7 December 2021

Assicurazione di viaggio all’estero? Sempre una buona idea

[ 0 ] Informazione PR

Sotto l’aspetto puramente tecnico, un’assicurazione viaggio è una polizza, quindi un contratto, che prevede un indennizzo di eventuali danni che possono verificarsi durante il soggiorno effettuato dall’assicurato. Ciò che però deve essere compresa, è l’importanza di un’assicurazione di questo tipo, che permette di poter intraprendere il viaggio in sicurezza e tranquillità, e con la consapevolezza di aver diritto ad un’assistenza nel caso se ne presentasse l’esigenza. Per alcune destinazioni inoltre, si rende necessaria un’apposita assicurazione per viaggi all’estero, fondamentale ad esempio per soggiorni negli Stati Uniti, dove l’assistenza sanitaria ha un costo molto alto, anche la più banale.

Di che si tratta?

Abbiamo detto che un’assicurazione viaggio estero è una polizza che mette al riparo da alcuni spiacevoli inconvenienti che possono presentarsi durante una vacanza o un viaggio di lavoro. In passato erano in molti a considerare del tutto superflua la stipula di un contratto di questo tipo, ma fortunatamente la situazione negli ultimi tempi è cambiata notevolmente, e i viaggiatori hanno compreso l’importanza di essere assicurati prima di partire. Il motivo è molto semplice: le spese a cui si potrebbe andare incontro in caso di imprevisti, potrebbero rivelarsi decisamente più alte del premio pagato all’agenzia. Per quanto riguarda i paesi esteri basti pensare alla spesa supplementare da affrontare per un rimpatrio d’emergenza.

Le coperture possibili sono numerose, e possono essere sottoscritte a seconda delle proprie esigenze. Una delle più comuni è quella contro il possibile annullamento del viaggio. In questo specifico caso si è tutelati da due potenziali rischi:

  • Impossibilità dell’agenzia viaggi di adempiere al contratto. In questa situazione tra l’altro, si è già tutelati direttamente dalla legge.
  • Impossibilità del viaggiatore di effettuare il viaggio prenotato.

Il costo di annullamento può variare dal 10% fino al 100% del prezzo del viaggio, a seconda di alcune variabili, come le tempistiche, le circostanze e chiaramente le condizioni stabilite dal contratto assicurativo. In questi casi solitamente occorre presentare a sostegno della richiesta opportuna documentazione, che può certificare ad esempio le condizioni di salute dell’assicurato, piuttosto che una causa di natura professionale, come un licenziamento, calamità naturali o danni al domicilio.

Coperture assicurative viaggio: tipologie

Un’assicurazione viaggio può prevedere numerose coperture, così da soddisfare al meglio quelle che sono le esigenze del singolo viaggiatore. Solitamente possono essere suddivise secondo il numero e la relativa durata dei viaggi, il tipo di assicurato, e la tipologia di imprevisto. Vediamone le caratteristiche principali.

  • Coperture per numero di viaggi. In questo caso troviamo due tipi di contratto: per viaggio singolo e multiviaggio. La differenza chiaramente è nel numero di viaggi previsti, e se le intenzioni sono di fare più di un viaggio in un anno, la seconda opzione risulta decisamente più vantaggiosa. In comune possono avere le tutele previste, delle spese mediche inattese, ai rientri forzati, o altro ancora.
  • Coperture per tipo di imprevisto. Questo contratto tutela il viaggiatore da eventi inattesi, permettendogli di recuperare quanto speso. Solitamente in questa tipologia di copertura vengono incluse l’assistenza sanitaria, il furto del bagaglio o il suo danneggiamento, lo spostamento del volo, il rimpatrio d’emergenza, e altro ancora. In questa categoria rientrano anche le assicurazioni viaggio estere, che nel caso della copertura sanitaria, tornano utilissime durante i soggiorni negli Stati Uniti, famosi per i costi sanitari molto alti.
  • Coperture per tipo di assicurato. Molte compagnie offrono la possibilità di scegliere l’assicurazione in funzione delle caratteristiche del cliente. Ad esempio esistono particolari polizze per i lavoratori, per gli studenti, per gli sportivi, per i novelli sposi in viaggio, ed altre ancora. In questa categoria, molto diffusa è l’assicurazione viaggio estero destinata ai giovani con meno di 30 anni, che appunto devono recarsi in qualche paese estero per seguire un programma di studi, piuttosto che per un dottorato di ricerca, uno stage, o altro ancora.

Assicurazioni viaggio: i costi

I costi per la stipula di un contratto di assicurazione sono variabili, e fornirne di precisi in questa sede non è possibile. Tali costi possono chiaramente aumentare o diminuire a seconda delle coperture attivate, del numero di viaggi, ed altro ancora. Ad ogni modo parliamo sempre e comunque di prezzi modesti, sicuramente più contenuti di quella che sarebbe la spesa da affrontare per gli imprevisti assicurati.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti