23 April 2024

Addetta a polizze e sinistri Milano

Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da: Deborah
Telefono: 339 6980928
Email:
Provincia: • ,
Comune: • 

Settore: • 
Mansione: • 


Testo dell'annuncio

Esperienza ultraventennale in agenzia di assicurazioni in Milano, addetta a polizze e sinistri, rapporti con la clientela, conoscenza procedimenti di contabilità, pacchetto Office, quarantenne cerca lavoro full o part time in Milano città o provincia (area nord-ovest). Automunita, libera subito. Invio di CV su richiesta. Contatti: tel. 339 6980928, Deborah.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465827 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mezzo secolo di vita per ibis, il marchio di hotel economici fondato nel 1974 ha basato il suo progetto su tre pilastri fondamentali: convenienza, innovazione e qualità, che hanno in qualche modo rivoluzionato il concetto di viaggio e ospitalità. In 50 anni il brand del gruppo Accor è diventato il marchio leader mondiale negli hotel economy, presente in oltre 2.500 sedi in 79 Paesi con tre marchi distinti: ibis, ibis Styles e ibis budget. Continuando a esplorare nuove frontiere con una pipeline di oltre 320 hotel, ibis continuerà a espandere la sua presenza in nuovi mercati nel 2024 e oltre, segnando il suo 50° anniversario con l'apertura nell'80° paese entro la fine dell'anno con il debutto dell'ibis Styles Reykjavik Muli in Islanda. Per celebrare l'anniversario, ibis lancerà un nuovo programma di cultura aziendale, una employee ambassadorship globale e una campagna di branding, che andranno a rafforzare i valori fondamentali del marchio. L'obiettivo è di ribadire al mondo che ibis non solo è leader di mercato, ma anche un marchio che si distingue grazie alle persone che ne fanno parte. "ibis è un autentico power brand. Conosciuto in tutto il mondo, ha reso i viaggi accessibili, permettendo a tutti di vivere esperienze di viaggio di qualità, indipendentemente dal budget - afferma Karelle Lamouche, chief commercial officer, Premium Midscale & Economy brands, di Accor -. Il 50° anniversario non è semplicemente una celebrazione, ma una testimonianza di cinque decenni di grande dedizione nel rendere i viaggi possibili, nell'offrire un'ospitalità attenta a tutti e nel mantenersi leader indiscusso nel segmento di riferimento". [post_title] => Ibis celebra il suo primo mezzo secolo di vita. E continua a crescere [post_date] => 2024-04-18T13:30:32+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713447032000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465820 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo, Luxury Wine Resort di Marsala, elegante hotel a cinque stelle e tenuta agricola di eccellenza della Sicilia Occidentale, il lusso, e il privilegio di concederselo, sono qualcosa di estremamente semplice. Le raffinate suite del resort accolgono in un abbraccio gli ospiti, e offrono una vista meravigliosa sulla piscina e la torre storica. Dopo il relax è possibile fare una gita alla vicina Favignana, o alla piccola Mozia, gioiello e scrigno di preziosi reperti archeologici. Questa isola, situata nella Riserva Naturale dello Stagnone, è stata abitata dai Fenici e conserva testimonianze della sua antichissima storia. Vi si possono ammirare vestigia di templi, mosaici, costruzioni, e l’affascinante statua denominata Giovane di Mozia. La scultura, rinvenuta nel 1979 e datata al 450 a.C. raffigura probabilmente un auriga di fattura così delicata da affascinare suggerendo leggerezza e movimento. Imperdibili le saline che fanno da specchio al cielo, le passeggiate in bicicletta lungo la Riserva Naturale dello Stagnone, le lezioni di pittura sull’acqua, le uscite in canoa o in barca a vela.  Il pacchetto dedicato “Benvenuta Primavera” prevede due notti in camera matrimoniale o doppia con prima colazione, visita del Baglio antico e della cantina di affinamento con degustazione di vini e olio Evo abbinati a prodotti tipici locali, disponibile fino al 31 maggio. [post_title] => Baglio Oneto, Primavera al Luxury Wine Resort tra lusso e natura [post_date] => 2024-04-18T12:04:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713441842000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465117 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C. Località che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città. È a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979.  Baltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York. Lancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti. Princeton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York. New York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia. [gallery ids="465124,465127,465126"] [post_title] => Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York [post_date] => 2024-04-09T10:54:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712660068000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465016 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il treno storico di Trenord compie 100 anni nel 2024 e festeggia con una nuova meta: oltre al lago Maggiore è infatti possibile raggiungere da Milano anche il Lago di Como. Sarà domenica 14 aprile la prima corsa del treno storico, che tornerà sui binari per riproporre ai passeggeri nuovi viaggi da trascorrere nell’atmosfera degli anni ’20, sui sedili di velluto rosso delle carrozze di prima classe dagli interni in legno, in compagnia di personaggi in costume d’epoca che svolgeranno performance teatrali. A Laveno Mombello Lago, destinazione proposta nell’edizione 2023, quest’anno si aggiungerà quella nuova di Como Lago, stazione affacciata sulle rive del Lario. Restaurato nel biennio 2021-2022, il treno storico è composto da tre carrozze di prima classe AZ 130-136-137, costruite negli anni 1924-25, dal locomotore E 600-3, realizzato da OM-CGE nel 1928, e dal locomotore E 610-04, prodotto dalla Breda-CGE nel 1949, tutti completamente restaurati. Il biglietto speciale dedicato all’iniziativa comprende, al costo di 15,60 euro, il percorso di andata e ritorno sul treno storico, più il viaggio di andata e ritorno su treni Trenord da qualunque stazione della Lombardia a Milano, Saronno o Varese, per le corse dirette a Laveno. Per i ragazzi fino ai 13 anni il viaggio è gratuito. La corsa Milano-Como di domenica 14 aprile Il primo treno storico della stagione, domenica 14 aprile, partirà da Milano Cadorna alle ore 9.40; e arriverà alle ore 11.30 alla stazione di Como Lago, a pochi passi dalla riva del Lario. La fermata intermedia a Saronno è prevista alle 10.28, con ripartenza alle 10.35. Da Como, la corsa di rientro partirà alle ore 16.30, con fermata a Saronno alle ore 17.22 e arrivo a Milano Cadorna alle ore 18.17.   [post_title] => Trenord celebra i 100 anni del treno storico, da Milano ai laghi Maggiore e di Como [post_date] => 2024-04-08T10:36:02+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712572562000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464702 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aumento di capitale in vista per Club del Sole. Il veicolo di investimento Nb Aurora, che ha acquisito il 40% del gruppo open air nel 2018 attraverso la controllata First Club, ha infatti appena sottoscritto un accordo vincolante per la cessione a The Equity Club dell'intera sua partecipazione nella holding dell'operatore romagnolo. L'operazione avrà un controvalore complessivo di circa 109 milioni di euro, di cui circa 35 milioni di competenza dello stesso Nb Aurora. L'accordo prevede un reinvestimento in Club del Sole da parte di Nb Aurora, insieme ad altri fondi gestiti dalla controllante Neuberger Berman e ad alcuni co-investitori, per un importo massimo di 65 milioni di euro (di cui almeno 45 milioni di competenza di Nb Aurora). Il tutto anche attraverso la sottoscrizione, insieme a Tec, di un importante aumento di capitale destinato a supportare l‘ulteriore crescita della società. [caption id="attachment_464710" align="alignright" width="300"] Niccolò Querci[/caption] La famiglia Giondi, che ha fondato l'operatore open air nel 1974, continuerà a mantenere la maggioranza del capitale e a guidare il progetto industriale. Il closing dell’operazione è atteso per inizio maggio 2024. The Equity Club è un'iniziativa di club deal promossa da Mediobanca insieme a Roberto Ferraresi e Filippo Penatti. Stando a BeBeez e a Milano Finanza, al termine dell'intero articolato processo, a Tec dovrebbe far capo il 29% della holding Club del Sole, mentre a Nb Aurora e soci, tra i quali Red Circle Investments dell’imprenditore veneto Renzo Rosso, rimarrebbe il 20% della società. Clearwater International ha assistito The Equity Club in qualità di m&a advisor, con un team composto da Niccoló Querci, Omar Laroussi Bussi e Arturo Gregorini. L'operazione è stata inoltre condotta con l’ausilio di due financial advisor: Rothschild & Co e Credem Euromobiliare Private Banking. [post_title] => Club del Sole verso un aumento di capitale. In arrivo un nuovo partner finanziario [post_date] => 2024-04-02T12:10:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712059842000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Grecia consolida ulteriormente la progressiva e costante ripresa che ha caratterizzato gli anni post pandemia: nel 2023 gli arrivi internazionali e le entrate turistiche sono aumentati, rispettivamente, del 4% e del 12% rispetto al 2019. Se confrontato con il 2022 il traffico turistico in entrata in Grecia è aumentato del 17,6% e ha raggiunto circa i 32,7 milioni di viaggiatori, rispetto ai 27,8 milioni del 2022; le entrate dei viaggi lo scorso anno hanno registrato un aumento del 15,7% rispetto al 2022 e sono state pari a 20,460 miliardi di euro. Secondo l'Insete - l'unità di ricerca della Greek Tourism Confederation - avendo definitivamente superato le cifre del 2019, il 2023 è ora il nuovo anno di riferimento per l'andamento del turismo in Grecia. La recente analisi evidenza che nel 2023 gli arrivi aerei internazionali hanno raggiunto quota 24,1 milioni, con un aumento di 2,5 milioni (+11,8%) rispetto al 2022. Gli aeroporti di Atene e Salonicco hanno registrato una crescita significativa degli arrivi, rispettivamente del 27,4% e del 19,4% nel 2023 rispetto al 2022. Entrambi gli scali hanno registrato una crescita impressionante, soprattutto nel primo trimestre del 2023, rispetto al primo trimestre del 2022, quando erano ancora in vigore le restrizioni di viaggio dovute alla Covid-19. Gli arrivi internazionali su strada hanno raggiunto i 10,4 milioni, rispetto agli 8,0 milioni del periodo gennaio-dicembre 2022, registrando un aumento significativo di 2,4 milioni (+30,4%). Performance da record per crociere e traghetti, sulle rotte dell'Adriatico, che hanno superato tutti i numeri degli anni passati in termini di arrivi di passeggeri: il totale degli arrivi di navi da crociera nei 49 porti greci ha così raggiunto quota 5.230 e il numero di passeggeri ha toccato i 7 milioni, con un aumento di 450 arrivi di navi (+9%) e un incremento di 2,4 milioni di passeggeri (+51%) rispetto al 2022. Infine, in termini di entrate, che si sono attestate a circa 20,4 milioni di euro per una crescita del 15,7% rispetto al 2022, l'istituto di ricerca mostra che l'11,5% è da attribuirsi ai residenti nei Paesi dell'Unione europea: in particolare, le entrate dalla Germania sono aumentate del 9,5%, raggiungendo circa 3,56 milioni di euro, mentre quelle dalla Francia sono aumentate dell'11,6%, raggiungendo circa 1,42 milioni di euro. Dai Paesi al di fuori dell'Ue le entrate dal Regno Unito sono aumentate del 5,8% (3,3 milioni di euro) e quelle dagli Stati Uniti del 14% (1,36 milioni di euro).  [post_title] => Grecia avanti tutta rispetto al 2019: boom del traffico crocieristico [post_date] => 2024-04-02T11:40:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712058005000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464216 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464219" align="alignleft" width="300"] Vittorio Ducrot[/caption] Ci sarà anche la presentazione di un libro autobiografico del fondatore Vittorio Ducrot (in programma allo spazio Ducrot in primavera), nonché un press tour al Ducrot Rose garden, la villa di campagna di famiglia sulle colline umbre, tra le iniziative che i Viaggi dell'Elefante ha in programma quest'anno per festeggiare i propri primi 50 anni. L'operatore capitolino è infatti nato nel 1974 da un’idea di Vittorio Ducrot, per gli amici Vicky, viaggiatore appassionato e desideroso di condividere le proprie scoperte fatte in anni di esplorazioni in decine di Paesi del mondo. “Sin dall’inizio la nostra scelta, realizzata con il sostegno della compagnia di bandiera olandese Klm, fu quella di offrire ai clienti un tipo di viaggio di alta gamma in tutti i continenti - racconta Enrico Ducrot, figlio del fondatore e ceo dell’azienda -, selezionando le destinazioni più suggestive e garantendo il massimo comfort e professionalità in ogni dettaglio del viaggio. Dalle selvagge terre dell'Indonesia ai maestosi safari in Tanzania, dalle antiche meraviglie dell'India alle incantevoli spiagge del Centro America, il marchio ha continuato a innovare”. I cataloghi, sin dalla prima pubblicazione, erano illustrati con le miniature indiane della collezione di famiglia e con le antiche incisioni, estratte dai libri di esplorazione ottocenteschi della biblioteca. “Per questo abbiamo deciso di pubblicare il nuovo catalogo del Cinquantesimo anniversario - prosegue Ducrot - con in copertina una delle miniature più amate da mio padre Vicky Ducrot. Molte di queste illustrazioni originali sono ancora presenti nella collezione in azienda, come quelle di David Roberts”. La storia di Viaggi dell'Elefante è segnata da una continua evoluzione. La proposta iniziale di viaggi di gruppo si è trasformata nel tempo in viaggi su misura, con itinerari personalizzati creati da veri e propri artigiani del viaggio. Nel corso degli anni, il marchio ha ampliato la propria offerta introducendo nuove destinazioni: dalle strade storiche come la via della Seta alle spiagge paradisiache del Sud America e dell'Oceania. Nel 2006 è stata lanciata la linea Ecoluxury, un'innovativa proposta che unisce l'alta qualità del servizio con un’attenzione particolare per la sostenibilità ambientale e il supporto alle comunità locali. «Il successo dei Viaggi dell'Elefante è il frutto del lavoro instancabile di un team di oltre 35 esperti - aggiunge Ducrot -, impegnati ogni giorno a mantenere vivo lo spirito e gli ideali del fondatore. Clienti affezionati, alcuni dei quali alla terza e quarta generazione, testimoniano la reputazione e l'impegno costante del marchio nel fornire esperienze di viaggio indimenticabili». In occasione di questo importante anniversario, Viaggi dell'Elefante rinnova inoltre il proprio impegno verso la sostenibilità e l'etica nel turismo, con l'obiettivo di coinvolgere un numero sempre più consistente di partner e clienti nel sostegno alle realtà locali e alla conservazione del patrimonio culturale e ambientale delle destinazioni visitate. “La nostra programmazione si arricchisce quest’anno di trenta partenze speciali, viaggi di gruppo accompagnati da esperti - conclude Ducrot - per visitare mete in tutto il mondo legate a ricorrenze, feste, festival ed eventi religiosi che rendono questi viaggi veramente unici”. Con un fatturato medio annuo di 20 milioni di euro, il to offre una gamma di proposte turistiche suddivise in otto brand differenti: Turismo Accessibile, Blu, Arte, Best Seller, Digital Detox, Fotografia, Limited Edition ed Ecoluxury, studiati per soddisfare le richieste e le necessità di una clientela sempre più vicina all’ambiente, alla sostenibilità, alla bellezza, alla cultura e al rispetto delle tradizioni che il mondo sa offrire.   [post_title] => Viaggi dell'Elefante: il to fondato da Vittorio Ducrot festeggia i propri primi 50 anni [post_date] => 2024-03-25T11:36:47+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711366607000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi.  Secondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi). A centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto). Si tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa. Intanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.   [post_title] => Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023 [post_date] => 2024-03-22T10:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711102312000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464001 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “L’Italia è il mercato da cui ci aspettiamo il maggiore successo: in nessuno degli altri paesi di cui sono responsabile abbiamo così tanta capacità” Javier Roig, market director Europe di Finnair (per i paesi di Italia, Spagna, Francia, Portogallo e Svezia), sintetizza così la strategicità del mercato italiano, dove nei giorni scorsi è stato annunciato il nuovo investimento su Venezia. La compagnia, fresca delle celebrazioni dei suoi primi 100 anni di vita (è nata nel novembre 1923 ma il primo volo è stato operato proprio il 20 marzo del 1924) collega infatti "Helsinki da Milano Malpensa con due voli giornalieri, così come da Roma Fiumicino, e poi - esattamente da un anno - anche Milano Linate, con quattro frequenze a settimana che vorremmo tanto diventassero giornaliere. Oltre a Venezia, annuale da quest’anno, Bologna, e agli stagionali su Napoli e Verona. Questi ultimi sono voli prettamente incoming”. Con circa 12 milioni di passeggeri trasportati all'anno a livello globale, Finnair non prevede al momento “aperture di nuovi scali” ma l’Italia rappresenta comunque il terzo mercato in Europa, dopo Germania e Regno Unito, con un load factor medio sulle rotte che nel 2023 si è attestato all’80%. Archiviato un 2023 con una performance nettamente positiva, le attese per l’anno in corso altrettanto buone, “con una domanda che resta molto elevata” e questo consente al vettore di essere fiducioso malgrado il persistere del conflitto tra Russia e Ucraina con la conseguente chiusura dello spazio aereo della prima, e la preclusione a quelle rotte verso il Giappone che costituivano un vantaggio competitivo non indifferente per Finnair per i collegamenti dall’Europa. "Non avendo date certe sulla riapertura, abbiamo riorganizzato il nostro network con altri voli di lungo raggio, introducendo nuove destinazioni soprattutto negli Stati Uniti, e rafforzando l’operatività sul Medio Oriente”. E sempre in quest'ottica di ottimizzazione dei ricavi, la compagnia porta avanti  alcune operazioni di wet lease, "iniziate durante il Covid con Eurowings, cui avevamo affittato tre A350 per volare negli Usa, che sono già rientrati, come pure i quattro A320 che erano in wet lease a British Airways e che sono tornati a supporto della nostra maggiore offerta sulle rotte europee. Sono invece in corso i wet lease di tre velivoli a Qatar Airways per un periodo di 4 anni, che utilizza tutti i giorni da Doha per Helsinki, Copenaghen e Stoccolma; e il più recente con Qantas sulla rotta da Singapore a Sydney, mentre da fine mese un secondo aereo sarà utilizzato sempre dal vettore australiano sulla Bangkok-Sydney. In totale sono 7-8 aeromobili impiegati in questo modo". Il passaggio a Ndc Un processo "irreversibile" quello nel solco di Ndc per Finnair, che come già annunciato da fine 2025 uscirà completamente dai canali gds. Un percorso quello che conduce alla data fatidica "non semplice" ammette il manager, poiché "molti sono ancora refrattari al cambiamento, che comunque riconosco non sia semplice. Attualmente il 66% delle vendite Finnair arriva dai nostri canali diretti, quindi il sito e Ndc. Gli agenti di viaggio cominciano a capire che devono intraprendere questa strada, progressivamente stiamo rendendo disponibile in esclusiva su Ndc sempre più prodotto: se si cerca ad esempio una tratta Helsinki-Rovaniemi non la si strova più sui gds. E in aprile usciranno anche destinazioni come Turchia e Grecia. Questo per far capire che il processo è irreversibile”. [post_title] => Finnair, Roig: "L’Italia è il mercato da cui ci aspettiamo il maggiore successo" [post_date] => 2024-03-21T11:10:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711019443000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1974" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":104,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465827","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Mezzo secolo di vita per ibis, il marchio di hotel economici fondato nel 1974 ha basato il suo progetto su tre pilastri fondamentali: convenienza, innovazione e qualità, che hanno in qualche modo rivoluzionato il concetto di viaggio e ospitalità.\r\n\r\nIn 50 anni il brand del gruppo Accor è diventato il marchio leader mondiale negli hotel economy, presente in oltre 2.500 sedi in 79 Paesi con tre marchi distinti: ibis, ibis Styles e ibis budget. Continuando a esplorare nuove frontiere con una pipeline di oltre 320 hotel, ibis continuerà a espandere la sua presenza in nuovi mercati nel 2024 e oltre, segnando il suo 50° anniversario con l'apertura nell'80° paese entro la fine dell'anno con il debutto dell'ibis Styles Reykjavik Muli in Islanda.\r\n\r\nPer celebrare l'anniversario, ibis lancerà un nuovo programma di cultura aziendale, una employee ambassadorship globale e una campagna di branding, che andranno a rafforzare i valori fondamentali del marchio. L'obiettivo è di ribadire al mondo che ibis non solo è leader di mercato, ma anche un marchio che si distingue grazie alle persone che ne fanno parte.\r\n\r\n\"ibis è un autentico power brand. Conosciuto in tutto il mondo, ha reso i viaggi accessibili, permettendo a tutti di vivere esperienze di viaggio di qualità, indipendentemente dal budget - afferma Karelle Lamouche, chief commercial officer, Premium Midscale & Economy brands, di Accor -. Il 50° anniversario non è semplicemente una celebrazione, ma una testimonianza di cinque decenni di grande dedizione nel rendere i viaggi possibili, nell'offrire un'ospitalità attenta a tutti e nel mantenersi leader indiscusso nel segmento di riferimento\".","post_title":"Ibis celebra il suo primo mezzo secolo di vita. E continua a crescere","post_date":"2024-04-18T13:30:32+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713447032000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465820","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A Baglio Oneto dei Principi di San Lorenzo, Luxury Wine Resort di Marsala, elegante hotel a cinque stelle e tenuta agricola di eccellenza della Sicilia Occidentale, il lusso, e il privilegio di concederselo, sono qualcosa di estremamente semplice.\r\n\r\nLe raffinate suite del resort accolgono in un abbraccio gli ospiti, e offrono una vista meravigliosa sulla piscina e la torre storica.\r\n\r\nDopo il relax è possibile fare una gita alla vicina Favignana, o alla piccola Mozia, gioiello e scrigno di preziosi reperti archeologici. Questa isola, situata nella Riserva Naturale dello Stagnone, è stata abitata dai Fenici e conserva testimonianze della sua antichissima storia. Vi si possono ammirare vestigia di templi, mosaici, costruzioni, e l’affascinante statua denominata Giovane di Mozia. La scultura, rinvenuta nel 1979 e datata al 450 a.C. raffigura probabilmente un auriga di fattura così delicata da affascinare suggerendo leggerezza e movimento. Imperdibili le saline che fanno da specchio al cielo, le passeggiate in bicicletta lungo la Riserva Naturale dello Stagnone, le lezioni di pittura sull’acqua, le uscite in canoa o in barca a vela. \r\n\r\nIl pacchetto dedicato “Benvenuta Primavera” prevede due notti in camera matrimoniale o doppia con prima colazione, visita del Baglio antico e della cantina di affinamento con degustazione di vini e olio Evo abbinati a prodotti tipici locali, disponibile fino al 31 maggio.","post_title":"Baglio Oneto, Primavera al Luxury Wine Resort tra lusso e natura","post_date":"2024-04-18T12:04:02+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713441842000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465117","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Delta Air Lines punta i riflettori su Filadelfia, Baltimora, New York, Lancaster, in totale otto città della costa orientale degli Stati Uniti, che hanno ricoperto il ruolo di capitale degli Usa in un determinato momento della storia prima di Washington D.C.\r\n\r\nLocalità che sono state protagonista nella costituzione del paese e hanno molto da offrire ai viaggiatori: grazie ai voli diretti della compagnia aerea da Milano, Roma, Venezia e - dal 25 maggio - Napoli per New York-Jfk, è possibile scoprire i siti storici di queste città.\r\n\r\nÈ a Filadelfia che nel 1776 i padri fondatori degli Stati Uniti firmarono la Dichiarazione di Indipendenza e, nel 1787, la Costituzione. Tra il 1774 e il 1800 tre gli edifici furono sede di quello che oggi può essere considerato il Congresso degli Stati Uniti, tra cui spiccano la Carpenters Hall e l'Independece Hall, nell'Independence National Historical Park, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1979. \r\n\r\nBaltimora ha svolto un ruolo chiave nella rivoluzione americana. Il Congresso si riunì alla Henry Fite House tra il dicembre 1776 e il febbraio 1777, facendo di questa città costiera la capitale degli Stati Uniti in questo breve periodo. Annapolis, piccola città costiera a 50 km a sud di Baltimora, è l'attuale capoluogo dello stato del Maryland e ospitò il Congresso nella Maryland State House tra il 1783 e il 1784 per appena nove mesi. Anche in questo caso le città sono raggiungibili con la compagnia aerea via New York.\r\n\r\nLancaster ospitò il Congresso per un solo giorno, il 27 settembre 1777, presso la Court House. Quest’area della Pennsylvania è famosa per essere sede di molte comunità Amish.  York fu capitale tra il 1777 e il 1778 e vanta attrazioni come lo York County Colonial Complex, un complesso museale che comprende l'edificio più antico della città, risalente al XVIII secolo, e una replica del tribunale dove Il Congresso approvò gli Articoli della Confederazione (la prima Costituzione della nazione) nel 1777, rendendo York, secondo alcuni, la vera prima capitale del Paese. Lancaster si raggiunge in auto da Filadelfia in un’ora e mezza, York in un’ora e 45 minuti.\r\n\r\nPrinceton, sede di una delle università più prestigiose degli Stati Uniti, merita una visita anche di un solo giorno da New York per respirare l'atmosfera delle vie raccolte attorno a Nassau Street, piene di ristoranti e animate da studenti, e vedere l'università, con edifici ricchi di storia e prati da cartolina. Trenton è l'attuale capoluogo del New Jersey e fu capitale degli Stati Uniti per due mesi nel 1784. Entrambe le località distano circa un’ora di macchina da New York.\r\n\r\nNew York è stata capitale della nazione tra il 1785 e il 1788, fu la prima capitale degli Stati Uniti dopo la Guerra di Indipendenza, A New York, nel 1789, George Washington fece giuramento come primo Presidente del Paese alla Federal Hall, situata in Wall Street. Washington D.C., capitale del Paese dal 1800 ad oggi. I punti di interesse qui per i viaggiatori curiosi qui sono innumerevoli, dal Campidoglio ai monumenti in onore di Abraham Lincoln, Washington e a Jefferson, fino al cimitero nazionale di Arlington. Inoltre, la città ospita molti altri luoghi di interesse come il complesso museale Smithsonian, che include il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, il Museo Nazionale di Storia Naturale o il Museo di Arte Americana. Punto d’arrivo di un viaggio alla scoperta della storia degli Stati Uniti è la Casa Bianca, con i suoi oltre 200 anni di storia.\r\n\r\n[gallery ids=\"465124,465127,465126\"]","post_title":"Delta Air Lines alla scoperta delle ex capitali Usa: tutti i voli dall'Italia, via New York","post_date":"2024-04-09T10:54:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712660068000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465016","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il treno storico di Trenord compie 100 anni nel 2024 e festeggia con una nuova meta: oltre al lago Maggiore è infatti possibile raggiungere da Milano anche il Lago di Como.\r\nSarà domenica 14 aprile la prima corsa del treno storico, che tornerà sui binari per riproporre ai passeggeri nuovi viaggi da trascorrere nell’atmosfera degli anni ’20, sui sedili di velluto rosso delle carrozze di prima classe dagli interni in legno, in compagnia di personaggi in costume d’epoca che svolgeranno performance teatrali.\r\nA Laveno Mombello Lago, destinazione proposta nell’edizione 2023, quest’anno si aggiungerà quella nuova di Como Lago, stazione affacciata sulle rive del Lario.\r\nRestaurato nel biennio 2021-2022, il treno storico è composto da tre carrozze di prima classe AZ 130-136-137, costruite negli anni 1924-25, dal locomotore E 600-3, realizzato da OM-CGE nel 1928, e dal locomotore E 610-04, prodotto dalla Breda-CGE nel 1949, tutti completamente restaurati.\r\nIl biglietto speciale dedicato all’iniziativa comprende, al costo di 15,60 euro, il percorso di andata e ritorno sul treno storico, più il viaggio di andata e ritorno su treni Trenord da qualunque stazione della Lombardia a Milano, Saronno o Varese, per le corse dirette a Laveno. Per i ragazzi fino ai 13 anni il viaggio è gratuito.\r\nLa corsa Milano-Como di domenica 14 aprile\r\nIl primo treno storico della stagione, domenica 14 aprile, partirà da Milano Cadorna alle ore 9.40; e arriverà alle ore 11.30 alla stazione di Como Lago, a pochi passi dalla riva del Lario. La fermata intermedia a Saronno è prevista alle 10.28, con ripartenza alle 10.35. Da Como, la corsa di rientro partirà alle ore 16.30, con fermata a Saronno alle ore 17.22 e arrivo a Milano Cadorna alle ore 18.17.\r\n ","post_title":"Trenord celebra i 100 anni del treno storico, da Milano ai laghi Maggiore e di Como","post_date":"2024-04-08T10:36:02+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712572562000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464702","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aumento di capitale in vista per Club del Sole. Il veicolo di investimento Nb Aurora, che ha acquisito il 40% del gruppo open air nel 2018 attraverso la controllata First Club, ha infatti appena sottoscritto un accordo vincolante per la cessione a The Equity Club dell'intera sua partecipazione nella holding dell'operatore romagnolo. L'operazione avrà un controvalore complessivo di circa 109 milioni di euro, di cui circa 35 milioni di competenza dello stesso Nb Aurora.\r\n\r\nL'accordo prevede un reinvestimento in Club del Sole da parte di Nb Aurora, insieme ad altri fondi gestiti dalla controllante Neuberger Berman e ad alcuni co-investitori, per un importo massimo di 65 milioni di euro (di cui almeno 45 milioni di competenza di Nb Aurora). Il tutto anche attraverso la sottoscrizione, insieme a Tec, di un importante aumento di capitale destinato a supportare l‘ulteriore crescita della società.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_464710\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Niccolò Querci[/caption]\r\n\r\nLa famiglia Giondi, che ha fondato l'operatore open air nel 1974, continuerà a mantenere la maggioranza del capitale e a guidare il progetto industriale. Il closing dell’operazione è atteso per inizio maggio 2024. The Equity Club è un'iniziativa di club deal promossa da Mediobanca insieme a Roberto Ferraresi e Filippo Penatti. Stando a BeBeez e a Milano Finanza, al termine dell'intero articolato processo, a Tec dovrebbe far capo il 29% della holding Club del Sole, mentre a Nb Aurora e soci, tra i quali Red Circle Investments dell’imprenditore veneto Renzo Rosso, rimarrebbe il 20% della società. Clearwater International ha assistito The Equity Club in qualità di m&a advisor, con un team composto da Niccoló Querci, Omar Laroussi Bussi e Arturo Gregorini. L'operazione è stata inoltre condotta con l’ausilio di due financial advisor: Rothschild & Co e Credem Euromobiliare Private Banking.","post_title":"Club del Sole verso un aumento di capitale. In arrivo un nuovo partner finanziario","post_date":"2024-04-02T12:10:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712059842000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464693","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Grecia consolida ulteriormente la progressiva e costante ripresa che ha caratterizzato gli anni post pandemia: nel 2023 gli arrivi internazionali e le entrate turistiche sono aumentati, rispettivamente, del 4% e del 12% rispetto al 2019.\r\n\r\nSe confrontato con il 2022 il traffico turistico in entrata in Grecia è aumentato del 17,6% e ha raggiunto circa i 32,7 milioni di viaggiatori, rispetto ai 27,8 milioni del 2022; le entrate dei viaggi lo scorso anno hanno registrato un aumento del 15,7% rispetto al 2022 e sono state pari a 20,460 miliardi di euro.\r\n\r\nSecondo l'Insete - l'unità di ricerca della Greek Tourism Confederation - avendo definitivamente superato le cifre del 2019, il 2023 è ora il nuovo anno di riferimento per l'andamento del turismo in Grecia.\r\n\r\nLa recente analisi evidenza che nel 2023 gli arrivi aerei internazionali hanno raggiunto quota 24,1 milioni, con un aumento di 2,5 milioni (+11,8%) rispetto al 2022.\r\nGli aeroporti di Atene e Salonicco hanno registrato una crescita significativa degli arrivi, rispettivamente del 27,4% e del 19,4% nel 2023 rispetto al 2022. Entrambi gli scali hanno registrato una crescita impressionante, soprattutto nel primo trimestre del 2023, rispetto al primo trimestre del 2022, quando erano ancora in vigore le restrizioni di viaggio dovute alla Covid-19.\r\n\r\nGli arrivi internazionali su strada hanno raggiunto i 10,4 milioni, rispetto agli 8,0 milioni del periodo gennaio-dicembre 2022, registrando un aumento significativo di 2,4 milioni (+30,4%).\r\n\r\nPerformance da record per crociere e traghetti, sulle rotte dell'Adriatico, che hanno superato tutti i numeri degli anni passati in termini di arrivi di passeggeri: il totale degli arrivi di navi da crociera nei 49 porti greci ha così raggiunto quota 5.230 e il numero di passeggeri ha toccato i 7 milioni, con un aumento di 450 arrivi di navi (+9%) e un incremento di 2,4 milioni di passeggeri (+51%) rispetto al 2022.\r\n\r\nInfine, in termini di entrate, che si sono attestate a circa 20,4 milioni di euro per una crescita del 15,7% rispetto al 2022, l'istituto di ricerca mostra che l'11,5% è da attribuirsi ai residenti nei Paesi dell'Unione europea: in particolare, le entrate dalla Germania sono aumentate del 9,5%, raggiungendo circa 3,56 milioni di euro, mentre quelle dalla Francia sono aumentate dell'11,6%, raggiungendo circa 1,42 milioni di euro.\r\nDai Paesi al di fuori dell'Ue le entrate dal Regno Unito sono aumentate del 5,8% (3,3 milioni di euro) e quelle dagli Stati Uniti del 14% (1,36 milioni di euro). ","post_title":"Grecia avanti tutta rispetto al 2019: boom del traffico crocieristico","post_date":"2024-04-02T11:40:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1712058005000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464216","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464219\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Vittorio Ducrot[/caption]\r\n\r\nCi sarà anche la presentazione di un libro autobiografico del fondatore Vittorio Ducrot (in programma allo spazio Ducrot in primavera), nonché un press tour al Ducrot Rose garden, la villa di campagna di famiglia sulle colline umbre, tra le iniziative che i Viaggi dell'Elefante ha in programma quest'anno per festeggiare i propri primi 50 anni. L'operatore capitolino è infatti nato nel 1974 da un’idea di Vittorio Ducrot, per gli amici Vicky, viaggiatore appassionato e desideroso di condividere le proprie scoperte fatte in anni di esplorazioni in decine di Paesi del mondo.\r\n\r\n“Sin dall’inizio la nostra scelta, realizzata con il sostegno della compagnia di bandiera olandese Klm, fu quella di offrire ai clienti un tipo di viaggio di alta gamma in tutti i continenti - racconta Enrico Ducrot, figlio del fondatore e ceo dell’azienda -, selezionando le destinazioni più suggestive e garantendo il massimo comfort e professionalità in ogni dettaglio del viaggio. Dalle selvagge terre dell'Indonesia ai maestosi safari in Tanzania, dalle antiche meraviglie dell'India alle incantevoli spiagge del Centro America, il marchio ha continuato a innovare”.\r\n\r\nI cataloghi, sin dalla prima pubblicazione, erano illustrati con le miniature indiane della collezione di famiglia e con le antiche incisioni, estratte dai libri di esplorazione ottocenteschi della biblioteca. “Per questo abbiamo deciso di pubblicare il nuovo catalogo del Cinquantesimo anniversario - prosegue Ducrot - con in copertina una delle miniature più amate da mio padre Vicky Ducrot. Molte di queste illustrazioni originali sono ancora presenti nella collezione in azienda, come quelle di David Roberts”.\r\n\r\nLa storia di Viaggi dell'Elefante è segnata da una continua evoluzione. La proposta iniziale di viaggi di gruppo si è trasformata nel tempo in viaggi su misura, con itinerari personalizzati creati da veri e propri artigiani del viaggio. Nel corso degli anni, il marchio ha ampliato la propria offerta introducendo nuove destinazioni: dalle strade storiche come la via della Seta alle spiagge paradisiache del Sud America e dell'Oceania. Nel 2006 è stata lanciata la linea Ecoluxury, un'innovativa proposta che unisce l'alta qualità del servizio con un’attenzione particolare per la sostenibilità ambientale e il supporto alle comunità locali.\r\n\r\n«Il successo dei Viaggi dell'Elefante è il frutto del lavoro instancabile di un team di oltre 35 esperti - aggiunge Ducrot -, impegnati ogni giorno a mantenere vivo lo spirito e gli ideali del fondatore. Clienti affezionati, alcuni dei quali alla terza e quarta generazione, testimoniano la reputazione e l'impegno costante del marchio nel fornire esperienze di viaggio indimenticabili».\r\n\r\nIn occasione di questo importante anniversario, Viaggi dell'Elefante rinnova inoltre il proprio impegno verso la sostenibilità e l'etica nel turismo, con l'obiettivo di coinvolgere un numero sempre più consistente di partner e clienti nel sostegno alle realtà locali e alla conservazione del patrimonio culturale e ambientale delle destinazioni visitate. “La nostra programmazione si arricchisce quest’anno di trenta partenze speciali, viaggi di gruppo accompagnati da esperti - conclude Ducrot - per visitare mete in tutto il mondo legate a ricorrenze, feste, festival ed eventi religiosi che rendono questi viaggi veramente unici”.\r\n\r\nCon un fatturato medio annuo di 20 milioni di euro, il to offre una gamma di proposte turistiche suddivise in otto brand differenti: Turismo Accessibile, Blu, Arte, Best Seller, Digital Detox, Fotografia, Limited Edition ed Ecoluxury, studiati per soddisfare le richieste e le necessità di una clientela sempre più vicina all’ambiente, alla sostenibilità, alla bellezza, alla cultura e al rispetto delle tradizioni che il mondo sa offrire.\r\n\r\n ","post_title":"Viaggi dell'Elefante: il to fondato da Vittorio Ducrot festeggia i propri primi 50 anni","post_date":"2024-03-25T11:36:47+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711366607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi. \r\n\r\nSecondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi).\r\n\r\nA centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto).\r\n\r\nSi tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa.\r\n\r\nIntanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.\r\n\r\n ","post_title":"Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023","post_date":"2024-03-22T10:11:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711102312000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464001","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"“L’Italia è il mercato da cui ci aspettiamo il maggiore successo: in nessuno degli altri paesi di cui sono responsabile abbiamo così tanta capacità” Javier Roig, market director Europe di Finnair (per i paesi di Italia, Spagna, Francia, Portogallo e Svezia), sintetizza così la strategicità del mercato italiano, dove nei giorni scorsi è stato annunciato il nuovo investimento su Venezia.\r\n\r\nLa compagnia, fresca delle celebrazioni dei suoi primi 100 anni di vita (è nata nel novembre 1923 ma il primo volo è stato operato proprio il 20 marzo del 1924) collega infatti \"Helsinki da Milano Malpensa con due voli giornalieri, così come da Roma Fiumicino, e poi - esattamente da un anno - anche Milano Linate, con quattro frequenze a settimana che vorremmo tanto diventassero giornaliere. Oltre a Venezia, annuale da quest’anno, Bologna, e agli stagionali su Napoli e Verona. Questi ultimi sono voli prettamente incoming”.\r\n\r\nCon circa 12 milioni di passeggeri trasportati all'anno a livello globale, Finnair non prevede al momento “aperture di nuovi scali” ma l’Italia rappresenta comunque il terzo mercato in Europa, dopo Germania e Regno Unito, con un load factor medio sulle rotte che nel 2023 si è attestato all’80%.\r\n\r\nArchiviato un 2023 con una performance nettamente positiva, le attese per l’anno in corso altrettanto buone, “con una domanda che resta molto elevata” e questo consente al vettore di essere fiducioso malgrado il persistere del conflitto tra Russia e Ucraina con la conseguente chiusura dello spazio aereo della prima, e la preclusione a quelle rotte verso il Giappone che costituivano un vantaggio competitivo non indifferente per Finnair per i collegamenti dall’Europa. \"Non avendo date certe sulla riapertura, abbiamo riorganizzato il nostro network con altri voli di lungo raggio, introducendo nuove destinazioni soprattutto negli Stati Uniti, e rafforzando l’operatività sul Medio Oriente”.\r\n\r\nE sempre in quest'ottica di ottimizzazione dei ricavi, la compagnia porta avanti  alcune operazioni di wet lease, \"iniziate durante il Covid con Eurowings, cui avevamo affittato tre A350 per volare negli Usa, che sono già rientrati, come pure i quattro A320 che erano in wet lease a British Airways e che sono tornati a supporto della nostra maggiore offerta sulle rotte europee. Sono invece in corso i wet lease di tre velivoli a Qatar Airways per un periodo di 4 anni, che utilizza tutti i giorni da Doha per Helsinki, Copenaghen e Stoccolma; e il più recente con Qantas sulla rotta da Singapore a Sydney, mentre da fine mese un secondo aereo sarà utilizzato sempre dal vettore australiano sulla Bangkok-Sydney. In totale sono 7-8 aeromobili impiegati in questo modo\".\r\n\r\nIl passaggio a Ndc\r\n\r\nUn processo \"irreversibile\" quello nel solco di Ndc per Finnair, che come già annunciato da fine 2025 uscirà completamente dai canali gds. Un percorso quello che conduce alla data fatidica \"non semplice\" ammette il manager, poiché \"molti sono ancora refrattari al cambiamento, che comunque riconosco non sia semplice. Attualmente il 66% delle vendite Finnair arriva dai nostri canali diretti, quindi il sito e Ndc. Gli agenti di viaggio cominciano a capire che devono intraprendere questa strada, progressivamente stiamo rendendo disponibile in esclusiva su Ndc sempre più prodotto: se si cerca ad esempio una tratta Helsinki-Rovaniemi non la si strova più sui gds. E in aprile usciranno anche destinazioni come Turchia e Grecia. Questo per far capire che il processo è irreversibile”.","post_title":"Finnair, Roig: \"L’Italia è il mercato da cui ci aspettiamo il maggiore successo\"","post_date":"2024-03-21T11:10:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1711019443000]}]}}