19 May 2024

Costa Toscana protagonista a Sanremo: ospiterà i collegamenti di Orietta Berti e Fabio Rovazzi

[ 0 ]

Costa Toscana farà da palcoscenico galleggiante per i collegamenti in diretta di due star delle passate edizioni del Festival: Orietta Berti e Fabio Rovazzi. Insieme a loro ci saranno artisti italiani d’eccezione, che si esibiranno ogni sera sul palco di uno dei teatri della nave. In occasione della settantaduesima edizione della kermesse sanremese, la musica arriva per la prima volta anche sul mare, grazie a una nuova collaborazione tra Costa Crociere e Rai Pubblicità, con la Toscana che fa ancora una volta da palcoscenico d’eccezione di un evento glamour, dopo essere stata  scelta dalla top model e imprenditrice Jessica Minh Anh per il suo ritorno in passerella. La Toscana sarà una presenza fissa al Festival non solo in televisione, su Rai Uno, ma anche in radio. Infatti, La trasmissione Tre per due di Rai Radio Due, con i Gemelli di Guidonia, accompagnati dalla band Stefano Signoroni & the Mc, si trasferirà a bordo della nave per tutta la durata del Festival.

“Costa Crociere torna a Sanremo da protagonista, con un’iniziativa mai realizzata in precedenza – commenta il direttore generale della compagnia, Mario Zanetti -. Per la prima volta porteremo la musica del Festival sul mare, a bordo della Toscana. La nostra nuova nave non solo è all’avanguardia in materia di sostenibilità ambientale, ma è anche un magnifico e spettacolare luogo di vacanza, dove divertirsi e condividere emozioni: il set ideale per un evento come il Festival di Sanremo. Inoltre, ci auguriamo che la nostra iniziativa possa sostenere la ripresa del settore turistico, di cui l’Italia ha tanto bisogno”.

Orietta Berti e Fabio Rovazzi saranno anche gli interpreti di una divertente web serie, trasmessa sui canali social di Costa, che racconterà la loro esperienza sulla Toscana al festival di Sanremo e permetterà di scoprire la nuova nave. I sei episodi sono stati ideati dallo stesso Fabio Rovazzi insieme a Hello, agenzia social media di Costa, e scritti da Matteo Grandi, con regia di Carlani e Dogana, e produzione a cura di Don’t Movie.

“Parteciperemo al Festival di Sanremo con un’operazione davvero unica, in cui la nostra Toscana diventerà parte integrante dello show televisivo più seguito dagli italiani – aggiunge il senior vice president & chief commercial officer di Costa, Roberto Alberti -. Grazie a questa iniziativa avremo la possibilità di far scoprire la nuova ammiraglia in maniera originale e di grande impatto. La Toscana è infatti una piattaforma straordinaria di intrattenimento e innovazione, che si combina perfettamente con un prodotto su cui stiamo investendo per introdurre tante novità. Per un’esperienza che anche i nostri ospiti potranno vivere a partire dal 5 marzo, quando la nave salperà per la sua prima crociera”.

La nave è attualmente ormeggiata in rada a circa un chilometro dal porto di Sanremo, dove è arrivata il 30 gennaio e si fermerà sino al 6 febbraio. A bordo non è prevista la presenza di pubblico, ma solo delle persone che contribuiranno a realizzare gli eventi, oltre ai membri dell’equipaggio. Per l’occasione è stato anche sviluppato e condiviso con le autorità sanitarie preposte uno speciale protocollo sanitario.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467579 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Le prime indiscrezioni erano filtrate già più di due anni fa, ma ora arriva la conferma ufficiale: i Villini Sallustiani di Roma, che Merope Asset Management ha acquistato nel 2021 da Colony Capital, diventeranno la quinta proprietà Mandarin Oriental in Italia. La novità, la cui inaugurazione è prevista per il 2026, seguirà infatti gli hotel già operativi di Milano, del lago di Como e le già annunciate aperture di Cortina d’Ampezzo e Porto Cervo. Il complesso si trova all'interno del sito archeologico dei Giardini di Sallustio, situato tra le vie Piemonte e Sallustiana. Il Mandarin Oriental, Rome si svilupperà su un'area di oltre 18 mila metri quadrati, che ospita dieci villini del diciannovesimo secolo immersi in un parco. Le ville a loro volta ospiteranno 108 camere e suite, alcune dotate di giardino e terrazza privata. Nell’ambito dell’accordo raggiunto con Mandarin Oriental, Merope si occuperà degli interventi di riqualificazione e restauro, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, così come della gestione pluriennale della nuova struttura. Dopo un lungo lavoro di interlocuzione con l’amministrazione comunale, l’assemblea capitolina ha infatti recentemente approvato la proposta di permesso di costruire in deroga, con relativo cambio d’uso dell’area, da residenziale a ricettiva un passaggio determinante per la realizzazione del progetto. Il masterplan del progetto e l’intervento di riqualificazione e restauro dei villini, che verrà eseguito preservandone lo stile architettonico tipico del diciannovesimo secolo, è stato affidato a Bms, mentre l’interior design sarà curato dal duo francese Gilles&Boissier. L’f&b sarà affidato a DimoreStudio; P'arcnouveau è infine lo studio internazionale di architettura paesaggistica che si occuperà del verde. All’interno del complesso, gli ospiti potranno provare sei ristoranti e bar in diversi ambienti, a cui si aggiungerà la possibilità di scegliere se cenare all’aperto, oppure all’interno delle ville. Il Mandarin Bar sarà situato su un’ampia terrazza panoramica con vista sulla città. La Spa at Mandarin Oriental proporrà un’ampia gamma di esperienze benessere del gruppo. Gli amanti del fitness avranno a disposizione macchinari di ultima generazione, un’ampia piscina coperta oltre a quelle esterne che sorgeranno nel cuore dei giardini. Sei sale per i trattamenti, una suite vip, stanze termali e una terrazza completano l’offerta di benessere. [post_title] => Mandarin Oriental sbarca a Roma: aprirà nel 2026 nel complesso dei Villini Sallustiani [post_date] => 2024-05-17T11:54:14+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715946854000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467467 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467468" align="alignleft" width="300"] Adriano Apicella[/caption] Entra nel vivo la  nuova opportunità di business riservata alle agenzie del Network che, con il lancio della sezione dedicata ai viaggi sul portale Viaggi.Conad.it, avranno la possibilità di gestire le prenotazioni di vacanze e crociere riservate ai possessori di Carta Insieme e Carta Insieme Più Conad. Tutte le proposte viaggi e crociere saranno prenotabili esclusivamente attraverso le Agenzie del Network che hanno aderito al progetto. L’obiettivo della partnership, attiva dai primi mesi del 2024, è offrire un’esperienza integrata di acquisto ai quasi 12 milioni di famiglie clienti Conad, che scelgono l’insegna ogni settimana. I titolari delle carte fedeltà Conad, oltre 8 milioni in tutta Italia, avranno accesso a proposte di viaggio con vantaggi esclusivi  garantiti dal Network.  Le adesioni al progetto stanno crescendo costantemente, con già oltre 1.300 Agenzie presenti nello store locator di Conad Viaggi, presto identificate anche sul territorio come Agenzie Partner HeyConad tramite apposite vetrofanie. “Siamo molto orgogliosi di dare il go live a questa importante partnership che siamo certi garantirà un ulteriore e significativo vantaggio per le agenzie del Network – dichiara Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group –. Viaggi.conad.it rappresenta un innovativo canale di vendita che concretizza in modo evidente la visione del Network: veicolare clientela dal mondo online verso le Agenzie di Viaggi fisiche. L’imponente piano media, gli importanti vantaggi commerciali riservati ai titolari di carta Conad e il nuovo canale viaggi.conad.it rappresentano gli ingredienti principali per il successo dell'iniziativa”.  Partnership Attraverso il Portale Viaggi.Conad.it sarà dunque possibile prenotare online una vacanza selezionando un’agenzia Welcome o Geo dallo Store Locator, richiedere di essere ricontattato dall’agenzia, chiedere supporto al sdervizio clienti Conad tramite Live Chat oppure recarsi fisicamente in agenzia di viaggi  dove, grazie all’utilizzo della Carta Conad sarà possibile beneficiare delle proposte dedicate. Anche le pratiche che richiedono il supporto del servizio clienti Viaggi Conad potranno essere confermate solo tramite le Agenzie del Network. A sostegno del lancio di HeyConad Viaggi, Conad ha avviato una significativa campagna media su TV, radio e piattaforme digitali, volta a promuovere l'iniziativa commerciale, che fino al 30 giugno offre uno sconto fino a 300 euro ai titolari di carta Conad e che darà visibilità alle Agenzie del Network. Lo spot tv, infatti, si conclude con un invito a prenotare il viaggio presso le Agenzie Welcome e Geo aderenti all’iniziativa. La partnership è naturalmente integrata nel piano di comunicazione del Network attraverso tutti i suoi canali di diffusione dando evidenza ai plus commerciali messi a disposizione di Clienti e Agenzie.  Con quasi 12 milioni di famiglie che scelgono il brand Conad ogni settimana, il valore di questo accordo risiede nell’opportunità offerta alle Agenzie della rete di intercettare nuovi Clienti e nuovi target di viaggiatori, grazie alla sinergia fra punti di contatto digitali e punti vendita fisici Conad, con l’introduzione di un nuovo canale di vendita.     [post_title] => Welcome: le agezie del Network entrano nella sezione del portale Viaggi.Conad.it [post_date] => 2024-05-16T10:30:52+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715855452000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467281 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «Promuovere il turismo guatemalteco in tutto il mondo e posizionare il Guatemala come destinazione culturale fra le tre maggiori dell’America Latina»: così Ericka Guillermo, vicedirettore generale di Inguat (Istituto Guatemalteco del Turismo) in occasione del Catm 2024. «Il turismo è la nostra seconda fonte economica, crea posti di lavoro in tutto il Paese. Siamo ricchi di storia, con 3 mila anni dei Maya, una civiltà ancora vivente fra le più antiche da ammirare in ogni angolo del Paese che rappresenta la realtà multiculturale e diversificata della destinazione. Il nostro impegno è anche a garantire sicurezza nel Paese e impulso alle collaborazioni tra pubblico e privato». Il direttore generale di Inguat, Harris Whitbeck, ha inoltre recentemente sostenuto l’importanza offerta dal turismo religioso che gioca un ruolo fondamentale nella promozione e conservazione del patrimonio culturale e spirituale del Guatemala. La destinazione infatti è entrata a far parte della Rete mondiale delle destinazioni del turismo Religioso. Posizionare il Paese anche come destinazione di riferimento per i viaggiatori che cercano esperienze nei luoghi sacri. Il fervore religioso, che anima città e villaggi del paese, è sicuramente uno degli aspetti che salta subito all’occhio, momenti dell’anno durante i quali è impossibile non esserne coinvolti. La Settimana Santa in Guatemala è dichiarata Patrimonio Culturale della Nazione e Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco. I dati di arrivi registrano una media di 3 milioni di visitatori l’anno con un aumento del 6% nel 2023 e in previsione una crescita del 8% per il 2024. Gli operatori turistici presenti al Catm 2024, in Guatemala hanno quindi sperimentato un itinerario all’insegna delle tradizioni, cultura e natura. La regione occidentale offre un mondo affascinante, uno spettacolo folcloristico tra cosmogonia Maya e usanze dei conquistadores, in un sincretismo perfetto di riti religiosi e cultura Maya, una combinazione di bellezze naturali e tradizioni. I parchi e i vulcani attivi consentono inoltre attività di escursionismo ed ecoturismo. La pittoresca e affascinante Antigua, la vecchia capitale, è patrimonio Unesco simbolo dell'eredità coloniale ispanica, circondata da tre vulcani e montagne con piantagioni di caffè. Qui l'offerta alberghiera propone hotel coloniali e boutique di charme, con strutture di alto livello, in un ambiente romantico, perfetto anche per congressi e incontri di lavoro. Il Lago di Atitlán immerge il visitatore nella cultura indigena. Le rappresentazioni di tradizioni millenarie e le esperienze dei popoli Maya si riflettono in ogni ambito della diversità ancestrale storica della regione e offrono molteplici opportunità di incontro con le comunità locali. San Juan, Santa Catarina ne sono un esempio. Il tour in barca, da Panajachel per i villaggi emblematici di Atitlán, è un’esperienza unica e a “colori”. Chichicastenango, ex missione dei frati domenicani, seducente e abbagliante di colori, di rilevanza culturale, storica e turistica, è famosa, oggi, per il suo mercato locale. Qui è stato trovato il Popol Vuh, libro sacro dei popoli Maya che narra l'origine dell'umanità, secondo questa cultura.  La capitale, Città Guatemala, con un patrimonio culturale enorme, è una città cosmopolita con circa 3,5 milioni di abitanti, la più popolosa del Centro America. Da un lato il centro storico, con la cattedrale, il mercato e le botteghe che producono oggetti artigianali, dall’altro l’aspetto moderno della capitale, fatto di centri commerciali, musei, teatri, ristoranti informali e di alta cucina. [gallery ids="467257,467260,467263,467265,467267,467268,467278,467280,467284"]              [post_title] => Il Guatemala cerca un ruolo da protagonista tra le principali mete culturali dell'America Latina [post_date] => 2024-05-14T15:18:24+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( [0] => catm [1] => guatemala ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Catm [1] => Guatemala ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715699904000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467248 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Viaggiare semplice e in modo sostenibile. Per l'estate prende il via la nuova partnership tra Grimaldi Lines e Trenitalia, che prevede il biglietto “treno + nave” per viaggiare in Sicilia e Sardegna, acquistabile in un’unica soluzione. Una nuova opportunità, che offre al mercato dei viaggiatori la possibilità di raggiungere la destinazione a bordo di mezzi di trasporto sostenibili, anche grazie agli importanti investimenti sui treni di nuova generazione dedicati al trasporto regionale che sfiorano i 10 miliardi. “I porti e il trasporto passeggeri sono ripartiti con grande slancio dopo la pandemia. Abbiamo l’obiettivo di creare una rete di trasporti combinati e sostenibile – ha dichiarato Guido Grimaldi, corporate short sea shipping commercial director di Grimaldi Group a bordo della Cruise Barcelona nel porto di Civitavecchia presentando l'iniziativa -. Siamo convinti che questo sistema integrato con un partner come Trenitalia, che prevede l'acquisto di un biglietto unico per raggiungere Sardegna e Sicilia, funzioni bene. Il servizio parte da Civitavecchia e Napoli. In calendario ci sarà anche il porto di Livorno per Olbia e Palermo, ideale per intercettare il bacino del Nord Italia. Prevediamo pure Brindisi e Ancona con le rotte per la Grecia. Siamo certi che sia l'inizio di una grande collaborazione". Trenitalia punta tanto sull'intermodalità. Lo conferma Maria Annunziata Giaconia, direttore business regionale e sviluppo intermodale di Trenitalia: "Dobbiamo dare a tutti la possibilità di uscire di casa e raggiungere la propria destinazione con il trasporto pubblico; e possibilmente farlo prenotando un solo biglietto per un turismo accessibile e sostenibile. Miriamo anche fino a Spagna e Grecia. Al momento proseguiamo gli investimenti e a migliorare la user experience per le agenzie e per il biglietto digitale". Il combinato è già in vendita, per partenze dal 1° giugno sulle destinazioni Sardegna e Sicilia: abbina le tratte Trenitalia ai collegamenti marittimi Civitavecchia-Olbia, Civitavecchia-Porto Torres, Civitavecchia-Cagliari, Civitavecchia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Napoli-Palermo e viceversa. "La collaborazione con Trenitalia non è una novità. Sono state tante negli anni le attività di co-marketing - spiega Francesca Marino, head of passenger department Grimaldi Lines -. Ma oggi i nostri sistemi si connettono e possono verificare live le disponibilità e facilitare l'acquisto di un viaggio. Crediamo molto nel trasporto door-to-door. In questo modo potremo intercettare i passeggeri che già viaggiano a piedi, che preferiscono non usare l'auto e i giovani. Lavoreremo anche allo sviluppo per un biglietto combinato per le tratte estere". Le agenzie di viaggio sul sistema b2b di Trenitalia troveranno le stesse procedure di prenotazione ma con nuove funzioni, potranno proporre viaggi integrati inserendo i dati del cliente e potranno vedere il segmento del traghetto.   [post_title] => Treno + nave con Grimaldi e Trenitalia. Marino: presto anche le rotte estere [post_date] => 2024-05-14T10:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715682657000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => "Pagare tutti per pagare meno". Sembra uno slogan da manifestazione di piazza. Invece è stato lanciato dal solitamente pacato Bernabò Bocca, in occasione della settantaquattresima assemblea nazionale di Federalberghi. Obiettivo degli strali del presidente dell'associazione una misura contenuta nell'ultima legge di bilancio: quella che, in occasione del Giubileo, consente ai comuni di incrementare imposta e contributo di soggiorno fino a due euro per notte, permettendo inoltre in via permanente di destinare il gettito così ottenuto a finanziare anche i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. "Tutti i discorsi, i ragionamenti, le promesse vanno a finire qui - ha chiosato Bocca a Viareggio -: la nostra attività è vista come un bancomat da molti amministratori che non riescono a garantire equilibrio alla finanza locale". A chi ha la responsabilità di definire la politica nazionale, Federalberghi chiede quindi "di imporre una corretta disciplina di bilancio al territorio, anziché di fornirgli gli strumenti per peggiorare la situazione. Nel corso di una recente audizione, abbiamo sottolineato come, a nostro avviso, sarebbe più corretto finanziare le funzioni svolte dagli enti locali in campo turistico con modalità diverse dall’imposta di soggiorno, per esempio mediante la compartecipazione degli stessi enti locali al gettito Iva di tutte le attività produttive che traggono beneficio dall'economia turistica o tramite l’istituzione di una city tax (il riferimento, in questo caso, è a quanto già avviene  a New York, dove l'imposta di soggiorno è distribuita tra molte attività produttive della destinazione, ndr)". La ripresa c'è stata ma non per tutti: bene le città d'arte, meno le località balneari D'altronde, nonostante i dati provvisori Istat relativi al 2023 delineino una situazione in ripresa per i flussi turistici, che sono finalmente tornati sopra ai livelli pre-Covid, è altrettanto vero che "il ritorno dei grandi flussi turistici dal Nordamerica ha beneficiato soprattutto le destinazioni naturali per questo segmento di mercato: le nostre grandi città d’arte. Per contro, gli ormai consolidati problemi legati alla domanda interna, unitamente al recupero di appetibilità delle mete straniere per i turisti italiani, hanno determinato una performance delle nostre mete marine al di sotto delle aspettative". Non mancano quindi le preoccupazioni per il futuro dell'ospitalità: "Lo scenario politico internazionale, in primis: le guerre, le minacce di instabilità che in brevissimo tempo potrebbero riportarci a scenari catastrofici. Ma anche l’andamento economico generale e quello in particolare del nostro Paese, poiché la domanda interna, seppur in discesa, rappresenta pur sempre la metà del giro d’affari del settore. E poi la concorrenza, quella attuale e quella potenziale derivante anche dalle innovazioni tecnologiche, che hanno dimostrato in questi anni di poter avere effetti dirompenti sugli equilibri economici". Le richieste di Federalberghi Federalberghi ritiene perciò prioritaria "una riduzione della pressione fiscale, in particolare attraverso la diminuzione delle tasse sugli immobili, al fine di alleviare il carico sulle imprese, specialmente quando sono chiuse o operano a capacità ridotta; l’incentivazione degli investimenti, mediante il potenziamento del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive, con l'obiettivo di renderlo uno strumento strutturale e più efficace; la revisione delle norme obsolete che limitano la capacità degli alberghi di ampliare l'offerta, per esempio riguardo alla ristorazione per clienti non alloggiati, alla direttiva sui pacchetti turistici e alle concessioni demaniali prospicienti le strutture ricettive; il contrasto dell’abusivismo nel settore turistico, implementando misure efficaci per prevenire e reprimere pratiche illegali che danneggiano il mercato e compromettono la qualità dell'offerta turistica; il potenziamento infine e la modernizzazione delle reti e delle infrastrutture, al fine di garantire che l'intero territorio nazionale sia facilmente accessibile e fruibile, favorendo così lo sviluppo equilibrato del turismo in tutte le regioni". [post_title] => Bocca, Federalberghi: pagare tutti per pagare meno. Serve la city tax [post_date] => 2024-05-13T12:40:18+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715604018000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467156 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gesap, la società di gestione dell'aeroporto di Palermo, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio del 2023 con un utile netto di 12.235.898, il miglior risultato di sempre, +42,8% rispetto al 2022 (8.566.456); l'ebitda si è attestato a più di 30 milioni di euro rispetto ai quasi 21 milioni dello scorso esercizio. Aumenta anche il valore della produzione che è pari a 97.390.346 euro, +15,1% rispetto al 2022 (84.575.040). «Alla base dei buoni risultati economici - spiega una nota Gesap - c'è il forte incremento del traffico passeggeri e voli sullo scalo: crescono del 7% i movimenti degli aeromobili e +14% i passeggeri. Ciò ha portato all'aumento dei ricavi core di oltre 12 milioni (+13%). A questo va aggiunto anche un minor peso dei costi di produzione in rapporto al valore dei ricavi della gestione». L'attività di investimento ha assorbito risorse finanziarie nette per 23.547.133 (nell'esercizio precedente 16.034.749). "Il successo di questo bilancio - dice Vito Riggio, amministratore delegato di Gesap - si deve agli investimenti. Incremento anche per le nuove aree commerciali che hanno portato a una crescita del 21,44% (18.599.108) i ricavi non aviation contro 15.315.259 del 2022. In particolare: rent a car +10,65%; parking +7,01%; retail +20,14%; food & beverage +70,11%; sub concessioni +16,72%; advertising +6,63%. «La gestione di Gesap è fortemente orientata al benessere dei passeggeri, reso possibile grazie alla collaborazione e all'impegno di quanti lavorano al 'Falcone Borsellino'- ha commentato Salvatore Burrafato, presidente di Gesap - Siamo orgogliosi dei buoni risultati di bilancio, che devono rappresentare una guida per il futuro, e dell'importante lavoro svolto dal board che presiedo. 12,3 milioni di utile e 30,2 milioni di ebitda sono determinanti a dare un ulteriore slancio alla gestione dello scalo». [post_title] => Aeroporto Palermo: utile da oltre 12 mln di euro per Gesap, il migliore di sempre [post_date] => 2024-05-13T09:49:14+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715593754000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467151 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_269063" align="alignright" width="300"] Luis Gallego[/caption] Il Gruppo Iag potrebbe abbandonare la proposta di acquisizione per Air Europa, se le misure correttive in materia di concorrenza richieste dalla Commissione europea dovessero rivelarsi troppo onerose: questa la posizione del ceo Luis Gallego che, a margine della presentazione dei risultati del primo trimestre 2024 di Iag, ha commentato la vicenda, dai contorni non dissimili da quella di Lufthansa-Ita. Il gruppo di cui fanno parte British Airways, Iberia, Vueling, Level ed Aer Lingus ha tempo fino al 10 giugno per rispondere alle richieste di Bruxelles: «Per quanto riguarda l’acquisizione di Air Europa, continuiamo a fare progressi con la Commissione europea e abbiamo già condiviso con loro le potenziali compagnie aeree che rileverebbero gli slot da dismettere come parte del pacchetto di misure correttive (...) Abbiamo ricevuto molto interesse da parte di diversi vettori e stiamo lavorando con Avianca, Binter, Iberojet, Ryanair, Volotea e World2Fly come potenziali acquirenti di rimedi sia sulle rotte a lungo che a corto raggio». I conti dei tre mesi fra gennaio e marzo 2024 hanno intanto registrato un utile operativo di 68 milioni di euro, oltre la previsione di 49 milioni di euro e ben maggiore dei 9 milioni di euro nello stesso trimestre del 2023. Gallego ha sottolineato che il gruppo non è esposto verso il Medio Oriente come altri vettori così come verso l’Asia: «Il nostro gruppo beneficia della forza dei nostri mercati principali - Atlantico settentrionale, Atlantico meridionale e intraeuropeo - e della performance dei nostri marchi. Gli investimenti di trasformazione effettuati in tutto il gruppo stanno producendo incoraggianti miglioramenti nella puntualità e nell'esperienza dei clienti delle nostre compagnie aeree. Siamo ben posizionati per l'estate e l'elevata domanda di viaggi è una tendenza costante».   [post_title] => Iag-Air Europa: si valuta la cessione degli slot, ma «lasceremo se condizioni troppo onerose» [post_date] => 2024-05-13T09:32:44+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715592764000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467116 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sono in vendita i biglietti per viaggiare a bordo dei treni Espressi di FS Treni Turistici Italiani, attraverso tutti i canali distributivi di Trenitalia. Le proposte per l'estate 2024 includono l’Espresso Cadore e l’Espresso Versilia, ma entro le prossime settimane sarà acquistabile anche l’altro servizio diurno, l’Espresso Riviera.   In occasione del lancio dei servizi estivi, Trenitalia ha previsto l'offerta “TTI Special”, che dà la possibilità di acquistare un numero limitato di posti con uno sconto del 50% sul prezzo base ed è disponibile entro 48 ore dalla partenza del treno. L'Espresso Versilia prevede un itinerario attraverso la riviera ligure, con Portofino, le Cinque Terre, le spiagge della Versilia, Pisa e Livorno, con un collegamento diurno a/r da Milano Centrale e Pavia per Genova, S. Margherita Ligure, Monterosso, Corniglia, Riomaggiore, Massa Carrara, Forte dei Marmi, Camaiore, Viareggio, Torre del Lago-Puccini, Pisa e Livorno. Partenze il martedì e giovedì dal 6 agosto al 26 settembre. L'Espresso Cadore parte dal cuore di Roma per raggiungere, viaggiando la notte, Calalzo di Cadore e, grazie ad un collegamento bus dedicato, Cortina d’Ampezzo. Il cadenzamento delle partenze estive è modulato per offrire l’opportunità di vivere non solo Cortina d’Ampezzo ma anche tanti luoghi immersi nella natura del Cadore e delle Alpi Bellunesi. Partenze da Roma Termini il martedì e venerdì, con fermate intermedie a Ponte nelle Alpi e Longarone; rientro da Cortina d’Ampezzo/Calalzo il mercoledì e il sabato. Espresso Cadore circolerà dal 25 giugno al 31 agosto. L'Espresso Riviera è infine il collegamento diurno che attraversa le spiagge della Riviera dei Fiori ligure, fino a lambire la Costa Azzurra, con partenze da Milano Centrale e Pavia verso Varazze, Savona, Albenga, Alassio, Sanremo, Bordighera, Ventimiglia. Anche in questo caso sarà possibile riscoprire il piacere di viaggiare in serenità e privacy, grazie al ritorno di compartimenti salottino che ospitano non più di quattro – sei persone, dotati di finestrini grandissimi per rimirare panorami indimenticabili, cielo e mare. Partenze nel week end dal 3 agosto a fine settembre. [post_title] => FS Treni Turistici Italiani: in vendita le proposte per l'estate. Offerta speciale per il lancio [post_date] => 2024-05-10T13:35:30+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715348130000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467072 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Brasile si riposiziona tra le destinazioni più attrattive per i viaggiatori italiani: nel 2023, con 129.447 turisti, l'Italia si è affermata al 10° posto come principale fonte di arrivi nel Paese e al 5° in Europa, con una crescita del 49% rispetto all'anno precedente. E le previsioni sono altrettanto positivo per l'anno in corso, dove si stima un aumento di oltre il 50%. Il Brasile continua a essere la destinazione dell'America Latina più ricercata dagli italiani e la terza più visitata tra le Americhe, rappresentando tuttavia una quota esigua, pari a circa l'1,2% del volume totale dei viaggi degli italiani. Secondo una recente analisi commissionata da Embratur sui turisti italiani, il 38% di quelli che hanno visitato il Brasile nel 2023 è stato motivato dal segmento sole e spiaggia e dal clima, seguito dal 37% interessato a cultura e dal 28% ad avventura e natura. Dicembre, agosto e novembre sono, rispettivamente, i mesi in cui il Brasile accoglie più visitatori italiani. La destinazione è protagonista a Roma della promozione con Tap Air Portugal ‘Avventure in Brasile con Tap’ in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dall’inizio dell’immigrazione italiana in Brasile. La compagnia aerea portoghese garantisce un’ampia connettività dall’Europa al Brasile, dove serve 11 destinazioni: i turisti provenienti dall'Italia, e dagli altri paesi europei possono infatti raggiungere le città di Salvador, Recife, Natal, Maceió e Fortaleza, nel Nordest del Paese; inoltre, il vettore collega il continente con Belém, Brasilia, Belo Horizonte, San Paolo, Rio de Janeiro e Porto Alegre. [post_title] => Il Brasile riconquista gli italiani: arrivi a +49% e stime di crescita a doppia cifra per il 2024 [post_date] => 2024-05-10T10:09:26+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715335766000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "costa toscana protagonista a sanremo ospitera i collegamenti di orietta berti e fabio rovazzi" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":99,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1015,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467579","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Le prime indiscrezioni erano filtrate già più di due anni fa, ma ora arriva la conferma ufficiale: i Villini Sallustiani di Roma, che Merope Asset Management ha acquistato nel 2021 da Colony Capital, diventeranno la quinta proprietà Mandarin Oriental in Italia. La novità, la cui inaugurazione è prevista per il 2026, seguirà infatti gli hotel già operativi di Milano, del lago di Como e le già annunciate aperture di Cortina d’Ampezzo e Porto Cervo. Il complesso si trova all'interno del sito archeologico dei Giardini di Sallustio, situato tra le vie Piemonte e Sallustiana.\r\n\r\nIl Mandarin Oriental, Rome si svilupperà su un'area di oltre 18 mila metri quadrati, che ospita dieci villini del diciannovesimo secolo immersi in un parco. Le ville a loro volta ospiteranno 108 camere e suite, alcune dotate di giardino e terrazza privata. Nell’ambito dell’accordo raggiunto con Mandarin Oriental, Merope si occuperà degli interventi di riqualificazione e restauro, per un investimento complessivo di circa 100 milioni di euro, così come della gestione pluriennale della nuova struttura. Dopo un lungo lavoro di interlocuzione con l’amministrazione comunale, l’assemblea capitolina ha infatti recentemente approvato la proposta di permesso di costruire in deroga, con relativo cambio d’uso dell’area, da residenziale a ricettiva un passaggio determinante per la realizzazione del progetto.\r\n\r\nIl masterplan del progetto e l’intervento di riqualificazione e restauro dei villini, che verrà eseguito preservandone lo stile architettonico tipico del diciannovesimo secolo, è stato affidato a Bms, mentre l’interior design sarà curato dal duo francese Gilles&Boissier. L’f&b sarà affidato a DimoreStudio; P'arcnouveau è infine lo studio internazionale di architettura paesaggistica che si occuperà del verde.\r\n\r\nAll’interno del complesso, gli ospiti potranno provare sei ristoranti e bar in diversi ambienti, a cui si aggiungerà la possibilità di scegliere se cenare all’aperto, oppure all’interno delle ville. Il Mandarin Bar sarà situato su un’ampia terrazza panoramica con vista sulla città. La Spa at Mandarin Oriental proporrà un’ampia gamma di esperienze benessere del gruppo. Gli amanti del fitness avranno a disposizione macchinari di ultima generazione, un’ampia piscina coperta oltre a quelle esterne che sorgeranno nel cuore dei giardini. Sei sale per i trattamenti, una suite vip, stanze termali e una terrazza completano l’offerta di benessere.","post_title":"Mandarin Oriental sbarca a Roma: aprirà nel 2026 nel complesso dei Villini Sallustiani","post_date":"2024-05-17T11:54:14+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715946854000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467467","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467468\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Adriano Apicella[/caption]\r\nEntra nel vivo la  nuova opportunità di business riservata alle agenzie del Network che, con il lancio della sezione dedicata ai viaggi sul portale Viaggi.Conad.it, avranno la possibilità di gestire le prenotazioni di vacanze e crociere riservate ai possessori di Carta Insieme e Carta Insieme Più Conad. Tutte le proposte viaggi e crociere saranno prenotabili esclusivamente attraverso le Agenzie del Network che hanno aderito al progetto.\r\nL’obiettivo della partnership, attiva dai primi mesi del 2024, è offrire un’esperienza integrata di acquisto ai quasi 12 milioni di famiglie clienti Conad, che scelgono l’insegna ogni settimana. I titolari delle carte fedeltà Conad, oltre 8 milioni in tutta Italia, avranno accesso a proposte di viaggio con vantaggi esclusivi  garantiti dal Network.\r\n Le adesioni al progetto stanno crescendo costantemente, con già oltre 1.300 Agenzie presenti nello store locator di Conad Viaggi, presto identificate anche sul territorio come Agenzie Partner HeyConad tramite apposite vetrofanie.\r\n“Siamo molto orgogliosi di dare il go live a questa importante partnership che siamo certi garantirà un ulteriore e significativo vantaggio per le agenzie del Network – dichiara Adriano Apicella, amministratore delegato Welcome Travel Group –. Viaggi.conad.it rappresenta un innovativo canale di vendita che concretizza in modo evidente la visione del Network: veicolare clientela dal mondo online verso le Agenzie di Viaggi fisiche. L’imponente piano media, gli importanti vantaggi commerciali riservati ai titolari di carta Conad e il nuovo canale viaggi.conad.it rappresentano gli ingredienti principali per il successo dell'iniziativa”.\r\n Partnership\r\nAttraverso il Portale Viaggi.Conad.it sarà dunque possibile prenotare online una vacanza selezionando un’agenzia Welcome o Geo dallo Store Locator, richiedere di essere ricontattato dall’agenzia, chiedere supporto al sdervizio clienti Conad tramite Live Chat oppure recarsi fisicamente in agenzia di viaggi  dove, grazie all’utilizzo della Carta Conad sarà possibile beneficiare delle proposte dedicate. Anche le pratiche che richiedono il supporto del servizio clienti Viaggi Conad potranno essere confermate solo tramite le Agenzie del Network.\r\nA sostegno del lancio di HeyConad Viaggi, Conad ha avviato una significativa campagna media su TV, radio e piattaforme digitali, volta a promuovere l'iniziativa commerciale, che fino al 30 giugno offre uno sconto fino a 300 euro ai titolari di carta Conad e che darà visibilità alle Agenzie del Network. Lo spot tv, infatti, si conclude con un invito a prenotare il viaggio presso le Agenzie Welcome e Geo aderenti all’iniziativa. La partnership è naturalmente integrata nel piano di comunicazione del Network attraverso tutti i suoi canali di diffusione dando evidenza ai plus commerciali messi a disposizione di Clienti e Agenzie.\r\n Con quasi 12 milioni di famiglie che scelgono il brand Conad ogni settimana, il valore di questo accordo risiede nell’opportunità offerta alle Agenzie della rete di intercettare nuovi Clienti e nuovi target di viaggiatori, grazie alla sinergia fra punti di contatto digitali e punti vendita fisici Conad, con l’introduzione di un nuovo canale di vendita.\r\n \r\n ","post_title":"Welcome: le agezie del Network entrano nella sezione del portale Viaggi.Conad.it","post_date":"2024-05-16T10:30:52+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1715855452000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467281","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"«Promuovere il turismo guatemalteco in tutto il mondo e posizionare il Guatemala come destinazione culturale fra le tre maggiori dell’America Latina»: così Ericka Guillermo, vicedirettore generale di Inguat (Istituto Guatemalteco del Turismo) in occasione del Catm 2024.\r\n\r\n«Il turismo è la nostra seconda fonte economica, crea posti di lavoro in tutto il Paese. Siamo ricchi di storia, con 3 mila anni dei Maya, una civiltà ancora vivente fra le più antiche da ammirare in ogni angolo del Paese che rappresenta la realtà multiculturale e diversificata della destinazione. Il nostro impegno è anche a garantire sicurezza nel Paese e impulso alle collaborazioni tra pubblico e privato».\r\n\r\nIl direttore generale di Inguat, Harris Whitbeck, ha inoltre recentemente sostenuto l’importanza offerta dal turismo religioso che gioca un ruolo fondamentale nella promozione e conservazione del patrimonio culturale e spirituale del Guatemala. La destinazione infatti è entrata a far parte della Rete mondiale delle destinazioni del turismo Religioso. Posizionare il Paese anche come destinazione di riferimento per i viaggiatori che cercano esperienze nei luoghi sacri. Il fervore religioso, che anima città e villaggi del paese, è sicuramente uno degli aspetti che salta subito all’occhio, momenti dell’anno durante i quali è impossibile non esserne coinvolti. La Settimana Santa in Guatemala è dichiarata Patrimonio Culturale della Nazione e Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'Unesco.\r\n\r\nI dati di arrivi registrano una media di 3 milioni di visitatori l’anno con un aumento del 6% nel 2023 e in previsione una crescita del 8% per il 2024.\r\n\r\nGli operatori turistici presenti al Catm 2024, in Guatemala hanno quindi sperimentato un itinerario all’insegna delle tradizioni, cultura e natura.\r\n\r\nLa regione occidentale offre un mondo affascinante, uno spettacolo folcloristico tra cosmogonia Maya e usanze dei conquistadores, in un sincretismo perfetto di riti religiosi e cultura Maya, una combinazione di bellezze naturali e tradizioni. I parchi e i vulcani attivi consentono inoltre attività di escursionismo ed ecoturismo.\r\n\r\nLa pittoresca e affascinante Antigua, la vecchia capitale, è patrimonio Unesco simbolo dell'eredità coloniale ispanica, circondata da tre vulcani e montagne con piantagioni di caffè. Qui l'offerta alberghiera propone hotel coloniali e boutique di charme, con strutture di alto livello, in un ambiente romantico, perfetto anche per congressi e incontri di lavoro.\r\n\r\nIl Lago di Atitlán immerge il visitatore nella cultura indigena. Le rappresentazioni di tradizioni millenarie e le esperienze dei popoli Maya si riflettono in ogni ambito della diversità ancestrale storica della regione e offrono molteplici opportunità di incontro con le comunità locali. San Juan, Santa Catarina ne sono un esempio. Il tour in barca, da Panajachel per i villaggi emblematici di Atitlán, è un’esperienza unica e a “colori”.\r\n\r\nChichicastenango, ex missione dei frati domenicani, seducente e abbagliante di colori, di rilevanza culturale, storica e turistica, è famosa, oggi, per il suo mercato locale. Qui è stato trovato il Popol Vuh, libro sacro dei popoli Maya che narra l'origine dell'umanità, secondo questa cultura. \r\n\r\nLa capitale, Città Guatemala, con un patrimonio culturale enorme, è una città cosmopolita con circa 3,5 milioni di abitanti, la più popolosa del Centro America. Da un lato il centro storico, con la cattedrale, il mercato e le botteghe che producono oggetti artigianali, dall’altro l’aspetto moderno della capitale, fatto di centri commerciali, musei, teatri, ristoranti informali e di alta cucina.\r\n\r\n[gallery ids=\"467257,467260,467263,467265,467267,467268,467278,467280,467284\"]\r\n\r\n \r\n\r\n \r\n\r\n        ","post_title":"Il Guatemala cerca un ruolo da protagonista tra le principali mete culturali dell'America Latina","post_date":"2024-05-14T15:18:24+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":["catm","guatemala"],"post_tag_name":["Catm","Guatemala"]},"sort":[1715699904000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467248","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Viaggiare semplice e in modo sostenibile. Per l'estate prende il via la nuova partnership tra Grimaldi Lines e Trenitalia, che prevede il biglietto “treno + nave” per viaggiare in Sicilia e Sardegna, acquistabile in un’unica soluzione. Una nuova opportunità, che offre al mercato dei viaggiatori la possibilità di raggiungere la destinazione a bordo di mezzi di trasporto sostenibili, anche grazie agli importanti investimenti sui treni di nuova generazione dedicati al trasporto regionale che sfiorano i 10 miliardi. “I porti e il trasporto passeggeri sono ripartiti con grande slancio dopo la pandemia. Abbiamo l’obiettivo di creare una rete di trasporti combinati e sostenibile – ha dichiarato Guido Grimaldi, corporate short sea shipping commercial director di Grimaldi Group a bordo della Cruise Barcelona nel porto di Civitavecchia presentando l'iniziativa -. Siamo convinti che questo sistema integrato con un partner come Trenitalia, che prevede l'acquisto di un biglietto unico per raggiungere Sardegna e Sicilia, funzioni bene. Il servizio parte da Civitavecchia e Napoli. In calendario ci sarà anche il porto di Livorno per Olbia e Palermo, ideale per intercettare il bacino del Nord Italia. Prevediamo pure Brindisi e Ancona con le rotte per la Grecia. Siamo certi che sia l'inizio di una grande collaborazione\".\r\n\r\nTrenitalia punta tanto sull'intermodalità. Lo conferma Maria Annunziata Giaconia, direttore business regionale e sviluppo intermodale di Trenitalia: \"Dobbiamo dare a tutti la possibilità di uscire di casa e raggiungere la propria destinazione con il trasporto pubblico; e possibilmente farlo prenotando un solo biglietto per un turismo accessibile e sostenibile. Miriamo anche fino a Spagna e Grecia. Al momento proseguiamo gli investimenti e a migliorare la user experience per le agenzie e per il biglietto digitale\". Il combinato è già in vendita, per partenze dal 1° giugno sulle destinazioni Sardegna e Sicilia: abbina le tratte Trenitalia ai collegamenti marittimi Civitavecchia-Olbia, Civitavecchia-Porto Torres, Civitavecchia-Cagliari, Civitavecchia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Napoli-Palermo e viceversa.\r\n\r\n\"La collaborazione con Trenitalia non è una novità. Sono state tante negli anni le attività di co-marketing - spiega Francesca Marino, head of passenger department Grimaldi Lines -. Ma oggi i nostri sistemi si connettono e possono verificare live le disponibilità e facilitare l'acquisto di un viaggio. Crediamo molto nel trasporto door-to-door. In questo modo potremo intercettare i passeggeri che già viaggiano a piedi, che preferiscono non usare l'auto e i giovani. Lavoreremo anche allo sviluppo per un biglietto combinato per le tratte estere\". Le agenzie di viaggio sul sistema b2b di Trenitalia troveranno le stesse procedure di prenotazione ma con nuove funzioni, potranno proporre viaggi integrati inserendo i dati del cliente e potranno vedere il segmento del traghetto.\r\n\r\n ","post_title":"Treno + nave con Grimaldi e Trenitalia. Marino: presto anche le rotte estere","post_date":"2024-05-14T10:30:57+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1715682657000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467187","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\"Pagare tutti per pagare meno\". Sembra uno slogan da manifestazione di piazza. Invece è stato lanciato dal solitamente pacato Bernabò Bocca, in occasione della settantaquattresima assemblea nazionale di Federalberghi. Obiettivo degli strali del presidente dell'associazione una misura contenuta nell'ultima legge di bilancio: quella che, in occasione del Giubileo, consente ai comuni di incrementare imposta e contributo di soggiorno fino a due euro per notte, permettendo inoltre in via permanente di destinare il gettito così ottenuto a finanziare anche i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. \"Tutti i discorsi, i ragionamenti, le promesse vanno a finire qui - ha chiosato Bocca a Viareggio -: la nostra attività è vista come un bancomat da molti amministratori che non riescono a garantire equilibrio alla finanza locale\".\r\n\r\nA chi ha la responsabilità di definire la politica nazionale, Federalberghi chiede quindi \"di imporre una corretta disciplina di bilancio al territorio, anziché di fornirgli gli strumenti per peggiorare la situazione. Nel corso di una recente audizione, abbiamo sottolineato come, a nostro avviso, sarebbe più corretto finanziare le funzioni svolte dagli enti locali in campo turistico con modalità diverse dall’imposta di soggiorno, per esempio mediante la compartecipazione degli stessi enti locali al gettito Iva di tutte le attività produttive che traggono beneficio dall'economia turistica o tramite l’istituzione di una city tax (il riferimento, in questo caso, è a quanto già avviene  a New York, dove l'imposta di soggiorno è distribuita tra molte attività produttive della destinazione, ndr)\".\r\n\r\nLa ripresa c'è stata ma non per tutti: bene le città d'arte, meno le località balneari\r\n\r\nD'altronde, nonostante i dati provvisori Istat relativi al 2023 delineino una situazione in ripresa per i flussi turistici, che sono finalmente tornati sopra ai livelli pre-Covid, è altrettanto vero che \"il ritorno dei grandi flussi turistici dal Nordamerica ha beneficiato soprattutto le destinazioni naturali per questo segmento di mercato: le nostre grandi città d’arte. Per contro, gli ormai consolidati problemi legati alla domanda interna, unitamente al recupero di appetibilità delle mete straniere per i turisti italiani, hanno determinato una performance delle nostre mete marine al di sotto delle aspettative\".\r\n\r\nNon mancano quindi le preoccupazioni per il futuro dell'ospitalità: \"Lo scenario politico internazionale, in primis: le guerre, le minacce di instabilità che in brevissimo tempo potrebbero riportarci a scenari catastrofici. Ma anche l’andamento economico generale e quello in particolare del nostro Paese, poiché la domanda interna, seppur in discesa, rappresenta pur sempre la metà del giro d’affari del settore. E poi la concorrenza, quella attuale e quella potenziale derivante anche dalle innovazioni tecnologiche, che hanno dimostrato in questi anni di poter avere effetti dirompenti sugli equilibri economici\".\r\n\r\nLe richieste di Federalberghi\r\n\r\nFederalberghi ritiene perciò prioritaria \"una riduzione della pressione fiscale, in particolare attraverso la diminuzione delle tasse sugli immobili, al fine di alleviare il carico sulle imprese, specialmente quando sono chiuse o operano a capacità ridotta; l’incentivazione degli investimenti, mediante il potenziamento del credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive, con l'obiettivo di renderlo uno strumento strutturale e più efficace; la revisione delle norme obsolete che limitano la capacità degli alberghi di ampliare l'offerta, per esempio riguardo alla ristorazione per clienti non alloggiati, alla direttiva sui pacchetti turistici e alle concessioni demaniali prospicienti le strutture ricettive; il contrasto dell’abusivismo nel settore turistico, implementando misure efficaci per prevenire e reprimere pratiche illegali che danneggiano il mercato e compromettono la qualità dell'offerta turistica; il potenziamento infine e la modernizzazione delle reti e delle infrastrutture, al fine di garantire che l'intero territorio nazionale sia facilmente accessibile e fruibile, favorendo così lo sviluppo equilibrato del turismo in tutte le regioni\".","post_title":"Bocca, Federalberghi: pagare tutti per pagare meno. Serve la city tax","post_date":"2024-05-13T12:40:18+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1715604018000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467156","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gesap, la società di gestione dell'aeroporto di Palermo, ha approvato il progetto di bilancio di esercizio del 2023 con un utile netto di 12.235.898, il miglior risultato di sempre, +42,8% rispetto al 2022 (8.566.456); l'ebitda si è attestato a più di 30 milioni di euro rispetto ai quasi 21 milioni dello scorso esercizio.\r\n\r\nAumenta anche il valore della produzione che è pari a 97.390.346 euro, +15,1% rispetto al 2022 (84.575.040). «Alla base dei buoni risultati economici - spiega una nota Gesap - c'è il forte incremento del traffico passeggeri e voli sullo scalo: crescono del 7% i movimenti degli aeromobili e +14% i passeggeri. Ciò ha portato all'aumento dei ricavi core di oltre 12 milioni (+13%). A questo va aggiunto anche un minor peso dei costi di produzione in rapporto al valore dei ricavi della gestione».\r\n\r\nL'attività di investimento ha assorbito risorse finanziarie nette per 23.547.133 (nell'esercizio precedente 16.034.749). \"Il successo di questo bilancio - dice Vito Riggio, amministratore delegato di Gesap - si deve agli investimenti.\r\n\r\nIncremento anche per le nuove aree commerciali che hanno portato a una crescita del 21,44% (18.599.108) i ricavi non aviation contro 15.315.259 del 2022. In particolare: rent a car +10,65%; parking +7,01%; retail +20,14%; food & beverage +70,11%; sub concessioni +16,72%; advertising +6,63%.\r\n\r\n«La gestione di Gesap è fortemente orientata al benessere dei passeggeri, reso possibile grazie alla collaborazione e all'impegno di quanti lavorano al 'Falcone Borsellino'- ha commentato Salvatore Burrafato, presidente di Gesap - Siamo orgogliosi dei buoni risultati di bilancio, che devono rappresentare una guida per il futuro, e dell'importante lavoro svolto dal board che presiedo. 12,3 milioni di utile e 30,2 milioni di ebitda sono determinanti a dare un ulteriore slancio alla gestione dello scalo».","post_title":"Aeroporto Palermo: utile da oltre 12 mln di euro per Gesap, il migliore di sempre","post_date":"2024-05-13T09:49:14+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715593754000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467151","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_269063\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Luis Gallego[/caption]\r\n\r\nIl Gruppo Iag potrebbe abbandonare la proposta di acquisizione per Air Europa, se le misure correttive in materia di concorrenza richieste dalla Commissione europea dovessero rivelarsi troppo onerose: questa la posizione del ceo Luis Gallego che, a margine della presentazione dei risultati del primo trimestre 2024 di Iag, ha commentato la vicenda, dai contorni non dissimili da quella di Lufthansa-Ita.\r\n\r\nIl gruppo di cui fanno parte British Airways, Iberia, Vueling, Level ed Aer Lingus ha tempo fino al 10 giugno per rispondere alle richieste di Bruxelles: «Per quanto riguarda l’acquisizione di Air Europa, continuiamo a fare progressi con la Commissione europea e abbiamo già condiviso con loro le potenziali compagnie aeree che rileverebbero gli slot da dismettere come parte del pacchetto di misure correttive (...) Abbiamo ricevuto molto interesse da parte di diversi vettori e stiamo lavorando con Avianca, Binter, Iberojet, Ryanair, Volotea e World2Fly come potenziali acquirenti di rimedi sia sulle rotte a lungo che a corto raggio».\r\n\r\nI conti dei tre mesi fra gennaio e marzo 2024 hanno intanto registrato un utile operativo di 68 milioni di euro, oltre la previsione di 49 milioni di euro e ben maggiore dei 9 milioni di euro nello stesso trimestre del 2023. Gallego ha sottolineato che il gruppo non è esposto verso il Medio Oriente come altri vettori così come verso l’Asia: «Il nostro gruppo beneficia della forza dei nostri mercati principali - Atlantico settentrionale, Atlantico meridionale e intraeuropeo - e della performance dei nostri marchi. Gli investimenti di trasformazione effettuati in tutto il gruppo stanno producendo incoraggianti miglioramenti nella puntualità e nell'esperienza dei clienti delle nostre compagnie aeree. Siamo ben posizionati per l'estate e l'elevata domanda di viaggi è una tendenza costante».\r\n\r\n ","post_title":"Iag-Air Europa: si valuta la cessione degli slot, ma «lasceremo se condizioni troppo onerose»","post_date":"2024-05-13T09:32:44+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715592764000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467116","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sono in vendita i biglietti per viaggiare a bordo dei treni Espressi di FS Treni Turistici Italiani, attraverso tutti i canali distributivi di Trenitalia.\r\n\r\nLe proposte per l'estate 2024 includono l’Espresso Cadore e l’Espresso Versilia, ma entro le prossime settimane sarà acquistabile anche l’altro servizio diurno, l’Espresso Riviera. \r\n\r\n In occasione del lancio dei servizi estivi, Trenitalia ha previsto l'offerta “TTI Special”, che dà la possibilità di acquistare un numero limitato di posti con uno sconto del 50% sul prezzo base ed è disponibile entro 48 ore dalla partenza del treno.\r\nL'Espresso Versilia prevede un itinerario attraverso la riviera ligure, con Portofino, le Cinque Terre, le spiagge della Versilia, Pisa e Livorno, con un collegamento diurno a/r da Milano Centrale e Pavia per Genova, S. Margherita Ligure, Monterosso, Corniglia, Riomaggiore, Massa Carrara, Forte dei Marmi, Camaiore, Viareggio, Torre del Lago-Puccini, Pisa e Livorno. Partenze il martedì e giovedì dal 6 agosto al 26 settembre.\r\nL'Espresso Cadore parte dal cuore di Roma per raggiungere, viaggiando la notte, Calalzo di Cadore e, grazie ad un collegamento bus dedicato, Cortina d’Ampezzo. Il cadenzamento delle partenze estive è modulato per offrire l’opportunità di vivere non solo Cortina d’Ampezzo ma anche tanti luoghi immersi nella natura del Cadore e delle Alpi Bellunesi. Partenze da Roma Termini il martedì e venerdì, con fermate intermedie a Ponte nelle Alpi e Longarone; rientro da Cortina d’Ampezzo/Calalzo il mercoledì e il sabato. Espresso Cadore circolerà dal 25 giugno al 31 agosto.\r\nL'Espresso Riviera è infine il collegamento diurno che attraversa le spiagge della Riviera dei Fiori ligure, fino a lambire la Costa Azzurra, con partenze da Milano Centrale e Pavia verso Varazze, Savona, Albenga, Alassio, Sanremo, Bordighera, Ventimiglia. Anche in questo caso sarà possibile riscoprire il piacere di viaggiare in serenità e privacy, grazie al ritorno di compartimenti salottino che ospitano non più di quattro – sei persone, dotati di finestrini grandissimi per rimirare panorami indimenticabili, cielo e mare. Partenze nel week end dal 3 agosto a fine settembre.","post_title":"FS Treni Turistici Italiani: in vendita le proposte per l'estate. Offerta speciale per il lancio","post_date":"2024-05-10T13:35:30+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715348130000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467072","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Brasile si riposiziona tra le destinazioni più attrattive per i viaggiatori italiani: nel 2023, con 129.447 turisti, l'Italia si è affermata al 10° posto come principale fonte di arrivi nel Paese e al 5° in Europa, con una crescita del 49% rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nE le previsioni sono altrettanto positivo per l'anno in corso, dove si stima un aumento di oltre il 50%.\r\n\r\nIl Brasile continua a essere la destinazione dell'America Latina più ricercata dagli italiani e la terza più visitata tra le Americhe, rappresentando tuttavia una quota esigua, pari a circa l'1,2% del volume totale dei viaggi degli italiani.\r\n\r\nSecondo una recente analisi commissionata da Embratur sui turisti italiani, il 38% di quelli che hanno visitato il Brasile nel 2023 è stato motivato dal segmento sole e spiaggia e dal clima, seguito dal 37% interessato a cultura e dal 28% ad avventura e natura. Dicembre, agosto e novembre sono, rispettivamente, i mesi in cui il Brasile accoglie più visitatori italiani.\r\n\r\nLa destinazione è protagonista a Roma della promozione con Tap Air Portugal ‘Avventure in Brasile con Tap’ in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dall’inizio dell’immigrazione italiana in Brasile. La compagnia aerea portoghese garantisce un’ampia connettività dall’Europa al Brasile, dove serve 11 destinazioni: i turisti provenienti dall'Italia, e dagli altri paesi europei possono infatti raggiungere le città di Salvador, Recife, Natal, Maceió e Fortaleza, nel Nordest del Paese; inoltre, il vettore collega il continente con Belém, Brasilia, Belo Horizonte, San Paolo, Rio de Janeiro e Porto Alegre.","post_title":"Il Brasile riconquista gli italiani: arrivi a +49% e stime di crescita a doppia cifra per il 2024","post_date":"2024-05-10T10:09:26+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1715335766000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti