26 September 2021

In autunno cresce ancora l’offerta Costa ma la normalità tornerà solo nel 2023

[ 0 ]

Da sinistra Mario Zanetti e il comandante della nave, Sokratis Sklavos

Prosegue il programma delle ripartenze Costa. Alle quattro navi già operative questa estate, se ne aggiungeranno infatti altre due il prossimo autunno, con la Fascinosa e la Diadema impegnate su alcuni percorsi più lunghi degli attuali itinerari da sette giorni, in modo da raggiungere anche le Canarie e la Turchia. “A giudicare dall’interesse che arriva dal mercato – spiega il direttore generale di Costa, Mario Zanetti, incontrato a bordo della  crociera inaugurale della Firenze nel Mediterraneo occidentale – siamo fiduciosi di centrare tutti gli obiettivi che ci siamo posti per l’autunno”. Certo, la capienza rimarrà ancora per qualche tempo limitata al 50%-70% della capacità complessiva. Una percentuale variabile a seconda delle caratteristiche di ciascuna nave e di una serie di valutazioni di sicurezza. “Ma noi siamo sempre pronti ad adeguarci velocemente alle decisioni prese di volta in volta dalle autorità sanitarie”, aggiunge Zanetti.

Per il prossimo futuro il direttore generale Costa vede ancora un inverno di transizione, non solo a causa dell’evoluzione pandemica: “A livello di programmazione e prenotazioni, la stagione rischia infatti di rimanere un po’ schiacciata tra l’estate in corso e la pianificazione della prossima, quando però i trend cominceranno a tornare probabilmente su livelli di quasi normalità”. Il 2022 è quindi destinato a essere pur sempre di passaggio, seppur con numeri crescenti, per poi arrivare finalmente a un 2023 davvero vicino all’epoca pre-Covid.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti