13 May 2021

Garavaglia: «Saremo rapidi». Patanè: «Imprenditori dimenticati»

[ 0 ]

Il ministro del turismo Massimo Garavaglia

L’Europa si occupa di turismo e lo fa con un webinar coordinato dal bravo collega Alberto Magnani, de Il Sole24Ore. Molti i politici e i rappresentanti di associazioni del turismo organizzato. A dire la verità ogni volta che i politici hanno preso parola noi, ascoltatori abbiamo percepito un senso di distanza e di ripetitività che speravamo di non sentire. Parole al vento, potremmo chiamarle. Verbosità, progetti futuribili, visioni d’insieme, ma alla fine, poco o niente.

forse tranne il ministro del turismo Massimo Garavaglia che ha inviato un messaggio abbastanza corto e chiaro. «Posso garantire – ha detto il ministro – che saremo rapidi e concreti per rilanciare e sostenere e far crescere l’industria del turismo».

Luca Patanè

Bene ha fatto quindi il presidente di Confturismo Luca Patanè a tagliare corto e a rimettere le pedine della scacchiera al posto giusto. «Sento parlare di nicchie di turismo da rilanciare, ma con tutto il rispetto posso affermare che bisogna riprendere il traffico internazionale sulle città d’arte, sul mare e sulla montagna. Da qui passa l’80% del turismo italiano. Se non si fa questo non si va da nessuna parte. A parte la cig – ha continuato –  che ha salvato molte aziende, noi non abbiamo visto un euro e anche gli interventi europei sono peanuts rispetto al momento attuale delle nostre imprese. Vorrei ricordare che il turismo organizzato non lavora da marzo, con una piccola pausa estiva, ma i costi continuano ad esserci. Per cui sarebbe bene ripensare ad una revisione fiscale e patrimoniale, non solo per le piccole e medie imprese, ma anche per le grandi, che poi sono quelle che investono maggiormente sul settore. Insomma _ ha concluso Patanè – bisogna cambiare passo. Per esempio il bonus del 110% non è stato concesso agli alberghi. Perché? Poi c’è la questione del green. Chiaramente, appena ci saremo rimessi in piedi andremo verso il green, ma ora siamo a zero, quindi non possiamo andare da nessuna parte. Bisogna ascoltare gli imprenditori, non solo i politici, e devo dire com grande amarezza che noi imprenditori in questa crisi ci siamo sentiti molto dimenticati dalle istituzioni».

Bernabò Bocca

Per quanto riguarda gli altri oratori, possiamo dire che ognuno ha parlato della propria competenza: Bocca degli alberghi presentando i dati del disastro e sperando nei vaccini. Palmucci, presidente dell’Enit auspicando che le parole del presidente americano Biden, su una prossima piena vaccinazione del popolo possa far ritornare in Italia quel flusso che rappresenta il 12% del turismo in ingresso, e accennando al prossimo piano 2020-2021. Poco altro. 

Sinceramente da queste occasioni, e specialmente dai politici, ci aspettiamo di più. Una maggiore concretezza. Disegni di legge già pronti, indennizzi in via di esecuzione e non brevi cenni sull’universo.

 




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353849 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] =>   Ha aperto nella prestigiosa location dell’Hotel Milano Scala, una club house che prende ispirazione da alcune storiche realtà anglosassoni. Così è infatti nato il concetto che sta alla base di DO7 Eco Club House, il cui nome ricorda la localizzazione strategica del club in via Dell’Orso 7, mentre l’assonanza con l’accordo musicale DO7 si lega strettamente alla storia (e alla posizione) dell’hotel. Il club si rivolge a tutti coloro che vengono abitualmente in centro a Milano o che hanno bisogno di incontrare clienti o amici durante la giornata. Professionisti e imprenditori ma anche piccole o grandi aziende che hanno la necessità di un luogo di rappresentanza o semplicemente un punto d’appoggio dove sviluppare opportunità di business, ma non solo, anche godersi momenti di svago. Ai servizi tipici di un club inglese: cloackroom e changing room, spazi riservati modulabili per meeting privati o eventi aziendali, tavoli social per organizzare riunioni informali, eventi e serate dedicate ai soci, si affiancano i servizi dell’hotel come la reception 24/7, il servizio di concierge, le camere in day use e il garage automatizzato. Uno dei principali focus di DO7 Eco Club House sarà il networking, con attività ed eventi studiati appositamente per fare rete e incrementare i propri contatti. I membri del club potranno anche godersi il tempo libero sorseggiando un cocktail nel salotto del Lounge Bar, gustandosi uno dei piatti moderni e ricercati del ristorante oppure farsi consigliare dalla concierge per un’esperienza tailor made. Punto di forza sarà lo splendido garden rooftop “Sky Terrace” che sarà riservata agli ospiti del club in esclusiva durante la giornata e permetterà di organizzare colazioni e pranzi di lavoro da aprile a ottobre. DO7 Eco Club House sarà inoltre animata dagli stessi ideali dell’Hotel Milano Scala, su tutti l’attenzione per un ambiente 100% green e la condivisione della musica e della cultura, pur sapendo mantenere un orientamento al business.   [post_title] => DO7 Eco Club House, nuovo spazio dedicato al networking [post_date] => 2019-05-31T09:59:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559296748000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353806 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nell’anniversario dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci continuano all’aeroporto di Fiumicino le celebrazioni dedicate al Genio vinciano, aperte il 2 maggio scorso con una mostra che propone ai passeggeri del principale scalo italiano alcune sue macchine del volo riprodotte a grandezza naturale, oltre a un’area multimediale con i disegni di Leonardo sul Codice sul volo degli uccelli. Il fil rouge di questo secondo appuntamento è la passione dell’inventore per la cucina che, secondo alcune ricostruzioni storiche, avrebbe addirittura spinto Leonardo a cimentarsi nell’arte culinaria. Senza dimenticare che in alcuni suoi appunti e disegni emergono progetti che sembrano aver ispirato utensili oggi presenti in qualsiasi cucina, come il cavatappi e il macinapepe. Per celebrare questo lato meno noto di Leonardo, ancora avvolto tra leggenda e mistero, due tra i più noti chef stellati del Lazio, Gianfranco Pascucci e Daniele Usai, si sono cimentati in un inedito cooking show intrattenendo i passeggeri della “Italian Food Street”, nell’area di imbarco E per i voli internazionali. Gli chef hanno preparato e offerto ai viaggiatori piatti ispirati al Genio vinciano, utilizzando i prodotti enogastronomici della Regione Lazio. In particolare, Daniele Usai ha rielaborato l’Acquarosa, una bevanda che la tradizione attribuisce a Leonardo realizzata con estratto di acquarosa, zucchero, limone e poco alcool, trasformandola in un condimento per degli spaghetti. Gianfranco Pascucci invece ha presentato un piatto ispirato alle invenzioni dal nome “Mare” a base di crostacei, erbe e alga kombu fermentata.         [post_title] => Fiumicino, cooking show stellato per celebrare Leonardo Da Vinci [post_date] => 2019-05-31T07:53:41+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559289221000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353756 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => “New Shades of Emerging Destinations” è il tema del prossimo Ttm+ 2019, in programma dal 5 al 7 giugno a Pattaya. La fiera di viaggi b2b più importante del paese si presenterà in un formato più grande che riflette chiaramente il nuovo senso delle strategie globali in un mondo in rapida evoluzione e altamente competitivo. Attesi 351 buyer, 371 seller e circa 130 media nazionali e internazionali, presso l’Ocean Marina Yacht Club, dove si terrà l’evento per il secondo anno consecutivo. Il 5 giugno, in apertura la registrazione dei partecipanti e a seguire una sessione di discussione per tutti i delegati, briefing sui media in Thailandia e cerimonia ufficiale di benvenuto. Gli incontri di lavoro si terranno il 6 e il 7 giugno, quindi sia i buyer che i media partiranno l’8 giugno per un post-tour in diverse aree del litorale orientale. Protagoniste della fiera saranno 55 destinazioni emergenti della Thailandia con il loro patrimonio, le attrazioni culturali e culinarie. Il tema di quest’anno riflette il forte legame con la strategia di promozione di Tourism authority of Thailand impegnata nella promozione di destinazioni emergenti con l’obiettivo di creare posti di lavoro, e di distribuire i ricavi a livello nazionale tra le grandi città e le comunità locali, favorendo la sostenibilità attraverso il bilanciamento del numero di visitatori per destinazione. [post_title] => Appuntamento con il Thailand Travel Mart Plus il 5 giugno a Pattaya [post_date] => 2019-05-30T14:40:53+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1559227253000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 353177 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è svolto ieri uno dei due eventi annuali tradizionalmente organizzati dal Best Western Hotel Galles di Milano. Una serata alternativa, rivolta principalmente alla clientela business, con attività di socializzazione e conoscenza accompagnate da un aperitivo al ristorante con vista al sesto piano dell'hotel. Quella di Milano, targata Best Western dal 1999, è una struttura di punta, parte delle 20 presenti nel capoluogo lombardo e delle 120 in Italia. Numero destinato a crescere, ancora. Infatti, dopo un periodo dedicato al perfezionamento degli standard dei livelli di comfort e qualità, torna un anno positivo per le nuove aperture. «In cantiere nuovi progetti in Triveneto e Centro Italia - dichiara Sara Digiesi, chief marketing officer del gruppo alberghiero -. Lo sviluppo del brand ha voluto coinvolgere più imprenditori per estendere l'offerta e includere target diversi: dalla linea economy Sure Hotel, al segmento luxury con la catena Worldhotels, acquisita a febbraio». Riguardo quest'ultima, le intenzioni sono quelle di «potenziare il brand nelle sue caratteristiche. Circa le modalità ci chiariremo presto le idee e forniremo dettagli più precisi riguardo l'operazione entro fine estate». [post_title] => Best Western sul futuro di Worldhotels: novità entro fine estate [post_date] => 2019-05-24T14:26:24+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558707984000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352982 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Tenerife Walking Festival (fino al 25 maggio) è un vero riferimento per il trekking europeo. In ogni edizione, una selezione dei tour più spettacolari dell'isola attira partecipanti da tutto il continente, desiderosi di prendere parte a un festival unico che respira l'atmosfera e la consapevolezza ambientale, e dove si distingue l'impronta zero , con cui compensa l'emissione di gas inquinanti di ogni edizione. Senza dimenticare un aspetto giocoso importante (visite a musei, discorsi, esempi di cucina tradizionale, ecc.), che rende Puerto de la Cruz, a nord di Tenerife e sede dell'evento, la capitale di questo sport per alcuni giorni (www.tenerifewalkingfestival.com). L'8 giugno sarà la volta del Tenerife Bluetrail. Si tratta della prova più alta della Spagna e la seconda d’Europa, ed è una gara unica grazie al suo tracciato che parte dal livello del mare, superando i 3.500 metri di altitudine durante il suo percorso. Si sviluppa lungo il Parco Nazionale e il vulcano Teide (Patrimonio dell'Umanità) e attraversa l'isola da sud a nord. Prevede varie distanze: Trail, Maratona, Mezza Maratona, Retro e infine l'ultra Trail, la più impegnativa, con un percorso che supera i 100 chilometri. Fin dalla prima edizione ha sempre raggiunto un numero di circa 10.000 corridori, diventando una delle sfide sportive più attese dell'anno per gli appassionati di trail.www.tenerifebluetrail.com. Nei giorni che precedono l'evento si svolgerà la Feria del Deporte (Fiera dello Sport) presso il Centro Internacional de Ferias y Congresos di Santa Cruz, dove i partecipanti potranno ritirare i pettorali, acquistare attrezzature sportive a buon prezzo e godersi delle esibizioni sportive. [post_title] => Tenerife: eventi e festival dedicati al walking e al trail [post_date] => 2019-05-23T09:53:20+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558605200000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352676 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’offerta ristorativa del Four Seasons Firenze “si fa in quattro” per la stagione estiva: il 3 giugno apre infatti ufficialmente Magnolia, il nuovo GastroBar asiatico all’interno del Giardino della Gherardesca dell’iconico hotel fiorentino, in collaborazione con lo chef giapponese Haruo Ichikawa. Il concept food della Magnolia sarà panasiatico e porterà a Firenze diversi sapori da tutto l’Oriente, con un’offerta gastronomica senza pari curata nei minimi dettagli dallo chef stellato, per lungo tempo alle redini del ristorante Iyo a Milano. Ichikawa ha affiancato, con la sua consulenza, lo chef Vito Mollica nella realizzazione dei piatti e nella formazione della brigata dedicata.  Aperto da giugno a settembre, dal martedì alla domenica, dalle ore 17 alle 23, il Magnolia diventerà il nuovo punto di ritrovo per le cene d’estate o anche per aperitivi e snack asian style, accompagnati da cocktail fusion a base di ingredienti di ispirazione orientale, realizzati da Karem Pasqualetti, bartender della Magnolia. Nel menù: tempura di verdure e di crostacei, sushi nelle sue diverse declinazioni con ingredienti pregiati come il wagyu giapponese, il granchio reale, l'astice, la ricciola, i gamberi rossi e un’amplissima varietà di pesci. Non potrà inoltre mancare la tradizione vegetariana, con il cavallo di battaglia Nimono, piatto signature di Haruo Ichikawa a base di bamboo, cardoncelli, patate taro, melanzane, taccole e konjac cotti in salsa di soia e mirin. La Magnolia si colloca all’interno de La Villa, edificio storico parte integrante del Four Seasons Firenze, con accesso diretto anche da via Capponi 46. Il suo concept permette agli ospiti di scegliere spazi differenti: all’interno oppure all’esterno, nella veranda interamente apribile che si affaccia sulla suggestiva terrazza dello storico giardino all’italiana della Villa.         [post_title] => Il Four Seasons Hotel Firenze apre l'Asian gastrobar Magnolia [post_date] => 2019-05-21T13:31:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558445486000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352407 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo la recente inaugurazione del nuovo Venice – Sant’Elena, Hnh Hospitality ha chiuso un ulteriore accordo con il marchio Indigo del gruppo Ihg, in vista del prossimo rebranding del Grand Hotel Des Arts di Verona. La società di gestione alberghiera italiana ha infatti appena annunciato di aver aggiunto la struttura scaligera al proprio portfolio attuale di 11 alberghi nella Penisola. Costruito agli inizi degli anni Venti, il palazzo che ospita oggi il Des Arts venne inizialmente adibito a residenza privata della famiglia Reichenbach, di nobile dinastia austriaca, per poi essere successivamente trasformato in hotel. Dal 1990 a oggi, la struttura è stata quindi gestita da una famiglia di imprenditori veronesi, che lo hanno reso uno degli indirizzi di riferimento dell'ospitalità cittadina. Dotato di 62 camere e suite distribuite su cinque piani, l'hotel dispone anche di bar, sala colazioni, due spazi meeting capaci di ospitare fino a 120 delegati e un giardino con cortile annesso. L'albergo andrà ora incontro a un piano di ristrutturazione, per poi riaprire come un hotel Indigo. Hnh agirà quindi in qualità di "white label company". «È con grande soddisfazione che oggi aggiungiamo un tassello importante al piano di crescita e di espansione del nostro gruppo - dichiara Luca Boccato, amministratore delegato di Hnh Hospitality -. Verona è una città strategica per noi e con il Grand Hotel Des Arts entriamo nel centro storico nel segmento Leisure, affiancandoci al Best Western Ctc Hotel Verona: altra struttura del nostro portfolio. Importanti sinergie operative, una volta completata l’attività di rebranding, si svilupperanno anche con l’Hotel Indigo Venice – Sant’Elena che il nostro gruppo ha appena inaugurato a Venezia». [post_title] => Prosegue la collaborazione tra Hnh e Indigo: presto un nuovo hotel a Verona [post_date] => 2019-05-17T15:15:31+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558106131000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352187 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Traghettilines si rinnova e propone un rivoluzionario sistema online per il confronto prezzi. Questo restyling riduce ulteriormente la procedura di confronto, scelta e acquisto del proprio viaggio in nave, mantenendo la chiarezza e la comprensibilità del sistema di prenotazione, punti cardini dell’azienda. La nuova logica, che utilizza algoritmi di intelligenza artificiale, permette di fornire le informazioni necessarie al calcolo del preventivo una volta soltanto, offrendo così la possibilità di visualizzare già dopo il primo step di inserimento dati, tutte le alternative di viaggio nelle varie sistemazioni con il relativo importo e avere una panoramica immediata di tutte le tariffe. In questo modo il confronto fra le varie soluzioni disponibili è nettamente più semplice e rapido. «Lo scopo è quello di andare incontro alle necessità del cliente – riferisce Silvia Cioni, general manager della società (nella foto) -  che richiede un confronto più immediato delle disponibilità delle sistemazioni a bordo, quali passaggio ponte, poltrona o cabina, ma soprattutto dei costi. Il nostro obiettivo ulteriore è quello di migliorare costantemente il servizio erogato per rendere l’esperienza di acquisto online sempre più veloce e intuitiva. Il sistema di prenotazione diventa ancora più user friendly, alla portata anche dei meno esperti».     [post_title] => Traghettilines, nuova versione per il confronto dei prezzi [post_date] => 2019-05-16T11:43:20+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1558007000000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 352065 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In un anno ricco di eventi e novità che renderanno ancora più attraenti alcuni quartieri di Tokyo, la capitale nipponica non dimentica la sua anima più tradizionale, confermando quel mix perfetto riassunto nel claim TokyoTokyo where Old meets New. Nel mese di maggio i visitatori hanno la possibilità di fare un tuffo nel passato e immergersi nella più autentica cultura giapponese, percorrendo un itinerario tra eventi, quartieri, luoghi iconici e ristoranti a tema in cui scoprire le antiche tradizioni di samurai, ninja e geisha.  Fino al 27 giugno il Keio Plaza Hotel Tokyo, uno dei più prestigiosi hotel internazionali situato nella zona di Shinjuku, ospita una mostra speciale in cui è possibile ammirare le immagini originali del fumetto manga “Katana” di Kimiko Kamata. Questa mostra fa parte dell’esposizione più ampia intitolata “The Soul and Beauty of Japan’s Swords and Armor by Legendary Artisans”. L’evento include un pranzo dedicato agli ospiti, in cui provare la cucina giapponese del ristorante “Kagari”.  Se la mostra offre un assaggio dell’arte delle spade, a Tokyo ci sono tanti altri luoghi per approfondire la storia e la cultura dei samurai. Un esempio è il Samurai Museum, una tappa consigliata per tutti coloro che vogliono fare un salto nel passato feudale del Giappone.  Infine per respirare l’atmosfera del passato con un tocco più femminile, si può concludere la giornata con una passeggiata a Kagurazaka, una piccola ed elegante zona situata vicino a Shinjuku, che un tempo fu un vivace quartiere dei piaceri. Oggi, grazie alle sue stradine lastricate, i negozi chic, le scuole e i locali francesi, questa area viene chiamata “la piccola Parigi a Tokyo". [post_title] => Tokyo, novità ed eventi per scoprire la cultura nipponica [post_date] => 2019-05-15T11:25:16+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1557919516000 ) ) )

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti