2 October 2022

1588

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Siamo un’organizzazione di promoter, con una lunga esperienza nell’area dei viaggi e turismo e con contatti consolidati nel mondo degli enti (cral, dopolavoro, associazioni, federazioni), aziende, istituti scolastici paritari e agenzie viaggio. Proponiamo la nostra candidatura per promuovere i vostri prodotti presso le suddette entità in Roma e Lazio.
Arvalia Servizi
Marco, Fabio e Viviana
Tel. 06 877 60 148.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430644 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con una stazza di 175.500 tonnellate e una capienza di 4.300 ospiti, la Sun sarà la prima nave della classe Sphere e la più grande unità Princess Cruises mai realizzata. In fase di costruzione presso gli stabilimenti Fincantieri, il suo debutto è in calendario per febbraio 2024, quando sarà posizionata nel Mediterraneo, per poi spostarsi in autunno nei Caraibi occidentali e orientali, con partenze da Port Everglades, in Florida. Sulla Sun Princess, la tradizionale area Piazza si articolerà su tre ponti, offrendo agli ospiti uno spazio sospeso con comode sedute, per godere la vista del mare in ogni direzione; al centro, un imponente schermo Led che può essere spostato e configurato, per mostrare anche eventi dal vivo; adiacenti alla Piazza, alcune delle 29 opzioni gastronomiche, tra ristoranti e bar, disponibili a bordo: la nuova caffetteria Coffee Currents e i classici di Princess, Crooners Bar, Bellini's Cocktail Bar e Alfredo's Pizzeria. L'altra struttura di spicco a bordo è poi il Dome, la prima cupola di vetro mai costruita su una nave da crociera: ispirato alle terrazze di Santorini, è un ponte coperto su più livelli che di giorno dispone di una piscina interna/esterna con giochi d'acqua, in uno spazio confortevole e rilassante; di notte diventa un palcoscenico e si trasforma in un luogo di intrattenimento dalle atmosfere in stile South Beach ed effetti di luce all'avanguardia ed esibizioni aeree. Con un totale di 2.157 cabine, di cui 50 suite e 100 camere comunicanti, i balconi della Sun Princess saranno più spaziosi e ogni cabina disporrà di un sofà. A bordo ci sarà inoltre una nuova categoria di suite, la Signature Collection, che include l'accesso al Signature restaurant, alla Signature lounge e al Signature sun deck: un'area privata all’interno del Santuary. La nuova unità poi sarà una delle 11 navi del gruppo Carnival alimentate con la tecnologia a gas naturale liquefatto (gnl). Questa è la terza nave a essere insignita col nome Sun Princess, aggiungendosi all'eredità della prima, in navigazione dal 1974 al 1988, e della seconda, dal 1995 al 2020. A quel tempo aveva il maggior numero di cabine con balcone e il primo bar aperto 24 ore su 24 della compagnia di crociere. La consegna della seconda nave della Sphere Class è prevista da Fincantieri nella primavera 2025. Gioco Viaggi, agente di vendita Princess per l’Italia, comunica che le prime tre partenze della stagione inaugurale di Sun Princess sono in vendita dal 16 settembre: itinerario Grand Mediterranean di dieci notti da 2.070 euro per persona.     [post_title] => I dettagli della nuova Sun Princess. Gioco Viaggi apre le vendite per l'itinerario Grand Mediterranean [post_date] => 2022-09-19T09:36:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663580219000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429285 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' decisa e costante la ripresa del traffico passeggeri negli aeroporti italiani: il consuntivo Enac relativo ai primi sei mesi del 2022 evidenzia come, rispetto al primo semestre di 3 anni fa, siamo di fronte ad un -23,5% che, in altri termini, corrisponde alla mancanza di circa 20 milioni di passeggeri per essere in linea con i dati del 2019. Un risultato, precisa l'ente, che è comunque condizionato dai primi mesi dell’anno, in cui erano ancora in vigore stringenti restrizioni per poter volare. Tra gennaio e giugno 2022 il volume dei passeggeri è quattro volte quello dei primi sei mesi del 2021, a conferma di una tendenza positiva. Rispetto all’anno scorso, si registra un incremento di passeggeri trasportati del 314%. Più che raddoppiati anche i movimenti, vale a dire il numero di decolli ed atterraggi negli aeroporti italiani. La fase di ripresa del traffico consente anche di analizzare l’evoluzione dello scenario “competitivo”, provando a intercettare il mutamento delle strategie commerciali dei vettori che stanno optando per un differente posizionamento sulle direttrici del traffico internazionale. Per questo Enac ha ritenuto utile elaborare un’apertura delle principali direttrici del traffico di linea e charter (origine destinazione Italia verso/da le principali aeree geografiche mondiali) al fine di segnalare quali siano le aree che stanno trainando maggiormente la ripresa e, al contrario, di quelle che evidenziano ancora un consistente gap rispetto al traffico registrato sino al 2019. Quel che appare chiaro è che a trainare la ripresa, oltre al mercato domestico, c’è il boom di partenze e arrivi dalle Americhe, ma anche la ripresa dei collegamenti con le destinazioni ad est dell’Europa: Medio Oriente e Asia. Complessivamente, il numero di passeggeri trasportati da e verso destinazioni extraeuropee, totalizza un +588% che restituisce la fotografia di una rinnovata voglia di viaggiare. [post_title] => Balzo in avanti del traffico negli aeroporti italiani. Piena ripresa delle rotte transatlantiche [post_date] => 2022-08-03T10:50:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1659523809000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 428414 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Portogallo ha registrato lo scorso maggio un numero di turisti stranieri in aumento di quasi sei volte rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, anche se ancora inferiore di circa il 9% rispetto ai livelli precedenti alla pandemia. Secondi i dati resi noti dall'Istituto nazionale di statistica (Ine), i turisti sono stati più di 1,58 milioni, rispetto ai circa 274.000 di un anno fa, quando il Paese era ancora soggetto alle restrizioni di viaggio a causa del Covid-19. Nel maggio 2019, invece, il numero si era attestato a 1,73 milioni. Il settore turistico portoghese rappresentava quasi il 15% del prodotto interno lordo prima della pandemia. Quanto alla provenienza dei turisti, è la Gran Bretagna a detenere il primo posto con la quota maggiore degli arrivi a maggio (16%), seguita dalla Francia (11,5%); gli Stati Uniti hanno condiviso il terzo posto con Spagna e Germania, ciascuna con il 10% degli arrivi. L'Ine ha evidenziato che il settore alberghiero nel suo complesso ha registrato 2,5 milioni di ospiti nel mese di maggio e il fatturato totale degli hotel è aumentato di 3,6 volte, raggiungendo 456,1 milioni di euro (456,7 milioni di dollari). Il mercato nazionale ha contribuito con 1,8 milioni di pernottamenti e i mercati esterni con 4,7 milioni.     [post_title] => Portogallo: il numero dei turisti stranieri cresce in modo significativo [post_date] => 2022-07-15T13:04:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1657890260000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 428223 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' pari a 31 il saldo netto del numero di hotel di catena in Italia, tra entrate e uscite registrate nel primo semestre dell'anno. Lo rivela il consueto rapporto trimestrale Chains Monitor Italy, realizzato dalla società di consulenza riminese Thrends. In particolare,  gli alberghi brandizzati nel periodo gennaio – giugno di questo anno sono stati 102, di cui il 67% appartenenti al segmento upscale. D’altra parte, sono stati 71 gli hotel che hanno cessato la propria affiliazione a una catena nel corso dello stesso semestre, la maggior parte dei quali appartenenti anch’essi al segmento upscale (76%), nonché a un brand domestico (66%). Nei prossimi anni (2022-2025) è poi in programma lo sviluppo e/o affiliazione di 158 hotel, di cui il 73,4% appartenenti a gruppi internazionali. Tra le nuove aperture in pipeline, cinque hotel apparterranno al segmento economy, 13 al midscale, 72 all'upscale, 63 al luxury. A questi si aggiungeranno infine cinque strutture, il cui segmento di appartenenza non è al momento noto. Il 26,6% delle novità è poi rappresentato da hotel che entreranno a far parte di una catena domestica, mentre il restante 73,4% saranno legate a brand internazionali, tra cui il 26,6% americani, il 12,7% francesi e il 6,3% inglesi. Le regioni che vedranno il maggior numero di nuove aperture sono il Lazio (22,8%), la Lombardia (20,3%), il Veneto (15,2%) e la Toscana (10,1%). Le prime cinque mete per volume della pipeline sono quindi Roma (21,5%), Milano (12,7%), Venezia (9,5%), Firenze (5,1%) e Napoli (3,2%). Per quanto riguarda infine il tipo di destinazione, il 39% degli hotel sarà localizzato in città d’arte, il 20% in location business, l’8% in mete leisure e l’11% in aree sun & beach. [post_title] => Thrends: prosegue la crescita degli hotel di catena in Italia. Focus su Roma [post_date] => 2022-07-13T11:43:39+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1657712619000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 428137 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le compagnie aeree di tutto il mondo hanno già tagliato oltre 25.000 voli dagli operativi del mese di agosto 2022, di cui quasi il 60% in Europa, dove la carenza di personale negli aeroporti e sugli aerei è aggravata dagli scioperi. I dati sono quelli elaborati da Cirium, secondo cui a livello mondiale il numero di voli del prossimo mese continua a diminuire: la scorsa settimana sono state aggiunte 25.378 cancellazioni 'preventive', pari a circa una media di 818 al giorno. L'Europa è di gran lunga la più colpita: il numero di voli in agosto è diminuito di altre 15.788 unità, pari a circa il 2% dell'orario sul continente. Klm, British Airways, easyJet e Lufthansa sono tra i vettori che negli ultimi giorni e settimane hanno annunciato diversi tagli agli operativi estivi. Ma sempre secondo l'analisi di Cirium, è Turkish Airlines a detenere il record negativo di cancellazioni, con 4.408 voli tagliati solo la scorsa settimana (la metà dei quali verso Istanbul e un quarto verso la Russia). Molti di più rispetto a British Airways (-3600), easyJet (-2045), Lufthansa (-1888) o Wizz Air (-1256); ma anche rispetto al resto del mondo Azul in Brasile (-2133), Korean Air in Corea del Sud (-2033) o IndiGo in India (-2030). La regione del Nord America sembra aver già ridotto gran parte degli operativi di agosto: nell'ultima settimana, infatti, sono stati cancellati "solo" 2885 voli. [post_title] => Altri 25.000 voli tagliati in agosto a livello mondiale, di cui il 60% in Europa [post_date] => 2022-07-12T11:43:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1657626190000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 426841 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nella magica cornice di Cernobbio sono iniziati i festeggiamenti per le 150 stagioni di Villa d’Este, vera struttura icona del lago di Como: un anno di appuntamenti, eventi e novità, dalla grande festa del 28 giugno alle cene di gala estive, fino alla straordinaria apertura invernale per festeggiare insieme Natale e Capodanno. La storia di Villa d’Este inizia nel 1568, quando Tolomeo Gallio, cardinale di Como, commissionò la costruzione di una sontuosa villa sul lago, destinata a divenire una delle sue residenze estive. Ma è più di 300 anni dopo, nel 1873, che Villa d’Este viene trasformata in un hotel di lusso, per poi diventare meta d’eccellenza per personaggi del cinema, della musica, dell’arte, ma soprattutto per ospiti alla ricerca di esperienze autentiche, con un’allure di altri tempi dello stile italiano. La prima grande novità di quest'anno è stata quindi l’arrivo, ad aprile 2022, di Davide Bertilaccio, nuovo amministratore delegato del gruppo Villa d’este Hotels, che, dopo numerose esperienze internazionali, è sbarcato sul lago di Como: “Per me è un privilegio essere a capo di una delle proprietà più iconiche a livello globale - ha dichiarato -. Il mio obiettivo per Villa d’Este? Mantenerne il dna, proiettandola verso il futuro, con una ricerca e un'offerta attenta di esperienze emozionali per i nostri ospiti, molti dei quali clienti da tanti anni”. Proprio il 28 giugno verrà quindi celebrato il compleanno di Villa d’Este, con una cena esclusiva a bordo lago riservata agli ospiti dell’hotel e alle autorità locali. Ma c’è di più: dopo il 28 giugno, sarà tempo di celebrare l’Indipendenza americana il 4 luglio, la Festa nazionale francese il 14 luglio e il Ferragosto il 15 agosto, con cene di gala e serate a tema. La novità però più importante in questo anno speciale, sarà l’apertura straordinaria di Villa d’Este anche per le festività natalizie e Capodanno, per la seconda volta dal 1999, anno in cui si è celebrato l’arrivo del nuovo millennio. [post_title] => Le prime 150 stagioni di Villa d'Este: gli appuntamenti di un anno davvero speciale [post_date] => 2022-06-17T11:16:05+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1655464565000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 426684 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air si prepara ad affrontare un mese di luglio caratterizzato dal rilancio sul lungo raggio, con il potenziamento delle frequenze sulla rotta per Parigi oltre al ripristino di quelle per Milano, Vienna e Las Vegas. Nel dettaglio, dal 1° luglio passeranno da cinque a sette i voli settimanali tra l'hub di Seul-Inchon e l'aeroporto di Parigi-Cdg, operati da Boeing 777-300er con otto posti in Prima Classe, 42 in Business Class e 227 in Economy.  La compagnia aerea sudcoreana ha inoltre annunciato il ritorno a luglio su due destinazioni europee sospese dall'inizio della pandemia: Milano Malpensa sarà servita da tre voli settimanali con Boeing 787-9 Dreamliner (24+245), e Vienna-Schwechat da tre voli settimanali con Airbus A330-200 (30+188). Korean Air tornerà anche a Las Vegas-Harry Reid, una delle sue undici destinazioni negli Stati Uniti, il prossimo 10 luglio con tre frequenze settimanali operate da A330-200. [post_title] => Korean Air: luglio nel segno del lungo raggio con il ritorno a Milano, Vienna e Las Vegas [post_date] => 2022-06-15T14:21:52+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1655302912000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 425872 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Oltre 13,5 milioni di passeggeri, pari al 15,8% in meno rispetto al 2019 ma in crescita del 545,4% rispetto al 2021. Sono i dati del traffico negli aeroporti italiani durante il mese di aprile, elaborati da Assaeroporti che evidenzia, in particolare, i risultati estremamente positivi degli scali che hanno già superato i livelli del 2019: tra questi Bolzano (444,7%), Trapani (158,2%), Taranto-Grottaglie (134,8%) e Cuneo (117,4%). Al vertice della classifica nazionale si conferma Roma Fiumicino (2.330.609 passeggeri), seguito da Milano Malpensa (1.748.903) e Milano Bergamo (1.111.327). Nei primi quattro mesi del 2022 il numero di passeggeri ha raggiunto quota 36.545.739: in calo del 31,8% se confrontato con il 2019, ma in crescita del +446,2% se il confronto  viene effettuato con il 2021.   [post_title] => Assaeroporti: 13,5 milioni di passeggeri in aprile, meno 15,8% sullo stesso mese del 2019 [post_date] => 2022-05-31T12:59:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1654001949000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 425153 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dubai chiude con un bilancio saldamente positivo il primo trimestre del 2022, con 3,97 milioni di visitatori internazionali, rispetto ai 1,27 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. L’importante crescita del 214% su base annua pone la città sulla strada giusta per un anno da record e riafferma la posizione di Dubai tra le destinazioni più ambite per i viaggiatori globali. L’Emirato si è anche classificato al primo posto a livello globale per occupazione alberghiera nel primo trimestre del 2022, con l'82% di strutture occupate. Secondo gli ultimi dati rilasciati dal Department of Economy and Tourism di Dubai (Det) in occasione dell'Arabian Travel Market (ATM) che si è appena concluso, le visite internazionali del primo trimestre hanno registrato la migliore performance dal periodo della pandemia globale, tracciando un chiaro percorso per la città verso l'ambito obiettivo di diventare la destinazione più visitata al mondo. Il mese di marzo 2022 è stato particolarmente positivo in termini di arrivi turistici post-pandemia, in quanto la città ha accolto 1,78 milioni di visitatori internazionali, con un aumento dell'11% rispetto alle visite di marzo 2019 (pari a 1,61 milioni di pernottamenti). La performance dei tradizionali mercati d’origine di Dubai è degna di nota: i mercati regionali hanno continuato ad avere un impatto sulle visite internazionali. I mercati Mena e Gcc hanno contribuito collettivamente al 35% dei volumi totali, a testimonianza della continua attrattività di Dubai per i viaggiatori dei bacini di prossimità. L'Europa occidentale ha rappresentato il 24% degli arrivi turistici di Dubai, mentre l'Asia meridionale ha apportato il 14% delle visite internazionali totali. [post_title] => Dubai: netta crescita dei visitatori internazionali nel primo trimestre e toc all'82% [post_date] => 2022-05-18T10:59:07+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1652871547000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1588" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":45,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430644","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con una stazza di 175.500 tonnellate e una capienza di 4.300 ospiti, la Sun sarà la prima nave della classe Sphere e la più grande unità Princess Cruises mai realizzata. In fase di costruzione presso gli stabilimenti Fincantieri, il suo debutto è in calendario per febbraio 2024, quando sarà posizionata nel Mediterraneo, per poi spostarsi in autunno nei Caraibi occidentali e orientali, con partenze da Port Everglades, in Florida.\r\n\r\nSulla Sun Princess, la tradizionale area Piazza si articolerà su tre ponti, offrendo agli ospiti uno spazio sospeso con comode sedute, per godere la vista del mare in ogni direzione; al centro, un imponente schermo Led che può essere spostato e configurato, per mostrare anche eventi dal vivo; adiacenti alla Piazza, alcune delle 29 opzioni gastronomiche, tra ristoranti e bar, disponibili a bordo: la nuova caffetteria Coffee Currents e i classici di Princess, Crooners Bar, Bellini's Cocktail Bar e Alfredo's Pizzeria.\r\n\r\nL'altra struttura di spicco a bordo è poi il Dome, la prima cupola di vetro mai costruita su una nave da crociera: ispirato alle terrazze di Santorini, è un ponte coperto su più livelli che di giorno dispone di una piscina interna/esterna con giochi d'acqua, in uno spazio confortevole e rilassante; di notte diventa un palcoscenico e si trasforma in un luogo di intrattenimento dalle atmosfere in stile South Beach ed effetti di luce all'avanguardia ed esibizioni aeree.\r\n\r\nCon un totale di 2.157 cabine, di cui 50 suite e 100 camere comunicanti, i balconi della Sun Princess saranno più spaziosi e ogni cabina disporrà di un sofà. A bordo ci sarà inoltre una nuova categoria di suite, la Signature Collection, che include l'accesso al Signature restaurant, alla Signature lounge e al Signature sun deck: un'area privata all’interno del Santuary. La nuova unità poi sarà una delle 11 navi del gruppo Carnival alimentate con la tecnologia a gas naturale liquefatto (gnl).\r\n\r\nQuesta è la terza nave a essere insignita col nome Sun Princess, aggiungendosi all'eredità della prima, in navigazione dal 1974 al 1988, e della seconda, dal 1995 al 2020. A quel tempo aveva il maggior numero di cabine con balcone e il primo bar aperto 24 ore su 24 della compagnia di crociere. La consegna della seconda nave della Sphere Class è prevista da Fincantieri nella primavera 2025.\r\n\r\nGioco Viaggi, agente di vendita Princess per l’Italia, comunica che le prime tre partenze della stagione inaugurale di Sun Princess sono in vendita dal 16 settembre: itinerario Grand Mediterranean di dieci notti da 2.070 euro per persona.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"I dettagli della nuova Sun Princess. Gioco Viaggi apre le vendite per l'itinerario Grand Mediterranean","post_date":"2022-09-19T09:36:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1663580219000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429285","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' decisa e costante la ripresa del traffico passeggeri negli aeroporti italiani: il consuntivo Enac relativo ai primi sei mesi del 2022 evidenzia come, rispetto al primo semestre di 3 anni fa, siamo di fronte ad un -23,5% che, in altri termini, corrisponde alla mancanza di circa 20 milioni di passeggeri per essere in linea con i dati del 2019. Un risultato, precisa l'ente, che è comunque condizionato dai primi mesi dell’anno, in cui erano ancora in vigore\r\nstringenti restrizioni per poter volare.\r\n\r\nTra gennaio e giugno 2022 il volume dei passeggeri è quattro volte quello dei primi sei mesi del 2021, a conferma di una tendenza positiva. Rispetto all’anno scorso, si registra un incremento di passeggeri trasportati del 314%. Più che raddoppiati anche i movimenti, vale a dire il numero di decolli ed atterraggi negli aeroporti italiani.\r\n\r\nLa fase di ripresa del traffico consente anche di analizzare l’evoluzione dello scenario “competitivo”, provando a intercettare il mutamento delle strategie commerciali dei vettori che stanno optando per un differente posizionamento sulle direttrici del traffico internazionale. Per questo Enac ha ritenuto utile elaborare un’apertura delle principali direttrici del traffico di linea e charter (origine destinazione Italia verso/da le principali aeree geografiche mondiali) al fine di segnalare quali siano le aree che stanno trainando maggiormente la ripresa e, al contrario, di quelle che evidenziano ancora un consistente gap rispetto al traffico registrato sino al 2019.\r\n\r\nQuel che appare chiaro è che a trainare la ripresa, oltre al mercato domestico, c’è il boom di partenze e arrivi dalle Americhe, ma anche la ripresa dei collegamenti con le destinazioni ad est dell’Europa: Medio Oriente e Asia. Complessivamente, il numero di passeggeri trasportati da e verso destinazioni extraeuropee, totalizza un +588% che restituisce la fotografia di una rinnovata voglia di viaggiare.","post_title":"Balzo in avanti del traffico negli aeroporti italiani. Piena ripresa delle rotte transatlantiche","post_date":"2022-08-03T10:50:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1659523809000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"428414","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Portogallo ha registrato lo scorso maggio un numero di turisti stranieri in aumento di quasi sei volte rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, anche se ancora inferiore di circa il 9% rispetto ai livelli precedenti alla pandemia.\r\n\r\nSecondi i dati resi noti dall'Istituto nazionale di statistica (Ine), i turisti sono stati più di 1,58 milioni, rispetto ai circa 274.000 di un anno fa, quando il Paese era ancora soggetto alle restrizioni di viaggio a causa del Covid-19. Nel maggio 2019, invece, il numero si era attestato a 1,73 milioni. Il settore turistico portoghese rappresentava quasi il 15% del prodotto interno lordo prima della pandemia.\r\n\r\nQuanto alla provenienza dei turisti, è la Gran Bretagna a detenere il primo posto con la quota maggiore degli arrivi a maggio (16%), seguita dalla Francia (11,5%); gli Stati Uniti hanno condiviso il terzo posto con Spagna e Germania, ciascuna con il 10% degli arrivi.\r\n\r\nL'Ine ha evidenziato che il settore alberghiero nel suo complesso ha registrato 2,5 milioni di ospiti nel mese di maggio e il fatturato totale degli hotel è aumentato di 3,6 volte, raggiungendo 456,1 milioni di euro (456,7 milioni di dollari). Il mercato nazionale ha contribuito con 1,8 milioni di pernottamenti e i mercati esterni con 4,7 milioni.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Portogallo: il numero dei turisti stranieri cresce in modo significativo","post_date":"2022-07-15T13:04:20+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1657890260000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"428223","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' pari a 31 il saldo netto del numero di hotel di catena in Italia, tra entrate e uscite registrate nel primo semestre dell'anno. Lo rivela il consueto rapporto trimestrale Chains Monitor Italy, realizzato dalla società di consulenza riminese Thrends. In particolare,  gli alberghi brandizzati nel periodo gennaio – giugno di questo anno sono stati 102, di cui il 67% appartenenti al segmento upscale. D’altra parte, sono stati 71 gli hotel che hanno cessato la propria affiliazione a una catena nel corso dello stesso semestre, la maggior parte dei quali appartenenti anch’essi al segmento upscale (76%), nonché a un brand domestico (66%).\r\n\r\nNei prossimi anni (2022-2025) è poi in programma lo sviluppo e/o affiliazione di 158 hotel, di cui il 73,4% appartenenti a gruppi internazionali. Tra le nuove aperture in pipeline, cinque hotel apparterranno al segmento economy, 13 al midscale, 72 all'upscale, 63 al luxury. A questi si aggiungeranno infine cinque strutture, il cui segmento di appartenenza non è al momento noto. Il 26,6% delle novità è poi rappresentato da hotel che entreranno a far parte di una catena domestica, mentre il restante 73,4% saranno legate a brand internazionali, tra cui il 26,6% americani, il 12,7% francesi e il 6,3% inglesi.\r\n\r\nLe regioni che vedranno il maggior numero di nuove aperture sono il Lazio (22,8%), la Lombardia (20,3%), il Veneto (15,2%) e la Toscana (10,1%). Le prime cinque mete per volume della pipeline sono quindi Roma (21,5%), Milano (12,7%), Venezia (9,5%), Firenze (5,1%) e Napoli (3,2%). Per quanto riguarda infine il tipo di destinazione, il 39% degli hotel sarà localizzato in città d’arte, il 20% in location business, l’8% in mete leisure e l’11% in aree sun & beach.","post_title":"Thrends: prosegue la crescita degli hotel di catena in Italia. Focus su Roma","post_date":"2022-07-13T11:43:39+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1657712619000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"428137","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le compagnie aeree di tutto il mondo hanno già tagliato oltre 25.000 voli dagli operativi del mese di agosto 2022, di cui quasi il 60% in Europa, dove la carenza di personale negli aeroporti e sugli aerei è aggravata dagli scioperi.\r\n\r\nI dati sono quelli elaborati da Cirium, secondo cui a livello mondiale il numero di voli del prossimo mese continua a diminuire: la scorsa settimana sono state aggiunte 25.378 cancellazioni 'preventive', pari a circa una media di 818 al giorno. L'Europa è di gran lunga la più colpita: il numero di voli in agosto è diminuito di altre 15.788 unità, pari a circa il 2% dell'orario sul continente. Klm, British Airways, easyJet e Lufthansa sono tra i vettori che negli ultimi giorni e settimane hanno annunciato diversi tagli agli operativi estivi.\r\n\r\nMa sempre secondo l'analisi di Cirium, è Turkish Airlines a detenere il record negativo di cancellazioni, con 4.408 voli tagliati solo la scorsa settimana (la metà dei quali verso Istanbul e un quarto verso la Russia). Molti di più rispetto a British Airways (-3600), easyJet (-2045), Lufthansa (-1888) o Wizz Air (-1256); ma anche rispetto al resto del mondo Azul in Brasile (-2133), Korean Air in Corea del Sud (-2033) o IndiGo in India (-2030).\r\n\r\nLa regione del Nord America sembra aver già ridotto gran parte degli operativi di agosto: nell'ultima settimana, infatti, sono stati cancellati \"solo\" 2885 voli.","post_title":"Altri 25.000 voli tagliati in agosto a livello mondiale, di cui il 60% in Europa","post_date":"2022-07-12T11:43:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1657626190000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"426841","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nella magica cornice di Cernobbio sono iniziati i festeggiamenti per le 150 stagioni di Villa d’Este, vera struttura icona del lago di Como: un anno di appuntamenti, eventi e novità, dalla grande festa del 28 giugno alle cene di gala estive, fino alla straordinaria apertura invernale per festeggiare insieme Natale e Capodanno. La storia di Villa d’Este inizia nel 1568, quando Tolomeo Gallio, cardinale di Como, commissionò la costruzione di una sontuosa villa sul lago, destinata a divenire una delle sue residenze estive. Ma è più di 300 anni dopo, nel 1873, che Villa d’Este viene trasformata in un hotel di lusso, per poi diventare meta d’eccellenza per personaggi del cinema, della musica,\r\ndell’arte, ma soprattutto per ospiti alla ricerca di esperienze autentiche, con\r\nun’allure di altri tempi dello stile italiano.\r\n\r\nLa prima grande novità di quest'anno è stata quindi l’arrivo, ad aprile 2022, di Davide Bertilaccio, nuovo amministratore delegato del gruppo Villa d’este Hotels, che, dopo numerose esperienze internazionali, è sbarcato sul lago di Como: “Per me è un privilegio essere a capo di una delle proprietà più iconiche a livello globale - ha dichiarato -. Il mio obiettivo per Villa d’Este? Mantenerne il dna, proiettandola verso il futuro, con una ricerca e un'offerta attenta di esperienze emozionali per i nostri ospiti, molti dei quali clienti da tanti anni”.\r\n\r\nProprio il 28 giugno verrà quindi celebrato il compleanno di Villa d’Este, con una cena esclusiva a bordo lago riservata agli ospiti dell’hotel e alle autorità locali. Ma c’è di più: dopo il 28 giugno, sarà tempo di celebrare l’Indipendenza americana il 4 luglio, la Festa nazionale francese il 14 luglio e il Ferragosto il 15 agosto, con cene di gala e serate a tema. La novità però più importante in questo anno speciale, sarà l’apertura straordinaria di Villa d’Este anche per le festività natalizie e Capodanno, per la seconda volta dal 1999, anno in cui si è celebrato l’arrivo del nuovo millennio.","post_title":"Le prime 150 stagioni di Villa d'Este: gli appuntamenti di un anno davvero speciale","post_date":"2022-06-17T11:16:05+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1655464565000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"426684","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air si prepara ad affrontare un mese di luglio caratterizzato dal rilancio sul lungo raggio, con il potenziamento delle frequenze sulla rotta per Parigi oltre al ripristino di quelle per Milano, Vienna e Las Vegas.\r\n\r\nNel dettaglio, dal 1° luglio passeranno da cinque a sette i voli settimanali tra l'hub di Seul-Inchon e l'aeroporto di Parigi-Cdg, operati da Boeing 777-300er con otto posti in Prima Classe, 42 in Business Class e 227 in Economy. \r\n\r\nLa compagnia aerea sudcoreana ha inoltre annunciato il ritorno a luglio su due destinazioni europee sospese dall'inizio della pandemia: Milano Malpensa sarà servita da tre voli settimanali con Boeing 787-9 Dreamliner (24+245), e Vienna-Schwechat da tre voli settimanali con Airbus A330-200 (30+188). Korean Air tornerà anche a Las Vegas-Harry Reid, una delle sue undici destinazioni negli Stati Uniti, il prossimo 10 luglio con tre frequenze settimanali operate da A330-200.","post_title":"Korean Air: luglio nel segno del lungo raggio con il ritorno a Milano, Vienna e Las Vegas","post_date":"2022-06-15T14:21:52+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1655302912000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"425872","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Oltre 13,5 milioni di passeggeri, pari al 15,8% in meno rispetto al 2019 ma in crescita del 545,4% rispetto al 2021. Sono i dati del traffico negli aeroporti italiani durante il mese di aprile, elaborati da Assaeroporti che evidenzia, in particolare, i risultati estremamente positivi degli scali che hanno già superato i livelli del 2019: tra questi Bolzano (444,7%), Trapani (158,2%), Taranto-Grottaglie (134,8%) e Cuneo (117,4%).\r\nAl vertice della classifica nazionale si conferma Roma Fiumicino (2.330.609 passeggeri), seguito da Milano Malpensa (1.748.903) e Milano Bergamo (1.111.327). Nei primi quattro mesi del 2022 il numero di passeggeri ha raggiunto quota 36.545.739: in calo del 31,8% se confrontato con il 2019, ma in crescita del +446,2% se il confronto  viene effettuato con il 2021.\r\n ","post_title":"Assaeroporti: 13,5 milioni di passeggeri in aprile, meno 15,8% sullo stesso mese del 2019","post_date":"2022-05-31T12:59:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1654001949000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"425153","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\nDubai chiude con un bilancio saldamente positivo il primo trimestre del 2022, con 3,97 milioni di visitatori internazionali, rispetto ai 1,27 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. L’importante crescita del 214% su base annua pone la città sulla strada giusta per un anno da record e riafferma la posizione di Dubai tra le destinazioni più ambite per i viaggiatori globali. L’Emirato si è anche classificato al primo posto a livello globale per occupazione alberghiera nel primo trimestre del 2022, con l'82% di strutture occupate.\r\n\r\nSecondo gli ultimi dati rilasciati dal Department of Economy and Tourism di Dubai (Det) in occasione dell'Arabian Travel Market (ATM) che si è appena concluso, le visite internazionali del primo trimestre hanno registrato la migliore performance dal periodo della pandemia globale, tracciando un chiaro percorso per la città verso l'ambito obiettivo di diventare la destinazione più visitata al mondo.\r\n\r\nIl mese di marzo 2022 è stato particolarmente positivo in termini di arrivi turistici post-pandemia, in quanto la città ha accolto 1,78 milioni di visitatori internazionali, con un aumento dell'11% rispetto alle visite di marzo 2019 (pari a 1,61 milioni di pernottamenti).\r\n\r\nLa performance dei tradizionali mercati d’origine di Dubai è degna di nota: i mercati regionali hanno continuato ad avere un impatto sulle visite internazionali. I mercati Mena e Gcc hanno contribuito collettivamente al 35% dei volumi totali, a testimonianza della continua attrattività di Dubai per i viaggiatori dei bacini di prossimità. L'Europa occidentale ha rappresentato il 24% degli arrivi turistici di Dubai, mentre l'Asia meridionale ha apportato il 14% delle visite internazionali totali.","post_title":"Dubai: netta crescita dei visitatori internazionali nel primo trimestre e toc all'82%","post_date":"2022-05-18T10:59:07+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1652871547000]}]}}

Lascia un commento