16 April 2024

912

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Banconista con pluriennale esperienza con titolo di direttore tecnico, vendita pacchetti t.o., creazione viaggi su misura, prenotazioni alberghiere, aeree e marittime offresi per lavoro part time o full time in agenzia o tour operator zona Milano e provincia.
Contatto: 339 32 85 821.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465615 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_457993" align="alignleft" width="300"] Michele Diamantini[/caption] Nel primo trimestre 2024 la richiesta di case vacanze di lusso sale del 20% rispetto al periodo equivalente dell’anno precedente. Oltre ai tradizionali americani e nordici, con l’assenza di russi e ucraini a causa della guerra, avanzano i turisti asiatici, dai coreani agli indiani ai cinesi. Per esperienze particolari, a partire dal food and wine e mete come Roma, Firenze e la Toscana, Venezia e Sardegna, i viaggiatori luxury spendono il 10% in più dell’anno scorso, fino a oltre 2 mila euro al giorno, ma la scelta è più attenta e viene chiesta flessibilità nella durata del soggiorno e nei servizi. E’ quanto emerge da uno studio condotto sulle residenze di lusso gestite da Halldis, del cui gruppo fa parte Windows on Italy che propone quasi 150 proprietà luxury tra ville, palazzi, appartamenti in città, al mare, in campagna o ai laghi in Toscana, Umbria, Sicilia, Sardegna e in altre regioni. Nel dettaglio, gli ospiti sono disposti a spendere di più, ma prenotano con più ponderazione, in anticipo e manifestano esigenze specifiche. Nel primo trimestre 2024 il booking medio è di 136 giorni rispetto ai 121 dei mesi corrispettivi del 2023. L’adr, sempre circa i primi tre mesi dell’anno, cresce per le ville di Windows on Italy da 803 a 884 euro a notte (+10%), per quelle di Halldis da 1.005 a 1.094 euro (+8,8%) e per quelle di fascia alta di Halldis da 1.900 a 2.025 euro (+9,2%). Il 65% degli ospiti soggiorna una settimana, il 20% oltre una e il 15% meno di una. Tra le dotazioni più richieste: Internet veloce, piscina, view (sea o countryside), pet-friendly (il 17% viaggia con pet); tra le richieste, la più apprezzata è food and wine experience. “Osserviamo un aumento della domanda di ville di lusso, ma al contempo una maggiore attenzione alla scelta e alla programmazione: il cliente vuole verificare tutto nei dettagli – afferma Michele Diamantini, ceo di Halldis -. Il primo trimestre 2024 registra un 20% di prenotazioni in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, dei quali la metà è stata relativa ai mesi di bassa e media stagione (marzo-maggio). I viaggiatori del lusso tendono infatti a sfruttare i mesi fuori della stagione alta a prezzi più bassi, approfittando anche delle temperature che in primavera o di primo autunno si avvicinano a quelle dei mesi estivi. Rileviamo pure una domanda di disporre del soggiorno minimo flessibile, non più il tradizionale sabato-sabato, e di tenere libere la giornata di arrivo e partenza. Per il 2025 stiamo registrando prenotazioni in particolare per i viaggi fuori stagione, settembre e maggio, e anche richieste per matrimoni”. [post_title] => Halldis: cresce la domanda di case vacanze per il segmento lusso [post_date] => 2024-04-16T11:26:02+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713266762000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465341 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%). "Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere". Da qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: "Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato". A tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert. Alla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi. Infine una parola sul budget 2024: "L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel".   [post_title] => Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit [post_date] => 2024-04-11T13:56:54+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712843814000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464524 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La primavera dei Travel Open Day si è aperta a Torino, il 21 marzo scorso, con un atteso b2b che ha visto la presenza di oltre 30 espositori. “Torino è una città che risponde sempre bene”, dichiara Laura Zancolò, key account manager di Svizzera Turismo, accanto a Levente Gyorgy, da pochi mesi responsabile dei mercati per Vaud Promotion, che dichiara: “Da due anni, il canton Vaud punta alla multi-settorialità e coinvolge settori diversi: turismo, economia, prodotti tipici, imprese… Tutti ambasciatori del Cantone. Per il 2024 il focus è su gastronomia e vini, su musei e la frizzante city-life di Losanna, sulla riviera di Montreaux e i paesaggi Unesco del Lavaux, Glacier 3000 e le piste di Villars sur Ollons. Ma anche sulle terme e la Vallée du Joux, culla dell’orologeria Svizzera”. Primo Tod per Asatours, to britannico attivo da 35 anni, specializzato in Gran Bretagna e Irlanda per individuali, gruppi e mice: “Approccio più che positivo – afferma Sara Lasca – ho colto interesse per la versatilità del nostro prodotto, classico ma che contempla percorsi meno battuti, esperienze e autentiche chicche. Come la Battersea Power Station di Londra, ex centrale a carbone eternata da un lp dei Pink Floyd, ora fulcro di un’area trendy molto vivace, o Belfast capitale nordirlandese che ha ancora molto da esprimere”. Rappresentata sul mercato italiano da poco più di un anno da JoyCò, Ayada è la nuova frontiera delle Maldive.“Per noi questo confronto con il trade è fondamentale - dichiara Gioja Tresoldi, managing director di JoyCò -. Ayada, nelle Maldive del Sud, dista 60 chilometri dall’isola più vicina, aspetto che ne garantisce privacy e relax. Riporta alle Maldive delle origini, ma con confort e servizi all’avanguardia, sistemazioni, 112 in tutto, di varia tipologia, attività per ospiti di ogni età. La proprietà è di una famiglia che sta investendo molto in Europa e ora guarda con interesse all’Italia” A due passi da Trieste, Lipica è una meta slovena di grande appeal. “Per noi l’Italia è una priorità e il 2024 dà già segnali di ulteriore crescita - afferma Kristina Mamić Mikša -. Sempre più apprezzata, e non solo dagli sportivi, è immersa in 300 ettari di verde, con un maneggio appena rinnovato, allevamento di 30 cavalli, golf a 9 buche, hotel in piena sintonia con l’ambiente, centro congressi... Di certo il treno diretto Milano – Lubjana, che fermerà anche a Lipica, segnerà una svolta”. Novità anche per il Girasole, con una “Islanda in versione fly and drive - dichiara Claudio Parisi –, a cui si aggiungeranno mete insolite. In uscita pure il nuovo catalogo Azzorre, tour per Madeira e la Rota Vicentina, in Portogallo, il cammino dei Fari e quello di Santiago, in Spagna. In tema ferroviario, da segnalare i viaggi a bordo dei treni spagnoli di lusso e la grande ripresa dell’Interrail: formula per anni dimenticata e oggi molto richiesta dagli agenti di viaggi per l’utenza più giovane”. [gallery ids="464528,464529,464530,464531"] [post_title] => Al Travel Open Day di Torino molti debutti e tante novità [post_date] => 2024-03-28T12:18:39+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711628319000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464212 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Guatemala diventa la capitale del turismo religioso e culturale del Centro America durante la Settimana Santa: le autorità dell'Istituto Guatemalteco del Turismo (Inguat) prevedono 3,3 milioni di arrivi, con entrate superiori a 312 milioni di euro. Con un'espressione di sincretismo religioso unica al mondo, il Paese si pone come destinazione eccezionale per il turismo culturale e religioso, attirando visitatori da tutti i continenti. La Settimana Santa in Guatemala è costituita da una serie di attività radicate nella storia e nella tradizione da più di quattro secoli: le grandi processioni, a cui partecipano migliaia di persone, danno vita a momenti di profonda spiritualità. Questo patrimonio di solennità e fervore rende il Paese una destinazione molto attrattiva per il turismo religioso, un segmento in continua crescita alla ricerca di esperienze autentiche e intrise di misticismo. L'evento, unico nella regione, stimola il turismo intraregionale in America Centrale: le previsioni indicano che il 54% dei viaggiatori arriverà da El Salvador e il 12% dell'Honduras; il 15% dagli Stati Uniti e il 6% dall'Europa. Dichiarata Patrimonio Culturale della Nazione nel 2008 e Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco nel 2022, la Settimana Santa in Guatemala evidenzia l'importanza di questa celebrazione per il rafforzamento del turismo nel Paese. [post_title] => Guatemala: previsti 3,3 milioni di visitatori per la Settimana Santa 2024 [post_date] => 2024-03-25T11:44:59+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711367099000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi.  Secondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi). A centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto). Si tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa. Intanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.   [post_title] => Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023 [post_date] => 2024-03-22T10:11:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711102312000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463578 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un percorso parallelo multisensoriale con contenuti interattivi, opere da toccare e da ascoltare, guide nella lingua dei segni, nuovi device multimediali e introduzione di linguaggi contemporanei, per un Museo sempre più inclusivo e accessibile che promuove la cultura dell’incontro e dell’integrazione con la diversità. Sono queste alcune delle proposte portate a compimento dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato, e che danno l’avvio alla prima parte delle celebrazioni per i 10 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta il 12 aprile 2014 dopo un complesso intervento di restauro dell’allora Museo Civico, chiuso da vent’anni e ospitato dal 1912 nel duecentesco Palazzo Pretorio. «In questi dieci anni il Museo di Palazzo Pretorio non ha mai smesso di saper raccontare la storia e la contemporaneità di Prato. E ancora oggi, con l'impegno di essere un Museo sempre più inclusivo e aperto, è testimone di una Città che, forte della sua identità di città partecipata, ha fatto dei temi dell’integrazione e dell’inclusione i fattori chiave di una governance multilivello - dichiara il Sindaco Matteo Biffoni - Dobbiamo sempre più prendere consapevolezza che la potenzialità e la forza competitiva di Prato sono dovute in parte alla sua capacità di essere una comunità che ha sconfitto i pregiudizi sulla diversità». Ispirato fin dalla sua riapertura ad una concezione rispettosa dei principi dell’accessibilità e dell’abbattimento delle barriere architettoniche, con una progettualità orientata all’inclusione, il Museo presenta ora nuovi interventi che insistono sulla prospettiva di una visione museologica aperta e sempre più inclusiva, realizzati grazie agli specifici fondi del PNRR dedicati alla rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura pubblici a cui il Museo di Palazzo Pretorio ha avuto accesso grazie ad un progetto di sviluppo e implementazione delle proprie dotazioni tecnologiche e tiflodidattiche, improntato alla sempre maggiore accessibilità e ad una migliore fruizione dell’esperienza di visita. «Il programma delle Celebrazioni per il decennale si arricchisce con questo progetto che riflette quello che è da sempre l’impegno del Museo: promozione dell'inclusione, abbattimento di tutte le barriere, superamento dell'idea di museo quale contenitore di opere, costruendo nel tempo narrazioni articolate e iniziative condivise per coinvolgere pubblici sempre più ampi alla vita del Pretorio», afferma l’Assessore alla Cultura Simone Mangani. «Nella consapevolezza che l’arte debba essere vettore di coesione e di integrazione sociale, il Museo di Palazzo Pretorio si mette in gioco e dà così forma a nuovi modi di leggere la bellezza», aggiunge Rita Iacopino, direttrice del Museo di Palazzo Pretorio. Il nuovo percorso parte dal piano terra con un plastico multimediale interattivo che ricostruisce tridimensionalmente in scala il Palazzo Pretorio e che consente l’esplorazione tattile dell’edificio favorendo la “leggibilità” ai visitatori con ridotte capacità visive. Audio attivabili con un tocco sui punti corrispondenti muniti di sensore permettono di ripercorrere le fasi storiche del Palazzo in un viaggio attraverso alcuni significativi elementi architettonici. Convinto che l’inclusione sia un valore, il Museo sta lavorando anche al restyling e all’aggiornamento del Sito web e dell’App, con la creazione di nuove sezioni e contenuti, progettati per rendere possibile la navigazione anche da parte di un pubblico con difficoltà sensoriali o cognitive. [post_title] => Prato, il Museo di Palazzo Pretorio si rinnova con percorsi tattili e sensoriali [post_date] => 2024-03-18T09:00:53+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710752453000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462756 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo aver chiuso il 2023 a quota 810 milioni di euro, il gruppo Bluvacanze si prepara a un altro anno in crescita e si avvicina alla soglia del miliardo di euro di volume lordo di travel value. Le previsioni per il 2024 sono state rivelate ieri, in occasione dell'inaugurazione del nuovo flagship store di Milano, e parlano di una realtà che si appresta a raggiungere quota 918 milioni, al netto delle elisioni intercompany. E ciò in un contesto nel quale le agenzie di entrambi i brand del network, Vivere & Viaggiare e Bluvacanze, sono destinate a superare ampiamente i valori pre-pandemici del 2019. Nel dettaglio, i primi due mesi di quest'anno registrano un più 15% sul prenotato pari data del 2023, con l'estate che è già a +35%, grazie a un deciso advance booking.  In merito alle destinazioni, si registra un graduale recupero dell’Egitto, gravemente compromesso dagli eventi di ottobre. Oggi questa destinazione vale “solo” il 30% in meno rispetto a un anno fa. Tra le esperienze di viaggio perdura il boom per le crociere, soprattutto nel Nord Europa (+37%). Nel Mediterraneo, brillano Spagna e Grecia (+74 e + 77%). Sul lungo raggio, ottime le performance per Stati Uniti (+32%) e Giappone (+34%). Ma ovviamente non è tutto rosa e fiori: alcuni nodi critici sono rappresentati dalla conversione dei preventivi, che sconta l’aumento dei prezzi, la minore capacità di spesa delle famiglie e la difficoltà di ottenere in tempo i documenti per l'espatrio. Gli italiani rimangono insomma cauti nel confermare le prenotazioni. L’area mice ed eventi è poi destinata a incrementare il portafoglio di aziende in un contesto sempre più internazionale, mentre il comparto del business travel di Cisalpina Tours si ritiene possa raggiungere un livello record di transazioni. A oggi sono operative le sedi di New York, nonché in Brasile, Turchia, Cipro e in Germania, mentre gli uffici europei di Londra, Parigi, Ginevra e Madrid attendono le ultime formalità. Il piano di sviluppo del gruppo Bluvacanze nel medio termine insisterà sulla trasformazione digitale e sull’internazionalizzazione, con la definitiva apertura di uffici in Sudafrica (Durban). Il Far East costituirà il prossimo capitolo del piano di espansione globale, dal 2025. Infine, il tour operator Going registrerà tassi di crescita a due cifre percentuali, grazie al consolidamento delle linee strategiche dirette, alle esperienze di viaggio su misura, di alto profilo, nonché all'arricchimento delle divisioni Going Resort e Incoming di Going2Italy. [post_title] => Il gruppo Bluvacanze vede la soglia del miliardo di euro di travel value [post_date] => 2024-03-05T10:01:07+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1709632867000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461847 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2023 di Malta ha regalato alla destinazione ben 3 milioni di turisti internazionali, il numero più elevato mai raggiunto prima, che rappresenta un aumento di oltre l’8% rispetto al precedente record stabilito nel 2019 (2,8 milioni di turisti). Mentre i numeri relativi al turismo mondiale sono ancora lontani dai livelli pre-pandemia, con l’88% dei dati relativi al 2019, Malta ottiene risultati storici. Da sottolineare inoltre come i turisti internazionali abbiano speso un totale di 2,7 miliardi di euro a Malta nel 2023, con una media di 132 euro al giorno per turista, segnando un aumento di un quinto rispetto al 2019. Da record anche i risultati relativi al mercato italiano, che nel 2023 è stato il principale per numero di arrivi, con un market share del 18,4%, seguito da quello del Regno Unito. I turisti italiani totali arrivati a Malta lo scorso anno sono stati 547.991, esattamente 37,6% in più del 2022 e 14,3% in più rispetto al 2019. Con una media pro-capite di 5,7 notti, il totale delle notti relativo al mercato italiano è di 3.127.294 (+26% sul 2022), mentre la spesa totale è di 335.586€ (+35% rispetto l’anno precedente) e quella pro-capite è di 612€. Ciascuno di questi traguardi, è stato il migliore mai raggiunto dal mercato italiano. «Il 2023 è stato un anno straordinario in cui abbiamo letteralmente fatto insieme la storia con i migliori numeri di sempre - commenta Ester Tamasi, direttore Malta Tourism Authority Italia -. Molti investimenti si sono concentrati sull’ampliamento delle fasce di età del turista tradizionale così come sull’aumento delle possibili motivazioni che portano a scegliere Malta per una vacanza. Nonostante i numerosi e repentini cambiamenti del mercato, il nostro team ha sempre risposto in maniera immediata alle nuove esigenze del consumatore, utilizzando strumenti che potessero raccontare l’offerta di prodotti sempre attuali ed in linea alle tendenze di viaggio.” «Malta si è impegnata affinché il turismo tornasse ad essere uno dei pilastri fondamentali della propria economia. Allo stesso tempo, per il rispetto e le necessità del territorio, si è lavorato al frazionamento dei flussi turistici lungo tutto l’arco dell’anno e ampliando le aree geografiche in cui indirizzare il turista, mettendo quindi in luce nuove zone dell’arcipelago, con una precisa strategia che mira a rendere tutto il comparto turistico più sostenibile. Attualmente il mix di prodotti che presenta la destinazione è il risultato di un proficuo lavoro di posizionamento che ci accompagnerà in un 2024 che punta ad un turismo di maggiore qualità. Al momento c’è molta attenzione al segmento luxury, inteso anche come possibilità di vivere un’esperienza unica, in un luogo autentico come è Malta.”   [post_title] => Malta: gli arrivi internazionali superano per la prima volta i 3 milioni. Italiani in pole position [post_date] => 2024-02-20T09:32:00+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708421520000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461679 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => A marzo la Val d’Ega accoglie gli appassionati delle piste con offerte che rendono non solo meraviglioso ma anche conveniente trascorrere una vacanza nel cuore soleggiato delle Dolomiti. “Doppietta sugli sci” in Val d'Ega è la vantaggiosa offerta valida dal 2 al 30 marzo 2024, che comprende 7 pernottamenti; 7 giorni di Guest Pass Val d'Ega (per viaggiare gratuitamente col trasporto pubblico) e skibus gratuito che collega Carezza e Obereggen; 6 giorni skipass Valle Silver; 1 giornata di ski test gratuito a Carezza (Sport Laurin e Ski & Bike Rent) oppure a Obereggen (Ski Siegfried e Skiservice Obereggen); 1 aperitivo al tramonto alla Laurins Lounge a Carezza - la lounge panoramica più alta dell’Alto Adige, ai piedi del Rosengarten Catinaccio - dalle ore 16.30 alle ore 18.00; “Be the first” la possibilità di essere i primi a solcare la pista immacolata Oberholz a Obereggen, dalle ore 07.30 ogni sabato e domenica; sci notturno ogni martedì e venerdì dalle ore 19:00 alle ore 22:00; slittare di notte ogni martedì e venerdì dalle ore 19:00 alle ore 22:00 (con noleggio gratuito dello slittino allo Ski Siegfried e allo Skiservice Obereggen). Prezzo a partire da 999 euro per persona. La proposta  “Dolomiti Spring Days”, dal 16 marzo al 1° aprile e dal 2 aprile a fine stagione 2024, regala un giorno di vacanza sulla neve. Dal 16 marzo al 1° aprile 7 pernottamenti al prezzo di 6 (a partire da 915 euro per persona in hotel 3 stelle) e 6 giorni di skipass al prezzo di 5 (a partire da 788 euro per persona), oppure dal 2 aprile fino a fine stagione, soggiorno di 4 giorni e skipass al prezzo di 3, a partire da 434 euro a persona. I prezzi sono validi per lo skipass Fassa-Carezza, oppure Fiemme-Obereggen, oppure Dolomiti Superski.     ­ [post_title] => Val d'Ega, a marzo le offerte per l'ultima neve sulle Dolomiti [post_date] => 2024-02-16T12:18:15+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708085895000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "912" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":7,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":68,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465615","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_457993\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Michele Diamantini[/caption]\r\n\r\nNel primo trimestre 2024 la richiesta di case vacanze di lusso sale del 20% rispetto al periodo equivalente dell’anno precedente. Oltre ai tradizionali americani e nordici, con l’assenza di russi e ucraini a causa della guerra, avanzano i turisti asiatici, dai coreani agli indiani ai cinesi. Per esperienze particolari, a partire dal food and wine e mete come Roma, Firenze e la Toscana, Venezia e Sardegna, i viaggiatori luxury spendono il 10% in più dell’anno scorso, fino a oltre 2 mila euro al giorno, ma la scelta è più attenta e viene chiesta flessibilità nella durata del soggiorno e nei servizi. E’ quanto emerge da uno studio condotto sulle residenze di lusso gestite da Halldis, del cui gruppo fa parte Windows on Italy che propone quasi 150 proprietà luxury tra ville, palazzi, appartamenti in città, al mare, in campagna o ai laghi in Toscana, Umbria, Sicilia, Sardegna e in altre regioni.\r\n\r\nNel dettaglio, gli ospiti sono disposti a spendere di più, ma prenotano con più ponderazione, in anticipo e manifestano esigenze specifiche. Nel primo trimestre 2024 il booking medio è di 136 giorni rispetto ai 121 dei mesi corrispettivi del 2023. L’adr, sempre circa i primi tre mesi dell’anno, cresce per le ville di Windows on Italy da 803 a 884 euro a notte (+10%), per quelle di Halldis da 1.005 a 1.094 euro (+8,8%) e per quelle di fascia alta di Halldis da 1.900 a 2.025 euro (+9,2%). Il 65% degli ospiti soggiorna una settimana, il 20% oltre una e il 15% meno di una. Tra le dotazioni più richieste: Internet veloce, piscina, view (sea o countryside), pet-friendly (il 17% viaggia con pet); tra le richieste, la più apprezzata è food and wine experience.\r\n\r\n“Osserviamo un aumento della domanda di ville di lusso, ma al contempo una maggiore attenzione alla scelta e alla programmazione: il cliente vuole verificare tutto nei dettagli – afferma Michele Diamantini, ceo di Halldis -. Il primo trimestre 2024 registra un 20% di prenotazioni in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, dei quali la metà è stata relativa ai mesi di bassa e media stagione (marzo-maggio). I viaggiatori del lusso tendono infatti a sfruttare i mesi fuori della stagione alta a prezzi più bassi, approfittando anche delle temperature che in primavera o di primo autunno si avvicinano a quelle dei mesi estivi. Rileviamo pure una domanda di disporre del soggiorno minimo flessibile, non più il tradizionale sabato-sabato, e di tenere libere la giornata di arrivo e partenza. Per il 2025 stiamo registrando prenotazioni in particolare per i viaggi fuori stagione, settembre e maggio, e anche richieste per matrimoni”.","post_title":"Halldis: cresce la domanda di case vacanze per il segmento lusso","post_date":"2024-04-16T11:26:02+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1713266762000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465341","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un giro d'affari di quasi 700 milioni di euro (precisamente 686,9 mln), per una crescita del 40% sull'anno precedente, con la sezione travel che ha contribuito con 295 mln (+40,1%), quella business travel con 254 mln (+3.,2%), gli eventi con 61 mln (+71,8%), più le società partecipate e controllate che hanno pesato per 76,9 mln (+51,6%). Il tutto corroborato da margini operativi lordi per 14,62 milioni, pari al 40% in più rispetto all'obiettivo di budget originario. Sono i numeri del 2023 di Gattinoni, a cui si devono inoltre aggiungere i 922 milioni del network (+33,4%).\r\n\r\n\"Dopo l'acquisizione nel 2022 di Robintur e la coda lunga della pandemia, lo scorso è stato il primo anno in cui abbiamo potuto tracciare un bilancio completo - spiega il presidente e amministratore delegato, Franco Gattinoni - Si tratta di cifre importanti. E proprio per questo abbiamo deciso che fosse venuto il momento di mettere mano all'organizzazione: semplificandola per continuare a crescere\".\r\n\r\nDa qui la decisione di creare tre distinte aree di business che opereranno tutte sotto la supervisione della capogruppo: travel (prodotto e agenzie), business travel ed events. La semplificazione riguarderà peraltro anche l’aspetto societario: l'idea è infatti di raggruppare le numerose aziende del gruppo in tre sole realtà: \"Dal 1°gennaio 2025 avremo una società per ciascuna delle nostre business unit, nelle quali  confluiranno progressivamente tutte le altre\", sottolinea Gattinoni. L'obiettivo è quella di dare la massima importanza a ognuna delle nostre specializzazioni, nella consapevolezza che abbiano necessità sia sinergiche, sia distinte e specifiche per ciascun segmento di mercato\".\r\n\r\nA tal fine sono stati quindi nominati tre nuovi amministratore delegati: per la divisione Gattinoni Travel diventa a.d. Mario Vercesi, già direttore prodotto e regista della piattaforma tecnologica; Gattinoni Events riconferma al timone la già managing director, Elisa Presutti, mentre la divisione Business Travel si avvarrà del nuovo ingresso di Piergiulio Donzelli, che curerà il completamento della fusione fra Gattinoni Business Travel e BtExpert.\r\n\r\nAlla luce di tali cambiamenti, anche il resto dell'organigramma societario varia leggermente con una serie di conferme e alcune new entry: il cda della capogruppo è in particolare ora composto da Franco Gattinoni, presidente, Stefano Dall'Ara, vicepresidente (senza incarichi operativi, per dare continuità al retaggio Robintur, ndr), nonché Sergio Testi, Amanda Shupbach e Valeria Vaghi, consiglieri. La stessa Valeria Vaghi è poi chief financial officer, mentre responsabile del controllo di gestione e compliance è Claudio Passuti, al timone della divisione risorse umane c'è Amanda Shupbach, all'It e servizi generali, Mattia Tieghi, e al marketing, comunicazione e digital, Isabella Maggi.\r\n\r\nInfine una parola sul budget 2024: \"L'anno in corso ci vedrà impegnati in questo importante processo di riorganizzazione e consolidamento, con la conclusione della fase d'integrazione con Robintur - conclude Gattinoni -. Ma prevediamo comunque di proseguire lungo il nostro percorso di espansione, stimando un incremento del giro d'affari del 12% circa, sino a quota 774,3 milioni. Salirà anche l'ebitda di una percentuale ancora maggiore. Anzi, proprio la riorganizzazione in corso mira tra le altre cose a supportare una crescita delle marginalità, puntando ad allinearle a quelle di altri settori merceologici tradizionalmente più profittevoli del mondo travel\".\r\n\r\n ","post_title":"Rivoluzione Gattinoni che si riorganizza in tre business unit","post_date":"2024-04-11T13:56:54+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712843814000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464524","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La primavera dei Travel Open Day si è aperta a Torino, il 21 marzo scorso, con un atteso b2b che ha visto la presenza di oltre 30 espositori. “Torino è una città che risponde sempre bene”, dichiara Laura Zancolò, key account manager di Svizzera Turismo, accanto a Levente Gyorgy, da pochi mesi responsabile dei mercati per Vaud Promotion, che dichiara: “Da due anni, il canton Vaud punta alla multi-settorialità e coinvolge settori diversi: turismo, economia, prodotti tipici, imprese… Tutti ambasciatori del Cantone. Per il 2024 il focus è su gastronomia e vini, su musei e la frizzante city-life di Losanna, sulla riviera di Montreaux e i paesaggi Unesco del Lavaux, Glacier 3000 e le piste di Villars sur Ollons. Ma anche sulle terme e la Vallée du Joux, culla dell’orologeria Svizzera”.\r\n\r\nPrimo Tod per Asatours, to britannico attivo da 35 anni, specializzato in Gran Bretagna e Irlanda per individuali, gruppi e mice: “Approccio più che positivo – afferma Sara Lasca – ho colto interesse per la versatilità del nostro prodotto, classico ma che contempla percorsi meno battuti, esperienze e autentiche chicche. Come la Battersea Power Station di Londra, ex centrale a carbone eternata da un lp dei Pink Floyd, ora fulcro di un’area trendy molto vivace, o Belfast capitale nordirlandese che ha ancora molto da esprimere”.\r\n\r\nRappresentata sul mercato italiano da poco più di un anno da JoyCò, Ayada è la nuova frontiera delle Maldive.“Per noi questo confronto con il trade è fondamentale - dichiara Gioja Tresoldi, managing director di JoyCò -. Ayada, nelle Maldive del Sud, dista 60 chilometri dall’isola più vicina, aspetto che ne garantisce privacy e relax. Riporta alle Maldive delle origini, ma con confort e servizi all’avanguardia, sistemazioni, 112 in tutto, di varia tipologia, attività per ospiti di ogni età. La proprietà è di una famiglia che sta investendo molto in Europa e ora guarda con interesse all’Italia”\r\n\r\nA due passi da Trieste, Lipica è una meta slovena di grande appeal. “Per noi l’Italia è una priorità e il 2024 dà già segnali di ulteriore crescita - afferma Kristina Mamić Mikša -. Sempre più apprezzata, e non solo dagli sportivi, è immersa in 300 ettari di verde, con un maneggio appena rinnovato, allevamento di 30 cavalli, golf a 9 buche, hotel in piena sintonia con l’ambiente, centro congressi... Di certo il treno diretto Milano – Lubjana, che fermerà anche a Lipica, segnerà una svolta”. Novità anche per il Girasole, con una “Islanda in versione fly and drive - dichiara Claudio Parisi –, a cui si aggiungeranno mete insolite. In uscita pure il nuovo catalogo Azzorre, tour per Madeira e la Rota Vicentina, in Portogallo, il cammino dei Fari e quello di Santiago, in Spagna. In tema ferroviario, da segnalare i viaggi a bordo dei treni spagnoli di lusso e la grande ripresa dell’Interrail: formula per anni dimenticata e oggi molto richiesta dagli agenti di viaggi per l’utenza più giovane”.\r\n\r\n[gallery ids=\"464528,464529,464530,464531\"]","post_title":"Al Travel Open Day di Torino molti debutti e tante novità","post_date":"2024-03-28T12:18:39+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1711628319000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464212","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Guatemala diventa la capitale del turismo religioso e culturale del Centro America durante la Settimana Santa: le autorità dell'Istituto Guatemalteco del Turismo (Inguat) prevedono 3,3 milioni di arrivi, con entrate superiori a 312 milioni di euro.\r\n\r\nCon un'espressione di sincretismo religioso unica al mondo, il Paese si pone come destinazione eccezionale per il turismo culturale e religioso, attirando visitatori da tutti i continenti.\r\n\r\nLa Settimana Santa in Guatemala è costituita da una serie di attività radicate nella storia e nella tradizione da più di quattro secoli: le grandi processioni, a cui partecipano migliaia di persone, danno vita a momenti di profonda spiritualità. Questo patrimonio di solennità e fervore rende il Paese una destinazione molto attrattiva per il turismo religioso, un segmento in continua crescita alla ricerca di esperienze autentiche e intrise di misticismo.\r\n\r\nL'evento, unico nella regione, stimola il turismo intraregionale in America Centrale: le previsioni indicano che il 54% dei viaggiatori arriverà da El Salvador e il 12% dell'Honduras; il 15% dagli Stati Uniti e il 6% dall'Europa.\r\n\r\nDichiarata Patrimonio Culturale della Nazione nel 2008 e Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco nel 2022, la Settimana Santa in Guatemala evidenzia l'importanza di questa celebrazione per il rafforzamento del turismo nel Paese.","post_title":"Guatemala: previsti 3,3 milioni di visitatori per la Settimana Santa 2024","post_date":"2024-03-25T11:44:59+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1711367099000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Tempo di utili per le principali compagnie aeree  europee, a chiusura di un 2023 nel segno della ripresa. I protagonisti del trasporto aereo del Vecchio Continente, a cominciare dal gruppo Lufthansa a quello di Air France-Klm, dal gruppo Ryanair a Iag, hanno tutti archiviato l'ultimo esercizio con risultati positivi. \r\n\r\nSecondo un'analisi de Il Sole 24 Ore i quattro gruppi hanno registrato un fatturato di 106,16 miliardi di euro nel 2023, pari ad una crescita del +18,9% (16,87 miliardi), mentre gli utili netti aggregati sono cresciuti del +110% (7,45 miliardi).\r\n\r\nA centrare i migliori risultati è stato il gruppo Iag con ricavi per 29,45 miliardi (+27,6%), un utile operativo di 3,51 miliardi (+174%) e un utile netto più che quadruplicato a quota 2,655 miliardi. Anche Lufthansa ha fatto bene, ottenendo il terzo miglior risultato della storia (+15% di ricavi; +76% di utile operativo; +112% di utile netto).\r\n\r\nSi tratta di un trend significativo, se si considera che il volume del traffico internazionale è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemici, segnando un -4,3% rispetto al 2019, mentre il traffico domestico è aumentato del +6,7% rispetto al gennaio di cinque anni fa.\r\n\r\nIntanto, nel gennaio 2024, la domanda di viaggio globale è aumentata del +16,6% rispetto allo stesso periodo del 2023, e quella europea del +10%. Una tendenza che conferma la buona performance registrata negli ultimi mesi dello scorso anno. Per questo motivo, l'associazione delle compagnie aeree europee Airlines for Europe (A4E) prevede che nell'estate del 2024 il traffico in Europa sarà del 96% rispetto ai livelli del 2019.\r\n\r\n ","post_title":"Le compagnie aeree europee ritrovano profitti e ricavi record nel 2023","post_date":"2024-03-22T10:11:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711102312000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463578","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un percorso parallelo multisensoriale con contenuti interattivi, opere da toccare e da ascoltare, guide nella lingua dei segni, nuovi device multimediali e introduzione di linguaggi contemporanei, per un Museo sempre più inclusivo e accessibile che promuove la cultura dell’incontro e dell’integrazione con la diversità.\r\n\r\nSono queste alcune delle proposte portate a compimento dal Museo di Palazzo Pretorio di Prato, e che danno l’avvio alla prima parte delle celebrazioni per i 10 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta il 12 aprile 2014 dopo un complesso intervento di restauro dell’allora Museo Civico, chiuso da vent’anni e ospitato dal 1912 nel duecentesco Palazzo Pretorio.\r\n\r\n«In questi dieci anni il Museo di Palazzo Pretorio non ha mai smesso di saper raccontare la storia e la contemporaneità di Prato. E ancora oggi, con l'impegno di essere un Museo sempre più inclusivo e aperto, è testimone di una Città che, forte della sua identità di città partecipata, ha fatto dei temi dell’integrazione e dell’inclusione i fattori chiave di una governance multilivello - dichiara il Sindaco Matteo Biffoni - Dobbiamo sempre più prendere consapevolezza che la potenzialità e la forza competitiva di Prato sono dovute in parte alla sua capacità di essere una comunità che ha sconfitto i pregiudizi sulla diversità».\r\n\r\nIspirato fin dalla sua riapertura ad una concezione rispettosa dei principi dell’accessibilità e dell’abbattimento delle barriere architettoniche, con una progettualità orientata all’inclusione, il Museo presenta ora nuovi interventi che insistono sulla prospettiva di una visione museologica aperta e sempre più inclusiva, realizzati grazie agli specifici fondi del PNRR dedicati alla rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e dei luoghi della cultura pubblici a cui il Museo di Palazzo Pretorio ha avuto accesso grazie ad un progetto di sviluppo e implementazione delle proprie dotazioni tecnologiche e tiflodidattiche, improntato alla sempre maggiore accessibilità e ad una migliore fruizione dell’esperienza di visita.\r\n\r\n«Il programma delle Celebrazioni per il decennale si arricchisce con questo progetto che riflette quello che è da sempre l’impegno del Museo: promozione dell'inclusione, abbattimento di tutte le barriere, superamento dell'idea di museo quale contenitore di opere, costruendo nel tempo narrazioni articolate e iniziative condivise per coinvolgere pubblici sempre più ampi alla vita del Pretorio», afferma l’Assessore alla Cultura Simone Mangani.\r\n\r\n«Nella consapevolezza che l’arte debba essere vettore di coesione e di integrazione sociale, il Museo di Palazzo Pretorio si mette in gioco e dà così forma a nuovi modi di leggere la bellezza», aggiunge Rita Iacopino, direttrice del Museo di Palazzo Pretorio.\r\n\r\nIl nuovo percorso parte dal piano terra con un plastico multimediale interattivo che ricostruisce tridimensionalmente in scala il Palazzo Pretorio e che consente l’esplorazione tattile dell’edificio favorendo la “leggibilità” ai visitatori con ridotte capacità visive. Audio attivabili con un tocco sui punti corrispondenti muniti di sensore permettono di ripercorrere le fasi storiche del Palazzo in un viaggio attraverso alcuni significativi elementi architettonici.\r\n\r\nConvinto che l’inclusione sia un valore, il Museo sta lavorando anche al restyling e all’aggiornamento del Sito web e dell’App, con la creazione di nuove sezioni e contenuti, progettati per rendere possibile la navigazione anche da parte di un pubblico con difficoltà sensoriali o cognitive.","post_title":"Prato, il Museo di Palazzo Pretorio si rinnova con percorsi tattili e sensoriali","post_date":"2024-03-18T09:00:53+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1710752453000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462756","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dopo aver chiuso il 2023 a quota 810 milioni di euro, il gruppo Bluvacanze si prepara a un altro anno in crescita e si avvicina alla soglia del miliardo di euro di volume lordo di travel value. Le previsioni per il 2024 sono state rivelate ieri, in occasione dell'inaugurazione del nuovo flagship store di Milano, e parlano di una realtà che si appresta a raggiungere quota 918 milioni, al netto delle elisioni intercompany. E ciò in un contesto nel quale le agenzie di entrambi i brand del network, Vivere & Viaggiare e Bluvacanze, sono destinate a superare ampiamente i valori pre-pandemici del 2019.\r\n\r\nNel dettaglio, i primi due mesi di quest'anno registrano un più 15% sul prenotato pari data del 2023, con l'estate che è già a +35%, grazie a un deciso advance booking.  In merito alle destinazioni, si registra un graduale recupero dell’Egitto, gravemente compromesso dagli eventi di ottobre. Oggi questa destinazione vale “solo” il 30% in meno rispetto a un anno fa. Tra le esperienze di viaggio perdura il boom per le crociere, soprattutto nel Nord Europa (+37%). Nel Mediterraneo, brillano Spagna e Grecia (+74 e + 77%). Sul lungo raggio, ottime le performance per Stati Uniti (+32%) e Giappone (+34%). Ma ovviamente non è tutto rosa e fiori: alcuni nodi critici sono rappresentati dalla conversione dei preventivi, che sconta l’aumento dei prezzi, la minore capacità di spesa delle famiglie e la difficoltà di ottenere in tempo i documenti per l'espatrio. Gli italiani rimangono insomma cauti nel confermare le prenotazioni.\r\n\r\nL’area mice ed eventi è poi destinata a incrementare il portafoglio di aziende in un contesto sempre più internazionale, mentre il comparto del business travel di Cisalpina Tours si ritiene possa raggiungere un livello record di transazioni. A oggi sono operative le sedi di New York, nonché in Brasile, Turchia, Cipro e in Germania, mentre gli uffici europei di Londra, Parigi, Ginevra e Madrid attendono le ultime formalità. Il piano di sviluppo del gruppo Bluvacanze nel medio termine insisterà sulla trasformazione digitale e sull’internazionalizzazione, con la definitiva apertura di uffici in Sudafrica (Durban). Il Far East costituirà il prossimo capitolo del piano di espansione globale, dal 2025. Infine, il tour operator Going registrerà tassi di crescita a due cifre percentuali, grazie al consolidamento delle linee strategiche dirette, alle esperienze di viaggio su misura, di alto profilo, nonché all'arricchimento delle divisioni Going Resort e Incoming di Going2Italy.","post_title":"Il gruppo Bluvacanze vede la soglia del miliardo di euro di travel value","post_date":"2024-03-05T10:01:07+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1709632867000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461847","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il 2023 di Malta ha regalato alla destinazione ben 3 milioni di turisti internazionali, il numero più elevato mai raggiunto prima, che rappresenta un aumento di oltre l’8% rispetto al precedente record stabilito nel 2019 (2,8 milioni di turisti).\r\nMentre i numeri relativi al turismo mondiale sono ancora lontani dai livelli pre-pandemia, con l’88% dei dati relativi al 2019, Malta ottiene risultati storici. Da sottolineare inoltre come i turisti internazionali abbiano speso un totale di 2,7 miliardi di euro a Malta nel 2023, con una media di 132 euro al giorno per turista, segnando un aumento di un quinto rispetto al 2019.\r\nDa record anche i risultati relativi al mercato italiano, che nel 2023 è stato il principale per numero di arrivi, con un market share del 18,4%, seguito da quello del Regno Unito. I turisti italiani totali arrivati a Malta lo scorso anno sono stati 547.991, esattamente 37,6% in più del 2022 e 14,3% in più rispetto al 2019.\r\nCon una media pro-capite di 5,7 notti, il totale delle notti relativo al mercato italiano è di 3.127.294 (+26% sul 2022), mentre la spesa totale è di 335.586€ (+35% rispetto l’anno precedente) e quella pro-capite è di 612€. Ciascuno di questi traguardi, è stato il migliore mai raggiunto dal mercato italiano.\r\n«Il 2023 è stato un anno straordinario in cui abbiamo letteralmente fatto insieme la storia con i migliori numeri di sempre - commenta Ester Tamasi, direttore Malta Tourism Authority Italia -. Molti investimenti si sono concentrati sull’ampliamento delle fasce di età del turista tradizionale così come sull’aumento delle possibili motivazioni che portano a scegliere Malta per una vacanza. Nonostante i numerosi e repentini cambiamenti del mercato, il nostro team ha sempre risposto in maniera immediata alle nuove esigenze del consumatore, utilizzando strumenti che potessero raccontare l’offerta di prodotti sempre attuali ed in linea alle tendenze di viaggio.”\r\n«Malta si è impegnata affinché il turismo tornasse ad essere uno dei pilastri fondamentali della propria economia. Allo stesso tempo, per il rispetto e le necessità del territorio, si è lavorato al frazionamento dei flussi turistici lungo tutto l’arco dell’anno e ampliando le aree geografiche in cui indirizzare il turista, mettendo quindi in luce nuove zone dell’arcipelago, con una precisa strategia che mira a rendere tutto il comparto turistico più sostenibile. Attualmente il mix di prodotti che presenta la destinazione è il risultato di un proficuo lavoro di posizionamento che ci accompagnerà in un 2024 che punta ad un turismo di maggiore qualità. Al momento c’è molta attenzione al segmento luxury, inteso anche come possibilità di vivere un’esperienza unica, in un luogo autentico come è Malta.”\r\n ","post_title":"Malta: gli arrivi internazionali superano per la prima volta i 3 milioni. Italiani in pole position","post_date":"2024-02-20T09:32:00+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708421520000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461679","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"A marzo la Val d’Ega accoglie gli appassionati delle piste con offerte che rendono non solo meraviglioso ma anche conveniente trascorrere una vacanza nel cuore soleggiato delle Dolomiti.\r\n\r\n“Doppietta sugli sci” in Val d'Ega è la vantaggiosa offerta valida dal 2 al 30 marzo 2024, che comprende 7 pernottamenti; 7 giorni di Guest Pass Val d'Ega (per viaggiare gratuitamente col trasporto pubblico) e skibus gratuito che collega Carezza e Obereggen; 6 giorni skipass Valle Silver; 1 giornata di ski test gratuito a Carezza (Sport Laurin e Ski & Bike Rent) oppure a Obereggen (Ski Siegfried e Skiservice Obereggen); 1 aperitivo al tramonto alla Laurins Lounge a Carezza - la lounge panoramica più alta dell’Alto Adige, ai piedi del Rosengarten Catinaccio - dalle ore 16.30 alle ore 18.00; “Be the first” la possibilità di essere i primi a solcare la pista immacolata Oberholz a Obereggen, dalle ore 07.30 ogni sabato e domenica; sci notturno ogni martedì e venerdì dalle ore 19:00 alle ore 22:00; slittare di notte ogni martedì e venerdì dalle ore 19:00 alle ore 22:00 (con noleggio gratuito dello slittino allo Ski Siegfried e allo Skiservice Obereggen). Prezzo a partire da 999 euro per persona.\r\n\r\nLa proposta  “Dolomiti Spring Days”, dal 16 marzo al 1° aprile e dal 2 aprile a fine stagione 2024, regala un giorno di vacanza sulla neve.\r\n\r\nDal 16 marzo al 1° aprile 7 pernottamenti al prezzo di 6 (a partire da 915 euro per persona in hotel 3 stelle) e 6 giorni di skipass al prezzo di 5 (a partire da 788 euro per persona), oppure dal 2 aprile fino a fine stagione, soggiorno di 4 giorni e skipass al prezzo di 3, a partire da 434 euro a persona.\r\n\r\nI prezzi sono validi per lo skipass Fassa-Carezza, oppure Fiemme-Obereggen, oppure Dolomiti Superski.\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n­","post_title":"Val d'Ega, a marzo le offerte per l'ultima neve sulle Dolomiti","post_date":"2024-02-16T12:18:15+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1708085895000]}]}}

Lascia un commento