7 December 2022

Italo investe 3 milioni di euro nel progetto welfare per i dipendenti e aderisce al Bando Conciliamo

[ 0 ]

Italo investe in un progetto importante, economicamente e socialmente, aderendo al Bando Conciliamo del Dipartimento per le politiche della famiglia.

Uno stanziamento complessivo di circa 3 milioni di euro che prevede un percorso di 24 mesi, che coinvolgerà tutti i 1400 dipendenti Italo e che si basa su 4 pilastri: supporto alla genitorialità (considerando che l’età media delle risorse è di circa 35 anni ed il 33% ha figli, di cui l’80% ha bambini entro i 10 anni), tutela della salute, supporto ai caregiver ed equilibrio dei carichi lavorativi fra uomini e donne (in Italo la parità di genere è da sempre una priorità, difatti il 50% dei dipendenti è donna e ricopre anche diversi ruoli operativi che fino a qualche anno fa erano considerati ad esclusivo appannaggio maschile).

Il progetto ItaloWelfare prosegue così il suo percorso di crescita, offrendo servizi, sensibilizzando e formando le persone. Sarà proprio la formazione “sostenibile” un tema centrale nel prossimo futuro di Italo: tutti i dipendenti saranno adeguatamente formati su temi quali inclusione, fiducia e sostenibilità: ad ogni risorsa saranno dedicate circa 15 ore.

“Le persone sono al centro della nostra strategia. Le formiamo e le includiamo nei progetti, perché crediamo che il percorso di crescita aziendale passi anche dalla loro crescita personale e lavorativa –  dichiara Gabriele Cerratti, direttore Human Resources & Organization di Italo -. La formazione oggi non deve più essere esclusivamente tecnica ed orientata allo specifico settore lavorativo, per questo stiamo lanciando percorsi che formeranno il dipendente a tutto tondo, aiutandolo a gestire anche le esigenze della vita privata”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435535 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si avvicina finalmente l'apertura del tanto atteso Hilton Rome Eur la Lama, prevista per il prossimo gennaio, e cominciano a essere svelati alcuni dettagli dei suoi interni. Dietro i 130 metri di vetro nero trasparente, che si sviluppa in altezza per 16 piani e con una fiancata elegante e sottile, si cela infatti la nuova struttura capitolina: spazi regolari e al tempo stesso maestosi, caratterizzati dalle forme semplici e lineari che l’architetto Fuksas ha riportato anche all’interno, dove la storia di Roma e la forte connotazione contemporanea hanno dato vita al concept dell’interior design curato dallo studio Lorenzo Bellini. La grande hall, affacciata su viale Europa, darà il benvenuto agli ospiti in tutta la sua imponenza: lo sguardo si perde fino al sedicesimo piano, un immenso volume vuoto alto 60 metri, su cui affacciano i ballatoi dei piani come fossero sospesi, tutto da ammirare anche dai sei ascensori panoramici in vetro. Ai diversi piani, la luce radente colpisce le pareti in tinta carta da zucchero e la moquette realizzata a bande intrecciate di colori alterni, creando un effetto di luce indiretta molto riposante. Gli ingressi delle camere sono scanditi da carabottini appositamente disegnati, realizzati in essenza di noce americano, con un pattern a intreccio che omaggia il design italiano dei primi del Novecento; gli imbotti delle porte, anche queste in essenza noce americano fiammato, sono stai pensati e realizzati in metallo nero opaco e la lamiera forata scandisce i numeri delle camere dei diversi piani, grazie a un sistema di retroilluminazione. Nella progettazione delle 439 camere è stata privilegiata la forte trasparenza tra gli ambienti. L’obiettivo è rendere il più possibile permeabili le aree interne, enfatizzando la forte comunicazione tra camera da letto e bagno, creando in un unico ambiente una soluzione di continuità tra l’esterno che permea dalle grandi vetrate e l’interno del comfort domestico. Il colore è il leit motiv di tutte le stanze dell’Hilton Rome Eur La Lama, guidando la definizione degli ambienti, con richiami policromi agli affreschi pompeiani e alle scale cromatiche della pittura dei grandi maestri italiani del secolo scorso (Sironi, Donghi, Campigli, Casorati e molti altri), secondo il metodo cromatico del color block: è la più antica tecnica di abbinamento cromatico, che combina un attento utilizzo di singoli colori in diverse tonalità, miscelandoli in contrasto tra loro in un ensemble armonioso e unico; un linguaggio compositivo che prende le mosse dal mondo dell’arte classica con gli affreschi pompeiani, passando attraverso le sacre rappresentazioni medievali, per raggiungere la sua massima espressione nell’arte contemporanea della prima metà del Novecento. Al piano terra, lo spazio della hall è la zona di filtro che permette di accedere a tutti gli ambienti comuni: proprio di fronte all’ingresso si nota il lounge bar, dall’atmosfera calda e conviviale, grazie ai toni caldi del parquet a spina ungherese in noce scuro e alla scatola blu notte delle pareti e del soffitto, realizzato in cassettoni e tempestato di sfere luminose cristalline dalle sfumature ocra e bronzo. All’interno del lounge la Library, uno spazio caratterizzato da una grande libreria lignea in finitura nera, che crea una parziale divisione tra gli ambienti e accompagna l’ospite verso il ristorante: da un portale in marmo nero marquinia si accede all’ambiente dal colore verde profondo, con soffitto a cassettoni e sfere luminose cristalline in ocra e bronzo, con un imponente pavimento realizzato in un gioco di sei marmi spinati posati sfalzati. Importante, l’area dedicata a riunioni ed eventi, con business center, executive lounge e sale modulari dotate delle più moderne tecnologie: dal lato opposto del ristorante, passando per la hall, si attraversano nuovi spazi comuni, primo fra tutti il grande disimpegno della scala monumentale a sbalzo rivestita in marmo verde Alpi, che collega il piano terra al foyer del piano sottostante e alle quattro meeting room affacciate sul dehor della Nuvola, da ammirare grazie alle ampie vetrate. Al piano inferiore, il foyer del centro congressi è caratterizzato da un pavimento a bande rigate con posa diagonal, con effetto marmo verde e bianco. Al quindicesimo piano, infine, la sorpresa di un ristorante con bar, in fase di realizzazione, con vista a perdita d’occhio e, dall’altro lato, la spa con fitness center e una terrazza. [post_title] => I primi dettagli degli interni del nuovo Hilton Rome Eur la Lama [post_date] => 2022-12-07T09:30:12+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670405412000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435483 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trasporto aereo. Il 5G è entrato nell'agenda del settore dell'aviazione europea con un orizzonte pieno di minacce. Le compagnie aeree sono preoccupate per il loro possibile impatto sulla sicurezza delle operazioni in futuro, in linea con le voci di allarme che si sono levate negli Stati Uniti.  Eurocontrol ritiene che l'impatto di questo problema sarà minore in Europa. Tuttavia, il suo direttore generale, Eamonn Brennan, avverte che «potrebbe minacciare la sicurezza aerea e comportare costi finanziari significativi per le compagnie aeree».  «Un anno di deviazioni causate dall'interruzione delle operazioni 5G nei giorni di scarsa visibilità potrebbe costare alle compagnie aeree e agli aeroporti fino a 180 milioni di euro e interrompere i piani di viaggio fino a 1,2 milioni di passeggeri», avverte. Teme infatti che «se non facciamo nulla, c'è il rischio reale che l'aviazione venga frenata nei prossimi anni, poiché i sistemi attuali troveranno sempre più difficile soddisfare i requisiti operativi». Sforzi coordinati Di fronte a questo rischio reale, richiede sforzi coordinati e urgenti per modernizzare i sistemi di comunicazione, navigazione e sorveglianza. Con ciò intende evitare una saturazione dei canali che potrebbe ostacolare il passaggio a sistemi più moderni e capaci. Tra le loro richieste vi sono il miglioramento del filtraggio della banda adiacente, nonché il mantenimento degli standard delle apparecchiature aeronautiche per i sistemi legacy. Allo stesso modo, insistono sulla necessità di raggiungere il giusto equilibrio tra il dispiegamento coordinato di nuovi sistemi radio. [post_title] => Trasporto aereo: incombono le minacce del 5G per la sicurezza [post_date] => 2022-12-06T10:53:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670324005000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435429 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cresce ancora la "famiglia" di Inside Marche Live, l'Associazione dei tour operator incoming delle Marche, che si è ritrovata ad Ancona per la sua Assemblea di fine anno. Superato il periodo più difficile di sempre per il turismo a livello internazionale, gli operatori marchigiani dell'incoming si sono incontrati per una riunione operativa con il direttore dell’Agenzia regionale del turismo Marco Bruschini, per fare il punto sulla stagione e programmare le attività del 2023. Dieci punti sul tavolo delle istituzioni regionali, alle quali è stato chiesto a gran voce in prima battuta una concertazione delle azioni da svolgere per il comparto e una forte collaborazione alle istituzioni, per salvaguardare aziende dotate di professionalità che devono prepararsi per la prossima stagione, superando le varie crisi di questi anni, da quella pandemica a quella energetica ed economica ed in particolare nelle Marche con i vari accadimenti (dall'alluvione al terremoto). INSIDE MARCHE LIVE CRESCE Nel frattempo si programmano le azioni future e il numero di aziende associate ad Inside Marche Live cresce ancora, con l'ingresso di 2 nuovi soci qualificati: entrano infatti i tour operator Rurally di Maiolati Spontini (AN) specializzato nel turismo rurale ed outdoor e GISMI di Monteurano (FM) specializzato nel luxury travel, superando quota 30 associati e contribuendo a confermare l'Associazione Inside Marche Live quale la più rappresentativa del mondo del turismo organizzato marchigiano nonché interlocutore privilegiato per le istituzioni regionali e nazionali. Gli operatori stanno già lavorando per definire le azioni promozionali che andranno a svolgere nel 2023 e hanno iniziato per questo un confronto con l'Agenzia del turismo alla Regione Marche per definire e condividere insieme il Piano Promozionale. Il ruolo della nuova Agenzia Regionale del turismo e dell'internazionalizzazione è il tema principale del confronto con la Regione Marche ed i soci di Inside Marche Live sono impegnati per elaborare proposte e suggerimenti. LE PROPOSTE ALLA REGIONE MARCHE Tra le proposte si segnalano queste: si chiede un aumento delle risorse nei bandi dedicati al settore sia per la promozione che per incentivare i flussi turistici in bassa stagione, si propone una collaborazione per l'organizzazione di fiere e workshop, promuovendo più eventi promozionali, si chiede inoltre di stanziare risorse cospicue per riqualificare le strutture ricettive nel territorio delle Marche che necessitano di ammodernamento, si chiede di aprire un tavolo con Aeroporto di Ancona per stabilire quali siano le rotte da attivare per incentivare il turismo in entrata e di definire un vero piano strategico del turismo a medio lungo termine, in modo da poter lavorare in sinergia programmando per tempo le azioni e gli interventi. IL COLLOQUIO CON LA REGIONE Il Direttore Marco Bruschini si è detto disponibile al confronto ed ha definito gli operatori incoming «un interlocutore fondamentale per tutta la filiera del turismo regionale e non solo, perché le istituzioni devono lavorare nell'interesse delle imprese». Nelle prossime settimane Inside Marche live parteciperà al confronto sul piano annuale del turismo, e contribuirà grazie all'esperienza dei propri associati a presentare un "position paper" di proposte relative al comparto del turismo organizzato, che rimane ancora oggi uno dei più colpiti dalla pandemia, ma anche tra quelli con maggiori potenzialità di sviluppo. Il futuro del turismo delle Marche è già iniziato. [post_title] => Inside Marche Live: nuovi soci e progetti in vista del confronto con la Regione sul piano promozionale 2023 [post_date] => 2022-12-05T15:30:18+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1670254218000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435275 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Italo potenzia i collegamenti su Milano Rho Fiera in occasione dell'Artigiano in Fiera in calendario dal 3 all’11 dicembre prossimi, mettendo a disposizione dei passeggeri 10 viaggi giornalieri. Sono 5 i servizi da Nord verso Sud: utili per chi parte da Torino, che così potrà raggiungere la Fiera, e per coloro che da Rho ripartiranno verso sud. Ci sono poi altri 5 collegamenti da Sud verso Nord, con orari studiati per soddisfare le esigenze dei viaggiatori, servendo tutte le fasce della giornata. Milano Rho Fiera è così collegata da Italo alle città di Torino, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Caserta, Benevento, Foggia, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Bari, Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania, Sapri, Scalea, Paola, Lamezia Terme, Rosarno, Villa San Giovanni e Reggio Calabria. Un network ampio ed esteso lungo tutto il territorio, a testimonianza della centralità che per Italo ricopre la fermata di Rho Fiera, ormai connessa con numerose località italiane e raggiungibile direttamente con i collegamenti ad Alta Velocità della compagnia, senza dover effettuare cambi. Per questo motivo, e data la grande domanda, ci saranno 2 servizi ulteriori durante le festività natalizie. Nelle giornate del 22, 23, 24 dicembre e dal 6 al 9 gennaio sarà aggiunta una partenza da Rho Fiera alle 8:17 verso Sud; mentre ci sarà un arrivo (proveniente dal meridione) alle 19:40 alla stazione fieristica per il 22-23 dicembre ed il 6-7-8 gennaio. Una centralità strategica che accomuna l’intero territorio milanese, che vanta 3 stazioni servite da Italo: Milano Centrale, Milano Rogoredo e Milano Rho Fiera. Dall’11 dicembre, con il nuovo orario invernale, saranno 81 i viaggi quotidiani che serviranno Milano: 34 collegamenti veloci Milano-Roma (fra questi 2 new entry, una partenza da Milano Centrale alle 7:45 ed un arrivo a Milano Centrale alle 21:45), 25 sulla direttrice Torino/Milano-Roma/Napoli/Salerno, 4 sulla Milano-Bari, 4 sulla Milano-Reggio Calabria e 14 sulla Milano-Venezia. [post_title] => Italo potenzia i collegamenti su Milano Rho Fiera, per i grandi eventi e le festività [post_date] => 2022-12-02T09:30:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669973459000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435263 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_435265" align="alignleft" width="300"] L'assessore regionale al turismo del Piemonte, Vittoria Poggio[/caption] Il consuntivo turistico delle regioni italiane volge al positivo. Anche in Piemonte le presenze di turisti sono aumentate quest'anno del 45% rispetto al 2021, con un incremento che arriva all'84% degli stranieri.  È quanto riferito dall'assessore regionale al turismo, Vittoria Poggio, illustrando in Terza commissione il Def 2023-2025 relativo alle materie di sua competenza. Oltre al turismo, l'assessore ha trattato il tema del commercio, parlando del sostegno ai centri commerciali naturali e della revisione della normativa sui locali che somministrano cibi e bevande e sui distributori di carburante. Dopo di lei sono intervenuti, per le loro deleghe, l'assessore all'Ambiente Matteo Marnati che ha annunciato la pubblicazione, a breve, di alcuni bandi, per le imprese e per i Comuni, sul tema del risparmio energetico, in particolare sull'uso dell'idrogeno, e l'assessore al Bilancio Andrea Tronzano. Nella sua relazione su Cooperative e Artigianato ha sottolineato che la Regione intende sviluppare la base produttiva e aiutare le nuove imprese con un miglioramento dell'accesso al credito, il rafforzamento del capitale sociale delle cooperative, l'incremento delle competenze e la digitalizzazione dei procedimenti amministrativi. [post_title] => Piemonte: crescita turistica del 45% rispetto al 2021 [post_date] => 2022-12-02T08:51:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669971111000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435239 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nasce il "Consorzio Apt del Trentino", una nuova società che raggruppa le aziende per il turismo della Provincia autonoma di Trento nell'intento di favorire maggiori servizi, nuove competenze ed economie di scala nel settore turistico a favore del territorio. "Si tratta di una grande opportunità per tutto il sistema del turismo trentino - osserva in una nota Luciano Rizzi, presidente dell'Apt Val di Sole, capofila del consorzio -. Una maggiore interazione e un maggior dialogo porteranno benefici per tutti, dagli enti territoriali agli operatori del settore, sotto un'unica regia e verso obiettivi condivisi". Il Consorzio offrirà ai soci ogni forma di assistenza, anche attraverso servizi di tipo contrattuale, amministrativo, contabile, legale, fiscale, sindacale, organizzativo, economico e tecnico. Potrà inoltre assistere e rappresentare i soci nei rapporti, anche contrattuali, con enti pubblici e privati, promuovendo opportune iniziative legislative per il loro sostegno e sviluppo. Tra gli obiettivi - sottolinea la nota - c'è anche la promozione della formazione, della qualificazione e dell'aggiornamento professionale degli amministratori e dei dipendenti delle società, con corsi per l'accrescimento delle professionalità". Infine, la neocostituita società potrà stipulare, nell'interesse dei soci nonché degli amministratori e dipendenti dei soci medesimi, accordi, protocolli e convenzioni per la fruizione di servizi e/o l'acquisto di beni.  [post_title] => Nasce il 'Consorzio Apt del Trentino': focus su servizi, economie di scala e formazione [post_date] => 2022-12-01T13:57:06+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669903026000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435182 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Catalogna cala il suo poker vincente per il 2023 e oltre: enogastronomia, cultura, cicloturismo e America’s Cup sono i punti cardine su cui la regione, prima per numero di visitatori internazionali in Spagna, investe in modo significativo, sulla scia di una stagione 2022 “che ha centrato segni tangibili di ripresa”. Così Marta Teixidor, direttrice dell’Ente del turismo della Catalogna in Italia: “Da gennaio a settembre abbiamo registrato 11,5 milioni di turisti stranieri, un dato che, se non ancora ai livelli 2019, testimonia però una ripresa sorprendente, sottolineata dal pieno ripristino dei collegamenti aerei”. I visitatori italiani sono stati “oltre 753 mila, il 20% in meno rispetto al 2019 ma che, per contro, hanno speso di più”. Punto primo, quindi, l’enogastronomia, "tema centrale per il 2023 e segmento su cui il governo ha investito 12 milioni di euro nell’intento di fare della regione una destinazione leader nel giro di tre anni e collocarla tra le Top 8 d’Europa”. Dalla sua, la regione può sin d’ora vantare chef riconosciuti nel mondo nonché 50 ristoranti stellati Michelin e 27 Stelle Verdi”. Sul fronte culturale, l'anno prossimo celebrerà i 50 anni dalla morte di Picasso nonché i 100 anni da quella del celebre architetto Lluis Domenech i Montaner, con eventi e mostre di richiamo internazionale. Il prodotto outdoor resta protagonista della regione che mantiene alta l’attenzione sul Gran Tour de Catalunya: “2000 km da percorre in 12 tappe o in 5 itinerari, all’insegna di un turismo sostenibile e di scoperta, del tutto personalizzabile”. E proprio in tema di vacanza attiva e a contatto con la natura si inserisce il cicloturismo, “altro prodotto di punta per il 2023 che vede investimenti ingenti. Tra le nuove proposte spiccano la BiciTransCat, itinerario che raggiunge la Francia, e diverse gare, come The Traka 2023 e la quinta edizione della Bike Race”. Uno sguardo, infine, sull’America’s Cup 2024 (in programma dal 22 agosto al 6 ottobre), “che sarà una grande vetrina per la regione e i suoi quasi 600 km di costa, oltre al fatto che attrarrà turisti diversi e alto spendenti. Ci stiamo già lavorando, considerando l'enorme macchina organizzativa di cui necessita un evento simile, che muove solo per questo 3000 persone. L'Italia, insieme a Francia e Regno Unito, sarà tra i paesi su cui concentreremo una promozione mirata in vista della kermesse". [post_title] => Enogastronomia, cultura, cicloturismo e America's Cup: ecco il poker vincente della Catalogna [post_date] => 2022-12-01T09:36:04+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669887364000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435195 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il personale di sicurezza dell'Eurostar di Londra ha annunciato quattro giorni di sciopero in vista del Natale, l'ultima azione sindacale che potrebbe apportare nuovi disagi per i passegger, proprio nel picco delle festività. Il sindacato ferroviario Rmt, ripreso dal Financial Times, ha dichiarato che i suoi membri sciopereranno il 16, 18, 22 e 23 dicembre. Eurostar gestisce i servizi tra Londra e Parigi, Bruxelles e Amsterdam. Rmt afferma che alcuni dei dipendenti in sciopero guadagnano appena 10,66 sterline l'ora - appena sopra il salario minimo del Regno Unito - e che è stato loro offerto un aumento di stipendio inferiore all'inflazione.   Il sindacato sostiene che l'81% dei partecipanti al voto sull'azione ha votato a favore. Gli scioperi degli Eurostar si aggiungeranno ai disagi sulla rete ferroviaria britannica, già previsti per le prossime settimane. [post_title] => Eurostar, personale verso uno sciopero di quattro giorni: 16, 18, 22 e 23 dicembre [post_date] => 2022-12-01T09:05:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669885519000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 435158 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Oltre 480 voli a settimana su 45 rotte verso una serie di importanti destinazioni europee per le vacanze tra cui Berlino, Madrid e Londra da Bari e Pisa, Bruxelles e Treviso da Brindisi. Ryanair ha incrementato la propria capacità invernale in Puglia di oltre il 20% rispetto al periodo pre-covid e prevede di trasportare quasi 5,5 milioni di passeggeri da/per la regione nel 2023. Una crescita che supporta oltre 4000 posti di lavoro in totale, inclusi 90 posti di lavoro diretti. "Operiamo 45 rotte verso destinazioni come Budapest, Bruxelles o Vienna, offrendo ai nostri clienti tariffe più convenienti per i loro viaggi invernali - ha dichiarato il country manager di Ryanair per l’Italia, Mauro Bolla -. Ci aspettiamo di trasportare circa 5,5 milioni di passeggeri da/verso Bari e Brindisi nell’anno fiscale 2023, quasi il doppio rispetto al numero di passeggeri nel 2022, un’ulteriore dimostrazione del nostro impegno verso il mercato italiano e della crescita di posti di lavoro e del turismo". "In Ryanair troviamo sempre un partner pronto a scommettere su nuove rotte che il mercato ci chiede. Del resto, la compagnia accogliendo le nostre richieste e lavorando al fianco del nostro commerciale, ci ha permesso di ripartire dopo lo stop causato dalla pandemia e di registrare numeri da record, superiori allo stesso periodo del 2019, anno d’oro per gli aeroporti pugliesi. L’aumento delle rotte rispetto agli scorsi anni – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria  Vasile – ci dà ragione del lavoro svolto sino ad ora, della fiducia dimostrataci dal nostro azionista e dell’affidabilità dei nostri aeroporti. Per questo, sulla scia dei risultati raggiunti, posso confermare che continueremo ad operare in tal senso, perseguendo la nostra strategia, anche in vista della prossima stagione estiva per la quale abbiamo già annunciato, nei giorni scorsi, importanti novità e confidiamo – ha concluso - che di qui a marzo altre rotte si possano aggiungere in modo da completare la rete dei collegamenti anche verso mercati strategici per la nostra industria del turismo”.   [post_title] => Ryanair rilancia da Bari e Brindisi: obiettivo 5,5 milioni di passeggeri nell'anno fiscale 2023 [post_date] => 2022-11-30T14:47:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669819672000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "italo investe 3 milioni di euro nel progetto welfare per i dipendenti e aderisce al bando conciliamo" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":77,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":814,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435535","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si avvicina finalmente l'apertura del tanto atteso Hilton Rome Eur la Lama, prevista per il prossimo gennaio, e cominciano a essere svelati alcuni dettagli dei suoi interni. Dietro i 130 metri di vetro nero trasparente, che si sviluppa in altezza per 16 piani e con una fiancata elegante e sottile, si cela infatti la nuova struttura capitolina: spazi regolari e al tempo stesso maestosi, caratterizzati dalle forme semplici e lineari che l’architetto Fuksas ha riportato anche all’interno, dove la storia di Roma e la forte connotazione contemporanea hanno dato vita al concept dell’interior design curato dallo studio Lorenzo Bellini.\r\n\r\nLa grande hall, affacciata su viale Europa, darà il benvenuto agli ospiti in tutta la sua imponenza: lo sguardo si perde fino al sedicesimo piano, un immenso volume vuoto alto 60 metri, su cui affacciano i ballatoi dei piani come fossero sospesi, tutto da ammirare anche dai sei ascensori panoramici in vetro. Ai diversi piani, la luce radente colpisce le pareti in tinta carta da zucchero e la moquette realizzata a bande intrecciate di colori alterni, creando un effetto di luce indiretta molto riposante. Gli ingressi delle camere sono scanditi da carabottini appositamente disegnati, realizzati in essenza di noce americano, con un pattern a intreccio che omaggia il design italiano dei primi del Novecento; gli imbotti delle porte, anche queste in essenza noce americano fiammato, sono stai pensati e realizzati in metallo nero opaco e la lamiera forata scandisce i numeri delle camere dei diversi piani, grazie a un sistema di retroilluminazione.\r\n\r\nNella progettazione delle 439 camere è stata privilegiata la forte trasparenza tra gli ambienti. L’obiettivo è rendere il più possibile permeabili le aree interne, enfatizzando la forte comunicazione tra camera da letto e bagno, creando in un unico ambiente una soluzione di continuità tra l’esterno che permea dalle grandi vetrate e l’interno del comfort domestico. Il colore è il leit motiv di tutte le stanze dell’Hilton Rome Eur La Lama, guidando la definizione degli ambienti, con richiami policromi agli affreschi pompeiani e alle scale cromatiche della pittura dei grandi maestri italiani del secolo scorso (Sironi, Donghi, Campigli, Casorati e molti altri), secondo il metodo cromatico del color block: è la più antica tecnica di abbinamento cromatico, che combina un attento utilizzo di singoli colori in diverse tonalità, miscelandoli in contrasto tra loro in un ensemble armonioso e unico; un linguaggio compositivo che prende le mosse dal mondo dell’arte classica con gli affreschi pompeiani, passando attraverso le sacre rappresentazioni medievali, per raggiungere la sua massima espressione nell’arte contemporanea della prima metà del Novecento.\r\n\r\nAl piano terra, lo spazio della hall è la zona di filtro che permette di accedere a tutti gli ambienti comuni: proprio di fronte all’ingresso si nota il lounge bar, dall’atmosfera calda e conviviale, grazie ai toni caldi del parquet a spina ungherese in noce scuro e alla scatola blu notte delle pareti e del soffitto, realizzato in cassettoni e tempestato di sfere luminose cristalline dalle sfumature ocra e bronzo. All’interno del lounge la Library, uno spazio caratterizzato da una grande libreria lignea in finitura nera, che crea una parziale divisione tra gli ambienti e accompagna l’ospite verso il ristorante: da un portale in marmo nero marquinia si accede all’ambiente dal colore verde profondo, con soffitto a cassettoni e sfere luminose cristalline in ocra e bronzo, con un imponente pavimento realizzato in un gioco di sei marmi spinati posati sfalzati.\r\n\r\nImportante, l’area dedicata a riunioni ed eventi, con business center, executive lounge e sale modulari dotate delle più moderne tecnologie: dal lato opposto del ristorante, passando per la hall, si attraversano nuovi spazi comuni, primo fra tutti il grande disimpegno della scala monumentale a sbalzo rivestita in marmo verde Alpi, che collega il piano terra al foyer del piano sottostante e alle quattro meeting room affacciate sul dehor della Nuvola, da ammirare grazie alle ampie vetrate. Al piano inferiore, il foyer del centro congressi è caratterizzato da un pavimento a bande rigate con posa diagonal, con effetto marmo verde e bianco. Al quindicesimo piano, infine, la sorpresa di un ristorante con bar, in fase di realizzazione, con vista a perdita d’occhio e, dall’altro lato, la spa con fitness center e una terrazza.","post_title":"I primi dettagli degli interni del nuovo Hilton Rome Eur la Lama","post_date":"2022-12-07T09:30:12+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1670405412000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435483","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Trasporto aereo. Il 5G è entrato nell'agenda del settore dell'aviazione europea con un orizzonte pieno di minacce. Le compagnie aeree sono preoccupate per il loro possibile impatto sulla sicurezza delle operazioni in futuro, in linea con le voci di allarme che si sono levate negli Stati Uniti. \r\n\r\nEurocontrol ritiene che l'impatto di questo problema sarà minore in Europa. Tuttavia, il suo direttore generale, Eamonn Brennan, avverte che «potrebbe minacciare la sicurezza aerea e comportare costi finanziari significativi per le compagnie aeree». \r\n\r\n«Un anno di deviazioni causate dall'interruzione delle operazioni 5G nei giorni di scarsa visibilità potrebbe costare alle compagnie aeree e agli aeroporti fino a 180 milioni di euro e interrompere i piani di viaggio fino a 1,2 milioni di passeggeri», avverte. Teme infatti che «se non facciamo nulla, c'è il rischio reale che l'aviazione venga frenata nei prossimi anni, poiché i sistemi attuali troveranno sempre più difficile soddisfare i requisiti operativi».\r\nSforzi coordinati\r\nDi fronte a questo rischio reale, richiede sforzi coordinati e urgenti per modernizzare i sistemi di comunicazione, navigazione e sorveglianza. Con ciò intende evitare una saturazione dei canali che potrebbe ostacolare il passaggio a sistemi più moderni e capaci.\r\n\r\nTra le loro richieste vi sono il miglioramento del filtraggio della banda adiacente, nonché il mantenimento degli standard delle apparecchiature aeronautiche per i sistemi legacy. Allo stesso modo, insistono sulla necessità di raggiungere il giusto equilibrio tra il dispiegamento coordinato di nuovi sistemi radio.","post_title":"Trasporto aereo: incombono le minacce del 5G per la sicurezza","post_date":"2022-12-06T10:53:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1670324005000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435429","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cresce ancora la \"famiglia\" di Inside Marche Live, l'Associazione dei tour operator incoming delle Marche, che si è ritrovata ad Ancona per la sua Assemblea di fine anno. Superato il periodo più difficile di sempre per il turismo a livello internazionale, gli operatori marchigiani dell'incoming si sono incontrati per una riunione operativa con il direttore dell’Agenzia regionale del turismo Marco Bruschini, per fare il punto sulla stagione e programmare le attività del 2023.\r\n\r\nDieci punti sul tavolo delle istituzioni regionali, alle quali è stato chiesto a gran voce in prima battuta una concertazione delle azioni da svolgere per il comparto e una forte collaborazione alle istituzioni, per salvaguardare aziende dotate di professionalità che devono prepararsi per la prossima stagione, superando le varie crisi di questi anni, da quella pandemica a quella energetica ed economica ed in particolare nelle Marche con i vari accadimenti (dall'alluvione al terremoto).\r\n\r\nINSIDE MARCHE LIVE CRESCE\r\n\r\nNel frattempo si programmano le azioni future e il numero di aziende associate ad Inside Marche Live cresce ancora, con l'ingresso di 2 nuovi soci qualificati: entrano infatti i tour operator Rurally di Maiolati Spontini (AN) specializzato nel turismo rurale ed outdoor e GISMI di Monteurano (FM) specializzato nel luxury travel, superando quota 30 associati e contribuendo a confermare l'Associazione Inside Marche Live quale la più rappresentativa del mondo del turismo organizzato marchigiano nonché interlocutore privilegiato per le istituzioni regionali e nazionali.\r\n\r\nGli operatori stanno già lavorando per definire le azioni promozionali che andranno a svolgere nel 2023 e hanno iniziato per questo un confronto con l'Agenzia del turismo alla Regione Marche per definire e condividere insieme il Piano Promozionale.\r\n\r\nIl ruolo della nuova Agenzia Regionale del turismo e dell'internazionalizzazione è il tema principale del confronto con la Regione Marche ed i soci di Inside Marche Live sono impegnati per elaborare proposte e suggerimenti.\r\n\r\nLE PROPOSTE ALLA REGIONE MARCHE\r\n\r\nTra le proposte si segnalano queste: si chiede un aumento delle risorse nei bandi dedicati al settore sia per la promozione che per incentivare i flussi turistici in bassa stagione, si propone una collaborazione per l'organizzazione di fiere e workshop, promuovendo più eventi promozionali, si chiede inoltre di stanziare risorse cospicue per riqualificare le strutture ricettive nel territorio delle Marche che necessitano di ammodernamento, si chiede di aprire un tavolo con Aeroporto di Ancona per stabilire quali siano le rotte da attivare per incentivare il turismo in entrata e di definire un vero piano strategico del turismo a medio lungo termine, in modo da poter lavorare in sinergia programmando per tempo le azioni e gli interventi.\r\n\r\nIL COLLOQUIO CON LA REGIONE\r\n\r\nIl Direttore Marco Bruschini si è detto disponibile al confronto ed ha definito gli operatori incoming «un interlocutore fondamentale per tutta la filiera del turismo regionale e non solo, perché le istituzioni devono lavorare nell'interesse delle imprese».\r\n\r\nNelle prossime settimane Inside Marche live parteciperà al confronto sul piano annuale del turismo, e contribuirà grazie all'esperienza dei propri associati a presentare un \"position paper\" di proposte relative al comparto del turismo organizzato, che rimane ancora oggi uno dei più colpiti dalla pandemia, ma anche tra quelli con maggiori potenzialità di sviluppo. Il futuro del turismo delle Marche è già iniziato.","post_title":"Inside Marche Live: nuovi soci e progetti in vista del confronto con la Regione sul piano promozionale 2023","post_date":"2022-12-05T15:30:18+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1670254218000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435275","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Italo potenzia i collegamenti su Milano Rho Fiera in occasione dell'Artigiano in Fiera in calendario dal 3 all’11 dicembre prossimi, mettendo a disposizione dei passeggeri 10 viaggi giornalieri.\r\n\r\nSono 5 i servizi da Nord verso Sud: utili per chi parte da Torino, che così potrà raggiungere la Fiera, e per coloro che da Rho ripartiranno verso sud. Ci sono poi altri 5 collegamenti da Sud verso Nord, con orari studiati per soddisfare le esigenze dei viaggiatori, servendo tutte le fasce della giornata.\r\n\r\nMilano Rho Fiera è così collegata da Italo alle città di Torino, Reggio Emilia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno, Caserta, Benevento, Foggia, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Bari, Agropoli-Castellabate, Vallo della Lucania, Sapri, Scalea, Paola, Lamezia Terme, Rosarno, Villa San Giovanni e Reggio Calabria. Un network ampio ed esteso lungo tutto il territorio, a testimonianza della centralità che per Italo ricopre la fermata di Rho Fiera, ormai connessa con numerose località italiane e raggiungibile direttamente con i collegamenti ad Alta Velocità della compagnia, senza dover effettuare cambi.\r\n\r\nPer questo motivo, e data la grande domanda, ci saranno 2 servizi ulteriori durante le festività natalizie. Nelle giornate del 22, 23, 24 dicembre e dal 6 al 9 gennaio sarà aggiunta una partenza da Rho Fiera alle 8:17 verso Sud; mentre ci sarà un arrivo (proveniente dal meridione) alle 19:40 alla stazione fieristica per il 22-23 dicembre ed il 6-7-8 gennaio.\r\n\r\nUna centralità strategica che accomuna l’intero territorio milanese, che vanta 3 stazioni servite da Italo: Milano Centrale, Milano Rogoredo e Milano Rho Fiera. Dall’11 dicembre, con il nuovo orario invernale, saranno 81 i viaggi quotidiani che serviranno Milano: 34 collegamenti veloci Milano-Roma (fra questi 2 new entry, una partenza da Milano Centrale alle 7:45 ed un arrivo a Milano Centrale alle 21:45), 25 sulla direttrice Torino/Milano-Roma/Napoli/Salerno, 4 sulla Milano-Bari, 4 sulla Milano-Reggio Calabria e 14 sulla Milano-Venezia.","post_title":"Italo potenzia i collegamenti su Milano Rho Fiera, per i grandi eventi e le festività","post_date":"2022-12-02T09:30:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669973459000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435263","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_435265\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] L'assessore regionale al turismo del Piemonte, Vittoria Poggio[/caption]\r\n\r\nIl consuntivo turistico delle regioni italiane volge al positivo. Anche in Piemonte le presenze di turisti sono aumentate quest'anno del 45% rispetto al 2021, con un incremento che arriva all'84% degli stranieri.\r\n È quanto riferito dall'assessore regionale al turismo, Vittoria Poggio, illustrando in Terza commissione il Def 2023-2025 relativo alle materie di sua competenza.\r\nOltre al turismo, l'assessore ha trattato il tema del commercio, parlando del sostegno ai centri commerciali naturali e della revisione della normativa sui locali che somministrano cibi e bevande e sui distributori di carburante.\r\n\r\nDopo di lei sono intervenuti, per le loro deleghe, l'assessore all'Ambiente Matteo Marnati che ha annunciato la pubblicazione, a breve, di alcuni bandi, per le imprese e per i Comuni, sul tema del risparmio energetico, in particolare sull'uso dell'idrogeno, e l'assessore al Bilancio Andrea Tronzano. Nella sua relazione su Cooperative e Artigianato ha sottolineato che la Regione intende sviluppare la base produttiva e aiutare le nuove imprese con un miglioramento dell'accesso al credito, il rafforzamento del capitale sociale delle cooperative, l'incremento delle competenze e la digitalizzazione dei procedimenti amministrativi.","post_title":"Piemonte: crescita turistica del 45% rispetto al 2021","post_date":"2022-12-02T08:51:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669971111000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435239","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nasce il \"Consorzio Apt del Trentino\", una nuova società che raggruppa le aziende per il turismo della Provincia autonoma di Trento nell'intento di favorire maggiori servizi, nuove competenze ed economie di scala nel settore turistico a favore del territorio. \"Si tratta di una grande opportunità per tutto il sistema del turismo trentino - osserva in una nota Luciano Rizzi, presidente dell'Apt Val di Sole, capofila del consorzio -. Una maggiore interazione e un maggior dialogo porteranno benefici per tutti, dagli enti territoriali agli operatori del settore, sotto un'unica regia e verso obiettivi condivisi\".\r\n\r\nIl Consorzio offrirà ai soci ogni forma di assistenza, anche attraverso servizi di tipo contrattuale, amministrativo, contabile, legale, fiscale, sindacale, organizzativo, economico e tecnico. Potrà inoltre assistere e rappresentare i soci nei rapporti, anche contrattuali, con enti pubblici e privati, promuovendo opportune iniziative legislative per il loro sostegno e sviluppo.\r\nTra gli obiettivi - sottolinea la nota - c'è anche la promozione della formazione, della qualificazione e dell'aggiornamento professionale degli amministratori e dei dipendenti delle società, con corsi per l'accrescimento delle professionalità\". Infine, la neocostituita società potrà stipulare, nell'interesse dei soci nonché degli amministratori e dipendenti dei soci medesimi, accordi, protocolli e convenzioni per la fruizione di servizi e/o l'acquisto di beni. ","post_title":"Nasce il 'Consorzio Apt del Trentino': focus su servizi, economie di scala e formazione","post_date":"2022-12-01T13:57:06+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1669903026000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435182","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Catalogna cala il suo poker vincente per il 2023 e oltre: enogastronomia, cultura, cicloturismo e America’s Cup sono i punti cardine su cui la regione, prima per numero di visitatori internazionali in Spagna, investe in modo significativo, sulla scia di una stagione 2022 “che ha centrato segni tangibili di ripresa”. Così Marta Teixidor, direttrice dell’Ente del turismo della Catalogna in Italia: “Da gennaio a settembre abbiamo registrato 11,5 milioni di turisti stranieri, un dato che, se non ancora ai livelli 2019, testimonia però una ripresa sorprendente, sottolineata dal pieno ripristino dei collegamenti aerei”. I visitatori italiani sono stati “oltre 753 mila, il 20% in meno rispetto al 2019 ma che, per contro, hanno speso di più”.\r\n\r\nPunto primo, quindi, l’enogastronomia, \"tema centrale per il 2023 e segmento su cui il governo ha investito 12 milioni di euro nell’intento di fare della regione una destinazione leader nel giro di tre anni e collocarla tra le Top 8 d’Europa”. Dalla sua, la regione può sin d’ora vantare chef riconosciuti nel mondo nonché 50 ristoranti stellati Michelin e 27 Stelle Verdi”.\r\n\r\nSul fronte culturale, l'anno prossimo celebrerà i 50 anni dalla morte di Picasso nonché i 100 anni da quella del celebre architetto Lluis Domenech i Montaner, con eventi e mostre di richiamo internazionale.\r\n\r\nIl prodotto outdoor resta protagonista della regione che mantiene alta l’attenzione sul Gran Tour de Catalunya: “2000 km da percorre in 12 tappe o in 5 itinerari, all’insegna di un turismo sostenibile e di scoperta, del tutto personalizzabile”. E proprio in tema di vacanza attiva e a contatto con la natura si inserisce il cicloturismo, “altro prodotto di punta per il 2023 che vede investimenti ingenti. Tra le nuove proposte spiccano la BiciTransCat, itinerario che raggiunge la Francia, e diverse gare, come The Traka 2023 e la quinta edizione della Bike Race”.\r\n\r\nUno sguardo, infine, sull’America’s Cup 2024 (in programma dal 22 agosto al 6 ottobre), “che sarà una grande vetrina per la regione e i suoi quasi 600 km di costa, oltre al fatto che attrarrà turisti diversi e alto spendenti. Ci stiamo già lavorando, considerando l'enorme macchina organizzativa di cui necessita un evento simile, che muove solo per questo 3000 persone. L'Italia, insieme a Francia e Regno Unito, sarà tra i paesi su cui concentreremo una promozione mirata in vista della kermesse\".","post_title":"Enogastronomia, cultura, cicloturismo e America's Cup: ecco il poker vincente della Catalogna","post_date":"2022-12-01T09:36:04+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1669887364000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435195","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il personale di sicurezza dell'Eurostar di Londra ha annunciato quattro giorni di sciopero in vista del Natale, l'ultima azione sindacale che potrebbe apportare nuovi disagi per i passegger, proprio nel picco delle festività.\r\n\r\nIl sindacato ferroviario Rmt, ripreso dal Financial Times, ha dichiarato che i suoi membri sciopereranno il 16, 18, 22 e 23 dicembre. Eurostar gestisce i servizi tra Londra e Parigi, Bruxelles e Amsterdam. Rmt afferma che alcuni dei dipendenti in sciopero guadagnano appena 10,66 sterline l'ora - appena sopra il salario minimo del Regno Unito - e che è stato loro offerto un aumento di stipendio inferiore all'inflazione.\r\n\r\n \r\n\r\nIl sindacato sostiene che l'81% dei partecipanti al voto sull'azione ha votato a favore. Gli scioperi degli Eurostar si aggiungeranno ai disagi sulla rete ferroviaria britannica, già previsti per le prossime settimane.","post_title":"Eurostar, personale verso uno sciopero di quattro giorni: 16, 18, 22 e 23 dicembre","post_date":"2022-12-01T09:05:19+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669885519000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"435158","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Oltre 480 voli a settimana su 45 rotte verso una serie di importanti destinazioni europee per le vacanze tra cui Berlino, Madrid e Londra da Bari e Pisa, Bruxelles e Treviso da Brindisi. Ryanair ha incrementato la propria capacità invernale in Puglia di oltre il 20% rispetto al periodo pre-covid e prevede di trasportare quasi 5,5 milioni di passeggeri da/per la regione nel 2023. Una crescita che supporta oltre 4000 posti di lavoro in totale, inclusi 90 posti di lavoro diretti.\r\n\r\n\"Operiamo 45 rotte verso destinazioni come Budapest, Bruxelles o Vienna, offrendo ai nostri clienti tariffe più convenienti per i loro viaggi invernali - ha dichiarato il country manager di Ryanair per l’Italia, Mauro Bolla -. Ci aspettiamo di trasportare circa 5,5 milioni di passeggeri da/verso Bari e Brindisi nell’anno fiscale 2023, quasi il doppio rispetto al numero di passeggeri nel 2022, un’ulteriore dimostrazione del nostro impegno verso il mercato italiano e della crescita di posti di lavoro e del turismo\".\r\n\r\n\"In Ryanair troviamo sempre un partner pronto a scommettere su nuove rotte che il mercato ci chiede. Del resto, la compagnia accogliendo le nostre richieste e lavorando al fianco del nostro commerciale, ci ha permesso di ripartire dopo lo stop causato dalla pandemia e di registrare numeri da record, superiori allo stesso periodo del 2019, anno d’oro per gli aeroporti pugliesi. L’aumento delle rotte rispetto agli scorsi anni – ha dichiarato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria  Vasile – ci dà ragione del lavoro svolto sino ad ora, della fiducia dimostrataci dal nostro azionista e dell’affidabilità dei nostri aeroporti. Per questo, sulla scia dei risultati raggiunti, posso confermare che continueremo ad operare in tal senso, perseguendo la nostra strategia, anche in vista della prossima stagione estiva per la quale abbiamo già annunciato, nei giorni scorsi, importanti novità e confidiamo – ha concluso - che di qui a marzo altre rotte si possano aggiungere in modo da completare la rete dei collegamenti anche verso mercati strategici per la nostra industria del turismo”.\r\n\r\n ","post_title":"Ryanair rilancia da Bari e Brindisi: obiettivo 5,5 milioni di passeggeri nell'anno fiscale 2023","post_date":"2022-11-30T14:47:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669819672000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti