5 December 2022

Nicola Risatti di Blu Hotels al Quirinale per ricevere l’insegna di Cavaliere del lavoro

[ 0 ]

Si è svolta direttamente al Quirinale la cerimonia di consegna dell’insegna di cavaliere dell’ordine “al merito del Lavoro” a Nicola Risatti. Il presidente e amministratore delegato di Blu Hotels l’ha ricevuta dalle mani del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Bresciano, classe 1965, Risatti è al timone di una delle principali compagnie alberghiere italiane dal 1993. Il gruppo conta oggi oltre 30 strutture, tra hotel, villaggi e resort a 4 e 5 stelle, in località di mare, montagna e laghi.

“La cerimonia di oggi, che ufficializza la nomina dello scorso giugno, ha per me un valore altamente simbolico – commenta lo stesso Risatti, visibilmente emozionato -. Ritrovarci oggi tutti insieme a celebrare il valore del lavoro, affiancati anche da chi dovrà nel futuro impegnarsi a preservarlo, è una responsabilità e uno stimolo a onorare ogni giorno questo importante riconoscimento ricevuto”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435172 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435173" align="alignleft" width="300"] Il nuovo logo e il rendering della struttura che aprirà a Milano in zona Navigli[/caption] E' tempo di rebranding in casa dei principali protagonisti europei dei modelli di ospitalità ibrida. Dopo The Student Hotel, che ha recentemente cambiato nome in The Social Hub, per meglio rispecchiare il focus sul concept di community, ora anche 21 Way of Living diventa 21 House of Stories. Il brand creato da Alessandro e Mauro Benetton intende pure lui in questo modo veicolare in maniera più efficace lo spirito di community del progetto. Avviato con una prima struttura a Milano in Città Studi, 21 House of Stories è un luogo dove soggiornare, lavorare, socializzare: una dimensione condivisa in cui non ci sono ospiti, ma una community aperta, costituita da persone interconnesse che condividono esperienze autentiche, mettono in circolo idee, energie, storie. Il concept al momento sta performando molto bene. Dalla ripartenza di marzo scorso il tasso di occupazione dell’hotel è stato superiore al 90%. A ciò si aggiunge inoltre una considerevole partecipazione a concerti e talk, presenze consistenti negli spazi coworking e al bistrot. I buoni risultati della struttura milanese, e l’avvio di un nuovo progetto meneghino, previsto sui Navigli, hanno quindi concretizzato la necessità di fare un salto di qualità in termini di brand e di racconto. Da qui il nuovo nome del progetto e il logo sviluppato insieme all’agenzia Fm Studio. “L'avvio della commercializzazione della seconda struttura rappresenta il momento ideale per aggiornare il brand alla luce dei learning accumulati nei primi due anni di attività - spiega il managing director di 21 House of Stories, Nicola Accurso -. Il nostro concept si evolve in una direzione ancora più lifestyle e disruptive, nella quale l'ospite può mescolare sfera privata e professionale in un ambiente estremamente stimolante”. [post_title] => Il brand di Alessandro e Mauro Benetton 21 Way of Living diventa 21 House of Stories [post_date] => 2022-12-01T09:05:50+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669885550000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435097 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435107" align="alignright" width="300"] Korean Air, A321neo - Prestige Class[/caption] Korean Air ha accolto in flotta il suo primo Airbus 321neo, che entrerà in servizio già da dicembre: l'aeromobile è dotato di sedili totalmente lie-flat in business class, diventando così la prima compagnia aerea coreana a offrire questa caratteristica su un velivolo narrowbody. Il nuovo A321neo potrà ospitare fino a 182 passeggeri (otto in classe Prestige e 174 in classe economica) e opererà principalmente su rotte a corto raggio, tra cui quelle verso il Sud-est asiatico, la Cina e il Giappone. "Questo A321neo di nuova generazione, efficiente dal punto di vista dei consumi, porterà l'esperienza dei nostri passeggeri a un nuovo livello, grazie alla pluripremiata cabina Airspace e ai sedili completamente lie-flat della business class" ha sottolineato Soo Keun Lee, vicepresidente esecutivo e chief safety & operation officer di Korean Air.  Dalla prima metà del prossimo anno i passeggeri dell'A321neo potranno anche acquistare la possibilità di internet a bordo. Korean Air dovrebbe ricevere un totale di 30 aeromobili Airbus 321neo entro il 2027. [post_title] => Korean Air: in servizio da dicembre il primo A321neo con poltrone lie-flat [post_date] => 2022-11-30T10:54:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669805674000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435078 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tre proposte di viaggio differenti, per un tour guidato di otto giorni che si concentra nel sud del Paese, un self-drive della medesima durata e un grand tour di 14 giorni che percorre, da nord a sud, l’intero Paese, spaziando da villaggi abbarbicati sulle montagne a stretti wadi ricchi di acqua, da soffici distese di deserto dai colori dorati ad antichi forti. Un’esperienza totalizzante, resa ancora più immersiva da alcuni pernottamenti tra le dune, sotto le stelle, in campo tendato mobile comfort. E' l'Oman targato Shiruq che tra le tappe più sorprendenti vanta anche Salalah, il punto di partenza per la scoperta del Dhofar e della parte meridionale del Rub'al-Khali. Arrivarci via terra regala tutto ciò che un viaggiatore desideri ammirare: altopiani, enormi spiagge di sabbia bianca e coste frastagliate, aree ricoperte da alberi e arbusti dai quali si ricava l’incenso, l’invitante e rinfrescante acqua dell’oceano Indiano, resti di città antiche, sorgenti e cascate strette in ripide vallate. "Dopo tre giorni davvero emozionanti nel deserto del Rub'al-Khali, ci lasciamo le alte dune alle spalle per varcare le porte di Salalah, principale centro abitato del sud del Paese e della regione del Dhofar, differente rispetto a tutto quanto visto finora per via del suo animo tropicale, dei suoi paesaggi verdeggianti e delle sue floride vallate - racconta Francesca Lorusso, product manager e direttrice di Shiruq -. Alla visita del sito Patrimonio Unesco di Al Baleed, primo insediamento del Dhofar e oggi piccolo parco archeologico affacciato sull’oceano Indiano, si affianca quella al museo dell’Incenso, che ci permetterà di conoscere la storia di questa regione dal 2000 a.C., storia fatta di tradizioni e commerci marittimi". Incredibilmente affascinanti anche i dintorni di Salalah: Taqah, un villaggio di pescatori rinomato per le sue case tradizionali e i prodotti ittici; Samharam (Khor Rohri, Unesco), antica città portuale tra le più importanti sulla rotta commerciale dell’incenso; Wadi Darbat, luogo suggestivo ove la presenza di acqua è imperante, sotto forma di cascatelle, ruscelli, grotte e laghetti contornati da una fitta vegetazione; la spiaggia di Mugsayl, meravigliosa dal punto di vista panoramico perché unisce il contrasto di colori tra il blu dell’oceano e il bianco candido della sabbia, con la presenza sullo sfondo di imponenti scogliere di roccia. "Gli elementi di questo dipinto naturale non sono finiti, perché sulle scogliere è presente perfino un geyser e si possono inoltre incontrare colonie di uccelli e cammelli intenti a cibarsi della bassa vegetazione ai margini della spiaggia" commenta ancora Francesca Lorusso. [post_title] => Tre declinazioni diverse per l'Oman griffato Shiruq. Salalah tra le mete più sorprendenti [post_date] => 2022-11-30T10:04:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669802645000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435026 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La 14esima edizione di BTO - Be Travel Onlife è partita oggi a Firenze, nella location della Stazione Leopolda. Tra i temi caldi in programma, le opportunità offerte alle imprese del settore turismo dal metaverso, le declinazioni del nomadismo digitale, la nuova centralità della sostenibilità e del benessere mentale, le nuove forme del turismo e la valorizzazione delle destinazioni e del prodotto turistico attraverso l'enogastronomia. L'evento di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, è stato organizzato a cura di Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana.  Quest'anno è stata prevista l'opportunità di partecipare alla manifestazione sotto forma di avatar, accedendo in modalità cross-device da Pc, Smartphone e Visori VR attraverso un Qrcode/link che viene fornito dopo le presentazioni. "Oggi cerchiamo di capire perché il metaturismo è un'evoluzione, più che una rivoluzione, e perché è un'opportunità, non un pericolo", ha esordito Francesco Tapinassi, direttore scientifico, durante il panel di apertura della manifestazione. Denso il programma di previsti: 100 eventi tra approfondimenti, workshop e speech futuristici per conoscere le nuove tendenze su tecnologia applicata al travel, destinazioni, professioni, modi di viaggiare. La Stazione Leopolda, in pieno clima futuristico, ospita in questi due giorni una serie di spettacolari installazioni grazie alla creatività di La Jetée. Un colonnato “parlante” introduce i visitatori anticipando le aree tematiche della manifestazione grazie alla tecnologia della realtà aumentata, mentre all’interno è possibile fare “conoscenza virtuale” di alcuni tra i principali speaker semplicemente inquadrando il badge identificativo o le rispettive copie “fotografiche” riportate a grandezza naturale su un wall, accedendo così alla presentazione del panel attraverso la loro viva voce. Interessante anche Meta-BTO realizzata da Carraro Lab, che crea un'integrazione tra eventi fisici e virtuali attraverso la creazione di un duplicato virtuale della Leopolda, con avatar e ambienti 3D che interagiscono con relatori e partecipanti presenti. "Istituzioni, imprese, operatori sono in questi due giorni a Firenze per confrontarsi e discutere e portare le loro esperienze - spiega l'assessore al Turismo della Regione Toscana, Leonardo Marras - Siamo ospiti e beneficiari di questo momento globale  di riflessione da cui trarre il massimo profitto in termini di conoscenza, esperienza, ispirazioni e coerenza nelle scelte a cui siamo chiamati nei prossimi mesi". L'area tematica hospitality è coordinata da Nicola Zoppi,  mentre quella dedicata al Food&Wine da Roberta Milano. Nell'area destination, i contenuti sono curati da Emma Taveri, mentre quelli della Digital Strategy&Innovation sono stati selezionati e coordinati da Giulia Eremita e Rodolfo Baggio. [post_title] => Al via BTO: due giorni dedicati al futuro del turismo [post_date] => 2022-11-29T12:18:11+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669724291000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434835 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => iTEG arriva a Roma. L'appuntamento itinerante con il Turismo enogastronomico italiano sbarca nella Capitale e invita tutti gli operatori, le istituzioni e la stampa specializzata a fare rete. L'appuntamento è per il 1 dicembre 2022, presso la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, dalle 9.30 alle 19.30. L'evento nasce dal progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio e oggi strutturato su diverse aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende. "Teging ha reti strutturate ovunque e sono reti attive - spiega Paola Puzzovio raccontando la nascita del progetto durante la presentazione che si è tenuta ieri nella sala stampa di Montecitorio -. Siamo nati ufficialmente nel 2020, in pieno lockdown, partendo dalla Puglia, ma stiamo arrivando in tutte le Regioni d'Italia. Il progetto sbarcherà anche in America con una tappa a New York e ha delle aperture importantissime direttamente collegate con il turismo enogastronomico, dell'accoglienza, delle radici, del ritorno e sociale". Tra i relatori che sono intervenuti alla conferenza stampa, Gianni Lattanzio, segretario generale "Ambientevivo" e Segretario Generale Istituto Cooperazione Paesi Esteri, l'on. Fabio Porta, membro commissione esteri, Concetta D'Emma, fondatrice UnconventionalHospitality, Carmen Bizzarri, PhD Università europea di Roma UER, Antonio Imeneo, co-fondatore Books for peace. Tanti i temi che saranno trattati il primo dicembre nella tappa romana di iTEG: tra cui gli strumenti per l'internazionalizzazione e per l'attrazione degli investimenti, le dinamiche di strutturazione dell'offerta turistica, le strategie di promozione per l'incoming del turismo enogastronomico italiano, gli aspetti più sostenibili, green e inclusivi del turismo enogastronomico, ma anche la formazione. "La formazione professionale è una delle colonne portati di Teging - spiega Puzzovio -, abbiamo creato dei progetti di formazione in rete (FIR) importanti. Lavoriamo sull'intera filiera per supportare tutte le realtà, anche le più piccole, patrimonio immateriale importantissimo. Anche il più piccolo operatore deve sentirsi parte di tutto questo: con la rete che stiamo costruendo arriveremo anche a lui".   [post_title] => iTEG sbarca a Roma: il turismo enogastronomico protagonista dell'evento del primo dicembre [post_date] => 2022-11-25T17:04:40+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669395880000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434762 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prenderà il via a maggio 2023 il primo evento dell’Ente Sloveno del Turismo promosso con tecnologia Blockchain: la Ultimate Julian Alps Sensory Adventure sarà una vetrina per la promozione di esperienze uniche nel paese, destinazione smart e all’avanguardia in materia di Nft.  Tra i primi in assoluto in Italia a credere nel potenziale della Blockchain, Aljoša Ota, direttore innovativo e preparato dell’Ente, ha saputo cogliere l’opportunità fornita da token digitali e dalle criptovalute per una digitalizzazione dell’offerta turistica, facendo dell’ente presente in Italia il vero e proprio precursore nell’utilizzo della tecnologia Blockchain per la promozione turistica. “Le Alpi Giulie sono sinonimo del concetto turistico che la Slovenia intende condurre - ha dichiarato Aljosa Ota - bellezza, natura incontaminata e un turismo green, fatto di servizi e prodotti sostenibili e a KM0. Ed è proprio su questo tema, la sostenibilità, che la blockchain technology va ad inserirsi andando a fornire un’opportunità in più per promuovere le bellezze del Paese, sensibilizzando al contempo le persone sui temi della salvaguardia ambientale”. Possedendo uno dei 15 token disponibili in edizione limitata sulla piattaforma Vandri, il marketplace sloveno degli Nft nel turismo - presentati al recente Wtm di Londra - si potrà avere accesso alla straordinaria Ultimate Sensory Adventure oltre che detenere l’Nft come souvenir digitale e prova dell’esperienza svolta. Oltre a promuovere il territorio delle Alpi Giulie, questa nuova esperienza intende sensibilizzare le persone sulle tematiche della salvaguardia ambientale di un’area contraddistinta da una biodiversità unica al mondo con più di 7000 specie animali e 1600 specie vegetali: “La Ultimate Julian Alps Sensory Adventure metterà in contatto gli utenti con storie uniche e a tratti sconosciute, come quella del Gallo Cedrone delle Alpi, oggi specie a rischio, ma che fino a cento anni fa arrivava a cantare fin sotto le porte di Lubiana, o di fiori come la Calcatreppola blu, la regina delle Alpi, la cui presenza in Slovenia è minacciata dalle nuove condizioni ambientali”.   [post_title] => La Slovenia prosegue lungo il percorso Nft: a maggio il progetto dedicato alle Alpi Giulie [post_date] => 2022-11-24T15:20:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669303236000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434699 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Alessandria celebra i 200 anni del noto pittore Neoclassico alessandrino Felice Giani, le cui opere sono presenti nei musei di tutto il mondo, al Louvre, agli Uffizi, all’Hermitage di San Pietroburgo, al Quirinale, a Palazzo di Spagna. La Biblioteca Civica di Alessandria ospiterà da giovedì 24 novembre 2022, il primo lancio di presentazione dedicato a Felice Giani, pittore piemontese nato a S. Sebastiano Curone nel 1758, ritenuto uno dei massimi esponenti del neoclassicismo. In concomitanza, l’Archivio ‘Pittor Giani’ intende celebrare l’anniversario dei duecento anni dalla morte del maestro (morto a Roma nel 1823) organizzando una serie di eventi che prenderanno avvio con la mostra “Felice Giani 200 Anteprima” che sarà inaugurata presso la sede dell’Archivio a San Sebastiano il 24 novembre 2022 e che proseguirà nel 2023 coinvolgendo la Città di Alessandria e province in rassegne di grande importanza per la conoscenza di Giani e delle sue opere e si concluderà nel 2024 con una mostra dedicata all’entourage del pittore ed una prestigiosa collaborazione con il Cooper Hewitt Design Museum di New York che conserva molte opere del maestro neoclassico. Il progetto, a cura dell’ l’Archivio “Pittor Giani”, è supportato da: Regione Piemonte, Comune di San Sebastiano Curone AL, Comune e Provincia di Alessandria, Comune e Diocesi di Tortona, Comuni di Forlì, Faenza, Brisighella, Marradi, Fondazione CRAL e CRT. Biblioteca Civica “Francesca Calvo”,  giovedi 24  dalle ore 16:00 per scoprire Felice Giani, la sua storia d’artista e i prestigiosi lavori realizzati, fra tele, schizzi e pitture murarie che adornano alcuni dei più prestigiosi palazzi nobiliari italiani a partire dal Quirinale a Palazzo di Spagna avrà come protagonista Marcella Vitali, storica dell’arte dell’Archivio Pittor Giani di San Sebastiano Curone, curatrice degli eventi del programma triennale e grande conoscitrice dell’opera dell’artista.   [post_title] => Alessandria, mostre ed eventi per i 200 anni del pittore neoclassico Felice Giani [post_date] => 2022-11-24T11:01:50+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669287710000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022. Se agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo. Tra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate. L’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”. Obereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta. Ed è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo. Per cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi. Due comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”. Il comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.   [post_title] => Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica [post_date] => 2022-11-24T09:56:20+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669283780000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434517 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Marcello Cicalò il nuovo ceo del gruppo Bluserena. Cicalò porta in azienda un'esperienza ultraventennale nell’ospitalità di lusso e una competenza specifica in mercati come Italia e Europa, Paesi dell'ex Unione Sovietica, Stati Uniti e Paesi del Golfo. Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Delphina Hotels e nel Forte Village, occupandosi di vendite, marketing e comunicazione, la sua carriera è proseguita al Rome Cavalieri, dove ha approfondito le strategie di vendita e la conoscenza dei mercati internazionali, fino ad assumere la direzione dell'Italian Hospitality Collection. Nato e cresciuto in Sardegna, prima di muovere i primi passi nel settore alberghiero ha lavorato nel mondo dell’associazionismo apprendendo le basi della pianificazione strategica nelle file di Intercultura, organizzazione senza scopo di lucro che promuove il dialogo interculturale e gli scambi scolastici internazionali. All’esperienza maturata nel lavoro ha affiancato un percorso di formazione iniziato da giovanissimo con esperienze di studio in Australia. In seguito, ha continuato a perfezionarsi in importanti scuole di vari paesi, conseguendo in particolare un international executive Mba presso la European business school e il general manager program alla Cornell University negli Stati Uniti. “Ho accettato questo nuovo incarico con entusiasmo e determinazione. Vi porterò tutte le skills maturate in ognuna delle mie esperienze alberghiere, insieme a una grande passione per il mondo dell’ospitalità e il lavoro di squadra – sottolinea lo stesso Cicalò -. Bluserena rappresenta una realtà innovativa e stimolante in cui avrò l’opportunità di sviluppare la vision di Azora European Hotel & Leisure, lavorando in sinergia con tutto il team, con cui condivido il forte orientamento alla qualità, all'innovazione, alla formazione ed alla motivazione”. Nell’immediato, Cicalò si occuperà quindi di supervisionare i progetti di rinnovo dei villaggi 4 stelle e di progettare i nuovi servizi inclusi nel programma di investimenti di oltre 30 milioni di euro, stanziati nel 2021 a seguito dell’acquisizione da parte di Azora European Hotel & Leisure. Il piano di espansione e rinnovo punta sull’ulteriore sviluppo dell’azienda dopo una stagione estiva di successo, che ha visto il superamento dei dati pre-pandemici con un totale di 1,2 milioni di presenze e un fatturato in crescita del 20%. Con 2.500 occupati e una ricettività complessiva di 4.400 camere distribuite nei suoi 13 villaggi e resort a 4 e 5 stelle, il programma di investimenti in corso mostrerà i primi risultati per l’apertura della stagione 2023. [post_title] => Marcello Cicalò nuovo ceo del gruppo Bluserena [post_date] => 2022-11-22T09:56:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669111004000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "nicola risatti di blu hotels al quirinale per ricevere linsegna di cavaliere del lavoro" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":60,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":484,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435172","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435173\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il nuovo logo e il rendering della struttura che aprirà a Milano in zona Navigli[/caption]\r\n\r\nE' tempo di rebranding in casa dei principali protagonisti europei dei modelli di ospitalità ibrida. Dopo The Student Hotel, che ha recentemente cambiato nome in The Social Hub, per meglio rispecchiare il focus sul concept di community, ora anche 21 Way of Living diventa 21 House of Stories. Il brand creato da Alessandro e Mauro Benetton intende pure lui in questo modo veicolare in maniera più efficace lo spirito di community del progetto. Avviato con una prima struttura a Milano in Città Studi, 21 House of Stories è un luogo dove soggiornare, lavorare, socializzare: una dimensione condivisa in cui non ci sono ospiti, ma una community aperta, costituita da persone interconnesse che condividono esperienze autentiche, mettono in circolo idee, energie, storie.\r\n\r\nIl concept al momento sta performando molto bene. Dalla ripartenza di marzo scorso il tasso di occupazione dell’hotel è stato superiore al 90%. A ciò si aggiunge inoltre una considerevole partecipazione a concerti e talk, presenze consistenti negli spazi coworking e al bistrot. I buoni risultati della struttura milanese, e l’avvio di un nuovo progetto meneghino, previsto sui Navigli, hanno quindi concretizzato la necessità di fare un salto di qualità in termini di brand e di racconto. Da qui il nuovo nome del progetto e il logo sviluppato insieme all’agenzia Fm Studio.\r\n\r\n“L'avvio della commercializzazione della seconda struttura rappresenta il momento ideale per aggiornare il brand alla luce dei learning accumulati nei primi due anni di attività - spiega il managing director di 21 House of Stories, Nicola Accurso -. Il nostro concept si evolve in una direzione ancora più lifestyle e disruptive, nella quale l'ospite può mescolare sfera privata e professionale in un ambiente estremamente stimolante”.","post_title":"Il brand di Alessandro e Mauro Benetton 21 Way of Living diventa 21 House of Stories","post_date":"2022-12-01T09:05:50+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669885550000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435097","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435107\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Korean Air, A321neo - Prestige Class[/caption]\r\n\r\n Korean Air ha accolto in flotta il suo primo Airbus 321neo, che entrerà in servizio già da dicembre: l'aeromobile è dotato di sedili totalmente lie-flat in business class, diventando così la prima compagnia aerea coreana a offrire questa caratteristica su un velivolo narrowbody.\r\n\r\nIl nuovo A321neo potrà ospitare fino a 182 passeggeri (otto in classe Prestige e 174 in classe economica) e opererà principalmente su rotte a corto raggio, tra cui quelle verso il Sud-est asiatico, la Cina e il Giappone.\r\n\r\n\"Questo A321neo di nuova generazione, efficiente dal punto di vista dei consumi, porterà l'esperienza dei nostri passeggeri a un nuovo livello, grazie alla pluripremiata cabina Airspace e ai sedili completamente lie-flat della business class\" ha sottolineato Soo Keun Lee, vicepresidente esecutivo e chief safety & operation officer di Korean Air. \r\n\r\nDalla prima metà del prossimo anno i passeggeri dell'A321neo potranno anche acquistare la possibilità di internet a bordo. Korean Air dovrebbe ricevere un totale di 30 aeromobili Airbus 321neo entro il 2027.","post_title":"Korean Air: in servizio da dicembre il primo A321neo con poltrone lie-flat","post_date":"2022-11-30T10:54:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669805674000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435078","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nTre proposte di viaggio differenti, per un tour guidato di otto giorni che si concentra nel sud del Paese, un self-drive della medesima durata e un grand tour di 14 giorni che percorre, da nord a sud, l’intero Paese, spaziando da villaggi abbarbicati sulle montagne a stretti wadi ricchi di acqua, da soffici distese di deserto dai colori dorati ad antichi forti. Un’esperienza totalizzante, resa ancora più immersiva da alcuni pernottamenti tra le dune, sotto le stelle, in campo tendato mobile comfort. E' l'Oman targato Shiruq che tra le tappe più sorprendenti vanta anche Salalah, il punto di partenza per la scoperta del Dhofar e della parte meridionale del Rub'al-Khali. Arrivarci via terra regala tutto ciò che un viaggiatore desideri ammirare: altopiani, enormi spiagge di sabbia bianca e coste frastagliate, aree ricoperte da alberi e arbusti dai quali si ricava l’incenso, l’invitante e rinfrescante acqua dell’oceano Indiano, resti di città antiche, sorgenti e cascate strette in ripide vallate.\r\n\r\n\"Dopo tre giorni davvero emozionanti nel deserto del Rub'al-Khali, ci lasciamo le alte dune alle spalle per varcare le porte di Salalah, principale centro abitato del sud del Paese e della regione del Dhofar, differente rispetto a tutto quanto visto finora per via del suo animo tropicale, dei suoi paesaggi verdeggianti e delle sue floride vallate - racconta Francesca Lorusso, product manager e direttrice di Shiruq -. Alla visita del sito Patrimonio Unesco di Al Baleed, primo insediamento del Dhofar e oggi piccolo parco archeologico affacciato sull’oceano Indiano, si affianca quella al museo dell’Incenso, che ci permetterà di conoscere la storia di questa regione dal 2000 a.C., storia fatta di tradizioni e commerci marittimi\".\r\n\r\nIncredibilmente affascinanti anche i dintorni di Salalah: Taqah, un villaggio di pescatori rinomato per le sue case tradizionali e i prodotti ittici; Samharam (Khor Rohri, Unesco), antica città portuale tra le più importanti sulla rotta commerciale dell’incenso; Wadi Darbat, luogo suggestivo ove la presenza di acqua è imperante, sotto forma di cascatelle, ruscelli, grotte e laghetti contornati da una fitta vegetazione; la spiaggia di Mugsayl, meravigliosa dal punto di vista panoramico perché unisce il contrasto di colori tra il blu dell’oceano e il bianco candido della sabbia, con la presenza sullo sfondo di imponenti scogliere di roccia. \"Gli elementi di questo dipinto naturale non sono finiti, perché sulle scogliere è presente perfino un geyser e si possono inoltre incontrare colonie di uccelli e cammelli intenti a cibarsi della bassa vegetazione ai margini della spiaggia\" commenta ancora Francesca Lorusso.","post_title":"Tre declinazioni diverse per l'Oman griffato Shiruq. Salalah tra le mete più sorprendenti","post_date":"2022-11-30T10:04:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669802645000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435026","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La 14esima edizione di BTO - Be Travel Onlife è partita oggi a Firenze, nella location della Stazione Leopolda.\r\nTra i temi caldi in programma, le opportunità offerte alle imprese del settore turismo dal metaverso, le declinazioni del nomadismo digitale, la nuova centralità della sostenibilità e del benessere mentale, le nuove forme del turismo e la valorizzazione delle destinazioni e del prodotto turistico attraverso l'enogastronomia.\r\nL'evento di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, è stato organizzato a cura di Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana.  Quest'anno è stata prevista l'opportunità di partecipare alla manifestazione sotto forma di avatar, accedendo in modalità cross-device da Pc, Smartphone e Visori VR attraverso un Qrcode/link che viene fornito dopo le presentazioni.\r\n\"Oggi cerchiamo di capire perché il metaturismo è un'evoluzione, più che una rivoluzione, e perché è un'opportunità, non un pericolo\", ha esordito Francesco Tapinassi, direttore scientifico, durante il panel di apertura della manifestazione.\r\nDenso il programma di previsti: 100 eventi tra approfondimenti, workshop e speech futuristici per conoscere le nuove tendenze su tecnologia applicata al travel, destinazioni, professioni, modi di viaggiare.\r\nLa Stazione Leopolda, in pieno clima futuristico, ospita in questi due giorni una serie di spettacolari installazioni grazie alla creatività di La Jetée. Un colonnato “parlante” introduce i visitatori anticipando le aree tematiche della manifestazione grazie alla tecnologia della realtà aumentata, mentre all’interno è possibile fare “conoscenza virtuale” di alcuni tra i principali speaker semplicemente inquadrando il badge identificativo o le rispettive copie “fotografiche” riportate a grandezza naturale su un wall, accedendo così alla presentazione del panel attraverso la loro viva voce.\r\nInteressante anche Meta-BTO realizzata da Carraro Lab, che crea un'integrazione tra eventi fisici e virtuali attraverso la creazione di un duplicato virtuale della Leopolda, con avatar e ambienti 3D che interagiscono con relatori e partecipanti presenti.\r\n\r\n\"Istituzioni, imprese, operatori sono in questi due giorni a Firenze per confrontarsi e discutere e portare le loro esperienze - spiega l'assessore al Turismo della Regione Toscana, Leonardo Marras - Siamo ospiti e beneficiari di questo momento globale  di riflessione da cui trarre il massimo profitto in termini di conoscenza, esperienza, ispirazioni e coerenza nelle scelte a cui siamo chiamati nei prossimi mesi\".\r\nL'area tematica hospitality è coordinata da Nicola Zoppi,  mentre quella dedicata al Food&Wine da Roberta Milano. Nell'area destination, i contenuti sono curati da Emma Taveri, mentre quelli della Digital Strategy&Innovation sono stati selezionati e coordinati da Giulia Eremita e Rodolfo Baggio.","post_title":"Al via BTO: due giorni dedicati al futuro del turismo","post_date":"2022-11-29T12:18:11+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669724291000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434835","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"iTEG arriva a Roma. L'appuntamento itinerante con il Turismo enogastronomico italiano sbarca nella Capitale e invita tutti gli operatori, le istituzioni e la stampa specializzata a fare rete. L'appuntamento è per il 1 dicembre 2022, presso la Chiesa di San Silvestro al Quirinale, dalle 9.30 alle 19.30.\r\n\r\nL'evento nasce dal progetto TEGing Italia, fondato nel 2020 da Paola Puzzovio e oggi strutturato su diverse aree operative progettuali: formazione, incoming, destinazioni e servizi alle aziende.\r\n\r\n\"Teging ha reti strutturate ovunque e sono reti attive - spiega Paola Puzzovio raccontando la nascita del progetto durante la presentazione che si è tenuta ieri nella sala stampa di Montecitorio -. Siamo nati ufficialmente nel 2020, in pieno lockdown, partendo dalla Puglia, ma stiamo arrivando in tutte le Regioni d'Italia. Il progetto sbarcherà anche in America con una tappa a New York e ha delle aperture importantissime direttamente collegate con il turismo enogastronomico, dell'accoglienza, delle radici, del ritorno e sociale\".\r\n\r\nTra i relatori che sono intervenuti alla conferenza stampa, Gianni Lattanzio, segretario generale \"Ambientevivo\" e Segretario Generale Istituto Cooperazione Paesi Esteri, l'on. Fabio Porta, membro commissione esteri, Concetta D'Emma, fondatrice UnconventionalHospitality, Carmen Bizzarri, PhD Università europea di Roma UER, Antonio Imeneo, co-fondatore Books for peace.\r\n\r\nTanti i temi che saranno trattati il primo dicembre nella tappa romana di iTEG: tra cui gli strumenti per l'internazionalizzazione e per l'attrazione degli investimenti, le dinamiche di strutturazione dell'offerta turistica, le strategie di promozione per l'incoming del turismo enogastronomico italiano, gli aspetti più sostenibili, green e inclusivi del turismo enogastronomico, ma anche la formazione.\r\n\r\n\"La formazione professionale è una delle colonne portati di Teging - spiega Puzzovio -, abbiamo creato dei progetti di formazione in rete (FIR) importanti. Lavoriamo sull'intera filiera per supportare tutte le realtà, anche le più piccole, patrimonio immateriale importantissimo. Anche il più piccolo operatore deve sentirsi parte di tutto questo: con la rete che stiamo costruendo arriveremo anche a lui\".\r\n\r\n ","post_title":"iTEG sbarca a Roma: il turismo enogastronomico protagonista dell'evento del primo dicembre","post_date":"2022-11-25T17:04:40+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669395880000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434762","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prenderà il via a maggio 2023 il primo evento dell’Ente Sloveno del Turismo promosso con tecnologia Blockchain: la Ultimate Julian Alps Sensory Adventure sarà una vetrina per la promozione di esperienze uniche nel paese, destinazione smart e all’avanguardia in materia di Nft. \r\n\r\nTra i primi in assoluto in Italia a credere nel potenziale della Blockchain, Aljoša Ota, direttore innovativo e preparato dell’Ente, ha saputo cogliere l’opportunità fornita da token digitali e dalle criptovalute per una digitalizzazione dell’offerta turistica, facendo dell’ente presente in Italia il vero e proprio precursore nell’utilizzo della tecnologia Blockchain per la promozione turistica.\r\n\r\n“Le Alpi Giulie sono sinonimo del concetto turistico che la Slovenia intende condurre - ha dichiarato Aljosa Ota - bellezza, natura incontaminata e un turismo green, fatto di servizi e prodotti sostenibili e a KM0. Ed è proprio su questo tema, la sostenibilità, che la blockchain technology va ad inserirsi andando a fornire un’opportunità in più per promuovere le bellezze del Paese, sensibilizzando al contempo le persone sui temi della salvaguardia ambientale”.\r\n\r\nPossedendo uno dei 15 token disponibili in edizione limitata sulla piattaforma Vandri, il marketplace sloveno degli Nft nel turismo - presentati al recente Wtm di Londra - si potrà avere accesso alla straordinaria Ultimate Sensory Adventure oltre che detenere l’Nft come souvenir digitale e prova dell’esperienza svolta.\r\n\r\nOltre a promuovere il territorio delle Alpi Giulie, questa nuova esperienza intende sensibilizzare le persone sulle tematiche della salvaguardia ambientale di un’area contraddistinta da una biodiversità unica al mondo con più di 7000 specie animali e 1600 specie vegetali: “La Ultimate Julian Alps Sensory Adventure metterà in contatto gli utenti con storie uniche e a tratti sconosciute, come quella del Gallo Cedrone delle Alpi, oggi specie a rischio, ma che fino a cento anni fa arrivava a cantare fin sotto le porte di Lubiana, o di fiori come la Calcatreppola blu, la regina delle Alpi, la cui presenza in Slovenia è minacciata dalle nuove condizioni ambientali”.\r\n\r\n ","post_title":"La Slovenia prosegue lungo il percorso Nft: a maggio il progetto dedicato alle Alpi Giulie","post_date":"2022-11-24T15:20:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669303236000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434699","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Alessandria celebra i 200 anni del noto pittore Neoclassico alessandrino Felice Giani, le cui opere sono presenti nei musei di tutto il mondo, al Louvre, agli Uffizi, all’Hermitage di San Pietroburgo, al Quirinale, a Palazzo di Spagna.\r\n\r\nLa Biblioteca Civica di Alessandria ospiterà da giovedì 24 novembre 2022, il primo lancio di presentazione dedicato a Felice Giani, pittore piemontese nato a S. Sebastiano Curone nel 1758, ritenuto uno dei massimi esponenti del neoclassicismo.\r\n\r\nIn concomitanza, l’Archivio ‘Pittor Giani’ intende celebrare l’anniversario dei duecento anni dalla morte del maestro (morto a Roma nel 1823) organizzando una serie di eventi che prenderanno avvio con la mostra “Felice Giani 200 Anteprima” che sarà inaugurata presso la sede dell’Archivio a San Sebastiano il 24 novembre 2022 e che proseguirà nel 2023 coinvolgendo la Città di Alessandria e province in rassegne di grande importanza per la conoscenza di Giani e delle sue opere e si concluderà nel 2024 con una mostra dedicata all’entourage del pittore ed una prestigiosa collaborazione con il Cooper Hewitt Design Museum di New York che conserva molte opere del maestro neoclassico.\r\n\r\nIl progetto, a cura dell’ l’Archivio “Pittor Giani”, è supportato da: Regione Piemonte, Comune di San Sebastiano Curone AL, Comune e Provincia di Alessandria, Comune e Diocesi di Tortona, Comuni di Forlì, Faenza, Brisighella, Marradi, Fondazione CRAL e CRT.\r\n\r\nBiblioteca Civica “Francesca Calvo”,  giovedi 24  dalle ore 16:00 per scoprire Felice Giani, la sua storia d’artista e i prestigiosi lavori realizzati, fra tele, schizzi e pitture murarie che adornano alcuni dei più prestigiosi palazzi nobiliari italiani a partire dal Quirinale a Palazzo di Spagna avrà come protagonista Marcella Vitali, storica dell’arte dell’Archivio Pittor Giani di San Sebastiano Curone, curatrice degli eventi del programma triennale e grande conoscitrice dell’opera dell’artista.\r\n\r\n ","post_title":"Alessandria, mostre ed eventi per i 200 anni del pittore neoclassico Felice Giani","post_date":"2022-11-24T11:01:50+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669287710000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Per la Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti, si preannuncia come una stagione sciistica eccezionale, che si aprirà come da tradizione in notturna il 25 novembre 2022.\r\n\r\nSe agli impianti che servono il leggendario Ski Center Latemar si aggiunge quest’anno l’avveniristica seggiovia “Campanil” di Pampeago, dotata di 29 seggiole da 6 posti ciascuna, la nuova pista “Zanggen II” a Obereggen va ad arricchire un autentico parco giochi degli sport sulla neve che, tra Obereggen e Carezza, conta già 90 km di piste, 3 circuiti da slittino, 2 snowpark e 1 nightpark, tanti sentieri per escursioni e ciaspolate in un candido panorama fiabesco e 160 km di tappeti bianchi per il fondo.\r\n\r\nTra le sorprese della stagione in arrivo, è prevista la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate.\r\n\r\nL’area di Carezza alza il sipario su quello che si conferma uno dei teatri invernali più amati dalle famiglie il 26 novembre. Ad attendere le piccole star di sci e snowboard con genitori al seguito, c’è il risultato di una formula magica data dalla moltiplicazione di 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali vanno assommati 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino”
e il percorso leggende “Re Laurino”.\r\n\r\nObereggen si presenta dal canto suo come un’esplosione di emozione e piacere, che mette a disposizione dei patiti della neve 48 km di piste di tutte le difficoltà servite da 18 impianti di risalita, snowpark e un’offerta gastronomica originale e di qualità, per un’esperienza moderna su sci, snowboard e slittino in uno scenario dal fascino eterno. Due parchi per bambini e 1 Miniclub, 4 piste da slittino e la mitologica Apline Coaster non fanno che aumentare la portata dell'offerta.\r\n\r\nEd è proprio al calar del sole che l’area sciistica prepara come di consueto l’anteprima di stagione il 25 novembre, per poi aprire ufficialmente le danze il giorno successivo. Se Il rifugio Oberholz e l’alpine club LOOX incarnano il lato più sofisticato di questa perla di montagna che parla la lingua del design, sciatori e snowboarder di ogni misura ed età troveranno pane per i loro denti all’interno dello Ski Center Latemar, eletto da skiresort.de migliore area sciistica al mondo.\r\n\r\nPer cominciare col piede giusto la stagione, Dolomiti Super Première – valida dal 26 novembre al 24 dicembre 2022 - offre una giornata gratuita ogni 4, che diventano due nel caso di permanenze di 8 giorni. La proposta copre alloggio e skipass, senza contare che anche le scuole di sci e i noleggi mettono sul piatto corsi e attrezzature a prezzi incredibilmente vantaggiosi.\r\n\r\nDue comprensori a misura di bambino non potevano poi far mancare pacchetti pensati per le famiglie delle nevi. Dall’8 al 28 gennaio e dal 19 marzo al 16 aprile 2023, Obereggen For Families offre ai piccoli sciatori l’opportunità di muovere i primi passi sugli sci, di divertirsi con l’Orso Bruno e di svagarsi su due piste da slittino, volando su tre fun slopes e sbizzarrendosi in due parchi ammantati di bianco. Inclusi nel prezzo di 1400 euro, 7 pernottamenti in MP/B&B/APP, 6 giorni Skipass Fiemme-Obereggen, Skipass gratuito per bambini sotto gli 8 anni, 6 giorni di noleggio sci e attrezzatura per bambini, 1 giorno di noleggio gratuito di una slitta e ingresso gratuito a “Brunoland”.\r\nIl comprensorio di Re Laurino risponde con Carezza All Family, valida dal 7 al 15 gennaio, dal 28 gennaio al 4 febbraio e dal 4 al 19 marzo 2022. L’offerta di 7 pernottamenti comprende alloggio e skipass gratuito per tutti i bambini sotto gli 8 anni e il 30% di sconto per i bambini fino a 16 anni, 6 giorni di Skipass Fassa-Carezza.\r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega, molte le novità per la nuova stagione sciistica","post_date":"2022-11-24T09:56:20+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669283780000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434517","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Marcello Cicalò il nuovo ceo del gruppo Bluserena. Cicalò porta in azienda un'esperienza ultraventennale nell’ospitalità di lusso e una competenza specifica in mercati come Italia e Europa, Paesi dell'ex Unione Sovietica, Stati Uniti e Paesi del Golfo. Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Delphina Hotels e nel Forte Village, occupandosi di vendite, marketing e comunicazione, la sua carriera è proseguita al Rome Cavalieri, dove ha approfondito le strategie di vendita e la conoscenza dei mercati internazionali, fino ad assumere la direzione dell'Italian Hospitality Collection.\r\n\r\nNato e cresciuto in Sardegna, prima di muovere i primi passi nel settore alberghiero ha lavorato nel mondo dell’associazionismo apprendendo le basi della pianificazione strategica nelle file di Intercultura, organizzazione senza scopo di lucro che promuove il dialogo interculturale e gli scambi scolastici internazionali. All’esperienza maturata nel lavoro ha affiancato un percorso di formazione iniziato da giovanissimo con esperienze di studio in Australia. In seguito, ha continuato a perfezionarsi in importanti scuole di vari paesi, conseguendo in particolare un international executive Mba presso la European business school e il general manager program alla Cornell University negli Stati Uniti.\r\n\r\n“Ho accettato questo nuovo incarico con entusiasmo e determinazione. Vi porterò tutte le skills maturate in ognuna delle mie esperienze alberghiere, insieme a una grande passione per il mondo dell’ospitalità e il lavoro di squadra – sottolinea lo stesso Cicalò -. Bluserena rappresenta una realtà innovativa e stimolante in cui avrò l’opportunità di sviluppare la vision di Azora European Hotel & Leisure, lavorando in sinergia con tutto il team, con cui condivido il forte orientamento alla qualità, all'innovazione, alla formazione ed alla motivazione”.\r\n\r\nNell’immediato, Cicalò si occuperà quindi di supervisionare i progetti di rinnovo dei villaggi 4 stelle e di progettare i nuovi servizi inclusi nel programma di investimenti di oltre 30 milioni di euro, stanziati nel 2021 a seguito dell’acquisizione da parte di Azora European Hotel & Leisure. Il piano di espansione e rinnovo punta sull’ulteriore sviluppo dell’azienda dopo una stagione estiva di successo, che ha visto il superamento dei dati pre-pandemici con un totale di 1,2 milioni di presenze e un fatturato in crescita del 20%. Con 2.500 occupati e una ricettività complessiva di 4.400 camere distribuite nei suoi 13 villaggi e resort a 4 e 5 stelle, il programma di investimenti in corso mostrerà i primi risultati per l’apertura della stagione 2023.","post_title":"Marcello Cicalò nuovo ceo del gruppo Bluserena","post_date":"2022-11-22T09:56:44+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669111004000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti