1 March 2024

1237

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Sono attualmente impiegato presso l’ufficio commerciale e marketing di un ente straniero.
Mi occupo principalmente della realizzazione di campagne pubblicitarie e dell’organizzazione di fiere ed eventi promozionali. Organizzo incentive per giornalisti, tour operator e agenti di viaggio, provvedendo alla pianificazione delle visite e al problem solving sul luogo.
Tra le esperienze pregresse si annoverano ruoli di coordinatore di scalo per diverse compagnie aeree tra cui Air France, Alitalia, Blue Panorama, per una durata complessiva di 5 anni.
Sono alla riecerca di un ruolo commerciale che possa essere più in linea con la mia dinamicità e predisposizione ai rapporti personali.
Sisimone.berti82@yahoo.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462080 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Grecia può definitivamente archiviare il 2023 come un anno record per la propria industria turistica, sia in termini di entrate sia a livello di arrivi nel Paese. Secondo i dati pubblicati dalla Banca della Grecia la destinazione, da sempre fra le predilette del Mediterraneo, ha totalizzato entrate per 20,45 miliardi di euro, un importo superiore del 12,7% rispetto al precedente anno record, il 2019, quando il dato aveva raggiunto i 18,15 miliardi di euro. La cifra rappresenta inoltre di un aumento del 15,7% rispetto ai 17,67 miliardi di euro incassati nel 2022. Sul fronte visitatori, la Grecia ha registrato lo scorso anno 32,703 milioni di turisti stranieri rispetto ai 31,34 milioni del 2019: in pratica un aumento del 4,4% rispetto al 2019 e del 17,6% rispetto al 2022. La spesa media pro capite è cresciuta del 7% rispetto al 2019, arrivando a circa 623 euro per viaggiatore. Il riconoscimento internazionale della Grecia per il suo prodotto turistico di alto livello, con infrastrutture alberghiere di prim'ordine e un'organizzazione e servizi eccellenti, ha portato negli ultimi anni a una ripresa dinamica dopo la pandemia e a un'ulteriore crescita, anche rispetto al precedente livello record del turismo greco.   [post_title] => La Grecia supera se stessa: entrate turistiche per oltre 20,4 mld di euro, +12,7% sul 2019 [post_date] => 2024-02-22T11:19:18+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708600758000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460346 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza. I ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019. Korean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone. [post_title] => Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre [post_date] => 2024-01-30T11:16:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706613367000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460246 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo una navigazione di 32 giorni e 14 miglia miglia nautiche, la Legacy, nuova unità del gruppo Moby e gemella del traghetto più grande del mondo, la Fantasy, ha toccato ieri per la prima volta il porto di Livorno. Partita lo scorso 27 dicembre dal cantiere cinese Guangzhou Shipyard, ha attraversato tre oceani per fare il suo ingresso nel Mediterraneo ieri, con alla guida, come per la Fantasy, il comandante Massimo Pinsolo e il suo equipaggio. Per celebrare il nuovo traghetto la compagnia, in occasione della partenza della Legacy, a fine dicembre ha lanciato una promozione speciale dedicata a tutti i passeggeri che decideranno di prenotare il loro viaggio. La tariffa Moby Legacy è valida per un passeggero con auto al seguito a partire da 54,80 euro sulla tratta Livorno-Olbia-Livorno ed è dedicata a chi prenoterà dal 10 gennaio per partenze fino al 30 settembre 2024, salvo disponibilità posti riservati all’iniziativa. La Legacy sarà operativo per la Sardegna lungo la rotta Livorno-Olbia a partire dal 17 febbraio prossimo. Con i suoi 237 metri di lunghezza per 32 di larghezza e una stazza lorda di 69.500 tonnellate è, insieme alla nave gemella Fantasy, il traghetto passeggeri più grande finora costruito a livello mondiale, con una capacità di 3 mila passeggeri e 3.850 metri lineari di carico rotabile. ' [post_title] => E' arrivata a Livorno la Moby Legacy, gemella della Fantasy e traghetto più grande del mondo [post_date] => 2024-01-29T10:16:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706523419000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460185 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => American Airlines chiude un 2023 dal fatturato record di 53 miliardi di dollari, con un utile netto annuale che è balzato a 822 milioni di dollari, rispetto ai 127 milioni dell'anno precedente.  La compagnia ha operato quasi due milioni di voli nel corso dell'anno con un load factor dell'83,5%. "Questi risultati sono stati trainati dalla continua forte domanda di prodotti American, dall'attività record dei programmi frequent flyer, da solide performance operative e da un efficace controllo dei costi" spiega una nota del vettore. La compagnia è a oltre il 75% del percorso verso l’obiettivo di ridurre il debito totale di 15 miliardi di dollari entro la fine del 2025. Intanto, per il primo trimestre del 2024, American stima un aumento della capacità compreso tra il 6,5% e l'8,5% e circa un +5% per l'intero anno 2024. "Il 2023 è stato un anno eccezionale per noi. Un altro anno di recupero dalla pandemia - ha commentato Robert Isom, amministratore delegato dell'azienda -. Abbiamo ripristinato la redditività dell'azienda, generando un free cash flow record l'anno scorso. Abbiamo un altro anno per assicurarci di continuare a fare progressi". Secondo il ceo la domanda dovrebbe continuare ad essere "molto forte", con la primavera e l'estate "eccezionali per noi in termini di domanda e prodotti". [post_title] => American Airlines prevede una "domanda eccezionale" per l'estate 2024 [post_date] => 2024-01-26T11:15:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706267753000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459657 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_443575" align="alignleft" width="300"] Alcune mobile home Human Company[/caption] Si fa sempre più stretto il legame tra la finanza e il mondo dell'open air italiano. Dopo le recenti indiscrezioni sul possibile cambio di partnership in casa Club del Sole, giungono ora altre voci riguardanti questa volta il gruppo Human Company, attualmente controllato al 100% dalla famiglia Cardini Vannucchi. Stando ai rumours, sempre raccolti dal Sole 24 Ore, l'operatore toscano sarebbe stato infatti messo nel mirino dagli statunitensi di Hines che, in joint venture con Clessidra, starebbe studiando il proprio ingresso nel capitale della società dell'open air, attiva anche nei segmenti degli ostelli e dei relais di campagna. L'operazione dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre dell'anno e punterebbe al rafforzamento dell'organizzazione Human Company, nonché al suo ulteriore sviluppo. La compagnia toscana nata negli anni '80 come Ecv Group da una famiglia tradizionalmente legata all'industria tessile di Prato, ha chiuso il 2022 con un giro d'affari di 123 milioni di euro. Il gruppo conta oggi dieci village e camping in Toscana, Veneto, Lazio e Lussemburgo, a cui si aggiungono due ostelli 2.0 a marchio Plus Hostel a Firenze e a Praga, nonché la tenuta Palagina sulle colline del Chianti. Presente anche un format f&b chiamato Mercato Centrale, attualmente attivo a Firenze, Roma, Torino, a Milano e a Campi Bisenzio. [post_title] => Gli operatori finanziari Hines e Clessidra pronti a entrare nel capitale di Human Company [post_date] => 2024-01-18T12:50:47+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705582247000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459200 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il nuovo brand extended-stay di casa Hilton ha finalmente un nome. Lanciato lo scorso maggio come Project H3 il marchio si chiamerà ufficialmente LivSmart Studios by Hilton. La prima struttura debutterà il prossimo ottobre in Indiana: un hotel da 137 camere in stile serviced-apartments, di proprietà della Sun Management and Development. Ma la compagnia con base in Virginia ha già dichiarato di avere oltre 350 trattative in corso per il nuovo brand. Il marchio intende posizionarsi nel segmento lower midscale e si rivolge a ospiti che necessitano di soluzioni per soggiorni di 20 notti o più. Le unità abitative saranno dotate di cucina indipendente e di un arredamento flessibile. Le strutture offriranno anche un centro fitness, una lavanderia, un market interno e un giardino con attrezzature per il barbecue. Quando il ceo e presidente di Hilton, Chris Nassetta, ha accennato per la prima volta al nuovo progetto ha dichiarato che sarebbe stato in grado di generare "marginalità astronomiche". Il tutto a fronte di investimenti con efficienti costi di costruzione per singola unità e di un prodotto in grado di venire incontro a una domanda ancora non servita da una proposta adeguata. [post_title] => LivSmart Studios è il nome ufficiale del nuovo progetto extended-stay di casa Hilton [post_date] => 2024-01-11T10:53:38+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704970418000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458843 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri. Rispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019. Secondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea. Sedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria. [post_title] => L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-04T10:46:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704365209000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458797 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quasi 16 milioni di presenze in Liguria, un numero straordinario visto che non si registrava da 20 anni. «Ad oggi siamo a oltre 15 milioni e 700mila presenze senza i dati definitivi di novembre e dicembre, comprese le festività - spiegano il presidente della Regione Giovanni Toti e l'assessore al turismo Augusto Sartori - Il 2015 si chiuse con 14 milioni e 328mila presenze turistiche, quest’anno ne avremo quasi 2 milioni in più: è un grande risultato, che premia tutti gli investimenti in promozione turistica fatti in questi anni, oltre al grande lavoro svolto da tutti gli operatori del settore con sempre maggiore professionalità». In particolare, il dato ormai consolidato (con una rispondenza del 96,76% delle strutture) nei primi dieci mesi dell’anno è di 15 milioni e 180mila presenze, con una crescita del 3,53% (circa 520mila presenze) rispetto allo stesso periodo del 2022, con un aumento del 9,71% degli stranieri (arrivati a quota 6.929.764).  Aumentano tra gennaio e ottobre anche gli arrivi (+6,01%) che passano da 4.595.439 a 4.871.730 di quest’anno.  «Va ricordato che questi dati non considerano i turisti che soggiornano negli appartamenti in affitto a uso turistico, non ancora soggetti alla nostra statistica – aggiunge l’assessore Sartori -: è evidente dunque la crescita della qualità dell’offerta della Liguria, che risponde sempre più alle esigenze di un turista consapevole e desideroso di vivere il territorio a 360 gradi durante i suoi soggiorni di vacanza».  A livello provinciale, l’area metropolitana genovese supera le 4 milioni di presenze nei primi dieci mesi dell’anno (4.185.206) in crescita del 5,54% rispetto allo stesso periodo del 2022, grazie soprattutto ad un boom a due cifre (+13,4%) degli stranieri.  Positivo il dato anche per la provincia di Imperia che tra gennaio e ottobre registra 3.127.193 presenze turistiche, segnando un + 4,31% rispetto allo stesso periodo del 2022, e 876.931 mila arrivi (+5,66%).  In provincia di Savona, tra gennaio e ottobre di quest’anno le presenze superano la quota 5 milioni (5.002.803), con un aumento complessivo più contenuto (+0,37%) rispetto allo stesso periodo del 2022.  Molto positivo il dato della provincia della Spezia che nei primi dieci mesi dell’anno registra 2.863.805 presenze (+5,56%) legate soprattutto ad un aumento a doppia cifra degli stranieri (+11,51%). Gli arrivi superano quota 1 milione (1.029.702) con una crescita dell’8,90% rispetto al 2022 e, in particolare, di oltre il 16% degli stranieri (+16,65%). [post_title] => Liguria da record con quasi 16 milioni di presenze nel 2023 [post_date] => 2024-01-04T09:25:01+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704360301000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458679 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' partita nei giorni scorsi dal cantiere cinese Guangzhou Shipyard la Moby Legacy: il secondo traghetto di nuova generazione e nave gemella della Fantasy, entrata a far parte della flotta Moby a giugno 2023, approderà a Livorno a fine gennaio. Guidata dal comandante Massimo Pinsolo, dopo un viaggio attraverso tre oceani che doppierà il capo di Buona Speranza, l'unità appena consegnata alla compagnia italiana giungerà nel Mediterraneo per entrare in servizio sulla rotta Livorno-Olbia accanto alla stessa Fantasy nei primi mesi del 2024. Le due navi garantiranno così al gruppo Moby di aumentare sensibilmente la capacità verso la Sardegna. Con i suoi 237 metri di lunghezza per 33 di larghezza e una stazza lorda di 69.500 tonnellate la Legacy, dopo la Fantasy, è il secondo traghetto passeggeri più grande finora costruito a livello mondiale, con una capacità di 3 mila passeggeri, 441 cabine, 400 poltrone e 3.800 metri lineari di carico rotabile pari a 1.300 auto o 300 camion. La Legacy può viaggiare a una velocità di crociera di 23,5 nodi con punte di 25 nodi e una potenza del motore di 10,8 megawatt. La nave è inoltre dotata di tecnologie ambientali all’avanguardia, capaci di assicurare una riduzione del 50% delle emissioni di Co2 rispetto ai traghetti oggi impiegati su linee analoghe. E' inoltre già predisposta per poter essere alimentata a gnl (gas naturale liquefatto) ed è dotata della possibilità di ricevere l’alimentazione da terra. Come la gemella, ha ottenuto la certificazione Eedi Phase 3. Per celebrare il nuovo traghetto, la compagnia ha quindi lanciato la promozione speciale Moby Legacy valida per un passeggero con auto al seguito a partire da 54,80 euro sulla tratta Livorno-Olbia-Livorno. L'iniziativa sarà disponibile per le prenotazioni effettuate sino al prossimo 10 gennaio e relative alle partenze fino al 30 settembre 2024, salvo disponibilità posti riservati all’iniziativa. [post_title] => Consegnata al gruppo Moby la Legacy: partita da Guangzhou arriverà a Livorno a fine gennaio [post_date] => 2024-01-02T10:10:36+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704190236000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1237" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":90,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462080","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Grecia può definitivamente archiviare il 2023 come un anno record per la propria industria turistica, sia in termini di entrate sia a livello di arrivi nel Paese.\r\n\r\nSecondo i dati pubblicati dalla Banca della Grecia la destinazione, da sempre fra le predilette del Mediterraneo, ha totalizzato entrate per 20,45 miliardi di euro, un importo superiore del 12,7% rispetto al precedente anno record, il 2019, quando il dato aveva raggiunto i 18,15 miliardi di euro. La cifra rappresenta inoltre di un aumento del 15,7% rispetto ai 17,67 miliardi di euro incassati nel 2022.\r\n\r\nSul fronte visitatori, la Grecia ha registrato lo scorso anno 32,703 milioni di turisti stranieri rispetto ai 31,34 milioni del 2019: in pratica un aumento del 4,4% rispetto al 2019 e del 17,6% rispetto al 2022. La spesa media pro capite è cresciuta del 7% rispetto al 2019, arrivando a circa 623 euro per viaggiatore.\r\n\r\nIl riconoscimento internazionale della Grecia per il suo prodotto turistico di alto livello, con infrastrutture alberghiere di prim'ordine e un'organizzazione e servizi eccellenti, ha portato negli ultimi anni a una ripresa dinamica dopo la pandemia e a un'ulteriore crescita, anche rispetto al precedente livello record del turismo greco.\r\n\r\n ","post_title":"La Grecia supera se stessa: entrate turistiche per oltre 20,4 mld di euro, +12,7% sul 2019","post_date":"2024-02-22T11:19:18+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708600758000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460346","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza.\r\n\r\nI ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019.\r\n\r\nKorean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone.","post_title":"Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre","post_date":"2024-01-30T11:16:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706613367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460246","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo una navigazione di 32 giorni e 14 miglia miglia nautiche, la Legacy, nuova unità del gruppo Moby e gemella del traghetto più grande del mondo, la Fantasy, ha toccato ieri per la prima volta il porto di Livorno. Partita lo scorso 27 dicembre dal cantiere cinese Guangzhou Shipyard, ha attraversato tre oceani per fare il suo ingresso nel Mediterraneo ieri, con alla guida, come per la Fantasy, il comandante Massimo Pinsolo e il suo equipaggio.\r\n\r\nPer celebrare il nuovo traghetto la compagnia, in occasione della partenza della Legacy, a fine dicembre ha lanciato una promozione speciale dedicata a tutti i passeggeri che decideranno di prenotare il loro viaggio. La tariffa Moby Legacy è valida per un passeggero con auto al seguito a partire da 54,80 euro sulla tratta Livorno-Olbia-Livorno ed è dedicata a chi prenoterà dal 10 gennaio per partenze fino al 30 settembre 2024, salvo disponibilità posti riservati all’iniziativa.\r\n\r\nLa Legacy sarà operativo per la Sardegna lungo la rotta Livorno-Olbia a partire dal 17 febbraio prossimo. Con i suoi 237 metri di lunghezza per 32 di larghezza e una stazza lorda di 69.500 tonnellate è, insieme alla nave gemella Fantasy, il traghetto passeggeri più grande finora costruito a livello mondiale, con una capacità di 3 mila passeggeri e 3.850 metri lineari di carico rotabile. '","post_title":"E' arrivata a Livorno la Moby Legacy, gemella della Fantasy e traghetto più grande del mondo","post_date":"2024-01-29T10:16:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706523419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460185","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"American Airlines chiude un 2023 dal fatturato record di 53 miliardi di dollari, con un utile netto annuale che è balzato a 822 milioni di dollari, rispetto ai 127 milioni dell'anno precedente. \r\n\r\nLa compagnia ha operato quasi due milioni di voli nel corso dell'anno con un load factor dell'83,5%.\r\n\r\n\"Questi risultati sono stati trainati dalla continua forte domanda di prodotti American, dall'attività record dei programmi frequent flyer, da solide performance operative e da un efficace controllo dei costi\" spiega una nota del vettore.\r\n\r\nLa compagnia è a oltre il 75% del percorso verso l’obiettivo di ridurre il debito totale di 15 miliardi di dollari entro la fine del 2025. Intanto, per il primo trimestre del 2024, American stima un aumento della capacità compreso tra il 6,5% e l'8,5% e circa un +5% per l'intero anno 2024.\r\n\r\n\"Il 2023 è stato un anno eccezionale per noi. Un altro anno di recupero dalla pandemia - ha commentato Robert Isom, amministratore delegato dell'azienda -. Abbiamo ripristinato la redditività dell'azienda, generando un free cash flow record l'anno scorso. Abbiamo un altro anno per assicurarci di continuare a fare progressi\". Secondo il ceo la domanda dovrebbe continuare ad essere \"molto forte\", con la primavera e l'estate \"eccezionali per noi in termini di domanda e prodotti\".","post_title":"American Airlines prevede una \"domanda eccezionale\" per l'estate 2024","post_date":"2024-01-26T11:15:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706267753000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459657","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_443575\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Alcune mobile home Human Company[/caption]\r\n\r\nSi fa sempre più stretto il legame tra la finanza e il mondo dell'open air italiano. Dopo le recenti indiscrezioni sul possibile cambio di partnership in casa Club del Sole, giungono ora altre voci riguardanti questa volta il gruppo Human Company, attualmente controllato al 100% dalla famiglia Cardini Vannucchi.\r\nStando ai rumours, sempre raccolti dal Sole 24 Ore, l'operatore toscano sarebbe stato infatti messo nel mirino dagli statunitensi di Hines che, in joint venture con Clessidra, starebbe studiando il proprio ingresso nel capitale della società dell'open air, attiva anche nei segmenti degli ostelli e dei relais di campagna.\r\n\r\nL'operazione dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre dell'anno e punterebbe al rafforzamento dell'organizzazione Human Company, nonché al suo ulteriore sviluppo. La compagnia toscana nata negli anni '80 come Ecv Group da una famiglia tradizionalmente legata all'industria tessile di Prato, ha chiuso il 2022 con un giro d'affari di 123 milioni di euro. Il gruppo conta oggi dieci village e camping in Toscana, Veneto, Lazio e Lussemburgo, a cui si aggiungono due ostelli 2.0 a marchio Plus Hostel a Firenze e a Praga, nonché la tenuta Palagina sulle colline del Chianti. Presente anche un format f&b chiamato Mercato Centrale, attualmente attivo a Firenze, Roma, Torino, a Milano e a Campi Bisenzio.","post_title":"Gli operatori finanziari Hines e Clessidra pronti a entrare nel capitale di Human Company","post_date":"2024-01-18T12:50:47+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1705582247000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459200","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il nuovo brand extended-stay di casa Hilton ha finalmente un nome. Lanciato lo scorso maggio come Project H3 il marchio si chiamerà ufficialmente LivSmart Studios by Hilton. La prima struttura debutterà il prossimo ottobre in Indiana: un hotel da 137 camere in stile serviced-apartments, di proprietà della Sun Management and Development. Ma la compagnia con base in Virginia ha già dichiarato di avere oltre 350 trattative in corso per il nuovo brand.\r\n\r\nIl marchio intende posizionarsi nel segmento lower midscale e si rivolge a ospiti che necessitano di soluzioni per soggiorni di 20 notti o più. Le unità abitative saranno dotate di cucina indipendente e di un arredamento flessibile. Le strutture offriranno anche un centro fitness, una lavanderia, un market interno e un giardino con attrezzature per il barbecue. Quando il ceo e presidente di Hilton, Chris Nassetta, ha accennato per la prima volta al nuovo progetto ha dichiarato che sarebbe stato in grado di generare \"marginalità astronomiche\". Il tutto a fronte di investimenti con efficienti costi di costruzione per singola unità e di un prodotto in grado di venire incontro a una domanda ancora non servita da una proposta adeguata.","post_title":"LivSmart Studios è il nome ufficiale del nuovo progetto extended-stay di casa Hilton","post_date":"2024-01-11T10:53:38+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1704970418000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458843","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri.\r\n\r\nRispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019.\r\n\r\nSecondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea.\r\n\r\nSedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria.","post_title":"L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-04T10:46:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704365209000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458797","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quasi 16 milioni di presenze in Liguria, un numero straordinario visto che non si registrava da 20 anni.\r\n\r\n«Ad oggi siamo a oltre 15 milioni e 700mila presenze senza i dati definitivi di novembre e dicembre, comprese le festività - spiegano il presidente della Regione Giovanni Toti e l'assessore al turismo Augusto Sartori - Il 2015 si chiuse con 14 milioni e 328mila presenze turistiche, quest’anno ne avremo quasi 2 milioni in più: è un grande risultato, che premia tutti gli investimenti in promozione turistica fatti in questi anni, oltre al grande lavoro svolto da tutti gli operatori del settore con sempre maggiore professionalità».\r\n\r\nIn particolare, il dato ormai consolidato (con una rispondenza del 96,76% delle strutture) nei primi dieci mesi dell’anno è di 15 milioni e 180mila presenze, con una crescita del 3,53% (circa 520mila presenze) rispetto allo stesso periodo del 2022, con un aumento del 9,71% degli stranieri (arrivati a quota 6.929.764). \r\nAumentano tra gennaio e ottobre anche gli arrivi (+6,01%) che passano da 4.595.439 a 4.871.730 di quest’anno. \r\n\r\n«Va ricordato che questi dati non considerano i turisti che soggiornano negli appartamenti in affitto a uso turistico, non ancora soggetti alla nostra statistica – aggiunge l’assessore Sartori -: è evidente dunque la crescita della qualità dell’offerta della Liguria, che risponde sempre più alle esigenze di un turista consapevole e desideroso di vivere il territorio a 360 gradi durante i suoi soggiorni di vacanza». \r\n\r\nA livello provinciale, l’area metropolitana genovese supera le 4 milioni di presenze nei primi dieci mesi dell’anno (4.185.206) in crescita del 5,54% rispetto allo stesso periodo del 2022, grazie soprattutto ad un boom a due cifre (+13,4%) degli stranieri. \r\n\r\nPositivo il dato anche per la provincia di Imperia che tra gennaio e ottobre registra 3.127.193 presenze turistiche, segnando un + 4,31% rispetto allo stesso periodo del 2022, e 876.931 mila arrivi (+5,66%). \r\n\r\nIn provincia di Savona, tra gennaio e ottobre di quest’anno le presenze superano la quota 5 milioni (5.002.803), con un aumento complessivo più contenuto (+0,37%) rispetto allo stesso periodo del 2022. \r\n\r\nMolto positivo il dato della provincia della Spezia che nei primi dieci mesi dell’anno registra 2.863.805 presenze (+5,56%) legate soprattutto ad un aumento a doppia cifra degli stranieri (+11,51%). Gli arrivi superano quota 1 milione (1.029.702) con una crescita dell’8,90% rispetto al 2022 e, in particolare, di oltre il 16% degli stranieri (+16,65%).","post_title":"Liguria da record con quasi 16 milioni di presenze nel 2023","post_date":"2024-01-04T09:25:01+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1704360301000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458679","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' partita nei giorni scorsi dal cantiere cinese Guangzhou Shipyard la Moby Legacy: il secondo traghetto di nuova generazione e nave gemella della Fantasy, entrata a far parte della flotta Moby a giugno 2023, approderà a Livorno a fine gennaio. Guidata dal comandante Massimo Pinsolo, dopo un viaggio attraverso tre oceani che doppierà il capo di Buona Speranza, l'unità appena consegnata alla compagnia italiana giungerà nel Mediterraneo per entrare in servizio sulla rotta Livorno-Olbia accanto alla stessa Fantasy nei primi mesi del 2024. Le due navi garantiranno così al gruppo Moby di aumentare sensibilmente la capacità verso la Sardegna.\r\n\r\nCon i suoi 237 metri di lunghezza per 33 di larghezza e una stazza lorda di 69.500 tonnellate la Legacy, dopo la Fantasy, è il secondo traghetto passeggeri più grande finora costruito a livello mondiale, con una capacità di 3 mila passeggeri, 441 cabine, 400 poltrone e 3.800 metri lineari di carico rotabile pari a 1.300 auto o 300 camion. La Legacy può viaggiare a una velocità di crociera di 23,5 nodi con punte di 25 nodi e una potenza del motore di 10,8 megawatt.\r\n\r\nLa nave è inoltre dotata di tecnologie ambientali all’avanguardia, capaci di assicurare una riduzione del 50% delle emissioni di Co2 rispetto ai traghetti oggi impiegati su linee analoghe. E' inoltre già predisposta per poter essere alimentata a gnl (gas naturale liquefatto) ed è dotata della possibilità di ricevere l’alimentazione da terra. Come la gemella, ha ottenuto la certificazione Eedi Phase 3.\r\n\r\nPer celebrare il nuovo traghetto, la compagnia ha quindi lanciato la promozione speciale Moby Legacy valida per un passeggero con auto al seguito a partire da 54,80 euro sulla tratta Livorno-Olbia-Livorno. L'iniziativa sarà disponibile per le prenotazioni effettuate sino al prossimo 10 gennaio e relative alle partenze fino al 30 settembre 2024, salvo disponibilità posti riservati all’iniziativa.","post_title":"Consegnata al gruppo Moby la Legacy: partita da Guangzhou arriverà a Livorno a fine gennaio","post_date":"2024-01-02T10:10:36+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704190236000]}]}}

Lascia un commento