15 April 2024

Disponibile il catalogo dei viaggi Signature – Once in a Lifetime per i 100 anni di Turisanda

[ 0 ]

Cinque personaggi, cinque approcci, cinque filosofie per 35 itinerari unici, per cui è prevista una sola partenza, che si snodano lungo sei rotte geografiche, dedicati a piccoli gruppi di 10-15 partecipanti. Turisanda svela finalmente i dettagli dei propri viaggi limited edition Signature – Once in a Lifetime annunciati in occasione della Bit per festeggiare i primi 100 anni del brand. Le proposte sono raccolte in un coffee table book, che racconta spedizioni geografiche, storiche e naturalistiche capaci di ripercorrere le vie tracciate dai pionieri.

Sfogliando le pagine del nuovo catalogo sarà così possibile farsi trasportare dalle parole di Christian Greco, egittologo e direttore del museo Egizio di Torino, Stefania Andreoli, psicoterapeuta e scrittrice, Mario Tozzi, geologo, divulgatore scientifico, saggista, autore e conduttore televisivo, Pablo Trincia, giornalista, autore e personaggio televisivo, e Filippa Lagerbäck, conduttrice televisiva e showgirl.

Partendo dal Nord Europa per scoprire il fascino delle aurore e delle magie del Nord, gli itinerari passano dal Nord Africa alla penisola Arabica attraverso Tunisia, Egitto, Giordania, Arabia Saudita, Emirati Arabi e Oman; dall’Outback alla spiritualità dell’India tra gli spazi sconfinati dell’Australia, il Sud-Est asiatico e i colori del subcontinente indiano; dal Capo a Mombasa, alla scoperta del continente africano percorrendo il Tropico del Capricorno e la linea dell’Equatore; dal Sol Levante alla rotta Panamericana, passando per Giappone, Canada, Stati Uniti e America Latina, paesi caratterizzati da climi, panorami e storie che non potrebbero essere più lontane né più affascinanti, fino alla possibilità di conoscere i sapori d’Oriente partendo dall’Italia verso la penisola Balcanica e il Caucaso, dove in passato si scambiavano merci e si incontravano culture e storie di cui oggi rimangono i profumi e i sapori di un viaggio da vivere con tutti i cinque sensi.

Per ognuno degli itinerari proposti gli hotel e i resort sono stati selezionati per vivere al meglio la destinazione, senza rinunciare alle migliori opportunità di relax, con guide professionali parlanti italiano che ben conoscono i luoghi da visitare e capaci di coinvolgere al meglio i singoli partecipanti, a cui si aggiunge la possibilità di vivere esperienze autentiche: dalle visite private a siti e musei dopo la chiusura al pubblico, al trekking notturno nella giungla, fino alle crociere romantiche al tramonto, alle cene nel deserto sotto le stelle e agli incontri di personaggi che hanno fatto la storia.

Inoltre, per sei tour, uno per ciascuna delle sei rotte geografiche che compongono la collezione, all’esperienza firmata Turisanda, si unisce la possibilità di viverla insieme a dei compagni di viaggio speciali: fotografi, travel blogger, esperti di avventure on the road, scrittori, storyteller che, insieme alla guida, accompagneranno i viaggiatori in queste sei spedizioni, che racconteranno anche sui loro profili social.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465409 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto). Il forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti. Il forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania. [post_title] => Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita [post_date] => 2024-04-12T11:00:20+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712919620000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465407 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Transat torna nei cieli di Roma con la riapertura dei voli estivi: dal 16 aprile decolleranno i diretti da Fiumicino a Montréal e, dal successivo 3 maggio, quelli per Toronto, ampliando le possibilità per i passeggeri di raggiungere comodamente da #Roma il Canada e il Nord America fino ad ottobre 2024. «Air Transat conferma ogni anno di più l’impegno sull’Italia, offrendo voli diretti per raggiungere la vivace città di Montréal, in Québec e offrendo voli diretti per raggiungere Toronto, metropoli dalle mille attrazioni e classificata tra le prime città più vivibili al mondo e porta di ingresso per i parchi canadesi -  commenta Tiziana Della Serra, md di Rephouse Gsa, che rappresenta il vettore canadese nel nostro Paese -. I voli per Montréal ripartono martedì 16 aprile 2024 con 1 volo a settimana il martedì ad aprile, 4 voli a settimana a maggio il martedì, giovedì, sabato e lunedì e dal 16 giugno i voli diventano quotidiani.  Invece, i voli per Toronto ripartono venerdì 3 maggio 2024 offrendo 5 voli a settimana venerdì, domenica, lunedì, martedì e mercoledì, e dal 13 giugno 7 voli a settimana tutti i giorni. Tutti i voli da Roma per Montréal e Toronto decollano tra le ore 12:00 e le 14:00 e sono stati pianificati per ottimizzare l’ampia connettività del network sia in Nord America che verso altre destinazioni. Tutti i voli sono disponibili in tutti i gds». I collegamenti Italia-Canada di Air Transat vengono operati con Airbus A330-200 o Airbus 330-300 e sono stati pianificati per ottimizzare l’ampia connettività del network sia in Nord America che verso altre destinazioni. [post_title] => Air Transat: countdown per la ripartenza dei voli da Roma per Montréal e Toronto [post_date] => 2024-04-12T10:51:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712919111000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465396 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Impiego del biocarburante Hvo (olio vegetale idrotrattato); riduzione dell’uso della plastica grazie al filtro Uv installato sulle houseboat; pompa dell’acqua per gestire le risorse naturali in modo più responsabile. Sono le nuove misure introdotte da Le Boat, specialista delle vacanza in barca lungo fiumi, laghi e canali d’Europa e Canada, per migliorare ulteriormente la sostenibilità ambientale della propria offerta. Le novità saranno inizialmente lanciate nella base di Douelle, nel dipartimento del Lot della regione francese dell'Occitania. L'olio vegetale idrotrattato è in particolare un combustibile rinnovabile e biodegradabile al 100%, sintetizzato da grassi riutilizzati e scarti vegetali, che riduce le emissioni di carbonio del 90%. Il filtro Uv consente invece di avere a disposizione acqua purificata e sicura a bordo per l’intera durata del viaggio. La funzionalità del sistema viene controllata durante la preparazione della barca prima di ogni noleggio, attività che si integra con la disinfezione completa dell'intero impianto idrico prima all’inizio di ogni stagione. In considerazione dei problemi di siccità e di scarsità dell’acqua dettati dai cambiamenti climatici e con l’obiettivo di gestire le risorse idriche il modo più responsabile, Le Boat ha infine installato nella base di Douelle una pompa per utilizzare l’acqua del fiume nelle operazioni di pulizia delle houseboat. [post_title] => Le Boat sempre più green: nuovi biocarburanti e sistemi per la riduzione dell'uso di acqua e plastica [post_date] => 2024-04-12T10:36:37+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712918197000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465350 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tap Air Portugal amplierà il centro di addestramento presso l'Aerodromo municipale di Cascais. Grazie all'intesa siglata con il Comune della cittadina portoghese, è partito il progetto in due fasi che prevede, nel breve termine, l'aggiunta di un nuovo simulatore Airbus A320 ai due simulatori di volo esistenti (Airbus A320 e A330).   In un secondo tempo potranno essere installati altri quattro simulatori, a seconda delle partnership con terze parti, per un totale di sette, realizzando l'ambizione di creare nel distretto di São Domingos de Rana, a Cascais, un centro universitario e di formazione professionale nel settore dell'aviazione con l'importante presenza della Tap Academy.   «Il settore della formazione e quello della manutenzione e dell'ingegneria rappresentano un grande valore aggiunto e ha senso, per noi, realizzarle nel Paese, mettendo in risalto le nostre persone. Il nostro ecosistema ha l'opportunità di creare nuove aree di esportazione al posto di pagare costosi servizi all'estero. Cascais ha capito perfettamente questa opportunità»  ha dichiarato Luís Rodrigues, presidente del vettore lusitano.   Oltre ai nuovi simulatori, saranno creati spazi di formazione per i tecnici di manutenzione degli aeromobili e per il personale di cabina. La partnership prevede anche la prenotazione di spazi per le strutture in cui Tap Maintenance ed Engineering potranno svolgere diverse attività, tra cui la manutenzione dei motori.   Vi saranno inoltre spazi disponibili anche per la manutenzione della flotta di Embraer 190/195 di Pga (Portugália Airlines), rafforzando la capacità di manutenzione della compagnia aerea. [post_title] => Tap Air Portugal investe in formazione e amplia il centro di addestramento di Cascais [post_date] => 2024-04-12T09:15:16+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712913316000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465345 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Era venuto il momento di fare una scelta diversa, perché la vita è fatta anche di famiglia". Sergio Testi a luglio lascia la carica di direttore generale del gruppo Gattinoni. Lo fa con queste parole sincere, dopo dieci anni importanti e soprattutto dopo una vita nel mondo del travel. "Durante la mia carriera ho avuto uffici in tanti posti diversi. La mia famiglia vive a Cuneo. A volte è riuscita a seguirmi, altre no. Per me il lavoro è sempre stato al primo posto". Era tempo, insomma, di cambiare almeno in parte priorità. Almeno in parte, perché Testi non lascerà completamente il gruppo. Rimarrà come consigliere del cda prima di tutto, ma anche con una collaborazione in materia di sviluppo: "Avevo assicurato al presidente (Franco Gattinoni, ndr) che se avessi deciso di cambiare, glielo avrei comunicato con 12 mesi di anticipo. Così è stato. Ma abbiamo pensato di continuare a collaborare, seppure in una forma diversa. La mia preoccupazione era quella che i colleghi vivessero il futuro con serenità". Diversificare D'altronde per Testi il gruppo Gattinoni si basa sostanzialmente su due punti: "Uno è il presidente; l'altro è una squadra che ha sempre saputo integrarsi superando qualsiasi problema: un’azienda che ha saputo investire, sviluppare e innovare persino nei momenti difficili. Altrimenti non avremmo fatto questi numeri (il riferimento è al bilancio 2023, presentato nella stessa occasione, ndr). Oggi siamo un’azienda diversificata con tre business che sembrano simili ma in realtà sono molto differenti: un approccio al mercato lungimirante, che consente di non andare in crisi di fronte a rallentamenti parziali di uno dei settori". [post_title] => Rivoluzione Gattinoni 2: Sergio Testi lascia la direzione generale [post_date] => 2024-04-11T14:25:37+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712845537000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465343 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Iberia ha lanciato il servizio di imbarco con riconoscimento facciale sulla sua rotta più emblematica, il ponte aereo tra Madrid e Barcellona, che quest'anno celebra il suo 50° anniversario: i passeggeri che viaggiano tra le due città potranno quindi superare i controlli di sicurezza e il gate d'imbarco senza dover estrarre il cellulare e/o mostrare i documenti necessari. Il servizio è disponibile per tutti i viaggiatori in possesso di una carta Iberia Plus. Per registrarsi, devono accedere all'area riservata dell'app Iberia e completare i seguenti passaggi: inserire i propri dati personali, scattare una foto del documento d'identità, scansionare il chip del documento e scattare un selfie con il cellulare. Questo processo viene eseguito una sola volta e poi, per ogni viaggio che il cliente effettua, dovrà solo collegare la carta d'imbarco al suo profilo biometrico. È anche possibile completare il processo di registrazione presso i chioschi dell'aeroporto o sull'app Aena. Gli unici requisiti per registrarsi al servizio di riconoscimento facciale sono avere più di 18 anni e possedere un Dni spagnolo (Dni 3.0 con tecnologia Nfc per poter comunicare con i telefoni cellulari) o un passaporto elettronico dell'Ue. All'aeroporto Barajas di Madrid Iberia dispone di sei gate d'imbarco con servizi di riconoscimento facciale: J46, J50, J52, J54, J56 e J58; sono inoltre presenti 2 chioschi nell'area check-in (Air Bridge e Business) e quattro varchi biometrici nell'area di sicurezza (due nell'accesso principale, uno nell'Air Bridge e uno nel Fast Track). Presso lo scalo El Prat di Barcellona la compagnia conta invece un gate d'imbarco biometrico (A02), due gate nel filtro di sicurezza e un chiosco nell'area check-in. L'imbarco tramite riconoscimento facciale non influisce sui gruppi d'imbarco, che manterranno l'ordine abituale. Attualmente l'imbarco biometrico è disponibile per i telefoni cellulari con sistema operativo iOS e, in un prossimo futuro, sarà disponibile anche per i telefoni Android. I passeggeri devono tenere presente che, sebbene questo servizio senza contatto consenta loro di imbarcarsi sul volo senza dover mostrare alcun documento, devono comunque portarlo con sé nel caso in cui sia necessario in qualsiasi momento del viaggio.     [post_title] => Iberia: operativo il nuovo sistema di imbarco con riconoscimento facciale tra Madrid e Barcellona [post_date] => 2024-04-11T13:57:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843870000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465318 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways debutta in Unisys, la piattaforma per le prenotazioni digitali disponibile per gli agenti spedizionieri di oltre 11 paesi in Europa, Sud America e Stati Uniti. L'utilizzo della piattaforma digitale per prenotare i prodotti e servizi cargo di Ita è completamente gratuito per i freight forwarders e rende più agevole ed efficiente la collaborazione con la compagnia aerea. Unisys offre infatti agli agenti spedizionieri un punto di accesso unico per la ricerca, l'acquisto e la gestione di tutte le fasi di trasporto delle spedizioni, dalla prenotazione alla fase finale della consegna. «L'intesa commerciale con Unisys - spiega Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita  Airways e ceo di Volare - supporta la strategia del piano di sviluppo del cargo di Ita, che contempla tra i principali obiettivi la trasformazione digitale e l’ampliamento dei canali distributivi dei propri servizi per garantire ai clienti un’esperienza digitale best in class nella scelta di soluzioni di trasporto di alto valore». [post_title] => Ita Airways Cargo debutta sulla piattaforma digitale di Unisys [post_date] => 2024-04-11T11:03:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712833421000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465289 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La portualità italiana è a Miami per partecipare alla più grande fiera delle crociere al mondo nel padiglione Cruiseitaly promosso da Assoporti, e condiviso da tutte le Autorità di Sistema Portuale. Il Vice Ministro Edoardo Rixi, che ha preso parte all'inaugurazione, ha voluto sottolineare quanto sia importante per l’Italia l’economia del mare, ricordando la centralità di questo settore. Il Seatrade di Miami vanta la presenza di più di 10.000 visitatori e 600 espositori provenienti da più di 120 paesi nel mondo. «Anche quest’anno l’Italia dei porti - ha commentato - il Presidente di Assoporti, Rodolfo Giampieri - si presenta unita per partecipare agli incontri e agli eventi messi in atto da Seatrade, unendo i momenti di conferenze ufficiali a quelli di networking tra tutti gli stakeholder del segmento». «In Italia il traffico crociere ha raggiunto nel 2023 un record storico senza precedenti - ha concluso Giampieri - come ho avuto modo di ricordare in diverse occasioni. Un segmento che cresce grazie ai servizi efficienti dei nostri porti ma, naturalmente, per il forte richiamo turistico del nostro paese che detiene beni culturali e paesaggi unici al mondo oltre, naturalmente, all'eccellente enogastronomia. Riteniamo, infatti, che la destination Italia vada valorizzata anche con queste forme di partecipazione. Per il 2024 ci aspettiamo ancora un incremento del numero dei passeggeri come è stato ampiamente detto anche nel corso di diversi eventi e seminari». Il concept del padiglione CruiseItaly – one country, many destinations , promosso da Assoporti con la comunicazione e la presentazione di tutto il sistema Paese coordinato, consente di poter dare risposte sia in termini operativi portuali che di offerta turistica sul territorio.   [post_title] => I Porti italiani al Seatrade di Miami, focus sulla valorizzazione della destination Italia [post_date] => 2024-04-11T10:18:05+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712830685000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465280 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465281" align="alignleft" width="300"] Gianluca Di Donato[/caption] Da giugno i clienti Utravel potranno prenotare i loro viaggi tramite pagamenti in criptovalute. La novità è frutto della partnership siglata tra la startup di casa Alpitour e Coinbar che, con il suo sistema di pagamento CoinbarPay, garantisce transazioni veloci e sicure, permettendo agli utenti anche di accedere a promozioni e vantaggi esclusivi, grazie all’utilizzo di valute virtuali e token. D'altronde, il turismo giovanile, a cui si rivolgono i prodotti Utravel, è un segmento di mercato in forte crescita, con un valore globale stimato di oltre 340 miliardi di dollari nel 2023. Secondo l'Organizzazione mondiale del turismo, i viaggiatori under-35 rappresentano il 20% di tutti i turisti internazionali e la loro spesa è in aumento del 5% annuo. La partnership tra queste due realtà offrirà perciò agli oltre 170 milioni di utenti dell’ecosistema CoinbarPay, la possibilità di partire con flessibilità e sicurezza, grazie all'utilizzo di criptovalute. “L'obiettivo di questa collaborazione è rivoluzionare il modo in cui i giovani viaggiano, abbattendo le barriere finanziarie e aprendo nuove possibilità a una generazione di esploratori digitali", sottolinea il ceo di Coinbar, Antonello Cugusi. “Da sempre ci definiamo una travel tech company - aggiunge il ceo e fondatore di Utravel, Gianluca Di Donato -. La collaborazione con Coinbar ci permette ancora una volta di mettere il cliente al centro e di dare la possibilità a Millenials e GenZ di vivere un’esperienza di acquisto 100% smart”.   [post_title] => Utravel: partnership con Coinbar. Da giugno la startup di Alpitour accetta pagamenti in criptovalute [post_date] => 2024-04-11T09:41:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712828506000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "disponibile il catalogo dei viaggi signature once in a lifetime per i 100 anni di turisanda" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":120,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":2776,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465409","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono 56,8 milioni le presenze legate al fenomeno cicloturismo registrate nel 2023, per un impatto economico di oltre 5,5 miliardi di euro, in crescita del 35% sul 2022 e del 19% sul 2019 (4,6 miliardi). Questi i dati principali del quarto rapporto Isnart - Legambiente, in collaborazione con Bikenomist, Viaggiare con la bici. Lo studio è stato presentato in occasione del forum di apertura della fiera del Cicloturismo, realizzata a Bologna dal 5 al 7 aprile dalla stessa Bikenomist. L'indagine ha anche tracciato il profilo del cicloturista medio: millennial e alto-spendente (95 euro al giorno contro i 59,6 euro al giorno del turista tradizionale, con un reddito che nel 76% dei casi è medio o medio-alto).\r\n\r\nIl forum ha offerto uno sguardo dal locale all’internazionale, grazie alle esperienze di Toscana, Fiandre e Gran Canaria, nonché alla presenza di 15 buyer europei. Il focus è stato pure sullo sviluppo di nuovi modelli di business e momenti  di formazione dedicati agli hotel, che vogliono aumentare la propria attrattività nei confronti di chi pedala. Per l’occasione è stata anche creata la Guida del Cicloturismo: un elenco di oltre 100 operatori presenti all’evento per favorire il contatto tra i professionisti.\r\n\r\nIl forum ha quindi successivamente lasciato spazio alla vera e propria fiera, che ha registrato 15 mila partecipanti, confermandosi anche quest’anno piattaforma di incontro tra territori, operatori e per chi sceglie la bicicletta per le proprie vacanze. Un pubblico attento proveniente da tutta Italia quello che ha frequentato i padiglioni dello spazio DumBo e colto spunti dalle aree espositive delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia-Giulia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto e degli oltre 80 operatori intervenuti per proporre nuovi itinerari, servizi e infrastrutture a misura di cicloturismo. Tra le destinazioni estere, Spagna, Catalogna, Gran Canaria, Algarve in Portogallo, Turchia, Fiandre, Croazia, Slovenia, Fiandre in Belgio e Giordania.","post_title":"Alla fiera del Cicloturismo i numeri di un settore in crescita","post_date":"2024-04-12T11:00:20+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712919620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465407","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Transat torna nei cieli di Roma con la riapertura dei voli estivi: dal 16 aprile decolleranno i diretti da Fiumicino a Montréal e, dal successivo 3 maggio, quelli per Toronto, ampliando le possibilità per i passeggeri di raggiungere comodamente da #Roma il Canada e il Nord America fino ad ottobre 2024.\r\n«Air Transat conferma ogni anno di più l’impegno sull’Italia, offrendo voli diretti per raggiungere la vivace città di Montréal, in Québec e offrendo voli diretti per raggiungere Toronto, metropoli dalle mille attrazioni e classificata tra le prime città più vivibili al mondo e porta di ingresso per i parchi canadesi -  commenta Tiziana Della Serra, md di Rephouse Gsa, che rappresenta il vettore canadese nel nostro Paese -. I voli per Montréal ripartono martedì 16 aprile 2024 con 1 volo a settimana il martedì ad aprile, 4 voli a settimana a maggio il martedì, giovedì, sabato e lunedì e dal 16 giugno i voli diventano quotidiani. \r\nInvece, i voli per Toronto ripartono venerdì 3 maggio 2024 offrendo 5 voli a settimana venerdì, domenica, lunedì, martedì e mercoledì, e dal 13 giugno 7 voli a settimana tutti i giorni. Tutti i voli da Roma per Montréal e Toronto decollano tra le ore 12:00 e le 14:00 e sono stati pianificati per ottimizzare l’ampia connettività del network sia in Nord America che verso altre destinazioni. Tutti i voli sono disponibili in tutti i gds».\r\nI collegamenti Italia-Canada di Air Transat vengono operati con Airbus A330-200 o Airbus 330-300 e sono stati pianificati per ottimizzare l’ampia connettività del network sia in Nord America che verso altre destinazioni.","post_title":"Air Transat: countdown per la ripartenza dei voli da Roma per Montréal e Toronto","post_date":"2024-04-12T10:51:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712919111000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465396","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Impiego del biocarburante Hvo (olio vegetale idrotrattato); riduzione dell’uso della plastica grazie al filtro Uv installato sulle houseboat; pompa dell’acqua per gestire le risorse naturali in modo più responsabile. Sono le nuove misure introdotte da Le Boat, specialista delle vacanza in barca lungo fiumi, laghi e canali d’Europa e Canada, per migliorare ulteriormente la sostenibilità ambientale della propria offerta. Le novità saranno inizialmente lanciate nella base di Douelle, nel dipartimento del Lot della regione francese dell'Occitania.\r\n\r\nL'olio vegetale idrotrattato è in particolare un combustibile rinnovabile e biodegradabile al 100%, sintetizzato da grassi riutilizzati e scarti vegetali, che riduce le emissioni di carbonio del 90%. Il filtro Uv consente invece di avere a disposizione acqua purificata e sicura a bordo per l’intera durata del viaggio. La funzionalità del sistema viene controllata durante la preparazione della barca prima di ogni noleggio, attività che si integra con la disinfezione completa dell'intero impianto idrico prima all’inizio di ogni stagione. In considerazione dei problemi di siccità e di scarsità dell’acqua dettati dai cambiamenti climatici e con l’obiettivo di gestire le risorse idriche il modo più responsabile, Le Boat ha infine installato nella base di Douelle una pompa per utilizzare l’acqua del fiume nelle operazioni di pulizia delle houseboat.","post_title":"Le Boat sempre più green: nuovi biocarburanti e sistemi per la riduzione dell'uso di acqua e plastica","post_date":"2024-04-12T10:36:37+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712918197000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465350","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tap Air Portugal amplierà il centro di addestramento presso l'Aerodromo municipale di Cascais. Grazie all'intesa siglata con il Comune della cittadina portoghese, è partito il progetto in due fasi che prevede, nel breve termine, l'aggiunta di un nuovo simulatore Airbus A320 ai due simulatori di volo esistenti (Airbus A320 e A330).\r\n \r\nIn un secondo tempo potranno essere installati altri quattro simulatori, a seconda delle partnership con terze parti, per un totale di sette, realizzando l'ambizione di creare nel distretto di São Domingos de Rana, a Cascais, un centro universitario e di formazione professionale nel settore dell'aviazione con l'importante presenza della Tap Academy.\r\n \r\n«Il settore della formazione e quello della manutenzione e dell'ingegneria rappresentano un grande valore aggiunto e ha senso, per noi, realizzarle nel Paese, mettendo in risalto le nostre persone. Il nostro ecosistema ha l'opportunità di creare nuove aree di esportazione al posto di pagare costosi servizi all'estero. Cascais ha capito perfettamente questa opportunità»  ha dichiarato Luís Rodrigues, presidente del vettore lusitano.\r\n \r\nOltre ai nuovi simulatori, saranno creati spazi di formazione per i tecnici di manutenzione degli aeromobili e per il personale di cabina. La partnership prevede anche la prenotazione di spazi per le strutture in cui Tap Maintenance ed Engineering potranno svolgere diverse attività, tra cui la manutenzione dei motori.\r\n \r\nVi saranno inoltre spazi disponibili anche per la manutenzione della flotta di Embraer 190/195 di Pga (Portugália Airlines), rafforzando la capacità di manutenzione della compagnia aerea.","post_title":"Tap Air Portugal investe in formazione e amplia il centro di addestramento di Cascais","post_date":"2024-04-12T09:15:16+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712913316000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465345","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Era venuto il momento di fare una scelta diversa, perché la vita è fatta anche di famiglia\". Sergio Testi a luglio lascia la carica di direttore generale del gruppo Gattinoni. Lo fa con queste parole sincere, dopo dieci anni importanti e soprattutto dopo una vita nel mondo del travel. \"Durante la mia carriera ho avuto uffici in tanti posti diversi. La mia famiglia vive a Cuneo. A volte è riuscita a seguirmi, altre no. Per me il lavoro è sempre stato al primo posto\". Era tempo, insomma, di cambiare almeno in parte priorità.\r\n\r\nAlmeno in parte, perché Testi non lascerà completamente il gruppo. Rimarrà come consigliere del cda prima di tutto, ma anche con una collaborazione in materia di sviluppo: \"Avevo assicurato al presidente (Franco Gattinoni, ndr) che se avessi deciso di cambiare, glielo avrei comunicato con 12 mesi di anticipo. Così è stato. Ma abbiamo pensato di continuare a collaborare, seppure in una forma diversa. La mia preoccupazione era quella che i colleghi vivessero il futuro con serenità\".\r\nDiversificare\r\nD'altronde per Testi il gruppo Gattinoni si basa sostanzialmente su due punti: \"Uno è il presidente; l'altro è una squadra che ha sempre saputo integrarsi superando qualsiasi problema: un’azienda che ha saputo investire, sviluppare e innovare persino nei momenti difficili. Altrimenti non avremmo fatto questi numeri (il riferimento è al bilancio 2023, presentato nella stessa occasione, ndr). Oggi siamo un’azienda diversificata con tre business che sembrano simili ma in realtà sono molto differenti: un approccio al mercato lungimirante, che consente di non andare in crisi di fronte a rallentamenti parziali di uno dei settori\".","post_title":"Rivoluzione Gattinoni 2: Sergio Testi lascia la direzione generale","post_date":"2024-04-11T14:25:37+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712845537000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465343","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Iberia ha lanciato il servizio di imbarco con riconoscimento facciale sulla sua rotta più emblematica, il ponte aereo tra Madrid e Barcellona, che quest'anno celebra il suo 50° anniversario: i passeggeri che viaggiano tra le due città potranno quindi superare i controlli di sicurezza e il gate d'imbarco senza dover estrarre il cellulare e/o mostrare i documenti necessari.\r\n\r\nIl servizio è disponibile per tutti i viaggiatori in possesso di una carta Iberia Plus. Per registrarsi, devono accedere all'area riservata dell'app Iberia e completare i seguenti passaggi: inserire i propri dati personali, scattare una foto del documento d'identità, scansionare il chip del documento e scattare un selfie con il cellulare. Questo processo viene eseguito una sola volta e poi, per ogni viaggio che il cliente effettua, dovrà solo collegare la carta d'imbarco al suo profilo biometrico. È anche possibile completare il processo di registrazione presso i chioschi dell'aeroporto o sull'app Aena.\r\n\r\nGli unici requisiti per registrarsi al servizio di riconoscimento facciale sono avere più di 18 anni e possedere un Dni spagnolo (Dni 3.0 con tecnologia Nfc per poter comunicare con i telefoni cellulari) o un passaporto elettronico dell'Ue.\r\n\r\nAll'aeroporto Barajas di Madrid Iberia dispone di sei gate d'imbarco con servizi di riconoscimento facciale: J46, J50, J52, J54, J56 e J58; sono inoltre presenti 2 chioschi nell'area check-in (Air Bridge e Business) e quattro varchi biometrici nell'area di sicurezza (due nell'accesso principale, uno nell'Air Bridge e uno nel Fast Track).\r\n\r\nPresso lo scalo El Prat di Barcellona la compagnia conta invece un gate d'imbarco biometrico (A02), due gate nel filtro di sicurezza e un chiosco nell'area check-in.\r\n\r\nL'imbarco tramite riconoscimento facciale non influisce sui gruppi d'imbarco, che manterranno l'ordine abituale.\r\nAttualmente l'imbarco biometrico è disponibile per i telefoni cellulari con sistema operativo iOS e, in un prossimo futuro, sarà disponibile anche per i telefoni Android.\r\n\r\nI passeggeri devono tenere presente che, sebbene questo servizio senza contatto consenta loro di imbarcarsi sul volo senza dover mostrare alcun documento, devono comunque portarlo con sé nel caso in cui sia necessario in qualsiasi momento del viaggio.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Iberia: operativo il nuovo sistema di imbarco con riconoscimento facciale tra Madrid e Barcellona","post_date":"2024-04-11T13:57:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712843870000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465318","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways debutta in Unisys, la piattaforma per le prenotazioni digitali disponibile per gli agenti spedizionieri di oltre 11 paesi in Europa, Sud America e Stati Uniti.\r\nL'utilizzo della piattaforma digitale per prenotare i prodotti e servizi cargo di Ita è completamente gratuito per i freight forwarders e rende più agevole ed efficiente la collaborazione con la compagnia aerea. Unisys offre infatti agli agenti spedizionieri un punto di accesso unico per la ricerca, l'acquisto e la gestione di tutte le fasi di trasporto delle spedizioni, dalla prenotazione alla fase finale della consegna.\r\n«L'intesa commerciale con Unisys - spiega Emiliana Limosani, chief commercial officer di Ita  Airways e ceo di Volare - supporta la strategia del piano di sviluppo del cargo di Ita, che contempla tra i principali obiettivi la trasformazione digitale e l’ampliamento dei canali distributivi dei propri servizi per garantire ai clienti un’esperienza digitale best in class nella scelta di soluzioni di trasporto di alto valore».","post_title":"Ita Airways Cargo debutta sulla piattaforma digitale di Unisys","post_date":"2024-04-11T11:03:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712833421000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465289","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La portualità italiana è a Miami per partecipare alla più grande fiera delle crociere al mondo nel padiglione Cruiseitaly promosso da Assoporti, e condiviso da tutte le Autorità di Sistema Portuale.\r\n\r\nIl Vice Ministro Edoardo Rixi, che ha preso parte all'inaugurazione, ha voluto sottolineare quanto sia importante per l’Italia l’economia del mare, ricordando la centralità di questo settore.\r\n\r\nIl Seatrade di Miami vanta la presenza di più di 10.000 visitatori e 600 espositori provenienti da più di 120 paesi nel mondo.\r\n\r\n«Anche quest’anno l’Italia dei porti - ha commentato - il Presidente di Assoporti, Rodolfo Giampieri - si presenta unita per partecipare agli incontri e agli eventi messi in atto da Seatrade, unendo i momenti di conferenze ufficiali a quelli di networking tra tutti gli stakeholder del segmento».\r\n\r\n«In Italia il traffico crociere ha raggiunto nel 2023 un record storico senza precedenti - ha concluso Giampieri - come ho avuto modo di ricordare in diverse occasioni. Un segmento che cresce grazie ai servizi efficienti dei nostri porti ma, naturalmente, per il forte richiamo turistico del nostro paese che detiene beni culturali e paesaggi unici al mondo oltre, naturalmente, all'eccellente enogastronomia. Riteniamo, infatti, che la destination Italia vada valorizzata anche con queste forme di partecipazione. Per il 2024 ci aspettiamo ancora un incremento del numero dei passeggeri come è stato ampiamente detto anche nel corso di diversi eventi e seminari».\r\n\r\nIl concept del padiglione CruiseItaly – one country, many destinations , promosso da Assoporti con la comunicazione e la presentazione di tutto il sistema Paese coordinato, consente di poter dare risposte sia in termini operativi portuali che di offerta turistica sul territorio.\r\n\r\n ","post_title":"I Porti italiani al Seatrade di Miami, focus sulla valorizzazione della destination Italia","post_date":"2024-04-11T10:18:05+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712830685000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465280","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465281\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Gianluca Di Donato[/caption]\r\n\r\nDa giugno i clienti Utravel potranno prenotare i loro viaggi tramite pagamenti in criptovalute. La novità è frutto della partnership siglata tra la startup di casa Alpitour e Coinbar che, con il suo sistema di pagamento CoinbarPay, garantisce transazioni veloci e sicure, permettendo agli utenti anche di accedere a promozioni e vantaggi esclusivi, grazie all’utilizzo di valute virtuali e token.\r\n\r\nD'altronde, il turismo giovanile, a cui si rivolgono i prodotti Utravel, è un segmento di mercato in forte crescita, con un valore globale stimato di oltre 340 miliardi di dollari nel 2023. Secondo l'Organizzazione mondiale del turismo, i viaggiatori under-35 rappresentano il 20% di tutti i turisti internazionali e la loro spesa è in aumento del 5% annuo. La partnership tra queste due realtà offrirà perciò agli oltre 170 milioni di utenti dell’ecosistema CoinbarPay, la possibilità di partire con flessibilità e sicurezza, grazie all'utilizzo di criptovalute.\r\n\r\n“L'obiettivo di questa collaborazione è rivoluzionare il modo in cui i giovani viaggiano, abbattendo le barriere finanziarie e aprendo nuove possibilità a una generazione di esploratori digitali\", sottolinea il ceo di Coinbar, Antonello Cugusi. “Da sempre ci definiamo una travel tech company - aggiunge il ceo e fondatore di Utravel, Gianluca Di Donato -. La collaborazione con Coinbar ci permette ancora una volta di mettere il cliente al centro e di dare la possibilità a Millenials e GenZ di vivere un’esperienza di acquisto 100% smart”.\r\n\r\n ","post_title":"Utravel: partnership con Coinbar. Da giugno la startup di Alpitour accetta pagamenti in criptovalute","post_date":"2024-04-11T09:41:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712828506000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti