22 July 2018

La Borsa mediterranea del turismo archeologico parlerà arabo

[ 0 ]

La Borsa mediterranea del turismo archeologico celebrerà a Paestum dal 26 al 29 ottobre la sua ventesima edizione anche in lingua araba. Con lo slogan “Con Bmta il turismo archeologico parla arabo” la manifestazione invita le persone di lingua araba interessate all’archeologia e al turismo culturale a connettersi con il sito www.bmta.it o a visitare Paestum, colonia della Magna Grecia che ha fatto tesoro della cultura greca e di quella romana. «Non è un progetto commerciale, ma culturale – afferma il fondatore e direttore Ugo Picarelli – orientato a una nuova forma di inclusione sociale. Nel salernitano, come nel Sud Italia, vivono migliaia di cittadini arabi, moltissimi dei quali, probabilmente, del patrimonio culturale non sanno nulla, benché vivano in luoghi dove si afferma la loro storia e dove emerge a pieno una parte della loro tradizione culturale. Scoprirla non è solo un’acquisizione di conoscenza, ma una opportunità di dialogo e confronto, consapevoli nella loro lingua che il patrimonio culturale, non solo quello dei siti Unesco, appartiene anche a loro». In arabo non sarà sviluppata solo la comunicazione web, ma anche l’attività di ufficio stampa e la promozione della Borsa con newsletter e una intensa attività attraverso i social network.

Quest’anno saranno a Paestum i tre figli di Khaled Asaad, l’archeologo siriano ucciso dall’Isis per aver difeso fino all’ultimo il sito di Palmira. Il premio “Khaled al-Asaad”, promosso dalla Borsa e da Archeo e giunto alla terza edizione, verrà assegnato in collaborazione con le testate internazionali media partner della BMTA: Antike Welt (Germania), Archäologie der Schweiz (Svizzera), Current Archaeology (Regno Unito), Dossiers d’Archéologie (Francia). Le cinque scoperte dello scorso anno candidate alla vittoria sono: Egitto – L’edificio della barca di Sesostri III e i graffiti di 120 navi ad Abido; Francia – La prima opera architettonica dei Neanderthal in una caverna di Bruniquel; Iraq – La grande città dell’Età del Bronzo presso il piccolo villaggio curdo di Bassetki; Pakistan – La città indo-greca di Bazira; Regno Unito – Le 400 tavolette di epoca romana ritrovate nella City di Londra.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276108 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una destinazione ideale per i viaggi di nozze sono i Paesi del Centro America, che offrono l'imbarazzo della scelta tra scenari e panorami meravigliosi, foreste, città coloniali, siti archeologici e mare da favola. Le spiagge che si affacciano sul Pacifico del Costa Rica, Nicaragua, Panamá e El Salvador sono davvero spettacolari, mentre Panamá, le Isole della Bahia in Honduras, Belize, con i suoi cayos che si affacciano sul mar dei Caraibi, sono ideali per un matrimonio all'aperto. Il contatto con la natura è assicurato perché sono possibili tante attività legate alla biodiversità delle coste, come per esempio, assistere alla schiusa delle uova delle tartarughe sulle spiagge. Se poi gli sposi sono sportivi, possono approfittare delle numerose occasioni per attività sportive come surf e immersioni. Per una luna di miele o un matrimonio in un'atmosfera d'altri tempi, La Antigua Guatemala, la vecchia capitale coloniale del Paese, è ideale per passeggiare nelle strade, ammirando le belle case e palazzi, circondati dalla magia dei vulcani. Ma non sono da meno altre città coloniali come Santa Rose de Copan in Honduras, Suchitoto nel Salvador, le città di Leon e Granada in Nicaragua, Cartago in Costa Rica e il Casco Antiguo a Panamá. E' possibile sposarsi anche di fronte alle rovine archeologiche di siti Maya, immersi in foreste rigogliose come nel parco nazionale di Tikal, in Guatemala, oppure alle rovine Maya di Belize, Copan in Honduras, San Andres e Joya de Ceren nel Salvador. [post_title] => Viaggi di nozze e matrimoni, le proposte del Centro America [post_date] => 2017-04-20T12:00:09+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492689609000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276064 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dal 29 aprile al 30 luglio Arona ospiterà "Passing Through, Moving Forward", un evento internazionale che rende omaggio all'Arco di Palmira grazie ad una riproduzione in 3D del celebre monumento, già esposta a Londra, New York, Dubai e Firenze, in occasione del G7 culturale. L’Arco di Palmira trionferà in piazza San Graziano ad Arona quale simbolo globale del trionfo della cooperazione in materia di conflitti, e dell’ingegno dell'uomo sulla distruzione insensata. Il 29 aprile la cerimonia d’inaugurazione prevede un’introduzione da parte della nuova Filarmonica aronese, seguita da una performance della cantautrice Matilde Mirotti, al termine il tenore Giorgio Casciarri e il soprano Sara Cervasio, diretti dal maestro Paolo Beretta, condurranno con le loro voci all'unveil dell’Arco, che avverrà verso le 20.30; alle ore 21 un emozionante spettacolo di luci e musica ideato dallo scenografo Sebastiano Romano, che sarà poi ripetuto ogni sera fino al 30 luglio. La struttura originale, situata nel sito archeologico di Palmira e distrutta nell'ottobre 2015 da un gruppo jihadista, è stata ricostruita in scala utilizzando la stampa in 3D dall'Institute for Digital Archaeology di Oxford e realizzata da Torart, un’azienda di Carrara. «La struttura ha un forte valore simbolico – commenta Alberto Gusmeroli, sindaco di Arona - ed è un importante esempio di come la tecnologia possa mettersi a servizio della cultura per ricostruire pezzi di storia che non ci sono più. Il suo arrivo ad Arona sarà celebrato da un evento inaugurale di grande impatto emotivo e la permanenza animata da numerose iniziative, tra cui la possibilità di accedere gratuitamente a una mostra di approfondimento allestita nell’adiacente Civico Museo Archeologico, intitolato a Khaled al-Asaad, l’archeologo siriano custode del sito di Palmira, motivo per cui l'Institute for Digital Archaeology di Oxford ha scelto proprio Arona per la tappa italiana». [post_title] => L'Arco di Palmira trionfa ad Arona con uno spettacolo di suoni e luci [post_date] => 2017-04-19T15:21:03+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492615263000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 276013 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_276017" align="alignright" width="300"] Da sinistra, Otmar Michaeler, Erich Falkensteiner e Andreas Falkensteiner[/caption] Falkensteiner Hotels & Residences ha celebrato i suoi primi 60 anni di attività. Il gruppo alberghiero (Falkensteiner Michaeler Tourism Group, Fmtg) nato in Alto Adige conta oggi 32 strutture in sei Paesi, con un'offerta tipicamente Premium - 4 e 5 stelle -: un fatturato di 170 milioni di eurpo, 29 alberghi e 3 residences & camping, per un totale di 4.584 camere e 1.771.000 pernottamenti. Il piano di sviluppo al 2022 prevede una crescita del fatturato a quota 350 milioni di euro, un totale di 55 strutture, grande aumento di capacità occupazionale rispetto agli hotel esistenti, l’estensione dell’attività nell’ambito camping,  “roll out” della Premium Living by Falkensteiner. Si arriverà a 10.000 camere in 10 stati in Europa per 3,5 milioni di pernottamenti. «Ciascuna delle strutture a 4 e 5 stelle - sottolinea una nota del gruppo - ha una propria personalità e una propria identità e si integra armonicamente nella rispettiva regione sotto l'aspetto architettonico, gastronomico e programmatico. Ciononostante, l’azienda è rimasta sempre fedele agli standard, ai requisiti e ai valori fondamentali che rendono Falkensteiner un marchio forte e riconoscibile. Questi valori sono validi oggi proprio come lo erano un tempo: sulle spiagge più belle del Mediterraneo. Nel castello sul Wörthersee. Nelle migliori destinazioni per il golf, lo sci e le vacanze in Alto Adige, Austria, Italia e Croazia. A Vienna, Praga, Belgrado e Bratislava. In hotel e resort perfetti per vacanze da sogno. E negli hotel a cinque stelle della Premium Collection». [post_title] => Falkensteiner Hotels & Residences: ecco la vision al 2022 [post_date] => 2017-04-19T12:29:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492604954000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275780 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Appuntamento con le agenzie di viaggio domani, mercoledì 19 aprile a Roma, presso l'hotel Mediterraneo in via Cavour 28, per l'evento organizzato dal gruppo Travel. In primo piano traghetti, villaggi e mondo mare, presentati attraverso i prodotti di alcuni specialisti del settore: Blu Navy, Ota Viaggi, Ufficio del turismo sloveno, Gnv, Grimaldi Lines, Caronte&Tourist, Morfimare, Msc Crociere, Futura Vacanze, Fruit Viaggi, Promotion Tourism Group, Snav, Kuda Tour Operator, Tui Italia, I Viaggi dell'Airone, VisitFlanders. L'evento comincerà alle 16 con la registrazione dei partecipanti. Alle 16,30 Msc Crociere presenterà le novità al mercato. A seguire, alle 17,30, inizio dei lavori del Travel Open Day, che si protrarranno fino alle 20,30 quando ci sarà l'estrazione dei premi. In chiusura di serata, intorno alle 20,45, light dinner. Per iscriversi, è sufficiente cliccare qui. [post_title] => Traghetti, villaggi e mondo mare di scena a Roma il 19 aprile [post_date] => 2017-04-18T10:02:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza [1] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza [1] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492509729000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Club Esse, per il quinto anno consecutivo, raduna i propri collaboratori per vivere giornate di aggiornamento professionale e di condivisione. L’appuntamento è dal 22 al 25 aprile 2017 al Club Esse Mediterraneo di Montesilvano (Pe). I direttori delle 14 strutture tra hotel e villaggi in Sardegna, Sicilia, Abruzzo, Calabria, Lazio e Valle d’Aosta, più gli chef, i responsabili dell’intrattenimento e degli altri reparti, oltre a tutte le figure operative, saranno aggiornati sulle iniziative ideate per arricchire e migliorare l’offerta della prossima estate. Ospiti d’eccezione saranno Mattia Inverni, performer del musical composto da Riccardo Cocciante “Notre Dame di Paris”, che sarà docente di una delle classi artistiche, e il comico Nando Timoteo, che presenterà il tour degli artisti di Colorado e Zelig nei Villaggi Club Esse. «Uno dei punti di forza di Club Esse - spiega una nota della catena alberghiera - sta proprio nella dedizione e nell’entusiasmo dei suoi professionisti, persone che vivono con passione il proprio lavoro, sempre capaci di accogliere col sorriso. Un’atmosfera che gli ospiti nazionali e internazionali avvertono e apprezzano. Il nome dell’evento “APP” esprime già tutta la sua natura di strumento rapido, efficace e moderno, studiato per essere allo stesso tempo occasione di team building e di arricchimento professionale». [post_title] => Torna APP 2017, la formazione targata Club Esse [post_date] => 2017-04-14T10:04:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492164248000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275707 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Obiettivo Tunisia per Four Seasons Hotels and Resorts: il gruppo, in collaborazione con la società di investimenti tunisina Mabrouk Group, aprirà la sua prima struttura nel Paese, il Four Seasons Hotel, a Tunisi, entro la fine del 2017. Four Seasons Hotel Tunis, con le sue 200 camere e suite in un contesto architettonico che unisce l'influenza araba a quella mediterranea, è situato fronte-mare, nell'esclusivo quartiere Gammarth, ad un passo dal distretto finanziario di Tunisi e dalle principali attrazioni culturali, come la pittoresca città di Sidi Bou Said e le rovine di Cartagine. Non manca l'area dedicata al benessere, con una Spa che si ispira alle antiche terme romane ed è caratterizzata da un elegante gioco d'acqua, che si sviluppa tra le piscine, le fontane e i giardini, creando una vera oasi nel cuore di Gammarth. L'offerta culinaria, in stile Four Seasons, include un bistro lounge sulla spiaggia, una brasserie in stile europeo e un ristorante internazionale. Nella vicina marina sarà possibile anche prenotare uno yatch privato e scoprire la bellezza del Mediterraneo e di questa costa che conserva ancora il caratteristico fascino del Nord Africa. Four Seasons Hotel Tunis sarà il primo Four Seasons in Tunisia, il settimo in tutta la regione del Nord Africa; Four Seasons attualmente gestisce due proprietà in Marocco e quattro in Egitto. [post_title] => Four Seasons apre il primo hotel in Tunisia, a fine 2017 [post_date] => 2017-04-13T12:47:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492087630000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275693 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>  L'ente del turismo e della cultura di Abu Dhabi, con il patrocinio di Sheikh Mohamed Bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, ha celebrato l'apertura di The Creative Act: Performance, Processo, Presenza esposta a  Manarat al Saadiyat sull'isola di Saadiyat. Con opere di oltre 25 artisti di diverse nazionalità e generazioni, la mostra esplora i relativi temi di performance, di processo e presenza attraverso una varietà di mezzi espressivi.  Aperta fino al 29 luglio 2017, The Creative Act è la seconda grande mostra di opere della collezione Guggenheim Abu Dhabi. Saif Saeed Ghobash, direttore generale di Tca Abu Dhabi, ha commentato: «The Creative Act offre una prospettiva transculturale sulla prospettiva dell'arte contemporanea, mettendo in evidenza le interconnessioni tra gli artisti che lavorano in vari luoghi del mondo dal 1960». [post_title] => Ad Abu Dhabi inaugurata la mostra The Creative Act [post_date] => 2017-04-13T12:03:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492085035000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275687 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Pegasus Airlines rilancia da Istanbul Sabiha Gokcen con l'apertura di cinque nuove rotte internazionali: si tratta di Grozny in aprile e da giugno, Samara, Nizhny Novgorod e Volgograd in Russia e Abu Dhabi. Con questa aggiunta di nuovi voli Pegasus volerà su sette destinazioni in Russia, compresi i collegamenti già esistenti su Mosca, Krasnodar e Mineralnye Vody; mentre estende la sua rete Medio Orientale a 5 destinazioni con l'aggiunta di Abu Dhabi alle sue attuali rotte del Golfo per Kuwait, Bahrain, Doha e Dubai. La rete Pegasus ora si estende su 103 destinazioni in 40 paesi. Pegasus volerà 3 volte alla settimana da Istanbul a Grozny, a cominciare dal 12 aprile; il 19 giugno per Samara e Volgograd e il 20 giugno per Nizhny Novgorod e Abu Dhabi. Il volo Istanbul-Grozny sarà operato ogni mercoledì, venerdì e domenica; mentre il volo Istanbul-Samara dal 19 giugno verrà effettuto ogni lunedì, giovedì e sabato, con tariffe a partire da 49.99 dollari per partenza dalla Turchia e da 49.99 euro per partenze dalla Russia. Il volo per Nizhny Novgorod sarà operato ogni martedì, giovedì e domenica, con tariffe a partire da 69.99 dollari per partenza dalla Turchia e a da  69.99 euro per partenze dalla Russia. Il volo Istanbul-Volgograd verrà effettuato ogni lunedì, venerdì e sabato, con tariffe a partire da soli 49.99 dollari per partenza dalla Turchia e da 49.99 euro per partenze dalla Russia. Con l'aggiunta di Abu Dhabi, Pegasus ora vola verso due destinazioni negli Emirati Arabi Uniti, compreso l’attuale volo su Dubai. Il volo da Istanbul ad Abu Dhabi opererà il martedì, giovedì e sabato con tariffe a partire da 95.99 dollari. Il volo di ritorno da Abu Dhabi opererà il mercoledì, venerdì e domenica. [post_title] => Pegasus Airlines amplia il network internazionale da Sabiha Gokcen [post_date] => 2017-04-13T11:59:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492084747000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 275683 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_275689" align="alignleft" width="300"] Gaetano Stea[/caption] Nicolaus ha confermato la rotazione charter Verona-Lamezia Terme, attiva tra la metà di giugno e la fine di settembre. I voli saranno operati ogni sabato dal 17 giugno al 16 settembre da Air Dolomiti con aeromobili Embraer 195 (da 120 posti). Con la nuova tratta aumenta di ulteriori mille 600 posti a/r l'offerta volo di Nicolaus che arriva a superare i 41 mila posti sedile acquistati per consentire ai clienti di raggiungere i Nicolaus Club in Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna, Sicilia, Grecia e Spagna, con più di 4 mila camere a settimana e le altre strutture programmate in Italia e nel Mediterraneo. A questa nuova facilitazione si aggiungono oltre 10 mila "pacchetti nave" famiglia, proposti sul mercato con un importante sconto nella formula Promo Nave, che ne azzera quasi totalmente il costo. Le partenze sono previste da Genova, Livorno e Civitavecchia per la Sardegna e da Napoli e Civitavecchia per la Sicilia. «Gli investimenti sul trasporto aereo sono essenziali per poter fornire un prodotto completo. Lo sforzo economico dell'azienda è stato molto importante da questo punto di vista, ma ci sta consentendo una forte penetrazione commerciale nei bacini di traffico provenienti dalle principali aree del Nord Italia; l'aeroporto di Verona e la sinergia con Air Dolomiti sono elementi chiave per la nostra crescita nella zona. Gli andamenti di mercato confermano la tendenza a preferire gli operatori che forniscono un pacchetto tutto incluso e i primi tre mesi dell'anno stanno rispettando le nostre aspettative con una crescita di fatturato generale del 30%, di cui oltre il 70% proviene da vendite di pacchetti inclusivi di volo o nave» commenta Luca Epifani,  direttore operativo di Nicolaus.  «Abbiamo scelto di collaborare con uno dei migliori vettori mondiali, recentemente inserito al secondo posto nella classifica delle migliori compagnie al mondo per i servizi offerti stilata da AirHelp Score. Continuiamo a privilegiare partner di assoluto livello, sia per il comparto alberghiero che per le società di trasporti delle quali ci avvaliamo e la scelta di Air Dolomiti conferma questa volontà. Anche per i voli su Lamezia, unici collegamenti aerei diretti per questo aeroporto da Verona, voleremo nel week-end (di sabato), così come avviene per tutta la nostra programmazione del volato» conclude Gaetano Stea, direttore commerciale e trasporti. [post_title] => Nicolaus conferma i charter Verona-Lamezia Terme [post_date] => 2017-04-13T11:52:18+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1492084338000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti