25 July 2024

Castello di Padernello, al via le visite guidate della torre

[ 0 ]

Il mastio del maniero quattrocentesco della Bassa Bresciana apre al pubblico per visite guidate straordinarie il 16 marzo, il 13 aprile, il 18 maggio e il 15 giugno 2019. È stato riaperto al pubblico per la prima volta lo scorso anno il mastio, tornato agli splendori dopo un importante restauro nel 2006 ed un progetto pubblico-privato di rigenerazione sociale del luogo. Il mastio, la torre più alta del Castello, da cui ammirare il paesaggio offerto dal borgo agricolo di Padernello e dalla campagna, non era visitabile fino al 2018, quando grazie a nuovi interventi è stato possibile aprirlo al pubblico. In alcuni giorni del nuovo anno, il 16 marzo, il 13 aprile, il 18 maggio e il 15 giugno 2019, la misteriosa torre antica sarà di nuovo al centro di speciali visite guidate. Si potranno così salire le scalette in legno che conducono alla cima, scoprire le storie che animavano questo luogo fin Medioevo, calpestare gli spazi di questa torre in cui gli abitanti del maniero si rifugiavano quando il resto del castello era considerato poco sicuro, e godersi il panorama della bassa bresciana a un punto di vista inedito. Un percorso speciale in uno degli ambienti poco noti del Castello di Padernello, al termine del quale si passeggerà tra le sue stanze che lasciano rivivere uno scorcio di storia dal ‘400 fino alle epoche più recenti. Il percorso si svolge dalle 15.00 alle 16.00 e dalle 16.00 alle 17.00 al costo di 8 euro, con possibilità di pranzare in uno dei 4 ristoranti del borgo di Padernello. L’iniziativa è realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo nell’ambito del Bando Cultura Sostenibile. La prenotazione è obbligatoria.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472032 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nei weekend dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese. “Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste. Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. Inoltre, speciali visite ed eventi dedicati alle mode e tradizioni della Cina, dallo stile dell’oggettistica e arredo nelle ville di delizia, ma anche al ruolo che ebbe l’importazione del baco da seta nell’attività contadina nel territorio brianzolo. Proposti anche speciali itinerari tra storia, natura e arte tra le ville di delizia a cura delle associazioni di guide turistiche abilitate. Con l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità, “vedute” che saranno esposte in una mostra dedicata ai paesaggi dipinti dai coniugi Federico e Carolina Lose nel corso di un viaggio in Brianza nei primi dell’Ottocento. “Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente                                                           ­ ­     [post_title] => Ville aperte in Brianza, dal 14 al 29 settembre itinerari speciali e spettacoli a tema [post_date] => 2024-07-24T20:24:16+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721852656000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472029 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Castello di Gabiano nel Monferrato è da quattro secoli della Famiglia Durazzo, Marchesi di Gabiano, i cui discendenti per celebrare i 400 anni che la legano al castello hanno deciso di aprire le porte in un percorso storico guidato, disponibile solo su prenotazione.  A partire da sabato 27 luglio, tutti i sabati dei mesi di settembre e ottobre sarà possibile esplorare in gruppi di 20-25 visitatori le sale e gli ambienti del castello, in compagnia dello storico dell’arte Luca Mana, per scoprirne la storia, i segreti e i tesori che vi sono custoditi. Un percorso lungo mille anni che si apre anche al dialogo con l’arte contemporanea, grazie alle opere degli scultori e artisti Tunga, Lara Favaretto, Tatiana Trouvé, e Iris Epaminonda, parte della collezione del Castello. La storia millenaria del Castello e la ricorrenza dei quattro secoli che legano i Durazzo e la Repubblica di Genova al Monferrato sono al centro del convegno 1624 – 2024 Monferrato & Genova, dagli Alerami ai Durazzo, che si terrà il prossimo 5 ottobre all’interno del Castello stesso. Le sue mura, così come l’apparato decorativo degli interni, raccontano la trasformazione del ruolo del Castello: nato nell’ Alto Medioevo per controllare i traffici che traversavano il Po destinati al Nord Europa, ha assunto poi una funzione difensiva, diventando nel Rinascimento residenza delle dinastie dominanti il Monferrato, come i Montiglio, gli Alerami, passando poi ai Paleologo di origine bizantina ai Gonzaga e infine ai Durazzo.    I Durazzo, originari dell’Albania, raggiungono l’Italia nel Trecento, in fuga dall’occupazione ottomana. Si stanziano a Genova, dove presto si affermano come commercianti e banchieri e si avviano a diventare la seconda famiglia più importante, dopo gli Spinola. A legare a Gabiano la storia della famiglia è Agostino Durazzo, cui viene assegnato in feudo il borgo medievale nel 1624, insieme al titolo di marchese. A partire da quella data, le vicende della famiglia si intrecciano indissolubilmente con quelle del Castello di Gabiano che i figli e i nipoti di Agostino si occuperanno di riportare all’antico splendore e di impreziosire con decorazioni, affreschi, giardini, e persino un labirinto. Universalmente noti come appassionati botanici fin da subito valorizzano la locale tradizione vitivinicola, nota come eccellenza locale, di cui esistono testimonianze precedenti all’anno 1000. Nell’infernotto del Castello si conservano ancora le bottiglie ottocentesche di vino del Generalife, testimonianza del ruolo svolto dalla famiglia nella Reconquista spagnola, insieme ad altre importanti annate, dal 1946 a oggi. A distanza di quattro secoli i discendenti dei Durazzo, i Marchesi Giacomo ed Emanuela Cattaneo Adorno e i figli continuano a prendersi cura del Castello di Gabiano, valorizzandone la storia e le bellezze custodite. VISITE GUIDATE: A cura di Luca Mana, Direttore museo arti decorative Accorsi-Ometto di Torino Apertura straordinaria sabato 27 luglio ore 11:00, 12:00 / 15:00, 16:00 Tutti i sabati di settembre alle ore 11:00 e alle ore 12:00. Tutti i sabati di ottobre (salvo il 5 ottobre) alle ore 11:00 e alle ore 12:00. La visita si svolge in due gruppi di 20-25 visitatori, alle ore 11:00 e alle ore 12:00. La visita ha durata di un’ora e ha un costo di 30 euro a persona. Solo su prenotazione. Telefono +39 01 42 09 01 04 / cell. +39 33 46 23 87 35,   Mail 400anni@castellodigabiano.com         [post_title] => Il Castello di Gabiano nel Monferrato apre per la prima volta al pubblico [post_date] => 2024-07-24T13:25:01+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721827501000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472169 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Verrà riaperta ufficialmente al pubblico sabato 27 luglio la Via dell’Amore, nel Comune di Riomaggiore (La Spezia) nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Il sentiero panoramico, a picco sul mare, chiuso dal 2012 a seguito di una frana, è stato oggetto di un complesso intervento di messa in sicurezza e ripristino gestito integralmente dalla struttura commissariale della Regione Liguria. Nel corso della mattinata del 26 luglio è prevista una conferenza stampa per approfondire i dettagli sui lavori di messa in sicurezza di Via dell'Amore. Interverranno il Commissario dell’opera Giacomo Giampedrone, il direttore dei lavori Alessandro Focaracci, rappresentanti delle due ditte esecutrici degli interventi. Saranno presenti anche il sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia e il presidente del Parco Donatella Bianchi. Il pomeriggio e la sera del 26 luglio saranno dedicati alla cerimonia ufficiale di riapertura di Via dell'Amore. Prenderanno parte alla cerimonia la ministra del Turismo Daniela Santanchè e le autorità nazionali e locali – in particolare il Commissario dell’opera Giacomo Giampedrone, il presidente ad interim della Regione Liguria Alessandro Piana, l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori, il presidente del Parco delle Cinque Terre Donatella Bianchi, il sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia. Per percorrere il sentiero che collega Riomaggiore a Manarola sarà necessaria la prenotazione ed il pagamento di un ticket. [post_title] => Cinque Terre, il 27 luglio riapre dopo un complesso intervento Via dell'Amore [post_date] => 2024-07-24T12:04:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721822673000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 472071 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467856" align="alignleft" width="300"] Elena Carlino[/caption] Crescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023. Il dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale. “Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”. il tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione. [post_title] => Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35% [post_date] => 2024-07-23T14:21:01+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721744461000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471886 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sardegna, Puglia, Campania, Piemonte e Alto Adige: la vacanza ideale in strutture dove il relax è una semplice piscina avvolta dal verde brillante, che sia di palme, ulivi o pini, dal mare del Sud alle montagne di Piemonte e Alto Adige.   In località Spartivento, a Chia (CA), nell’estremo sud della Sardegna, la luce calda del Mediterraneo colora le acque della piscina con idromassaggio dell’Aquadulci. Campeggia nel grande parco dell’hotel, in totale armonia col paesaggio che è dominato dal verde di ulivi e palme e punteggiato dai colori sgargianti di bouganville e corbezzolo. Usciti dall’acqua si può percorrere a piedi nudi un breve sentiero che porta alla spiaggia di Su Giudeu, considerata tra le più belle della Sardegna, con la sua soffice sabbia bianca, le acque cristalline, le alte dune formate dal vento.   Nell’Adriatico, all’Acaya Golf Resort & Spa (LE) si gode una posizione da manuale del benessere nel cuore del Salento, immersa in 120 ettari di Macchia mediterranea. Con 1.200 mq dedicati all’amore per se stessi, la spa di Acaya sfrutta la magia del luogo per celebrare l’armonia tra essere umano e ambiente attraverso prodotti di origine naturale. Le piscine all’aperto, al centro del resort, incarnano perfettamente questa filosofia offrendo una vista a 360° sul verde e sul cielo, senza barriere, per una full immersion nella natura. Laghi Nabi, la prima Oasi Naturale della Campania, è nata dalla rigenerazione ambientale di 50 ettari di ex cave di sabbia in stato di abbandono sul Litorale Domizio (CE). Un innovativo ed ecosostenibile progetto di bioarchitettura, per soggiorni rigeneranti lontano dal caos e in totale sintonia con l’ambiente. Fra le lingue di terra che abbracciano tre ampi specchi d’acqua galleggiano tende e lodge che coniugano l’avventura e la libertà del campeggio con i comfort di un hotel di lusso. Al relax è votata la Nabi Water Spa, con la splendida Wellness Pool - una piscina a sfioro sul lago a temperatura termale con getti cervicali e fondo soft walk, da godersi anche al chiaro di luna.   La piscina open air dell’Alagna Mountain Resort & SPA con vista Monte Rosa è nel cuore di Alagna Valsesia (VC). Una meravigliosa località da scoprire con i rituali del buon risveglio, oppure con una passeggiata “Discovery Alagna” per scoprire la magia del villaggio con una passeggiata guidata nella storia e nella cultura locale. In estate per chi ama gli sport adrenalinici, la Valsesia è il luogo ideale: per fare rafting, surfare in hydrospeed, scendere rapide in kayak e percorrere itinerari in torrentismo. Il Dolomiti l'Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ) - immerso nel Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies - è uno spettacolo unico da ammirare attraverso le immense vetrate delle camere e del ristorante o immersi nelle piscine panoramiche e nelle sale relax. Sul rooftop dell’Excelsior Dolomites Lodge - avveniristica struttura di design collegata all’hotel - immersi nella infinity pool (18 m x 5 m) con acqua a 33°, si gode una vista impareggiabile sulle Dolomiti.   In Valle Aurina (BZ) l'OLM – Nature Escape è una struttura a realizzazione CO2 neutro con impatto zero sul clima e completamente autosufficiente dal punto di vista energetico. Una struttura circolare, del diametro di 110 metri, imponente nei numeri - che parlano di 4.200 m2 disposti su due livelli con una superficie di acqua di 645 mq - ma in grado di comunicare innanzitutto leggerezza, come quella che si respira a mollo nella piscina e nel laghetto naturale, incorniciati dal giardino selvatico con meli, prugni e ciliegi e la vista sui monti circostanti.   [post_title] => Sardegna, Piemonte, Alto Adige, vacanze relax tra piscine immerse nel verde [post_date] => 2024-07-23T11:27:11+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721734031000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471945 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => I camping village di Lago di Garda Camping, offrono una selezione di strutture sulle sponde venete e lombarde del Benaco, in punti panoramici, affacciati su bellissimi tratti di costa e con accesso diretto all’acqua ideali per vacanze autunnali. La combinazione eventi legati all’agricoltura e contatto natura è un ottimo binomio che esprime il meglio di sé con la libertà unica che regala un soggiorno in uno dei camping village di Lago di Garda Camping, concedendosi magari un long weekend. La festa dell’uva e del vino di Bardolino Giunta alla 93° edizione, la Festa dell'Uva e del Vino si terrà quest’anno dal 3 al 7 ottobre e vedrà animarsi il centro di Bardolino con numerosi appuntamenti e spettacoli. Ben cinque i giorni di festa, nel corso dei quali godersi concerti serali, chioschi enogastronomici, stand dedicati al vino Bardolino, degustazioni guidate a cura del Consorzio Tutela Vino Classico DOC, spettacoli teatrali, convegni, incontri sul tema del vino, mostre delle migliori uve e del miglior vino Bardolino. In occasione della Festa dell’uva e del vino, Il Camping La Rocca organizza nei vigneti della sua azienda agricola “Rocca del Garda” sovrastanti il campeggio, attività di raccolta dell’uva e aperitivi in vigna. La festa del miele di Lazise. Per tradizione, la prima settimana di ottobre Lazise ospita un evento all’insegna della dolcezza: la fiera nazionale "I giorni del Miele", dedicata all'apicoltura, al miele e ai prodotti legati all’alveare usati per la salute e la bellezza della persona. L’edizione del 2024 è la numero 45 e oltre alla ricca mostra-mercato dedicata ai mieli di tutta l’Italia viene allestita un’ampia area espositiva con i prodotti dell’apicoltura, macchine e attrezzature dedicate, materiali apistici e una rara selezione incentrata sull’editoria del settore, molto interessante anche per i non addetti ai lavori per capire quanto le api siano affascinanti e importanti per tutti. Obiettivo della manifestazione è, infatti, favorire la conoscenza dell’apicoltura, della produzione del miele e dei suoi derivati, nonché una maggiore consapevolezza in merito alla salvaguardia delle api. Dall’inizio dell’autunno, il lago di Garda si fa teatro di due festose attività legate alle sue eccellenze: la vendemmia e la raccolta delle olive, con diverse realtà che aprono le loro porte proprio per condividere lo spirito gioioso di questo momento atteso tutto l’anno. Da non mancare anche il Museo del Vino, ospitato dalla storica cantina Zeni di Bardolino: la visita all’area museale, all’enoteca, alla galleria olfattiva e alla bottaia sono, infatti, un’occasione unica per scoprire con un approccio emozionale la complessità e la ricchezza del mondo enologico gardesano. Numerose strutture di lagodigardacamping.com hanno rapporti diretti con i produttori che permettono a chi soggiorna nei camping village di godersi vendemmia e raccolta delle olive da un punto di vista privilegiato. Tra le aziende che aprono le loro porte agli ospiti vi sono la Cantina Casetto di Cisano di Bardolino, l’Azienda Agricola Roccolo del Lago a Lazise e l’Azienda Agricola Guerrieri Rizzardi di Bardolino.   [post_title] => Lago di Garda Camping, una selezione di strutture per immergersi nella natura [post_date] => 2024-07-22T12:32:08+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721651528000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471755 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La val d’Ega promuove per l’autunno un evento culinario ormai attesissimo: le Settimane del gusto selvaggina & funghi, in programma dal 20 settembre al 6 ottobre. Il rifugio Oberholz di Obereggen, il ristorante tradizionale Sportcenter di Nova Ponente e la Poststube del Romantik Hotel Post di Nova Levante trasformeranno per l'occasione le materie prime di stagione come frutta matura, bacche, erbe, funghi e la selvaggina, in piatti da assaporare godendosi al contempo la vista sulle vette del Latemar e del Catinaccio. Oltre alle gioie della tavola la val d’Ega ha organizzato inoltre un programma speciale per andare alla scoperta dei segreti della foresta.  Il 24 settembre insieme alla guida Irene Eder si parte così per l’escursione alla scoperta di bacche selvatiche e frutti di bosco che crescono spontanei nei boschi. Il ritrovo è fissato all’ufficio turistico di Nova Ponente alle ore 10, per incamminarsi sul sentiero E5 che porta fino al maso Lupicino. Si cammina per circa due ore e mezza con difficoltà media e ci si ferma in una baita per il ristoro. Il ritorno è previsto per le ore 15. Prezzo adulti 10 euro, bambini 5 euro. Sempre il 24 settembre dalle ore 16 alle 18, si terrà L'arte di coltivare funghi nobili: la visita guidata con degustazione di funghi nel maso storico Hof im Thal di Aldino, dove gli agricoltori Regglberger, in celle appositamente attrezzate nel fienile della loro azienda agricola, coltivano Cardoncelli, Shiitake e Pleurotus, i funghi nobili dell’Alto Adige.  Prezzi: 13 euro per adulto, 5 euro per i bambini dai 6 ai 13 anni non compiuti. Con il Bagno nel bosco: il potere curativo della foresta ci si immerge infine in una speciale atmosfera di rigenerazione e connessione con la natura, grazie al contributo di Georg Kirchmaier, esperto pedagogo forestale e geo-biologo. La guida insegnerà a rilassarsi respirando profondamente e ascoltando i suoni della foresta e spiegherà le connessioni di ogni elemento. Il 26 settembre l’attività si svolgerà dalle 10 alle 12.30 in un bosco di Obereggen; il 3 ottobre a San Valentino del Campo, dalle 10.10 alle 12.40. Prezzo: 10 euro per adulto. Per partecipare alle attività la prenotazione è obbligatoria entro le ore 17 del giorno prima: online sul sito www.valdega.com o presso gli uffici turistici.     ­ ­ ­ [post_title] => Val d'Ega, viaggi culinari in autunno con le Settimane del gusto [post_date] => 2024-07-22T10:58:28+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721645908000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471822 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Novità in casa Kel 12 che acquisisce Al Koor Tourism, rafforzando in questo modo la propria offerta in Oman. Attiva nel sultanato dal 2006, la dmc fondata da Piero Rossi è nota tra le altre cose per esser stata fra le prime a mappare via Gps le sabbie inesplorate del Rub' al-Khālī. L'operatore milanese potrà così ora contare  su un nuovo ufficio a Muscat, nonché s  guide italiane esperte residenti in loco. ‘Come già realizzato in Egitto, abbiamo replicato in Oman il processo di acquisizione - spiega l'amministratore delegato di Kel 12, Gianluca Rubino -: un passo determinante che ci permette di controllare direttamente il prodotto e servizio proposto, al fine di incrementare ulteriormente il livello della nostra offerta andando a soddisfare le richieste di una clientela sempre più preparata ed esigente. Un processo di investimento che stiamo valutando anche in altre destinazioni, forti dei risultati ottenuti e del gradimento ricevuto della nostra clientela". Molte sono quindi le novità dell’offerta sulla destinazione Oman, articolata in quattro differenti itinerari: due rivolti al più accessibile deserto settentrionale del Wahiba (Atmosfere d’Oriente: cultura millenaria e natura; Avventure d’Oriente: dune bianche e mare), altri due riservati invece al misterioso deserto meridionale di Rubʿ al-Khālī (Rubʿ al-Khālī: la traversata del Quarto Vuoto; Rubʿ al-Khālī: tra deserto e mare 2025). Disponibile anche un pacchetto speciale dal 18 febbraio al 1° marzo 2025, ma destinato a replica già nella successiva stagione autunnale: la Crociera in dhow tra i selvaggi fiordi del Musandam, con la tradizionale barca omanita interamente riservata ai viaggiatori, per raggiungere villaggi di pescatori accessibili solo via mare e barriere coralline ai piedi di rocce a strapiombo. “I vantaggi derivanti dall'acquisizione della dmc per i nostri viaggiatori sono notevoli - aggiunge Giacomo Iachia, product manager Kel 12 - e includono la possibilità di prendere parte più facilmente ai tour grazie a gruppi meno numerosi, prevedendo un minimo di quattro persone e un massimo di 12. La disponibilità sul territorio di un nostro ufficio dà inoltre modo di controllare la qualità del prodotto sia in termini di ideazione dell’itinerario, sia di operatività, perché gli ospiti vengono accolti in aeroporto direttamente da personale Kel 12 e prendono parte a tour che ha la qualità e l’attenzione per i dettagli di un tailor-made”. Punto forte della nuova programmazione è la formula Wild glamping per i pernottamenti nel deserto: tutti i campi tendati mobili si avvalgono di maxi igloo con dimensioni 2,30x2,30x1,80 metri, tali cioè da permettere agli ospiti di stare in piedi al loro interno e di cambiarsi d’abito in piena comodità. Le brandine a disposizione prevedono inoltre l’impiego di materassi, lenzuola inamidate e sigillate in un apposito contenitore, nonché cuscini, tappeti, torce, più un beauty kit con eco-prodotti made in Italy. Disponibili pure docce e wc portatili, mentre pasti ogni giorno differenti vengono preparati da chef spaziando da pietanze tradizionali locali a specialità ispirate alla cucina italiana.   [post_title] => Kel 12 rafforza la programmazione Oman con l'acquisizione della dmc Al Koor Tourism [post_date] => 2024-07-19T11:25:46+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721388346000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 471767 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Arrivano i primi effetti delle dimostrazioni pubbliche anti over-tourism che si sono svolte in alcune città europee. Ci sarà infatti chi comincerà "a ragionare su qualche cambio di itinerario se la percezione sarà quella che in certe destinazioni i passeggeri non siano più trattati bene", ha dichiarato in particolare alla Reuters la direttrice Europa della Cruise lines international association, Marie-Caroline Laurent. La mente corre per esempio a episodi recenti come quello di Barcellona, che ha visto alcuni turisti fatti bersaglio dei getti delle pistole ad acqua in mano ai manifestanti. Marie-Caroline Laurent non ha peraltro indicato alcun scalo specifico, ma oltre al porto catalano è probabile che la direttrice si riferisse anche alla Norvegia, alla Bretagna francese e alle isole Canarie, così come alle restrizioni imposte alle navi da crociera sempre a Barcellona e a Venezia. Ma non si può dimenticare che anche la Grecia ha poco tempo fa ventilato l'ipotesi di limitare l'accesso agli scali di alcune delle proprie isole più popolari, quali Myconos e Santorini. Allo stesso modo la città di Amsterdam prevede di ridurre della metà gli attracchi entro il 2026, per poi vietarli del tutto dal 2035 Di fronte alle affermazioni del sindaco di Barcellona, Jaume Collboni, secondo cui la città ha ormai raggiunto il punto di rottura in termini di arrivi dal mare, qualche giorno fa la stessa Clia ha ribattuto sostenendo come in realtà i crocieristi rappresentino appena il 4% degli arrivi complessivi nella destinazione catalana.    [post_title] => Clia Europa: cambio di itinerari se le proteste non faranno sentire sicuri i turisti [post_date] => 2024-07-18T15:14:00+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1721315640000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "castello padernello al via le visite guidate della torre" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":42,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1193,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472032","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nei weekend dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese.\r\n\r\n“Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” - le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago - ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste.\r\n\r\n Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale.  Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. Inoltre, speciali visite ed eventi dedicati alle mode e tradizioni della Cina, dallo stile dell’oggettistica e arredo nelle ville di delizia, ma anche al ruolo che ebbe l’importazione del baco da seta nell’attività contadina nel territorio brianzolo. Proposti anche speciali itinerari tra storia, natura e arte tra le ville di delizia a cura delle associazioni di guide turistiche abilitate.\r\n\r\nCon l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità, “vedute” che saranno esposte in una mostra dedicata ai paesaggi dipinti dai coniugi Federico e Carolina Lose nel corso di un viaggio in Brianza nei primi dell’Ottocento.\r\n\r\n“Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n                                                     \r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Ville aperte in Brianza, dal 14 al 29 settembre itinerari speciali e spettacoli a tema","post_date":"2024-07-24T20:24:16+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721852656000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472029","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Castello di Gabiano nel Monferrato è da quattro secoli della Famiglia Durazzo, Marchesi di Gabiano, i cui discendenti per celebrare i 400 anni che la legano al castello hanno deciso di aprire le porte in un percorso storico guidato, disponibile solo su prenotazione. \r\n\r\nA partire da sabato 27 luglio, tutti i sabati dei mesi di settembre e ottobre sarà possibile esplorare in gruppi di 20-25 visitatori le sale e gli ambienti del castello, in compagnia dello storico dell’arte Luca Mana, per scoprirne la storia, i segreti e i tesori che vi sono custoditi. Un percorso lungo mille anni che si apre anche al dialogo con l’arte contemporanea, grazie alle opere degli scultori e artisti Tunga, Lara Favaretto, Tatiana Trouvé, e Iris Epaminonda, parte della collezione del Castello.\r\n\r\nLa storia millenaria del Castello e la ricorrenza dei quattro secoli che legano i Durazzo e la Repubblica di Genova al Monferrato sono al centro del convegno 1624 – 2024 Monferrato & Genova, dagli Alerami ai Durazzo, che si terrà il prossimo 5 ottobre all’interno del Castello stesso.\r\n\r\nLe sue mura, così come l’apparato decorativo degli interni, raccontano la trasformazione del ruolo del Castello: nato nell’ Alto Medioevo per controllare i traffici che traversavano il Po destinati al Nord Europa, ha assunto poi una funzione difensiva, diventando nel Rinascimento residenza delle dinastie dominanti il Monferrato, come i Montiglio, gli Alerami, passando poi ai Paleologo di origine bizantina ai Gonzaga e infine ai Durazzo. \r\n \r\nI Durazzo, originari dell’Albania, raggiungono l’Italia nel Trecento, in fuga dall’occupazione ottomana. Si stanziano a Genova, dove presto si affermano come commercianti e banchieri e si avviano a diventare la seconda famiglia più importante, dopo gli Spinola. A legare a Gabiano la storia della famiglia è Agostino Durazzo, cui viene assegnato in feudo il borgo medievale nel 1624, insieme al titolo di marchese. A partire da quella data, le vicende della famiglia si intrecciano indissolubilmente con quelle del Castello di Gabiano che i figli e i nipoti di Agostino si occuperanno di riportare all’antico splendore e di impreziosire con decorazioni, affreschi, giardini, e persino un labirinto. Universalmente noti come appassionati botanici fin da subito valorizzano la locale tradizione vitivinicola, nota come eccellenza locale, di cui esistono testimonianze precedenti all’anno 1000. Nell’infernotto del Castello si conservano ancora le bottiglie ottocentesche di vino del Generalife, testimonianza del ruolo svolto dalla famiglia nella Reconquista spagnola, insieme ad altre importanti annate, dal 1946 a oggi.\r\n\r\nA distanza di quattro secoli i discendenti dei Durazzo, i Marchesi Giacomo ed Emanuela Cattaneo Adorno e i figli continuano a prendersi cura del Castello di Gabiano, valorizzandone la storia e le bellezze custodite.\r\n\r\nVISITE GUIDATE: A cura di Luca Mana, Direttore museo arti decorative Accorsi-Ometto di Torino\r\nApertura straordinaria sabato 27 luglio ore 11:00, 12:00 / 15:00, 16:00\r\nTutti i sabati di settembre alle ore 11:00 e alle ore 12:00.\r\nTutti i sabati di ottobre (salvo il 5 ottobre) alle ore 11:00 e alle ore 12:00.\r\n\r\nLa visita si svolge in due gruppi di 20-25 visitatori, alle ore 11:00 e alle ore 12:00.\r\nLa visita ha durata di un’ora e ha un costo di 30 euro a persona. Solo su prenotazione. Telefono +39 01 42 09 01 04 / cell. +39 33 46 23 87 35,   Mail 400anni@castellodigabiano.com\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Il Castello di Gabiano nel Monferrato apre per la prima volta al pubblico","post_date":"2024-07-24T13:25:01+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721827501000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472169","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Verrà riaperta ufficialmente al pubblico sabato 27 luglio la Via dell’Amore, nel Comune di Riomaggiore (La Spezia) nel Parco Nazionale delle Cinque Terre, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Il sentiero panoramico, a picco sul mare, chiuso dal 2012 a seguito di una frana, è stato oggetto di un complesso intervento di messa in sicurezza e ripristino gestito integralmente dalla struttura commissariale della Regione Liguria.\r\n\r\nNel corso della mattinata del 26 luglio è prevista una conferenza stampa per approfondire i dettagli sui lavori di messa in sicurezza di Via dell'Amore. Interverranno il Commissario dell’opera Giacomo Giampedrone, il direttore dei lavori Alessandro Focaracci, rappresentanti delle due ditte esecutrici degli interventi. Saranno presenti anche il sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia e il presidente del Parco Donatella Bianchi.\r\n\r\nIl pomeriggio e la sera del 26 luglio saranno dedicati alla cerimonia ufficiale di riapertura di Via dell'Amore. Prenderanno parte alla cerimonia la ministra del Turismo Daniela Santanchè e le autorità nazionali e locali – in particolare il Commissario dell’opera Giacomo Giampedrone, il presidente ad interim della Regione Liguria Alessandro Piana, l’assessore regionale al Turismo Augusto Sartori, il presidente del Parco delle Cinque Terre Donatella Bianchi, il sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia.\r\n\r\nPer percorrere il sentiero che collega Riomaggiore a Manarola sarà necessaria la prenotazione ed il pagamento di un ticket.","post_title":"Cinque Terre, il 27 luglio riapre dopo un complesso intervento Via dell'Amore","post_date":"2024-07-24T12:04:33+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1721822673000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"472071","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467856\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Elena Carlino[/caption]\r\n\r\nCrescono del 35% le richieste per trasferte sostenibili che giungono presso gli uffici della divisione business travel di Gattinoni. Lo evidenzia la ricerca, Business travel 2030. Sfide, opportunità e la trasformazione della gestione dei viaggi d’affari, che il gruppo ha commissionato a Travel for business a fine 2023.\r\n\r\nIl dato rispecchia una mutata propensione delle aziende verso il tema della mobilità, tanto che appena il 19% degli intervistati ha dichiarato di non aver ancora adottato misure specifiche per rendere i viaggi d’affari più sostenibili. L’87% del campione di travel manager coinvolto tende invece a selezionare fornitori con cui negoziare opzioni di qualità in linea con principi sostenibili; l’82% dichiara di voler prenotare servizi più ecologici, mentre per il 49% sarebbe utile integrare gli indicatori di sostenibilità nelle ipotesi di viaggio. Un altro dato interessante è che, nel portfolio Gattinoni Business Travel, il 20% delle aziende attribuisce maggior valore alle soluzioni sostenibili rispetto agli aspetti economici: nelle aziende più strutturate e responsabili si è in altre parole disposti ad alzare il budget a fronte di strutture e servizi in linea con le politiche di sostenibilità aziendale.\r\n\r\n“Siamo impegnati a rispondere alle crescenti richieste di trasferte più ecologiche e sicure - sottolinea la direttrice commerciale di Gattinoni Business Travel, Elena Carlino -. Con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e garantire la tracciabilità delle transazioni, stiamo implementando strategie avanzate che rispondano alle esigenze del mercato. Siamo pronti a guidare il settore dei viaggi d’affari verso un futuro più sostenibile e sicuro, attraverso l’adozione di trasferte aziendali che rispettino l’ambiente e promuovano il benessere sociale”.\r\n\r\nil tema della sostenibilità è peraltro al centro delle politiche di tutto il gruppo Gattinoni. Da tempo la compagnia ha infatti avviato un percorso verso una certificazione di sostenibilità, insieme ad Up2You, società autorizzata a calcolare i livelli di carbon footprint, nell’ottica di una compensazione delle emissioni e dell'attuazione di una serie di azioni per ridurle nel medio periodo. Inoltre, per il secondo anno consecutivo, il gruppo aderisce al Saf corporate program di Air France Klm: l’iniziativa che sostiene attivamente la produzione e l’utilizzo del carburante sostenibile per l’aviazione.","post_title":"Gattinoni Business Travel: richieste per trasferte sostenibili a +35%","post_date":"2024-07-23T14:21:01+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1721744461000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471886","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sardegna, Puglia, Campania, Piemonte e Alto Adige: la vacanza ideale in strutture dove il relax è una semplice piscina avvolta dal verde brillante, che sia di palme, ulivi o pini, dal mare del Sud alle montagne di Piemonte e Alto Adige.\r\n\r\n \r\n\r\nIn località Spartivento, a Chia (CA), nell’estremo sud della Sardegna, la luce calda del Mediterraneo colora le acque della piscina con idromassaggio dell’Aquadulci. Campeggia nel grande parco dell’hotel, in totale armonia col paesaggio che è dominato dal verde di ulivi e palme e punteggiato dai colori sgargianti di bouganville e corbezzolo. Usciti dall’acqua si può percorrere a piedi nudi un breve sentiero che porta alla spiaggia di Su Giudeu, considerata tra le più belle della Sardegna, con la sua soffice sabbia bianca, le acque cristalline, le alte dune formate dal vento.\r\n\r\n \r\n\r\nNell’Adriatico, all’Acaya Golf Resort & Spa (LE) si gode una posizione da manuale del benessere nel cuore del Salento, immersa in 120 ettari di Macchia mediterranea. Con 1.200 mq dedicati all’amore per se stessi, la spa di Acaya sfrutta la magia del luogo per celebrare l’armonia tra essere umano e ambiente attraverso prodotti di origine naturale. Le piscine all’aperto, al centro del resort, incarnano perfettamente questa filosofia offrendo una vista a 360° sul verde e sul cielo, senza barriere, per una full immersion nella natura.\r\n\r\nLaghi Nabi, la prima Oasi Naturale della Campania, è nata dalla rigenerazione ambientale di 50 ettari di ex cave di sabbia in stato di abbandono sul Litorale Domizio (CE). Un innovativo ed ecosostenibile progetto di bioarchitettura, per soggiorni rigeneranti lontano dal caos e in totale sintonia con l’ambiente. Fra le lingue di terra che abbracciano tre ampi specchi d’acqua galleggiano tende e lodge che coniugano l’avventura e la libertà del campeggio con i comfort di un hotel di lusso. Al relax è votata la Nabi Water Spa, con la splendida Wellness Pool - una piscina a sfioro sul lago a temperatura termale con getti cervicali e fondo soft walk, da godersi anche al chiaro di luna.\r\n\r\n \r\n\r\nLa piscina open air dell’Alagna Mountain Resort & SPA con vista Monte Rosa è nel cuore di Alagna Valsesia (VC). Una meravigliosa località da scoprire con i rituali del buon risveglio, oppure con una passeggiata “Discovery Alagna” per scoprire la magia del villaggio con una passeggiata guidata nella storia e nella cultura locale. In estate per chi ama gli sport adrenalinici, la Valsesia è il luogo ideale: per fare rafting, surfare in hydrospeed, scendere rapide in kayak e percorrere itinerari in torrentismo.\r\n\r\nIl Dolomiti l'Excelsior Dolomites Life Resort di San Viglio di Marebbe (BZ) - immerso nel Parco Naturale di Fanes-Sennes-Braies - è uno spettacolo unico da ammirare attraverso le immense vetrate delle camere e del ristorante o immersi nelle piscine panoramiche e nelle sale relax. Sul rooftop dell’Excelsior Dolomites Lodge - avveniristica struttura di design collegata all’hotel - immersi nella infinity pool (18 m x 5 m) con acqua a 33°, si gode una vista impareggiabile sulle Dolomiti.\r\n\r\n \r\n\r\nIn Valle Aurina (BZ) l'OLM – Nature Escape è una struttura a realizzazione CO2 neutro con impatto zero sul clima e completamente autosufficiente dal punto di vista energetico. Una struttura circolare, del diametro di 110 metri, imponente nei numeri - che parlano di 4.200 m2 disposti su due livelli con una superficie di acqua di 645 mq - ma in grado di comunicare innanzitutto leggerezza, come quella che si respira a mollo nella piscina e nel laghetto naturale, incorniciati dal giardino selvatico con meli, prugni e ciliegi e la vista sui monti circostanti.\r\n\r\n ","post_title":"Sardegna, Piemonte, Alto Adige, vacanze relax tra piscine immerse nel verde","post_date":"2024-07-23T11:27:11+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721734031000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471945","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"I camping village di Lago di Garda Camping, offrono una selezione di strutture sulle sponde venete e lombarde del Benaco, in punti panoramici, affacciati su bellissimi tratti di costa e con accesso diretto all’acqua ideali per vacanze autunnali.\r\n\r\nLa combinazione eventi legati all’agricoltura e contatto natura è un ottimo binomio che esprime il meglio di sé con la libertà unica che regala un soggiorno in uno dei camping village di Lago di Garda Camping, concedendosi magari un long weekend.\r\n\r\nLa festa dell’uva e del vino di Bardolino\r\n\r\n\r\nGiunta alla 93° edizione, la Festa dell'Uva e del Vino si terrà quest’anno dal 3 al 7 ottobre e vedrà animarsi il centro di Bardolino con numerosi appuntamenti e spettacoli. Ben cinque i giorni di festa, nel corso dei quali godersi concerti serali, chioschi enogastronomici, stand dedicati al vino Bardolino, degustazioni guidate a cura del Consorzio Tutela Vino Classico DOC, spettacoli teatrali, convegni, incontri sul tema del vino, mostre delle migliori uve e del miglior vino Bardolino.\r\n\r\nIn occasione della Festa dell’uva e del vino, Il Camping La Rocca organizza nei vigneti della sua azienda agricola “Rocca del Garda” sovrastanti il campeggio, attività di raccolta dell’uva e aperitivi in vigna.\r\n\r\nLa festa del miele di Lazise. Per tradizione, la prima settimana di ottobre Lazise ospita un evento all’insegna della dolcezza: la fiera nazionale \"I giorni del Miele\", dedicata all'apicoltura, al miele e ai prodotti legati all’alveare usati per la salute e la bellezza della persona. L’edizione del 2024 è la numero 45 e oltre alla ricca mostra-mercato dedicata ai mieli di tutta l’Italia viene allestita un’ampia area espositiva con i prodotti dell’apicoltura, macchine e attrezzature dedicate, materiali apistici e una rara selezione incentrata sull’editoria del settore, molto interessante anche per i non addetti ai lavori per capire quanto le api siano affascinanti e importanti per tutti. Obiettivo della manifestazione è, infatti, favorire la conoscenza dell’apicoltura, della produzione del miele e dei suoi derivati, nonché una maggiore consapevolezza in merito alla salvaguardia delle api.\r\n\r\nDall’inizio dell’autunno, il lago di Garda si fa teatro di due festose attività legate alle sue eccellenze: la vendemmia e la raccolta delle olive, con diverse realtà che aprono le loro porte proprio per condividere lo spirito gioioso di questo momento atteso tutto l’anno. Da non mancare anche il Museo del Vino, ospitato dalla storica cantina Zeni di Bardolino: la visita all’area museale, all’enoteca, alla galleria olfattiva e alla bottaia sono, infatti, un’occasione unica per scoprire con un approccio emozionale la complessità e la ricchezza del mondo enologico gardesano. Numerose strutture di lagodigardacamping.com hanno rapporti diretti con i produttori che permettono a chi soggiorna nei camping village di godersi vendemmia e raccolta delle olive da un punto di vista privilegiato. Tra le aziende che aprono le loro porte agli ospiti vi sono la Cantina Casetto di Cisano di Bardolino, l’Azienda Agricola Roccolo del Lago a Lazise e l’Azienda Agricola Guerrieri Rizzardi di Bardolino.\r\n\r\n ","post_title":"Lago di Garda Camping, una selezione di strutture per immergersi nella natura","post_date":"2024-07-22T12:32:08+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721651528000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471755","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La val d’Ega promuove per l’autunno un evento culinario ormai attesissimo: le Settimane del gusto selvaggina & funghi, in programma dal 20 settembre al 6 ottobre.\r\n\r\nIl rifugio Oberholz di Obereggen, il ristorante tradizionale Sportcenter di Nova Ponente e la Poststube del Romantik Hotel Post di Nova Levante trasformeranno per l'occasione le materie prime di stagione come frutta matura, bacche, erbe, funghi e la selvaggina, in piatti da assaporare godendosi al contempo la vista sulle vette del Latemar e del Catinaccio. Oltre alle gioie della tavola la val d’Ega ha organizzato inoltre un programma speciale per andare alla scoperta dei segreti della foresta. \r\n\r\nIl 24 settembre insieme alla guida Irene Eder si parte così per l’escursione alla scoperta di bacche selvatiche e frutti di bosco che crescono spontanei nei boschi. Il ritrovo è fissato all’ufficio turistico di Nova Ponente alle ore 10, per incamminarsi sul sentiero E5 che porta fino al maso Lupicino. Si cammina per circa due ore e mezza con difficoltà media e ci si ferma in una baita per il ristoro. Il ritorno è previsto per le ore 15. Prezzo adulti 10 euro, bambini 5 euro.\r\n\r\nSempre il 24 settembre dalle ore 16 alle 18, si terrà L'arte di coltivare funghi nobili: la visita guidata con degustazione di funghi nel maso storico Hof im Thal di Aldino, dove gli agricoltori Regglberger, in celle appositamente attrezzate nel fienile della loro azienda agricola, coltivano Cardoncelli, Shiitake e Pleurotus, i funghi nobili dell’Alto Adige.  Prezzi: 13 euro per adulto, 5 euro per i bambini dai 6 ai 13 anni non compiuti.\r\n\r\nCon il Bagno nel bosco: il potere curativo della foresta ci si immerge infine in una speciale atmosfera di rigenerazione e connessione con la natura, grazie al contributo di Georg Kirchmaier, esperto pedagogo forestale e geo-biologo. La guida insegnerà a rilassarsi respirando profondamente e ascoltando i suoni della foresta e spiegherà le connessioni di ogni elemento. Il 26 settembre l’attività si svolgerà dalle 10 alle 12.30 in un bosco di Obereggen; il 3 ottobre a San Valentino del Campo, dalle 10.10 alle 12.40. Prezzo: 10 euro per adulto.\r\n\r\nPer partecipare alle attività la prenotazione è obbligatoria entro le ore 17 del giorno prima: online sul sito www.valdega.com o presso gli uffici turistici.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n­\r\n\r\n­\r\n\r\n­","post_title":"Val d'Ega, viaggi culinari in autunno con le Settimane del gusto","post_date":"2024-07-22T10:58:28+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1721645908000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471822","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Novità in casa Kel 12 che acquisisce Al Koor Tourism, rafforzando in questo modo la propria offerta in Oman. Attiva nel sultanato dal 2006, la dmc fondata da Piero Rossi è nota tra le altre cose per esser stata fra le prime a mappare via Gps le sabbie inesplorate del Rub' al-Khālī. L'operatore milanese potrà così ora contare  su un nuovo ufficio a Muscat, nonché s  guide italiane esperte residenti in loco.\r\n\r\n‘Come già realizzato in Egitto, abbiamo replicato in Oman il processo di acquisizione - spiega l'amministratore delegato di Kel 12, Gianluca Rubino -: un passo determinante che ci permette di controllare direttamente il prodotto e servizio proposto, al fine di incrementare ulteriormente il livello della nostra offerta andando a soddisfare le richieste di una clientela sempre più preparata ed esigente. Un processo di investimento che stiamo valutando anche in altre destinazioni, forti dei risultati ottenuti e del gradimento ricevuto della nostra clientela\".\r\n\r\nMolte sono quindi le novità dell’offerta sulla destinazione Oman, articolata in quattro differenti itinerari: due rivolti al più accessibile deserto settentrionale del Wahiba (Atmosfere d’Oriente: cultura millenaria e natura; Avventure d’Oriente: dune bianche e mare), altri due riservati invece al misterioso deserto meridionale di Rubʿ al-Khālī (Rubʿ al-Khālī: la traversata del Quarto Vuoto; Rubʿ al-Khālī: tra deserto e mare 2025). Disponibile anche un pacchetto speciale dal 18 febbraio al 1° marzo 2025, ma destinato a replica già nella successiva stagione autunnale: la Crociera in dhow tra i selvaggi fiordi del Musandam, con la tradizionale barca omanita interamente riservata ai viaggiatori, per raggiungere villaggi di pescatori accessibili solo via mare e barriere coralline ai piedi di rocce a strapiombo.\r\n\r\n“I vantaggi derivanti dall'acquisizione della dmc per i nostri viaggiatori sono notevoli - aggiunge Giacomo Iachia, product manager Kel 12 - e includono la possibilità di prendere parte più facilmente ai tour grazie a gruppi meno numerosi, prevedendo un minimo di quattro persone e un massimo di 12. La disponibilità sul territorio di un nostro ufficio dà inoltre modo di controllare la qualità del prodotto sia in termini di ideazione dell’itinerario, sia di operatività, perché gli ospiti vengono accolti in aeroporto direttamente da personale Kel 12 e prendono parte a tour che ha la qualità e l’attenzione per i dettagli di un tailor-made”.\r\n\r\nPunto forte della nuova programmazione è la formula Wild glamping per i pernottamenti nel deserto: tutti i campi tendati mobili si avvalgono di maxi igloo con dimensioni 2,30x2,30x1,80 metri, tali cioè da permettere agli ospiti di stare in piedi al loro interno e di cambiarsi d’abito in piena comodità. Le brandine a disposizione prevedono inoltre l’impiego di materassi, lenzuola inamidate e sigillate in un apposito contenitore, nonché cuscini, tappeti, torce, più un beauty kit con eco-prodotti made in Italy. Disponibili pure docce e wc portatili, mentre pasti ogni giorno differenti vengono preparati da chef spaziando da pietanze tradizionali locali a specialità ispirate alla cucina italiana.\r\n\r\n ","post_title":"Kel 12 rafforza la programmazione Oman con l'acquisizione della dmc Al Koor Tourism","post_date":"2024-07-19T11:25:46+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1721388346000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"471767","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Arrivano i primi effetti delle dimostrazioni pubbliche anti over-tourism che si sono svolte in alcune città europee. Ci sarà infatti chi comincerà \"a ragionare su qualche cambio di itinerario se la percezione sarà quella che in certe destinazioni i passeggeri non siano più trattati bene\", ha dichiarato in particolare alla Reuters la direttrice Europa della Cruise lines international association, Marie-Caroline Laurent. La mente corre per esempio a episodi recenti come quello di Barcellona, che ha visto alcuni turisti fatti bersaglio dei getti delle pistole ad acqua in mano ai manifestanti.\r\n\r\nMarie-Caroline Laurent non ha peraltro indicato alcun scalo specifico, ma oltre al porto catalano è probabile che la direttrice si riferisse anche alla Norvegia, alla Bretagna francese e alle isole Canarie, così come alle restrizioni imposte alle navi da crociera sempre a Barcellona e a Venezia. Ma non si può dimenticare che anche la Grecia ha poco tempo fa ventilato l'ipotesi di limitare l'accesso agli scali di alcune delle proprie isole più popolari, quali Myconos e Santorini. Allo stesso modo la città di Amsterdam prevede di ridurre della metà gli attracchi entro il 2026, per poi vietarli del tutto dal 2035\r\n\r\nDi fronte alle affermazioni del sindaco di Barcellona, Jaume Collboni, secondo cui la città ha ormai raggiunto il punto di rottura in termini di arrivi dal mare, qualche giorno fa la stessa Clia ha ribattuto sostenendo come in realtà i crocieristi rappresentino appena il 4% degli arrivi complessivi nella destinazione catalana. \r\n\r\n ","post_title":"Clia Europa: cambio di itinerari se le proteste non faranno sentire sicuri i turisti","post_date":"2024-07-18T15:14:00+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1721315640000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti