17 October 2017

Gran Bretagna: la Brexit non frena il calo di turisti

[ 2 ]
Londra, Brexit, Hotel

Il numero di viaggiatori leisure che raggiungono la Gran Bretagna è in calo per il secondo mese consecutivo, in contrasto con le previsioni che indicavano un probabile incremento post-Brexit. I dati di ottobre resi noti dal British Hospitality Association Travel Monitor hanno evidenziato infatti un calo di 450 mila passeggeri registrato nel 2016 rispetto al medesimo periodo del 2015. Nel mese precedente la flessione toccava i 400 mila turisti. Globalmente, i turisti in viaggio verso la Gran Bretagna sono diminuiti del 3,7%, con una punta del meno 5,3% in ottobre. Al contrario, i viaggi verso l’estero sono aumentati del 5,4%. Il numero complessivo dei visitatori stranieri, compresi quelli relativi ai viaggi d’affari e a chi visita amici o famiglia, è calato del 5,1% anno su anno, ma Bha sottolinea come questi dati siano stati sfalsati  dalla Coppa del Mondo di Rugby tenutasi nel 2015. L’amministratore delegato di Bha, Ufi Ibrahim, ha commentato: «La nostra analisi ha dimostrato che vi è una crescente pressione sul settore, con meno viaggi in entrata entrata e un incremento dei viaggi all’estero. In questo delicato momento di incertezza politica ed economica,  è più importante che mai garantire alla gran Bretagna la possibilità di competere sullo scenario turistico internazionale»




Articoli che potrebbero interessarti:

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti