20 July 2024

Emirates e Ita Airways firmano l’accordo di codeshare

[ 0 ]

E’ arrivata in occasione dell’Annual General Meeting della Iata a Dubai, l’attesa firma del codeshare tra Ita Airways ed Emirates.

L’intesa è successiva all’annuncio di qualche giorno fa della compagnia aerea italiana dell’apertura del nuovo volo diretto Roma-Dubai e al memorandum d’intesa mirato all’ampliamento dell’accordo di interline in un futuro codeshare dello scorso marzo.

Il nuovo accordo commerciale offrirà maggiori opportunità di viaggio ai passeggeri di entrambe le compagnie, garantendo collegamenti diretti e one-stop verso importanti città servite da Ita  in Italia e in Europa, e viaggi più comodi e veloci verso il network Emirates via Dubai.

I passeggeri dei due vettori potranno volare verso le rispettive destinazioni con un unico biglietto, effettuando il check-in all’aeroporto di partenza e ritirando i bagagli alla destinazione finale.

I clienti di Emirates potranno viaggiare verso 9 destinazioni nazionali in Italia da Roma Fiumicino, incluse località turistiche come Torino, Firenze, Genova, Napoli, Brindisi, Bari, Catania, Palermo e Trieste. Inoltre, potranno raggiungere anche le città europee di Tirana e Sofia. 

I passeggeri di Ita Airways potranno beneficiare di un portafoglio di opzioni di viaggio più ricco, grazie all’ampio network operato da Emirates via Dubai, passando per i servizi di Ita da Roma. 

L’accordo incrementerà inoltre i viaggi inbound verso le destinazioni italiane dalle regioni del network di Emirates, tra cui Australia, Estremo Oriente, Medio Oriente/Gcc e Asia occidentale.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471879 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nelle scorse settimane la Commissione ha dato il suo ok alla fusione tra ITA Airways e Lufthansa. Nel comunicato stampa ufficiale, la Commissione delinea i rimedi proposti dalle due compagnie per scongiurare ripercussioni negative su concorrenza e clienti. Si resta, però, nel vago e mentre molti e fra questi Altrocunsumo si aspettavano maggiori dettagli e puntualizzazioni su quanto proposto. Per sciogliere le riserve in via definitiva, dunque, dovremo aspettare i prossimi mesi. “Nelle settimane precedenti l’ok, insieme al Beuc, abbiamo partecipato alla fase di consultazione avviata dalla Commissione europea sulle possibili ripercussioni della fusione tra ITA Airways e Lufthansa su concorrenza e clientela - scrive in una nota Altroconsumo -. Ne comprendevamo le ragioni e auspicavamo il raggiungimento di un accordo in grado di garantire la tutela dei consumatori e un sano funzionamento del mercato e dell’equilibrio concorrenziale. La possibile prospettiva della scomparsa del vettore Ita Airways come conseguenza del veto europeo alla fusione tra le due compagnie, infatti, non ci sembrava uno scenario che beneficiasse consumatori e mercato. La Commissione ha dato ora il via libera, ritenendo che i rimedi posti in campo da Lufthansa e il Mef siano idonei a scongiurare tutti i pericoli che la Commissione aveva intravisto.  Ce ne rallegriamo, ma non nascondiamo che ci attendevamo maggiori dettagli sui rimedi concordati, dettagli che ad oggi non sono stati ufficialmente svelati. Abbiamo, invece, una definizione di massima, degli impegni presi che saranno oggetto di una procedura di valutazione separata. Ita Airways è salva, ma ora si apre una nuova fase in cui è fondamentale che nei dettagli dell’accordo non permangano criticità. Auspichiamo allora che anche i successivi passaggi formali, per arrivare alla finalizzazione dell’accordo entro novembre, tengano debitamente conto della necessità già espressa di tutelare il primario interesse dei consumatori, nel rispetto delle garanzie di concorrenza, per quanto riguarda le rotte e la qualità del servizio, puntando anzi a un miglioramento rispetto al passato” ha dichiarato Federico Cavallo, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo. In altre parole Altroconsumo esorta la Commissione a mantenere alta l’attenzione alla tutela della concorrenza e dei consumatori nel monitorare l’implementazione degli accordi raggiunti. [post_title] => Altroconsumo: l'accordo Ita-Lufthansa non ha ancora dettagli fondamentali [post_date] => 2024-07-19T13:18:39+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721395119000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471858 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_444005" align="alignleft" width="300"] Carlo Sangalli[/caption] E' stato siglato un protocollo d'intesa fra Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e da Oscar De Bona, presidente di Unaie (Unione nazionale delle associazioni degli immigrati e degli emigrati). L'accordo ha lo scopo di promuovere percorsi di analisi, sperimentazione e condivisione di strumenti con l’obiettivo di sviluppare un’offerta turistica in linea con le motivazioni di viaggio e di esperienza dei turisti delle radici, individuare forme di promozione efficaci, valorizzare le produzioni dei territori, in un’ottica di promozione del “Made in Italy”, e migliorare lo scambio di informazioni per favorire l’inserimento lavorativo, in Italia, degli italiani all’estero e degli italo-discendenti. Tra gli obiettivi previsti dal protocollo che ha durata triennale: mettere a sistema le competenze delle imprese del turismo, del commercio e dei servizi con quelle delle organizzazioni rappresentative delle comunità di italiani e italo-discendenti nel mondo; realizzare percorsi di aggiornamento sul tema delle radici culturali italiane nel mondo; condividere analisi e ricerche e sviluppare strumenti di supporto, come banche dati e piattaforme di incontro di domanda e offerta, per rafforzare le relazioni con le suddette comunità; favorire la collaborazione nella realizzazione di iniziative ed eventi a livello europeo, nazionale e locale; supportare congiuntamente proposte normative nazionali e regionali per lo sviluppo del turismo delle radici e dei rapporti con le comunità italiane all’estero. La programmazione, il monitoraggio e la valutazione di tutte le azioni previste dal Protocollo sono affidate ad un tavolo di coordinamento costituito da rappresentanti di Confcommercio e U [post_title] => Confcommercio, intesa con Unaie per valorizzare il turismo delle radici [post_date] => 2024-07-19T12:04:47+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721390687000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si susseguono a ritmo crescente gli avvisi ai passeggeri da parte delle compagnie aeree che subiscono le ripercussioni del down informatico di Microsoft. Numerosi i disservizi segnalati: Wizz Air evidenzia lo stop del sito web e dell'app mobile temporaneamente non disponibili, di conseguenza non sono attivi sistema di prenotazione, check-in online, centri di contatto - nuove prenotazioni e modifiche a quelle esistenti. "Durante l'interruzione - si legge in una nota della low cost -, il check-in gratuito è disponibile in aeroporto. Pertanto, consigliamo ai passeggeri di arrivare in aeroporto almeno 3 ore prima dell'orario di partenza previsto per avere il tempo sufficiente per il check-in, il controllo di sicurezza e le procedure specifiche di salute e sicurezza dell'aeroporto". Ita Airways comunica che "è in corso un problema generalizzato a livello mondiale sui sistemi informatici che sta causando importanti disservizi al trasporto aereo con conseguenti ritardi e cancellazioni. La compagnia sta lavorando per limitare al massimo i disagi dei passeggeri". Per qualsiasi aggiornamento sui voli Ita rimanda all'app e al sito ufficiale, attualmente attivi. Aeroitalia informa che "anche i nostri sistemi sono stati coinvolti. Il nostro team sta lavorando per ridurre al minimo i disagi e garantire il miglior servizio possibile ai nostri passeggeri". L'invito è "a consultare il nostro sito web per aggiornamenti continui e informazioni". Aeroporti di Puglia evidenzia che al momento "la situazione è sotto controllo. Dalle prime ore di stamattina la società ha messo in campo tutte le forze necessarie per sopperire alla mancanza dei sistemi informatici e per fornire la massima assistenza ai passeggeri. Inevitabili sono i ritardi che si stanno registrando, così come le cancellazioni dei voli da parte delle compagnie sugli aeroporti di Bari e Brindisi. Per questo, AdP invita tutti i passeggeri a controllare il proprio volo".   [post_title] => Guasto informatico: gli avvisi delle compagnie aeree, da Ita Airways a Wizz Air [post_date] => 2024-07-19T11:26:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721388418000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471713 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un primo semestre 2024 archiviato nel segno della crescita per Air Europa Italia, "con fatturato a +9% e passeggeri trasportati a +13%. E un load factor che sulle rotte italiane si è attestato oltre il 90%. Sei mesi che hanno lasciato spazio ad una prima metà di luglio dai risultati ancora più positivi". Renato Scaffidi, country manager Italia del vettore spagnolo, traccia andamento e aspettative future, alle porte del picco di traffico estivo. Non senza un occhio alle 'grandi manovre' ancora in corso nelle stanze di Bruxelles dove "il recente via libera al matrimonio tra Ita Airways e Lufthansa, potrebbe essere di buon auspicio anche per Air Europa" nell'ottica di fusione con il gruppo Iag. Operazione che sarebbe l'ennesima conferma di come il "consolidamento è e sarà la rotta del futuro". Nell'attesa, la compagnia aerea porta avanti il proprio sviluppo come vettore "stand alone", forte dei risultati "eccezionali registrati nel primo trimestre dell'anno, cui ha fatto seguito un secondo quarter di sostanziale tenuta". La performance particolarmente positiva di inizio anno è da imputare a tre fattori precisi: "L'apertura delle vendite della Venezia-Madrid, l'aggiunta della terza frequenza giornaliera da Milano Malpensa e il ripristino delle frequenze praticamente ai livelli pre-Covid sulle rotte di lungo raggio da Madrid. Un'offerta potenziata, quindi, che ha trovato riscontro nelle vendite e nelle scelte dei passeggeri. Quanto alle tariffe, si nota un lieve calo - dopo mesi al rialzo - proprio dal fatto che i passeggeri sono aumentati in percentuale maggiore rispetto ai ricavi". Proprio sui collegamenti beyond Madrid la compagnia conferma "un market share eccellente" grazie anche alle scelte dei passeggeri italiani, che "nell'80% dei casi proseguono via Barajas verso una delle nostre destinazioni in Sud America, con un mix di traffico che è essenzialmente vfr, poi leisure e in parte anche bt. Le mete più richieste sono Lima, L'Avana, la Repubblica Dominicana - dopo serviamo i tre aeroporti Santo Domingo, PuntaCana e Santiago de los Caballeros -, e ancora San Paolo, Colombia, Ecuador e Bolivia". Sul fronte flotta rimane l'incognita delle consegne, mal comune per tutti i vettori: "Dovremmo ricevere due nuovi Dreamliner entro il 2024, ma non abbiamo purtroppo conferme", situazione che si ripercuote sull'ampliamento del network che non può prescindere dall'ingresso di nuovi aeromobili, come nel caso dell'attesa apertura su Santiago del Cile. Infine, è un ennesimo attestato di fiducia quello del trade nei confronti della compagnia: "I risultati raggiunti sono frutto del lavoro sinergico promosso con i partner del trade - grandi network, agenzie di viaggio e tour operator - con i quali miglioriamo e consolidiamo costantemente il rapporto. Ciò include attività di co-marketing, partnership, sponsorizzazioni e visibilità nei cataloghi”.   [post_title] => Air Europa avanti tutta (in attesa di Iag): "Passeggeri e fatturato in crescita" [post_date] => 2024-07-18T12:13:32+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721304812000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471718 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo avergliene detto di ogni Ryanair sigla un accordo con Expedia. Infatti il vettore ha annunciato oggi 18 luglio la sua nuova partnership "Approved ota" con una delle più grandi società di tecnologia di viaggio del mondo, Expedia Group. Questa collaborazione consente a Expedia Group di offrire i voli low cost di Ryanair ai suoi clienti, migliorando le scelte e le esperienze di viaggio per coloro che cercano valore e convenienza. Questa è un'ottima notizia per i clienti del gruppo Expedia che desiderano prenotare le tariffe basse di Ryanair, l'imbattibile scelta di oltre 240 destinazioni e un servizio impeccabile. Semplificando il processo di prenotazione, i viaggiatori che prenotano voli Ryanair tramite Expedia Group hanno la possibilità di scegliere tra un pacchetto vacanza o una prenotazione indipendente, con un link verso il sito Ryanair. Trasparenza Ciò garantisce ai clienti di Expedia Group l'accesso diretto al proprio account myRyanair e agli aggiornamenti essenziali dei voli senza dover completare il processo di verifica del cliente di Ryanair. I viaggiatori potranno prenotare voli Ryanair direttamente tramite Expedia Group nei prossimi mesi. "Siamo lieti di annunciare la nostra ultima partnership "Approved ota" con Expedia Group, leader globale nella tecnologia di viaggio - ha dichiarato Dara Brady, chief marketing officer di Ryanair -. Grazie a questo nuovo accordo, i viaggiatori di Expedia Group saranno in grado di prenotare i voli low-cost di Ryanair come parte dei loro pacchetti vacanza o prenotazioni indipendenti, con la garanzia di piena trasparenza dei prezzi e pieno accesso alla loro prenotazione. Non vediamo l'ora di lavorare con Expedia Group e di portare i loro clienti a bordo della nostra rete di voli Ryanair leader di mercato nei prossimi mesi". [post_title] => E alla fine Ryanair stringe un accordo anche con Expedia Group [post_date] => 2024-07-18T11:52:38+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721303558000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471667 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => RwandAir ha celebrato il primo anniversario dei voli diretti da Parigi a Kigali. Lanciato nel giugno 2023, il volo opera tre volte a settimana e, attraverso l'hub del vettore, consente ai passeggeri provenienti dall'Europa numerose connessioni con l’Africa orientale, occidentale, centrale e meridionale. Nell'ultimo anno, la compagnia aerea ha operato oltre 150 voli tra queste destinazioni soddisfacendo la crescente domanda del mercato europeo. RwandAir - rappresentata in Italia da Tal Aviation -  opera l'unica rotta diretta tra Parigi e Kigali e offre un servizio di scalo per alcuni voli in collegamento attraverso Kigali. Ciò consente ai passeggeri di esplorare il Ruanda prima di proseguire verso le loro destinazioni finali. «Questa rotta ha svolto un ruolo fondamentale nell'espansione della nostra connettività globale e nel dimostrare la nostra dedizione offrire un'esperienza di viaggio eccezionale ai nostri passeggeri - ha dichiarato Deogratias Higiro, country manager del vettore a Parigi -. Abbiamo assistito a una domanda crescente da parte del mercato francese, che riflette i forti legami e gli interessi reciproci tra Ruanda e Francia. I nostri voli diretti hanno reso il viaggio più conveniente per i passeggeri e fungono da ponte per aumentare i legami turistici, commerciali e culturali tra i due paesi». Dall’Italia è possibile prenotare i voli in coincidenza con Ita Airways su Parigi Cdg, in base all’accordo fra i due vettori. Il vettore offre anche una generosa franchigia bagaglio: in Economy Class è possibile imbarcare due bagagli da 23 kg ciascuno, mentre in Business Class vengono accettati fino a tre bagagli da 23 kg ciascuno. [post_title] => RwandAir celebra un anno di collegamenti diretti tra Parigi e Kigali [post_date] => 2024-07-18T10:00:24+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721296824000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471635 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates ha inaugurato il nuovo Travel Store a Hong Kong, il primo nella regione dell'Asia orientale: primo passo di un progetto di vendita al dettaglio che si svilupperà in fasi successive in tutta l'area e nella rete globale della compagnia di Dubai. Situato nel Nexxus Building, l'ultimo concept store offre una gamma completa di servizi premium che comprendono prenotazioni di voli, emissione di biglietti e assistenza personalizzata ai clienti. «Questa città è sempre stata strategicamente importante per la compagnia e con il lancio del nostro primo travel store nel centro di Hong Kong, intendiamo offrire ai nostri clienti un'esperienza di travel retail elevata, e offrire meglio l'ospitalità di Emirates in ogni fase del customer journey - ha dichiarato Orhan Abbas, senior vice president, commercial operations -. In linea con la nostra promessa 'Fly Better', il travel store di Emirates combina la tecnologia avanzata con il servizio personalizzato fornito dai nostri consulenti di viaggio esperti, per garantire un'esperienza perfetta e arricchente per i passeggeri». Emirates opera attualmente 21 voli settimanali tra Hong Kong e Dubai. A sottolineare il suo impegno verso il mercato di Hong Kong, la compagnia aerea ha recentemente firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l'Hong Kong Tourism Board per incrementare il turismo inbound verso la città da diverse aree chiave in Europa e Medio Oriente. Inoltre, la rinnovata Emirates Lounge all'aeroporto internazionale di Hong Kong è stata riaperta ai passeggeri, mentre la copertura del servizio gratuito di Chauffeur-drive è stata estesa ai passeggeri di Business Class a Hong Kong, migliorando ulteriormente la loro esperienza di viaggio. [gallery ids="471637,471639,471640"] [post_title] => Emirates: taglio del nastro per un nuovo Travel Store a Hong Kong, primo in Asia orientale [post_date] => 2024-07-18T09:15:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721294102000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471536 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Milano è Malpensa... Ma anche Linate»: Lorenzo Lagorio, country manager easyJet Italia, non si nasconde dietro il 'no comment' ufficiale sulla posizione della compagnia aerea in merito alla futura distribuzione degli slot del City Airport milanese. Quegli slot che Ita Airways ha dovuto cedere per concludere le nozze con Lufthansa. A Salerno, in occasione dell'inaugurazione dell'aeroporto campano, sintetizza i futuri passi della compagnia nel nostro Paese. «Non è un segreto: easyJet ha da sempre interesse a crescere sugli scali principali e certamente Linate rientra in questa strategia. Ora, c'è un iter in corso e non sappiamo come si concluderà, ma chiaramente è un’opportunità di sviluppo, in linea con la nostra strategia». Attualmente a Linate il vettore ha «in vendita 900.000 posti, su Berlino, Amsterdam Parigi - Orly e Charles de Gaulle - e Londra Gatwick. Scali dove c’è un'elevata componente di viaggiatori d’affari. E proprio a Linate il 25-30% dei nostri passeggeri sono business e dunque più alto-spendenti. Un segmento che teniamo a sviluppare, in Italia e altrove, grazie al nostro posizionamento sugli aeroporti principali». Torniamo al Salerno-Costa d'Amalfi, più recente investimento easyJet in Italia. «E’ un inizio. E quindi siamo in una fase di test, che ci consentirà di regolarci poi per l’inverno. Cominciamo con cinque rotte (Milano Malpensa, Basilea, Ginevra, Berlino e Londra Gatwick) ma per ora l’unico volo annuale confermato è quello da Milano, attualmente attivo con tre frequenze settimanali che scenderanno a due nella winter. Ma la catchment aerea dello scalo è ampia e dalle grandi potenzialità quindi, dando il tempo alle rotte di maturare, l’obiettivo è quello di rendere i voli sempre più attrattivi grazie ad un maggior numero di frequenze». Campania dove easyJet presidia da tempo lo scalo di Napoli. «Certo. Napoli è la nostra seconda base in Italia, dove abbiamo aggiunto un velivolo – l’ottavo – e la capacità è cresciuta del 14% rispetto al 2023, con un’offerta posti nell’anno superiore a 3,7 mln. Ma è anche un aeroporto constrained, dove gli slot sono appunto limitati, per cui anche per questo l’aggiunta di Salerno rappresentava un’opportunità interessante. E’ chiaro che ci sarà complementarietà fra i due scali, tenendo però presente che hanno dimensioni totalmente diverse: da Capodichino operiamo 46 rotte operate nella summer, con una capacità di 2,8 mln di posti mentre a Salerno abbiamo in vendita 50.000 posti. C’è anche una curiosità su Napoli: i nostri equipaggi ci fanno notare che un sempre maggior numero di passeggeri americani in arrivo con i voli dei vettori statunitensi, dopo aver trascorso qualche giorno in zona, proseguono con un volo easyJet verso altre mete leisure del nostro network, dalla Sardegna alla Grecia». L'estate è entrata nel vivo: qual è l'andamento delle vendite? E la polemica sul caro-voli? «Siamo in linea con attese, dopo un 2023 che sul mercato italiano ha registrato oltre 20 milioni di passeggeri. In Italia la strategia di easyJet rimane quella del consolidamento con un focus sui mercati dove siamo rilevanti - Lombardia e Campania come mercati origine - e altri aeroporti come quelli situati in Sicilia, Sardegna, Puglia e Calabria, dove stiamo crescendo, ma sono scali di destinazione da aeroporti internazionali. Quanto alle tariffe, tenendo presente che ad aumentare sono anche i costi per i vettori, in Italia dopo aver vissuto periodi di eccesso di offerta, oggi notiamo una razionalizzazione, e per quanto ci riguarda ci sono anche opportunità di prezzi competitivi a luglio e agosto. Naturalmente nei mesi di picco i prezzi sono più elevati, ma non inaccessibili». Oggi qual è l'importanza delle agenzie di viaggio tra i vostri canali distributivi? «Benché il nostro canale principale resti quello diretto, continuiamo a lavorare con le agenzie di viaggio. E’ un canale che curiamo e coltiviamo in particolare per il business travel, dove l'intermediazione si dimostra fondamentale. Attualmente, circa l'85% delle nostre vendite transita dal canale diretto e la restante parte si suddivide tra tour operator, adv, ota etc». [gallery ids="471555,471554,471562"] [post_title] => EasyJet e le nuove ambizioni italiane: da Salerno a Milano Linate [post_date] => 2024-07-17T09:10:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721207458000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471559 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Focus sui frequent flyer internazionali per Volare: il programma fedeltà di Ita Airways ha infatti la nuova campagna di Status Match, che consente agli iscritti ai programmi fedeltà di 19 compagnie aeree di accedere direttamente ad uno dei Club superiori del programma Volare e ai suoi vantaggi esclusivi, a seconda di quello di provenienza. Inoltre, i frequent flyer che richiederanno e riceveranno l'approvazione per lo Status Match, guadagneranno 10.000 punti qualificanti Volare. E' possibile aderire alla campagna fino al prossimo 19 agosto e la promozione è valida per tutti i soci Volare, che in fase di registrazione hanno inserito un indirizzo di residenza diverso da Italia. Per partecipare è quindi necessario: essere soci del programma Volare o Volare Avventura; essere in possesso di una tessera di un livello superiore al livello base ossia livello in ingresso ottenuto al momento dell’iscrizione al programma fedeltà di una delle compagnie aeree incluse nella campagna di Status Match; non aver preso parte a precedenti campagne di Status Match Volare. Lanciato a marzo 2022, Volare conta oltre 2,1 milioni di iscritti in tutto il mondo e oltre 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza, e 10 partner aerei, tra cui Aerolineas Argentinas, AeroMexico, Air Europa, Air France, Delta, Klm, Korean Air, Middle East Airlines (Mea), Virgin Atlantic e Saudia. Ad oggi il 36% dei soci Volare è residente all’estero: Stati Uniti, Brasile, Francia e Argentina sono i quattro principali mercati internazionali in termini di membership. [post_title] => Ita Airways: Volare dedica una nuova campagna ai frequent flyer internazionali [post_date] => 2024-07-17T09:09:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721207390000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "emirates e ita airways firmano laccordo di codeshare" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":70,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1485,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471879","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nelle scorse settimane la Commissione ha dato il suo ok alla fusione tra ITA Airways e Lufthansa. Nel comunicato stampa ufficiale, la Commissione delinea i rimedi proposti dalle due compagnie per scongiurare ripercussioni negative su concorrenza e clienti. Si resta, però, nel vago e mentre molti e fra questi Altrocunsumo si aspettavano maggiori dettagli e puntualizzazioni su quanto proposto. Per sciogliere le riserve in via definitiva, dunque, dovremo aspettare i prossimi mesi.\r\n“Nelle settimane precedenti l’ok, insieme al Beuc, abbiamo partecipato alla fase di consultazione avviata dalla Commissione europea sulle possibili ripercussioni della fusione tra ITA Airways e Lufthansa su concorrenza e clientela - scrive in una nota Altroconsumo -. Ne comprendevamo le ragioni e auspicavamo il raggiungimento di un accordo in grado di garantire la tutela dei consumatori e un sano funzionamento del mercato e dell’equilibrio concorrenziale.\r\nLa possibile prospettiva della scomparsa del vettore Ita Airways come conseguenza del veto europeo alla fusione tra le due compagnie, infatti, non ci sembrava uno scenario che beneficiasse consumatori e mercato. La Commissione ha dato ora il via libera, ritenendo che i rimedi posti in campo da Lufthansa e il Mef siano idonei a scongiurare tutti i pericoli che la Commissione aveva intravisto.  Ce ne rallegriamo, ma non nascondiamo che ci attendevamo maggiori dettagli sui rimedi concordati, dettagli che ad oggi non sono stati ufficialmente svelati.\r\nAbbiamo, invece, una definizione di massima, degli impegni presi che saranno oggetto di una procedura di valutazione separata. Ita Airways è salva, ma ora si apre una nuova fase in cui è fondamentale che nei dettagli dell’accordo non permangano criticità. Auspichiamo allora che anche i successivi passaggi formali, per arrivare alla finalizzazione dell’accordo entro novembre, tengano debitamente conto della necessità già espressa di tutelare il primario interesse dei consumatori, nel rispetto delle garanzie di concorrenza, per quanto riguarda le rotte e la qualità del servizio, puntando anzi a un miglioramento rispetto al passato” ha dichiarato Federico Cavallo, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo.\r\nIn altre parole Altroconsumo esorta la Commissione a mantenere alta l’attenzione alla tutela della concorrenza e dei consumatori nel monitorare l’implementazione degli accordi raggiunti.","post_title":"Altroconsumo: l'accordo Ita-Lufthansa non ha ancora dettagli fondamentali","post_date":"2024-07-19T13:18:39+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721395119000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471858","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_444005\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Carlo Sangalli[/caption]\r\n\r\nE' stato siglato un protocollo d'intesa fra Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio-Imprese per l’Italia, e da Oscar De Bona, presidente di Unaie (Unione nazionale delle associazioni degli immigrati e degli emigrati).\r\n\r\nL'accordo ha lo scopo di promuovere percorsi di analisi, sperimentazione e condivisione di strumenti con l’obiettivo di sviluppare un’offerta turistica in linea con le motivazioni di viaggio e di esperienza dei turisti delle radici, individuare forme di promozione efficaci, valorizzare le produzioni dei territori, in un’ottica di promozione del “Made in Italy”, e migliorare lo scambio di informazioni per favorire l’inserimento lavorativo, in Italia, degli italiani all’estero e degli italo-discendenti.\r\n\r\nTra gli obiettivi previsti dal protocollo che ha durata triennale: mettere a sistema le competenze delle imprese del turismo, del commercio e dei servizi con quelle delle organizzazioni rappresentative delle comunità di italiani e italo-discendenti nel mondo; realizzare percorsi di aggiornamento sul tema delle radici culturali italiane nel mondo; condividere analisi e ricerche e sviluppare strumenti di supporto, come banche dati e piattaforme di incontro di domanda e offerta, per rafforzare le relazioni con le suddette comunità; favorire la collaborazione nella realizzazione di iniziative ed eventi a livello europeo, nazionale e locale; supportare congiuntamente proposte normative nazionali e regionali per lo sviluppo del turismo delle radici e dei rapporti con le comunità italiane all’estero.\r\n\r\nLa programmazione, il monitoraggio e la valutazione di tutte le azioni previste dal Protocollo sono affidate ad un tavolo di coordinamento costituito da rappresentanti di Confcommercio e U","post_title":"Confcommercio, intesa con Unaie per valorizzare il turismo delle radici","post_date":"2024-07-19T12:04:47+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721390687000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si susseguono a ritmo crescente gli avvisi ai passeggeri da parte delle compagnie aeree che subiscono le ripercussioni del down informatico di Microsoft.\r\nNumerosi i disservizi segnalati: Wizz Air evidenzia lo stop del sito web e dell'app mobile temporaneamente non disponibili, di conseguenza non sono attivi sistema di prenotazione, check-in online, centri di contatto - nuove prenotazioni e modifiche a quelle esistenti. \"Durante l'interruzione - si legge in una nota della low cost -, il check-in gratuito è disponibile in aeroporto. Pertanto, consigliamo ai passeggeri di arrivare in aeroporto almeno 3 ore prima dell'orario di partenza previsto per avere il tempo sufficiente per il check-in, il controllo di sicurezza e le procedure specifiche di salute e sicurezza dell'aeroporto\".\r\nIta Airways comunica che \"è in corso un problema generalizzato a livello mondiale sui sistemi informatici che sta causando importanti disservizi al trasporto aereo con conseguenti ritardi e cancellazioni. La compagnia sta lavorando per limitare al massimo i disagi dei passeggeri\". Per qualsiasi aggiornamento sui voli Ita rimanda all'app e al sito ufficiale, attualmente attivi.\r\nAeroitalia informa che \"anche i nostri sistemi sono stati coinvolti. Il nostro team sta lavorando per ridurre al minimo i disagi e garantire il miglior servizio possibile ai nostri passeggeri\". L'invito è \"a consultare il nostro sito web per aggiornamenti continui e informazioni\".\r\nAeroporti di Puglia evidenzia che al momento \"la situazione è sotto controllo. Dalle prime ore di stamattina la società ha messo in campo tutte le forze necessarie per sopperire alla mancanza dei sistemi informatici e per fornire la massima assistenza ai passeggeri. Inevitabili sono i ritardi che si stanno registrando, così come le cancellazioni dei voli da parte delle compagnie sugli aeroporti di Bari e Brindisi. Per questo, AdP invita tutti i passeggeri a controllare il proprio volo\".\r\n ","post_title":"Guasto informatico: gli avvisi delle compagnie aeree, da Ita Airways a Wizz Air","post_date":"2024-07-19T11:26:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721388418000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471713","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un primo semestre 2024 archiviato nel segno della crescita per Air Europa Italia, \"con fatturato a +9% e passeggeri trasportati a +13%. E un load factor che sulle rotte italiane si è attestato oltre il 90%. Sei mesi che hanno lasciato spazio ad una prima metà di luglio dai risultati ancora più positivi\". Renato Scaffidi, country manager Italia del vettore spagnolo, traccia andamento e aspettative future, alle porte del picco di traffico estivo.\r\n\r\nNon senza un occhio alle 'grandi manovre' ancora in corso nelle stanze di Bruxelles dove \"il recente via libera al matrimonio tra Ita Airways e Lufthansa, potrebbe essere di buon auspicio anche per Air Europa\" nell'ottica di fusione con il gruppo Iag. Operazione che sarebbe l'ennesima conferma di come il \"consolidamento è e sarà la rotta del futuro\".\r\n\r\nNell'attesa, la compagnia aerea porta avanti il proprio sviluppo come vettore \"stand alone\", forte dei risultati \"eccezionali registrati nel primo trimestre dell'anno, cui ha fatto seguito un secondo quarter di sostanziale tenuta\".\r\n\r\nLa performance particolarmente positiva di inizio anno è da imputare a tre fattori precisi: \"L'apertura delle vendite della Venezia-Madrid, l'aggiunta della terza frequenza giornaliera da Milano Malpensa e il ripristino delle frequenze praticamente ai livelli pre-Covid sulle rotte di lungo raggio da Madrid. Un'offerta potenziata, quindi, che ha trovato riscontro nelle vendite e nelle scelte dei passeggeri. Quanto alle tariffe, si nota un lieve calo - dopo mesi al rialzo - proprio dal fatto che i passeggeri sono aumentati in percentuale maggiore rispetto ai ricavi\".\r\n\r\nProprio sui collegamenti beyond Madrid la compagnia conferma \"un market share eccellente\" grazie anche alle scelte dei passeggeri italiani, che \"nell'80% dei casi proseguono via Barajas verso una delle nostre destinazioni in Sud America, con un mix di traffico che è essenzialmente vfr, poi leisure e in parte anche bt. Le mete più richieste sono Lima, L'Avana, la Repubblica Dominicana - dopo serviamo i tre aeroporti Santo Domingo, PuntaCana e Santiago de los\r\nCaballeros -, e ancora San Paolo, Colombia, Ecuador e Bolivia\".\r\n\r\nSul fronte flotta rimane l'incognita delle consegne, mal comune per tutti i vettori: \"Dovremmo ricevere due nuovi Dreamliner entro il 2024, ma non abbiamo purtroppo conferme\", situazione che si ripercuote sull'ampliamento del network che non può prescindere dall'ingresso di nuovi aeromobili, come nel caso dell'attesa apertura su Santiago del Cile.\r\n\r\nInfine, è un ennesimo attestato di fiducia quello del trade nei confronti della compagnia: \"I risultati raggiunti sono frutto del lavoro sinergico promosso con i partner del trade - grandi network, agenzie di viaggio e tour operator - con i quali miglioriamo e consolidiamo costantemente il rapporto. Ciò include attività di co-marketing, partnership, sponsorizzazioni e visibilità nei cataloghi”.\r\n\r\n\r\n\r\n ","post_title":"Air Europa avanti tutta (in attesa di Iag): \"Passeggeri e fatturato in crescita\"","post_date":"2024-07-18T12:13:32+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1721304812000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471718","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo avergliene detto di ogni Ryanair sigla un accordo con Expedia. Infatti il vettore ha annunciato oggi 18 luglio la sua nuova partnership \"Approved ota\" con una delle più grandi società di tecnologia di viaggio del mondo, Expedia Group. Questa collaborazione consente a Expedia Group di offrire i voli low cost di Ryanair ai suoi clienti, migliorando le scelte e le esperienze di viaggio per coloro che cercano valore e convenienza.\r\n\r\nQuesta è un'ottima notizia per i clienti del gruppo Expedia che desiderano prenotare le tariffe basse di Ryanair, l'imbattibile scelta di oltre 240 destinazioni e un servizio impeccabile. Semplificando il processo di prenotazione, i viaggiatori che prenotano voli Ryanair tramite Expedia Group hanno la possibilità di scegliere tra un pacchetto vacanza o una prenotazione indipendente, con un link verso il sito Ryanair.\r\nTrasparenza\r\nCiò garantisce ai clienti di Expedia Group l'accesso diretto al proprio account myRyanair e agli aggiornamenti essenziali dei voli senza dover completare il processo di verifica del cliente di Ryanair. I viaggiatori potranno prenotare voli Ryanair direttamente tramite Expedia Group nei prossimi mesi.\r\n\r\n\"Siamo lieti di annunciare la nostra ultima partnership \"Approved ota\" con Expedia Group, leader globale nella tecnologia di viaggio - ha dichiarato Dara Brady, chief marketing officer di Ryanair -. Grazie a questo nuovo accordo, i viaggiatori di Expedia Group saranno in grado di prenotare i voli low-cost di Ryanair come parte dei loro pacchetti vacanza o prenotazioni indipendenti, con la garanzia di piena trasparenza dei prezzi e pieno accesso alla loro prenotazione. Non vediamo l'ora di lavorare con Expedia Group e di portare i loro clienti a bordo della nostra rete di voli Ryanair leader di mercato nei prossimi mesi\".","post_title":"E alla fine Ryanair stringe un accordo anche con Expedia Group","post_date":"2024-07-18T11:52:38+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1721303558000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471667","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"RwandAir ha celebrato il primo anniversario dei voli diretti da Parigi a Kigali. Lanciato nel giugno 2023, il volo opera tre volte a settimana e, attraverso l'hub del vettore, consente ai passeggeri provenienti dall'Europa numerose connessioni con l’Africa orientale, occidentale, centrale e meridionale.\r\n\r\nNell'ultimo anno, la compagnia aerea ha operato oltre 150 voli tra queste destinazioni soddisfacendo la crescente domanda del mercato europeo. RwandAir - rappresentata in Italia da Tal Aviation -  opera l'unica rotta diretta tra Parigi e Kigali e offre un servizio di scalo per alcuni voli in collegamento attraverso Kigali. Ciò consente ai passeggeri di esplorare il Ruanda prima di proseguire verso le loro destinazioni finali.\r\n\r\n«Questa rotta ha svolto un ruolo fondamentale nell'espansione della nostra connettività globale e nel dimostrare la nostra dedizione offrire un'esperienza di viaggio eccezionale ai nostri passeggeri - ha dichiarato Deogratias Higiro, country manager del vettore a Parigi -. Abbiamo assistito a una domanda crescente da parte del mercato francese, che riflette i forti legami e gli interessi reciproci tra Ruanda e Francia. I nostri voli diretti hanno reso il viaggio più conveniente per i passeggeri e fungono da ponte per aumentare i legami turistici, commerciali e culturali tra i due paesi».\r\n\r\nDall’Italia è possibile prenotare i voli in coincidenza con Ita Airways su Parigi Cdg, in base all’accordo fra i due vettori.\r\n\r\nIl vettore offre anche una generosa franchigia bagaglio: in Economy Class è possibile imbarcare due bagagli da 23 kg ciascuno, mentre in Business Class vengono accettati fino a tre bagagli da 23 kg ciascuno.","post_title":"RwandAir celebra un anno di collegamenti diretti tra Parigi e Kigali","post_date":"2024-07-18T10:00:24+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721296824000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471635","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates ha inaugurato il nuovo Travel Store a Hong Kong, il primo nella regione dell'Asia orientale: primo passo di un progetto di vendita al dettaglio che si svilupperà in fasi successive in tutta l'area e nella rete globale della compagnia di Dubai.\r\n\r\nSituato nel Nexxus Building, l'ultimo concept store offre una gamma completa di servizi premium che comprendono prenotazioni di voli, emissione di biglietti e assistenza personalizzata ai clienti.\r\n\r\n«Questa città è sempre stata strategicamente importante per la compagnia e con il lancio del nostro primo travel store nel centro di Hong Kong, intendiamo offrire ai nostri clienti un'esperienza di travel retail elevata, e offrire meglio l'ospitalità di Emirates in ogni fase del customer journey - ha dichiarato Orhan Abbas, senior vice president, commercial operations -. In linea con la nostra promessa 'Fly Better', il travel store di Emirates combina la tecnologia avanzata con il servizio personalizzato fornito dai nostri consulenti di viaggio esperti, per garantire un'esperienza perfetta e arricchente per i passeggeri».\r\n\r\nEmirates opera attualmente 21 voli settimanali tra Hong Kong e Dubai. A sottolineare il suo impegno verso il mercato di Hong Kong, la compagnia aerea ha recentemente firmato un Memorandum of Understanding (MoU) con l'Hong Kong Tourism Board per incrementare il turismo inbound verso la città da diverse aree chiave in Europa e Medio Oriente. Inoltre, la rinnovata Emirates Lounge all'aeroporto internazionale di Hong Kong è stata riaperta ai passeggeri, mentre la copertura del servizio gratuito di Chauffeur-drive è stata estesa ai passeggeri di Business Class a Hong Kong, migliorando ulteriormente la loro esperienza di viaggio.\r\n\r\n[gallery ids=\"471637,471639,471640\"]","post_title":"Emirates: taglio del nastro per un nuovo Travel Store a Hong Kong, primo in Asia orientale","post_date":"2024-07-18T09:15:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721294102000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471536","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Milano è Malpensa... Ma anche Linate»: Lorenzo Lagorio, country manager easyJet Italia, non si nasconde dietro il 'no comment' ufficiale sulla posizione della compagnia aerea in merito alla futura distribuzione degli slot del City Airport milanese. Quegli slot che Ita Airways ha dovuto cedere per concludere le nozze con Lufthansa.\r\n\r\nA Salerno, in occasione dell'inaugurazione dell'aeroporto campano, sintetizza i futuri passi della compagnia nel nostro Paese. «Non è un segreto: easyJet ha da sempre interesse a crescere sugli scali principali e certamente Linate rientra in questa strategia. Ora, c'è un iter in corso e non sappiamo come si concluderà, ma chiaramente è un’opportunità di sviluppo, in linea con la nostra strategia».\r\n\r\nAttualmente a Linate il vettore ha «in vendita 900.000 posti, su Berlino, Amsterdam Parigi - Orly e Charles de Gaulle - e Londra Gatwick. Scali dove c’è un'elevata componente di viaggiatori d’affari. E proprio a Linate il 25-30% dei nostri passeggeri sono business e dunque più alto-spendenti. Un segmento che teniamo a sviluppare, in Italia e altrove, grazie al nostro posizionamento sugli aeroporti principali».\r\n\r\nTorniamo al Salerno-Costa d'Amalfi, più recente investimento easyJet in Italia.\r\n\r\n«E’ un inizio. E quindi siamo in una fase di test, che ci consentirà di regolarci poi per l’inverno. Cominciamo con cinque rotte (Milano Malpensa, Basilea, Ginevra, Berlino e Londra Gatwick) ma per ora l’unico volo annuale confermato è quello da Milano, attualmente attivo con tre frequenze settimanali che scenderanno a due nella winter. Ma la catchment aerea dello scalo è ampia e dalle grandi potenzialità quindi, dando il tempo alle rotte di maturare, l’obiettivo è quello di rendere i voli sempre più attrattivi grazie ad un maggior numero di frequenze».\r\n\r\nCampania dove easyJet presidia da tempo lo scalo di Napoli.\r\n\r\n«Certo. Napoli è la nostra seconda base in Italia, dove abbiamo aggiunto un velivolo – l’ottavo – e la capacità è cresciuta del 14% rispetto al 2023, con un’offerta posti nell’anno superiore a 3,7 mln. Ma è anche un aeroporto constrained, dove gli slot sono appunto limitati, per cui anche per questo l’aggiunta di Salerno rappresentava un’opportunità interessante. E’ chiaro che ci sarà complementarietà fra i due scali, tenendo però presente che hanno dimensioni totalmente diverse: da Capodichino operiamo 46 rotte operate nella summer, con una capacità di 2,8 mln di posti mentre a Salerno abbiamo in vendita 50.000 posti. C’è anche una curiosità su Napoli: i nostri equipaggi ci fanno notare che un sempre maggior numero di passeggeri americani in arrivo con i voli dei vettori statunitensi, dopo aver trascorso qualche giorno in zona, proseguono con un volo easyJet verso altre mete leisure del nostro network, dalla Sardegna alla Grecia».\r\n\r\nL'estate è entrata nel vivo: qual è l'andamento delle vendite? E la polemica sul caro-voli?\r\n\r\n«Siamo in linea con attese, dopo un 2023 che sul mercato italiano ha registrato oltre 20 milioni di passeggeri. In Italia la strategia di easyJet rimane quella del consolidamento con un focus sui mercati dove siamo rilevanti - Lombardia e Campania come mercati origine - e altri aeroporti come quelli situati in Sicilia, Sardegna, Puglia e Calabria, dove stiamo crescendo, ma sono scali di destinazione da aeroporti internazionali.\r\n\r\nQuanto alle tariffe, tenendo presente che ad aumentare sono anche i costi per i vettori, in Italia dopo aver vissuto periodi di eccesso di offerta, oggi notiamo una razionalizzazione, e per quanto ci riguarda ci sono anche opportunità di prezzi competitivi a luglio e agosto. Naturalmente nei mesi di picco i prezzi sono più elevati, ma non inaccessibili».\r\n\r\nOggi qual è l'importanza delle agenzie di viaggio tra i vostri canali distributivi?\r\n\r\n«Benché il nostro canale principale resti quello diretto, continuiamo a lavorare con le agenzie di viaggio. E’ un canale che curiamo e coltiviamo in particolare per il business travel, dove l'intermediazione si dimostra fondamentale. Attualmente, circa l'85% delle nostre vendite transita dal canale diretto e la restante parte si suddivide tra tour operator, adv, ota etc».\r\n\r\n[gallery ids=\"471555,471554,471562\"]","post_title":"EasyJet e le nuove ambizioni italiane: da Salerno a Milano Linate","post_date":"2024-07-17T09:10:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1721207458000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471559","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Focus sui frequent flyer internazionali per Volare: il programma fedeltà di Ita Airways ha infatti la nuova campagna di Status Match, che consente agli iscritti ai programmi fedeltà di 19 compagnie aeree di accedere direttamente ad uno dei Club superiori del programma Volare e ai suoi vantaggi esclusivi, a seconda di quello di provenienza.\r\nInoltre, i frequent flyer che richiederanno e riceveranno l'approvazione per lo Status Match, guadagneranno 10.000 punti qualificanti Volare. E' possibile aderire alla campagna fino al prossimo 19 agosto e la promozione è valida per tutti i soci Volare, che in fase di registrazione hanno inserito un indirizzo di residenza diverso da Italia.\r\nPer partecipare è quindi necessario: essere soci del programma Volare o Volare Avventura; essere in possesso di una tessera di un livello superiore al livello base ossia livello in ingresso ottenuto al momento dell’iscrizione al programma fedeltà di una delle compagnie aeree incluse nella campagna di Status Match; non aver preso parte a precedenti campagne di Status Match Volare.\r\nLanciato a marzo 2022, Volare conta oltre 2,1 milioni di iscritti in tutto il mondo e oltre 30 partner commerciali nei settori dell'hôtellerie, della mobilità e della finanza, e 10 partner aerei, tra cui Aerolineas Argentinas, AeroMexico, Air Europa, Air France, Delta, Klm, Korean Air, Middle East Airlines (Mea), Virgin Atlantic e Saudia.\r\nAd oggi il 36% dei soci Volare è residente all’estero: Stati Uniti, Brasile, Francia e Argentina sono i quattro principali mercati internazionali in termini di membership.","post_title":"Ita Airways: Volare dedica una nuova campagna ai frequent flyer internazionali","post_date":"2024-07-17T09:09:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721207390000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti