23 October 2017

EasyJet: crescono gli investimenti e i posti di lavoro in Italia

[ 0 ]

EasyJet accelera gli investimenti sul mercato italiano per il 2017: «una crescita dell’8% per 1,4 milioni di posti in più – dichiara Frances Ouseley, direttore della compagnia per l’Italia -. Complessivamente nell’anno fiscale 2017 i posti offerti saranno 18,8 milioni con un’aggiunta di 200 nuovi posti di lavoro nelle tre basi di Milano, Venezia e Napoli, 53 velivoli allocati di cui 31 nelle tre basi». La crescita è così distribuita: a Venezia spetta l’aumento di investimento più consistente, +23%, con un altroA320 basato da maggio, 11 nuove destinazioni per un totale di 32 e 400 voli settimanali. A Napoli, dove la base è stata aperta

Da due anni, l’incremento sarà del 17%, un velivolo in più che porta a 5 il totale, 37 rotte di cui 9 nuove. Malpensa infine, che si conferma la base principale della compagnia in Europa continentale, l’investimento è pari al +5% di posti: sale a 9 milioni il totale a disposizione insieme a Linate, 10 le nuove destinazioni di cui sei già in vendita.

«In Italia dove la realtà di compagnia aerea si accompagna spesso a scarsa capacità di generare profitti o atteggiamenti opportunistici di mordi e fuggi, easyJet si dimostra un partner responsabile per il paese, in grado di portare avanti un dialogo costruttivo anche per valorizzare il territorio. Nel tempo abbiamo creato più posti di lavoro e più investimenti indipendentemente dalle condizioni economiche. Ci siamo Concentrati su tre scali che abbiamo scelto e ci hanno scelto».

La presentazione odierna dei progetti 2017 svoltasi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli costituisce un ulteriore rafforzamento della relazione con il paese: «questo è un luogo atipico per una compagnia aerea ma ben rappresenta l’iniziativa realizzata in collaborazione al ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo»: la promozione “la cultura vola” prevede con l’acquisto di un biglietto easyJet con destinazione Napoli (dal 1 aprile al 30 giugno 2017) la possibilità di acquistare due biglietti al prezzo di uno per l’ingresso al museo archeologico di Napoli e al parco archeologico di Paestum. «Iniziativa che potrebbe essere estesa ad un periodo più lungo».




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti