25 September 2018

Trenitalia si espande nel Regno Unito, joint venture con First

[ 0 ]

Barbara-Morgante-AD-Trenitalia1Trenitalia ha presentato una manifestazione di interesse per il franchise ferroviario dell’East Midlands attraverso la nuova joint venture First Trenitalia East Midlands Rail Limited, partecipata al 70% da First e al 30% da Trenitalia UK. La gestione del franchise nell’East Midlands inizierà nel 2018 e prevede forti miglioramenti sul fronte dell’infrastruttura. Le principali tratte sono London-Derby-Sheffield, London-Nottingham, London-Corby, Liverpool-Sheffield-Nottingham-Norwich, cui si aggiungono i servizi regionali. Il franchise sulla West Coast comprende gli attuali servizi InterCity tra Londra, Manchester, Chester, Liverpool, Preston, Edinburgh e Glasgow e la nuova gestione inizierà nel 2019. Prevede inoltre lo sviluppo e l’introduzione dei nuovi servizi Alta Velocità da Londra a Birmingham, dal 2026. Trenitalia parteciperà anche alla gara per questo franchise insieme a First, la manifestazione d’interesse è prevista per aprile 2017. In Gran Bretagna l’11 gennaio 2017 Trenitalia ha acquisito il franchise c2c (city to coast) per 70 milioni di sterline da National Express. Il servizio ferroviario gestito da c2c va da Londra a Shoeburyness, sulla costa dell’Essex. Barbara Morgante (nella foto), amministratore delegato, ha dichiarato: «Crediamo che l’esperienza, la competenza, l’innovazione e gli skill internazionali di Trenitalia e First, che ci accompagna in quest’operazione, rappresentino il mix perfetto per competere in contesti davvero sfidanti. Siamo pronti a mettere in campo tutte le sue competenze, sia tecniche sia commerciali, sviluppate in un mercato altamente competitivo come quello italiano. Il nostro lavoro sarà guidato dalla nostra visione altamente focalizzata sul cliente. Il nostro recente accordo per l’acquisizione di c2c ci aiuterà a trasformarci da potenziale newcomer in convincente ed efficace player in UK e aggiungerà ulteriore valore alla partnership con First. Questa collaborazione è una seconda pietra miliare nel nostro piano di espansione nel mercato ferroviario del Regno Unito, in linea con i piani di internazionalizzazione di tutto il Gruppo FS Italiane».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276318 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Risultati positivi per il nono anno di seguito per il Gruppo Ferrovie dello Stato, che ha presentato oggi il bilancio 2016, in cui spicca un risultato netto record di 772 milioni di euro, il 66,4% rispetto al precedente. «Sono ormai nove anni che presentiamo un bilancio con risultati positivi e profitti - ha detto Gioia Ghezzi, presidente di Ferrovie dello Stato -. Quest'anno siamo contenti anche di aver restituito un buon dividendo all'azionista, 300 milioni, e di essere stati in grado di restituire molto all'Italia. Tra le cifre davvero notevoli, quella che preme di più è il valore economico distribuito, pari a 6,83 miliardi di euro, che dà il senso di come tutta l'attività che facciamo restituisca al paese in termini di valore aggiunto. Siamo consapevoli che c'è ancora molto da fare e delle sfide che il piano industriale ci chiede di affrontare, però siamo anche orgogliosi dei miglioramenti e dei risultati che si cominciano a vedere in termini di investimenti in servizi, treni e infrastrutture per i cittadini, e gli indicatori ci dicono che siamo nella giusta direzione, con una customer satisfaction cresciuta del 3,5%». Nel dettaglio, il bilancio 2016 presenta un ebitda di 2,3 miliardi di euro e un ebit a 892 milioni, il +38,5% dell'anno scorso. Ferrovie dello Stato si è anche confermata il primo Gruppo in Italia per investimenti, con 6 miliardi investiti. «Sfioriamo i 9 miliardi di fatturato e siamo particolarmente contenti di contribuire a delle risorse, che poi tornano sempre tutte in infrastrutture - ha detto Renato Mazzoncini, ad Ferrovie dello Stato -. I ricavi dal trasporto sono cresciuti relativamente poco, ma ricordiamo che il 2015 è stato un anno straordinario per Expo. I ricavi per l'infrastruttura sono cresciuti perché sono aumentati i treni che circolano. Continuiamo ad investire anche sui mercati internazionali. Il nostro riferimento geografico è l'Europa: siamo il primo gruppo ferroviario in Italia, primo in Grecia, secondo in Germania e presenti in Francia e Uk. Stiamo partecipando ad altre gare nel Regno Unito e in Olanda e a livello intercontinentale in California». [post_title] => Ferrovie dello Stato chiude il 2016 con utili record [post_date] => 2017-04-21T16:04:13+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492790653000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276286 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna il Miami Museum Month, che come ogni anno si svolgerà nel mese di maggio. Quest’anno l’iniziativa sarà arricchita dall’inaugurazione di un nuovo museo, il Phillip and Patricia Frost Museum of Science, ma anche da promozioni come "Paghi un biglietto, entri in due": sul sito MiamiMuseumMonth.com si possono scaricare i buoni sconto che consentiranno di esplorare le più famose collezioni d'arte di Miami and The Beaches. Lo sponsor Citibank offrirà il 10% di sconto ai titolari delle sue carte che effettueranno acquisti nei negozi dei musei che aderiscono al programma. Il Phillip and Patricia Frost Museum of Science (nella foto) aprirà al Museum Park di Downtown Miami l'8 maggio e sarà uno dei pochi istituti al mondo a vantare un museo di scienze, un planetario e un acquario in un unico spazio da 250 mila metri quadrati. Il museo sorge su quattro acri di terreno che si affacciano sulla baia di Biscayne, circondato dallo spettacolare skyline di Downtown Miami. «Quest’anno celebriamo un’edizione davvero speciale del Miami Museum Month grazie alla tanto attesa inaugurazione del Phillip and Patricia Frost Museum of Science e alla riapertura dell'American Museum of the Cuban Diaspora nella sua nuova sede al 1200 di Coral Way» afferma il presidente e ceo di Gmcvb, William D. Talbert. «Miami and The Beaches continua a crescere come destinazione offrendo mostre ed esposizioni di interesse mondiale e vibranti esperienze. Non esiste momento migliore del mese di maggio per intraprendere un viaggio culturale alla scoperta della nostra comunità approfittando di straordinarie promozioni». [post_title] => Miami inaugura il "Phillip and Patricia Frost Museum of Science" [post_date] => 2017-04-21T15:09:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492787365000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276224 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Far crescere la rete di relazioni con le compagnie ferroviarie. E’ questo il delicato compito che è stato affidato a Klaus Kreher, nuovo head of carrier development di Trainline. Klaus Kreher entra a far parte di Trainline dopo un’esperienza presso Travelport, dove ha ricoperto il ruolo di direttore commerciale, con il compito di ideare e realizzare la strategia di crescita degli operatori ferroviari in Europa, America e Asia. Durante i 10 anni di esperienza nel suo precedente incarico ha costruito nuove partnership con più di 40 operatori ferroviari in Europa, Asia e USA. «Sono entusiasta di far parte di un’azienda che cresce velocemente e unisce l’innovazione alla vasta esperienza nel settore ferroviario – commenta il manager - e non vedo l’ora di costruire ed espandere i rapporti sia con gli operatori ferroviari nuovi che con quelli già presenti. Vogliamo realizzare una rete globale di operatori ferroviari così da poter offrire la più vasta gamma di opzioni di viaggio per i nostri clienti». [post_title] => Nuove nomine in casa Trainline: Klaus Kreher è il nuovo head of carrier development [post_date] => 2017-04-21T10:52:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492771973000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276162 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le isole esotiche dell’oceano Indiano, le città e la natura del lontano Oriente sono le mete di punta di KiboTours. Il tour operator, attivo da un decennio, ha scelto di specializzarsi in queste destinazioni per offrire il massimo ai viaggiatori che cercano un’esperienza autentica: «La chiave è la ricerca di vicinanza profonda ai luoghi che si vanno a visitare – spiega Roberto Narzisi, managing director di KiboTours – per un viaggio che diventa un percorso, una parte della propria vita». La scelta di concentrarsi su questa parte del mondo nasce da una passione personale e da una profonda conoscenza maturata grazie ad esperienze precedenti nel settore del turismo. «Conoscere a fondo una realtà – prosegue Narzisi – è la premessa necessaria per poter garantire servizi d’eccellenza in tema di escursioni esclusive, soggiorni in strutture qualificate e trasferimenti nelle diverse zone. Con un’attenzione speciale riservata alla sicurezza dei viaggiatori». Proprio in questa ottica KiboTours si avvale di 500 agenzie esclusiviste in Italia, tra location fisiche e travel agency online, ben distribuite sul territorio, che diventano i punti di riferimento del marchio. «Mi piace definire Kibo un tour operator di avanguardia – continua l’amministratore unico – proprio perché ciò che vogliamo trasmettere è un approccio al viaggio differente. Con noi si opta per un tipo di esperienza pensata per vivere i luoghi a tutto tondo, avvicinandosi in modo completo alle persone, alla cultura, alla realtà vera del Paese che si va a conoscere». Ogni viaggio propone escursioni incredibili, trekking in location insolite, esperienze da condividere con le popolazioni indigene, dai paradisi naturali di Maldive, Mauritius e Seychelles al Borneo, dalla Thailandia - dove si possono esplorare le isole meno note - al Giappone, con itinerari a tema come quello dedicato ai samurai. E ancora Cambogia, Laos, Indonesia, con idee che riescono sempre a stupire. [post_title] => KiboTours, viaggi da specialisti tra le Maldive e il Giappone [post_date] => 2017-04-20T15:59:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492703977000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276119 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates lancia un'offerta in economy class sui voli Milano-New York: le tariffe partono da 399 euro per prenotazioni effettuate entro il prossimo 23 aprile per partenze entro il 30 giugno 2017. La promozione è dedicata alle coppie e ai piccoli gruppi, dato che si applica ad un massimo di 8 persone. Inoltre, Emirates propone tariffe interessanti, che partono da 449 euro, per chi prenota entro il 17 maggio, per partenze entro il 30 giugno 2017 e tra l’8 gennaio e il 28 febbraio 2018. I prezzi sono comprensivi di tasse. Emirates ha introdotto sulla rotta Milano-New York un Airbus A380 con configurazione a tre classi, che offre i più alti livelli di comfort e di servizio. Il velivolo offre un totale di 489 posti: 399 spaziosi sedili in economy sul ponte principale, 76 poltrone completamente reclinabili in business class e 14 suite private di first class sul ponte superiore. In tutte le classi, i passeggeri di Emirates possono usufruire dell’eccellente servizio del personale di bordo poliglotta, rilassarsi con Ice, il sistema di intrattenimento di bordo che offre oltre 2.000 canali con programmi, musica e informazione su grandi schermi personali, gustare la cucina gourmet preparata da chef e rimanere connessi grazie al wi-fi. I clienti possono raggiungere da New York tutte le destinazioni Usa, West Coast compresa, grazie alla partnership di Emirates con JetBlue. [post_title] => Offerta Emirates sulla rotta Milano-New York [post_date] => 2017-04-20T14:35:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492698958000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276114 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Il Tibet è ormai in rapido cambiamento: la presenza cinese ha fortemente condizionato la cultura tibetana, il Dalai Lama ha dovuto lasciare Lhasa e ora vive a Dharamsala, in India, dove cerca di mantenere viva la cultura del proprio Paese. La presenza cinese ha modernizzato il Paese nel campo delle telecomunicazioni e della rete stradale, ma un viaggio in Tibet riserva ancora un affascinante spaccato della vita che si svolge nei monasteri, consente di vivere il fascino di spazi immensi, altissime montagne e una solitudine dove la natura esprime se stessa in tutta la sua potenza» sostiene Willy Fassio, titolare di Tucano Viaggi Ricerca, il tour operator torinese con oltre 30 anni di esperienza nell'organizzazione di viaggi in Tibet. Per la prossima estate l'operatore ha previsto diverse partenze con accompagnatore professionista dall'Italia, che conosce i segreti e le particolarità della destinazione e favorisce la migliore coesione all'interno del gruppo. Un esempio di itinerario è "Nepal e Tibet - Nel regno del cielo" di 16 giorni, dal 9 al 24 luglio, con quote a partire da 4 mila 350 euro. Gli esperti Patrizia Corona e Roberto Tessaro, del settore operativo Asia di Tucano Viaggi Ricerca, sono a disposizione per progettare la migliore soluzione di viaggio. [post_title] => Tucano Viaggi Ricerca, Tibet e Nepal con accompagnatore dall'Italia [post_date] => 2017-04-20T12:03:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492689822000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276130 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Thomson e First Choice hanno ampliato la loro gamma di offerte per vacanze a medio e corto raggio per l'estate 2018 dopo aver registrato una domanda in crescita verso destinazioni vicine. Per la prima volta sono stati aggiunti i beach resort di Varna, in Bulgaria, un nuovo hotel adults only a Halkidiki, un nuovo Sensatori resort a Rodi e due alberghi First Choice SuneoClub in Bulgaria. Thomson proporrà inoltre per la prima volta self drive tour in Florida, inclusi itinerari nel profondo Sud alla volta di New Orleans e Miami.  La nuova nave da crociera di Tui, Tui Explorer, sarà basata a Palma dal maggio 2018, mentre Tui Discovery avrà come homeport sia Newcastle sia Southampton. Tui Discovery 2 salperà per la prima volta da Corfù. Celebration di Thomson salperà invece da Dubrovnik. Mark Hall (nella foto), direttore del prodotto, ha dichiarato: «Sappiamo che i nostri clienti stanno cercando nuove soluzioni di vacanza per l'estate 2018, per cui il nostro obiettivo è quello di ampliare la nostra programmazione a medio raggio includendo nuove mete. Il nuovo hotspot Varna offre ai clienti qualcosa di diverso, garantendo un perfetto mix fra cultura e relax. Sono inoltre lieto della costante espansione del marchio di lusso Tui Sensatori con novità a Rodi e in Florida». [post_title] => Tui incrementa l'offerta a medio-corto raggio [post_date] => 2017-04-20T11:47:50+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492688870000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276110 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove partnership per Boscolo che ha realizzato una campagna pubblicitaria in sinergia con l’Ente del Turismo Irlandese che sarà diffusa sul circuito di schermi televisivi degli aeroporti e delle metropolitane nelle principali città italiane. Un video ricco di immagini emozionali ed evocative che in pochi secondi trasporta chi lo guarda in un mondo ricco di storia e leggende. Il video non solo promuove l’Irlanda, ma anche l’incredibile offerta di Viaggi di Boscolo il  Gran Tour dell’Irlanda, 11 giorni per andare alla scoperta di questa terra ricca di verde e mitologia. Questa operazione offrirà a Viaggi di Boscolo e all’Ente Irlandese una copertura nazionale e una audience davvero importante: 5.925 schermi, in 1.225 touch point per raggiungere ogni settimana un pubblico di 20 milioni di persone. Niamh Kinsella, Direttore per l’Italia di Turismo Irlandese dichiara: «Siamo molto felici di questa collaborazione con Boscolo – commenta Niamh Kinsella, direttore per l’Italia del turismo irlandese - che vede promuovere i loro programmi Irlanda in tutta Italia. Essere presente nella programmazione di Tour Operator prestigiosi come Boscolo è fondamentale per lo sviluppo del turismo verso la nostra destinazione». [post_title] => Boscolo: al via una campagna con l’Ente del Turismo Irlandese [post_date] => 2017-04-20T10:53:35+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492685615000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276101 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_276102" align="alignleft" width="300"] Davide Rosi[/caption] Si allarga il novero di partner di TrustForce. La squadra di venditori in out source, creata da Gian Paolo Vairo, dà infatti il benvenuto a Travelgood, piattaforma del Gruppo Ventura che ha scelto i servizi di TrustForce negli scorsi giorni.  «L'obiettivo di TrustForce è di portare in agenzia prodotti, servizi e strumenti in grado di migliorare lavoro e i ricavi degli agenti di viaggio – afferma Gian Paolo Vairo, Founder & Ceo TrustForce –. La piattaforma Travelgood rispetta perfettamente questo scopo, grazie alla sua completezza e semplicità di utilizzo. Inoltre si contraddistingue per qualità tecnologica e questo garantisce un costante aggiornamento dei servizi in base alle esigenze che riscontriamo su mercato. Siamo molto soddisfatti di quest’accordo, perché con Travelgood possiamo distribuire un prodotto che, oltre ad arricchire il portfolio TrustForce, ci permette di portare innovazione alle agenzie che visitiamo». Per Travelgood l’idea di outsourcing ha solo evidenti vantaggi, anche in virtù del proprio segmento di business che è davvero specifico: suite di motori per la prenotazione di servizi, emissione di biglietteria, pacchetti multi gds e consulenza per l’analisi racchiusi in diversi livelli di offerta commerciale. «Per fare di una buona idea, un’idea convincente servono le persone giuste - dichiara Davide Rosi, managing director di Travelgood –. L’intuizione di Gian Paolo è arrivata senza dubbio nel momento di mercato giusto e ci ha trovati ben ricettivi nei confronti di un’innovazione che in altri settori è prassi. Da parte nostra, distribuiamo servizi alle agenzie di viaggio esattamente dal 1977 e per pensare che qualcun altro possa fare come noi, o addirittura – come speriamo – meglio di noi, nel nostro business, vogliamo avere a che fare con interlocutori di spessore». [post_title] => Travelgood sceglie TrustForce: cresce la squadra di partner [post_date] => 2017-04-20T10:28:56+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492684136000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti