22 April 2024

Valdichiana Living, dopo la mostra al Quirinale la visita agli scavi di San Casciano dei Bagni

[ 0 ]

 

In Toscana, in Valdichiana Senese, la scoperta archeologica del Santuario Ritrovato di San Casciano dei Bagni ha avuto dell’incredibile e ha confermato che, un tempo, gli etruschi e i romani frequentavano la zona per via dell’acqua e dei suoi benefici. Un tesoro di inestimabile valore e fattura, ricchissimo, composto di monete, ex voto, statue bronzee che, riemerse dal fango e restaurate, oggi sono davanti agli occhi di tutti, per la prima volta al Palazzo del Quirinale, fino al 25 ottobre.

La mostra “Gli Dei ritornano – i bronzi di San Casciano dei Bagni” (chiusa dal 26 luglio al 2 settembre) voluta fortemente dalla Presidenza della Repubblica Italiana e dal Ministero dei Beni Culturali è un’occasione da cogliere al volo per comprendere di più di quella che è stata definita la più grande scoperta dopo i bronzi di Riace. Per ammirare questo tesoro occorre necessariamente prenotare sul sito del Quirinale ma una volta muniti di biglietto con Valdichiana Living c’è di più: la visita guidata gratuita allo scavo di San Casciano dei Bagni, dove tutto è iniziato, e alle Stanze Cassianensi, il piccolo museo allestito nella sede del Comune del borgo toscano.

Il tour operator della Valdichiana Senese, infatti, ha ideato un pacchetto che a partire da 189 euro a persona, coniuga archeologia e i benefici dell’acqua termale.        
Nella proposta è incluso oltre che il soggiorno di una notte, in trattamento BB anche l’ingresso con aperitivo al rinomato centro termale Fonteverde Spa.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465875 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_465876" align="aligncenter" width="498"] Da sinistra: Filippo Felloni (GM The Sense), Ciro Verrocchi (VP Operation - DG Icon), Alessandro Pipero, Riccardo Ficcanterri e Federico Ficcanterri[/caption] Al via la collaborazione con Pipero Roma per far vivere un'esperienza gastronomica da ricordare al ristorante fine dining del The Sense Experience Resort di Follonica. Una partnership gastronomica senza precedenti prende forma al ristorante fine dining Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica, con l'unione di due maestri della cucina italiana: l'imprenditore Alessandro Pipero e lo Chef Ciro Scamardella. Fortemente voluta dal Direttore Generale del Gruppo Icon Collection Ciro Verrocchi, questa collaborazione ha l'obiettivo di elevare l'esperienza gastronomica offerta ai propri ospiti e consolidare la reputazione di eccellenza del resort nel panorama della ristorazione di alto livello. La partnership tra Alessandro Pipero e Ciro Scamardella con il Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort, che aprirà per la nuova stagione il prossimo 11 maggio, segna un momento unico nell'ambito dell'alta cucina italiana. "Questa collaborazione rappresenta un'eccitante fusione di talenti nell'ambito enogastronomico e visioni creative", afferma Federico Ficcanterri, proprietario del The Sense Experience Resort insieme al cugino Riccardo. "Siamo entusiasti di iniziare con loro un nuovo capitolo nell'ambito della ristorazione di alto livello presso il nostro resort e di offrire ai nostri ospiti esperienze gastronomiche sempre più sofisticate che possano essere memorabili." Per Alessandro Pipero, proprietario del rinomato Ristorante Pipero Roma 1 stella Michelin, questa partnership rappresenta un'opportunità unica per esplorare nuove frontiere culinarie e condividere la sua passione per l'ospitalità con una nuova audience. "Sono entusiasta portare insieme allo chef  Ciro Scamardella e al Restaurant Manager Achille Sardiello di portare il nostro stile inconfondibile di cucina e servizio al Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort", afferma Pipero. "Insieme, creeremo un'esperienza gastronomica straordinaria che delizierà i palati degli ospiti e li lascerà con ricordi indelebili." [caption id="attachment_465878" align="aligncenter" width="524"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption] Alessandro Pipero rappresenta un'icona nell'ambito dell'ospitalità italiana. Sin dai suoi esordi nel settore, ha dimostrato un'eccezionale capacità nel creare esperienze culinarie indimenticabili per i suoi ospiti. La sua carriera è stata contrassegnata da una serie di successi e riconoscimenti, tra cui Miglior Sommelier d'Italia dalla Guida de L'Espresso nel 2008 e Maitre dell'Anno da Identità Golose 2013 e da collaborazioni prestigiose in Italia e all’estero. Grazie alla sua passione per l'arte del servizio e alla sua dedizione alla perfezione, Pipero è diventato una figura di spicco nel mondo della ristorazione di lusso. La sua abilità nel coordinare le operazioni di sala e nel garantire un'esperienza gastronomica impeccabile lo ha reso un punto di riferimento nel settore. Come proprietario di Pipero Roma, continua a ispirare una nuova generazione di professionisti con la sua visione e il suo impegno per offrire ai suoi clienti momenti indimenticabili di gusto e ospitalità. [caption id="attachment_465879" align="aligncenter" width="540"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption] Alla guida della cucina d'istinto e di sorpresa di Pipero Roma, l'Executive Chef Ciro Scamardella porta con sé un bagaglio di esperienze culinarie straordinarie, affinate accanto a chef di fama internazionale come Paolo Barrale, Antonio Cannavacciulo, Martin Barasategui, Anthony Genovese e Roy Caceres. La sua cucina, caratterizzata da sapori intensi e mediterranei, si ispira alle sue radici campane e alla sua passione per la tradizione culinaria. La collaborazione tra Pipero e Scamardella è una storia di fiducia reciproca e complementarità, fondata su un profondo rispetto per l'artigianalità culinaria e l'eccellenza gastronomica. Entrambi condividono l'obiettivo di offrire un'esperienza culinaria straordinaria, dove la creatività e la passione si uniscono per creare piatti che sorprendono e deliziano i sensi. Il Ristorante Fine Dining Eatè del The Sense Experience Resort, segnalato dal 2023 dalla Guida Michelin, diventerà presto un punto di riferimento per gli amanti della buona cucina, offrendo un'esperienza gastronomica indimenticabile arricchita dalla genialità di Alessandro Pipero e dello Chef Ciro Scamardella in una location indimenticabile, direttamente sulla spiaggia dell’affascinante golfo di Follonica nella Maremma Toscana. [post_title] => Alessandro Pipero porta l'eccellenza al ristorante Eatè del The Sense Experience Resort di Follonica [post_date] => 2024-04-19T08:00:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => executive-chef-ciro-scamardella [1] => ristorante-eate-del-the-sense-experience-resort [2] => ristorante-pipero-roma [3] => the-sense-experience-resort-follonica ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Executive Chef Ciro Scamardella [1] => Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort [2] => Ristorante Pipero Roma [3] => The Sense Experience Resort Follonica ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713513635000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465675 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Importante accordo di collaborazione a lungo termine tra il gruppo Ihg e Novum Hospitality. La partnership, della durata di 30 anni, consentirà il raddoppio della presenza in Germania della compagnia con sede nel Regno Unito: il suo portfolio nel paese tedesco supererà quota 200 indirizzi in quasi 100 città. La novità segna inoltre la nascita del marchio Holiday Inn - the niu, frutto dell'unione dei due brand di casa Ihg e Novum. Debutteranno inoltre in Europa le prime strutture Garner e Candlewood Suites.  Nel dettaglio, si prevede che tra il 2024 e il 2028 entreranno a far parte del sistema Ihg fino a 108 strutture Novum Hospitality, per 15.334 camere, più 11 hotel in pipeline (2.369 stanze). La conversione degli hotel avverrà per fasi, a partire dal 2024, con la maggior parte dei processi che si concluderanno nei prossimi 24 mesi. Grazie alla collaborazione tra Holiday Inn e The Niu saranno 52 gli hotel coinvolti, tra indirizzi attivi e in fase di sviluppo. Gli altri marchi della compagnia tedesca, Yggotel, Select e Novum, per un totale di 56 strutture attive e in pipeline, si convertiranno nel brand midscale Garner. Living the City, infine, con 11 hotel operativi e in pipeline, confluirà in un altro marchio midscale come Candlewood Suites. L’accordo prevede anche un rapporto di esclusività per i futuri hotel Novum, “Siamo entusiasti di collaborare con un gruppo come Novum e di raddoppiare la nostra presenza in Germania - spiega il ceo di Ihg, Elie Maalouf -. Questo accordo crea una forte piattaforma tedesca per aumentare la domanda e la visibilità dei nostri marchi. Portare Garner in Europa, in un mercato critico come quello tedesco, segna poi un momento importante, così come esportare Candlewood Suites al di fuori degli Stati Uniti per la prima volta". "La collaborazione con Ihg dà alla nostra azienda a conduzione familiare una grande forza, necessaria per consolidare la nostra presenza sul mercato europeo - aggiunge l'amministratore delegato e proprietario di Novum, David Etmenan -. Con la creazione di un co-brand tra the niu e Holiday Inn aumentiamo il nostro appeal nei confronti degli ospiti su scala globale, mantenendo al contempo la nostra piena flessibilità e indipendenza, in quanto la società rimane interamente di nostra proprietà". [post_title] => Ihg spinge sulla Germania. Accordo con Novum che raddoppierà la presenza del gruppo nel paese [post_date] => 2024-04-17T10:12:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713348724000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465609 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una stagione ricca di iniziative ed eventi per il Grand Hotel Bristol del gruppo R Collection. La struttura 5 stelle sulla Portofino Coast offre agli ospiti un concetto di Dolce Vita ridefinito, che coinvolge tutti i cinque sensi per garantire esperienze di sensazioni studiate dal Lifestyle Concierge. Gli ospiti possono vivere esperienze di benessere presso la Erre Spa, la più grande spa in un hotel della Liguria. L'offerta di ristorazione comprende una varietà di soluzioni quali il fine dining Le Cupole, situato sul rooftop, il bistrot italiano La Veranda, The Silk Lounge bar e il Flamingo Pool Bar&Pizzeria gourmet a bordo piscina. «Il nostro obiettivo – spiega  Ludovica Rocchi, Brand Director R Collection - è garantire un modello di ospitalità esperienziale all’ospite in sintonia con l’anima, la storia, i profumi e i sapori del territorio con proposte esclusive che possano sorprenderlo. La centralità dell’ospite è il tratto distintivo della nostra ospitalità. La nostra accoglienza è italiana e su misura». Dalla musica nelle aree comuni, alle esperienze culinari e genuine della tradizione ligure con la cucina dello chef Andrea Cannalire, alla migliore vista su Portofino Coast, alle esperienze uniche che coinvolgono direttamente gli ospiti, come il Wine&Art Class, un’esclusiva degustazione vini realizzata in una galleria d’arte moderna e intervallata da vernissage di opere, la degustazione di olio EVO e l’iconica Masterclass di Pesto: il Grand Hotel Bristol è la destinazione ideale per i luxury travellers, dalle coppie, le famiglie, ai gruppi di amici, pensato per ospiti che sono alla ricerca di autenticità. Continua la collaborazione tra Nuar Gallery, fondata da Valentina Ferrari e Flaminia Ciattini, e il Grand Hotel, che vede le due realtà impegnate in una programmazione di eventi d’arte in calendario per la stagione estiva. Con l’apertura di una galleria d’arte permanente all’interno dell’hotel, l’arte diventa epicentro per nuovi stimoli esperienziali con mostre e attività di live painting. Prosegue inoltre la partnership con il Festival Sibelius, grazie alla quale il Grand Hotel Bristol accoglierà artisti internazionali per tutta la stagione con appuntamenti musicali e culturali. La direzione artistica del Sibelius Festival è affidata a Giulia Erminio, con due concerti in programma nelle giornate del 9 giugno 2024 e dell’8 settembre 2024. [post_title] => Grand Hotel Bristol, dalle attività personalizzate al Festival Sibelius per un’ospitalità esperienziale [post_date] => 2024-04-16T11:53:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713268382000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464970 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lo scorso 31 marzo Hilton ha inaugurato l’Anglo American Hotel Florence, Curio Collection. Costruito nel 1892 è stato uno dei primi alberghi di Firenze. Situato nel centro storico della città, racconta una storia di grandeur e di ospiti illustri. Acquisito nel 2021 dal fondo d’investimento Star II, gestito da Castello sgr, riapre dopo un importante processo di ristrutturazione curato dall’architetto italiano Chiara Caberlon. L’Anglo American conserva quindi i suoi principali elementi storici, arricchiti da un design moderno ed elegante. Il fascino degli anni Venti viene celebrato a fianco di spazi più moderni, come la palestra e le due sale riunioni capaci di ospitare fino a 70 persone. Dotato di 118 camere e suite e due outlet dining, con un’offerta culinaria ispirata alla cucina locale, l'Anglo American Hotel Florence è una struttura dalla vivace personalità. Come ricorda Alan Mantin, vicepresidente sviluppo Sud Europa di Hilton, «la Curio Collection riunisce luoghi unici con una propria storia e identità come l’Anglo American, che riapre le porte alla città e a una clientela internazionale».  «L’hotel 5 stelle, parte del patrimonio storico di Firenze, è stato restituito alla destinazione in tutto il suo splendore, dopo un attento lavoro di ristrutturazione, che ha interessato l’intero edificio - racconta Claudia Bisaccioni, sales manager dell'Anglo American -. La proprietà sorge in una posizione strategica: a pochi passi da Santa Maria Novella, uno dei quartieri più autentici della città, nonché vicino ai maggiori attrattori turistici di Firenze. L'albergo è anche strategicamente posizionato rispetto a due dei principali contenitori del mondo dell’intrattenimento e dei grandi eventi: il teatro del Maggio Musicale Fiorentino e la stazione Leopolda. Sono caratteristiche molto importanti nell’ottica di destagionalizzare i flussi turistici e diversificare il pubblico al quale ci rivolgiamo. «Con il suo eclettismo - prosegue Claudia Bisaccioni -, l'Anglo American rappresenta una sintesi perfetta tra storia e modernità. La sua storia inizia alla fine dell’800, quando l’edificio originale venne trasformato in hotel e diventò una meta privilegiata per gli aristocratici europei che, sull’onda del Grand Tour, visitavano l’Italia e in particolare Firenze. Questi nobili furono i precursori delle comunità di inglesi e americani che scelsero Firenze come la loro casa, arricchendone il tessuto culturale e rendendola un ambiente internazionale, capace di attrarre milioni di visitatori e di essere luogo di studi internazionali. L’Anglo American divenne il loro punto di ritrovo: un salotto letterario. Per ricordare questo ricco passato abbiamo creato un personaggio: Lady Scorpion è la madrina dell’albergo e richiama gli scorpioni, il nome con cui venivano definite le pettegole dame inglesi che, negli anni Trenta, frequentavano quotidianamente l’albergo. Per ricordarle viene celebrato ogni giorno il tè delle 5». [gallery ids="464985,464986,464987,464988,464989,464990"] [post_title] => L'Anglo American Hotel Florence entra nella Curio Collection by Hilton [post_date] => 2024-04-05T14:21:44+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712326904000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464871 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Soggiorni in guesthouse: strutture semplici realizzate secondo l’estetica dell’architettura locale, che offrono agli ospiti la mezza pensione. E' questa la proposta Kibo per un'esperienza easy living all'insegna della natura alle Seychelles. Il programma prevede in particolare sette notti sull’isola di Praslin, al Casadani Apartment, e tre notti sull’sola di Mahè, alla Guesthouse Casadani. L’isola di Praslin, dove si trova la riserva naturale Vallée de Mai, uno dei due soli luoghi al mondo dove la rara palma del coco de mer cresce allo stato naturale, offre spiagge bianche e una vegetazione ricchissima dominata da suggestive palme. La struttura situata a Praslin si trova a soli 350 metri dalla spiaggia di Grand Anse ed è possibile partire da qui per una serie di escursioni. Mahè è l’isola più grande, dove si trova il capoluogo delle Seychelles e l’aeroporto internazionale; le sue spiagge sono caratterizzate da  sabbia soffice e sono circondate dalla foresta tropicale. Il Casadani Mahe ha a disposizione una terrazza vista mare per la cena e la colazione, si trova a circa 700 metri dalla spiaggia di Anse Marie-Laure Beach e a soli 20 minuti dalla famosa Beau Vallon. Il prezzo parte da 2.490 euro a persona in camera doppia e mezza pensione, con volo, tasse e assicurazioni incluse. [post_title] => Kibo: soggiorni in guesthouse per un'esperienza easy living alle Seychelles [post_date] => 2024-04-04T12:07:43+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712232463000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464768 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sbarca a Roma l’industria europea della mobilità d’alta gamma. Driverso, la piattaforma digitale specializzata nel luxury car hiring, riunisce decine di operatori, esperti, stakeholder qualificati e appassionati provenienti da tutta Europa, in un evento che coniuga l’arte contemporanea con il design dei più esclusivi marchi automobilistici del mondo. Il secondo global meeting si svolgerà il prossimo venerdì 19 aprile, a partire dalle ore 9, nel suggestivo contesto del museo Maxxi di Roma, in via Guido Reni 4a. Durante la giornata alcune super car e auto di lusso della flotta Driverso faranno bella mostra di sé nel cortile dello stesso Maxxi, mentre i protagonisti internazionali della giornata racconteranno evoluzione, dati e trend del comparto: un mercato giovanissimo, eppure già in forte espansione, che vede in Driverso – piattaforma made in Italy – uno dei player protagonisti della definizione dei benchmark di eccellenza. [post_title] => A Roma il secondo global meeting della piattaforma luxury car hiring Driverso [post_date] => 2024-04-03T10:24:32+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712139872000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464692 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una programmazione sempre più orientata lato experience per conquistare target più ampi di viaggiatori. E' la strategia del to di casa Quality, America World, che chiude il primo trimestre con fatturati e passeggeri in crescita, nonché con sensazioni positive per i prossimi mesi. “Malgrado marzo abbia registrato un leggero rallentamento sulle prenotazioni Usa, i dati a oggi sono molto buoni e in crescita rispetto al 2023 - sottolinea il direttore commerciale di Quality Group, Marco Peci -. Registriamo nel caso degli Stati Uniti una forte richiesta di prodotti sempre più sofisticati e la nostra programmazione giorno dopo giorno si arricchisce di opportunità innovative”. Lo scorso autunno America World ha anche rinforzato il proprio organico, introducendo nuovo personale di consolidata esperienza e professionalità a supporto del team. “Se i grandi classici dell’Ovest e dell’Est continuano a rappresentare i prodotti core della nostra programmazione, abbiamo lavorato per proporre alla clientela mete inusuali e modalità differenti per soggiornare, vivere e scoprire luoghi nuovi o già visitati - rivela il product manager e titolare America World, Damien Tamburo -. Accanto ai classici offriamo infatti soggiorni in appartamenti a New York, esperienze active, luxury, naturalistiche. Includiamo inoltre la possibilità di partecipare a eventi sportivi, musicali e culturali, nonché mete nuove poco battute dal turismo ma capaci di incontrare il gusto e gli interessi della clientela italiana. Diamo alle agenzie stimoli e prodotti inusuali che solitamente non si trovano sul mercato, così da poter presentare la destinazione sotto una luce nuova, fidelizzando i clienti e conquistandone una fetta più ampia di mercato che trova in noi un partner affidabile”. Tra le località lontane dall’overtourism ma di grande fascino c'è per esempio l’Oregon, che offre infinite opportunità di scoperta da vivere in sella a una bicicletta o a un cavallo, oppure facendo hiking o rafting. Si visiteranno città tecnologicamente avanzate come Seattle e Portland che conservano uno stile di vita economicamente accessibile e molto moderno, basato sull'equilibrio tra lavoro e tempo libero da spendere all’aria aperta. È stata poi potenziata in generale la programmazione del Sud degli Stati Uniti, valorizzando città come Atlanta, Savannah e Charleston che da sole meriterebbero un viaggio per la bellezza architettonica e il patrimonio storico.     [post_title] => America World aumenta l'offerta experience per rispondere alla crescente domanda sugli Usa [post_date] => 2024-04-02T11:17:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712056628000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464676 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464678" align="alignleft" width="300"] Filippo Felloni[/caption] Novità al The Sense Experience di Follonica, che accoglie un nuovo general manager, Filippo Felloni, e un nuovo executive chef, Umberto Vezzoli. Felloni approda nel gruppo Ficcanterri proveniente dal Lungarno Vespucci 50 di Firenze, per cui in qualità di direttore ha guidato il riposizionamento dell'hotel nel periodo post pandemico. In precedenza, è stato direttore qualità e controllo presso il gruppo Ihc. Ha inoltre gestito resort termali e hotel club. “È un onore unirmi al team del The Sense e guidare questa straordinaria struttura verso nuovi livelli di eccellenza nell'ospitalità - dichiara lo stesso Felloni -. Sono entusiasta di collaborare con un team così dinamico e di creare esperienze indimenticabili per i nostri ospiti, offrendo loro un rifugio di lusso e benessere nella splendida cornice del golfo di Follonica”. [caption id="attachment_464679" align="alignright" width="284"] Umberto Vezzoli[/caption] Vezzoli è un celebre executive chef con una lunga esperienza nel settore della ristorazione fine dining. Attualmente è il fondatore e chef manager della Umberto Vezzoli Food-Academy: un'istituzione che offre formazione nel settore dell'ospitalità, concentrandosi sulla crescita delle risorse umane e sull’utilizzo di materie prime e tecniche di cottura innovative. Nel passato ha ricoperto inoltre ruoli chiave in luoghi come Milano (Ristorante Gold Dolce&Gabbana), Londra, Tokyo e New York, dove ha ottenuto riconoscimenti anche dalla guida Michelin. Vanta pure la partecipazione a rubriche televisive e ha una presenza significativa sui social media, con rubriche di cucina su Alice Cucina Sky Tv e una vasta presenza online. "Sono entusiasta di portare la mia passione per la cucina creativa e l'innovazione culinaria al The Sense Experience Resort - commenta lo chef -. Sarà un privilegio poter valorizzare i prodotti locali e offrire agli ospiti esperienze gastronomiche uniche che rispecchiano l'autenticità e la bellezza della regione ". [post_title] => Filippo Felloni e Umberto Vezzoli nuovi gm ed executive chef del toscano The Sense Experience [post_date] => 2024-04-02T10:36:10+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712054170000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463940 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La modifica del Testo Unico del Turismo parte da un testo, quello del 2016 che era già avanzato. Nel frattempo sono successe tante cose del mondo che hanno cambiato le sorti del turismo. «La modifica consiste in una profonda manutenzione straordinaria della legge – spiega Leonardo Marras, assessore al Turismo della Regione - partendo proprio dalla necessità di inquadrare ed esplodere tutta la gestione dei dati, perché da lì nasce il tesoro e la conoscenza del fenomeno in tempo reale: avere il nostro sistema digitale capace di passare da essere vetrina a essere un gestore di dati che possono essere offerti alle piccole imprese per decidere, scegliere di impostare, a seconda dei cambiamenti dei fenomeni che sono anche repentini, è la direzione da prendere». «La legge sul turismo – commenta Eugenio Giani, presidente della regione - dà proprio una risposta all’esigenza della Toscana diffusa, una Toscana che sui propri territori  possa esercitare una funzione di supporto, sostegno e azione che si concretizza nel valorizzare le comunità di ambito turistico, ovvero le 28 comunità che vanno oltre quella che è la dimensione delle Province che fino a qualche hanno fa erano il riferimento per la promozione dei territori». «Con la nuova legge – aggiunge Giani - le aree della Toscana che si trovano fra, per esempio due province, come la Valdichiana diventano la comunità della Valdichiana al di là della parte di appartenenza ad Arezzo o Siena.  Significa dare molta forza al territorio e alla sua peculiarità. La legge sul turismo calibra intorno alle 28 comunità d’ambito una capacità promozionale molto forte. E’ una legge che può dare strumenti per una promozione turistica che passi attraverso il messaggio che il turismo è ambiente, cultura, paesaggio, ovvero ricomprende gli aspetti promozionali che toccano discipline diverse». Molte le novità. A partire dalla riforma della governance, con la razionalizzazione e semplificazione di ruoli e funzioni amministrative degli attori istituzionali. Regione, Toscana Promozione Turistica (TPT) e Fondazione Sistema Toscana (FST) vedono rafforzate e meglio delineate le funzioni di promozione turistica con la definizione dell’ecosistema digitale del turismo. Disciplinato il neo-costituito Osservatorio regionale sul turismo (ORT), strumento per condividere e analizzare dati e informazioni di banche dati pubbliche e private. Gli Ambiti territoriali sono rinominati Comunità del turismo. Ricondotte ai Comuni (che potranno esercitarle a livello di Comunità) le funzioni in materia di agenzie di viaggio e turismo, il riconoscimento delle associazioni pro-loco e la classificazione delle strutture ricettive. Istituiti inoltre la Consulta della Comunità del turismo (organismo di negoziazione e confronto tra amministratori ed operatori) e la Consulta permanente. Due le principali sfide all’orizzonte: innovazione tecnologica e digitalizzazione (con ruolo cruciale giocato dall’intervento pubblico) e sostenibilità sociale e ambientale (necessità di sviluppare ulteriormente la regolazione del settore, incentivare la crescita di prodotti turistici di tipo slow-esperienziale, rendendo più accessibili le aree interne, nonché politiche di sostegno alla qualità dei contratti lavorativi e alle imprese giovanili). [post_title] => Toscana, la nuova Legge sul Turismo parte dalla valorizzazione per le comunità di ambito turistico [post_date] => 2024-03-20T11:33:09+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710934389000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "valdichiana living" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":17,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":175,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465875","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_465876\" align=\"aligncenter\" width=\"498\"] Da sinistra: Filippo Felloni (GM The Sense), Ciro Verrocchi (VP Operation - DG Icon), Alessandro Pipero, Riccardo Ficcanterri e Federico Ficcanterri[/caption]\r\n\r\nAl via la collaborazione con Pipero Roma per far vivere un'esperienza gastronomica da ricordare al ristorante fine dining del The Sense Experience Resort di Follonica.\r\n\r\nUna partnership gastronomica senza precedenti prende forma al ristorante fine dining Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica, con l'unione di due maestri della cucina italiana: l'imprenditore Alessandro Pipero e lo Chef Ciro Scamardella. Fortemente voluta dal Direttore Generale del Gruppo Icon Collection Ciro Verrocchi, questa collaborazione ha l'obiettivo di elevare l'esperienza gastronomica offerta ai propri ospiti e consolidare la reputazione di eccellenza del resort nel panorama della ristorazione di alto livello.\r\n\r\n\r\n\r\nLa partnership tra Alessandro Pipero e Ciro Scamardella con il Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort, che aprirà per la nuova stagione il prossimo 11 maggio, segna un momento unico nell'ambito dell'alta cucina italiana. \"Questa collaborazione rappresenta un'eccitante fusione di talenti nell'ambito enogastronomico e visioni creative\", afferma Federico Ficcanterri, proprietario del The Sense Experience Resort insieme al cugino Riccardo. \"Siamo entusiasti di iniziare con loro un nuovo capitolo nell'ambito della ristorazione di alto livello presso il nostro resort e di offrire ai nostri ospiti esperienze gastronomiche sempre più sofisticate che possano essere memorabili.\"\r\n\r\nPer Alessandro Pipero, proprietario del rinomato Ristorante Pipero Roma 1 stella Michelin, questa partnership rappresenta un'opportunità unica per esplorare nuove frontiere culinarie e condividere la sua passione per l'ospitalità con una nuova audience. \"Sono entusiasta portare insieme allo chef  Ciro Scamardella e al Restaurant Manager Achille Sardiello di portare il nostro stile inconfondibile di cucina e servizio al Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort\", afferma Pipero. \"Insieme, creeremo un'esperienza gastronomica straordinaria che delizierà i palati degli ospiti e li lascerà con ricordi indelebili.\"\r\n\r\n[caption id=\"attachment_465878\" align=\"aligncenter\" width=\"524\"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption]\r\n\r\nAlessandro Pipero rappresenta un'icona nell'ambito dell'ospitalità italiana. Sin dai suoi esordi nel settore, ha dimostrato un'eccezionale capacità nel creare esperienze culinarie indimenticabili per i suoi ospiti. La sua carriera è stata contrassegnata da una serie di successi e riconoscimenti, tra cui Miglior Sommelier d'Italia dalla Guida de L'Espresso nel 2008 e Maitre dell'Anno da Identità Golose 2013 e da collaborazioni prestigiose in Italia e all’estero. Grazie alla sua passione per l'arte del servizio e alla sua dedizione alla perfezione, Pipero è diventato una figura di spicco nel mondo della ristorazione di lusso. La sua abilità nel coordinare le operazioni di sala e nel garantire un'esperienza gastronomica impeccabile lo ha reso un punto di riferimento nel settore. Come proprietario di Pipero Roma, continua a ispirare una nuova generazione di professionisti con la sua visione e il suo impegno per offrire ai suoi clienti momenti indimenticabili di gusto e ospitalità.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_465879\" align=\"aligncenter\" width=\"540\"] Ristorante Eatè del prestigioso The Sense Experience Resort di Follonica[/caption]\r\n\r\nAlla guida della cucina d'istinto e di sorpresa di Pipero Roma, l'Executive Chef Ciro Scamardella porta con sé un bagaglio di esperienze culinarie straordinarie, affinate accanto a chef di fama internazionale come Paolo Barrale, Antonio Cannavacciulo, Martin Barasategui, Anthony Genovese e Roy Caceres. La sua cucina, caratterizzata da sapori intensi e mediterranei, si ispira alle sue radici campane e alla sua passione per la tradizione culinaria.\r\n\r\nLa collaborazione tra Pipero e Scamardella è una storia di fiducia reciproca e complementarità, fondata su un profondo rispetto per l'artigianalità culinaria e l'eccellenza gastronomica. Entrambi condividono l'obiettivo di offrire un'esperienza culinaria straordinaria, dove la creatività e la passione si uniscono per creare piatti che sorprendono e deliziano i sensi.\r\n\r\nIl Ristorante Fine Dining Eatè del The Sense Experience Resort, segnalato dal 2023 dalla Guida Michelin, diventerà presto un punto di riferimento per gli amanti della buona cucina, offrendo un'esperienza gastronomica indimenticabile arricchita dalla genialità di Alessandro Pipero e dello Chef Ciro Scamardella in una location indimenticabile, direttamente sulla spiaggia dell’affascinante golfo di Follonica nella Maremma Toscana.","post_title":"Alessandro Pipero porta l'eccellenza al ristorante Eatè del The Sense Experience Resort di Follonica","post_date":"2024-04-19T08:00:35+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["executive-chef-ciro-scamardella","ristorante-eate-del-the-sense-experience-resort","ristorante-pipero-roma","the-sense-experience-resort-follonica"],"post_tag_name":["Executive Chef Ciro Scamardella","Ristorante Eatè del The Sense Experience Resort","Ristorante Pipero Roma","The Sense Experience Resort Follonica"]},"sort":[1713513635000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465675","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Importante accordo di collaborazione a lungo termine tra il gruppo Ihg e Novum Hospitality. La partnership, della durata di 30 anni, consentirà il raddoppio della presenza in Germania della compagnia con sede nel Regno Unito: il suo portfolio nel paese tedesco supererà quota 200 indirizzi in quasi 100 città. La novità segna inoltre la nascita del marchio Holiday Inn - the niu, frutto dell'unione dei due brand di casa Ihg e Novum. Debutteranno inoltre in Europa le prime strutture Garner e Candlewood Suites. \r\n\r\nNel dettaglio, si prevede che tra il 2024 e il 2028 entreranno a far parte del sistema Ihg fino a 108 strutture Novum Hospitality, per 15.334 camere, più 11 hotel in pipeline (2.369 stanze). La conversione degli hotel avverrà per fasi, a partire dal 2024, con la maggior parte dei processi che si concluderanno nei prossimi 24 mesi. Grazie alla collaborazione tra Holiday Inn e The Niu saranno 52 gli hotel coinvolti, tra indirizzi attivi e in fase di sviluppo. Gli altri marchi della compagnia tedesca, Yggotel, Select e Novum, per un totale di 56 strutture attive e in pipeline, si convertiranno nel brand midscale Garner. Living the City, infine, con 11 hotel operativi e in pipeline, confluirà in un altro marchio midscale come Candlewood Suites. L’accordo prevede anche un rapporto di esclusività per i futuri hotel Novum,\r\n\r\n“Siamo entusiasti di collaborare con un gruppo come Novum e di raddoppiare la nostra presenza in Germania - spiega il ceo di Ihg, Elie Maalouf -. Questo accordo crea una forte piattaforma tedesca per aumentare la domanda e la visibilità dei nostri marchi. Portare Garner in Europa, in un mercato critico come quello tedesco, segna poi un momento importante, così come esportare Candlewood Suites al di fuori degli Stati Uniti per la prima volta\".\r\n\r\n\"La collaborazione con Ihg dà alla nostra azienda a conduzione familiare una grande forza, necessaria per consolidare la nostra presenza sul mercato europeo - aggiunge l'amministratore delegato e proprietario di Novum, David Etmenan -. Con la creazione di un co-brand tra the niu e Holiday Inn aumentiamo il nostro appeal nei confronti degli ospiti su scala globale, mantenendo al contempo la nostra piena flessibilità e indipendenza, in quanto la società rimane interamente di nostra proprietà\".","post_title":"Ihg spinge sulla Germania. Accordo con Novum che raddoppierà la presenza del gruppo nel paese","post_date":"2024-04-17T10:12:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713348724000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465609","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una stagione ricca di iniziative ed eventi per il Grand Hotel Bristol del gruppo R Collection.\r\n\r\nLa struttura 5 stelle sulla Portofino Coast offre agli ospiti un concetto di Dolce Vita ridefinito, che coinvolge tutti i cinque sensi per garantire esperienze di sensazioni studiate dal Lifestyle Concierge. Gli ospiti possono vivere esperienze di benessere presso la Erre Spa, la più grande spa in un hotel della Liguria. L'offerta di ristorazione comprende una varietà di soluzioni quali il fine dining Le Cupole, situato sul rooftop, il bistrot italiano La Veranda, The Silk Lounge bar e il Flamingo Pool Bar&Pizzeria gourmet a bordo piscina.\r\n\r\n«Il nostro obiettivo – spiega  Ludovica Rocchi, Brand Director R Collection - è garantire un modello di ospitalità esperienziale all’ospite in sintonia con l’anima, la storia, i profumi e i sapori del territorio con proposte esclusive che possano sorprenderlo. La centralità dell’ospite è il tratto distintivo della nostra ospitalità. La nostra accoglienza è italiana e su misura».\r\n\r\nDalla musica nelle aree comuni, alle esperienze culinari e genuine della tradizione ligure con la cucina dello chef Andrea Cannalire, alla migliore vista su Portofino Coast, alle esperienze uniche che coinvolgono direttamente gli ospiti, come il Wine&Art Class, un’esclusiva degustazione vini realizzata in una galleria d’arte moderna e intervallata da vernissage di opere, la degustazione di olio EVO e l’iconica Masterclass di Pesto: il Grand Hotel Bristol è la destinazione ideale per i luxury travellers, dalle coppie, le famiglie, ai gruppi di amici, pensato per ospiti che sono alla ricerca di autenticità.\r\n\r\nContinua la collaborazione tra Nuar Gallery, fondata da Valentina Ferrari e Flaminia Ciattini, e il Grand Hotel, che vede le due realtà impegnate in una programmazione di eventi d’arte in calendario per la stagione estiva. Con l’apertura di una galleria d’arte permanente all’interno dell’hotel, l’arte diventa epicentro per nuovi stimoli esperienziali con mostre e attività di live painting.\r\n\r\nProsegue inoltre la partnership con il Festival Sibelius, grazie alla quale il Grand Hotel Bristol accoglierà artisti internazionali per tutta la stagione con appuntamenti musicali e culturali. La direzione artistica del Sibelius Festival è affidata a Giulia Erminio, con due concerti in programma nelle giornate del 9 giugno 2024 e dell’8 settembre 2024.","post_title":"Grand Hotel Bristol, dalle attività personalizzate al Festival Sibelius per un’ospitalità esperienziale","post_date":"2024-04-16T11:53:02+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713268382000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464970","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lo scorso 31 marzo Hilton ha inaugurato l’Anglo American Hotel Florence, Curio Collection. Costruito nel 1892 è stato uno dei primi alberghi di Firenze. Situato nel centro storico della città, racconta una storia di grandeur e di ospiti illustri. Acquisito nel 2021 dal fondo d’investimento Star II, gestito da Castello sgr, riapre dopo un importante processo di ristrutturazione curato dall’architetto italiano Chiara Caberlon.\r\n\r\nL’Anglo American conserva quindi i suoi principali elementi storici, arricchiti da un design moderno ed elegante. Il fascino degli anni Venti viene celebrato a fianco di spazi più moderni, come la palestra e le due sale riunioni capaci di ospitare fino a 70 persone. Dotato di 118 camere e suite e due outlet dining, con un’offerta culinaria ispirata alla cucina locale, l'Anglo American Hotel Florence è una struttura dalla vivace personalità.\r\n\r\nCome ricorda Alan Mantin, vicepresidente sviluppo Sud Europa di Hilton, «la Curio Collection riunisce luoghi unici con una propria storia e identità come l’Anglo American, che riapre le porte alla città e a una clientela internazionale».  «L’hotel 5 stelle, parte del patrimonio storico di Firenze, è stato restituito alla destinazione in tutto il suo splendore, dopo un attento lavoro di ristrutturazione, che ha interessato l’intero edificio - racconta Claudia Bisaccioni, sales manager dell'Anglo American -. La proprietà sorge in una posizione strategica: a pochi passi da Santa Maria Novella, uno dei quartieri più autentici della città, nonché vicino ai maggiori attrattori turistici di Firenze. L'albergo è anche strategicamente posizionato rispetto a due dei principali contenitori del mondo dell’intrattenimento e dei grandi eventi: il teatro del Maggio Musicale Fiorentino e la stazione Leopolda. Sono caratteristiche molto importanti nell’ottica di destagionalizzare i flussi turistici e diversificare il pubblico al quale ci rivolgiamo.\r\n\r\n«Con il suo eclettismo - prosegue Claudia Bisaccioni -, l'Anglo American rappresenta una sintesi perfetta tra storia e modernità. La sua storia inizia alla fine dell’800, quando l’edificio originale venne trasformato in hotel e diventò una meta privilegiata per gli aristocratici europei che, sull’onda del Grand Tour, visitavano l’Italia e in particolare Firenze. Questi nobili furono i precursori delle comunità di inglesi e americani che scelsero Firenze come la loro casa, arricchendone il tessuto culturale e rendendola un ambiente internazionale, capace di attrarre milioni di visitatori e di essere luogo di studi internazionali. L’Anglo American divenne il loro punto di ritrovo: un salotto letterario. Per ricordare questo ricco passato abbiamo creato un personaggio: Lady Scorpion è la madrina dell’albergo e richiama gli scorpioni, il nome con cui venivano definite le pettegole dame inglesi che, negli anni Trenta, frequentavano quotidianamente l’albergo. Per ricordarle viene celebrato ogni giorno il tè delle 5».\r\n\r\n[gallery ids=\"464985,464986,464987,464988,464989,464990\"]","post_title":"L'Anglo American Hotel Florence entra nella Curio Collection by Hilton","post_date":"2024-04-05T14:21:44+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712326904000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464871","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Soggiorni in guesthouse: strutture semplici realizzate secondo l’estetica dell’architettura locale, che offrono agli ospiti la mezza pensione. E' questa la proposta Kibo per un'esperienza easy living all'insegna della natura alle Seychelles. Il programma prevede in particolare sette notti sull’isola di Praslin, al Casadani Apartment, e tre notti sull’sola di Mahè, alla Guesthouse Casadani.\r\n\r\nL’isola di Praslin, dove si trova la riserva naturale Vallée de Mai, uno dei due soli luoghi al mondo dove la rara palma del coco de mer cresce allo stato naturale, offre spiagge bianche e una vegetazione ricchissima dominata da suggestive palme. La struttura situata a Praslin si trova a soli 350 metri dalla spiaggia di Grand Anse ed è possibile partire da qui per una serie di escursioni.\r\n\r\nMahè è l’isola più grande, dove si trova il capoluogo delle Seychelles e l’aeroporto internazionale; le sue spiagge sono caratterizzate da  sabbia soffice e sono circondate dalla foresta tropicale. Il Casadani Mahe ha a disposizione una terrazza vista mare per la cena e la colazione, si trova a circa 700 metri dalla spiaggia di Anse Marie-Laure Beach e a soli 20 minuti dalla famosa Beau Vallon. Il prezzo parte da 2.490 euro a persona in camera doppia e mezza pensione, con volo, tasse e assicurazioni incluse.","post_title":"Kibo: soggiorni in guesthouse per un'esperienza easy living alle Seychelles","post_date":"2024-04-04T12:07:43+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712232463000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464768","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sbarca a Roma l’industria europea della mobilità d’alta gamma. Driverso, la piattaforma digitale specializzata nel luxury car hiring, riunisce decine di operatori, esperti, stakeholder qualificati e appassionati provenienti da tutta Europa, in un evento che coniuga l’arte contemporanea con il design dei più esclusivi marchi automobilistici del mondo.\r\n\r\nIl secondo global meeting si svolgerà il prossimo venerdì 19 aprile, a partire dalle ore 9, nel suggestivo contesto del museo Maxxi di Roma, in via Guido Reni 4a. Durante la giornata alcune super car e auto di lusso della flotta Driverso faranno bella mostra di sé nel cortile dello stesso Maxxi, mentre i protagonisti internazionali della giornata racconteranno evoluzione, dati e trend del comparto: un mercato giovanissimo, eppure già in forte espansione, che vede in Driverso – piattaforma made in Italy – uno dei player protagonisti della definizione dei benchmark di eccellenza.","post_title":"A Roma il secondo global meeting della piattaforma luxury car hiring Driverso","post_date":"2024-04-03T10:24:32+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712139872000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464692","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una programmazione sempre più orientata lato experience per conquistare target più ampi di viaggiatori. E' la strategia del to di casa Quality, America World, che chiude il primo trimestre con fatturati e passeggeri in crescita, nonché con sensazioni positive per i prossimi mesi. “Malgrado marzo abbia registrato un leggero rallentamento sulle prenotazioni Usa, i dati a oggi sono molto buoni e in crescita rispetto al 2023 - sottolinea il direttore commerciale di Quality Group, Marco Peci -. Registriamo nel caso degli Stati Uniti una forte richiesta di prodotti sempre più sofisticati e la nostra programmazione giorno dopo giorno si arricchisce di opportunità innovative”.\r\n\r\nLo scorso autunno America World ha anche rinforzato il proprio organico, introducendo nuovo personale di consolidata esperienza e professionalità a supporto del team. “Se i grandi classici dell’Ovest e dell’Est continuano a rappresentare i prodotti core della nostra programmazione, abbiamo lavorato per proporre alla clientela mete inusuali e modalità differenti per soggiornare, vivere e scoprire luoghi nuovi o già visitati - rivela il product manager e titolare America World, Damien Tamburo -. Accanto ai classici offriamo infatti soggiorni in appartamenti a New York, esperienze active, luxury, naturalistiche. Includiamo inoltre la possibilità di partecipare a eventi sportivi, musicali e culturali, nonché mete nuove poco battute dal turismo ma capaci di incontrare il gusto e gli interessi della clientela italiana. Diamo alle agenzie stimoli e prodotti inusuali che solitamente non si trovano sul mercato, così da poter presentare la destinazione sotto una luce nuova, fidelizzando i clienti e conquistandone una fetta più ampia di mercato che trova in noi un partner affidabile”.\r\n\r\nTra le località lontane dall’overtourism ma di grande fascino c'è per esempio l’Oregon, che offre infinite opportunità di scoperta da vivere in sella a una bicicletta o a un cavallo, oppure facendo hiking o rafting. Si visiteranno città tecnologicamente avanzate come Seattle e Portland che conservano uno stile di vita economicamente accessibile e molto moderno, basato sull'equilibrio tra lavoro e tempo libero da spendere all’aria aperta. È stata poi potenziata in generale la programmazione del Sud degli Stati Uniti, valorizzando città come Atlanta, Savannah e Charleston che da sole meriterebbero un viaggio per la bellezza architettonica e il patrimonio storico.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"America World aumenta l'offerta experience per rispondere alla crescente domanda sugli Usa","post_date":"2024-04-02T11:17:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712056628000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464676","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464678\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Filippo Felloni[/caption]\r\n\r\nNovità al The Sense Experience di Follonica, che accoglie un nuovo general manager, Filippo Felloni, e un nuovo executive chef, Umberto Vezzoli. Felloni approda nel gruppo Ficcanterri proveniente dal Lungarno Vespucci 50 di Firenze, per cui in qualità di direttore ha guidato il riposizionamento dell'hotel nel periodo post pandemico. In precedenza, è stato direttore qualità e controllo presso il gruppo Ihc. Ha inoltre gestito resort termali e hotel club. “È un onore unirmi al team del The Sense e guidare questa straordinaria struttura verso nuovi livelli di eccellenza nell'ospitalità - dichiara lo stesso Felloni -. Sono entusiasta di collaborare con un team così dinamico e di creare esperienze indimenticabili per i nostri ospiti, offrendo loro un rifugio di lusso e benessere nella splendida cornice del golfo di Follonica”.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_464679\" align=\"alignright\" width=\"284\"] Umberto Vezzoli[/caption]\r\n\r\nVezzoli è un celebre executive chef con una lunga esperienza nel settore della ristorazione fine dining. Attualmente è il fondatore e chef manager della Umberto Vezzoli Food-Academy: un'istituzione che offre formazione nel settore dell'ospitalità, concentrandosi sulla crescita delle risorse umane e sull’utilizzo di materie prime e tecniche di cottura innovative. Nel passato ha ricoperto inoltre ruoli chiave in luoghi come Milano (Ristorante Gold Dolce&Gabbana), Londra, Tokyo e New York, dove ha ottenuto riconoscimenti anche dalla guida Michelin. Vanta pure la partecipazione a rubriche televisive e ha una presenza significativa sui social media, con rubriche di cucina su Alice Cucina Sky Tv e una vasta presenza online. \"Sono entusiasta di portare la mia passione per la cucina creativa e l'innovazione culinaria al The Sense Experience Resort - commenta lo chef -. Sarà un privilegio poter valorizzare i prodotti locali e offrire agli ospiti esperienze gastronomiche uniche che rispecchiano l'autenticità e la bellezza della regione \".","post_title":"Filippo Felloni e Umberto Vezzoli nuovi gm ed executive chef del toscano The Sense Experience","post_date":"2024-04-02T10:36:10+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1712054170000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463940","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La modifica del Testo Unico del Turismo parte da un testo, quello del 2016 che era già avanzato. Nel frattempo sono successe tante cose del mondo che hanno cambiato le sorti del turismo.\r\n\r\n«La modifica consiste in una profonda manutenzione straordinaria della legge – spiega Leonardo Marras, assessore al Turismo della Regione - partendo proprio dalla necessità di inquadrare ed esplodere tutta la gestione dei dati, perché da lì nasce il tesoro e la conoscenza del fenomeno in tempo reale: avere il nostro sistema digitale capace di passare da essere vetrina a essere un gestore di dati che possono essere offerti alle piccole imprese per decidere, scegliere di impostare, a seconda dei cambiamenti dei fenomeni che sono anche repentini, è la direzione da prendere».\r\n\r\n«La legge sul turismo – commenta Eugenio Giani, presidente della regione - dà proprio una risposta all’esigenza della Toscana diffusa, una Toscana che sui propri territori  possa esercitare una funzione di supporto, sostegno e azione che si concretizza nel valorizzare le comunità di ambito turistico, ovvero le 28 comunità che vanno oltre quella che è la dimensione delle Province che fino a qualche hanno fa erano il riferimento per la promozione dei territori».\r\n\r\n«Con la nuova legge – aggiunge Giani - le aree della Toscana che si trovano fra, per esempio due province, come la Valdichiana diventano la comunità della Valdichiana al di là della parte di appartenenza ad Arezzo o Siena.  Significa dare molta forza al territorio e alla sua peculiarità. La legge sul turismo calibra intorno alle 28 comunità d’ambito una capacità promozionale molto forte. E’ una legge che può dare strumenti per una promozione turistica che passi attraverso il messaggio che il turismo è ambiente, cultura, paesaggio, ovvero ricomprende gli aspetti promozionali che toccano discipline diverse».\r\n\r\nMolte le novità. A partire dalla riforma della governance, con la razionalizzazione e semplificazione di ruoli e funzioni amministrative degli attori istituzionali. Regione, Toscana Promozione Turistica (TPT) e Fondazione Sistema Toscana (FST) vedono rafforzate e meglio delineate le funzioni di promozione turistica con la definizione dell’ecosistema digitale del turismo. Disciplinato il neo-costituito Osservatorio regionale sul turismo (ORT), strumento per condividere e analizzare dati e informazioni di banche dati pubbliche e private. Gli Ambiti territoriali sono rinominati Comunità del turismo. Ricondotte ai Comuni (che potranno esercitarle a livello di Comunità) le funzioni in materia di agenzie di viaggio e turismo, il riconoscimento delle associazioni pro-loco e la classificazione delle strutture ricettive. Istituiti inoltre la Consulta della Comunità del turismo (organismo di negoziazione e confronto tra amministratori ed operatori) e la Consulta permanente.\r\n\r\nDue le principali sfide all’orizzonte: innovazione tecnologica e digitalizzazione (con ruolo cruciale giocato dall’intervento pubblico) e sostenibilità sociale e ambientale (necessità di sviluppare ulteriormente la regolazione del settore, incentivare la crescita di prodotti turistici di tipo slow-esperienziale, rendendo più accessibili le aree interne, nonché politiche di sostegno alla qualità dei contratti lavorativi e alle imprese giovanili).","post_title":"Toscana, la nuova Legge sul Turismo parte dalla valorizzazione per le comunità di ambito turistico","post_date":"2024-03-20T11:33:09+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1710934389000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti