22 February 2024

La Oetker Collection lancia una linea di pigiami in collaborazione con La Ligne

[ 0 ]

Sono i pigiami griffati la nuova frontiera dell’hotellerie di lusso. Almeno secondo la Oetker Collection, che ha appena lanciato una nuova linea ad hoc, in collaborazione con il rinomato marchio newyorkese di abbigliamento femminile, La Ligne. I completi rappresentano le 12 proprietà del gruppo alberghiero, includendo elementi caratteristici di ciascuna località: da una teiera in porcellana inglese per il The Lanesborough di Londra a un’auto d’epoca Volkswagen, simbolo del Brenners Park-Hotel & Spa a Baden-Baden, per arrivare sino ai limoni in omaggio all’hotel La Palma di Capri, l’ultima aggiunta alla collezione.

“Collaborare con Oetker Collection è stato un vero onore. Fin dall’inizio, ci siamo ispirati a molti momenti immortalati nelle strutture del gruppo – spiega la ceo della Ligne, Molly Howard -. Questa partnership rappresenta un matrimonio perfetto tra uno dei nostri capi più riconoscibili, i pigiami Bonne Nuit, e le location da sogno di Oetker” . “La Ligne è un marchio divertente e chic che realizza capi da notte favolosi. Quindi è stato la prima scelta per creare i nostri nuovi esclusivi pigiami – aggiunge il senior vice president sales, marketing & communications della Oetker Collection, Simon Neggers -. Ci auguriamo che i nostri ospiti non vedano l’ora di acquistarli per poterli portare con sé nei loro prossimi viaggi nelle strutture del gruppo”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461982 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461983" align="alignleft" width="300"] Il direttore commerciale, Ada Miraglia[/caption] L'apertura del Baia Taormina e il riposizionamento del Pietrablu come hotel 4 stelle superior. Sono le principali novità 2024 del gruppo CdsHotels, che si presenta al doppio appuntamento con le fiere del Sud, il Btm di Bari dal 27 al 29 febbraio, e la Bmt di Napoli, dal 14 al 16 marzo, forte di un 2023 chiuso con un fatturato di 56 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto al 2022. Con gli investimenti previsti dal piano strategico, CdsHotels nel 2024 conterà quindi in portfolio cinque villaggi tra Puglia e Sicilia (Porto Giardino, Riva Marina Resort, relais Masseria le Cesine, Costa del Salento Village e CdsHotels Terrasini in Sicilia, tutti 4 stelle), nonché sette Hotel Collection (il 5 stelle Marenea Suite Hotel, i 4 stelle superior Pietrablu, Basiliani, Grand Hotel Riviera, Marelive e Baia Taormina, il 4 stelle Corte di Nettuno). Al Btm di Bari, la partecipazione di CdsHotels prevede anche l’organizzazione di un panel dal titolo Green deal, digitalizzazione e hospitality. Prospettive al 2030, che si terrà il 28 febbraio (ore 10:45), in Arena, e che vede come relatori Gabriele Totisco, responsabile ricerca e sviluppo della compagnia, e Daniele Totisco, responsabile budget e controllo. [post_title] => CdsHotels alle fiere del Sud con la novità Baia Taormina e il riposizionamento del Pietrablu [post_date] => 2024-02-21T10:54:38+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708512878000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero. «Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor». A oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150». Un impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc». [post_title] => Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo [post_date] => 2024-02-21T09:15:49+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708506949000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461816 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tra le colline di Conegliano Valdobbiadene, patria del vino italiano più consumato al mondo, la famiglia Balbinot amplia la sua produzione con nuove referenze e apre all’enoturismo con esperienze in vigna e in cantina. L’azienda Le Manzane ha da poco piantumato circa 3 ettari di proprietà con barbatelle di Incrocio Manzoni o Manzoni Bianco e di Merlot. Inoltre ha stipulato un accordo di locazione di lungo periodo per 12,5 ettari di Pinot Grigio Doc Delle Venezie. «L’Incrocio Manzoni - spiega Ernesto Balbinot, titolare della società agricola Le Manzane - è un’uva autoctona a cui sono particolarmente legato e che già, in piccole quantità, produciamo nella versione classica con affinamento in acciaio, ma che a mio parere si presta bene anche a essere affinata in legno o altri recipienti. Stiamo, infatti, provando affinamenti in tonneaux di diversa tipologia e in serbatoi di cemento a forma di uovo per capire l’evoluzione del prodotto nel tempo. Abbiamo presentato finalmente, a fine 2023, le prime 2 mila bottiglie di Incrocio Manzoni ottenuto da uve fermentate e affinate in legno, un vino bianco non filtrato che abbiamo chiamato Sabbiato. Questo vino sarà affiancato da un Merlot che in questo momento sta riposando in legno; anche qui stiamo sperimentando perché vorrei ottenere un vino elegante, di carattere, ma non eccessivamente robusto». Tra le vigne della tenuta Le Manzane il vino è una questione di famiglia. Ernesto Balbinot con la moglie Silvana, i figli Marco e Anna hanno da poco iniziato a proporre un pacchetto di esperienze rivolte agli enoturisti e agli appassionati del vino mettendo a disposizione la sala degustazione con vista sui terrazzamenti della cantina scavata nella roccia e sui filari di Glera del vigneto dove ogni anno, a settembre, si svolge la Vendemmia solidale. L’altra location è la tenuta Le Manzane Hills a soli 5 minuti di auto dalla cantina dove si trova il Giardino delle Api con le arnie dipinte dai bambini della Casa Adelaide. La proposta non è solo un invito a godersi un buon bicchiere di vino abbinato al miele, ai formaggi e ai salumi locali, ma anche quella di vivere una degustazione che racconta storie, aneddoti, saperi, identità e territorio. Un viaggio alla scoperta dei segreti delle bollicine più famose al mondo, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg anche in versione Cartizze, dei vitigni autoctoni come il Manzoni Bianco o il Verdiso o dei rossi internazionali. La cantina offre anche smart tasting ed esperienze adrenaliniche a bordo del Land Rover Defender. [post_title] => Alle Manzane le nuove proposte dedicate agli enoturisti tra le colline di Conegliano Valdobbiadene [post_date] => 2024-02-20T09:25:25+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708421125000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461732 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461739" align="alignleft" width="300"] Roberta Fichera e Angelo Cangemi[/caption] Obiettivo raggiunto per il to di casa Msc. Going ha infatti chiuso l'anno scorso a quota 30 milioni di euro di fatturato e ora punta dritta la barra verso i 40 milioni. "Il nostro è un percorso che in appena 18 mesi ci ha visto già quasi triplicare il giro d'affari, considerando che siamo partiti nel 2022 da circa 11 milioni di ricavi complessivi  - racconta il chief commercial & operations officer, Maurizio Casabianca -. Un progetto articolato, che ha visto la creazione di un team booking dotato di un know-how adeguato a interfacciarsi con il mercato e la costruzione di una proposta che si sviluppa in più linee di prodotto. E che da qualche tempo comprende anche una proposta tailor made: un'offerta per la quale sino a poco tempo fa in pochi pensavano a Going". A supportare tale evoluzioni, in questi mesi è giunta in azienda una serie di nuove risorse, tra cui i product manager  Southeast Asia & Far East, nonché East & West Africa, Roberta Fichera e Angelo Cangemi: due new entry che curano altrettante novità a catalogo per l'operatore: l'Oriente già in programmazione dall'anno scorso e l'Africa subsahariana partita a fine dello scorso anno ma che sarà compiutamente realizzata nel 2024. Tra i focus principali dell'offerta Going sull'Oriente, ecco allora la Thailandia: "Sulla destinazione proponiamo due itinerari eco-sostenibili, in linea peraltro con quello che è la nostra filosofia di prodotto - racconta Roberta Fichera -: Per mano a Bangkok è un pacchetto abbastanza classico, con tre notti nella capitale e quattro nel triangolo d’oro, tra Chiang Mai e Chiang Rai. Mira però a far entrare in contatto i viaggiatori con la popolazione, utilizzando tra le altre cose i trasporti locali e permettendo di conoscere da vicino la proposta f&b thailandese. L'altro viaggio, invece, al soggiorno nella capitale unisce sei notti itineranti tra il meno conosciuto floating market di Amphawa, le cascate di Erawan e la città di Nan". Due pure i tour per il Sud Africa, una delle mete più importanti dell'area subsahariana: "Un Paese che mi è entrato nel cuore - rivela Angelo Cangemi -: una meta che negli anni ho visto crescere e migliorare per qualità delle esperienze e servizi, pur avendo la capacità di rimanere autentica nel profondo. Le nostre proposte si declinano nel viaggio Meraviglioso Sud Africa di sette notti in lingua italiana, che include i principali highlights della destinazione, tra cui la Panorama Route, la Kapama Game Reserve e Città del Capo. South Africa Family è invece un itinerario pensato apposta per le famiglie con bambini sotto ai 12 anni: si sviluppa in aree malaria free, incluse Città del Capo e la Garden Route, e prevede al termine due notti di safari nella riserva privata di Amakhala".     [post_title] => Going punta ai 40 mln di fatturato. Tra le novità, Oriente e Africa subsahariana [post_date] => 2024-02-16T15:14:00+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708096440000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461683 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela. Per supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña. Accanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona . [post_title] => Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus [post_date] => 2024-02-16T12:00:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708084805000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461612 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461614" align="alignleft" width="300"] Massimo Crippa[/caption] Nuovo accordo commerciale tra Sostravel e la divisione leisure di Aci blueteam. La partnership è mirata alla vendita dei servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel, attraverso il network di 43 agenzie viaggio leisure partner di Aci blueteam.  “Siamo lieti di annunciare questa nuova collaborazione strategica, che segna un significativo passo avanti nel nostro impegno a fornire prodotti innovativi e di valore ai viaggiatori - sottolinea il direttore generale di Sostravel.com, Massimo Crippa -. Attraverso questo accordo, i nostri servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel saranno disponibili sulla piattaforma PrenotAci del prestigioso network di agenzie, offrendo ai viaggiatori soluzioni immediate e affidabili per eventuali disguidi durante i loro spostamenti”. Il Lost luggage concierge è in particolare un servizio di ricerca e rintracciamento e riconsegna bagagli smarriti, reso ora disponibile attraverso la piattaforma PrenotAci.travel: include il tracciamento attivo, offrendo un rimborso fino a 100 euro al giorno per la consegna ritardata dei bagagli a partire da 48 ore dopo la segnalazione, e fino a 4 mila euro per lo smarrimento definitivo del bagaglio. Dr. Travel è invece un servizio di telemedicina: mette a disposizione video visite a chiamata convenienti, per i viaggiatori che necessitano di consulti durante i loro spostamenti. Accessibile tramite la piattaforma prenotAci.travel, il servizio può essere facilmente attivato con l’inserimento di un codice specifico, permettendo agli utenti di prenotare il proprio appuntamento e iniziare la visita con un medico/pediatra. “Siamo felici di unire le forze con Sostravel.com: un leader nel settore dei servizi digitali ai viaggiatori - conclude il leisure travel drector di Aci blueteam, Massimiliano Biella -. Questa collaborazione non solo amplia la nostra offerta di servizi, ma sottolinea anche la nostra dedizione nel migliorare l'esperienza di viaggio attraverso soluzioni tecnologiche avanzate e accessibili.”   [post_title] => Sostravel: i servizi Lost luggage e di telemedicina ora disponibili sulla piattaforma PrenotAci [post_date] => 2024-02-15T13:38:10+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708004290000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461390 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea amplia la flotta con l'ingresso di tre Airbus A320, che porteranno il totale aeromobili operativi a quota 44, di cui 20 Airbus A319 e 24 A320. I tre nuovi velivoli, dotati di motori Cfm e di una capacità di 180 passeggeri, entreranno in servizio ad aprile, con l'inizio della stagione estiva. «Solo l'anno scorso Volotea ha trasportato più di 10 milioni di passeggeri su quasi 70.000 voli, con un tasso di occupazione medio del 92% per i nostri voli di linea - ha sottolineato Stephen Rapp, chief financial officer del vettore spagnolo -. Con un fatturato di circa 700 milioni di euro e margini finanziari storici per un'azienda attiva da poco più di dieci anni, la previsione per quest'anno è di continuare a crescere e aumentare la nostra capacità del 15%. Con questi nuovi aeromobili ci prepariamo ad affrontare la stagione estiva, tradizionalmente il periodo di maggior traffico per la compagnia. Inoltre, il modello Airbus A320, più moderno ed efficiente, ci permetterà di migliorare la nostra competitività e di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni, garantendo comunque ai nostri clienti il miglior servizio». Nel 2024, la compagnia prevede di offrire tra i 12,5 e i 13 milioni di posti, di trasportare quasi 12 milioni di passeggeri e di operare circa 80.000 voli, il tutto con un organico che raggiungerà le 2.000 unità entro la fine dell'anno. Volotea collega più di 110 aeroporti in Europa - con i suoi mercati principali in Francia, Italia e Spagna - e ha basi in 21 città europee di piccole e medie dimensioni: Asturie, Atene, Bari, Bilbao, Bordeaux, Brest, Cagliari, Firenze, Amburgo, Lille, Lione, Lourdes, Marsiglia, Nantes, Napoli, Olbia, Palermo, Strasburgo, Tolosa, Venezia e Verona. Le basi di Bari e di Brest, città della Bretagna francese, verranno inaugurate proprio nel 2024.   A partire dal 2021, Volotea ha avviato il rinnovo della propria flotta, passando dal Boeing 717 agli Airbus A319 e A320. Il passaggio a una flotta interamente composta da Airbus, in grado di offrire una maggiore efficienza del carburante per passeggero-chilometro, consente al vettore di impiegare pratiche operative più sostenibili, per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni. [post_title] => Volotea: in flotta da aprile altri tre A320. Nel mirino quasi 12 mln di passeggeri per il 2024 [post_date] => 2024-02-13T12:39:36+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707827976000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461347 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà ancora lo chef stellato Andrea Berton a guidare il ristorante subacqueo H20 Underwater dello You&Me Maldives by The Cocoon Collection. Per il 2024, proporrà un menù rinnovato, in cui i tratti distintivi della sua cucina incontrano la materia prima dell'isola come cocco, papaya, aragosta e tonno. “Sono davvero felice di continuare questo percorso culinario - sottolinea lo stesso Berton -. In qualità di chef, il mio compito è quello di far sognare e di far stare bene gli ospiti con la mia cucina e, per fare questo, non bisogna mai fermarsi, ma studiare nuovi piatti con ingredienti unici. Per il quarto anno di partnership con l’H20, ho creato un menu che abbina alla materia prima dell’isola i tratti caratteristici della mia linea gastronomica". “La nostra passione per l’hospitality, la qualità dei servizi e per il benessere dei nostri ospiti sono da sempre i valori che ci guidano - aggiunge il founder e corporate manager The Cocoon Collection, Attilio Azzola -. Siamo molto felici di continuare la collaborazione con lo Chef Berton, il quale è un maestro nel creare esperienze uniche e indimenticabili. Tutti i clienti del ristorante subacqueo H2O Underwater possono infatti godere non solo di un menu eccellente, ma anche di uno spettacolo naturale senza eguali”. [post_title] => Lo stellato Berton ancora alla guida del ristorante underwater H20 dello You&Me Maldives [post_date] => 2024-02-13T10:52:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707821564000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461326 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461327" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Manuela Iarussi, Gianluca Propoli e Tonya Malaspina[/caption] Sono ben tre le new entry nel team commerciale di Glamour Tour Operator: Manuela Iarussi e Tonya Malaspina nel ruolo di key account manager per il Lazio, mentre Gianluca Propoli assume la posizione di key account manager & brand specialist per Campania, Calabria & Sicilia. Con loro portano esperienza, competenza e determinazione, arricchendo una squadra sales che arriva in questo modo a quota undici. “Con l'aggiunta di tre nuovi commerciali, potremo ampliare e consolidare ulteriormente la nostra presenza sul mercato - sottolinea il direttore commerciale, Nicola Bonacchi -. L'esperienza e le competenze di questi nuovi membri rappresentano un valore aggiunto alla nostra rete vendite, consentendoci di implementare strategie più mirate e una maggiore focalizzazione sulle esigenze dei nostri clienti. Siamo fiduciosi che il contributo di queste risorse rafforzerà la nostra posizione competitiva nel settore, portando a risultati sempre più positivi per Glamour ”.   [post_title] => Glamour: Manuela Iarussi, Tonya Malaspina e Gianluca Propoli new entry del team sales [post_date] => 2024-02-12T15:05:56+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707750356000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "la oetker collection lancia una linea di pigiami in collaborazione con la ligne" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":80,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":788,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461982","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461983\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Il direttore commerciale, Ada Miraglia[/caption]\r\n\r\nL'apertura del Baia Taormina e il riposizionamento del Pietrablu come hotel 4 stelle superior. Sono le principali novità 2024 del gruppo CdsHotels, che si presenta al doppio appuntamento con le fiere del Sud, il Btm di Bari dal 27 al 29 febbraio, e la Bmt di Napoli, dal 14 al 16 marzo, forte di un 2023 chiuso con un fatturato di 56 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto al 2022.\r\n\r\nCon gli investimenti previsti dal piano strategico, CdsHotels nel 2024 conterà quindi in portfolio cinque villaggi tra Puglia e Sicilia (Porto Giardino, Riva Marina Resort, relais Masseria le Cesine, Costa del Salento Village e CdsHotels Terrasini in Sicilia, tutti 4 stelle), nonché sette Hotel Collection (il 5 stelle Marenea Suite Hotel, i 4 stelle superior Pietrablu, Basiliani, Grand Hotel Riviera, Marelive e Baia Taormina, il 4 stelle Corte di Nettuno).\r\n\r\nAl Btm di Bari, la partecipazione di CdsHotels prevede anche l’organizzazione di un panel dal titolo Green deal, digitalizzazione e hospitality. Prospettive al 2030, che si terrà il 28 febbraio (ore 10:45), in Arena, e che vede come relatori Gabriele Totisco, responsabile ricerca e sviluppo della compagnia, e Daniele Totisco, responsabile budget e controllo.","post_title":"CdsHotels alle fiere del Sud con la novità Baia Taormina e il riposizionamento del Pietrablu","post_date":"2024-02-21T10:54:38+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708512878000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chi garantisce le caratteristiche di una struttura ricettiva e la sua sostenibilità? Per rispondere a questa domanda è nata in Italia la certificazione dca esg, che è la prima accreditata e riconosciuta a livello mondiale. «Abbiamo avuto l’accreditamento il 22 giugno del 2020, dopo sei anni di lavoro in questo ambito e dopo 15 anni nel settore del turismo», racconta Giorgio Caire di Lauzet, ceo di Dream&Charme. Una certificazione, quella dca, che è stata conseguita recentemente dall’Hotel Milano Scala che, nato nel capoluogo nel 2010 come primo albergo a emissioni zero.\r\n«Siamo autorizzati da Accredia (l’ente unico nazionale di accreditamento designato dal governo italiano) - prosegue Caire di Lauzet –. Secondo le norme internazionali Iso l’indipendenza e l’imparzialità di una certificazione possono essere garantite solo da una realtà accreditata da un ente nazionale pubblico. Questa regola è contenuta anche nella direttiva del Parlamento europeo del 17 gennaio 2024, che considera le certificazioni di sostenibilità senza accreditamento come pubblicità ingannevole. Noi ne abbiamo creata una con l’obiettivo di dare un supporto concreto e pratico alle strutture ricettive, in modo che dai nostri report emergessero dei miglioramenti reali. Con oltre 32 mila camere in 15 paesi, possiamo contare su ampie statistiche e le best-practice vengono aggiornate ogni settimana; quando, dopo un anno, rivediamo le strutture, portiamo cambiamenti e innovazioni. E questo è un grande valore aggiunto. La nostra certificazione garantisce la sostenibilità e l’affidabilità, per cui utilizziamo nove macro-parametri che fanno riferimento all’Agenda 2030 di Sdg e comprendono 1.200 differenti criteri di valutazione. Come accade in ogni struttura che certifichiamo, siamo arrivati all’Hotel Milano Scala con un team composto da diversi auditor».\r\nA oggi gli auditor formati da Dream&Charme sono 19 e vengono fatti continui corsi di aggiornamento. «Ci si prepara alla verifica essendo se stessi - sottolinea Caire di Lauzet -, in modo che il report sia il più possibile reale e indichi tutti i punti che possano garantire il concreto inizio di un percorso di sviluppo sostenibile, il mantenimento della certificazione negli anni e la possibilità di portare a un miglioramento concreto dell’attività. Ci mettiamo da uno a due giorni per ogni struttura ricettiva, a seconda delle sue dimensioni. Ogni hotel viene verificato singolarmente, anche se fa parte di una catena. In Italia oltre al Milano Scala abbiamo certificato tutte le strutture Portrait della Lungarno Collection, nonché gli alberghi R Collection, Voi/VRetreats Alpitour, Sina Hotels, Planetaria, Magna Pars, Albereta, Andana, Ca' di Dio a Venezia, il Pellicano, Quisisana a Capri… Ormai sono quasi 150».\r\nUn impegno italiano e internazionale che richiede grande dedizione: «Io stesso faccio parte sia del gruppo di lavoro Uni in Italia sul turismo sostenibile, sia del gruppo di lavoro Iso 228 n. 13 mondiale sulle norme per il turismo sostenibile - conclude Caire di Lauzet -. Cerco quindi di dare un apporto italiano alle norme internazionali. Siamo infine pronti per l’estensione di accreditamento Accredia anche per la certificazione Gstc».","post_title":"Dream&Charme: l’ente Italiano che certifica la sostenibilità delle strutture ricettive nel mondo","post_date":"2024-02-21T09:15:49+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1708506949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461816","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tra le colline di Conegliano Valdobbiadene, patria del vino italiano più consumato al mondo, la famiglia Balbinot amplia la sua produzione con nuove referenze e apre all’enoturismo con esperienze in vigna e in cantina. L’azienda Le Manzane ha da poco piantumato circa 3 ettari di proprietà con barbatelle di Incrocio Manzoni o Manzoni Bianco e di Merlot. Inoltre ha stipulato un accordo di locazione di lungo periodo per 12,5 ettari di Pinot Grigio Doc Delle Venezie.\r\n\r\n«L’Incrocio Manzoni - spiega Ernesto Balbinot, titolare della società agricola Le Manzane - è un’uva autoctona a cui sono particolarmente legato e che già, in piccole quantità, produciamo nella versione classica con affinamento in acciaio, ma che a mio parere si presta bene anche a essere affinata in legno o altri recipienti. Stiamo, infatti, provando affinamenti in tonneaux di diversa tipologia e in serbatoi di cemento a forma di uovo per capire l’evoluzione del prodotto nel tempo. Abbiamo presentato finalmente, a fine 2023, le prime 2 mila bottiglie di Incrocio Manzoni ottenuto da uve fermentate e affinate in legno, un vino bianco non filtrato che abbiamo chiamato Sabbiato. Questo vino sarà affiancato da un Merlot che in questo momento sta riposando in legno; anche qui stiamo sperimentando perché vorrei ottenere un vino elegante, di carattere, ma non eccessivamente robusto».\r\n\r\nTra le vigne della tenuta Le Manzane il vino è una questione di famiglia. Ernesto Balbinot con la moglie Silvana, i figli Marco e Anna hanno da poco iniziato a proporre un pacchetto di esperienze rivolte agli enoturisti e agli appassionati del vino mettendo a disposizione la sala degustazione con vista sui terrazzamenti della cantina scavata nella roccia e sui filari di Glera del vigneto dove ogni anno, a settembre, si svolge la Vendemmia solidale.\r\n\r\nL’altra location è la tenuta Le Manzane Hills a soli 5 minuti di auto dalla cantina dove si trova il Giardino delle Api con le arnie dipinte dai bambini della Casa Adelaide. La proposta non è solo un invito a godersi un buon bicchiere di vino abbinato al miele, ai formaggi e ai salumi locali, ma anche quella di vivere una degustazione che racconta storie, aneddoti, saperi, identità e territorio. Un viaggio alla scoperta dei segreti delle bollicine più famose al mondo, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg anche in versione Cartizze, dei vitigni autoctoni come il Manzoni Bianco o il Verdiso o dei rossi internazionali. La cantina offre anche smart tasting ed esperienze adrenaliniche a bordo del Land Rover Defender.","post_title":"Alle Manzane le nuove proposte dedicate agli enoturisti tra le colline di Conegliano Valdobbiadene","post_date":"2024-02-20T09:25:25+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708421125000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461732","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461739\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Roberta Fichera e Angelo Cangemi[/caption]\r\n\r\nObiettivo raggiunto per il to di casa Msc. Going ha infatti chiuso l'anno scorso a quota 30 milioni di euro di fatturato e ora punta dritta la barra verso i 40 milioni. \"Il nostro è un percorso che in appena 18 mesi ci ha visto già quasi triplicare il giro d'affari, considerando che siamo partiti nel 2022 da circa 11 milioni di ricavi complessivi  - racconta il chief commercial & operations officer, Maurizio Casabianca -. Un progetto articolato, che ha visto la creazione di un team booking dotato di un know-how adeguato a interfacciarsi con il mercato e la costruzione di una proposta che si sviluppa in più linee di prodotto. E che da qualche tempo comprende anche una proposta tailor made: un'offerta per la quale sino a poco tempo fa in pochi pensavano a Going\".\r\n\r\nA supportare tale evoluzioni, in questi mesi è giunta in azienda una serie di nuove risorse, tra cui i product manager  Southeast Asia & Far East, nonché East & West Africa, Roberta Fichera e Angelo Cangemi: due new entry che curano altrettante novità a catalogo per l'operatore: l'Oriente già in programmazione dall'anno scorso e l'Africa subsahariana partita a fine dello scorso anno ma che sarà compiutamente realizzata nel 2024.\r\n\r\nTra i focus principali dell'offerta Going sull'Oriente, ecco allora la Thailandia: \"Sulla destinazione proponiamo due itinerari eco-sostenibili, in linea peraltro con quello che è la nostra filosofia di prodotto - racconta Roberta Fichera -: Per mano a Bangkok è un pacchetto abbastanza classico, con tre notti nella capitale e quattro nel triangolo d’oro, tra Chiang Mai e Chiang Rai. Mira però a far entrare in contatto i viaggiatori con la popolazione, utilizzando tra le altre cose i trasporti locali e permettendo di conoscere da vicino la proposta f&b thailandese. L'altro viaggio, invece, al soggiorno nella capitale unisce sei notti itineranti tra il meno conosciuto floating market di Amphawa, le cascate di Erawan e la città di Nan\".\r\n\r\nDue pure i tour per il Sud Africa, una delle mete più importanti dell'area subsahariana: \"Un Paese che mi è entrato nel cuore - rivela Angelo Cangemi -: una meta che negli anni ho visto crescere e migliorare per qualità delle esperienze e servizi, pur avendo la capacità di rimanere autentica nel profondo. Le nostre proposte si declinano nel viaggio Meraviglioso Sud Africa di sette notti in lingua italiana, che include i principali highlights della destinazione, tra cui la Panorama Route, la Kapama Game Reserve e Città del Capo. South Africa Family è invece un itinerario pensato apposta per le famiglie con bambini sotto ai 12 anni: si sviluppa in aree malaria free, incluse Città del Capo e la Garden Route, e prevede al termine due notti di safari nella riserva privata di Amakhala\".\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Going punta ai 40 mln di fatturato. Tra le novità, Oriente e Africa subsahariana","post_date":"2024-02-16T15:14:00+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708096440000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461683","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Primo cruise operator in Italia, Gioco Viaggi in Bit ha presentato la sua variegata selezione di rotte che solcano i mari dei cinque continenti e dei fiumi d’Europa. Crociere di puro svago come di scoperta, firmate da dodici delle compagnie più importanti al mondo, di cui alcune proposte in esclusiva dall’operatore genovese. Accanto a Giorgio Torre e a Chiara Lagioni, rispettivamente presidente e product manager di Gioco Viaggi, nello stand si sono avvicendati i responsabili di quattro delle compagnie rappresentate, testimonial d’eccezione, a conferma di come oggi la crociera sia un prodotto estremamente versatile e in grado di offrire esperienze, ambienti, soluzioni differenziate secondo target e aspettative della clientela.\r\n\r\nPer supportare le agenzie di viaggi, Gioco Viaggi ha presentato quindi l’edizione aggiornata di Top Reasons: una sorta di manuale che evidenzia le peculiarità di ogni compagnia e le varie destinazioni. Nel 2024, riflettori puntati in particolare su Princess e Cunard. Alla prima è stata da poco consegnata  la Sun Princess (anche se non è ancora operativa, ndr), la nave più grande mai costruita fino a oggi in Italia con le sue 175.500 tonnellate; mentre la Queen Anne, ammiraglia della Cunard, partirà il 10 maggio da Southampton per il viaggio inaugurale a Lisbona con scalo a Madeira, Lanzarote, Gran Canaria, Tenerife e La Coruña.\r\n\r\nAccanto al mare da navigare, quello da vivere dalla costa di una Corsica magica, che da tre anni, insieme a una curata Montagna Collection, rappresentano il nuovo segmento dell’operatore ligure curato da Flavia Ottonello: due cataloghi distinti con soggiorni individuali e tour con accompagnatore, escursioni, trekking con guida o in libertà…. Il primo prevede soggiorni in residence e hotel di oltre trenta località corse, incluse alcune interne; il secondo soluzioni classiche in hotel o più esclusive in baite e chalet in Italia, Francia e Austria. Dal 29 giugno al 25 agosto torna anche Alpibus, formula bus più otto notti in hotel di località trentine con partenze da Genova, Savona, Sestri Levante, Tortona, Voghera, Piacenza e Cremona .","post_title":"Gioco Viaggi: nel 2024 focus su Princess e Cunard. E poi Corsica, montagna e Alpibus","post_date":"2024-02-16T12:00:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1708084805000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461612","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461614\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Massimo Crippa[/caption]\r\n\r\nNuovo accordo commerciale tra Sostravel e la divisione leisure di Aci blueteam. La partnership è mirata alla vendita dei servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel, attraverso il network di 43 agenzie viaggio leisure partner di Aci blueteam.  “Siamo lieti di annunciare questa nuova collaborazione strategica, che segna un significativo passo avanti nel nostro impegno a fornire prodotti innovativi e di valore ai viaggiatori - sottolinea il direttore generale di Sostravel.com, Massimo Crippa -. Attraverso questo accordo, i nostri servizi Lost luggage concierge e Dr. Travel saranno disponibili sulla piattaforma PrenotAci del prestigioso network di agenzie, offrendo ai viaggiatori soluzioni immediate e affidabili per eventuali disguidi durante i loro spostamenti”.\r\n\r\nIl Lost luggage concierge è in particolare un servizio di ricerca e rintracciamento e riconsegna bagagli smarriti, reso ora disponibile attraverso la piattaforma PrenotAci.travel: include il tracciamento attivo, offrendo un rimborso fino a 100 euro al giorno per la consegna ritardata dei bagagli a partire da 48 ore dopo la segnalazione, e fino a 4 mila euro per lo smarrimento definitivo del bagaglio. Dr. Travel è invece un servizio di telemedicina: mette a disposizione video visite a chiamata convenienti, per i viaggiatori che necessitano di consulti durante i loro spostamenti. Accessibile tramite la piattaforma prenotAci.travel, il servizio può essere facilmente attivato con l’inserimento di un codice specifico, permettendo agli utenti di prenotare il proprio appuntamento e iniziare la visita con un medico/pediatra.\r\n\r\n“Siamo felici di unire le forze con Sostravel.com: un leader nel settore dei servizi digitali ai viaggiatori - conclude il leisure travel drector di Aci blueteam, Massimiliano Biella -. Questa collaborazione non solo amplia la nostra offerta di servizi, ma sottolinea anche la nostra dedizione nel migliorare l'esperienza di viaggio attraverso soluzioni tecnologiche avanzate e accessibili.”\r\n\r\n ","post_title":"Sostravel: i servizi Lost luggage e di telemedicina ora disponibili sulla piattaforma PrenotAci","post_date":"2024-02-15T13:38:10+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1708004290000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461390","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea amplia la flotta con l'ingresso di tre Airbus A320, che porteranno il totale aeromobili operativi a quota 44, di cui 20 Airbus A319 e 24 A320. I tre nuovi velivoli, dotati di motori Cfm e di una capacità di 180 passeggeri, entreranno in servizio ad aprile, con l'inizio della stagione estiva.\r\n\r\n«Solo l'anno scorso Volotea ha trasportato più di 10 milioni di passeggeri su quasi 70.000 voli, con un tasso di occupazione medio del 92% per i nostri voli di linea - ha sottolineato Stephen Rapp, chief financial officer del vettore spagnolo -. Con un fatturato di circa 700 milioni di euro e margini finanziari storici per un'azienda attiva da poco più di dieci anni, la previsione per quest'anno è di continuare a crescere e aumentare la nostra capacità del 15%. Con questi nuovi aeromobili ci prepariamo ad affrontare la stagione estiva, tradizionalmente il periodo di maggior traffico per la compagnia. Inoltre, il modello Airbus A320, più moderno ed efficiente, ci permetterà di migliorare la nostra competitività e di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni, garantendo comunque ai nostri clienti il miglior servizio».\r\n\r\nNel 2024, la compagnia prevede di offrire tra i 12,5 e i 13 milioni di posti, di trasportare quasi 12 milioni di passeggeri e di operare circa 80.000 voli, il tutto con un organico che raggiungerà le 2.000 unità entro la fine dell'anno. Volotea collega più di 110 aeroporti in Europa - con i suoi mercati principali in Francia, Italia e Spagna - e ha basi in 21 città europee di piccole e medie dimensioni: Asturie, Atene, Bari, Bilbao, Bordeaux, Brest, Cagliari, Firenze, Amburgo, Lille, Lione, Lourdes, Marsiglia, Nantes, Napoli, Olbia, Palermo, Strasburgo, Tolosa, Venezia e Verona. Le basi di Bari e di Brest, città della Bretagna francese, verranno inaugurate proprio nel 2024.\r\n\r\n \r\n\r\nA partire dal 2021, Volotea ha avviato il rinnovo della propria flotta, passando dal Boeing 717 agli Airbus A319 e A320. Il passaggio a una flotta interamente composta da Airbus, in grado di offrire una maggiore efficienza del carburante per passeggero-chilometro, consente al vettore di impiegare pratiche operative più sostenibili, per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni.","post_title":"Volotea: in flotta da aprile altri tre A320. Nel mirino quasi 12 mln di passeggeri per il 2024","post_date":"2024-02-13T12:39:36+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1707827976000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461347","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà ancora lo chef stellato Andrea Berton a guidare il ristorante subacqueo H20 Underwater dello You&Me Maldives by The Cocoon Collection. Per il 2024, proporrà un menù rinnovato, in cui i tratti distintivi della sua cucina incontrano la materia prima dell'isola come cocco, papaya, aragosta e tonno. “Sono davvero felice di continuare questo percorso culinario - sottolinea lo stesso Berton -. In qualità di chef, il mio compito è quello di far sognare e di far stare bene gli ospiti con la mia cucina e, per fare questo, non bisogna mai fermarsi, ma studiare nuovi piatti con ingredienti unici. Per il quarto anno di partnership con l’H20, ho creato un menu che abbina alla materia prima dell’isola i tratti caratteristici della mia linea gastronomica\".\r\n\r\n“La nostra passione per l’hospitality, la qualità dei servizi e per il benessere dei nostri ospiti sono da sempre i valori che ci guidano - aggiunge il founder e corporate manager The Cocoon Collection, Attilio Azzola -. Siamo molto felici di continuare la collaborazione con lo Chef Berton, il quale è un maestro nel creare esperienze uniche e indimenticabili. Tutti i clienti del ristorante subacqueo H2O Underwater possono infatti godere non solo di un menu eccellente, ma anche di uno spettacolo naturale senza eguali”.","post_title":"Lo stellato Berton ancora alla guida del ristorante underwater H20 dello You&Me Maldives","post_date":"2024-02-13T10:52:44+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707821564000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461326","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461327\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Manuela Iarussi, Gianluca Propoli e Tonya Malaspina[/caption]\r\n\r\nSono ben tre le new entry nel team commerciale di Glamour Tour Operator: Manuela Iarussi e Tonya Malaspina nel ruolo di key account manager per il Lazio, mentre Gianluca Propoli assume la posizione di key account manager & brand specialist per Campania, Calabria & Sicilia. Con loro portano esperienza, competenza e determinazione, arricchendo una squadra sales che arriva in questo modo a quota undici.\r\n“Con l'aggiunta di tre nuovi commerciali, potremo ampliare e consolidare ulteriormente la nostra presenza sul mercato - sottolinea il direttore commerciale, Nicola Bonacchi -. L'esperienza e le competenze di questi nuovi membri rappresentano un valore aggiunto alla nostra rete vendite, consentendoci di implementare strategie più mirate e una maggiore focalizzazione sulle esigenze dei nostri clienti. Siamo fiduciosi che il contributo di queste risorse rafforzerà la nostra posizione competitiva nel settore, portando a risultati sempre più positivi per Glamour ”.\r\n\r\n ","post_title":"Glamour: Manuela Iarussi, Tonya Malaspina e Gianluca Propoli new entry del team sales","post_date":"2024-02-12T15:05:56+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707750356000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti