15 December 2019

Al via oggi FareTurismo, a Roma con 1000 colloqui di lavoro

[ 0 ]

Inizia oggi a Roma FareTurismo, l’appuntamento nazionale sulla formazione e il lavoro nel turismo, presso l’Università Europea di Roma, fino a venerdì 15 marzo. Nel salone espositivo le organizzazioni nazionali di categoria, le associazioni professionali, gli enti bilaterali, le agenzie per il lavoro, le università forniranno informazioni sulle opportunità occupazionali, sui percorsi da intraprendere, sull’offerta formativa. 1000 colloqui di selezione con 25 aziende turistiche per un totale di 50 figure professionali ricercate per hotel a Londra e in tutta Italia.

Entro il 2023 il settore turistico dovrà assumere circa 250 mila nuovi addetti. Tra le figure professionali più ricercate dalle imprese, infatti, spuntano esperti di marketing, specializzati in Itc e social media manager. È quanto emerge da una indagine condotta dal Centro Studi Turistici per Ebntur, l’ente bilaterale del turismo fondato da Assocamping, Assohotel, Assoviaggi, Fiba, Fiepet insieme a Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil. Attualmente il turismo dà lavoro al 14,7% della forza lavoro italiano, ma l’incidenza salirà al 16,5% già nel 2028: un dato superiore a quello di Slovenia, Francia e Spagna, ma inferiore all’apporto occupazionale fornito dal turismo in Grecia – dove vale il 24,8% dell’occupazione – in Croazia (23,5%) e in Portogallo (20,4%).

«Il turismo si conferma un settore dinamico anche dal punto di vista dell’occupazione. Ma continua a soffrire un problema di formazione del personale, con un evidente scollamento tra la preparazione fornita dai normali percorsi scolastici e quella realmente richiesta dal mercato del lavoro – commenta Vittorio Messina, Presidente di Assoturismo Confesercenti -. Una situazione che rischia di compromettere anche le potenzialità del turismo di crescere e contribuire alla ripartenza del Paese: in un mercato sempre più globalizzato, la qualificazione professionale degli addetti è un elemento chiave per competere con successo sul piano internazionale».

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353839 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2019 sarà il decimo anno consecutivo di crescita dei flussi turistici dall'Italia alla Thailandia. Non non si parla più, però, di incrementi vicini alla doppia cifra percentuale, come avveniva nel recente passato, ma di un +2% da gennaio a maggio, che a fine anno potrebbe salire fino a un +3%, per un totale di circa 290 mila arriva dalla Penisola. Lo racconta Sandro Botticelli a margine dell’evento Revolution Spring Thai, realizzato a Milano da Easy Market, in collaborazione con Amazing Thailand e Thai Airways. il marketing manager dell'ente nazionale del turismo in Italia sottolinea come a mancare all'appello in questo momento sia proprio la domanda dei to, mentre quella diretta non smette di aumentare: «Colpa della rivalutazione del baht, sicuramente, che sta rendendo la destinazione un po' meno competitiva. Così come non ci ha fatto bene l'abbandono delle rotte Air Italy verso la Thailandia dello scorso marzo». Ecco allora che l'ente sta correndo ai ripari per recuperare il terreno perduto nei confronti del trade. Il piano prevede l'organizzazione a ottobre di un mega fam trip che, allo stesso modo di quanto avvenuto due anni fa, coinvolgerà oltre 120 persone tra agenti, influencer, giornalisti e operatori di to. A settembre partirà invece una serie di attività di sales call, di visite dirette alle agenzie, con l'obiettivo di creare in quattro-cinque anni una banca dati composta da 1.000 - 1.500 adv ben formate sulla destinazione. [post_title] => La Thailandia cresce ma meno. L'ente pensa a sales call con le adv [post_date] => 2019-05-31T09:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => fam-trip [1] => in-evidenza [2] => sales-call [3] => sandro-botticelli [4] => thailandia ) [post_tag_name] => Array ( [0] => fam trip [1] => In evidenza [2] => sales call [3] => Sandro Botticelli [4] => thailandia ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559295057000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353669 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli hotel della catena Hard Rock, così come i ristoranti, hanno sempre deliziato gli ospiti con un display di memorabilia notevole a fare da arredamento. Ma oggi il gruppo sta producendo uno sforzo per arrivare ad un “next level” del tutto nuovo. The Seminole Hard Rock Hotel & Casino a Hollywood, Florida, ha appena annunciato i piani per una totale espansione di un miliardo e mezzo di usd, che includerà tre torri, una delle quali sarà l’unica sul pianeta ad avere la forma di una chitarra. La torre che ospiterà 638 camere, che dovrebbe completarsi questo autunno, è parte di un più ampio piano che include l’espansione del piano con i giochi d’azzardo, la nuova Rock Spa, 13.5 acri di spazi di ricreazione bastati sull’acqua e molto di più. Per dare qualche cifra, l’espansione del piano dedicato al casinò, porterà circa 200 altri tavoli da gioco, e più di 3mila slot machine. Il nuovo casinò della superficie di circa 3000 mq, includerà una High Limit Slot room con puntate da 1 a 1000 usd. Sedici ristoranti unici e 20 bar, inclusi quelli notturni, saranno aggiunti alla proprietà di Hollywood. Sarà pronta per l’inaugurazione anche una piscina-laguna di 13.5 acri di superficie con tre distinti fronti acquatici ed aree separate: la spiaggia vera e propria, creata con vera arena della Florida e costellata di sdraio, una laguna tropicale privata con palme e cascatelle, una larga area larga 300 dedicata allo sport come canoa, paddle- boarding ed altro. Ci sarà anche una arena per gli spettacoli da 6,500 posti. Il complesso aprirà i battenti il 24 ottobre, ma le prenotazioni saranno attive a partire dal 24 luglio. Il grand opening vedrà un concerto dei Maroon 5 e i biglietti acquistabili dal 31 maggio. [post_title] => Florida: sorgerà qui il prossimo Hard Rock hotel a forma di chitarra [post_date] => 2019-05-30T09:33:20+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559208800000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353585 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Mostre, concerti, fuochi d’artificio, musica in piazza e visite nei palazzi istituzionali. Così la Liguria celebra la festa della Repubblica. Il 2 giugno torna a Genova Palazzi svelati, l’apertura al pubblico, con molte novità, di ventotto sedi istituzionali normalmente chiuse al pubblico.  Grande attesa per l’apprezzatissima apertura del Palazzo della Regione Liguria, che quest’anno oltre alla collezione tradizionale, ospita due antiche copie del Caravaggio, una inedita e di eccezionale valore artistico, l’altra un capolavoro del grande pittore seicentesco Bernardo Strozzi. In tutta la città numerose le possibilità di entrare in luoghi di solito riservati agli addetti ai lavori come il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Forte San Giuliano, i depositi di Palazzo Bianco. Una grande giornata di festa che si concluderà nel cuore cittadino, nella suggestiva cornice di Piazza de Ferrari, dove a partire dalle 18.30 si brinderà con vino e focaccia, al ritmo di Radio Babboleo.  La giornata verrà coronata dai tradizionali e spettacolari fuochi d’artificio che alle 21.30 illumineranno il cielo di Genova. Tra i Palazzi aperti la Capitaneria di Porto (Via Magazzini Generali - Apertura dalle 9.00 alle 12.30); Complesso Monumentale Sant'Ignazio (Via S. Chiara, 28 r - Apertura dalle 10.00 alle 19.00 con visite guidate al Complesso Monumentale (ore 10,12,14,16,18) ed illustrazione di tecniche di restauro su documenti); Istituto Idrografico della Marina Militare (Passo dell’Osservatorio, 4 - Apertura dalle 9.30 alle 12.30 con visite guidate); Palazzo della Borsa (Via XX Settembre, 44 - Apertura dalle 15.00 alle 22.00). [post_title] => Genova, il 2 giugno Festa della Repubblica torna Palazzi Svelati [post_date] => 2019-05-29T12:42:23+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559133743000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353474 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Travelport e Welcome Travel celebrano 20 anni di continua collaborazione e partnership. Sin dalla fondazione del network, che all’inizio di quest’anno ha festeggiato i 20 anni di attività in una convention per le agenzie affiliate a Istanbul, Welcome Travel e Travelport hanno lavorato fianco a fianco per raggiungere i comuni obiettivi e, con il passare degli anni, la cooperazione fra i due leader di mercato è diventata sempre più stretta e fruttuosa. Le soluzioni tecnologiche e i contenuti aerei, hotel e car offerti da Travelport alle oltre 1200 agenzie della rete WTG hanno contribuito a rendere il Gruppo un punto di riferimento nella scelta dei viaggi per oltre un milione di viaggiatori ogni anno. «Questo anniversario ci rende molto felici, da subito Travelport ha visto in Welcome Travel l’enorme potenziale che ha poi generato i risultati raccolti finora - ha affermato Sandro Gargiulo, country manager Italia e Malta di Travelport -. Siamo sicuri che questo sia solo l’inizio, Travelport continuerà ad affiancare e collaborare con Welcome per trovare soluzioni tecnologiche e strumenti che migliorino costantemente il lavoro delle agenzie del network, mantenendole sempre al passo con un mercato estremamente competitivo”. «Sono orgoglioso e felice di questo traguardo, - commenta Massimo Segato, direttore di rete Welcome Travel Group – Travelport è un partner commerciale che sin dalle origini ha creduto nel nostro modello distributivo e nelle sue peculiarità. La collaborazione in questi anni è sempre stata improntata alla ricerca di soluzioni tecnologiche che mettessero le Agenzie Welcome Travel in condizione di rendere più efficienti i processi di vendita della biglietteria aerea. Inoltre, - prosegue il Manager - ringraziamo Travelport per averci sempre supportato anche nella realizzazione di apposti tools finalizzati a consentire l’utilizzo di tariffe negoziate in esclusiva per Network. Siamo certi che questa partnership proseguirà efficacemente anche nelle sfide future tra le quali gli sviluppi legati all’NDC».     [post_title] => Welcome Travel e Travelport: 20 anni di intensa collaborazione [post_date] => 2019-05-28T10:55:24+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559040924000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353362 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una convention in grande stile quella di Geo Travel Network, al Voi Tanka Resort di Villasimius, che ha visto la partecipazione di 600 agenti di viaggio. «Veramente avevamo 780 agenzie iscritte alla convention - ci ha detto l'amministratore delegato del network, Luca Caraffini - ma non potevamo farle partecipare all'evento. Insomma possiamo parlare di un evento di successo, e questo ci riempie di orgoglio». Attualmente le agenzie affiliate al network sono 1300, che arrivano a 1700 se consideriamo l'intero gruppo di cui Geo fa parte. «Nel primo quadrimestre - continua Caraffini - abbiamo registrato una crescita di vendite del 17,5%, con 135 nuove affiliazioni al 30 aprile. Diciamo che è un risultato importante. Sarà difficile mantenerlo costantemente, ma chiaramente noi ci proviamo. Il punto è chge il format Geo è attrattivo e quindi questi numeri si spiegano proprio per questo motivo. Voglio solo fare un appello a tutte le agenzie del network: usate il crm, solo mediante questo strumento possiamo conoscere i flussi e indirizzare in modo omogeneo le operazioni».   [post_title] => Caraffini: «Vendite di Geo a più 17,5% nel primo quadrimestre» [post_date] => 2019-05-27T11:38:25+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558957105000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353252 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una masseria polo di arte contemporanea su una collina che guarda a Matera, in Basilicata, tra infiniti campi di grano, lenticchie e un uliveto biologico. Rinata nel 2016 per mano dei fratelli baresi Fausta e Gianlorenzo Bolettieri, nel segno della buona accoglienza e della residenza per artisti, Fontana di Vite fu costruita nella seconda metà del 1700 in una delle tenute dei conti Gattini. A 7 chilometri dall’incanto delle chieste rupestri e dei Sassi d’argento di Matera, ha conosciuto il suo primo momento di celebrità nel 1975, quando il fotografo Beni Trutmann si trovò a passare tra queste colline al seguito di una Fiat 126 gialla. Lo svizzero fece qualche buono scatto. La Masseria apparve sulla pagina del mese di maggio del calendario Fiat di quell’anno in compagnia dei mulini olandesi e dei fari di Bretagna. Per Fontana di Vite, il progetto di recupero in chiave di ospitalità prende forma nel 2014 per volontà di mamma Annamaria Lorusso e papà Roberto Bolettieri.  La passione per l’arte contemporanea dei giovani proprietari della masseria fa nascere, nel 2018, il progetto Matera Artist Residency. Il suo scopo è fare dell’antica masseria lucana un hub culturale e un polo di arte contemporanea offrendo la possibilità, due volte l’anno, ad artisti da tutto il mondo, di alloggiare in masseria e lavorare nei grandi capannoni dove si essiccava il tabacco, con l’accordo di lasciare almeno un’opera d’arte al parco scultoreo della Masseria. Fontana di Vite ha 15 camere doppie di cui 1 suite e 1 junior suite distribuite tra il corpo principale e il fabbricato di “lamielle”, dotate di tv, minibar, aria condizionata, wifi e possibilità di letti aggiunti. La Masseria propone un ricco ventaglio di visite guidate a Matera e dintorni, lezioni di cucina, tour e noleggio biciclette e, in autunno, una partecipazione alla raccolta delle olive. I prezzi partono da € 80 per la camera doppia, in pernottamento con la prima colazione.   [post_title] => Masseria Fontana di Vite, come immergersi nella storia e scoprire Matera [post_date] => 2019-05-27T10:48:58+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558954138000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352978 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il portale 5terreliguri propone alcuni pacchetti in occasione del Vallebio Festival di Varese Ligure (1° e 2 giugno). La rassegna offre l’occasione per scoprire il territorio e magari fare una visita al Brugnato 5 Terre Outlet. Le proposte: domenica 2 giugno.Viaggio dalla Spezia o da Genova al Vallebio festival  di Varese Ligure con sosta al Brugnato 5terre outlet village. Viaggio dalla Spezia con bus gt. per il cuore del distretto Biologico a Varese Ligure, con un minimo di 35 persone. Programma: Partenza dalla Spezia ore 10,00; Arrivo a Brugnato ore 10,30 circa, sosta  al Brugnato 5terre outlet village per visita e shopping con brunch; Ore 14,00 partenza Varese Ligure. Gli stand dei produttori saranno allestiti nella piazza e nelle vie centrali della cittadina, che sorge intorno al maestoso castello dei Fieschi. Il maniero per l’occasione sarà visitabile con una guida che accompagnerà anche lungo le vie del centro storico che, tra l’altro, furono teatro dell’amore tra Ugo Foscolo e Luigia Pallavicini. I due amanti sono celebrati da un formaggio biologico degustabile sugli stand del Festival.Ore 19,30 partenza per il rientro. Pacchetto analogo con partenza con bus da Genova (piazza della Vittoria alle 9.00 di domenica 2 giugno). La quota di 44 euro a persona comprende viaggio Bus GT, brunch e assicurazione. 5terreliguri è un network che offre alle agenzie di viaggio supporto per l'organizzazione di tour ed itinerari sul territorio. [post_title] => 5TerreLiguri, i pacchetti per scoprire il territorio ed il festival Vallebio [post_date] => 2019-05-23T10:42:18+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558608138000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352737 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Più di diecimila visitatori, tra cui bambini, famiglie e appassionati d'arte, hanno visitato il Louvre Abu Dhabi sabato 18 maggio, mentre la comunità globale delle istituzioni culturali ha celebrato la Giornata internazionale dei musei. Con gli orari di apertura prolungati fino all'1.00 di notte, i visitatori hanno apprezzato le diverse attività organizzate dal museo, le gallerie permanenti e le mostre internazionali, in particolare Rembrandt, Vermeer e l'età d'oro olandese: capolavori della Collezione Leiden e il Musée du Louvre, che ha chiuso sabato. Con un milione di visitatori nel primo anno di attività del museo, il Louvre Abu Dhabi è rapidamente diventato una destinazione principale per i residenti e i turisti degli Emirati Arabi Uniti. In linea con il mandato del museo di costruire un ecosistema culturale per gli Eau e non solo, e per ridefinire il ruolo che i musei hanno tradizionalmente giocato offrendosi come spazio sociale per le comunità dedicato allo scambio e al confronto. Il programma in corso del Louvre Abu Dhabi è progettato per educare, coinvolgere e ispirare.   [post_title] => Louvre Abu Dhabi: un milione di visitatori nel primo anno di attività [post_date] => 2019-05-22T09:10:34+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558516234000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352468 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La collezione di hotel indipendenti di Marriott International, Autograph Collection Hotels ha annunciato un nuovo ingresso nel suo portfolio dinamico e variegato comprensivo di 170 hotel in tutto il mondo. Si tratta di The Shelbourne, indirizzo iconico della città di Dublino dal 1824. L’hotel di 265 camere, tra cui 19 suite, si affaccia sul parco di St. Stephen’s Green e si trova a pochi passi dalle attrazioni più celebri di Dublino come il Trinity College, il palazzo dell’Assemblea d'Irlanda e la National Gallery. Il designer Guy Oliver dello studio Oliver Laws ha curato il restyling dell’hotel, soprannominato Grand Dame di Dublino, che presenta eleganti spazi interni dal fascino senza tempo. «The Shelbourne - spiega JP Kavanagh, General Manager di The Shelbourne-  ha giocato un ruolo chiave nella società irlandese per quasi due secoli. Lo spirito indipendente di Autograph Collection Hotels si sposa perfettamente con questo nuovo capitolo della nostra storia, celebrando la personalità unica di questo landmark dublinese e la sua storia impareggiabile». Sono disponibili dieci sale riunioni storiche, distribuite su quasi 1000 metri quadri, molte delle quali vantano un carattere e uno stile unici. Gli spazi possono accogliere diverse tipologie di eventi, da intime cene private fino a importanti conferenze. L’hotel ospita inoltre una Spa privata con un’ampia offerta di trattamenti di bellezza e una sfarzosa sala relax, un centro benessere di ultima generazione con piscina e corsi di fitness, un salone di bellezza e un barbiere. A questo si aggiungono i servizi personalizzati offerti dal fiorista dell’hotel e dal Genealogy Butler, due ulteriori opportunità per godersi il soggiorno al The Shelbourne. Con il suo ingresso in Autograph Collection Hotels, The Shelbourne lancerà l’iniziativa Independent Spirit, un omaggio al Whiskey Irlandese che celebra la rinascita del distillato nel 1824, anno in cui The Shelbourne aprì le sue porte ai primi ospiti. Saranno proposte diverse esperienze personalizzate, tra cui una selezione di whiskey al carrello per il dopo cena presso The Saddle Room Restaurant e i “Whiskey Sommelier” presso The Horseshoe Bar. [post_title] => Autograph Collection Hotels, debutto per The Shelbourne di Dublino [post_date] => 2019-05-20T09:09:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558343388000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti