2 milioni a favore di guide turistiche, accompagnatori e partite Iva previsti dal DL Sostegni ter. Ed è riservato a chi non aveva ricevuto in passato altre misure di sostegno.\r\n\r\nFondo unico Turismo: tre distinti interventi per complessivi quasi due milioni dal bilancio di parte corrente:\r\nPiù di un milione, fino al 2024, per il progetto “strategia per il rafforzamento della Meeting Industry italiana, attraverso attività di business intelligence, business development, sostenibilità” elaborato da Convention Bureau Italia e Federcongressi&Eventi.\r\n\r\nA favore della Regione Veneto per due progetti per oltre 700 mila euro: “Buy Veneto” ha come obbiettivo iniziative di networking e marketing territoriale, previsto un workshop internazionale del Turismo in Veneto; “Caseus” mira a garantire la diffusione e notorietà delle produzioni lattiero casearie della Regione.\r\nPrevisto il cofinanziamento con 170 mila euro di tre progetti della Regione Sicilia: “Maratona della città di Palermo”, “Jazz Festival di Castelbuono (PA)” e di “Luce e Santità 2022 – Arte, Musica, Food e Tradizione della città di Avola (SR).","post_title":"Decreto sostegni ter: 39,3 milioni alle adv che hanno perso almeno il 30%","post_date":"2022-09-07T10:33:07+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1662546787000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429909","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il prossimo 10 settembre a Gardaland arriva la Light Night: la prima edizione della festa di fine estate al parco saluta un periodo fatto di alte temperature e tuffi rinfrescanti e dà il via a una serie di appuntamenti all’insegna del divertimento, delle tradizioni e della pura magia. La Gardaland Light Night farà del parco una location ancora più emozionante e suggestiva da vivere fino all'1 di notte. Protagonisti della serata saranno la buona musica e il divertimento, ma anche gli innumerevoli giochi di luce che hanno ispirato e dato il nome all’evento pensato ad hoc per salutare l’estate 2022.\r\n\r\nUn maestoso palco realizzato con oltre 50 metri quadrati di ledwall outdoor svetterà in particolare nella grande piazza Jumanji, main stage dell’evento, rendendo gli ospiti i veri protagonisti della serata grazie a una passerella che, per ben 12 metri, accompagnerà artisti del calibro di Merk&Kremont, Teo Mandrelli, Marco Carpentieri, Tommy Vee e Mauro Ferrucci direttamente in mezzo a essi, tutti accompagnati dalla voce di Aryfashion, pronta a far scatenare i presenti a ritmo delle hit estive, per una notte tutta da ricordare.\r\n\r\nGli appuntamenti proseguono poi dal 17 settembre al 2 ottobre con il Gardaland Oktoberfest, l’evento ispirato al tradizionale festival di Monaco di Baviera, diventato ormai da tempo di rilievo internazionale con festeggiamenti in ogni parte del mondo.\r\nRestando fedele alle più antiche tradizioni dell’originale festa celebrata con cibo, birra di Monaco e innumerevoli attrazioni, Gardaland duplica il divertimento per i suoi visitatori e, oltre alle 40 attrazioni disponibili al parco, offre anche diverse specialità eno-gastronomiche della tradizione bavarese: profumi, sapori e balli ma anche decorazioni speciali come giganteschi boccali di birra, pretzel, balle di fieno e bandierine caratterizzeranno le vie del parco per un’esperienza ancor più magica, un vero viaggio nel tempo.\r\n\r\nProprio dal palco di piazza Jumanji, nei giorni di sabato e domenica, la mascotte Prezzemolo insieme alla bella Aurora apriranno infatti tra le altre cose i festeggiamenti con una rievocazione storica dell’evento che ha dato inizio alla tradizione dell’Oktoberfest: nell’ottobre 1810 l’allora principe Ludovico, sposò la principessa Teresa di Sassonia e tutti i cittadini di Monaco vennero invitati ai festeggiamenti che prevedevano spettacoli, ricchi banchetti e …. fiumi di birra!\r\n\r\nNei giorni feriali l’orario di apertura del parco sarà dalle ore 10 alle 17, mentre il sabato l’apertura si estenderà fino alle 21 e la domenica fino alle 20.","post_title":"A Gardaland arriva la festa di fine estate e poi... l'Oktoberfest!","post_date":"2022-09-05T11:26:29+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1662377189000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429713","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Uniontour di Mondo Travel da sempre attento a promuovere le città italiane, con un’attenzione alla cultura e alle tradizioni, inaugura con Livorno gli itinerari autunnali. Il 9 ottobre sarà infatti la volta della città toscana, le cui origini risalgono al tempo dei romani.\r\n\r\nIl porto di Livorno  venne costruito sotto Cosimo I granduca di Toscana, perché il porto di Pisa si stava insabbiando. La città “ideale“ venne progettata dall’architetto Bernardo Buontalenti che progettò un nuovo centro fortificato con un imponente sistema di fossati e bastioni, intorno al vecchio nucleo abitativo. Nel 1700 vi proliferò l’editoria, qui vennero pubblicati Dei Delitti e delle Pene di Cesare Beccaria e, nel 1770 la terza edizione dell’Encyclopédie di Diderot e D'Alembert. Nel 1800 divenne una delle mete turistiche fra le più apprezzate grazie alla realizzazione di bei progetti urbanistici e architettonici. Il tour dei Fossi Medicei offre quindi la possibilità di far scoprire una Livorno insolita, dalle angolazioni più interessanti e particolari navigando attraverso i quartieri più antichi e in una parte del porto Mediceo.\r\n\r\nIl tour prevede anche il pranzo in ristorante per gustare il famoso caciucco livornese. Nel pomeriggio visita guidata di Villa Mimbelli, che ospita una ricca raccolta di pittori macchiaioli e post macchiaioli fra cui Giovanni Fattori. La quota (a partire da 104 euro per un gruppo di 40 persone) comprende bus, pranzo, accompagnatore, guida, tour in battello, entrata in Villa Mimbelli, wisper, assicurazione.","post_title":"Uniontour inaugura con Livorno gli itinerari autunnali alla scoperta dell’Italia","post_date":"2022-08-31T12:57:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1661950666000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429687","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cominciano finalmente a prendere forma concreta gli aiuti promessi alle imprese del turismo, e in particolare della ricettività, secondo le indicazioni contenute nel Piano nazionale di riprese e resilienza (Pnrr). Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, l’amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), Dario Scannapieco, e il direttore generale dell’Associazione bancaria italiana (Abi), Giovanni Sabatini, hanno infatti appena firmato una convenzione che disciplina la concessione dei finanziamenti agevolati a valere sul Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e agli investimenti in ricerca (Fri), in linea appunto con le finalità del Pnrr. Obiettivo dichiarato dell'operazione è quello di incentivare la riqualificazione e valorizzazione delle imprese turistiche finanziando i programmi di investimento in transizione energetica, sostenibilità ambientale e innovazione digitale per rendere il settore più attrattivo e competitivo sia in Italia sia all’estero.\r\n\r\nCon la firma della convenzione, e il successivo coinvolgimento operativo del settore bancario, sarà quindi possibile dare avvio all’iter di presentazione delle domande di accesso alla misura da parte delle imprese, a partire dalla data che sarà definita con successivo provvedimento del ministero del Turismo.\r\n\r\nLe agevolazioni sono previste nella forma del contributo in conto capitale, concesso alle imprese beneficiarie utilizzando 180 milioni di risorse del Pnrr. A queste si aggiungono i finanziamenti agevolati, concessi da Cdp a valere sul Fri, per un importo complessivo fino a 600 milioni, in affiancamento a prestiti di pari importo e durata (fino a 15 anni) erogati dal settore bancario a condizioni di mercato. Per un totale di quasi 1,4 miliardi. Gli incentivi potranno essere riconosciuti alle imprese alberghiere, alle strutture ricettive all’aria aperta e che svolgono attività agrituristica, alle imprese del comparto ricreativo, fieristico e congressuale, compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici e i parchi tematici.\r\n\r\nI programmi di investimento dovranno avere un ammontare di spese ammissibili compreso tra 500 mila e 10 milioni, coerenti con il principio comunitario Dnsh (Do no significant harm) di non arrecare alcun danno significativo all'ambiente.\r\n\r\n ","post_title":"Al ricettivo 1,4 mld: prendono forma le agevolazioni promesse con il Pnrr","post_date":"2022-08-31T09:49:11+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1661939351000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429608","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E’ considerato uno tra i più bei musei etruschi sia per la ricchezza degli oggetti esposti che per il suggestivo allestimento. Il museo archeologico di Chianciano Terme è un vero e proprio gioiello, una tappa imperdibile per chi visita la rinomata località termale.\r\n\r\nIl museo, una mostra sulla civiltà etrusca, è ospitato all’interno di un vecchio granaio dei primi dell’ottocento, e si sviluppa su quattro piani, a cominciare dalla cantina con galleria scavata nella roccia.\r\n\r\nLa visita è organizzata per sezioni tematiche che illustrano tutti gli aspetti della vita e della morte degli antichi abitanti della Toscana, attraverso reperti, suggestive ricostruzioni, descrizioni, immagini e brevi video.\r\n\r\n«La struttura museale nasce nel 1997 – spiega Roberto Betti, presidente dell’associazione Geo-Archeologica -  a seguito di un lungo lavoro svolto dai volontari della nostra divisione locale. Tutto quello che c’è, è stato trovato e restaurato dai volontari. L’obiettivo era proprio quello di mostrare attraverso gli oggetti e il contesto chi erano gli etruschi, popolo che ha lasciato poche testimonianze scritte. Si tratta comunque di scavi moderni iniziati nel 1986».\r\n\r\nTra le chicche, la scoperta di un tomba principesca  del VII secolo a.C. ricostruita nella prima sala del museo. Molto suggestivo il percorso nella cantina ipogea del 1800, tra tombe etrusche ricostruite, che mostrano ricchi corredi e misteriosi vasi cinerari a forma umana, detti canopi. Al di fuori del suo orario di apertura, il museo è visitabile su prenotazione per gruppi di minimo 20 persone.","post_title":"Chianciano Terme rilancia il museo archelogico Etrusco","post_date":"2022-08-31T09:10:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1661937054000]}]}}