1 March 2024

1684

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Agente di viaggio con esperienza ventennale, patentino DIRETTORE TECNICO Regione Lombardia, ottima conoscenza crs GALILEO, SABRE, SIPAX e dei maggiori sistemi di teleprenotazioni alberghiere e di tour operator, vendita pacchetti turistici individuali, di gruppo e su misura, emissione di tutte le biglietterie (aerea, marittima, ferroviaria..), conoscenza dei programmi contabili ATLANTE PLUS, SFERA, AS4OO offfresi come collaboratrice e consulente, nonchè per copertura titolo direttore tecnico zona MONZA e BRIANZA – Simona, 347 8820943.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461963 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Londra Heathrow prevede un numero record di passeggeri per quest'anno, dopo che il boom della domanda di viaggi sulle redditizie rotte transatlantiche ha riportato in profitto lo scalo, per la prima volta dopo la pandemia. Secondo quanto riferito dal Financial Times, nel mirino ci sono 81,4 milioni di passeggeri, in aumento rispetto ai 79,2 milioni del 2023. Il bilancio dell'anno scorso, che visto anche il dicembre più trafficato di sempre, ha registrato un utile ante imposte rettificato di 38 milioni di sterline per il 2023, rispetto alla perdita di 684 milioni di sterline dell'anno precedente e dopo tre anni consecutivi di perdite. Le rotte transatlantiche sono andate "particolarmente bene", ha sottolineato una nota della società di gestione di Heathrow, sottolineando anche una "significativa ripresa" del mercato dell'Asia e del Pacifico.   L'aeroporto ha dichiarato che potrebbe "plausibilmente" pagare ai suoi proprietari un dividendo quest'anno, anche se non è previsto. Heathrow è nel bel mezzo del più grande cambiamento di proprietà dalla sua privatizzazione negli anni '90, dopo che il gruppo infrastrutturale spagnolo Ferrovial lo scorso novembre ha deciso di vendere la propria quota del 25% al fondo sovrano dell'Arabia Saudita (Pif) e al gruppo francese Ardian per 2,4 miliardi di sterline. [post_title] => Londra Heathrow: lo scalo torna a fare utili, per la prima volta dopo la pandemia [post_date] => 2024-02-21T10:06:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708509993000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461772 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte. L'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera. «Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti. «Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare». L'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata "molto, molto forte" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.   [post_title] => Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024 [post_date] => 2024-02-19T10:22:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708338166000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460291 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trend positivo per i flussi turistici diretti in Germania: secondo l'analisi dell'Ente Nazionale Germanico per il Turismo (Gnbt) elaborata in base ai dati provvisori sui pernottamenti dell'Ufficio Federale di Statistica, nel novembre 2023 sono stati registrati 5,5 milioni di pernottamenti internazionali in strutture ricettive con almeno dieci posti letto, con un aumento del 7,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Il numero di pernottamenti di stranieri da gennaio a novembre 2023 è salito a 74,9 milioni. Questo permette il raggiungimento della quota dell'89,6% degli arrivi del medesimo periodo, nell’anno record 2019. Gli ospiti stranieri hanno rappresentato il 16,4% del numero totale di pernottamenti nei primi undici mesi, rispetto al 14,8% dello stesso periodo dell'anno precedente. «Nello studio Monitoring Sentiment for Intra-European Travel della European Travel Commission, la Germania ha mantenuto la sua posizione tra le prime cinque destinazioni preferite dagli europei nell'autunno 2023 e contribuisce alla crescente importanza dei movimenti turistici all’interno dell’Europa - ha sottolineato Petra Hedorfer, presidente del Consiglio direttivo del Gntb (nella foto) -. La percentuale di coloro che intendo viaggiare solo nel proprio Paese è diminuita costantemente dal 31,5% dell'autunno 2021 al 25,7% dell'autunno 2023. Nell'autunno 2021, il 55,3% dei viaggiatori preferiva ancora le destinazioni europee; nell'autunno 2023, questa percentuale era già salita al 60,3%. Ciò significa che l'Europa, in quanto regione di provenienza più importante, insieme alle buone prospettive di ripresa dei mercati di provenienza esteri, offre anche un forte potenziale per l'ulteriore ripresa del turismo inbound tedesco nei prossimi mesi.  Il crescente numero di viaggiatori provenienti dall'Asia, e in particolare dalla Cina, avrà un impatto positivo sull'ulteriore sviluppo del turismo incoming. «Ci aspettiamo un ulteriore aumento in estate dai visitatori che verranno in Germania  per il Campionato europeo di calcio. Inoltre, eventi culturali come il 250° anniversario della nascita di Caspar David Friedrich, il 35° anniversario della caduta del Muro di Berlino e Chemnitz,  Capitale Europea della Cultura 2025 offriranno significative opportunità di viaggio per gli ospiti internazionali. [post_title] => Germania: forte recupero degli ospiti internazionali. Trend positivo anche per l'estate [post_date] => 2024-01-29T12:44:57+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706532297000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459989 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair non molla la presa sul mercato italiano, territorio che oggi conta 29 aeroporti serviti dalla low cost, di cui 17 già basi, per un totale di oltre 775 rotte (una settantina quelle nuove) e che si prevede quest'anno generi un movimento di oltre 60 milioni di passeggeri, per una crescita dell'11%. Traguardo che nei prossimi sette anni sarebbe destinato a salire fino a 90 milioni di passeggeri. O forse più, qualora il Governo italiano si muova nella direzione della più volte richiesta "eliminazione dell'addizionale comunale". Quel mercato Italia dove Ryanair si conferma solidamente primo vettore verrà ulteriormente consolidato: "Ci saranno due nuove basi già quest'estate che saranno annunciate a breve" ha dichiarato il ceo del gruppo Ryanair Michael O'Leary, ieri a Milano per la presentazione dei nuovi investimenti su Milano e Roma. I rumors puntano i riflettori su Trieste e Reggio Calabria, ma il ceo non si sbilancia sulla scelta, mentre garantisce che arriveranno altri tasselli da aggiungere al puzzle italiano: le nuove basi saliranno "a cinque nell'arco dei prossimi cinque anni". E sono numeri da capogiro quelli citati da O'Leary a livello globale: nel mirino, al 2034, ci sono ben 300 milioni di passeggeri all'anno rispetto ai 184 milioni preventivati per quest'anno con una flotta di 600 velivoli. Flotta destinata a toccare quota 800 aeromobili, sempre nel 2034, con la sola incognita legata alle tempistiche di consegna da parte di Boeing. [post_title] => Ryanair presidia l'Italia: in arrivo altre quattro-cinque nuove basi [post_date] => 2024-01-24T09:34:31+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706088871000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458009 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cambio d'identità per il pugliese Rosa Marina che dal prossimo anno diventerà Ostuni a Mare. L'operazione di rebranding segue la decisione, lo scorso gennaio, di affidare al gruppo San Domenico Hotels (oggi Egnazia) della famiglia Melpignano la gestione del resort. Il progetto, condotto in prima persona dalla famiglia Marseglia, proprietaria della struttura sin dal 1984, prevede anche una serie di investimenti volti ad ampliare l'offerta del complesso. Le novità includono in particolare la realizzazione di dieci nuove junior suite e di altrettante suite, il rinnovamento degli spazi comuni, l'apertura di campi da tennis e da padel, nonché l'introduzione di altre attività sportive e l'ampliamento dell'offerta gastronomica anche verse gli ospiti esterni. Ostuni a Mare punta in questo modo a raggiungere una clientela in linea con il nuovo posizionamento, allargando i propri mercati di riferimento, accogliendo gli ospiti in una struttura storica ma modernizzata e rivitalizzata. L’hotel vanta un ampio numero di camere, per la precisione 222, rendendosi anche meta per il mercato degli eventi privati e aziendali. La scelta di mantenere il posizionamento di un hotel upscale è stata in particolare studiata per integrare l’offerta dei grandi investitori di catene luxury che in questo momento guardano alla Puglia. “Il nostro focus rimane su un’ospitalità spontanea e autentica - sottolinea Leonardo Marseglia -. Questo nuovo capitolo ci permette di accogliere i nostri ospiti in un ambiente rinnovato, moderno e in sintonia con le esigenze del viaggiatore contemporaneo. Ringrazio il gruppo Egnazia per essere di supporto alla nostra realtà: la società di management di Aldo Melpignano ci sta indicando una strada per dare nuova vita a un luogo che da sempre abbiamo nel cuore e che ci auguriamo possa tornare a rappresentare una realtà centrale per le strategie di sviluppo turistico del territorio”. La società Rinascimento Valori, guidata da Marco Stoppelli, ha svolto il ruolo di advisor per il gruppo Marseglia negli accordi con Egnazia Ospitalità Italiana, mentre l'avvocato Massimiliano Macaione di Gianni & Origoni ha assistito la società di management. [post_title] => Il resort pugliese Rosa Marina diventa Ostuni a Mare [post_date] => 2023-12-13T13:26:48+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1702474008000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457190 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Indicatori positivi da Trainline in vista del ponte dell'Immacolata: i dati evidenziano una volta di più la propensione degli italiani a scegliere il treno come mezzo di trasporto per spostarsi verso destinazioni domestiche ed estere durante le prossime festività. Secondo i numeri raccolti, il flusso di passeggeri che viaggeranno durante il fine settimana lungo è aumentato del 113% rispetto alla settimana precedente. In cima alla classifica delle destinazioni con il maggior incremento di passeggeri c’è la città tedesca di Monaco: la capitale della Baviera con i suoi mercatini di Natale ha visto infatti un aumento del 184% rispetto alla settimana precedente al ponte. A seguire Napoli (+179%) e Arezzo (+161%). Altre due destinazioni popolari durante questo periodo, grazie anche alla presenza dei mercatini di Natale, sono Innsbruck e Zurigo. Infine, sempre secondo i dati Trainline, il giorno e l’orario preferito dai viaggiatori in questo Ponte dell’Immacolata saranno le 7 di venerdì 8 dicembre. [post_title] => Trainline: prenotazioni a +113% per il ponte dell'Immacolata rispetto al week end precedente [post_date] => 2023-12-01T09:13:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701421981000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457056 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Investimento milionario per il turismo di Cipro: il governo ha annunciato lo stanziamento di 65,2 milioni di euro destinato al settore per il 2024, cifra che supera nettamente le somme degli anni precedenti.  In occasione della presentazione del bilancio 2024 alla Commissione Finanze della Camera dei Rappresentanti, il vice ministro del turismo Kostas Koumis ha dichiarato che il 50% degli stanziamenti disponibili è destinato ad azioni di promozione della destinazione e di arricchimento del prodotto turistico, come campagne informative, partecipazione a mostre e progetti di sovvenzione. Il resto sarà utilizzato per sostenere i settori con costi fissi. Ha inoltre ricordato che il Ministero sta attualmente rivalutando le attività promozionali e le azioni volte ad arricchire il prodotto turistico. Le spese di promozione assorbono il 25,25% del bilancio del ministero, per un totale di 16,4 milioni di euro: queste comprendono progetti di cooperazione con tour operator e compagnie aeree (10 milioni di euro), campagne pubblicitarie nei mercati turistici (5 milioni di euro), promozione di forme specifiche di turismo, organizzazione di eventi di pubbliche relazioni all'estero, produzione di materiale per la promozione digitale, sviluppo e promozione del programma "Itinerari autentici" e altre azioni.   [post_title] => Cipro: il governo stanzia oltre 65 milioni di euro per lo sviluppo del turismo [post_date] => 2023-11-29T09:56:08+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701251768000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456688 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti accoglie le famiglie con tantissime attività. Carezza propone ai suoi piccoli ospiti ben 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali si aggiungono 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino” e la funslope leggende “Re Laurino”.  Il Kinderpark Scuola di sci Vigo di Fassa e Carezza e il Kinderland Re Laurino sono solo due delle dediche speciali di un comprensorio che si veste a misura di bambino con attrezzature di risalita ad hoc, accessi riservati e appositi dispositivi di traino, una miriade di piste blu, semplici da percorrere e facili da raggiungere, e proposte convenienti sul fronte dello skipass.  A Naniland i piccoli fan della neve vengono accompagnati alla Malga Frommer con 4 tappetti magici che consentono anche ai più inesperti di raggiungere le piste sotto l’occhio attento dei maestri. Allo skilift Le Pope, parte poi la funslope delle Leggende, dove vengono illustrate in modo ludico le regole di comportamento FIS per sciatori e snowboarder. Infine, per chi preferisce lanciarsi a tutta velocità ma in piena sicurezza e in posizione seduta sullo slittino, Carezza mette a disposizione la celebre pista Hubertus, lunga 1,2 km. Non da meno è Obereggen, che ai bambini dedica due parchi e 1 Miniclub, 2 piste da slittino e la strepitosa Alpine Coaster. Oltre al Kinderland, che accende la passione per lo sci anche in chi vede la neve per la prima volta, il parco Brunoland, sulla pista Eben, vanta tapis roulant lunghi 30 e 50 metri, una giostra, un gatto delle nevi, una pista da snowtubing, un castello gonfiabile, un tunnel innevato e onde di neve. Se il Miniclub intrattiene bambini a partire dai 3 anni dalle 9:00 alle 16:00, il parco Yeti trasforma i novellini dello sci dai 4 anni in su in piccoli esperti della neve. Dopo il successo del 2022, torna infine la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate. In queste oasi degli inverni memorabili, non possono mancare le offerte dedicate alle famiglie. Dal 7 al 27 gennaio e dal 2 marzo al 7 aprile, Obereggen For Families. A Obereggen i piccoli sciatori imparano come muoversi sugli sci, si divertono nel Brunoland e in alternativa per un giorno si potranno svagare sulla pista da slittino. Tre funslopes e 2 snow parks per bambini completano l’offerta per tutta la famiglia. L’offerta comprende 6 pernottamenti; 6 giorni di skipass Fiemme-Obereggen per oltre 100 km di piste, gratuito per i bambini sotto gli 8 anni; 6 giorni di noleggio di sci, scarponi, bastoncini e casco per bambini, noleggio gratuito di uno slittino per un giorno e ingresso settimanale gratuito a Brunoland. Prezzo a partire da 1604 euro per famiglia composta da 2 adulti, 1 bambino con meno di 8 anni e un bambino con più di 8 anni. Il comprensorio di Carezza risponde con Week4Kids, dal 10 al 16 marzo 2024. In questa settimana dedicata ai bambini oltre alle lezioni di sci coi maestri, un vasto programma di divertenti attività. Sono compresi nell’offerta 6 pernottamenti per bambini fino a 14 anni compiuti e 5 giorni di corso di sci o snowboard e programma della Scuola di sci Carezza (www.weekforkids.it). Prezzo per bambino a partire da 385 euro servizi inclusi e per due adulti a partire da 571 euro solo pernottamento (Skipass e noleggio sci NON inclusi).     [post_title] => Val d'Ega, tra Carezza e Obereggen servizi ed offerte per famiglie [post_date] => 2023-11-23T12:48:38+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1700743718000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455860 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sfiorano quota 100 milioni di euro (per la precisione 99,6 milioni) i profitti netti del gruppo Nh nei primi nove mesi dell'anno. Un risultato del 77% superiore a quello ottenuto nello stesso periodo del 2022 e del 51,1% migliore dei primi tre trimestri dell'anno pre-Covid 2019. A trainare le performance della compagnia di casa Minor è stato soprattutto l'aumento delle tariffe medie, salite a 137 euro, il 25,2% in più rispetto a quattro anni fa. Con l'occupazione al 68%, i ricavi medi per camera disponibile del gruppo sono quindi cresciuti fino a toccare i 93 euro, il 30% circa in più dei revpar registrati nel 2022 (72 euro) e nel 2019 (73 euro). Sempre tra gennaio e settembre, Nh ha totalizzato 1,61 miliardi di ricavi totali, pari al 28,1% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. I margini operativi lordi (ebitda) hanno inoltre raggiunto i 448 milioni (+26% sul 2022 e +11,7% sul 2019). A livello di singola destinazione, il giro d'affari degli hotel Nh in Italia su base comparabile è salito in un anno del 28%, toccando quote del 40% superiori all'epoca pre-Covid. Nella nostra penisola i tassi di occupazione si sono attestati attorno al 68%, con tariffe medie di 184 euro, in sostanziale linea con i valori del 2019. Particolarmente bene sono andate le città di Roma e Milano. [post_title] => Il gruppo Nh sfiora quota 100 milioni di profitti nei primi nove mesi dell'anno [post_date] => 2023-11-10T12:15:43+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1699618543000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1684" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":65,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461963","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Londra Heathrow prevede un numero record di passeggeri per quest'anno, dopo che il boom della domanda di viaggi sulle redditizie rotte transatlantiche ha riportato in profitto lo scalo, per la prima volta dopo la pandemia.\r\n\r\nSecondo quanto riferito dal Financial Times, nel mirino ci sono 81,4 milioni di passeggeri, in aumento rispetto ai 79,2 milioni del 2023. Il bilancio dell'anno scorso, che visto anche il dicembre più trafficato di sempre, ha registrato un utile ante imposte rettificato di 38 milioni di sterline per il 2023, rispetto alla perdita di 684 milioni di sterline dell'anno precedente e dopo tre anni consecutivi di perdite.\r\n\r\nLe rotte transatlantiche sono andate \"particolarmente bene\", ha sottolineato una nota della società di gestione di Heathrow, sottolineando anche una \"significativa ripresa\" del mercato dell'Asia e del Pacifico.\r\n\r\n \r\n\r\nL'aeroporto ha dichiarato che potrebbe \"plausibilmente\" pagare ai suoi proprietari un dividendo quest'anno, anche se non è previsto.\r\n\r\nHeathrow è nel bel mezzo del più grande cambiamento di proprietà dalla sua privatizzazione negli anni '90, dopo che il gruppo infrastrutturale spagnolo Ferrovial lo scorso novembre ha deciso di vendere la propria quota del 25% al fondo sovrano dell'Arabia Saudita (Pif) e al gruppo francese Ardian per 2,4 miliardi di sterline.","post_title":"Londra Heathrow: lo scalo torna a fare utili, per la prima volta dopo la pandemia","post_date":"2024-02-21T10:06:33+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708509993000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461772","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Finnair punta a incrementare la capacità di oltre il 10% nel 2024, concentrandosi sull'aumento delle frequenze verso le destinazioni già servite in Europa e Asia,  oltre che sull'apertura di nuove rotte.\r\n\r\nL'ampliamento della capacità sarà favorito dal ritorno di quattro aeromobili Airbus A320 che erano stati dati in wet lease al partner in oneworld British Airways, ma che saranno ripristinati nella flotta del vettore di Helsinki in primavera.\r\n\r\n«Nell'attuale contesto, è sensato per noi utilizzare i nostri asset in modo più efficiente e, grazie a ciò, aumentare la capacità» ha dichiarato il direttore finanziario Kristian Pullola agli analisti dopo la pubblicazione dei risultati finanziari annuali del vettore, che hanno visto la compagnia aerea passare a un utile operativo di 184 milioni di euronel 2023, rispetto a una perdita di quasi 164 milioni di euro nei 12 mesi precedenti.\r\n\r\n«Naturalmente monitoreremo la situazione e se ci saranno incertezze sul trend della domanda di viaggio, potremo sempre correggere la rotta per quanto riguarda la capacità effettiva che andremo a volare».\r\n\r\nL'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt si è detto fiducioso sulla crescita programmata della capacità, e ha confermato che la domanda dei passeggeri è stata \"molto, molto forte\" dal 2022 in poi. Di conseguenza il vettore finlandese continua ad aumentare le frequenze operate su tutto il network.\r\n\r\n ","post_title":"Finnair punta ad un aumento del 10% della capacità durante il 2024","post_date":"2024-02-19T10:22:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1708338166000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460291","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Trend positivo per i flussi turistici diretti in Germania: secondo l'analisi dell'Ente Nazionale Germanico per il Turismo (Gnbt) elaborata in base ai dati provvisori sui pernottamenti dell'Ufficio Federale di Statistica, nel novembre 2023 sono stati registrati 5,5 milioni di pernottamenti internazionali in strutture ricettive con almeno dieci posti letto, con un aumento del 7,8% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.\r\n\r\nIl numero di pernottamenti di stranieri da gennaio a novembre 2023 è salito a 74,9 milioni. Questo permette il raggiungimento della quota dell'89,6% degli arrivi del medesimo periodo, nell’anno record 2019. Gli ospiti stranieri hanno rappresentato il 16,4% del numero totale di pernottamenti nei primi undici mesi, rispetto al 14,8% dello stesso periodo dell'anno precedente.\r\n«Nello studio Monitoring Sentiment for Intra-European Travel della European Travel Commission, la Germania ha mantenuto la sua posizione tra le prime cinque destinazioni preferite dagli europei nell'autunno 2023 e contribuisce alla crescente importanza dei movimenti turistici all’interno dell’Europa - ha sottolineato Petra Hedorfer, presidente del Consiglio direttivo del Gntb (nella foto) -. La percentuale di coloro che intendo viaggiare solo nel proprio Paese è diminuita costantemente dal 31,5% dell'autunno 2021 al 25,7% dell'autunno 2023. Nell'autunno 2021, il 55,3% dei viaggiatori preferiva ancora le destinazioni europee; nell'autunno 2023, questa percentuale era già salita al 60,3%. Ciò significa che l'Europa, in quanto regione di provenienza più importante, insieme alle buone prospettive di ripresa dei mercati di provenienza esteri, offre anche un forte potenziale per l'ulteriore ripresa del turismo inbound tedesco nei prossimi mesi.  Il crescente numero di viaggiatori provenienti dall'Asia, e in particolare dalla Cina, avrà un impatto positivo sull'ulteriore sviluppo del turismo incoming.\r\n«Ci aspettiamo un ulteriore aumento in estate dai visitatori che verranno in Germania  per il Campionato europeo di calcio. Inoltre, eventi culturali come il 250° anniversario della nascita di Caspar David Friedrich, il 35° anniversario della caduta del Muro di Berlino e Chemnitz,  Capitale Europea della Cultura 2025 offriranno significative opportunità di viaggio per gli ospiti internazionali.","post_title":"Germania: forte recupero degli ospiti internazionali. Trend positivo anche per l'estate","post_date":"2024-01-29T12:44:57+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706532297000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459989","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair non molla la presa sul mercato italiano, territorio che oggi conta 29 aeroporti serviti dalla low cost, di cui 17 già basi, per un totale di oltre 775 rotte (una settantina quelle nuove) e che si prevede quest'anno generi un movimento di oltre 60 milioni di passeggeri, per una crescita dell'11%. Traguardo che nei prossimi sette anni sarebbe destinato a salire fino a 90 milioni di passeggeri. O forse più, qualora il Governo italiano si muova nella direzione della più volte richiesta \"eliminazione dell'addizionale comunale\".\r\n\r\nQuel mercato Italia dove Ryanair si conferma solidamente primo vettore verrà ulteriormente consolidato: \"Ci saranno due nuove basi già quest'estate che saranno annunciate a breve\" ha dichiarato il ceo del gruppo Ryanair Michael O'Leary, ieri a Milano per la presentazione dei nuovi investimenti su Milano e Roma. I rumors puntano i riflettori su Trieste e Reggio Calabria, ma il ceo non si sbilancia sulla scelta, mentre garantisce che arriveranno altri tasselli da aggiungere al puzzle italiano: le nuove basi saliranno \"a cinque nell'arco dei prossimi cinque anni\".\r\n\r\nE sono numeri da capogiro quelli citati da O'Leary a livello globale: nel mirino, al 2034, ci sono ben 300 milioni di passeggeri all'anno rispetto ai 184 milioni preventivati per quest'anno con una flotta di 600 velivoli. Flotta destinata a toccare quota 800 aeromobili, sempre nel 2034, con la sola incognita legata alle tempistiche di consegna da parte di Boeing.","post_title":"Ryanair presidia l'Italia: in arrivo altre quattro-cinque nuove basi","post_date":"2024-01-24T09:34:31+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706088871000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458009","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cambio d'identità per il pugliese Rosa Marina che dal prossimo anno diventerà Ostuni a Mare. L'operazione di rebranding segue la decisione, lo scorso gennaio, di affidare al gruppo San Domenico Hotels (oggi Egnazia) della famiglia Melpignano la gestione del resort. Il progetto, condotto in prima persona dalla famiglia Marseglia, proprietaria della struttura sin dal 1984, prevede anche una serie di investimenti volti ad ampliare l'offerta del complesso.\r\n\r\nLe novità includono in particolare la realizzazione di dieci nuove junior suite e di altrettante suite, il rinnovamento degli spazi comuni, l'apertura di campi da tennis e da padel, nonché l'introduzione di altre attività sportive e l'ampliamento dell'offerta gastronomica anche verse gli ospiti esterni.\r\n\r\nOstuni a Mare punta in questo modo a raggiungere una clientela in linea con il nuovo posizionamento, allargando i propri mercati di riferimento, accogliendo gli ospiti in una struttura storica ma modernizzata e rivitalizzata. L’hotel vanta un ampio numero di camere, per la precisione 222, rendendosi anche meta per il mercato degli eventi privati e aziendali. La scelta di mantenere il posizionamento di un hotel upscale è stata in particolare studiata per integrare l’offerta dei grandi investitori di catene luxury che in questo momento guardano alla Puglia.\r\n\r\n“Il nostro focus rimane su un’ospitalità spontanea e autentica - sottolinea Leonardo Marseglia -. Questo nuovo capitolo ci permette di accogliere i nostri ospiti in un ambiente rinnovato, moderno e in sintonia con le esigenze del viaggiatore contemporaneo. Ringrazio il gruppo Egnazia per essere di supporto alla nostra realtà: la società di management di Aldo Melpignano ci sta indicando una strada per dare nuova vita a un luogo che da sempre abbiamo nel cuore e che ci auguriamo possa tornare a rappresentare una realtà centrale per le strategie di sviluppo turistico del territorio”. La società Rinascimento Valori, guidata da Marco Stoppelli, ha svolto il ruolo di advisor per il gruppo Marseglia negli accordi con Egnazia Ospitalità Italiana, mentre l'avvocato Massimiliano Macaione di Gianni & Origoni ha assistito la società di management.","post_title":"Il resort pugliese Rosa Marina diventa Ostuni a Mare","post_date":"2023-12-13T13:26:48+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1702474008000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457190","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Indicatori positivi da Trainline in vista del ponte dell'Immacolata: i dati evidenziano una volta di più la propensione degli italiani a scegliere il treno come mezzo di trasporto per spostarsi verso destinazioni domestiche ed estere durante le prossime festività.\r\n\r\nSecondo i numeri raccolti, il flusso di passeggeri che viaggeranno durante il fine settimana lungo è aumentato del 113% rispetto alla settimana precedente. In cima alla classifica delle destinazioni con il maggior incremento di passeggeri c’è la città tedesca di Monaco: la capitale della Baviera con i suoi mercatini di Natale ha visto infatti un aumento del 184% rispetto alla settimana precedente al ponte. A seguire Napoli (+179%) e Arezzo (+161%).\r\n\r\nAltre due destinazioni popolari durante questo periodo, grazie anche alla presenza dei mercatini di Natale, sono Innsbruck e Zurigo.\r\n\r\nInfine, sempre secondo i dati Trainline, il giorno e l’orario preferito dai viaggiatori in questo Ponte dell’Immacolata saranno le 7 di venerdì 8 dicembre.","post_title":"Trainline: prenotazioni a +113% per il ponte dell'Immacolata rispetto al week end precedente","post_date":"2023-12-01T09:13:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1701421981000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457056","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Investimento milionario per il turismo di Cipro: il governo ha annunciato lo stanziamento di 65,2 milioni di euro destinato al settore per il 2024, cifra che supera nettamente le somme degli anni precedenti. \r\n\r\nIn occasione della presentazione del bilancio 2024 alla Commissione Finanze della Camera dei Rappresentanti, il vice ministro del turismo Kostas Koumis ha dichiarato che il 50% degli stanziamenti disponibili è destinato ad azioni di promozione della destinazione e di arricchimento del prodotto turistico, come campagne informative, partecipazione a mostre e progetti di sovvenzione. Il resto sarà utilizzato per sostenere i settori con costi fissi. Ha inoltre ricordato che il Ministero sta attualmente rivalutando le attività promozionali e le azioni volte ad arricchire il prodotto turistico.\r\n\r\nLe spese di promozione assorbono il 25,25% del bilancio del ministero, per un totale di 16,4 milioni di euro: queste comprendono progetti di cooperazione con tour operator e compagnie aeree (10 milioni di euro), campagne pubblicitarie nei mercati turistici (5 milioni di euro), promozione di forme specifiche di turismo, organizzazione di eventi di pubbliche relazioni all'estero, produzione di materiale per la promozione digitale, sviluppo e promozione del programma \"Itinerari autentici\" e altre azioni.\r\n\r\n ","post_title":"Cipro: il governo stanzia oltre 65 milioni di euro per lo sviluppo del turismo","post_date":"2023-11-29T09:56:08+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1701251768000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456688","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Val d’Ega, nel cuore delle Dolomiti accoglie le famiglie con tantissime attività.\r\n\r\nCarezza propone ai suoi piccoli ospiti ben 13 impianti di risalita per 40 km di piste perfettamente preparate (55% blu - 30% rosse - 15% nere), alle quali si aggiungono 1 Snowpark con Family Fun Line & Kids Line, 3 parchi per bambini e
1 miniclub con assistenza ai bambini, la pista da slittino “Hubertus”, quella a tema “Re Laurino” e la funslope leggende “Re Laurino”. \r\n\r\nIl Kinderpark Scuola di sci Vigo di Fassa e Carezza e il Kinderland Re Laurino sono solo due delle dediche speciali di un comprensorio che si veste a misura di bambino con attrezzature di risalita ad hoc, accessi riservati e appositi dispositivi di traino, una miriade di piste blu, semplici da percorrere e facili da raggiungere, e proposte convenienti sul fronte dello skipass. \r\n\r\nA Naniland i piccoli fan della neve vengono accompagnati alla Malga Frommer con 4 tappetti magici che consentono anche ai più inesperti di raggiungere le piste sotto l’occhio attento dei maestri. Allo skilift Le Pope, parte poi la funslope delle Leggende, dove vengono illustrate in modo ludico le regole di comportamento FIS per sciatori e snowboarder. Infine, per chi preferisce lanciarsi a tutta velocità ma in piena sicurezza e in posizione seduta sullo slittino, Carezza mette a disposizione la celebre pista Hubertus, lunga 1,2 km.\r\n\r\nNon da meno è Obereggen, che ai bambini dedica due parchi e 1 Miniclub, 2 piste da slittino e la strepitosa Alpine Coaster.\r\n\r\nOltre al Kinderland, che accende la passione per lo sci anche in chi vede la neve per la prima volta, il parco Brunoland, sulla pista Eben, vanta tapis roulant lunghi 30 e 50 metri, una giostra, un gatto delle nevi, una pista da snowtubing, un castello gonfiabile, un tunnel innevato e onde di neve.\r\n\r\nSe il Miniclub intrattiene bambini a partire dai 3 anni dalle 9:00 alle 16:00, il parco Yeti trasforma i novellini dello sci dai 4 anni in su in piccoli esperti della neve.\r\n\r\nDopo il successo del 2022, torna infine la possibilità di avventurarsi anche in inverno sul Sentiero delle Stelle che collega gli Astrovillaggi di S. Valentino in Campo e Collepietra, per immergersi nei segreti del firmamento e dell'universo in un abbraccio di montagne innevate.\r\n\r\nIn queste oasi degli inverni memorabili, non possono mancare le offerte dedicate alle famiglie.\r\n\r\nDal 7 al 27 gennaio e dal 2 marzo al 7 aprile, Obereggen For Families. A Obereggen i piccoli sciatori imparano come muoversi sugli sci, si divertono nel Brunoland e in alternativa per un giorno si potranno svagare sulla pista da slittino. Tre funslopes e 2 snow parks per bambini completano l’offerta per tutta la famiglia. L’offerta comprende 6 pernottamenti; 6 giorni di skipass Fiemme-Obereggen per oltre 100 km di piste, gratuito per i bambini sotto gli 8 anni; 6 giorni di noleggio di sci, scarponi, bastoncini e casco per bambini, noleggio gratuito di uno slittino per un giorno e ingresso settimanale gratuito a Brunoland. Prezzo a partire da 1604 euro per famiglia composta da 2 adulti, 1 bambino con meno di 8 anni e un bambino con più di 8 anni.\r\n\r\nIl comprensorio di Carezza risponde con Week4Kids, dal 10 al 16 marzo 2024. In questa settimana dedicata ai bambini oltre alle lezioni di sci coi maestri, un vasto programma di divertenti attività. Sono compresi nell’offerta 6 pernottamenti per bambini fino a 14 anni compiuti e 5 giorni di corso di sci o snowboard e programma della Scuola di sci Carezza (www.weekforkids.it). Prezzo per bambino a partire da 385 euro servizi inclusi e per due adulti a partire da 571 euro solo pernottamento (Skipass e noleggio sci NON inclusi).\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Val d'Ega, tra Carezza e Obereggen servizi ed offerte per famiglie","post_date":"2023-11-23T12:48:38+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1700743718000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455860","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sfiorano quota 100 milioni di euro (per la precisione 99,6 milioni) i profitti netti del gruppo Nh nei primi nove mesi dell'anno. Un risultato del 77% superiore a quello ottenuto nello stesso periodo del 2022 e del 51,1% migliore dei primi tre trimestri dell'anno pre-Covid 2019. A trainare le performance della compagnia di casa Minor è stato soprattutto l'aumento delle tariffe medie, salite a 137 euro, il 25,2% in più rispetto a quattro anni fa. Con l'occupazione al 68%, i ricavi medi per camera disponibile del gruppo sono quindi cresciuti fino a toccare i 93 euro, il 30% circa in più dei revpar registrati nel 2022 (72 euro) e nel 2019 (73 euro).\r\n\r\nSempre tra gennaio e settembre, Nh ha totalizzato 1,61 miliardi di ricavi totali, pari al 28,1% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. I margini operativi lordi (ebitda) hanno inoltre raggiunto i 448 milioni (+26% sul 2022 e +11,7% sul 2019). A livello di singola destinazione, il giro d'affari degli hotel Nh in Italia su base comparabile è salito in un anno del 28%, toccando quote del 40% superiori all'epoca pre-Covid. Nella nostra penisola i tassi di occupazione si sono attestati attorno al 68%, con tariffe medie di 184 euro, in sostanziale linea con i valori del 2019. Particolarmente bene sono andate le città di Roma e Milano.","post_title":"Il gruppo Nh sfiora quota 100 milioni di profitti nei primi nove mesi dell'anno","post_date":"2023-11-10T12:15:43+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1699618543000]}]}}

Lascia un commento