14 June 2024

1545

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Esperienza pluriennale in agenzia di viaggio come responsabile vendite e booking tour operator, viaggi individuali e gruppi, conoscenza delle biglietterie aeree, ferroviarie e navali, crs Sabre, Worldspan e Galileo, attestato Iata, cerco lavoro part-time, offresi anche direzione tecnica per la regione Lazio – Roma.
Katia cell. 328 4647094.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468271 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_468274" align="alignright" width="300"] Eftichios Vassilakis, chairman Aegean[/caption] Traguardo importante quello di oggi per Aegean che celebra i suoi primi 25 anni di attività. Un'avventura cominciata nel 1999, con soli due aeromobili e segnata da diversi momenti che contribuito in modo significativo al suo sviluppo. Tra questi spiccano la quotazione della compagnia aerea alla Borsa di Atene, l'adesione a Star Alliance, l'acquisizione di Olympic Air, l'ordine di 46 aeromobili della famiglia Airbus A320 neo, il più grande investimento privato in Grecia, che di recente è salito a 50 aeromobili, e la creazione del primo moderno centro di simulazione di volo e di addestramento degli equipaggi in Grecia, in uno dei primi hangar “verdi” in Europa, presso l'aeroporto internazionale di Atene. Recentemente è stato avviato il prossimo ciclo di crescita con l'ordine di quattro nuovi aeromobili A321neo Long range che copriranno distanze fino a 7,5 ore, dalla Grecia alle regioni del Golfo, all'India e all'Africa centrale, consentendo ad Aegean di offrire ai passeggeri un nuovo livello di comfort e di servizio verso destinazioni lontane ed extra-Ue.   Oggi la compagnia aerea greca impiega più di 3.700 persone e opera con 76 aeromobili verso 156 destinazioni, con 249 rotte dirette verso 47 Paesi; lo scorso anno ha offerto 18,5 milioni di posti, aumentati di 3,1 milioni rispetto al 2022, trasportando 15,5 milioni di passeggeri, 3,2 milioni in più rispetto all'anno precedente, con un incremento del 26%. «Mentre entriamo in una nuova fase di crescita - ha affermato il chairman del vettore, Eftichios Vassilakis - la sfida per la nuova generazione del nostro personale, un team significativamente più grande con un grande potenziale, è quella di rimanere innovativi, agili e competitivi per affrontare le nuove sfide, generare idee fresche preservando i nostri valori fondamentali e rimanere impegnati nella nostra strategia di crescita, che sostiene e contribuisce al turismo e al marchio greco». [post_title] => Aegean compie oggi 25 anni. Vassilakis: «Restiamo innovativi e competitivi» [post_date] => 2024-05-28T12:20:55+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716898855000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467576 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry sarda per il network Virtuoso: l'hotel Abi d'Oru di Porto Rotondo porta a sei gli indirizzi sardi compresi nel portfolio della rete agenziale specializzata nel lusso, su un totale di 154 strutture in Italia.  L'Abi d'Oru, in sardo Ape d’Oro, ha aperto le porte della sua ospitalità nel 1963, a soli quattro chilometri da Porto Rotondo ed è affacciato direttamente sul golfo di Marinella. Nel 2023 ha inaugurato le nuove camere e suite e la nuova piscina con pool bar, per un totale di 130 stanze di tipologie diverse inserite nell'architettura realizzata da Antonio Simon Mossa, architetto, politologo e scrittore sardo oltre 60 anni fa. Pilastro dell'ospitalità di Abi d'Oru è il forte legame con il territorio e per questo l'invito agli ospiti è quello di scoprire i caratteri e le personalità sarde nelle suite Al mare con: dalla giudicessa Eleonora d'Arborea al premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda; da Antonio Gramsci alla grande artista Maria Lai e da Eva Mameli, madre di Italo Calvino e prima donna in Italia a insegnare botanica all'università, alla designer Edina Altara. Con i suoi tre diversi ristoranti, quest'anno l'Abi d'Oru è pronto a riaprire il 16 maggio, con una nuova offerta gastronomica. “E’ una soddisfazione annunciare l'ingresso dell'Abi d'Oru nel network Virtuoso, risultato dovuto al grande lavoro del team commerciale, con a capo Nicola Monello, e di tutto il personale dell'hotel, che riesce anno dopo anno a rendere felici gli ospiti, anche i più esigenti - spiega l'amministratore delegato dell'hotel Abi d'Oru, Diana Zuncheddu -. Grazie agli investimenti e agli interventi di restyling intrapresi negli ultimi anni, la struttura ha raggiunto il livello di ospitalità che ci siamo prefissati e oggi ancora di più anche a livello internazionale, grazie a Virtuoso. Credo che questa affiliazione sia meritata da una destinazione come la Sardegna e da un hotel pioniere e icona dell'alta ospitalità, come il nostro". [post_title] => Il sardo Abi d'Oru entra nel network Virtuoso [post_date] => 2024-05-17T11:23:42+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715945022000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467182 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Catania-Fontanarossa compie i suoi primi 100 anni e viene celebrato anche dal miinistero delle Imprese e del Made in Italy con l'emissione di un francobollo ordinario da 1,25 euro appartenente alla serie "le Eccellenze del sistema produttivo ed economico". Da campo di volo per scopi militari nei primi anni del Novecento, il 'Vincenzo Bellini' dagli anni '20 è destinato anche ad uso civile ed oggi è uno dei principali scali del Sud Italia.  «In questi primi cento anni di storia, l'aeroporto di Catania, che nel 2023 ha superato quota 10 milioni di passeggeri, ha saputo crescere e potenziare la mobilità e la continuità territoriale della Regione Sicilia, con voli nazionali ed internazionali, creando posti di lavoro ed incentivando il turismo - ha dichiarato il presidente Enac, Pierluigi Di Palma, in occasione della cerimonia che ha celebrato il centenario dalla fondazione dello scalo siciliano -. Questa storica base logistica favorita dal processo di privatizzazione e liberalizzazione del trasporto aereo è già oggi proiettata verso il futuro e predisposta ad un crescente volume di traffico. Importanti interventi infrastrutturali, di ampliamento dello scalo e di integrazione intermodale con la linea ferroviaria, consolideranno infatti la sua vocazione quale polo strategico nel cuore del Mediterraneo». Sul sito del Mimit è stata pubblicata l'immagine del francobollo che raffigura, in grafica stilizzata, una delle prospettive più rappresentative dell'aeroporto, osservabile dalla pista di decollo, in particolare la struttura del nuovo Terminal A. In primo piano, la coda di un aereo e sullo sfondo la presenza dell'Etna che domina la scena. In alto, a destra, è riprodotto il logo del centenario dell'aeroporto. Completano il francobollo la legenda "Centenario aeroporto Fontanarossa di Catania", la scritta "Italia' e l'indicazione tariffaria "B". Il bozzetto è stato realizzato a cura della Sac, Società aeroporto Catania Spa, e ottimizzato dal Centro filatelico della produzione dell'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa.   [post_title] => L'aeroporto di Catania compie 100 anni e un francobollo festeggia la ricorrenza [post_date] => 2024-05-13T11:44:39+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715600679000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467083 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467085" align="alignleft" width="300"] Marina Pasquini e Giovanni Bellagamba[/caption] Le famiglie italiane hanno voglia di viaggiare, sono decise a partire nonostante l’aumento dei prezzi, cercano l’offerta all inclusive, intrattenimento, esperienze, supervisione dei bambini e attenzione per l’animale domestico. Inoltre, secondo gli albergatori intervistati, è prevista un’occupazione media nei mesi estivi di oltre il 90%. Questi i risultati e le tendenze delle vacanze in famiglia con un focus sull’estate 2024 secondo l’indagine di Area38 per Italy Family Hotels, interpellando 1.724 famiglie italiane e 47 albergatori di Italy Family Hotels attraverso le richieste di preventivi e prenotazioni inviate al sito del consorzio. Punto di riferimento per il turismo family in Italia, Italy Family Hotels, il consorzio delle vacanze in hotel con la famiglia, continua a crescere. Il network, nato nel 2021, conta 145 strutture in 16 regioni italiane. Piccoli hotel di proprietà al 100% certificate family, al mare, in montagna, al lago e in collina, ognuno con una specifica personalità, offrono un’ampia gamma di strutture per vacanze a misura di bambino e per tutta la famiglia. Il modello del turismo family è cambiato radicalmente. Sono cambiate le esigenze delle famiglie, il modo di prenotare, le vacanze e l’offerta turistica. E Italy Family Hotels si è evoluta nel tempo insieme al mercato. Oggi offre soluzioni innovative e certificate per rispondere alle nuove esigenze. Il garante della vacanza family è Bino, unità di misura per valutare offerta e servizi delle strutture, classificate da Bino 3 a Bino 5+, punteggio che riguarda accoglienza, ristorazione, dotazioni in camera, attività ricreative, spazio dedicato ai bambini e offerta benessere.  Marina Pasquini dell’hotel Belvedere di Riccione, presidente di Italy Family Hotels racconta dell’esordio, il contesto e l’evoluzione del gruppo: “Italy Family Hotels è un club fondato da mamme, otto albergatrici, quando i bambini erano ancora considerati una difficoltà in hotel non strutturati per questo tipo di clientela. Nasce per rispondere alla domanda di turismo family. Siamo stati il primo circuito di alberghi certificati, con regole e standard omogenei. Piccoli alberghi di proprietà. Io mi sono ispirata a Valtur, dove andavo in vacanza. Si sponsorizzava prima la località, e tutto ciò che potesse attirare la clientela e rendere comoda la vacanza per mamme e bambini. Attirando i bambini siamo riusciti a riempire le camere. I bambini nelle nostre strutture sono gratis: spesso una novità per gli albergatori. Sono stati introdotti programmi di animazione, cucina dedicata, attività: tutto quanto fino a quel momento era appannaggio dei villaggi turistici. Con il tempo ci siamo sempre più specializzati, come per la cucina. Oggi la cucina funziona a tema, non esiste più il semplice menù. Sono cambiate tante cose: abbiamo suite con sette posti letto, per le “famiglie allargate” con richiesta di grandi spazi di sistemazioni. Oggi si cerca l’esperienza, da ricordare, da fotografare e da trasmettere, anche per i bambini”. Una vacanza all’insegna dell’esperienza come evidenziato anche da Giovanni Bellagamba dell’albergo dell’Orso Bo di Senigallia, vicepresidente di Italy Family Hotels: “Le vacanze vengono scelte non più in base alla destinazione ma alle esperienze”. Nel 2023, oltre 250 mila famiglie si sono rivolte a Italy Family Hotels, per un incremento di fatturato di oltre 5 milioni di euro. L’ingresso di un albergatore in Italy Family Hotel prevede una quota marketing annuale di 4.300 euro. La quota include attività di marketing e comunicazioni, attività online e offline, promozioni, commercializzazione, formazione, supporto al prodotto, gadget, un pacchetto per incrementare la commercializzazione e visibilità attraverso i canali di Italy Family Hotels. [post_title] => Italy Family Hotels: c’è voglia di vacanza in famiglia [post_date] => 2024-05-10T12:00:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => italy-family-hotels [1] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Italy Family Hotels [1] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715342452000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466704 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prosegue il trend positivo per il traffico passeggeri di Toscana Aeroporti: lo scorso aprile, con oltre 810.000 viaggiatori, ha segnato un nuovo record per gli scali di Firenze e Pisa, che registrano un aumento del 12% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Questo risultato è principalmente dovuto all'incremento del 10,2% dei movimenti totali dei voli passeggeri, che ha compensato la leggera diminuzione (-0,4%) del load factor, attestatosi all'82,9%. Complessivamente, nei primi quattro mesi dell'anno sono stati registrati circa 2,3 milioni di passeggeri, mostrando una crescita del 13,2% rispetto allo stesso periodo del 2023. Nel dettaglio, il traffico passeggeri dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze ha totalizzato quasi 319.000 passeggeri hanno utilizzato l'aeroporto fiorentino, segnando il miglior aprile di sempre con un incremento del 19,5% rispetto all'anno precedente. Sono stati registrati aumenti sia dei movimenti dei voli (+7,6% rispetto al 2023) che del load factor (+0,3 punti percentuali, pari al 79,2%). Nel mese di aprile, il traffico nazionale di linea è cresciuto del 54,9%, mentre quello internazionale è aumentato del 15,5% rispetto allo stesso mese del 2023. Le cinque destinazioni più popolari dall'aeroporto di Firenze ad aprile 2024 sono state Parigi, Amsterdam, Londra, Barcellona e Monaco. Nel complesso, con record raggiunti in ogni singolo mese, il Vespucci ha riportato 944.000 passeggeri nei primi quattro mesi del 2024, con una crescita del 26,5% rispetto all'anno precedente. Anche il Galileo Galilei di Pisa ha archiviato un aprile da record, con 492.000 passeggeri transitati, corrispondenti a un aumento del 7,6% rispetto allo stesso mese del 2023. La crescita del 12,9% dei movimenti dei voli passeggeri ha più che compensato la leggera flessione (-0,5%) del load factor, attestatosi all'85,5%. Il traffico passeggeri di linea internazionale ha mostrato una solida crescita del 13,5%, controbilanciando ampiamente il calo dell'8,8% registrato dalla componente domestica. Le mete più gettonate dai passeggeri sono state Londra, Tirana, Catania, Parigi e Palermo. Nei primi quattro mesi del 2024, sono transitati quasi 1,4 milioni di passeggeri dall'aeroporto di Pisa, con una crescita del 5,5% rispetto allo stesso periodo del 2023. [post_title] => Toscana Aeroporti archivia un aprile da record: traffico passeggeri a +12% per Firenze e Pisa [post_date] => 2024-05-06T10:16:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714990609000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466611 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Lumiwings torna a collegare con una rotta stagionale Foggia con Torino: i voli saranno operati ogni venerdì, dal 31 maggio al 28 giugno e dal 13 settembre al 25 ottobre, con partenza da Foggia alle 13.00 e arrivo a Caselle alle 14.30; rientro alle 15.15 con arrivo in Puglia alle 16.45. Dal 3 giugno al 21 ottobre l'operativo prevede decollo da Foggia alle 15.45 e arrivo a Torino alle 17.15; rientro alle 18.00 con atterraggio alle 19.30; infine tra il 5 luglio e il 6 settembre, si vola da Foggia alle 12.00 con arrivo alle 13.30, ritorno da Torino alle 14.15 e arrivo alle 15.45. "Con il ripristino della rotta su Torino, abbiamo l'opportunità di potenziare il traffico sul Nord d’Italia, rispondendo alla forte domanda dei passeggeri e supportando attivamente il territorio in cui operiamo - ha affermato Dimitris Kremiotis, accountable manager di Lumiwings -. Con l'arrivo della stagione estiva, riteniamo che questa sia un'ottima occasione per rendere più accessibili le località turistiche del Gargano e di tutto il territorio della Capitanata, riducendo i tempi di viaggio. Allo stesso tempo, i voli da Foggia verso Torino saranno un valido supporto per tutti coloro che viaggiano nella tratta Sud-nord". “Dopo aver completato lo spostamento del volo su Milano Linate e l'inserimento dell'operativo su Bergamo Orio Al Serio, che sta riscuotendo grande successo a livello di consensi, è giunto il momento di consolidare questi dati positivi e di ampliare lo sviluppo del network dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ - ha sottolineato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Il primo passo è rappresentato dal reinserimento della destinazione Torino in vista della prossima stagione estiva, fiduciosi che l'attività del Gargano dei monti dauni delle provincie di Potenza e Campobasso , Avellino possa contribuire a far crescere i numeri dei passeggeri in arrivo e partenza dall'aeroporto di Foggia e a creare le basi per un successivo sviluppo di ulteriori collegamenti. Il collegamento rappresenta un passo importate verso una maggiore accessibilità e connettività per i nostri cittadini e per tutti quelli che vorranno visitare la Puglia”. “La ripresa del volo Torino-Foggia è stato fortemente richiesto dai due bacini territoriali - ha infine aggiunto l'ad di Torino Airport, Andrea Andorno -. La nuova programmazione rende il collegamento perfetto per l’estate, per trascorrere in Piemonte o in Puglia un week-end oppure un’intera settimana di vacanza”.   [post_title] => Lumiwings ritorna sulla Foggia-Torino con un volo stagionale, dal 31 maggio [post_date] => 2024-05-03T09:30:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714728635000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466407 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet ha inaugurato l’Icc (Centro di controllo integrato) a Luton-Londra, presso l’Hangar 89, integrando l'intelligenza artificiale nelle sue pratiche quotidiane per favorire un processo decisionale più rapido e contribuire a migliorare l'esperienza dei clienti. «Dall’Icc vengono gestite le operazioni di easyJet: oltre 2000 voli al giorno operati dai nostri 340 aeroplani, che ogni giorno trasportano fino a 300mila clienti in 35 Paesi su più di 1.000 rotte, in 155 aeroporti. - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager Italia di easyJet - È un centro all’avanguardia che utilizza le migliori competenze e tecnologie del settore, come l’Ai, che diventa sempre più uno strumento importante per la gestione quotidiana dell’operatività della compagnia». Il primo test, positivo, del Centro di controllo integrato è stato quello delle vacanze pasquali. Nelle sale del Centro 260 esperti e ingegneri lavorano 24h al giorno, 365 giorni all'anno. Le aree di lavoro sono 4: in uno spazio ampio con finestre e luce naturale, dominato da grandi schermi e da computer innovativi. L'impegno va alla massima funzionalità degli aerei, all'impiego degli equipaggi, ai piani di volo e ai clienti con le loro esigenze. Quattro settori che devono funzionare in perfetta sincronia e lo fanno grazie al lavoro dell'Icc, che fornisce ai team anche il nuovo strumento di intelligenza artificiale generativa Jetstream, per accedere istantaneamente a politiche, procedure e informazioni necessarie alla risoluzione di problematiche di natura operativa. Sugli schermi del Centro lampeggia il fuso orario di Greenwich, il "tempo universale" che corrisponde al fuso orario Zero o Zulu Time. Chi segue la flotta è pronto all’azione, sapendo che in Europa gli aerei vengono ispezionati in 5 hangar, con controlli biennali che durano fino a 90h. Ci sono poi controlli di ogni tipo, favoriti dall’utilizzo del Sistema Amos per gestire la manutenzione e pianificare le ispezioni quotidiane. Negli ultimi otto anni è stato poi implementato il sistema della manutenzione predittiva, che si differenzia da quella schedulata perché analizza dati particolari forniti da ciascun aereo. Inoltre viene continuamente espanso l’algoritmo di controllo di easyJet. Il team che lavora sul fronte meteorologico deve valutare i cambiamenti di rotta necessari a evitare le perturbazioni. Lo schermo che trasmette 24h le notizie dal mondo serve a decidere l'operatività dei voli e i loro percorsi seguendo l'andamento geopolitico del modo: da un'eruzione in Islanda ai conflitti in corso nel mondo. La priorità di chi è attento ai passeggeri è quella di non causare attese, ma deve anche considerarne la gestione quando non parte un volo, o quando sale a bordo un gruppo con esigenze particolari, come una scolaresca. Senza dimenticare tutte le problematiche legate ai bagagli. Quando tutto funziona per il meglio l'Icc è tranquillo e silenzioso. Ma le emergenze arrivano inaspettate e allora l'attenzione è totale, perché tutto impatta sull'andamento di un volo. Sotto i grandi schermi del Centro ci sono dei manager che controllano l'insieme delle informazioni e quello con maggiore esperienza prende le decisioni finali. E la risposta dell'Icc è rapida ed efficiente. [gallery ids="466410,466409,466411"]   [post_title] => EasyJet: viaggio nel cuore del Centro di controllo integrato a Luton, dove opera anche l'Ai [post_date] => 2024-04-29T14:02:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1714399367000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465896 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Klm ha aggiunto una nuova frequenza giornaliera dall'aeroporto di Genova per Amsterdam, che grazie alla partenza la mattina presto - alle 06.15 - consente ai passeggeri di avere accesso a numerose destinazioni dall'hub olandese, ottimizzando i tempi di connessione a Schiphol. Allo stesso modo, il volo integrativo in partenza da Amsterdam alle 21:00, con conseguente night stop dell’aeromobile presso l’aeroporto di Genova, permette un maggiore e più ampio accesso allo scalo ligure. Nei weekend da fine giugno a fine agosto, inoltre, sarà disponibile anche un terzo collegamento tra le due destinazioni. Mete europee ed intercontinentali come Dublino, Edimburgo, Oslo, Toronto, New York, Guayaquil, Santiago del Cile e molte altre, sono ora più facilmente raggiungibili. “L’aumento delle frequenze su Genova è un’ulteriore dimostrazione della nostra strategia per il mercato italiano - spiega Fabio Andaloro, sales director Klm per l’Italia -: vogliamo essere sempre più vicini ai clienti, supportandoli a pieno nelle loro esigenze di viaggio. Che il motivo sia leisure o business, queste nuove frequenze consentono accesso a destinazioni chiave del network Klm. Soprattutto i tempi di transito per i voli in connessione verso il Sud America risultano adesso migliori, facendo diventare Klm la compagnia aerea giusta per raggiungerle". “Continua la nostra strategia di potenziare i collegamenti con i principali hub europei, consentendo a Genova e alla Liguria di essere sempre meglio collegate con le principali destinazioni di lungo raggio - commenta Francesco D’Amico, direttore generale di Aeroporto di Genova -. Grazie al raddoppio dei voli giornalieri tra Genova e Amsterdam per l’intera stagione estiva, porterà ad un incremento dei posti offerti sulla tratta di oltre il 90% rispetto all’estate precedente, superando la capacità che il vettore olandese ha offerto nel 2019.” La summer 2024 di Klm (fino al prossimo 26 ottobre) 155 destinazioni di cui 92 in Europa e 63 intercontinentali. La compagnia aumenterà la capacità dei posti disponibili di circa il 7% rispetto all’estate del 2023, quasi eguagliando i livelli pre-Covid. [post_title] => Klm fa il bis da Genova con un volo mattutino che dà accesso al network mondiale da Amsterdam [post_date] => 2024-04-19T10:15:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713521748000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa). Un traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa). In precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni. Attualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore. La completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione. [post_title] => Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system [post_date] => 2024-04-09T10:13:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712657607000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1545" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":95,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468271","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_468274\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Eftichios Vassilakis, chairman Aegean[/caption]\r\n\r\nTraguardo importante quello di oggi per Aegean che celebra i suoi primi 25 anni di attività. Un'avventura cominciata nel 1999, con soli due aeromobili e segnata da diversi momenti che contribuito in modo significativo al suo sviluppo.\r\n\r\nTra questi spiccano la quotazione della compagnia aerea alla Borsa di Atene, l'adesione a Star Alliance, l'acquisizione di Olympic Air, l'ordine di 46 aeromobili della famiglia Airbus A320 neo, il più grande investimento privato in Grecia, che di recente è salito a 50 aeromobili, e la creazione del primo moderno centro di simulazione di volo e di addestramento degli equipaggi in Grecia, in uno dei primi hangar “verdi” in Europa, presso l'aeroporto internazionale di Atene.\r\n\r\nRecentemente è stato avviato il prossimo ciclo di crescita con l'ordine di quattro nuovi aeromobili A321neo Long range che copriranno distanze fino a 7,5 ore, dalla Grecia alle regioni del Golfo, all'India e all'Africa centrale, consentendo ad Aegean di offrire ai passeggeri un nuovo livello di comfort e di servizio verso destinazioni lontane ed extra-Ue.\r\n\r\n \r\n\r\nOggi la compagnia aerea greca impiega più di 3.700 persone e opera con 76 aeromobili verso 156 destinazioni, con 249 rotte dirette verso 47 Paesi; lo scorso anno ha offerto 18,5 milioni di posti, aumentati di 3,1 milioni rispetto al 2022, trasportando 15,5 milioni di passeggeri, 3,2 milioni in più rispetto all'anno precedente, con un incremento del 26%.\r\n\r\n«Mentre entriamo in una nuova fase di crescita - ha affermato il chairman del vettore, Eftichios Vassilakis - la sfida per la nuova generazione del nostro personale, un team significativamente più grande con un grande potenziale, è quella di rimanere innovativi, agili e competitivi per affrontare le nuove sfide, generare idee fresche preservando i nostri valori fondamentali e rimanere impegnati nella nostra strategia di crescita, che sostiene e contribuisce al turismo e al marchio greco».","post_title":"Aegean compie oggi 25 anni. Vassilakis: «Restiamo innovativi e competitivi»","post_date":"2024-05-28T12:20:55+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716898855000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467576","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry sarda per il network Virtuoso: l'hotel Abi d'Oru di Porto Rotondo porta a sei gli indirizzi sardi compresi nel portfolio della rete agenziale specializzata nel lusso, su un totale di 154 strutture in Italia.  L'Abi d'Oru, in sardo Ape d’Oro, ha aperto le porte della sua ospitalità nel 1963, a soli quattro chilometri da Porto Rotondo ed è affacciato direttamente sul golfo di Marinella. Nel 2023 ha inaugurato le nuove camere e suite e la nuova piscina con pool bar, per un totale di 130 stanze di tipologie diverse inserite nell'architettura realizzata da Antonio Simon Mossa, architetto, politologo e scrittore sardo oltre 60 anni fa.\r\n\r\nPilastro dell'ospitalità di Abi d'Oru è il forte legame con il territorio e per questo l'invito agli ospiti è quello di scoprire i caratteri e le personalità sarde nelle suite Al mare con: dalla giudicessa Eleonora d'Arborea al premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda; da Antonio Gramsci alla grande artista Maria Lai e da Eva Mameli, madre di Italo Calvino e prima donna in Italia a insegnare botanica all'università, alla designer Edina Altara. Con i suoi tre diversi ristoranti, quest'anno l'Abi d'Oru è pronto a riaprire il 16 maggio, con una nuova offerta gastronomica.\r\n\r\n“E’ una soddisfazione annunciare l'ingresso dell'Abi d'Oru nel network Virtuoso, risultato dovuto al grande lavoro del team commerciale, con a capo Nicola Monello, e di tutto il personale dell'hotel, che riesce anno dopo anno a rendere felici gli ospiti, anche i più esigenti - spiega l'amministratore delegato dell'hotel Abi d'Oru, Diana Zuncheddu -. Grazie agli investimenti e agli interventi di restyling intrapresi negli ultimi anni, la struttura ha raggiunto il livello di ospitalità che ci siamo prefissati e oggi ancora di più anche a livello internazionale, grazie a Virtuoso. Credo che questa affiliazione sia meritata da una destinazione come la Sardegna e da un hotel pioniere e icona dell'alta ospitalità, come il nostro\".","post_title":"Il sardo Abi d'Oru entra nel network Virtuoso","post_date":"2024-05-17T11:23:42+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715945022000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467182","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Catania-Fontanarossa compie i suoi primi 100 anni e viene celebrato anche dal miinistero delle Imprese e del Made in Italy con l'emissione di un francobollo ordinario da 1,25 euro appartenente alla serie \"le Eccellenze del sistema produttivo ed economico\".\r\n\r\nDa campo di volo per scopi militari nei primi anni del Novecento, il 'Vincenzo Bellini' dagli anni '20 è destinato anche ad uso civile ed oggi è uno dei principali scali del Sud Italia. \r\n\r\n«In questi primi cento anni di storia, l'aeroporto di Catania, che nel 2023 ha superato quota 10 milioni di passeggeri, ha saputo crescere e potenziare la mobilità e la continuità territoriale della Regione Sicilia, con voli nazionali ed internazionali, creando posti di lavoro ed incentivando il turismo - ha dichiarato il presidente Enac, Pierluigi Di Palma, in occasione della cerimonia che ha celebrato il centenario dalla fondazione dello scalo siciliano -. Questa storica base logistica favorita dal processo di privatizzazione e liberalizzazione del trasporto aereo è già oggi proiettata verso il futuro e predisposta ad un crescente volume di traffico. Importanti interventi infrastrutturali, di ampliamento dello scalo e di integrazione intermodale con la linea ferroviaria, consolideranno infatti la sua vocazione quale polo strategico nel cuore del Mediterraneo».\r\n\r\nSul sito del Mimit è stata pubblicata l'immagine del francobollo che raffigura, in grafica stilizzata, una delle prospettive più rappresentative dell'aeroporto, osservabile dalla pista di decollo, in particolare la struttura del nuovo Terminal A. In primo piano, la coda di un aereo e sullo sfondo la presenza dell'Etna che domina la scena. In alto, a destra, è riprodotto il logo del centenario dell'aeroporto. Completano il francobollo la legenda \"Centenario aeroporto Fontanarossa di Catania\", la scritta \"Italia' e l'indicazione tariffaria \"B\". Il bozzetto è stato realizzato a cura della Sac, Società aeroporto Catania Spa, e ottimizzato dal Centro filatelico della produzione dell'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Spa.\r\n\r\n ","post_title":"L'aeroporto di Catania compie 100 anni e un francobollo festeggia la ricorrenza","post_date":"2024-05-13T11:44:39+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715600679000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467083","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467085\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Marina Pasquini e Giovanni Bellagamba[/caption]\r\n\r\nLe famiglie italiane hanno voglia di viaggiare, sono decise a partire nonostante l’aumento dei prezzi, cercano l’offerta all inclusive, intrattenimento, esperienze, supervisione dei bambini e attenzione per l’animale domestico. Inoltre, secondo gli albergatori intervistati, è prevista un’occupazione media nei mesi estivi di oltre il 90%. Questi i risultati e le tendenze delle vacanze in famiglia con un focus sull’estate 2024 secondo l’indagine di Area38 per Italy Family Hotels, interpellando 1.724 famiglie italiane e 47 albergatori di Italy Family Hotels attraverso le richieste di preventivi e prenotazioni inviate al sito del consorzio. \r\n\r\nPunto di riferimento per il turismo family in Italia, Italy Family Hotels, il consorzio delle vacanze in hotel con la famiglia, continua a crescere. Il network, nato nel 2021, conta 145 strutture in 16 regioni italiane. Piccoli hotel di proprietà al 100% certificate family, al mare, in montagna, al lago e in collina, ognuno con una specifica personalità, offrono un’ampia gamma di strutture per vacanze a misura di bambino e per tutta la famiglia. \r\n\r\nIl modello del turismo family è cambiato radicalmente. Sono cambiate le esigenze delle famiglie, il modo di prenotare, le vacanze e l’offerta turistica. E Italy Family Hotels si è evoluta nel tempo insieme al mercato. Oggi offre soluzioni innovative e certificate per rispondere alle nuove esigenze. Il garante della vacanza family è Bino, unità di misura per valutare offerta e servizi delle strutture, classificate da Bino 3 a Bino 5+, punteggio che riguarda accoglienza, ristorazione, dotazioni in camera, attività ricreative, spazio dedicato ai bambini e offerta benessere. \r\n\r\nMarina Pasquini dell’hotel Belvedere di Riccione, presidente di Italy Family Hotels racconta dell’esordio, il contesto e l’evoluzione del gruppo: “Italy Family Hotels è un club fondato da mamme, otto albergatrici, quando i bambini erano ancora considerati una difficoltà in hotel non strutturati per questo tipo di clientela. Nasce per rispondere alla domanda di turismo family. Siamo stati il primo circuito di alberghi certificati, con regole e standard omogenei. Piccoli alberghi di proprietà. Io mi sono ispirata a Valtur, dove andavo in vacanza. Si sponsorizzava prima la località, e tutto ciò che potesse attirare la clientela e rendere comoda la vacanza per mamme e bambini. Attirando i bambini siamo riusciti a riempire le camere. I bambini nelle nostre strutture sono gratis: spesso una novità per gli albergatori. Sono stati introdotti programmi di animazione, cucina dedicata, attività: tutto quanto fino a quel momento era appannaggio dei villaggi turistici. Con il tempo ci siamo sempre più specializzati, come per la cucina. Oggi la cucina funziona a tema, non esiste più il semplice menù. Sono cambiate tante cose: abbiamo suite con sette posti letto, per le “famiglie allargate” con richiesta di grandi spazi di sistemazioni. Oggi si cerca l’esperienza, da ricordare, da fotografare e da trasmettere, anche per i bambini”.\r\n\r\nUna vacanza all’insegna dell’esperienza come evidenziato anche da Giovanni Bellagamba dell’albergo dell’Orso Bo di Senigallia, vicepresidente di Italy Family Hotels: “Le vacanze vengono scelte non più in base alla destinazione ma alle esperienze”.\r\n\r\nNel 2023, oltre 250 mila famiglie si sono rivolte a Italy Family Hotels, per un incremento di fatturato di oltre 5 milioni di euro. L’ingresso di un albergatore in Italy Family Hotel prevede una quota marketing annuale di 4.300 euro. La quota include attività di marketing e comunicazioni, attività online e offline, promozioni, commercializzazione, formazione, supporto al prodotto, gadget, un pacchetto per incrementare la commercializzazione e visibilità attraverso i canali di Italy Family Hotels.","post_title":"Italy Family Hotels: c’è voglia di vacanza in famiglia","post_date":"2024-05-10T12:00:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["italy-family-hotels","nofascione"],"post_tag_name":["Italy Family Hotels","nofascione"]},"sort":[1715342452000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466704","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prosegue il trend positivo per il traffico passeggeri di Toscana Aeroporti: lo scorso aprile, con oltre 810.000 viaggiatori, ha segnato un nuovo record per gli scali di Firenze e Pisa, che registrano un aumento del 12% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Questo risultato è principalmente dovuto all'incremento del 10,2% dei movimenti totali dei voli passeggeri, che ha compensato la leggera diminuzione (-0,4%) del load factor, attestatosi all'82,9%.\r\n\r\nComplessivamente, nei primi quattro mesi dell'anno sono stati registrati circa 2,3 milioni di passeggeri, mostrando una crescita del 13,2% rispetto allo stesso periodo del 2023.\r\n\r\nNel dettaglio, il traffico passeggeri dell’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze ha totalizzato quasi 319.000 passeggeri hanno utilizzato l'aeroporto fiorentino, segnando il miglior aprile di sempre con un incremento del 19,5% rispetto all'anno precedente. Sono stati registrati aumenti sia dei movimenti dei voli (+7,6% rispetto al 2023) che del load factor (+0,3 punti percentuali, pari al 79,2%). Nel mese di aprile, il traffico nazionale di linea è cresciuto del 54,9%, mentre quello internazionale è aumentato del 15,5% rispetto allo stesso mese del 2023. Le cinque destinazioni più popolari dall'aeroporto di Firenze ad aprile 2024 sono state Parigi, Amsterdam, Londra, Barcellona e Monaco.\r\nNel complesso, con record raggiunti in ogni singolo mese, il Vespucci ha riportato 944.000 passeggeri nei primi quattro mesi del 2024, con una crescita del 26,5% rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nAnche il Galileo Galilei di Pisa ha archiviato un aprile da record, con 492.000 passeggeri transitati, corrispondenti a un aumento del 7,6% rispetto allo stesso mese del 2023. La crescita del 12,9% dei movimenti dei voli passeggeri ha più che compensato la leggera flessione (-0,5%) del load factor, attestatosi all'85,5%. Il traffico passeggeri di linea internazionale ha mostrato una solida crescita del 13,5%, controbilanciando ampiamente il calo dell'8,8% registrato dalla componente domestica. Le mete più gettonate dai passeggeri sono state Londra, Tirana, Catania, Parigi e Palermo.\r\nNei primi quattro mesi del 2024, sono transitati quasi 1,4 milioni di passeggeri dall'aeroporto di Pisa, con una crescita del 5,5% rispetto allo stesso periodo del 2023.","post_title":"Toscana Aeroporti archivia un aprile da record: traffico passeggeri a +12% per Firenze e Pisa","post_date":"2024-05-06T10:16:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714990609000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466611","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Lumiwings torna a collegare con una rotta stagionale Foggia con Torino: i voli saranno operati ogni venerdì, dal 31 maggio al 28 giugno e dal 13 settembre al 25 ottobre, con partenza da Foggia alle 13.00 e arrivo a Caselle alle 14.30; rientro alle 15.15 con arrivo in Puglia alle 16.45.\r\n\r\nDal 3 giugno al 21 ottobre l'operativo prevede decollo da Foggia alle 15.45 e arrivo a Torino alle 17.15; rientro alle 18.00 con atterraggio alle 19.30; infine tra il 5 luglio e il 6 settembre, si vola da Foggia alle 12.00 con arrivo alle 13.30, ritorno da Torino alle 14.15 e arrivo alle 15.45.\r\n\r\n\"Con il ripristino della rotta su Torino, abbiamo l'opportunità di potenziare il traffico sul Nord d’Italia, rispondendo alla forte domanda dei passeggeri e supportando attivamente il territorio in cui operiamo - ha affermato Dimitris Kremiotis, accountable manager di Lumiwings -. Con l'arrivo della stagione estiva, riteniamo che questa sia un'ottima occasione per rendere più accessibili le località turistiche del Gargano e di tutto il territorio della Capitanata, riducendo i tempi di viaggio. Allo stesso tempo, i voli da Foggia verso Torino saranno un valido supporto per tutti coloro che viaggiano nella tratta Sud-nord\".\r\n\r\n“Dopo aver completato lo spostamento del volo su Milano Linate e l'inserimento dell'operativo su Bergamo Orio Al Serio, che sta riscuotendo grande successo a livello di consensi, è giunto il momento di consolidare questi dati positivi e di ampliare lo sviluppo del network dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ - ha sottolineato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Il primo passo è rappresentato dal reinserimento della destinazione Torino in vista della prossima stagione estiva, fiduciosi che l'attività del Gargano dei monti dauni delle provincie di Potenza e Campobasso , Avellino possa contribuire a far crescere i numeri dei passeggeri in arrivo e partenza dall'aeroporto di Foggia e a creare le basi per un successivo sviluppo di ulteriori collegamenti. Il collegamento rappresenta un passo importate verso una maggiore accessibilità e connettività per i nostri cittadini e per tutti quelli che vorranno visitare la Puglia”.\r\n\r\n“La ripresa del volo Torino-Foggia è stato fortemente richiesto dai due bacini territoriali - ha infine aggiunto l'ad di Torino Airport, Andrea Andorno -. La nuova programmazione rende il collegamento perfetto per l’estate, per trascorrere in Piemonte o in Puglia un week-end oppure un’intera settimana di vacanza”.\r\n\r\n ","post_title":"Lumiwings ritorna sulla Foggia-Torino con un volo stagionale, dal 31 maggio","post_date":"2024-05-03T09:30:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714728635000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466407","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet ha inaugurato l’Icc (Centro di controllo integrato) a Luton-Londra, presso l’Hangar 89, integrando l'intelligenza artificiale nelle sue pratiche quotidiane per favorire un processo decisionale più rapido e contribuire a migliorare l'esperienza dei clienti.\r\n\r\n«Dall’Icc vengono gestite le operazioni di easyJet: oltre 2000 voli al giorno operati dai nostri 340 aeroplani, che ogni giorno trasportano fino a 300mila clienti in 35 Paesi su più di 1.000 rotte, in 155 aeroporti. - sottolinea Lorenzo Lagorio, country manager Italia di easyJet - È un centro all’avanguardia che utilizza le migliori competenze e tecnologie del settore, come l’Ai, che diventa sempre più uno strumento importante per la gestione quotidiana dell’operatività della compagnia».\r\n\r\nIl primo test, positivo, del Centro di controllo integrato è stato quello delle vacanze pasquali. Nelle sale del Centro 260 esperti e ingegneri lavorano 24h al giorno, 365 giorni all'anno. Le aree di lavoro sono 4: in uno spazio ampio con finestre e luce naturale, dominato da grandi schermi e da computer innovativi. L'impegno va alla massima funzionalità degli aerei, all'impiego degli equipaggi, ai piani di volo e ai clienti con le loro esigenze. Quattro settori che devono funzionare in perfetta sincronia e lo fanno grazie al lavoro dell'Icc, che fornisce ai team anche il nuovo strumento di intelligenza artificiale generativa Jetstream, per accedere istantaneamente a politiche, procedure e informazioni necessarie alla risoluzione di problematiche di natura operativa.\r\n\r\nSugli schermi del Centro lampeggia il fuso orario di Greenwich, il \"tempo universale\" che corrisponde al fuso orario Zero o Zulu Time. Chi segue la flotta è pronto all’azione, sapendo che in Europa gli aerei vengono ispezionati in 5 hangar, con controlli biennali che durano fino a 90h. Ci sono poi controlli di ogni tipo, favoriti dall’utilizzo del Sistema Amos per gestire la manutenzione e pianificare le ispezioni quotidiane. Negli ultimi otto anni è stato poi implementato il sistema della manutenzione predittiva, che si differenzia da quella schedulata perché analizza dati particolari forniti da ciascun aereo. Inoltre viene continuamente espanso l’algoritmo di controllo di easyJet. Il team che lavora sul fronte meteorologico deve valutare i cambiamenti di rotta necessari a evitare le perturbazioni. Lo schermo che trasmette 24h le notizie dal mondo serve a decidere l'operatività dei voli e i loro percorsi seguendo l'andamento geopolitico del modo: da un'eruzione in Islanda ai conflitti in corso nel mondo. La priorità di chi è attento ai passeggeri è quella di non causare attese, ma deve anche considerarne la gestione quando non parte un volo, o quando sale a bordo un gruppo con esigenze particolari, come una scolaresca. Senza dimenticare tutte le problematiche legate ai bagagli.\r\n\r\nQuando tutto funziona per il meglio l'Icc è tranquillo e silenzioso. Ma le emergenze arrivano inaspettate e allora l'attenzione è totale, perché tutto impatta sull'andamento di un volo. Sotto i grandi schermi del Centro ci sono dei manager che controllano l'insieme delle informazioni e quello con maggiore esperienza prende le decisioni finali. E la risposta dell'Icc è rapida ed efficiente.\r\n\r\n[gallery ids=\"466410,466409,466411\"]\r\n\r\n ","post_title":"EasyJet: viaggio nel cuore del Centro di controllo integrato a Luton, dove opera anche l'Ai","post_date":"2024-04-29T14:02:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1714399367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465896","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Klm ha aggiunto una nuova frequenza giornaliera dall'aeroporto di Genova per Amsterdam, che grazie alla partenza la mattina presto - alle 06.15 - consente ai passeggeri di avere accesso a numerose destinazioni dall'hub olandese, ottimizzando i tempi di connessione a Schiphol.\r\n\r\nAllo stesso modo, il volo integrativo in partenza da Amsterdam alle 21:00, con conseguente night stop dell’aeromobile presso l’aeroporto di Genova, permette un maggiore e più ampio accesso allo scalo ligure. Nei weekend da fine giugno a fine agosto, inoltre, sarà disponibile anche un terzo collegamento tra le due destinazioni.\r\n\r\nMete europee ed intercontinentali come Dublino, Edimburgo, Oslo, Toronto, New York, Guayaquil, Santiago del Cile e molte altre, sono ora più facilmente raggiungibili.\r\n\r\n“L’aumento delle frequenze su Genova è un’ulteriore dimostrazione della nostra strategia per il mercato italiano - spiega Fabio Andaloro, sales director Klm per l’Italia -: vogliamo essere sempre più vicini ai clienti, supportandoli a pieno nelle loro esigenze di viaggio. Che il motivo sia leisure o business, queste nuove frequenze consentono accesso a destinazioni chiave del network Klm. Soprattutto i tempi di transito per i voli in connessione verso il Sud America risultano adesso migliori, facendo diventare Klm la compagnia aerea giusta per raggiungerle\".\r\n\r\n“Continua la nostra strategia di potenziare i collegamenti con i principali hub europei, consentendo a Genova e alla Liguria di essere sempre meglio collegate con le principali destinazioni di lungo raggio - commenta Francesco D’Amico, direttore generale di Aeroporto di Genova -. Grazie al raddoppio dei voli giornalieri tra Genova e Amsterdam per l’intera stagione estiva, porterà ad un incremento dei posti offerti sulla tratta di oltre il 90% rispetto all’estate precedente, superando la capacità che il vettore olandese ha offerto nel 2019.”\r\n\r\nLa summer 2024 di Klm (fino al prossimo 26 ottobre) 155 destinazioni di cui 92 in Europa e 63 intercontinentali. La compagnia aumenterà la capacità dei posti disponibili di circa il 7% rispetto all’estate del 2023, quasi eguagliando i livelli pre-Covid.","post_title":"Klm fa il bis da Genova con un volo mattutino che dà accesso al network mondiale da Amsterdam","post_date":"2024-04-19T10:15:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713521748000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465104","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa).\r\nUn traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa).\r\nIn precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni.\r\nAttualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore.\r\nLa completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione.","post_title":"Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system","post_date":"2024-04-09T10:13:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712657607000]}]}}

Lascia un commento