23 July 2024

Al Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort la terza edizione dei Tod Experience

[ 0 ]

Un’occasione di conoscenza approfondita e mirata della destinazione, grazie alla possibilità del pernottamento e alle attività programmate tra escursioni in montagna ed esperienze benessere. C’è grande fermento al Tod Experience in corso di svolgimento al Valtur Cervinia Cristallo Ski Resort, terza edizione del nuovo format dei Travel Open Day dopo gli appuntamenti di Frasassi e di Genova. Per agenti ed espositori, un’opportunità importante per confrontarsi tra loro, ma anche per conoscere da vicino un prodotto di qualità, inedito nel suo genere e arricchito dal servizio di uno staff d’eccezione.

Il nostro obiettivo è quello di accogliere i colleghi del turismo come degli ospiti che si sentano a casa loro – sintetizza con efficacia Francesco Battaglia, brand manager di Valtur, da due anni anche alla guida ad interim del nuovo Cervinia Cristallo -. Tutti i nostri sforzi sono tesi a mettere le persone a loro agio, fornendo non solo le attrezzature necessario all’evento ma anche rendendo fruibile ogni spazio disponibile, nel pieno rispetto di quella flessibilità che è il marchio di fabbrica Valtur“.

Il progetto legato alla struttura di Cervinia inaugurata lo scorso dicembre è stata una vera impresa d’altri tempi, prosegue Battaglia: “Lanciare un nuovo concept in una destinazione matura come questa è stata un sfida importante, che siamo riusciti a condurre in porto grazie allo spirito del gruppo Nicolaus, che ti fa sentire parte di una famiglia, e alla qualità del nostro staff. E oggi possiamo dire che il concept Italian Lifestyle Collection è già un successo“.

“Il nostro primo indirizzo della collezione rappresenta la sintesi perfetta della felice commistione tra l’esperienza del territorio e l’esperienza di sé – aggiunge l’amministratore delegato di Nicolaus Tour, Giuseppe Pagliara -. Quando abbiamo immaginato il concept di questa nuova linea di prodotto, abbiamo voluto immaginare un luogo da vivere e da sperimentare con i cinque sensi: che grazie ai due ristoranti Gargantua e Gou avesse una proposta enogastronomica varia ed eccellente, votata alla scoperta delle specialità del territorio; che facesse anche del buon bere un’esperienza intimamente connessa al luogo e al resort, grazie alla proposta di Cocktail Experience del lounge bar Bolla; che permettesse a tutta la famiglia di trovare i propri momenti di svago e di relax grazie a un’attrezzatissima Gaming room, alla palestra The Gym con attrezzature Technogym di ultima generazione e alla spa Miele, avvolgente e completa, con trattamenti e proposte benessere per ogni esigenza. Un luogo pieno di vita, con un’equipe di professionisti ad animare e rendere uniche le giornate dei nostri ospiti, e un servizio di Lifestyle assistance attento e personalizzato. Un resort sci ai piedi, tutto da vivere dal mattino a tarda notte. Un luogo da cui partire alla scoperta di una destinazione ricca e unica”.

 

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471889 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Più 3%: questa la stima di aumento delle consegne di velivoli nei prossimi 20 anni in casa Boeing, che cita la piena ripresa del trasporto aereo e il superamento della domanda pre-pandemia. Le compagnie aeree richiederanno quasi 44.000 nuovi aeromobili commerciali entro il 2043. Sono i dati salienti che la casa costruttrice di Seattle evidenzia nel recente Commercial Market Outlook, pubblicato in vista del Farnborough International Airshow, che prevede anche che i mercati emergenti e la domanda globale di aerei a corridoio singolo rimarranno i principali motori di crescita per il settore. La domanda di viaggi aerei continua a superare la crescita economica in un mondo sempre più connesso. Quattro anni dopo che la pandemia ha messo a terra la maggior parte della flotta mondiale, la crescita del traffico aereo è tornata alla tendenza a lungo termine prevista da Boeing 20 anni fa. Rispetto al 2023, il traffico aereo passeggeri aumenterà in media del 4,7% all'anno nei prossimi due decenni, secondo l'Ocm. «Questa è un'epoca impegnativa e stimolante per l'aviazione. Il ritorno a una crescita del traffico più tipica dimostra la capacità di recupero del nostro settore, anche se tutti noi lavoriamo con le continue limitazioni della catena di approvvigionamento e della produzione e con altre sfide globali», ha dichiarato Brad McMullen, vicepresidente senior di commercial sales and marketing Boeing. La tariffa media globale delle compagnie aeree è circa la stessa di 20 anni fa, anche se i prezzi al consumo sono raddoppiati, mentre il numero di rotte globali servite dalle compagnie aeree commerciali è tornato ai livelli del 2019, anche se quasi il 20% di queste sono nuove. Il traffico passeggeri dell'Asia meridionale aumenterà del 7,4%, seguito da quello del Sud-est asiatico (7,2%) e dell'Africa (6,4%), in quanto i mercati emergenti torneranno a registrare i trend di crescita storici nel periodo di previsione. Secondo le proiezioni, l'Eurasia sarà in testa a tutti i mercati con il maggior numero di consegne di aeromobili (22% del totale), seguita da Nord America (20%) e Cina (20%). Gli aerei a corridoio singolo costituiranno il 71% della flotta del 2043, dopo 33.380 nuove consegne, e serviranno con versatilità le rotte di breve e medio raggio. La flotta globale di widebody sarà più che raddoppiata, con i twin-aisle che costituiranno il 44% della flotta del Medio Oriente.   [post_title] => Boeing traccia la crescita dei prossimi 20 anni: serviranno 44.000 nuovi velivoli nel 2043 [post_date] => 2024-07-22T09:47:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721641628000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 470950 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un 2024 nel segno della crescita per l’aeroporto Fellini di Rimini: nei primi sei mesi dell’anno i passeggeri sono aumentati del 23% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno per un totale di 128.000. Nel solo mese di giugno, i passeggeri sono stati poco meno di 44.000 con un aumento del 6% rispetto a un anno fa. Le mete più ambite restano i collegamenti con Cagliari e Palermo, per giugno, ma va rimarcato il risultato del primo mese di operatività su Londra che ha prodotto un numero di passeggeri superiore a cinquemila unità, maggiore dei 4.700 passeggeri per Tirana. Guardando ai primi sei mesi, Tirana e Cagliari sono le destinazioni più ‘affollate’ rispettivamente con 28.759 passeggeri e 22.132, seguite da Palermo (17.570) e Budapest (14.363). Ryanair rappresenta circa il 73% del traffico commerciale mentre Wizz Air il 23%. Il traffico estero è pari al 68,5%. [post_title] => Primo semestre a +23% di traffico passeggeri per il Fellini di Rimini [post_date] => 2024-07-08T09:53:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1720432405000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463451 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riuniti per la prima volta insieme a Genova per l’inedita CLIA Cruise Week, tutti i leader del settore crocieristico chiedono in modo unitario maggiore impegno per la produzione di carburanti marini sostenibili utilizzabili su larga scala. Per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione fissati dall’Unione Europea per il 2030, la CLIA stima, infatti, che nel 2025 saranno necessarie 44.000 tonnellate ulteriori di nuovi carburanti green (in base ai consumi registrati nel 2022). Per tale ragione è necessario una accelerazione da parte di tutti gli attori. Una proposta concreta che arriva dalle compagnie è reinvestire i proventi dell’ETS in un fondo dedicato allo sviluppo di combustibili e infrastrutture portuali green. «Gli ingenti investimenti delle compagnie sono alla base del nostro futuro a emissioni zero, ma non basta - dice Jason Liberty, CLIA Global Chair - La collaborazione tra il nostro settore, i leader mondiali, gli stakeholders e le istituzioni è determinante per assicurare che i combustibili marini sostenibili siano disponibili, affidabili e utilizzabili su larga scala. Vogliamo rafforzare la nostra partnership con Porti, Governi e Comunità per realizzare pienamente la transizione ecologica del settore marittimo». I vertici di CLIA hanno annunciato che le compagnie investiranno 34 miliardi di euro nei prossimi 5 anni per il varo di 55 nuove navi, sempre più ecologiche e sostenibili, a conferma dell’impegno per arrivare a zero emissioni nette al 2050. Le compagnie stanno collaborando con i produttori di carburanti e investendo in nuove tecnologie di propulsione. Tuttavia, se anche ogni nuova nave da crociera è sempre “più verde” della precedente, c’è ancora tanta strada da fare. A riguardo, CLIA chiede il supporto dei governi, così da accelerare la transizione ambientale nel comparto marittimo e anche per fissare obiettivi ancora più ambiziosi per ciò che riguarda la produzione di biocarburanti e di carburanti sintetici a base di carbonio. [post_title] => Clia Cruise Week, le compagnie chiedono impegno pubblico per la produzione di carburanti green [post_date] => 2024-03-14T12:26:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710419203000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458843 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri. Rispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019. Secondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea. Sedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria. [post_title] => L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-04T10:46:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704365209000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 448356 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Boom di visitatori internazionali a Cuba nei primi quattro mesi del 2023, con oltre 1,2 milioni di arrivi e un aumento significativo rispetto all'anno precedente. Primo mercato in termini assoluti è il Canada, con 495.000 visitatori; seguono a ruota i visitatori provenienti dagli Stati Uniti e dalla Russia. Gli Usa hanno registrato 54.000 visitatori e la Russia 44.000.  Il governo cubano aspira dunque a riportare l'industria turistica del Paese ai livelli precedenti la pandemia, quando sull'Isla Grande arrivavano oltre 4 milioni di visitatori all'anno. Per il 2023 l'obiettivo è quello di accogliere circa 3,5 milioni di turisti stranieri.  Nel 2022, Cuba ha registrato un calo del numero di visitatori, con circa 1,7 milioni di turisti stranieri che hanno visitato l'isola. Questo dato è inferiore alla stima iniziale del governo di 2,5 milioni.  [post_title] => Cuba: è boom di visitatori internazionali. Obiettivo 3,5 milioni di arrivi per il 2023 [post_date] => 2023-06-23T11:31:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1687519880000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 444460 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair celebra i primi 15 anni di attività a Bologna con 40 milioni di passeggeri trasportati e un operativo estivo che include 67 rotte, tra cui due nuove per Tolosa e Zara e l’aumento delle frequenze su 25 rotte tra cui Alicante, Brindisi, Bruxelles, Creta, Lamezia, Palma di Maiorca. Un network da record quello dell'estate 2023, che vedrà 11 aeromobili basati al Marconi e supporterà oltre 4.400 posti di lavoro inclusi 330 diretti. La low cost irlandese opererà da Bologna oltre 745 voli a settimana, con una crescita del 9% rispetto all'estate 2022 e prevede di trasportare da e per lo scalo emiliano 5,5 milioni di passeggeri. "Celebriamo il trasporto di 40 milioni di passeggeri attraverso Bologna dopo 15 anni di attività al Guglielmo Marconi con il lancio del nostro operativo estivo che offre 67 rotte incluse 2 nuove per Tolosa e Zara, garantendo ai clienti/visitatori di Bologna la più ampia scelta di sempre per l'estate '23" ha dichiarato il country manager Italia di Ryanair, Mauro Bolla.   [post_title] => Ryanair a Bologna con due nuove rotte estive e 40 milioni di passeggeri in 15 anni [post_date] => 2023-04-27T13:02:42+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1682600562000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 443597 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La 55esima edizione di Vinitaly chiude con 93 mila presenze complessive, in aumento del 5,7% rispetto alle 88mila dell'edizione 2022, con l'arrivo di 29.600 buyer dall'estero, in aumento del 20% rispetto ai 25mila dello scorso anno. L'aumento delle presenze straniere, provenienti da 143 Paesi e pari ad un terzo degli operatori accreditati complessivi, attesta il carattere sempre più internazionale di questa manifestazione ed il successo la strategia del gruppo Veronafiere, che ha investito più di 3,5 milioni di euro per la promozione all'estero dell'evento. Stati Uniti e Germania Nella top five delle provenienze, gli Stati Uniti staccano nettamente la Germania. Terzo rimane il Regno Unito mentre la Cina torna in quarta posizione, scavalcando il Canada. Ferma restando la crescita generale del mercato europeo, si segnala il grande ritorno degli operatori da tutti i mercati extra-Ue: l’Asia, più che raddoppiata (+116%) trainata dal rientro dei cinesi che superano le 1000 presenze, e il Giappone (+143%). Le Americhe segnano un +38% con exploit degli USA (+45%) e del Brasile (+46%), oltre a un ulteriore consolidamento del Canada (+19%). Anche l’Australia in tripla cifra, a +130%. Il successo di questa edizione in realtà era stato annunciato già prima dell'inizio della fiera, grazie agli oltre 1.000 top buyer selezionati e ospitati da Veronafiere e da Ice-Agenzia ed ai circa 11mila appuntamenti b2b in agenda nei quattro giorni di manifestazione. Considerando anche gli altri due saloni professionali ospitati in contemporanea presso la superficie espositiva di Veronafiere - Enolitech con Vinitaly Design e Sol&Agrifood con B/Open e Xcellent Beers - sono intervenute più di 4.400 aziende provenienti da 30 nazioni. [post_title] => Vinitaly 2023 chiude con quasi 100 mila presenze (+5,7%) [post_date] => 2023-04-13T11:43:38+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1681386218000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434517 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Marcello Cicalò il nuovo ceo del gruppo Bluserena. Cicalò porta in azienda un'esperienza ultraventennale nell’ospitalità di lusso e una competenza specifica in mercati come Italia e Europa, Paesi dell'ex Unione Sovietica, Stati Uniti e Paesi del Golfo. Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Delphina Hotels e nel Forte Village, occupandosi di vendite, marketing e comunicazione, la sua carriera è proseguita al Rome Cavalieri, dove ha approfondito le strategie di vendita e la conoscenza dei mercati internazionali, fino ad assumere la direzione dell'Italian Hospitality Collection. Nato e cresciuto in Sardegna, prima di muovere i primi passi nel settore alberghiero ha lavorato nel mondo dell’associazionismo apprendendo le basi della pianificazione strategica nelle file di Intercultura, organizzazione senza scopo di lucro che promuove il dialogo interculturale e gli scambi scolastici internazionali. All’esperienza maturata nel lavoro ha affiancato un percorso di formazione iniziato da giovanissimo con esperienze di studio in Australia. In seguito, ha continuato a perfezionarsi in importanti scuole di vari paesi, conseguendo in particolare un international executive Mba presso la European business school e il general manager program alla Cornell University negli Stati Uniti. “Ho accettato questo nuovo incarico con entusiasmo e determinazione. Vi porterò tutte le skills maturate in ognuna delle mie esperienze alberghiere, insieme a una grande passione per il mondo dell’ospitalità e il lavoro di squadra – sottolinea lo stesso Cicalò -. Bluserena rappresenta una realtà innovativa e stimolante in cui avrò l’opportunità di sviluppare la vision di Azora European Hotel & Leisure, lavorando in sinergia con tutto il team, con cui condivido il forte orientamento alla qualità, all'innovazione, alla formazione ed alla motivazione”. Nell’immediato, Cicalò si occuperà quindi di supervisionare i progetti di rinnovo dei villaggi 4 stelle e di progettare i nuovi servizi inclusi nel programma di investimenti di oltre 30 milioni di euro, stanziati nel 2021 a seguito dell’acquisizione da parte di Azora European Hotel & Leisure. Il piano di espansione e rinnovo punta sull’ulteriore sviluppo dell’azienda dopo una stagione estiva di successo, che ha visto il superamento dei dati pre-pandemici con un totale di 1,2 milioni di presenze e un fatturato in crescita del 20%. Con 2.500 occupati e una ricettività complessiva di 4.400 camere distribuite nei suoi 13 villaggi e resort a 4 e 5 stelle, il programma di investimenti in corso mostrerà i primi risultati per l’apertura della stagione 2023. [post_title] => Marcello Cicalò nuovo ceo del gruppo Bluserena [post_date] => 2022-11-22T09:56:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669111004000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431845 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fatturato in crescita del 20% rispetto all'anno pre-Covid 2019 per l'estate firmata Bluserena. Il gruppo ha in particolare registrato 1,2 milioni di presenze nelle sue 4.400 camere distribuite in 13 villaggi e resort mare a 4 e 5 stelle in Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Abruzzo. A trainare le performance, anche il costante investimento della compagnia sul miglioramento di strutture e servizi, favorito tra l'altro dall'acquisizione della stessa Blu Serena da parte del gruppo spagnolo Azora European Hotel & Leisure. L'operazione ha previsto infatti fin da subito un impegno di 30 milioni di euro per rinnovare i villaggi e progettare nuovi servizi per il cliente. L’estate 2022 è stata in particolare una stagione caratterizzata da importanti collaborazioni e attività, che hanno arricchito l’offerta di soggiorno nelle strutture della compagnia: grazie per esempio alla partnership con Toys Center e alla conferma della pluriennale collaborazione con le radio del gruppo Rtl 102.5, che hanno trasmesso live dal resort Is Serenas Badesi in Sardegna nei mesi di luglio e agosto. Inoltre, il complesso Ethra Reserve in Puglia, per qualche giorno si è trasformato in un set d’eccezione, ospitando il video clip della hit estiva dell’artista multiplatino Rocco Hunt con Elettra Lamborghini e Lola Índigo. Conclusa la stagione estiva, Bluserena si trasferisce ora sulla neve e dal 23 dicembre accoglierà i propri ospiti nel 4 stelle hotel Sansicario Majestic, a pochi chilometri da Sestriere. [post_title] => Bluserena: fatturato in crescita del 20% rispetto al 2019 [post_date] => 2022-10-07T10:16:03+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665137763000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "444080" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":12,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471889","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Più 3%: questa la stima di aumento delle consegne di velivoli nei prossimi 20 anni in casa Boeing, che cita la piena ripresa del trasporto aereo e il superamento della domanda pre-pandemia. Le compagnie aeree richiederanno quasi 44.000 nuovi aeromobili commerciali entro il 2043.\r\n\r\nSono i dati salienti che la casa costruttrice di Seattle evidenzia nel recente Commercial Market Outlook, pubblicato in vista del Farnborough International Airshow, che prevede anche che i mercati emergenti e la domanda globale di aerei a corridoio singolo rimarranno i principali motori di crescita per il settore.\r\n\r\nLa domanda di viaggi aerei continua a superare la crescita economica in un mondo sempre più connesso. Quattro anni dopo che la pandemia ha messo a terra la maggior parte della flotta mondiale, la crescita del traffico aereo è tornata alla tendenza a lungo termine prevista da Boeing 20 anni fa. Rispetto al 2023, il traffico aereo passeggeri aumenterà in media del 4,7% all'anno nei prossimi due decenni, secondo l'Ocm.\r\n\r\n«Questa è un'epoca impegnativa e stimolante per l'aviazione. Il ritorno a una crescita del traffico più tipica dimostra la capacità di recupero del nostro settore, anche se tutti noi lavoriamo con le continue limitazioni della catena di approvvigionamento e della produzione e con altre sfide globali», ha dichiarato Brad McMullen, vicepresidente senior di commercial sales and marketing Boeing.\r\n\r\nLa tariffa media globale delle compagnie aeree è circa la stessa di 20 anni fa, anche se i prezzi al consumo sono raddoppiati, mentre il numero di rotte globali servite dalle compagnie aeree commerciali è tornato ai livelli del 2019, anche se quasi il 20% di queste sono nuove.\r\n\r\nIl traffico passeggeri dell'Asia meridionale aumenterà del 7,4%, seguito da quello del Sud-est asiatico (7,2%) e dell'Africa (6,4%), in quanto i mercati emergenti torneranno a registrare i trend di crescita storici nel periodo di previsione.\r\nSecondo le proiezioni, l'Eurasia sarà in testa a tutti i mercati con il maggior numero di consegne di aeromobili (22% del totale), seguita da Nord America (20%) e Cina (20%).\r\n\r\nGli aerei a corridoio singolo costituiranno il 71% della flotta del 2043, dopo 33.380 nuove consegne, e serviranno con versatilità le rotte di breve e medio raggio.\r\nLa flotta globale di widebody sarà più che raddoppiata, con i twin-aisle che costituiranno il 44% della flotta del Medio Oriente.\r\n\r\n ","post_title":"Boeing traccia la crescita dei prossimi 20 anni: serviranno 44.000 nuovi velivoli nel 2043","post_date":"2024-07-22T09:47:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1721641628000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"470950","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un 2024 nel segno della crescita per l’aeroporto Fellini di Rimini: nei primi sei mesi dell’anno i passeggeri sono aumentati del 23% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno per un totale di 128.000.\r\n\r\nNel solo mese di giugno, i passeggeri sono stati poco meno di 44.000 con un aumento del 6% rispetto a un anno fa. Le mete più ambite restano i collegamenti con Cagliari e Palermo, per giugno, ma va rimarcato il risultato del primo mese di operatività su Londra che ha prodotto un numero di passeggeri superiore a cinquemila unità, maggiore dei 4.700 passeggeri per Tirana.\r\n\r\nGuardando ai primi sei mesi, Tirana e Cagliari sono le destinazioni più ‘affollate’ rispettivamente con 28.759 passeggeri e 22.132, seguite da Palermo (17.570) e Budapest (14.363). Ryanair rappresenta circa il 73% del traffico commerciale mentre Wizz Air il 23%. Il traffico estero è pari al 68,5%.","post_title":"Primo semestre a +23% di traffico passeggeri per il Fellini di Rimini","post_date":"2024-07-08T09:53:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1720432405000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463451","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riuniti per la prima volta insieme a Genova per l’inedita CLIA Cruise Week, tutti i leader del settore crocieristico chiedono in modo unitario maggiore impegno per la produzione di carburanti marini sostenibili utilizzabili su larga scala.\r\n\r\nPer raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione fissati dall’Unione Europea per il 2030, la CLIA stima, infatti, che nel 2025 saranno necessarie 44.000 tonnellate ulteriori di nuovi carburanti green (in base ai consumi registrati nel 2022). Per tale ragione è necessario una accelerazione da parte di tutti gli attori. Una proposta concreta che arriva dalle compagnie è reinvestire i proventi dell’ETS in un fondo dedicato allo sviluppo di combustibili e infrastrutture portuali green.\r\n\r\n«Gli ingenti investimenti delle compagnie sono alla base del nostro futuro a emissioni zero, ma non basta - dice Jason Liberty, CLIA Global Chair - La collaborazione tra il nostro settore, i leader mondiali, gli stakeholders e le istituzioni è determinante per assicurare che i combustibili marini sostenibili siano disponibili, affidabili e utilizzabili su larga scala. Vogliamo rafforzare la nostra partnership con Porti, Governi e Comunità per realizzare pienamente la transizione ecologica del settore marittimo».\r\n\r\nI vertici di CLIA hanno annunciato che le compagnie investiranno 34 miliardi di euro nei prossimi 5 anni per il varo di 55 nuove navi, sempre più ecologiche e sostenibili, a conferma dell’impegno per arrivare a zero emissioni nette al 2050. Le compagnie stanno collaborando con i produttori di carburanti e investendo in nuove tecnologie di propulsione. Tuttavia, se anche ogni nuova nave da crociera è sempre “più verde” della precedente, c’è ancora tanta strada da fare. A riguardo, CLIA chiede il supporto dei governi, così da accelerare la transizione ambientale nel comparto marittimo e anche per fissare obiettivi ancora più ambiziosi per ciò che riguarda la produzione di biocarburanti e di carburanti sintetici a base di carbonio.","post_title":"Clia Cruise Week, le compagnie chiedono impegno pubblico per la produzione di carburanti green","post_date":"2024-03-14T12:26:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1710419203000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458843","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri.\r\n\r\nRispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019.\r\n\r\nSecondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea.\r\n\r\nSedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria.","post_title":"L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-04T10:46:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704365209000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"448356","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Boom di visitatori internazionali a Cuba nei primi quattro mesi del 2023, con oltre 1,2 milioni di arrivi e un aumento significativo rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nPrimo mercato in termini assoluti è il Canada, con 495.000 visitatori; seguono a ruota i visitatori provenienti dagli Stati Uniti e dalla Russia. Gli Usa hanno registrato 54.000 visitatori e la Russia 44.000. \r\n\r\nIl governo cubano aspira dunque a riportare l'industria turistica del Paese ai livelli precedenti la pandemia, quando sull'Isla Grande arrivavano oltre 4 milioni di visitatori all'anno. Per il 2023 l'obiettivo è quello di accogliere circa 3,5 milioni di turisti stranieri. \r\n\r\nNel 2022, Cuba ha registrato un calo del numero di visitatori, con circa 1,7 milioni di turisti stranieri che hanno visitato l'isola. Questo dato è inferiore alla stima iniziale del governo di 2,5 milioni. ","post_title":"Cuba: è boom di visitatori internazionali. Obiettivo 3,5 milioni di arrivi per il 2023","post_date":"2023-06-23T11:31:20+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1687519880000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"444460","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair celebra i primi 15 anni di attività a Bologna con 40 milioni di passeggeri trasportati e un operativo estivo che include 67 rotte, tra cui due nuove per Tolosa e Zara e l’aumento delle frequenze su 25 rotte tra cui Alicante, Brindisi, Bruxelles, Creta, Lamezia, Palma di Maiorca. Un network da record quello dell'estate 2023, che vedrà 11 aeromobili basati al Marconi e supporterà oltre 4.400 posti di lavoro inclusi 330 diretti.\r\nLa low cost irlandese opererà da Bologna oltre 745 voli a settimana, con una crescita del 9% rispetto all'estate 2022 e prevede di trasportare da e per lo scalo emiliano 5,5 milioni di passeggeri.\r\n\"Celebriamo il trasporto di 40 milioni di passeggeri attraverso Bologna dopo 15 anni di attività al Guglielmo Marconi con il lancio del nostro operativo estivo che offre 67 rotte incluse 2 nuove per Tolosa e Zara, garantendo ai clienti/visitatori di Bologna la più ampia scelta di sempre per l'estate '23\" ha dichiarato il country manager Italia di Ryanair, Mauro Bolla.\r\n ","post_title":"Ryanair a Bologna con due nuove rotte estive e 40 milioni di passeggeri in 15 anni","post_date":"2023-04-27T13:02:42+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1682600562000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"443597","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La 55esima edizione di Vinitaly chiude con 93 mila presenze complessive, in aumento del 5,7% rispetto alle 88mila dell'edizione 2022, con l'arrivo di 29.600 buyer dall'estero, in aumento del 20% rispetto ai 25mila dello scorso anno.\r\n\r\nL'aumento delle presenze straniere, provenienti da 143 Paesi e pari ad un terzo degli operatori accreditati complessivi, attesta il carattere sempre più internazionale di questa manifestazione ed il successo la strategia del gruppo Veronafiere, che ha investito più di 3,5 milioni di euro per la promozione all'estero dell'evento.\r\nStati Uniti e Germania\r\nNella top five delle provenienze, gli Stati Uniti staccano nettamente la Germania. Terzo rimane il Regno Unito mentre la Cina torna in quarta posizione, scavalcando il Canada. Ferma restando la crescita generale del mercato europeo, si segnala il grande ritorno degli operatori da tutti i mercati extra-Ue: l’Asia, più che raddoppiata (+116%) trainata dal rientro dei cinesi che superano le 1000 presenze, e il Giappone (+143%). Le Americhe segnano un +38% con exploit degli USA (+45%) e del Brasile (+46%), oltre a un ulteriore consolidamento del Canada (+19%). Anche l’Australia in tripla cifra, a +130%.\r\n\r\nIl successo di questa edizione in realtà era stato annunciato già prima dell'inizio della fiera, grazie agli oltre 1.000 top buyer selezionati e ospitati da Veronafiere e da Ice-Agenzia ed ai circa 11mila appuntamenti b2b in agenda nei quattro giorni di manifestazione.\r\n\r\nConsiderando anche gli altri due saloni professionali ospitati in contemporanea presso la superficie espositiva di Veronafiere - Enolitech con Vinitaly Design e Sol&Agrifood con B/Open e Xcellent Beers - sono intervenute più di 4.400 aziende provenienti da 30 nazioni.","post_title":"Vinitaly 2023 chiude con quasi 100 mila presenze (+5,7%)","post_date":"2023-04-13T11:43:38+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1681386218000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434517","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Marcello Cicalò il nuovo ceo del gruppo Bluserena. Cicalò porta in azienda un'esperienza ultraventennale nell’ospitalità di lusso e una competenza specifica in mercati come Italia e Europa, Paesi dell'ex Unione Sovietica, Stati Uniti e Paesi del Golfo. Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Delphina Hotels e nel Forte Village, occupandosi di vendite, marketing e comunicazione, la sua carriera è proseguita al Rome Cavalieri, dove ha approfondito le strategie di vendita e la conoscenza dei mercati internazionali, fino ad assumere la direzione dell'Italian Hospitality Collection.\r\n\r\nNato e cresciuto in Sardegna, prima di muovere i primi passi nel settore alberghiero ha lavorato nel mondo dell’associazionismo apprendendo le basi della pianificazione strategica nelle file di Intercultura, organizzazione senza scopo di lucro che promuove il dialogo interculturale e gli scambi scolastici internazionali. All’esperienza maturata nel lavoro ha affiancato un percorso di formazione iniziato da giovanissimo con esperienze di studio in Australia. In seguito, ha continuato a perfezionarsi in importanti scuole di vari paesi, conseguendo in particolare un international executive Mba presso la European business school e il general manager program alla Cornell University negli Stati Uniti.\r\n\r\n“Ho accettato questo nuovo incarico con entusiasmo e determinazione. Vi porterò tutte le skills maturate in ognuna delle mie esperienze alberghiere, insieme a una grande passione per il mondo dell’ospitalità e il lavoro di squadra – sottolinea lo stesso Cicalò -. Bluserena rappresenta una realtà innovativa e stimolante in cui avrò l’opportunità di sviluppare la vision di Azora European Hotel & Leisure, lavorando in sinergia con tutto il team, con cui condivido il forte orientamento alla qualità, all'innovazione, alla formazione ed alla motivazione”.\r\n\r\nNell’immediato, Cicalò si occuperà quindi di supervisionare i progetti di rinnovo dei villaggi 4 stelle e di progettare i nuovi servizi inclusi nel programma di investimenti di oltre 30 milioni di euro, stanziati nel 2021 a seguito dell’acquisizione da parte di Azora European Hotel & Leisure. Il piano di espansione e rinnovo punta sull’ulteriore sviluppo dell’azienda dopo una stagione estiva di successo, che ha visto il superamento dei dati pre-pandemici con un totale di 1,2 milioni di presenze e un fatturato in crescita del 20%. Con 2.500 occupati e una ricettività complessiva di 4.400 camere distribuite nei suoi 13 villaggi e resort a 4 e 5 stelle, il programma di investimenti in corso mostrerà i primi risultati per l’apertura della stagione 2023.","post_title":"Marcello Cicalò nuovo ceo del gruppo Bluserena","post_date":"2022-11-22T09:56:44+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669111004000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431845","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fatturato in crescita del 20% rispetto all'anno pre-Covid 2019 per l'estate firmata Bluserena. Il gruppo ha in particolare registrato 1,2 milioni di presenze nelle sue 4.400 camere distribuite in 13 villaggi e resort mare a 4 e 5 stelle in Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Abruzzo. A trainare le performance, anche il costante investimento della compagnia sul miglioramento di strutture e servizi, favorito tra l'altro dall'acquisizione della stessa Blu Serena da parte del gruppo spagnolo Azora European Hotel & Leisure. L'operazione ha previsto infatti fin da subito un impegno di 30 milioni di euro per rinnovare i villaggi e progettare nuovi servizi per il cliente.\r\n\r\nL’estate 2022 è stata in particolare una stagione caratterizzata da importanti collaborazioni e attività, che hanno arricchito l’offerta di soggiorno nelle strutture della compagnia: grazie per esempio alla partnership con Toys Center e alla conferma della pluriennale collaborazione con le radio del gruppo Rtl 102.5, che hanno trasmesso live dal resort Is Serenas Badesi in Sardegna nei mesi di luglio e agosto. Inoltre, il complesso Ethra Reserve in Puglia, per qualche giorno si è trasformato in un set d’eccezione, ospitando il video clip della hit estiva dell’artista multiplatino Rocco Hunt con Elettra Lamborghini e Lola Índigo. Conclusa la stagione estiva, Bluserena si trasferisce ora sulla neve e dal 23 dicembre accoglierà i propri ospiti nel 4 stelle hotel Sansicario Majestic, a pochi chilometri da Sestriere.","post_title":"Bluserena: fatturato in crescita del 20% rispetto al 2019","post_date":"2022-10-07T10:16:03+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1665137763000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti