5 February 2023

A Bruxelles la nuova edizione della rassegna di mercatini di Natale Plaisir d’Hivier

[ 0 ]
Da fine novembre ai primi di gennaio, Bruxelles ospita la nuova edizione di Plaisirs d’Hiver (Winter Wonders), la rassegna di mercatini che ogni anno colora il centro cittadino di luci e lustrini, offrendo l’occasione ideale per vivere la magica atmosfera del Natale e comprare leccornie e regali.
Il fulcro dell’evento è sicuramente il centro storico: il 25 novembre sarà acceso l’albero di Natale della Grand Place, alto venti metri, che quest’anno è decorato con 600 palline color champagne e 2 km di ghirlande luminose a led. Ad illuminare la piazza anche un suggestivo spettacolo di son et lumière dedicato al tema dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità culturali, con video mapping ed effetti speciali.
Tutto intorno alla Grand Place, lungo un percorso di quasi 3 km che si snoda tra le vie del centro storico, si possono visitare oltre 250 chalet in legno, che propongono ogni tipo di idea regalo, tra prodotti di artigianato, addobbi natalizi, manufatti tipici e oggetti vintage. I più golosi troveranno tra le bancarelle il loro personale paradiso e potranno gustare specialità natalizie internazionali e locali, come le famose praline, le tipiche gouffre con cioccolata calda, il vin brulée e l’immancabile birra.
E, ancora, la splendida ruota panoramica, giostre d’antan, recital di canti natalizi, gospel, una pista di pattinaggio su ghiaccio in Place De Brouckère e, per i bambini, un rarissimo esemplare di dinosauro lungo 45 metri, pronto ad offrire un pieno di divertimento ed avventure a tutti i suoi piccoli visitatori! Il momento migliore per visitare i mercatini è sicuramente la sera, quando l’area del Plaisirs d’Hiver si accende di suoni e luci, per un totale di 160 strade illuminate a festa.
Tante anche le novità: in Place de la Monnaie è stato allestito un vero e proprio villaggio après-ski dove si possono ripercorrere i fasti delle ultime Olimpiadi Invernali provando il curling, uno degli sport invernali più amati, mentre nel cortile dell’Hôtel de Ville si può ammirare l’installazione dedicata all’artista belga René Magritte, anteprima degli eventi che nel 2023 caratterizzeranno il centoventicinquesimo anniversario della nascita dell’artista. Da segnalare anche il Secret Garden al Grand Hospice, un vero e proprio giardino segreto nel cuore della città, che ospita un ricco programma di concerti acustici e spettacoli teatrali, offrendo un’alternativa più intima e raccolta ai festeggiamenti principali.
La magia non finisce qui! Infatti, le celebrazioni natalizie di Bruxelles continuano nella seconda location: il villaggio natalizio del Bois de la Cambre, polmone verde della città che in questo periodo si trasforma in un vero e proprio bosco incantato per conquistare grandi e piccini con le sue giostre e i suoi giocattoli giganti, che invitano a scattare indimenticabili selfie. Anche qui gli appassionati possono trovare stand gastronomici, spettacoli di luci e attività divertenti per tutta la famiglia.
Ursula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles, dichiara: “I nostri mercatini di Natale tornano in grande stile, regalando alla città un’atmosfera magica che la rende perfetta per trascorrere qualche giorno di vacanza, prima o durante le feste. Abbiamo dedicato molta attenzione alla sostenibilità, promuovendo il commercio equo solidale, le attività artigianali locali e garantendo una maggiore accessibilità ai disabili; abbiamo inoltre istituito un sistema per il recupero e la ridistribuzione quotidiana delle eccedenze alimentari alle persone che ne hanno bisogno. Guardiamo anche alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale: le decorazioni luminose, ad esempio, sono realizzate con led a basso consumo e tutto lo street food è servito con stoviglie biodegradabili e compostabili”.



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438668 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles. L'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee. “Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles. Un luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”. Da oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane. [gallery ids="438676,438672,438675,438671,438674,438673"] [post_title] => Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade [post_date] => 2023-02-03T13:36:32+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675431392000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437936 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuovo marchio per Eurostar dalla fine del 2023: l'annuncio del rinnovato brand, che prevede la fusione tra Thalys ed Eurostar, arriva mentre la società rende noto di voler raggiungere i 30 milioni di passeggeri trasportati all'anno entro il 2030, rispetto ai 19 milioni del 2019. Una decisione che segue il già avviato processo di integrazione delle due realtà sotto la holding Gruppo Eurostar, varato il 1° maggio 2022. In pratica, i treni che oggi collegano Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Colonia cambieranno nome a favore di Eurostar. Attualmente, però, Eurostar trasporta il 30% di passeggeri in meno sui treni tra il Regno Unito e Parigi: secondo Gwendoline Cazenave, ceo della società, il risultato negativo è conseguenza dei controlli di frontiera post-Brexit e degli attuali livelli del personale di frontiera, che creano "colli di bottiglia" nelle stazioni. Sono 14 i servizi giornalieri tra Londra e Parigi, rispetto ai 18 del 2019 e la ceo anticipa che la compagnia potrebbe non ripristinare alcuni collegamenti sospesi lo scorso anno. "Abbiamo problemi nei principali terminal Eurostar a causa delle nuove condizioni di imbarco tra Regno Unito e Unione europea, ma anche per le conseguenze del Covid, e con il personale operativo nelle stazioni" ha affermato la ceo, ripresa da Bbc News, sottolineando le tante iniziative in corso per trovare soluzioni, tra cui un maggior numero di persone in servizio alle frontiere. L'anno scorso Eurostar aveva annunciato l'interruzione del servizio diretto da Londra a Disneyland Paris nonché la sospensione dei servizi con scalo nelle stazioni internazionali di Ebbsfleet e Ashford. [post_title] => Eurostar: nuovo marchio entro l'autunno, sparirà il brand Thalys [post_date] => 2023-01-25T13:34:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674653641000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437880 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_379784" align="alignleft" width="300"] Marco Troncone[/caption] “La decarbonizzazione del trasporto aereo è una priorità indiscutibile per assicurare sia lo sviluppo e la transizione “giusta” dell’intero comparto sia l’accesso alla mobilità per i cittadini": con queste parole Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma, è intervenuto al Parlamento europeo a Bruxelles in occasione dell'evento “Decarbonizzare il settore aviazione: Aeroporti di Roma presenta una best practice italiana” promosso proprio da Adr per approfondire a livello europeo la finalità del “Patto per la Decarbonizzazione del trasporto aereo”. Obiettivo finale dell’osservatorio ideato dalla società di gestione degli aeroporti della Capitale è quello di di favorire e accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità del settore nel contesto degli SDGs e dell’Agenda 2030 prendendo a riferimento l’obiettivo di Net Zero Emissions entro il 2050. Troncone ha ribadito come il settore del trasporto aereo "produce oggi meno del 2% delle emissioni globali, e già da anni è fortemente impegnato a ridurre le proprie emissioni per raggiungere livelli sempre più elevati di sostenibilità. Ma il contributo isolato delle singole aziende non è sufficiente. Per questo ci siamo fatti promotori del Patto che è nato per definire una roadmap sulla decarbonizzazione, utile anche per inquadrare le necessarie policy abilitanti, e, dopo averlo riunito lo scorso settembre a Roma, ora lo presentiamo a Bruxelles, convinti che un settore aviation a zero emissioni sia possibile ma solo nei giusti tempi e con il contributo di tutti gli stakeholders. "Per centrare gli obiettivi di decarbonizzazione, sarà necessario perseguire una strategia multi-approccio che includa una molteplicità di soluzioni tecnologiche. Nel breve termine, l’opzione più avanzata sono i biocarburanti, i cc.dd. Saf, in quanto utilizzabili senza alcuna modifica tecnica dei velivoli, delle infrastrutture e dei mezzi per i rifornimenti” Lo scorso  21 settembre si è svolto al Leonardo da Vinci il primo Congresso Annuale del Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo. La risposta del settore è stata pronta. Al momento, si tratta di un unicum a livello internazionale che dimostra la maturità di un comparto che, grazie alla guida dell’Enac e dei ministeri di riferimento, intende assicurare il proprio solido contributo ai decisori italiani ed europei, soprattutto in considerazione della complessità delle politiche pubbliche da adottare. Sarà, infatti, fondamentale identificare il percorso per raggiungere i target senza deprimere il settore incentivando gli investimenti in ricerca e sviluppo attraverso misure in grado di ridurre le emissioni come: biocarburanti, utilizzo di fonti rinnovabili, nuove tecnologie per la propulsione degli aerei e lo sviluppo dell’intermodalità.     [post_title] => Adr, Troncone a Bruxelles: "La decarbonizzazione è una priorità indiscutibile" [post_date] => 2023-01-25T09:33:56+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674639236000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437705 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sale l'attesa per la firma da parte del Ministero dell'Economia del protocollo di intesa inviato da Lufthansa lo scorso 18 gennaio per l'ingresso nel capitale di Ita Airways. Tale firma aprirebbe la strada al periodo di trattativa in esclusiva che, secondo quanto proposto dal gruppo tedesco, sarebbe di 6 settimane per arrivare quindi alla sigla dell'accordo. Come riferito da Il Corriere della Sera, che cita fonti governative, spetterà poi al cda di Ita dare il proprio assenso e quindi il via alla trattativa in esclusiva: Lufthansa analizzerà con il Mef e Ita anche la bozza di piano industriale a cinque anni. Indicativamente, si parla di un aumento di capitale riservato da parte di Lufthansa fino al 40% delle azioni di Ita Airways, per 250-300 milioni di euro che andranno nelle casse della compagnia aerea italiana. L'accordo finale sarà effettivo quando Lufthansa e Ita avranno ricevuto anche il semaforo verde dalle autorità di controllo, come la Direzione generale della Concorrenza della Commissione europea. Il quotidiano spiega che sebbene potrebbero essere necessari 5-6 mesi per l'ok da Bruxelles, in realtà, secondo i bene informati, 2-3 mesi potrebbero essere sufficienti.  Da sottolineare come, tra i vari punti caldi dell'accordo, ci sarà la questione alleanze, che vede Ita Airways militare nelle file di SkyTeam e il gruppo tedesco, invece, tra quelle di Star Alliance. Il passaggio da una all'altra potrebbe essere lungo mesi e, nel frattempo, un'uscita anticipata da parte di Ita imporrebbe il pagamento di una penale piuttosto elevata... [post_title] => Ita Airways: countdown di sei settimane per la sigla dell'accordo con Lufthansa [post_date] => 2023-01-23T09:00:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674464443000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 437585 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => All Nippon Airways ripristina altre tre rotte internazionali, sulla scia della riapertura delle frontiere del Giappone, lo scorso ottobre: il network torna ad ampliarsi quindi "in risposta alla crescente domanda e all'allentamento delle restrizioni di ingresso in vari Paesi". La compagnia aerea giapponese torna quindi a collegare Tokyo Narita con Bruxelles, a cominciare dall'11 marzo con due voli alla settimana; Ana riprende poi il servizio tra Tokyo Haneda e Monaco di Baviera con tre frequenze alla settimana. Ana ripristinerà inoltre il collegamento trisettimanale tra Narita e Perth. Per la stagione estiva, Ana trasferirà due delle sue rotte verso il Nord America dall'aeroporto di Narita a quello di Haneda: si tratta dei voli verso Seattle e Vancouver, che saranno operati 7 volte a settimana. [post_title] => Ana ripristina i collegamenti da Tokyo per Bruxelles e Monaco di Baviera [post_date] => 2023-01-19T10:30:21+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1674124221000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 436800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Alghero rimane strategico per la regione Sardegna e manterrà i suoi voli in continuità territoriale. Al termine del vertice tecnico che si è svolto ieri tra Regione, Enac e ministero dei Trasporti - dopo che lo scalo era rimasto escluso dalle offerte delle compagnie aeree aperte a fine dicembre -, l’assessore Antonio Moro ha confermato l’avvio dell’iter che dovrebbe concludersi velocemente e che consisterà nell’invito ad alcune compagnie di operare le rotte agevolate dallo scalo di Alghero. "Per assegnare le rotte in continuità territoriale da e per Alghero – ha spiegato l'assessore, ripreso da SardiniaPost – stiamo andando verso una procedura rapida che garantisca la prosecuzione degli oneri di servizio pubblico, senza dunque l’interruzione dei collegamenti aerei, assicurando la massima trasparenza”. Il percorso scelto dalla Regione ha registrato la condivisione di Enac e ministero e attraverso la rappresentanza italiana a Bruxelles sarà comunicato alla Commissione europea.  Per quanto riguarda le rotte di Cagliari e Olbia, invece, l’assessore ha annunciato che si stanno per concludere le verifiche tecniche e amministrative sui vettori vincitori (Ita e AeroItalia), sarà poi “immediatamente autorizzata la vendita dei biglietti, con l’onere della eventuale riprotezione, senza quindi attendere il 31 gennaio prossimo, termine per l’aggiudicazione definitiva delle quattro rotte”. [post_title] => Alghero: al via una procedura rapida per garantire i voli in continuità territoriale [post_date] => 2023-01-05T10:03:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1672913021000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 436408 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un calendario sempre più ricco in termini di partenze e itinerari su alcuni dei più bei fiumi europei, Danubio, Reno e Mosella, incluse una serie di proposte in esclusiva per la clientela italiana. Avalon Waterways presenta il programma della stagione 2023, che sarà operativo tra marzo e ottobre 2023.   Tra le novità riguardo alle partenze in lingua inglese, la crociera dei Tulipani tra Olanda e Belgio da Amsterdam a Bruxelles (otto giorni / sete notti; partenza 26 marzo) con un itinerario che si snoda tra mulini a vento e campi fioriti con visite guidate ad Arnhem, Maastricht, nella medievale Namur, a Liegi, Anversa e a Bruxelles. Per gli appassionati di fiori, è anche disponibile la versione, sempre di otto giorni e sette notti, ma con itinerario circolare da Amsterdam ad Amsterdam (partenze 3, 23 e 29 aprile), che tra le tante escursioni include la partecipazione all’asta dei fiori di Amsterdam e la visita a Keukenhof, noto anche come il Giardino d'Europa, uno dei giardini fioriti più grandi al mondo, con quasi 7 milioni di bulbi che esplodono di colori. Altra novità, è l’itinerario alla Scoperta della Mosella con una navigazione di otto giorni e sette notti da Remich a Francoforte (partenze: 23 aprile, 16 luglio e 3 settembre), che prevede escursioni nella storica città di Lussemburgo, passeggiata guidata nel villaggio vinicolo di Bernkastel e nella pittoresca città di Cochem, nonché il tour di Coblenza prima di imboccare il fiume Reno e navigare attraverso le sue gole verso la tappa finale a Francoforte. Confermate poi anche per la stagione 2023 le crociere sul Reno e sul Danubio con varie partenze dal 25 aprile al 30 ottobre e con itinerari di diversa durata (quattro, sei, sette e otto giorni). Tra gli itinerari, da segnalare il Leggendario Danubio da Norimberga a Budapest (otto giorni/ sette notti, partenza: 25 aprile) disponibile anche nella versione più breve, un Assaggio del Danubio, da Vienna a Budapest (quattro giorni/tre notti; partenze: 6 maggio, 12 agosto). Nella stagione estiva il Danubio sarà anche protagonista delle crociere dedicate esclusivamente ai clienti italiani: Danubio da Sogno, da Budapest a Deggendorf (sei giorni/cinque notti; partenza: 15 agosto) e Sinfonia del Danubio da Deggendorf a Budapest (sette giorni/sei notti; partenza: 30 ottobre). Sul Reno sarà proposta la crociera Romantico Reno da Basilea ad Amsterdam (otto giorni/sette notti; partenze: 10 giugno, 8 luglio e 5 agosto), tra castelli a picco sulle scogliere e tour guidati in cittadine come Colmar, Magonza, Coblenza. Lo stesso itinerario è disponibile anche con le seguenti partenze: 13 maggio, 19 agosto, 14 ottobre, con clientela internazionale. A supporto delle partenze 2023, Avalon Waterways ha inoltre lanciato la speciale promozione early booking, valida per le prenotazioni entro il 31 marzo 2023, e che prevede uno sconto a partire da 750 euro a persona per tutte le partenze di sei o più giorni. Condizioni vantaggiose anche per chi viaggia in singola o per gruppi superiori agli otto passeggeri. [post_title] => Pubblicato il programma 2023 di Avalon Waterways: early booking fino al 31 marzo [post_date] => 2022-12-22T10:16:35+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1671704195000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 436369 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Bruxelles avvia il countdown di Capodanno indossando il suo abito migliore. A cominciare dagli addobbi, che quest’anno, accanto al gigantesco albero di Natale della Grand Place e ai famosi mercatini, comprendono le luminarie – rigorosamente a basso consumo – di Brussels by Lights: 18 km di suggestivi giochi di luce, per un totale di 160 strade illuminate, che renderanno l’atmosfera ancora più avvolgente e instagrammabile che mai. Il quartiere Chartreux ospita poi sei installazioni luminose a tema geometrico lungo un percorso di 45 minuti alla scoperta dei negozi e degli angoli più nascosti del distretto. Tante le occasioni per trascorrere la serata del 31: per le famiglie, uno degli appuntamenti più divertenti e sorprendenti è lo spettacolo Alis, in scena al Cirque Royal: nello show, 23 artisti internazionali, alcuni provenienti dall’iconico Cirque du Soleil, accompagneranno il pubblico in un viaggio immaginario tra mirabolanti acrobazie e scenografiche atmosfere, con una trama ispirata alla letteratura fantasy del XIX secolo e al capolavoro del romanziere Lewis Carroll "Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie". Tantissime proposte anche per festeggiare sul dancefloor. Oltre al classico Fuse, storico e leggendario protagonista della nightlife brussellese, da segnalare quest’anno il FCKNYE Festival, una delle maggiori feste di Capodanno di Bruxelles, che si svolgerà al Palais 12. Un altro locale da tenere d’occhio è il Plein Publiek BXL, nel bellissimo Palais de la Dynastie sul Mont des Arts: location perfetta per ballare e cantare i più grandi successi pop dagli anni '80 a oggi! Infine, a Capodanno, per iniziare l’anno nuovo in relax, le famiglie con i più piccoli potranno visitare la Mini Europa addobbata. Spazio anche agli appassionati dell’agente segreto più famoso del mondo, che potranno scoprire aneddoti e dietro le quinte delle pellicole che hanno fatto la storia del cinema internazionale con “Bond in Motion”, stravagante esposizione in programma all’Expo, con memorabilia e una cinquantina di veicoli originali usciti direttamente dai 25 film di James Bond. E per concludere in bellezza “The World of Banksy”, esposizione immersiva che ripercorre la storia e il messaggio sociale del genio della street art, adatta a visitatori di tutte le età. [post_title] => Bruxelles vestita a festa per un Capodanno indimenticabile [post_date] => 2022-12-21T12:05:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1671624358000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 436297 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Eurostar ha confermato la cancellazione di tutte le 43 corse previste da Londra il prossimo 26 dicembre a causa dello sciopero indetto dal sindacato del personale ferroviario, Rmt: saranno quindi sospesi tutti i collegamenti diretti ad Amsterdam, Bruxelles e Parigi La decisione -  come riportato da l'Indipendent - impatterà su oltre 20.000 passeggeri che dovranno trovare soluzioni di viaggio alternative, oppure chiedere un rimborso. [post_title] => Eurostar cancella tutte le corse del 26 dicembre a causa dello sciopero del personale ferroviario [post_date] => 2022-12-20T12:39:53+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1671539993000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "bruxelles" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":8,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":163,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438668","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Nasce a Milano la prima Brussels House d’Europa. La cerimonia di inaugurazione, nel quartiere di Porta Nuova della città e alla presenza del sindaco Giuseppe Sala, dà il via a una nuova concezione per la promozione del made in Bruxelles.\r\n\r\nL'ente del turismo di Bruxelles e Brussels Hub, (rappresentanza economica e commerciale della Regione di Brussels Capitale), rappresenteranno il turismo e il commercio di Bruxelles in un’unica sede. Il nuovo spazio dal concept originale e innovativo, manifesto dell’eco-design e dell’economia circolare brusselese, rappresenta un progetto pilota che sarà poi replicato in altre città europee.\r\n\r\n“Sarà una casa per gli italiani, dove accoglieremo t.o. e agenzie di viaggio in uno spazio polifunzionale per la formazione ed esposizioni permanenti con eventi, meeting, workshop e academy day ogni due mesi dove acquisire gli strumenti per conoscere e promuovere un turismo city break. Ci sarà uno spazio anche per la moda e le sfilate. Sarà la casa delle aziende brussellesi che investono in Italia” - spiega Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles.\r\n\r\nUn luogo di incontro del sistema produttivo turistico e commerciale, per le istituzioni e la cultura brussellese dove poter sviluppare nuove sinergie e opportunità e moltiplicare le occasioni di collaborazione tra Bruxelles e l’Italia. E poiché Bruxelles non è solo Parlamento, è anche quartieri vivaci e dinamici, la capitale delle capitali viene anche definita la città “perfettamente imperfetta” dal segretario di stato Pascal Smet. “Bruxelles è design, tecnologia, mobilità sostenibile- sottolinea Smet -. Stiamo trasformando la città delle macchine nella città per le persone; una città internazionale con una popolazione non nativa di Bruxelles del 70% in cui convivono tante culture diverse. Il nostro impegno sarà mostrare agli italiani ciò che Bruxelles ha da offrire in tutti i settori, dalla cultura, al cibo, al turismo”.\r\n\r\nDa oggi, è previsto il primo workshop che ospita i primi partner aziendali che collaboreranno con Brussels House e tour operator che programmano la destinazione, primi contatti diretti per le agenzie di viaggio italiane.\r\n\r\n[gallery ids=\"438676,438672,438675,438671,438674,438673\"]","post_title":"Apre i battenti a Milano la prima Brussels House d’Europa. Nuove opportunità per il trade","post_date":"2023-02-03T13:36:32+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1675431392000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437936","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nuovo marchio per Eurostar dalla fine del 2023: l'annuncio del rinnovato brand, che prevede la fusione tra Thalys ed Eurostar, arriva mentre la società rende noto di voler raggiungere i 30 milioni di passeggeri trasportati all'anno entro il 2030, rispetto ai 19 milioni del 2019. Una decisione che segue il già avviato processo di integrazione delle due realtà sotto la holding Gruppo Eurostar, varato il 1° maggio 2022. In pratica, i treni che oggi collegano Parigi, Bruxelles, Amsterdam e Colonia cambieranno nome a favore di Eurostar.\r\n\r\nAttualmente, però, Eurostar trasporta il 30% di passeggeri in meno sui treni tra il Regno Unito e Parigi: secondo Gwendoline Cazenave, ceo della società, il risultato negativo è conseguenza dei controlli di frontiera post-Brexit e degli attuali livelli del personale di frontiera, che creano \"colli di bottiglia\" nelle stazioni. Sono 14 i servizi giornalieri tra Londra e Parigi, rispetto ai 18 del 2019 e la ceo anticipa che la compagnia potrebbe non ripristinare alcuni collegamenti sospesi lo scorso anno.\r\n\r\n\"Abbiamo problemi nei principali terminal Eurostar a causa delle nuove condizioni di imbarco tra Regno Unito e Unione europea, ma anche per le conseguenze del Covid, e con il personale operativo nelle stazioni\" ha affermato la ceo, ripresa da Bbc News, sottolineando le tante iniziative in corso per trovare soluzioni, tra cui un maggior numero di persone in servizio alle frontiere.\r\n\r\nL'anno scorso Eurostar aveva annunciato l'interruzione del servizio diretto da Londra a Disneyland Paris nonché la sospensione dei servizi con scalo nelle stazioni internazionali di Ebbsfleet e Ashford.","post_title":"Eurostar: nuovo marchio entro l'autunno, sparirà il brand Thalys","post_date":"2023-01-25T13:34:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674653641000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437880","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_379784\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Marco Troncone[/caption]\r\n\r\n“La decarbonizzazione del trasporto aereo è una priorità indiscutibile per assicurare sia lo sviluppo e la transizione “giusta” dell’intero comparto sia l’accesso alla mobilità per i cittadini\": con queste parole Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma, è intervenuto al Parlamento europeo a Bruxelles in occasione dell'evento “Decarbonizzare il settore aviazione: Aeroporti di Roma presenta una best practice italiana” promosso proprio da Adr per approfondire a livello europeo la finalità del “Patto per la Decarbonizzazione del trasporto aereo”. Obiettivo finale dell’osservatorio ideato dalla società di gestione degli aeroporti della Capitale è quello di di favorire e accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità del settore nel contesto degli SDGs e dell’Agenda 2030 prendendo a riferimento l’obiettivo di Net Zero Emissions entro il 2050.\r\n\r\nTroncone ha ribadito come il settore del trasporto aereo \"produce oggi meno del 2% delle emissioni globali, e già da anni è fortemente impegnato a ridurre le proprie emissioni per raggiungere livelli sempre più elevati di sostenibilità. Ma il contributo isolato delle singole aziende non è sufficiente. Per questo ci siamo fatti promotori del Patto che è nato per definire una roadmap sulla decarbonizzazione, utile anche per inquadrare le necessarie policy abilitanti, e, dopo averlo riunito lo scorso settembre a Roma, ora lo presentiamo a Bruxelles, convinti che un settore aviation a zero emissioni sia possibile ma solo nei giusti tempi e con il contributo di tutti gli stakeholders.\r\n\r\n\"Per centrare gli obiettivi di decarbonizzazione, sarà necessario perseguire una strategia multi-approccio che includa una molteplicità di soluzioni tecnologiche. Nel breve termine, l’opzione più avanzata sono i biocarburanti, i cc.dd. Saf, in quanto utilizzabili senza alcuna modifica tecnica dei velivoli, delle infrastrutture e dei mezzi per i rifornimenti”\r\n\r\nLo scorso  21 settembre si è svolto al Leonardo da Vinci il primo Congresso Annuale del Patto per la Decarbonizzazione del Trasporto Aereo. La risposta del settore è stata pronta. Al momento, si tratta di un unicum a livello internazionale che dimostra la maturità di un comparto che, grazie alla guida dell’Enac e dei ministeri di riferimento, intende assicurare il proprio solido contributo ai decisori italiani ed europei, soprattutto in considerazione della complessità delle politiche pubbliche da adottare. Sarà, infatti, fondamentale identificare il percorso per raggiungere i target senza deprimere il settore incentivando gli investimenti in ricerca e sviluppo attraverso misure in grado di ridurre le emissioni come: biocarburanti, utilizzo di fonti rinnovabili, nuove tecnologie per la propulsione degli aerei e lo sviluppo dell’intermodalità.\r\n\r\n \r\n\r\n ","post_title":"Adr, Troncone a Bruxelles: \"La decarbonizzazione è una priorità indiscutibile\"","post_date":"2023-01-25T09:33:56+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674639236000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437705","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sale l'attesa per la firma da parte del Ministero dell'Economia del protocollo di intesa inviato da Lufthansa lo scorso 18 gennaio per l'ingresso nel capitale di Ita Airways. Tale firma aprirebbe la strada al periodo di trattativa in esclusiva che, secondo quanto proposto dal gruppo tedesco, sarebbe di 6 settimane per arrivare quindi alla sigla dell'accordo.\r\n\r\nCome riferito da Il Corriere della Sera, che cita fonti governative, spetterà poi al cda di Ita dare il proprio assenso e quindi il via alla trattativa in esclusiva: Lufthansa analizzerà con il Mef e Ita anche la bozza di piano industriale a cinque anni. Indicativamente, si parla di un aumento di capitale riservato da parte di Lufthansa fino al 40% delle azioni di Ita Airways, per 250-300 milioni di euro che andranno nelle casse della compagnia aerea italiana.\r\n\r\nL'accordo finale sarà effettivo quando Lufthansa e Ita avranno ricevuto anche il semaforo verde dalle autorità di controllo, come la Direzione generale della Concorrenza della Commissione europea. Il quotidiano spiega che sebbene potrebbero essere necessari 5-6 mesi per l'ok da Bruxelles, in realtà, secondo i bene informati, 2-3 mesi potrebbero essere sufficienti. \r\n\r\nDa sottolineare come, tra i vari punti caldi dell'accordo, ci sarà la questione alleanze, che vede Ita Airways militare nelle file di SkyTeam e il gruppo tedesco, invece, tra quelle di Star Alliance. Il passaggio da una all'altra potrebbe essere lungo mesi e, nel frattempo, un'uscita anticipata da parte di Ita imporrebbe il pagamento di una penale piuttosto elevata...","post_title":"Ita Airways: countdown di sei settimane per la sigla dell'accordo con Lufthansa","post_date":"2023-01-23T09:00:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674464443000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"437585","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"All Nippon Airways ripristina altre tre rotte internazionali, sulla scia della riapertura delle frontiere del Giappone, lo scorso ottobre: il network torna ad ampliarsi quindi \"in risposta alla crescente domanda e all'allentamento delle restrizioni di ingresso in vari Paesi\".\r\n\r\nLa compagnia aerea giapponese torna quindi a collegare Tokyo Narita con Bruxelles, a cominciare dall'11 marzo con due voli alla settimana; Ana riprende poi il servizio tra Tokyo Haneda e Monaco di Baviera con tre frequenze alla settimana. Ana ripristinerà inoltre il collegamento trisettimanale tra Narita e Perth.\r\n\r\nPer la stagione estiva, Ana trasferirà due delle sue rotte verso il Nord America dall'aeroporto di Narita a quello di Haneda: si tratta dei voli verso Seattle e Vancouver, che saranno operati 7 volte a settimana.","post_title":"Ana ripristina i collegamenti da Tokyo per Bruxelles e Monaco di Baviera","post_date":"2023-01-19T10:30:21+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1674124221000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"436800","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"\r\n\r\n\r\n\r\n\r\nL'aeroporto di Alghero rimane strategico per la regione Sardegna e manterrà i suoi voli in continuità territoriale. Al termine del vertice tecnico che si è svolto ieri tra Regione, Enac e ministero dei Trasporti - dopo che lo scalo era rimasto escluso dalle offerte delle compagnie aeree aperte a fine dicembre -, l’assessore Antonio Moro ha confermato l’avvio dell’iter che dovrebbe concludersi velocemente e che consisterà nell’invito ad alcune compagnie di operare le rotte agevolate dallo scalo di Alghero.\r\n\r\n\"Per assegnare le rotte in continuità territoriale da e per Alghero – ha spiegato l'assessore, ripreso da SardiniaPost – stiamo andando verso una procedura rapida che garantisca la prosecuzione degli oneri di servizio pubblico, senza dunque l’interruzione dei collegamenti aerei, assicurando la massima trasparenza”. Il percorso scelto dalla Regione ha registrato la condivisione di Enac e ministero e attraverso la rappresentanza italiana a Bruxelles sarà comunicato alla Commissione europea. \r\n\r\n\r\nPer quanto riguarda le rotte di Cagliari e Olbia, invece, l’assessore ha annunciato che si stanno per concludere le verifiche tecniche e amministrative sui vettori vincitori (Ita e AeroItalia), sarà poi “immediatamente autorizzata la vendita dei biglietti, con l’onere della eventuale riprotezione, senza quindi attendere il 31 gennaio prossimo, termine per l’aggiudicazione definitiva delle quattro rotte”.\r\n\r\n\r\n","post_title":"Alghero: al via una procedura rapida per garantire i voli in continuità territoriale","post_date":"2023-01-05T10:03:41+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1672913021000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"436408","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un calendario sempre più ricco in termini di partenze e itinerari su alcuni dei più bei fiumi europei, Danubio, Reno e Mosella, incluse una serie di proposte in esclusiva per la clientela italiana. Avalon Waterways presenta il programma della stagione 2023, che sarà operativo tra marzo e ottobre 2023.  \r\n\r\nTra le novità riguardo alle partenze in lingua inglese, la crociera dei Tulipani tra Olanda e Belgio da Amsterdam a Bruxelles (otto giorni / sete notti; partenza 26 marzo) con un itinerario che si snoda tra mulini a vento e campi fioriti con visite guidate ad Arnhem, Maastricht, nella medievale Namur, a Liegi, Anversa e a Bruxelles. Per gli appassionati di fiori, è anche disponibile la versione, sempre di otto giorni e sette notti, ma con itinerario circolare da Amsterdam ad Amsterdam (partenze 3, 23 e 29 aprile), che tra le tante escursioni include la partecipazione all’asta dei fiori di Amsterdam e la visita a Keukenhof, noto anche come il Giardino d'Europa, uno dei giardini fioriti più grandi al mondo, con quasi 7 milioni di bulbi che esplodono di colori.\r\n\r\nAltra novità, è l’itinerario alla Scoperta della Mosella con una navigazione di otto giorni e sette notti da Remich a Francoforte (partenze: 23 aprile, 16 luglio e 3 settembre), che prevede escursioni nella storica città di Lussemburgo, passeggiata guidata nel villaggio vinicolo di Bernkastel e nella pittoresca città di Cochem, nonché il tour di Coblenza prima di imboccare il fiume Reno e navigare attraverso le sue gole verso la tappa finale a Francoforte.\r\n\r\nConfermate poi anche per la stagione 2023 le crociere sul Reno e sul Danubio con varie partenze dal 25 aprile al 30 ottobre e con itinerari di diversa durata (quattro, sei, sette e otto giorni). Tra gli itinerari, da segnalare il Leggendario Danubio da Norimberga a Budapest (otto giorni/ sette notti, partenza: 25 aprile) disponibile anche nella versione più breve, un Assaggio del Danubio, da Vienna a Budapest (quattro giorni/tre notti; partenze: 6 maggio, 12 agosto). Nella stagione estiva il Danubio sarà anche protagonista delle crociere dedicate esclusivamente ai clienti italiani: Danubio da Sogno, da Budapest a Deggendorf (sei giorni/cinque notti; partenza: 15 agosto) e Sinfonia del Danubio da Deggendorf a Budapest (sette giorni/sei notti; partenza: 30 ottobre). Sul Reno sarà proposta la crociera Romantico Reno da Basilea ad Amsterdam (otto giorni/sette notti; partenze: 10 giugno, 8 luglio e 5 agosto), tra castelli a picco sulle scogliere e tour guidati in cittadine come Colmar, Magonza, Coblenza. Lo stesso itinerario è disponibile anche con le seguenti partenze: 13 maggio, 19 agosto, 14 ottobre, con clientela internazionale.\r\n\r\nA supporto delle partenze 2023, Avalon Waterways ha inoltre lanciato la speciale promozione early booking, valida per le prenotazioni entro il 31 marzo 2023, e che prevede uno sconto a partire da 750 euro a persona per tutte le partenze di sei o più giorni. Condizioni vantaggiose anche per chi viaggia in singola o per gruppi superiori agli otto passeggeri.","post_title":"Pubblicato il programma 2023 di Avalon Waterways: early booking fino al 31 marzo","post_date":"2022-12-22T10:16:35+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1671704195000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"436369","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Bruxelles avvia il countdown di Capodanno indossando il suo abito migliore. A cominciare dagli addobbi, che quest’anno, accanto al gigantesco albero di Natale della Grand Place e ai famosi mercatini, comprendono le luminarie – rigorosamente a basso consumo – di Brussels by Lights: 18 km di suggestivi giochi di luce, per un totale di 160 strade illuminate, che renderanno l’atmosfera ancora più avvolgente e instagrammabile che mai. Il quartiere Chartreux ospita poi sei installazioni luminose a tema geometrico lungo un percorso di 45 minuti alla scoperta dei negozi e degli angoli più nascosti del distretto.\r\n\r\nTante le occasioni per trascorrere la serata del 31: per le famiglie, uno degli appuntamenti più divertenti e sorprendenti è lo spettacolo Alis, in scena al Cirque Royal: nello show, 23 artisti internazionali, alcuni provenienti dall’iconico Cirque du Soleil, accompagneranno il pubblico in un viaggio immaginario tra mirabolanti acrobazie e scenografiche atmosfere, con una trama ispirata alla letteratura fantasy del XIX secolo e al capolavoro del romanziere Lewis Carroll \"Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie\".\r\n\r\nTantissime proposte anche per festeggiare sul dancefloor. Oltre al classico Fuse, storico e leggendario protagonista della nightlife brussellese, da segnalare quest’anno il FCKNYE Festival, una delle maggiori feste di Capodanno di Bruxelles, che si svolgerà al Palais 12. Un altro locale da tenere d’occhio è il Plein Publiek BXL, nel bellissimo Palais de la Dynastie sul Mont des Arts: location perfetta per ballare e cantare i più grandi successi pop dagli anni '80 a oggi!\r\n\r\nInfine, a Capodanno, per iniziare l’anno nuovo in relax, le famiglie con i più piccoli potranno visitare la Mini Europa addobbata. Spazio anche agli appassionati dell’agente segreto più famoso del mondo, che potranno scoprire aneddoti e dietro le quinte delle pellicole che hanno fatto la storia del cinema internazionale con “Bond in Motion”, stravagante esposizione in programma all’Expo, con memorabilia e una cinquantina di veicoli originali usciti direttamente dai 25 film di James Bond. E per concludere in bellezza “The World of Banksy”, esposizione immersiva che ripercorre la storia e il messaggio sociale del genio della street art, adatta a visitatori di tutte le età.","post_title":"Bruxelles vestita a festa per un Capodanno indimenticabile","post_date":"2022-12-21T12:05:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1671624358000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"436297","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Eurostar ha confermato la cancellazione di tutte le 43 corse previste da Londra il prossimo 26 dicembre a causa dello sciopero indetto dal sindacato del personale ferroviario, Rmt: saranno quindi sospesi tutti i collegamenti diretti ad Amsterdam, Bruxelles e Parigi\r\n\r\nLa decisione -  come riportato da l'Indipendent - impatterà su oltre 20.000 passeggeri che dovranno trovare soluzioni di viaggio alternative, oppure chiedere un rimborso.","post_title":"Eurostar cancella tutte le corse del 26 dicembre a causa dello sciopero del personale ferroviario","post_date":"2022-12-20T12:39:53+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1671539993000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti