22 April 2024

Val d’Ega, con la funivia di Tires spettacolo e riduzione dell’impatto ambientale

[ 0 ]

È un’anima sempre più verde, quella della Val d’Ega (BZ). Parte di un piano complessivo che mira a minimizzare drasticamente l’impatto ambientale e a diminuire quanto possibile il traffico veicolare con iniziative come il lancio dell’efficiente linea skibus che collega i paesi con i centri sciistici di Obereggen e Carezza e i due comprensori fra loro, la Funivia di Tires si candida a essere una delle più entusiasmanti novità della stagione 2021/2022.

Concepito con l’ausilio e sulla base della filosofia dell’architetto altoatesino Werner Tscholl, l’impianto entrerà in funzione il 10 febbraio 2022, quando gli amanti della montagna potranno avvalersi di una cabinovia a 60 posti in grado collegare San Cipriano con il Catinaccio in 7 minuti su un tracciato di 3,8 km per un dislivello di 644 metri.

L’idea di integrare armoniosamente le stazioni funiviarie nell’incantevole paesaggio dolomitico ha ispirato la realizzazione di una struttura a monte invisibile nei pressi del Rifugio Fronza alle Coronelle, nel regno incantato di Re Laurino che presta il nome – König Laurin – al nuovo mezzo ad agganciamento automatico.

Ad aumentare il fascino dell’ultimo innesto del parco impiantistico della Val d’Ega, c’è inoltre la caratteristica possibilità di guadagnarne il tetto, che la rende l’unica cabinovia cabrio dell’Alto Adige.

 

 

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465920 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465921" align="alignleft" width="300"] Msc Grandiosa[/caption] Inizierà ufficialmente domenica, con la prima toccata di MSC Grandiosa, la stagione di MSC Crociere a Livorno. Quest’anno la Compagnia leader in Mediterraneo  registrerà nella città labronica, grazie alla presenza di ben quattro navi (MSC Fantasia, MSC Grandiosa, MSC Lirica, MSC Orchestra), un nuovo record di passeggeri movimentando oltre 306.000 turisti. Nave da crociera tra le più moderne e avanzate al mondo sotto il profilo tecnologico e ambientale, varata alla fine del 2019, MSC Grandiosa farà tappa ogni domenica per l’intera stagione estiva nel porto toscano, con a bordo circa 6.000 passeggeri, confermando così la centralità della città di Modigliani nelle strategie di sviluppo di MSC Crociere in Mediterraneo. Il numero di turisti movimentati dalla Compagnia a Livorno nel 2024, grazie a ben 75 scali, raggiungerà infatti quasi il triplo rispetto ai livelli pre-Covid (110.000 nel 2019, 50.000 nel 2018), testimoniando così ancora una volta la competitività e l’importanza turistico-culturale della città toscana, ormai celebre a livello internazionale per la sua bellezza, la sua storia ultramillenaria e la ricchezza del suo patrimonio artistico. Da Livorno, inoltre, i crocieristi potranno raggiungere in escursione luoghi meravigliosi come Pisa, Firenze e le altre città d’arte della Toscana, fornendo un significativo contributo allo sviluppo economico del territorio, delle strutture, delle attività e delle mete predilette dai crocieristi come musei, negozi, bar e ristoranti. Leonardo Massa, vice president Southern Europe della divisione crociere del Gruppo MSC, ha dichiarato: «Livorno è un luogo particolarmente importante per MSC Crociere, che ha deciso di continuare a investirvi in maniera significativa, sviluppandone le notevoli potenzialità turistiche e promuovendola come destinazione sempre più rilevante nell’ambito delle proprie strategie, considerando anche il notevole successo riscosso dalla città tra i nostri passeggeri. Livorno è infatti una meta turistica molto ambita sia perché ricca in proprio di grande storia e cultura, sia perché circondata da altre splendide destinazioni note in tutto il mondo. Marsiglia, Barcellona, La Goulette in Tunisia, Napoli e Palermo sono solo alcune delle destinazioni nel Mediterraneo che gli ospiti potranno visitare a bordo di MSC Grandiosa, imbarcandosi da Livorno, per crociere della durata di 7 notti».   [post_title] => Msc: a Livorno nuovo record di passeggeri. Si arriverà a 306 mila turisti [post_date] => 2024-04-19T11:17:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713525469000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465450 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”. La politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%). Sul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.   [post_title] => La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma [post_date] => 2024-04-12T12:48:53+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712926133000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465250 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è stato anche Francesco Totti tra i protagonisti dei Football Camp organizzati dal maldiviano Siyam World. L'ex campione della Roma si è esibito nel periodo di Pasqua con i bimbi e le bimbe del resort dispensando consigli e suggerimenti, e naturalmente autografi e selfie, soprattutto ai genitori(!). È già la seconda volta che Totti sceglie il Siyam World per un soggiorno e un Football Camp maldiviano. Oltre a lui altri campioni italiani come Nicola Ventola, ospite a gennaio, così come Bobo Vieri e Marco Materazzi si sono cimentati sul campo, insieme a a tanti altri giocatori tra cui Juan Sebastián Verón, Esteban Cambiasso, Roberto, Pires, Eric Abidal, Carlos Puyol, Jay Jay Okocha e, proprio recentemente, Wayne Bridge, il portiere Adrián e il pallone d’Oro inglese Michael Owen. Oltre al campo da calcio, Siyam World dispone di campi da tennis e da padel, beach volley, basket, beach cricket e altri sport. Inoltre qui si trova l’unico ranch di tutte le Maldive, con cavalli della rara razza indiana Marwari e pony per i bambini. In acqua, oltre allo snorkeling e alle immersioni, si possono praticare windsurf, parasailing, canoa, moto d’acqua, stand up paddle e provare attività uniche in tutto l’arcipelago. Il Water World è, infatti, il più grande parco acquatico del Sud-Est asiatico, con scivoli e piattaforme su cui giocare e lanciarsi. Ma sono anche disponibili la prima e-bike sull’acqua al mondo, il flyboard, Cudajet, uno zaino con sistema di propulsione per muoversi sott’acqua e il Seabreacher, un mezzo semi sommergibile per due persone che consente di tuffarsi sott’acqua. [post_title] => Francesco Totti protagonista dei Football Camp del Siyam World [post_date] => 2024-04-11T09:04:24+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712826264000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465132 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Apriranno a Roma e a Venezia i tre nuovi sviluppi 2024 di Pacini Group. Nella Città eterna, l'hospitality developer capitolino si appresta infatti a inaugurare The Goethe Hotel: struttura boutique pensata per essere rifugio di avventurieri, sognatori e creativi, ispirata al grande scrittore e viaggiatore. In un palazzo storico a pochi passi da castel Sant’Angelo e dal Vaticano, vedrà inoltre la luce una proprietà upscale destinata a un target bleisure, grazie a un progetto che coniuga storicità, cultura e design. A Venezia, infine, in un edificio con vista sul campanile di San Marco, aprirà le porte Palazzo Rota: una struttura di luxury apartments. Pacini Group, Hospitality Developer, da oltre vent’anni sviluppa progetti di realtà ricettive, upscale e upper upscale, e di ristorazione premium. “Il nostro è un approccio globale che si distingue per la multidisciplinarietà - spiega il fondatore e presidente, Emidio Pacini -. L’’esperienza pluriennale, che ci ha fornito solide radici, viene applicata con passione e creatività nella continua ricerca e innovazione. Ci occupiamo degli aspetti creativi, strategici, progettuali e finanziari di ogni progetto fino alla gestione manageriale. La nostra è una visione non convenzionale ed eclettica, condivisa con un gruppo ristretto di partner selezionati, professionisti in sintonia con il nostro approccio e capaci di cogliere e vincere le sfide di un mercato in evoluzione competitiva”. All’attivo, tra le punte di diamante del portfolio, il 5 stelle The Pantheon Iconic Rome Hotel Autograph Collection by Marriott, che si affaccia sul Pantheon, e il The Venice Times, boutique hotel dove il design contemporaneo incontra l’atmosfera sofisticata della Serenissima. [post_title] => Tre nuovi progetti alberghieri a Roma e Venezia nel 2024 dello sviluppatore Pacini Group [post_date] => 2024-04-09T11:25:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712661939000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465101 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo importante ordine per Fincantieri, a cui il gruppo Norwegian Cruise Line Holdings ha commissionato due navi destinate al brand Regent Seven Seas Cruises e altrettante a Oceania Cruises. Le unità Regent, le cui consegne sono previste nel 2026 e nel 2029, avranno una stazza lorda di 77 mila tonnellate e saranno in grado di ospitare circa 860 passeggeri, mentre le Oceania Cruises, con consegna nel 2027 e nel 2028, avranno una stazza lorda di 85 mila tonnellate e ospiteranno circa 1.450 passeggeri. Il contratto per queste quattro nuove unità è effettivo e già garantito da finanziamento. Il gruppo Usa ha poi firmato una lettera di intenti con lo stesso armatore per lo studio della costruzione di ulteriori quattro unità che saranno le più grandi mai realizzate per il brand Norwegian Cruise Line. Le navi, previste in consegna nel 2030, 2032, 2034 e 2036, avranno una stazza lorda di circa 200 mila tonnellate e saranno in grado di ospitare circa 5 mila passeggeri. Attraverso questo ordine strategico, per ciascun marchio si progetterà la propria classe di navi nuove. In linea con le politiche di sostenibilità della società, si prevede che i nuovi progetti contribuiranno ad avanzare nel percorso verso la decarbonizzazione. Questa seconda intesa, che è soggetta a finanziamento e ad altri termini e condizioni, apre una nuova fase nella partnership di lungo periodo tra i due gruppi. “Siamo particolarmente orgogliosi di questo nuovo imponente accordo e della partnership con un cliente prestigioso come Ncl Holdings, a conferma di una continuità di rapporti strategici che consideriamo un grande valore industriale - commenta l'amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri, Pierroberto Folgiero -. Un traguardo importante per i nostri cantieri e un accordo storico per il gruppo, a conferma della robusta ripartenza del mercato e degli investimenti che avevamo previsto nel nostro nuovo piano industriale”.   [post_title] => Fincantieri: mega ordine dal gruppo Ncl per quattro navi più quattro in opzione [post_date] => 2024-04-09T10:10:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712657437000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte dalla Spezia un progetto pilota, con il lancio dell’area turistica ligure-apuana composta da 66 comuni. L'obiettivo è quello di sviluppare un’offerta turistica intrinsecamente legata alla concezione di un territorio interconnesso e interattivo, dove le esperienze di viaggio non sono limitate da confini geografici, ma si estendono fluidamente attraverso paesaggi diversificati e suggestivi. Per questo è stato siglato dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, in rappresentanza dei comuni aderenti all’area vasta, e dal Ministro del Turismo Daniela Santanchè, alla presenza dell’Assessore Maria Grazia Frijia, del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell’Assessore Regionale al Turismo Augusto Sartori, il protocollo d'intesa con il Ministero del Turismo per la promozione turistica dell’Area vasta Ligure Apuana attraverso l’hub digitale del turismo – italia.it. L’Area Vasta, di cui il Comune della Spezia è ideatore e promotore, rappresenta il primo modello nazionale teso alla promozione di un turismo coordinato e integrato tra i 66 Comuni compresi nella provincia della Spezia, del  "Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara", e dei Comuni del "Distretto Turistico delle Valli di Apua": «La Spezia lancia un progetto che vuole essere un modello nazionale per un turismo capace di guardare oltre i confini territoriali – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – ogni area presenta un patrimonio culturale, storico, paesaggistico ed enogastronomico molto vario e il progetto intende integrare tra loro le particolarità di ognuno dei 66 comuni aderenti con la finalità di ampliare l’offerta turistica, andando incontro alle esigenze di un pubblico sempre più internazionale ed offrendo esperienze diversificate che consentiranno di vivere il territorio 365 giorni l’anno. La specifica collocazione geografica nella quale ci troviamo rappresenta un importante punto di forza, così come le unicità che abbiamo il privilegio di poter annoverare nel territorio dell’Area Vasta». «È un progetto molto intelligente che va nella direzione del Piano Strategico del Turismo- commenta il Ministro del Turismo Daniela Santanchè  -. Mettere insieme sessantasei comuni – continua il Ministro- e aver superato i confini regionali nell’interesse di quelle che sono le sinergie, i servizi e le bellezze naturalistiche della nostra Italia ha portato a compiere un grandissimo lavoro. E ringrazio tutti coloro che hanno partecipato per mettere insieme il progetto dell’ALA. Il Progetto fa emergere un interesse comune, un interesse di squadra che abbandona i personalismi, e che alla fine non danno i risultati che si potrebbero avere lavorando in sinergia. Superare gli egoismi significa lasciare più soldi nei territori, facendo vivere queste comunità solo, o prevalentemente, di turismo». Con il protocollo d’intesa siglato questa mattina, il Ministero del turismo si impegna a dare visibilità prioritaria sull’Hub Digitale del Turismo (TDH), attraverso il portale Italia.it, ai territori dell’Area Vasta Ligure Apuana e a promuovere tutti gli attrattori e gli operatori turistici coinvolti in azioni, attività e progetti nel settore turistico; fornire supporto in sede di integrazione dei contenuti, nel rispetto dell’interfaccia grafica e dello standard comunicativo propri dell’Hub Digitale del Turismo e in coerenza con le linee guida di interoperabilità adottate; pubblicare i contenuti, resi disponibili dall’Area Vasta Ligure Apuana, dagli enti che ne fanno parte e i Comuni ricompresi nel suo territorio, nel rispetto del piano editoriale del portale Italia.it, valorizzando e promuovendo i percorsi tematici proposti.   «La Spezia – aggiunge l’assessore regionale al turismo  Augusto Sartori - svolge una fondamentale funzione di regia nell’ambito del progetto Area Vasta Ligure Apuana, insieme all’Alta Toscana e alla Lunigiana, che ha come scopo lavorare insieme in una partnership virtuosa capace di generare esperienze immersive e personalizzate da vivere in tutte le stagioni dell’anno. A ciò si collega la prima edizione di Bitesp che avrà luogo tra qualche giorno proprio alla Spezia e che rappresenta un riconoscimento del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale, affiancata dalle azioni della Regione, che ha portato ad un sostanziale cambiamento della percezione della città sempre più posizionata come destinazione turistica con un ruolo centrale e non più di supporto». Hanno aderito al protocollo di Area Vasta i Comuni di: La Spezia, Sarzana,   Santo Stefano  Magra,  Luni, Castelnuovo Magra,  Ameglia,   Arcola,   Vezzano Ligure, Calice al Cornoviglio, Bolano,  Rocchetta  Vara,  Sesta Godano,  Zignago,  Lerici,  Portovenere,  Riomaggiore,  Vernazza,  Bonassola,  Deiva Marina,  Framura, Levanto, Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Carro,  Carrodano,  Follo,  Maissana,  Pignone,  Ricco del Golfo,  Varese Ligure,  Massa,  Carrara.,  Pontremoli,  Filattiera,  Villafranca in Lunigiana,  Bagnone,  Licciana Nardi,  Aulla,  Fivizzano,  Fosdinovo,  Casola in Lunigiana,  Comano,  Podenzana,  Mulazzo,  Tresana, Zeri,  Minucciano, Camporgiano, Piazza al Serchio,  Sillano-Giuncugnano, Castelnuovo  Garfagnana, Pieve Fosciana, Fosciandora, Molazzana, Villa Collemanna,  Careggine, Barga, Gallicano, Fabbriche  Vergemoli, Coreglia Antelminelli, Bagni  Lucca, Pescaglia,  Borgo a Mozzano, San Romano in Garfagnana,  Castiglione  Garfagnana     [post_title] => Area Vasta Ligure Apuana, dalla Spezia il primo modello nazionale per la promozione integrata di 66 comuni [post_date] => 2024-04-03T12:35:15+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712147715000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464784 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con una giravolta degna del miglior trapezista, il nostro ministro del turismo Daniela Santanchè ha deciso che non serve più contare i turisti che arrivano in Italia. La frase esattamente è questa: "Non dobbiamo contare quanti turisti arrivano, ma quanti soldi lasciano perché abbiamo ancora un gap con il resto dei Paesi turistici d'Europa. Non è più il tempo di contare le teste. Appropriamoci dell'orgoglio di essere italiani e diamo valore al nostro Paese". Quindi visto che alcuni turisti non sono "altospendenti", per usare il gergo di coloro che non sanno nulla della nostra lingua e coniano parole asservite al profitto, allora cosa bisogna fare? Respingerli alla frontiera? Mettiamo per esempio i tedeschi che arrivano in massa sulle spiagge e nelle città italiane ma che non sono fra i turisti più spendaccioni, che ci facciamo con i tedeschi? Li rimandiamo a casa? Li convinciamo a spendere di più? Facciamo loro un master (a pagamento s'intende) finalizzato alla spesa? Unwto Non si riesce a capire da dove arrivi questa svolta. Probabilmente  gli analisti le avranno detto che non riusciremo neanche nel 2024 a risalire la china. Che saremo sempre il terzo o quarto paese al mondo e quindi lei ha virato sulla spesa. Ci dispiace però informare il ministro che in tutto il mondo i turisti si contano in primo luogo a numero, e poi a spesa. Basta leggere un rapporto dell'Unwto per capire che le cose stanno così. Non c'è niente da fare. Ultima chiosa: cosa c'entra la spesa dei turisti con l'orgoglio di essere italiani?  Giuseppe Aloe [post_title] => Santanchè: "Non contiamo più i turisti ma la spesa". Un'altra giravolta [post_date] => 2024-04-03T11:15:41+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712142941000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464761 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo Londra, Sestriere e Sanremo la campagna #Pesto Masterpiece of Liguria arriva a Milano, città particolarmente importante per il turismo ligure, dalla quale provengono, storicamente, molti dei visitatori che scelgono la regione per le vacanze. Dal 5 al 7 aprile il gigantesco mortaio con tanto di pestello, simbolo dell’enogastronomia e delle tradizioni liguri sarà installato sulla Darsena, lato mercato, e sarà accompagnato, come nelle altre tappe, da una serie di attività a tema pesto. «Oltre all’imponente mortaio, che è già di per sé un’icona, capace non solo di attirare l’attenzione ma di comunicare, in modo semplice e diretto, un messaggio – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, le persone si troveranno davanti a una vera e propria isola del pesto, con gazebi che sabato e domenica distribuiranno trofie al pesto a pranzo e in orario di aperitivo, sdraio per godersi il sole con gli occhiali color pesto brandizzati e scuole di pesto a partecipazione gratuita. Un maestro d’eccezione, lo chef Roberto Panizza, spiegherà tutti i passaggi di questa eccellenza della tradizione ligure. Un appuntamento che ha come obiettivo far conoscere sempre di più la nostra terra su questo mercato, tra i più importanti per il settore, e consolidare ulteriormente una presenza storica ed estremamente fidelizzata. Oltre a questo vogliamo portare il mortaio gigante, e il pesto, a Milano per rendere ancora più visibile la Liguria vista l’importanza economica, mediatica e culturale di questa città». “La presenza a Milano della campagna #Pesto Masterpiece of Liguria con l'ormai famoso mega mortaio gonfiabile è una tappa che riscuoterà sicuramente un grandissimo successo – aggiunge l'assessore regionale al Turismo Augusto Sartori - La Lombardia è il bacino più importante a livello nazionale e internazionale per il turismo ligure: infatti, nonostante l’enorme crescita del turismo internazionale in Liguria, cresciuto del 9% in termini di arrivi nel 2023 rispetto al 2022, le presenze di turisti provenienti da quella regione nel 2023 sono state più di 3 milioni e 200 mila”. Venerdì 5 aprile alle ore 18 proprio Roberto Panizza sarà il giudice della tappa eliminatoria della nuova edizione del Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio, che ripartirà subito dopo la conclusione della X edizione, avvenuta il 23 marzo. A Milano, 10 concorrenti si sfideranno: il migliore parteciperà all’edizione del Campionato Mondiale 2025. La campagna #Pesto: Masterpiece of Liguria sta generando grande interesse: i risultati delle precedenti tappe sono confermati dai dati dell’hashtag #lamialiguria che, nella prima settimana di novembre 2023, in occasione della tappa londinese, ha registrato più di 1.300.00 impression e più di 250.000 interazioni con i post pubblicati sui social. In questo caso, la campagna ha generato oltre 600mila visualizzazioni delle clip e oltre 3,6 milioni di utenti raggiunti. Nella tappa di Sestriere invece la campagna ha ottenuto 3,5 milioni di impression su 1,6 milioni di utenti raggiunti. [post_title] => #Pesto Masterpiece of Liguria, dal 5 al 7 aprile protagonista a Milano [post_date] => 2024-04-03T10:32:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712140363000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464662 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si terrà il 4 e 5  aprile al Terminal Cruise della Spezia la Bitesp La Spezia: prima Borsa Internazionale sul Turismo Esperienziale alla Spezia organizzata dall’amministrazione in collaborazione con la società International Group di Padova che da 7 anni organizza la Bitesp di Venezia.  La due giorni dedicata al turismo, nasce da un’idea dell’amministrazione che nei mesi scorsi ha raggruppato i comuni compresi nel  "Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara", e dei Comuni del "Distretto Turistico delle Valli di Apua" e con loro ha stipulato un protocollo d’intesa che si pone un grande obiettivo: sviluppare il turismo locale per fare in modo che diventi una vera e propria impresa capace di  creare ricchezza e benessere per i cittadini, con l’ambizione di offrire lavoro stabile e di qualità ai giovani.  L’accordo si basa sulla consapevolezza che i territori, situati tra la punta estrema a settentrione della Toscana ed il Levante ligure, possano organizzare un sistema condiviso, dal punto di vista della governance, della rete di servizi e delle infrastrutture per costruire un’offerta turistica integrata e coordinata, che integri a livello interregionale le aree costiere e quelle “interne”. Inoltre realizzare progetti, iniziative e strategie che portino i territori ad essere protagonisti nel settore turistico, che possano agevolare la destagionalizzazione. «La Spezia ha raggiunto nel 2023 livelli eccellenti in termini turistici registrando un +16,63% negli arrivi e + 12,79% delle presenze rispetto all’anno precedente – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – una crescita esponenziale che rende ancora più necessario sviluppare un turismo esperienziale su Area Vasta così da garantire un’offerta integrata e ancora più variegata. La prima borsa internazionale del turismo esperienziale BITESP, che per la prima volta approderà alla Spezia, rappresenta un’opportunità importante per far conoscere ad un pubblico sempre più internazionale il nostro territorio e le sue bellezze uniche al mondo, unitamente alla partecipazione alle principali fiere italiane del settore, che sicuramente rappresentano un rilevante valore aggiunto, e al continuare a portare avanti investimenti ed azioni mirate che in questi anni ci hanno consentito di arrivare ai grandi risultati in termini numerici che oggi sono sotto gli occhi di tutti». «Grazie al lavoro degli uffici comunali e alla preziosa collaborazione degli enti locali del territorio -aggiunge l’assessore al turismo Maria Grazia Frijia - stiamo mettendo in campo un progetto ambizioso teso alla costruzione di un nuovo sistema turistico di area vasta. Facendo leva sulla capacità del territorio di fare squadra, l’obiettivo è quello di proporci come nuova destinazione turistica fruibile 365 giorni l’anno, dove poter  trascorrere molti più giorni di vacanza di quanto non facciano già oggi i nostri visitatori. Il Comune della Spezia sarà capofila di un territorio capace di offrire prodotti turistici di qualità e una vasta gamma di esperienze dal mare alla montagna, dall’enogastronomia alla cultura, dal trekking alla classica vacanza in spiaggia. Puntiamo a valorizzare tutti gli aspetti della nostra area vasta per far scoprire una meta turistica sempre differente, facendo del turismo sempre più un traino strategico dell’economia della nostra città e del nostro comprensorio, lavorando sulla crescita di tutto il comparto, dagli operatori agli imprenditori». L’evento si caratterizza per la modalità B2B e mette in contatto diretto l’offerta con la domanda, pertanto 30 Buyers internazionali provenienti da tutta Europa e non solo, specializzati nella vendita di turismo esperienziale incontreranno i sellers (operatori del settore turistico esperienziale) dei vari comuni dell’area vasta coinvolti nel progetto al fine di creare opportunità di business reciproche illustrando le bellezze e le Experience che il turista potrà trovare nel nostro territorio.  La Bitesp si articolerà, come detto,  in due giornate, il 4 e 5 aprile 2024. Una caratterizzata dal confronto b2b e l’altra che offrirà, attraverso tour mirati,  ai buyers di poter vivere direttamente e vedere con i propri occhi quanto è stato presentato il giorno precedente. La prima giornata si aprirà con i saluti istituzionali  e successivamente si darà avvio alle attività tra buyers e seller che andranno avanti per tutta la giornata   [post_title] => La Spezia, dal 4 al 5 aprile la prima Borsa sul Turismo Esperienziale per il territorio della Area Vasta [post_date] => 2024-04-02T11:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712059014000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "val dega funivia di tires" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":22,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":368,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465920","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465921\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Msc Grandiosa[/caption]\r\n\r\nInizierà ufficialmente domenica, con la prima toccata di MSC Grandiosa, la stagione di MSC Crociere a Livorno. Quest’anno la Compagnia leader in Mediterraneo  registrerà nella città labronica, grazie alla presenza di ben quattro navi (MSC Fantasia, MSC Grandiosa, MSC Lirica, MSC Orchestra), un nuovo record di passeggeri movimentando oltre 306.000 turisti. Nave da crociera tra le più moderne e avanzate al mondo sotto il profilo tecnologico e ambientale, varata alla fine del 2019, MSC Grandiosa farà tappa ogni domenica per l’intera stagione estiva nel porto toscano, con a bordo circa 6.000 passeggeri, confermando così la centralità della città di Modigliani nelle strategie di sviluppo di MSC Crociere in Mediterraneo.\r\n\r\nIl numero di turisti movimentati dalla Compagnia a Livorno nel 2024, grazie a ben 75 scali, raggiungerà infatti quasi il triplo rispetto ai livelli pre-Covid (110.000 nel 2019, 50.000 nel 2018), testimoniando così ancora una volta la competitività e l’importanza turistico-culturale della città toscana, ormai celebre a livello internazionale per la sua bellezza, la sua storia ultramillenaria e la ricchezza del suo patrimonio artistico. Da Livorno, inoltre, i crocieristi potranno raggiungere in escursione luoghi meravigliosi come Pisa, Firenze e le altre città d’arte della Toscana, fornendo un significativo contributo allo sviluppo economico del territorio, delle strutture, delle attività e delle mete predilette dai crocieristi come musei, negozi, bar e ristoranti.\r\n\r\nLeonardo Massa, vice president Southern Europe della divisione crociere del Gruppo MSC, ha dichiarato: «Livorno è un luogo particolarmente importante per MSC Crociere, che ha deciso di continuare a investirvi in maniera significativa, sviluppandone le notevoli potenzialità turistiche e promuovendola come destinazione sempre più rilevante nell’ambito delle proprie strategie, considerando anche il notevole successo riscosso dalla città tra i nostri passeggeri. Livorno è infatti una meta turistica molto ambita sia perché ricca in proprio di grande storia e cultura, sia perché circondata da altre splendide destinazioni note in tutto il mondo. Marsiglia, Barcellona, La Goulette in Tunisia, Napoli e Palermo sono solo alcune delle destinazioni nel Mediterraneo che gli ospiti potranno visitare a bordo di MSC Grandiosa, imbarcandosi da Livorno, per crociere della durata di 7 notti».\r\n\r\n ","post_title":"Msc: a Livorno nuovo record di passeggeri. Si arriverà a 306 mila turisti","post_date":"2024-04-19T11:17:49+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713525469000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465450","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La montagna si conferma strategica per la crescita di Garibaldi Hotels. La stagione invernale si è conclusa con un + 25% rispetto allo stesso periodo del 2023 e mantiene un trend positivo anche per le prenotazioni estive, al momento superiori persino al prodotto mare. “Il Trentino continua a darci grandi soddisfazioni: le abbondanti nevicate della seconda metà di febbraio e l’allungamento della stagione fino a fine marzo, in corrispondenza delle vacanze di Pasqua, hanno permesso ai turisti di sciare in tranquillità e godere delle bellezze della val di Fassa - spiega il direttore generale della compagnia, Fabrizio Prete -. Quest’anno abbiamo riscontrato un forte interesse da parte degli stranieri che sono arrivati numerosi sulle montagne del Trentino. E anche l'estate ci sta dando grandissime soddisfazioni: al momento le prenotazioni che abbiamo per le tre strutture in Trentino superano infatti la Puglia e la Sardegna, che seguono a ruota”.\r\n\r\nLa politica commerciale del gruppo già dallo scorso anno è fortemente improntata verso i mercati internazionali, sviluppando accordi con operatori dell’Est Europa. Ma un forte interesse è arrivato anche da altri paesi come per esempio quello anglosassone. “Il primo test ha portato a risultati positivi e ci siamo attivati con riconferme anche per il prossimo anno attraverso operazioni in garantito”, continua Prete. Oltre al fatturato registra il segno positivo anche la tariffa media con una crescita del 5%, mentre le vendite sono ripartite tra gruppi (+20%), dirette (+ 25%), to e adv (+60%).\r\n\r\nSul fronte mare le prenotazioni di Garibaldi Hotels sono partite leggermente prima rispetto allo scorso anno: “Sul pari data siamo a +32%, con un 28% in crescita sulle presenze. Dati che arrivano soprattutto da Puglia e Sardegna, mentre ancora deve decollare la Sicilia che rimane indietro rispetto alle altre proposte mare\", conclude Prete. Per quanto riguarda le novità di prodotto dopo la nuova struttura in Sardegna, l’hotel Diana a Santa Teresa di Gallura, il 2024 vedrà il raddoppio di Garibaldi Hotels anche su Roma con un nuovo city hotel.\r\n\r\n ","post_title":"La montagna spinge le performance di Garibaldi Hotels. In arrivo un nuovo hotel a Roma","post_date":"2024-04-12T12:48:53+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712926133000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465250","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è stato anche Francesco Totti tra i protagonisti dei Football Camp organizzati dal maldiviano Siyam World. L'ex campione della Roma si è esibito nel periodo di Pasqua con i bimbi e le bimbe del resort dispensando consigli e suggerimenti, e naturalmente autografi e selfie, soprattutto ai genitori(!). È già la seconda volta che Totti sceglie il Siyam World per un soggiorno e un Football Camp maldiviano. Oltre a lui altri campioni italiani come Nicola Ventola, ospite a gennaio, così come Bobo Vieri e Marco Materazzi si sono cimentati sul campo, insieme a a tanti altri giocatori tra cui Juan Sebastián Verón, Esteban Cambiasso, Roberto, Pires, Eric Abidal, Carlos Puyol, Jay Jay Okocha e, proprio recentemente, Wayne Bridge, il portiere Adrián e il pallone d’Oro inglese Michael Owen.\r\n\r\nOltre al campo da calcio, Siyam World dispone di campi da tennis e da padel, beach volley, basket, beach cricket e altri sport. Inoltre qui si trova l’unico ranch di tutte le Maldive, con cavalli della rara razza indiana Marwari e pony per i bambini. In acqua, oltre allo snorkeling e alle immersioni, si possono praticare windsurf, parasailing, canoa, moto d’acqua, stand up paddle e provare attività uniche in tutto l’arcipelago. Il Water World è, infatti, il più grande parco acquatico del Sud-Est asiatico, con scivoli e piattaforme su cui giocare e lanciarsi. Ma sono anche disponibili la prima e-bike sull’acqua al mondo, il flyboard, Cudajet, uno zaino con sistema di propulsione per muoversi sott’acqua e il Seabreacher, un mezzo semi sommergibile per due persone che consente di tuffarsi sott’acqua.","post_title":"Francesco Totti protagonista dei Football Camp del Siyam World","post_date":"2024-04-11T09:04:24+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712826264000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465132","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Apriranno a Roma e a Venezia i tre nuovi sviluppi 2024 di Pacini Group. Nella Città eterna, l'hospitality developer capitolino si appresta infatti a inaugurare The Goethe Hotel: struttura boutique pensata per essere rifugio di avventurieri, sognatori e creativi, ispirata al grande scrittore e viaggiatore. In un palazzo storico a pochi passi da castel Sant’Angelo e dal Vaticano, vedrà inoltre la luce una proprietà upscale destinata a un target bleisure, grazie a un progetto che coniuga storicità, cultura e design. A Venezia, infine, in un edificio con vista sul campanile di San Marco, aprirà le porte Palazzo Rota: una struttura di luxury apartments.\r\n\r\nPacini Group, Hospitality Developer, da oltre vent’anni sviluppa progetti di realtà\r\nricettive, upscale e upper upscale, e di ristorazione premium. “Il nostro è un approccio globale che si distingue per la multidisciplinarietà - spiega il fondatore e presidente, Emidio Pacini -. L’’esperienza pluriennale, che ci ha fornito solide radici, viene applicata con passione e creatività nella continua ricerca e innovazione. Ci occupiamo degli aspetti creativi, strategici, progettuali e finanziari di ogni progetto fino alla gestione manageriale. La nostra è una visione non convenzionale ed eclettica, condivisa con un gruppo ristretto di partner selezionati, professionisti in sintonia con il nostro approccio e capaci di cogliere e vincere le sfide di un mercato in evoluzione competitiva”.\r\n\r\nAll’attivo, tra le punte di diamante del portfolio, il 5 stelle The Pantheon Iconic Rome Hotel Autograph Collection by Marriott, che si affaccia sul Pantheon, e il The Venice Times, boutique hotel dove il design contemporaneo incontra l’atmosfera sofisticata della Serenissima.","post_title":"Tre nuovi progetti alberghieri a Roma e Venezia nel 2024 dello sviluppatore Pacini Group","post_date":"2024-04-09T11:25:39+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712661939000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465101","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo importante ordine per Fincantieri, a cui il gruppo Norwegian Cruise Line Holdings ha commissionato due navi destinate al brand Regent Seven Seas Cruises e altrettante a Oceania Cruises. Le unità Regent, le cui consegne sono previste nel 2026 e nel 2029, avranno una stazza lorda di 77 mila tonnellate e saranno in grado di ospitare circa 860 passeggeri, mentre le Oceania Cruises, con consegna nel 2027 e nel 2028, avranno una stazza lorda di 85 mila tonnellate e ospiteranno circa 1.450 passeggeri. Il contratto per queste quattro nuove unità è effettivo e già garantito da finanziamento.\r\n\r\nIl gruppo Usa ha poi firmato una lettera di intenti con lo stesso armatore per lo studio della costruzione di ulteriori quattro unità che saranno le più grandi mai realizzate per il brand Norwegian Cruise Line. Le navi, previste in consegna nel 2030, 2032, 2034 e 2036, avranno una stazza lorda di circa 200 mila tonnellate e saranno in grado di ospitare circa 5 mila passeggeri. Attraverso questo ordine strategico, per ciascun marchio si progetterà la propria classe di navi nuove. In linea con le politiche di sostenibilità della società, si prevede che i nuovi progetti contribuiranno ad avanzare nel percorso verso la decarbonizzazione.\r\n\r\nQuesta seconda intesa, che è soggetta a finanziamento e ad altri termini e condizioni, apre una nuova fase nella partnership di lungo periodo tra i due gruppi. “Siamo particolarmente orgogliosi di questo nuovo imponente accordo e della partnership con un cliente prestigioso come Ncl Holdings, a conferma di una continuità di rapporti strategici che consideriamo un grande valore industriale - commenta l'amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri, Pierroberto Folgiero -. Un traguardo importante per i nostri cantieri e un accordo storico per il gruppo, a conferma della robusta ripartenza del mercato e degli investimenti che avevamo previsto nel nostro nuovo piano industriale”.\r\n\r\n ","post_title":"Fincantieri: mega ordine dal gruppo Ncl per quattro navi più quattro in opzione","post_date":"2024-04-09T10:10:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712657437000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464778","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte dalla Spezia un progetto pilota, con il lancio dell’area turistica ligure-apuana composta da 66 comuni.\r\n\r\nL'obiettivo è quello di sviluppare un’offerta turistica intrinsecamente legata alla concezione di un territorio interconnesso e interattivo, dove le esperienze di viaggio non sono limitate da confini geografici, ma si estendono fluidamente attraverso paesaggi diversificati e suggestivi.\r\n\r\nPer questo è stato siglato dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, in rappresentanza dei comuni aderenti all’area vasta, e dal Ministro del Turismo Daniela Santanchè, alla presenza dell’Assessore Maria Grazia Frijia, del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell’Assessore Regionale al Turismo Augusto Sartori, il protocollo d'intesa con il Ministero del Turismo per la promozione turistica dell’Area vasta Ligure Apuana attraverso l’hub digitale del turismo – italia.it.\r\n\r\nL’Area Vasta, di cui il Comune della Spezia è ideatore e promotore, rappresenta il primo modello nazionale teso alla promozione di un turismo coordinato e integrato tra i 66 Comuni compresi nella provincia della Spezia, del  \"Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara\", e dei Comuni del \"Distretto Turistico delle Valli di Apua\":\r\n\r\n«La Spezia lancia un progetto che vuole essere un modello nazionale per un turismo capace di guardare oltre i confini territoriali – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – ogni area presenta un patrimonio culturale, storico, paesaggistico ed enogastronomico molto vario e il progetto intende integrare tra loro le particolarità di ognuno dei 66 comuni aderenti con la finalità di ampliare l’offerta turistica, andando incontro alle esigenze di un pubblico sempre più internazionale ed offrendo esperienze diversificate che consentiranno di vivere il territorio 365 giorni l’anno. La specifica collocazione geografica nella quale ci troviamo rappresenta un importante punto di forza, così come le unicità che abbiamo il privilegio di poter annoverare nel territorio dell’Area Vasta».\r\n\r\n«È un progetto molto intelligente che va nella direzione del Piano Strategico del Turismo- commenta il Ministro del Turismo Daniela Santanchè  -. Mettere insieme sessantasei comuni – continua il Ministro- e aver superato i confini regionali nell’interesse di quelle che sono le sinergie, i servizi e le bellezze naturalistiche della nostra Italia ha portato a compiere un grandissimo lavoro. E ringrazio tutti coloro che hanno partecipato per mettere insieme il progetto dell’ALA. Il Progetto fa emergere un interesse comune, un interesse di squadra che abbandona i personalismi, e che alla fine non danno i risultati che si potrebbero avere lavorando in sinergia. Superare gli egoismi significa lasciare più soldi nei territori, facendo vivere queste comunità solo, o prevalentemente, di turismo».\r\n\r\nCon il protocollo d’intesa siglato questa mattina, il Ministero del turismo si impegna a dare visibilità prioritaria sull’Hub Digitale del Turismo (TDH), attraverso il portale Italia.it, ai territori dell’Area Vasta Ligure Apuana e a promuovere tutti gli attrattori e gli operatori turistici coinvolti in azioni, attività e progetti nel settore turistico; fornire supporto in sede di integrazione dei contenuti, nel rispetto dell’interfaccia grafica e dello standard comunicativo propri dell’Hub Digitale del Turismo e in coerenza con le linee guida di interoperabilità adottate; pubblicare i contenuti, resi disponibili dall’Area Vasta Ligure Apuana, dagli enti che ne fanno parte e i Comuni ricompresi nel suo territorio, nel rispetto del piano editoriale del portale Italia.it, valorizzando e promuovendo i percorsi tematici proposti.\r\n\r\n \r\n\r\n«La Spezia – aggiunge l’assessore regionale al turismo  Augusto Sartori - svolge una fondamentale funzione di regia nell’ambito del progetto Area Vasta Ligure Apuana, insieme all’Alta Toscana e alla Lunigiana, che ha come scopo lavorare insieme in una partnership virtuosa capace di generare esperienze immersive e personalizzate da vivere in tutte le stagioni dell’anno. A ciò si collega la prima edizione di Bitesp che avrà luogo tra qualche giorno proprio alla Spezia e che rappresenta un riconoscimento del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale, affiancata dalle azioni della Regione, che ha portato ad un sostanziale cambiamento della percezione della città sempre più posizionata come destinazione turistica con un ruolo centrale e non più di supporto».\r\n\r\nHanno aderito al protocollo di Area Vasta i Comuni di:\r\n\r\nLa Spezia, Sarzana,   Santo Stefano  Magra,  Luni, Castelnuovo Magra,  Ameglia,   Arcola,   Vezzano Ligure, Calice al Cornoviglio, Bolano,  Rocchetta  Vara,  Sesta Godano,  Zignago,  Lerici,  Portovenere,  Riomaggiore,  Vernazza,  Bonassola,  Deiva Marina,  Framura, Levanto, Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Carro,  Carrodano,  Follo,  Maissana,  Pignone,  Ricco del Golfo,  Varese Ligure,  Massa,  Carrara.,  Pontremoli,  Filattiera,  Villafranca in Lunigiana,  Bagnone,  Licciana Nardi,  Aulla,  Fivizzano,  Fosdinovo,  Casola in Lunigiana,  Comano,  Podenzana,  Mulazzo,  Tresana, Zeri,  Minucciano, Camporgiano, Piazza al Serchio,  Sillano-Giuncugnano, Castelnuovo  Garfagnana, Pieve Fosciana, Fosciandora, Molazzana, Villa Collemanna,  Careggine, Barga, Gallicano, Fabbriche  Vergemoli, Coreglia Antelminelli, Bagni  Lucca, Pescaglia,  Borgo a Mozzano, San Romano in Garfagnana,  Castiglione  Garfagnana\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Area Vasta Ligure Apuana, dalla Spezia il primo modello nazionale per la promozione integrata di 66 comuni","post_date":"2024-04-03T12:35:15+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712147715000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464784","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con una giravolta degna del miglior trapezista, il nostro ministro del turismo Daniela Santanchè ha deciso che non serve più contare i turisti che arrivano in Italia. La frase esattamente è questa: \"Non dobbiamo contare quanti turisti arrivano, ma quanti soldi lasciano perché abbiamo ancora un gap con il resto dei Paesi turistici d'Europa. Non è più il tempo di contare le teste. Appropriamoci dell'orgoglio di essere italiani e diamo valore al nostro Paese\".\r\n\r\nQuindi visto che alcuni turisti non sono \"altospendenti\", per usare il gergo di coloro che non sanno nulla della nostra lingua e coniano parole asservite al profitto, allora cosa bisogna fare? Respingerli alla frontiera? Mettiamo per esempio i tedeschi che arrivano in massa sulle spiagge e nelle città italiane ma che non sono fra i turisti più spendaccioni, che ci facciamo con i tedeschi? Li rimandiamo a casa? Li convinciamo a spendere di più? Facciamo loro un master (a pagamento s'intende) finalizzato alla spesa?\r\nUnwto\r\nNon si riesce a capire da dove arrivi questa svolta. Probabilmente  gli analisti le avranno detto che non riusciremo neanche nel 2024 a risalire la china. Che saremo sempre il terzo o quarto paese al mondo e quindi lei ha virato sulla spesa. Ci dispiace però informare il ministro che in tutto il mondo i turisti si contano in primo luogo a numero, e poi a spesa. Basta leggere un rapporto dell'Unwto per capire che le cose stanno così. Non c'è niente da fare.\r\n\r\nUltima chiosa: cosa c'entra la spesa dei turisti con l'orgoglio di essere italiani? \r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Santanchè: \"Non contiamo più i turisti ma la spesa\". Un'altra giravolta","post_date":"2024-04-03T11:15:41+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712142941000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464761","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo Londra, Sestriere e Sanremo la campagna #Pesto Masterpiece of Liguria arriva a Milano, città particolarmente importante per il turismo ligure, dalla quale provengono, storicamente, molti dei visitatori che scelgono la regione per le vacanze.\r\nDal 5 al 7 aprile il gigantesco mortaio con tanto di pestello, simbolo dell’enogastronomia e delle tradizioni liguri sarà installato sulla Darsena, lato mercato, e sarà accompagnato, come nelle altre tappe, da una serie di attività a tema pesto.\r\n\r\n«Oltre all’imponente mortaio, che è già di per sé un’icona, capace non solo di attirare l’attenzione ma di comunicare, in modo semplice e diretto, un messaggio – spiega il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti -, le persone si troveranno davanti a una vera e propria isola del pesto, con gazebi che sabato e domenica distribuiranno trofie al pesto a pranzo e in orario di aperitivo, sdraio per godersi il sole con gli occhiali color pesto brandizzati e scuole di pesto a partecipazione gratuita. Un maestro d’eccezione, lo chef Roberto Panizza, spiegherà tutti i passaggi di questa eccellenza della tradizione ligure. Un appuntamento che ha come obiettivo far conoscere sempre di più la nostra terra su questo mercato, tra i più importanti per il settore, e consolidare ulteriormente una presenza storica ed estremamente fidelizzata. Oltre a questo vogliamo portare il mortaio gigante, e il pesto, a Milano per rendere ancora più visibile la Liguria vista l’importanza economica, mediatica e culturale di questa città».\r\n\r\n“La presenza a Milano della campagna #Pesto Masterpiece of Liguria con l'ormai famoso mega mortaio gonfiabile è una tappa che riscuoterà sicuramente un grandissimo successo – aggiunge l'assessore regionale al Turismo Augusto Sartori - La Lombardia è il bacino più importante a livello nazionale e internazionale per il turismo ligure: infatti, nonostante l’enorme crescita del turismo internazionale in Liguria, cresciuto del 9% in termini di arrivi nel 2023 rispetto al 2022, le presenze di turisti provenienti da quella regione nel 2023 sono state più di 3 milioni e 200 mila”.\r\n\r\nVenerdì 5 aprile alle ore 18 proprio Roberto Panizza sarà il giudice della tappa eliminatoria della nuova edizione del Campionato Mondiale di Pesto al Mortaio, che ripartirà subito dopo la conclusione della X edizione, avvenuta il 23 marzo. A Milano, 10 concorrenti si sfideranno: il migliore parteciperà all’edizione del Campionato Mondiale 2025.\r\n\r\nLa campagna #Pesto: Masterpiece of Liguria sta generando grande interesse: i risultati delle precedenti tappe sono confermati dai dati dell’hashtag #lamialiguria che, nella prima settimana di novembre 2023, in occasione della tappa londinese, ha registrato più di 1.300.00 impression e più di 250.000 interazioni con i post pubblicati sui social. In questo caso, la campagna ha generato oltre 600mila visualizzazioni delle clip e oltre 3,6 milioni di utenti raggiunti.\r\n\r\nNella tappa di Sestriere invece la campagna ha ottenuto 3,5 milioni di impression su 1,6 milioni di utenti raggiunti.","post_title":"#Pesto Masterpiece of Liguria, dal 5 al 7 aprile protagonista a Milano","post_date":"2024-04-03T10:32:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712140363000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464662","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si terrà il 4 e 5  aprile al Terminal Cruise della Spezia la Bitesp La Spezia: prima Borsa Internazionale sul Turismo Esperienziale alla Spezia organizzata dall’amministrazione in collaborazione con la società International Group di Padova che da 7 anni organizza la Bitesp di Venezia. \r\n\r\nLa due giorni dedicata al turismo, nasce da un’idea dell’amministrazione che nei mesi scorsi ha raggruppato i comuni compresi nel  \"Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara\", e dei Comuni del \"Distretto Turistico delle Valli di Apua\" e con loro ha stipulato un protocollo d’intesa che si pone un grande obiettivo: sviluppare il turismo locale per fare in modo che diventi una vera e propria impresa capace di  creare ricchezza e benessere per i cittadini, con l’ambizione di offrire lavoro stabile e di qualità ai giovani.  L’accordo si basa sulla consapevolezza che i territori, situati tra la punta estrema a settentrione della Toscana ed il Levante ligure, possano organizzare un sistema condiviso, dal punto di vista della governance, della rete di servizi e delle infrastrutture per costruire un’offerta turistica integrata e coordinata, che integri a livello interregionale le aree costiere e quelle “interne”. Inoltre realizzare progetti, iniziative e strategie che portino i territori ad essere protagonisti nel settore turistico, che possano agevolare la destagionalizzazione.\r\n\r\n«La Spezia ha raggiunto nel 2023 livelli eccellenti in termini turistici registrando un +16,63% negli arrivi e + 12,79% delle presenze rispetto all’anno precedente – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – una crescita esponenziale che rende ancora più necessario sviluppare un turismo esperienziale su Area Vasta così da garantire un’offerta integrata e ancora più variegata. La prima borsa internazionale del turismo esperienziale BITESP, che per la prima volta approderà alla Spezia, rappresenta un’opportunità importante per far conoscere ad un pubblico sempre più internazionale il nostro territorio e le sue bellezze uniche al mondo, unitamente alla partecipazione alle principali fiere italiane del settore, che sicuramente rappresentano un rilevante valore aggiunto, e al continuare a portare avanti investimenti ed azioni mirate che in questi anni ci hanno consentito di arrivare ai grandi risultati in termini numerici che oggi sono sotto gli occhi di tutti».\r\n\r\n«Grazie al lavoro degli uffici comunali e alla preziosa collaborazione degli enti locali del territorio -aggiunge l’assessore al turismo Maria Grazia Frijia - stiamo mettendo in campo un progetto ambizioso teso alla costruzione di un nuovo sistema turistico di area vasta. Facendo leva sulla capacità del territorio di fare squadra, l’obiettivo è quello di proporci come nuova destinazione turistica fruibile 365 giorni l’anno, dove poter  trascorrere molti più giorni di vacanza di quanto non facciano già oggi i nostri visitatori. Il Comune della Spezia sarà capofila di un territorio capace di offrire prodotti turistici di qualità e una vasta gamma di esperienze dal mare alla montagna, dall’enogastronomia alla cultura, dal trekking alla classica vacanza in spiaggia. Puntiamo a valorizzare tutti gli aspetti della nostra area vasta per far scoprire una meta turistica sempre differente, facendo del turismo sempre più un traino strategico dell’economia della nostra città e del nostro comprensorio, lavorando sulla crescita di tutto il comparto, dagli operatori agli imprenditori».\r\n\r\nL’evento si caratterizza per la modalità B2B e mette in contatto diretto l’offerta con la domanda, pertanto 30 Buyers internazionali provenienti da tutta Europa e non solo, specializzati nella vendita di turismo esperienziale incontreranno i sellers (operatori del settore turistico esperienziale) dei vari comuni dell’area vasta coinvolti nel progetto al fine di creare opportunità di business reciproche illustrando le bellezze e le Experience che il turista potrà trovare nel nostro territorio. \r\n\r\nLa Bitesp si articolerà, come detto,  in due giornate, il 4 e 5 aprile 2024. Una caratterizzata dal confronto b2b e l’altra che offrirà, attraverso tour mirati,  ai buyers di poter vivere direttamente e vedere con i propri occhi quanto è stato presentato il giorno precedente.\r\n\r\nLa prima giornata si aprirà con i saluti istituzionali  e successivamente si darà avvio alle attività tra buyers e seller che andranno avanti per tutta la giornata\r\n\r\n ","post_title":"La Spezia, dal 4 al 5 aprile la prima Borsa sul Turismo Esperienziale per il territorio della Area Vasta","post_date":"2024-04-02T11:56:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712059014000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti