6 October 2022

Se ci si mette anche la Bonaccorsi a difendere la proroga ai Bonus vacanze…

[ 0 ]

Le speranze di molti operatori e professionisti dei viaggi erano appuntate su di lei. Se Franceschini si sapeva non aver mai mostrato particolare interesse per una certa parte della nostra industria, si sentiva dire dietro le quinte, la sottosegretaria al Turismo, Lorenza Bonaccorsi, si è però spesso prestata ad ascoltare la voce del settore. Almeno lei saprà cosa e come fare per dare una mano anche a chi, come le agenzie e i tour operator, in questo periodo tanto difficile non è stato supportato in maniera adeguata dalle istituzioni. E invece…

Invece in un’intervista all’Ansa rilasciata in occasione della fiera di Rimini, Lorenza Bonaccorsi si è detta meravigliata della reazione che gli operatori e le associazioni hanno avuto all’ipotesi di Franceschini di allungare i tempi del Bonus vacanze oltre la scadenza prevista del 31 dicembre. In fondo, è stato il ragionamento del sottosegretario al Turismo, di buoni ne sono stati scaricati oltre 1 milione e mezzo, ma convertiti poco più di 700 mila. Perché non dare la possibilità di utilizzare questo strumento anche più avanti, visto che questa fase di aumento dei contagi farà inevitabilmente rallentare le decisioni di vacanza dei consumatori?

Ma come? Non si diceva che Lorenza Bonaccorsi fosse ben disposta ad ascoltare la voce del settore? Certo, qualche operatore dell’ospitalità, a costo di grandi fatiche amministrative, è riuscito in qualche modo a beneficiare dell’incentivo, rattoppando alla belle e meglio un anno drammatico. E così è avvenuto anche per alcuni tour operator e agenzie. Ma tanti, anche a causa degli ostacoli burocratici, non ne hanno fatto nulla. D’altronde in un’intervista rilasciata a noi di Travel Quotidiano qualche settimana fa il director of operations Italia e New York di Nh Hotel Group, Marco Gilardi, aveva dichiarato che “per gestire il bonus vacanza agli ospiti sarebbe servita una mezza laurea in ingegneria informatica, mentre noi avremmo dovuto assumere quindici persone al reparto amministrazione solo per curare gli aspetti fiscali dell’incentivo”. Un concetto peraltro ribadito più volte anche da molti rappresentanti del tour operating e delle agenzie, alle prese fin da subito con complicazioni sul ruolo dell’intermediazione mai completamente risolte.

E poi rimane la solita questione: il bonus Vacanze al più aiuta il turismo domestico. Ecco perché alcune associazioni di categoria e operatori del settore avevano provato a suggerire di spostare i fondi risparmiati dal mancato utilizzo dei Bonus vacanze sulle coperture dei contributi e degli aiuti a tutti player dell’industria dei viaggi. Ma si sa, l’outgoing, quando si parla di turismo a livello istituzionale, è sempre un taboo…

Non ci rimane allora altro che sperare nella parole che i rappresentanti del Mibact e del Mef hanno speso l’altro ieri con Ivana Jelinic.  Ora però, ha detto la presidente Fiavet, “aspettiamo i decreti: ci è stato assicurato che la pubblica amministrazione procederà il più rapidamente possibile per il pagamento delle richieste per i contributi a fondo perduto ed entro brevissimo dovrebbero iniziare quindi i primi pagamenti”. Vedremo…




Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431800 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una cifra pari a 85 milioni di euro: è arrivata la conferma di quanto il Ministero del Turismo mette a disposizione per la digitalizzazione delle agenzie di viaggio e tour operator, secondo quanto già previsto dal Pnrr. Le domande potranno essere presentate a partire da mercoledì prossimo, 12 ottobre, sul sito di Invitalia: avranno diritto ad accedere anche gli operatori che avevano già beneficiato del precedente bando. “Si tratta di un intervento che punta ad utilizzare al meglio le risorse messe a disposizione del Pnrr per migliorare l’efficienza dell’offerta turistica" commenta Massimo Garavaglia, ministro del Turismo. [post_title] => Agenzie e to: dal Pnrr arrivano 85 milioni di euro per la digitalizzazione [post_date] => 2022-10-06T13:31:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665063111000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431797 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_412544" align="alignright" width="300"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption] Enit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.     Nella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia)    Nei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).     Il settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. "Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi. "Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”. [post_title] => Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo [post_date] => 2022-10-06T12:41:01+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665060061000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431795 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea rilancia su Torino in vista delle festività natalizie: decollerà infatti dal prossimo 8 dicembre il volo alla volta di Parigi - Charles De Gaulle, collegamento che avrà 2 frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. Sempre l’8 dicembre, si torna a volare verso Palermo, con fino a 3 frequenze settimanali. Con l'aggiunta di queste due rotte, salgono a 8 le destinazioni servite da Volotea da Torino. Durante la stagione estiva 2022, il vettore ha trasportato a Torino oltre 158.000 passeggeri, con un’offerta complessiva di oltre 167.000 posti in vendita. “Torino e la Francia saranno più vicine grazie alla nostra nuova rotta: sarà possibile approfittarne da subito per organizzare una vacanza o uno short-break in uno dei momenti più belli dell’anno, il periodo natalizio, che in questo 2022 inizia con il lungo ponte dell’Immacolata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia -. Inoltre, grazie alla nuova rotta, amplificheremo il traffico di turisti stranieri desiderosi di raggiungere Torino e visitare le bellezze del Piemonte, sostenendo e rafforzando così l'economia locale. Infine, non va dimenticato il ripristino del collegamento verso Palermo, che rafforza ulteriormente la nostra offerta di voli domestici da e per Torino”. “Siamo certi che i due collegamenti per Parigi e per Palermo soddisferanno le esigenze di viaggio sia di chi intende trascorrere le vacanze invernali in luoghi di interesse turistico, sia di coloro che vogliono riavvicinarsi ai familiari per le feste”  ha commentato Andrea Andorno, ad Torino Airport . Il network Volotea da Torino include 6 destinazioni in Italia (Cagliari, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria) e 2 all’estero, 1 in Grecia (Atene) e 1 in Francia (Parigi).   [post_title] => Volotea: nuova rotta Torino-Parigi, a partire dal prossimo 8 dicembre [post_date] => 2022-10-06T12:16:17+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665058577000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431778 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019.  L'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma. "Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”.  [post_title] => Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf [post_date] => 2022-10-06T11:18:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665055105000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431761 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Expedia Group introduce nuove funzionalità a supporto dei consulenti di viaggio. Tali funzionalità sono disponibili per i membri dell’Expedia Travel Agent Affiliate Program (Taap) e comprendono l'estensione della Live Agent Chat per i consulenti e una procedura ottimizzata per realizzare i preventivi. "I consulenti di viaggio continuano a svolgere un ruolo cruciale nel settore e siamo entusiasti di fornire loro le risorse necessarie per avere un impatto ancora maggiore sui viaggiatori di oggi" afferma Mirco De Pellegrin, director Retail Distribution, Expedia Group. La Live Agent Chat mette in contatto in qualsiasi momento i consulenti Taap direttamente con un agente. Il servizio, già attivo negli Stati Uniti e in Canada, sarà ora accessibile anche in altri mercati, tra cui Australia, Belgio, Irlanda, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Filippine, Singapore e Regno Unito. Nei prossimi mesi, Taap estenderà la Live Agent Chat anche ad altri Paesi e verrà di conseguenza tradotta nelle lingue locali. Le nuove funzionalità del servizio di preventivazione consentono ai consulenti Taap di nominare e salvare i preventivi per il futuro, di rivederli e modificarli e di iniziare rapidamente la prenotazione da un preventivo salvato. Inoltre, l'aggiornamento consente ai consulenti di tenere traccia e gestire tutti i loro preventivi in un unico posto per una maggiore visibilità e comodità. Expedia Group prevede anche l'aumento delle risorse di marketing per i consulenti, che comprendono più di 300 modelli personalizzabili per i social media, l'email marketing, i banner e molto altro.   [post_title] => Expedia supporta gli agenti di viaggio affiliati a Taap con nuove funzionalità [post_date] => 2022-10-06T09:59:18+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665050358000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431752 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo. Fortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione. “Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia". Emozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.   [post_title] => Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax [post_date] => 2022-10-06T09:42:08+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665049328000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431751 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Cdc statunitense (Centers for Disease Control and Prevention) ha posto fine all'emissione di consigli di viaggio relativi alla situazione del Covid-19 nei singoli Paesi. D'ora in avanti verrà emesso un avviso solo nel caso in cui un Paese registri un picco di varianti di Covid-19 o un'altra situazione di salute pubblica preoccupante. Secondo quanto dichiarato dal Cdc, la decisione è stata presa in considerazione del sempre "minore numero di Paesi che sta effettuando test o segnalando casi di Covid-19 (...) La capacità del Cdc di valutare accuratamente i livelli di Covid-19 per la maggior parte delle destinazioni visitate dai viaggiatori americani è pertanto limitata".   Il Cdc consiglia comunque ai viaggiatori di effettuare test Covid di controllo, prima di imbarcarsi sui voli di ritorno verso gli Stati Uniti.   [post_title] => Il Cdc statunitense mette fine agli avvisi di viaggio sul Covid per i singoli Paesi [post_date] => 2022-10-06T09:34:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665048865000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431747 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sarà un inverno particolarmente freddo per quasi tutte le compagnie aeree decollate negli ultimi due-tre anni. Flyr, Norse Atlantic e Norwegian affrontano con più di una preoccupazione i prossimi mesi che, già tradizionalmente caratterizzati da minor traffico, devono anche tenere in considerazione le sfide aggiuntive, dagli elevati costi del carburante all'inflazione. La start-up norvegese Flyr - decollata nel giugno 2021 - ha già anticipato che l'operativo invernale sarà drasticamente ridotto: invece di operare con i 12 velivoli previsti, nei cieli ce ne saranno solo cinque o sei e sospenderà i voli verso tutti i mercati chiave, tranne alcuni - tra cui Alicante, Barcellona, Parigi e Roma - delle 27 destinazioni servite a settembre. I tagli mirano a dimezzare le spese e a ridurre al minimo la liquidità. "Ci è voluto più tempo del previsto per fidelizzare i viaggiatori d'affari sulle rotte nazionali in Norvegia, dove i vettori storici mantengono ampie quote di mercato", ha dichiarato il ceo Tonje Wikstrøm Frislid. Norse Atlantic Airways, altro vettore norvegese, sospenderà i collegamenti per Los Angeles da Berlino e Oslo per l'inverno - rotte originariamente pianificate per tutto l'anno - con una riduzione del 28% della capacità pianificata per il periodo novembre-marzo. "La stagione invernale è storicamente più impegnativa per il settore e quest'anno deve affrontare l'onere aggiuntivo dei prezzi elevati del carburante, dell'inflazione crescente nei mercati in cui operiamo e dell'incertezza della domanda complessiva", ha dichiarato un portavoce di Norse.  In controtendenza l'andamento previsto da Play, altra start-up nordica che ha debuttato nel giugno 2021: il ceo, Birgir Jónsson, come riferito da Airline Weekly ha dichiarato che il vettore ha "prospettive positive" per l'inverno, specie sulle rotte transatlantiche verso gli Stati Uniti. La domanda continua a crescere grazie alla "fiducia dei consumatori nei viaggi" e Play prevede un continuo aumento del load factor durante le vacanze invernali e nel 2023.  Norwegian non ha aggiornato le sue previsioni per l'inverno dalla fine di agosto. All'epoca, i dirigenti avevano dichiarato di aver assistito a un "normale" rallentamento delle prenotazioni a partire dall'estate rispetto agli anni precedenti alla pandemia. Norwegian ha pianificato di ridurre stagionalmente la sua capacità invernale di circa il 28%, concentrandosi sulla redditività.   [post_title] => Da Flyr a Norse Atlantic: sarà un inverno lungo e più difficile del previsto per le start-up [post_date] => 2022-10-06T09:30:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665048627000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431700 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_422793" align="alignleft" width="300"] Da sinistra, il responsabile booking e operativo Volonline, Luca Frolino, Luca Adami, la project manager Teorema, Gessica Di Natale e Luigi Deli, al momento della presentazione del brand Teorema lo scorso aprile[/caption] Sono mar Rosso, Messico, Repubblica Dominicana, Cuba e, nell’oceano Indiano, le Maldive, le destinazioni più richieste per l'autunno inverno di Teorema Vacanze. Per quanto riguarda invece gli altri due brand della compagnia fondata da Luigi Deli, Volonclick registra una crescita esponenziale per il corto raggio sulle capitali europee in generale, ma anche un crescente interesse per gli Emirati Arabi, tra cui Abu Dhabi e Dubai, e per Sharm El Sheik e il Marocco. Infine, Volonline conferma richieste su destinazioni di lungo raggio, e in particolare oceano Indiano, Medio Oriente, Stati Uniti e Africa, soprattutto Sud Africa. L’unica area che stenta ancora a riprendersi è quella dell’Estremo Oriente, semplicemente perché i paesi hanno aperto tardi al turismo rispetto ad altre aree nel mondo. Il gruppo Volonline sarà quindi presente alla fiera di Rimini dal 12 al 14 ottobre (pad C3 - stand 185-186), insieme al network partecipato Mister Holiday, per presentare le novità delle stagione in arrivo. "Avendo peraltro già caricato da fine luglio su tutte le piattaforme del gruppo gran parte delle proposte per le partenze invernali e per le festività - sottolinea il cmo e cto, Luca Adami -, le prenotazioni sono partite a fine agosto, in modo decisamente positivo con numeri importanti per tutti e tre i marchi”. “Nelle ultime settimane, però, abbiamo notato un forte aumento delle prenotazioni sotto data e un ritardo generalizzato nelle prenotazioni su Natale e Capodanno, probabilmente dovuto a una serie di fattori esterni di incertezza come la crisi energetica, l’aumento del costo dei voli, il cambio alla pari tra euro e dollaro Usa - osserva al contempo Deli, come aveva già rivelato in una precedente intervista con noi di Travel Quotidiano in cui però si mostrava leggermente meno ottimista. "In ogni caso - prosegue infatti il ceo - si tratta di un ritardo che sta interessando tutto il comparto dei viaggi organizzati. Siamo dunque fiduciosi, in quanto se gli indici saranno anche solo paragonabili a quelli del sotto data ci aspettano mesi veramente interessanti. Porteremo perciò in fiera le nostre novità, puntando sulla programmazione autunno inverno di Teorema Vacanze con le partenze settimanali e le nuove linee di prodotto che abbiamo appena finalizzato come i tour e gli itinerari. Per Volonclick presenteremo nuovi strumenti dedicati alle agenzie di viaggi per semplificare il loro lavoro”.   [post_title] => Volonline: molto sotto data ma la fiducia sulla stagione invernale resta alta [post_date] => 2022-10-05T12:59:39+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1664974779000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "ci si mette anche la bonaccorsi difendere la proroga ai bonus vacanze" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":65,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":1325,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431800","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una cifra pari a 85 milioni di euro: è arrivata la conferma di quanto il Ministero del Turismo mette a disposizione per la digitalizzazione delle agenzie di viaggio e tour operator, secondo quanto già previsto dal Pnrr.\r\nLe domande potranno essere presentate a partire da mercoledì prossimo, 12 ottobre, sul sito di Invitalia: avranno diritto ad accedere anche gli operatori che avevano già beneficiato del precedente bando.\r\n“Si tratta di un intervento che punta ad utilizzare al meglio le risorse messe a disposizione del Pnrr per migliorare l’efficienza dell’offerta turistica\" commenta Massimo Garavaglia, ministro del Turismo.","post_title":"Agenzie e to: dal Pnrr arrivano 85 milioni di euro per la digitalizzazione","post_date":"2022-10-06T13:31:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1665063111000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431797","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_412544\" align=\"alignright\" width=\"300\"] Roberta Garibaldi, ad Enit[/caption]\r\n\r\nEnit porta l'offerta congressuale italiana sul palcoscenico di Imex America, in calendario dall’11 al 13 ottobre prossimi. Ottime le performance dell’Europa per numero di meeting internazionali promossi dalle associazioni: nella Top 20 Destination Performance Index di Icca, il 70% dei paesi e l’80% delle città sono destinazioni europee. Seguono i Paesi asiatici (15%) e i Paesi nordamericani (10%), mentre l’Oceania, rappresentata dall'Australia, ha una quota di mercato del 5%. La Spagna balza di 2 posizioni rispetto al 2019 e diventa la seconda destinazione per meeting a livello globale, dopo gli Stati Uniti che restano saldi al primo posto per numero di congressi ospitati. Dopo la Germania al 3° e la Francia al 4°, l'Italia nel 2021 ottiene il 5° posto, scavalcando il Regno Unito che scende di una posizione rispetto al 2019.  \r\n \r\nNella classifica delle città, Roma entra nelle prime 20 posizioni e si piazza al 16° posto. Nel 2021 in Italia sono stati realizzati complessivamente 86.438 eventi in presenza o in formato ibrido con una crescita del +23,7% rispetto al 2020, per un totale di 4.585.433 partecipanti (+14,7% sul 2020). Sempre lo scorso anno, la spesa internazionale per viaggi d’affari in Italia nel 2021, circa 4,3 miliardi di euro (+50,8% sul 2020), è cresciuta più di quella per vacanze (+16,8%).  Sono 10,8 milioni i viaggiatori internazionali in Italia per motivi di lavoro/affari nel 2021 (+18,2% sul 2020) per un totale di circa 33 milioni di notti (+16,7%). (Fonte Ufficio Studi su dati Banca d’Italia) \r\n \r\nNei primi 6 mesi del 2022, i viaggiatori dall’estero in Italia per motivi di lavoro spendono quasi 3 miliardi di euro (fonte: Ufficio Studi su dati Banca d’Italia – 2022 provvisori).  \r\n \r\nIl settore mice troverà il vigore di un tempo nel 2026. \"Il successo dei meeting face to face dovrà essere basato in futuro sulla qualità dei contenuti e l’apporto che la destinazione può dare al raggiungimento degli obiettivi dell’evento, l’affiancamento di elementi virtuali, l’offerta di un’effettiva esperienza di networking, la sostenibilità\" dichiara l'ad Enit, Roberta Garibaldi.\r\n\r\n\"Se analizziamo i dati disponibili ci rendiamo conto di quanto sia aumentata la determinazione di fattori come la reputazione, l’accessibilità dei luoghi, i fattori ambientali, il clima, le opportunità extra conferenze, le caratteristiche delle strutture ricettive per qualità e standard di sicurezza e come ci si orienti anche su strutture con meno camere con un’ospitalità più familiare. E’ cresciuto l’interesse per strutture con aree esterne con flessibilità degli spazi, attenzione alla sostenibilità e all’enogastronomia e con avanzata dotazione tecnologica”.","post_title":"Enit porta l'Italia a Imex America: il nostro Paese è la quinta destinazione Mice al mondo","post_date":"2022-10-06T12:41:01+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1665060061000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431795","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea rilancia su Torino in vista delle festività natalizie: decollerà infatti dal prossimo 8 dicembre il volo alla volta di Parigi - Charles De Gaulle, collegamento che avrà 2 frequenze a settimana, ogni giovedì e domenica. Sempre l’8 dicembre, si torna a volare verso Palermo, con fino a 3 frequenze settimanali. Con l'aggiunta di queste due rotte, salgono a 8 le destinazioni servite da Volotea da Torino.\r\nDurante la stagione estiva 2022, il vettore ha trasportato a Torino oltre 158.000 passeggeri, con un’offerta complessiva di oltre 167.000 posti in vendita.\r\n“Torino e la Francia saranno più vicine grazie alla nostra nuova rotta: sarà possibile approfittarne da subito per organizzare una vacanza o uno short-break in uno dei momenti più belli dell’anno, il periodo natalizio, che in questo 2022 inizia con il lungo ponte dell’Immacolata - ha dichiarato Valeria Rebasti, country manager Italy & Southeastern Europe della compagnia -. Inoltre, grazie alla nuova rotta, amplificheremo il traffico di turisti stranieri desiderosi di raggiungere Torino e visitare le bellezze del Piemonte, sostenendo e rafforzando così l'economia locale. Infine, non va dimenticato il ripristino del collegamento verso Palermo, che rafforza ulteriormente la nostra offerta di voli domestici da e per Torino”.\r\n“Siamo certi che i due collegamenti per Parigi e per Palermo soddisferanno le esigenze di viaggio sia di chi intende trascorrere le vacanze invernali in luoghi di interesse turistico, sia di coloro che vogliono riavvicinarsi ai familiari per le feste”  ha commentato Andrea Andorno, ad Torino Airport .\r\nIl network Volotea da Torino include 6 destinazioni in Italia (Cagliari, Lampedusa, Napoli, Olbia, Palermo e Pantelleria) e 2 all’estero, 1 in Grecia (Atene) e 1 in Francia (Parigi).\r\n ","post_title":"Volotea: nuova rotta Torino-Parigi, a partire dal prossimo 8 dicembre","post_date":"2022-10-06T12:16:17+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665058577000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431778","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Irlanda si affaccia sull'inverno forte di numerosi collegamenti aerei dall'Italia, che la rendono una destinazione facilmente raggiungibile lungo tutto l'arco dell'anno. Oltre ai numerosi voli Aer Lingus e Ryanair, raggiunti i livelli 2019, quest’anno verranno lanciati nuovi voli della low cost irlandese, Genova-Dublino, attivo due volte alla settimana, dal 30 ottobre, e Roma Fiumicino-Cork, altro bisettimanale, in partenza dal 31 ottobre. Una grande novità, che si aggiunge alle rotte già attive da Milano Bergamo e da Venezia a Cork, che in passato operavano solo d’estate ed ora saranno attive anche in inverno. Altro cruciale collegamento sarà il ritorno del volo Milano Bergamo-Belfast, operato sempre da Ryanair due volte alla settimana a partire dal 31 marzo 2023. In attesa dei dati definitivi sulla stagione 2022, il Turismo Irlandese stima fin d'ora che a livello complessivo i numeri prodotti dall’Europa si avvicinano a quelli del 2019: a inizio settembre i visitatori europei sono stati 2.257.000 e ad agosto 396.000, con un 8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. \r\n\r\nL'ente parteciperà al prossimo Ttg Travel Experience, dove insieme ai partner locali, metterà in risalto i temi chiave della promozione 2023: sostenibilità, natura, soft adventure e outdoor, vacanze esclusive, cultura, golf e soggiorni di alta gamma.\r\n\r\n\"Ci saranno poi eventi davvero per tutti i gusti, nuovi voli, “Winter in Dublin” e una fine dell’anno con sorprese straordinarie: tutti questi elementi proiettano l’Irlanda tra i Paesi più interessanti per una vacanza invernale ideale per differenti target - commenta Marcella Ercolini, direttrice di Turismo Irlandese in Italia -. L’Italia è in linea con la buona prestazione dell’area europea che, come evidenziano le statistiche, è quella che ha prodotto i numeri migliori su scala mondiale. Non possiamo ancora isolare dei dati precisi, ma la rete dei collegamenti dall’Italia ha raggiunto i livelli del 2019, garantendo quindi un cospicuo numero di voli verso l’Irlanda. I primi feedback dal trade e dalle compagnie aeree sono incoraggianti, e aspettiamo i dati definitivi per una valutazione puntuale sulla performance dell’anno”. ","post_title":"Irlanda anche d'inverno con i nuovi voli dall'Italia. Promozione 2023, dalla cultura al golf","post_date":"2022-10-06T11:18:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1665055105000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431761","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Expedia Group introduce nuove funzionalità a supporto dei consulenti di viaggio. Tali funzionalità sono disponibili per i membri dell’Expedia Travel Agent Affiliate Program (Taap) e comprendono l'estensione della Live Agent Chat per i consulenti e una procedura ottimizzata per realizzare i preventivi.\r\n\"I consulenti di viaggio continuano a svolgere un ruolo cruciale nel settore e siamo entusiasti di fornire loro le risorse necessarie per avere un impatto ancora maggiore sui viaggiatori di oggi\" afferma Mirco De Pellegrin, director Retail Distribution, Expedia Group.\r\nLa Live Agent Chat mette in contatto in qualsiasi momento i consulenti Taap direttamente con un agente. Il servizio, già attivo negli Stati Uniti e in Canada, sarà ora accessibile anche in altri mercati, tra cui Australia, Belgio, Irlanda, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Filippine, Singapore e Regno Unito. Nei prossimi mesi, Taap estenderà la Live Agent Chat anche ad altri Paesi e verrà di conseguenza tradotta nelle lingue locali.\r\nLe nuove funzionalità del servizio di preventivazione consentono ai consulenti Taap di nominare e salvare i preventivi per il futuro, di rivederli e modificarli e di iniziare rapidamente la prenotazione da un preventivo salvato. Inoltre, l'aggiornamento consente ai consulenti di tenere traccia e gestire tutti i loro preventivi in un unico posto per una maggiore visibilità e comodità.\r\nExpedia Group prevede anche l'aumento delle risorse di marketing per i consulenti, che comprendono più di 300 modelli personalizzabili per i social media, l'email marketing, i banner e molto altro.\r\n ","post_title":"Expedia supporta gli agenti di viaggio affiliati a Taap con nuove funzionalità","post_date":"2022-10-06T09:59:18+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1665050358000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431752","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è appena concluso Futuriamo: l'evento di team building organizzato da Futura Vacanze presso il cilentano Futura Club Eleamare, ultima new entry in ordine di tempo della stagione 2022. L'appuntamento ha visto il coinvolgimento di tutto il personale del to e della rappresentanza della società di gestione Fv Hotels, con la presenza di direttori, capi ricevimento, chef, maitre e staff alberghiero per un totale di oltre 100 persone. Presente, naturalmente, anche tutto il board direzionale del gruppo.\r\n\r\nFortemente voluta, questa tre giorni di team building è stata pensata anche come una preziosa occasione per stare insieme e festeggiare i traguardi raggiunti. Attività e sfide a squadre, momenti di intrattenimento con show e party serali sono state affidate alla conduzione di Art Swiss, società di animazione di riferimento dell’operatore. L’evento è stato poi una bella occasione per fare un bilancio sulle strutture a gestione diretta e premiare i migliori risultati ottenuti per singolo villaggio, secondo gli indici di gradimento dei clienti raccolti nel corso della stagione.\r\n\r\n“Dopo questi due anni di pandemia, molto difficili, trovare le motivazioni per ripartire è stato complicato e complesso per l’intero comparto - spiega l'amministratore unico di Futura Vacanze, Stefano Brunetti  -. Il nostro gruppo però ha reagito bene e gran parte del merito di tutto ciò è anche del personale e di tutto lo staff. Quest’anno, abbiamo superato qualunque traguardo in termini di fatturato e presenze. La distribuzione e i clienti hanno potuto scegliere tra ben 20 Futura Club, il numero passeggeri è arrivato a quota 150 mila e la società di gestione del gruppo oggi conta 1.500 camere in Italia\".\r\n\r\nEmozioni condivise tra dipendenti e collaboratori per festeggiare la stagione appena conclusa e per guardare tutti insieme al futuro e ai prossimi obiettivi. “Abbiamo fortemente voluto questo evento perché desideravamo ringraziare in un momento speciale i dipendenti e tutto lo staff per l’ottimo lavoro svolto - aggiunge il direttore operativo, Emanuela di Giuseppe -. Futuriamo si è dimostrata un’importante occasione per stare insieme, conoscersi meglio e divertirsi. Inaugura, quindi, una nuova tradizione per la nostra azienda, destinata a ripetersi ogni anno”.\r\n\r\n ","post_title":"Futura Vacanze: un evento di team building per celebrare quota 150 mila pax","post_date":"2022-10-06T09:42:08+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665049328000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431751","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Cdc statunitense (Centers for Disease Control and Prevention) ha posto fine all'emissione di consigli di viaggio relativi alla situazione del Covid-19 nei singoli Paesi. D'ora in avanti verrà emesso un avviso solo nel caso in cui un Paese registri un picco di varianti di Covid-19 o un'altra situazione di salute pubblica preoccupante.\r\n\r\nSecondo quanto dichiarato dal Cdc, la decisione è stata presa in considerazione del sempre \"minore numero di Paesi che sta effettuando test o segnalando casi di Covid-19 (...) La capacità del Cdc di valutare accuratamente i livelli di Covid-19 per la maggior parte delle destinazioni visitate dai viaggiatori americani è pertanto limitata\".\r\n\r\n \r\n\r\nIl Cdc consiglia comunque ai viaggiatori di effettuare test Covid di controllo, prima di imbarcarsi sui voli di ritorno verso gli Stati Uniti.\r\n\r\n ","post_title":"Il Cdc statunitense mette fine agli avvisi di viaggio sul Covid per i singoli Paesi","post_date":"2022-10-06T09:34:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1665048865000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431747","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sarà un inverno particolarmente freddo per quasi tutte le compagnie aeree decollate negli ultimi due-tre anni. Flyr, Norse Atlantic e Norwegian affrontano con più di una preoccupazione i prossimi mesi che, già tradizionalmente caratterizzati da minor traffico, devono anche tenere in considerazione le sfide aggiuntive, dagli elevati costi del carburante all'inflazione.\r\n\r\nLa start-up norvegese Flyr - decollata nel giugno 2021 - ha già anticipato che l'operativo invernale sarà drasticamente ridotto: invece di operare con i 12 velivoli previsti, nei cieli ce ne saranno solo cinque o sei e sospenderà i voli verso tutti i mercati chiave, tranne alcuni - tra cui Alicante, Barcellona, Parigi e Roma - delle 27 destinazioni servite a settembre. I tagli mirano a dimezzare le spese e a ridurre al minimo la liquidità. \"Ci è voluto più tempo del previsto per fidelizzare i viaggiatori d'affari sulle rotte nazionali in Norvegia, dove i vettori storici mantengono ampie quote di mercato\", ha dichiarato il ceo Tonje Wikstrøm Frislid.\r\n\r\nNorse Atlantic Airways, altro vettore norvegese, sospenderà i collegamenti per Los Angeles da Berlino e Oslo per l'inverno - rotte originariamente pianificate per tutto l'anno - con una riduzione del 28% della capacità pianificata per il periodo novembre-marzo. \"La stagione invernale è storicamente più impegnativa per il settore e quest'anno deve affrontare l'onere aggiuntivo dei prezzi elevati del carburante, dell'inflazione crescente nei mercati in cui operiamo e dell'incertezza della domanda complessiva\", ha dichiarato un portavoce di Norse. \r\n\r\nIn controtendenza l'andamento previsto da Play, altra start-up nordica che ha debuttato nel giugno 2021: il ceo, Birgir Jónsson, come riferito da Airline Weekly ha dichiarato che il vettore ha \"prospettive positive\" per l'inverno, specie sulle rotte transatlantiche verso gli Stati Uniti. La domanda continua a crescere grazie alla \"fiducia dei consumatori nei viaggi\" e Play prevede un continuo aumento del load factor durante le vacanze invernali e nel 2023. \r\n\r\nNorwegian non ha aggiornato le sue previsioni per l'inverno dalla fine di agosto. All'epoca, i dirigenti avevano dichiarato di aver assistito a un \"normale\" rallentamento delle prenotazioni a partire dall'estate rispetto agli anni precedenti alla pandemia. Norwegian ha pianificato di ridurre stagionalmente la sua capacità invernale di circa il 28%, concentrandosi sulla redditività.\r\n\r\n ","post_title":"Da Flyr a Norse Atlantic: sarà un inverno lungo e più difficile del previsto per le start-up","post_date":"2022-10-06T09:30:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1665048627000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431700","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_422793\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Da sinistra, il responsabile booking e operativo Volonline, Luca Frolino, Luca Adami, la project manager Teorema, Gessica Di Natale e Luigi Deli, al momento della presentazione del brand Teorema lo scorso aprile[/caption]\r\n\r\nSono mar Rosso, Messico, Repubblica Dominicana, Cuba e, nell’oceano Indiano, le Maldive, le destinazioni più richieste per l'autunno inverno di Teorema Vacanze. Per quanto riguarda invece gli altri due brand della compagnia fondata da Luigi Deli, Volonclick registra una crescita esponenziale per il corto raggio sulle capitali europee in generale, ma anche un crescente interesse per gli Emirati Arabi, tra cui Abu Dhabi e Dubai, e per Sharm El Sheik e il Marocco. Infine, Volonline conferma richieste su destinazioni di lungo raggio, e in particolare oceano Indiano, Medio Oriente, Stati Uniti e Africa, soprattutto Sud Africa. L’unica area che stenta ancora a riprendersi è quella dell’Estremo Oriente, semplicemente perché i paesi hanno aperto tardi al turismo rispetto ad altre aree nel mondo.\r\n\r\nIl gruppo Volonline sarà quindi presente alla fiera di Rimini dal 12 al 14 ottobre (pad C3 - stand 185-186), insieme al network partecipato Mister Holiday, per presentare le novità delle stagione in arrivo. \"Avendo peraltro già caricato da fine luglio su tutte le piattaforme del gruppo gran parte delle proposte per le partenze invernali e per le festività - sottolinea il cmo e cto, Luca Adami -, le prenotazioni sono partite a fine agosto, in modo decisamente positivo con numeri importanti per tutti e tre i marchi”.\r\n\r\n“Nelle ultime settimane, però, abbiamo notato un forte aumento delle prenotazioni sotto data e un ritardo generalizzato nelle prenotazioni su Natale e Capodanno, probabilmente dovuto a una serie di fattori esterni di incertezza come la crisi energetica, l’aumento del costo dei voli, il cambio alla pari tra euro e dollaro Usa - osserva al contempo Deli, come aveva già rivelato in una precedente intervista con noi di Travel Quotidiano in cui però si mostrava leggermente meno ottimista. \"In ogni caso - prosegue infatti il ceo - si tratta di un ritardo che sta interessando tutto il comparto dei viaggi organizzati. Siamo dunque fiduciosi, in quanto se gli indici saranno anche solo paragonabili a quelli del sotto data ci aspettano mesi veramente interessanti. Porteremo perciò in fiera le nostre novità, puntando sulla programmazione autunno inverno di Teorema Vacanze con le partenze settimanali e le nuove linee di prodotto che abbiamo appena finalizzato come i tour e gli itinerari. Per Volonclick presenteremo nuovi strumenti dedicati alle agenzie di viaggi per semplificare il loro lavoro”.\r\n\r\n ","post_title":"Volonline: molto sotto data ma la fiducia sulla stagione invernale resta alta","post_date":"2022-10-05T12:59:39+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1664974779000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti