18 January 2021

Luxair sospende i voli fino al 29 maggio. Si riparte il 30

[ 0 ]

Date le “circostanze straordinarie” causate dalla pandemia di Covid-19, le attività della compagnia aerea Luxair e del tour operator LuxairTours sono sospese fino al 29 maggio compreso. Il rimborso è sempre disponibile come opzione solo per i voli cancellati.

I voli della compagnia aerea nazionale lussemburghese riprenderanno dal 30 maggio 2020 all’aeroporto Luxembourg-Findel , ha annunciato ieri, così come le attività di LuxairTours. “Lavoriamo in collaborazione diretta con le autorità ufficiali di ciascuna delle nostre destinazioni al fine di rispettare sempre le più recenti norme, direttive e raccomandazioni ufficiali”, ha dichiarato Luxair in un comunicato stampa.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353386 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sartorialità, proposta di itinerari esclusivi e una grande esperienza sull'Oriente. Sono questi i punti di forza di DGV Travel, il tour operator nato nel 2006 dalla visione di Michele Vignieri e che ha ormai consolidato la sua leadership nel segmento di viaggi su misura per viaggiatori amanti dell'indipendenza e dell'originalità. «DGV Travel nasce proprio dalla passione per l'Oriente - racconta Michele Vignieri, managing director - e dal desiderio di non vendere solo viaggi, ma sogni. Tre le nostre destinazioni di punta: Cina, da cui tutto è partito, Vietnam e India, ma negli anni abbiamo esteso la nostra offerta ad altre affascinanti Paesi come Thailandia, Nepal, Cambogia, Giappone, Corea del Sud, ma anche al Medio Oriente, con Emirati Arabi, Oman e Armenia». Non mancano le estensioni mare, con un focus sull'Oceano Indiano, in particolare Maldive e Seychelles. I Tour della Birmania [gallery columns="2" ids="353604,353610"]   La Birmania offre ai suoi visitatori atmosfere lontane ed esotiche, nella cornice di paesaggi unici. Per immergersi nella bellezza affascinante di questo Paese, DGV Travel ha studiato itinerari più particolari: i visitatori potranno vivere un'esperienza da cartolina sulle mongolfiere colorate sospese sulla suggestiva Valle dei Templi di Bagan, o tornare indietro nel tempo tra siti archeologici, monasteri e antiche pagode, o ancora trovare pace e relax in un contesto naturalistico unico, quello del lago di Inle. Sul sito, sono prenotabili tre viaggi di gruppo: ✔️ Birmania Magica 11 giorni e 9 notti ✔️ Perle di Birmania 9 giorni e 7 notti ✔️ Birmania magica e Angkor 14 giorni e 12 notti L'offerta sulla destinazione di DGV Travel è a questo link: www.dgvtravel.com/viaggi/Birmania   Le bellezze dell'Oceano Indiano I viaggiatori che sono alla ricerca di una vacanza sulle spiagge più belle dell'Oceano Indiano, potranno scegliere tra tre destinazioni di incredibile bellezza: Maldive, Sri Lanka e Seychelles. «Abbiamo aperto queste tratte per rispondere ad una richiesta crescente da parte del mercato - racconta Michele Vignieri -, perché si tratta di destinazioni perfette per chi desidera fuggire dalla frenesia delle nostre città per immergersi nella pace e nel relax, ma anche per chi vuole entrare a contatto con culture diverse e lontane». Sulle Maldive, DGV Travel propone viaggi privati in resort a 4 e 5 stelle, con trattamenti che vanno dalla colazione all'all inclusive, passando per la mezza pensione. Tutta l'offerta di DGV Travel sulle Maldive è a questo link: www.dgvtravel.com/viaggi/Maldive Sartorialità, esperienze, innovazione Ma è la vocazione alla sartorialità l'asso nella manica di DGV Travel. «Il nostro valore aggiunto è senza dubbio l'approccio consulenziale - spiega Vignieri -. Siamo specializzati nell'offrire risposte personalizzate a ogni tipo di esigenza per ogni tipologia di viaggiatore, compresa la ricerca di esperienze esclusive, autentiche, uniche, come le cooking class in Vietnam e Giappone, o le sessioni di yoga nei luoghi di meditazione e spiritualità dell'India».  Tutte le proposte sono raggiungibili attraverso il sito www.dgvtravel.com, su cui l'azienda ha focalizzato molti investimenti. «Tutti i nostri prodotti sono visibili sul web - sottolinea il managing director - e, in un solo clic, si arriva ad una richiesta di preventivo. Puntiamo molto sul web marketing, sui social e sulla digitalizzazione, per un'offerta che sia sempre di appeal e al passo con i tempi».    [post_title] => L'Oriente tailor made di DGV Travel [post_date] => 2019-05-27T14:37:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558967846000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353375 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non è solo Arkus a rispondere alla nota difensiva Viaggi di Atlantide. Anche l'Aiav, che aveva sollevato la questione della presunta mancanza di copertura assicurativa con cui l'operatore bresciano avrebbe operato per cinque mesi, ha deciso di pubblicare una replica immediata: «È bene chiarire - sostiene il presidente dell'Associazione italiana degli agenti di viaggio, Fulvio Avataneo - che le questioni legate ad Arkus non possono ricadere sul mercato trasformandosi in una cortina fumogena che impedisca di vedere la realtà». Inoltre, per Aiav, se le difficoltà con Arkus erano così marcate fin dall'inizio del rapporto, Viaggi di Atlantide avrebbe dovuto sospendere le vendite fino a fare chiarezza, senza arrivare all'attuale punto di "paralisi operativa" come da loro definita. Tutto ciò comunque non tocca il punto peggiore della situazione, rimarca Avataneo, che «è rappresentato dalla probabile assenza di tutele a favore del consumatore per cinque lunghi mesi, come invece previsto dalla legge. Infine, il punto che le strade di Aiav e Viaggi di Atlantide si siano già incrociate in passato, è cosa che ci dispiace perché avremmo sperato di non dover cogliere nuovamente in fallo lo stesso operatore». Nella sua lunga nota difensiva, è bene ricordare, I Viaggi di Atlantide aveva sottolineato che «in merito a quanto dichiarato dal sig. Avataneo, a capo dell’associazione degli agenti di viaggio, che l’azienda aveva già avuto occasione di incrociare qualche anno fa, si precisa che, come accaduto in quell’occasione, lo stesso avrebbe potuto senza alcun problema prendere contatto con i vertici di Viaggi di Atlantide e gli stessi sarebbero stati più che disponibili a fornire ogni qualsivoglia informazione». Un'affermazione che evidentemente non ha convinto l'associazione: «In seguito alle dichiarazioni di Pierre Radici, titolare del to Viaggi di Atlantide seguite all'allarme sulle coperture assicurative - specifica l'associazione - la stessa Aiav intende precisare come abbia pur tentato di avere risposte in merito dai diretti interessati, ricevendo però finora solo risposte dai loro avvocati, risposte peraltro solo parziali». [post_title] => Aiav: «Abbiamo ricevuto risposte solo dagli avvocati» dei Viaggi di Atlantide [post_date] => 2019-05-27T12:33:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => aiav [1] => arkus [2] => fulvio-avataneo [3] => i-viaggi-di-atlantide [4] => in-evidenza [5] => pierre-radici ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Aiav [1] => Arkus [2] => Fulvio Avataneo [3] => i viaggi di atlantide [4] => In evidenza [5] => Pierre Radici ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558960434000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352562 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Malesia continua ad essere una destinazione apprezzata dal mercato italiano, e il trend conferma che gli italiani in Malesia si trovano molto bene. Il turista italiano spende in media 138,76 euro al giorno (RM 693,8) primo per spesa in Europa; ha ridotto la permanenza a 6 notti, ricollegabile all’incremento di viaggi combinati con altre destinazioni, ad esempio, con il Giappone, con Singapore, con Hong Kong. Tourism Malaysia Italia ha dunque programmato un evento di formazione specifico sul Far East, destinato agli agenti di viaggio e in collaborazione con Fidenza Village. Da gennaio a oggi, l’Ente turismo Malesia ha attivato diversi incontri di formazione per agenti di viaggio, ma in particolare sono in atto co-marketing rivolte sia la trade che al consumatore finale e nello specifico: una campagna digital su Trydoo.it; una Malaysian Night, che si svolgerà a Roma il 20 Luglio all’Isola Tiberina, in  collaborazione con l’Ambasciata della Malesia e con l’associazione Culture Del  Mondo; un webinar dedicato ai consulenti Cartortange, in collaborazione con Star Clippers  e con Bunga Raya Island & Spa Resort;incontri di formazione agenti con Cathay Pacific Airways, svolti a Milano il 16 aprile e il prossimo sarà all’Ambasciata della Malesia di Roma il 13 giugno. Ma anche la collaborazione delle compagnie aeree è sempre più sinergica: Qatar Airways offre tariffe promozionali per raggiungere ben 4 destinazioni: Kuala Lumpur, Penang, Langkawi, Kota Kinabalu; Singapore Airlines supporta importanti viaggi stampa, il prossimo sarà per la rivista DOVE, in partenza il 24 maggio.Turkish Airlines supporta un Fam Trip previsto per Novembre, mentre con EtihadAirways sono in corso collaborazioni che si svilupperanno durante l’anno.             [post_title] => Malesia: nuovi accordi con i to e formazione per il trade [post_date] => 2019-05-20T15:05:00+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558364700000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 351655 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_351656" align="alignright" width="300"] Photo by Owen Billcliffe Photography[/caption] E' stato presentato l’attesissimo hotel Nhow London, il primo Nhow del Regno Unito. Maarten Markus, managing director Nord Europa di Nh Hotel Group e James Soane, director di Project Orange, hanno infatti aperto in anteprima esclusiva il cantiere di costruzione. Posizionato nella zona del progetto urbanistico “250 City Road”, l’immobile costeggia il vivacissimo quartiere di Shoreditch e costituisce un punto di passaggio verso le aree più vibranti della città. Dedicato a chi ricerca l’esperienza di un design unico e prestigioso, l'Nhow London punta ad affascinare gli ospiti e a essere il nuovo centro della comunità creativa di Londra. Come un'interpretazione contemporanea delle classiche icone della cultura londinese, il design dell’hotel si ispira al tema ‘London Reloaded’ e sorprende gli ospiti con elementi inattesi come la statua del missile Big Ben e l’originalissimo maggiordomo robot Henry. Il nuovo hotel, che dovrebbe aprire alla fine di quest’estate, disporrà di 190 camere, tra cui la più esclusiva dell’intero immobile: la Royal Garden suite situata al piano attico. Tutto è pervaso da uno spirito originale e contemporaneo, dove spiccano elementi suggestivi come i tavoli decorati con rime in cockney ed enormi luci dorate a forma di campana, che richiamano le celebri campane delle chiese cittadine. La famiglia Nhow si allarga: cinque hotel tra Londra, Berlino, Milano, Rotterdam e la recente apertura a Marsiglia. Nel primo trimestre del 2020 è prevista l’inaugurazione dell'Nhow Amsterdam Rai. L'Nhow Bruxelles seguirà nel 2020 e nel 2021 aprirà le porte un secondo hotel Nhow in Germania, che conterà 375 camere. Nei prossimi tre anni si prevede infine l’inaugurazione di altri hotel Nhow a Roma, Santiago del Cile e Lima.   [post_title] => Presentato in anteprima il nuovo il Nhow London [post_date] => 2019-05-13T10:10:20+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557742220000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 350791 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Apre a luglio Amàre Beach Hotel Ibiza. Situato a soli 4 chilometri da San Antonio Bay, Il nuovo hotel segue il successo del brand a Marbella, nel concetto delle vacanze adult-only di Amàre. Il mare è il vero protagonista della struttura: tutte le camere godono infatti di una stupenda vista sulle acque turchesi che circondano l’isola di Ibiza. La presenza del mare viene combinata, in una sinergia tra interni ed esterni, con elementi naturali che richiamano l’architettura dell’isola: il color sabbia dei pavimenti dona una sensazione di continuità tra interno ed esterno, mentre le grandi finestre permettono alla luce naturale di invadere gli ambienti. Sofisticato ed elegante, l’hotel offrirà ai propri ospiti party in piscina, dj-set al tramonto unitamente a eventi gastronomici e mondani, diventando il luogo perfetto dove sperimentare le due anime di Ibiza: divertimento e relax. Una infinity pool con cocktail bar sul tetto della struttura, due piscine esterne, due ristoranti e un beach club scandiscono i momenti più belli della giornata ideale ad Ibiza. Il cuore pulsante della struttura sarà il Belvue Rooftop, con bar, ristorante, una infinity pool che si fonde col cielo e le acque del mare, e una vista impagabile sui tramonti più suggestivi di Ibiza che l’hotel celebrerà con il Sunset Ritual, un’esperienza magica, fatta di musica e luci per accompagnare il sole che scompare all’orizzonte, fino all’accensione di un fuoco che darà il via alla notte magica dell’isola. I palati raffinati saranno soddisfatti dalla creatività dello chef stellato argentino Mauricio Giovanini.  Due strutture, da cui si gode di una splendida vista sulle acque cristalline di Ibiza, compongono Amàre Beach Hotel Ibiza. Le sue 366 camere sono tutte dotate di balcone e molte sono affacciate sulla Baia di San Antonio, luogo ideale dove ammirare il tramonto gustando una coppa di champagne. Le camere sono spaziose, arredate con gusto contemporaneo e un tocco mediterraneo. Catalogate con nomi suggestivi quali “Make it Happen”, “Keep the Secret” e “Dolce Vita”, sono diverse una dall’altra e offrono, come tutto l’hotel, spunti perfetti per foto Instagram: sedie a dondolo sospese, panorami e tramonti ineguagliabili.     [post_title] => Amàre Beach Hotel Ibiza: apre a luglio la struttura adult-only [post_date] => 2019-05-09T11:34:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557401692000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349659 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Latam Airlines sospenderà la rotta da San Paolo a Roma a partire dal prossimo 1° ottobre. Secondo quanto pubblicato dai media brasiliani la decisione è da imputare all'eccesso di capacità esistente sulle rotte tra Brasile ed Europa. La compagnia aveva aperto i collegamenti su Roma nel marzo del 2018 con un Boeing 767-300er da 221 passeggeri. Dall'autunno quindi sulla rotta rimarrà soltanto Alitalia con due voli giornalieri. Latam ha confermato invece di mantenere i voli diretti tra San Paolo e Milano, così come quelli verso Londra, Parigi, Madrid, Barcellona e Francoforte. La rotta su Roma è la seconda ad essere sospesa dalla compagnia, dopo quella su Monaco (dal prossimo giugno). La compagnia segnala infine di aver già contatto i passeggeri che hanno già acquistato i biglietti sulla San Paolo-Roma oltre la data del 1° ottobre, così da rimborsare quanto speso o in alternativa riproteggerli sui voli di altri vettori. [post_title] => Latam Airlines sospende il collegamento San Paolo-Roma dal 1° ottobre [post_date] => 2019-04-26T12:15:33+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556280933000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349643 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_334030" align="alignright" width="300"] Il boom delle crociere continua[/caption] Nuovi record per l'industria crocieristica. Secondo i dati Clia nel 2018 sono stati 28,5 milioni i passeggeri nel mondo, con una crescita del 7% rispetto all’anno precedente. Inoltre, si prevede di raggiungere quota 30 milioni entro questo anno e 40 entro il 2028. Anno dopo anno, il settore delle crociere continua a crescere costantemente e a stabilire nuovi record. L’Europa è ricopre un ruolo centrale, con 7,17 milioni di crocieristi registrati nel 2018, una crescita del 3,3% rispetto al 2017.  Di questi più di 4 milioni vanno sulle navi che solcano il Mediterraneo. In particolare, una grande crescita si è registrata nel Mediterraneo Orientale, con un +8,5% che ha portato a totalizzare 746.000 passeggeri. Si registra poi la crescita dei flussi verso le Canarie (+9,6%) e il Baltico (+9%). Il Mediterraneo Centrale e Occidentale rimangono le destinazioni più gettonate con una crescita dell’1,2%, per un totale di 2,27 milioni di passeggeri, mentre il Nord Europa registra un significativo +4,8% e 1,43 milioni complessivi di crocieristi. «Non sorprende che il trend del turismo crocieristico sia parallelo alla crescita di quello internazionale. Le crociere rendono più accessibili a tutti i viaggi nel mondo, come dimostra il record di passeggeri registrato nel 2018 - spiega Kelly Craighead, presidente e ad di Clia - Grazie a un rinnovato interesse nel Mediterraneo e alle nuove offerte, in particolare quelle per i viaggi di avventura – aggiunge – i turisti sono attratti dalle crociere come mai è successo in passato». [post_title] => Clia, entro il 2028 saranno 40 milioni i crocieristi nel mondo [post_date] => 2019-04-26T12:04:01+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556280241000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 349577 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_349578" align="alignleft" width="300"] La town hall di San Francisco, nel "rainbow mood"[/caption] Nonostante la prima volta del WorldPride in Usa sia a New York, anche altre città mettono sul tappeto manifestazioni e attrattive per il mondo Lgbt. San Francisco, California, ha celebrato per quasi mezzo secolo l’orgoglio Lgbt con sfilate, commemorazioni e festival, per cui non sorprende che la città sulla Baia, ricca di cultura, sia considerata una delle destinazioni più esclusive, e inclusive, degli States. “Frisco” offre tantissime attività, eventi, librerie e negozi da inserire nell’itinerario di viaggio, dal Fresh Meat Festival di giugno, un Transgender and Queer Performance Festival con boy band e hula hoop, al Frameline 43, il San Francisco’s International Lgbt Film Festival, che presenta oltre 150 film, cortometraggi e documentari in tutta la città dal 20 al 30 giugno. In città ci sono anche alcuni dei migliori bar LGTB-friendly degli Stati Uniti. The Cinch è un bar a tema cowboy a Nob Hill; The Stud è un locale molto in voga nel quartiere SoMa (Sounth of Market) con karaoke tutti i martedì, mentre l’Oasis è un club e un teatro di cabaret che ha aperto in un ex bagno pubblico. Oggi offre cocktail esotici, performance di drag queen e spettacoli teatrali super colorati. [post_title] => WorldPride 2019: San Francisco si organizza [post_date] => 2019-04-26T10:30:01+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1556274601000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 348899 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_348915" align="alignleft" width="300"] Daniel Craig, il VI 007 della storia[/caption] Sono stati 24 i film di 007 nella storia del cinema e ognuno di loro ha magnificato una o più località, divenute icone degli appassionati e non solo. Il 24° film della serie, Spectre, (2015) con Daniel Craig nella parte di James Bond, ha consacrato Sölden con 13 intensissimi minuti di azione pura, nell’universo delle location cinematografiche. Tutto è partito dal caso: i produttori videro l’appena costruito ristorante Ice Q in vetta al Gaislachkogl, appena fuori dall’arrivo della modernissima cabinovia e vollero ambientare, proprio li, con un ampliamento computerizzato la clinica della dott.ssa Madeleine Swann un link che porterà Bond a catturare il capo dell’organizzazione che è sempre stata nemica del mondo: la Spectre. Esattamente sotto il ristorante di ghiaccio “Q” usato come Hoffler Klinik, dopo accordi fra EON Productions e Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) per i diritti dei film di James Bond, Jakob Falkner della società di funivie Bergbahnen Sölden e grazie all’opera di Johann Obermoser, architetto, designer del ristorante Ice Q è stata concepita questa installazione dedicata a 007, Elemnts. Il permafrost, a 3.040 m, le linee della faglia geologica e la posizione esposta sulla cresta del picco ha creato enormi sfide. Ma il risultato è davvero stupefacente. "007 Elements" è un concentrato di Spectre, ma anche dell’eredità di questo eroe creato da Jan Fleming. 1300 m2 di spazi modulari integrati su due pieni, incastonati nella montagna, portano lo spettatore attraverso 10 aree dedicate a scoprire il film e la stori di 007, impersonato da soli 6 attori, Sean Connery, George Lazenby, Timothy Dalton, Roger Moore, Pierce Brosnan e Daniel Craig, e ironia della sorte colui che ha reso l’agente segreto così famoso e iconico, Sean Connery, non è colui che lo interpretato più volte, ma è stato “battuto” da Roger Moore con una in più, ben 7. "007 Elements" aperto l'estate 2018, si sviluppa su 10 sale, iniziando da Barrel of the gun dove si assiste, in altissima definizione, alla sigla del film, per essere poi portati all’interno lungo un percorso davvero interessante. Da qui si passa alla “Plaza” una terrazza panoramica affacciata su uno scenario mozzafiato, quello delle maestose Alpi, poi alla “lobby” dove un interessante filmato intervista vede il regista Sam Mendes narrare la storia dei film da lui diretti (Skyfall e Spectre) e un excursus da “Dr No” ad oggi. Si procede per il “Lair” dove ancora immagini filmate esaltano i dialoghi dei film, per poi arrivare alla “Briefing room” dove Naomie Harris (la nuova Miss Moneypenny narra attraverso immagini straordinarie il rapporto dei film di 007 con gli iconici luoghi divenuti famosi anche grazie ad essi. Giro di boa per giungere al “Valley Passage” una vetrata panoramica gigante che guarda la strada del ghiacciaio, la Gletscherstraße, la strada che scende dal ghiacciaio dove Bond insegue le Rover del sicario Spectre, Mr Hinx, che hanno rapito la dott.ssa Swan, con un bimotore dando luogo alla spettacolare sequenza dell’inseguimento. Il “Tech lab” vi metterà di fronte ad alcuni reperti dei film ma soprattutto alla realtà virtuale usata nelle scene: layer di film sovrapposti per creare scene che altrimenti non esisterebbero come ad esempio il sorvolo in elicottero de lo “Zocalo” a Mexico City o la città nel deserto di Blofeld. Qui vedrete il vero girato, diremmo basico, la realtà virtuale, gli effetti e per ultimo la sovrapposizione delle scene con il risultato finale. L’VIII sala è la “Action hall” quella iconica che mostra l’aeroplano usato nella scena dell’inseguimento e spiega gli effetti usati: 7 Rover (tre nella sequenza) con angoli di ripresa differenti e tre differenti setting del bimotore, da quelo libero a quello attaccato alla zip line, l’ultimo montato su una motoslitta…potere della cinepresa! La Screening room mostra la sequenza girata in Austria come appare nel film, prima di passare all’ultima sala, la “Legacy room”, dove vi sono teche con costumi originali utilizzati nei vari film della storia di 007 e merchandising esclusivo di Elements. Poi, si inforcano gli sci e via sulle splendide piste di Sölden con lo 007 theme nelle orecchie! [post_title] => Tirolo austriaco: a Sölden l’installazione "007 elements", sul Gaislachkogl [post_date] => 2019-04-17T11:46:19+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1555501579000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti