25 April 2024

Hotelier del lusso euforici: “Godiamoci il momento”

[ 0 ]

Il panel (da sinistra) con Ludovica Rocchi, Valentina De Santis, Luigi Passera e Luca Marinelli

C’è grande euforia nell’aria. Almeno tra le alte vette dell’ospitalità di lusso. Lo si è visto, anzi lo si è toccato con mano ieri, tra le sale gremite della Luxury Hospitality Conference, svoltasi presso il nuovissimo Lh Collection Milano Citylife. L’evento organizzato da Teamwork in collaborazione con HotelMyPassion è stata l’occasione per fare il punto della situazione nel comparto di alta gamma dell’ospitalità. E l’entusiasmo è tale che c’è chi, come la ceo del Grand Hotel Tremezzo, Valentina De Santis, si è spinta a dire che “nel lusso la domanda eguaglia sempre, se non addirittura supera l’offerta. Persino nel 2020 (l’anno peggiore della crisi pandemica, ndr) la richiesta da noi è stata eccezionale. I mercati si sostituiscono. Se si chiude una porta, se ne apre un’altra”.

Un caso particolarmente fortunato? Forse. Sicuramente la destinazione lago di Como, dove si trova il Grand Hotel Tremezzo, ha goduto di condizioni particolari; in primis la vicinanza con importanti mercati di prossimità europei. Però la sensazione, anzi la certezza, è che il mercato del lusso sia ripartito davvero più forte di prima. “Godiamoci il momento”, ha dichiarato a margine dell’evento il general manager del Principe di Savoia di Milano, Ezio Indiani.

E il momento è davvero speciale. Anche perché “le tariffe sono cresciute a 360 gradi“, ma la domanda si è dimostrata completamente insensibile al prezzo, ha sottolineato la brand director di R Collection Hotels, Ludovica Rocchi. Persino il mercato domestico, da sempre un po’ più attento alle variazioni tariffarie, non ha mostrato alcuna resistenza al costo camera, ha precisato Luca Marinelli, area director learning and development, Italia, Spagna e Portogallo di Belmond. Neppure il caro energia spaventa perciò più di tanto gli hotelier, “perché di spazio, per alzare le tariffe, ce n’è ancora”, ha rassicurato Luigi Passera. Certo, l’importante è rimanere sempre coerenti con se stessi, ha aggiunto il ceo di Lario Hotels: occorre, in altre parole, giustificare eventuali incrementi con la qualità del prodotto.

La preoccupazione che si tratti solo di un rimbalzo temporaneo, frutto della reazione di una domanda compressa da due anni di Covid, non pare insomma sfiorare i protagonisti del lusso. Piuttosto, ad aleggiare sul comparto, rimane la questione risorse umane: “Oggi, oltre al vecchio adagio location, location, location – ha ripreso ancora Passera -, per avere successo nell’hotellerie occorre aggiungere la nuova triade people, people, people. Il problema è che non ci sono abbastanza persone per soddisfare le esigenze di questo settore. Il rischio è che l’industria si blocchi. Il numero di alberghi, soprattutto nei contesti di fascia alta, sta aumentando vertiginosamente, mentre la formazione stenta e le istituzioni ancora faticano a considerare il turismo come una risorsa chiave per il Paese”.

La colpa però è anche un po’ del comparto stesso, ha ammesso in un altro panel, il director of operations di Rocco Forte Hotels, Antonello De Medici: “Nei colloqui di lavoro, quasi sempre ci si limita a parlare di meri dati contabili: il livello di stipendio, i giorni di ferie, i riposi… Persino nel lusso, non riusciamo quasi mai a trasmettere ai potenziali candidati quanto sia bello e divertente lavorare in contesti come il nostro. Eppure, è innegabile: si vive in mezzo a bella gente, si ha la possibilità di frequentare eventi esclusivi, sia mondani, sia culturali…”. Un vantaggio competitivo, insomma, da non dare per scontato, ma da sfruttare di più è meglio.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466219 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ita Airways ha previsto delle tariffe speciali per i cittadini che si recheranno a votare nel proprio comune di residenza, in occasione delle prossime elezioni dei membri del Parlamento europeo, del presidente e del Consiglio regionale del Piemonte e di circa 3700 comuni in tutta Italia, sabato 8 e domenica 9 giugno 2024. Gli elettori che voleranno con Ita potranno usufruire di uno sconto sul biglietto aereo, andata e ritorno: lo sconto non si aggiunge ad altre agevolazioni già in vigore e non si applica ai voli diretti in continuità territoriale (Cagliari - Roma Fiumicino e v.v., Cagliari – Milano Linate e v.v. e Trieste – Milano Linate e v.v.) e ai voli in codeshare, è applicabile alla tariffa del biglietto di andata e ritorno, escluse le tasse e i supplementi, secondo le seguenti modalità: 40 euro di sconto valido su biglietti a/r in tutta Italia e in tutte le classi di viaggio, su importi superiori a 41 euro a/r. L’offerta è valida sui biglietti acquistati da oggi fino al 9 giugno 2024, per viaggiare nel periodo compreso dal 2 al 16 giugno 2024. L’acquisto può essere effettuato attraverso tutti i canali di vendita della compagnia aerea: al momento del check-in e dell’imbarco al passeggero verrà chiesto di esibire la propria tessera elettorale. Qualora l’elettore ne sia sprovvisto per il viaggio di andata, sarà necessario sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva da presentare al personale di scalo. Al ritorno, il passeggero dovrà esibire la propria tessera elettorale regolarmente timbrata e datata dalla sezione elettorale. [post_title] => Ita Airways: tariffe speciali in occasione delle elezioni di giugno, sconto di 40 euro sui voli domestici [post_date] => 2024-04-24T10:53:04+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955984000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466215 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => MyForecast RMS e Opera Cloud lanciano un'integrazione che rappresenta un importane passo nel futuro dell'ospitalità con l'obiettivo di cambiare il modo in cui gli hotel gestiscono i loro dati. È la prima integrazione nativa "a due vie" che consente un flusso di dati più fluido ed efficiente. "Siamo estremamente orgogliosi di questa nuova integrazione. La tecnologia revenue MyForecast RMS, che vanta connessioni con i più importanti software alberghieri sul mercato, ci consente di fornire alle aziende alberghiere di altissimo livello una gestione dei dati stabile e affidabile - afferma Vito D’Amico ceo MyForecast RMS".  L'integrazione bidirezionale tra MyForecast RMS e Opera Cloud apre le porte a una serie di vantaggi per gli hotel, offrendo non solo maggiore affidabilità nel trasferimento dei dati, ma anche una notevole efficienza operativa e una semplificazione delle procedure analitiche e tariffarie.   [post_title] => MyForecast RMS e Opera Cloud, nuova integrazione bidirezionale per l'ospitalità [post_date] => 2024-04-24T10:41:43+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955303000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466213 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Partirà il prossimo 1° agosto alla scoperta delle meraviglie nascoste della Lituania il primo Mindfulness on the road, la capsule collection  della Shiruq by Mappamondo, il concept lanciato a fine 2022 dal to milanese in collaborazione con il cantautore e musicista Jack Jaselli. “La mindfulness in viaggio ci prende per mano e ci accompagna nell’intento - spiega la product manager, Francesca Lorusso -. Riprendiamo i nostri sensi e siamo completamente presenti alla meraviglia. Questo viene coltivato con pratiche di consapevolezza corporea e di meditazione che attingono alla millenaria tradizione orientale. Ci sediamo con la nostra mente, la invitiamo a prendere un tè nel deserto per conoscerla meglio. Avere qualche strumento per sincronizzare tempo esteriore e interiore può davvero fare una grande differenza: ed ecco l’unità di intenti tra scoprire e meditare". La Lituania sarà dunque la prima meta della collezione Mindfulness on the road 24-25, con il suggestivo itinerario Una porta verso nord, in partenza il 1° agosto. Il tour di cinque giorni offrirà una vasta gamma di esperienze a stretto contatto con la natura, in una dimensione che rilassa mente e spirito. I partecipanti, massimo 12 persone, saranno condotti, sia nel tour culturale sia nel percorso di mindfulness, dallo stesso Jaselli. Non servono competenze di mindfulness per iscriversi al viaggio, che risulta adatto anche ai neofiti della disciplina. “Quando riusciamo a essere consapevoli di ciò a cui prestiamo attenzione, possiamo essere noi a decidere, liberamente, di dare piena attenzione al momento presente, vivendolo appieno e con tutti i nostri sensi - sottolinea Jaselli -. Diventiamo liberi di scegliere di coltivare le nostre attitudini in luogo delle abitudini. L’ascolto, la presenza, la gentilezza sono fra questi tesori di inestimabile valore”. [post_title] => Shiruq by Mappamondo ripropone la capsule collection Mindfulness on the Road [post_date] => 2024-04-24T10:36:51+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713955011000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466204 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finnair paga caro gli scioperi in Finlandia che per settimane, lo scorso gennaio, hanno bloccato i voli e causati diversi disagi ai passeggeri: la compagnia aerea ha infatti chiuso il primo trimestre 2024 con una perdita operativa superiore alle attese e ha tagliato le previsioni sui ricavi per l'intero anno. Nei tre mesi da gennaio a marzo il vettore ha registrato una perdita operativa comparabile di 11,6 milioni di euro rispetto all'utile di 0,9 milioni di euro di un anno fa, e superiore alla perdita di 9,5 milioni di euro prevista dagli analisti. Il fatturato di quello che tipicamente è il trimestre più debole dell'anno, è sceso dell'1,9% rispetto all'anno precedente, attestandosi a 681,5 milioni di euro. Finnair prevede quindi che i ricavi cresceranno a un "ritmo più lento" rispetto alla capacità nel 2024, rispetto alla precedente stima di un "ritmo leggermente più lento". L'azienda ha inoltre dichiarato che prevede di aumentare la propria capacità totale di circa il 10% nel 2024, rispetto alla precedente previsione di oltre il 10%. La compagnia aerea ha dichiarato che gli scioperi contro le riforme del lavoro pianificate dal governo e i tagli al welfare in Finlandia l'hanno costretta a cancellare circa 550 voli e a riorganizzare le operazioni di rifornimento, dato che le consegne di carburante sono state sospese per due settimane, colpendo le entrate e gli utili. «Durante i due giorni di sciopero, quando Finnair non ha volato quasi per niente, abbiamo riportato milioni di euro di danni al giorno» ha dichiarato a Reuters l'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt. Ha aggiunto che durante le due settimane di sciopero del rifornimento carburante Finnair è stata in grado di effettuare tutti i voli, ma si trattava comunque di danni a sette cifre. Gli scioperi sono andati a pesare sui conti del vettore che negli ultimi due anni è stato costretto a rivedere la propria strategia a causa della chiusura dello spazio aereo russo, che ha penalizzato i redditizi collegamenti di Finnair verso l'Asia. E oggi la compagnia continua a volare verso la maggior parte delle sue destinazioni asiatiche, anche se i tempi di volo si allungano fino al 40%.     [post_title] => Finnair scivola nel rosso e rivede le stime 2024 a causa degli scioperi di inizio anno [post_date] => 2024-04-24T10:19:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713953990000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_466182" align="alignleft" width="300"] Fulvio Fassone, Fulvio Fassone, managing director di Heinemann Italia e Antonio Maria Vasile, presidente di Adp[/caption] Aeroporti di Puglia diventa trait d'union tra il mondo del food pugliese e uno dei leader del travel retail e duty free, il gruppo Gebr Heinemann. Il Karol Wojtyla di Bari ha infatti ospitato un'iniziativa, con il supporto di Unioncamere Puglia, che ha fatto incontrare 250 aziende pugliesi, rappresentative di circa 2,5milioni di euro di fatturato, che costituiscono un’eccellenza assoluta della produzione agroalimentare della regione, con il colosso del retail. Si è trattato, per le imprese di un territorio ricco di eccellenze per tipicità di prodotti nel settore food di un’opportunità straordinaria di promozione che hanno potuto conoscere le "regole del gioco" di questo sempre più importante canale commerciale e di alzare il livello di proposizione commerciale internazionale dell’economia pugliese. «I nostri aeroporti divengono la vetrina ideale delle eccellenze agroalimentari della Puglia - ha affermato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Con questa iniziativa restituiamo a un'eccellenza assoluta del territorio, la possibilità, enorme, di essere presente su oltre 450 scaffali di grande pregio nel comparto aeroportuale mondiale. Grazie a Heinemann, colosso mondiale del Duty free, accompagniamo le nostre imprese affinché, sotto il marchio Puglia, possano affacciarsi a un mercato globale. Per le nostreè arrivato il momento di pensare in grande, non limitandosi a essere presenti nell’aeroporto di Bari, ma a considerarlo quale rampa di lancio perché i passeggeri che qui troveranno i nostri prodotti possano ritrovarli sugli scaffali dei mercati del nord Europa e del mondo». Il gruppo Gebr Heinemann, con una storia di oltre 140 anni nel settore, è leader nel mercato europeo e fornisce oltre 1.000 clienti in oltre 100 Paesi. Nel settore del commercio al dettaglio, la società gestisce oltre 340 negozi Heinemann Duty Free & Travel Value, boutique di marchi di moda su licenza e concept store in 74 aeroporti in 28 Paesi, oltre a negozi ai valichi di frontiera e a bordo di navi da crociera.   [post_title] => Adp e gruppo Heinemann: le eccellenze del food pugliese si affacciano al mondo [post_date] => 2024-04-24T09:27:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713950821000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466131 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_466132" align="aligncenter" width="507"] ph credits: Suhyeon Choi[/caption] La primavera è il momento ideale per esplorare le meraviglie del Vecchio Continente, quando i fiori sbocciano, il clima diventa più mite e le giornate si allungano. Questa stagione offre la perfetta opportunità di visitare città intrise di storia, ammirare monumenti imponenti e immergersi nelle diverse culture locali. Amsterdam: una città di canali e tulipani Amsterdam è celebrata per i suoi incantevoli canali che tagliano la città formando una rete acquatica unica, su cui si specchiano le storiche facciate delle case lungo i margini. In primavera, Amsterdam si trasforma in un vero e proprio dipinto vivente, grazie ai milioni di tulipani in fiore che adornano la città. Se si parte dalla Toscana optare per i voli Pisa Amsterdam rappresenta una scelta eccellente per raggiungere con facilità questa vibrante capitale, dove è possibile passeggiare lungo i canali e visitare illustri musei come il Van Gogh Museum e il Rijksmuseum. Il parco di Keukenhof, noto anche come il Giardino d'Europa, è una tappa obbligata per chi visita Amsterdam in questa stagione. Situato a breve distanza in auto dalla città, Keukenhof ospita una delle esposizioni floreali più vaste al mondo, con oltre sette milioni di bulbi fioriti e 800 varietà di tulipani che esplodono in un caleidoscopio di colori. Praga: architettura storica e parchi fioriti La capitale ceca, Praga, è avvolta in un'atmosfera quasi fiabesca durante la primavera, con il suo eclettico mix di architetture gotiche, barocche e rinascimentali. I visitatori possono esplorare l'imponente Castello di Praga, attraversare il romantico Ponte Carlo, o scoprire intime caffetterie celate nelle anguste vie medievali della città. Oltre ai suoi tesori architettonici, Praga si distingue anche per i suoi verdi parchi e giardini in fiore, tra cui spiccano il Petřín, famoso per il suo roseto e il labirinto, e il Giardino Vrtba, considerato uno dei più pregevoli giardini barocchi del globo. La primavera praghese offre un mosaico vivente di storia e natura, unendo le due in uno spettacolo colorato e vibrante. Parigi: l'incanto dei giardini e dei boulevards Parigi, la città dell'amore, raggiunge un picco di bellezza in primavera. I giardini di Luxembourg e Tuileries, con le loro splendide fioriture, offrono luoghi idilliaci per passeggiare o rilassarsi al sole. È il momento perfetto per visitare i famosi caffè all'aperto, scoprire i capolavori nei musei del Louvre o del Musée d'Orsay, o navigare lungo la Senna in una romantica crociera. La primavera parigina non solo esalta il romanticismo e l'eleganza tipici della città ma invita anche a vivere l'atmosfera unica dei suoi boulevards e caffè, dove si può respirare la vera essenza parigina in ogni angolo. Budapest: terme e tradizione Budapest, nota per le sue acque termali curative, è una città che combina bellezza architettonica con il relax delle sue famose terme, come i Bagni Széchenyi e Gellért. La primavera è l'ideale per approfittare delle proprietà benefiche delle acque termali in un contesto storico affascinante. La città è anche un fervente centro di eventi culturali e festival primaverili, che attraggono visitatori da tutto il mondo. Budapest è una città che fonde l'antico fascino europeo con un dinamismo culturale e sociale, offrendo un'esperienza di viaggio ricca e variegata. Vienna: musica e giardini Vienna, la città della musica, è immersa nelle melodie di celebri compositori come Mozart e Beethoven nella primavera, quando l'Opera di Stato e il Musikverein presentano alcune delle loro migliori performances. I giardini imperiali, come il Belvedere e il Schönbrunn, esplodono con la bellezza delle fioriture primaverili, creando scenari da cartolina che offrono una vista sul fasto dell'epoca imperiale austriaca. Una passeggiata in questi giardini permette di immergersi in un'atmosfera di regalità storica, combinando arte, storia e natura in un'esperienza culturale senza pari, simbolo della grandezza viennese. Esplorare l'Europa in primavera L'Europa in primavera si presenta come un invito a scoprire, esplorare e innamorarsi nuovamente di città che ogni anno si rinnovano con l'arrivo di questa stagione ridente. Ogni capitale, con le sue peculiarità, diventa un palcoscenico vivente che celebra la storia, l'arte e la bellezza naturale, invitando ogni viaggiatore a partecipare a questo annuale rendez-vous con la cultura e la natura. [post_title] => 5 capitali europee da visitare in primavera [post_date] => 2024-04-23T11:47:55+00:00 [category] => Array ( [0] => estero [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Estero [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => amsterdam [1] => budapest [2] => capitali-europee [3] => capitali-europee-da-visitare [4] => parigi [5] => praga [6] => vienna [7] => voli-transavia-pisa-amsterdam [8] => volo-pisa-amsterdam ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Amsterdam [1] => budapest [2] => capitali europee [3] => capitali europee da visitare [4] => parigi [5] => praga [6] => vienna [7] => voli transavia pisa amsterdam [8] => volo pisa amsterdam ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713872875000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466126 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuove proposte per un turismo slow ed esperienziale. Cresce la domanda per l'India e la proposta Mistral si arricchisce di prodotti inediti per venire incontro alle richieste emergenti. Sono stati quindi rallentati i ritmi di alcuni itinerari per lasciare spazio alla soddisfazione di particolari interessi ed esigenze specifiche dei viaggiatori, che potranno così aggiungere al loro itinerario occasioni di scoperta personalizzate. “L’India, quinta tra le superpotenze al mondo, si avvia a una crescita economica sempre più importante - spiega la product manager Marta Lion -: un’evoluzione che corre di pari passo al suo progresso tecnologico, al potenziamento delle infrastrutture, allo sviluppo dei servizi e all’ammodernamento degli alberghi. Una trasformazione che, di pari passo, valorizza e consolida le sue profonde radici culturali e il suo charme, permettendo al paese di mostrarsi oggi con la sua miglior veste. Questa fase di radicale cambiamento determina anche il momento ideale per scoprire questo paese. Abbiamo quindi lavorato profondamente per arricchire la programmazione inserita all’interno di un nuovo catalogo rinnovato, ampliato nella foliazione, in distribuzione da inizio luglio”. Nel turismo esperienziale rientra tra le altre cose la necessità espressa dalla clientela di poter scoprire il lato più nascosto di un paese; per questo Mistral ha in particolare valorizzato e potenziato la programmazione di viaggi che coprono l’India del Sud. Un’area del paese meno conosciuta ma non per questo meno affascinante, grazie alla forte spiritualità che si avverte lungo tutti i percorsi di viaggio proposti e al variegato patrimonio architettonico e naturalistico custodito. Tra i luoghi più belli in assoluto del paese da scoprire si consigliano così i tesori nascosti di Hampi, Karnataka, le grotte di Ajanta ed Ellora e lo Stupa di Sanchi. Mistral ha inoltre potenziato le partenze per i numerosi festival che si tengono ogni anno nel paese e ha ampliato la programmazione con la proposta Kerala Experience che, alla spiritualità del sud dell’India, abbina soggiorni da dedicare a trattamenti ayurvedici e al puro relax, avvolti da paesaggi tropicali e lagune. [post_title] => La nuova India di Mistral: viaggi più slow dalla vocazione esperienziale [post_date] => 2024-04-23T11:22:13+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713871333000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466105 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air e WestJet ampliano il loro codeshare che proporrà ai passeggeri un maggior numero di opzioni di viaggio transpacifiche. Dal 17 maggio, la compagnia della Corea del Sud inizierà a vendere i biglietti per la nuova rotta di WestJet tra Seul Incheon e Calgary, che sarà servita con tre voli alla settimana operati da un Boeing 787 Dreamliner. I voli Seoul Incheon - Calgary collegheranno i passeggeri di Korean Air a Calgary, porta d'accesso al parco nazionale di Banff in Canada, rinomato per il lago Louise e per i suoi sentieri di montagna. "Il lancio della rotta Calgary-Seoul Incheon di WestJet rafforzerà i collegamenti tra la Corea e il Canada - ha dichiarato Tae Joon Kim, senior vice president e head of international affairs & alliance del vettore coreano -, fornendo un accesso continuo a una più ampia selezione di città asiatiche e canadesi attraverso i nostri hub di Incheon e Calgary". I passeggeri di WestJet, a loro volta, avranno accesso ai voli operati da Korean Air verso sei nuove destinazioni - Bangkok, Da Nang, Hanoi, Ho Chi Minh City, Hong Kong e Singapore - attraverso l'hub di Korean Air all'aeroporto di Incheon. "Mentre ci prepariamo ai primi voli di WestJet tra Calgary e Incheon, questa espansione del codeshare arriva al momento giusto. Stiamo migliorando la connettività per i nostri ospiti e per i membri di WestJet Rewards verso un maggior numero di destinazioni in Asia grazie all'hub globale di Korean Air - ha sottolineato Jeff Hagen, vicepresidente di WestJet per lo sviluppo commerciale e le partnership strategiche -. La nostra partnership con Korean Air offre eccellenti opportunità sia ai viaggiatori leisure che a quelli d'affari per esplorare il continente asiatico, offrendo al contempo ai nuovi ospiti asiatici un facile accesso al Canada attraverso il nostro hub di Calgary". [post_title] => Korean Air e WestJet ampliano l'accordo di codeshare alla Seul-Calgary [post_date] => 2024-04-23T10:22:59+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713867779000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466031 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese. «Da sempre – afferma Mario Sommariva, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente». Una richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo. «E la risposta – aggiunge il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere». «È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi». Non casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali». [post_title] => Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona [post_date] => 2024-04-23T10:14:33+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1713867273000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "hotelier del lusso euforici godiamoci il momento" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":37,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1953,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466219","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ita Airways ha previsto delle tariffe speciali per i cittadini che si recheranno a votare nel proprio comune di residenza, in occasione delle prossime elezioni dei membri del Parlamento europeo, del presidente e del Consiglio regionale del Piemonte e di circa 3700 comuni in tutta Italia, sabato 8 e domenica 9 giugno 2024. \r\nGli elettori che voleranno con Ita potranno usufruire di uno sconto sul biglietto aereo, andata e ritorno: lo sconto non si aggiunge ad altre agevolazioni già in vigore e non si applica ai voli diretti in continuità territoriale (Cagliari - Roma Fiumicino e v.v., Cagliari – Milano Linate e v.v. e Trieste – Milano Linate e v.v.) e ai voli in codeshare, è applicabile alla tariffa del biglietto di andata e ritorno, escluse le tasse e i supplementi, secondo le seguenti modalità: 40 euro di sconto valido su biglietti a/r in tutta Italia e in tutte le classi di viaggio, su importi superiori a 41 euro a/r.\r\nL’offerta è valida sui biglietti acquistati da oggi fino al 9 giugno 2024, per viaggiare nel periodo compreso dal 2 al 16 giugno 2024.\r\nL’acquisto può essere effettuato attraverso tutti i canali di vendita della compagnia aerea: al momento del check-in e dell’imbarco al passeggero verrà chiesto di esibire la propria tessera elettorale. Qualora l’elettore ne sia sprovvisto per il viaggio di andata, sarà necessario sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva da presentare al personale di scalo. Al ritorno, il passeggero dovrà esibire la propria tessera elettorale regolarmente timbrata e datata dalla sezione elettorale.","post_title":"Ita Airways: tariffe speciali in occasione delle elezioni di giugno, sconto di 40 euro sui voli domestici","post_date":"2024-04-24T10:53:04+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713955984000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466215","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"MyForecast RMS e Opera Cloud lanciano un'integrazione che rappresenta un importane passo nel futuro dell'ospitalità con l'obiettivo di cambiare il modo in cui gli hotel gestiscono i loro dati. È la prima integrazione nativa \"a due vie\" che consente un flusso di dati più fluido ed efficiente.\r\n\"Siamo estremamente orgogliosi di questa nuova integrazione. La tecnologia revenue MyForecast RMS, che vanta connessioni con i più importanti software alberghieri sul mercato, ci consente di fornire alle aziende alberghiere di altissimo livello una gestione dei dati stabile e affidabile - afferma Vito D’Amico ceo MyForecast RMS\".  L'integrazione bidirezionale tra MyForecast RMS e Opera Cloud apre le porte a una serie di vantaggi per gli hotel, offrendo non solo maggiore affidabilità nel trasferimento dei dati, ma anche una notevole efficienza operativa e una semplificazione delle procedure analitiche e tariffarie.\r\n\r\n ","post_title":"MyForecast RMS e Opera Cloud, nuova integrazione bidirezionale per l'ospitalità","post_date":"2024-04-24T10:41:43+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1713955303000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466213","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Partirà il prossimo 1° agosto alla scoperta delle meraviglie nascoste della Lituania il primo Mindfulness on the road, la capsule collection  della Shiruq by Mappamondo, il concept lanciato a fine 2022 dal to milanese in collaborazione con il cantautore e musicista Jack Jaselli. “La mindfulness in viaggio ci prende per mano e ci accompagna nell’intento - spiega la product manager, Francesca Lorusso -. Riprendiamo i nostri sensi e siamo completamente presenti alla meraviglia. Questo viene coltivato con pratiche di consapevolezza corporea e di meditazione che attingono alla millenaria tradizione orientale. Ci sediamo con la nostra mente, la invitiamo a prendere un tè nel deserto per conoscerla meglio. Avere qualche strumento per sincronizzare tempo esteriore e interiore può davvero fare una grande differenza: ed ecco l’unità di intenti tra scoprire e meditare\".\r\n\r\nLa Lituania sarà dunque la prima meta della collezione Mindfulness on the road 24-25, con il suggestivo itinerario Una porta verso nord, in partenza il 1° agosto. Il tour di cinque giorni offrirà una vasta gamma di esperienze a stretto contatto con la natura, in una dimensione che rilassa mente e spirito. I partecipanti, massimo 12 persone, saranno condotti, sia nel tour culturale sia nel percorso di mindfulness, dallo stesso Jaselli. Non servono competenze di mindfulness per iscriversi al viaggio, che risulta adatto anche ai neofiti della disciplina.\r\n\r\n“Quando riusciamo a essere consapevoli di ciò a cui prestiamo attenzione, possiamo essere noi a decidere, liberamente, di dare piena attenzione al momento presente, vivendolo appieno e con tutti i nostri sensi - sottolinea Jaselli -. Diventiamo liberi di scegliere di coltivare le nostre attitudini in luogo delle abitudini. L’ascolto, la presenza, la gentilezza sono fra questi tesori di inestimabile valore”.","post_title":"Shiruq by Mappamondo ripropone la capsule collection Mindfulness on the Road","post_date":"2024-04-24T10:36:51+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713955011000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466204","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Finnair paga caro gli scioperi in Finlandia che per settimane, lo scorso gennaio, hanno bloccato i voli e causati diversi disagi ai passeggeri: la compagnia aerea ha infatti chiuso il primo trimestre 2024 con una perdita operativa superiore alle attese e ha tagliato le previsioni sui ricavi per l'intero anno.\r\n\r\nNei tre mesi da gennaio a marzo il vettore ha registrato una perdita operativa comparabile di 11,6 milioni di euro rispetto all'utile di 0,9 milioni di euro di un anno fa, e superiore alla perdita di 9,5 milioni di euro prevista dagli analisti.\r\n\r\nIl fatturato di quello che tipicamente è il trimestre più debole dell'anno, è sceso dell'1,9% rispetto all'anno precedente, attestandosi a 681,5 milioni di euro. Finnair prevede quindi che i ricavi cresceranno a un \"ritmo più lento\" rispetto alla capacità nel 2024, rispetto alla precedente stima di un \"ritmo leggermente più lento\".\r\nL'azienda ha inoltre dichiarato che prevede di aumentare la propria capacità totale di circa il 10% nel 2024, rispetto alla precedente previsione di oltre il 10%.\r\n\r\nLa compagnia aerea ha dichiarato che gli scioperi contro le riforme del lavoro pianificate dal governo e i tagli al welfare in Finlandia l'hanno costretta a cancellare circa 550 voli e a riorganizzare le operazioni di rifornimento, dato che le consegne di carburante sono state sospese per due settimane, colpendo le entrate e gli utili.\r\n«Durante i due giorni di sciopero, quando Finnair non ha volato quasi per niente, abbiamo riportato milioni di euro di danni al giorno» ha dichiarato a Reuters l'amministratore delegato ad interim Jaakko Schildt. Ha aggiunto che durante le due settimane di sciopero del rifornimento carburante Finnair è stata in grado di effettuare tutti i voli, ma si trattava comunque di danni a sette cifre.\r\n\r\nGli scioperi sono andati a pesare sui conti del vettore che negli ultimi due anni è stato costretto a rivedere la propria strategia a causa della chiusura dello spazio aereo russo, che ha penalizzato i redditizi collegamenti di Finnair verso l'Asia. E oggi la compagnia continua a volare verso la maggior parte delle sue destinazioni asiatiche, anche se i tempi di volo si allungano fino al 40%.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Finnair scivola nel rosso e rivede le stime 2024 a causa degli scioperi di inizio anno","post_date":"2024-04-24T10:19:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713953990000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466178","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_466182\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Fulvio Fassone, Fulvio Fassone, managing director di Heinemann Italia e Antonio Maria Vasile, presidente di Adp[/caption]\r\n\r\nAeroporti di Puglia diventa trait d'union tra il mondo del food pugliese e uno dei leader del travel retail e duty free, il gruppo Gebr Heinemann. Il Karol Wojtyla di Bari ha infatti ospitato un'iniziativa, con il supporto di Unioncamere Puglia, che ha fatto incontrare 250 aziende pugliesi, rappresentative di circa 2,5milioni di euro di fatturato, che costituiscono un’eccellenza assoluta della produzione agroalimentare della regione, con il colosso del retail.\r\n\r\nSi è trattato, per le imprese di un territorio ricco di eccellenze per tipicità di prodotti nel settore food di un’opportunità straordinaria di promozione che hanno potuto conoscere le \"regole del gioco\" di questo sempre più importante canale commerciale e di alzare il livello di proposizione commerciale internazionale dell’economia pugliese.\r\n\r\n«I nostri aeroporti divengono la vetrina ideale delle eccellenze agroalimentari della Puglia - ha affermato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Con questa iniziativa restituiamo a un'eccellenza assoluta del territorio, la possibilità, enorme, di essere presente su oltre 450 scaffali di grande pregio nel comparto aeroportuale mondiale. Grazie a Heinemann, colosso mondiale del Duty free, accompagniamo le nostre imprese affinché, sotto il marchio Puglia, possano affacciarsi a un mercato globale. Per le nostreè arrivato il momento di pensare in grande, non limitandosi a essere presenti nell’aeroporto di Bari, ma a considerarlo quale rampa di lancio perché i passeggeri che qui troveranno i nostri prodotti possano ritrovarli sugli scaffali dei mercati del nord Europa e del mondo».\r\n\r\nIl gruppo Gebr Heinemann, con una storia di oltre 140 anni nel settore, è leader nel mercato europeo e fornisce oltre 1.000 clienti in oltre 100 Paesi. Nel settore del commercio al dettaglio, la società gestisce oltre 340 negozi Heinemann Duty Free & Travel Value, boutique di marchi di moda su licenza e concept store in 74 aeroporti in 28 Paesi, oltre a negozi ai valichi di frontiera e a bordo di navi da crociera.\r\n\r\n ","post_title":"Adp e gruppo Heinemann: le eccellenze del food pugliese si affacciano al mondo","post_date":"2024-04-24T09:27:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713950821000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466131","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_466132\" align=\"aligncenter\" width=\"507\"] ph credits: Suhyeon Choi[/caption]\r\n\r\nLa primavera è il momento ideale per esplorare le meraviglie del Vecchio Continente, quando i fiori sbocciano, il clima diventa più mite e le giornate si allungano. Questa stagione offre la perfetta opportunità di visitare città intrise di storia, ammirare monumenti imponenti e immergersi nelle diverse culture locali.\r\n\r\nAmsterdam: una città di canali e tulipani\r\n\r\nAmsterdam è celebrata per i suoi incantevoli canali che tagliano la città formando una rete acquatica unica, su cui si specchiano le storiche facciate delle case lungo i margini. In primavera, Amsterdam si trasforma in un vero e proprio dipinto vivente, grazie ai milioni di tulipani in fiore che adornano la città. Se si parte dalla Toscana optare per i voli Pisa Amsterdam rappresenta una scelta eccellente per raggiungere con facilità questa vibrante capitale, dove è possibile passeggiare lungo i canali e visitare illustri musei come il Van Gogh Museum e il Rijksmuseum.\r\n\r\nIl parco di Keukenhof, noto anche come il Giardino d'Europa, è una tappa obbligata per chi visita Amsterdam in questa stagione. Situato a breve distanza in auto dalla città, Keukenhof ospita una delle esposizioni floreali più vaste al mondo, con oltre sette milioni di bulbi fioriti e 800 varietà di tulipani che esplodono in un caleidoscopio di colori.\r\n\r\nPraga: architettura storica e parchi fioriti\r\n\r\nLa capitale ceca, Praga, è avvolta in un'atmosfera quasi fiabesca durante la primavera, con il suo eclettico mix di architetture gotiche, barocche e rinascimentali. I visitatori possono esplorare l'imponente Castello di Praga, attraversare il romantico Ponte Carlo, o scoprire intime caffetterie celate nelle anguste vie medievali della città.\r\n\r\nOltre ai suoi tesori architettonici, Praga si distingue anche per i suoi verdi parchi e giardini in fiore, tra cui spiccano il Petřín, famoso per il suo roseto e il labirinto, e il Giardino Vrtba, considerato uno dei più pregevoli giardini barocchi del globo. La primavera praghese offre un mosaico vivente di storia e natura, unendo le due in uno spettacolo colorato e vibrante.\r\n\r\nParigi: l'incanto dei giardini e dei boulevards\r\n\r\nParigi, la città dell'amore, raggiunge un picco di bellezza in primavera. I giardini di Luxembourg e Tuileries, con le loro splendide fioriture, offrono luoghi idilliaci per passeggiare o rilassarsi al sole. È il momento perfetto per visitare i famosi caffè all'aperto, scoprire i capolavori nei musei del Louvre o del Musée d'Orsay, o navigare lungo la Senna in una romantica crociera.\r\n\r\nLa primavera parigina non solo esalta il romanticismo e l'eleganza tipici della città ma invita anche a vivere l'atmosfera unica dei suoi boulevards e caffè, dove si può respirare la vera essenza parigina in ogni angolo.\r\n\r\nBudapest: terme e tradizione\r\n\r\nBudapest, nota per le sue acque termali curative, è una città che combina bellezza architettonica con il relax delle sue famose terme, come i Bagni Széchenyi e Gellért. La primavera è l'ideale per approfittare delle proprietà benefiche delle acque termali in un contesto storico affascinante.\r\n\r\nLa città è anche un fervente centro di eventi culturali e festival primaverili, che attraggono visitatori da tutto il mondo. Budapest è una città che fonde l'antico fascino europeo con un dinamismo culturale e sociale, offrendo un'esperienza di viaggio ricca e variegata.\r\n\r\nVienna: musica e giardini\r\n\r\nVienna, la città della musica, è immersa nelle melodie di celebri compositori come Mozart e Beethoven nella primavera, quando l'Opera di Stato e il Musikverein presentano alcune delle loro migliori performances. I giardini imperiali, come il Belvedere e il Schönbrunn, esplodono con la bellezza delle fioriture primaverili, creando scenari da cartolina che offrono una vista sul fasto dell'epoca imperiale austriaca.\r\n\r\nUna passeggiata in questi giardini permette di immergersi in un'atmosfera di regalità storica, combinando arte, storia e natura in un'esperienza culturale senza pari, simbolo della grandezza viennese.\r\n\r\nEsplorare l'Europa in primavera\r\n\r\nL'Europa in primavera si presenta come un invito a scoprire, esplorare e innamorarsi nuovamente di città che ogni anno si rinnovano con l'arrivo di questa stagione ridente. Ogni capitale, con le sue peculiarità, diventa un palcoscenico vivente che celebra la storia, l'arte e la bellezza naturale, invitando ogni viaggiatore a partecipare a questo annuale rendez-vous con la cultura e la natura.","post_title":"5 capitali europee da visitare in primavera","post_date":"2024-04-23T11:47:55+00:00","category":["estero","informazione-pr"],"category_name":["Estero","Informazione PR"],"post_tag":["amsterdam","budapest","capitali-europee","capitali-europee-da-visitare","parigi","praga","vienna","voli-transavia-pisa-amsterdam","volo-pisa-amsterdam"],"post_tag_name":["Amsterdam","budapest","capitali europee","capitali europee da visitare","parigi","praga","vienna","voli transavia pisa amsterdam","volo pisa amsterdam"]},"sort":[1713872875000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466126","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuove proposte per un turismo slow ed esperienziale. Cresce la domanda per l'India e la proposta Mistral si arricchisce di prodotti inediti per venire incontro alle richieste emergenti. Sono stati quindi rallentati i ritmi di alcuni itinerari per lasciare spazio alla soddisfazione di particolari interessi ed esigenze specifiche dei viaggiatori, che potranno così aggiungere al loro itinerario occasioni di scoperta personalizzate.\r\n\r\n“L’India, quinta tra le superpotenze al mondo, si avvia a una crescita economica sempre più importante - spiega la product manager Marta Lion -: un’evoluzione che corre di pari passo al suo progresso tecnologico, al potenziamento delle infrastrutture, allo sviluppo dei servizi e all’ammodernamento degli alberghi. Una trasformazione che, di pari passo, valorizza e consolida le sue profonde radici culturali e il suo charme, permettendo al paese di mostrarsi oggi con la sua miglior veste. Questa fase di radicale cambiamento determina anche il momento ideale per scoprire questo paese. Abbiamo quindi lavorato profondamente per arricchire la programmazione inserita all’interno di un nuovo catalogo rinnovato, ampliato nella foliazione, in distribuzione da inizio luglio”.\r\n\r\nNel turismo esperienziale rientra tra le altre cose la necessità espressa dalla clientela di poter scoprire il lato più nascosto di un paese; per questo Mistral ha in particolare valorizzato e potenziato la programmazione di viaggi che coprono l’India del Sud. Un’area del paese meno conosciuta ma non per questo meno affascinante, grazie alla forte spiritualità che si avverte lungo tutti i percorsi di viaggio proposti e al variegato patrimonio architettonico e naturalistico custodito. Tra i luoghi più belli in assoluto del paese da scoprire si consigliano così i tesori nascosti di Hampi, Karnataka, le grotte di Ajanta ed Ellora e lo Stupa di Sanchi. Mistral ha inoltre potenziato le partenze per i numerosi festival che si tengono ogni anno nel paese e ha ampliato la programmazione con la proposta Kerala Experience che, alla spiritualità del sud dell’India, abbina soggiorni da dedicare a trattamenti ayurvedici e al puro relax, avvolti da paesaggi tropicali e lagune.","post_title":"La nuova India di Mistral: viaggi più slow dalla vocazione esperienziale","post_date":"2024-04-23T11:22:13+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1713871333000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466105","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air e WestJet ampliano il loro codeshare che proporrà ai passeggeri un maggior numero di opzioni di viaggio transpacifiche. Dal 17 maggio, la compagnia della Corea del Sud inizierà a vendere i biglietti per la nuova rotta di WestJet tra Seul Incheon e Calgary, che sarà servita con tre voli alla settimana operati da un Boeing 787 Dreamliner.\r\n\r\nI voli Seoul Incheon - Calgary collegheranno i passeggeri di Korean Air a Calgary, porta d'accesso al parco nazionale di Banff in Canada, rinomato per il lago Louise e per i suoi sentieri di montagna.\r\n\r\n\"Il lancio della rotta Calgary-Seoul Incheon di WestJet rafforzerà i collegamenti tra la Corea e il Canada - ha dichiarato Tae Joon Kim, senior vice president e head of international affairs & alliance del vettore coreano -, fornendo un accesso continuo a una più ampia selezione di città asiatiche e canadesi attraverso i nostri hub di Incheon e Calgary\".\r\n\r\nI passeggeri di WestJet, a loro volta, avranno accesso ai voli operati da Korean Air verso sei nuove destinazioni - Bangkok, Da Nang, Hanoi, Ho Chi Minh City, Hong Kong e Singapore - attraverso l'hub di Korean Air all'aeroporto di Incheon.\r\n\r\n\"Mentre ci prepariamo ai primi voli di WestJet tra Calgary e Incheon, questa espansione del codeshare arriva al momento giusto. Stiamo migliorando la connettività per i nostri ospiti e per i membri di WestJet Rewards verso un maggior numero di destinazioni in Asia grazie all'hub globale di Korean Air - ha sottolineato Jeff Hagen, vicepresidente di WestJet per lo sviluppo commerciale e le partnership strategiche -. La nostra partnership con Korean Air offre eccellenti opportunità sia ai viaggiatori leisure che a quelli d'affari per esplorare il continente asiatico, offrendo al contempo ai nuovi ospiti asiatici un facile accesso al Canada attraverso il nostro hub di Calgary\".","post_title":"Korean Air e WestJet ampliano l'accordo di codeshare alla Seul-Calgary","post_date":"2024-04-23T10:22:59+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1713867779000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466031","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una proposta innovativa che vuole superare gli individualismi e puntare al benessere del Paese. E’ stata costruita al termine di un convegno sul sistema portuale, dopo il quale La Spezia ha lanciato agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona,  un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese.\r\n\r\n«Da sempre – afferma Mario Sommariva, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente».\r\n\r\nUna richiesta di collaborazione lanciata in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo. «E la risposta – aggiunge il segretario generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio  della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere».\r\n\r\n«È il momento – confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi».\r\n\r\nNon casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. «Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali».","post_title":"Liguria, una proposta per coordinare i porti della Spezia, Carrara, Genova e Savona","post_date":"2024-04-23T10:14:33+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1713867273000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti