20 May 2024

1845

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Lunga esperienza nel settore incoming, booking individuali e gruppi, cerca occupazione sei ore giornaliere Roma e provincia. Inglese, spagnolo, francese, ottimo uso microsoft office /internet/ posta elettronica, problem solving, autonomia gestionale, capacità di lavorare in team. Stefania, 345 8511817.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 467083 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_467085" align="alignleft" width="300"] Marina Pasquini e Giovanni Bellagamba[/caption] Le famiglie italiane hanno voglia di viaggiare, sono decise a partire nonostante l’aumento dei prezzi, cercano l’offerta all inclusive, intrattenimento, esperienze, supervisione dei bambini e attenzione per l’animale domestico. Inoltre, secondo gli albergatori intervistati, è prevista un’occupazione media nei mesi estivi di oltre il 90%. Questi i risultati e le tendenze delle vacanze in famiglia con un focus sull’estate 2024 secondo l’indagine di Area38 per Italy Family Hotels, interpellando 1.724 famiglie italiane e 47 albergatori di Italy Family Hotels attraverso le richieste di preventivi e prenotazioni inviate al sito del consorzio. Punto di riferimento per il turismo family in Italia, Italy Family Hotels, il consorzio delle vacanze in hotel con la famiglia, continua a crescere. Il network, nato nel 2021, conta 145 strutture in 16 regioni italiane. Piccoli hotel di proprietà al 100% certificate family, al mare, in montagna, al lago e in collina, ognuno con una specifica personalità, offrono un’ampia gamma di strutture per vacanze a misura di bambino e per tutta la famiglia. Il modello del turismo family è cambiato radicalmente. Sono cambiate le esigenze delle famiglie, il modo di prenotare, le vacanze e l’offerta turistica. E Italy Family Hotels si è evoluta nel tempo insieme al mercato. Oggi offre soluzioni innovative e certificate per rispondere alle nuove esigenze. Il garante della vacanza family è Bino, unità di misura per valutare offerta e servizi delle strutture, classificate da Bino 3 a Bino 5+, punteggio che riguarda accoglienza, ristorazione, dotazioni in camera, attività ricreative, spazio dedicato ai bambini e offerta benessere.  Marina Pasquini dell’hotel Belvedere di Riccione, presidente di Italy Family Hotels racconta dell’esordio, il contesto e l’evoluzione del gruppo: “Italy Family Hotels è un club fondato da mamme, otto albergatrici, quando i bambini erano ancora considerati una difficoltà in hotel non strutturati per questo tipo di clientela. Nasce per rispondere alla domanda di turismo family. Siamo stati il primo circuito di alberghi certificati, con regole e standard omogenei. Piccoli alberghi di proprietà. Io mi sono ispirata a Valtur, dove andavo in vacanza. Si sponsorizzava prima la località, e tutto ciò che potesse attirare la clientela e rendere comoda la vacanza per mamme e bambini. Attirando i bambini siamo riusciti a riempire le camere. I bambini nelle nostre strutture sono gratis: spesso una novità per gli albergatori. Sono stati introdotti programmi di animazione, cucina dedicata, attività: tutto quanto fino a quel momento era appannaggio dei villaggi turistici. Con il tempo ci siamo sempre più specializzati, come per la cucina. Oggi la cucina funziona a tema, non esiste più il semplice menù. Sono cambiate tante cose: abbiamo suite con sette posti letto, per le “famiglie allargate” con richiesta di grandi spazi di sistemazioni. Oggi si cerca l’esperienza, da ricordare, da fotografare e da trasmettere, anche per i bambini”. Una vacanza all’insegna dell’esperienza come evidenziato anche da Giovanni Bellagamba dell’albergo dell’Orso Bo di Senigallia, vicepresidente di Italy Family Hotels: “Le vacanze vengono scelte non più in base alla destinazione ma alle esperienze”. Nel 2023, oltre 250 mila famiglie si sono rivolte a Italy Family Hotels, per un incremento di fatturato di oltre 5 milioni di euro. L’ingresso di un albergatore in Italy Family Hotel prevede una quota marketing annuale di 4.300 euro. La quota include attività di marketing e comunicazioni, attività online e offline, promozioni, commercializzazione, formazione, supporto al prodotto, gadget, un pacchetto per incrementare la commercializzazione e visibilità attraverso i canali di Italy Family Hotels. [post_title] => Italy Family Hotels: c’è voglia di vacanza in famiglia [post_date] => 2024-05-10T12:00:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => italy-family-hotels [1] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Italy Family Hotels [1] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715342452000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 466929 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Due milioni di iscritti: sono i soci di Volare, il programma loyalty di Ita Airways, che ha fatto il suo debutto poco più di due anni fa, nel marzo 2022. Per celebrare il traguardo, viene donato al due milionesimo iscritto la tessera Executive, il livello con i benefit più esclusivi del programma: check-in prioritario, acceleratore di punti, fast track, imbarco prioritario, accesso alle lounge e al programma Executive Reserved tra i vantaggi di cui il nuovo socio potrà beneficiare. «Aver raggiunto i 2 milioni di iscritti dopo due anni di attività segna un ulteriore punto di svolta importante per Volare – afferma Emiliana Limosani, ceo Volare e chief commercial officer Ita Airways – Abbiamo assistito ad una rapida crescita già nei primi quattro mesi del 2024, che hanno registrato oltre il 20% di iscritti in più rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente. La veloce evoluzione della customer base testimonia l’apprezzamento del programma da parte dei nostri clienti sia business che leisure e conferma la scelta iniziale di creare da zero un programma innovativo e distintivo». Crescono i numeri anche all’estero, dove risiede il 36% dei soci, con una presenza significativa soprattutto negli Stati Uniti (circa 185.000 soci), seguiti da Brasile (oltre 100.000), Francia (più di 37.000) e Argentina (circa 35.600). Il 5% della customer base è costituita dai soci alto valore, cioè Premium ed Executive, che sono i maggiori contributori al valore della loyalty. In questi due anni il programma è cresciuto anche in termini di partnership e conta oggi più di 26 partner commerciali di diversi settori, tra cui hôtellerie, mobilità e finanza. Negli ultimi quattro mesi abbiamo dato il benvenuto a Ippolita, Rinascente, 1895 Coffee Designers by Lavazza, Ferrari Trento, GetYourGuide, Acadèmia TV, SKINIUS. Sono invece 9 le compagnie aeree partner che hanno finora aderito al programma. [post_title] => Volare al giro di boa dei primi 2 milioni di iscritti in poco più di due anni [post_date] => 2024-05-09T09:25:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1715246757000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465297 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Punta dritto ad un secondo trimestre dell'anno da ricavi record Delta Air Lines, dopo aver chiuso i primi tre mesi 2024 con profitti che hanno superato le previsioni degli analisti finanziari, grazie alla forte domanda di passeggeri e all'efficienza delle operazioni.  Nel periodo gennaio-marzo la compagnia statunitense ha riportato ricavi per 12,6 miliardi di dollari, il 6% in più rispetto allo stesso periodo 2023, con un utile operativo di 640 milioni di dollari e un margine operativo del 5,1%. L'utile per azione rettificato è stato di 0,45 dollari, rispetto alle aspettative degli analisti di 36 centesimi per azione. «Grazie allo straordinario lavoro delle nostre 100.000 persone, Delta offre la migliore affidabilità operativa della nostra storia e abbiamo ampliato il divario rispetto ai nostri concorrenti - ha commentato il ceo, Ed Bastian -. Per il trimestre di marzo, abbiamo registrato ricavi record grazie a prestazioni operative eccezionali, consentendo una forte crescita degli utili. Prevediamo un continuo forte slancio per la nostra attività e nel trimestre di giugno stimiamo di raggiungere ricavi record, un margine operativo medio e un utile compreso tra 2,20 e 2,50 dollari per azione. Rimaniamo fiduciosi nei nostri obiettivi per l'intero anno con utili compresi tra 6 e 7 dollari per azione e un free cash flow compreso tra 3 e 4 miliardi di dollari».   [post_title] => Delta Air Lines rivede al rialzo le stime per il secondo trimestre 2024 [post_date] => 2024-04-11T10:26:34+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712831194000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465104 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa). Un traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa). In precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni. Attualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore. La completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione. [post_title] => Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system [post_date] => 2024-04-09T10:13:27+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712657607000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464934 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il turismo continua nella sua inarrestabile crescita. Infatti secondo il World Travel & Tourism Council il 2024 sarà un anno da record per i viaggi e il turismo. Il settore infatti sembra destinato a raggiungere il suo massimo storico con ricavi per 11,1 trilioni di dollari. Secondo le stime dell’ultimo Economic Impact Research pubblicato dall’ente globale del turismo, il settore travel & tourism crescerà di ulteriori 770 miliardi di dollari rispetto al record precedente: in pratica su 10 dollari generati in tutto il mondo, uno riguarderà proprio il settore turistico. Inoltre il Wttc prevede che 142 paesi su 185 analizzati supereranno i precedenti record nazionali. Secondo il rapporto sono 348 milioni i posti di lavoro a livello globale, più di 13,6 milioni di posti di lavoro in più rispetto al suo punto più alto nel 2019. Si stima che la spesa dei visitatori internazionali arriverà a sfiorare il picco raggiunto 2019 con 1,89 trilioni di dollari, mentre i turisti nazionali spenderanno più che in qualsiasi altro anno registrato (5,4 trilioni di dollari). Usa e Cina “In un contesto di incertezza, il settore dei viaggi e del turismo rimane una potenza economica globale. Non si tratta solo di battere record, non parliamo più di ripresa: questa è la storia del settore che torna al suo meglio dopo alcuni anni difficili, fornendo una significativa spinta economica ai paesi di tutto il mondo e sostenendo milioni di persone di posti di lavoro – ha dichiarato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc –: .Tuttavia esiste il rischio: abbiamo bisogno che i governi statunitense e cinese sostengano i loro settori nazionali di viaggi e turismo. Gli Stati Uniti e la Cina continueranno a soffrire, mentre altri paesi vedranno il ritorno dei visitatori internazionali molto più velocemente”. Guardando al futuro, il Wttc prevede un promettente decennio, caratterizzato da una crescita robusta e opportunità di carriera senza precedenti. Entro il 2034, il settore potenzierà l’economia globale con l’incredibile cifra di 16 trilioni di dollari, pari all’11,4% dell’intero panorama economico. [post_title] => Wttc molto fiducioso: crescita di 770 miliardi di dollari nel 2024 [post_date] => 2024-04-05T11:01:28+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712314888000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464840 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti. La crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai. Da sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale. L'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo. [post_title] => Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale [post_date] => 2024-04-04T10:07:18+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712225238000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464632 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Saranno circa 62.000 i passeggeri che transiteranno dagli aeroporti del Nord Sardegna durante le festività pasquali, per una crescita del +12% rispetto al periodo 6 -11 aprile 2023; in totale verranno operati 424 voli tra andata e ritorno, attraverso un network di 50 collegamenti, di cui 23 domestici e 27 internazionali da/per 14 Paesi.   Nello specifico, sullo scalo di Alghero sono previsti circa 27.000 passeggeri, per un totale di 184 movimenti, un’offerta di oltre 35.000 posti ed un network di 20 collegamenti da/per 10 Paesi.   Il Riviera del Corallo offrirà collegamenti con la Penisola, grazie a: Ryanair (Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Pisa e Venezia) e Aeroitalia (Roma Fiumicino e Milano Linate). Per quanto riguarda l’estero, Alghero sarà collegata da Ryanair con: Belgio (Bruxelles Charleroi), Danimarca (Billund), Inghilterra (Londra Stansted), Irlanda (Cork e Dublino), Polonia (Katowice), Slovacchia (Bratislava), Spagna (Barcellona e Madrid) e Ungheria (Budapest), mentre la low cost Wizz Air opererà i collegamenti con la Romania (Bucarest).   Nello scalo di Olbia si stima un traffico di circa 35.000 passeggeri, per un totale di 240 movimenti ed un network di 30 collegamenti, di cui 14 domestici e 16 internazionali, operati da 8 compagnie aeree da/per 7 Paesi. Il Costa Smeralda sarà collegato, grazie a Volotea (Bergamo, Bologna, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona), Aeroitalia (Roma Fiumicino e Milano Linate) ed easyJet (Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Venezia) mentre la new entry Ryanair il 2 aprile inaugurerà i collegamenti per Bergamo e Bologna.   Quanto al network estero Olbia sarà collegata con: Francia (Nizza con easyJet e Parigi Orly con easyJet e Transavia), Germania (Berlino con easyJet, Amburgo, Colonia, Dusseldorf e Stoccarda con Eurowings, Francoforte e Monaco con Lufthansa), Inghilterra (Londra Gatwick e Luton con easyJet), Olanda (Amsterdam operato da easyJet), Spagna (Barcellona con Volotea) e Svizzera (Basilea, Ginevra con easyJet e Zurigo con Edelweiss). [post_title] => Aeroporti del Nord Sardegna: traffico passeggeri a +12% per il ponte di Pasqua [post_date] => 2024-03-29T12:11:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711714269000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463944 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si chiama Sanasaryan Han la struttura di debutto del soft brand di casa Marriott, The Luxury Collection. Situato nel cuore della città l'hotel dispone di 63 camere, di cui sei suite, con ampi bagni ispirati agli antichi hammam turchi, nonché di un ristorante e di un bar. L'albergo include anche una Book meeting room, in grado di ospitare sia riunioni di lavoro, sia eventi sociali per un massimo di 80 persone. Costruito originariamente nel 1895, l'edificio neoclassico in cui è ospitato l'hotel coniuga l'opulenta grandezza della Città vecchia con il patrimonio culturale di Istanbul. Progettato dall'architetto Ottomano Hovsep Aznavur e commissionato dal filantropo Migirdiç Sanasaryan, l'hotel è situato a pochi passi da luoghi d'interesse come lo Spice e il Grand Bazaar, la moschea Blu, Hagia Sophia e il quartiere di Karaköy. La struttura ha subito un restauro meticoloso, che celebra il suo passato con una collezione di manufatti e oggetti d'antiquariato. Uno spazio riservato, che ospita una biblioteca di libri e cimeli, trae ispirazione dalla storia della proprietà, che ha sostenuto le fondazioni per l'istruzione. Fiori rari, libri antichi, pergamene di ceramica fatte a mano e dipinti sono esposti in teche di vetro insieme a installazioni d'arte contemporanea. L'hotel ospita anche una collezione di fotografie monocromatiche di Harun Doğan. [post_title] => La Luxury Collection di casa Marriott debutta a Istanbul con il Sanasaryan Han [post_date] => 2024-03-20T11:37:36+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710934656000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 463468 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’ADSP del Mar Ligure Orientale è presente all’ European Cruise Summit CLIA a Genova, nel padiglione Jean Nouvel, assieme a Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova e AdSP del Mar Ligure Occidentale.   Forte del primato nazionale che si è conquistata negli anni e che registra nel 2023 tre milioni e centomila passeggeri sul totale di 13 milioni e ottocentomila totali che hanno scelto di visitare il nostro Paese a bordo di navi da crociere, la Liguria ha deciso di fare sistema per presentarsi ai partecipanti al Summit biennale provenienti da tutto il mondo. Del resto La Spezia, che nel 2023 ha raggiunto i 185 scali con 710.000 passeggeri (Marina di Carrara 20 scali e 15.000 passeggeri) contribuisce in modo importante all’andamento record del settore cruise della nostra Regione.   «Il porto della Spezia ha raggiunto il record storico di attracchi di navi passeggeri, superando abbondantemente i livelli di traffico prepandemici – spiega Federica Montaresi, Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale - E molto ci aspettiamo dal prossimo futuro, che prevede la realizzazione entro il 2026 del nuovo molo crociere su Calata Paita, in grado di offrire nuovi accosti per navi da crociere in aggiunta al Molo Garibaldi, e la nuova Stazione Marittima, che verrà realizzata sul nuovo molo e in parte su Calata Paita, area oggi parte del porto commerciale che sarà interessata dal waterfront cittadino. Abbiamo investito non solo in infrastrutture, ma anche molto in sostenibilità. Fermo restando che anche nel contesto di questo summit sono stati mostrati i più innovativi sistemi per rendere sempre più ecologiche le navi passeggeri, l’AdSP sta avanzando con i lavori per l’elettrificazione di tutte le banchine che consentiranno lo spegnimento dei motori delle navi in sosta. Collaboriamo attivamente con la Capitaneria e l’amministrazione comunale per tenere monitorato il livello delle emissioni. Un futuro di nuove energie, non solo quelle legate all’efficientamento energetico e alla diversificazione delle fonti, ma anche quelle che verranno sprigionate con i nuovi investimenti e le importanti trasformazioni che interesseranno il nuovo waterfront per un migliore rapporto tra il porto e la città».     [post_title] => L’Adsp del Mar Ligure Orientale all’European Cruise Summit Clia, “importante fare sistema” [post_date] => 2024-03-15T09:46:51+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1710496011000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1845" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":7,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":76,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"467083","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_467085\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Marina Pasquini e Giovanni Bellagamba[/caption]\r\n\r\nLe famiglie italiane hanno voglia di viaggiare, sono decise a partire nonostante l’aumento dei prezzi, cercano l’offerta all inclusive, intrattenimento, esperienze, supervisione dei bambini e attenzione per l’animale domestico. Inoltre, secondo gli albergatori intervistati, è prevista un’occupazione media nei mesi estivi di oltre il 90%. Questi i risultati e le tendenze delle vacanze in famiglia con un focus sull’estate 2024 secondo l’indagine di Area38 per Italy Family Hotels, interpellando 1.724 famiglie italiane e 47 albergatori di Italy Family Hotels attraverso le richieste di preventivi e prenotazioni inviate al sito del consorzio. \r\n\r\nPunto di riferimento per il turismo family in Italia, Italy Family Hotels, il consorzio delle vacanze in hotel con la famiglia, continua a crescere. Il network, nato nel 2021, conta 145 strutture in 16 regioni italiane. Piccoli hotel di proprietà al 100% certificate family, al mare, in montagna, al lago e in collina, ognuno con una specifica personalità, offrono un’ampia gamma di strutture per vacanze a misura di bambino e per tutta la famiglia. \r\n\r\nIl modello del turismo family è cambiato radicalmente. Sono cambiate le esigenze delle famiglie, il modo di prenotare, le vacanze e l’offerta turistica. E Italy Family Hotels si è evoluta nel tempo insieme al mercato. Oggi offre soluzioni innovative e certificate per rispondere alle nuove esigenze. Il garante della vacanza family è Bino, unità di misura per valutare offerta e servizi delle strutture, classificate da Bino 3 a Bino 5+, punteggio che riguarda accoglienza, ristorazione, dotazioni in camera, attività ricreative, spazio dedicato ai bambini e offerta benessere. \r\n\r\nMarina Pasquini dell’hotel Belvedere di Riccione, presidente di Italy Family Hotels racconta dell’esordio, il contesto e l’evoluzione del gruppo: “Italy Family Hotels è un club fondato da mamme, otto albergatrici, quando i bambini erano ancora considerati una difficoltà in hotel non strutturati per questo tipo di clientela. Nasce per rispondere alla domanda di turismo family. Siamo stati il primo circuito di alberghi certificati, con regole e standard omogenei. Piccoli alberghi di proprietà. Io mi sono ispirata a Valtur, dove andavo in vacanza. Si sponsorizzava prima la località, e tutto ciò che potesse attirare la clientela e rendere comoda la vacanza per mamme e bambini. Attirando i bambini siamo riusciti a riempire le camere. I bambini nelle nostre strutture sono gratis: spesso una novità per gli albergatori. Sono stati introdotti programmi di animazione, cucina dedicata, attività: tutto quanto fino a quel momento era appannaggio dei villaggi turistici. Con il tempo ci siamo sempre più specializzati, come per la cucina. Oggi la cucina funziona a tema, non esiste più il semplice menù. Sono cambiate tante cose: abbiamo suite con sette posti letto, per le “famiglie allargate” con richiesta di grandi spazi di sistemazioni. Oggi si cerca l’esperienza, da ricordare, da fotografare e da trasmettere, anche per i bambini”.\r\n\r\nUna vacanza all’insegna dell’esperienza come evidenziato anche da Giovanni Bellagamba dell’albergo dell’Orso Bo di Senigallia, vicepresidente di Italy Family Hotels: “Le vacanze vengono scelte non più in base alla destinazione ma alle esperienze”.\r\n\r\nNel 2023, oltre 250 mila famiglie si sono rivolte a Italy Family Hotels, per un incremento di fatturato di oltre 5 milioni di euro. L’ingresso di un albergatore in Italy Family Hotel prevede una quota marketing annuale di 4.300 euro. La quota include attività di marketing e comunicazioni, attività online e offline, promozioni, commercializzazione, formazione, supporto al prodotto, gadget, un pacchetto per incrementare la commercializzazione e visibilità attraverso i canali di Italy Family Hotels.","post_title":"Italy Family Hotels: c’è voglia di vacanza in famiglia","post_date":"2024-05-10T12:00:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":["italy-family-hotels","nofascione"],"post_tag_name":["Italy Family Hotels","nofascione"]},"sort":[1715342452000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"466929","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Due milioni di iscritti: sono i soci di Volare, il programma loyalty di Ita Airways, che ha fatto il suo debutto poco più di due anni fa, nel marzo 2022. Per celebrare il traguardo, viene donato al due milionesimo iscritto la tessera Executive, il livello con i benefit più esclusivi del programma: check-in prioritario, acceleratore di punti, fast track, imbarco prioritario, accesso alle lounge e al programma Executive Reserved tra i vantaggi di cui il nuovo socio potrà beneficiare.\r\n«Aver raggiunto i 2 milioni di iscritti dopo due anni di attività segna un ulteriore punto di svolta importante per Volare – afferma Emiliana Limosani, ceo Volare e chief commercial officer Ita Airways – Abbiamo assistito ad una rapida crescita già nei primi quattro mesi del 2024, che hanno registrato oltre il 20% di iscritti in più rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente. La veloce evoluzione della customer base testimonia l’apprezzamento del programma da parte dei nostri clienti sia business che leisure e conferma la scelta iniziale di creare da zero un programma innovativo e distintivo».\r\nCrescono i numeri anche all’estero, dove risiede il 36% dei soci, con una presenza significativa soprattutto negli Stati Uniti (circa 185.000 soci), seguiti da Brasile (oltre 100.000), Francia (più di 37.000) e Argentina (circa 35.600). Il 5% della customer base è costituita dai soci alto valore, cioè Premium ed Executive, che sono i maggiori contributori al valore della loyalty.\r\nIn questi due anni il programma è cresciuto anche in termini di partnership e conta oggi più di 26 partner commerciali di diversi settori, tra cui hôtellerie, mobilità e finanza. Negli ultimi quattro mesi abbiamo dato il benvenuto a Ippolita, Rinascente, 1895 Coffee Designers by Lavazza, Ferrari Trento, GetYourGuide, Acadèmia TV, SKINIUS. Sono invece 9 le compagnie aeree partner che hanno finora aderito al programma.","post_title":"Volare al giro di boa dei primi 2 milioni di iscritti in poco più di due anni","post_date":"2024-05-09T09:25:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1715246757000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465297","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Punta dritto ad un secondo trimestre dell'anno da ricavi record Delta Air Lines, dopo aver chiuso i primi tre mesi 2024 con profitti che hanno superato le previsioni degli analisti finanziari, grazie alla forte domanda di passeggeri e all'efficienza delle operazioni. \r\n\r\nNel periodo gennaio-marzo la compagnia statunitense ha riportato ricavi per 12,6 miliardi di dollari, il 6% in più rispetto allo stesso periodo 2023, con un utile operativo di 640 milioni di dollari e un margine operativo del 5,1%. L'utile per azione rettificato è stato di 0,45 dollari, rispetto alle aspettative degli analisti di 36 centesimi per azione.\r\n\r\n«Grazie allo straordinario lavoro delle nostre 100.000 persone, Delta offre la migliore affidabilità operativa della nostra storia e abbiamo ampliato il divario rispetto ai nostri concorrenti - ha commentato il ceo, Ed Bastian -. Per il trimestre di marzo, abbiamo registrato ricavi record grazie a prestazioni operative eccezionali, consentendo una forte crescita degli utili. Prevediamo un continuo forte slancio per la nostra attività e nel trimestre di giugno stimiamo di raggiungere ricavi record, un margine operativo medio e un utile compreso tra 2,20 e 2,50 dollari per azione. Rimaniamo fiduciosi nei nostri obiettivi per l'intero anno con utili compresi tra 6 e 7 dollari per azione e un free cash flow compreso tra 3 e 4 miliardi di dollari».\r\n\r\n ","post_title":"Delta Air Lines rivede al rialzo le stime per il secondo trimestre 2024","post_date":"2024-04-11T10:26:34+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712831194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465104","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Volotea è la prima compagnia aerea spagnola ad ottenere la piena approvazione del suo Sistema di Gestione della Sicurezza (Sms – Safety management system) dall'Agenzia spagnola per la sicurezza aerea (Aeasa).\r\nUn traguardo importante per il vettore, che ha compiuto sforzi significativi negli ultimi anni ed è arrivata a questo risultato con largo anticipo rispetto alla scadenza fissata per fine 2024 dalle nuove normative dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa).\r\nIn precedenza, era prevista da parte delle compagnie aeree solo la supervisione delle operazioni e della gestione della manutenzione condotte da terzi. Ora, in conformità con l’Allegato 145 della normativa europea, il vettore ha ampliato il suo campo di applicazione per coprire l’intera gestione della manutenzione, rafforzando ulteriormente gli standard di sicurezza e qualità in tutte le proprie operazioni.\r\nAttualmente, la compagnia aerea dispone di un team di 42 meccanici aeronautici altamente qualificati e certificati – operativi nelle basi italiane di Verona (13) e Venezia (11), oltre a quelle di Bilbao (5), delle Asturie (12) e di Finkenwerder (1) – in grado di soddisfare gli standard più severi del settore.\r\nLa completa certificazione Sms non solo rafforza l'impegno di Volotea per la sicurezza aerea, ma introduce anche miglioramenti significativi per la compagnia aerea e le sue operazioni, tra cui un aumento dei livelli di sicurezza, in linea con l'obiettivo del vettore di essere riconosciuto come la compagnia aerea con gli standard più elevati dell’industria. Inoltre, la possibilità di fornire istruzioni e linee guida direttamente ai propri meccanici migliora l'efficienza operativa e la qualità del servizio. Infine, la gestione interna dei processi di manutenzione e sicurezza assicura una rigorosa conformità ai requisiti normativi e promuove una cultura della sicurezza in tutta l'organizzazione.","post_title":"Volotea è il primo vettore spagnolo a ottenere la piena certificazione del Safety management system","post_date":"2024-04-09T10:13:27+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712657607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464934","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il turismo continua nella sua inarrestabile crescita. Infatti secondo il World Travel & Tourism Council il 2024 sarà un anno da record per i viaggi e il turismo. Il settore infatti sembra destinato a raggiungere il suo massimo storico con ricavi per 11,1 trilioni di dollari. Secondo le stime dell’ultimo Economic Impact Research pubblicato dall’ente globale del turismo, il settore travel & tourism crescerà di ulteriori 770 miliardi di dollari rispetto al record precedente: in pratica su 10 dollari generati in tutto il mondo, uno riguarderà proprio il settore turistico. Inoltre il Wttc prevede che 142 paesi su 185 analizzati supereranno i precedenti record nazionali.\r\n\r\nSecondo il rapporto sono 348 milioni i posti di lavoro a livello globale, più di 13,6 milioni di posti di lavoro in più rispetto al suo punto più alto nel 2019. Si stima che la spesa dei visitatori internazionali arriverà a sfiorare il picco raggiunto 2019 con 1,89 trilioni di dollari, mentre i turisti nazionali spenderanno più che in qualsiasi altro anno registrato (5,4 trilioni di dollari).\r\n\r\nUsa e Cina\r\n\r\n“In un contesto di incertezza, il settore dei viaggi e del turismo rimane una potenza economica globale. Non si tratta solo di battere record, non parliamo più di ripresa: questa è la storia del settore che torna al suo meglio dopo alcuni anni difficili, fornendo una significativa spinta economica ai paesi di tutto il mondo e sostenendo milioni di persone di posti di lavoro – ha dichiarato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc –: .Tuttavia esiste il rischio: abbiamo bisogno che i governi statunitense e cinese sostengano i loro settori nazionali di viaggi e turismo. Gli Stati Uniti e la Cina continueranno a soffrire, mentre altri paesi vedranno il ritorno dei visitatori internazionali molto più velocemente”.\r\n\r\nGuardando al futuro, il Wttc prevede un promettente decennio, caratterizzato da una crescita robusta e opportunità di carriera senza precedenti. Entro il 2034, il settore potenzierà l’economia globale con l’incredibile cifra di 16 trilioni di dollari, pari all’11,4% dell’intero panorama economico.","post_title":"Wttc molto fiducioso: crescita di 770 miliardi di dollari nel 2024","post_date":"2024-04-05T11:01:28+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1712314888000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464840","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Inizia l'anno col giusto passo Aegean che ha chiuso il primo trimestre 2024 con numeri significativamente positivi nel traffico passeggeri: una crescita dell'11% sia nel network domestico che in quello internazionale. Nel trimestre tradizionalmente più debole dell'anno, la compagnia aerea greca ha trasportato circa 2,9 milioni di passeggeri, 278 mila in più rispetto al 2023, a fronte di una capacità offerta di 3,5 milioni di posti.\r\n\r\nLa crescita è stata altrettanto equilibrata rispetto al 2023, sia per le operazioni del network internazionale di Atene (+10%) che per quelle di Salonicco (+10%), a conferma dell'impegno del vettore a sviluppare ulteriormente il potenziale di crescita di entrambi i principali aeroporti greci con un significativo traffico internazionale durante l'inverno. La rete invernale di Aegean comprende 85 collegamenti diretti con destinazioni internazionali, 10 dei quali operati per la prima volta durante l'inverno, tra cui Bilbao, Bratislava, Tallinn e Barcellona da Salonicco, oltre alla nuova rotta per Dubai.\r\n\r\nDa sottolineare come l'aumento del traffico passeggeri internazionale abbia superato il 27% per Atene e il 32% per Salonicco rispetto al corrispondente periodo del 2019, registrando i primi risultati significativamente positivi per la compagnia e per il turismo greco, derivanti dal continuo investimento di Aegean nel mantenimento della rete, dell'interconnettività e delle frequenze del Paese durante il periodo invernale.\r\n\r\nL'anno scorso il vettore ha offerto più di 18,5 milioni di posti, con 11,1 milioni di posti internazionali, 2 milioni in più rispetto al 2022 e 800.000 in più rispetto al 2019. La rete della compagnia ha coperto un totale di 180 destinazioni in 49 Paesi con 307 rotte operate con 76 aeromobili, a seguito anche di 9 nuove consegne di aeromobili Airbus 320/321 neo.","post_title":"Aegean: passeggeri a +11% nel primo trimestre. Forte crescita del traffico internazionale","post_date":"2024-04-04T10:07:18+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712225238000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464632","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Saranno circa 62.000 i passeggeri che transiteranno dagli aeroporti del Nord Sardegna durante le festività pasquali, per una crescita del +12% rispetto al periodo 6 -11 aprile 2023; in totale verranno operati 424 voli tra andata e ritorno, attraverso un network di 50 collegamenti, di cui 23 domestici e 27 internazionali da/per 14 Paesi.\r\n \r\nNello specifico, sullo scalo di Alghero sono previsti circa 27.000 passeggeri, per un totale di 184 movimenti, un’offerta di oltre 35.000 posti ed un network di 20 collegamenti da/per 10 Paesi.\r\n \r\nIl Riviera del Corallo offrirà collegamenti con la Penisola, grazie a: Ryanair (Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Palermo, Pisa e Venezia) e Aeroitalia (Roma Fiumicino e Milano Linate). Per quanto riguarda l’estero, Alghero sarà collegata da Ryanair con: Belgio (Bruxelles Charleroi), Danimarca (Billund), Inghilterra (Londra Stansted), Irlanda (Cork e Dublino), Polonia (Katowice), Slovacchia (Bratislava), Spagna (Barcellona e Madrid) e Ungheria (Budapest), mentre la low cost Wizz Air opererà i collegamenti con la Romania (Bucarest).\r\n \r\nNello scalo di Olbia si stima un traffico di circa 35.000 passeggeri, per un totale di 240 movimenti ed un network di 30 collegamenti, di cui 14 domestici e 16 internazionali, operati da 8 compagnie aeree da/per 7 Paesi.\r\nIl Costa Smeralda sarà collegato, grazie a Volotea (Bergamo, Bologna, Roma Fiumicino, Torino, Venezia e Verona), Aeroitalia (Roma Fiumicino e Milano Linate) ed easyJet (Bergamo, Milano Malpensa, Napoli e Venezia) mentre la new entry Ryanair il 2 aprile inaugurerà i collegamenti per Bergamo e Bologna.\r\n \r\nQuanto al network estero Olbia sarà collegata con: Francia (Nizza con easyJet e Parigi Orly con easyJet e Transavia), Germania (Berlino con easyJet, Amburgo, Colonia, Dusseldorf e Stoccarda con Eurowings, Francoforte e Monaco con Lufthansa), Inghilterra (Londra Gatwick e Luton con easyJet), Olanda (Amsterdam operato da easyJet), Spagna (Barcellona con Volotea) e Svizzera (Basilea, Ginevra con easyJet e Zurigo con Edelweiss).","post_title":"Aeroporti del Nord Sardegna: traffico passeggeri a +12% per il ponte di Pasqua","post_date":"2024-03-29T12:11:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1711714269000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463944","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si chiama Sanasaryan Han la struttura di debutto del soft brand di casa Marriott, The Luxury Collection. Situato nel cuore della città l'hotel dispone di 63 camere, di cui sei suite, con ampi bagni ispirati agli antichi hammam turchi, nonché di un ristorante e di un bar. L'albergo include anche una Book meeting room, in grado di ospitare sia riunioni di lavoro, sia eventi sociali per un massimo di 80 persone.\r\n\r\nCostruito originariamente nel 1895, l'edificio neoclassico in cui è ospitato l'hotel coniuga l'opulenta grandezza della Città vecchia con il patrimonio culturale di Istanbul. Progettato dall'architetto Ottomano Hovsep Aznavur e commissionato dal filantropo Migirdiç Sanasaryan, l'hotel è situato a pochi passi da luoghi d'interesse come lo Spice e il Grand Bazaar, la moschea Blu, Hagia Sophia e il quartiere di Karaköy.\r\n\r\nLa struttura ha subito un restauro meticoloso, che celebra il suo passato con una collezione di manufatti e oggetti d'antiquariato. Uno spazio riservato, che ospita una biblioteca di libri e cimeli, trae ispirazione dalla storia della proprietà, che ha sostenuto le fondazioni per l'istruzione. Fiori rari, libri antichi, pergamene di ceramica fatte a mano e dipinti sono esposti in teche di vetro insieme a installazioni d'arte contemporanea. L'hotel ospita anche una collezione di fotografie monocromatiche di Harun Doğan.","post_title":"La Luxury Collection di casa Marriott debutta a Istanbul con il Sanasaryan Han","post_date":"2024-03-20T11:37:36+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1710934656000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"463468","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’ADSP del Mar Ligure Orientale è presente all’ European Cruise Summit CLIA a Genova, nel padiglione Jean Nouvel, assieme a Regione Liguria, Comune di Genova, Camera di Commercio di Genova e AdSP del Mar Ligure Occidentale.\r\n \r\nForte del primato nazionale che si è conquistata negli anni e che registra nel 2023 tre milioni e centomila passeggeri sul totale di 13 milioni e ottocentomila totali che hanno scelto di visitare il nostro Paese a bordo di navi da crociere, la Liguria ha deciso di fare sistema per presentarsi ai partecipanti al Summit biennale provenienti da tutto il mondo. Del resto La Spezia, che nel 2023 ha raggiunto i 185 scali con 710.000 passeggeri (Marina di Carrara 20 scali e 15.000 passeggeri) contribuisce in modo importante all’andamento record del settore cruise della nostra Regione.\r\n \r\n«Il porto della Spezia ha raggiunto il record storico di attracchi di navi passeggeri, superando abbondantemente i livelli di traffico prepandemici – spiega Federica Montaresi, Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale - E molto ci aspettiamo dal prossimo futuro, che prevede la realizzazione entro il 2026 del nuovo molo crociere su Calata Paita, in grado di offrire nuovi accosti per navi da crociere in aggiunta al Molo Garibaldi, e la nuova Stazione Marittima, che verrà realizzata sul nuovo molo e in parte su Calata Paita, area oggi parte del porto commerciale che sarà interessata dal waterfront cittadino. Abbiamo investito non solo in infrastrutture, ma anche molto in sostenibilità. Fermo restando che anche nel contesto di questo summit sono stati mostrati i più innovativi sistemi per rendere sempre più ecologiche le navi passeggeri, l’AdSP sta avanzando con i lavori per l’elettrificazione di tutte le banchine che consentiranno lo spegnimento dei motori delle navi in sosta. Collaboriamo attivamente con la Capitaneria e l’amministrazione comunale per tenere monitorato il livello delle emissioni. Un futuro di nuove energie, non solo quelle legate all’efficientamento energetico e alla diversificazione delle fonti, ma anche quelle che verranno sprigionate con i nuovi investimenti e le importanti trasformazioni che interesseranno il nuovo waterfront per un migliore rapporto tra il porto e la città».\r\n \r\n ","post_title":"L’Adsp del Mar Ligure Orientale all’European Cruise Summit Clia, “importante fare sistema”","post_date":"2024-03-15T09:46:51+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1710496011000]}]}}

Lascia un commento