28 September 2022

Un week end a Bologna fra Papa Gregorio XIII e Michelangelo Pistoletto

[ 0 ]

Serve una scusa per visitare “la Dotta“? Eccola qui pronta, per potersi gustare un week end fra portici, tortellini, torri e una mostra d’arte  “che sta fra la terra e il cielo”, aperta fino al 18 settembre.
Forse non tutti sanno che anche Bologna ha avuto un Papa: si tratta di Gregorio XIII, il 226° Pontefice, Ugo Boncompagni, nato e cresciuto nel palazzo di famiglia, Palazzo Boncompagni, che apre ai visitatori accogliendo le opere di Michelangelo Pistoletto, uno dei massimi artisti contemporanei.

Pistoletto, biellese di nascita, torna a Bologna con la personale Gregorio XIII e Michelangelo Pistoletto – dal rinascimento alla rinascita, una mostra che sigla lo straordinario ‘incontro’ fra due uomini che, in tempi e vesti diverse, hanno affrontato, riflettuto e praticato temi portanti per l’umanità. E’ così che i cinque secoli che li separano, si annullano al cospetto delle opere di Pistoletto, in stretto dialogo con gli affreschi e le magnifiche stanze di un luogo che fu punto di incontro, fucina di idee e di risoluzioni.
Cambiamento’ è la parola chiave per comprendere questa mostra, che mette in collegamento due figure così distanti tra loro, nel tempo e nello spazio, che nutrono, però, una ferma convinzione nel concetto di ‘innovazione’.

Il calendario gregoriano prende il nome proprio dal Pontefice Ugo Boncompagni, il ‘Papa del cambiamento’, infatti, Gregorio XIII, naturalista e difensore della natura, non smise mai di studiare e di confrontarsi con gli uomini di scienza, cosa che fece anche in quell’occasione chiamando a raccolta giuristi, teologi e matematici, per risolvere il problema del tempo e lavorare al nuovo calendario.
Il percorso di Michelangelo Pistoletto racconta di un artista che ha scelto di andare incontro al mondo, e di confondersi con lui, per comprenderne, dividerne, assorbirne drammi, dolori, fratture, incongruenze e, attraverso l’arte e con l’arte, trovare le possibili soluzioni.
È, infatti, l’arte che da sempre nella storia dell’uomo attraversa e illumina il buio dell’ignoto, portando nel tempo alla luce tutto ciò che il pensiero umano può raggiungere.

La mostra  Gregorio XIII e Michelangelo Pistoletto – dal rinascimento alla rinascita <sta fra la terra e il cielo>.  Il cielo è rappresentato dai magnifici affreschi che decorano il soffitto delle stanze papali, la terra è rappresentata dalle 11 opere che le medesime stanze ospitano, insieme in un continuo dialogo che racconta chi siamo stati e cosa siamo adesso e il nostro ancestrale rapporto con la Natura, con la Politica, con la Scienza e con l’Assoluto.
In ottemperanza alle norme attualmente in vigore per il contenimento dell’epidemia da Sars-Cov2 (Covid 19), l’ingresso risulterà contingentato e sarà consentito ad un massimo di n°15 persone di accedere.

 

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431082 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_431083" align="alignleft" width="300"] Roberto Catanzaro[/caption] Nexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®. «La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail». Grazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service. I merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.   «Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato». [post_title] => Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni [post_date] => 2022-09-26T11:11:49+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664190709000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430970 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Wizz Air torna a investire in Italia posizionando altri due Airbus A321neo alle base di Roma Fiumicino e uno a Milano Malpensa. In parallelo vengono lanciate 12 nuove rotte dall'Italia, oltre all'aggiunta di frequenze su 5 rotte già operative da Roma e su 3 già operative da Malpensa. In tal mondo salgono a 65 le rotte da Roma Fiumicino e a 43 quelle da Milano Malpensa. Su Roma saranno quindi operativi 7 aeromobili e altrettante sono le nuove rotte, verso Barcellona, Göteborg, Malaga, Parigi Orly, Porto, Siviglia e Valencia. Aumentano poi le frequenze da Roma Fiumicino per Eindhoven, Hurghada, Parigi Orly, Tel Aviv e Yerevan. Milano conta 5 nuove rotte verso Cardiff, Gedda, Yerevan, Marsa Alam e Riyadh -  a partire da ottobre 2022 -; salgono poi le frequenze sulle rotte che collegano l'aeroporto Malpensa con le città di Tel Aviv, Catania e Atene. "Con questa crescita, Wizz Air diventa la terza compagnia aerea italiana, dimostrando il nostro impegno verso l'Italia e aumentando la nostra presenza sul mercato - ha dichiarato Robert Carey, presidente di Wizz Air -. L'assegnazione di questi tre aeromobili aggiuntivi a Roma Fiumicino e Milano Malpensa ci permette di espanderci dalla piattaforma della nostra forte offerta sul mercato domestico, offrendo opportunità di viaggio verso 12 nuove destinazioni da Roma e Milano". In parallelo la low cost ha annunciato la chiusura della base di Palermo, dal prossimo 3 novembre. L'aeromobile sarà reimpiegato per supportare gli aumenti a Roma e Milano. Wizz Air continuerà a volare verso Palermo: i collegamenti giornalieri da Malpensa e Venezia verso Palermo proseguiranno mentre quelli da Torino e Bologna cesseranno, "ma rappresentano solo il 4% della programmazione nazionale italiana di Wizz Air". I servizi da Torino e Bologna sono confermati invece su Catania, dove la compagnia è presente con 3 aeromobili basati. [post_title] => Wizz Air posiziona nuovi velivoli a Roma e Milano, e chiude la base di Palermo [post_date] => 2022-09-23T09:00:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663923601000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430935 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A pochi mesi dall'acquisizione di Robintur da parte di Gattinoni, lo storico network con sede a Bologna perde qualche pezzo della propria rete agenziale. Da anni proficuamente impegnato in Via Con Noi, Robintur, oggi appunto controllata al 100% dal gruppo Gattinoni, ha infatti dismesso ogni partecipazione dal network meridionale, cedendo il pacchetto di maggioranza ad Alma Re, la società facente riferimento ai soci fondatori della società campana. "Il turismo è la nostra vita e il nostro futuro: favorire una direzione localizzata sul territorio vicina al cuore delle attività del network è l’unico modo per assicurare una concreta prospettiva di crescita alle agenzie", spiega l'amministratore delegato di Via Con Noi, Giuseppe Ambrosino. "Il cambiamento della proprietà di Robintur Travel Group ha determinato una differenziazione nelle strategie e nelle sinergie che erano alla base della collaborazione - prosegue la nota ufficiale del network campano -. Il nuovo board di Via Con Noi, e in particolare i promotori storici della iniziativa, Ambrosino, Marzano e Cinque, ringraziano Robintur Travel Group e tutto il suo staff per l’efficace e leale collaborazione assicurata in questi 16 anni, riaffermando con rinnovata energia il pensiero strategico di fare rete, coltivare integrazione e consolidare condivisione, attraverso un network sempre più esteso e performante". Ipotesi di nuove partnership In tal senso Ambrosino conferma che «potranno essere valutate nuove partnership con primari operatori del settore, in grado di assicurare continuità di pensiero e azione rispetto alla nostre strategie di sviluppo, accogliendo ogni istanza proveniente dalle agenzie aderenti e/o affiliate, alle quali sarà assicurata la continuità di servizio e i consueti standard di qualità». La notizia è stata successivamente confermata anche dal gruppo Gattinoni, che in una sua nota ufficiale tiene a far sapere come "l’acquisizione di Robintur Travel Group da parte del gruppo Gattinoni, conclusa nel giugno scorso, non prevede a oggi, nessun’altra variazione in merito alle società coinvolte nell’operazione".   [post_title] => Il network Via con Noi esce da Robintur e passa ai soci campani di Alma Re [post_date] => 2022-09-22T11:31:07+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663846267000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430888 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Scoprire Mauritius attraverso l’arte gourmet di grandi chef stellati. La promozione dell’isola passa anche attraverso la gastronomia e così profumi e sapori approdano a Milano per la settimana “Mauritius Gourmet Week” presso l’hub di Identità Golose, dal 21 al 24 settembre. A fare gli onori di casa Claudio Cerroni, cofondatore di Identità Golose, “la casa degli chef”. “Esportare e dare un assaggio di Mauritius anche senza viaggiare” ed è così che nasce la Gourmet Week a Milano con lo chef pluripremiato Moorongun Coopen, chef executive dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa direttamente da Mauritius, per creare un mix di cucina tra mauriziano e mediterraneo. Un evento organizzato da Beachcomber Resort & Spa, Turisanda, l’Ente di promozione turistica mauriziana ed Air Mauritius. Per le serate saranno presenti anche due chef italiani Luca Marchini,  del ristorante L’Erba del Re, stella Michelin, e Antonella Ricci del Fornello da Ricci, entrambi molto legati all’isola. La partecipazione del gruppo Gruppo Alpitour per l’area tour operating con Turisanda, sinonimo di esperienza è il brand italiano più longevo del settore, dall’esperienza storica, garanzia di professionalità soprattutto nel luxury e nei luoghi da sogno. Inoltre voli diretti settimanali di Neos collegheranno l’isola una volta alla settimana dal 20 dicembre con il Dreamliner 787. La presenza di Beachcomber conferma l’attenzione del brand riservata da sempre alla qualità e alla varietà in cucina, per un servizio impeccabile in ogni suo ristorante attraverso scuola di formazione, eventi gourmet e collaborazioni con chef stellati da tutto il mondo. “La Gourmet Week porta alla luce la ricca varietà di esperienze che Mauritius ha da offrire e la sua ricca cultura gastronomica incrocio di varie culture. Ciò che colpisce dell’isola di Mauritius è anche l’ospitalià e il calore delle persone - afferma Mia Hezi, account director Mtpa – che dà la sensazione di essere a casa: cibo e calore, un matrimonio perfetto”. La collaborazione con partner di alto livello chiude il cerchio con Air Mauritius. La compagnia aerea, rappresentata nel nostro Paese da Apg Italy, vanta una certificazione a 4 stelle dall’agenzia di rating Skytrax, con velivoli di nuova generazione, 2 Airbus 330-900Neo, 2 Airbus 350-900Xwb e 3 Atr 72-500. Collega l’Italia sia da Parigi in code-share con Air France con 10 voli alla settimana e da Londra con 3 voli settimanali. Il servizio di bordo prevede due classi, la business e l’economica. In arrivo altre due nuovi aeromobili in quanto la domanda di viaggio ha superato i livelli del 2019.   [post_title] => La 'Mauritius Gourmet Week' è di scena a Milano, all'Hub di Identità Golose [post_date] => 2022-09-21T15:28:46+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663774126000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430737 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Emirates proietta i propri passeggeri direttamente nel futuro con la più recente iniziativa che prevede, per i viaggiatori che hanno in programma un viaggio a Dubai tra il 22 settembre e l'8 dicembre 2022, un biglietto gratuito per visitare il Museo del Futuro. La promozione è valida per tutti i biglietti per Dubai acquistati utilizzando il codice MFUTURE fino al prossimo 2 ottobre, attraverso tutti i canali di vendita della compagnia aerea, in qualsiasi classe. Attualmente il vettore ha riavviato le operazioni verso più di 130 destinazioni in sei continenti e  opera 32 voli da quattro aeroporti in Italia - Milano, Roma, Bologna e Venezia - verso Dubai. Il biglietto omaggio per il Museo del Futuro dà diritto a un ingresso durante gli orari di apertura del museo e deve essere prenotato su museumofthefuture.ae con un codice di riscatto inviato da Emirates prima della visita prevista e utilizzato entro il 15 dicembre 2022. All'interno di un incredibile edificio, definito uno dei più belli del mondo, sarà possibile esplorare il futuro a 50 anni da oggi in un'esperienza incredibilmente coinvolgente e sensoriale: volare nello spazio, esplorare le meraviglie della natura e avvicinarsi alla tecnologia che cambierà il nostro modo di vivere. [post_title] => Emirates: biglietto omaggio per il Museo del Futuro volando a Dubai fino all'8 dicembre [post_date] => 2022-09-20T10:40:00+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663670400000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430357 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lufthansa trova finalmente la quadra sulla vertenza sindacale aperta con i piloti della Vereinigung Cockpit. Ecco quindi la tregua sugli scioperi, garantita fino alla metà del 2023: in cambio i sindacati hanno ottenuto un aumento di stipendio per i piloti del vettore e Lufthansa Cargo, che prevede per gli equipaggi della cabina di pilotaggio un aumento della paga mensile di base di 490 euro ciascuno in due fasi (per un totale di 980 euro), con effetto retroattivo dal 1 agosto 2022 e dal 1 aprile 2023. La società e il sindacato, come spiega in un comunicato della compagnia, continueranno il loro scambio su vari argomenti fino al 30 giugno 2023, concordando di mantenere la riservatezza su ulteriori argomenti e colloqui. «L'aumento del salario di base con importi di base uniformi porta all'auspicato aumento proporzionale dei salari d'ingresso - ha dichiarato Michael Niggemann, chief human resources officer and labor director di Lufthansa -. Ora vogliamo utilizzare i prossimi mesi in un dialogo fiducioso con Vereinigung Cockpit per trovare e implementare soluzioni sostenibili. L'obiettivo comune è continuare a offrire ai nostri piloti posti di lavoro attrattivi e sicuri, con prospettive future di ulteriore sviluppo" [post_title] => Lufthansa, è tregua con i piloti: basta scioperi fino a metà 2023 [post_date] => 2022-09-13T10:05:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663063559000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430170 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_430171" align="alignleft" width="300"] Nicola Romanelli[/caption] Sarà New York a ospitare il 28 settembre la prossima tappa internazionale di Travel Hashtag, l’evento-conferenza itinerante nato nel 2019 per approfondire gli scenari che si delineeranno nel prossimo futuro relativamente all’industria del turismo. Dopo Abu Dhabi, Londra e Dubai, a fine settembre sarà quindi il turno della Grande mela. Agenti di viaggi, tour operator e giornalisti travel newyorkesi si ritroveranno presso il The Michelangelo a Manhattan per condividere i trend della scena incoming Italia. #unmissableitaly è perciò l’hashtag scelto per questa settima edizione, che includerà una conferenza dal titolo Italy beyond the usual tourist spots e che coinvolgerà relatori d’eccezione provenienti anche dalla Penisola, tra cui Giorgio Palmucci (consigliere del ministro del Turismo), Francesco Brazzini (marketing manager Enit Usa & Mexico), Antonio Nicoletti (direttore generale Apt Basilicata), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Daniele Rutigliano (director of tourism & business development di Scalo Milano Outlet & More), oltre a Pierfrancesco Carino e Roberto Cuesta (rispettivamente vice president international sales e country manager Usa & Canada di Ita Airways, official carrier della settima edizione di Travel Hashtag). "Siamo davvero grati nei confronti di Enit e Ita Airways per l’opportunità di condividere il debutto del nostro evento di networking negli Usa – spiega Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag –. Soprattutto in un momento di incertezza geopolitica come questo, è importante che il mondo del turismo abbia occasioni di incontro a tema che possano favorire concretamente lo sviluppo di relazioni strategiche e nuove opportunità di business”. “Condividere riflessioni e proposte sulle aspettative e i comportamenti dei viaggiatori conduce verso nuovi traguardi in una dimensione accrescitiva della frequentazione turistica  in termini sia numerici, sia qualitativi - aggiunge l'amministratore delegato Enit, Roberta Garibaldi -. Percorsi di sviluppo turistico differenti e differenziati richiedono format come quello di Travel Hashtag per implementare le connessioni di valore tra i principali decision-maker del comparto turistico a livello globale e locale. Abbiamo davanti a noi l’opportunità di grandi eventi già in agenda per attivare collaborazioni sempre più performanti”. [post_title] => Travel Hashtag sbarca a New York il prossimo 28 settembre [post_date] => 2022-09-08T14:45:19+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662648319000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429985 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un primo semestre all'insegna della crescita per l'aeroporto di Bologna. Il Marconi ha infatti centrato un utile netto di 25,3 milioni di euro (inclusi 4,2 milioni al netto del Fondo di compensazione danni Covid), rispetto al negativo di 9,7 milioni del 2021 e all'utile di 9,4 milioni del 2019 (pre-pandemia).ù I ricavi consolidati hanno raggiunto quota 67,4 milioni di euro, in aumento del 277,1% rispetto al 2021 e del 14,4% rispetto al 2019. Al netto del Fondo di compensazione danni Covid di 21,1 milioni, i ricavi del semestre ammontano a 46,3 milioni di euro. L'Ebitda è pari a 33,4 milioni di euro (12,3 milioni al netto del Fondo di compensazione danni Covid) e si confronta con un Ebitda negativo per 6,8 milioni nel 2021 e positivo per 20,5 milioni nel 2019. I primi sei mesi dell'anno hanno riportato una forte ripresa del traffico aereo, grazie alla progressiva rimozione di tutte le misure di contenimento della pandemia. A luglio e agosto il traffico passeggeri è risultato in crescita rispettivamente del 3,6% e del 4,6% rispetto al 2019. Continua a crescere il traffico cargo: +10,8% rispetto al primo semestre 2021 e +6,0% rispetto allo stesso periodo del 2019 [post_title] => Il Marconi di Bologna centra un primo semestre di crescita: utili per 25,3 milioni di euro [post_date] => 2022-09-06T09:45:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662457543000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429847 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Arabia Saudita semplifica ulteriormente l'iter per l'ottenimento del visto turistico: le nuove norme, come spiegato dal Ministero del Turismo, consentono ai residenti nei Paesi del Golfo (Ccg) di richiedere il visto turistico online, mentre i residenti di Unione europea, Regno Unito e Stati Uniti possono ottenerlo direttamente all'arrivo. "Migliorare l'esperienza dei visitatori è al centro del settore turistico - ha commentato il ministro Ahmed Al Khateeb -. L'Arabia Saudita sta accogliendo sempre più visitatori da ogni angolo del mondo sfruttando l'innovazione digitale per semplificare il viaggio di coloro che desiderano visitare il Regno. Si tratta di un passo importante per lo sviluppo di un settore turistico sostenibile, resiliente e competitivo. Il turismo può creare un ponte tra le varie culture e connettere le comunità di tutto il mondo". Secondo i dati resi noti dal ministero, dal lancio del sistema di visti elettronici nel 2019 sono stati emessi 1 milione di visti. Il piano di sviluppo del Paese, Vision 2030, punta grazie a una serie di investimenti ad accogliere 100 milioni di visitatori locali e internazionali all'anno. La Vision mira anche a trasformare quello che finora è stato un Paese dipendente dal petrolio in una realtà economica equilibrata, in cui l'industria turistica possa diventare il secondo contributore al Pil dopo il greggio. In questa direzione sono proiettati progetti come il Red Sea Project, Diriyah Gate, Amaala, Neom con l'ambizione di posizionarsi tra le principali destinazioni turistiche del pianeta, non solo in termini di quantità di ristoranti e hotel di alto livello, ma anche in termini di sostenibilità. [post_title] => L'Arabia Saudita semplifica la procedura per il rilascio dei visti turistici [post_date] => 2022-09-02T10:39:24+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1662115164000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "un week end bologna fra papa gregorio xiii michelangelo pistoletto" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":97,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":400,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431082","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_431083\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Roberto Catanzaro[/caption]\r\n\r\nNexi e Global Blue hanno stretto una partnership strategica finalizzata all'integrazione delle soluzioni di pagamento di Nexi con le piattaforme PMS (Property Management System) e i Point of Sale di Oracle. L’accordo consolida in modo significativo la collaborazione di lungo termine tra i due player e segue quello relativo al servizio DCC (Dynamic Currency Conversion) che - grazie allo status di Global Blue di Payment System Integrator Gold-level certificato Oracle® - consente agli esercenti dei 25 Paesi in cui opera Nexi di accettare pagamenti attraverso la suite di prodotti Oracle®.\r\n\r\n«La partnership strategica con Global Blue rafforza ulteriormente le nostre capacità di offrire a commercianti e aziende la migliore combinazione di scala europea e vicinanza al cliente - afferma Roberto Catanzaro, group chief strategy & transformation officer di Nexi - Estenderemo le nostre soluzioni di accettazione omnicanale e continueremo a fornire proposte che consentano nuove esperienze utente per i consumatori e nuove opportunità di business per i commercianti, con un focus specifico sui verticali dell'hotellerie, dell'ospitalità e del retail».\r\n\r\nGrazie alla semplificazione dei processi operativi e alla riduzione del carico di lavoro del personale addetto a Front Desk e Back Office, questa integrazione offre vantaggi significativi ai retailers che utilizzano le piattaforme Oracle OPERA Cloud Property Management, Simphony Point of Sale and Oracle Retail XStore Point-of-Service.\r\n\r\nI merchant, infatti, possono beneficiare di un’esperienza omnicanale davvero fluida, traendo un vantaggio concreto dal connubio tra la scala europea e la profonda competenza a livello locale di Nexi, mentre per i consumatori l'esperienza di acquisto diventa più semplice, più veloce e più sicura, nel rispetto dei più elevati standard di sicurezza e della Tokenizzazione end-to-end per l'archiviazione sicura dei dati delle carte.  \r\n\r\n«Attraverso questa collaborazione, Global Blue si conferma partner leader nel settore tecnologico e dei pagamenti e consente a chi opera nell’ambito dell’hospitality, della ristorazione e del commercio al dettaglio di disporre di uno strumento gestionale integrato e omnicanale per un’esperienza di acquisto ancora più fluida” - ha detto Damian Cecchi, svp added value payment solutions – “In qualità di fornitore di questa soluzione innovativa, possiamo e intendiamo continuare ad essere il punto di riferimento di tutti i nostri acquirer e partner che vedono le nostre competenze come necessarie per poter migliorare le proprie performance sul mercato».","post_title":"Nexi e Global Blue: partnership strategica per integrare le soluzioni","post_date":"2022-09-26T11:11:49+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1664190709000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430970","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Wizz Air torna a investire in Italia posizionando altri due Airbus A321neo alle base di Roma Fiumicino e uno a Milano Malpensa. In parallelo vengono lanciate 12 nuove rotte dall'Italia, oltre all'aggiunta di frequenze su 5 rotte già operative da Roma e su 3 già operative da Malpensa. In tal mondo salgono a 65 le rotte da Roma Fiumicino e a 43 quelle da Milano Malpensa.\r\n\r\nSu Roma saranno quindi operativi 7 aeromobili e altrettante sono le nuove rotte, verso Barcellona, Göteborg, Malaga, Parigi Orly, Porto, Siviglia e Valencia. Aumentano poi le frequenze da Roma Fiumicino per Eindhoven, Hurghada, Parigi Orly, Tel Aviv e Yerevan. Milano conta 5 nuove rotte verso Cardiff, Gedda, Yerevan, Marsa Alam e Riyadh -  a partire da ottobre 2022 -; salgono poi le frequenze sulle rotte che collegano l'aeroporto Malpensa con le città di Tel Aviv, Catania e Atene.\r\n\r\n\"Con questa crescita, Wizz Air diventa la terza compagnia aerea italiana, dimostrando il nostro impegno verso l'Italia e aumentando la nostra presenza sul mercato - ha dichiarato Robert Carey, presidente di Wizz Air -. L'assegnazione di questi tre aeromobili aggiuntivi a Roma Fiumicino e Milano Malpensa ci permette di espanderci dalla piattaforma della nostra forte offerta sul mercato domestico, offrendo opportunità di viaggio verso 12 nuove destinazioni da Roma e Milano\".\r\n\r\nIn parallelo la low cost ha annunciato la chiusura della base di Palermo, dal prossimo 3 novembre. L'aeromobile sarà reimpiegato per supportare gli aumenti a Roma e Milano. Wizz Air continuerà a volare verso Palermo: i collegamenti giornalieri da Malpensa e Venezia verso Palermo proseguiranno mentre quelli da Torino e Bologna cesseranno, \"ma rappresentano solo il 4% della programmazione nazionale italiana di Wizz Air\". I servizi da Torino e Bologna sono confermati invece su Catania, dove la compagnia è presente con 3 aeromobili basati.","post_title":"Wizz Air posiziona nuovi velivoli a Roma e Milano, e chiude la base di Palermo","post_date":"2022-09-23T09:00:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663923601000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430935","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A pochi mesi dall'acquisizione di Robintur da parte di Gattinoni, lo storico network con sede a Bologna perde qualche pezzo della propria rete agenziale. Da anni proficuamente impegnato in Via Con Noi, Robintur, oggi appunto controllata al 100% dal gruppo Gattinoni, ha infatti dismesso ogni partecipazione dal network meridionale, cedendo il pacchetto di maggioranza ad Alma Re, la società facente riferimento ai soci fondatori della società campana.\r\n\r\n\"Il turismo è la nostra vita e il nostro futuro: favorire una direzione localizzata sul territorio vicina al cuore delle attività del network è l’unico modo per assicurare una concreta prospettiva di crescita alle agenzie\", spiega l'amministratore delegato di Via Con Noi, Giuseppe Ambrosino.\r\n\r\n\"Il cambiamento della proprietà di Robintur Travel Group ha determinato una differenziazione nelle strategie e nelle sinergie che erano alla base della collaborazione - prosegue la nota ufficiale del network campano -. Il nuovo board di Via Con Noi, e in particolare i promotori storici della iniziativa, Ambrosino, Marzano e Cinque, ringraziano Robintur Travel Group e tutto il suo staff per l’efficace e leale collaborazione assicurata in questi 16 anni, riaffermando con rinnovata energia il pensiero strategico di fare rete, coltivare integrazione e consolidare condivisione, attraverso un network sempre più esteso e performante\".\r\nIpotesi di nuove partnership\r\nIn tal senso Ambrosino conferma che «potranno essere valutate nuove partnership con primari operatori del settore, in grado di assicurare continuità di pensiero e azione rispetto alla nostre strategie di sviluppo, accogliendo ogni istanza proveniente dalle agenzie aderenti e/o affiliate, alle quali sarà assicurata la continuità di servizio e i consueti standard di qualità».\r\n\r\nLa notizia è stata successivamente confermata anche dal gruppo Gattinoni, che in una sua nota ufficiale tiene a far sapere come \"l’acquisizione di Robintur Travel Group da parte del gruppo Gattinoni, conclusa nel giugno scorso, non prevede a oggi, nessun’altra variazione in merito alle società coinvolte nell’operazione\".\r\n\r\n ","post_title":"Il network Via con Noi esce da Robintur e passa ai soci campani di Alma Re","post_date":"2022-09-22T11:31:07+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1663846267000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430888","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Scoprire Mauritius attraverso l’arte gourmet di grandi chef stellati. La promozione dell’isola passa anche attraverso la gastronomia e così profumi e sapori approdano a Milano per la settimana “Mauritius Gourmet Week” presso l’hub di Identità Golose, dal 21 al 24 settembre. A fare gli onori di casa Claudio Cerroni, cofondatore di Identità Golose, “la casa degli chef”.\r\n\r\n“Esportare e dare un assaggio di Mauritius anche senza viaggiare” ed è così che nasce la Gourmet Week a Milano con lo chef pluripremiato Moorongun Coopen, chef executive dello Shandrani Beachcomber Resort & Spa direttamente da Mauritius, per creare un mix di cucina tra mauriziano e mediterraneo. Un evento organizzato da Beachcomber Resort & Spa, Turisanda, l’Ente di promozione turistica mauriziana ed Air Mauritius. Per le serate saranno presenti anche due chef italiani Luca Marchini,  del ristorante L’Erba del Re, stella Michelin, e Antonella Ricci del Fornello da Ricci, entrambi molto legati all’isola.\r\n\r\nLa partecipazione del gruppo Gruppo Alpitour per l’area tour operating con Turisanda, sinonimo di esperienza è il brand italiano più longevo del settore, dall’esperienza storica, garanzia di professionalità soprattutto nel luxury e nei luoghi da sogno. Inoltre voli diretti settimanali di Neos collegheranno l’isola una volta alla settimana dal 20 dicembre con il Dreamliner 787.\r\n\r\nLa presenza di Beachcomber conferma l’attenzione del brand riservata da sempre alla qualità e alla varietà in cucina, per un servizio impeccabile in ogni suo ristorante attraverso scuola di formazione, eventi gourmet e collaborazioni con chef stellati da tutto il mondo.\r\n\r\n“La Gourmet Week porta alla luce la ricca varietà di esperienze che Mauritius ha da offrire e la sua ricca cultura gastronomica incrocio di varie culture. Ciò che colpisce dell’isola di Mauritius è anche l’ospitalià e il calore delle persone - afferma Mia Hezi, account director Mtpa – che dà la sensazione di essere a casa: cibo e calore, un matrimonio perfetto”.\r\n\r\nLa collaborazione con partner di alto livello chiude il cerchio con Air Mauritius. La compagnia aerea, rappresentata nel nostro Paese da Apg Italy, vanta una certificazione a 4 stelle dall’agenzia di rating Skytrax, con velivoli di nuova generazione, 2 Airbus 330-900Neo, 2 Airbus 350-900Xwb e 3 Atr 72-500. Collega l’Italia sia da Parigi in code-share con Air France con 10 voli alla settimana e da Londra con 3 voli settimanali. Il servizio di bordo prevede due classi, la business e l’economica. In arrivo altre due nuovi aeromobili in quanto la domanda di viaggio ha superato i livelli del 2019.  ","post_title":"La 'Mauritius Gourmet Week' è di scena a Milano, all'Hub di Identità Golose","post_date":"2022-09-21T15:28:46+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1663774126000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430737","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Emirates proietta i propri passeggeri direttamente nel futuro con la più recente iniziativa che prevede, per i viaggiatori che hanno in programma un viaggio a Dubai tra il 22 settembre e l'8 dicembre 2022, un biglietto gratuito per visitare il Museo del Futuro.\r\n\r\nLa promozione è valida per tutti i biglietti per Dubai acquistati utilizzando il codice MFUTURE fino al prossimo 2 ottobre, attraverso tutti i canali di vendita della compagnia aerea, in qualsiasi classe. Attualmente il vettore ha riavviato le operazioni verso più di 130 destinazioni in sei continenti e  opera 32 voli da quattro aeroporti in Italia - Milano, Roma, Bologna e Venezia - verso Dubai.\r\n\r\nIl biglietto omaggio per il Museo del Futuro dà diritto a un ingresso durante gli orari di apertura del museo e deve essere prenotato su museumofthefuture.ae con un codice di riscatto inviato da Emirates prima della visita prevista e utilizzato entro il 15 dicembre 2022.\r\n\r\nAll'interno di un incredibile edificio, definito uno dei più belli del mondo, sarà possibile esplorare il futuro a 50 anni da oggi in un'esperienza incredibilmente coinvolgente e sensoriale: volare nello spazio, esplorare le meraviglie della natura e avvicinarsi alla tecnologia che cambierà il nostro modo di vivere.","post_title":"Emirates: biglietto omaggio per il Museo del Futuro volando a Dubai fino all'8 dicembre","post_date":"2022-09-20T10:40:00+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663670400000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430357","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lufthansa trova finalmente la quadra sulla vertenza sindacale aperta con i piloti della Vereinigung Cockpit. Ecco quindi la tregua sugli scioperi, garantita fino alla metà del 2023: in cambio i sindacati hanno ottenuto un aumento di stipendio per i piloti del vettore e Lufthansa Cargo, che prevede per gli equipaggi della cabina di pilotaggio un aumento della paga mensile di base di 490 euro ciascuno in due fasi (per un totale di 980 euro), con effetto retroattivo dal 1 agosto 2022 e dal 1 aprile 2023.\r\n\r\nLa società e il sindacato, come spiega in un comunicato della compagnia, continueranno il loro scambio su vari argomenti fino al 30 giugno 2023, concordando di mantenere la riservatezza su ulteriori argomenti e colloqui.\r\n\r\n«L'aumento del salario di base con importi di base uniformi porta all'auspicato aumento proporzionale dei salari d'ingresso - ha dichiarato Michael Niggemann, chief human resources officer and labor director di Lufthansa -. Ora vogliamo utilizzare i prossimi mesi in un dialogo fiducioso con Vereinigung Cockpit per trovare e implementare soluzioni sostenibili. L'obiettivo comune è continuare a offrire ai nostri piloti posti di lavoro attrattivi e sicuri, con prospettive future di ulteriore sviluppo\"","post_title":"Lufthansa, è tregua con i piloti: basta scioperi fino a metà 2023","post_date":"2022-09-13T10:05:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1663063559000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430170","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_430171\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Nicola Romanelli[/caption]\r\n\r\nSarà New York a ospitare il 28 settembre la prossima tappa internazionale di Travel Hashtag, l’evento-conferenza itinerante nato nel 2019 per approfondire gli scenari che si delineeranno nel prossimo futuro relativamente all’industria del turismo. Dopo Abu Dhabi, Londra e Dubai, a fine settembre sarà quindi il turno della Grande mela. Agenti di viaggi, tour operator e giornalisti travel newyorkesi si ritroveranno presso il The Michelangelo a Manhattan per condividere i trend della scena incoming Italia.\r\n\r\n#unmissableitaly è perciò l’hashtag scelto per questa settima edizione, che includerà una conferenza dal titolo Italy beyond the usual tourist spots e che coinvolgerà relatori d’eccezione provenienti anche dalla Penisola, tra cui Giorgio Palmucci (consigliere del ministro del Turismo), Francesco Brazzini (marketing manager Enit Usa & Mexico), Antonio Nicoletti (direttore generale Apt Basilicata), Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), Daniele Rutigliano (director of tourism & business development di Scalo Milano Outlet & More), oltre a Pierfrancesco Carino e Roberto Cuesta (rispettivamente vice president international sales e country manager Usa & Canada di Ita Airways, official carrier della settima edizione di Travel Hashtag).\r\n\r\n\"Siamo davvero grati nei confronti di Enit e Ita Airways per l’opportunità di condividere il debutto del nostro evento di networking negli Usa – spiega Nicola Romanelli, fondatore e presidente di Travel Hashtag –. Soprattutto in un momento di incertezza geopolitica come questo, è importante che il mondo del turismo abbia occasioni di incontro a tema che possano favorire concretamente lo sviluppo di relazioni strategiche e nuove opportunità di business”.\r\n\r\n“Condividere riflessioni e proposte sulle aspettative e i comportamenti dei viaggiatori conduce verso nuovi traguardi in una dimensione accrescitiva della frequentazione turistica  in termini sia numerici, sia qualitativi - aggiunge l'amministratore delegato Enit, Roberta Garibaldi -. Percorsi di sviluppo turistico differenti e differenziati richiedono format come quello di Travel Hashtag per implementare le connessioni di valore tra i principali decision-maker del comparto turistico a livello globale e locale. Abbiamo davanti a noi l’opportunità di grandi eventi già in agenda per attivare collaborazioni sempre più performanti”.","post_title":"Travel Hashtag sbarca a New York il prossimo 28 settembre","post_date":"2022-09-08T14:45:19+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1662648319000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429985","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un primo semestre all'insegna della crescita per l'aeroporto di Bologna. Il Marconi ha infatti centrato un utile netto di 25,3 milioni di euro (inclusi 4,2 milioni al netto del Fondo di compensazione danni Covid), rispetto al negativo di 9,7 milioni del 2021 e all'utile di 9,4 milioni del 2019 (pre-pandemia).ù\r\n\r\nI ricavi consolidati hanno raggiunto quota 67,4 milioni di euro, in aumento del 277,1% rispetto al 2021 e del 14,4% rispetto al 2019. Al netto del Fondo di compensazione danni Covid di 21,1 milioni, i ricavi del semestre ammontano a 46,3 milioni di euro. L'Ebitda è pari a 33,4 milioni di euro (12,3 milioni al netto del Fondo di compensazione danni Covid) e si confronta con un Ebitda negativo per 6,8 milioni nel 2021 e positivo per 20,5 milioni nel 2019.\r\n\r\nI primi sei mesi dell'anno hanno riportato una forte ripresa del traffico aereo, grazie alla progressiva rimozione di tutte le misure di contenimento della pandemia. A luglio e agosto il traffico passeggeri è risultato in crescita rispettivamente del 3,6% e del 4,6% rispetto al 2019. Continua a crescere il traffico cargo: +10,8% rispetto al primo semestre 2021 e +6,0% rispetto allo stesso periodo del 2019","post_title":"Il Marconi di Bologna centra un primo semestre di crescita: utili per 25,3 milioni di euro","post_date":"2022-09-06T09:45:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1662457543000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429847","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Arabia Saudita semplifica ulteriormente l'iter per l'ottenimento del visto turistico: le nuove norme, come spiegato dal Ministero del Turismo, consentono ai residenti nei Paesi del Golfo (Ccg) di richiedere il visto turistico online, mentre i residenti di Unione europea, Regno Unito e Stati Uniti possono ottenerlo direttamente all'arrivo.\r\n\r\n\"Migliorare l'esperienza dei visitatori è al centro del settore turistico - ha commentato il ministro Ahmed Al Khateeb -. L'Arabia Saudita sta accogliendo sempre più visitatori da ogni angolo del mondo sfruttando l'innovazione digitale per semplificare il viaggio di coloro che desiderano visitare il Regno. Si tratta di un passo importante per lo sviluppo di un settore turistico sostenibile, resiliente e competitivo. Il turismo può creare un ponte tra le varie culture e connettere le comunità di tutto il mondo\".\r\n\r\nSecondo i dati resi noti dal ministero, dal lancio del sistema di visti elettronici nel 2019 sono stati emessi 1 milione di visti.\r\n\r\nIl piano di sviluppo del Paese, Vision 2030, punta grazie a una serie di investimenti ad accogliere 100 milioni di visitatori locali e internazionali all'anno. La Vision mira anche a trasformare quello che finora è stato un Paese dipendente dal petrolio in una realtà economica equilibrata, in cui l'industria turistica possa diventare il secondo contributore al Pil dopo il greggio.\r\n\r\nIn questa direzione sono proiettati progetti come il Red Sea Project, Diriyah Gate, Amaala, Neom con l'ambizione di posizionarsi tra le principali destinazioni turistiche del pianeta, non solo in termini di quantità di ristoranti e hotel di alto livello, ma anche in termini di sostenibilità.","post_title":"L'Arabia Saudita semplifica la procedura per il rilascio dei visti turistici","post_date":"2022-09-02T10:39:24+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1662115164000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti