24 May 2022

La Slovenia alza la scommessa sul mercato italiano, fra attività trade e focus sull’outdoor

[ 0 ]

La Slovenia archivia il bilancio turistico del 2021 ritagliando un ruolo di primo piano al mercato italiano. I turisti in arrivo dal nostro Paese sono stati infatti 161.796, per un market share dell’8,83% e un incremento del +1,71% rispetto al 2020. Con questi numeri l’Italia si attesta saldamente al terzo posto, dietro Germania e Austria.

Complessivamente, nel periodo gennaio-dicembre 2021 la Slovenia ha registrato 1.832.466 arrivi di turisti stranieri, per un totale di 4.794.935 pernottamenti e una crescita complessiva del 50,68% degli arrivi internazionali rispetto al 2020 e del 42,95% dei pernottamenti. Dati confortanti che vanno, comunque, letti alla luce di un 2020 segnato da lunghi periodi di lockdown e di numeri ancora lontani da quanto raggiunto nel 2019.

“È ormai da anni comprovata l’importanza per noi rivestita dagli agenti di viaggio e dagli operatori italiani, nostri partner commerciali preferenziali, con cui abbiamo nel tempo stabilito un rapporto di stima, professionale e personale, al quale non intendiamo venire meno”, sottolinea Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno per il Turismo in Italia. Forte di un prodotto assolutamente testato e sicuro, l’ente intende affrontare i prossimi mesi al fianco di agenti e operatori, con l’intenzione di voler giocare un ruolo da player fondamentale nel corso della prossima estate.

“Le fiere saranno uno dei momenti più importanti legati alla strategia di promozione, sicuramente con il pubblico finale ma, anche, di incontro con il settore”: la partecipazione a Bmt a Napoli, alla Barcolana a ottobre e al TTG Travel Experience sarà affiancata da una fitta serie di appuntamenti formativi e informativi mirati al trade.

Tra questi i due “Feel Slovenia Business Date”, online workshop (22 febbraio, il primo e a marzo il secondo) nel corso dei quali circa 20 operatori sloveni provenienti da diversi settori della filiera turistica locale, incontreranno virtualmente 40 operatori e agenti italiani con la formula dello speed-date.

“Un fitto alternarsi di fiere, workshop, roadshow, eventi (non dimentichiamo che la Slovenia quest’anno ospiterà la 19esima delle 23 tappe del Giro di Italia) che avranno l’obiettivo essenziale di stimolare l’attenzione degli italiani verso una meta che, in verità, amano già molto, ma che quest’anno intendiamo promuovere per quello che sarà il focus della nostra strategia 2022, puntata sull’outdoor, su quanto a livello di prodotto, ambiente, territorio, produzione e persone, ha fatto della Slovenia, cuore verde d’Europa. Un cuore Green & Safe”.




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti