29 February 2024

1841

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

DIRETTORE TECNICO DI AGENZIA VIAGGI ISCRITTO ALL’ALBO DELLA REGIONE UMBRIA OFFRESI PER COPERTURA TITOLO, CONSULENZA O COLLABORAZIONE. DISPONIBILITA’ IMMEDIATA. FEDERICA 340 2239929-338 4784909 MAIL fakarava2004@libero.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462108 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una Parma da scoprire leggendo: sabato 2 e domenica 3 marzo 2024, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma organizza “I like Parma. Un patrimonio da vivere”. L’evento, giunto alla sua undicesima edizione, sarà dedicato al territorio e alle opere letterarie di autori parmigiani (e non solo) che lo raccontano. Sono sette i luoghi cardine aperti in via eccezionale per questa edizione: la Chiesa e Convento della Santissima Annunziata; la Sala del Bacio di Palazzo Ducale coi suoi bellissimi affreschi; la Fondazione Bertolucci; il Convitto Maria Luigia; il Torrione Visconteo; la Corale Verdi, infine sarà aperto per la prima volta l’Archivio Storico Comunale, che metterà in mostra importanti documenti: dalla cartografia storica ai cimeli risorgimentali, dalle poesie dialettali alle fotografie della Parma di un tempo. Le visite ai luoghi, saranno anche arricchite da letture di brani letterari dedicati alla città e ai personaggi che ne hanno fatto la storia, da Renzo Pezzani, a Matteo Maria Boiardo, da Attilio Bertolucci, alla corrispondenza tra Cesare Zavattini e Giovannino Guareschi, da Bruno Barilli fino a Fra’ Salimbene. Grazie al ricco programma di aperture straordinarie e gratuite di palazzi, chiese e monumenti e percorsi guidati, insieme a mostre e musei visitabili con ingresso speciale per l’occasione, il pubblico potrà immergersi nel patrimonio storico di Parma. Un weekend quindi tra storia, arte e letteratura alla scoperta di luoghi e personaggi raccontati attraverso significative e curiose pagine d’autore. Un’occasione, con “I like Parma”, per scoprire la città dal Medioevo ad oggi: tra scrittori e poeti, sfogliando una storia che si legge come un romanzo.  Non poteva non ricordare, nella sua “Cronica”, Parma: Fra Salimbene de Adam, è famoso per essere stato uno dei più importanti cronisti medievali nelle case dove oggi si trova il Palazzo Dalla Rosa Prati, a fianco del Battistero dove venne battezzato nel 1221. Ed è una sorpresa scoprire che poco distante visse il Petrarca. Imboccando Borgo del Correggio, si trova proprio la via a lui dedicata. Parma fu per il poeta luogo privilegiato di ritiro, qui vive per 10 anni dal 1341; qui viene a sapere della morte dell’amata Laura, qui scrive tra le più belle poesie del Canzoniere. Abitava in corrispondenza del civico 9 e sopra il balcone del primo piano è visibile ancora oggi una lapide con un piccolo busto. Proseguendo alla scoperta di Parma, di poeta in poeta, con un salto cronologico di 5 secoli ci si ritrova in Oltretorrente, attraversando il torrente Parma dal Ponte di Mezzo alla scoperta di Renzo Pezzani, che ha scritto volumi di letture per bambini e per le scuole elementari, poesie in lingua e in dialetto parmigiano, testi per opere musicali. Ma Parma è anche protagonista della vita letteraria e culturale del Novecento italiano.  “Nel cuore di Parma c'è un palcoscenico", così amava ripetere Alberto Bevilacqua a proposito della sua città natale, fonte inesauribile di ispirazione per la sua produzione letteraria e cinematografica. Autore di romanzi, poeta, regista, molti dei suoi libri sono ambientati a Parma.  Un inviato molto speciale è stato Luca Goldoni, giornalista e scrittore, una carriera da grande viaggiatore e acuto osservatore di costume. E tra i molti personaggi di cui si appassionò, un posto speciale lo riservò alla sua concittadina Maria Luigia d’Austria, duchessa e moglie di Napoleone Uno dei maggiori poeti italiani del ‘900 e figura centrale nella tradizione letteraria della città, è stato Attilio Bertolucci (padre dei registi Giuseppe e Bernardo), e spesso Parma ed il parmense sono fonte di ispirazione, come la casa, dove amava rifugiarsi con la famiglia. Bertolucci fu grande amico di Cesare Zavattini (una delle figure più significative del secolo, cui si devono libri come “I poveri sono matti”, “Io sono il diavolo” e film indimenticabili come “Sciuscià” e “Ladri di biciclette”) e che, nonostante i natali in quel di Luzzara vicino a Reggio Emilia, fu molto legato alla città ducale dove strinse anche un profondo rapporto di amicizia con Giovannino Guareschi. Guareschi porta alla scoperta della Bassa parmense, patria dello scrittore e giornalista, papà di Don Camillo e Peppone e proprio qui ha ambientato il “Mondo piccolo” di quei racconti inseriti in quella “fettaccia di terra che sta tra il Po e l’Appennino”.         [post_title] => I Like Parma, dal 2 al 3 marzo itinerari alla scoperta del territorio e degli autori [post_date] => 2024-02-23T10:23:09+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708683789000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461872 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha aperto le vendite per il nuovo volo diretto Roma-Dakar, che decollerà il prossimo 3 luglio, con quattro frequenze settimanali operate mercoledì, venerdì, sabato e domenica con un Airbus A321neo. Fino a ottobre, la partenza da Fiumicino è prevista alle 15:30 con arrivo in Senegal alle 19:30 (ora locale); dal 27 ottobre, invece, la partenza da Roma sarà alle 15:00 e l’arrivo a Dakar sarà alle 20:10 (ora locale). La ripartenza dall’aeroporto di Dakar – Blaise Diagne sarà programmata alle 23:40 (ora locale), con arrivo a Roma per le 07:20 della mattina successiva alla partenza; dal 27 ottobre l’orario di partenza sarà spostato alle 23:50 (locali), con arrivo a Roma alle 06:25. L’A321neo è l’aeromobile più grande della famiglia A320neo di Airbus e offre autonomia e prestazioni di assoluto livello. E' anche il primo aeromobile narrow body configurato con tre cabine: Business Class (12 posti), Premium Economy (12 posti) ed Economy (141 posti di cui 12 dedicati alla Comfort Economy).  L’apertura della nuova rotta consentirà a Ita non solo di ottenere un ingresso strategico per il traffico point-to-point, ma anche di raggiungere altre destinazioni all’interno di entrambi i Paesi, combinando così viaggi di turismo e d’affari. L'operativo della stagione estiva del vettore conta 57 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 15 intercontinentali; inoltre, nel picco estivo il vettore volerà verso 10 ulteriori destinazioni stagionali nel Mediterraneo, incluse la Grecia, la Spagna, la Croazia e le isole italiane, raggiungibili con voli diretti da Roma Fiumicino e Milano Linate (Rodi, Ibiza, Palma di Maiorca, Minorca, Heraklion, Corfù, Lampedusa, Pantelleria, Spalato e Cefalonia - queste ultime due solo da Roma Fiumicino). [post_title] => Ita Airways ha aperto le vendite della Roma-Dakar che decollerà il 3 luglio [post_date] => 2024-02-20T09:46:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708422396000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461772 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte. L'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera. «Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti. «Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare». L'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata "molto, molto forte" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.   [post_title] => Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024 [post_date] => 2024-02-19T10:22:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708338166000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461231 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461237" align="alignleft" width="300"] L'Avani Palazzo Moscova di Milano[/caption] Il gruppo Nh Hotel chiude un ottimo 2023, registrando un fatturato totale di 2,16 miliardi di euro, per un crescita del 23% rispetto al 2022, che gli ha permesso di toccare una quota del 26% superiore a quella dell'anno pre-Covid 2019. Molto bene anche i margini operativi lordi (ebitda), pari a 596 milioni di euro (+15% sul 2022 e 44 mln sopra il 2019), per una redditività superiore al 27%. I profitti netti sono stati infine di 128,1 milioni, con un incremento annuo del 27,7%. Tali performance sono state il frutto di un aumento del 13% delle tariffe medie camera, a quota 138 euro, nonché di una crescita di sette punti percentuali dei tassi di occupazione, saliti al 68%. A fronte di tali cifre, il ricavo medio per camera disponibile si è assestato sui 94 euro (+26% rispetto al 2022; +21% sul 2019). A livello di dettaglio, la compagnia in Italia ha generato ricavi a perimetro costante del 19% superiori al 2022 e del 36% sopra a quelli di quattro anni fa. Roma e Milano sono state le destinazioni che hanno fatto segnare i risultati migliori. La tariffa media Nh nel nostro paese è stata quindi di 181 euro, con un tasso di occupazione del 67%, sostanzialmente in linea con il dato 2019. [post_title] => Nh festeggia un ottimo 2023: ricavi oltre i 2,1 mld con un ebitda poco sotto i 600 mln [post_date] => 2024-02-09T14:59:59+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707490799000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460959 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Continua la ridda di voci sui pretendenti di Alpitour. Dopo che qualche giorno fa voci raccolte dal Sole 24 Ore davano il pool di possibili acquirenti ridotto a cinque, ieri il Corriere della Sera ha pubblicato altri rumours rimescolando parzialmente le carte: in lizza ci sarebbero infatti ancora i tedeschi di Tui e il fondo Usa Certares. Sarebbero invece spariti gli spagnoli di Wamos, mentre si sarebbero aggiunti i fondi Apollo, Kkr e Platinum, nonché un gruppo alberghiero quale Hyatt. Alcune di queste "new entry" erano state peraltro già inserite tra i pretendenti nelle prime voci trapelate a inizio trattativa. Piuttosto, l'operatore dell'hotellerie è forse il candidato più improbabile, essendo per molti addetti del settore difficile capire la ratio economica di una fusione tra un grande gruppo alberghiero internazionale e una compagnia integrata verticalmente con interessi regionali in Italia e in pochi altri paesi europei. Ma negli affari mai dire mai... In attesa di comprendere come si sbroglierà la matassa, il principale protagonista della vicenda, quel Giovanni Tamburi primo azionista di Alpitour, ha dichiarato a Milano Finanza che la trattativa per la cessione delle quote starebbe rallentando, mentre l'operazione rimarrebbe aperta a qualsiasi soluzione: a inizio dicembre, ricordiamo che lo stesso Tamburi non aveva escluso la possibilità di un'inversione di rotta, con un consolidamento della propria quota e il successivo sbarco della società in Borsa. Il giallo insomma continua. E, anzi, si infittisce. Nel frattempo, la compagnia, ha annunciato i brillanti risultati dell'ultimo anno finanziario, chiuso lo scorso 31 ottobre a quota 2 miliardi di fatturato, con margini operativi lordi (ebitda) per 141 milioni (il doppio del 2019), nonché utili netti per 53 milioni. E il ceo Gabriele Burgio già parla di un primo trimestre 2023-24 sopra il budget previsionale. [post_title] => Rispunta Hyatt tra i pretendenti Alpitour, insieme ad Apollo, Platinum e Kkr [post_date] => 2024-02-07T11:05:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707303939000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459989 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair non molla la presa sul mercato italiano, territorio che oggi conta 29 aeroporti serviti dalla low cost, di cui 17 già basi, per un totale di oltre 775 rotte (una settantina quelle nuove) e che si prevede quest'anno generi un movimento di oltre 60 milioni di passeggeri, per una crescita dell'11%. Traguardo che nei prossimi sette anni sarebbe destinato a salire fino a 90 milioni di passeggeri. O forse più, qualora il Governo italiano si muova nella direzione della più volte richiesta "eliminazione dell'addizionale comunale". Quel mercato Italia dove Ryanair si conferma solidamente primo vettore verrà ulteriormente consolidato: "Ci saranno due nuove basi già quest'estate che saranno annunciate a breve" ha dichiarato il ceo del gruppo Ryanair Michael O'Leary, ieri a Milano per la presentazione dei nuovi investimenti su Milano e Roma. I rumors puntano i riflettori su Trieste e Reggio Calabria, ma il ceo non si sbilancia sulla scelta, mentre garantisce che arriveranno altri tasselli da aggiungere al puzzle italiano: le nuove basi saliranno "a cinque nell'arco dei prossimi cinque anni". E sono numeri da capogiro quelli citati da O'Leary a livello globale: nel mirino, al 2034, ci sono ben 300 milioni di passeggeri all'anno rispetto ai 184 milioni preventivati per quest'anno con una flotta di 600 velivoli. Flotta destinata a toccare quota 800 aeromobili, sempre nel 2034, con la sola incognita legata alle tempistiche di consegna da parte di Boeing. [post_title] => Ryanair presidia l'Italia: in arrivo altre quattro-cinque nuove basi [post_date] => 2024-01-24T09:34:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706088871000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459748 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La trattativa per l'acquisizione del gruppo Alpitour sta entrando nel vivo e i pretendenti al ballo finale sono rimasti in cinque, selezionati da un elenco iniziale di 15 interessati. Tra questi, racconta il Sole 24 Ore, tre conferme di nomi che circolano da qualche settimana: a partire dalla tedesca Tui, passando per il terzo gruppo turistico più importante di Spagna, Wamos, e arrivando sino alla società finanziaria Usa, Certares. Totale riserbo, invece, sugli altri due pretendenti: al momento si sa solo che sono due multinazionali: una americana, l'altra asiatica. Offerte I cinque dovranno ora presentare le offerte non vincolanti il mese prossimo, verosimilmente verso fine febbraio. Per iniziare a ragionare davvero sull'operazione, si sono peraltro attesi i risultati dell'esercizio 2023, chiuso lo scorso 31 ottobre con numeri estremamente positivi: fatturato a quota 2,3 miliardi di euro, margini operativi lordi (ebitda) per 141 milioni e utili netti per 50 milioni. Cifre a cui si affianca peraltro un indebitamento quasi vicino allo zero. Stando alle stime che circolano anche queste insistentemente da tempo la valutazione del gruppo dovrebbe aggirarsi attorno agli 1,3 - 1,5 miliardi di euro per il 100% dell'azienda.  Come è noto, a studiare la valorizzazione di Alpitour World, con l’assegnazione all’advisor finanziario Goldman Sachs di un mandato esplorativo, è l’attuale azionista di maggioranza Tip [post_title] => Alpitour: cinque i pretendenti al ballo finale. Ci sono anche Wamos e Tui [post_date] => 2024-01-19T10:58:58+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705661938000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458510 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha aperti ieri i propri battenti il nuovo Mandarin Oriental Savoy, Zurich, terzo indirizzo del gruppo in Svizzera. Situato sulla famosa Paradeplatz, il più antico grand hotel della città è posizionato a pochi passi dal centro storico, dalla prestigiosa Bahnhofstrasse e dalla passeggiata che conduce al lago di Zurigo. La struttura è dotata di 44 camere e 36 suite, molte delle quali con ampie terrazze e rooftop privati. Quattro inoltre le proposte f&b fra ristoranti e bar, sotto la guida dell’executive chef Benjamin Halat. Tra queste spicca l'Orsini, locale fine-dining di cucina italiana che beneficia della consulenza di Antonio Guida, executive chef del due stelle Michelin Seta del Mandarin Oriental, Milan. L'hotel è anche provvisto di oltre 700 metri quadrati di spazi per meeting ed eventi. La storia del Mandarin Oriental Savoy, Zurich, ha inizio la Vigilia di Natale del 1838, quando Johannes Baur, un giovane panettiere austriaco originario del Vorarlberg, fondò il primo grand hotel della città, l'hotel Baur appunto. Reimmaginato dall’interior designer parigino Tristan Auer, il nuovo albergo combina i dettagli storici della struttura con uno stile contemporaneo e viste sui principali monumenti della città. Dal 1838 numerosi nomi di spicco hanno soggiornato in questo hotel. Nel solo 1845, per esempio, il pianista e compositore Franz Liszt risiedette all'hotel Baur per tutto il festival di Beethoven, mentre Charles Dickens fu ospite della struttura con la sua famiglia.   [post_title] => Ha aperto ieri i propri battenti il Mandarin Oriental Savoy, Zurich [post_date] => 2023-12-21T10:34:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703154846000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458353 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lo Sri Lanka tira le somme di un 2023 che ha portato nel Paese 1,3 milioni di turisti (tra gennaio e la seconda settimana di dicembre): secondo i dati ufficiali, è la prima volta in quattro anni che gli arrivi superano quota un milione.  Nello specifico, a novembre i visitatori sono stati oltre 150.000, il più alto dato mensile dal marzo 2020. La destinazione sembra quindi avviata verso una ripresa concreta dei flussi turistici penalizzati negli ultimi anni non soltanto dalla pandemia: quest'ultima si è infatti sommata alle problematiche che dal 2019 hanno afflitto lo Sri Lanka, con gravi attentati nelle chiese e negli hotel. Intanto, da gennaio a novembre 2023 il turismo ha contribuito alle entrate con 1,8 miliardi di dollari pari ad una crescita del 78% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo i dati del governo, un turista spende in media 181 dollari al giorno. Sempre quest'anno la maggior parte dei visitatori proveniva da India e Russia. Gli obiettivi 2024 puntano a raggiungere i 2,3 milioni di arrivi e i 4,6 miliardi di dollari di entrate: per centrare questo traguardo il Paese ha lanciato la sua prima campagna di marketing turistico globale in 16 anni, con lo slogan "You Will Come Back For More". [post_title] => Lo Sri Lanka rialza la testa: superato il milione di turisti per la prima volta in quattro anni [post_date] => 2023-12-19T10:52:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702983178000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1841" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":64,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462108","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una Parma da scoprire leggendo: sabato 2 e domenica 3 marzo 2024, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma organizza “I like Parma. Un patrimonio da vivere”.\r\n\r\nL’evento, giunto alla sua undicesima edizione, sarà dedicato al territorio e alle opere letterarie di autori parmigiani (e non solo) che lo raccontano. Sono sette i luoghi cardine aperti in via eccezionale per questa edizione: la Chiesa e Convento della Santissima Annunziata; la Sala del Bacio di Palazzo Ducale coi suoi bellissimi affreschi; la Fondazione Bertolucci; il Convitto Maria Luigia; il Torrione Visconteo; la Corale Verdi, infine sarà aperto per la prima volta l’Archivio Storico Comunale, che metterà in mostra importanti documenti: dalla cartografia storica ai cimeli risorgimentali, dalle poesie dialettali alle fotografie della Parma di un tempo. Le visite ai luoghi, saranno anche arricchite da letture di brani letterari dedicati alla città e ai personaggi che ne hanno fatto la storia, da Renzo Pezzani, a Matteo Maria Boiardo, da Attilio Bertolucci, alla corrispondenza tra Cesare Zavattini e Giovannino Guareschi, da Bruno Barilli fino a Fra’ Salimbene.\r\n\r\nGrazie al ricco programma di aperture straordinarie e gratuite di palazzi, chiese e monumenti e percorsi guidati, insieme a mostre e musei visitabili con ingresso speciale per l’occasione, il pubblico potrà immergersi nel patrimonio storico di Parma. Un weekend quindi tra storia, arte e letteratura alla scoperta di luoghi e personaggi raccontati attraverso significative e curiose pagine d’autore. Un’occasione, con “I like Parma”, per scoprire la città dal Medioevo ad oggi: tra scrittori e poeti, sfogliando una storia che si legge come un romanzo. \r\n\r\nNon poteva non ricordare, nella sua “Cronica”, Parma: Fra Salimbene de Adam, è famoso per essere stato uno dei più importanti cronisti medievali nelle case dove oggi si trova il Palazzo Dalla Rosa Prati, a fianco del Battistero dove venne battezzato nel 1221.\r\n\r\nEd è una sorpresa scoprire che poco distante visse il Petrarca. Imboccando Borgo del Correggio, si trova proprio la via a lui dedicata. Parma fu per il poeta luogo privilegiato di ritiro, qui vive per 10 anni dal 1341; qui viene a sapere della morte dell’amata Laura, qui scrive tra le più belle poesie del Canzoniere. Abitava in corrispondenza del civico 9 e sopra il balcone del primo piano è visibile ancora oggi una lapide con un piccolo busto.\r\n\r\nProseguendo alla scoperta di Parma, di poeta in poeta, con un salto cronologico di 5 secoli ci si ritrova in Oltretorrente, attraversando il torrente Parma dal Ponte di Mezzo alla scoperta di Renzo Pezzani, che ha scritto volumi di letture per bambini e per le scuole elementari, poesie in lingua e in dialetto parmigiano, testi per opere musicali.\r\n\r\nMa Parma è anche protagonista della vita letteraria e culturale del Novecento italiano. \r\n\r\n“Nel cuore di Parma c'è un palcoscenico\", così amava ripetere Alberto Bevilacqua a proposito della sua città natale, fonte inesauribile di ispirazione per la sua produzione letteraria e cinematografica. Autore di romanzi, poeta, regista, molti dei suoi libri sono ambientati a Parma. \r\n\r\nUn inviato molto speciale è stato Luca Goldoni, giornalista e scrittore, una carriera da grande viaggiatore e acuto osservatore di costume. E tra i molti personaggi di cui si appassionò, un posto speciale lo riservò alla sua concittadina Maria Luigia d’Austria, duchessa e moglie di Napoleone\r\n\r\nUno dei maggiori poeti italiani del ‘900 e figura centrale nella tradizione letteraria della città, è stato Attilio Bertolucci (padre dei registi Giuseppe e Bernardo), e spesso Parma ed il parmense sono fonte di ispirazione, come la casa, dove amava rifugiarsi con la famiglia.\r\n\r\nBertolucci fu grande amico di Cesare Zavattini (una delle figure più significative del secolo, cui si devono libri come “I poveri sono matti”, “Io sono il diavolo” e film indimenticabili come “Sciuscià” e “Ladri di biciclette”) e che, nonostante i natali in quel di Luzzara vicino a Reggio Emilia, fu molto legato alla città ducale dove strinse anche un profondo rapporto di amicizia con Giovannino Guareschi.\r\n\r\nGuareschi porta alla scoperta della Bassa parmense, patria dello scrittore e giornalista, papà di Don Camillo e Peppone e proprio qui ha ambientato il “Mondo piccolo” di quei racconti inseriti in quella “fettaccia di terra che sta tra il Po e l’Appennino”.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"I Like Parma, dal 2 al 3 marzo itinerari alla scoperta del territorio e degli autori","post_date":"2024-02-23T10:23:09+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708683789000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461872","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha aperto le vendite per il nuovo volo diretto Roma-Dakar, che decollerà il prossimo 3 luglio, con quattro frequenze settimanali operate mercoledì, venerdì, sabato e domenica con un Airbus A321neo.\r\nFino a ottobre, la partenza da Fiumicino è prevista alle 15:30 con arrivo in Senegal alle 19:30 (ora locale); dal 27 ottobre, invece, la partenza da Roma sarà alle 15:00 e l’arrivo a Dakar sarà alle 20:10 (ora locale).\r\nLa ripartenza dall’aeroporto di Dakar – Blaise Diagne sarà programmata alle 23:40 (ora locale), con arrivo a Roma per le 07:20 della mattina successiva alla partenza; dal 27 ottobre l’orario di partenza sarà spostato alle 23:50 (locali), con arrivo a Roma alle 06:25.\r\nL’A321neo è l’aeromobile più grande della famiglia A320neo di Airbus e offre autonomia e prestazioni di assoluto livello. E' anche il primo aeromobile narrow body configurato con tre cabine: Business Class (12 posti), Premium Economy (12 posti) ed Economy (141 posti di cui 12 dedicati alla Comfort Economy). \r\nL’apertura della nuova rotta consentirà a Ita non solo di ottenere un ingresso strategico per il traffico point-to-point, ma anche di raggiungere altre destinazioni all’interno di entrambi i Paesi, combinando così viaggi di turismo e d’affari.\r\nL'operativo della stagione estiva del vettore conta 57 destinazioni, di cui 16 nazionali, 26 internazionali e 15 intercontinentali; inoltre, nel picco estivo il vettore volerà verso 10 ulteriori destinazioni stagionali nel Mediterraneo, incluse la Grecia, la Spagna, la Croazia e le isole italiane, raggiungibili con voli diretti da Roma Fiumicino e Milano Linate (Rodi, Ibiza, Palma di Maiorca, Minorca, Heraklion, Corfù, Lampedusa, Pantelleria, Spalato e Cefalonia - queste ultime due solo da Roma Fiumicino).","post_title":"Ita Airways ha aperto le vendite della Roma-Dakar che decollerà il 3 luglio","post_date":"2024-02-20T09:46:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708422396000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461772","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte.\r\n\r\nL'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera.\r\n\r\n«Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti.\r\n\r\n«Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare».\r\n\r\nL'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata \"molto, molto forte\" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.\r\n\r\n ","post_title":"Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024","post_date":"2024-02-19T10:22:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708338166000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461231","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461237\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'Avani Palazzo Moscova di Milano[/caption]\r\n\r\nIl gruppo Nh Hotel chiude un ottimo 2023, registrando un fatturato totale di 2,16 miliardi di euro, per un crescita del 23% rispetto al 2022, che gli ha permesso di toccare una quota del 26% superiore a quella dell'anno pre-Covid 2019. Molto bene anche i margini operativi lordi (ebitda), pari a 596 milioni di euro (+15% sul 2022 e 44 mln sopra il 2019), per una redditività superiore al 27%. I profitti netti sono stati infine di 128,1 milioni, con un incremento annuo del 27,7%.\r\n\r\nTali performance sono state il frutto di un aumento del 13% delle tariffe medie camera, a quota 138 euro, nonché di una crescita di sette punti percentuali dei tassi di occupazione, saliti al 68%. A fronte di tali cifre, il ricavo medio per camera disponibile si è assestato sui 94 euro (+26% rispetto al 2022; +21% sul 2019). A livello di dettaglio, la compagnia in Italia ha generato ricavi a perimetro costante del 19% superiori al 2022 e del 36% sopra a quelli di quattro anni fa. Roma e Milano sono state le destinazioni che hanno fatto segnare i risultati migliori. La tariffa media Nh nel nostro paese è stata quindi di 181 euro, con un tasso di occupazione del 67%, sostanzialmente in linea con il dato 2019.","post_title":"Nh festeggia un ottimo 2023: ricavi oltre i 2,1 mld con un ebitda poco sotto i 600 mln","post_date":"2024-02-09T14:59:59+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707490799000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460959","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Continua la ridda di voci sui pretendenti di Alpitour. Dopo che qualche giorno fa voci raccolte dal Sole 24 Ore davano il pool di possibili acquirenti ridotto a cinque, ieri il Corriere della Sera ha pubblicato altri rumours rimescolando parzialmente le carte: in lizza ci sarebbero infatti ancora i tedeschi di Tui e il fondo Usa Certares. Sarebbero invece spariti gli spagnoli di Wamos, mentre si sarebbero aggiunti i fondi Apollo, Kkr e Platinum, nonché un gruppo alberghiero quale Hyatt. Alcune di queste \"new entry\" erano state peraltro già inserite tra i pretendenti nelle prime voci trapelate a inizio trattativa. Piuttosto, l'operatore dell'hotellerie è forse il candidato più improbabile, essendo per molti addetti del settore difficile capire la ratio economica di una fusione tra un grande gruppo alberghiero internazionale e una compagnia integrata verticalmente con interessi regionali in Italia e in pochi altri paesi europei. Ma negli affari mai dire mai...\r\n\r\nIn attesa di comprendere come si sbroglierà la matassa, il principale protagonista della vicenda, quel Giovanni Tamburi primo azionista di Alpitour, ha dichiarato a Milano Finanza che la trattativa per la cessione delle quote starebbe rallentando, mentre l'operazione rimarrebbe aperta a qualsiasi soluzione: a inizio dicembre, ricordiamo che lo stesso Tamburi non aveva escluso la possibilità di un'inversione di rotta, con un consolidamento della propria quota e il successivo sbarco della società in Borsa.\r\n\r\nIl giallo insomma continua. E, anzi, si infittisce. Nel frattempo, la compagnia, ha annunciato i brillanti risultati dell'ultimo anno finanziario, chiuso lo scorso 31 ottobre a quota 2 miliardi di fatturato, con margini operativi lordi (ebitda) per 141 milioni (il doppio del 2019), nonché utili netti per 53 milioni. E il ceo Gabriele Burgio già parla di un primo trimestre 2023-24 sopra il budget previsionale.","post_title":"Rispunta Hyatt tra i pretendenti Alpitour, insieme ad Apollo, Platinum e Kkr","post_date":"2024-02-07T11:05:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1707303939000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459989","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair non molla la presa sul mercato italiano, territorio che oggi conta 29 aeroporti serviti dalla low cost, di cui 17 già basi, per un totale di oltre 775 rotte (una settantina quelle nuove) e che si prevede quest'anno generi un movimento di oltre 60 milioni di passeggeri, per una crescita dell'11%. Traguardo che nei prossimi sette anni sarebbe destinato a salire fino a 90 milioni di passeggeri. O forse più, qualora il Governo italiano si muova nella direzione della più volte richiesta \"eliminazione dell'addizionale comunale\".\r\n\r\nQuel mercato Italia dove Ryanair si conferma solidamente primo vettore verrà ulteriormente consolidato: \"Ci saranno due nuove basi già quest'estate che saranno annunciate a breve\" ha dichiarato il ceo del gruppo Ryanair Michael O'Leary, ieri a Milano per la presentazione dei nuovi investimenti su Milano e Roma. I rumors puntano i riflettori su Trieste e Reggio Calabria, ma il ceo non si sbilancia sulla scelta, mentre garantisce che arriveranno altri tasselli da aggiungere al puzzle italiano: le nuove basi saliranno \"a cinque nell'arco dei prossimi cinque anni\".\r\n\r\nE sono numeri da capogiro quelli citati da O'Leary a livello globale: nel mirino, al 2034, ci sono ben 300 milioni di passeggeri all'anno rispetto ai 184 milioni preventivati per quest'anno con una flotta di 600 velivoli. Flotta destinata a toccare quota 800 aeromobili, sempre nel 2034, con la sola incognita legata alle tempistiche di consegna da parte di Boeing.","post_title":"Ryanair presidia l'Italia: in arrivo altre quattro-cinque nuove basi","post_date":"2024-01-24T09:34:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706088871000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459748","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La trattativa per l'acquisizione del gruppo Alpitour sta entrando nel vivo e i pretendenti al ballo finale sono rimasti in cinque, selezionati da un elenco iniziale di 15 interessati. Tra questi, racconta il Sole 24 Ore, tre conferme di nomi che circolano da qualche settimana: a partire dalla tedesca Tui, passando per il terzo gruppo turistico più importante di Spagna, Wamos, e arrivando sino alla società finanziaria Usa, Certares. Totale riserbo, invece, sugli altri due pretendenti: al momento si sa solo che sono due multinazionali: una americana, l'altra asiatica.\r\nOfferte\r\nI cinque dovranno ora presentare le offerte non vincolanti il mese prossimo, verosimilmente verso fine febbraio. Per iniziare a ragionare davvero sull'operazione, si sono peraltro attesi i risultati dell'esercizio 2023, chiuso lo scorso 31 ottobre con numeri estremamente positivi: fatturato a quota 2,3 miliardi di euro, margini operativi lordi (ebitda) per 141 milioni e utili netti per 50 milioni.\r\n\r\nCifre a cui si affianca peraltro un indebitamento quasi vicino allo zero. Stando alle stime che circolano anche queste insistentemente da tempo la valutazione del gruppo dovrebbe aggirarsi attorno agli 1,3 - 1,5 miliardi di euro per il 100% dell'azienda.  Come è noto, a studiare la valorizzazione di Alpitour World, con l’assegnazione all’advisor finanziario Goldman Sachs di un mandato esplorativo, è l’attuale azionista di maggioranza Tip","post_title":"Alpitour: cinque i pretendenti al ballo finale. Ci sono anche Wamos e Tui","post_date":"2024-01-19T10:58:58+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza","topnews"],"post_tag_name":["In evidenza","Top News"]},"sort":[1705661938000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458510","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha aperti ieri i propri battenti il nuovo Mandarin Oriental Savoy, Zurich, terzo indirizzo del gruppo in Svizzera. Situato sulla famosa Paradeplatz, il più antico grand hotel della città è posizionato a pochi passi dal centro storico, dalla prestigiosa Bahnhofstrasse e dalla passeggiata che conduce al lago di Zurigo. La struttura è dotata di 44 camere e 36 suite, molte delle quali con ampie terrazze e rooftop privati. Quattro inoltre le proposte f&b fra ristoranti e bar, sotto la guida dell’executive chef Benjamin Halat. Tra queste spicca l'Orsini, locale fine-dining di cucina italiana che beneficia della consulenza di Antonio Guida, executive chef del due stelle Michelin Seta del Mandarin Oriental, Milan. L'hotel è anche provvisto di oltre 700 metri quadrati di spazi per meeting ed eventi.\r\n\r\nLa storia del Mandarin Oriental Savoy, Zurich, ha inizio la Vigilia di Natale del 1838, quando Johannes Baur, un giovane panettiere austriaco originario del Vorarlberg, fondò il primo grand hotel della città, l'hotel Baur appunto. Reimmaginato dall’interior designer parigino Tristan Auer, il nuovo albergo combina i dettagli storici della struttura con uno stile contemporaneo e viste sui principali monumenti della città. Dal 1838 numerosi nomi di spicco hanno soggiornato in questo hotel. Nel solo 1845, per esempio, il pianista e compositore Franz Liszt risiedette all'hotel Baur per tutto il festival di Beethoven, mentre Charles Dickens fu ospite della struttura con la sua famiglia.\r\n\r\n ","post_title":"Ha aperto ieri i propri battenti il Mandarin Oriental Savoy, Zurich","post_date":"2023-12-21T10:34:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1703154846000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458353","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lo Sri Lanka tira le somme di un 2023 che ha portato nel Paese 1,3 milioni di turisti (tra gennaio e la seconda settimana di dicembre): secondo i dati ufficiali, è la prima volta in quattro anni che gli arrivi superano quota un milione.  Nello specifico, a novembre i visitatori sono stati oltre 150.000, il più alto dato mensile dal marzo 2020.\r\n\r\nLa destinazione sembra quindi avviata verso una ripresa concreta dei flussi turistici penalizzati negli ultimi anni non soltanto dalla pandemia: quest'ultima si è infatti sommata alle problematiche che dal 2019 hanno afflitto lo Sri Lanka, con gravi attentati nelle chiese e negli hotel.\r\n\r\nIntanto, da gennaio a novembre 2023 il turismo ha contribuito alle entrate con 1,8 miliardi di dollari pari ad una crescita del 78% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo i dati del governo, un turista spende in media 181 dollari al giorno.\r\n\r\nSempre quest'anno la maggior parte dei visitatori proveniva da India e Russia.\r\n\r\nGli obiettivi 2024 puntano a raggiungere i 2,3 milioni di arrivi e i 4,6 miliardi di dollari di entrate: per centrare questo traguardo il Paese ha lanciato la sua prima campagna di marketing turistico globale in 16 anni, con lo slogan \"You Will Come Back For More\".","post_title":"Lo Sri Lanka rialza la testa: superato il milione di turisti per la prima volta in quattro anni","post_date":"2023-12-19T10:52:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1702983178000]}]}}

Lascia un commento