3 February 2023

Puglia: raggiunti nel 2022 i risultati previsti per il 2025

[ 0 ]

Gianfranco Lopane

Come molte regioni italiane anche la Puglia nel 2022 ha già raggiunto i risultati che erano stati prefissati per il 2025. La pandemia e la guerra non hanno impedito la crescita del turismo pugliese. La nuova sfida è la definizione del piano strategico turismo cultura fino al 2030. Un anno del tutto eccezionale il 2022, nel quale si è resa necessaria una doppia analisi dei dati dell’Osservatorio del Turismo di Pugliapromozione. Il dossier, qui allegato, illustra i risultati da gennaio a ottobre dopo quelli già diffusi relativi al periodo giugno-agosto.

«I dati del turismo che commentiamo sono quelli di una Puglia che non solo ritorna ai numeri del pre-pandemia, alle 15 milioni di presenze, ma che addirittura li supera. Un record nonostante i primi quattro mesi di un 2022 caratterizzati ancora dal Covid, dal conflitto internazionale e dalla crisi energetica ed economica – ha dichiarato Gianfranco Lopane, assessore al turismo della regione Puglia -. Settembre e ottobre rafforzano quanto già comunicato in riferimento al trend dell’estate, nel segno della diversificazione della stagionalità dei flussi e dell’internazionalizzazione. Esemplificativo il dato di maggio e ottobre, mesi spalla, che vedono un 52% di turisti stranieri sul totale delle presenze. La Puglia resta attrattiva e sulla base di questi dati riformula la strategia che ci porterà al 2030».




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438543 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il turismo del wedding premia l'Italia: nel 2022 è stata scenario di oltre 11 mila matrimoni stranieri. La Toscana si conferma la regione italiana più richiesta, col 21% del totale: la seguono Lombardia, Campania, Puglia, Sicilia, Lazio. E' quanto emerge dall'Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici, finanziato dal ministero del Turismo e presentato da Enit e Convention Bureau Italia. Fatturati alti In base alla durata del soggiorno delle coppie e degli invitati alla cerimonia, per il 2022 si stimano 619mila arrivi e oltre 2 milioni di presenze turistiche, producendo un fatturato stimato di 599 milioni di euro, circa l'11% in più rispetto ai livelli stimati nel 2019. Nel 2022 gli Stati Uniti sono stati il principale paese di provenienza delle coppie straniere che hanno deciso di celebrare il matrimonio in Italia (29,2%), ma oltre il 57% degli eventi sono stati generati da coppie di sposi residenti in Paesi europei. E' rilevante anche il movimento turistico generato dagli sposi italiani all'interno dei confini: si stima che nel 2022 siano stati più di 7.000 i matrimoni di coppie italiane celebrati in una regione diversa dalla propria. [post_title] => Matrimoni stranieri in Italia: nel 2022 il fatturato è di 599 milioni [post_date] => 2023-02-02T12:31:47+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675341107000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438520 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Corsica dà fiducia al mercato Italia e investe nuovamente su Roma Fiumicino con una nuova rotta estiva per Bastia, che si aggiungerà a quella per Ajaccio operata già la scorsa estate. Dal 1° luglio al 3 settembre 2023, la compagnia aerea corsa opererà due collegamenti settimanali tra la sua base di Bastia-Poretta e Fiumicino, operati da Atr 72-500 da 70 posti; le partenze sono previste il lunedì e il venerdì alle 15.05 con arrivo alle 16.00, mentre i voli di ritorno partono dall'Italia alle 13.40 e atterrano alle 14.35. Entrambe le rotte sono effettuate in codeshare da Ita Airways. L'operativo di mezzogiorno da e per la Corsica consentirà ai passeggeri di beneficiare delle coincidenze operate da Ita Airways dallo scalo romano, sia sul network domestico sia su quello di lungo raggio, sottolinea una nota di Air Corsica che prevede di raggiungere un "load factor medio dell'80%, equivalente a quello raggiunto ad Ajaccio durante l'estate del 2022". "Con questa nuova rotta estiva, Air Corsica prosegue la sua strategia di sviluppo volta a collegare la Corsica all'Europa con voli diretti - ha dichiarato Marie-Hélène Casanova-Servais, presidente del Consiglio di sorveglianza della compagnia aerea -. Il nostro obiettivo è continuare ad affermarci in Italia, che è un mercato molto interessante. Sulla scia del successo della rotta Ajaccio-Roma inaugurata nel 2022, siamo convinti che la nuova rotta Bastia-Roma soddisferà le aspettative degli isolani che desiderano trascorrere qualche giorno a Roma o approfittare dei numerosi collegamenti offerti dall'aeroporto di Fiumicino, in particolare dal nostro partner Ita Airways". [post_title] => Air Corsica raddoppia su Roma: arriva anche il volo per Bastia [post_date] => 2023-02-02T11:57:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675339029000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438498 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Proposte di viaggio pensate per esplorare gli oceani e scoprire i tesori nascosti in ambienti naturali vergini. Sono i pacchetti Diving Comore realizzati dall'operatore torinese To Destinations, in collaborazione esclusiva sul mercato italiano e svizzero con la dmc Adore Comore. La destinazione offre in particolare la possibilità di fare immersioni con una visibilità che va dai 20 ai 40 metri, mentre la temperatura dell'acqua è stazionaria tra i 26 e i 30 gradi nel periodo migliore, che va da luglio a novembre. Strategicamente posizionate nell'oceano Indiano, al largo delle coste africane, tra il Madagascar e la parte settentrionale del Mozambico, le Comore sono una meta  isolata, tropicale e incontaminata, che sta sviluppando un turismo sostenibile e rispettoso dell'ambiente. Le barriere coralline sono fiorenti, con uno sbiancamento minimo e danni occasionali causati solo da agenti atmosferici. Questo perché dal 2001 il parco nazionale di Moheli ha vietato la pesca con reti, fiocine e dinamite, dando la possibilità alla fauna e flora marina di trovare un ambiente ideale per svilupparsi in questa biosfera patrimonio Unesco. “I siti di immersione sono numerosi e adatti a ogni livello - spiega il general manager di To Destinations, Roberto Cagnasso -. Tra i più noti le Royal Itsandra e le Banc Vailheu, che scendono fino a 60 metri, nonché la Masiwa: una nave da carico lunga 80 metri che ora giace a 40 metri di profondità sul fondale a nord di Grand Comore. Sembra quasi di tuffarsi in un acquario, tra formazioni coralline, spugne a botte, anemoni e pesci pagliaccio, nuotando accanto a delfini, megattere, razze, banchi di barracuda, pesci leone, tartarughe marine e diverse specie di squali”. Insieme ai numerosi itinerari dedicati alla scoperta dell’interno delle isole e della cultura locale, la nuova programmazione 2023 di To Destinations propone quindi due tour Diving Comore, di otto e dieci giorni, con focus specifico sul mondo marino, oltre naturalmente alla possibilità di costruire pacchetti su misura per viaggiatori con richieste particolari. [post_title] => To Destinations: pacchetti diving per immergersi nelle acque delle Comore [post_date] => 2023-02-02T10:18:44+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675333124000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438393 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Notizie da Ita Airways. Il brand Alitalia potrebbe tornare a volare: una volta siglato l'ingresso di Lufthansa nella compagine del vettore italiano, una volta avviato il piano di rilancio e quando finalmente Ita inizierà a fare utili. Il ritorno del marchio storico sarebbe in effetti nel piano che sta prendendo forma e verrebbe riservato ai soli voli intercontinentali della compagnia aerea, che manterrebbe quindi la livrea azzurra sui collegamenti domestici ed europei.  L'indiscrezione - nulla è stato ancora deciso - viene riportata oggi da Il Corriere della Sera, a seguito dell'incontro che si è svolto ieri tra i sindacati e l'ad di Ita Airways Fabio Lazzerini: incontro che vede rimanere in stallo la vertenza sull'aumento delle retribuzioni dei dipendenti del vettore. La compagnia aerea, in realtà, ammette che un cambiamento sarebbe necessario, ma spiega però che serviranno dei "passaggi interni" - anche con l'azionista unico, il ministero dell'Economia - per decidere quando concedere i ritocchi salariali e in quale misura. Contratto preliminare La tabella di marcia della trattativa in esclusiva con i tedeschi avviata lo scorso 27 gennaio, punterebbe alla metà di marzo per la sigla del contratto preliminare tra il Mef e Lufthansa: spetterà poi all’Antitrust europeo dare il via libera in un arco di tempo di almeno 40 giorni se nessun altro soggetto presenterà obiezioni. Qualora ci fossero richieste di revisione da parte dei competitor la tempistica potrebbe allungarsi di qualche mese, per arrivare al closing non prima di fine luglio, inizio agosto. [post_title] => Ita Airways: il brand Alitalia potrebbe tornare a volare, sul lungo raggio [post_date] => 2023-02-01T09:59:11+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675245551000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438373 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un portale aggiornato, ancora più ricco di immagini e video, per iniziare l'anno italiano di Avalon Waterways, che inaugura il 2023 del mercato tricolore puntando su un concept slow tourism, supportato da incentivi e policy ad hoc dedicate alla catena distributiva nazionale. “Con il nostro prodotto di itinerari su Reno, Danubio e Mosella, nonché sui canali tra Olanda e Belgio, intendiamo rispondere a un’esigenza che, via via, è andata affiorando in questo ultimo anno, soprattutto a seguito di quanto abbiamo vissuto con la pandemia. Ovvero la voglia di ritmi più lenti, di assaporare appieno quanto si sta vivendo, di un luogo cui abbandonarsi perché sono gli altri a prendersi cura di noi. Ecco, una crociera fluviale con noi è tutto questo – spiega Barbara Baldini, product manager and sales European markets di Avalon Waterways –: un calmo fluire di piaceri alla scoperta degli angoli più affascinanti d’Europa. La nostra parola d’ordine è relax: tutto scorre lentamente per permettere ai nostri ospiti di vivere intensamente ogni momento”. Dal punto di vista commerciale, è quindi già partita la campagna Early booking, che prevede uno sconto di 750 euro a persona su tutte le partenze 2023, prenotando entro il prossimo 31 marzo. “E’ importante che gli agenti sappiano che avremo cinque partenze tra Reno e Danubio tutte in lingua italiana (sul Reno: 10 giugno, 08 luglio, 05 agosto, mentre sul Danubio 15 agosto e 30 ottobre). A queste se ne aggiungono altre 15, che sono un mix italiano/inglese", sottolinea sempre Barbara Baldini. Ma crescono anche i numeri di chi viaggia da solo e, a questo proposito, Avalon Waterways in Italia ha deciso di ridurre al 30% il supplemento singola, al contempo rilanciando una politica gruppi ben precisa. "Si tratta – conclude Barbara Baldini – della 20-20-20: commissione al 20%, ogni 20 paganti il 21esimo è free; infine, supplemento singola al 20% se l’individuale è parte del gruppo. In questa maniera, da un lato, agevoliamo le vendite individuali, offrendo un prezzo adeguato a chi sta in cabina da solo e, dall’altro, proponiamo le nostre crociere anche a piccoli gruppi incentive, al business travel o a gruppi familiari estesi”. [post_title] => Avalon Waterways: concept slow tourism per conquistare il mercato italiano [post_date] => 2023-02-01T09:25:53+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675243553000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438343 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti di Bari e Brindisi hanno chiuso il 2022 con oltre 9 milioni di passeggeri (6.190,490 a Bari e 3.058.999 a Brindisi); nel dettaglio 9.249.489, con un incremento del 12,45% rispetto a quanto registrato nel 2019. Su base annua il traffico di linea nazionale, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +17,06%; quello di linea internazionale ha segnato un +8,12% rispetto al 2019. L’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2022, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 6.190.490, il +11,91% rispetto al totale 2019. Di questi 3.503.774 (+16,57%) si riferiscono ai voli di linea internazionali. Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2022 i passeggeri sono stati 3.058.999, il +13,56% rispetto al 2019. Di questi 2.290.634, cioè il 17,81%, in più rispetto al 2019, si riferiscono ai voli di linea nazionale. A questi si aggiungono i circa 7.100 passeggeri in arrivo e partenza da Foggia dall’avvio dei voli di linea dal mese di ottobre. “Un dato inaspettato, ma al tempo stesso straordinario - ha commentato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Questi numeri da record, secondo le previsioni, avremmo dovuto raggiungerli nel 2026. Invece siamo andati al di là delle aspettative, grazie al lavoro di tutta la squadra di AdP, della Regione Puglia e all’avvio di nuove rotte. Lavoriamo costantemente per migliorare e accrescere il network delle rotte nazionali e internazionali e per offrire maggiori e migliori servizi ai passeggeri in transito nei nostri aeroporti. E il nostro impegno è stato premiato attraverso il raggiungimento di indici di crescita superiori alla media registrata dal sistema aeroportuale nazionale”. [post_title] => Bari e Brindisi: traffico passeggeri 2022 a più 12,45% rispetto al 2019 [post_date] => 2023-02-01T09:15:43+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675242943000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438328 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_437301" align="alignleft" width="300"] Dina Ravera[/caption] Destination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022. L’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà. Da un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico. Da parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia. Dina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide». Per Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti». La stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023. A seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto. Gli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025. [post_title] => Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione [post_date] => 2023-01-31T11:58:11+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675166291000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438242 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La piattaforma Adv Overview, lanciata lo scorso luglio 2022, è nata con lo scopo di diventare la base anagrafica di Astoi.  I soci Astoi, infatti, hanno conferito formale mandato all’Associazione per raccogliere, in nome e per conto degli stessi, informazioni sul possesso dei requisiti per svolgere l’attività di agenzia di viaggio. Il conferimento di tale mandato ad Astoi, attribuisce all’Associazione la legittimità a reperire le informazioni nel pieno rispetto delle norme e ciò lo si evidenzia anche in risposta ad alcune affermazioni, prive di fondamento, sulla presunta mancanza di titolarità dell’Associazione stessa. Si tratta quindi di un’attività demandata dai tour operator soci ad Astoi, allo scopo di ottenere 2 vantaggi fondamentali: per le agenzie di viaggio, la possibilità di inviare ad un unico interlocutore -  in modo semplice e intuitivo - le suddette informazioni, anziché doverle trasmettere singolarmente a ciascun associato. Per i to, la certezza di poter distribuire il proprio prodotto solo attraverso realtà in linea con i requisiti di legge, semplificando tutte le procedure di raccolta interna di questi documenti. Il meccanismo, come detto, è molto semplice: una volta che l’agenzia si sia iscritta sulla piattaforma all’indirizzo https://area-agenzie.astoi.com/signup/ ed abbia caricato quanto richiesto - ovvero autorizzazione amministrativa, polizza RC e copertura per fallimento e insolvenza - i documenti vengono sottoposti a verifica e, qualora gli stessi risultino formalmente corretti, l’Agenzia ottiene lo status di “Compliant”. Ovviamente, alla scadenza di uno dei documenti (es. polizza RC o copertura fallimento e insolvenza), sarà necessario aggiornare nuovamente il documento e rinnovare lo status di Compliant. Va inoltre precisato che tale status dipende solo dalla correttezza di questi 3 documenti e non da altre informazioni, che possono essere inserite facoltativamente nella piattaforma a fini statistici, come ad esempio l’adesione a un Network o ad una determinata Associazione. Per quanto riguarda i to, tali informazioni vengono rese pubbliche nella scheda tecnica delle Condizioni Generali di Contratto presenti sui siti e nei cataloghi. L’importanza di uno strumento come Adv Overview, che consente di reperire elementi imprescindibili per la scelta di partner commerciali che dispongano di tutti i requisiti di legge per operare, è testimoniata dal fatto che i Tour Operator aderenti al progetto hanno provveduto - o provvederanno - ad inserire nei contratti stipulati con la propria rete di Agenzie di Viaggio una clausola che preveda l’iscrizione e la Compliance ottenuta sulla piattaforma Adv Overview. Gli associati Astoi metteranno inoltre in campo specifiche azioni di comunicazione a supporto del progetto.  Al fine di far comprendere in modo più puntale ed esaustivo scopi, meccanismi e funzionalità della piattaforma, è stato previsto un “Info point Adv Overview” all’interno del “Villaggio Astoi” in Bit e in Bmt e, nel mese di febbraio, sono stati organizzati  in collaborazione con i principali Network  - Welcome Travel Group, Uvet Travel System, Blunet, Gattinoni - una serie di webinar dedicati alle agenzie di viaggio, nel corso dei quali le stesse potranno avere evidenza del valore del progetto e della facilità di utilizzo della piattaforma, diventando così parte attiva di un meccanismo virtuoso che ha il solo scopo di tutelare consumatori ed operatori del settore. Si tratta quindi dell’avvio di un percorso che si protrarrà nel tempo e che prevede il coinvolgimento anche di altre realtà - come ad esempio altri player della distribuzione, associazioni, etc. - oltre a quelle la cui collaborazione è stata già definita.   [post_title] => Astoi/Adv Overview: info point alla Bit e alla Bmt [post_date] => 2023-01-30T13:34:43+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675085683000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 438216 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_399674" align="alignleft" width="300"] La Resilient Lady (Virgin Voyages) debutterà il 4 giugno nel Mediterraneo[/caption] Sono 12 i principali debutti nel mondo delle crociere previste per il 2023. La lista delle new entry, stilata da Travel Weekly, parte con la Emerald Sakar della omonima compagnia. L'unità della capacità massima di 100 passeggeri salperà per la prima volta il prossimo 25 febbraio, per una stagione inaugurale che toccherà le Seychelles e il Mediterraneo. Il 4 aprile sarà poi la volta della Seabourn Pursuit da 264 passeggeri, che partirà per una serie di itinerari in Nord Europa e nelle Americhe. Nove giorni dopo la Scenic Eclipse II da 228 pax salperà da Lisbona per solcare le acque del Mediterraneo e del Nord Europa. La Oceania Vista da 1.258 passeggeri debutterà invece il 14 aprile per il suo primo viaggio di 12 notti nel Mediterraneo da Roma a Barcellona. Seguiranno crociere tra le isole britanniche, in Canada, New England, Messico e America Centrale. Il 4 giugno la Resilient Lady (Virgin Voyages) da 2.770 pax partirà per la sua stagione inaugurale nel Mediterraneo. Poco più di un mese più tardi, il 17 luglio, la Explora I da 922 passeggeri salperà da Southampton, per una serie di itinerari nel Mediterraneo, Nord Europa, Usa, Canada, Caraibi, Sud America e Hawaii. La Silver Nova da 728 pax debutterà il 14 agosto da Venezia, per una stagione inaugurale che si muoverà tra Mediterraneo e Sud America. La Norwegian Viva da 3.219 passeggeri  effettuerà poi la sua prima crociera il 26 dello stesso mese, compiendo una serie di viaggi tra Italia, Grecia e Croazia. Seguiranno i Caraibi per la stagione invernale. Il 25 novembre sarà il turno della Seven Seas Grandeur da 754 pax. Il suo primo viaggio sarà un itinerario transatlantico di 14 notti. L'unità si posizionerà nei Caraibi, per poi ritornare al di là dell'oceano a metà marzo, riposizionandosi nel Mediterraneo. L'ultimo mese dell'anno, infine, vedrà ben tre debutti. Il 2 di dicembre, la Celebrity Ascent da 3.260 passeggeri salperà di Fort Lauderdale per una serie di viaggi nei Caraibi. Il 23 la Carnival Jubilee da 5.374 pax si muoverà da Galveston con destinazione sempre ai Caraibi. La regione centro-americana sarà quindi protagonista anche delle crociere del secondo debutto dell'anno firmato Virgin Voyages, quello della Brilliant Lady da 2.770 passeggeri, che sarà inaugurata proprio alla viglia di Natale.  [post_title] => Crociere: tutte le navi al debutto nel 2023 [post_date] => 2023-01-30T11:04:03+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1675076643000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "puglia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":9,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1574,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438543","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il turismo del wedding premia l'Italia: nel 2022 è stata scenario di oltre 11 mila matrimoni stranieri. La Toscana si conferma la regione italiana più richiesta, col 21% del totale: la seguono Lombardia, Campania, Puglia, Sicilia, Lazio.\r\n\r\nE' quanto emerge dall'Osservatorio Destination Weddings in Italy, condotto da Centro Studi Turistici, finanziato dal ministero del Turismo e presentato da Enit e Convention Bureau Italia.\r\nFatturati alti\r\nIn base alla durata del soggiorno delle coppie e degli invitati alla cerimonia, per il 2022 si stimano 619mila arrivi e oltre 2 milioni di presenze turistiche, producendo un fatturato stimato di 599 milioni di euro, circa l'11% in più rispetto ai livelli stimati nel 2019.\r\n\r\nNel 2022 gli Stati Uniti sono stati il principale paese di provenienza delle coppie straniere che hanno deciso di celebrare il matrimonio in Italia (29,2%), ma oltre il 57% degli eventi sono stati generati da coppie di sposi residenti in Paesi europei.\r\n\r\nE' rilevante anche il movimento turistico generato dagli sposi italiani all'interno dei confini: si stima che nel 2022 siano stati più di 7.000 i matrimoni di coppie italiane celebrati in una regione diversa dalla propria.","post_title":"Matrimoni stranieri in Italia: nel 2022 il fatturato è di 599 milioni","post_date":"2023-02-02T12:31:47+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675341107000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438520","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Corsica dà fiducia al mercato Italia e investe nuovamente su Roma Fiumicino con una nuova rotta estiva per Bastia, che si aggiungerà a quella per Ajaccio operata già la scorsa estate.\r\n\r\nDal 1° luglio al 3 settembre 2023, la compagnia aerea corsa opererà due collegamenti settimanali tra la sua base di Bastia-Poretta e Fiumicino, operati da Atr 72-500 da 70 posti; le partenze sono previste il lunedì e il venerdì alle 15.05 con arrivo alle 16.00, mentre i voli di ritorno partono dall'Italia alle 13.40 e atterrano alle 14.35. Entrambe le rotte sono effettuate in codeshare da Ita Airways.\r\n\r\nL'operativo di mezzogiorno da e per la Corsica consentirà ai passeggeri di beneficiare delle coincidenze operate da Ita Airways dallo scalo romano, sia sul network domestico sia su quello di lungo raggio, sottolinea una nota di Air Corsica che prevede di raggiungere un \"load factor medio dell'80%, equivalente a quello raggiunto ad Ajaccio durante l'estate del 2022\".\r\n\r\n\"Con questa nuova rotta estiva, Air Corsica prosegue la sua strategia di sviluppo volta a collegare la Corsica all'Europa con voli diretti - ha dichiarato Marie-Hélène Casanova-Servais, presidente del Consiglio di sorveglianza della compagnia aerea -. Il nostro obiettivo è continuare ad affermarci in Italia, che è un mercato molto interessante. Sulla scia del successo della rotta Ajaccio-Roma inaugurata nel 2022, siamo convinti che la nuova rotta Bastia-Roma soddisferà le aspettative degli isolani che desiderano trascorrere qualche giorno a Roma o approfittare dei numerosi collegamenti offerti dall'aeroporto di Fiumicino, in particolare dal nostro partner Ita Airways\".","post_title":"Air Corsica raddoppia su Roma: arriva anche il volo per Bastia","post_date":"2023-02-02T11:57:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675339029000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438498","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Proposte di viaggio pensate per esplorare gli oceani e scoprire i tesori nascosti in ambienti naturali vergini. Sono i pacchetti Diving Comore realizzati dall'operatore torinese To Destinations, in collaborazione esclusiva sul mercato italiano e svizzero con la dmc Adore Comore. La destinazione offre in particolare la possibilità di fare immersioni con una visibilità che va dai 20 ai 40 metri, mentre la temperatura dell'acqua è stazionaria tra i 26 e i 30 gradi nel periodo migliore, che va da luglio a novembre.\r\n\r\nStrategicamente posizionate nell'oceano Indiano, al largo delle coste africane, tra il Madagascar e la parte settentrionale del Mozambico, le Comore sono una meta  isolata, tropicale e incontaminata, che sta sviluppando un turismo sostenibile e rispettoso dell'ambiente. Le barriere coralline sono fiorenti, con uno sbiancamento minimo e danni occasionali causati solo da agenti atmosferici. Questo perché dal 2001 il parco nazionale di Moheli ha vietato la pesca con reti, fiocine e dinamite, dando la possibilità alla fauna e flora marina di trovare un ambiente ideale per svilupparsi in questa biosfera patrimonio Unesco.\r\n\r\n“I siti di immersione sono numerosi e adatti a ogni livello - spiega il general manager di To Destinations, Roberto Cagnasso -. Tra i più noti le Royal Itsandra e le Banc Vailheu, che scendono fino a 60 metri, nonché la Masiwa: una nave da carico lunga 80 metri che ora giace a 40 metri di profondità sul fondale a nord di Grand Comore. Sembra quasi di tuffarsi in un acquario, tra formazioni coralline, spugne a botte, anemoni e pesci pagliaccio, nuotando accanto a delfini, megattere, razze, banchi di barracuda, pesci leone, tartarughe marine e diverse specie di squali”.\r\n\r\nInsieme ai numerosi itinerari dedicati alla scoperta dell’interno delle isole e della cultura locale, la nuova programmazione 2023 di To Destinations propone quindi due tour Diving Comore, di otto e dieci giorni, con focus specifico sul mondo marino, oltre naturalmente alla possibilità di costruire pacchetti su misura per viaggiatori con richieste particolari.","post_title":"To Destinations: pacchetti diving per immergersi nelle acque delle Comore","post_date":"2023-02-02T10:18:44+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675333124000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438393","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Notizie da Ita Airways. Il brand Alitalia potrebbe tornare a volare: una volta siglato l'ingresso di Lufthansa nella compagine del vettore italiano, una volta avviato il piano di rilancio e quando finalmente Ita inizierà a fare utili. Il ritorno del marchio storico sarebbe in effetti nel piano che sta prendendo forma e verrebbe riservato ai soli voli intercontinentali della compagnia aerea, che manterrebbe quindi la livrea azzurra sui collegamenti domestici ed europei. \r\nL'indiscrezione - nulla è stato ancora deciso - viene riportata oggi da Il Corriere della Sera, a seguito dell'incontro che si è svolto ieri tra i sindacati e l'ad di Ita Airways Fabio Lazzerini: incontro che vede rimanere in stallo la vertenza sull'aumento delle retribuzioni dei dipendenti del vettore. La compagnia aerea, in realtà, ammette che un cambiamento sarebbe necessario, ma spiega però che serviranno dei \"passaggi interni\" - anche con l'azionista unico, il ministero dell'Economia - per decidere quando concedere i ritocchi salariali e in quale misura.\r\nContratto preliminare\r\nLa tabella di marcia della trattativa in esclusiva con i tedeschi avviata lo scorso 27 gennaio, punterebbe alla metà di marzo per la sigla del contratto preliminare tra il Mef e Lufthansa: spetterà poi all’Antitrust europeo dare il via libera in un arco di tempo di almeno 40 giorni se nessun altro soggetto presenterà obiezioni. Qualora ci fossero richieste di revisione da parte dei competitor la tempistica potrebbe allungarsi di qualche mese, per arrivare al closing non prima di fine luglio, inizio agosto.","post_title":"Ita Airways: il brand Alitalia potrebbe tornare a volare, sul lungo raggio","post_date":"2023-02-01T09:59:11+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1675245551000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438373","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un portale aggiornato, ancora più ricco di immagini e video, per iniziare l'anno italiano di Avalon Waterways, che inaugura il 2023 del mercato tricolore puntando su un concept slow tourism, supportato da incentivi e policy ad hoc dedicate alla catena distributiva nazionale.\r\n\r\n“Con il nostro prodotto di itinerari su Reno, Danubio e Mosella, nonché sui canali tra Olanda e Belgio, intendiamo rispondere a un’esigenza che, via via, è andata affiorando in questo ultimo anno, soprattutto a seguito di quanto abbiamo vissuto con la pandemia. Ovvero la voglia di ritmi più lenti, di assaporare appieno quanto si sta vivendo, di un luogo cui abbandonarsi perché sono gli altri a prendersi cura di noi. Ecco, una crociera fluviale con noi è tutto questo – spiega Barbara Baldini, product manager and sales European markets di Avalon Waterways –: un calmo fluire di piaceri alla scoperta degli angoli più affascinanti d’Europa. La nostra parola d’ordine è relax: tutto scorre lentamente per permettere ai nostri ospiti di vivere intensamente ogni momento”.\r\n\r\nDal punto di vista commerciale, è quindi già partita la campagna Early booking, che prevede uno sconto di 750 euro a persona su tutte le partenze 2023, prenotando entro il prossimo 31 marzo. “E’ importante che gli agenti sappiano che avremo cinque partenze tra Reno e Danubio tutte in lingua italiana (sul Reno: 10 giugno, 08 luglio, 05 agosto, mentre sul Danubio 15 agosto e 30 ottobre). A queste se ne aggiungono altre 15, che sono un mix italiano/inglese\", sottolinea sempre Barbara Baldini.\r\n\r\nMa crescono anche i numeri di chi viaggia da solo e, a questo proposito, Avalon Waterways in Italia ha deciso di ridurre al 30% il supplemento singola, al contempo rilanciando una politica gruppi ben precisa. \"Si tratta – conclude Barbara Baldini – della 20-20-20: commissione al 20%, ogni 20 paganti il 21esimo è free; infine, supplemento singola al 20% se l’individuale è parte del gruppo. In questa maniera, da un lato, agevoliamo le vendite individuali, offrendo un prezzo adeguato a chi sta in cabina da solo e, dall’altro, proponiamo le nostre crociere anche a piccoli gruppi incentive, al business travel o a gruppi familiari estesi”.","post_title":"Avalon Waterways: concept slow tourism per conquistare il mercato italiano","post_date":"2023-02-01T09:25:53+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675243553000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438343","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti di Bari e Brindisi hanno chiuso il 2022 con oltre 9 milioni di passeggeri (6.190,490 a Bari e 3.058.999 a Brindisi); nel dettaglio 9.249.489, con un incremento del 12,45% rispetto a quanto registrato nel 2019. Su base annua il traffico di linea nazionale, tra Bari e Brindisi, è cresciuto del +17,06%; quello di linea internazionale ha segnato un +8,12% rispetto al 2019.\r\n\r\nL’aeroporto di Bari ha superato un traguardo storico: nel 2022, infatti, i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 6.190.490, il +11,91% rispetto al totale 2019. Di questi 3.503.774 (+16,57%) si riferiscono ai voli di linea internazionali. Eccellente anche il dato di Brindisi dove nel 2022 i passeggeri sono stati 3.058.999, il +13,56% rispetto al 2019. Di questi 2.290.634, cioè il 17,81%, in più rispetto al 2019, si riferiscono ai voli di linea nazionale.\r\n\r\nA questi si aggiungono i circa 7.100 passeggeri in arrivo e partenza da Foggia dall’avvio dei voli di linea dal mese di ottobre.\r\n\r\n“Un dato inaspettato, ma al tempo stesso straordinario - ha commentato il presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile -. Questi numeri da record, secondo le previsioni, avremmo dovuto raggiungerli nel 2026. Invece siamo andati al di là delle aspettative, grazie al lavoro di tutta la squadra di AdP, della Regione Puglia e all’avvio di nuove rotte. Lavoriamo costantemente per migliorare e accrescere il network delle rotte nazionali e internazionali e per offrire maggiori e migliori servizi ai passeggeri in transito nei nostri aeroporti. E il nostro impegno è stato premiato attraverso il raggiungimento di indici di crescita superiori alla media registrata dal sistema aeroportuale nazionale”.","post_title":"Bari e Brindisi: traffico passeggeri 2022 a più 12,45% rispetto al 2019","post_date":"2023-02-01T09:15:43+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1675242943000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438328","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_437301\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Dina Ravera[/caption]\r\n\r\nDestination Italia, leader nel turismo incoming esperienziale nel segmento Luxury B2B, e Portale Sardegna, specializzata nel settore incoming turistico nella destinazione Sardegna ed anche Puglia, Sicilia e resto d’Italia, entrambe quotate su Euronext Growth Milan, annunciano che i rispettivi consigli di amministrazione hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Portale Sardegna in Destination Italia. L’operazione è stata approvata in esecuzione dell’accordo vincolante sottoscritto dalle parti in data 25 novembre 2022.\r\n\r\nL’obiettivo dell’operazione è quello di creare un gruppo leader nel settore incoming Italia, capace di competere nei mercati internazionali B2B e B2C con i principali big player in diversi segmenti, tra i quali il luxury di alta qualità, attraverso la creazione di economie di scala, la valorizzazione degli asset societari e del know-how tecnologico presenti nelle due realtà.\r\n\r\nDa un punto di vista del mercato, la complementarità tra le due aziende si concretizza nelle grandi opportunità di cross-selling: Destination Italia conta su oltre 1.000 clienti (tour operator internazionali), viaggiatori da oltre 100 paesi ed un network di 10.000 fornitori di servizi turistici locali; Portale Sardegna porta in dote oltre 2,98 milioni di utenti unici annuali ed il network dei Local Expert. Da un punto di vista tecnologico, il portafoglio delle due società è fortemente sinergico.\r\n\r\nDa parte di Destination Italia, la capacità di automazione delle prenotazioni (machine learning), il canale distributivo machine-to-machine (xml) e le forti competenze in business intelligence consentiranno di intermediare e gestire prenotazioni massive da parte dei Tour Operator internazionali, insieme alle migliaia di fornitori di servizi turistici sul territorio italiano. Con l’operazione, Portale Sardegna apporterà tecnologie e competenze complementari al patrimonio tecnologico di Destination Italia.\r\n\r\nDina Ravera, azionista di riferimento di Destination Italia, ha ricordato che la business combinatio è «un’idea nata circa un anno fa con due obiettivi primari; da un lato offrire una soluzione al problema della frammentazione del mercato degli operatori turistici, dall’altro far crescere il turismo verso il nostro Paese forti di una struttura e di una dimensione in grado di affrontare i mercati internazionali ed i grandi player di settore operanti worldwide».\r\n\r\nPer Massimiliano Cossu, amministratore delegato di Portale Sardegna, «le due aziende per percorsi diversi maturati nel corso del tempo presentano una complementarietà che di fatto rende questa fusione un matrimonio perfetto in grado di creare benefici per tutti gli stakeholder a partire dai nostri azionisti».\r\n\r\nLa stipula dell’atto di fusione, essendosi verificate tutte le condizioni necessarie al proseguimento dell’operazione, è prevista entro la prima metà del mese di giugno 2023, previo decorso del termine per l’opposizione da parte dei creditori sociali delle due società, ed è subordinata all’approvazione del progetto comune di fusione da parte delle rispettive Assemblee dei soci, previste indicativamente entro il mese di marzo 2023.\r\n\r\nA seguito del perfezionamento dell’operazione, quindi, il capitale sociale di Destination Italia, come risultante dalla fusione, sarà detenuto per circa il 75% dagli attuali azionisti di Destination Italia e per circa il 25% dagli attuali azionisti di Portale Sardegna, fatto salvo quanto riportato al successivo punto.\r\n\r\nGli attuali soci di Portale Sardegna Massimiliano Cossu, Marco Demurtas, Acacia Travel Holding e Flexagon contestualmente alla stipula dell’atto di fusione, si obbligheranno a sottoscrivere un accordo di lock-up avente ad oggetto il 90% delle azioni di Destination Italia che saranno assegnate ai medesimi per effetto del perfezionamento dell’Operazione. Tale impegno sarà valido sino alla data dell’Assemblea dei soci di Destination Italia, quale società risultante dall’Operazione, chiamata a deliberare sul bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2025.","post_title":"Destination Italia-Portale Sardegna: i cda approvano la fusione","post_date":"2023-01-31T11:58:11+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1675166291000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438242","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La piattaforma Adv Overview, lanciata lo scorso luglio 2022, è nata con lo scopo di diventare la base anagrafica di Astoi.  I soci Astoi, infatti, hanno conferito formale mandato all’Associazione per raccogliere, in nome e per conto degli stessi, informazioni sul possesso dei requisiti per svolgere l’attività di agenzia di viaggio. Il conferimento di tale mandato ad Astoi, attribuisce all’Associazione la legittimità a reperire le informazioni nel pieno rispetto delle norme e ciò lo si evidenzia anche in risposta ad alcune affermazioni, prive di fondamento, sulla presunta mancanza di titolarità dell’Associazione stessa.\r\n\r\nSi tratta quindi di un’attività demandata dai tour operator soci ad Astoi, allo scopo di ottenere 2 vantaggi fondamentali: per le agenzie di viaggio, la possibilità di inviare ad un unico interlocutore -  in modo semplice e intuitivo - le suddette informazioni, anziché doverle trasmettere singolarmente a ciascun associato. Per i to, la certezza di poter distribuire il proprio prodotto solo attraverso realtà in linea con i requisiti di legge, semplificando tutte le procedure di raccolta interna di questi documenti.\r\n\r\nIl meccanismo, come detto, è molto semplice: una volta che l’agenzia si sia iscritta sulla piattaforma all’indirizzo https://area-agenzie.astoi.com/signup/ ed abbia caricato quanto richiesto - ovvero autorizzazione amministrativa, polizza RC e copertura per fallimento e insolvenza - i documenti vengono sottoposti a verifica e, qualora gli stessi risultino formalmente corretti, l’Agenzia ottiene lo status di “Compliant”.\r\n\r\nOvviamente, alla scadenza di uno dei documenti (es. polizza RC o copertura fallimento e insolvenza), sarà necessario aggiornare nuovamente il documento e rinnovare lo status di Compliant. Va inoltre precisato che tale status dipende solo dalla correttezza di questi 3 documenti e non da altre informazioni, che possono essere inserite facoltativamente nella piattaforma a fini statistici, come ad esempio l’adesione a un Network o ad una determinata Associazione.\r\n\r\nPer quanto riguarda i to, tali informazioni vengono rese pubbliche nella scheda tecnica delle Condizioni Generali di Contratto presenti sui siti e nei cataloghi. L’importanza di uno strumento come Adv Overview, che consente di reperire elementi imprescindibili per la scelta di partner commerciali che dispongano di tutti i requisiti di legge per operare, è testimoniata dal fatto che i Tour Operator aderenti al progetto hanno provveduto - o provvederanno - ad inserire nei contratti stipulati con la propria rete di Agenzie di Viaggio una clausola che preveda l’iscrizione e la Compliance ottenuta sulla piattaforma Adv Overview.\r\n\r\nGli associati Astoi metteranno inoltre in campo specifiche azioni di comunicazione a supporto del progetto.\r\n\r\n Al fine di far comprendere in modo più puntale ed esaustivo scopi, meccanismi e funzionalità della piattaforma, è stato previsto un “Info point Adv Overview” all’interno del “Villaggio Astoi” in Bit e in Bmt e, nel mese di febbraio, sono stati organizzati  in collaborazione con i principali Network  - Welcome Travel Group, Uvet Travel System, Blunet, Gattinoni - una serie di webinar dedicati alle agenzie di viaggio, nel corso dei quali le stesse potranno avere evidenza del valore del progetto e della facilità di utilizzo della piattaforma, diventando così parte attiva di un meccanismo virtuoso che ha il solo scopo di tutelare consumatori ed operatori del settore. Si tratta quindi dell’avvio di un percorso che si protrarrà nel tempo e che prevede il coinvolgimento anche di altre realtà - come ad esempio altri player della distribuzione, associazioni, etc. - oltre a quelle la cui collaborazione è stata già definita.\r\n\r\n ","post_title":"Astoi/Adv Overview: info point alla Bit e alla Bmt","post_date":"2023-01-30T13:34:43+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1675085683000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"438216","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_399674\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] La Resilient Lady (Virgin Voyages) debutterà il 4 giugno nel Mediterraneo[/caption]\r\n\r\nSono 12 i principali debutti nel mondo delle crociere previste per il 2023. La lista delle new entry, stilata da Travel Weekly, parte con la Emerald Sakar della omonima compagnia. L'unità della capacità massima di 100 passeggeri salperà per la prima volta il prossimo 25 febbraio, per una stagione inaugurale che toccherà le Seychelles e il Mediterraneo.\r\n\r\nIl 4 aprile sarà poi la volta della Seabourn Pursuit da 264 passeggeri, che partirà per una serie di itinerari in Nord Europa e nelle Americhe. Nove giorni dopo la Scenic Eclipse II da 228 pax salperà da Lisbona per solcare le acque del Mediterraneo e del Nord Europa. La Oceania Vista da 1.258 passeggeri debutterà invece il 14 aprile per il suo primo viaggio di 12 notti nel Mediterraneo da Roma a Barcellona. Seguiranno crociere tra le isole britanniche, in Canada, New England, Messico e America Centrale.\r\n\r\nIl 4 giugno la Resilient Lady (Virgin Voyages) da 2.770 pax partirà per la sua stagione inaugurale nel Mediterraneo. Poco più di un mese più tardi, il 17 luglio, la Explora I da 922 passeggeri salperà da Southampton, per una serie di itinerari nel Mediterraneo, Nord Europa, Usa, Canada, Caraibi, Sud America e Hawaii.\r\n\r\nLa Silver Nova da 728 pax debutterà il 14 agosto da Venezia, per una stagione inaugurale che si muoverà tra Mediterraneo e Sud America. La Norwegian Viva da 3.219 passeggeri  effettuerà poi la sua prima crociera il 26 dello stesso mese, compiendo una serie di viaggi tra Italia, Grecia e Croazia. Seguiranno i Caraibi per la stagione invernale. Il 25 novembre sarà il turno della Seven Seas Grandeur da 754 pax. Il suo primo viaggio sarà un itinerario transatlantico di 14 notti. L'unità si posizionerà nei Caraibi, per poi ritornare al di là dell'oceano a metà marzo, riposizionandosi nel Mediterraneo.\r\n\r\nL'ultimo mese dell'anno, infine, vedrà ben tre debutti. Il 2 di dicembre, la Celebrity Ascent da 3.260 passeggeri salperà di Fort Lauderdale per una serie di viaggi nei Caraibi. Il 23 la Carnival Jubilee da 5.374 pax si muoverà da Galveston con destinazione sempre ai Caraibi. La regione centro-americana sarà quindi protagonista anche delle crociere del secondo debutto dell'anno firmato Virgin Voyages, quello della Brilliant Lady da 2.770 passeggeri, che sarà inaugurata proprio alla viglia di Natale. ","post_title":"Crociere: tutte le navi al debutto nel 2023","post_date":"2023-01-30T11:04:03+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1675076643000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti