3 October 2022

Franceschini si sostituisce a Garavaglia e delinea una strategia turistica per l’Italia

[ 0 ]

Nonostante che lo abbia attaccato per tutto il suo mandato, per poi ricredermi vedendo le performance del suo successore, il ministro della cultura Franceschini torna a dare lezioni di strategia al ministro del turismo Garavaglia. 

Infatti a L’Aquila per un incontro elettorale, ha fornito un quadro strategico su come affrontare il turismo in Italia che Garavaglia se lo sogna. Francescino affermato infatti che è importante «incentivare il turismo delle aree interne».  «In questo momento – ha detto – l’Italia ha un’opportunità e un problema che sono due facce della stessa medaglia: il turismo e il turismo internazionale sono già tornati a livello del 2019, abbiamo già e avremo ancora di più il problema di alcuni luoghi italiani che devono gestire il flusso di troppe persone».

Un miliardo per i piccoli borghi

«Penso a Venezia o alcuni luoghi simbolo di Roma, come la fontana di Trevi che non possono contenere un numero illimitato di persone. Davanti alla fontana di Trevi non possono starci mille o centomila visitatori. C’è un numero oltre il quale va a rischio la fruibilità del patrimonio e la sicurezza della persone».
Per Franceschini «la grande sfida è distribuire i visitatori sul territorio, sulle aree interne, sulle città d’arte, sui borghi, sulle destinazioni meno conosciute. Molte risorse sono state messe nel Pnrr – ha aggiunto – oltre un miliardo per i piccoli borghi».

Ecco questo è il quadro. Il ministero del turismo inizi a darsi da fare. 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431547 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_426132" align="alignright" width="300"] Un rendering della lobby del nuovo Casa Baglioni a Milano[/caption] Dopo un estate tutta in positivo in cui Baglioni Hotels ha superato il budget, il gruppo alberghiero italiano è concentrato su programmi per il prossimo anno. Per quanto riguarda le novità, a gennaio 2023 verrà inaugurata Casa Baglioni, nel cuore artistico milanese di Brera, all’angolo tra Via dei Giardini e Via Fatebenefratelli: 30 camere e suites, ispirate all’arte e al design della Milano anni ’60, una raffinata wine cellar, un ristorante gourmet firmato dallo chef stellato Claudio Sadler, una palestra e un roof top bar estivo. Il progetto dell’hotel è realizzato da Spagnulo & Partners. Non è prevista la reception poiché gli ospiti saranno accolti come in un salone di casa, per una concezione di lusso e di accoglienza familiare. Casa Baglioni ospiterà le opere della Stefano Cecchi Trust Collection – Fondo Arte in modo continuativo nelle aree comuni. Le opere d’arte saranno posizionate nella lobby, nei corridoi e nelle suite per un percorso culturale che si svolgerà a cadenza annuale. Il Gruppo punterà ancora sul Programma Dolce Vita, dedicato alle Agenzie di Viaggio ed introdotto nel 2019: comprende benefits e amenities dedicati tra cui 15% di sconto sulle migliori tariffe disponibili, accessi prioritari alle migliori categorie di camere e courtesy car (ove disponibile), early check-in e late check-out (su disponibilità). [post_title] => Baglioni Hotels punta sul trade. Focus su Casa Baglioni pronto a gennaio 2023 [post_date] => 2022-10-03T15:53:32+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664812412000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431536 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Estonia, un mix accattivante di natura, cultura, gastronomia, tecnologia e sostenibilità, si è presentata a Roma e Milano con queste carte vincenti agli operatori e alla stampa specializzata italiana. Con gli occhi puntati in modo particolare sulla capitale Tallinn, Capitale Verde d’Europa nel 2023 e su Tartu, la seconda città estone. Posizionata nel meridione del paese quest'ultima mira in alto per il 2024, puntando a un milione di visitatori quando sarà una delle tre città europee Capitali della Cultura.   Ottimi i collegamenti tra l’Estonia e l’Italia grazie ai collegamenti Ryanair e Wizz Air con oltre 20 voli settimanali da otto città italiane. E da altre città europee c’è un’ottima scelta di voli operati sia da vettori low cost che di linea. Per molti visitatori è Tallinn il primo punto d’arrivo nel paese baltico, una città Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco che vanta un tessuto urbano medievale attentamente conservato e strutture ricettive in grado di soddisfare ogni esigenza. Presenti alle serate italiane Kristina Talisainen, b2b marketing e Kadri Gröön, international media di Visit Estonia insieme ai partner Visit Tartu, Ibis Hotel Tallinn e Eckero Line, compagnia di traghetti che collegano Tallinn e Helsinki.  “Dall’inizio dell’anno fino alla fine di luglio 2022 l’Estonia ha accolto 791.983 visitatori internazionali, e di questi 11.338 erano italiani”, ha sottolineato Kristina Talisaninen. Un’incremento nel numero di visitatori dal Belpaese del 190% rispetto allo spesso periodo del 2021.  Molto apprezzato dagli italiani, ha aggiunto Kadri Gröön, la cucina estone: “Una cucina sostenibile con oltre 31 dei nostri ristoranti inseriti nella prestigiosa Guida Michelin”.   [post_title] => Estonia pronta a conquistare il favore dei turisti italiani [post_date] => 2022-10-03T13:39:05+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664804345000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431531 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà presente il titolare Luca Buonpensiere e parte del suo team, tra cui il nuovo direttore vendite & marketing, Simone Prinari, allo stand 29 del padiglione C4 del Ttg di Rimini dal 12 al 14 ottobre prossimi. Dopo qualche anno di assenza Glamour To torna infatti all'appuntamento fieristico romagnolo, per incontrare agenti di viaggio e vettori per confrontarsi e valutare le nuove strategie da adottare per il prossimo futuro. Ma soprattutto per  presentare l’intera programmazione del Capodanno 22/23, di cui ha lanciato da poco il catalogo, oltre a diverse sorprese e novità. Nell'ultimo anno, l'operatore viareggino ha investito nel futuro inserendo una serie di new entry nel team per rafforzare tra l'altro la propria rete vendite, proprio a sottolineare la grande voglia di accelerare la ripresa e di seguire l’onda positiva di questa nuova ripartenza del settore. "Con un mercato dei viaggi e del turismo in costante evoluzione - sottolinea infatti Buonpensiere - diventa di cruciale importanza saper creare una solida rete di distribuzione per proteggere e sviluppare il proprio brand". [post_title] => Glamour To alla fiera di Rimini per presentare la programmazione Capodanno 22/23 e le altre novità [post_date] => 2022-10-03T13:05:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664802326000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431528 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => È on air da ieri 2 ottobre sulle primarie emittenti radio nazionali la nuova campagna del gruppo dedicata al brand Best Western. Bwh torna in comunicazione con un flight autunnale in copertura totale di tre settimane, due per singola emittente, fino al 22 ottobre 2022. Undici i canali radio coinvolti nella pianificazione: Rds, Radio 105, Rmc, Virgin, R101, Radio Deejay, Radio Capital, Radio 24, Rtl 102.5, Radio Due Rai e Radio Italia. Oltre agli spot, sono previste anche citazioni durante trasmissioni tra cui Chiamate Roma Triuno Triuno, seguitissimo appuntamento quotidiano con il Trio Medusa su Radio Deejay e negli appuntamenti de La mattina di Radio Capital. Il piano prevede oltre 850 passaggi e circa 130 milioni di contatti lordi. La pianificazione coincide con la partecipazione agli eventi della Travel Week a Rimini: Hospitality Day, Ithic e Ttg. Il soggetto è nuovamente l’Italia, la sua connaturata essenza di opera d’arte da scoprire grazie ai 180 alberghi Best Western in 120 destinazioni in tutto il Paese [post_title] => “L’Italia è un’opera d’arte, scoprila con Best Western”. E' on air la nuova campagna radio Bwh [post_date] => 2022-10-03T12:19:45+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664799585000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431522 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni. Le strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani. «Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village». [post_title] => Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln [post_date] => 2022-10-03T11:42:04+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664797324000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431519 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre. Tante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji. A Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina! Per il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.   [post_title] => Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween [post_date] => 2022-10-03T10:44:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664793884000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431512 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: "Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019". Sulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, "possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019". Ma le sfide certo non mancano: "Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno". [post_title] => Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione [post_date] => 2022-10-03T10:19:05+00:00 [category] => Array ( [0] => top-news ) [category_name] => Array ( [0] => Top News ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664792345000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431505 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Se il prossimo governo confermerà il ministero del turismo, per il settore sarebbe meglio che a reggerlo venga chiamato Gian Marco Centinaio. Conosce la materia, è stato già ministro del Beni culturali e turismo, è stimato dall'ambiente, e soprattutto sa di cosa parla. Non bisogna fargli un breef ogni volta che incontra qualcuno. Perché Centinaio quel qualcuno, e quel problema specifico li conosce già. E non è poco. Scrivo questo perché negli ultimi giorni sono usciti vari nomi per il ministero del turismo. Quelli che mi hanno francamente steso, nel senso che sono caduto senza forze, sono stati quelli di Daniela Santanchè e di Massimo Garavaglia. Santanchè ha capito da poco che il turismo è una risorsa nazionale. Cioè per tutti e non solo per il suo amico Briatore. Mentre Garavaglia ormai ha un discorso standard che usa per tutte le occasioni cambiando solo il soggetto a cui si rivolge. Nuovi ruoli Ora Garavaglia ha espresso il desiderio di ritornare a fare il sottosegretario all'economia. Mansione per altro già ricoperta durante il primo governo Conte. E a dire la verità non so se la cosa ci possa far piacere, visto che il ministero dell'economia è il cuore dell'azione di governo. Dall'altra parte negli ultimi giorni la candidatura della Santanchè è un po' declinata. Lei può continuare ad occuparsi delle concessioni balneari. Non è un cattivo mestiere. Its funny. Giuseppe Aloe   [post_title] => Sarebbe opportuno se al turismo ritornasse Gian Marco Centinaio [post_date] => 2022-10-03T10:09:14+00:00 [category] => Array ( [0] => senza-categoria ) [category_name] => Array ( [0] => Senza categoria ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664791754000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431508 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo 56 anni di storia il gruppo Salentino Caroli Hotels è costretto a gettare la spugna: il caro bollette ha infatti eroso a tal punto le sue marginalità da aver convinto la proprietà a cessare le attività, nonostante il prolungamento della stagione ben oltre i tradizionali confini estivi. Si fermano quindi le cinque strutture del gruppo distribuire tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, mettendo a rischio la posizione dei 275 dipendenti circa della compagnia. Una comunicazione ufficiale, si legge sul Sole 24 Ore, è stata inviata a questo proposito alla prefettura di Lecce dal direttore generale di Caroli Hotels, Attilio Caputo. La sospensione dei servizi alberghieri e di ristorazioni ai nuovi clienti, riporta il documento, è interrotta con decorrenza immediata: "Gli spropositati ed insostenibili costi, che hanno eroso totalmente i margini di profitto, rendono impossibile garantire il prosieguo dell’attività, pur ricorrendo alle opportunità offerte dal sistema creditizio e all’implementazione di impianti fotovoltaici, la cui installazione non è stata ancora autorizzata. Ci auguriamo che un ritorno alla normalità possa far ricreare le condizioni per una riapertura". [post_title] => Il caro bollette fa chiudere il gruppo salentino Caroli Hotels [post_date] => 2022-10-03T10:04:35+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664791475000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "franceschini si sostituisce a garavaglia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":43,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":10378,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431547","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_426132\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Un rendering della lobby del nuovo Casa Baglioni a Milano[/caption]\r\n\r\nDopo un estate tutta in positivo in cui Baglioni Hotels ha superato il budget, il gruppo alberghiero italiano è concentrato su programmi per il prossimo anno.\r\n\r\nPer quanto riguarda le novità, a gennaio 2023 verrà inaugurata Casa Baglioni, nel cuore artistico milanese di Brera, all’angolo tra Via dei Giardini e Via Fatebenefratelli: 30 camere e suites, ispirate all’arte e al design della Milano anni ’60, una raffinata wine cellar, un ristorante gourmet firmato dallo chef stellato Claudio Sadler, una palestra e un roof top bar estivo.\r\n\r\nIl progetto dell’hotel è realizzato da Spagnulo & Partners. Non è prevista la reception poiché gli ospiti saranno accolti come in un salone di casa, per una concezione di lusso e di accoglienza familiare. Casa Baglioni ospiterà le opere della Stefano Cecchi Trust Collection – Fondo Arte in modo continuativo nelle aree comuni. Le opere d’arte saranno posizionate nella lobby, nei corridoi e nelle suite per un percorso culturale che si svolgerà a cadenza annuale.\r\n\r\nIl Gruppo punterà ancora sul Programma Dolce Vita, dedicato alle Agenzie di Viaggio ed introdotto nel 2019: comprende benefits e amenities dedicati tra cui 15% di sconto sulle migliori tariffe disponibili, accessi prioritari alle migliori categorie di camere e courtesy car (ove disponibile), early check-in e late check-out (su disponibilità).","post_title":"Baglioni Hotels punta sul trade. Focus su Casa Baglioni pronto a gennaio 2023","post_date":"2022-10-03T15:53:32+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664812412000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431536","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Estonia, un mix accattivante di natura, cultura, gastronomia, tecnologia e sostenibilità, si è presentata a Roma e Milano con queste carte vincenti agli operatori e alla stampa specializzata italiana. Con gli occhi puntati in modo particolare sulla capitale Tallinn, Capitale Verde d’Europa nel 2023 e su Tartu, la seconda città estone. Posizionata nel meridione del paese quest'ultima mira in alto per il 2024, puntando a un milione di visitatori quando sarà una delle tre città europee Capitali della Cultura.  \r\n\r\nOttimi i collegamenti tra l’Estonia e l’Italia grazie ai collegamenti Ryanair e Wizz Air con oltre 20 voli settimanali da otto città italiane. E da altre città europee c’è un’ottima scelta di voli operati sia da vettori low cost che di linea. Per molti visitatori è Tallinn il primo punto d’arrivo nel paese baltico, una città Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco che vanta un tessuto urbano medievale attentamente conservato e strutture ricettive in grado di soddisfare ogni esigenza.\r\n\r\nPresenti alle serate italiane Kristina Talisainen, b2b marketing e Kadri Gröön, international media di Visit Estonia insieme ai partner Visit Tartu, Ibis Hotel Tallinn e Eckero Line, compagnia di traghetti che collegano Tallinn e Helsinki.  “Dall’inizio dell’anno fino alla fine di luglio 2022 l’Estonia ha accolto 791.983 visitatori internazionali, e di questi 11.338 erano italiani”, ha sottolineato Kristina Talisaninen. Un’incremento nel numero di visitatori dal Belpaese del 190% rispetto allo spesso periodo del 2021.  Molto apprezzato dagli italiani, ha aggiunto Kadri Gröön, la cucina estone: “Una cucina sostenibile con oltre 31 dei nostri ristoranti inseriti nella prestigiosa Guida Michelin”.\r\n\r\n ","post_title":"Estonia pronta a conquistare il favore dei turisti italiani","post_date":"2022-10-03T13:39:05+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1664804345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431531","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà presente il titolare Luca Buonpensiere e parte del suo team, tra cui il nuovo direttore vendite & marketing, Simone Prinari, allo stand 29 del padiglione C4 del Ttg di Rimini dal 12 al 14 ottobre prossimi. Dopo qualche anno di assenza Glamour To torna infatti all'appuntamento fieristico romagnolo, per incontrare agenti di viaggio e vettori per confrontarsi e valutare le nuove strategie da adottare per il prossimo futuro. Ma soprattutto per  presentare l’intera programmazione del Capodanno 22/23, di cui ha lanciato da poco il catalogo, oltre a diverse sorprese e novità.\r\n\r\nNell'ultimo anno, l'operatore viareggino ha investito nel futuro inserendo una serie di new entry nel team per rafforzare tra l'altro la propria rete vendite, proprio a sottolineare la grande voglia di accelerare la ripresa e di seguire l’onda positiva di questa nuova ripartenza del settore. \"Con un mercato dei viaggi e del turismo in costante evoluzione - sottolinea infatti Buonpensiere - diventa di cruciale importanza saper creare una solida rete di distribuzione per proteggere e sviluppare il proprio brand\".","post_title":"Glamour To alla fiera di Rimini per presentare la programmazione Capodanno 22/23 e le altre novità","post_date":"2022-10-03T13:05:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664802326000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431528","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"È on air da ieri 2 ottobre sulle primarie emittenti radio nazionali la nuova campagna del gruppo dedicata al brand Best Western. Bwh torna in comunicazione con un flight autunnale in copertura totale di tre settimane, due per singola emittente, fino al 22 ottobre 2022. Undici i canali radio coinvolti nella pianificazione: Rds, Radio 105, Rmc, Virgin, R101, Radio Deejay, Radio Capital, Radio 24, Rtl 102.5, Radio Due Rai e Radio Italia. Oltre agli spot, sono previste anche citazioni durante trasmissioni tra cui Chiamate Roma Triuno Triuno, seguitissimo appuntamento quotidiano con il Trio Medusa su Radio Deejay e negli appuntamenti de La mattina di Radio Capital.\r\n\r\nIl piano prevede oltre 850 passaggi e circa 130 milioni di contatti lordi. La pianificazione coincide con la partecipazione agli eventi della Travel Week a Rimini: Hospitality Day, Ithic e Ttg. Il soggetto è nuovamente l’Italia, la sua connaturata essenza di opera d’arte da scoprire grazie ai 180 alberghi Best Western in 120 destinazioni in tutto il Paese","post_title":"“L’Italia è un’opera d’arte, scoprila con Best Western”. E' on air la nuova campagna radio Bwh","post_date":"2022-10-03T12:19:45+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664799585000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431522","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ricavi in crescita del 40% sul 2021 e soprattutto dell'11% sull'anno pre-Covid 2019 per il gruppo open air Human Company, che si appresta a chiudere il 2022 con un fatturato record di 123 milioni di euro. Bene anche i margini operativi lordi (ebitda) a 32 milioni, per un più 33% sul 2021 e un più 3% sul 2019. Tornano sui livelli pre-Covid pure le presenze, che si attestano a poco più di 4 milioni.\r\n\r\nLe strutture con le migliori performance della stagione abbracciano tutta l’offerta di destinazioni della compagnia: lo hu Altomincio Village, il villaggio a pochi chilometri dal lago di Garda, con un’occupazione tra giugno-agosto del 89,73%, seguito dal capeggio di città hu Firenze Camping in Town con un tasso di riempimento pari all’88,08% e lo hu Park Albatros Village, lungo la Costa degli Etruschi, con l’87,33%. Quanto alla provenienza degli ospiti, gli indirizzi del gruppo registrano una importante presenza diretta degli italiani, che con il 40% superano gli olandesi (25%) e i tedeschi (15%). Un risultato confermato anche nei tre camping in town a Firenze, Roma e Venezia, dove le presenze domestiche sono state il 33%, seguite da tedeschi (17%) e francesi (8%). Guardando allo storico, tutte le strutture all’aria aperta del gruppo rivelano un aumento della presenza degli italiani, che segna un trend in crescita del +10% nel triennio 2020-2022 rispetto ai dati pre-Covid. Il dato testimonia la tendenza positiva registrata dal comparto che, grazie alla sua capacità di evolversi, è riuscito a guadagnare la fiducia degli italiani.\r\n\r\n«Possiamo celebrare il nostro quarantesimo compleanno con grande entusiasmo grazie a questi straordinari numeri che ci consentono di guardare positivamente al futuro e di continuare a investire sullo sviluppo dei nostri ambiziosi progetti sul territorio italiano - commenta il ceo Human Company, Luca Belenghi -: in Veneto, con l'Eraclea Village e il DeltaFarm, il villaggio della biodiversità che riconvertirà la centrale termoelettrica Enel a Porto Tolle; in Toscana, a Cavriglia, aprirà poi il primo grande parco turistico dedicato allo sport in Italia, e ci sarà anche il Sant’Albinia Village, nel territorio di Piombino, naturale ampliamento del nostro hu Park Albatros Village».","post_title":"Stagione record per Human Company che stima di chiudere il 2022 con ricavi per 123 mln","post_date":"2022-10-03T11:42:04+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664797324000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431519","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Torna Gardaland Magic Halloween e per la sua ventesima edizione il parco gardesano ha deciso di aggiungere ulteriori date all'evento: l’inaugurazione ufficiale, con ospiti del mondo dello spettacolo e dello sport, avverrà sabato 8 ottobre ma a dare il via all’evento sarà invece il primo dei cinque Venerdì da paura, il 7 ottobre, a cui seguiranno il 14, il 21, il 28 ottobre e il 4 novembre. Gli appuntamenti continueranno poi tutti i sabati e domeniche del mese: nel lungo weekend dal 29 ottobre al 1° novembre e, per l’ultimo weekend dell’evento, il 5 e il 6 novembre.\r\n\r\nTante le novità dei Venerdì da paura, a partire dalla foresta Maledetta, una rivisitazione della foresta Incantata, per l’occasione infestata dalle creature più mostruose dei film più noti, fino all’area Hawaii, trasformata nel perfetto setting industriale in cui si aggirano zombie, vampiri e creature di ogni genere. Nei pressi di piazza Mammut si potrà inoltre assistere al Carrozzone degli Orrori: il nuovo show arrivato a Gardaland per presentare fenomeni da baraccone e strane illusioni. Per concludere i Venerdì da paura, un dj dalle fattezze mostruose e le sonorità da brivido si esibirà ogni settimana in un horror dj set, dalle ore 20 fino a chiusura del parco, sullo sfondo di un lugubre cimitero in piazza Jumanji.\r\n\r\nA Gardaland non mancheranno ovviamente proposte di cibo e bevande rigorosamente a tema Halloween, mentre il divertimento da paura continuerà anche il sabato e la domenica: a dare il via alle giornate l’immancabile Welcome show con protagonisti Prezzemolo e gli spaventapasseri che si esibiranno sulle note di una nuova canzone Vent’anni di paura, pensata ad hoc per celebrare questo importante traguardo. Infine all'ingresso di oltre 40 attrazioni disponibili nel parco si nasconderanno per l'occasione alcuni mostri che i visitatori dovranno scovare… Un indizio? Ai mostri piace l’adrenalina!\r\n\r\nPer il Gardaland Magic Halloween, il parco sarà aperto dalle 17 alle 22 durante i Venerdì da paura, tutti i sabati dalle 10 alle 20 e le domeniche dalle 10 alle 19. Il 31 ottobre, per la grande notte di Halloween, apertura speciale dalle 10 a mezzanotte.\r\n\r\n ","post_title":"Venerdì 7 ottobre parte la ventesima edizione di Gardaland Magic Halloween","post_date":"2022-10-03T10:44:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664793884000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431512","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Il brand ha aperto le vendite a inizio di giugno. Troppo presto per stilare un bilancio ad hoc. Ma un primo risultato importante Teorema Vacanza l'ha già ottenuto: mettere ordine nell'offerta tour operating del nostro gruppo\". Così il ceo di Volonline, Luigi Deli, a commento della prima estate di attività successiva all'acquisizione del marchio Teorema, ufficializzata lo scorso aprile: \"Il primo a godere di tale effetto è stato il nostro to online Volonclick, che ha sostanzialmente quadruplicato i risultati del 2019. Identificare partenze speciali-pacchetti con il marchio Teorema Vacanze ha infatti sostanzialmente permesso alle agenzie di posizionare meglio il core business del dynamic packaging e dell’offerta dei singoli servizi di Volonclick. Molto bene è andata anche la vendita di biglietteria e flight consolidation: un’attività, che stiamo gestendo con il freno tirato per questioni di controllo di gestione, ma che è cresciuta di ben il 30%. Il tailor made, infine, trainato da oceano Indiano e Africa, ma penalizzato dall’Oriente, ha invece registrato sostanzialmente gli stessi risultati del 2019\".\r\n\r\nSulle performance specifiche di Teorema Vacanza, prosegue Deli, \"possiamo dirci comunque sostanzialmente soddisfatti, in quanto a inizio luglio avevamo già venduto tutto il prodotto in vuoto-pieno che avevamo budgettizzato per la business unit originale di Volonclick. Ad agosto abbiamo poi registrato un volume importante di vendite anticipate sulle partenze di Natale/Capodanno e da inizio settembre le prenotazioni Teorema Vacanze sono ripartite molto bene, tanto che a oggi l’unità vanta volumi superiori del 50% rispetto al 2019\".\r\n\r\nMa le sfide certo non mancano: \"Sono veramente molte le incognite macro-economiche che stiamo vivendo (inflazione, finanza, cambio euro-dollaro, problematiche dell’aviazione civile…) - conclude Deli -. Siamo molto preoccupati e stiamo sostanzialmente navigando a vista. La realtà è che, a parte Teorema Vacanze, stiamo registrando ottimi risultati di vendita sotto data, ma al contempo un ritardo molto forte sulle partenze di Natale – Capodanno\".","post_title":"Volonline: l'effetto Teorema traina Volonclick, ma preoccupa l'inflazione","post_date":"2022-10-03T10:19:05+00:00","category":["top-news"],"category_name":["Top News"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1664792345000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431505","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Se il prossimo governo confermerà il ministero del turismo, per il settore sarebbe meglio che a reggerlo venga chiamato Gian Marco Centinaio. Conosce la materia, è stato già ministro del Beni culturali e turismo, è stimato dall'ambiente, e soprattutto sa di cosa parla. Non bisogna fargli un breef ogni volta che incontra qualcuno. Perché Centinaio quel qualcuno, e quel problema specifico li conosce già. E non è poco.\r\n\r\nScrivo questo perché negli ultimi giorni sono usciti vari nomi per il ministero del turismo. Quelli che mi hanno francamente steso, nel senso che sono caduto senza forze, sono stati quelli di Daniela Santanchè e di Massimo Garavaglia. Santanchè ha capito da poco che il turismo è una risorsa nazionale. Cioè per tutti e non solo per il suo amico Briatore. Mentre Garavaglia ormai ha un discorso standard che usa per tutte le occasioni cambiando solo il soggetto a cui si rivolge.\r\nNuovi ruoli\r\nOra Garavaglia ha espresso il desiderio di ritornare a fare il sottosegretario all'economia. Mansione per altro già ricoperta durante il primo governo Conte. E a dire la verità non so se la cosa ci possa far piacere, visto che il ministero dell'economia è il cuore dell'azione di governo. Dall'altra parte negli ultimi giorni la candidatura della Santanchè è un po' declinata. Lei può continuare ad occuparsi delle concessioni balneari. Non è un cattivo mestiere. Its funny.\r\n\r\nGiuseppe Aloe\r\n\r\n ","post_title":"Sarebbe opportuno se al turismo ritornasse Gian Marco Centinaio","post_date":"2022-10-03T10:09:14+00:00","category":["senza-categoria"],"category_name":["Senza categoria"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1664791754000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431508","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo 56 anni di storia il gruppo Salentino Caroli Hotels è costretto a gettare la spugna: il caro bollette ha infatti eroso a tal punto le sue marginalità da aver convinto la proprietà a cessare le attività, nonostante il prolungamento della stagione ben oltre i tradizionali confini estivi. Si fermano quindi le cinque strutture del gruppo distribuire tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, mettendo a rischio la posizione dei 275 dipendenti circa della compagnia.\r\n\r\nUna comunicazione ufficiale, si legge sul Sole 24 Ore, è stata inviata a questo proposito alla prefettura di Lecce dal direttore generale di Caroli Hotels, Attilio Caputo. La sospensione dei servizi alberghieri e di ristorazioni ai nuovi clienti, riporta il documento, è interrotta con decorrenza immediata: \"Gli spropositati ed insostenibili costi, che hanno eroso totalmente i margini di profitto, rendono impossibile garantire il prosieguo dell’attività, pur ricorrendo alle opportunità offerte dal sistema creditizio e all’implementazione di impianti fotovoltaici, la cui installazione non è stata ancora autorizzata. Ci auguriamo che un ritorno alla normalità possa far ricreare le condizioni per una riapertura\".","post_title":"Il caro bollette fa chiudere il gruppo salentino Caroli Hotels","post_date":"2022-10-03T10:04:35+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1664791475000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti