15 June 2024

Europcar Mobility Group: conclusa la ristrutturazione finanziaria

[ 0 ]

Caroline Parot

Europcar Mobility Group ha concluso con successo la sua ristrutturazione finanziaria dopo il completamento delle ultime fasi del Financial Safeguard Plan (SFA), precedentemente approvato dal Tribunale commerciale di Parigi. Ciò consentirà al gruppo di accelerare l’implementazione di Connect, la sua roadmap strategica, preparandosi alla progressiva ripresa della domanda.

La società, che si è assicurata un nuovo aumento di capitale da 250 milioni di euro e una nuova linea di finanziamento per la sua flotta da 225 milioni, sottolinea che il suo debito “si è ridotto in modo molto significativo”, dal 2010 a 910 milioni di euro.

Nelle parole del suo ceo, Caroline Parot, «oggi apriamo un nuovo capitolo nella storia di Europcar Mobility Group con una significativa riduzione del nostro debito aziendale, con una nuova iniezione finanziaria, con nuove facilitazioni di finanziamento per la nostra flotta e con il sostegno dei nostri nuovi azionisti».

«D’ora in poi concentreremo tutti i nostri sforzi sull’accelerazione di Connect, una roadmap strategica per rendere il nostro gruppo leader nelle soluzioni di mobilità flessibile, sostenibile, connessa e digitale. Stiamo lavorando molto duramente per questa estate per rispondere alle prospettive di una progressiva ripresa dei viaggi nazionali e internazionali», aggiunge.

La società ha inoltre effettuato una ristrutturazione della propria leadership, sostituendo la formula composta da un consiglio di amministrazione e un consiglio di sorveglianza con un nuovo consiglio di amministrazione. Conseguentemente verranno separate le funzioni del presidente della stessa e dell’amministratore delegato del gruppo. Alexandre de Juniac ricoprirà ora la carica di presidente del consiglio di amministrazione, mentre Caroline Parot rimane l’amministratore delegato.

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469481 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si avvicina il debutto della seconda nave Explora Journeys, il brand del gruppo Msc dedicato ai viaggi oceanici di lusso. La Explora II ha infatti concluso con successo le prove in mare. La fase finale di costruzione della nave da 63.900 tonnellate lorde si è svolta presso lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, vicino a Genova. “Il varo di Explora I, avvenuto lo scorso anno, ha rappresentato la realizzazione di un sogno - commenta l'executive chairman della divisione crociere del gruppo Msc, Pierfrancesco Vago -. Explora II, che ha completato con successo le prove in mare, è la prossima pietra miliare del nostro viaggio". Quest'estate, la Explora II offrirà l'accesso ad alcune delle destinazioni più incantevoli e meno esplorate del Mediterraneo occidentale. Gli itinerari includono mete caratteristiche come Portofino, Porto Cervo, St-Tropez, Calvi, Mahon o Monte Carlo. Grazie ai pernottamenti e ai soggiorni più lunghi nelle destinazioni, gli ospiti potranno esplorare le culture e le esperienze locali. I viaggi partono da sette notti e possono arrivare a 14 o 21 notti, tutti con partenza da porti facilmente accessibili, come Barcellona o Civitavecchia, evitando di ripetere gli scali durante i viaggi combinabili. [post_title] => Si avvicina il debutto della Explora II. Completate con successo le prove in mare [post_date] => 2024-06-14T10:28:48+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718360928000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469467 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Enac ha varato il primo regolamento a livello nazionale che disciplina le operazioni di volo con i Vca (Vertical takeoff and landing Capable Aircraft) e introduce i requisiti per la realizzazione dei vertiporti. Un nuovo passo in avanti del percorso che vede il sistema Paese e l'Enac tra i pionieri dell'innovazione nella mobilità aerea avanzata, sostenibile e intermodale Il regolamento Vca “Requisiti nazionali per le operazioni, lo spazio aereo e le infrastrutture per gli aeromobili con capacità di decollo e atterraggio verticale”, risulta tra i primi a livello mondiale, nonché la prima normativa nazionale a livello europeo che integra il quadro comunitario sulla nuova mobilità innovativa. Entrato in vigore ieri, 12 giugno 2024, introduce i requisiti per la navigazione dei Vca con pilota a bordo nello spazio aereo nazionale, per l’istituzione di corridoi di volo riservati, in particolare sulle aree urbane, e per la costruzione e l’esercizio dei vertiporti. L'iniziativa rientra nel Piano Strategico Nazionale Aam (2021-2030) adottato dall’Enac nel 2021 per lo sviluppo della mobilità aerea avanzata che prevede, tra le diverse applicazioni, l’effettuazione dei servizi airtaxi con mezzi aerei innovativi a capacità di decollo e atterraggio verticale, per lo più a propulsione elettrica. "In considerazione dell'introduzione della terza dimensione della mobilità in contesti urbani - spiega una nota dell'ente nazionale per l'aviazione civile - l'Enac ha assunto un approccio graduale, con un’attenzione particolare alla sicurezza delle operazioni, e multidisciplinare per facilitare l'adozione nazionale di scenari innovativi il cui scopo è favorire la transizione ecologica e, allo stesso tempo, rispondere alle esigenze dei territori e di una mobilità intermodale con costi ridotti rispetto ai tradizionali elicotteri". Quanto sopra è in linea con la strategia Drone 2.0 della Commissione Europea che prevede che i servizi di mobilità aera innovativa, quali gli airtaxi, diventino parte integrante della vita quotidiana degli europei entro il 2030. Il Regolamento costituisce un [post_title] => L'Enac introduce il primo regolamento nazionale per taxi volanti e vertiporti [post_date] => 2024-06-14T09:41:46+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718358106000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469340 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Salonicco con la penisola Calcidica, Pantelleria, Cefalonia e Creta. Si è concluso da pochi giorni l'ultimo eductour della prima fase programma Go4Fam organizzato da Go4Sea, che ha coinvolto 250 agenti in totale, provenienti da tutta Italia, con maggiore presenza di agenzie del Centro Sud. "La nostra volontà di dialogo e condivisione con i nostri partner è di estrema importanza - sottolinea il ceo dell'operatore pugliese, Tommaso Valenzano -. Grazie al supporto di nostri fornitori come Grimaldi Lines, Luxwing, Pantelleria Island, Domina Travel e tutte le dmc coinvolte, siamo riusciti a realizzare eductour complessi, che hanno richiesto uno sforzo organizzativo ed economico rilevante. Il risultato è stato eccellente. Siamo soddisfatti e non ci fermeremo. Abbiamo tante novità in arrivo, tra cui una seconda serie di eductour in altre destinazioni, comprese Albania e Montenegro, Turchia, Dubai e mar Rosso. Prevediamo inoltre il prossimo lancio di interessanti novità e viaggi tematici molto contemporanei. In linea con il neuromarketing, vorremmo perseguire il nostro principale obiettivo: integrare e differenziare sempre di più il viaggio con esperienze che rimangono e vengono raccontate e non limitarlo al volo + accomodation e prezzo al ribasso". Anche il programma di webinar effettuati per l'approfondimento della programmazione del to  (Albania & Montenegro, tutta la Grecia con tour-isole e viaggi combinati, Turchia & Cipro Nord, Egitto Classico & Domina Coral Bay Sharm, lungo raggio) ha registrato oltre 650 iscrizioni e più di 400 ulteriori download delle registrazioni messe a disposizione per tutti coloro che non si sono potuti collegare in diretta. In ultimo, ma non meno importante, gli incontri di sede del programma Stay with Us, in collaborazione con i partner strategici (dmc estere di varie destinazioni tra cui Dubai, Argentina, Turchia e fornitori quali Msc Crociere, Emirates, Domina Travel, Villa Resorts, Allianz) hanno riunito complessivamente più di 250 agenti provenienti da diverse regioni d'Italia nella nuova sede di Go4Sea. [post_title] => Eductour Go4Sea: 250 gli adv in viaggio tra Salonicco, penisola Calcidica, Pantelleria, Cefalonia e Creta [post_date] => 2024-06-12T12:01:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718193668000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469280 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. "Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. "La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta". Il boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: "Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale. In tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. "Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante "da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi", conclude Curzi.   [post_title] => Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa [post_date] => 2024-06-11T15:10:20+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718118620000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469266 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo SoGes, proprietaria del marchio Place of Charme dedicato alla gestione di boutique hotel sotto le 100 camere, è stato oggi ufficialmente ammesso alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie e dei correlati warrant su Euronext Growth Milan: il listino della Borsa di Milano dedicato alle pmi ad alto potenziale. L’inizio delle negoziazioni è previsto per domani, mercoledì 12 giugno. “L'ingresso in Borsa rappresenta una tappa fondamentale nel nostro percorso di sviluppo, che negli ultimi cinque anni ha registrato un tasso di crescita annuo composto (Cagr) superiore al 37% - spiega il co-founder e amministratore delegato di SoGes, Andrea Galardi -. Con l’Ipo puntiamo ad accelerare la realizzazione di un ambizioso piano strategico, acquisendo nuove gestioni alberghiere in tutta Italia, valorizzando le strutture in portfolio e rafforzando l’innovazione digitale e la formazione del management e dell’operativo. Le proiezioni di settore sono più che confortanti: si stima che in Italia il mercato dell’hospitality raggiungerà un valore complessivo di circa 72 miliardi di euro entro il 2027, con un Cagr 2022-27 del 10,8% ”. L’ammontare complessivo del collocamento è pari a 2.719.575 euro, di cui 2.447.617,5 interamente in aumento di capitale e 271.957,5 rinvenienti dall’esercizio dell’opzione di overallotment. Al collocamento hanno partecipato in larga parte investitori istituzionali italiani ed esteri e investitori professionali e in minor parte investitori retail. Le azioni collocate sono pari a 1.208.700, di cui 1.087.830 di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale a servizio del collocamento e 128.870 rivenienti dall’esercizio dell’opzione di overallotment. Il prezzo di collocamento delle azioni è stato fissato in 2,25 euro per azione. La capitalizzazione di mercato della società prevista all’inizio delle negoziazioni è pari a 11.555.617,5 euro (11.827.575 euro assumendo l’integrale esercizio dell’opzione greenshoe - overallotment, ndr -, interamente in aumento di capitale), con un flottante del 21,18% (22,99% in caso di esercizio integrale dell’opzione greenshoe). L’operazione prevede anche l'emissione di 1.208.700 warrant SoGes Group s.p.a. 2024-2027, che sono abbinati gratuitamente alle azioni sottoscritte nell’ambito del collocamento, nel rapporto di un warrant ogni azione detenuta e saranno validi per sottoscrivere, alle condizioni e secondo le modalità del regolamento warrant, le azioni di compendio in ragione di una azione di compendio ogni tre warrant presentati per l’esercizio. A esito del collocamento, prima dell’eventuale esercizio dell’opzione greenshoe, il capitale sociale del gruppo SoGes è pari a 770.374,50 euro composto da 5.135.830 azioni ordinarie prive dell’indicazione del valore nominale. La composizione della compagine sociale è quindi ora costituita da una quota del 77,88% sullo stesso capitale sociale detenuta da Gala Holding, a sua volta di proprietà della famiglia Galardi, nonché dallo 0,31% di diretta pertinenza di Andrea Galardi e dallo 0,62% di azioni proprie. Il flottante ammonta al 21,18%.   [post_title] => SoGes (Place of Charme) ammessa alla negoziazioni della Borsa di Milano. Flottante al 21,18% [post_date] => 2024-06-11T12:06:55+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718107615000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469253 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Anche quest’anno la Camera di Commercio Riviere di Liguria, tramite la propria Azienda Speciale Riviere di Liguria, e TPL Linea ripropongono l’ormai consolidata collaborazione nel segno della mobilità turistica sostenibile. Da inizio giugno fino al 31 ottobre è nuovamente operativa, con una veste grafica rinnovata, la Tourist Card, grazie alla quale i turisti in vacanza che alloggiano nelle strutture ricettive nei 18 comuni aderenti a Ligurian Riviera, potranno spostarsi in tutto il territorio provinciale utilizzando i bus di TPL Linea. Basta inviare un semplice Sms oppure inquadrare il QR code di riferimento riportato sulla card per attivarla da subito. In questo modo si potrà usufruire del servizio di trasporto pubblico locale e muoversi in piena libertà alla scoperta dei luoghi più suggestivi della “Ligurian Riviera – Le Perle del Savonese”. La card sarà anche disponibile in versione “family”, per i nuclei familiari fino a un massimo di quattro componenti. La card per la mobilità sarà gratuita e valida per tutto il giorno (per un massimo di sette giorni), permettendo agli ospiti di spostarsi nelle diverse località del Savonese, dalla costa fino all’entroterra. La card è nominativa e sarà fornita dalla struttura ricettiva ospitante. Per illustrare agli utilizzatori le modalità di fruizione della card, verranno consegnate delle brochure con le informazioni principali in italiano e in inglese. «La mobilità sostenibile per i turisti in vacanza nella nostra provincia vede TPL Linea giocare ancora un ruolo attivo e di indirizzo per la nostra azienda: sensibilizzare e agevolare l’utilizzo del mezzo pubblico per i nostri visitatori presenta indiscussi vantaggi per la vivibilità nei mesi estivi e la qualità di accoglienza - affermano il presidente di TPL Linea Vincenzo Franceri e il direttore generale Giampaolo Rossi - La Tourist Card qualifica l’offerta turistica e lo stesso servizio di trasporto pubblico locale grazie ai collegamenti tra le varie località». «L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle progettualità del nostro Ente per aumentare l’appeal della Riviera ligure di Ponente, facilitando il raggiungimento e la scoperta delle destinazioni non solo costiere ma anche dell’entroterra - aggiunge presidente della Camera di Commercio, Enrico Lupi - Lo strumento della tourist card è uno dei punti di forza della strategia di Ligurian Riviera che, grazie a un consolidato partenariato pubblico e privato, ha conseguito negli anni obiettivi importanti sul versante della promozione della destinazione turistica». [post_title] => Camera Commercio Riviere di Liguria e TPL Linea, torna la Tourist Card nel Savonese [post_date] => 2024-06-11T11:34:25+00:00 [category] => Array ( [0] => incoming ) [category_name] => Array ( [0] => Incoming ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718105665000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469218 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il fondo di private equity Elliott ha acquisito una partecipazione di 2 miliardi nel capitale di Southwest, che ha una capitalizzazione di circa 16 miliardi di dollari. E da subito, l'intenzione è quella di imprimere un forte cambiamento nella gestione della low cost americana.  Ad aprile Southwest Airlines ha dichiarato che per il 2024 si aspetta un incremento dei costi, che sarà accompagnato anche da una crescita più lenta dei ricavi. Dietro la frenata del fatturato si nascondono i problemi legate ai ritardi nelle consegne da parte di Boeing, che per l’anno in corso sarà in grado di fornire solo 20 aeromobili sui 79 attesi a gennaio.  Elliott ha criticato la dirigenza Southwest per i risultati finanziari “deludenti” in un momento in cui il settore aereo registra una forte domanda di viaggi. Come riportato da Reuters, il fondo ha chiesto una nuova leadership all'esterno dell'azienda, affermando che il ceo Bob Jordan ha fornito prestazioni finanziarie e operative inaccettabili trimestre dopo trimestre. Secondo il fondo, l'Ebitdar di Southwest dovrebbe essere inferiore di quasi il 50% rispetto ai livelli del 2018. Elliott ha attribuito la sottoperformance a una “scarsa esecuzione” e alla “ostinata riluttanza” della dirigenza a rivolanciare la strategia della low cost. «Riteniamo che sia necessaria una nuova leadership in Southwest” ha dichiarato Elliott nella lettera al consiglio di amministrazione della compagnia aerea. Un portavoce di Southwest ha dichiarato che, sebbene l'azienda sia ansiosa di comprendere meglio il punto di vista di Elliott, il consiglio di amministrazione ha fiducia nella capacità di Jordan di creare valore a lungo termine per tutti gli azionisti. [post_title] => Southwest: arriva il fondo Elliott e subito chiede un cambio di rotta e leadership [post_date] => 2024-06-11T10:24:04+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718101444000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469219 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Europa World ha scelto il tetto d'Europa, la cima del monte Bianco e l'esperienza Skyway per celebrare i propri primi 20 anni in compagnia del proprio team e dello staff Quality Group: "Un luogo che profuma di futuro per ritrovarci, brindare alle sfide superate e stare insieme come in un abbraccio per affrontare quelle che si presenteranno. È con questo spirito di avventura e con il sorriso nel cuore che voglio affrontare i prossimi anni insieme a tutti voi", sottolinea Daniela Fecchio. "Raggiungere questo traguardo mi riempie di orgoglio - prosegue la fondatrice del to di casa Quality -. Il numero 20 accanto al nostro logo rappresenta non solo gli anni trascorsi, ma anche le sfide superate e i successi ottenuti. Vent'anni possono volare via in un attimo o sembrare un'eternità. Amici e conoscenti spesso mi chiedono cosa farei se potessi tornare indietro. La mia risposta è semplice: rifarei esattamente lo stesso percorso, operando con grande specializzazione nel Quality Group il cui supporto ha contribuito al successo di Europa World." Il viaggio di Europa World è iniziato con un incontro fortuito tra Daniela Fecchio e Michele Serra, durante il quale Daniela condivise la sua passione per l'Europa, un continente che l'aveva affascinata sin da giovane. Quella passione si è trasformata in una missione, culminata nella fondazione di Europa World, l'11 maggio 2004. “Desidero esprimere la mia gratitudine a tutti coloro che hanno reso possibile questo traguardo: al mio team, soci, squadra commerciale, marketing, edp e tutti i collaboratori. Senza una squadra non esiste azienda, senza condivisione non c'è squadra, e senza il piacere di stare insieme non c'è condivisione. Sono estremamente orgogliosa di tutti voi”, conclude Daniela Fecchio.   [post_title] => Europa World in cima al monte Bianco per festeggiare i suoi primi 20 anni [post_date] => 2024-06-11T10:06:28+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718100388000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 469178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Genova chiude il 2023 con una perdita di esercizio di 3,5 milioni di euro: il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio nei giorni scorsi e convocato l’assemblea ordinaria dei soci per il 28 giugno. Durante lo scorso anno sono transitati dal Colombo 1,27 milioni di passeggeri, in crescita del 4,6% rispetto al 2022; il fatturato è stato pari a 28,8 milioni di euro in aumento del 5,1% rispetto all'anno precedente. Non mancano quindi i segnali positivi, anche se i conti per ora sono in rosso, a differenza del 2022 che si era chiuso con un sostanziale pareggio. C'è attesa ora per l’assemblea dei soci che sarà chiamata a votare l’aumento di capitale necessario per far fronte alle perdite degli ultimi anni, in linea anche il piano economico-finanziario per il quinquennio 2024-2029. Sul 2023 hanno gravato negativamente alcune voci di costo straordinarie, dovute principalmente al venir meno delle misure legislative di contenimento degli effetti Covid. Inoltre, è stato sottoscritto un contratto di espansione che ha comportato un aumento di 1,7 milioni di euro per il costo del personale “ma che avrà effetti positivi negli anni a venire grazie ai prepensionamenti concordati”. La svolta attesa dal Cristoforo Colombo è però la privatizzazione, percorso iniziato con le manifestazioni di interesse inviate da cinque soggetti privati che, nonostante l’intenzione di mantenere il controllo in mano pubblica, avranno voce in capitolo sulla gestione operativa e maggiori quote di capitale. [post_title] => Aeroporto Genova: aumentano passeggeri e ricavi, ma il bilancio 2023 è in rosso [post_date] => 2024-06-10T12:40:50+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1718023250000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "europcar mobility group conclusa la ristrutturazione finanziaria" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":115,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1678,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469481","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si avvicina il debutto della seconda nave Explora Journeys, il brand del gruppo Msc dedicato ai viaggi oceanici di lusso. La Explora II ha infatti concluso con successo le prove in mare. La fase finale di costruzione della nave da 63.900 tonnellate lorde si è svolta presso lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, vicino a Genova.\r\n\r\n“Il varo di Explora I, avvenuto lo scorso anno, ha rappresentato la realizzazione di un sogno - commenta l'executive chairman della divisione crociere del gruppo Msc, Pierfrancesco Vago -. Explora II, che ha completato con successo le prove in mare, è la prossima pietra miliare del nostro viaggio\".\r\n\r\nQuest'estate, la Explora II offrirà l'accesso ad alcune delle destinazioni più incantevoli e meno esplorate del Mediterraneo occidentale. Gli itinerari includono mete caratteristiche come Portofino, Porto Cervo, St-Tropez, Calvi, Mahon o Monte Carlo. Grazie ai pernottamenti e ai soggiorni più lunghi nelle destinazioni, gli ospiti potranno esplorare le culture e le esperienze locali. I viaggi partono da sette notti e possono arrivare a 14 o 21 notti, tutti con partenza da porti facilmente accessibili, come Barcellona o Civitavecchia, evitando di ripetere gli scali durante i viaggi combinabili.","post_title":"Si avvicina il debutto della Explora II. Completate con successo le prove in mare","post_date":"2024-06-14T10:28:48+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718360928000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469467","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Enac ha varato il primo regolamento a livello nazionale che disciplina le operazioni di volo con i Vca (Vertical takeoff and landing Capable Aircraft) e introduce i requisiti per la realizzazione dei vertiporti. Un nuovo passo in avanti del percorso che vede il sistema Paese e l'Enac tra i pionieri dell'innovazione nella mobilità aerea avanzata, sostenibile e intermodale\r\n\r\nIl regolamento Vca “Requisiti nazionali per le operazioni, lo spazio aereo e le infrastrutture per gli aeromobili con capacità di decollo e atterraggio verticale”, risulta tra i primi a livello mondiale, nonché la prima normativa nazionale a livello europeo che integra il quadro comunitario sulla nuova mobilità innovativa.\r\n\r\nEntrato in vigore ieri, 12 giugno 2024, introduce i requisiti per la navigazione dei Vca con pilota a bordo nello spazio aereo nazionale, per l’istituzione di corridoi di volo riservati, in particolare sulle aree urbane, e per la costruzione e l’esercizio dei vertiporti.\r\n\r\nL'iniziativa rientra nel Piano Strategico Nazionale Aam (2021-2030) adottato dall’Enac nel 2021 per lo sviluppo della mobilità aerea avanzata che prevede, tra le diverse applicazioni, l’effettuazione dei servizi airtaxi con mezzi aerei innovativi a capacità di decollo e atterraggio verticale, per lo più a propulsione elettrica.\r\n\r\n\"In considerazione dell'introduzione della terza dimensione della mobilità in contesti urbani - spiega una nota dell'ente nazionale per l'aviazione civile - l'Enac ha assunto un approccio graduale, con un’attenzione particolare alla sicurezza delle operazioni, e multidisciplinare per facilitare l'adozione nazionale di scenari innovativi il cui scopo è favorire la transizione ecologica e, allo stesso tempo, rispondere alle esigenze dei territori e di una mobilità intermodale con costi ridotti rispetto ai tradizionali elicotteri\".\r\n\r\nQuanto sopra è in linea con la strategia Drone 2.0 della Commissione Europea che prevede che i servizi di mobilità aera innovativa, quali gli airtaxi, diventino parte integrante della vita quotidiana degli europei entro il 2030. Il Regolamento costituisce un","post_title":"L'Enac introduce il primo regolamento nazionale per taxi volanti e vertiporti","post_date":"2024-06-14T09:41:46+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718358106000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469340","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Salonicco con la penisola Calcidica, Pantelleria, Cefalonia e Creta. Si è concluso da pochi giorni l'ultimo eductour della prima fase programma Go4Fam organizzato da Go4Sea, che ha coinvolto 250 agenti in totale, provenienti da tutta Italia, con maggiore presenza di agenzie del Centro Sud.\r\n\r\n\"La nostra volontà di dialogo e condivisione con i nostri partner è di estrema importanza - sottolinea il ceo dell'operatore pugliese, Tommaso Valenzano -. Grazie al supporto di nostri fornitori come Grimaldi Lines, Luxwing, Pantelleria Island, Domina Travel e tutte le dmc coinvolte, siamo riusciti a realizzare eductour complessi, che hanno richiesto uno sforzo organizzativo ed economico rilevante. Il risultato è stato eccellente. Siamo soddisfatti e non ci fermeremo. Abbiamo tante novità in arrivo, tra cui una seconda serie di eductour in altre destinazioni, comprese Albania e Montenegro, Turchia, Dubai e mar Rosso. Prevediamo inoltre il prossimo lancio di interessanti novità e viaggi tematici molto contemporanei. In linea con il neuromarketing, vorremmo perseguire il nostro principale obiettivo: integrare e differenziare sempre di più il viaggio con esperienze che rimangono e vengono raccontate e non limitarlo al volo + accomodation e prezzo al ribasso\".\r\n\r\nAnche il programma di webinar effettuati per l'approfondimento della programmazione del to  (Albania & Montenegro, tutta la Grecia con tour-isole e viaggi combinati, Turchia & Cipro Nord, Egitto Classico & Domina Coral Bay Sharm, lungo raggio) ha registrato oltre 650 iscrizioni e più di 400 ulteriori download delle registrazioni messe a disposizione per tutti coloro che non si sono potuti collegare in diretta. In ultimo, ma non meno importante, gli incontri di sede del programma Stay with Us, in collaborazione con i partner strategici (dmc estere di varie destinazioni tra cui Dubai, Argentina, Turchia e fornitori quali Msc Crociere, Emirates, Domina Travel, Villa Resorts, Allianz) hanno riunito complessivamente più di 250 agenti provenienti da diverse regioni d'Italia nella nuova sede di Go4Sea.","post_title":"Eductour Go4Sea: 250 gli adv in viaggio tra Salonicco, penisola Calcidica, Pantelleria, Cefalonia e Creta","post_date":"2024-06-12T12:01:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718193668000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469280","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Giappone, Cina, Thailandia, Indonesia. Sono le principali protagoniste del 2024 di Idee per Viaggiare. \"Il successo di una destinazione dipende certo dalla programmazione e dalla qualità del prodotto. Ma pesa anche il mood del mercato. E questo è sicuramente il momento dell'Oriente, come un po' di anni fa è stato per Dubai\", racconta il ceo di Idee per Viaggiare, Danilo Curzi. Il Giappone in particolare è ormai diventato la seconda meta per importanza dell'operatore capitolino, in termini di volumi e di marginalità. \"La vera sorpresa dell'anno è stata però la Cina. Entrata nel nostro portfolio meno di un anno fa con l'acquisizione di Chinasia, ha immediatamente scalato tantissime posizioni e ora è al sesto-settimo posto, su una trentina di destinazioni totali, per fatturato generato. Laura Grassi (co-fondatrice di Chinasia, ndr) mi aveva raccontato delle potenzialità del prodotto. E ha avuto ragione. Sono felice ora di vederla contenta\".\r\n\r\nIl boom dell'Oriente si inserisce peraltro in un contesto molto positivo per IpV. Dopo aver chiuso a fine ottobre lo scorso anno finanziario superando per la prima volta nella propria storia la soglia dei 100 milioni di euro di fatturato (toccando quota 107 mln), il to continua infatti nel suo trend di espansione: \"Nel primo semestre abbiamo siamo già a +15% in termini di produzione e marginalità. E aumenta anche la quota di advance booking, con la nostra finestra media di prenotazione che si attesta ormai attorno ai 140 giorni di anticipo. Una tendenza che ci permette di pianificare meglio la programmazione, a volte persino consentendoci di aumentare l'offerta seguendo le esigenze del mercato. Ai clienti dà invece la possibilità di accedere a quotazioni più vantaggiose, grazie alle policy di pricing dinamico di vettori e strutture alberghiere\". Il fenomeno è talmente importante che oggi Curzi può persino affermare che le tariffe medie di IpV sono in calo rispetto al 2023, nonostante il perdurare del contesto inflattivo globale.\r\n\r\nIn tale scenario, gli Stati Uniti rimangono pur sempre la destinazione di punta del to. \"Anche se devo ammettere che nell'ultimo mese abbiamo registrato una lieve flessione delle prenotazioni, attorno al 4%-5%. Un piccolo decremento, non in grado comunque di intaccare il trend di crescita registrato dagli Usa dell'anno finanziario preso nel suo complesso\". Altro tassello importante del mondo IpV è poi quello rappresentato dall'attività di consolidatore: una delle nuove linee di business lanciate dall'operatore, diventate tanto importante \"da portarci oggi a dire che non siamo più un semplice tour operator ma un'azienda che offre servizi turistici a 360 gradi\", conclude Curzi.\r\n\r\n ","post_title":"Curzi, IpV: è il momento dell'Oriente. Giappone la conferma, Cina la sorpresa","post_date":"2024-06-11T15:10:20+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1718118620000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469266","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo SoGes, proprietaria del marchio Place of Charme dedicato alla gestione di boutique hotel sotto le 100 camere, è stato oggi ufficialmente ammesso alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie e dei correlati warrant su Euronext Growth Milan: il listino della Borsa di Milano dedicato alle pmi ad alto potenziale. L’inizio delle negoziazioni è previsto per domani, mercoledì 12 giugno.\r\n\r\n“L'ingresso in Borsa rappresenta una tappa fondamentale nel nostro percorso di sviluppo, che negli ultimi cinque anni ha registrato un tasso di crescita annuo composto (Cagr) superiore al 37% - spiega il co-founder e amministratore delegato di SoGes, Andrea Galardi -. Con l’Ipo puntiamo ad accelerare la realizzazione di un ambizioso piano strategico, acquisendo nuove gestioni alberghiere in tutta Italia, valorizzando le strutture in portfolio e rafforzando l’innovazione digitale e la formazione del management e dell’operativo. Le proiezioni di settore sono più che confortanti: si stima che in Italia il mercato dell’hospitality raggiungerà un valore complessivo di circa 72 miliardi di euro entro il 2027, con un Cagr 2022-27 del 10,8% ”.\r\n\r\nL’ammontare complessivo del collocamento è pari a 2.719.575 euro, di cui 2.447.617,5 interamente in aumento di capitale e 271.957,5 rinvenienti dall’esercizio dell’opzione di overallotment. Al collocamento hanno partecipato in larga parte investitori istituzionali italiani ed esteri e investitori professionali e in minor parte investitori retail. Le azioni collocate sono pari a 1.208.700, di cui 1.087.830 di nuova emissione rivenienti dall’aumento di capitale a servizio del collocamento e 128.870 rivenienti dall’esercizio dell’opzione di overallotment. Il prezzo di collocamento delle azioni è stato fissato in 2,25 euro per azione.\r\n\r\nLa capitalizzazione di mercato della società prevista all’inizio delle negoziazioni è pari a 11.555.617,5 euro (11.827.575 euro assumendo l’integrale esercizio dell’opzione greenshoe - overallotment, ndr -, interamente in aumento di capitale), con un flottante del 21,18% (22,99% in caso di esercizio integrale dell’opzione greenshoe).\r\n\r\nL’operazione prevede anche l'emissione di 1.208.700 warrant SoGes Group s.p.a. 2024-2027, che sono abbinati gratuitamente alle azioni sottoscritte nell’ambito del collocamento, nel rapporto di un warrant ogni azione detenuta e saranno validi per sottoscrivere, alle condizioni e secondo le modalità del regolamento warrant, le azioni di compendio in ragione di una azione di compendio ogni tre warrant presentati per l’esercizio.\r\n\r\nA esito del collocamento, prima dell’eventuale esercizio dell’opzione greenshoe, il capitale sociale del gruppo SoGes è pari a 770.374,50 euro composto da 5.135.830 azioni ordinarie prive dell’indicazione del valore nominale. La composizione della compagine sociale è quindi ora costituita da una quota del 77,88% sullo stesso capitale sociale detenuta da Gala Holding, a sua volta di proprietà della famiglia Galardi, nonché dallo 0,31% di diretta pertinenza di Andrea Galardi e dallo 0,62% di azioni proprie. Il flottante ammonta al 21,18%.\r\n\r\n ","post_title":"SoGes (Place of Charme) ammessa alla negoziazioni della Borsa di Milano. Flottante al 21,18%","post_date":"2024-06-11T12:06:55+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1718107615000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469253","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Anche quest’anno la Camera di Commercio Riviere di Liguria, tramite la propria Azienda Speciale Riviere di Liguria, e TPL Linea ripropongono l’ormai consolidata collaborazione nel segno della mobilità turistica sostenibile. Da inizio giugno fino al 31 ottobre è nuovamente operativa, con una veste grafica rinnovata, la Tourist Card, grazie alla quale i turisti in vacanza che alloggiano nelle strutture ricettive nei 18 comuni aderenti a Ligurian Riviera, potranno spostarsi in tutto il territorio provinciale utilizzando i bus di TPL Linea.\r\n\r\nBasta inviare un semplice Sms oppure inquadrare il QR code di riferimento riportato sulla card per attivarla da subito. In questo modo si potrà usufruire del servizio di trasporto pubblico locale e muoversi in piena libertà alla scoperta dei luoghi più suggestivi della “Ligurian Riviera – Le Perle del Savonese”. La card sarà anche disponibile in versione “family”, per i nuclei familiari fino a un massimo di quattro componenti.\r\n\r\nLa card per la mobilità sarà gratuita e valida per tutto il giorno (per un massimo di sette giorni), permettendo agli ospiti di spostarsi nelle diverse località del Savonese, dalla costa fino all’entroterra.\r\n\r\nLa card è nominativa e sarà fornita dalla struttura ricettiva ospitante. Per illustrare agli utilizzatori le modalità di fruizione della card, verranno consegnate delle brochure con le informazioni principali in italiano e in inglese.\r\n\r\n«La mobilità sostenibile per i turisti in vacanza nella nostra provincia vede TPL Linea giocare ancora un ruolo attivo e di indirizzo per la nostra azienda: sensibilizzare e agevolare l’utilizzo del mezzo pubblico per i nostri visitatori presenta indiscussi vantaggi per la vivibilità nei mesi estivi e la qualità di accoglienza - affermano il presidente di TPL Linea Vincenzo Franceri e il direttore generale Giampaolo Rossi - La Tourist Card qualifica l’offerta turistica e lo stesso servizio di trasporto pubblico locale grazie ai collegamenti tra le varie località».\r\n\r\n«L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle progettualità del nostro Ente per aumentare l’appeal della Riviera ligure di Ponente, facilitando il raggiungimento e la scoperta delle destinazioni non solo costiere ma anche dell’entroterra - aggiunge presidente della Camera di Commercio, Enrico Lupi - Lo strumento della tourist card è uno dei punti di forza della strategia di Ligurian Riviera che, grazie a un consolidato partenariato pubblico e privato, ha conseguito negli anni obiettivi importanti sul versante della promozione della destinazione turistica».","post_title":"Camera Commercio Riviere di Liguria e TPL Linea, torna la Tourist Card nel Savonese","post_date":"2024-06-11T11:34:25+00:00","category":["incoming"],"category_name":["Incoming"],"post_tag":[]},"sort":[1718105665000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469218","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il fondo di private equity Elliott ha acquisito una partecipazione di 2 miliardi nel capitale di Southwest, che ha una capitalizzazione di circa 16 miliardi di dollari. E da subito, l'intenzione è quella di imprimere un forte cambiamento nella gestione della low cost americana. \r\n\r\nAd aprile Southwest Airlines ha dichiarato che per il 2024 si aspetta un incremento dei costi, che sarà accompagnato anche da una crescita più lenta dei ricavi. Dietro la frenata del fatturato si nascondono i problemi legate ai ritardi nelle consegne da parte di Boeing, che per l’anno in corso sarà in grado di fornire solo 20 aeromobili sui 79 attesi a gennaio. \r\n\r\nElliott ha criticato la dirigenza Southwest per i risultati finanziari “deludenti” in un momento in cui il settore aereo registra una forte domanda di viaggi. Come riportato da Reuters, il fondo ha chiesto una nuova leadership all'esterno dell'azienda, affermando che il ceo Bob Jordan ha fornito prestazioni finanziarie e operative inaccettabili trimestre dopo trimestre.\r\n\r\nSecondo il fondo, l'Ebitdar di Southwest dovrebbe essere inferiore di quasi il 50% rispetto ai livelli del 2018. Elliott ha attribuito la sottoperformance a una “scarsa esecuzione” e alla “ostinata riluttanza” della dirigenza a rivolanciare la strategia della low cost.\r\n\r\n«Riteniamo che sia necessaria una nuova leadership in Southwest” ha dichiarato Elliott nella lettera al consiglio di amministrazione della compagnia aerea.\r\nUn portavoce di Southwest ha dichiarato che, sebbene l'azienda sia ansiosa di comprendere meglio il punto di vista di Elliott, il consiglio di amministrazione ha fiducia nella capacità di Jordan di creare valore a lungo termine per tutti gli azionisti.","post_title":"Southwest: arriva il fondo Elliott e subito chiede un cambio di rotta e leadership","post_date":"2024-06-11T10:24:04+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718101444000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469219","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Europa World ha scelto il tetto d'Europa, la cima del monte Bianco e l'esperienza Skyway per celebrare i propri primi 20 anni in compagnia del proprio team e dello staff Quality Group: \"Un luogo che profuma di futuro per ritrovarci, brindare alle sfide superate e stare insieme come in un abbraccio per affrontare quelle che si presenteranno. È con questo spirito di avventura e con il sorriso nel cuore che voglio affrontare i prossimi anni insieme a tutti voi\", sottolinea Daniela Fecchio.\r\n\r\n\"Raggiungere questo traguardo mi riempie di orgoglio - prosegue la fondatrice del to di casa Quality -. Il numero 20 accanto al nostro logo rappresenta non solo gli anni trascorsi, ma anche le sfide superate e i successi ottenuti. Vent'anni possono volare via in un attimo o sembrare un'eternità. Amici e conoscenti spesso mi chiedono cosa farei se potessi tornare indietro. La mia risposta è semplice: rifarei esattamente lo stesso percorso, operando con grande specializzazione nel Quality Group il cui supporto ha contribuito al successo di Europa World.\"\r\n\r\nIl viaggio di Europa World è iniziato con un incontro fortuito tra Daniela Fecchio e Michele Serra, durante il quale Daniela condivise la sua passione per l'Europa, un continente che l'aveva affascinata sin da giovane. Quella passione si è trasformata in una missione, culminata nella fondazione di Europa World, l'11 maggio 2004.\r\n\r\n“Desidero esprimere la mia gratitudine a tutti coloro che hanno reso possibile questo traguardo: al mio team, soci, squadra commerciale, marketing, edp e tutti i collaboratori. Senza una squadra non esiste azienda, senza condivisione non c'è squadra, e senza il piacere di stare insieme non c'è condivisione. Sono estremamente orgogliosa di tutti voi”, conclude Daniela Fecchio.\r\n\r\n ","post_title":"Europa World in cima al monte Bianco per festeggiare i suoi primi 20 anni","post_date":"2024-06-11T10:06:28+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1718100388000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"469178","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Genova chiude il 2023 con una perdita di esercizio di 3,5 milioni di euro: il consiglio di amministrazione ha approvato il bilancio nei giorni scorsi e convocato l’assemblea ordinaria dei soci per il 28 giugno.\r\n\r\nDurante lo scorso anno sono transitati dal Colombo 1,27 milioni di passeggeri, in crescita del 4,6% rispetto al 2022; il fatturato è stato pari a 28,8 milioni di euro in aumento del 5,1% rispetto all'anno precedente.\r\n\r\nNon mancano quindi i segnali positivi, anche se i conti per ora sono in rosso, a differenza del 2022 che si era chiuso con un sostanziale pareggio. C'è attesa ora per l’assemblea dei soci che sarà chiamata a votare l’aumento di capitale necessario per far fronte alle perdite degli ultimi anni, in linea anche il piano economico-finanziario per il quinquennio 2024-2029.\r\n\r\nSul 2023 hanno gravato negativamente alcune voci di costo straordinarie, dovute principalmente al venir meno delle misure legislative di contenimento degli effetti Covid. Inoltre, è stato sottoscritto un contratto di espansione che ha comportato un aumento di 1,7 milioni di euro per il costo del personale “ma che avrà effetti positivi negli anni a venire grazie ai prepensionamenti concordati”.\r\n\r\nLa svolta attesa dal Cristoforo Colombo è però la privatizzazione, percorso iniziato con le manifestazioni di interesse inviate da cinque soggetti privati che, nonostante l’intenzione di mantenere il controllo in mano pubblica, avranno voce in capitolo sulla gestione operativa e maggiori quote di capitale.","post_title":"Aeroporto Genova: aumentano passeggeri e ricavi, ma il bilancio 2023 è in rosso","post_date":"2024-06-10T12:40:50+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1718023250000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti