16 April 2024

Gnv rafforza la sicurezza con la Mass notification suite di Everbridge

[ 0 ]

Rafforzare i propri sistemi di sicurezza e l’efficienza operativa. E’ questo l’obiettivo dell’implementazione della Mass notification suite di Everbridge all’interno del Maritime support centre di Grandi Navi Veloci. Il sistema è stato infatti ideato per fornire una risposta rapida ed efficace durante gli eventi critici.

“Il nuovo strumento ci offre la possibilità di avvisare immediatamente le persone attraverso diversi metodi – spiega Paolo Astarita, chief nautical operations officer di Gnv -. Il nostro Maritime support centre, attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette, assiste la flotta in qualsiasi circostanza, in navigazione e nei porti che operiamo. Utilizzando Everbridge, abbiamo stabilito una serie di modelli basati sul livello di gravità degli incidenti. Abbiamo un gran numero di utenti sia nei porti sia in sede. È importante che tutto il nostro team utilizzi il sistema di notifica per contribuire a garantire la sicurezza sulle nostre rotte marittime. Tra i vantaggi dell’uso di questo sistema vi è innanzitutto il risparmio di tempo, perché impostando un modello di base è possibile attivare immediatamente un gran numero di persone. Inoltre, con Everbridge possiamo gestire attivamente e automaticamente l’intera emergenza, compresi tutti gli aggiornamenti”.

Nel dettaglio, la Mass notification suite comprende strumenti di comunicazione automatizzati che consentono la rapida diffusione di informazioni critiche alle principali parti interessate, sia all’interno del Maritime support centre sia all’esterno. La piattaforma facilita inoltre una gestione efficiente degli incidenti, consentendo il coordinamento delle risorse, della comunicazione e degli sforzi di risposta per mitigare i rischi potenziali e garantire la sicurezza delle operazioni marittime. Rafforza infine la resilienza di Gnv nei confronti delle varie sfide operative, consentendo al Maritime support centre di affrontare in modo proattivo gli incidenti e minimizzarne l’impatto.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa). Un traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa). In precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni. Attualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore. La completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione. [post_title] => Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system [post_date] => 2024-04-09T10:13:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712657607000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464945 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Quali comportamenti adottare per ridurre al minimo il rischio di collisione con cetacei e tartarughe marine. Gnv lancia i corsi di formazione per la “conservazione della biodiversità e rischio di collisione” destinati a oltre 100 tra comandanti e ufficiali delle proprie navi. L'iniziativa è organizzata insieme a fondazione Cima nell’ambito del progetto Life Conceptu Maris. Durante il percorso di training, alcuni ricercatori spiegheranno ai partecipanti come individuare e determinare le specie, fornendo loro gli strumenti per poter segnalare gli avvistamenti all’interno di un’apposita piattaforma volta a condividere l’informazione con capitanerie e altre imbarcazioni in tempo reale. Tramite tali segnalazioni, non solo verrà svolto un lavoro di prevenzione delle collisioni con la fauna marina, ma verrà dato anche un contributo importante alla raccolta di dati per il monitoraggio e il censimento delle specie che abitano il Mediterraneo. “Come Gnv siamo da anni partner della fondazione Cima, impegnati a supporto del progetto Life Conceptu Maris, perché crediamo fermamente nella necessità di tutelare la biodiversità - spiega l'energy & environmental compliance manager della compagnia del gruppo Msc, Mattia Canevari -. Per questo, dal 2019, ospitiamo a bordo delle nostre navi ricercatori e studiosi per il monitoraggio della macro-fauna marina, del traffico marittimo e dei rifiuti marini galleggianti, oltre che per il rilevamento di microscopiche tracce di dna per comprendere al meglio la distribuzione delle specie”. [post_title] => Gnv lancia un corso di formazione per ridurre il rischio collisione con la fauna marina [post_date] => 2024-04-05T11:26:22+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712316382000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464908 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => JetBlue potenzia il network transatlantico con l'apertura della rotta da Boston a Parigi Charles de Gaulle, che si aggiunge al collegamento lanciato la scorsa estate da New York Jfk; oltre a Parigi, JetBlue offre un servizio giornaliero per Londra, Amsterdam e, recentemente, ha avviato un volo stagionale per Dublino da Boston. "La risposta al nostro volo New York-Parigi è stata travolgente e non vedevamo l'ora di aggiungere un volo giornaliero anche da Boston" ha dichiarato Dave Clark, responsabile delle entrate e della pianificazione della compagnia. I voli saranno effettuati ogni giorno con un Airbus A321Lr configurato con 24 poltrone Mint Suite® ridisegnate, 114 poltrone in economy class e gli interni della cabina Airspace. Dal prossimo 20 giugno JetBlue prevede di aggiungere un secondo volo giornaliero sulla rotta dal Jfk di New York a Parigi. [post_title] => JetBlue: operativa la nuova rotta giornaliera da Boston a Parigi Cdg [post_date] => 2024-04-05T10:03:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712311405000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464876 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ci sono anche uno sconto del 10% a partire dal primo noleggio, e altri vantaggi relativi al noleggio auto, tra le novità del programma Avis Preferred, che si arricchisce di nuovi premi e servizi. La versione rinnovata del piano fedeltà di Avis Budget Group include inoltre il servizio prioritario che, grazie al contratto già pronto e alla vettura disponibile, consente di evitare la coda al momento del ritiro dell’auto; l'accesso a offerte esclusive con partner di viaggio selezionati, delle quali poter usufruire anche senza aver mai effettuato un noleggio; raggiunti i cinque noleggi e una spesa annua di mille euro permette inoltre accedere ad Avis Preferred Plus, upgrade di vettura (soggetto a disponibilità) e seconda guida gratuita; raggiunti i dieci noleggi e una spesa annua di 2 mila euro si passa invece al livello President's Club, usufruendo di ulteriori vantaggi, tra cui l'upgrade di vettura garantito e il double upgrade nei weekend (soggetti a disponibilità), oltre alla seconda guida e all'assistenza stradale Plus gratuiti. L'iscrizione ad Avis Preferred include inoltre l’accesso ad alcune offerte dei partner: 10% di sconto sulle avventure Viator: dai tour della città alle gite in barca, dai corsi di cucina agli sport adrenalinici; 12% di sconto sui Lounge Pass per le lounge aeroportuali: prenotabili in anticipo, offrono sconti sull'accesso a 600 lounge in 350 aeroporti; fino al 30% di sconto sull'iscrizione alle lounge aeroportuali con Priority Pass, un abbonamento che dà accesso a 1.300 lounge in tutto il mondo; fino al 55% di sconto su Photobox, per trasformare i ricordi delle vacanze in regali personalizzati e altro ancora. "Il nostro programma fedeltà, introdotto negli anni '80, è stato sin dall’inizio oggetto di costante innovazione per offrire una sempre migliore esperienza di noleggio ai clienti– commenta Gianluca Testa, managing director, Southern Europe, Uk e European Central operations di Avis Budget Group –. I risultati delle nostra ricerche hanno rivelato alcune difficoltà da parte dei clienti ad accedere a premi e vantaggi se non si noleggia abbastanza frequentemente: da questa evidenza nasce la nostra scelta di ideare una nuova versione del programma, in cui l’accesso ai benefit e ai premi più rilevanti è immediato”. [post_title] => Avis potenzia il proprio programma Preferred con nuovi premi immediati [post_date] => 2024-04-04T12:20:35+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712233235000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte dalla Spezia un progetto pilota, con il lancio dell’area turistica ligure-apuana composta da 66 comuni. L'obiettivo è quello di sviluppare un’offerta turistica intrinsecamente legata alla concezione di un territorio interconnesso e interattivo, dove le esperienze di viaggio non sono limitate da confini geografici, ma si estendono fluidamente attraverso paesaggi diversificati e suggestivi. Per questo è stato siglato dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, in rappresentanza dei comuni aderenti all’area vasta, e dal Ministro del Turismo Daniela Santanchè, alla presenza dell’Assessore Maria Grazia Frijia, del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell’Assessore Regionale al Turismo Augusto Sartori, il protocollo d'intesa con il Ministero del Turismo per la promozione turistica dell’Area vasta Ligure Apuana attraverso l’hub digitale del turismo – italia.it. L’Area Vasta, di cui il Comune della Spezia è ideatore e promotore, rappresenta il primo modello nazionale teso alla promozione di un turismo coordinato e integrato tra i 66 Comuni compresi nella provincia della Spezia, del  "Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara", e dei Comuni del "Distretto Turistico delle Valli di Apua": «La Spezia lancia un progetto che vuole essere un modello nazionale per un turismo capace di guardare oltre i confini territoriali – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – ogni area presenta un patrimonio culturale, storico, paesaggistico ed enogastronomico molto vario e il progetto intende integrare tra loro le particolarità di ognuno dei 66 comuni aderenti con la finalità di ampliare l’offerta turistica, andando incontro alle esigenze di un pubblico sempre più internazionale ed offrendo esperienze diversificate che consentiranno di vivere il territorio 365 giorni l’anno. La specifica collocazione geografica nella quale ci troviamo rappresenta un importante punto di forza, così come le unicità che abbiamo il privilegio di poter annoverare nel territorio dell’Area Vasta». «È un progetto molto intelligente che va nella direzione del Piano Strategico del Turismo- commenta il Ministro del Turismo Daniela Santanchè  -. Mettere insieme sessantasei comuni – continua il Ministro- e aver superato i confini regionali nell’interesse di quelle che sono le sinergie, i servizi e le bellezze naturalistiche della nostra Italia ha portato a compiere un grandissimo lavoro. E ringrazio tutti coloro che hanno partecipato per mettere insieme il progetto dell’ALA. Il Progetto fa emergere un interesse comune, un interesse di squadra che abbandona i personalismi, e che alla fine non danno i risultati che si potrebbero avere lavorando in sinergia. Superare gli egoismi significa lasciare più soldi nei territori, facendo vivere queste comunità solo, o prevalentemente, di turismo». Con il protocollo d’intesa siglato questa mattina, il Ministero del turismo si impegna a dare visibilità prioritaria sull’Hub Digitale del Turismo (TDH), attraverso il portale Italia.it, ai territori dell’Area Vasta Ligure Apuana e a promuovere tutti gli attrattori e gli operatori turistici coinvolti in azioni, attività e progetti nel settore turistico; fornire supporto in sede di integrazione dei contenuti, nel rispetto dell’interfaccia grafica e dello standard comunicativo propri dell’Hub Digitale del Turismo e in coerenza con le linee guida di interoperabilità adottate; pubblicare i contenuti, resi disponibili dall’Area Vasta Ligure Apuana, dagli enti che ne fanno parte e i Comuni ricompresi nel suo territorio, nel rispetto del piano editoriale del portale Italia.it, valorizzando e promuovendo i percorsi tematici proposti.   «La Spezia – aggiunge l’assessore regionale al turismo  Augusto Sartori - svolge una fondamentale funzione di regia nell’ambito del progetto Area Vasta Ligure Apuana, insieme all’Alta Toscana e alla Lunigiana, che ha come scopo lavorare insieme in una partnership virtuosa capace di generare esperienze immersive e personalizzate da vivere in tutte le stagioni dell’anno. A ciò si collega la prima edizione di Bitesp che avrà luogo tra qualche giorno proprio alla Spezia e che rappresenta un riconoscimento del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale, affiancata dalle azioni della Regione, che ha portato ad un sostanziale cambiamento della percezione della città sempre più posizionata come destinazione turistica con un ruolo centrale e non più di supporto». Hanno aderito al protocollo di Area Vasta i Comuni di: La Spezia, Sarzana,   Santo Stefano  Magra,  Luni, Castelnuovo Magra,  Ameglia,   Arcola,   Vezzano Ligure, Calice al Cornoviglio, Bolano,  Rocchetta  Vara,  Sesta Godano,  Zignago,  Lerici,  Portovenere,  Riomaggiore,  Vernazza,  Bonassola,  Deiva Marina,  Framura, Levanto, Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Carro,  Carrodano,  Follo,  Maissana,  Pignone,  Ricco del Golfo,  Varese Ligure,  Massa,  Carrara.,  Pontremoli,  Filattiera,  Villafranca in Lunigiana,  Bagnone,  Licciana Nardi,  Aulla,  Fivizzano,  Fosdinovo,  Casola in Lunigiana,  Comano,  Podenzana,  Mulazzo,  Tresana, Zeri,  Minucciano, Camporgiano, Piazza al Serchio,  Sillano-Giuncugnano, Castelnuovo  Garfagnana, Pieve Fosciana, Fosciandora, Molazzana, Villa Collemanna,  Careggine, Barga, Gallicano, Fabbriche  Vergemoli, Coreglia Antelminelli, Bagni  Lucca, Pescaglia,  Borgo a Mozzano, San Romano in Garfagnana,  Castiglione  Garfagnana     [post_title] => Area Vasta Ligure Apuana, dalla Spezia il primo modello nazionale per la promozione integrata di 66 comuni [post_date] => 2024-04-03T12:35:15+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712147715000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464784 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con una giravolta degna del miglior trapezista, il nostro ministro del turismo Daniela Santanchè ha deciso che non serve più contare i turisti che arrivano in Italia. La frase esattamente è questa: "Non dobbiamo contare quanti turisti arrivano, ma quanti soldi lasciano perché abbiamo ancora un gap con il resto dei Paesi turistici d'Europa. Non è più il tempo di contare le teste. Appropriamoci dell'orgoglio di essere italiani e diamo valore al nostro Paese". Quindi visto che alcuni turisti non sono "altospendenti", per usare il gergo di coloro che non sanno nulla della nostra lingua e coniano parole asservite al profitto, allora cosa bisogna fare? Respingerli alla frontiera? Mettiamo per esempio i tedeschi che arrivano in massa sulle spiagge e nelle città italiane ma che non sono fra i turisti più spendaccioni, che ci facciamo con i tedeschi? Li rimandiamo a casa? Li convinciamo a spendere di più? Facciamo loro un master (a pagamento s'intende) finalizzato alla spesa? Unwto Non si riesce a capire da dove arrivi questa svolta. Probabilmente  gli analisti le avranno detto che non riusciremo neanche nel 2024 a risalire la china. Che saremo sempre il terzo o quarto paese al mondo e quindi lei ha virato sulla spesa. Ci dispiace però informare il ministro che in tutto il mondo i turisti si contano in primo luogo a numero, e poi a spesa. Basta leggere un rapporto dell'Unwto per capire che le cose stanno così. Non c'è niente da fare. Ultima chiosa: cosa c'entra la spesa dei turisti con l'orgoglio di essere italiani?  Giuseppe Aloe [post_title] => Santanchè: "Non contiamo più i turisti ma la spesa". Un'altra giravolta [post_date] => 2024-04-03T11:15:41+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712142941000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464759 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una nuova soluzione digitale dedicata a gestori di parcheggi e albergatori, pensata per semplificare le operazioni, migliorare l'esperienze degli ospiti e aprire nuove opportunità di ricavi. Hub Parking Technology, brand del gruppo Faac, lancia J4H. "In un'epoca in cui le esperienze digitali stanno ridisegnando i soggiorni in hotel, J4H soddisfa la crescente domanda di una perfetta integrazione, che in ultima analisi porta a ospiti più felici, a uno staff alberghiero più efficiente e a un aumento del potenziale di guadagno", sottolinea Robert Kempton, business unit director di Hub Parking Technology. J4H permette tra le altre cose  la sostituzione dei tradizionali sistemi di parcheggio con un'applicazione web accessibile da qualsiasi hospitality desk, a sua volta in grado di interfacciarsi con un unica piattaforma; fornisce opzioni di codice Qr o riconoscimento della targa, eliminando la necessità di biglietti fisici; garantisce l'emissione rapida e semplice dei pass per gli ospiti da parte del personale del front desk in soli tre passaggi, migliorando l'efficienza del check-in. Consente inoltre il monitoraggio in tempo reale dei dati sull'utilizzo dei pass e sui pagamenti in eccesso, per una fatturazione accurata e potenziali entrate aggiuntive per gli operatori. Genera rapporti dedicati sulle prestazioni e ricavi dei parcheggi. Permette infine la definizione di politiche di accesso e tariffe di overstay per adattarsi a hotel di diverse dimensioni e scenari di parcheggio, dando la possibilità agli ospiti di ricevere pass all'arrivo, richiederli online durante la prenotazione della camera o convertire i biglietti transitori in pass per gli ospiti. [post_title] => Il gruppo Faac lancia J4H: soluzione digitale ad hoc per la gestione dei parcheggi degli hotel [post_date] => 2024-04-03T10:08:32+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712138912000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464502 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una mappa stilizzata dei porti principali cui la flotta Msc attracca: Dubai, Copenaghen e Miami si connettono in un unico grande flusso marittimo a Napoli. E' questo il tema della maglia limited edition Everywhere Jersey, quinta divisa stagionale del sodalizio tra la compagnia crocieristica e il Napoli.  “La presentazione della quinta e ultima maglia gara della stagione 23/24 chiude il cerchio iniziato a bordo della Msc World Europa a luglio - commenta il chief revenue officer del Napoli, Tommaso Bianchini -. Il nostro viaggio è partito da Napoli con le prime due maglie della collezione, per poi continuare in Nuova Zelanda con la terza ispirata alla cultura Maori, per tornare su Napoli grazie al kit Halloween che ha celebrato l’antica storia del cimitero delle Fontanelle. Oggi lanciamo in tutto il mondo la Everywhere Jersey, che rappresenta la perfetta fusione con il nostro main partner Msc, portando sulla nostra maglia la rosa dei venti, simbolo per eccellenza della navigazione, e i quattro porti principali raggiunti dalle navi Mdc in tutto il mondo”. “Il nostro 2024 è un viaggio verso la Bellezza a bordo di navi che hanno un profondo rispetto per l'oceano, il pianeta e l’ambiente - aggiunge il vice president Southern Europe di Msc Crociere, Leonardo Massa -. Anche questa maglia rappresenta la bellezza che, attraverso alcune delle destinazioni più prestigiose della compagnia, porta con sé lo spirito del viaggiatore, che vede in ogni porto non solo un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza. Siamo molto contenti di avere una maglia dedicata che incarna appieno questo nostro spirito avventuriero e che interpreta con stile il legame che abbiamo con la città di Napoli e il suo club”. [post_title] => Presentata la quinta maglia ufficiale del sodalizio tra Msc e il Napoli [post_date] => 2024-03-28T10:29:47+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711621787000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464174 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà dedicata al Valore human nell'era dell'Ai la tavola rotonda in programma in occasione dell'ormai tradizionale evento Obiettivo X di Ota Viaggi, in programma tra il 17 e il 19 maggior presso il CdsHotels Porto Giardino. Al confronto parteciperà tra gli altri Carlo Alberto Carnevale Maffè, docente di strategia presso la scuola di direzione aziendale dell'università Bocconi. In programma anche visite ad alcune strutture del territorio, inclusi l’hotel Club Santa Sabina, il Riva Marina Resort e il Pietra Blu Resort & Spa. Tra i partner anche quest’anno ci saranno volti noti, già presenti nelle edizioni precedenti, e nuovi enti e aziende che per la prima volta diventano partecipanti attivi di questo evento. Ecco alcuni dei nomi delle aziende partner: Ita Airways, Frecciarossa, Msc, Idee Per Viaggiare, KappaViaggi, Domina Travel, Gnv, Grimaldi Lines, Moby, Tirrenia, Qatar Airways, Explora Journeys, Tourism Australia, Ente nazionale del turismo cinese, Ente nazionale croato per il turismo, Svizzera Turismo, CdsHotels, Dabby, Radio Turismo, Radio Vacanze, e avcommunication. [post_title] => Ota Viaggi: i primi dettagli su Obiettivo X 2024 [post_date] => 2024-03-25T10:43:15+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711363395000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "gnv rafforza la sicurezza con la mass notification suite di everbridge" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":86,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":467,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465104","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa).\r\nUn traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa).\r\nIn precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni.\r\nAttualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore.\r\nLa completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione.","post_title":"Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system","post_date":"2024-04-09T10:13:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712657607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464945","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Quali comportamenti adottare per ridurre al minimo il rischio di collisione con cetacei e tartarughe marine. Gnv lancia i corsi di formazione per la “conservazione della biodiversità e rischio di collisione” destinati a oltre 100 tra comandanti e ufficiali delle proprie navi. L'iniziativa è organizzata insieme a fondazione Cima nell’ambito del progetto Life Conceptu Maris.\r\n\r\nDurante il percorso di training, alcuni ricercatori spiegheranno ai partecipanti come individuare e determinare le specie, fornendo loro gli strumenti per poter segnalare gli avvistamenti all’interno di un’apposita piattaforma volta a condividere l’informazione con capitanerie e altre imbarcazioni in tempo reale. Tramite tali segnalazioni, non solo verrà svolto un lavoro di prevenzione delle collisioni con la fauna marina, ma verrà dato anche un contributo importante alla raccolta di dati per il monitoraggio e il censimento delle specie che abitano il Mediterraneo.\r\n\r\n“Come Gnv siamo da anni partner della fondazione Cima, impegnati a supporto del progetto Life Conceptu Maris, perché crediamo fermamente nella necessità di tutelare la biodiversità - spiega l'energy & environmental compliance manager della compagnia del gruppo Msc, Mattia Canevari -. Per questo, dal 2019, ospitiamo a bordo delle nostre navi ricercatori e studiosi per il monitoraggio della macro-fauna marina, del traffico marittimo e dei rifiuti marini galleggianti, oltre che per il rilevamento di microscopiche tracce di dna per comprendere al meglio la distribuzione delle specie”.","post_title":"Gnv lancia un corso di formazione per ridurre il rischio collisione con la fauna marina","post_date":"2024-04-05T11:26:22+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712316382000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464908","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"JetBlue potenzia il network transatlantico con l'apertura della rotta da Boston a Parigi Charles de Gaulle, che si aggiunge al collegamento lanciato la scorsa estate da New York Jfk; oltre a Parigi, JetBlue offre un servizio giornaliero per Londra, Amsterdam e, recentemente, ha avviato un volo stagionale per Dublino da Boston.\r\n\r\n\"La risposta al nostro volo New York-Parigi è stata travolgente e non vedevamo l'ora di aggiungere un volo giornaliero anche da Boston\" ha dichiarato Dave Clark, responsabile delle entrate e della pianificazione della compagnia.\r\n\r\nI voli saranno effettuati ogni giorno con un Airbus A321Lr configurato con 24 poltrone Mint Suite® ridisegnate, 114 poltrone in economy class e gli interni della cabina Airspace.\r\n\r\nDal prossimo 20 giugno JetBlue prevede di aggiungere un secondo volo giornaliero sulla rotta dal Jfk di New York a Parigi.","post_title":"JetBlue: operativa la nuova rotta giornaliera da Boston a Parigi Cdg","post_date":"2024-04-05T10:03:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712311405000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464876","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ci sono anche uno sconto del 10% a partire dal primo noleggio, e altri vantaggi relativi al noleggio auto, tra le novità del programma Avis Preferred, che si arricchisce di nuovi premi e servizi. La versione rinnovata del piano fedeltà di Avis Budget Group include inoltre il servizio prioritario che, grazie al contratto già pronto e alla vettura disponibile, consente di evitare la coda al momento del ritiro dell’auto; l'accesso a offerte esclusive con partner di viaggio selezionati, delle quali poter usufruire anche senza aver mai effettuato un noleggio; raggiunti i cinque noleggi e una spesa annua di mille euro permette inoltre accedere ad Avis Preferred Plus, upgrade di vettura (soggetto a disponibilità) e seconda guida gratuita; raggiunti i dieci noleggi e una spesa annua di 2 mila euro si passa invece al livello President's Club, usufruendo di ulteriori vantaggi, tra cui l'upgrade di vettura garantito e il double upgrade nei weekend (soggetti a disponibilità), oltre alla seconda guida e all'assistenza stradale Plus gratuiti.\r\n\r\nL'iscrizione ad Avis Preferred include inoltre l’accesso ad alcune offerte dei partner: 10% di sconto sulle avventure Viator: dai tour della città alle gite in barca, dai corsi di cucina agli sport adrenalinici; 12% di sconto sui Lounge Pass per le lounge aeroportuali: prenotabili in anticipo, offrono sconti sull'accesso a 600 lounge in 350 aeroporti; fino al 30% di sconto sull'iscrizione alle lounge aeroportuali con Priority Pass, un abbonamento che dà accesso a 1.300 lounge in tutto il mondo; fino al 55% di sconto su Photobox, per trasformare i ricordi delle vacanze in regali personalizzati e altro ancora.\r\n\r\n\"Il nostro programma fedeltà, introdotto negli anni '80, è stato sin dall’inizio oggetto di costante innovazione per offrire una sempre migliore esperienza di noleggio ai clienti– commenta Gianluca Testa, managing director, Southern Europe, Uk e European Central operations di Avis Budget Group –. I risultati delle nostra ricerche hanno rivelato alcune difficoltà da parte dei clienti ad accedere a premi e vantaggi se non si noleggia abbastanza frequentemente: da questa evidenza nasce la nostra scelta di ideare una nuova versione del programma, in cui l’accesso ai benefit e ai premi più rilevanti è immediato”.","post_title":"Avis potenzia il proprio programma Preferred con nuovi premi immediati","post_date":"2024-04-04T12:20:35+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712233235000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464778","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte dalla Spezia un progetto pilota, con il lancio dell’area turistica ligure-apuana composta da 66 comuni.\r\n\r\nL'obiettivo è quello di sviluppare un’offerta turistica intrinsecamente legata alla concezione di un territorio interconnesso e interattivo, dove le esperienze di viaggio non sono limitate da confini geografici, ma si estendono fluidamente attraverso paesaggi diversificati e suggestivi.\r\n\r\nPer questo è stato siglato dal Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, in rappresentanza dei comuni aderenti all’area vasta, e dal Ministro del Turismo Daniela Santanchè, alla presenza dell’Assessore Maria Grazia Frijia, del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e dell’Assessore Regionale al Turismo Augusto Sartori, il protocollo d'intesa con il Ministero del Turismo per la promozione turistica dell’Area vasta Ligure Apuana attraverso l’hub digitale del turismo – italia.it.\r\n\r\nL’Area Vasta, di cui il Comune della Spezia è ideatore e promotore, rappresenta il primo modello nazionale teso alla promozione di un turismo coordinato e integrato tra i 66 Comuni compresi nella provincia della Spezia, del  \"Distretto Turistico Val di Magra e Unione dei Comuni della Val di Vara\", e dei Comuni del \"Distretto Turistico delle Valli di Apua\":\r\n\r\n«La Spezia lancia un progetto che vuole essere un modello nazionale per un turismo capace di guardare oltre i confini territoriali – dichiara il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini – ogni area presenta un patrimonio culturale, storico, paesaggistico ed enogastronomico molto vario e il progetto intende integrare tra loro le particolarità di ognuno dei 66 comuni aderenti con la finalità di ampliare l’offerta turistica, andando incontro alle esigenze di un pubblico sempre più internazionale ed offrendo esperienze diversificate che consentiranno di vivere il territorio 365 giorni l’anno. La specifica collocazione geografica nella quale ci troviamo rappresenta un importante punto di forza, così come le unicità che abbiamo il privilegio di poter annoverare nel territorio dell’Area Vasta».\r\n\r\n«È un progetto molto intelligente che va nella direzione del Piano Strategico del Turismo- commenta il Ministro del Turismo Daniela Santanchè  -. Mettere insieme sessantasei comuni – continua il Ministro- e aver superato i confini regionali nell’interesse di quelle che sono le sinergie, i servizi e le bellezze naturalistiche della nostra Italia ha portato a compiere un grandissimo lavoro. E ringrazio tutti coloro che hanno partecipato per mettere insieme il progetto dell’ALA. Il Progetto fa emergere un interesse comune, un interesse di squadra che abbandona i personalismi, e che alla fine non danno i risultati che si potrebbero avere lavorando in sinergia. Superare gli egoismi significa lasciare più soldi nei territori, facendo vivere queste comunità solo, o prevalentemente, di turismo».\r\n\r\nCon il protocollo d’intesa siglato questa mattina, il Ministero del turismo si impegna a dare visibilità prioritaria sull’Hub Digitale del Turismo (TDH), attraverso il portale Italia.it, ai territori dell’Area Vasta Ligure Apuana e a promuovere tutti gli attrattori e gli operatori turistici coinvolti in azioni, attività e progetti nel settore turistico; fornire supporto in sede di integrazione dei contenuti, nel rispetto dell’interfaccia grafica e dello standard comunicativo propri dell’Hub Digitale del Turismo e in coerenza con le linee guida di interoperabilità adottate; pubblicare i contenuti, resi disponibili dall’Area Vasta Ligure Apuana, dagli enti che ne fanno parte e i Comuni ricompresi nel suo territorio, nel rispetto del piano editoriale del portale Italia.it, valorizzando e promuovendo i percorsi tematici proposti.\r\n\r\n \r\n\r\n«La Spezia – aggiunge l’assessore regionale al turismo  Augusto Sartori - svolge una fondamentale funzione di regia nell’ambito del progetto Area Vasta Ligure Apuana, insieme all’Alta Toscana e alla Lunigiana, che ha come scopo lavorare insieme in una partnership virtuosa capace di generare esperienze immersive e personalizzate da vivere in tutte le stagioni dell’anno. A ciò si collega la prima edizione di Bitesp che avrà luogo tra qualche giorno proprio alla Spezia e che rappresenta un riconoscimento del percorso intrapreso dall’amministrazione comunale, affiancata dalle azioni della Regione, che ha portato ad un sostanziale cambiamento della percezione della città sempre più posizionata come destinazione turistica con un ruolo centrale e non più di supporto».\r\n\r\nHanno aderito al protocollo di Area Vasta i Comuni di:\r\n\r\nLa Spezia, Sarzana,   Santo Stefano  Magra,  Luni, Castelnuovo Magra,  Ameglia,   Arcola,   Vezzano Ligure, Calice al Cornoviglio, Bolano,  Rocchetta  Vara,  Sesta Godano,  Zignago,  Lerici,  Portovenere,  Riomaggiore,  Vernazza,  Bonassola,  Deiva Marina,  Framura, Levanto, Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Carro,  Carrodano,  Follo,  Maissana,  Pignone,  Ricco del Golfo,  Varese Ligure,  Massa,  Carrara.,  Pontremoli,  Filattiera,  Villafranca in Lunigiana,  Bagnone,  Licciana Nardi,  Aulla,  Fivizzano,  Fosdinovo,  Casola in Lunigiana,  Comano,  Podenzana,  Mulazzo,  Tresana, Zeri,  Minucciano, Camporgiano, Piazza al Serchio,  Sillano-Giuncugnano, Castelnuovo  Garfagnana, Pieve Fosciana, Fosciandora, Molazzana, Villa Collemanna,  Careggine, Barga, Gallicano, Fabbriche  Vergemoli, Coreglia Antelminelli, Bagni  Lucca, Pescaglia,  Borgo a Mozzano, San Romano in Garfagnana,  Castiglione  Garfagnana\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Area Vasta Ligure Apuana, dalla Spezia il primo modello nazionale per la promozione integrata di 66 comuni","post_date":"2024-04-03T12:35:15+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712147715000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464784","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con una giravolta degna del miglior trapezista, il nostro ministro del turismo Daniela Santanchè ha deciso che non serve più contare i turisti che arrivano in Italia. La frase esattamente è questa: \"Non dobbiamo contare quanti turisti arrivano, ma quanti soldi lasciano perché abbiamo ancora un gap con il resto dei Paesi turistici d'Europa. Non è più il tempo di contare le teste. Appropriamoci dell'orgoglio di essere italiani e diamo valore al nostro Paese\".\r\n\r\nQuindi visto che alcuni turisti non sono \"altospendenti\", per usare il gergo di coloro che non sanno nulla della nostra lingua e coniano parole asservite al profitto, allora cosa bisogna fare? Respingerli alla frontiera? Mettiamo per esempio i tedeschi che arrivano in massa sulle spiagge e nelle città italiane ma che non sono fra i turisti più spendaccioni, che ci facciamo con i tedeschi? Li rimandiamo a casa? Li convinciamo a spendere di più? Facciamo loro un master (a pagamento s'intende) finalizzato alla spesa?\r\nUnwto\r\nNon si riesce a capire da dove arrivi questa svolta. Probabilmente  gli analisti le avranno detto che non riusciremo neanche nel 2024 a risalire la china. Che saremo sempre il terzo o quarto paese al mondo e quindi lei ha virato sulla spesa. Ci dispiace però informare il ministro che in tutto il mondo i turisti si contano in primo luogo a numero, e poi a spesa. Basta leggere un rapporto dell'Unwto per capire che le cose stanno così. Non c'è niente da fare.\r\n\r\nUltima chiosa: cosa c'entra la spesa dei turisti con l'orgoglio di essere italiani? \r\n\r\nGiuseppe Aloe","post_title":"Santanchè: \"Non contiamo più i turisti ma la spesa\". Un'altra giravolta","post_date":"2024-04-03T11:15:41+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1712142941000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464759","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una nuova soluzione digitale dedicata a gestori di parcheggi e albergatori, pensata per semplificare le operazioni, migliorare l'esperienze degli ospiti e aprire nuove opportunità di ricavi. Hub Parking Technology, brand del gruppo Faac, lancia J4H. \"In un'epoca in cui le esperienze digitali stanno ridisegnando i soggiorni in hotel, J4H soddisfa la crescente domanda di una perfetta integrazione, che in ultima analisi porta a ospiti più felici, a uno staff alberghiero più efficiente e a un aumento del potenziale di guadagno\", sottolinea Robert Kempton, business unit director di Hub Parking Technology.\r\n\r\nJ4H permette tra le altre cose  la sostituzione dei tradizionali sistemi di parcheggio con un'applicazione web accessibile da qualsiasi hospitality desk, a sua volta in grado di interfacciarsi con un unica piattaforma; fornisce opzioni di codice Qr o riconoscimento della targa, eliminando la necessità di biglietti fisici; garantisce l'emissione rapida e semplice dei pass per gli ospiti da parte del personale del front desk in soli tre passaggi, migliorando l'efficienza del check-in. Consente inoltre il monitoraggio in tempo reale dei dati sull'utilizzo dei pass e sui pagamenti in eccesso, per una fatturazione accurata e potenziali entrate aggiuntive per gli operatori. Genera rapporti dedicati sulle prestazioni e ricavi dei parcheggi. Permette infine la definizione di politiche di accesso e tariffe di overstay per adattarsi a hotel di diverse dimensioni e scenari di parcheggio, dando la possibilità agli ospiti di ricevere pass all'arrivo, richiederli online durante la prenotazione della camera o convertire i biglietti transitori in pass per gli ospiti.","post_title":"Il gruppo Faac lancia J4H: soluzione digitale ad hoc per la gestione dei parcheggi degli hotel","post_date":"2024-04-03T10:08:32+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1712138912000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464502","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una mappa stilizzata dei porti principali cui la flotta Msc attracca: Dubai, Copenaghen e Miami si connettono in un unico grande flusso marittimo a Napoli. E' questo il tema della maglia limited edition Everywhere Jersey, quinta divisa stagionale del sodalizio tra la compagnia crocieristica e il Napoli. \r\n\r\n“La presentazione della quinta e ultima maglia gara della stagione 23/24 chiude il cerchio iniziato a bordo della Msc World Europa a luglio - commenta il chief revenue officer del Napoli, Tommaso Bianchini -. Il nostro viaggio è partito da Napoli con le prime due maglie della collezione, per poi continuare in Nuova Zelanda con la terza ispirata alla cultura Maori, per tornare su Napoli grazie al kit Halloween che ha celebrato l’antica storia del cimitero delle Fontanelle. Oggi lanciamo in tutto il mondo la Everywhere Jersey, che rappresenta la perfetta fusione con il nostro main partner Msc, portando sulla nostra maglia la rosa dei venti, simbolo per eccellenza della navigazione, e i quattro porti principali raggiunti dalle navi Mdc in tutto il mondo”.\r\n\r\n“Il nostro 2024 è un viaggio verso la Bellezza a bordo di navi che hanno un profondo rispetto per l'oceano, il pianeta e l’ambiente - aggiunge il vice president Southern Europe di Msc Crociere, Leonardo Massa -. Anche questa maglia rappresenta la bellezza che, attraverso alcune delle destinazioni più prestigiose della compagnia, porta con sé lo spirito del viaggiatore, che vede in ogni porto non solo un punto di arrivo, ma anche un punto di partenza. Siamo molto contenti di avere una maglia dedicata che incarna appieno questo nostro spirito avventuriero e che interpreta con stile il legame che abbiamo con la città di Napoli e il suo club”.","post_title":"Presentata la quinta maglia ufficiale del sodalizio tra Msc e il Napoli","post_date":"2024-03-28T10:29:47+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711621787000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464174","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà dedicata al Valore human nell'era dell'Ai la tavola rotonda in programma in occasione dell'ormai tradizionale evento Obiettivo X di Ota Viaggi, in programma tra il 17 e il 19 maggior presso il CdsHotels Porto Giardino. Al confronto parteciperà tra gli altri Carlo Alberto Carnevale Maffè, docente di strategia presso la scuola di direzione aziendale dell'università Bocconi.\r\n\r\nIn programma anche visite ad alcune strutture del territorio, inclusi l’hotel Club Santa Sabina, il Riva Marina Resort e il Pietra Blu Resort & Spa. Tra i partner anche quest’anno ci saranno volti noti, già presenti nelle edizioni precedenti, e nuovi enti e aziende che per la prima volta diventano partecipanti attivi di questo evento. Ecco alcuni dei nomi delle aziende partner: Ita Airways, Frecciarossa, Msc, Idee Per Viaggiare, KappaViaggi, Domina Travel, Gnv, Grimaldi Lines, Moby, Tirrenia, Qatar Airways, Explora Journeys, Tourism Australia, Ente nazionale del turismo cinese, Ente nazionale croato per il turismo, Svizzera Turismo, CdsHotels, Dabby, Radio Turismo, Radio Vacanze, e avcommunication.","post_title":"Ota Viaggi: i primi dettagli su Obiettivo X 2024","post_date":"2024-03-25T10:43:15+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711363395000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti