3 October 2022

Val d’Ega, con la funivia di Tires spettacolo e riduzione dell’impatto ambientale

[ 0 ]

È un’anima sempre più verde, quella della Val d’Ega (BZ). Parte di un piano complessivo che mira a minimizzare drasticamente l’impatto ambientale e a diminuire quanto possibile il traffico veicolare con iniziative come il lancio dell’efficiente linea skibus che collega i paesi con i centri sciistici di Obereggen e Carezza e i due comprensori fra loro, la Funivia di Tires si candida a essere una delle più entusiasmanti novità della stagione 2021/2022.

Concepito con l’ausilio e sulla base della filosofia dell’architetto altoatesino Werner Tscholl, l’impianto entrerà in funzione il 10 febbraio 2022, quando gli amanti della montagna potranno avvalersi di una cabinovia a 60 posti in grado collegare San Cipriano con il Catinaccio in 7 minuti su un tracciato di 3,8 km per un dislivello di 644 metri.

L’idea di integrare armoniosamente le stazioni funiviarie nell’incantevole paesaggio dolomitico ha ispirato la realizzazione di una struttura a monte invisibile nei pressi del Rifugio Fronza alle Coronelle, nel regno incantato di Re Laurino che presta il nome – König Laurin – al nuovo mezzo ad agganciamento automatico.

Ad aumentare il fascino dell’ultimo innesto del parco impiantistico della Val d’Ega, c’è inoltre la caratteristica possibilità di guadagnarne il tetto, che la rende l’unica cabinovia cabrio dell’Alto Adige.

 

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431413 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => È finita tra applausi, abbracci e scambi di biglietti da visita, nel primo pomeriggio di mercoledì 28 settembre, l’edizione newyorkese di Travel Hashtag, la prima negli Stati Uniti, tenutasi presso il 5 stelle The Michelangelo, Starhotels Collezione, nel cuore di Manhattan, a due passi da Times Square. Focus della tappa oltreoceano, organizzata in collaborazione con Enit e Ita Airways, la promozione della scoperta dell’Italia turistica diversa dai soliti itinerari: protagoniste assolute la regione Basilicata e la città di Cremona. Ottima la risposta del travel trade locale e della stampa, che hanno animato con interesse e coinvolgimento il networking lunch programmato prima dell’attesa conferenza che ha visto alternarsi Marco Gianni (general manager del Michelangelo), Giorgio Palmucci (ex presidente Enit e consigliere del ministro del Turismo), Francesco Brazzini (marketing manager Enit Usa & Mexico), Roberto Cuesta (country manager Usa & Canada di Ita Airways), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Antonio Nicoletti (direttore generale Apt Basilicata), Daniele Rutigliano (direttore turismo e business development di Scalo Milano Outlet & More) e Zaira Magliozzi (art & travel storyteller, nella doppia veste di ospite e presentatrice). Ospite d'onore, il console generale d’Italia a New York, Fabrizio Di Michele. “È stato un 2022 decisamente intenso: dopo Londra e Dubai – spiega Nicola Romanelli, ideatore e presidente di Travel Hashtag –, New York ha rappresentato un nuovo emozionante capitolo per il nostro evento, che tornerà a sorpresa a novembre con un’ottava edizione articolata su due giorni che avrà luogo in una location iconica nel Sud Italia". [post_title] => Travel Hashtag: dopo New York si torna a novembre in Sud Italia [post_date] => 2022-09-30T10:33:59+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664534039000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431321 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche dopo l’estate continua il trend delle richieste dei tour guidati in Italia, che nel periodo autunnale, oltre alle suggestioni cromatiche di alcuni itinerari come il Trentino, il Chianti e la Val d’Orcia, vede confermate sul sito, sempre aggiornato, numerose date anche per i tour in Puglia, Basilicata e Sicilia. Molte sono infatti le proposte nel calendario autunnale di Boscolo Tours, che per la stagione conferma le partenze dei suoi viaggi guidati nelle destinazioni più richieste nella nostra Penisola, ma anche in Europa e in Medio Oriente. Nel Vecchio continente i viaggi dei ponti comprendono in particolare percorsi guidati in Francia, Germania e Grecia, quest’ultima con ottime performance in una delle stagioni migliori per pensare di visitare il circuito classico. Per il ponte del primo novembre le richieste si indirizzano su classici come lo short break di quattro giorni a Vienna e le combinazioni della capitale austriaca con Praga e Budapest, o con Salisburgo e Monaco in tour guidati di sette giorni. Nel medio raggio il booking Boscolo registra ancora una forte richiesta per la destinazione Turchia, con numeri che nel corso della stagione hanno già superato quelli del 2019; il tutto, assieme alla Giordania, altra meta top dai grandi numeri. Le riaperture di Marocco e Egitto, infine, mostrano previsioni promettenti per le partenze dell’ultimo trimestre 2022, in cui il Gran Tour del Marocco e la Crociera sul Nilo sono già tra le prime scelte del periodo delle feste di fine anno. [post_title] => Boscolo conferma le partenze autunnali dei viaggi guidati per Italia, Europa e Medio Oriente [post_date] => 2022-09-29T10:19:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664446788000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431076 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto. «Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità». Grazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese. «Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale». Negli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown. Un manuale d’uso creato da agenzie e fornitori Spiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio». Il manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui». 10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie La Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti. Ecco cosa c’è nel manuale: - Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno) - Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola) - Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali) - La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano - Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino. - Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus) - Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno) - Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno) - Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso) - Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano) [post_title] => Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo [post_date] => 2022-09-26T10:57:37+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664189857000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431013 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "L'ultima estate sarà ricordata come la più last minute di sempre, anzi direi last second". Esordisce così  Leonardo Massa, nel commentare un'alta stagione che ha comunque dato ottimi segnali di ripresa, soprattutto in termini di volumi. "Paradossalmente la questione caos voli e l'incremento dell'inflazione ha in parte favorito la nostra offerta", racconta il country manager Italia di Msc Crociere. In che modo? "Mi spiego con un esempio: immagino il classico italiano che quest'anno ha cominciato a pensare alle vacanze a giugno; seduto davanti alla tv ha cominciato a sentire dei problemi ai bagagli e dei costi crescenti del carburante per i voli. Inutile negare che, per noi, aver potuto contare su un record di 15 porti d'imbarco facilmente accessibili lungo tutta la Penisola abbia rappresentato un notevole vantaggio competitivo. Certo, alcuni itinerari a medio - lungo raggio ne hanno risentito, ma se si considera che il 75% della nostra proposta è mediamente concentrata nel Mediterraneo il bilancio non può che essere positivo". Anche le marginalità sono peraltro tornate a registrare il segno più. "Da questo punto di vista, tuttavia, c'è ancora parecchio lavoro da fare prima di tornare ai livelli del 2019 - ammette Massa -. C'è bisogno soprattutto del contributo delle agenzie, che rimangono assolutamente il nostro canale distributivo principale. Il loro aiuto sarà fondamentale anche per riallungare le finestre di prenotazioni. I primi segnali stanno arrivando, sull'inverno e persino sull'estate 2023. Ma pure in questo caso il lavoro da fare è notevole".  Msc promette quindi fin da ora di mettere in campo tutte le risorse disponibili, strategiche e commerciali, per spingere sui margini e per allargare le booking windows, insieme alle adv: "Esistono tuttavia variabili esogene su cui non possiamo intervenire: in primis, la guerra e la pressione dell'inflazione sul potere d'acquisto degli italiani", commenta Massa, ben consapevole delle sfide che lo attendono. Infine una battuta sulla questione Ita e Italo: i tanti rumours che circolano non rischiano di distrarre un po' dal business crociere? "Onestamente c'è talmente tanto da fare e abbiamo talmente tante novità in arrivo (su tutte la nuova World Europa che sarà battezzata il prossimo 13 novembre a Doha, seguita subito dopo dalla Seascape, ndr) che non abbiamo neppure il tempo di pensarci", risponde prontamente Massa. [post_title] => L'estate last second di Msc. Ma crescono i volumi e tornano le marginalità [post_date] => 2022-09-23T11:57:00+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663934220000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430982 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Giappone torna ad accogliere i turisti individuali, senza visto, ed elimina il tetto massimo imposto al numero di arrivi giornalieri a partire dal prossimo 11 ottobre. La decisione, già anticipata dalla stampa, è stata comunicata dal primo ministro Fumio Kishida, durante la sua visita a New York per l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Dopo quasi due anni e mezzo di rigide restrizioni legate al contrasto della diffusione del Covid-19, il governo lancerà anche un programma di sconti per i viaggi a livello domestico. "Spero che molte persone lo utilizzino. Voglio sostenere il settori dei viaggi, dell'intrattenimento e altri che hanno avuto difficoltà durante la pandemia", ha dichiarato Kishida durante una conferenza stampa, ripreso dal Japan Times. La svolta Il Giappone aveva autorizzato l'ingresso dei turisti - in gruppi organizzati - lo scorso giugno; il 7 settembre, il governo aveva poi consentito l'ingresso ai turisti senza guida, che avevano però prenotato voli e hotel tramite agenzie di viaggio. Nel 2019 il Paese aveva accolto un numero record di 31,88 milioni di viaggiatori stranieri, cifra che è crollata a circa 250.000 nel 2021, a causa della chiusura delle frontiere. Il tetto massimo di arrivi giornalieri è stato aumentato gradualmente negli ultimi sei mesi, dai 5.000 del 1° marzo per arrivare progressivamente agli attuali 50.000.   [post_title] => Il Giappone riapre ai turisti individuali dall'11 ottobre [post_date] => 2022-09-23T08:45:24+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663922724000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430945 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un itinerario a 5 stelle a Cuba da far vivere ai propri agenti di viaggio partner. E' il nuovo fam trip organizzato  in collaborazione con la compagnia aerea Iberia da Tour2000AmericaLatina, che all'Avana vanta anche un team dedicato per supportare i clienti in tour sull’Isola 24 ore su 24. Il programma prevede la partenza il 2 dicembre e il rientro il 10 dello stesso mese, per assaporare l’atmosfera magica dell’Avana con i suoi luoghi simbolo come piazza della Rivoluzione e il Capitolio, ma anche per assaggiare i famosi cocktail nei luoghi frequentati da Hemingway come la Bodeguita del Medio e il Floridita, nonché farsi travolgere dalla maestosa natura di Vinales. Tappa successiva a Varadero, dove decidere se rilassarsi sulle spiagge bianche infinite o fare due escursioni imperdibili: il Safari a Cayo Blanco o il tour per le Tres Ciudades di Santa Clara, Trinidad e Cienfuegos. “Per noi Cuba è una destinazione da sempre molto importante, che ci ha permesso negli anni di diventare il punto di riferimento per le agenzie di viaggio alla ricerca di un tour operator affidabile ed esperto per gli itinerari sull’isola, dai più semplici ai più complessi", spiega Marino Pagni, general manager di Tour2000AmericaLatina. Agli agenti di viaggio che aderiscono al fam trip è richiesto un contributo che viene interamente restituito alla conferma di cinque pratiche di minimo due persone ciascuna (comprensivo di volo e servizi per minimo sette notti) su tutte le destinazioni di Tour2000AmericaLatina da effettuarsi entro il 31 dicembre 2023. [post_title] => Agli inizi di dicembre, nuovo fam trip a Cuba di Tour2000AmericaLatina [post_date] => 2022-09-22T11:56:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663847806000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430734 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Buenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri. “Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires. Nei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali. “Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.     [post_title] => Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura [post_date] => 2022-09-20T10:32:44+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663669964000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430589 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tutti coloro che tra il 15 settembre e il 31 ottobre acquisteranno un Boscolo Gift, iscrivendosi a un sito ad hoc parteciperanno all'estrazione finale per tre notti nella Grande mela. Il to padovano lancia una nuova iniziativa legata alla propria collezione Gift. In palio, come accennato, uno dei box più preziosi: l'Extraordinary New York da quattro giorni, uno dei top five della linea per esclusività e valore del prodotto. Il cofanetto prevede in particolare un soggiorno per due con pernottamento e prima colazione da scegliere entro una lista di strutture di diverso stile tra Times Square, Soho e la Fifth Avenue. Extraordinary New York include anche un sorvolo in elicottero tra gli skyline di Manhattan, Brooklyn, Ellis Island e gli scenari più amati e rappresentati da fotografi e registi. L’offerta è valida per l’acquisto di tutti i cofanetti della collezione; consente inoltre di guadagnare maggiori possibilità di vincita invitando amici e conoscenti ad acquistare e a partecipare a loro volta al concorso: attraverso un link condiviso, legato al proprio acquisto, le opportunità aumenteranno infatti per ogni invito accettato. Un modo per i clienti e le agenzie di viaggio che vendono Boscolo Gift di condividere l’iniziativa e fare conoscere i cofanetti anche a persone nuove che siano alla ricerca di un regalo. Il premio in palio potrà essere utilizzato secondo le procedure standard valide per tutti i cofanetti Boscolo Gift e il vincitore potrà fare riferimento al booking dedicato e al servizio Boscolo Concierge per essere assistito nelle fasi di conferma ed eventuali prenotazioni di servizi supplementari se richiesti.   [post_title] => Nuovo concorso Boscolo Gift: in palio tre notti a New York [post_date] => 2022-09-16T10:46:28+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663325188000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430368 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si preannuncia un 2023 da record per Club Med. Almeno se i trend di prenotazione dovessero mantenersi sui livelli attuali. Nelle ultime quattro settimane, ha infatti raccontato al Sole 24 Ore la ceo Europe e Africa, Anne Browaeys, il fatturato delle vendite per il primo semestre dell'anno prossimo è cresciuto del 152,3%, rispetto al livello raggiuto nello stesso periodo del 2021. A trainare le performance, i resort di montagna, ma anche La Palmeraie in Marocco e i maldiviani Club Med Kani e Ville di Finolhu. Molto bene, inoltre, anche il 2022 in Italia, dove le strutture del gruppo hanno visto il proprio business crescere del 55% rispetto all'anno pre-Covid 2019. L'offerta Club Med nel nostro Paese è in continua evoluzione, tanto che al Pragelato Sestriere è stato appena terminato un ampliamento di 40 nuovi chalet per un investimento complessivo di 30 milioni di euro. La grande attesa però è soprattutto per il progetto di San Sicario, la cui apertura è prevista per il 2024 per una spesa totale di oltre 110 milioni. Nelle intenzioni della compagnia, il nuovo resort intende diventare un punto di riferimento del prodotto montagna del gruppo, così come l'Exclusive Collection di Cefalù lo è già per l'offerta mare. Grande attenzione sarà posta sull'aspetto sostenibilità. Per i prossimi mesi, infine, dopo l'inaugurazione recentissima del Magna Marbella, Club Med attende in Europa l'apertura a dicembre di due nuovi indirizzi sulle Alpi francesi: il Club Med Tignes da 430 camere, di cui 25 suite Exclusive Collection, due ristoranti, una spa, nonché la più grande piscina del gruppo sulle Alpi, e il Club Med Val d’Isère, primo resort montano della compagnia completamente a 5 stelle (216 camere, una spa e una ricca proposta f&b). In Asia è invece già calendarizzato il giapponese Club Med Hokkaido e un'altra struttura in Cina. [post_title] => Club Med pregusta un fantastico 2023. Per l'anno dopo occhi puntati su San Sicario [post_date] => 2022-09-13T10:44:35+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663065875000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "val dega funivia di tires" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":23,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":346,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431413","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"È finita tra applausi, abbracci e scambi di biglietti da visita, nel primo pomeriggio di mercoledì 28 settembre, l’edizione newyorkese di Travel Hashtag, la prima negli Stati Uniti, tenutasi presso il 5 stelle The Michelangelo, Starhotels Collezione, nel cuore di Manhattan, a due passi da Times Square. Focus della tappa oltreoceano, organizzata in collaborazione con Enit e Ita Airways, la promozione della scoperta dell’Italia turistica diversa dai soliti itinerari: protagoniste assolute la regione Basilicata e la città di Cremona.\r\n\r\nOttima la risposta del travel trade locale e della stampa, che hanno animato con interesse e coinvolgimento il networking lunch programmato prima dell’attesa conferenza che ha visto alternarsi Marco Gianni (general manager del Michelangelo), Giorgio Palmucci (ex presidente Enit e consigliere del ministro del Turismo), Francesco Brazzini (marketing manager Enit Usa & Mexico), Roberto Cuesta (country manager Usa & Canada di Ita Airways), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Antonio Nicoletti (direttore generale Apt Basilicata), Daniele Rutigliano (direttore turismo e business development di Scalo Milano Outlet & More) e Zaira Magliozzi (art & travel storyteller, nella doppia veste di ospite e presentatrice). Ospite d'onore, il console generale d’Italia a New York, Fabrizio Di Michele.\r\n\r\n“È stato un 2022 decisamente intenso: dopo Londra e Dubai – spiega Nicola Romanelli, ideatore e presidente di Travel Hashtag –, New York ha rappresentato un nuovo emozionante capitolo per il nostro evento, che tornerà a sorpresa a novembre con un’ottava edizione articolata su due giorni che avrà luogo in una location iconica nel Sud Italia\".","post_title":"Travel Hashtag: dopo New York si torna a novembre in Sud Italia","post_date":"2022-09-30T10:33:59+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664534039000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431321","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Anche dopo l’estate continua il trend delle richieste dei tour guidati in Italia, che nel periodo autunnale, oltre alle suggestioni cromatiche di alcuni itinerari come il Trentino, il Chianti e la Val d’Orcia, vede confermate sul sito, sempre aggiornato, numerose date anche per i tour in Puglia, Basilicata e Sicilia. Molte sono infatti le proposte nel calendario autunnale di Boscolo Tours, che per la stagione conferma le partenze dei suoi viaggi guidati nelle destinazioni più richieste nella nostra Penisola, ma anche in Europa e in Medio Oriente.\r\n\r\nNel Vecchio continente i viaggi dei ponti comprendono in particolare percorsi guidati in Francia, Germania e Grecia, quest’ultima con ottime performance in una delle stagioni migliori per pensare di visitare il circuito classico. Per il ponte del primo novembre le richieste si indirizzano su classici come lo short break di quattro giorni a Vienna e le combinazioni della capitale austriaca con Praga e Budapest, o con Salisburgo e Monaco in tour guidati di sette giorni.\r\n\r\nNel medio raggio il booking Boscolo registra ancora una forte richiesta per la destinazione Turchia, con numeri che nel corso della stagione hanno già superato quelli del 2019; il tutto, assieme alla Giordania, altra meta top dai grandi numeri. Le riaperture di Marocco e Egitto, infine, mostrano previsioni promettenti per le partenze dell’ultimo trimestre 2022, in cui il Gran Tour del Marocco e la Crociera sul Nilo sono già tra le prime scelte del periodo delle feste di fine anno.","post_title":"Boscolo conferma le partenze autunnali dei viaggi guidati per Italia, Europa e Medio Oriente","post_date":"2022-09-29T10:19:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664446788000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431076","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La sinergia fra Svizzera Turismo e Fiavet Piemonte, siglata con un accordo nel 2021, ha portato a un primo risultato concreto.\r\n\r\n«Negli ultimi 2 anni abbiamo dovuto ripensare alla nostra strategia verso tour operator e agenzie di viaggi – ha dichiarato Laura Zancolò, Key Account Manager per Svizzera Turismo in Italia - per questo abbiamo pensato di stringere accordi con le associazioni di categoria del settore con l’obiettivo di far conoscere il territorio e promuovere il turismo di prossimità».\r\n\r\nGrazie alla collaborazione con Gabriella Aires, presidente Fiavet Piemonte, sono stati realizzati dieci itinerari che esplorano altrettante aree di grande fascino del Paese.\r\n\r\n«Un primo, importante, passo concreto per promuovere questo bel territorio e offrire ai nostri associati una serie di itinerari – afferma Gabriella Aires - programmi per uno o più giorni fruibili per tutti gli associati alla Fiavet, a livello naziionale».\r\n\r\nNegli scorsi due anni Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo hanno organizzato in stretta collaborazione una serie di tre eductour in Svizzera, nel più rigoroso rispetto delle norme sanitarie, utilizzando i periodi di sospensione del lockdown.\r\n\r\nUn manuale d’uso creato da agenzie e fornitori\r\n\r\nSpiega inoltre Aires: «Insieme ai colleghi che hanno partecipato ai tour, e ai fornitori che ci hanno accolti, abbiamo elaborato un vero e proprio manuale d’uso del Paese, con i servizi testati sui nostri percorsi, quotati per gruppi in treno e in bus, famiglie e individuali, su una decina di itinerari. La nostra segreteria ha fatto gran parte del lavoro di assemblaggio».\r\n\r\nIl manuale si intitola appunto ‘La Svizzera di Fiavet Piemonte: «C’è tutta la materia prima necessaria per rispondere a richieste di ogni gusto e per diverse fasce di spesa – chiarisce ancora Aires – tutto destinato all’uso libero, esclusivo e gratuito di tutte le agenzie Fiavet. Per rilanciare ora abbiamo tutti bisogno di prodotto di qualità che ci consenta di valorizzare la nostra professione, offrendo al cliente qualcosa di unico e speciale. Per questo Fiavet Piemonte si è fatta promotrice, grazie alla collaborazione fondamentale di Svizzera Turismo, di un’iniziativa interamente costruita dalle agenzie insieme ai fornitori. E non ci fermeremo qui».\r\n\r\n10 itinerari a soggetto, pronti per le agenzie\r\n\r\nLa Svizzera di Fiavet Piemonte presenta dieci itinerari base, per viaggi da una giornata a quattro giorni/tre notti. I pacchetti sono calibrati per partenze in treno o in bus dalle città del Nord, ma ogni agenzia può inserire le partenze da qualsiasi città in Italia, stazioni o aeroporti.\r\n\r\nEcco cosa c’è nel manuale:\r\n\r\n- Zurigo tra arte e cultura (due giorni, in treno)\r\n\r\n- Berna, il Trenino Verde e il mondo di Kambly, il biscotto più amato (due giorni, in treno da Domodossola)\r\n\r\n- Zurigo per grandi e piccini (due giorni da Milano, per individuali)\r\n\r\n- La Lucerna di Guglielmo Tell e il Pilatus (tre giorni da Milano\r\n\r\n- Berna e la Festa della Cipolla: il 28 novembre, viaggio in giornata, in pullman da Torino.\r\n\r\n- Lugano, i borghi storici del lago e le funicolari (due giorni, in bus)\r\n\r\n- Lucerna e il Museo dei Trasporti, con navigazione sul Lago dei Quattro Cantoni (due giorni, in bus o treno)\r\n\r\n- Lugano e il Monte Generoso (gita di un giorno)\r\n\r\n- Lugano per gli eventi e le mostre d’arte (due giorni in treno da Milano, programma secondo il programma di eventi in corso)\r\n\r\n- Zurigo, Berna e Lucerna, le meravigliose città svizzere (quattro giorni, in treno da Milano)","post_title":"Accordo strategico fra Fiavet Piemonte e Svizzera Turismo","post_date":"2022-09-26T10:57:37+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1664189857000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431013","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"L'ultima estate sarà ricordata come la più last minute di sempre, anzi direi last second\". Esordisce così  Leonardo Massa, nel commentare un'alta stagione che ha comunque dato ottimi segnali di ripresa, soprattutto in termini di volumi. \"Paradossalmente la questione caos voli e l'incremento dell'inflazione ha in parte favorito la nostra offerta\", racconta il country manager Italia di Msc Crociere. In che modo? \"Mi spiego con un esempio: immagino il classico italiano che quest'anno ha cominciato a pensare alle vacanze a giugno; seduto davanti alla tv ha cominciato a sentire dei problemi ai bagagli e dei costi crescenti del carburante per i voli. Inutile negare che, per noi, aver potuto contare su un record di 15 porti d'imbarco facilmente accessibili lungo tutta la Penisola abbia rappresentato un notevole vantaggio competitivo. Certo, alcuni itinerari a medio - lungo raggio ne hanno risentito, ma se si considera che il 75% della nostra proposta è mediamente concentrata nel Mediterraneo il bilancio non può che essere positivo\".\r\n\r\nAnche le marginalità sono peraltro tornate a registrare il segno più. \"Da questo punto di vista, tuttavia, c'è ancora parecchio lavoro da fare prima di tornare ai livelli del 2019 - ammette Massa -. C'è bisogno soprattutto del contributo delle agenzie, che rimangono assolutamente il nostro canale distributivo principale. Il loro aiuto sarà fondamentale anche per riallungare le finestre di prenotazioni. I primi segnali stanno arrivando, sull'inverno e persino sull'estate 2023. Ma pure in questo caso il lavoro da fare è notevole\".  Msc promette quindi fin da ora di mettere in campo tutte le risorse disponibili, strategiche e commerciali, per spingere sui margini e per allargare le booking windows, insieme alle adv: \"Esistono tuttavia variabili esogene su cui non possiamo intervenire: in primis, la guerra e la pressione dell'inflazione sul potere d'acquisto degli italiani\", commenta Massa, ben consapevole delle sfide che lo attendono.\r\n\r\nInfine una battuta sulla questione Ita e Italo: i tanti rumours che circolano non rischiano di distrarre un po' dal business crociere? \"Onestamente c'è talmente tanto da fare e abbiamo talmente tante novità in arrivo (su tutte la nuova World Europa che sarà battezzata il prossimo 13 novembre a Doha, seguita subito dopo dalla Seascape, ndr) che non abbiamo neppure il tempo di pensarci\", risponde prontamente Massa.","post_title":"L'estate last second di Msc. Ma crescono i volumi e tornano le marginalità","post_date":"2022-09-23T11:57:00+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1663934220000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430982","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Giappone torna ad accogliere i turisti individuali, senza visto, ed elimina il tetto massimo imposto al numero di arrivi giornalieri a partire dal prossimo 11 ottobre. La decisione, già anticipata dalla stampa, è stata comunicata dal primo ministro Fumio Kishida, durante la sua visita a New York per l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.\r\n\r\nDopo quasi due anni e mezzo di rigide restrizioni legate al contrasto della diffusione del Covid-19, il governo lancerà anche un programma di sconti per i viaggi a livello domestico. \"Spero che molte persone lo utilizzino. Voglio sostenere il settori dei viaggi, dell'intrattenimento e altri che hanno avuto difficoltà durante la pandemia\", ha dichiarato Kishida durante una conferenza stampa, ripreso dal Japan Times.\r\nLa svolta\r\nIl Giappone aveva autorizzato l'ingresso dei turisti - in gruppi organizzati - lo scorso giugno; il 7 settembre, il governo aveva poi consentito l'ingresso ai turisti senza guida, che avevano però prenotato voli e hotel tramite agenzie di viaggio.\r\n\r\nNel 2019 il Paese aveva accolto un numero record di 31,88 milioni di viaggiatori stranieri, cifra che è crollata a circa 250.000 nel 2021, a causa della chiusura delle frontiere. Il tetto massimo di arrivi giornalieri è stato aumentato gradualmente negli ultimi sei mesi, dai 5.000 del 1° marzo per arrivare progressivamente agli attuali 50.000.\r\n\r\n ","post_title":"Il Giappone riapre ai turisti individuali dall'11 ottobre","post_date":"2022-09-23T08:45:24+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1663922724000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430945","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un itinerario a 5 stelle a Cuba da far vivere ai propri agenti di viaggio partner. E' il nuovo fam trip organizzato  in collaborazione con la compagnia aerea Iberia da Tour2000AmericaLatina, che all'Avana vanta anche un team dedicato per supportare i clienti in tour sull’Isola 24 ore su 24.\r\n\r\nIl programma prevede la partenza il 2 dicembre e il rientro il 10 dello stesso mese, per assaporare l’atmosfera magica dell’Avana con i suoi luoghi simbolo come piazza della Rivoluzione e il Capitolio, ma anche per assaggiare i famosi cocktail nei luoghi frequentati da Hemingway come la Bodeguita del Medio e il Floridita, nonché farsi travolgere dalla maestosa natura di Vinales. Tappa successiva a Varadero, dove decidere se rilassarsi sulle spiagge bianche infinite o fare due escursioni imperdibili: il Safari a Cayo Blanco o il tour per le Tres Ciudades di Santa Clara, Trinidad e Cienfuegos.\r\n\r\n“Per noi Cuba è una destinazione da sempre molto importante, che ci ha permesso negli anni di diventare il punto di riferimento per le agenzie di viaggio alla ricerca di un tour operator affidabile ed esperto per gli itinerari sull’isola, dai più semplici ai più complessi\", spiega Marino Pagni, general manager di Tour2000AmericaLatina. Agli agenti di viaggio che aderiscono al fam trip è richiesto un contributo che viene interamente restituito alla conferma di cinque pratiche di minimo due persone ciascuna (comprensivo di volo e servizi per minimo sette notti) su tutte le destinazioni di Tour2000AmericaLatina da effettuarsi entro il 31 dicembre 2023.","post_title":"Agli inizi di dicembre, nuovo fam trip a Cuba di Tour2000AmericaLatina","post_date":"2022-09-22T11:56:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663847806000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430734","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nBuenos Aires e l'Argentina rinsaldano il legame con il mercato italiano, puntando a ripristinare al più presto i flussi turistici pre-pandemia. Ecco quindi la serata tutta romana organizzata dall’ambasciata argentina, che ha acceso i riflettori su plus e novità della capitale sudamericana, dove nel 2019 i viaggiatori italiani si classificavano all'ottavo posto per numero di arrivi stranieri.\r\n\r\n“Presentare le attrattive di Buenos Aires a Roma è per noi estremamente importante, poiché questo tipo di scambio di esperienze contribuisce alla ripresa del settore\" ha spiegato Lucas Delfino, presidente dell'Ente del Turismo di Buenos Aires.\r\n\r\nNei primi mesi del 2022, da gennaio a maggio, sono stati 688.000 gli arrivi internazionali in Argentina, e di questi 18.000 era di origine italiana secondo i dati forniti dalla Direzione Nazionale delle Migrazioni. Nello stesso periodo del 2019 i viaggiatori italiani erano 44.000, ma va precisato che durante i primi cinque mesi del 2022 non ci sono stati collegamenti diretti con l'Italia, e che la connettività è stata in parte recuperata solo tra giugno e luglio con otto voli settimanali.\r\n\r\n“Buenos Aires è una destinazione che ruota su tre assi principali: cultura, gastronomia e natura; una città che presenta tanta varietà”, ha detto Karina Perticone, executive director di Visit Buenos Aires, un nuovo ente di promozione focalizzato sui segmenti di fascia alta, Lgbt e Mice, che si concentra su temi come la gastronomia, la cultura e le attività urbane all'aperto.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Buenos Aires a Roma con tutte le novità fra cultura, gastronomia e natura","post_date":"2022-09-20T10:32:44+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663669964000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430589","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tutti coloro che tra il 15 settembre e il 31 ottobre acquisteranno un Boscolo Gift, iscrivendosi a un sito ad hoc parteciperanno all'estrazione finale per tre notti nella Grande mela. Il to padovano lancia una nuova iniziativa legata alla propria collezione Gift. In palio, come accennato, uno dei box più preziosi: l'Extraordinary New York da quattro giorni, uno dei top five della linea per esclusività e valore del prodotto.\r\n\r\nIl cofanetto prevede in particolare un soggiorno per due con pernottamento e prima colazione da scegliere entro una lista di strutture di diverso stile tra Times Square, Soho e la Fifth Avenue. Extraordinary New York include anche un sorvolo in elicottero tra gli skyline di Manhattan, Brooklyn, Ellis Island e gli scenari più amati e rappresentati da fotografi e registi.\r\n\r\nL’offerta è valida per l’acquisto di tutti i cofanetti della collezione; consente inoltre di guadagnare maggiori possibilità di vincita invitando amici e conoscenti ad acquistare e a partecipare a loro volta al concorso: attraverso un link condiviso, legato al proprio acquisto, le opportunità aumenteranno infatti per ogni invito accettato. Un modo per i clienti e le agenzie di viaggio che vendono Boscolo Gift di condividere l’iniziativa e fare conoscere i cofanetti anche a persone nuove che siano alla ricerca di un regalo. Il premio in palio potrà essere utilizzato secondo le procedure standard valide per tutti i cofanetti Boscolo Gift e il vincitore potrà fare riferimento al booking dedicato e al servizio Boscolo Concierge per essere assistito nelle fasi di conferma ed eventuali prenotazioni di servizi supplementari se richiesti.\r\n\r\n ","post_title":"Nuovo concorso Boscolo Gift: in palio tre notti a New York","post_date":"2022-09-16T10:46:28+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663325188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430368","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si preannuncia un 2023 da record per Club Med. Almeno se i trend di prenotazione dovessero mantenersi sui livelli attuali. Nelle ultime quattro settimane, ha infatti raccontato al Sole 24 Ore la ceo Europe e Africa, Anne Browaeys, il fatturato delle vendite per il primo semestre dell'anno prossimo è cresciuto del 152,3%, rispetto al livello raggiuto nello stesso periodo del 2021. A trainare le performance, i resort di montagna, ma anche La Palmeraie in Marocco e i maldiviani Club Med Kani e Ville di Finolhu.\r\n\r\nMolto bene, inoltre, anche il 2022 in Italia, dove le strutture del gruppo hanno visto il proprio business crescere del 55% rispetto all'anno pre-Covid 2019. L'offerta Club Med nel nostro Paese è in continua evoluzione, tanto che al Pragelato Sestriere è stato appena terminato un ampliamento di 40 nuovi chalet per un investimento complessivo di 30 milioni di euro. La grande attesa però è soprattutto per il progetto di San Sicario, la cui apertura è prevista per il 2024 per una spesa totale di oltre 110 milioni. Nelle intenzioni della compagnia, il nuovo resort intende diventare un punto di riferimento del prodotto montagna del gruppo, così come l'Exclusive Collection di Cefalù lo è già per l'offerta mare. Grande attenzione sarà posta sull'aspetto sostenibilità.\r\n\r\nPer i prossimi mesi, infine, dopo l'inaugurazione recentissima del Magna Marbella, Club Med attende in Europa l'apertura a dicembre di due nuovi indirizzi sulle Alpi francesi: il Club Med Tignes da 430 camere, di cui 25 suite Exclusive Collection, due ristoranti, una spa, nonché la più grande piscina del gruppo sulle Alpi, e il Club Med Val d’Isère, primo resort montano della compagnia completamente a 5 stelle (216 camere, una spa e una ricca proposta f&b). In Asia è invece già calendarizzato il giapponese Club Med Hokkaido e un'altra struttura in Cina.","post_title":"Club Med pregusta un fantastico 2023. Per l'anno dopo occhi puntati su San Sicario","post_date":"2022-09-13T10:44:35+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663065875000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti