13 June 2024

Burgio, Alpitour: marginalità in crescita e l’inflazione fa bene al nostro debito

[ 0 ]

Arriva a quota 1,6 miliardi di euro la previsione di fatturato per il 2022 del gruppo Alpitour. Un livello non troppo lontano dai quasi 2 miliardi raggiunti nell’era pre-Covid.

“E pensare che per i primi mesi dell’anno abbiamo lavorato senza Cuba, Messico e altre destinazioni importanti – racconta l’a.d. e presidente Gabriele Burgio -. Poi a marzo hanno aperto le frontiere ma naturalmente ci è voluto del tempo per rimettere in moto la macchina. Diciamo che da giugno la situazione si è quasi normalizzata”.

Con un inverno normale e un’estate sui livelli di quest’anno, è quindi il ragionamento di Burgio, ” nel 2023 pensiamo di superare la soglia dei 2 miliardi“. Ma ancora più importante è il dato sulle marginalità che stanno crescendo e “sono migliori rispetto al passato, grazie ai nostri investimenti in tecnologia e alla riorganizzazione attuata in questo biennio (la cosiddetta Trevolution, ndr)”.

Certo, le incognite continuano a pesare. A cominciare dalle tensioni geopolitiche in corso, con la conseguente impennata dei costi energetici e la crescita dell’inflazione. Quest’ultimo tuttavia potrebbe in realtà tradursi in un fattore positivo per le aziende che sono ricorse all’indebitamento: “Che l’inflazione dovesse tornare a crescere – sottolinea sempre Burgio – era nell’aria già da tempo. Ancora prima del Covid nei mercati girava troppa euforia. Inevitabile prima o poi che la pressione sui prezzi si facesse sentire. Ad aprile 2020 abbiamo quindi portato a termine un’importante operazione di finanziamento a tassi fissi, che ora si sta rivelando preziosissima. Diverso naturalmente è il discorso per quelle aziende che si sono esposte a tassi variabili senza coperture”.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469335 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_332099" align="alignleft" width="276"] Marco Paghera[/caption] Sono state oltre 180 le agenzie coinvolte, con la partecipazione di 300 professionisti del settore, alla prima fase del tour On The Road 2024 di Ixpira, iniziato il 9 aprile in Veneto. Il team del digital to capitolino ha attraversato l’Italia da nord a sud, effettuando 17 tappe anche in Piemonte, Puglia, Toscana, Liguria, Sicilia e Campania, per presentare pacchetti viaggi personalizzati pure per gruppi: oltre 150 tour e mini tour, disponibili in Italia e nel mondo, servizi complementari come noleggio auto con tariffe esclusive, escursioni e transfer, nonché offerte speciali per massimizzare la distribuzione e aumentare la competitività. Durante il tour, Ixpira ha collaborato con i suoi partner di lunga data, VisitMalta e Webins. Un momento saliente è stato l’annuncio della nuova partnership con The Seychelles Islands, che garantirà nuove opportunità alle agenzie di viaggio. “Questa edizione di Ixpira On The Road è stata cruciale per consolidare le relazioni con le adv e presentare le nostre soluzioni innovative - spiega il managing director, Marco Paghera -. Siamo entusiasti dei risultati ottenuti e delle nuove collaborazioni avviate, che ci permetteranno di offrire un servizio sempre più completo e personalizzato”. Ixpira è presente con i suoi uffici in Italia a Roma e Messina, e offre supporto sia fisico sia virtuale alle agenzie grazie alla presenza di oltre dieci commerciali sul posto. “La gestione diretta dei prodotti è stata identificata come chiave per garantire marginalità e qualità del servizio - aggiunge l'operation manager Sergio Luongo -. Ci distinguiamo inoltre per la nostra attenzione alle relazioni umane, un approccio che va oltre il rapporto lavorativo, posizionandoci come un vero costruttore di emozioni”. La seconda parte del tour riprenderà a settembre con nuove tappe e molte novità. [post_title] => Ixpira chiude la prima parte del roadshow 2024: oltre 180 le agenzie incontrate [post_date] => 2024-06-12T11:30:54+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718191854000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469280 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. "Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. "La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta". Il boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: "Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale. In tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. "Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante "da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi", conclude Curzi.   [post_title] => Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa [post_date] => 2024-06-11T15:10:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718118620000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469230 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' Alpitour World a occuparsi del viaggio, dell’accoglienza e della permanenza dei ragazzi e delle famiglie di Pizzaut, che in questi giorni, insieme al fondatore della Onlus, Nico Acampora, sono impegnati a parlare di inclusione all'Onu. Il tutto è stato organizzato da Neos, compagnia aerea del gruppo, nonché dal brand Turisanda1924, con il supporto dei fornitori Teamamerica per il soggiorno e Volatour per tutti i servizi in destinazione. “Alpitour World ci ha consentito un’esperienza unica e per questa opportunità esprimiamo loro tutta la nostra gratitudine - esordisce lo stesso Nico Acampora -. L’unicità del loro contributo non sta solo nell’averci supportato nell’organizzazione di questa straordinaria esperienza, ma nella volontà di iniziare con PizzAut una reale collaborazione che ci vedrà lavorare insieme con attività concrete. Viaggiare con ragazzi e ragazze autistiche può non essere semplice, le situazioni più comuni possono generare sgomento in loro e occorre essere preparati a gestire varie situazioni. La sensibilità dimostrata da Alpitour World su questo tema ci convince ancora di più che lavorare per un mondo più inclusivo sia la strada giusta e che percorrerla anche con le aziende è possibile e utile”. Alpitour World si impegna da oltre 75 anni ad agire in modo responsabile insieme ai propri partner e ai propri clienti operando con cura nei confronti delle persone e delle comunità, nella convinzione che la bellezza del mondo debba essere per tutti. Per questo il gruppo, attraverso le sue divisioni e i suoi brand, si assicura ogni giorno di offrire sostegno alle comunità locali e dar vita ad attività concrete per rendere le esperienze di viaggio accessibili a un numero sempre più ampio di persone, ognuno con le proprie unicità. Tra questi, solo per citarne alcuni, il progetto Vacanze Accessibili – Senza Barriere, promosso dai brand Alpitour, Francorosso e Bravo con l’associazione Handy Superabile, per raccogliere le esigenze dei clienti con disabilità motoria e/o sensoriale e verificare la fruibilità dei servizi presenti nei singoli villaggi e quello con Aic, l’Associazione italiana celiachia, che nasce per permettere a tutti di vivere una vacanza serena grazie alla presenza di strutture che aderiscono al network Alimentazione fuori casa. “Abbiamo deciso di avviare questa collaborazione perché crediamo che essere in viaggio significhi dare a tutti la possibilità di scoprire il mondo, imparare a conoscerlo e viverlo, facendone pienamente parte", aggiunge Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Alpitour World. [post_title] => Alpitour avvia una collaborazione con Pizzaut all'insegna dell'inclusione [post_date] => 2024-06-11T10:42:16+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718102536000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469185 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte bene la nuova stagione di Gardaland, che si è aperta con una crescita degli abbonamenti per il parco del 20% rispetto al 2023. "L'anno scorso abbiamo finalmente superato i livelli pre-Covid del 2019 - racconta il direttore operativo del resort gardesano, Alessandra Zanoni, in occasione dell'evento di presentazione della nuova attrazione Wolf Legend -. E anche il 2024 è cominciato sotto i migliori auspici, anche se il maltempo ha rallentato un po' i flussi. Ciononostante siamo comunque in linea con le aspettative. Speriamo quindi che con il miglioramento del meteo si riesca ad andare persino oltre le previsioni". Le novità 2024 non si fermano peraltro alla drop and twist tower che ha preso il posto del Sequoia Magic Loop: "Abbiamo inserito pure una serie di nuovi show, tra cui uno spettacolo di magia chiamato Impossible!. Ed è stata rinforzata la street animation, per venire incontro a una precisa richiesta del nostro pubblico". [caption id="attachment_469196" align="alignright" width="300"] Sabrina de Carvalho. Dietro si scorge Wolf Legend, novità 2024 del parco[/caption] Tra gli obiettivi di quest'anno c'è quindi quello di incrementare ulteriormente la quota di visitatori internazionali, che nel 2023 sono già cresciuti di quasi il 20% e oggi arrivano a pesare per il 30% dei circa 3 milioni di visitatori annuali di Gardaland. "Oltre all'area dei paesi di lingua tedesca, la cosiddetta regione Dach da sempre attratta dalla destinazione Garda  - aggiunge l’amministratore delegato, Sabrina de Carvalho -, stiamo registrando un aumento dei flussi dalla Francia, dall'Inghilterra e dalla Croazia". La quota estera è molto importante soprattutto per la parte hospitality del resort. Nei tre alberghi del parco circa il 46% degli ospiti proviene infatti da oltre confine. "Per rafforzare ulteriormente i flussi dall'estero, abbiamo anche recentemente assunto un nuovo international sales manager, che sta lavorando molto con i tour operator stranieri. Fortunatamente non siamo stati però toccati dal fallimento di Fti Touristik". Ma il futuro di Gardaland passa pure da piani particolarmente ambiziosi, con l'obiettivo di diventare un punto di riferimento del mercato dei parchi d'intrattenimento europei. Come già rivelato l'anno scorso, il masterplan del resort, data la  scarsa disponibilità di terreni edificabili nelle immediate adiacenze, prevede una serie di ulteriori sviluppi in zone separate rispetto al nucleo originario: "Prevediamo di poter annunciare la prima novità nel 2028", anticipa in conclusione di intervista Sabrina de Carvalho. [post_title] => Parte bene il 2024 di Gardaland. Focus sui mercati internazionali [post_date] => 2024-06-10T15:14:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718032479000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468880 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vanno bene le cose in casa I Grandi Viaggi, tanto che l'operatore milanese è oggi in anticipo di ben tre anni sulla tabella di marcia del piano industriale di otto anni varato al momento della ripartenza post-Covid: "Nel 2024 saremmo entrati nel terzo anno del percorso - spiega il direttore vendite Ciro La Rocca -, ma a livello di risultati abbiamo già raggiunto i traguardi prefissati per il sesto anno. Abbiamo quindi rimesso mano al piano, rivisitando tutti i nostri obiettivi verso l'alto". A monte del successo, i notevoli sforzi implementati in campo tecnologico e in risorse interne. "Il tutto con un approccio human technology che non dimentica mai l'importanza e la centralità della relazione personale". Certo anche iGv deve oggi far fronte ai nuovi comportamenti della domanda che, complice anche gli aumenti dei prezzi, sta un po' rivoluzionando i ritmi tradizionali delle vendite: "Registriamo in particolare una forte tendenza alla destagionalizzazione e al sotto data. Al momento abbiamo giugno con un 90% di occupazione e luglio al 70%, mentre agosto è ancora in ritardo rispetto ai trend abituali, anche se ultimamente stiamo scorgendo incoraggianti segnali di recupero". Le tendenze sono però notevolmente diverse a seconda delle aree geografiche: "Il Sud, in particolare la Sicilia, la Campania e la Puglia, stanno rispondendo con incrementi al di sopra di ogni nostra più rosea aspettativa. Ma bene in generale stanno andando tutti i nostri villaggi Italia ed Estero, che registrano significativi segni più. L'eccezione è il Nord della Penisola che, pur essendo partito bene con un buoni volumi in fase di prevendita, ha rallentato parecchio, probabilmente penalizzato dal clima poco clemente delle ultime settimane, nonché dai ponti che tradizionalmente distraggono i clienti dalla prenotazioni estive. Il tutto è stato però pure rafforzato da una rinnovata tendenza al sotto data, con molti nostri ospiti storici che normalmente prenotavano già a gennaio e che invece ora si affacciano solo adesso in agenzia per scoprire le nostre proposte".   [post_title] => La Rocca, iGv: raggiunti gli obiettivi di budget con tre anni di anticipo [post_date] => 2024-06-05T13:59:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717595960000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468875 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si svolgerà sul marketplace OpenSea e sarà aperta per una settimana dalla mezzanotte di Greenwich del 7 giugno fino alle 10 del 14 giugno, con una base di partenza iniziale di 250 dollari, la nuova asta Nft griffata Alpitour World (la prima fu realizzata nel 2021 per promuovere l'hotel veneziano Ca' di Dio). Al vincitore, l’opportunità di trascorrere una notte all’interno di una delle otto strutture VRetreats, brand di hôtellerie di Voihotels dedicato agli amanti dell’arte, della storia e della cultura made in Italy. A chi si aggiudicherà il soggiorno andrà anche anche un’opera d’arte digitale esclusiva, rappresentativa della struttura scelta, frutto di un contest interno che ha coinvolto tutto il personale di Alpitour World, chiamato a mettersi alla prova e presentare le proprie idee creative attraverso grafiche digitali, create con l’utilizzo di Copilot, il chatbot multi-modale di Microsoft. Tra tutte le proposte presentate una giuria composta da interni e professionisti del settore ne ha selezionate otto, una per ogni struttura, in grado di riflettere al meglio l’identità e il fascino di ogni indirizzo VRetreats, che sono state associate agli Nft messi in vendita. Questa iniziativa si inserisce nell’ambito del percorso di employer branding intrapreso dal gruppo, evidenziando ulteriormente l’impegno e l’attenzione costante verso tutte le persone che ne fanno parte, ponendole al centro delle proprie politiche di sviluppo. “Siamo felici di presentare questa nuova iniziativa, innovativa sia nella modalità di vendita sia nella forma, che, attraverso il contest, ha saputo ispirare e coinvolgere la creatività di tutti i dipendenti del gruppo, consolidando l’identità del brand VRetreats che si dimostra capace di essere all’avanguardia nell’adozione delle tecnologie più attuali per rendere la propria offerta ancor più attrattiva” – commenta Angelo La Riccia, chief commercial officer Voihotels. [post_title] => Nuova asta Nft per il gruppo Alpitour. In palio un soggiorno in un VRetreats [post_date] => 2024-06-05T13:23:56+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717593836000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468844 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo sito per Estland, il to capitolino nato nel 1985 specializzato nell'Est Europa e non solo. Il portale si presenta con una grafica minimalista che lascia ampio spazio a immagini e informazioni. Un menu piuttosto intuitivo consente quindi di navigare facilmente tra tutti i prodotti dell'operatore, permettendo di selezionare rapidamente l'offerta preferita in un ventaglio di proposte che include partenze individuali, di gruppo, garantite, garantite combinate, oltre che pacchetti in evidenza. soggiorni mare e itinerari tematici. Tra le destinazioni incluse nell'offerta estland ecco allora tutti i Paesi dell'Europa orientale, a cui si aggiungono oggi Austria, Belgio, Cipro, Francia, Galles, Germania, Grecia, Inghilterra, Irlanda e Islanda, nonché Olanda, Portogallo, Scandinavia, Scozia, Spagna e Turchia. Fuori dal Vecchio continente si segnalano inoltre Algeria, Azerbaijan, India, Iran, Kazakistan, Marocco, Oman, Tenerife,  Turkmenistan, Vietnam e Uzbekistan. [post_title] => Estland lancia il nuovo sito, più fruibile e immediato [post_date] => 2024-06-05T11:29:25+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717586965000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468834 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_468836" align="alignleft" width="300"] Viviana Vukelic insieme al team milanese dell'Ente nazionale croato per il turismo[/caption] "Un 2024 che è da subito partito bene per la Croazia, con numeri in crescita già nel periodo del pre-stagione": Viviana Vukelic, direttrice dell'Ente nazionale croato per il turismo in Italia, commenta così l'andamento dell'anno, in occasione del tradizionale appuntamento milanese di saluto all'estate. Proprio nella stagione di spalla "abbiano lavorato tantissimo: nei primi cinque mesi del 2024 la Croazia ha totalizzato 4 milioni di arrivi, l'11% in più sullo stesso periodo del 2023, e 13 milioni di pernottamenti, +12%" Trend confermato anche per i flussi dall'Italia: "I visitatori italiani sono in aumento, con 370.000 pernottamenti e 150.000 arrivi, pari rispettivamente a una crescita del +3% e +4% sul 2023. Italia e Croazia sono sempre più vicine con numerosi collegamenti, ben 7 le nuove rotte aeree oltre alle numerose opportunità in traghetto". Tante le novità che attendono i visitatori: “Nel 2024 non sono mancati gli investimenti e le nuove aperture sul fronte alberghiero partendo dall’Istria fino a Dubrovnik, così come ricco il calendario degli eventi e festival musicali”.     [post_title] => Croazia avanti tutta: "Arrivi a +11% già nei primi cinque mesi del 2024" [post_date] => 2024-06-05T10:30:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717583429000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468727 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_468732" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, Anna Perbellini, Marco Dadone e Lara Corsinovi[/caption] Si amplia il team di Ibiza Project. La dmc italiana specializzata nelle isole Pitiuse accoglie infatti nelle proprie fila Anna Perbellini: veronese di nascita, dopo la laurea in lingue e culture per il commercio internazionale si trasferisce subito all’estero, dove matura esperienza negli ambiti della guest experience e della reception in un rinomato gruppo alberghiero di lusso. L’amore per l’isola e il desiderio di organizzare e rendere uniche le esperienze dei viaggiatori, singoli o in gruppo, sono stati i fattori determinanti per l’inizio di questa collaborazione, che si prospetta davvero promettente. Contemporaneamente Ibiza Project ha inoltre realizzato un altro investimento introducendo un nuovo gestionale interno, più efficace e avanzato, per migliorare ulteriormente l'efficienza operativa e la qualità del servizio proposto. Il 2023 è stato chiuso, infatti, rispettando il budget prestabilito e mantenendo grande attenzione alla marginalità. Anche i dati dell’estate in arrivo sono incoraggianti, con un picco di richieste e prenotazioni tra fine giugno e inizio luglio, in linea con gli standard degli anni precedenti. Sempre per i prossimi mesi, l’azienda sta registrando una forte domanda di soggiorni personalizzati a Formentera da parte di piccoli gruppi. Per rispondere a questa crescente richiesta, Ibiza Project ha ideato attività dedicate, costruite su misura, focalizzandosi per esempio sulla scoperta delle eccellenze dell’enogastronomia locale e sugli sport al momento più di tendenza, tra cui il padel e il golf, oltre alle classiche attività acquatiche. “L’importante aumento della richiesta di soggiorni personalizzati da parte di piccoli gruppi ci permette di valorizzare i nostri punti di forza: la cura dei dettagli e l’essere locali e presenti nel territorio in cui operiamo – commentano Marco Dadone e Lara Corsinovi, fondatori della dmc –. I tanti repeater fidelizzati, che ogni anno richiedono i nostri servizi e si affidano alla nostra professionalità, ne sono la conferma”. [post_title] => Cresce il team di Ibiza Project che accoglie Anna Perbellini [post_date] => 2024-06-04T10:32:42+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717497162000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "burgio alpitour marginalita crescita linflazione bene al nostro debito" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":70,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":973,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469335","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_332099\" align=\"alignleft\" width=\"276\"] Marco Paghera[/caption]\r\n\r\nSono state oltre 180 le agenzie coinvolte, con la partecipazione di 300 professionisti del settore, alla prima fase del tour On The Road 2024 di Ixpira, iniziato il 9 aprile in Veneto. Il team del digital to capitolino ha attraversato l’Italia da nord a sud, effettuando 17 tappe anche in Piemonte, Puglia, Toscana, Liguria, Sicilia e Campania, per presentare pacchetti viaggi personalizzati pure per gruppi: oltre 150 tour e mini tour, disponibili in Italia e nel mondo, servizi complementari come noleggio auto con tariffe esclusive, escursioni e transfer, nonché offerte speciali per massimizzare la distribuzione e aumentare la competitività.\r\nDurante il tour, Ixpira ha collaborato con i suoi partner di lunga data, VisitMalta e Webins. Un momento saliente è stato l’annuncio della nuova partnership con The Seychelles Islands, che garantirà nuove opportunità alle agenzie di viaggio. “Questa edizione di Ixpira On The Road è stata cruciale per consolidare le relazioni con le adv e presentare le nostre soluzioni innovative - spiega il managing director, Marco Paghera -. Siamo entusiasti dei risultati ottenuti e delle nuove collaborazioni avviate, che ci permetteranno di offrire un servizio sempre più completo e personalizzato”.\r\n\r\nIxpira è presente con i suoi uffici in Italia a Roma e Messina, e offre supporto sia fisico sia virtuale alle agenzie grazie alla presenza di oltre dieci commerciali sul posto. “La gestione diretta dei prodotti è stata identificata come chiave per garantire marginalità e qualità del servizio - aggiunge l'operation manager Sergio Luongo -. Ci distinguiamo inoltre per la nostra attenzione alle relazioni umane, un approccio che va oltre il rapporto lavorativo, posizionandoci come un vero costruttore di emozioni”. La seconda parte del tour riprenderà a settembre con nuove tappe e molte novità.","post_title":"Ixpira chiude la prima parte del roadshow 2024: oltre 180 le agenzie incontrate","post_date":"2024-06-12T11:30:54+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718191854000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469280","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. \"Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai\", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. \"La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta\".\r\n\r\nIl boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: \"Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere\". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale.\r\n\r\nIn tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. \"Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso\". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante \"da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi\", conclude Curzi.\r\n\r\n ","post_title":"Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa","post_date":"2024-06-11T15:10:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718118620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469230","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' Alpitour World a occuparsi del viaggio, dell’accoglienza e della permanenza dei ragazzi e delle famiglie di Pizzaut, che in questi giorni, insieme al fondatore della Onlus, Nico Acampora, sono impegnati a parlare di inclusione all'Onu. Il tutto è stato organizzato da Neos, compagnia aerea del gruppo, nonché dal brand Turisanda1924, con il supporto dei fornitori Teamamerica per il soggiorno e Volatour per tutti i servizi in destinazione.\r\n\r\n“Alpitour World ci ha consentito un’esperienza unica e per questa opportunità esprimiamo loro tutta la nostra gratitudine - esordisce lo stesso Nico Acampora -. L’unicità del loro contributo non sta solo nell’averci supportato nell’organizzazione di questa straordinaria esperienza, ma nella volontà di iniziare con PizzAut una reale collaborazione che ci vedrà lavorare insieme con attività concrete. Viaggiare con ragazzi e ragazze autistiche può non essere semplice, le situazioni più comuni possono generare sgomento in loro e occorre essere preparati a gestire varie situazioni. La sensibilità dimostrata da Alpitour World su questo tema ci convince ancora di più che lavorare per un mondo più inclusivo sia la strada giusta e che percorrerla anche con le aziende è possibile e utile”.\r\n\r\nAlpitour World si impegna da oltre 75 anni ad agire in modo responsabile insieme ai propri partner e ai propri clienti operando con cura nei confronti delle persone e delle comunità, nella convinzione che la bellezza del mondo debba essere per tutti. Per questo il gruppo, attraverso le sue divisioni e i suoi brand, si assicura ogni giorno di offrire sostegno alle comunità locali e dar vita ad attività concrete per rendere le esperienze di viaggio accessibili a un numero sempre più ampio di persone, ognuno con le proprie unicità. Tra questi, solo per citarne alcuni, il progetto Vacanze Accessibili – Senza Barriere, promosso dai brand Alpitour, Francorosso e Bravo con l’associazione Handy Superabile, per raccogliere le esigenze dei clienti con disabilità motoria e/o sensoriale e verificare la fruibilità dei servizi presenti nei singoli villaggi e quello con Aic, l’Associazione italiana celiachia, che nasce per permettere a tutti di vivere una vacanza serena grazie alla presenza di strutture che aderiscono al network Alimentazione fuori casa. “Abbiamo deciso di avviare questa collaborazione perché crediamo che essere in viaggio significhi dare a tutti la possibilità di scoprire il mondo, imparare a conoscerlo e viverlo, facendone pienamente parte\", aggiunge Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Alpitour World.","post_title":"Alpitour avvia una collaborazione con Pizzaut all'insegna dell'inclusione","post_date":"2024-06-11T10:42:16+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718102536000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469185","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte bene la nuova stagione di Gardaland, che si è aperta con una crescita degli abbonamenti per il parco del 20% rispetto al 2023. \"L'anno scorso abbiamo finalmente superato i livelli pre-Covid del 2019 - racconta il direttore operativo del resort gardesano, Alessandra Zanoni, in occasione dell'evento di presentazione della nuova attrazione Wolf Legend -. E anche il 2024 è cominciato sotto i migliori auspici, anche se il maltempo ha rallentato un po' i flussi. Ciononostante siamo comunque in linea con le aspettative. Speriamo quindi che con il miglioramento del meteo si riesca ad andare persino oltre le previsioni\".\r\n\r\nLe novità 2024 non si fermano peraltro alla drop and twist tower che ha preso il posto del Sequoia Magic Loop: \"Abbiamo inserito pure una serie di nuovi show, tra cui uno spettacolo di magia chiamato Impossible!. Ed è stata rinforzata la street animation, per venire incontro a una precisa richiesta del nostro pubblico\".\r\n\r\n[caption id=\"attachment_469196\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Sabrina de Carvalho. Dietro si scorge Wolf Legend, novità 2024 del parco[/caption]\r\n\r\nTra gli obiettivi di quest'anno c'è quindi quello di incrementare ulteriormente la quota di visitatori internazionali, che nel 2023 sono già cresciuti di quasi il 20% e oggi arrivano a pesare per il 30% dei circa 3 milioni di visitatori annuali di Gardaland. \"Oltre all'area dei paesi di lingua tedesca, la cosiddetta regione Dach da sempre attratta dalla destinazione Garda  - aggiunge l’amministratore delegato, Sabrina de Carvalho -, stiamo registrando un aumento dei flussi dalla Francia, dall'Inghilterra e dalla Croazia\".\r\n\r\nLa quota estera è molto importante soprattutto per la parte hospitality del resort. Nei tre alberghi del parco circa il 46% degli ospiti proviene infatti da oltre confine. \"Per rafforzare ulteriormente i flussi dall'estero, abbiamo anche recentemente assunto un nuovo international sales manager, che sta lavorando molto con i tour operator stranieri. Fortunatamente non siamo stati però toccati dal fallimento di Fti Touristik\".\r\n\r\nMa il futuro di Gardaland passa pure da piani particolarmente ambiziosi, con l'obiettivo di diventare un punto di riferimento del mercato dei parchi d'intrattenimento europei. Come già rivelato l'anno scorso, il masterplan del resort, data la  scarsa disponibilità di terreni edificabili nelle immediate adiacenze, prevede una serie di ulteriori sviluppi in zone separate rispetto al nucleo originario: \"Prevediamo di poter annunciare la prima novità nel 2028\", anticipa in conclusione di intervista Sabrina de Carvalho.","post_title":"Parte bene il 2024 di Gardaland. Focus sui mercati internazionali","post_date":"2024-06-10T15:14:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718032479000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468880","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Vanno bene le cose in casa I Grandi Viaggi, tanto che l'operatore milanese è oggi in anticipo di ben tre anni sulla tabella di marcia del piano industriale di otto anni varato al momento della ripartenza post-Covid: \"Nel 2024 saremmo entrati nel terzo anno del percorso - spiega il direttore vendite Ciro La Rocca -, ma a livello di risultati abbiamo già raggiunto i traguardi prefissati per il sesto anno. Abbiamo quindi rimesso mano al piano, rivisitando tutti i nostri obiettivi verso l'alto\".\r\n\r\nA monte del successo, i notevoli sforzi implementati in campo tecnologico e in risorse interne. \"Il tutto con un approccio human technology che non dimentica mai l'importanza e la centralità della relazione personale\". Certo anche iGv deve oggi far fronte ai nuovi comportamenti della domanda che, complice anche gli aumenti dei prezzi, sta un po' rivoluzionando i ritmi tradizionali delle vendite: \"Registriamo in particolare una forte tendenza alla destagionalizzazione e al sotto data. Al momento abbiamo giugno con un 90% di occupazione e luglio al 70%, mentre agosto è ancora in ritardo rispetto ai trend abituali, anche se ultimamente stiamo scorgendo incoraggianti segnali di recupero\".\r\n\r\nLe tendenze sono però notevolmente diverse a seconda delle aree geografiche: \"Il Sud, in particolare la Sicilia, la Campania e la Puglia, stanno rispondendo con incrementi al di sopra di ogni nostra più rosea aspettativa. Ma bene in generale stanno andando tutti i nostri villaggi Italia ed Estero, che registrano significativi segni più. L'eccezione è il Nord della Penisola che, pur essendo partito bene con un buoni volumi in fase di prevendita, ha rallentato parecchio, probabilmente penalizzato dal clima poco clemente delle ultime settimane, nonché dai ponti che tradizionalmente distraggono i clienti dalla prenotazioni estive. Il tutto è stato però pure rafforzato da una rinnovata tendenza al sotto data, con molti nostri ospiti storici che normalmente prenotavano già a gennaio e che invece ora si affacciano solo adesso in agenzia per scoprire le nostre proposte\".\r\n\r\n ","post_title":"La Rocca, iGv: raggiunti gli obiettivi di budget con tre anni di anticipo","post_date":"2024-06-05T13:59:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1717595960000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468875","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si svolgerà sul marketplace OpenSea e sarà aperta per una settimana dalla mezzanotte di Greenwich del 7 giugno fino alle 10 del 14 giugno, con una base di partenza iniziale di 250 dollari, la nuova asta Nft griffata Alpitour World (la prima fu realizzata nel 2021 per promuovere l'hotel veneziano Ca' di Dio). Al vincitore, l’opportunità di trascorrere una notte all’interno di una delle otto strutture VRetreats, brand di hôtellerie di Voihotels dedicato agli amanti dell’arte, della storia e della cultura made in Italy.\r\n\r\nA chi si aggiudicherà il soggiorno andrà anche anche un’opera d’arte digitale esclusiva, rappresentativa della struttura scelta, frutto di un contest interno che ha coinvolto tutto il personale di Alpitour World, chiamato a mettersi alla prova e presentare le proprie idee creative attraverso grafiche digitali, create con l’utilizzo di Copilot, il chatbot multi-modale di Microsoft. Tra tutte le proposte presentate una giuria composta da interni e professionisti del settore ne ha selezionate otto, una per ogni struttura, in grado di riflettere al meglio l’identità e il fascino di ogni indirizzo VRetreats, che sono state associate agli Nft messi in vendita. Questa iniziativa si inserisce nell’ambito del percorso di employer branding intrapreso dal gruppo, evidenziando ulteriormente l’impegno e l’attenzione costante verso tutte le persone che ne fanno parte, ponendole al centro delle proprie politiche di sviluppo.\r\n\r\n“Siamo felici di presentare questa nuova iniziativa, innovativa sia nella modalità di vendita sia nella forma, che, attraverso il contest, ha saputo ispirare e coinvolgere la creatività di tutti i dipendenti del gruppo, consolidando l’identità del brand VRetreats che si dimostra capace di essere all’avanguardia nell’adozione delle tecnologie più attuali per rendere la propria offerta ancor più attrattiva” – commenta Angelo La Riccia, chief commercial officer Voihotels.","post_title":"Nuova asta Nft per il gruppo Alpitour. In palio un soggiorno in un VRetreats","post_date":"2024-06-05T13:23:56+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1717593836000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468844","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo sito per Estland, il to capitolino nato nel 1985 specializzato nell'Est Europa e non solo. Il portale si presenta con una grafica minimalista che lascia ampio spazio a immagini e informazioni. Un menu piuttosto intuitivo consente quindi di navigare facilmente tra tutti i prodotti dell'operatore, permettendo di selezionare rapidamente l'offerta preferita in un ventaglio di proposte che include partenze individuali, di gruppo, garantite, garantite combinate, oltre che pacchetti in evidenza. soggiorni mare e itinerari tematici.\r\n\r\nTra le destinazioni incluse nell'offerta estland ecco allora tutti i Paesi dell'Europa orientale, a cui si aggiungono oggi Austria, Belgio, Cipro, Francia, Galles, Germania, Grecia, Inghilterra, Irlanda e Islanda, nonché Olanda, Portogallo, Scandinavia, Scozia, Spagna e Turchia. Fuori dal Vecchio continente si segnalano inoltre Algeria, Azerbaijan, India, Iran, Kazakistan, Marocco, Oman, Tenerife,  Turkmenistan, Vietnam e Uzbekistan.","post_title":"Estland lancia il nuovo sito, più fruibile e immediato","post_date":"2024-06-05T11:29:25+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1717586965000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468834","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_468836\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Viviana Vukelic insieme al team milanese dell'Ente nazionale croato per il turismo[/caption]\r\n\r\n\"Un 2024 che è da subito partito bene per la Croazia, con numeri in crescita già nel periodo del pre-stagione\": Viviana Vukelic, direttrice dell'Ente nazionale croato per il turismo in Italia, commenta così l'andamento dell'anno, in occasione del tradizionale appuntamento milanese di saluto all'estate.\r\n\r\nProprio nella stagione di spalla \"abbiano lavorato tantissimo: nei primi cinque mesi del 2024 la Croazia ha totalizzato 4 milioni di arrivi, l'11% in più sullo stesso periodo del 2023, e 13 milioni di pernottamenti, +12%\"\r\n\r\nTrend confermato anche per i flussi dall'Italia: \"I visitatori italiani sono in aumento, con 370.000 pernottamenti e 150.000 arrivi, pari rispettivamente a una crescita del +3% e +4% sul 2023. Italia e Croazia sono sempre più vicine con numerosi collegamenti, ben 7 le nuove rotte aeree oltre alle numerose opportunità in traghetto\".\r\n\r\nTante le novità che attendono i visitatori: “Nel 2024 non sono mancati gli investimenti e le nuove aperture sul fronte alberghiero partendo dall’Istria fino a Dubrovnik, così come ricco il calendario degli eventi e festival musicali”.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Croazia avanti tutta: \"Arrivi a +11% già nei primi cinque mesi del 2024\"","post_date":"2024-06-05T10:30:29+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1717583429000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468727","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_468732\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, Anna Perbellini, Marco Dadone e Lara Corsinovi[/caption]\r\n\r\nSi amplia il team di Ibiza Project. La dmc italiana specializzata nelle isole Pitiuse accoglie infatti nelle proprie fila Anna Perbellini: veronese di nascita, dopo la laurea in lingue e culture per il commercio internazionale si trasferisce subito all’estero, dove matura esperienza negli ambiti della guest experience e della reception in un rinomato gruppo alberghiero di lusso. L’amore per l’isola e il desiderio di organizzare e rendere uniche le esperienze dei viaggiatori, singoli o in gruppo, sono stati i fattori determinanti per l’inizio di questa collaborazione, che si prospetta davvero promettente.\r\n\r\nContemporaneamente Ibiza Project ha inoltre realizzato un altro investimento introducendo un nuovo gestionale interno, più efficace e avanzato, per migliorare ulteriormente l'efficienza operativa e la qualità del servizio proposto. Il 2023 è stato chiuso, infatti, rispettando il budget prestabilito e mantenendo grande attenzione alla marginalità. Anche i dati dell’estate in arrivo sono incoraggianti, con un picco di richieste e prenotazioni tra fine giugno e inizio luglio, in linea con gli standard degli anni precedenti.\r\n\r\nSempre per i prossimi mesi, l’azienda sta registrando una forte domanda di soggiorni personalizzati a Formentera da parte di piccoli gruppi. Per rispondere a questa crescente richiesta, Ibiza Project ha ideato attività dedicate, costruite su misura, focalizzandosi per esempio sulla scoperta delle eccellenze dell’enogastronomia locale e sugli sport al momento più di tendenza, tra cui il padel e il golf, oltre alle classiche attività acquatiche.\r\n\r\n“L’importante aumento della richiesta di soggiorni personalizzati da parte di piccoli gruppi ci permette di valorizzare i nostri punti di forza: la cura dei dettagli e l’essere locali e presenti nel territorio in cui operiamo – commentano Marco Dadone e Lara Corsinovi, fondatori della dmc –. I tanti repeater fidelizzati, che ogni anno richiedono i nostri servizi e si affidano alla nostra professionalità, ne sono la conferma”.","post_title":"Cresce il team di Ibiza Project che accoglie Anna Perbellini","post_date":"2024-06-04T10:32:42+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1717497162000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti