13 June 2024

Marcello Cicalò nuovo ceo del gruppo Bluserena

[ 0 ]

E’ Marcello Cicalò il nuovo ceo del gruppo Bluserena. Cicalò porta in azienda un’esperienza ultraventennale nell’ospitalità di lusso e una competenza specifica in mercati come Italia e Europa, Paesi dell’ex Unione Sovietica, Stati Uniti e Paesi del Golfo. Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Delphina Hotels e nel Forte Village, occupandosi di vendite, marketing e comunicazione, la sua carriera è proseguita al Rome Cavalieri, dove ha approfondito le strategie di vendita e la conoscenza dei mercati internazionali, fino ad assumere la direzione dell’Italian Hospitality Collection.

Nato e cresciuto in Sardegna, prima di muovere i primi passi nel settore alberghiero ha lavorato nel mondo dell’associazionismo apprendendo le basi della pianificazione strategica nelle file di Intercultura, organizzazione senza scopo di lucro che promuove il dialogo interculturale e gli scambi scolastici internazionali. All’esperienza maturata nel lavoro ha affiancato un percorso di formazione iniziato da giovanissimo con esperienze di studio in Australia. In seguito, ha continuato a perfezionarsi in importanti scuole di vari paesi, conseguendo in particolare un international executive Mba presso la European business school e il general manager program alla Cornell University negli Stati Uniti.

Ho accettato questo nuovo incarico con entusiasmo e determinazione. Vi porterò tutte le skills maturate in ognuna delle mie esperienze alberghiere, insieme a una grande passione per il mondo dell’ospitalità e il lavoro di squadra – sottolinea lo stesso Cicalò -. Bluserena rappresenta una realtà innovativa e stimolante in cui avrò l’opportunità di sviluppare la vision di Azora European Hotel & Leisure, lavorando in sinergia con tutto il team, con cui condivido il forte orientamento alla qualità, all’innovazione, alla formazione ed alla motivazione”.

Nell’immediato, Cicalò si occuperà quindi di supervisionare i progetti di rinnovo dei villaggi 4 stelle e di progettare i nuovi servizi inclusi nel programma di investimenti di oltre 30 milioni di euro, stanziati nel 2021 a seguito dell’acquisizione da parte di Azora European Hotel & Leisure. Il piano di espansione e rinnovo punta sull’ulteriore sviluppo dell’azienda dopo una stagione estiva di successo, che ha visto il superamento dei dati pre-pandemici con un totale di 1,2 milioni di presenze e un fatturato in crescita del 20%. Con 2.500 occupati e una ricettività complessiva di 4.400 camere distribuite nei suoi 13 villaggi e resort a 4 e 5 stelle, il programma di investimenti in corso mostrerà i primi risultati per l’apertura della stagione 2023.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469309 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Arajet ha accolto in flotta il decimo Boeing 737 Max che andrà a supportare la crescita della compagnia aerea nelle Americhe, in linea con un piano di sviluppo che prevede di più che raddoppiare il network nei prossimi anni. «Questo decimo aeromobile è unico, non solo perché ha uno speciale nastro dominicano dipinto sulla fusoliera, ma perché aumenterà il numero di collegamenti che effettuiamo con il continente - ha dichiarato Victor Pacheco Méndez, ceo e fondatore del vettore dominicano -. Stiamo riaffermando il nostro impegno a democratizzare i cieli e a collegare tutti i nostri Paesi con i prezzi più accessibili». Il network della compagnia, decollata nel settembre 2022, include oggi 23 destinazioni in 16 Paesi, tra cui Canada, Messico e Argentina. Arajet spera di volare negli Stati Uniti a partire da quest'anno, «non appena la Repubblica Dominicana concluderà la firma del trattato di open sky con quella nazione», ha precisato Mendez. Secondo i dati sulle flotte di Cirium, sarebbero 19 i Boeing 737 Max 8 ancora da consegnare ad Arajet. [post_title] => Arajet: in flotta il decimo Boeing 737 Max. Stati Uniti nel mirino già da quest'anno [post_date] => 2024-06-12T10:02:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718186541000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469136 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Primo operatore in Italia a rispondere presente sia alle richieste del documento di sintesi degli Stati generali sul diabete 2024, sia alle indicazioni del ministero dell’Istruzione in merito agli studenti con Disturbi specifici dell’apprendimento. Trinity ViaggiStudio organizza soggiorni all’estero finalizzati all’apprendimento delle lingue straniere anche per giovani con dm1 o dsa. Viene così raccolto l’invito lanciato quest’anno da Fesdi, l’Alleanza per il diabete, unitamente all’intergruppo parlamentare obesità, Diabete e Ncd. Il nono capitolo del documento licenziato, Tutelare i diritti della persona con diabete, prende infatti in considerazione sia l’ambito dell’attività lavorativa, sia scolastica e sportiva, col fine di garantire “il pieno accesso all’informazione, all’educazione terapeutica, alla sana alimentazione, ai corretti stili di vita e al supporto psicologico”. Analoghe raccomandazioni sono state incluse nel decreto Scuola 2024 per quanto attiene i Disturbi specifici di apprendimento. Solo questi ultimi, nell’ultimo rilievo mim condotto in Italia, sarebbero oltre 326 mila dal primo ciclo d’istruzione fino alle scuole superiori, incidendo su più del 5% della popolazione studentesca nazionale. Situazione ancor più complessa sul fronte del diabete mellito 1, in forte crescita fra i più giovani da dopo la pandemia di Covid19, con un tasso di diagnosi balzato al 27% nel 2019-2021, rispetto all’appena 2-4% degli anni precedenti, e destinato ad aumentare con incidenza ancor maggiore negli anni a venire. Grazie a sette accorgimenti fondamentali, il programma che ha sviluppato Trinity ViaggiStudio è quindi in grado di perseguire strategie educative che consentono di ottenere miglioramenti individuali notevoli e rafforzamento della motivazione, puntando sul coinvolgimento, la fiducia in se stessi, ma anche su una serie di lezioni in laboratorio informatico compreso nel pacchetto. In particolare, il personale Trinity provvede a: organizzare un ambiente di studio adatto; pianificare i task di apprendimento; facilitare le attività; prediligere lo speaking al writing e al reading; stimolare la curiosità; valorizzare i successi; sviluppare la capacità di concentrazione. Per quanto riguarda i pacchetti dm1, perfezionati sin dal 2016, la sicurezza dei ragazzi viene garantita attraverso la costante presenza di un medico e di un accompagnatore dedicato, affinché l’assistenza possa essere prestata in qualsiasi circostanza: dalle attività didattiche a quelle ricreative, dalle escursioni ai pasti, mettendo a disposizione medici che possano controllare la glicemia anche di notte e dormendo in prossimità dei ragazzi. Una terza offerta prevede infine un programma gluten friendly, basato sulla selezione di università che preparano cibi seguendo processi standardizzati, sicuri e pluritestati, in modo tale da poter condividere i pasti in compagnia di ogni altro partecipante, evitando code o lunghe attese per la consegna di piatti specifici non contaminati: col pacchetto Trinity, questi sono tutti serviti in un’area esclusiva, ma dove sia possibile anche sedere accanto ai propri amici di ogni giorno.   [post_title] => Trinity ViaggiStudio nel segno dell’inclusività: i programmi per studenti dsa, dm1 e celiaci [post_date] => 2024-06-10T11:28:06+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718018886000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469064 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con l’appuntamento svoltosi ieri al Royal Hotel Carlton di Bologna ha preso il via “EfficaceMente. Riscoprire le Life Skills per darsi valore e creare valore”. Il nuovo percorso di formazione organizzato da Federcongressi&eventi si affianca alla formazione tecnica per gli operatori del turismo congressuale erogata dall’associazione ed è dedicato all’acquisizione e applicazione delle soft skill più richieste dall’attuale mercato del lavoro. Nell’arco di 4 incontri Nicola Donti, docente esperto in comunicazione e professore di filosofia del linguaggio, fornirà ai i professionisti del MICE spunti e suggerimenti per migliorare la gestione dello stress, lo sviluppo del pensiero creativo, la comunicazione, la capacità di lavorare in gruppo e di risolvere problemi. Con questo ciclo di seminari l’associazione dei congressi e degli eventi conferma il proprio focus sulla formazione come commenta Gabriella Gentile, Presidente di Federcongressi&eventi: “Il nuovo percorso dedicato alle soft skill inaugura la nuova dimensione trasversale della proposta formativa dell’associazione che si aggiunge a quella già consolidata e sempre oggetto di aggiornamento dedicata a specifiche categorie di soci. Il nostro obiettivo è fornire alle imprese non solo occasioni di confronto ma anche di crescita professionale per essere competitive in un contesto economico e sociale in costante e accelerata evoluzione”.       [post_title] => Federcongressi&eventi: sono partiti i nuovi corsi di formazione [post_date] => 2024-06-07T11:31:31+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717759891000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468743 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La voglia di viaggiare è tornata ai livelli del 2019 e si sta stabilizzando. Il mondo del travel e dell'hospitality si sta modellando alle nuove richieste del mercato, mentre riparte la richiesta dell'all inclusive. Sono i trend della prossima estate che sta registrando il to Dirotta da Noi: "Negli ultimi anni si è tanto dibattuto sulle nuove abitudini di viaggio che si sono radicalmente trasformate nell'era post Covid - spiega la ceo del tour operator capitolino, Sara Calabrese -. Fino al 2023 abbiamo infatti riscontrato una forte crescita della domanda per soggiorni outdoor e la free duration. Da quest'anno, invece, la richiesta del tutto incluso sta tornando preponderante". Dirotta da Noi sta quindi nuovamente rimodellando alcuni prodotti per i soggiorni estivi, reintroducendo la pensione completa in una selezione di villaggi residence in cui era stata dismessa: "Ove possibile, abbiamo riproposto il trattamento di all inclusive e soft all inclusive, accontentando la forte richiesta del mercato e mantenendo allo stesso tempo un pricing in linea con il nostro segmento di riferimento". La vacanza senza pensieri starebbe tornando in auge poiché permette al cliente, soprattutto target famiglie, non solo di usufruire di tutti i servizi all'interno di una struttura ricettiva, ma anche di poter definire prima della partenza il budget di spesa, difficilmente calcolabile quando si parte senza aver un pacchetto vacanza già organizzato. "Dalla nascita del brand Dirotta da Noi Club nel 2019 - conclude Sara Calabrese - abbiamo abbracciato la filosofia del tutto incluso nelle nostre strutture, accompagnate dal prodotto restante sempre in linea con il nostro core business. Infatti il 90% dei nostri clienti predilige questa formula e noi continuiamo a fare il possibile per accontentarli, aumentando sempre più il portfolio di strutture all inclusive”.   [post_title] => Dirotta da Noi: torna la voglia dell'all inclusive [post_date] => 2024-06-04T10:57:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717498628000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468616 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ha preso il via ieri, 2 giugno, il primo volo diretto tra Roma Fiumicino e Riyadh, con cinque frequenze settimanali (tutti i giorni tranne il martedì e il sabato). Sulla rotta viene impiegato un Airbus A321neo, il primo narrow body configurato con tre cabine separate: Business Class (12 posti), Premium Economy (12 posti) ed Economy (141 posti di cui 12 dedicati alla Comfort Economy).  L'apertura su Riyadh rappresenta anche il debutto di Ita nei collegamenti con la Penisola Araba, mercato in cui saranno presto aperti anche i nuovi voli da Roma Fiumicino verso Kuwait City (1° luglio) e Jedda (1° agosto). «L'Arabia Saudita è un mercato in grande espansione e strategico per Ita Airways soprattutto per il traffico business - ha dichiarato Emiliana Limosani, chief commercial officer del vettore e ceo di Volare -. Questo nuovo collegamento segna un traguardo significativo per la nostra compagnia e intensificherà gli scambi tra la Penisola Arabica e il nostro Paese. Il nostro impegno nella regione mediorientale proseguirà con l'introduzione di nuovi voli diretti verso Kuwait City e Jeddah rispettivamente a luglio e ad agosto». «L’Arabia Saudita è un mercato in forte espansione - ha aggiunto Federico Scriboni, aviation business development director di Aeroporti di Roma - con circa 200.000 passeggeri trasportati nel 2023 Fiumicino ha quadruplicato i volumi di traffico del 2019, un trend di crescita confermato nel primo quadrimestre 2024, in aumento del +33% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’avvio del nuovo collegamento di Ita Airways su Riyadh dimostra la crescente rilevanza di un mercato, con ottime prospettive di ulteriore sviluppo sia per il segmento leisure che per quello business». «L'introduzione di collegamenti diretti da Roma verso Riyadh a giugno e Jeddah ad agosto è un passo cruciale nella nostra missione per sviluppare ulteriormente il settore turistico e aumentare il numero di visitatori dall'Italia e oltre verso l'Arabia Saudita. Le nuove rotte, alimentate dalla nostra forte partnership con il vettore nazionale Ita Airways, miglioreranno significativamente l'accessibilità e si prevede che stimoleranno maggiori investimenti. Inoltre, questo sviluppo rafforzerà anche i legami culturali ed economici tra Italia e Arabia Saudita» ha sottolineato Hazim Al-Hazmi, presidente per Europa e Americhe di Saudi Tourism Authority. [post_title] => Ita Airways debutta in Arabia Saudita con il nuovo collegamento Roma-Riyadh [post_date] => 2024-06-03T09:37:08+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717407428000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468562 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Strutture galleggianti modulabili installate su uno scafo a catamarano. Nasce il nuovo brand Adharia Luxury Floating Suites & Apartments, per un'esperienza di soggiorno immersi nella bellezza naturale di alcune delle coste, dei laghi e dei corsi d’acqua più affascinanti del mondo, nel totale rispetto dell’ambiente. Nato dall’intuizione di Corrado Negri, owner e founder di Adharia, il progetto mira a inserirsi in una nuova nicchia di mercato che integra l’attuale proposta dell’ospitalità di lusso. Le modalità di montaggio dei moduli sono semplici e intuitive, grazie a un innovativo sistema brevettato. Tutti i moduli sono interamente realizzati offsite e assemblati onsite, in tempi molto rapidi. I moduli possono essere trasportati ovunque tramite container su ruote, in nave o in aereo, nel modo più agevole più possibile. Grande attenzione è inoltre rivolta all'eco-sostenibilità. Grazie all’involucro realizzato in legno di larice certificato Fsc e Pefc, proveniente da foreste certificate e gestite in modo sostenibile, si riduce drasticamente il fabbisogno energetico per il riscaldamento e raffrescamento. Un’ottimizzazione dei consumi possibile anche grazie a un sistema di domotica ad hoc, unitamente all’utilizzo di fonti rinnovabili, quali pannelli fotovoltaici e batteria di accumulo. Gli isolamenti termici in sughero biondo naturale hanno consentito di certificare l’involucro come edificio Nzeb da parte dell’Università degli studi del Sannio, con una significativa riduzione dei consumi del 76% rispetto alle forme tradizionali d ricettività di alta gamma. Le floating suite di Adharia preservano inoltre il ciclo naturale dell’acqua riutilizzando quelle piovane e riciclando i rifiuti grazie all’applicazione di sistemi avanzati e dotati di impianti di fitodepurazione per il trattamento delle acque nere e grigie. La copertura a giardino, oltre al valore funzionale e paesaggistico, permette di mantenere ottimali le temperature all’interno delle suite e degli appartamenti. Il comfort è completato da un’ampia illuminazione naturale (senza abbagliamenti) e di intensità adattabile, nonché da un isolamento acustico che garantisce un ottimo assorbimento, con un’importante riduzione del riverbero. Un’adeguata ventilazione e l’utilizzo di materiali a basse emissioni di sostanze quali Co2 e formaldeide minimizzano il rischio di inquinamento dell’aria interna. [post_title] => Nasce Adharia: un brand di floating suite dedicato al lusso sostenibile [post_date] => 2024-05-31T12:38:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717159084000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468503 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => MonteRosa 91 è il Travel Innovation Hub di Bluvacanze dal quale scaturisce una rinnovata strategia di comunicazione b2c. «Inaugurato lo scorso mese di marzo, nasce da una visione del ceo Domenico Pellegrino - afferma Marion Bozzoli-Hangl, marketing & communication manager del Gruppo Bluvacanze -: è l’espressione dell’innovazione, si trova all’interno di un edificio prestigioso e offre diverse esperienze digitali, con un grande ledwall che comunica contenuti di viaggio e con una serie di monitor verticali in vetrina che riprendono la narrazione social dei canali Tik Tok e Instagram». I contenuti per il piano editoriale social del gruppo sono raccolti dai Blupeople: influencer scelti da poche settimane per questo ruolo, che viaggeranno nel mondo per raccontare le esperienze di viaggio di Bluvacanze. Il punto vendita di via Monte Rosa 91 a Milano esprime un concept di accoglienza e comunicazione unici nel settore delle agenzie di viaggio, rappresentando anche una consumer experience innovativa, la prima del settore della distribuzione turistica. Infatti, MonteRosa 91 ha tutte le caratteristiche di un’agenzia, con desk smart e back-office, ma una dversa imodalità di interazione con i clienti. Si accede prenotando il proprio incontro con un consulente di viaggio attraverso l’app Blu&cluB. In base alle esigenze, le caratteristiche e gli interessi dell’utente e con l’apporto delle indicazioni dell’esperto, viene costruito un vero e proprio progetto di viaggio. La preview del viaggio verrà poi presentata in uno spazio riservato interno all’hub con l’aiuto di sistemi multimediali, dei ledwal e di visori di ultima generazione di Meta. Luogo d'incontro «Il punto vendita vuole fungere da luogo di incontro tra l’evoluzione tecnologica e le nuove abitudini di consumo - sottolinea Pellegrino -. La sociologia del turismo ci dice che un viaggio inizia nel momento in cui, fatta la propria scelta, si paga l’acconto e ci si impegna economicamente. Oggi si può vivere quest’esperienza in diversi modi, grazie all’evoluzione del web e alla digitalizzazione», prosegue il Ceo, che definisce una nuova modalità per parlare di turismo con un modello di ibridazione. «Inizialmente si pensava che l’online avrebbe sostituito l’offline - afferma infatti -, ma non è stato così; entrambi hanno dovuto trovare delle formule nuove per interagire e completarsi. L’esperienza del consumatore evoluto non può accontentarsi di un mondo solo online od offline. Abbiamo chiamato questa complessità “o2o”, ovvero un modello che va dall’online all’offline, in un incontro in cui l’innovazione tecnologica viene arricchita dalla competenza umana». MonteRosa 91 è il complesso di edifici riqualificato dallo Studio Renzo Piano: 80mila mq totali di spazi dedicati a uffici, sale per eventi e le aree della Business School 24 de Il Sole-24 Ore sono circondati da 10mila mq di area verde su una collina aperta a tutti, nell’intento di “riconnettere i corridoi ecologici cittadini” e di creare un ambiente naturale vicino a chi lavora. Al suo interno, oltre all’agenzia di Bluvacanze, un asilo, un ristorante, libreria e palestra. [gallery ids="468507,468504,468505"] [post_title] => Bluvacanze e MonteRosa 91: il flagship store fondato sul modello d’ibridazione o2o [post_date] => 2024-05-31T12:12:02+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717157522000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468426 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sea Prime investe sull'aeroporto di Milano Linate dove amplierà sia il terminal sia le aree di parcheggio in vista delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026. Al centro dell'intervento c'è l’aumento delle lounge e delle aree di servizio ai passeggeri: incorporando l'hangar adiacente, la superficie complessiva del terminal di Linate Prime crescerà di circa 2.000 metri quadrati, di cui 400 metri quadrati destinati a locali tecnici e magazzini necessari alle operazioni di scalo. Contemporaneamente, sono previsti una revisione e un ampliamento funzionale, oltre a un restyling delle facciate sia lato terra che lato aria. L'ampliamento rappresenta un'opportunità per dotare l’area di una nuova identità che rispecchi il servizio offerto: iconica e rispettosa del paesaggio circostante. Per questo è stato pensato un esterno metallico riflettente e ondulato che aumenta la luminosità e si integra con l'ambiente grazie alle proprietà riflettenti. All'interno, invece, viene proposto un layout dinamico per ospitare i flussi di movimento dei passeggeri, insieme a selezioni di materiali che esaltano il design essenziale ed elegante del terminal. Novità in fieri anche sul fronte della sostenibilità: Sea Prime ha infatti varato il primo programma di incentivi Saf rivolto agli operatori della business aviation che fanno rifornimento negli aeroporti di Linate e Malpensa Prime, dove è stata confermata la disponibilità di Saf "drop in". Il programma sarà lanciato nel 2024 e prevederà un contributo di 1.000 euro per ogni tonnellata di Saf puro certificato, con un meccanismo di aggiustamento proporzionale in caso di domanda superiore ai fondi disponibili - 50.000 euro per il programma attuale. «Sea Prime è costantemente impegnata a soddisfare la crescente domanda di servizi e infrastrutture per la business aviation a Milano - afferma Chiara Dorigotti,  ceo di Sea Prime -: l'obiettivo principale dell'espansione del terminal è quello di creare un terminal moderno e sostenibile nel rispetto dell'ambiente circostante, incarnando principi di responsabilità ambientale e innovazione. Il nuovo programma di contributi Saf, il primo del genere in Europa, rappresenta un sostegno tangibile al percorso di decarbonizzazione del settore». [post_title] => Sea Prime amplia il terminal di Linate in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026 [post_date] => 2024-05-30T09:47:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717062454000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468402 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tap Air Portugal accende i riflettori sul trade con i tradizionali Tap Awards, che anche nel 2024 hanno premiato gli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nella vendita di biglietti del vettore nei principali mercati in cui opera la compagnia aerea portoghese.   L'evento, presieduto dal presidente e ceo della compagnia Luís Rodrigues, ha visto la partecipazione adv provenienti da Portogallo, Brasile, Stati Uniti e dai principali mercati europei. L'attore portoghese e ambasciatore Tap, Ricardo Pereira, è stato il maestro di cerimonie della serata, che si è conclusa con un'esibizione musicale della cantante di fado portoghese Cuca Roseta.   I riconoscimenti sono stati assegnati agli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nel 2023 per il volume di vendite realizzate sui voli Tap, che ha così rafforzato il riconoscimento dell'importanza dei propri partner commerciali privilegiati nello sviluppo dell'attività e nel potenziamento dell'industria dei viaggi e del turismo e del contributo che questi danno al consolidamento delle vendite e della sostenibilità del vettore.   Per l’Italia, i premi sono stati assegnati a Gattinoni, in qualità di Top Seller, e a Welcome Travel Group, in qualità di Top Seller Business Class.   [post_title] => I Tap Awards hanno premiato quest'anno Gattinoni e Welcome Travel Group [post_date] => 2024-05-30T09:25:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717061127000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "marcello cicalo nuovo ceo del gruppo bluserena" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":36,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":475,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469309","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Arajet ha accolto in flotta il decimo Boeing 737 Max che andrà a supportare la crescita della compagnia aerea nelle Americhe, in linea con un piano di sviluppo che prevede di più che raddoppiare il network nei prossimi anni.\r\n\r\n«Questo decimo aeromobile è unico, non solo perché ha uno speciale nastro dominicano dipinto sulla fusoliera, ma perché aumenterà il numero di collegamenti che effettuiamo con il continente - ha dichiarato Victor Pacheco Méndez, ceo e fondatore del vettore dominicano -. Stiamo riaffermando il nostro impegno a democratizzare i cieli e a collegare tutti i nostri Paesi con i prezzi più accessibili».\r\n\r\nIl network della compagnia, decollata nel settembre 2022, include oggi 23 destinazioni in 16 Paesi, tra cui Canada, Messico e Argentina. Arajet spera di volare negli Stati Uniti a partire da quest'anno, «non appena la Repubblica Dominicana concluderà la firma del trattato di open sky con quella nazione», ha precisato Mendez.\r\n\r\nSecondo i dati sulle flotte di Cirium, sarebbero 19 i Boeing 737 Max 8 ancora da consegnare ad Arajet.","post_title":"Arajet: in flotta il decimo Boeing 737 Max. Stati Uniti nel mirino già da quest'anno","post_date":"2024-06-12T10:02:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718186541000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469136","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Primo operatore in Italia a rispondere presente sia alle richieste del documento di sintesi degli Stati generali sul diabete 2024, sia alle indicazioni del ministero dell’Istruzione in merito agli studenti con Disturbi specifici dell’apprendimento. Trinity ViaggiStudio organizza soggiorni all’estero finalizzati all’apprendimento delle lingue straniere anche per giovani con dm1 o dsa. Viene così raccolto l’invito lanciato quest’anno da Fesdi, l’Alleanza per il diabete, unitamente all’intergruppo parlamentare obesità, Diabete e Ncd.\r\n\r\nIl nono capitolo del documento licenziato, Tutelare i diritti della persona con diabete, prende infatti in considerazione sia l’ambito dell’attività lavorativa, sia scolastica e sportiva, col fine di garantire “il pieno accesso all’informazione, all’educazione terapeutica, alla sana alimentazione, ai corretti stili di vita e al supporto psicologico”. Analoghe raccomandazioni sono state incluse nel decreto Scuola 2024 per quanto attiene i Disturbi specifici di apprendimento.\r\n\r\nSolo questi ultimi, nell’ultimo rilievo mim condotto in Italia, sarebbero oltre 326 mila dal primo ciclo d’istruzione fino alle scuole superiori, incidendo su più del 5% della popolazione studentesca nazionale. Situazione ancor più complessa sul fronte del diabete mellito 1, in forte crescita fra i più giovani da dopo la pandemia di Covid19, con un tasso di diagnosi balzato al 27% nel 2019-2021, rispetto all’appena 2-4% degli anni precedenti, e destinato ad aumentare con incidenza ancor maggiore negli anni a venire.\r\n\r\nGrazie a sette accorgimenti fondamentali, il programma che ha sviluppato Trinity ViaggiStudio è quindi in grado di perseguire strategie educative che consentono di ottenere miglioramenti individuali notevoli e rafforzamento della motivazione, puntando sul coinvolgimento, la fiducia in se stessi, ma anche su una serie di lezioni in laboratorio informatico compreso nel pacchetto. In particolare, il personale Trinity provvede a: organizzare un ambiente di studio adatto; pianificare i task di apprendimento; facilitare le attività; prediligere lo speaking al writing e al reading; stimolare la curiosità; valorizzare i successi; sviluppare la capacità di concentrazione.\r\n\r\nPer quanto riguarda i pacchetti dm1, perfezionati sin dal 2016, la sicurezza dei ragazzi viene garantita attraverso la costante presenza di un medico e di un accompagnatore dedicato, affinché l’assistenza possa essere prestata in qualsiasi circostanza: dalle attività didattiche a quelle ricreative, dalle escursioni ai pasti, mettendo a disposizione medici che possano controllare la glicemia anche di notte e dormendo in prossimità dei ragazzi.\r\n\r\nUna terza offerta prevede infine un programma gluten friendly, basato sulla selezione di università che preparano cibi seguendo processi standardizzati, sicuri e pluritestati, in modo tale da poter condividere i pasti in compagnia di ogni altro partecipante, evitando code o lunghe attese per la consegna di piatti specifici non contaminati: col pacchetto Trinity, questi sono tutti serviti in un’area esclusiva, ma dove sia possibile anche sedere accanto ai propri amici di ogni giorno.\r\n\r\n ","post_title":"Trinity ViaggiStudio nel segno dell’inclusività: i programmi per studenti dsa, dm1 e celiaci","post_date":"2024-06-10T11:28:06+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718018886000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469064","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con l’appuntamento svoltosi ieri al Royal Hotel Carlton di Bologna ha preso il via “EfficaceMente. Riscoprire le Life Skills per darsi valore e creare valore”. Il nuovo percorso di formazione organizzato da Federcongressi&eventi si affianca alla formazione tecnica per gli operatori del turismo congressuale erogata dall’associazione ed è dedicato all’acquisizione e applicazione delle soft skill più richieste dall’attuale mercato del lavoro.\r\nNell’arco di 4 incontri Nicola Donti, docente esperto in comunicazione e professore di filosofia del linguaggio, fornirà ai i professionisti del MICE spunti e suggerimenti per migliorare la gestione dello stress, lo sviluppo del pensiero creativo, la comunicazione, la capacità di lavorare in gruppo e di risolvere problemi.\r\nCon questo ciclo di seminari l’associazione dei congressi e degli eventi conferma il proprio focus sulla formazione come commenta Gabriella Gentile, Presidente di Federcongressi&eventi: “Il nuovo percorso dedicato alle soft skill inaugura la nuova dimensione trasversale della proposta formativa dell’associazione che si aggiunge a quella già consolidata e sempre oggetto di aggiornamento dedicata a specifiche categorie di soci. Il nostro obiettivo è fornire alle imprese non solo occasioni di confronto ma anche di crescita professionale per essere competitive in un contesto economico e sociale in costante e accelerata evoluzione”.\r\n \r\n \r\n ","post_title":"Federcongressi&eventi: sono partiti i nuovi corsi di formazione","post_date":"2024-06-07T11:31:31+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1717759891000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468743","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La voglia di viaggiare è tornata ai livelli del 2019 e si sta stabilizzando. Il mondo del travel e dell'hospitality si sta modellando alle nuove richieste del mercato, mentre riparte la richiesta dell'all inclusive. Sono i trend della prossima estate che sta registrando il to Dirotta da Noi: \"Negli ultimi anni si è tanto dibattuto sulle nuove abitudini di viaggio che si sono radicalmente trasformate nell'era post Covid - spiega la ceo del tour operator capitolino, Sara Calabrese -. Fino al 2023 abbiamo infatti riscontrato una forte crescita della domanda per soggiorni outdoor e la free duration. Da quest'anno, invece, la richiesta del tutto incluso sta tornando preponderante\".\r\n\r\nDirotta da Noi sta quindi nuovamente rimodellando alcuni prodotti per i soggiorni estivi, reintroducendo la pensione completa in una selezione di villaggi residence in cui era stata dismessa: \"Ove possibile, abbiamo riproposto il trattamento di all inclusive e soft all inclusive, accontentando la forte richiesta del mercato e mantenendo allo stesso tempo un pricing in linea con il nostro segmento di riferimento\".\r\n\r\nLa vacanza senza pensieri starebbe tornando in auge poiché permette al cliente, soprattutto target famiglie, non solo di usufruire di tutti i servizi all'interno di una struttura ricettiva, ma anche di poter definire prima della partenza il budget di spesa, difficilmente calcolabile quando si parte senza aver un pacchetto vacanza già organizzato.\r\n\r\n\"Dalla nascita del brand Dirotta da Noi Club nel 2019 - conclude Sara Calabrese - abbiamo abbracciato la filosofia del tutto incluso nelle nostre strutture, accompagnate dal prodotto restante sempre in linea con il nostro core business. Infatti il 90% dei nostri clienti predilige questa formula e noi continuiamo a fare il possibile per accontentarli, aumentando sempre più il portfolio di strutture all inclusive”.\r\n\r\n ","post_title":"Dirotta da Noi: torna la voglia dell'all inclusive","post_date":"2024-06-04T10:57:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1717498628000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468616","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ha preso il via ieri, 2 giugno, il primo volo diretto tra Roma Fiumicino e Riyadh, con cinque frequenze settimanali (tutti i giorni tranne il martedì e il sabato). Sulla rotta viene impiegato un Airbus A321neo, il primo narrow body configurato con tre cabine separate: Business Class (12 posti), Premium Economy (12 posti) ed Economy (141 posti di cui 12 dedicati alla Comfort Economy). \r\nL'apertura su Riyadh rappresenta anche il debutto di Ita nei collegamenti con la Penisola Araba, mercato in cui saranno presto aperti anche i nuovi voli da Roma Fiumicino verso Kuwait City (1° luglio) e Jedda (1° agosto).\r\n«L'Arabia Saudita è un mercato in grande espansione e strategico per Ita Airways soprattutto per il traffico business - ha dichiarato Emiliana Limosani, chief commercial officer del vettore e ceo di Volare -. Questo nuovo collegamento segna un traguardo significativo per la nostra compagnia e intensificherà gli scambi tra la Penisola Arabica e il nostro Paese. Il nostro impegno nella regione mediorientale proseguirà con l'introduzione di nuovi voli diretti verso Kuwait City e Jeddah rispettivamente a luglio e ad agosto».\r\n«L’Arabia Saudita è un mercato in forte espansione - ha aggiunto Federico Scriboni, aviation business development director di Aeroporti di Roma - con circa 200.000 passeggeri trasportati nel 2023 Fiumicino ha quadruplicato i volumi di traffico del 2019, un trend di crescita confermato nel primo quadrimestre 2024, in aumento del +33% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’avvio del nuovo collegamento di Ita Airways su Riyadh dimostra la crescente rilevanza di un mercato, con ottime prospettive di ulteriore sviluppo sia per il segmento leisure che per quello business».\r\n«L'introduzione di collegamenti diretti da Roma verso Riyadh a giugno e Jeddah ad agosto è un passo cruciale nella nostra missione per sviluppare ulteriormente il settore turistico e aumentare il numero di visitatori dall'Italia e oltre verso l'Arabia Saudita. Le nuove rotte, alimentate dalla nostra forte partnership con il vettore nazionale Ita Airways, miglioreranno significativamente l'accessibilità e si prevede che stimoleranno maggiori investimenti. Inoltre, questo sviluppo rafforzerà anche i legami culturali ed economici tra Italia e Arabia Saudita» ha sottolineato Hazim Al-Hazmi, presidente per Europa e Americhe di Saudi Tourism Authority.","post_title":"Ita Airways debutta in Arabia Saudita con il nuovo collegamento Roma-Riyadh","post_date":"2024-06-03T09:37:08+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1717407428000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468562","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Strutture galleggianti modulabili installate su uno scafo a catamarano. Nasce il nuovo brand Adharia Luxury Floating Suites & Apartments, per un'esperienza di soggiorno immersi nella bellezza naturale di alcune delle coste, dei laghi e dei corsi d’acqua più affascinanti del mondo, nel totale rispetto dell’ambiente. Nato dall’intuizione di Corrado Negri, owner e founder di Adharia, il progetto mira a inserirsi in una nuova nicchia di mercato che integra l’attuale proposta dell’ospitalità di lusso.\r\n\r\nLe modalità di montaggio dei moduli sono semplici e intuitive, grazie a un innovativo sistema brevettato. Tutti i moduli sono interamente realizzati offsite e assemblati onsite, in tempi molto rapidi. I moduli possono essere trasportati ovunque tramite container su ruote, in nave o in aereo, nel modo più agevole più possibile.\r\n\r\nGrande attenzione è inoltre rivolta all'eco-sostenibilità. Grazie all’involucro realizzato in legno di larice certificato Fsc e Pefc, proveniente da foreste certificate e gestite in modo sostenibile, si riduce drasticamente il fabbisogno energetico per il riscaldamento e raffrescamento. Un’ottimizzazione dei consumi possibile anche grazie a un sistema di domotica ad hoc, unitamente all’utilizzo di fonti rinnovabili, quali pannelli fotovoltaici e batteria di accumulo. Gli isolamenti termici in sughero biondo naturale hanno consentito di certificare l’involucro come edificio Nzeb da parte dell’Università degli studi del Sannio, con una significativa riduzione dei consumi del 76% rispetto alle forme tradizionali d ricettività di alta gamma.\r\n\r\nLe floating suite di Adharia preservano inoltre il ciclo naturale dell’acqua riutilizzando quelle piovane e riciclando i rifiuti grazie all’applicazione di sistemi avanzati e dotati di impianti di fitodepurazione per il trattamento delle acque nere e grigie. La copertura a giardino, oltre al valore funzionale e paesaggistico, permette di mantenere ottimali le temperature all’interno delle suite e degli appartamenti.\r\nIl comfort è completato da un’ampia illuminazione naturale (senza abbagliamenti) e di intensità adattabile, nonché da un isolamento acustico che garantisce un ottimo assorbimento, con un’importante riduzione del riverbero. Un’adeguata ventilazione e l’utilizzo di materiali a basse emissioni di sostanze quali Co2 e formaldeide minimizzano il rischio di inquinamento dell’aria interna.","post_title":"Nasce Adharia: un brand di floating suite dedicato al lusso sostenibile","post_date":"2024-05-31T12:38:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717159084000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468503","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"MonteRosa 91 è il Travel Innovation Hub di Bluvacanze dal quale scaturisce una rinnovata strategia di comunicazione b2c. «Inaugurato lo scorso mese di marzo, nasce da una visione del ceo Domenico Pellegrino - afferma Marion Bozzoli-Hangl, marketing & communication manager del Gruppo Bluvacanze -: è l’espressione dell’innovazione, si trova all’interno di un edificio prestigioso e offre diverse esperienze digitali, con un grande ledwall che comunica contenuti di viaggio e con una serie di monitor verticali in vetrina che riprendono la narrazione social dei canali Tik Tok e Instagram».\r\n\r\nI contenuti per il piano editoriale social del gruppo sono raccolti dai Blupeople: influencer scelti da poche settimane per questo ruolo, che viaggeranno nel mondo per raccontare le esperienze di viaggio di Bluvacanze. Il punto vendita di via Monte Rosa 91 a Milano esprime un concept di accoglienza e comunicazione unici nel settore delle agenzie di viaggio, rappresentando anche una consumer experience innovativa, la prima del settore della distribuzione turistica.\r\n\r\nInfatti, MonteRosa 91 ha tutte le caratteristiche di un’agenzia, con desk smart e back-office, ma una dversa imodalità di interazione con i clienti. Si accede prenotando il proprio incontro con un consulente di viaggio attraverso l’app Blu&cluB. In base alle esigenze, le caratteristiche e gli interessi dell’utente e con l’apporto delle indicazioni dell’esperto, viene costruito un vero e proprio progetto di viaggio. La preview del viaggio verrà poi presentata in uno spazio riservato interno all’hub con l’aiuto di sistemi multimediali, dei ledwal e di visori di ultima generazione di Meta.\r\nLuogo d'incontro\r\n«Il punto vendita vuole fungere da luogo di incontro tra l’evoluzione tecnologica e le nuove abitudini di consumo - sottolinea Pellegrino -. La sociologia del turismo ci dice che un viaggio inizia nel momento in cui, fatta la propria scelta, si paga l’acconto e ci si impegna economicamente. Oggi si può vivere quest’esperienza in diversi modi, grazie all’evoluzione del web e alla digitalizzazione», prosegue il Ceo, che definisce una nuova modalità per parlare di turismo con un modello di ibridazione.\r\n\r\n«Inizialmente si pensava che l’online avrebbe sostituito l’offline - afferma infatti -, ma non è stato così; entrambi hanno dovuto trovare delle formule nuove per interagire e completarsi. L’esperienza del consumatore evoluto non può accontentarsi di un mondo solo online od offline. Abbiamo chiamato questa complessità “o2o”, ovvero un modello che va dall’online all’offline, in un incontro in cui l’innovazione tecnologica viene arricchita dalla competenza umana».\r\n\r\nMonteRosa 91 è il complesso di edifici riqualificato dallo Studio Renzo Piano: 80mila mq totali di spazi dedicati a uffici, sale per eventi e le aree della Business School 24 de Il Sole-24 Ore sono circondati da 10mila mq di area verde su una collina aperta a tutti, nell’intento di “riconnettere i corridoi ecologici cittadini” e di creare un ambiente naturale vicino a chi lavora. Al suo interno, oltre all’agenzia di Bluvacanze, un asilo, un ristorante, libreria e palestra.\r\n\r\n[gallery ids=\"468507,468504,468505\"]","post_title":"Bluvacanze e MonteRosa 91: il flagship store fondato sul modello d’ibridazione o2o","post_date":"2024-05-31T12:12:02+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1717157522000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468426","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sea Prime investe sull'aeroporto di Milano Linate dove amplierà sia il terminal sia le aree di parcheggio in vista delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026.\r\nAl centro dell'intervento c'è l’aumento delle lounge e delle aree di servizio ai passeggeri: incorporando l'hangar adiacente, la superficie complessiva del terminal di Linate Prime crescerà di circa 2.000 metri quadrati, di cui 400 metri quadrati destinati a locali tecnici e magazzini necessari alle operazioni di scalo. Contemporaneamente, sono previsti una revisione e un ampliamento funzionale, oltre a un restyling delle facciate sia lato terra che lato aria.\r\nL'ampliamento rappresenta un'opportunità per dotare l’area di una nuova identità che rispecchi il servizio offerto: iconica e rispettosa del paesaggio circostante. Per questo è stato pensato un esterno metallico riflettente e ondulato che aumenta la luminosità e si integra con l'ambiente grazie alle proprietà riflettenti.\r\n\r\nAll'interno, invece, viene proposto un layout dinamico per ospitare i flussi di movimento dei passeggeri, insieme a selezioni di materiali che esaltano il design essenziale ed elegante del terminal.\r\n\r\nNovità in fieri anche sul fronte della sostenibilità: Sea Prime ha infatti varato il primo programma di incentivi Saf rivolto agli operatori della business aviation che fanno rifornimento negli aeroporti di Linate e Malpensa Prime, dove è stata confermata la disponibilità di Saf \"drop in\". Il programma sarà lanciato nel 2024 e prevederà un contributo di 1.000 euro per ogni tonnellata di Saf puro certificato, con un meccanismo di aggiustamento proporzionale in caso di domanda superiore ai fondi disponibili - 50.000 euro per il programma attuale.\r\n\r\n«Sea Prime è costantemente impegnata a soddisfare la crescente domanda di servizi e infrastrutture per la business aviation a Milano - afferma Chiara Dorigotti,  ceo di Sea Prime -: l'obiettivo principale dell'espansione del terminal è quello di creare un terminal moderno e sostenibile nel rispetto dell'ambiente circostante, incarnando principi di responsabilità ambientale e innovazione. Il nuovo programma di contributi Saf, il primo del genere in Europa, rappresenta un sostegno tangibile al percorso di decarbonizzazione del settore».","post_title":"Sea Prime amplia il terminal di Linate in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026","post_date":"2024-05-30T09:47:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1717062454000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468402","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tap Air Portugal accende i riflettori sul trade con i tradizionali Tap Awards, che anche nel 2024 hanno premiato gli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nella vendita di biglietti del vettore nei principali mercati in cui opera la compagnia aerea portoghese.\r\n \r\nL'evento, presieduto dal presidente e ceo della compagnia Luís Rodrigues, ha visto la partecipazione adv provenienti da Portogallo, Brasile, Stati Uniti e dai principali mercati europei. L'attore portoghese e ambasciatore Tap, Ricardo Pereira, è stato il maestro di cerimonie della serata, che si è conclusa con un'esibizione musicale della cantante di fado portoghese Cuca Roseta.\r\n \r\nI riconoscimenti sono stati assegnati agli agenti di viaggio che si sono maggiormente distinti nel 2023 per il volume di vendite realizzate sui voli Tap, che ha così rafforzato il riconoscimento dell'importanza dei propri partner commerciali privilegiati nello sviluppo dell'attività e nel potenziamento dell'industria dei viaggi e del turismo e del contributo che questi danno al consolidamento delle vendite e della sostenibilità del vettore.\r\n \r\nPer l’Italia, i premi sono stati assegnati a Gattinoni, in qualità di Top Seller, e a Welcome Travel Group, in qualità di Top Seller Business Class.\r\n ","post_title":"I Tap Awards hanno premiato quest'anno Gattinoni e Welcome Travel Group","post_date":"2024-05-30T09:25:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1717061127000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti