30 May 2024

Enit: approvato il consuntivo 2007

[ 0 ]

Si è chiuso con un significativo aumento degli investimenti promozionali – circa il 190% in più rispetto all’anno precedente per un totale di 27 milioni 348 mila euro – il consuntivo 2007 dell’Enit, approvato ieri dal cda. «Grazie al maggiore contributo dello Stato di quasi 49 milioni di euro, al quale deve aggiungersi la somma di oltre 177 mila euro per interventi speciali, l’Enit – Agenzia ha impostato la programmazione con il contributo delle proposte sia delle regioni sia delle varie categorie del turismo – ha sottolineato Umberto Paolucci, presidente Enit -. Con questo programma rilanceremo un’attività che nel 2007 ha confermato la sua centralità, con un apporto valutario di circa 31 mila milioni di euro, ribadita dal positivo avvio di gennaio 2008 che ha procurato 1.686 miliardi di euro, con un aumento dell’8,8% rispetto allo stesso mese del 2007 (dato Bankitalia). L’industria turistica resiste alle difficoltà forse molto più di altri settori produttivi e questo è un motivo in più per sostenerla».

Condividi



Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468408 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riconoscere un equo indennizzo per il concessionario uscente, a carico di quello subentrante. È la novità contenuta nella proposta di legge, approvata dalla giunta regionale nell’ultima seduta, che ha lo scopo di aggiornare la legge regionale 31 del 2016 in materia di concessioni demaniali marittime. Per la discussione della pdl in Consiglio regionale, il presidente della giunta chiederà una procedura d’urgenza per arrivare il prima possibile all’adozione dell’atto. Il Presidente della Regione Toscana e l’ assessore a economia e turismo, dopo la sentenza di fine aprile del Consiglio di Stato sulle concessioni balneari al 31 dicembre 2024, ritengono che, in attesa di un atto o indicazione da parte del governo, che per ora non è arrivato, le modifiche proposte diventano necessarie per poter offrire ai Comuni e a tutti gli operatori toscani gli strumenti normativi e procedurali attualizzati e consentir loro di avere uno strumento efficace per difendersi dall’incertezza in cui si trovano. L’elemento di novità della pdl è appunto la previsione del riconoscimento di un equo indennizzo per il concessionario uscente da parte del concessionario subentrante, contemperando così il principio di tutela della concorrenza con quello della salvaguardia degli investimenti effettuati dalle imprese già concessionarie. Inoltre la pdl prevede un criterio di premialità per la partecipazione di micro, piccole e medie imprese alle procedure di gara. [post_title] => Toscana e concessioni demaniali, approvata pdl con indennizzo per il concessionario uscente [post_date] => 2024-05-30T10:02:12+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1717063332000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468238 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Compie 100 anni il Consorzio Turistico per la Valle dello Stubai. Comprende 1.600 soci, perché per legge ogni impresa della valle fa parte del consorzio e partecipa con un contributo stabilito in base al reddito e al legame diretto dell’attività con il turismo. «La legge che ha consentito la nascita del consorzio - spiega il Gebhard Schopf, delegato amministrativo - oggi non sarebbe istituibile ma esiste da allora e fornisce oggi i mezzi per il funzionamento del turismo nella vallata». La funzione specifica del Consorzio è quella di investire il budget di 10 milioni a disposizione, per rafforzare i servizi e l’accoglienza. «Un terzo del budget viene dedicato alle infrastrutture, un terzo nel marketing e il restante nel personale. Non solo, ma resta fondamentale tenere viva la relazione con i locali per far capire il valore del turismo. Per esempio, se il consorzio investe sui collegamenti, questo va a vantaggio di tutti gli abitanti, non solo dei turisti». Il consorzio non dispone di finanziamenti dal Governo, ma gestisce il contributo dei soci e l’introito dei 2,80 euro della tassa di soggiorno. «La vallata ha 14 mila abitanti e 2 mila persone impiegate tra hotel e impianti di risalita. Quattro sono i comprensori sciistici (il ghiacciaio dello Stubai allunga molto la stagione invernale) e 1 milione e 800 mila i pernottamenti annuali». L’Italia occupa la quarta posizione (il 5% del totale) nella Valle dello Stubai, dopo Germania, Olanda e Polonia. «I turisti italiani sono più concentrati nel periodo estivo, quando rappresentano il 20% del totale. A vantaggio del mercato Italia c’è la vicinanza delle città del Nord Italia, anche se sono comunque numerosi i turisti da Roma. In generale la maggior parte sono famiglie che apprezzano molto la Stubai Super Card che offre diversi servizi, tra i quali l’uso gratuito di impianti di risalita, di 1 piscina, ed anche la corsa gratuita sui bus della Rete di trasporto pubblico di Innsbruk, sulla ferrovia della valle dello Stubai ed altro. La card viene fornita a chi soggiorna in alcune strutture della vallata, che aderiscono all’iniziativa, oppure può essere acquistata». [post_title] => Austria, Consorzio Val Stubai: da 100 anni focus su servizi ed accoglienza [post_date] => 2024-05-29T09:45:58+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716975958000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468315 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Taglio del nastro all'aeroporto di Roma Fiumicino per la “Newton Room Roma”, un’aula esperienziale dedicata alle discipline Stem, promossa da Boeing Italia e Aeroporti di Roma in collaborazione con la onlus norvegese First Scandinavia. In questo nuovo spazio sarà offerta forma zione nelle materie Stem - Science, Technology, Engineering and Math - connesse al mondo del trasporto aereo a studentesse e studenti di età compresa tra i 13 e i 16 anni delle scuole medie e superiori del territorio e della Regione. Dal prossimo settembre, nell'aula installata nel Terminal 1 arrivi del “Leonardo da Vinci” gli studenti delle scuole superiori del Lazio avranno l’opportunità di sperimentare un modulo didattico chiamato “In aria con i numeri”, cioè una lezione che applica i concetti della matematica ad un piano di volo, poi testato su un simulatore di volo dagli studenti stessi. La Newton Room di Roma, la prima aula permanente di questo genere in Italia, costituisce un rilevante passo avanti nell’implementazione del Concept Newton nel nostro Paese, già approdato al Politecnico di Bari nel 2021 e all’Inrim (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica) di Torino nel 2022 con aule didattiche temporanee.  «Guardiamo al futuro puntando a innovazione e tecnologia, ma sempre consapevoli della centralità del fattore umano: per questo sentiamo forte la responsabilità e l’opportunità di favorire i processi formativi di giovani studentesse e studenti del territorio, per far emergere i loro talenti, sbloccare le loro energie e costruire un futuro sempre più competitivo per il nostro Paese» ha sottolineato Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma. «Questa inaugurazione costituisce un traguardo fondamentale nella strategia globale Csr di Boeing - ha dichiarato Armida Balla, communications manager Italia, Sud Europa e Israele di Boeing -. La promozione del talento nelle discipline Stem è uno dei focus della nostra strategia e iniziative come quella della Newton Room hanno una potenzialità enorme, perché avvicinano le nuove generazioni a un comparto che potrà contare sulla loro attiva partecipazione. Il principio cardine che ci guida è sintetizzato nella formula learning by doing, secondo cui i ragazzi devono sperimentare in prima persona i capisaldi fondamentali delle discipline scientifiche collaborando attivamente in un ambiente con strutture all’avanguardia». [gallery ids="468318,468317,468319"] [post_title] => All'aeroporto di Fiumicino debutta la prima "Newton Room" permanente d'Italia [post_date] => 2024-05-29T09:25:35+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716974735000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468311 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Turkish Airlines ha incontrato agenzie di viaggio e tour operator a Torino, in vista dell'apertura della nuova rotta per Istanbul che decollerà il prossimo 10 luglio, con voli giornalieri. La compagnia aerea ha organizzato un worskhop, insieme a Torino Airport, che ha consentito ai rappresentanti del vettore e dello scalo di incontrare i dettaglianti e gli operatori di Piemonte e Valle d’Aosta. Il nuovo volo rappresenta non solo un’ottima occasione per l’accesso diretto a Istanbul e alle sue bellezze artistico-culturali, ma anche un’opportunità per gli organizzatori di viaggi di pianificare il transito attraverso l’hub turco e la prosecuzione verso altre 348 destinazioni sia in Turchia che in Africa, Americhe, Medio Oriente ed Estremo Oriente, tutte incluse nell'ampio network di Turkish Airlines. Oltre all'offerta disponibile dallo scalo piemontese verso l’hub di Istanbul, sono stati messi in luce anche i servizi a disposizione per il trade dallo scalo torinese, come le convenzioni su parcheggi, Fast Track e sala Vip Piemonte Lounge. [post_title] => Turkish Airlines presenta la Torino-Istanbul al trade di Piemonte e Valle d'Aosta [post_date] => 2024-05-29T09:15:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716974120000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468251 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Antonio Buono è il nuovo hotel manager del Punta Molino Beach Resort & Thermal Spa di Ischia. Classe 1973 e ischitano di nascita, studi in hotel management, Buono approda alla direzione del Punta Molino a marzo 2024 dopo una lunga esperienza in Italia e all’estero nel mondo dell’hotellerie che dura da 36 anni. Di questi, gli ultimi 23 li ha trascorsi al Majestic Roma in via Vittorio Veneto, dove ha ricoperto vari incarichi arrivando sino al ruolo di hotel manager. Precedentemente ha lavorato anche al Le Royal Monceau di Parigi, al The Waldorf Meridien di Londra e al Bayerischer Hof di Monaco di Baviera. “Sono molto felice di essere approdato al Punta Molino, una vera istituzione a Ischia e punto di riferimento dell’ospitalità di lusso italiana - sottolinea lo stesso Buono -. Per me rappresenta un nuovo capitolo della mia vita: un ritorno a casa e alle mie origini, il luogo in cui è iniziata la carriera nel settore alberghiero quando ero solo un adolescente. Farò del mio meglio per dirigere questo prestigioso hotel e mantenere alto il livello di eccellenza, con la collaborazione di un team preparato e motivato”. [post_title] => Antonio Buono nuovo hotel manager del Punta Molino Beach Resort & Thermal Spa di Ischia [post_date] => 2024-05-28T11:41:51+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716896511000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468252 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_296724" align="alignleft" width="300"] Emiliano D'Andrea[/caption] L'assemblea degli azionisti di Valica, società quotata su su Euronext Growth Milan e operante nel settore del marketing tecnologico con un focus nei settori del turismo e dell'enogastronomia, ha approvato il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 e la copertura della perdita così come proposta dal Consiglio di amministrazione, e autorizzato l'acquisto e la disposizione di azioni proprie. "Siamo lieti che l'assemblea dei soci abbia votato a favore dell'acquisto di azioni proprie della nostra società. Questa decisione riflette la fiducia nella solidità finanziaria e nelle prospettive future di Valica - ha commentato il presidente Emiliano D'Andrea - L'acquisto di azioni proprie ci consentirà di ottimizzare la struttura del capitale, migliorare il rapporto tra utili e azioni in circolazione e dimostrare il nostro impegno a creare valore per gli azionisti. Abbiamo pianificato con attenzione questa operazione, tenendo conto delle condizioni di mercato e delle opportunità disponibili. Siamo fiduciosi che questa strategia contribuirà a rafforzare la nostra posizione e a garantire una crescita sostenibile nel lungo termine". [post_title] => Valica: approvato il bilancio. Ok all'acquisito di azioni proprie [post_date] => 2024-05-28T11:34:46+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716896086000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468206 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Viaggiando dal sud del Marocco verso Marrakech si raggiunge Ouarzazate, punto di passaggio delle carovane che attraversano il deserto del Sahara. È una città ricca di sorprese, dove la storia e le tradizioni del Marocco più antico incontrano una contemporaneità inaspettata che ha al suo centro il mondo del cinema e pellicole molto famose. Alle porte del centro abitato si trova il vasto alveo dove in passato si incontravano due fiumi - il Dades e del Draa. Oggi è completamente asciutto, perché in Marocco non piove in modo significativo da 7 anni. La confluenza delle acque creava una barriera difensiva intorno ad Ait-Ben-Haddou, una “ksar” o città fortificata costruita lungo la rotta carovaniera che dal Sahara portava ai rilievi dell’Atlante e poi al mare. Dal 1987 è patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Le sue prime costruzioni in terracotta risalgono all’XI secolo, ma le attuali torri, decorate con fregi geometrici, sono più tarde, del XVII secolo. È un luogo incantato, ricco di fascino e silenzio, oggi abitato solo da poche famiglie e segnato dal terremoto del 2023. Da Ait-Ben-Haddou si raggiunge Ouarzazate, cresciuta negli anni ‘20, quando i francesi ne fecero un centro militare e amministrativo. Al centro della città si trova lo stupefacente complesso della Kasbah Taourirt, il “castello della collina”. Costruita nel 1754 da una tribù berbera è una delle meglio conservate del paese. La kasbah del Marocco corrisponde al nostro castello. Vi abitava il pascià, ovvero il feudatario che coordinava il caravanserraglio riscuotendo le tasse di passaggio e controllando il lavoro dei suoi vassalli: i califfi. La kasbah, costruita in mattoni di fango essiccato al sole ricoperti di un composto isolante di paglia e fango, è quasi un labirinto di stanze di tutte le dimensioni, un tempo adornate da tappeti e vasi. Nella kasbah Taourirt ha vissuto fino al 1930 l'ultimo pascià, che aveva 19 mogli: la favorita - madre del primo maschio - 4 mogli ufficiali e 14 concubine. La costruzione viene regolarmente restaurata per preservare le mura dal passare del tempo e per accogliere i numerosi turisti. Oltre a tanti ricordi storici e a un artigianato fatto di tappeti, gioielli berberi e una ricca offerta d’accoglienza turistica fatta di infrastrutture, hotel, e guest house, Ouarzazate offre al visitatore un tuffo nel mondo dei sogni: il cinema. Sin dagli anni ‘50 i cineasti di Hollywood furono conquistati dalla luce e dalla bellezza di una terra dove era possibile girare tutto l'anno. Nel 1954 fu realizzato “Alì Babà e i 40 ladroni” con Fernandel, data invece 1962 “Lawrence d’Arabia” con Omar Sharif e, da allora sono stati girati grandi film, capolavori della storia del cinema. Il territorio offre infatti deserto, oasi, alture, città antiche, kasbah ... Tra le pellicole girate: “L’uomo che volle farsi re”, “L’uomo che sapeva troppo”, “Il gioiello del Nilo”, “007 - Zona pericolo”, “L’ultima tentazione di Cristo”, “Il té nel deserto” e anche “La Mummia”, “Il Gladiatore” I e II, “Alexander”, “Le Crociate”, “Sahara”, “Babel” e “Inception”. Inoltre le Kasbah e i paesaggi desertici hanno permesso di riprodurre l'immaginario regno di Westeros della serie “Game of Thrones” e del prequel “House of Dragon”. Nel 2007 è stato aperto di fronte alla kasbah un interessante museo che racconta la storia del cinema a Ouarzazate e testimonia il successo di un settore che ha portato ricchezza all’area con la nascita di istituti specializzati, oltre alla richiesta di accoglienza e anche di tante comparse! Sin dal 2001 queste pellicole vengono celebrate nell’ambito del Festival Internazionale del Cinema di Marrakech, creato dal Re Mohammed VI. [gallery ids="468208,468214,468213"] [post_title] => Marocco, Ouarzazate: dove la storia più antica incontra il mondo del cinema [post_date] => 2024-05-28T08:58:51+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716886731000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468139 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Zanzibartravel è il nuovo portale di turismo, cultura, ambiente ed  informazione libera, scritto direttamente da residenti dell’arcipelago, locali ed espatriati italiani. Si parla ovviamente anche di turismo, ma di quello creato dai veri artigiani dell’ospitalità: albergatori ristoratori, operatori di servizi turistici, completamente agli antipodi rispetto al turismo di  viaggio globalizzato e di massa che fa grandi numeri di passeggeri ma che poi rimangono all’interno delle proprie mura all inclusive, in una ottica di autosufficienza che non sviluppa la filiera del turismo locale. Il Gruppo Wimbi Tour Operator, fondato da Mauro Ridolfi è presente in Italia fin dal 2007 per la destinazione Zanzibar e Tanzania con il famoso portale www.zanzibarviaggi.it e con il Resort 4*S Villa Dida. Da questa lunga esperienza, analizzando le esigenze dei residenti, è nata l’idea di produrre questo nuovo blog dinamico ed interamente a disposizione di tutti coloro che operano in sintonia con il territorio di Zanzibar e che, con il loro operato, valorizzano l’arcipelago, la sua economia e il suo ambiente. Scrivono su questo blog i veri protagonisti del turismo locale , imprenditori, dipendenti e residenti che raccontano la vita reale di Zanzibar e che ovviamente fanno conoscere le proprie eccellenze, in una ottica di collaborazione tra colleghi. Il portale ha lo scopo di promuovere tutto l’arcipelago di Zanzibar e la Tanzania terraferma, facendo informazione sulla destinazione sia per rendere il viaggiatore più consapevole del luogo dove vuole recarsi sia per dar voce ai residenti locali sui loro successi e difficoltà sull’isola. Il focus non sono i pacchetti viaggi ma i contenuti del viaggio stesso: eventi culturali e artistici, iniziative sociali, novità di ricezione turistica e ristoratrice, festival musicali e promozione di location stupende dal punto di vista paesaggistico, spiagge e anche percorsi nell’interno della Tanzania. [post_title] => Zanzibar Viaggi lancia un nuovo blog che parla di turismo, cultura e ambiente [post_date] => 2024-05-27T10:47:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716806825000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 468143 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Deliziosa è approdata nuovamente a Bari venerdì scorso, dopo quattro mesi di navigazione intorno al mondo, inaugurando in questo modo la stagione Costa nel capoluogo pugliese.  In totale, nel 2024, la nave effettuerà 27 scali a Bari, in linea con quelli dello scorso anno. Dopo l'attracco inaugurale di venerdì, la Deliziosa proporrà quattro diversi itinerari nel Mediterraneo orientale, con partenza da Bari tutte le domeniche sino a inizio dicembre, che andranno alla scoperta di alcune delle più belle destinazioni di Italia, Grecia, Croazia e Montenegro. La crociera principale della primavera e dell’estate sarà dedicata a Mykonos e Santorini, oltre che a Katakolon, dove sarà possibile visitare il sito archeologico di Olimpia, nonché a Venezia. Da giugno queste crociere si arricchiranno inoltre della novità Sea Destinations: esperienze inedite da godersi a bordo durante la navigazione, per vivere al meglio luoghi iconici compresi nella rotta della nave. Per esempio, dopo la visita a Mykonos, tutta l’energia della notte di quest'isola salirà in nave per un sea party a bordo piscina: tra luci e colori che richiamano le spiagge dorate e le case bianche di Mykonos, i dj con la musica dei club più glamour del posto faranno ballare gli ospiti sino a tarda notte. Oppure, mentre la Deliziosa si muoverà nel buio più profondo del mar Ionio, guidati da un ufficiale gli ospiti potranno ammirare pianeti e costellazioni. Una volta salpati da Venezia, poi, gli ospiti si potranno godere il tramonto sul Lido con un aperitivo in stile veneziano, tra i manifesti dei più bei film italiani e una colonna sonora da Oscar. Il secondo itinerario in programma nel corso dell’estate, sempre di una settimana, va invece alla scoperta delle isole Ionie della Grecia, con Corfù, Zacinto e Cefalonia, nonché di Kotor, in Montenegro, di Zara, in Croazia, e ancora una volta di Venezia. Durante l’autunno, infine, la Deliziosa offrirà altri due tour dedicati al mar Adriatico: un viaggio di una settimana a Dubrovnik, Corfù, Katakolon, Kotor, Spalato e Trieste, nonché un itinerario di tre o quattro giorni diretto in Croazia e a Trieste.   [post_title] => E' iniziata la stagione Costa da Bari: 27 gli scali totali nel 2024 [post_date] => 2024-05-27T10:40:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1716806432000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "enit approvato il consuntivo 2007" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":48,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":483,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468408","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riconoscere un equo indennizzo per il concessionario uscente, a carico di quello subentrante. È la novità contenuta nella proposta di legge, approvata dalla giunta regionale nell’ultima seduta, che ha lo scopo di aggiornare la legge regionale 31 del 2016 in materia di concessioni demaniali marittime. Per la discussione della pdl in Consiglio regionale, il presidente della giunta chiederà una procedura d’urgenza per arrivare il prima possibile all’adozione dell’atto.\r\n\r\nIl Presidente della Regione Toscana e l’ assessore a economia e turismo, dopo la sentenza di fine aprile del Consiglio di Stato sulle concessioni balneari al 31 dicembre 2024, ritengono che, in attesa di un atto o indicazione da parte del governo, che per ora non è arrivato, le modifiche proposte diventano necessarie per poter offrire ai Comuni e a tutti gli operatori toscani gli strumenti normativi e procedurali attualizzati e consentir loro di avere uno strumento efficace per difendersi dall’incertezza in cui si trovano.\r\n\r\nL’elemento di novità della pdl è appunto la previsione del riconoscimento di un equo indennizzo per il concessionario uscente da parte del concessionario subentrante, contemperando così il principio di tutela della concorrenza con quello della salvaguardia degli investimenti effettuati dalle imprese già concessionarie. Inoltre la pdl prevede un criterio di premialità per la partecipazione di micro, piccole e medie imprese alle procedure di gara.","post_title":"Toscana e concessioni demaniali, approvata pdl con indennizzo per il concessionario uscente","post_date":"2024-05-30T10:02:12+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1717063332000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468238","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Compie 100 anni il Consorzio Turistico per la Valle dello Stubai. Comprende 1.600 soci, perché per legge ogni impresa della valle fa parte del consorzio e partecipa con un contributo stabilito in base al reddito e al legame diretto dell’attività con il turismo.\r\n\r\n«La legge che ha consentito la nascita del consorzio - spiega il Gebhard Schopf, delegato amministrativo - oggi non sarebbe istituibile ma esiste da allora e fornisce oggi i mezzi per il funzionamento del turismo nella vallata».\r\n\r\nLa funzione specifica del Consorzio è quella di investire il budget di 10 milioni a disposizione, per rafforzare i servizi e l’accoglienza.\r\n\r\n«Un terzo del budget viene dedicato alle infrastrutture, un terzo nel marketing e il restante nel personale. Non solo, ma resta fondamentale tenere viva la relazione con i locali per far capire il valore del turismo. Per esempio, se il consorzio investe sui collegamenti, questo va a vantaggio di tutti gli abitanti, non solo dei turisti».\r\n\r\nIl consorzio non dispone di finanziamenti dal Governo, ma gestisce il contributo dei soci e l’introito dei 2,80 euro della tassa di soggiorno.\r\n\r\n«La vallata ha 14 mila abitanti e 2 mila persone impiegate tra hotel e impianti di risalita. Quattro sono i comprensori sciistici (il ghiacciaio dello Stubai allunga molto la stagione invernale) e 1 milione e 800 mila i pernottamenti annuali».\r\n\r\nL’Italia occupa la quarta posizione (il 5% del totale) nella Valle dello Stubai, dopo Germania, Olanda e Polonia.\r\n\r\n«I turisti italiani sono più concentrati nel periodo estivo, quando rappresentano il 20% del totale. A vantaggio del mercato Italia c’è la vicinanza delle città del Nord Italia, anche se sono comunque numerosi i turisti da Roma. In generale la maggior parte sono famiglie che apprezzano molto la Stubai Super Card che offre diversi servizi, tra i quali l’uso gratuito di impianti di risalita, di 1 piscina, ed anche la corsa gratuita sui bus della Rete di trasporto pubblico di Innsbruk, sulla ferrovia della valle dello Stubai ed altro. La card viene fornita a chi soggiorna in alcune strutture della vallata, che aderiscono all’iniziativa, oppure può essere acquistata».","post_title":"Austria, Consorzio Val Stubai: da 100 anni focus su servizi ed accoglienza","post_date":"2024-05-29T09:45:58+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716975958000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468315","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Taglio del nastro all'aeroporto di Roma Fiumicino per la “Newton Room Roma”, un’aula esperienziale dedicata alle discipline Stem, promossa da Boeing Italia e Aeroporti di Roma in collaborazione con la onlus norvegese First Scandinavia.\r\n\r\nIn questo nuovo spazio sarà offerta forma zione nelle materie Stem - Science, Technology, Engineering and Math - connesse al mondo del trasporto aereo a studentesse e studenti di età compresa tra i 13 e i 16 anni delle scuole medie e superiori del territorio e della Regione.\r\n\r\nDal prossimo settembre, nell'aula installata nel Terminal 1 arrivi del “Leonardo da Vinci” gli studenti delle scuole superiori del Lazio avranno l’opportunità di sperimentare un modulo didattico chiamato “In aria con i numeri”, cioè una lezione che applica i concetti della matematica ad un piano di volo, poi testato su un simulatore di volo dagli studenti stessi.\r\n\r\nLa Newton Room di Roma, la prima aula permanente di questo genere in Italia, costituisce un rilevante passo avanti nell’implementazione del Concept Newton nel nostro Paese, già approdato al Politecnico di Bari nel 2021 e all’Inrim (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica) di Torino nel 2022 con aule didattiche temporanee. \r\n\r\n«Guardiamo al futuro puntando a innovazione e tecnologia, ma sempre consapevoli della centralità del fattore umano: per questo sentiamo forte la responsabilità e l’opportunità di favorire i processi formativi di giovani studentesse e studenti del territorio, per far emergere i loro talenti, sbloccare le loro energie e costruire un futuro sempre più competitivo per il nostro Paese» ha sottolineato Marco Troncone, amministratore delegato di Aeroporti di Roma.\r\n\r\n«Questa inaugurazione costituisce un traguardo fondamentale nella strategia globale Csr di Boeing - ha dichiarato Armida Balla, communications manager Italia, Sud Europa e Israele di Boeing -. La promozione del talento nelle discipline Stem è uno dei focus della nostra strategia e iniziative come quella della Newton Room hanno una potenzialità enorme, perché avvicinano le nuove generazioni a un comparto che potrà contare sulla loro attiva partecipazione. Il principio cardine che ci guida è sintetizzato nella formula learning by doing, secondo cui i ragazzi devono sperimentare in prima persona i capisaldi fondamentali delle discipline scientifiche collaborando attivamente in un ambiente con strutture all’avanguardia».\r\n\r\n[gallery ids=\"468318,468317,468319\"]","post_title":"All'aeroporto di Fiumicino debutta la prima \"Newton Room\" permanente d'Italia","post_date":"2024-05-29T09:25:35+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716974735000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468311","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Turkish Airlines ha incontrato agenzie di viaggio e tour operator a Torino, in vista dell'apertura della nuova rotta per Istanbul che decollerà il prossimo 10 luglio, con voli giornalieri. La compagnia aerea ha organizzato un worskhop, insieme a Torino Airport, che ha consentito ai rappresentanti del vettore e dello scalo di incontrare i dettaglianti e gli operatori di Piemonte e Valle d’Aosta.\r\nIl nuovo volo rappresenta non solo un’ottima occasione per l’accesso diretto a Istanbul e alle sue bellezze artistico-culturali, ma anche un’opportunità per gli organizzatori di viaggi di pianificare il transito attraverso l’hub turco e la prosecuzione verso altre 348 destinazioni sia in Turchia che in Africa, Americhe, Medio Oriente ed Estremo Oriente, tutte incluse nell'ampio network di Turkish Airlines.\r\nOltre all'offerta disponibile dallo scalo piemontese verso l’hub di Istanbul, sono stati messi in luce anche i servizi a disposizione per il trade dallo scalo torinese, come le convenzioni su parcheggi, Fast Track e sala Vip Piemonte Lounge.","post_title":"Turkish Airlines presenta la Torino-Istanbul al trade di Piemonte e Valle d'Aosta","post_date":"2024-05-29T09:15:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1716974120000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468251","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Antonio Buono è il nuovo hotel manager del Punta Molino Beach Resort & Thermal Spa di Ischia. Classe 1973 e ischitano di nascita, studi in hotel management, Buono approda alla direzione del Punta Molino a marzo 2024 dopo una lunga esperienza in Italia e all’estero nel mondo dell’hotellerie che dura da 36 anni. Di questi, gli ultimi 23 li ha trascorsi al Majestic Roma in via Vittorio Veneto, dove ha ricoperto vari incarichi arrivando sino al ruolo di hotel manager. Precedentemente ha lavorato anche al Le Royal Monceau di Parigi, al The Waldorf Meridien di Londra e al Bayerischer Hof di Monaco di Baviera.\r\n\r\n“Sono molto felice di essere approdato al Punta Molino, una vera istituzione a Ischia e punto di riferimento dell’ospitalità di lusso italiana - sottolinea lo stesso Buono -. Per me rappresenta un nuovo capitolo della mia vita: un ritorno a casa e alle mie origini, il luogo in cui è iniziata la carriera nel settore alberghiero quando ero solo un adolescente. Farò del mio meglio per dirigere questo prestigioso hotel e mantenere alto il livello di eccellenza, con la collaborazione di un team preparato e motivato”.","post_title":"Antonio Buono nuovo hotel manager del Punta Molino Beach Resort & Thermal Spa di Ischia","post_date":"2024-05-28T11:41:51+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1716896511000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468252","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_296724\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Emiliano D'Andrea[/caption]\r\n\r\nL'assemblea degli azionisti di Valica, società quotata su su Euronext Growth Milan e operante nel settore del marketing tecnologico con un focus nei settori del turismo e dell'enogastronomia, ha approvato il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2023 e la copertura della perdita così come proposta dal Consiglio di amministrazione, e autorizzato l'acquisto e la disposizione di azioni proprie.\r\n\r\n\"Siamo lieti che l'assemblea dei soci abbia votato a favore dell'acquisto di azioni proprie della nostra società. Questa decisione riflette la fiducia nella solidità finanziaria e nelle prospettive future di Valica - ha commentato il presidente Emiliano D'Andrea - L'acquisto di azioni proprie ci consentirà di ottimizzare la struttura del capitale, migliorare il rapporto tra utili e azioni in circolazione e dimostrare il nostro impegno a creare valore per gli azionisti. Abbiamo pianificato con attenzione questa operazione, tenendo conto delle condizioni di mercato e delle opportunità disponibili. Siamo fiduciosi che questa strategia contribuirà a rafforzare la nostra posizione e a garantire una crescita sostenibile nel lungo termine\".","post_title":"Valica: approvato il bilancio. Ok all'acquisito di azioni proprie","post_date":"2024-05-28T11:34:46+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1716896086000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468206","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Viaggiando dal sud del Marocco verso Marrakech si raggiunge Ouarzazate, punto di passaggio delle carovane che attraversano il deserto del Sahara. È una città ricca di sorprese, dove la storia e le tradizioni del Marocco più antico incontrano una contemporaneità inaspettata che ha al suo centro il mondo del cinema e pellicole molto famose.\r\n\r\nAlle porte del centro abitato si trova il vasto alveo dove in passato si incontravano due fiumi - il Dades e del Draa. Oggi è completamente asciutto, perché in Marocco non piove in modo significativo da 7 anni. La confluenza delle acque creava una barriera difensiva intorno ad Ait-Ben-Haddou, una “ksar” o città fortificata costruita lungo la rotta carovaniera che dal Sahara portava ai rilievi dell’Atlante e poi al mare. Dal 1987 è patrimonio dell’umanità dell’Unesco. Le sue prime costruzioni in terracotta risalgono all’XI secolo, ma le attuali torri, decorate con fregi geometrici, sono più tarde, del XVII secolo.\r\n\r\nÈ un luogo incantato, ricco di fascino e silenzio, oggi abitato solo da poche famiglie e segnato dal terremoto del 2023. Da Ait-Ben-Haddou si raggiunge Ouarzazate, cresciuta negli anni ‘20, quando i francesi ne fecero un centro militare e amministrativo. Al centro della città si trova lo stupefacente complesso della Kasbah Taourirt, il “castello della collina”. Costruita nel 1754 da una tribù berbera è una delle meglio conservate del paese.\r\n\r\nLa kasbah del Marocco corrisponde al nostro castello. Vi abitava il pascià, ovvero il feudatario che coordinava il caravanserraglio riscuotendo le tasse di passaggio e controllando il lavoro dei suoi vassalli: i califfi. La kasbah, costruita in mattoni di fango essiccato al sole ricoperti di un composto isolante di paglia e fango, è quasi un labirinto di stanze di tutte le dimensioni, un tempo adornate da tappeti e vasi. Nella kasbah Taourirt ha vissuto fino al 1930 l'ultimo pascià, che aveva 19 mogli: la favorita - madre del primo maschio - 4 mogli ufficiali e 14 concubine. La costruzione viene regolarmente restaurata per preservare le mura dal passare del tempo e per accogliere i numerosi turisti. \r\n\r\nOltre a tanti ricordi storici e a un artigianato fatto di tappeti, gioielli berberi e una ricca offerta d’accoglienza turistica fatta di infrastrutture, hotel, e guest house, Ouarzazate offre al visitatore un tuffo nel mondo dei sogni: il cinema. Sin dagli anni ‘50 i cineasti di Hollywood furono conquistati dalla luce e dalla bellezza di una terra dove era possibile girare tutto l'anno. Nel 1954 fu realizzato “Alì Babà e i 40 ladroni” con Fernandel, data invece 1962 “Lawrence d’Arabia” con Omar Sharif e, da allora sono stati girati grandi film, capolavori della storia del cinema. Il territorio offre infatti deserto, oasi, alture, città antiche, kasbah ... Tra le pellicole girate: “L’uomo che volle farsi re”, “L’uomo che sapeva troppo”, “Il gioiello del Nilo”, “007 - Zona pericolo”, “L’ultima tentazione di Cristo”, “Il té nel deserto” e anche “La Mummia”, “Il Gladiatore” I e II, “Alexander”, “Le Crociate”, “Sahara”, “Babel” e “Inception”. Inoltre le Kasbah e i paesaggi desertici hanno permesso di riprodurre l'immaginario regno di Westeros della serie “Game of Thrones” e del prequel “House of Dragon”.\r\n\r\nNel 2007 è stato aperto di fronte alla kasbah un interessante museo che racconta la storia del cinema a Ouarzazate e testimonia il successo di un settore che ha portato ricchezza all’area con la nascita di istituti specializzati, oltre alla richiesta di accoglienza e anche di tante comparse! Sin dal 2001 queste pellicole vengono celebrate nell’ambito del Festival Internazionale del Cinema di Marrakech, creato dal Re Mohammed VI.\r\n\r\n[gallery ids=\"468208,468214,468213\"]","post_title":"Marocco, Ouarzazate: dove la storia più antica incontra il mondo del cinema","post_date":"2024-05-28T08:58:51+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1716886731000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468139","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Zanzibartravel è il nuovo portale di turismo, cultura, ambiente ed  informazione libera, scritto direttamente da residenti dell’arcipelago, locali ed espatriati italiani.\r\nSi parla ovviamente anche di turismo, ma di quello creato dai veri artigiani dell’ospitalità: albergatori ristoratori, operatori di servizi turistici, completamente agli antipodi rispetto al turismo di  viaggio globalizzato e di massa che fa grandi numeri di passeggeri ma che poi rimangono all’interno\r\ndelle proprie mura all inclusive, in una ottica di autosufficienza che non sviluppa la filiera del turismo\r\nlocale.\r\nIl Gruppo Wimbi Tour Operator, fondato da Mauro Ridolfi è presente in Italia fin dal 2007 per la destinazione Zanzibar e Tanzania con il famoso portale www.zanzibarviaggi.it e con il Resort\r\n4*S Villa Dida.\r\n\r\nDa questa lunga esperienza, analizzando le esigenze dei residenti, è nata l’idea di produrre questo\r\nnuovo blog dinamico ed interamente a disposizione di tutti coloro che operano in sintonia con il\r\nterritorio di Zanzibar e che, con il loro operato, valorizzano l’arcipelago, la sua economia e il suo\r\nambiente.\r\nScrivono su questo blog i veri protagonisti del turismo locale , imprenditori, dipendenti e residenti\r\nche raccontano la vita reale di Zanzibar e che ovviamente fanno conoscere le proprie eccellenze, in\r\nuna ottica di collaborazione tra colleghi.\r\nIl portale ha lo scopo di promuovere tutto l’arcipelago di Zanzibar e la Tanzania terraferma, facendo informazione sulla destinazione sia per rendere il viaggiatore più consapevole del luogo dove vuole\r\nrecarsi sia per dar voce ai residenti locali sui loro successi e difficoltà sull’isola.\r\nIl focus non sono i pacchetti viaggi ma i contenuti del viaggio stesso: eventi culturali e artistici,\r\niniziative sociali, novità di ricezione turistica e ristoratrice, festival musicali e promozione di location\r\nstupende dal punto di vista paesaggistico, spiagge e anche percorsi nell’interno della Tanzania.","post_title":"Zanzibar Viaggi lancia un nuovo blog che parla di turismo, cultura e ambiente","post_date":"2024-05-27T10:47:05+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716806825000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"468143","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La Deliziosa è approdata nuovamente a Bari venerdì scorso, dopo quattro mesi di navigazione intorno al mondo, inaugurando in questo modo la stagione Costa nel capoluogo pugliese.  In totale, nel 2024, la nave effettuerà 27 scali a Bari, in linea con quelli dello scorso anno. Dopo l'attracco inaugurale di venerdì, la Deliziosa proporrà quattro diversi itinerari nel Mediterraneo orientale, con partenza da Bari tutte le domeniche sino a inizio dicembre, che andranno alla scoperta di alcune delle più belle destinazioni di Italia, Grecia, Croazia e Montenegro.\r\n\r\nLa crociera principale della primavera e dell’estate sarà dedicata a Mykonos e Santorini, oltre che a Katakolon, dove sarà possibile visitare il sito archeologico di Olimpia, nonché a Venezia. Da giugno queste crociere si arricchiranno inoltre della novità Sea Destinations: esperienze inedite da godersi a bordo durante la navigazione, per vivere al meglio luoghi iconici compresi nella rotta della nave. Per esempio, dopo la visita a Mykonos, tutta l’energia della notte di quest'isola salirà in nave per un sea party a bordo piscina: tra luci e colori che richiamano le spiagge dorate e le case bianche di Mykonos, i dj con la musica dei club più glamour del posto faranno ballare gli ospiti sino a tarda notte. Oppure, mentre la Deliziosa si muoverà nel buio più profondo del mar Ionio, guidati da un ufficiale gli ospiti potranno ammirare pianeti e costellazioni. Una volta salpati da Venezia, poi, gli ospiti si potranno godere il tramonto sul Lido con un aperitivo in stile veneziano, tra i manifesti dei più bei film italiani e una colonna sonora da Oscar.\r\n\r\nIl secondo itinerario in programma nel corso dell’estate, sempre di una settimana, va invece alla scoperta delle isole Ionie della Grecia, con Corfù, Zacinto e Cefalonia, nonché di Kotor, in Montenegro, di Zara, in Croazia, e ancora una volta di Venezia. Durante l’autunno, infine, la Deliziosa offrirà altri due tour dedicati al mar Adriatico: un viaggio di una settimana a Dubrovnik, Corfù, Katakolon, Kotor, Spalato e Trieste, nonché un itinerario di tre o quattro giorni diretto in Croazia e a Trieste.\r\n\r\n ","post_title":"E' iniziata la stagione Costa da Bari: 27 gli scali totali nel 2024","post_date":"2024-05-27T10:40:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1716806432000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti