16 January 2022

Gran Tour di Catalogna: cinque itinerari da vivere attraverso i cinque sensi

[ 0 ]

Il panorama turistico catalano si arricchisce di un nuovo prodotto turistico. La Catalogna prova a cambiare il proprio modo di fare turismo nel momento in cui cambia anche il modo di viaggiare. Nasce il Gran Tour di Catalogna, un percorso turistico per viaggiare in tutta la Regione, dai confini con la Francia fino al Delta dell’Ebro, dai Pirenei al mare attraverso storia, cultura e gastronomia; una proposta di turismo sostenibile che vuole promuovere il territorio nel rispetto dell’ambiente e dell’inclusività. Il percorso si snoda su 5 itinerari, 15 tappe principali, più di 2.000 chilometri, 13 giorni di viaggio e oltre 400 attività.

Cambia anche il modo di raccontare il viaggio ma le emozioni restano: «Abbiamo voluto un viaggio pieno di viaggi – spiega la direttrice dell’Ente del Turismo della Catalogna in Italia, Marta Teixidor (nella foto a destra) – e con il Gran Tour della Catalogna speriamo di emozionare; il tour è concepito come un viaggio con infinite emozioni. È un percorso di conoscenza, scoperta per vivere e godersi la Catalogna con i propri tempi, il proprio ritmo e il proprio veicolo, auto, moto, bicicletta o camper».

Monestir de Poblet

Questo prodotto è stato sviluppato per essere vissuto con i 5 sensi: attraverso la vista per i paesaggi della Catalogna; l’olfatto, con il profumo del mare, dell’aria aperta; del gusto attraverso il cibo e i sapori di questa Regione; il tatto, perché il viaggiatore scenda dalla propria macchina e stia a contatto con il territorio e la gente del posto; l’udito, perché è un viaggio che va anche ascoltato, a questo proposito sono state create delle liste del viaggio su Spotify divise per categorie di persone, famiglie, coppie, per il mare e la montagna. Un percorso in linea con il modello di turismo che tiene in conto la diversificazione dei prodotti, la redistribuzione dei turisti su tutto il territorio, la destagionalizzazione di un viaggio che si può realizzare in tutte le stagioni e la sostenibilità per un turismo responsabile che vuole conoscere il territorio, scoprire la vita dei locali nel rispetto delle tradizioni, della cultura e dell’ambiente. Per questo“Il Gran Tour è stato realizzato con la partecipazione degli enti locali, ci siamo confrontati con il territorio. Questo prodotto ha unito tutto il mondo turistico della Catalogna”.

Dunque, un percorso iconico in 15 tappe obbligatorie e “il viaggio pieno di viaggi” è suddiviso a sua volta in cinque itinerari: Vigne con Sapore di Mare, Incontro con la Storia, Molto vicino al Cielo, Inno alla natura e dal Surrealismo al Modernismo. Le tappe toccano in partenza e in arrivo Barcellona patria di Gaudì; Monserat e la Madonna Nera; El Panedès, la zona dei vini; Tarragona, capitale dell’Impero Romano; il Delta dell’Ebro per gli amanti della natura; El Priorat e la via Cistercense con i monasteri; Lleida, alla scoperta di laghi, fiumi e frutteti fioriti; Val d’Aran per lo sci e la gastronomia e la risalita dei Pirenei fino a Seu D’Urgell e Garrotxa; Figueres, patria di Dalì; le rovine di Empuriès della civiltà greco–romana; i Borghi della Costa Brava; le spiagge del Sitges e vigneti che si affacciano sul mare, patrimonio agricolo costruito pietra su pietra.

Siurana




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti