13 July 2024

Il gruppo Baglioni passa nelle mani dei messicani di Palace Resorts

[ 0 ]

A pochi giorni dal ritorno a Milano del gruppo, con l’apertura di Casa Baglioni, la compagnia guidata da Guido Polito finisce sotto il controllo dei messicani di  Palace Resorts, the Luxury Resort Powerhouse, che ne acquisisce il 75%. L’accordo permetterà al brand Baglioni di sviluppare ulteriormente il mercato Usa, da cui proviene circa il 70% del business di Palace Resorts, che al momento conta  su una decina di strutture tra Messico e Caraibi.

Allo stesso tempo il gruppo controllato dalla famiglia Chapur aggiunge in questo modo al proprio portfolio un brand di lusso dotato di una presenza consolidata in Italia, oltre che a Londra e alle Maldive, con l’idea di espanderlo ulteriormente in Europa, tramite anche alcune acquisizioni dirette operate dalla divisione real estate della stessa Palace Resorts.

Investimenti

“Sono onorato del fatto che la famiglia Chapur abbia riconosciuto Baglioni Hotels & Resorts come uno dei principali brand di lusso europei, immaginando il potenziale di sviluppo che il marchio ha in Italia e in altre destinazioni internazionali chiave – commenta Guido Polito, che rimarrà il ceo della compagnia italiana -. La scelta di rimanere al timone di Baglioni mi darà l’opportunità, insieme al vicepresidente Giuliano Rocchi e a tutto il management team, di portare avanti l’opera mia e di mio padre Roberto“.

“Aumenteremo i nostri investimenti in Europa, Asia e Medio Oriente, portando al contempo i nostri brand Le Blanc e Moon Palace da questa parte del mondo – aggiunge infine l’executive vice president di Palace Resorts, Gibran Chapur.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471223 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riduzione del 20% sul biglietto di ritorno per le tratte Brindisi-Corfù e Brindisi-Igoumenitsa (diritti fissi, costi Eu_Ets e servizi di bordo esclusi), se prenotato contestualmente a quello di andata. E' attiva tutta l'anno, e dunque anche per l'estate, la promozione Sconto ritorno Grecia di Grimaldi Lines. "Ai camperisti dedichiamo poi un'offerta ad hoc: la Camper & Meal, che prevede lo sconto del 30% per chi desidera assaggiare le proposte dello chef di bordo, sia al self-service, sia al ristorante à la carte - racconta la head of passenger department, Francesca Marino. L’offerta è valida per partenze fino al prossimo 17 dicembre sempre sulle tratte Brindisi-Corfù e Brindisi-Igoumenitsa. Per la Grecia sono inoltre valide le tariffe speciali annuali, tra cui l’offerta Senior e la riduzione Bambini". Sulle due linee in partenza da Brindisi si viaggia a bordo delle navi Kydon Palace ed Europalink con cabine interne ed esterne o cabine superior/suite per il riposo notturno, caffetterie e self-service. "Sulla Kydon Palace è presente anche un ristorante à la carte particolarmente curato nel menu, un solarium sul ponte esterno per la prima tintarella di inizio vacanza e un'area giochi per bambini attrezzata con tutto il necessario per il loro divertimento". La Kydon Palace offre inoltre una piscina con pool bar affacciato sul Mediterraneo, mentre a bordo di Europalink è disponibile il wellness center con sauna e ampia scelta di trattamenti e massaggi. "Ma non è solo Brindisi: partiamo infatti verso Igoumenitsa e Corfù anche dal porto di Ancona, con le navi Florencia e Venezia, che permettono di raggiungere la Grecia anche a tutti i viaggiatori del Centro-nord Italia e del Centro Europa - conclude Francesca Marino -. Una vacanza completa che abbina viaggio in nave con soggiorno è infine la proposta di Grimaldi Lines Tour Operator per la stagione estiva 2024: una selezione di strutture ricettive con un ottimo rapporto qualità/prezzo, nelle località più rinomate di Corfù e a Lefkada". [post_title] => Grimaldi: ancora promozioni sulla Grecia con lo Sconto ritorno e Camper & Meal [post_date] => 2024-07-11T10:39:47+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720694387000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471219 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha ufficialmente aperto i propri battenti la settimana scorsa in soft opening il nuovo 5 stelle genovese Capitolo Riviera. Situata nella località di Nervi, la proprietà è nata dalla ristrutturazione dell'ex 4 stelle Astor Hotel, chiuso nel 2020 durante la pandemia. L'albergo ora dispone di 37 camere, ciascuna dotata di balconi e vista panoramica. Presente pure una spa con sauna e bagno turco, due sale trattamenti e piscine interne ed esterne. A completare l'offerta un ristorante con terrazza affacciata sul parco circostante e un lounge bar. "Con grande orgoglio ed entusiasmo annunciamo l’apertura ufficiale di Capitolo Riviera - sottolinea l'a.d. dell'hotel, Paolo Doragrossa, già general manager del Meliá Genova -. Siamo lieti di accogliere gli ospiti in un mondo di armonia e privacy e di offrire loro un'esperienza indimenticabile che combina il meglio della Liguria. Siamo impegnati a curare ogni dettaglio e ad assecondare ogni esigenza dei nostri ospiti poiché l’attenzione e la cura del cliente è l’obiettivo primario del nostro lavoro". La struttura è di proprietà di Agra Investment che l'ha acquisita per 2,85 milioni di euro. I titolari della società sono Attilio Traverso e Giorgio Romanengo. [post_title] => Soft opening per Capitolo Riviera, nuovo 5 stelle genovese [post_date] => 2024-07-11T10:14:30+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720692870000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471140 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' lo scenario maldiviano del Sun Siyam Iru Fushi a fare da sfondo alla nuova campagna #SummerCollection2024 di Carpisa: brand italiano di borse, valigie, accessori e prodotti di pelletteria. Il mood beach inspired scelto evoca immediatamente l’essenza di un’estate rilassante e spensierata: le linee estive delle nuove borse da spiaggia indossano così i colori dell’isola, con toni che spaziano dal turchese del mare al bianco della spiaggia, ai quali si mixano colori più forti e pop, come il corallo, il lime e il blu, che rappresentano l'energia delle feste estive e dei tramonti. La campagna, che durerà fino ad agosto, interessa i 320 punti italiani con esposizione di cartelli vetrina e screen video. Sono previste anche dem inviate al database Carpisa, attività di social media, ufficio stampa e campagna adv su riviste e femminili. L’iniziativa ha coinvolto pure il tour operator Sporting Vacanze, che ha creato una proposta di viaggio speciale riservata ai clienti Carpisa per soggiorni in tutti i resort maldiviani di Sun Siyam Resorts.   [post_title] => Il Sun Siyam Iru Fushi protagonista della campagna Carpisa. Iniziativa ad hoc di Sporting Vacanze [post_date] => 2024-07-10T11:33:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720611194000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471075 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nato dalla ristrutturazione di una storica sede Enel, l’Avani Rio Novo Venice Hotel si distingue, all’interno del quartiere di Dorsoduro, per la struttura che svetta verso l’alto, con una moderna facciata a vetri. Da settembre 2023 è entrato a far parte del brand lifestyle di casa Minor Hotels, i cui valori sono distinguibili fin dal giardino d’ingresso, con arredi esterni dal design minimal e contemporaneo, e il chiosco del bar 8 Millimetri Cicchetti & Wine con richiami iconografici al mondo del cinema. Hotel L'hotel è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione, e si trova a pochi passi da campo Santa Margherita, una delle piazze più vivaci e giovani di Venezia, al centro del quartiere di Dorsoduro, famoso per la sua atmosfera artistica. Nei pressi dell’hotel ci sono importanti musei come la galleria dell'Accademia e la collezione Peggy Guggenheim, oltre a numerose altre gallerie d'arte contemporanea. Con le sue strade tranquille e i canali pittoreschi, soggiornare in questo sestiere permette di conoscere una Venezia diversa, forse più originale rispetto alle zone più turistiche, rendendolo così luogo ideale per una passeggiata tra storia e cultura. «Il 90% della nostra clientela è internazionale, e il primo mercato è americano. Il soggiorno medio è di due o tre notti e l’occupazione media dell’hotel oscilla tra l’80% e il 90% - spiega il general manager Stefano Botteon -.  Ci rivolgiamo al target Millennials-oriented, che è quello più in linea con i valori friendly e dinamici del brand». L’Avani Rio Novo Venice Hotel è dotato di 144 camere e suite, arredate in stile moderno, con elementi dalle tonalità chiare che ampliano la luce che illumina le stanze grazie alle grandi superfici vetrate. A disposizione degli ospiti anche una palestra, il giardino esterno, e il bar ristorante 8 Millimetri Cicchetti & Wine. [caption id="attachment_470929" align="alignright" width="300"] l[/caption] Sostenibilità La sostenibilità è al centro delle politiche del brand Avani, e la struttura è plastic free: le card per accedere alle camere sono in legno, nella zona ristorante sono presenti piccoli cubi in sughero con vari qr che rimandano a notizie e servizi dell’hotel (per ridurre al minimo l’utilizzo di carta), e i prodotti utilizzati al ristorante sono prevalentemente locali. Experience Per connettere al meglio i viaggiatori con la realtà e il tessuto locale della città che li ospita, l’hotel propone una serie di experience legate al territorio: Active tour per i quartieri di Venezia, accompagnati da un personal trainer che abbina attività sportive come corsa, camminata veloce o altro, a racconti sulla storia della città. Artisan mask workshop presso lo studio di Augusto Maurandi, alla Giudecca. Sotto la guida di questo artista internazionale, che ha realizzato maschere per diversi film di Hollywood come Eyes Wide Shut, Spiderman 2, Gossip Girl, il 60° di Playboy e Megalopolis, gli ospiti potranno realizzare la propria maschera. Tour dei bacari, con degustazione dei famosi cicchetti. Tour a Murano con realizzazione di piccoli gioielli in vetro.  Progetti È sempre più evidente anche in Italia la tendenza degli hotel ad aprirsi al pubblico esterno con proposte culturali, gastronomiche e di benessere, superando così il tradizionale concetto di ospitalità per trasformarsi in una  destinazione. Proprio in quest'ottica, l'Avani Rio Novo Venice Hotel continua a distinguersi nel panorama alberghiero veneziano come promotore di esperienze culturali d’eccellenza e, la recente inaugurazione della mostra Endless Venezia dell’artista londinese omonimo è solo la prima di una serie di iniziative che hanno l’obiettivo di trasformare gli spazi dell’hotel in un luogo di incontro aperto anche ai veneziani e ai turisti. [caption id="attachment_471081" align="alignleft" width="300"] alcune delle opere di Endless in mostra presso l'Avanti Rio Novo Venice Hotel[/caption] «La collaborazione con Cris Contini Contemporary in occasione della mostra di Endless è solo l’inizio di un percorso che rappresenta un passo significativo nel valorizzare l’importanza della cultura e dell’arte come parte integrante della nostra offerta: uno dei principali pilastri di un brand lifestyle come Avani» aggiunge Botteon. Con il recente ingresso nel brand Avani, Rio Novo Venice Hotel punta quindi a diventare un riferimento per chi desidera vivere esperienze culturali con comfort e stile, in linea con le esigenze dei viaggiatori del nuovo millennio che amano coniugare lavoro e svago. Tra i progetti futuri, lo sviluppo del servizio di grab & go del ristorante 8 Millimetri Cicchetti & Wine per conciliare le esigenze di mobilità e flessibilità dei clienti senza rinunciare alla cucina di qualità. Avani Hotels & Resorts Lanciato nel 2011, oggi il brand Avani conta oltre 40 proprietà in cinque continenti, tra cui hotel in città, resort tropicali e rifugi nella natura con focus su design all’avanguardia, servizio cordiale e dinamico, oltre a un buon rapporto qualità-prezzo. [gallery columns="4" ids="471076,471077,471078,471080"] [post_title] => L'Avani Rio Novo Venice Hotel guarda ai Millenials e apre al territorio [post_date] => 2024-07-09T14:09:09+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => art-hotel [1] => avani [2] => venezia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => art hotel [1] => Avani [2] => venezia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720534149000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471066 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si festeggeranno il prossimo 16 luglio con un party capitolino ad hoc i primi 20 anni di 3Atours, agenzia di viaggi e tour operator di Roma, il cui core business passa attraverso gli accordi con grandi enti e aziende, oltre a importanti circoli ricreativi e associazioni, per l’organizzazione e vendita di viaggi a dipendenti e soci di tali realtà. «Le grandi operazioni di blocchi spazio garantiti con i principali tour operator, compagnie da crociere e gestori alberghieri, in Italia e all’estero, ci hanno consentito di diventare un riferimento a livello nazionale - racconta il patron Luca Bondi, amministratore del gruppo 3Atours -. Il nostro canale di distribuzione necessita di programmazione molto anticipata ed estrema competenza in diversi ambiti, che vanno dal weekend in Italia alle operazioni di gruppo per viaggi internazionali, passando per grandi eventi per migliaia di persone. Un lavoro di anticipo, di investimenti importanti e di predisposizione all'ascolto del cliente che si aspetta una particolare tutela proprio perché convenzionato come grande utenza". Ora l’obiettivo è continuare a crescere, ampliando il raggio di azione al di fuori del Lazio: "Abbiamo già aperto una sede a Bari e siamo in trattative per altre aperture in Nord Italia, dove riteniamo proficua la presenza fisica sul territorio. Insomma, le novità sono parecchie e a breve le comunicheremo. Intanto, ci godiamo la festa».   [post_title] => 3Atours compie 20 anni e prepara lo sbarco in Nord Italia [post_date] => 2024-07-09T11:46:55+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720525615000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470979 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha aperto ufficialmente i propri battenti la settimana scorsa il Raaya by Atmosphere, nono resort del gruppo omonimo alle Maldive e terzo di questo specifico brand nell'arcipelago dell'oceano Indiano. La struttura si aggiunge infatti agli Atmosphere Kanifushi e Varu by Atmosphere. Il nuovo resort dispone di 167 ville sulla spiaggia e sull'oceano, sei diverse proposte gastronomiche che fondono tradizione locale e cucina internazionale. Oltre a vantare una delle spiagge più tranquille, l'isola è un vero parco giochi avventuroso che offre una vasta gamma di attività: sport acquatici, immersioni subacquee, padel, futsal, miniclub, circuito di skate, atelier d'arte e artigianato, una passeggiata attraverso la passerella di mangrovie, campo da mini-golf, la torre di osservazione per ammirare le stelle e la spa del marchio esclusivo EleNa, immersa nella quiete della natura. Ma il punto di forza del prodotto è il Raaya Plan, grazie al quale non è necessario prevedere un budget extra per i trasferimenti in idrovolante, i trattamenti benessere e le escursioni in mare, in quanto tutte queste esperienze sono comprese nel piano, insieme a extra che solitamente non sono presenti in un classico pacchetto all-inclusive. Il gruppo Atmosphere Core gestisce nove proprietà alle Maldive con i marchi The Ozen Collection, Colours of Oblu e Atmosphere Hotels & Resorts. Ha in programma, entro i prossimi tre anni, l'apertura di un ulteriore resort alle Maldive, uno in Sri Lanka e dieci proprietà in India.  [gallery ids="470983,470984,470985,470986,470987,470988"]   [post_title] => Aperto il Raaya by Atmosphere, nono resort del gruppo omonimo alle Maldive [post_date] => 2024-07-08T10:45:29+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720435529000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470875 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Come in molti avevano previsto, dopo i volumi ingenti di advance booking e la successiva relativa stagnazione torna il last minute, in un mercato dei viaggi che si mostra tanto variabile quanto il meteo di queste ultime settimane. A testimoniare il trend in corso, i dati del network di 1.500 agenzie Gattinoni Travel che mostrano come il sotto data sia tornato prepotente alla ribalta, con la domanda che rimane soggetta a rapidi cambiamenti.  A livello di destinazioni, se il lungo raggio premia per volumi l’Indonesia balneare e il Giappone dei tour, il breve conferma invece le preferenze per Ibiza in Spagna, Rodi e Kos in Grecia. Nonostante il Mar Rosso registri poi un -30% di venduto rispetto alla stagione passata, le richieste della destinazione in agenzia continuano a essere tra le più gettonate. Altro fattore che rende meno prevedibile l’andamento dell’estate 2024 è la crescita d’interesse per le esperienze di viaggio, in funzione delle quali le scelte tendono a frazionarsi secondo i gusti personali a discapito dell’abitudinarietà caratterizzante la vacanza balneare: sebbene questa resti preponderante nei mesi più caldi, coppie e giovani appaiono oggi sempre più propensi a una mobilità di scoperta, anche in occasione di long weekend nelle capitali d’Europa. In generale, rafforzato da un ottimo andamento invernale, il dato progressivo Gattinoni conferma una crescita a due cifre, pari all’incirca a un +10%, ma la vera spinta estiva è stata registrata quest’anno solo a partire dalle prenotazioni di giugno, con un effetto trainante soprattutto da parte del segmento delle agenzie di proprietà. Necessaria una distinzione nell’identikit del viaggiatore: l’estate rappresenta ancora l’unica occasione di vacanza per la cosiddetta fascia media e, proprio per questo, appare soggetta a una maggior prudenza nelle scelte, mentre i tardi mesi invernali/primaverili sono principalmente prerogativa di viaggiatori alto-spendenti, che possono concedersi senza problemi una seconda vacanza durante l’anno. Un dato che aiuta a spiegare il ritardo delle prenotazioni dell’estate 2024, gravata rispetto alla passata stagione dagli effetti prolungati dell’inflazione e dell’aumento dei costi, in aggiunta al consueto periodo di versamento delle tasse, ma alterata anche dalla possibilità di offerte last minute tornate in auge per la contingenza del momento (rincaro prezzi, ritardo nelle prenotazioni, fallimento del terzo operatore turistico tedesco e allotment da riempire...). Tale contesto rende perciò cruciali alcuni fattori di finalizzazione del viaggio restati sino a oggi meno incisivi: il perfezionamento tecnologico degli strumenti di pagamento rilancia il ricorso alla formula buy now pay later, con effetti sia sulle scelte del target giovani sia di quello degli honeymooners. I primi non rinunciano al viaggio, considerandolo fondamentale per la propria formazione, ma lo strutturano ricorrendo all’acquisto in agenzia di singoli servizi destinati a comporre i propri circuiti. Stemperatosi l’effetto revenge tourism del 2022-2023, che aveva condizionato la ripresa accelerata dei banchetti e dei viaggi di nozze, questi ultimi tornano invece a privilegiare la formula meno immediata della lista nozze, in particolare nella fascia d’età più bassa. Conseguentemente resta vivo l’interesse per le campagne commerciali che promuovono servizi e convenienza, in particolare per il Sud Italia (Puglia, Sicilia, Sardegna), come prova il prolungamento di due settimane dei Summer Days di Gattinoni Travel. “Il risultato dell’anno sull’area travel è molto particolare e, a fronte di un primo trimestre molto positivo, dal mese di aprile abbiamo cominciato ad avere crescite meno importanti. Non potevamo aspettarci di proseguire con incrementi del 20-30% - spiega Sergio Testi, direttore generale gruppo Gattinoni - ma in vista dell’estate confidavamo in numeri più dinamici. Certo non possiamo ignorare che siamo nel periodo delle tassazioni e che l’attenzione al prezzo quest’anno è molto più forte e proprio per questi motivi tutto il settore dovrebbe aver maggior sensibilità alla situazione del momento, da hotel a compagnie aeree, ma questo non avviene ed è come sempre un limite del comparto. Quando i flussi della stagione precedente sono positivi, i fornitori in Italia sono infatti soliti alzare i prezzi, ma questa politica risulta ancor più destabilizzante in periodi economicamente sensibili e prezzi fuori controllo possono generare criticità sulla stagione in corso e su quelle future. Bisognerebbe dunque ragionare sul lungo termine, con strategie più lungimiranti, valutando le ricadute sia sui consumatori, specie quelli di fascia media, sia sull’intera filiera, dai tour operator ai crocieristi e agli agenti di viaggi, e avere sempre l’obiettivo di fare politiche di advance anziché tendere a creare situazioni esattamente opposte.”   [post_title] => Gattinoni conferma i trend del momento: torna il last minute e cresce la voglia d'Oriente [post_date] => 2024-07-05T12:05:05+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720181105000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470835 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' il momento dei resort. Dopo anni in cui gli investitori istituzionali si sono tenuti alla larga da proprietà considerate eccessivamente volatili e complesse, data la loro eccessiva dipendenza dalle stagionalità del mercato, i capitali guardano ora con grande interesse anche alle proprietà leisure della nostra Penisola. Per la verità, il fenomeno è in crescita da tempo, ma nel 2023, ha spiegato Giampiero Schiavo citando dati Ey, "le transazioni riguardanti i resort hanno raggiunto ben il 46% degli investimenti alberghieri totali". In tale contesto, ha proseguito l'amministratore delegato di Castello sgr, in occasione dell'Hospitality Forum organizzato a Milano da Scenari Immobiliari in collaborazione con la stessa sgr, la Toscana ha attratto il 33% dei capitali dedicati alle strutture leisure, la Lombardia il 20%, la Sicilia il 13%, la Liguria il 10% e la Sardegna il 6%. In generale, stando al Rapporto di Scenari Immobiliari sul mercato immobiliare presentato all'evento meneghino, all’interno di un contesto globale caratterizzato da tensioni di natura geopolitica e aumenti dei tassi di interesse, in Europa, dove la domanda alberghiera nel 2023 ha consolidato i trend di crescita del biennio precedente, il mercato immobiliare è risultato eterogeneo. Sul continenti gli investimenti sono risultati essere comunque prossimi ai 16 miliardi di euro (+8,5% circa rispetto ai quasi 15 miliardi del 2022). E le stime sono al rialzo anche per il 2024, grazie alla riduzione dei costi di finanziamento e al conseguente miglioramento della sostenibilità economica e finanziaria del debito. In Italia il valore delle transazioni nel comparto ha quindi toccato quota 1,4 miliardi (in calo rispetto agli 1,7 miliardi del 2022), mostrando tuttavia una buona dinamicità e mantenendosi sostanzialmente sui livelli storici dell'ultima decade, se si eccettua l'anno record 2019 e il post-Covid 2020.   Non solo: nel 2023 il volume di operazioni svolte da investitori italiani, come poche volte successo in passato, ha superato quello riconducibile a capitali internazionali, provenienti in prevalenza da Francia e Regno Unito e per circa un quarto da Paesi extra-europei. I profili dei principali investitori sono in particolare quelli dei family office, degli operatori alberghieri e dei private equity, i primi due rappresentando la componente maggioritaria degli attori nazionali. Un capitolo a parte merita infine il tema dei serviced apartments, che a livello europeo hanno ormai superato le 230 mila unità (+15% rispetto al 2020), pur presentando una distribuzione disomogenea nei diversi mercati del Continente. Nel Regno Unito tale comparto rappresenta infatti già il 15% dell'offerta ricettiva complessiva; una percentuale che scende all'8,7% in Germania e al 4,3% in Francia. Molto più basse sono invece le quote in Spagna e in Italia, che evidentemente mostrano elevate potenzialità di crescita in questo specifico segmento dell'accoglienza. Tanto più che nella nostra Penisola meno del 10% degli aparthotel è oggi gestito da operatori specializzati, per un'offerta media di 80 unità abitative, contro il 15% e le 120 chiavi a livello europeo. Non solo: mentre nel resto del Vecchio continente tali soluzioni sono prevalentemente concentrate nelle grandi città, per rispondere soprattutto alle esigenze dei cosiddetti nomadi digitali e degli studenti, alle nostre latitudini ben l'85% della proposta si trova in città secondarie. Entro la fine del 2025 si prevede peraltro che l'offerta di serviced apartments nel nostro paese cresca di oltre l'80%. "Viviamo in una fase sostanzialmente positiva - ha concluso il presidente di Scenari Immobiliari, Mario Breglia -. Non possiamo però non tenere conto che l'ospitalità a livello globale vale qualcosa come 10 mila miliardi di dollari, pari a quasi il 10% del pil mondiale. Si tratta di una fetta di torta su cui comprensibilmente in tanti vorrebbero mettere le mani. Occorre quindi essere attrezzati e organizzare l’offerta in tutti i settori. Creare insomma un intesto sistema economico in grado di fare realmente rete". [post_title] => Schiavo, Castello sgr: in Italia è resort - mania [post_date] => 2024-07-05T09:14:58+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720170898000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470527 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riaprirà il prossimo 19 luglio, dopo 18 mesi di ristrutturazione conservativa, il Relais & Châteaux umbro Borgo dei Conti Resort, situato a 20 chilometri da Perugia e a 15 dal lago Trasimeno. Il restyling dell'antica fortezza divenuta a metà del diciannovesimo secolo residenza nobiliare di proprietà del conte Lemmo Scotti, uno dei maggiori pittori umbri dell'800, porta in particolare la firma dello studio di architettura milanese Spagnulo & Partners. Oggi Borgo dei Conti accoglie i propri ospiti in una vasta tenuta di 16 ettari all'interno della quale si trovano la villa, un tempo residenza nobiliare del conte, e una colonica novecentesca. I due edifici includono 40 camere e suite. Ma la proprietà comprende pure un parco secolare e due nuovi indirizzi gastronomici, il ristorante Cedri e l'osteria del Borgo, oltre a un bar e a una wine cellar. Un'infinity pool circondata da una natura rigogliosa invita inoltre gli ospiti a vivere durante tutto l'arco della giornata questo luogo fuori dal tempo, mentre per la cura del corpo e dello spirito la nuova spa promuove un approccio wellbeing e anti-age. Forte caratteristica dell'ospitalità del Borgo dei Conti è anche il legame privilegiato con la storia pittorica umbra Rinascimentale: storia dalla quale hanno tratto ispirazione le scelte stilistiche della ristrutturazione. L'interior design, le texture, le cromie e i preziosi materiali utilizzati prendono infatti ispirazione della pittura del '400 e del '500, nel suo imprescindibile rapporto con la natura circostante. L'atmosfera racconta il territorio e nasce dall'unione dei riferimenti architettonici di antica memoria con una visione contemporanea per gli arredi. Alle maestranze locali è stato affidato il compito di reinterpretare la cultura materiale del territorio, creando elementi di design che utilizzano i materiali autoctoni, dal cotto etrusco di Montone alla fornace Sugaroni di Castel Viscardo, che caratterizzano le camere e tutti gli spazi comuni, fino ai tessuti di Giuditta Brozzetti, che impreziosiscono cuscini e testiere. “Dopo 18 mesi di intensi lavori, durante i quali abbiamo visto rinascere questo luogo attraverso ogni piccolo ma prezioso dettaglio, il 19 luglio sarà per noi tutti noi un momento di grandissima gioia, in cui daremo il più caloroso benvenuto agli ospiti - sottolinea il maître de maison, Antonello Buono -. Il risultato di questo viaggio, che è stato la riqualificazione e il riposizionamento del Borgo dei Conti, trova il proprio tratto distintivo nel grado di unicità che si è riusciti a raggiungere, attraverso un'attenta valorizzazione della proprietà, della destinazione e delle sua storia”. Borgo dei Conti è parte della collezione di strutture di proprietà e gestione diretta The Hospitality Experience (The), che include anche il Relais & Châteaux Londra Palace Venezia e il The Place di Firenze. [gallery ids="470533,470535,470536,470534,470537,470538"] [post_title] => Dopo un'importante ristrutturazione riapre in Umbria il Relais & Châteaux Borgo dei Conti [post_date] => 2024-07-01T12:55:56+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1719838556000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "il gruppo baglioni passa nelle mani dei messicani di palace resorts" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":81,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":619,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471223","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riduzione del 20% sul biglietto di ritorno per le tratte Brindisi-Corfù e Brindisi-Igoumenitsa (diritti fissi, costi Eu_Ets e servizi di bordo esclusi), se prenotato contestualmente a quello di andata. E' attiva tutta l'anno, e dunque anche per l'estate, la promozione Sconto ritorno Grecia di Grimaldi Lines. \"Ai camperisti dedichiamo poi un'offerta ad hoc: la Camper & Meal, che prevede lo sconto del 30% per chi desidera assaggiare le proposte dello chef di bordo, sia al self-service, sia al ristorante à la carte - racconta la head of passenger department, Francesca Marino. L’offerta è valida per partenze fino al prossimo 17 dicembre sempre sulle tratte Brindisi-Corfù e Brindisi-Igoumenitsa. Per la Grecia sono inoltre valide le tariffe speciali annuali, tra cui l’offerta Senior e la riduzione Bambini\".\r\n\r\nSulle due linee in partenza da Brindisi si viaggia a bordo delle navi Kydon Palace ed Europalink con cabine interne ed esterne o cabine superior/suite per il riposo notturno, caffetterie e self-service. \"Sulla Kydon Palace è presente anche un ristorante à la carte particolarmente curato nel menu, un solarium sul ponte esterno per la prima tintarella di inizio vacanza e un'area giochi per bambini attrezzata con tutto il necessario per il loro divertimento\". La Kydon Palace offre inoltre una piscina con pool bar affacciato sul Mediterraneo, mentre a bordo di Europalink è disponibile il wellness center con sauna e ampia scelta di trattamenti e massaggi.\r\n\r\n\"Ma non è solo Brindisi: partiamo infatti verso Igoumenitsa e Corfù anche dal porto di Ancona, con le navi Florencia e Venezia, che permettono di raggiungere la Grecia anche a tutti i viaggiatori del Centro-nord Italia e del Centro Europa - conclude Francesca Marino -. Una vacanza completa che abbina viaggio in nave con soggiorno è infine la proposta di Grimaldi Lines Tour Operator per la stagione estiva 2024: una selezione di strutture ricettive con un ottimo rapporto qualità/prezzo, nelle località più rinomate di Corfù e a Lefkada\".","post_title":"Grimaldi: ancora promozioni sulla Grecia con lo Sconto ritorno e Camper & Meal","post_date":"2024-07-11T10:39:47+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1720694387000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471219","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha ufficialmente aperto i propri battenti la settimana scorsa in soft opening il nuovo 5 stelle genovese Capitolo Riviera. Situata nella località di Nervi, la proprietà è nata dalla ristrutturazione dell'ex 4 stelle Astor Hotel, chiuso nel 2020 durante la pandemia. L'albergo ora dispone di 37 camere, ciascuna dotata di balconi e vista panoramica. Presente pure una spa con sauna e bagno turco, due sale trattamenti e piscine interne ed esterne. A completare l'offerta un ristorante con terrazza affacciata sul parco circostante e un lounge bar.\r\n\r\n\"Con grande orgoglio ed entusiasmo annunciamo l’apertura ufficiale di Capitolo Riviera - sottolinea l'a.d. dell'hotel, Paolo Doragrossa, già general manager del Meliá Genova -. Siamo lieti di accogliere gli ospiti in un mondo di armonia e privacy e di offrire loro un'esperienza indimenticabile che combina il meglio della Liguria. Siamo impegnati a curare ogni dettaglio e ad assecondare ogni esigenza dei nostri ospiti poiché l’attenzione e la cura del cliente è l’obiettivo primario del nostro lavoro\". La struttura è di proprietà di Agra Investment che l'ha acquisita per 2,85 milioni di euro. I titolari della società sono Attilio Traverso e Giorgio Romanengo.","post_title":"Soft opening per Capitolo Riviera, nuovo 5 stelle genovese","post_date":"2024-07-11T10:14:30+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720692870000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471140","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' lo scenario maldiviano del Sun Siyam Iru Fushi a fare da sfondo alla nuova campagna #SummerCollection2024 di Carpisa: brand italiano di borse, valigie, accessori e prodotti di pelletteria. Il mood beach inspired scelto evoca immediatamente l’essenza di un’estate rilassante e spensierata: le linee estive delle nuove borse da spiaggia indossano così i colori dell’isola, con toni che spaziano dal turchese del mare al bianco della spiaggia, ai quali si mixano colori più forti e pop, come il corallo, il lime e il blu, che rappresentano l'energia delle feste estive e dei tramonti.\r\n\r\nLa campagna, che durerà fino ad agosto, interessa i 320 punti italiani con esposizione di cartelli vetrina e screen video. Sono previste anche dem inviate al database Carpisa, attività di social media, ufficio stampa e campagna adv su riviste e femminili. L’iniziativa ha coinvolto pure il tour operator Sporting Vacanze, che ha creato una proposta di viaggio speciale riservata ai clienti Carpisa per soggiorni in tutti i resort maldiviani di Sun Siyam Resorts.\r\n\r\n ","post_title":"Il Sun Siyam Iru Fushi protagonista della campagna Carpisa. Iniziativa ad hoc di Sporting Vacanze","post_date":"2024-07-10T11:33:14+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720611194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471075","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nato dalla ristrutturazione di una storica sede Enel, l’Avani Rio Novo Venice Hotel si distingue, all’interno del quartiere di Dorsoduro, per la struttura che svetta verso l’alto, con una moderna facciata a vetri. Da settembre 2023 è entrato a far parte del brand lifestyle di casa Minor Hotels, i cui valori sono distinguibili fin dal giardino d’ingresso, con arredi esterni dal design minimal e contemporaneo, e il chiosco del bar 8 Millimetri Cicchetti & Wine con richiami iconografici al mondo del cinema.\r\nHotel\r\nL'hotel è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione, e si trova a pochi passi da campo Santa Margherita, una delle piazze più vivaci e giovani di Venezia, al centro del quartiere di Dorsoduro, famoso per la sua atmosfera artistica. Nei pressi dell’hotel ci sono importanti musei come la galleria dell'Accademia e la collezione Peggy Guggenheim, oltre a numerose altre gallerie d'arte contemporanea. Con le sue strade tranquille e i canali pittoreschi, soggiornare in questo sestiere permette di conoscere una Venezia diversa, forse più originale rispetto alle zone più turistiche, rendendolo così luogo ideale per una passeggiata tra storia e cultura.\r\n\r\n\r\n\r\n«Il 90% della nostra clientela è internazionale, e il primo mercato è americano. Il soggiorno medio è di due o tre notti e l’occupazione media dell’hotel oscilla tra l’80% e il 90% - spiega il general manager Stefano Botteon -.  Ci rivolgiamo al target Millennials-oriented, che è quello più in linea con i valori friendly e dinamici del brand».\r\n\r\nL’Avani Rio Novo Venice Hotel è dotato di 144 camere e suite, arredate in stile moderno, con elementi dalle tonalità chiare che ampliano la luce che illumina le stanze grazie alle grandi superfici vetrate. A disposizione degli ospiti anche una palestra, il giardino esterno, e il bar ristorante 8 Millimetri Cicchetti & Wine.\r\n\r\n\r\n\r\n[caption id=\"attachment_470929\" align=\"alignright\" width=\"300\"] l[/caption]\r\n\r\nSostenibilità\r\nLa sostenibilità è al centro delle politiche del brand Avani, e la struttura è plastic free: le card per accedere alle camere sono in legno, nella zona ristorante sono presenti piccoli cubi in sughero con vari qr che rimandano a notizie e servizi dell’hotel (per ridurre al minimo l’utilizzo di carta), e i prodotti utilizzati al ristorante sono prevalentemente locali.\r\nExperience\r\nPer connettere al meglio i viaggiatori con la realtà e il tessuto locale della città che li ospita, l’hotel propone una serie di experience legate al territorio:\r\n\r\n \tActive tour per i quartieri di Venezia, accompagnati da un personal trainer che abbina attività sportive come corsa, camminata veloce o altro, a racconti sulla storia della città.\r\n \tArtisan mask workshop presso lo studio di Augusto Maurandi, alla Giudecca. Sotto la guida di questo artista internazionale, che ha realizzato maschere per diversi film di Hollywood come Eyes Wide Shut, Spiderman 2, Gossip Girl, il 60° di Playboy e Megalopolis, gli ospiti potranno realizzare la propria maschera.\r\n \tTour dei bacari, con degustazione dei famosi cicchetti.\r\n \tTour a Murano con realizzazione di piccoli gioielli in vetro. \r\n\r\nProgetti\r\nÈ sempre più evidente anche in Italia la tendenza degli hotel ad aprirsi al pubblico esterno con proposte culturali, gastronomiche e di benessere, superando così il tradizionale concetto di ospitalità per trasformarsi in una  destinazione. Proprio in quest'ottica, l'Avani Rio Novo Venice Hotel continua a distinguersi nel panorama alberghiero veneziano come promotore di esperienze culturali d’eccellenza e, la recente inaugurazione della mostra Endless Venezia dell’artista londinese omonimo è solo la prima di una serie di iniziative che hanno l’obiettivo di trasformare gli spazi dell’hotel in un luogo di incontro aperto anche ai veneziani e ai turisti.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_471081\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] alcune delle opere di Endless in mostra presso l'Avanti Rio Novo Venice Hotel[/caption]\r\n\r\n«La collaborazione con Cris Contini Contemporary in occasione della mostra di Endless è solo l’inizio di un percorso che rappresenta un passo significativo nel valorizzare l’importanza della cultura e dell’arte come parte integrante della nostra offerta: uno dei principali pilastri di un brand lifestyle come Avani» aggiunge Botteon.\r\n\r\n\r\nCon il recente ingresso nel brand Avani, Rio Novo Venice Hotel punta quindi a diventare un riferimento per chi desidera vivere esperienze culturali con comfort e stile, in linea con le esigenze dei viaggiatori del nuovo millennio che amano coniugare lavoro e svago. Tra i progetti futuri, lo sviluppo del servizio di grab & go del ristorante 8 Millimetri Cicchetti & Wine per conciliare le esigenze di mobilità e flessibilità dei clienti senza rinunciare alla cucina di qualità.\r\nAvani Hotels & Resorts\r\nLanciato nel 2011, oggi il brand Avani conta oltre 40 proprietà in cinque continenti, tra cui hotel in città, resort tropicali e rifugi nella natura con focus su design all’avanguardia, servizio cordiale e dinamico, oltre a un buon rapporto qualità-prezzo.\r\n\r\n[gallery columns=\"4\" ids=\"471076,471077,471078,471080\"]","post_title":"L'Avani Rio Novo Venice Hotel guarda ai Millenials e apre al territorio","post_date":"2024-07-09T14:09:09+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["art-hotel","avani","venezia"],"post_tag_name":["art hotel","Avani","venezia"]},"sort":[1720534149000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471066","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si festeggeranno il prossimo 16 luglio con un party capitolino ad hoc i primi 20 anni di 3Atours, agenzia di viaggi e tour operator di Roma, il cui core business passa attraverso gli accordi con grandi enti e aziende, oltre a importanti circoli ricreativi e associazioni, per l’organizzazione e vendita di viaggi a dipendenti e soci di tali realtà.\r\n\r\n«Le grandi operazioni di blocchi spazio garantiti con i principali tour operator, compagnie da crociere e gestori alberghieri, in Italia e all’estero, ci hanno consentito di diventare un riferimento a livello nazionale - racconta il patron Luca Bondi, amministratore del gruppo 3Atours -. Il nostro canale di distribuzione necessita di programmazione molto anticipata ed estrema competenza in diversi ambiti, che vanno dal weekend in Italia alle operazioni di gruppo per viaggi internazionali, passando per grandi eventi per migliaia di persone. Un lavoro di anticipo, di investimenti importanti e di predisposizione all'ascolto del cliente che si aspetta una particolare tutela proprio perché convenzionato come grande utenza\".\r\n\r\nOra l’obiettivo è continuare a crescere, ampliando il raggio di azione al di fuori del Lazio: \"Abbiamo già aperto una sede a Bari e siamo in trattative per altre aperture in Nord Italia, dove riteniamo proficua la presenza fisica sul territorio. Insomma, le novità sono parecchie e a breve le comunicheremo. Intanto, ci godiamo la festa».\r\n\r\n ","post_title":"3Atours compie 20 anni e prepara lo sbarco in Nord Italia","post_date":"2024-07-09T11:46:55+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720525615000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470979","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha aperto ufficialmente i propri battenti la settimana scorsa il Raaya by Atmosphere, nono resort del gruppo omonimo alle Maldive e terzo di questo specifico brand nell'arcipelago dell'oceano Indiano. La struttura si aggiunge infatti agli Atmosphere Kanifushi e Varu by Atmosphere.\r\n\r\nIl nuovo resort dispone di 167 ville sulla spiaggia e sull'oceano, sei diverse proposte gastronomiche che fondono tradizione locale e cucina internazionale. Oltre a vantare una delle spiagge più tranquille, l'isola è un vero parco giochi avventuroso che offre una vasta gamma di attività: sport acquatici, immersioni subacquee, padel, futsal, miniclub, circuito di skate, atelier d'arte e artigianato, una passeggiata attraverso la passerella di mangrovie, campo da mini-golf, la torre di osservazione per ammirare le stelle e la spa del marchio esclusivo EleNa, immersa nella quiete della natura.\r\n\r\nMa il punto di forza del prodotto è il Raaya Plan, grazie al quale non è necessario prevedere un budget extra per i trasferimenti in idrovolante, i trattamenti benessere e le escursioni in mare, in quanto tutte queste esperienze sono comprese nel piano, insieme a extra che solitamente non sono presenti in un classico pacchetto all-inclusive. Il gruppo Atmosphere Core gestisce nove proprietà alle Maldive con i marchi The Ozen Collection, Colours of Oblu e Atmosphere Hotels & Resorts. Ha in programma, entro i prossimi tre anni, l'apertura di un ulteriore resort alle Maldive, uno in Sri Lanka e dieci proprietà in India. \r\n\r\n[gallery ids=\"470983,470984,470985,470986,470987,470988\"]\r\n\r\n ","post_title":"Aperto il Raaya by Atmosphere, nono resort del gruppo omonimo alle Maldive","post_date":"2024-07-08T10:45:29+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720435529000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470875","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Come in molti avevano previsto, dopo i volumi ingenti di advance booking e la successiva relativa stagnazione torna il last minute, in un mercato dei viaggi che si mostra tanto variabile quanto il meteo di queste ultime settimane. A testimoniare il trend in corso, i dati del network di 1.500 agenzie Gattinoni Travel che mostrano come il sotto data sia tornato prepotente alla ribalta, con la domanda che rimane soggetta a rapidi cambiamenti. \r\n\r\nA livello di destinazioni, se il lungo raggio premia per volumi l’Indonesia balneare e il Giappone dei tour, il breve conferma invece le preferenze per Ibiza in Spagna, Rodi e Kos in Grecia. Nonostante il Mar Rosso registri poi un -30% di venduto rispetto alla stagione passata, le richieste della destinazione in agenzia continuano a essere tra le più gettonate. Altro fattore che rende meno prevedibile l’andamento dell’estate 2024 è la crescita d’interesse per le esperienze di viaggio, in funzione delle quali le scelte tendono a frazionarsi secondo i gusti personali a discapito dell’abitudinarietà caratterizzante la vacanza balneare: sebbene questa resti preponderante nei mesi più caldi, coppie e giovani appaiono oggi sempre più propensi a una mobilità di scoperta, anche in occasione di long weekend nelle capitali d’Europa.\r\n\r\nIn generale, rafforzato da un ottimo andamento invernale, il dato progressivo Gattinoni conferma una crescita a due cifre, pari all’incirca a un +10%, ma la vera spinta estiva è stata registrata quest’anno solo a partire dalle prenotazioni di giugno, con un effetto trainante soprattutto da parte del segmento delle agenzie di proprietà. Necessaria una distinzione nell’identikit del viaggiatore: l’estate rappresenta ancora l’unica occasione di vacanza per la cosiddetta fascia media e, proprio per questo, appare soggetta a una maggior prudenza nelle scelte, mentre i tardi mesi invernali/primaverili sono principalmente prerogativa di viaggiatori alto-spendenti, che possono concedersi senza problemi una seconda vacanza durante l’anno. Un dato che aiuta a spiegare il ritardo delle prenotazioni dell’estate 2024, gravata rispetto alla passata stagione dagli effetti prolungati dell’inflazione e dell’aumento dei costi, in aggiunta al consueto periodo di versamento delle tasse, ma alterata anche dalla possibilità di offerte last minute tornate in auge per la contingenza del momento (rincaro prezzi, ritardo nelle prenotazioni, fallimento del terzo operatore turistico tedesco e allotment da riempire...).\r\n\r\nTale contesto rende perciò cruciali alcuni fattori di finalizzazione del viaggio restati sino a oggi meno incisivi: il perfezionamento tecnologico degli strumenti di pagamento rilancia il ricorso alla formula buy now pay later, con effetti sia sulle scelte del target giovani sia di quello degli honeymooners. I primi non rinunciano al viaggio, considerandolo fondamentale per la propria formazione, ma lo strutturano ricorrendo all’acquisto in agenzia di singoli servizi destinati a comporre i propri circuiti. Stemperatosi l’effetto revenge tourism del 2022-2023, che aveva condizionato la ripresa accelerata dei banchetti e dei viaggi di nozze, questi ultimi tornano invece a privilegiare la formula meno immediata della lista nozze, in particolare nella fascia d’età più bassa. Conseguentemente resta vivo l’interesse per le campagne commerciali che promuovono servizi e convenienza, in particolare per il Sud Italia (Puglia, Sicilia, Sardegna), come prova il prolungamento di due settimane dei Summer Days di Gattinoni Travel.\r\n\r\n“Il risultato dell’anno sull’area travel è molto particolare e, a fronte di un primo trimestre molto positivo, dal mese di aprile abbiamo cominciato ad avere crescite meno importanti. Non potevamo aspettarci di proseguire con incrementi del 20-30% - spiega Sergio Testi, direttore generale gruppo Gattinoni - ma in vista dell’estate confidavamo in numeri più dinamici. Certo non possiamo ignorare che siamo nel periodo delle tassazioni e che l’attenzione al prezzo quest’anno è molto più forte e proprio per questi motivi tutto il settore dovrebbe aver maggior sensibilità alla situazione del momento, da hotel a compagnie aeree, ma questo non avviene ed è come sempre un limite del comparto. Quando i flussi della stagione precedente sono positivi, i fornitori in Italia sono infatti soliti alzare i prezzi, ma questa politica risulta ancor più destabilizzante in periodi economicamente sensibili e prezzi fuori controllo possono generare criticità sulla stagione in corso e su quelle future. Bisognerebbe dunque ragionare sul lungo termine, con strategie più lungimiranti, valutando le ricadute sia sui consumatori, specie quelli di fascia media, sia sull’intera filiera, dai tour operator ai crocieristi e agli agenti di viaggi, e avere sempre l’obiettivo di fare politiche di advance anziché tendere a creare situazioni esattamente opposte.”\r\n\r\n ","post_title":"Gattinoni conferma i trend del momento: torna il last minute e cresce la voglia d'Oriente","post_date":"2024-07-05T12:05:05+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1720181105000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470835","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' il momento dei resort. Dopo anni in cui gli investitori istituzionali si sono tenuti alla larga da proprietà considerate eccessivamente volatili e complesse, data la loro eccessiva dipendenza dalle stagionalità del mercato, i capitali guardano ora con grande interesse anche alle proprietà leisure della nostra Penisola. Per la verità, il fenomeno è in crescita da tempo, ma nel 2023, ha spiegato Giampiero Schiavo citando dati Ey, \"le transazioni riguardanti i resort hanno raggiunto ben il 46% degli investimenti alberghieri totali\". In tale contesto, ha proseguito l'amministratore delegato di Castello sgr, in occasione dell'Hospitality Forum organizzato a Milano da Scenari Immobiliari in collaborazione con la stessa sgr, la Toscana ha attratto il 33% dei capitali dedicati alle strutture leisure, la Lombardia il 20%, la Sicilia il 13%, la Liguria il 10% e la Sardegna il 6%.\r\n\r\nIn generale, stando al Rapporto di Scenari Immobiliari sul mercato immobiliare presentato all'evento meneghino, all’interno di un contesto globale caratterizzato da tensioni di natura geopolitica e aumenti dei tassi di interesse, in Europa, dove la domanda alberghiera nel 2023 ha consolidato i trend di crescita del biennio precedente, il mercato immobiliare è risultato eterogeneo. Sul continenti gli investimenti sono risultati essere comunque prossimi ai 16 miliardi di euro (+8,5% circa rispetto ai quasi 15 miliardi del 2022). E le stime sono al rialzo anche per il 2024, grazie alla riduzione dei costi di finanziamento e al conseguente miglioramento della sostenibilità economica e finanziaria del debito. In Italia il valore delle transazioni nel comparto ha quindi toccato quota 1,4 miliardi (in calo rispetto agli 1,7 miliardi del 2022), mostrando tuttavia una buona dinamicità e mantenendosi sostanzialmente sui livelli storici dell'ultima decade, se si eccettua l'anno record 2019 e il post-Covid 2020.\r\n\r\n \r\n\r\nNon solo: nel 2023 il volume di operazioni svolte da investitori italiani, come poche volte successo in passato, ha superato quello riconducibile a capitali internazionali, provenienti in prevalenza da Francia e Regno Unito e per circa un quarto da Paesi extra-europei. I profili dei principali investitori sono in particolare quelli dei family office, degli operatori alberghieri e dei private equity, i primi due rappresentando la componente maggioritaria degli attori nazionali.\r\n\r\nUn capitolo a parte merita infine il tema dei serviced apartments, che a livello europeo hanno ormai superato le 230 mila unità (+15% rispetto al 2020), pur presentando una distribuzione disomogenea nei diversi mercati del Continente. Nel Regno Unito tale comparto rappresenta infatti già il 15% dell'offerta ricettiva complessiva; una percentuale che scende all'8,7% in Germania e al 4,3% in Francia. Molto più basse sono invece le quote in Spagna e in Italia, che evidentemente mostrano elevate potenzialità di crescita in questo specifico segmento dell'accoglienza. Tanto più che nella nostra Penisola meno del 10% degli aparthotel è oggi gestito da operatori specializzati, per un'offerta media di 80 unità abitative, contro il 15% e le 120 chiavi a livello europeo. Non solo: mentre nel resto del Vecchio continente tali soluzioni sono prevalentemente concentrate nelle grandi città, per rispondere soprattutto alle esigenze dei cosiddetti nomadi digitali e degli studenti, alle nostre latitudini ben l'85% della proposta si trova in città secondarie. Entro la fine del 2025 si prevede peraltro che l'offerta di serviced apartments nel nostro paese cresca di oltre l'80%.\r\n\r\n\"Viviamo in una fase sostanzialmente positiva - ha concluso il presidente di Scenari Immobiliari, Mario Breglia -. Non possiamo però non tenere conto che l'ospitalità a livello globale vale qualcosa come 10 mila miliardi di dollari, pari a quasi il 10% del pil mondiale. Si tratta di una fetta di torta su cui comprensibilmente in tanti vorrebbero mettere le mani. Occorre quindi essere attrezzati e organizzare l’offerta in tutti i settori. Creare insomma un intesto sistema economico in grado di fare realmente rete\".","post_title":"Schiavo, Castello sgr: in Italia è resort - mania","post_date":"2024-07-05T09:14:58+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1720170898000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470527","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riaprirà il prossimo 19 luglio, dopo 18 mesi di ristrutturazione conservativa, il Relais & Châteaux umbro Borgo dei Conti Resort, situato a 20 chilometri da Perugia e a 15 dal lago Trasimeno. Il restyling dell'antica fortezza divenuta a metà del diciannovesimo secolo residenza nobiliare di proprietà del conte Lemmo Scotti, uno dei maggiori pittori umbri dell'800, porta in particolare la firma dello studio di architettura milanese Spagnulo & Partners.\r\n\r\nOggi Borgo dei Conti accoglie i propri ospiti in una vasta tenuta di 16 ettari all'interno della quale si trovano la villa, un tempo residenza nobiliare del conte, e una colonica novecentesca. I due edifici includono 40 camere e suite. Ma la proprietà comprende pure un parco secolare e due nuovi indirizzi gastronomici, il ristorante Cedri e l'osteria del Borgo, oltre a un bar e a una wine cellar. Un'infinity pool circondata da una natura rigogliosa invita inoltre gli ospiti a vivere durante tutto l'arco della giornata questo luogo fuori dal tempo, mentre per la cura del corpo e dello spirito la nuova spa promuove un approccio wellbeing e anti-age.\r\n\r\nForte caratteristica dell'ospitalità del Borgo dei Conti è anche il legame privilegiato con la storia pittorica umbra Rinascimentale: storia dalla quale hanno tratto ispirazione le scelte stilistiche della ristrutturazione. L'interior design, le texture, le cromie e i preziosi materiali utilizzati prendono infatti ispirazione della pittura del '400 e del '500, nel suo imprescindibile rapporto con la natura circostante. L'atmosfera racconta il territorio e nasce dall'unione dei riferimenti architettonici di antica memoria con una visione contemporanea per gli arredi. Alle maestranze locali è stato affidato il compito di reinterpretare la cultura materiale del territorio, creando elementi di design che utilizzano i materiali autoctoni, dal cotto etrusco di Montone alla fornace Sugaroni di Castel Viscardo, che caratterizzano le camere e tutti gli spazi comuni, fino ai tessuti di Giuditta Brozzetti, che impreziosiscono cuscini e testiere.\r\n\r\n“Dopo 18 mesi di intensi lavori, durante i quali abbiamo visto rinascere questo luogo attraverso ogni piccolo ma prezioso dettaglio, il 19 luglio sarà per noi tutti noi un momento di grandissima gioia, in cui daremo il più caloroso benvenuto agli ospiti - sottolinea il maître de maison, Antonello Buono -. Il risultato di questo viaggio, che è stato la riqualificazione e il riposizionamento del Borgo dei Conti, trova il proprio tratto distintivo nel grado di unicità che si è riusciti a raggiungere, attraverso un'attenta valorizzazione della proprietà, della destinazione e delle sua storia”. Borgo dei Conti è parte della collezione di strutture di proprietà e gestione diretta The Hospitality Experience (The), che include anche il Relais & Châteaux Londra Palace Venezia e il The Place di Firenze.\r\n\r\n[gallery ids=\"470533,470535,470536,470534,470537,470538\"]","post_title":"Dopo un'importante ristrutturazione riapre in Umbria il Relais & Châteaux Borgo dei Conti","post_date":"2024-07-01T12:55:56+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1719838556000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti