3 February 2023

Dalla rivisitazione dell’ex Carlyle Brera nasce a Milano il nuovo Urban Hive

[ 0 ]

Si chiama Urban Hive Milano il nuovo 4 stelle appena inaugurato nel quartiere meneghino di Brera. Nato dalla ristrutturazione del Carlyle Brera, si tratta di un buotique hotel completamente rinnovato dallo studio di architettura Vudafieri-Saverino Partners. L’albergo racchiude 97 camere e suite distribuite su sette piani e divise in cinque categorie differenti: la Mini per viaggiatori solitari o mini soggiorni, la Cosy da condividere in due, la Grande per la famiglia (letto matrimoniale o due letti singoli, oltre a un ulteriore letto singolo, la Taylor made su misura per ogni cliente, con dispositivi di  qualità e servizi premium personalizzati e infine la Junior suite, la stanza più grande dell’hotel con vista sullo skyline milanese.

Disponibili anche diversi spazi di co-working declinati in una visione circolare dell’uso degli ambienti comuni, in modo da valorizzare la superficie per darle differenti destinazioni d’uso nel corso della giornata. Il mezzanino dedicato alle colazioni per esempio, dopo le 11 si trasforma in un coworking space per le startup cittadine. Dal community table della lobby agli shared offices nel mezzanino e nel piano interrato, queste aree comuni sono state pensate per essere uno spazio aperto alla città. Un’area business con tre meeting room completano l’offerta di spazi multifunzionali.

Protagonista dell’area wellness è quindi la sala fitness aperta 24 ore su 24. L’Urban Hive offrirà inoltre ai propri clienti che arriveranno in anticipo rispetto all’orario previsto di check-in, un servizio di locker per i bagagli e uno spazio dove poter fare una doccia e rilassarsi. L’offerta food&beverage è infine firmata da Dom Carella, volto noto della scena gastronomica milanese. Protagonista principale della proposta gastronomica è il Portico 84, che condivide l’accesso alla lobby da un lato e quello a corso Garibaldi dall’altro.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438521 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Prima importante operazione dell'anno nel mondo del tour operating italiano. Ruta40 annuncia infatti l'acquisizione di CarréBlu, con l'obiettivo di creare un nuovo polo dei viaggi esclusivo, di lusso e completamente personalizzabile. L’unione dei due tour operator torinesi mira ad ampliare il portafoglio di destinazioni raggiungibili e a offrire una scelta sempre più vasta e personalizzabile ai propri viaggiatori. Le due società sono attualmente in fase di restyling: si stanno evolvendo sia nell’immagine sia nell’offerta, per restare al passo con le esigenze di un mondo in continuo cambiamento. “Il 2020 e il 2021 si sono rivelati due anni di profondi cambiamenti - spiega il fondatore di Ruta40 e nuovo ceo di CarréBlu, Roberto Pasqua -. Mi sono reso conto che i nuovi turisti hanno altre necessità rispetto a quelli di un tempo, sono più esigenti. Per questo motivo ho deciso di unire queste due realtà, in parte molto simili, e di dare ai miei clienti una maggiore possibilità di scelta, permettendogli di fare esperienze di viaggio cucite sulle loro necessità”. Gabriella Piazza, fondatrice del marchio CarréBlu, non uscirà completamente dal gruppo. Anzi, continuerà a mettere a disposizione tutta la sua esperienza e a supervisionare il prodotto del proprio brand. Ma questa è solo la prima di una serie di azioni che Pasqua ha intenzione di mettere in atto per il settore luxury travel. A questa unione seguiranno infatti molte altre novità anche per le agenzie di viaggio. Tra queste la nascita di nuove forme di affiliazione e partnership. "Il turismo di lusso è stato uno dei primi a ripartire dopo due anni di stop ed è previsto un ulteriore aumento del segmento nei prossimi tre anni" conclude il fondatore di Ruta40. [post_title] => Nasce un nuovo polo dei viaggi di lusso: Ruta40 acquisisce CarréBlu [post_date] => 2023-02-02T11:54:21+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675338861000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438443 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Green Line Tours è stata scelta dalla Sit -  Società Italiana Trasporti per la gestione delle linee Gran Turismo rilasciate dal Comune di Roma. In base al nuovo accordo i veicoli che circoleranno nella città di Roma giornalmente aumenteranno a 12 unità con l'impiego di circa 30 risorse, tra autisti e assistenti di bordo e di terra. Il potenziamento del servizio consentirà di ridurre a meno di 9 minuti la frequenza di passaggio dei mezzi alle fermate e di portare la capacità delle sedute disponibili quotidianamente a quasi 1.000 posti a sedere a pieno regime.   Un'operazione che implica un piano di investimenti a medio termine di circa 8 mln di euro finalizzato ad attività come l'acquisto di veicoli elettrici, l'adeguamento per infrastrutture di ricarica, la valorizzazione dei mercati rionali e progetti fluviali sul Tevere.   L'intesa prevede anche l'attivazione di una nuova linea, "Explore Museums", che tocca i principali luoghi d'interesse turistico e culturale di Roma: MAXXI, Auditorium Parco della Musica, Galleria Borghese, Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea e il Bioparco Museo Zoologia. Questo nuovo percorso si affianca ai due già esistenti di Green Line Tours, "Discover Rome" e "Destination Eataly", formando una rete di tre linee integrate che attualmente rappresenta un'offerta unica su Roma.   "Questa collaborazione nasce tra imprese di trasporto turistico sul mercato da circa cinquant'anni, dunque con un importante brand heritage, sinonimo di solidità e leadership - commenta Emanuele Orlando Desideri, ad di Green Line Tours -. Su questi pilastri si fonderanno i nuovi progetti vocati all'innovazione con l'obiettivo di rispondere ad appuntamenti importanti, primo tra tutti il prossimo anno giubilare".   Per il triennio 2023-2025 Green Line Tours stima un giro d'affari di circa 31,5 milioni di euro solo per lo sviluppo di servizi su Roma. "Tra questi, l'implementazione e integrazione nei programmi fedeltà per frequent flyer che usufruiscono del servizio Bus Shuttle della SIT da e per gli aeroporti della città, in combinazione con servizi turistici e accesso ai circuiti museali. Oggi più che mai sento il dovere e la responsabilità di soddisfare scrupolosamente le aspettative dei partner, che in questi ultimi anni mi hanno dato ampia fiducia, tra i quali anche la Trotta Bus Services che rimarrà coinvolta in prima linea nelle scelte e nelle strategie".     [post_title] => Green Line Tours: accordo con Sit per la gestione delle linee Gran Turismo di Roma [post_date] => 2023-02-01T12:39:42+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675255182000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438323 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quest’anno fra le grandi novità dell’offerta del Gruppo Travel trova un posto preminente il Travel Open Village Party, che si svolgerà nella serata del 13 febbraio alla Maison Milano. L’evento avrà come partner I Grandi Viaggi, la Repubblica Dominicana ed ETOA, l’associazione europea dei tour operator, che ha 1100 membri e fa un lavoro di forte presenza e di supporto all’interno delle istituzioni europee. L’idea di fondo di questo aggancio con il mondo dell’entertainment, nasce dalla volontà di dare anche una forma di leggerezza al lavoro dell’agente di viaggio e perché no?, anche al nostro e a quello di tutti i partner della serata.. Ed è proprio per l’adv che nasce l’idea del party. Per consentire loro di continuare a fare networking, di lavorare con i partner della serata, anche in un clima disteso e divertente. Da segnalare infine che per ETOA sarà presente il segretario generale, Tim Fairhurst e Danja Nebuloni, country representative Italy. [post_title] => Travel Open Village Party: alla Maison Milano il 13 febbraio [post_date] => 2023-01-31T11:13:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675163591000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438061 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chioggia ospiterà il primo vertiporto dedicato agli airtaxi del Veneto: l'iniziativa, in collaborazione con il comune della città, farà da apripista ad altre che il Sistema aeroportuale del Nord Est ha elaborato, in linea con il Piano Strategico Nazionale “Advanced Air Mobility - AAM (2021-2030)” di Enac La roadmap per la realizzazione del piano di mobilità aerea avanzata del Gruppo Save si snoda su un arco temporale di tre anni e, per lo sviluppo dell'intero progetto, il gruppo partecipa alla società UrbanV, costituita ad ottobre 2021 con gli scali di Roma, Bologna e della Costa Azzurra. L’aeroporto di Venezia, terzo hub intercontinentale italiano, ospiterà due vertiporti: il primo nell’area landside per connettere il Nord Est dell’Italia, il secondo nell’area airside. In grado di collegare l’aeroporto con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio lagunare, si prevede possano movimentare intorno ai 340.000 passeggeri all’anno. Ma non sarà solo il territorio lagunare a beneficiare delle nuove tecnologie. Il piano di mobilità aerea avanzata infatti prevederà un sistema di oltre una decina di vertiporti che, partendo da Venezia, collegheranno tutto il Nord Est arrivando a lambire i territori di Cortina, Brescia e Bologna. Un’innovazione che si integrerà, seguendo un modello di intermodalità, con l’attuale rete di trasporti, così da ridurre i tempi di spostamento tra Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna. L'intero progetto, "è in linea con la nostra strategia di sostenibilità che è volta a favorire non solo la riduzione delle emissioni di CO2, ma anche lo sviluppo di un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e con i centri urbani - ha dichiarato Monica Scarpa, ad del gruppo Save -. Attraverso la partecipazione nella joint venture UrbanV, diamo concretezza alla volontà di accelerare lo sviluppo dei vertiporti, e avviamo un percorso condiviso per lo studio e la progettazione di infrastrutture di mobilità aerea urbana, in grado di decongestionare il traffico dell’area in cui incide il Marco Polo ad elevato traffico automobilistico”.   [post_title] => Airtaxi: sarà realizzato a Chioggia il primo vertiporto del Veneto [post_date] => 2023-01-27T10:05:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674813907000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438059 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è conclusa ieri la stagione di debutto di Norwegian Cruise Line in Sudafrica: la Jade è stata la prima delle 18 navi della flotta Ncl ad avere Città del Capo come home port, da cui è salpata per una serie di itinerari di 12 giorni lungo le coste del Paese di Mandela e della Namibia. Una proposta di successo, visto che la compagnia ha recentemente annunciato l'arrivo nella regione della Norwegian Dawn nell'inverno del 2024. Con scalo sempre a Città del Capo, nonché a Port Louis, a Mauritius, la nave da 2.340 passeggeri offrirà una serie di viaggi tra gennaio e marzo 2024 Kevin Bubolz, Managing "Nell'ambito della nostra filosofia Guest first, ci siamo focalizzati sul miglioramento della nostra offerta di destinazioni, fornendo ai nostri ospiti itinerari più coinvolgenti - spiega il managing director continental Europe, Israel, Middle East & Africa, Kevin Bubolz -. I nostri nuovi viaggi in Africa ne sono la prova, combinando località da non perdere come Città del Capo e Mauritius, con gemme nascoste quali Pomene e Maputo in Mozambico o Fort Dauphin in Madagascar. Con una media di quasi 12 ore in ogni porto, che consente di avere più tempo per vivere appieno queste destinazioni, i nuovi viaggi sono già tra le nostre crociere più vendute per il 2024 e stanno attirando ospiti da quasi 60 Paesi in tutto il mondo". Il 3 gennaio 2024, la Norwegian Dawn partirà quindi per una crociera di riposizionamento di 17 giorni, navigando per la prima volta nei 56 anni di storia della compagnia da Doha a Mauritius. L'itinerario prevede una combinazione di scali negli Emirati Arabi, Oman, Seychelles, Kenya, Tanzania e Madagascar. Successivamente, il 20 gennaio, la nave effettuerà un itinerario di 12 giorni da Port Louis, Mauritius, con scali a Pointe des Galets, Réunion; Fort Dauphin (Toalagnaro), Madagascar; Pomene e Maputo, Mozambico; Richard's Bay, Port Elizabeth (Gqeberha), Mossel Bay e Cape Town, Sudafrica. Il 1° febbraio e l'8 marzo, la Dawn salperà per viaggi di andata e ritorno di 12 giorni attraverso il Sudafrica e la Namibia con scali a Mossel Bay e Durban in Sudafrica e a Luderitz e Walvis Bay in Namibia, prima di intraprendere il suo itinerario più lungo, il 20 marzo, navigando da Città del Capo, Sudafrica, a Barcellona, Spagna. Il viaggio di 21 giorni lungo la costa occidentale dell'Africa toccherà porti in Namibia, Angola, Sao Tomé e Principe, Costa d'Avorio, Gambia, Senegal, Capo Verde, Isole Canarie e Marocco. [post_title] => Ncl conferma il proprio impegno sul Sudafrica. Nel 2024 sarà la volta della Dawn [post_date] => 2023-01-27T10:00:17+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674813617000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437935 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Urban Hive Milano il nuovo 4 stelle appena inaugurato nel quartiere meneghino di Brera. Nato dalla ristrutturazione del Carlyle Brera, si tratta di un buotique hotel completamente rinnovato dallo studio di architettura Vudafieri-Saverino Partners. L'albergo racchiude 97 camere e suite distribuite su sette piani e divise in cinque categorie differenti: la Mini per viaggiatori solitari o mini soggiorni, la Cosy da condividere in due, la Grande per la famiglia (letto matrimoniale o due letti singoli, oltre a un ulteriore letto singolo, la Taylor made su misura per ogni cliente, con dispositivi di  qualità e servizi premium personalizzati e infine la Junior suite, la stanza più grande dell’hotel con vista sullo skyline milanese. Disponibili anche diversi spazi di co-working declinati in una visione circolare dell’uso degli ambienti comuni, in modo da valorizzare la superficie per darle differenti destinazioni d’uso nel corso della giornata. Il mezzanino dedicato alle colazioni per esempio, dopo le 11 si trasforma in un coworking space per le startup cittadine. Dal community table della lobby agli shared offices nel mezzanino e nel piano interrato, queste aree comuni sono state pensate per essere uno spazio aperto alla città. Un’area business con tre meeting room completano l’offerta di spazi multifunzionali. Protagonista dell’area wellness è quindi la sala fitness aperta 24 ore su 24. L’Urban Hive offrirà inoltre ai propri clienti che arriveranno in anticipo rispetto all’orario previsto di check-in, un servizio di locker per i bagagli e uno spazio dove poter fare una doccia e rilassarsi. L’offerta food&beverage è infine firmata da Dom Carella, volto noto della scena gastronomica milanese. Protagonista principale della proposta gastronomica è il Portico 84, che condivide l’accesso alla lobby da un lato e quello a corso Garibaldi dall’altro. [post_title] => Dalla rivisitazione dell'ex Carlyle Brera nasce a Milano il nuovo Urban Hive [post_date] => 2023-01-25T13:36:16+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674653776000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437903 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il 2023 sarà l'anno del Rose Garden Palace e dello Shangri La per il gruppo capitolino Omnia Hotels. Il primo è un boutique hotel situato a possi da via Veneto. Acquisito due anni fa, è attualmente in fase di completo restyling: sono già stati completati i restauri delle facciate, con uno sviluppo attuale del cantiere all’interno che, con l’hotel chiuso per lavori, porterà a un nuovo look nel design e negli arredi, sia nelle camere per gli ospiti sia in tutte le aree comuni, con particolare attenzione al giardino interno, già luogo di incontro in città e scenografia naturale per eventi privati. Nel quartiere Eur, lo Shangri La Roma Eur, dopo la completa ristrutturazione della struttura attuale, è ora oggetto di lavori per la realizzazione di un centro congressuale da 1.500 metri quadrati, insieme agli ampi spazi all’aperto, organizzati in maniera strategica per chi desidera un resort urbano, dove è prevista in futuro anche la costruzione di una piscina. “Il nostro obiettivo è continuare lungo la strada intrapresa con la riqualificazione delle strutture del nostro gruppo e la valorizzazione del patrimonio edilizio, in una ottica di servizi dedicati agli ospiti – spiega Francesco Lazzarini, ceo di Omnia Hotels -. Per questo non ci siamo mai fermati, riuscendo anche a far crescere il nostro portfolio e la nostra organizzazione, sia pur in tempi complessi". E oggi la città di Roma vede Omnia Hotels impegnata nei progetti di riqualificazione anche degli altri suoi alberghi: dal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto con la facciata totalmente restaurata, in fase di ultimazione. [post_title] => Omnia Hotels spinge sulle ristrutturazioni: per il 2013 focus sul Rose Garden e sullo Shangri La [post_date] => 2023-01-25T10:58:55+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674644335000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437873 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Esordio in Liguria per IOBUS, la start up tutta italiana che, dopo aver lanciato su Roma, nell’aprile scorso, i tour esperienziali in otto lingue, estende questa tipologia d’offerta turistica a La Spezia, proponendo due tour nel famoso e suggestivo Golfo dei Poeti, programmati a Lerici e a Porto Venere.  Il progetto nasce da una partnership siglata con SAT di Viaggi Capa, storico operatore locale, da sempre impegnato nello sviluppo turistico di La Spezia e Massa Carrara, che attualmente dispone di una flotta di bus Gt composta da minibus a nove posti e pullman fino a 88 posti. I tour Il primo tour, identificato con la ‘Linea Rossa’ prevede fermate a Piazza Chiodo, di fronte al Museo tecnico Navale, a Porto Venere, Patrimonio Unesco con sosta al borgo, e rientro a La Spezia lungo la Via Napoleonica. Il secondo tour, ‘Linea Blu’, è programmato con fermate a Venere Azzurra/San Terenzo, baia caratterizzata da Villa Marigola del XVIII secolo, ed a Lerici col suo borgo dominato dal Castello del 1152. «Il lancio di questi nuovi tours – sottolinea il Presidente di Iobus, Giuseppe Cilia – è la conferma di una strategia di sviluppo sul territorio nazionale, che avevamo già espresso agli esordi nella capitale la scorsa primavera. Ora, in soli 8 mesi e con un partner affidabile come SAT di Viaggi Capa, ampliamo le nostre proposte di tours cittadini, realizzando due itinerari di grande suggestione alla scoperta di una eccellenza ligure come il Golfo dei Poeti che ogni anno attira migliaia di turisti italiani e stranieri e numerosi crocieristi. Riguardo poi l’andamento del nostro primo anno di attività su Roma siamo pienamente soddisfatti dei risultati raggiunti e anche nel 2023 proseguiremo le collaborazioni con i più importanti tour operator». Viva soddisfazione espressa anche dal partner dell’operazione: «Da anni – osserva infatti Luca Lorenzini, titolare di SAT di Viaggi Capa - abbiamo sviluppato un servizio di tour operating dedicato al turismo in arrivo ai vari Porti di La Spezia, Marina di Carrara e Livorno offrendo possibilità di raggiungere le più famose località turistiche della Toscana e della Liguria; con questo nuovo servizio si consolida l’offerta incoming locale con l’eccellenza di un territorio come il Golfo dei Poeti. Con questo nuovo progetto di Iobus La Spezia, puntiamo ad internazionalizzare l’offerta, sia con le navi da crociera che con i turisti fai da te». [post_title] => IOBUS lancia i tours nel Golfo dei Poeti a La Spezia [post_date] => 2023-01-25T08:45:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674636314000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437795 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Roma e Milano sono da oggi ancora più vicine grazie al nuovo collegamento di alta velocità di Trenitalia: il Frecciarossa impiegherà infatti sole 2 ore e 45 minuti per coprire la distanza fra le stazioni di Roma Tiburtina e Milano Rogoredo: porte d’ingresso della Capitale e del capoluogo lombardo. L'orario è quello del Frecciarossa 9682 Roma Tiburtina 5.30 con arrivo a Milano Rogoredo alle 8.15; Frecciarossa 9681 Milano Rogoredo 20.44 con arrivo a Roma Tiburtina alle 23.29.       Il nuovo collegamento non effettua fermate a Roma Termini e a Milano Centrale, "ma da Tiburtina e da Rogoredo  - spiega una nota della società - grazie ad altre modalità di trasporto, tra cui le metropolitane o i servizi ferroviari urbani, è possibile raggiungere velocemente il centro e i distretti istituzionali, economici e turistici delle due città. Tutto ciò in un’ottica di integrazione e intermodalità e di minore congestionamento delle stazioni "di testa", a beneficio, così, anche di una maggiore regolarità del servizio. Con la nuova coppia di collegamenti il totale delle corse Frecciarossa che effettuano fermata nella stazione di Milano Rogoredo sale a oltre 47, Complessivamente l'offerta Frecciarossa tra Roma e Milano sale a 90 collegamenti giornalieri. Ai 2 Frecciarossa no stop Roma Tiburtina – Milano Rogoredo si aggiungono 7 Frecciarossa no stop Roma Termini– Milano Centrale in 2h 59’ e 81 Frecciarossa Roma-Milano con fermate intermedie e tempi di percorrenza a partire da 3h e 08’. [post_title] => Trenitalia: da oggi Milano-Roma in sole 2 ore 45 minuti col Frecciarossa [post_date] => 2023-01-24T09:58:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674554314000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "dalla rivisitazione dellex carlyle brera nasce a milano il nuovo urban hive" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":127,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":617,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438521","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Prima importante operazione dell'anno nel mondo del tour operating italiano. Ruta40 annuncia infatti l'acquisizione di CarréBlu, con l'obiettivo di creare un nuovo polo dei viaggi esclusivo, di lusso e completamente personalizzabile. L’unione dei due tour operator torinesi mira ad ampliare il portafoglio di destinazioni raggiungibili e a offrire una scelta sempre più vasta e personalizzabile ai propri viaggiatori. Le due società sono attualmente in fase di restyling: si stanno evolvendo sia nell’immagine sia nell’offerta, per restare al passo con le esigenze di un mondo in continuo cambiamento.\r\n\r\n“Il 2020 e il 2021 si sono rivelati due anni di profondi cambiamenti - spiega il fondatore di Ruta40 e nuovo ceo di CarréBlu, Roberto Pasqua -. Mi sono reso conto che i nuovi turisti hanno altre necessità rispetto a quelli di un tempo, sono più esigenti. Per questo motivo ho deciso di unire queste due realtà, in parte molto simili, e di dare ai miei clienti una maggiore possibilità di scelta, permettendogli di fare esperienze di viaggio cucite sulle loro necessità”. Gabriella Piazza, fondatrice del marchio CarréBlu, non uscirà completamente dal gruppo. Anzi, continuerà a mettere a disposizione tutta la sua esperienza e a supervisionare il prodotto del proprio brand.\r\n\r\nMa questa è solo la prima di una serie di azioni che Pasqua ha intenzione di mettere in atto per il settore luxury travel. A questa unione seguiranno infatti molte altre novità anche per le agenzie di viaggio. Tra queste la nascita di nuove forme di affiliazione e partnership. \"Il turismo di lusso è stato uno dei primi a ripartire dopo due anni di stop ed è previsto un ulteriore aumento del segmento nei prossimi tre anni\" conclude il fondatore di Ruta40.","post_title":"Nasce un nuovo polo dei viaggi di lusso: Ruta40 acquisisce CarréBlu","post_date":"2023-02-02T11:54:21+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675338861000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438443","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Green Line Tours è stata scelta dalla Sit -  Società Italiana Trasporti per la gestione delle linee Gran Turismo rilasciate dal Comune di Roma. In base al nuovo accordo i veicoli che circoleranno nella città di Roma giornalmente aumenteranno a 12 unità con l'impiego di circa 30 risorse, tra autisti e assistenti di bordo e di terra. Il potenziamento del servizio consentirà di ridurre a meno di 9 minuti la frequenza di passaggio dei mezzi alle fermate e di portare la capacità delle sedute disponibili quotidianamente a quasi 1.000 posti a sedere a pieno regime.\r\n \r\nUn'operazione che implica un piano di investimenti a medio termine di circa 8 mln di euro finalizzato ad attività come l'acquisto di veicoli elettrici, l'adeguamento per infrastrutture di ricarica, la valorizzazione dei mercati rionali e progetti fluviali sul Tevere.\r\n \r\nL'intesa prevede anche l'attivazione di una nuova linea, \"Explore Museums\", che tocca i principali luoghi d'interesse turistico e culturale di Roma: MAXXI, Auditorium Parco della Musica, Galleria Borghese, Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea e il Bioparco Museo Zoologia. Questo nuovo percorso si affianca ai due già esistenti di Green Line Tours, \"Discover Rome\" e \"Destination Eataly\", formando una rete di tre linee integrate che attualmente rappresenta un'offerta unica su Roma.\r\n\r\n \r\n\"Questa collaborazione nasce tra imprese di trasporto turistico sul mercato da circa cinquant'anni, dunque con un importante brand heritage, sinonimo di solidità e leadership - commenta Emanuele Orlando Desideri, ad di Green Line Tours -. Su questi pilastri si fonderanno i nuovi progetti vocati all'innovazione con l'obiettivo di rispondere ad appuntamenti importanti, primo tra tutti il prossimo anno giubilare\".\r\n \r\nPer il triennio 2023-2025 Green Line Tours stima un giro d'affari di circa 31,5 milioni di euro solo per lo sviluppo di servizi su Roma. \"Tra questi, l'implementazione e integrazione nei programmi fedeltà per frequent flyer che usufruiscono del servizio Bus Shuttle della SIT da e per gli aeroporti della città, in combinazione con servizi turistici e accesso ai circuiti museali. Oggi più che mai sento il dovere e la responsabilità di soddisfare scrupolosamente le aspettative dei partner, che in questi ultimi anni mi hanno dato ampia fiducia, tra i quali anche la Trotta Bus Services che rimarrà coinvolta in prima linea nelle scelte e nelle strategie\".\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Green Line Tours: accordo con Sit per la gestione delle linee Gran Turismo di Roma","post_date":"2023-02-01T12:39:42+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675255182000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438323","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quest’anno fra le grandi novità dell’offerta del Gruppo Travel trova un posto preminente il Travel Open Village Party, che si svolgerà nella serata del 13 febbraio alla Maison Milano. L’evento avrà come partner I Grandi Viaggi, la Repubblica Dominicana ed ETOA, l’associazione europea dei tour operator, che ha 1100 membri e fa un lavoro di forte presenza e di supporto all’interno delle istituzioni europee.\r\n\r\nL’idea di fondo di questo aggancio con il mondo dell’entertainment, nasce dalla volontà di dare anche una forma di leggerezza al lavoro dell’agente di viaggio e perché no?, anche al nostro e a quello di tutti i partner della serata..\r\n\r\nEd è proprio per l’adv che nasce l’idea del party. Per consentire loro di continuare a fare networking, di lavorare con i partner della serata, anche in un clima disteso e divertente.\r\n\r\n\r\n\r\nDa segnalare infine che per ETOA sarà presente il segretario generale, Tim Fairhurst e Danja Nebuloni, country representative Italy.","post_title":"Travel Open Village Party: alla Maison Milano il 13 febbraio","post_date":"2023-01-31T11:13:11+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675163591000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438061","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Chioggia ospiterà il primo vertiporto dedicato agli airtaxi del Veneto: l'iniziativa, in collaborazione con il comune della città, farà da apripista ad altre che il Sistema aeroportuale del Nord Est ha elaborato, in linea con il Piano Strategico Nazionale “Advanced Air Mobility - AAM (2021-2030)” di Enac\r\n\r\nLa roadmap per la realizzazione del piano di mobilità aerea avanzata del Gruppo Save si snoda su un arco temporale di tre anni e, per lo sviluppo dell'intero progetto, il gruppo partecipa alla società UrbanV, costituita ad ottobre 2021 con gli scali di Roma, Bologna e della Costa Azzurra. L’aeroporto di Venezia, terzo hub intercontinentale italiano, ospiterà due vertiporti: il primo nell’area landside per connettere il Nord Est dell’Italia, il secondo nell’area airside. In grado di collegare l’aeroporto con le principali aree logistiche e di attrazione turistica del territorio lagunare, si prevede possano movimentare intorno ai 340.000 passeggeri all’anno.\r\nMa non sarà solo il territorio lagunare a beneficiare delle nuove tecnologie. Il piano di mobilità aerea avanzata infatti prevederà un sistema di oltre una decina di vertiporti che, partendo da Venezia, collegheranno tutto il Nord Est arrivando a lambire i territori di Cortina, Brescia e Bologna. Un’innovazione che si integrerà, seguendo un modello di intermodalità, con l’attuale rete di trasporti, così da ridurre i tempi di spostamento tra Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna.\r\nL'intero progetto, \"è in linea con la nostra strategia di sostenibilità che è volta a favorire non solo la riduzione delle emissioni di CO2, ma anche lo sviluppo di un sistema intermodale di collegamento tra i nostri aeroporti e con i centri urbani - ha dichiarato Monica Scarpa, ad del gruppo Save -. Attraverso la partecipazione nella joint venture UrbanV, diamo concretezza alla volontà di accelerare lo sviluppo dei vertiporti, e avviamo un percorso condiviso per lo studio e la progettazione di infrastrutture di mobilità aerea urbana, in grado di decongestionare il traffico dell’area in cui incide il Marco Polo ad elevato traffico automobilistico”.\r\n ","post_title":"Airtaxi: sarà realizzato a Chioggia il primo vertiporto del Veneto","post_date":"2023-01-27T10:05:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674813907000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438059","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è conclusa ieri la stagione di debutto di Norwegian Cruise Line in Sudafrica: la Jade è stata la prima delle 18 navi della flotta Ncl ad avere Città del Capo come home port, da cui è salpata per una serie di itinerari di 12 giorni lungo le coste del Paese di Mandela e della Namibia. Una proposta di successo, visto che la compagnia ha recentemente annunciato l'arrivo nella regione della Norwegian Dawn nell'inverno del 2024. Con scalo sempre a Città del Capo, nonché a Port Louis, a Mauritius, la nave da 2.340 passeggeri offrirà una serie di viaggi tra gennaio e marzo 2024\r\n\r\nKevin Bubolz, Managing\r\n\r\n\"Nell'ambito della nostra filosofia Guest first, ci siamo focalizzati sul miglioramento della nostra offerta di destinazioni, fornendo ai nostri ospiti itinerari più coinvolgenti - spiega il managing director continental Europe, Israel, Middle East & Africa, Kevin Bubolz -. I nostri nuovi viaggi in Africa ne sono la prova, combinando località da non perdere come Città del Capo e Mauritius, con gemme nascoste quali Pomene e Maputo in Mozambico o Fort Dauphin in Madagascar. Con una media di quasi 12 ore in ogni porto, che consente di avere più tempo per vivere appieno queste destinazioni, i nuovi viaggi sono già tra le nostre crociere più vendute per il 2024 e stanno attirando ospiti da quasi 60 Paesi in tutto il mondo\".\r\n\r\nIl 3 gennaio 2024, la Norwegian Dawn partirà quindi per una crociera di riposizionamento di 17 giorni, navigando per la prima volta nei 56 anni di storia della compagnia da Doha a Mauritius. L'itinerario prevede una combinazione di scali negli Emirati Arabi, Oman, Seychelles, Kenya, Tanzania e Madagascar. Successivamente, il 20 gennaio, la nave effettuerà un itinerario di 12 giorni da Port Louis, Mauritius, con scali a Pointe des Galets, Réunion; Fort Dauphin (Toalagnaro), Madagascar; Pomene e Maputo, Mozambico; Richard's Bay, Port Elizabeth (Gqeberha), Mossel Bay e Cape Town, Sudafrica. Il 1° febbraio e l'8 marzo, la Dawn salperà per viaggi di andata e ritorno di 12 giorni attraverso il Sudafrica e la Namibia con scali a Mossel Bay e Durban in Sudafrica e a Luderitz e Walvis Bay in Namibia, prima di intraprendere il suo itinerario più lungo, il 20 marzo, navigando da Città del Capo, Sudafrica, a Barcellona, Spagna. Il viaggio di 21 giorni lungo la costa occidentale dell'Africa toccherà porti in Namibia, Angola, Sao Tomé e Principe, Costa d'Avorio, Gambia, Senegal, Capo Verde, Isole Canarie e Marocco.","post_title":"Ncl conferma il proprio impegno sul Sudafrica. Nel 2024 sarà la volta della Dawn","post_date":"2023-01-27T10:00:17+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674813617000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437935","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Urban Hive Milano il nuovo 4 stelle appena inaugurato nel quartiere meneghino di Brera. Nato dalla ristrutturazione del Carlyle Brera, si tratta di un buotique hotel completamente rinnovato dallo studio di architettura Vudafieri-Saverino Partners. L'albergo racchiude 97 camere e suite distribuite su sette piani e divise in cinque categorie differenti: la Mini per viaggiatori solitari o mini soggiorni, la Cosy da condividere in due, la Grande per la famiglia (letto matrimoniale o due letti singoli, oltre a un ulteriore letto singolo, la Taylor made su misura per ogni cliente, con dispositivi di  qualità e servizi premium personalizzati e infine la Junior suite, la stanza più grande dell’hotel con vista sullo skyline milanese.\r\n\r\nDisponibili anche diversi spazi di co-working declinati in una visione circolare dell’uso degli ambienti comuni, in modo da valorizzare la superficie per darle differenti destinazioni d’uso nel corso della giornata. Il mezzanino dedicato alle colazioni per esempio, dopo le 11 si trasforma in un coworking space per le startup cittadine. Dal community table della lobby agli shared offices nel mezzanino e nel piano interrato, queste aree comuni sono state pensate per essere uno spazio aperto alla città. Un’area business con tre meeting room completano l’offerta di spazi multifunzionali.\r\n\r\nProtagonista dell’area wellness è quindi la sala fitness aperta 24 ore su 24. L’Urban Hive offrirà inoltre ai propri clienti che arriveranno in anticipo rispetto all’orario previsto di check-in, un servizio di locker per i bagagli e uno spazio dove poter fare una doccia e rilassarsi. L’offerta food&beverage è infine firmata da Dom Carella, volto noto della scena gastronomica milanese. Protagonista principale della proposta gastronomica è il Portico 84, che condivide l’accesso alla lobby da un lato e quello a corso Garibaldi dall’altro.","post_title":"Dalla rivisitazione dell'ex Carlyle Brera nasce a Milano il nuovo Urban Hive","post_date":"2023-01-25T13:36:16+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674653776000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437903","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il 2023 sarà l'anno del Rose Garden Palace e dello Shangri La per il gruppo capitolino Omnia Hotels. Il primo è un boutique hotel situato a possi da via Veneto. Acquisito due anni fa, è attualmente in fase di completo restyling: sono già stati completati i restauri delle facciate, con uno sviluppo attuale del cantiere all’interno che, con l’hotel chiuso per lavori, porterà a un nuovo look nel design e negli arredi, sia nelle camere per gli ospiti sia in tutte le aree comuni, con particolare attenzione al giardino interno, già luogo di incontro in città e scenografia naturale per eventi privati.\r\n\r\nNel quartiere Eur, lo Shangri La Roma Eur, dopo la completa ristrutturazione della struttura attuale, è ora oggetto di lavori per la realizzazione di un centro congressuale da 1.500 metri quadrati, insieme agli ampi spazi all’aperto, organizzati in maniera strategica per chi desidera un resort urbano, dove è prevista in futuro anche la costruzione di una piscina.\r\n\r\n“Il nostro obiettivo è continuare lungo la strada intrapresa con la riqualificazione delle strutture del nostro gruppo e la valorizzazione del patrimonio edilizio, in una ottica di servizi dedicati agli ospiti – spiega Francesco Lazzarini, ceo di Omnia Hotels -. Per questo non ci siamo mai fermati, riuscendo anche a far crescere il nostro portfolio e la nostra organizzazione, sia pur in tempi complessi\".\r\n\r\nE oggi la città di Roma vede Omnia Hotels impegnata nei progetti di riqualificazione anche degli altri suoi alberghi: dal Donna Laura Palace, il villino affacciato sul Lungotevere nel quartiere Prati che ha appena completato i lavori della facciata e del giardino interno, all’hotel Imperiale che darà nuovo lustro a via Veneto con la facciata totalmente restaurata, in fase di ultimazione.","post_title":"Omnia Hotels spinge sulle ristrutturazioni: per il 2013 focus sul Rose Garden e sullo Shangri La","post_date":"2023-01-25T10:58:55+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1674644335000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437873","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Esordio in Liguria per IOBUS, la start up tutta italiana che, dopo aver lanciato su Roma, nell’aprile scorso, i tour esperienziali in otto lingue, estende questa tipologia d’offerta turistica a La Spezia, proponendo due tour nel famoso e suggestivo Golfo dei Poeti, programmati a Lerici e a Porto Venere. \r\nIl progetto nasce da una partnership siglata con SAT di Viaggi Capa, storico operatore locale, da sempre impegnato nello sviluppo turistico di La Spezia e Massa Carrara, che attualmente dispone di una flotta di bus Gt composta da minibus a nove posti e pullman fino a 88 posti.\r\n\r\nI tour\r\n\r\nIl primo tour, identificato con la ‘Linea Rossa’ prevede fermate a Piazza Chiodo, di fronte al Museo tecnico Navale, a Porto Venere, Patrimonio Unesco con sosta al borgo, e rientro a La Spezia lungo la Via Napoleonica. Il secondo tour, ‘Linea Blu’, è programmato con fermate a Venere Azzurra/San Terenzo, baia caratterizzata da Villa Marigola del XVIII secolo, ed a Lerici col suo borgo dominato dal Castello del 1152.\r\n\r\n«Il lancio di questi nuovi tours – sottolinea il Presidente di Iobus, Giuseppe Cilia – è la conferma di una strategia di sviluppo sul territorio nazionale, che avevamo già espresso agli esordi nella capitale la scorsa primavera. Ora, in soli 8 mesi e con un partner affidabile come SAT di Viaggi Capa, ampliamo le nostre proposte di tours cittadini, realizzando due itinerari di grande suggestione alla scoperta di una eccellenza ligure come il Golfo dei Poeti che ogni anno attira migliaia di turisti italiani e stranieri e numerosi crocieristi. Riguardo poi l’andamento del nostro primo anno di attività su Roma siamo pienamente soddisfatti dei risultati raggiunti e anche nel 2023 proseguiremo le collaborazioni con i più importanti tour operator».\r\n\r\nViva soddisfazione espressa anche dal partner dell’operazione: «Da anni – osserva infatti Luca Lorenzini, titolare di SAT di Viaggi Capa - abbiamo sviluppato un servizio di tour operating dedicato al turismo in arrivo ai vari Porti di La Spezia, Marina di Carrara e Livorno offrendo possibilità di raggiungere le più famose località turistiche della Toscana e della Liguria; con questo nuovo servizio si consolida l’offerta incoming locale con l’eccellenza di un territorio come il Golfo dei Poeti. Con questo nuovo progetto di Iobus La Spezia, puntiamo ad internazionalizzare l’offerta, sia con le navi da crociera che con i turisti fai da te».","post_title":"IOBUS lancia i tours nel Golfo dei Poeti a La Spezia","post_date":"2023-01-25T08:45:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1674636314000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437795","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Roma e Milano sono da oggi ancora più vicine grazie al nuovo collegamento di alta velocità di Trenitalia: il Frecciarossa impiegherà infatti sole 2 ore e 45 minuti per coprire la distanza fra le stazioni di Roma Tiburtina e Milano Rogoredo: porte d’ingresso della Capitale e del capoluogo lombardo.\r\nL'orario è quello del Frecciarossa 9682 Roma Tiburtina 5.30 con arrivo a Milano Rogoredo alle 8.15; Frecciarossa 9681 Milano Rogoredo 20.44 con arrivo a Roma Tiburtina alle 23.29.      \r\n\r\nIl nuovo collegamento non effettua fermate a Roma Termini e a Milano Centrale, \"ma da Tiburtina e da Rogoredo  - spiega una nota della società - grazie ad altre modalità di trasporto, tra cui le metropolitane o i servizi ferroviari urbani, è possibile raggiungere velocemente il centro e i distretti istituzionali, economici e turistici delle due città. Tutto ciò in un’ottica di integrazione e intermodalità e di minore congestionamento delle stazioni \"di testa\", a beneficio, così, anche di una maggiore regolarità del servizio.\r\n\r\nCon la nuova coppia di collegamenti il totale delle corse Frecciarossa che effettuano fermata nella stazione di Milano Rogoredo sale a oltre 47, Complessivamente l'offerta Frecciarossa tra Roma e Milano sale a 90 collegamenti giornalieri. Ai 2 Frecciarossa no stop Roma Tiburtina – Milano Rogoredo si aggiungono 7 Frecciarossa no stop Roma Termini– Milano Centrale in 2h 59’ e 81 Frecciarossa Roma-Milano con fermate intermedie e tempi di percorrenza a partire da 3h e 08’.","post_title":"Trenitalia: da oggi Milano-Roma in sole 2 ore 45 minuti col Frecciarossa","post_date":"2023-01-24T09:58:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674554314000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti