1 March 2024

1748

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Tour operator di Milano operante nel settore viaggi su misura ricerca addetta/o al booking in stage. Il candidato possiede ottime doti di problem solving e relazionali, preferibile pregressa esperienza nel turismo. Utilizzo dei principali applicativi informatici (documento di testo, foglio di calcolo, presentazione) internet, posta elettronica, buona conoscenza della lingua inglese (continui contatti con operatori stranieri).
Se interessati ed in possesso delle caratteristiche ricercate, inviare c.v. a: info@travelconfigurator.it


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 462236 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il Centro e Sud Italia si riconfermano aree di "importanza strategica" per la Slovenia, che anche quest'anno torna alla Bmt di Napoli: ben quattro i co-espositori che accompagneranno l’Ente Sloveno per il Turismo, rispetto ai due dello scorso anno. «In un’ottica di ulteriore crescita dei flussi turistici dall’Italia verso la Slovenia – conferma Aljosa Ota, direttore dell’Ente in Italia – è per noi fondamentale portare la nostra attenzione e i nostri prodotti ad un mercato che ha grosse potenzialità, che non può che crescere e che da sempre ha dimostrato grande interesse nei confronti del nostro territorio». Partecipazione a fiere, attività di co-marketing, workshop e roadshow, eventi dedicati, una carrellata di azioni che già nello scorso anno ha dato i suoi frutti quando, trainato da un dicembre 2023 da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto al 2022), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): in sostanza nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. «Parliamo di dati importanti che si inseriscono nel contesto di un anno che è stato da record per la Slovenia che è andata a posizionarsi in cima alle classifiche europee per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con una crescita rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Superarci è, quindi, una missione molto ambiziosa che può trovare il suo sbocco andando a presidiare quei territori che hanno grosse potenzialità come quelli del centro e sud Italia». I co-espositori sono due catene alberghiere, Hit Alpinea Hotels & Apartments Kranjska Gora e Sava Hotels&Resorts; un dmc locale, Palma TO e una destinazione, Love Istria. Alla luce anche dell’importante novità, già annunciata ad inizio anno, e cioè l’introduzione del Frecciarossa Milano-Lubiana per il quale è stato recentemente siglato l’accordo preliminare tra Trenitalia e SPassenger Transport, società ferroviaria slovena, per l’avvio del collegamento diretto tra il capoluogo lombardo e la capitale slovena. Il nuovo collegamento ferroviario va ad aggiungersi all’annuncio di Ryanair di posizionarsi nello scalo di Trieste (ad un’ora e mezza d’auto da Lubiana) a partire dal prossimo aprile, in un quadro d’insieme che vede Italia e Slovenia sempre più vicine, sempre più accessibili anche per gli utenti del centro e sud Italia [post_title] => La Slovenia scommette sui flussi da Centro-Sud Italia, «area di importanza strategica» [post_date] => 2024-02-26T11:46:36+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708947996000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461229 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_458219" align="alignleft" width="300"] Francesco Di Cesare[/caption] Si alza il sipario sulla settima edizione di Shopping Tourism, il forum ideato e organizzato da Risposte Turismo in partnership con Enit. L'evento, in programma venerdì 23 febbraio presso il centro congressi della sede di Confcommercio Milano, torna nel capoluogo lombardo dopo cinque anni e sarà, ancora una volta, occasione di incontro, dibattito e business networking per gli operatori interessati a conoscere dinamiche, opportunità di business e prospettive future di un fenomeno turistico che vede nell’Italia una destinazione dalle grandi potenzialità. "La scelta di riportare a Milano Shopping Tourism è stata naturale perché la città è da sempre in testa, nell’immaginario collettivo e nelle scelte effettive, alla classifica delle mete ideali per una vacanza all’insegna dello shopping - spiega Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo -. L’edizione di quest’anno assume particolare importanza, perché si svolge all’interno della Settimana della moda: un appuntamento che accende i riflettori su un tassello fondamentale del made in Italy e dell’offerta commerciale del Paese". Ricco come sempre il programma del forum, che prevede una serie cospicua di appuntamenti tra presentazioni e tavole rotonde, a cui parteciperanno oltre trenta relatori in rappresentanza del mondo del turismo, del retail e del sistema moda. Dopo i saluti introduttivi, lo stesso di Cesare presenterà la nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor, il report di ricerca di Risposte Turismo, che dal 2016 offre informazioni aggiornate, risultati di indagini ad hoc, esami di casi di studio e ricognizioni di esperienze italiane ed estere di particolare interesse sul fenomeno. L'evento proseguirà con la tavola rotonda di apertura: La moda made In Italy come traino per lo shopping tourism, un momento di confronto e dibattito sulla centralità degli articoli fashion realizzati nel nostro Paese nelle decisioni di acquisto dello shopping tourist estero, che sceglie l’Italia come meta delle proprie vacanze. A seguire, il focus si sposterà sui luoghi dello shopping con la tavola rotonda Un punto fermo per lo shopping tourism: gli outlet. I relatori, al vertice di alcune delle principali realtà retail presenti nel nostro Paese, il secondo in Europa dopo il Regno Unito per numero di outlet (27) e per superficie commerciale (748 mila mq, + 130 mila mq tra il 2011 e il 2024), si confronteranno sulle possibili strategie e azioni per intercettare e soddisfare le esigenze della domanda dei turisti dello shopping. Con la tavola rotonda Le vie dello shopping: attrattori turistici sempre più forti, il forum darà poi voce alle associazioni territoriali delle cinque grandi destinazioni italiane  protagoniste dei flussi turistici internazionali (Firenze, Milano, Napoli, Roma e Venezia), per comprendere quali soluzioni sia possibile adottare con l’obiettivo di attrarre e soddisfare le esigenze dello shopping tourist. Nel pomeriggio, il forum riprenderà con la tavola rotonda Le città accolgono i turisti dello shopping, dove i rappresentanti di alcune città italiane si confronteranno sugli impegni e le azioni volte ad aumentare la capacità di attrazione e soddisfazione dei turisti dello shopping. A seguire, un focus sullo shopping all’aria aperta, con la presentazione di due casi: i mercatini di Natale di Bolzano, da anni tra i principali eventi turistici del nord Italia durante le festività natalizie, e i mercati cittadini, da sempre elemento caratterizzante l’offerta commerciale di tantissime città italiane. Tra i temi al centro del forum anche l’innovazione, con la tavola rotonda Tecnologia e creatività per gli shopping tourist, durante la quale si passeranno in rassegna alcuni degli strumenti che arricchiscono l’attività di shopping rendendola al contempo più divertente, nonché la domanda turistica emiratina, a cui sarà dedicata una presentazione di dati con discussione a seguire. Tra i relatori che hanno già confermato la propria partecipazione, Marco Barbieri, segretario generale Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza; Gabriele Bosi, assessore al Turismo comune di Prato; Pierluigi Cocchini, ceo Rinascente; Donatella Doppio, managing director Italy McArthurGlen; Giuseppe Faraldi, assessore al Turismo comune di Sanremo; Giulio Felloni, presidente Federmoda; Marco Funel, commercial manager Sea Prime – Aeroporti di Milano; Simona Leone, head of marketing, customer journey, ux & phygital Aeroporti di Roma; Barbara Manfredini, assessore al Turismo comune di Cremona; Gabriele Masselli, presidente associazione Esercizi storici fiorentini; Giorgio Motta, general manager The Mall Luxury Outlets; Saverio Mucci, vice president - government engagement lead Mastercard; Luca Nasi, direttore Arcus Real Estate; Carla Palone, assessore allo Sviluppo economico comune di Bari; Maria Letizia Rapetti, presidente associazione Via del Babuino Roma; Stefano Rizzi, managing director Italy Global Blue; Claudio Vernier, presidente associazione Piazza San Marco Venezia.   [post_title] => Al via a Milano il 23 febbraio l'edizione 2024 del forum Shopping Tourism: il programma dell'evento [post_date] => 2024-02-09T13:20:48+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707484848000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460322 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dati ufficiali 2023 per la Slovenia che conquista il primo posto della classifica europea per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con un incremento rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Il secondo dato segna un record nella storia del turismo in Slovenia: mai erano stati così tanti i pernottamenti nel paese, neanche nel 2019. I pernottamenti totali nel 2023 hanno superato, infatti, del 2,2% quelli pre-pandemia. Infine, gli arrivi e i pernottamenti dall’estero, rispettivamente il 75,2 e il 71,6% del totale, si sono rivelati anche per lo scorso anno una risorsa imprescindibile non solo per il comparto turistico sloveno, ma per tutta l’economia del Paese. Il primo mercato è stato, anche per il 2023, la Germania, che ha detenuto un market share pari a circa il 15% del totale degli arrivi e al 16,3% dei pernottamenti esteri. Trainato da un dicembre da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto allo scorso anno), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): complessivamente nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. Seguono l’Austria (8,6% degli arrivi) e la Croazia (6,1%). «Si tratta di numeri che non possono che inorgoglirci - afferma soddisfatto Aljoša Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo in Italia – a riconferma della bontà di un lavoro straordinario che da anni portiamo avanti per promuovere la Slovenia in Italia come destinazione privilegiata». [post_title] => Slovenia: l'ottima annata del 2023 consacra l'Italia secondo mercato a livello globale [post_date] => 2024-01-30T09:37:10+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706607430000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459102 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_459112" align="alignleft" width="300"] Un'immagine della serata di Trani[/caption] Proseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo. [caption id="attachment_459113" align="alignright" width="300"] L'evento di Bari[/caption] Lux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius. Tra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi. A Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole. [post_title] => Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux* [post_date] => 2024-01-10T10:23:14+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704882194000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456933 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => EasyJet archivia l'esercizio fiscale 2022-23 con un ritorno all'utile spinto dall'aumento della domanda di viaggio, che consente alla compagnia anche di distribuire un dividendo. Nell'anno chiuso lo scorso 31 settembre i ricavi sono aumentati del 42% a 8 miliardi di sterline, con un utile prima delle imposte di 455 milioni di sterline, dopo la perdita di 178 milioni di sterline dell'anno precedente. «La nostra performance estiva record dimostra il successo della nostra strategia e che la domanda rimane forte» ha dichiarato il ceo Johan Lundgren -. Malgrado ciò, il vettore segnala che i risultati dell'inizio dell'inverno per l'anno fiscale 2024 subiranno l'impatto della guerra a Gaza, con la sospensione temporanea dei voli verso Israele e la Giordania. Tornando ai risultati dell'anno, i passeggeri trasportati hanno raggiunto quota 82,8 milioni, il 19% in più rispetto all’anno precedente. La compagnia ha aumentato la capacità di posti offerti a 92,6 milioni dagli 81,5 milioni nel 2022. Gli ancillary revenue del gruppo hanno visto un aumento del 51% a 2.950 milioni di sterline, rispetto a 1.953 milioni di sterline nel 2022. Sui costi ha pesato l’aumento del carburante del 22%. Infine, per la prima volta dalla pandemia, il vettore distribuirà un dividendo di 4,5 pence ad azione. [post_title] => EasyJet torna a fare utili. Ma sui prossimi mesi peseranno le conseguenze del conflitto in Israele [post_date] => 2023-11-28T10:30:57+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701167457000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455924 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'Irlanda delle festività invernali è un rincorrersi di mercatini di Natale che mettono in risalto uno speciale legame con il territorio e la valorizzazione delle produzioni locali. Ed è semplice raggiungere le differenti aree dell’isola dall'Italia grazie ai tanti voli che collegano numerose città del nostro Paese con gli aeroporti di Dublino, Cork, Shannon, West Ireland Knock e Belfast, in Irlanda del Nord. La loro bellezza e le possibilità di scoprire le piccole realtà artigianali sono un ottimo motivo per viaggiare verso le piccole città e i centri minori, lontani dalle rotte più battute, esplorando città come Belfast, Cork, Galway o Kilkenny.  Dublino resta il punto di partenza ideale, ma vale la pena spingersi anche oltre dopo aver fatto, magari, un passaggio alla Guiness Storehouse, il museo dedicato alla birra più famosa d’Irlanda dove andrà in scena uno speciale mercato di Natale (22 novembre 2023-6 gennaio 2024). Tappa dublinese da segnare, anche il Christmas Market allestito nel parco del Dublin Castle con sidro caldo artigianale, musica dal vivo e la giostra vintage. Poco più a sud della capitale, sempre lungo la costa, si può raggiungere Wicklow anche comodamente con i mezzi pubblici. Capoluogo dell’omonima contea, è una piccola cittadina affacciata sul mare, parte dell’area chiamata Ireland’s Ancient East. Le sue dimensioni raccolte favoriscono la sensazione di incanto con gli addobbi e le luce che abbelliscono tutto il centro e il Wicklow Christmas Market, aperto quasi tutti i giorni dal 18 novembre al 17 dicembre.  La Yulefest di Kilkenny, county town della omonima contea, merita una visita anche per i soffitti dipinti della Long Gallery. L’apertura dei mercatini è in programma per il 25 novembre, con l’arrivo di Babbo Natale, e la festa proseguirà ogni weekend fino a sabato 23 dicembre.  E ancora, a Cork, nell’ambito del ricco programma di Corkmas (18 novembre 2023 – 7 gennaio 2024) ci saranno mercatini natalizi, luminarie, installazioni a tema e una giostra panoramica. Da non mancare è l'antico English Market, attivo dal 1788. Lungo la Wild Atlantic Way, la meta perfetta per un mercatino natalizio con vista sull’immensità dell’Atlantico è Galway, città vivace che può essere affiancata a Cork come meta gastronomica irlandese di eccellenza, anche per le sue delizie ittiche. Il Mercatino di Natale 2023, in calendario dal 10 novembre al 7 gennaio, è alla sua tredicesima edizione.   Infine, a Belfast, il mercatino di Natale aperto dal 18 novembre al 23 dicembre, viene allestito in uno spazio suggestivo come quello dell’area della City Hall, l’imponente municipio cittadino. [post_title] => Irlanda: viaggio attraverso le contee illuminate dai mercatini di Natale [post_date] => 2023-11-13T12:45:25+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1699879525000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455074 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air rilancia il rinnovo della flotta con un ordine per altri 20 Airbus A321neo. L'aeromobile a corridoio singolo è configurato con 182 posti - otto in classe Prestige e 174 in classe economica.  Il vettore coreano ha preso in consegna otto dei 30 esemplari inizialmente ordinati e la prima consegna è avvenuta nel dicembre 2022. La flotta di nuova generazione verrà impiegata su rotte di breve e medio raggio per servire il network della compagnia aerea nel Sud-est asiatico, in Cina e in Giappone. "L'A321neo è in linea con l'impegno di Korean Air di ridurre l'impronta di carbonio, fornendo al contempo servizi eccezionali. Il suo design contemporaneo, la tecnologia avanzata e gli interni spaziosi ridefiniscono l'esperienza di viaggio", ha dichiarato Jong Seok Yoo, executive vice president e chief safety & operating officer del vettore. Korean Air è impegnata nella modernizzazione della flotta per garantire la sicurezza operativa, la sostenibilità e una migliore esperienza dei passeggeri. Nei prossimi anni prenderà in consegna 110 nuovi aeromobili di nuova generazione, tra cui altri 20 A321neo; 10 Boeing 787-9; 20 Boeing 787-10 e 30 Boeing 737-8. Inoltre, la compagnia aerea ha già programmato il progressivo phase-out degli A330-300 e i Boeing 777-200Er. [post_title] => Korean Air rinnova la flotta con un ordine per altri 20 Airbus A321neo [post_date] => 2023-10-30T10:49:05+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1698662945000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 454770 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sfiora i numeri del periodo pre pandemia il Polo Aeroportuale del Nord Est, che nei primi nove mesi 2023 ha totalizzato 13,9 milioni di passeggeri, pari al 96% rispetto allo stesso periodo del 2019, nonché una crescita del +22% sull’anno precedente. Proiezioni positive anche per fine 2023, che vedrà proseguire il trend di recupero, puntando a circa 17,8 milioni di passeggeri. I dati sono quelli illustrati dalla Save in occasione del Workshop dedicato alla stagione invernale 2023/2024, che ieri ha chiamato a raccolta 150 operatori del turismo, tra cui agenti di viaggio, tour operator e Destination Management Company che gestiscono flussi incoming di Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. Presenti 28 compagnie aeree e 15 enti del turismo. I tre aeroporti di Venezia, Treviso e Verona prevedono per l'inverno alle porte una domanda molto elevata di voli nazionali e internazionali, con una crescita complessiva del 5,8% di posti offerti rispetto all’inverno 2022-2023 e in linea con i livelli pre-pandemia. “Negli anni abbiamo costruito una rete di voli che serve tutti i segmenti di traffico, incoming e outgoing, turistico e business - ha dichiarato Camillo Bozzolo, direttore sviluppo aviation del Gruppo Save -. Siamo certi che questi incontri daranno ulteriore impulso non solo alla stagione che sta per iniziare, ma anche alla prossima stagione estiva, già ricca di importanti novità in termini di aumento di capacità e frequenze, con un grande ritorno di collegamenti strategici per tutto il territorio”. Tra le novità 2024 su Venezia spicca il ritorno del volo giornaliero stagionale su Chicago di American Airlines e la ripartenza anticipata a fine marzo su Atlanta di Delta Air Lines con incremento a 10 frequenze settimanali da fine maggio. Anche il volo per New York Jfk verrà riconfermato, con partenza dall’11 marzo. Per quanto riguarda il Canada, sia Air Transat che Air Canada hanno già programmato una frequenza settimanale aggiuntiva su Venezia rispetto all’estate 2023. In ambito europeo, il ritorno di Air Europa con una doppia frequenza giornaliera sull’hub di Madrid dal 21 giugno 2024, permetterà di ampliare e rafforzare i collegamenti in prosecuzione verso il Sud America. [post_title] => Polo Aeroportuale del Nord Est verso il pieno recupero del traffico pre-Covid [post_date] => 2023-10-25T10:51:20+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1698231080000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 454649 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Costa Crociere ha festeggiato i 75 anni di storia della compagnia rivivendo un percorso appassionante con i suoi protagonisti e accendendo la serata con tanta musica. Sul palco dell’ammiraglia Costa Toscana, ancorata nel porto di Genova, gli ospiti hanno condiviso le loro emozioni guidati dal direttore di Vanity Fair, Simone Marchetti, che ha esordito tornando al 1948, quando la guerra era finita da tre anni e la Anna C partì da Genova verso Buenos Aires, iniziando "75 anni di viaggi, di storie, di incontri, di volti, di artigiani; 75 anni di innovatori e di esploratori del mondo”. La storia è nelle parole di Nicola Costa, presidente di Costa Crociere fino al 2000, quando sottolinea che l’azienda di oggi è il frutto di importanti valori familiari portati avanti nel tempo e ricorda la meraviglia di tanti viaggi indimenticabili, come quello dell’Eugenio C, nel 1966, quando a bordo "c’erano il mondo dei viaggi e quello dei migranti, perché tante famiglie andavano in Sud America per farsi una nuova vita". Uno sguardo alla storia, quindi, ma anche al futuro, con Mario Zanetti, a.d. di Costa Crociere, che afferma: "Sin da studente ho amato le navi di Costa, testimoni di tecnologia e di eleganza. Luogo di incontro e di condivisione. Mi emoziona sempre vedere i colleghi che si prendono cura degli ospiti a bordo. Il momento per me più emozionante? Quando la nave entra in porto all’alba, abbracciata dalla città. Oggi vogliamo festeggiare il percorso che ci ha portato fino a qui e guardiamo ai prossimi 75 anni!". Una nota di entusiasmo che emerge anche nelle parole del sindaco di Genova, Marco Bucci: "Accogliere una nave nel porto è una cosa bellissima. Significa anche che per 75 anni Costa ha dato lavoro a centinaia di persone, portando della nostra città un milione di ospiti". Il sindaco Bucci coglie l’occasione per promuovere l’eccellenza turistica italiana. "Si può fare moltissimo - afferma - perché l’Italia è un paese meraviglioso. Dobbiamo accogliere i turisti garantendo loro un’experience dove il tradizionale e il culturale incontrino il contemporaneo senza mai smettere di sorprendere". Sul palco della Costa Toscana, dopo il comandante Giulio Valestra e il ceo di Carnival Corporation, Josh Weinstein, incantato da una recente crociera vissuta su Costa Toscana con la famiglia, si sono succeduti i rappresentanti delle istituzioni portuali e regionali liguri. In primo piano anche lo chef Barbieri che, con la consueta simpatia, ha raccontato i suoi esordi nel mondo della gastronomia: "Ho iniziato a fare il cuoco sulle navi da crociera negli anni ‘80: ero solo un ragazzino e mi occupavo di guarnizioni e contorni. Già allora sognavo di diventare lo chef di una grande nave. Ci sono riuscito e oggi sono felice di fare parte di questa grande azienda: non me ne andrei mai, perché Costa non è solo una nave, ma una grande famiglia che crea posti di lavoro, formando i giovani". Un sentimento condiviso da chi ha partecipato al settantacinquesimo di Costa, che è stato rallegrato anche da due momenti musicali: il primo a bordo, accompagnato dal canto intenso e dalla simpatia di Malika Ayane, il secondo, a indimenticabile conclusione della serata, con il primo appuntamento italiano del Monumental Tour del dj francese Michael Canitrot: uno show che ha combinato musica elettronica, luci e digital-art proiettando sul palazzo Ducale di Genova scenografie ispirate alla città, al suo mare e alla sua storia. [gallery ids="454651,454654,454655,454659,454660,454658"] [post_title] => I 75 anni di Costa: la festa a Genova, tra storia, istituzioni e tanta musica [post_date] => 2023-10-24T11:30:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1698147026000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1748" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":21,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":63,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"462236","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il Centro e Sud Italia si riconfermano aree di \"importanza strategica\" per la Slovenia, che anche quest'anno torna alla Bmt di Napoli: ben quattro i co-espositori che accompagneranno l’Ente Sloveno per il Turismo, rispetto ai due dello scorso anno.\r\n\r\n«In un’ottica di ulteriore crescita dei flussi turistici dall’Italia verso la Slovenia – conferma Aljosa Ota, direttore dell’Ente in Italia – è per noi fondamentale portare la nostra attenzione e i nostri prodotti ad un mercato che ha grosse potenzialità, che non può che crescere e che da sempre ha dimostrato grande interesse nei confronti del nostro territorio».\r\n\r\nPartecipazione a fiere, attività di co-marketing, workshop e roadshow, eventi dedicati, una carrellata di azioni che già nello scorso anno ha dato i suoi frutti quando, trainato da un dicembre 2023 da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto al 2022), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): in sostanza nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia.\r\n\r\n«Parliamo di dati importanti che si inseriscono nel contesto di un anno che è stato da record per la Slovenia che è andata a posizionarsi in cima alle classifiche europee per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con una crescita rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Superarci è, quindi, una missione molto ambiziosa che può trovare il suo sbocco andando a presidiare quei territori che hanno grosse potenzialità come quelli del centro e sud Italia».\r\n\r\nI co-espositori sono due catene alberghiere, Hit Alpinea Hotels & Apartments Kranjska Gora e Sava Hotels&Resorts; un dmc locale, Palma TO e una destinazione, Love Istria.\r\n\r\nAlla luce anche dell’importante novità, già annunciata ad inizio anno, e cioè l’introduzione del Frecciarossa Milano-Lubiana per il quale è stato recentemente siglato l’accordo preliminare tra Trenitalia e SPassenger Transport, società ferroviaria slovena, per l’avvio del collegamento diretto tra il capoluogo lombardo e la capitale slovena. Il nuovo collegamento ferroviario va ad aggiungersi all’annuncio di Ryanair di posizionarsi nello scalo di Trieste (ad un’ora e mezza d’auto da Lubiana) a partire dal prossimo aprile, in un quadro d’insieme che vede Italia e Slovenia sempre più vicine, sempre più accessibili anche per gli utenti del centro e sud Italia","post_title":"La Slovenia scommette sui flussi da Centro-Sud Italia, «area di importanza strategica»","post_date":"2024-02-26T11:46:36+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708947996000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461229","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_458219\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Francesco Di Cesare[/caption]\r\n\r\nSi alza il sipario sulla settima edizione di Shopping Tourism, il forum ideato e organizzato da Risposte Turismo in partnership con Enit. L'evento, in programma venerdì 23 febbraio presso il centro congressi della sede di Confcommercio Milano, torna nel capoluogo lombardo dopo cinque anni e sarà, ancora una volta, occasione di incontro, dibattito e business networking per gli operatori interessati a conoscere dinamiche, opportunità di business e prospettive future di un fenomeno turistico che vede nell’Italia una destinazione dalle grandi potenzialità.\r\n\r\n\"La scelta di riportare a Milano Shopping Tourism è stata naturale perché la città è da sempre in testa, nell’immaginario collettivo e nelle scelte effettive, alla classifica delle mete ideali per una vacanza all’insegna dello shopping - spiega Francesco di Cesare, presidente Risposte Turismo -. L’edizione di quest’anno assume particolare importanza, perché si svolge all’interno della Settimana della moda: un appuntamento che accende i riflettori su un tassello fondamentale del made in Italy e dell’offerta commerciale del Paese\".\r\n\r\nRicco come sempre il programma del forum, che prevede una serie cospicua di appuntamenti tra presentazioni e tavole rotonde, a cui parteciperanno oltre trenta relatori in rappresentanza del mondo del turismo, del retail e del sistema moda. Dopo i saluti introduttivi, lo stesso di Cesare presenterà la nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor, il report di ricerca di Risposte Turismo, che dal 2016 offre informazioni aggiornate, risultati di indagini ad hoc, esami di casi di studio e ricognizioni di esperienze italiane ed estere di particolare interesse sul fenomeno. L'evento proseguirà con la tavola rotonda di apertura: La moda made In Italy come traino per lo shopping tourism, un momento di confronto e dibattito sulla centralità degli articoli fashion realizzati nel nostro Paese nelle decisioni di acquisto dello shopping tourist estero, che sceglie l’Italia come meta delle proprie vacanze. A seguire, il focus si sposterà sui luoghi dello shopping con la tavola rotonda Un punto fermo per lo shopping tourism: gli outlet. I relatori, al vertice di alcune delle principali realtà retail presenti nel nostro Paese, il secondo in Europa dopo il Regno Unito per numero di outlet (27) e per superficie commerciale (748 mila mq, + 130 mila mq tra il 2011 e il 2024), si confronteranno sulle possibili strategie e azioni per intercettare e soddisfare le esigenze della domanda dei turisti dello shopping.\r\n\r\nCon la tavola rotonda Le vie dello shopping: attrattori turistici sempre più forti, il forum darà poi voce alle associazioni territoriali delle cinque grandi destinazioni italiane  protagoniste dei flussi turistici internazionali (Firenze, Milano, Napoli, Roma e Venezia), per comprendere quali soluzioni sia possibile adottare con l’obiettivo di attrarre e soddisfare le esigenze dello shopping tourist. Nel pomeriggio, il forum riprenderà con la tavola rotonda Le città accolgono i turisti dello shopping, dove i rappresentanti di alcune città italiane si confronteranno sugli impegni e le azioni volte ad aumentare la capacità di attrazione e soddisfazione dei turisti dello shopping. A seguire, un focus sullo shopping all’aria aperta, con la presentazione di due casi: i mercatini di Natale di Bolzano, da anni tra i principali eventi turistici del nord Italia durante le festività natalizie, e i mercati cittadini, da sempre elemento caratterizzante l’offerta commerciale di tantissime città italiane. Tra i temi al centro del forum anche l’innovazione, con la tavola rotonda Tecnologia e creatività per gli shopping tourist, durante la quale si passeranno in rassegna alcuni degli strumenti che arricchiscono l’attività di shopping rendendola al contempo più divertente, nonché la domanda turistica emiratina, a cui sarà dedicata una presentazione di dati con discussione a seguire.\r\n\r\nTra i relatori che hanno già confermato la propria partecipazione, Marco Barbieri, segretario generale Unione Confcommercio Milano Lodi Monza e Brianza; Gabriele Bosi, assessore al Turismo comune di Prato; Pierluigi Cocchini, ceo Rinascente; Donatella Doppio, managing director Italy McArthurGlen; Giuseppe Faraldi, assessore al Turismo comune di Sanremo; Giulio Felloni, presidente Federmoda; Marco Funel, commercial manager Sea Prime – Aeroporti di Milano; Simona Leone, head of marketing, customer journey, ux & phygital Aeroporti di Roma; Barbara Manfredini, assessore al Turismo comune di Cremona; Gabriele Masselli, presidente associazione Esercizi storici fiorentini; Giorgio Motta, general manager The Mall Luxury Outlets; Saverio Mucci, vice president - government engagement lead Mastercard; Luca Nasi, direttore Arcus Real Estate; Carla Palone, assessore allo Sviluppo economico comune di Bari; Maria Letizia Rapetti, presidente associazione Via del Babuino Roma; Stefano Rizzi, managing director Italy Global Blue; Claudio Vernier, presidente associazione Piazza San Marco Venezia.\r\n\r\n ","post_title":"Al via a Milano il 23 febbraio l'edizione 2024 del forum Shopping Tourism: il programma dell'evento","post_date":"2024-02-09T13:20:48+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1707484848000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460322","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dati ufficiali 2023 per la Slovenia che conquista il primo posto della classifica europea per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con un incremento rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022.\r\n\r\nIl secondo dato segna un record nella storia del turismo in Slovenia: mai erano stati così tanti i pernottamenti nel paese, neanche nel 2019. I pernottamenti totali nel 2023 hanno superato, infatti, del 2,2% quelli pre-pandemia.\r\n\r\nInfine, gli arrivi e i pernottamenti dall’estero, rispettivamente il 75,2 e il 71,6% del totale, si sono rivelati anche per lo scorso anno una risorsa imprescindibile non solo per il comparto turistico sloveno, ma per tutta l’economia del Paese. Il primo mercato è stato, anche per il 2023, la Germania, che ha detenuto un market share pari a circa il 15% del totale degli arrivi e al 16,3% dei pernottamenti esteri.\r\n\r\nTrainato da un dicembre da record, che ha visto ben 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto allo scorso anno), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): complessivamente nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. Seguono l’Austria (8,6% degli arrivi) e la Croazia (6,1%).\r\n\r\n«Si tratta di numeri che non possono che inorgoglirci - afferma soddisfatto Aljoša Ota, direttore dell’Ente sloveno per il turismo in Italia – a riconferma della bontà di un lavoro straordinario che da anni portiamo avanti per promuovere la Slovenia in Italia come destinazione privilegiata».","post_title":"Slovenia: l'ottima annata del 2023 consacra l'Italia secondo mercato a livello globale","post_date":"2024-01-30T09:37:10+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1706607430000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459102","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_459112\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Un'immagine della serata di Trani[/caption]\r\n\r\nProseguono le serate Azemar, che a fine anno hanno visto protagoniste due località della Puglia in collaborazione con Lux* Resorts & Hotels: giovedì 21 dicembre 2023, l'evento si è tenuto a Trani, nella cornice delle Lampare al Fortino, mentre venerdì 22 è stata la volta del ristorante la Battigia di Bari. Alle due serate hanno partecipato, per Azemar, Maila Lattanzio, in qualità di area sales Puglia e Basilicata, per Lux* la responsabile Italia, Spagna e Portogallo, Denise Cattaneo.\r\n\r\n[caption id=\"attachment_459113\" align=\"alignright\" width=\"300\"] L'evento di Bari[/caption]\r\n\r\nLux* è una collezione di resort e hotel a 5 stelle e 5 stelle lusso nell’oceano Indiano, tra Mauritius, Reunion e Maldive. Lo scorso 1° ottobre la compagnia ha visto l'attesissima riapertura del Lux* Belle Mare, 5 stelle da 174 suite e 12 ville situato sulla selvaggia costa orientale di Mauritius, immerso in lussureggianti giardini tropicali vicino al caratteristico villaggio omonimo. Dopo oltre un anno di lavori di ristrutturazione, il complesso, con la sua architettura progettata dall'architetto mauriziano Jean-Francois Adam, si presenta con un nuovo design, pur mantenendo il suo dna family-oriented. I nuovi interni dalle tonalità rilassanti, dove il minimalismo incontra lo stile tropicale, sono stati in particolare concepiti da Jean-Marc Tang, designer mauriziano di fama internazionale. Della collezione The Lux Collective, fanno parte anche i brand Tamassa e Salt, con i rispettivi Tamassa Bel Ombre e Salt of Palmar, sempre a Mauritius.\r\n\r\nTra gli agenti di viaggio che hanno partecipato alla serata di Trani, Valeria della Gattinoni Point, Luigi, Giordano, Gianni e Anna Giulia della a Proposito di Viaggi, Gianluca e Valeria della Ormas Viaggi, Carmela della Cumira Viaggi, Nicola e Sebastiano della Vassallucci Viaggi, Simona e Antonio della My Mondo, Francesca e Antonio della Marviraise, Antonio della Matera Viaggi,  Gianluca della Bv Viaggi, Antonio della Astro Tour, Claudio della C&C, Leonardo della Tuttiviaggi, Loredana della Luci sul Mondo e Maddalena della Maddalena Colamussi.\r\n\r\nA Bari invece erano presenti sempre Valeria della Gattinoni Point e poi  Vito della Squadro Viaggi,  Simone della Safira Viaggi, Spillo e Roberta della i Viaggi di Spiro, Oronzo e Sabbino della Eurocomex, Manuel e Domenico della Aprile Viaggi, Domenica e Mariella della Vierre Viaggi, nonché Vito della Spazio Sole.","post_title":"Si sono svolte in Puglia le serate natalizie di Azemar in collaborazione con Lux*","post_date":"2024-01-10T10:23:14+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1704882194000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456933","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"EasyJet archivia l'esercizio fiscale 2022-23 con un ritorno all'utile spinto dall'aumento della domanda di viaggio, che consente alla compagnia anche di distribuire un dividendo.\r\n\r\nNell'anno chiuso lo scorso 31 settembre i ricavi sono aumentati del 42% a 8 miliardi di sterline, con un utile prima delle imposte di 455 milioni di sterline, dopo la perdita di 178 milioni di sterline dell'anno precedente.\r\n\r\n«La nostra performance estiva record dimostra il successo della nostra strategia e che la domanda rimane forte» ha dichiarato il ceo Johan Lundgren -. Malgrado ciò, il vettore segnala che i risultati dell'inizio dell'inverno per l'anno fiscale 2024 subiranno l'impatto della guerra a Gaza, con la sospensione temporanea dei voli verso Israele e la Giordania.\r\n\r\nTornando ai risultati dell'anno, i passeggeri trasportati hanno raggiunto quota 82,8 milioni, il 19% in più rispetto all’anno precedente. La compagnia ha aumentato la capacità di posti offerti a 92,6 milioni dagli 81,5 milioni nel 2022.\r\nGli ancillary revenue del gruppo hanno visto un aumento del 51% a 2.950 milioni di sterline, rispetto a 1.953 milioni di sterline nel 2022. Sui costi ha pesato l’aumento del carburante del 22%.\r\nInfine, per la prima volta dalla pandemia, il vettore distribuirà un dividendo di 4,5 pence ad azione.","post_title":"EasyJet torna a fare utili. Ma sui prossimi mesi peseranno le conseguenze del conflitto in Israele","post_date":"2023-11-28T10:30:57+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1701167457000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455924","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'Irlanda delle festività invernali è un rincorrersi di mercatini di Natale che mettono in risalto uno speciale legame con il territorio e la valorizzazione delle produzioni locali. Ed è semplice raggiungere le differenti aree dell’isola dall'Italia grazie ai tanti voli che collegano numerose città del nostro Paese con gli aeroporti di Dublino, Cork, Shannon, West Ireland Knock e Belfast, in Irlanda del Nord.\r\n\r\nLa loro bellezza e le possibilità di scoprire le piccole realtà artigianali sono un ottimo motivo per viaggiare verso le piccole città e i centri minori, lontani dalle rotte più battute, esplorando città come Belfast, Cork, Galway o Kilkenny. \r\n\r\nDublino resta il punto di partenza ideale, ma vale la pena spingersi anche oltre dopo aver fatto, magari, un passaggio alla Guiness Storehouse, il museo dedicato alla birra più famosa d’Irlanda dove andrà in scena uno speciale mercato di Natale (22 novembre 2023-6 gennaio 2024). Tappa dublinese da segnare, anche il Christmas Market allestito nel parco del Dublin Castle con sidro caldo artigianale, musica dal vivo e la giostra vintage.\r\n\r\nPoco più a sud della capitale, sempre lungo la costa, si può raggiungere Wicklow anche comodamente con i mezzi pubblici. Capoluogo dell’omonima contea, è una piccola cittadina affacciata sul mare, parte dell’area chiamata Ireland’s Ancient East. Le sue dimensioni raccolte favoriscono la sensazione di incanto con gli addobbi e le luce che abbelliscono tutto il centro e il Wicklow Christmas Market, aperto quasi tutti i giorni dal 18 novembre al 17 dicembre. \r\n\r\nLa Yulefest di Kilkenny, county town della omonima contea, merita una visita anche per i soffitti dipinti della Long Gallery. L’apertura dei mercatini è in programma per il 25 novembre, con l’arrivo di Babbo Natale, e la festa proseguirà ogni weekend fino a sabato 23 dicembre. \r\n\r\nE ancora, a Cork, nell’ambito del ricco programma di Corkmas (18 novembre 2023 – 7 gennaio 2024) ci saranno mercatini natalizi, luminarie, installazioni a tema e una giostra panoramica. Da non mancare è l'antico English Market, attivo dal 1788.\r\n\r\nLungo la Wild Atlantic Way, la meta perfetta per un mercatino natalizio con vista sull’immensità dell’Atlantico è Galway, città vivace che può essere affiancata a Cork come meta gastronomica irlandese di eccellenza, anche per le sue delizie ittiche. Il Mercatino di Natale 2023, in calendario dal 10 novembre al 7 gennaio, è alla sua tredicesima edizione.  \r\n\r\nInfine, a Belfast, il mercatino di Natale aperto dal 18 novembre al 23 dicembre, viene allestito in uno spazio suggestivo come quello dell’area della City Hall, l’imponente municipio cittadino.","post_title":"Irlanda: viaggio attraverso le contee illuminate dai mercatini di Natale","post_date":"2023-11-13T12:45:25+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1699879525000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455074","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Korean Air rilancia il rinnovo della flotta con un ordine per altri 20 Airbus A321neo. L'aeromobile a corridoio singolo è configurato con 182 posti - otto in classe Prestige e 174 in classe economica. \r\n\r\nIl vettore coreano ha preso in consegna otto dei 30 esemplari inizialmente ordinati e la prima consegna è avvenuta nel dicembre 2022. La flotta di nuova generazione verrà impiegata su rotte di breve e medio raggio per servire il network della compagnia aerea nel Sud-est asiatico, in Cina e in Giappone.\r\n\r\n\"L'A321neo è in linea con l'impegno di Korean Air di ridurre l'impronta di carbonio, fornendo al contempo servizi eccezionali. Il suo design contemporaneo, la tecnologia avanzata e gli interni spaziosi ridefiniscono l'esperienza di viaggio\", ha dichiarato Jong Seok Yoo, executive vice president e chief safety & operating officer del vettore.\r\n\r\nKorean Air è impegnata nella modernizzazione della flotta per garantire la sicurezza operativa, la sostenibilità e una migliore esperienza dei passeggeri. Nei prossimi anni prenderà in consegna 110 nuovi aeromobili di nuova generazione, tra cui altri 20 A321neo; 10 Boeing 787-9; 20 Boeing 787-10 e 30 Boeing 737-8. Inoltre, la compagnia aerea ha già programmato il progressivo phase-out degli A330-300 e i Boeing 777-200Er.","post_title":"Korean Air rinnova la flotta con un ordine per altri 20 Airbus A321neo","post_date":"2023-10-30T10:49:05+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1698662945000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"454770","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sfiora i numeri del periodo pre pandemia il Polo Aeroportuale del Nord Est, che nei primi nove mesi 2023 ha totalizzato 13,9 milioni di passeggeri, pari al 96% rispetto allo stesso periodo del 2019, nonché una crescita del +22% sull’anno precedente. Proiezioni positive anche per fine 2023, che vedrà proseguire il trend di recupero, puntando a circa 17,8 milioni di passeggeri.\r\nI dati sono quelli illustrati dalla Save in occasione del Workshop dedicato alla stagione invernale 2023/2024, che ieri ha chiamato a raccolta 150 operatori del turismo, tra cui agenti di viaggio, tour operator e Destination Management Company che gestiscono flussi incoming di Veneto, Trentino e Friuli Venezia Giulia. Presenti 28 compagnie aeree e 15 enti del turismo.\r\nI tre aeroporti di Venezia, Treviso e Verona prevedono per l'inverno alle porte una domanda molto elevata di voli nazionali e internazionali, con una crescita complessiva del 5,8% di posti offerti rispetto all’inverno 2022-2023 e in linea con i livelli pre-pandemia.\r\n“Negli anni abbiamo costruito una rete di voli che serve tutti i segmenti di traffico, incoming e outgoing, turistico e business - ha dichiarato Camillo Bozzolo, direttore sviluppo aviation del Gruppo Save -. Siamo certi che questi incontri daranno ulteriore impulso non solo alla stagione che sta per iniziare, ma anche alla prossima stagione estiva, già ricca di importanti novità in termini di aumento di capacità e frequenze, con un grande ritorno di collegamenti strategici per tutto il territorio”.\r\nTra le novità 2024 su Venezia spicca il ritorno del volo giornaliero stagionale su Chicago di American Airlines e la ripartenza anticipata a fine marzo su Atlanta di Delta Air Lines con incremento a 10 frequenze settimanali da fine maggio. Anche il volo per New York Jfk verrà riconfermato, con partenza dall’11 marzo.\r\nPer quanto riguarda il Canada, sia Air Transat che Air Canada hanno già programmato una frequenza settimanale aggiuntiva su Venezia rispetto all’estate 2023.\r\nIn ambito europeo, il ritorno di Air Europa con una doppia frequenza giornaliera sull’hub di Madrid dal 21 giugno 2024, permetterà di ampliare e rafforzare i collegamenti in prosecuzione verso il Sud America.","post_title":"Polo Aeroportuale del Nord Est verso il pieno recupero del traffico pre-Covid","post_date":"2023-10-25T10:51:20+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1698231080000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"454649","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Costa Crociere ha festeggiato i 75 anni di storia della compagnia rivivendo un percorso appassionante con i suoi protagonisti e accendendo la serata con tanta musica. Sul palco dell’ammiraglia Costa Toscana, ancorata nel porto di Genova, gli ospiti hanno condiviso le loro emozioni guidati dal direttore di Vanity Fair, Simone Marchetti, che ha esordito tornando al 1948, quando la guerra era finita da tre anni e la Anna C partì da Genova verso Buenos Aires, iniziando \"75 anni di viaggi, di storie, di incontri, di volti, di artigiani; 75 anni di innovatori e di esploratori del mondo”. La storia è nelle parole di Nicola Costa, presidente di Costa Crociere fino al 2000, quando sottolinea che l’azienda di oggi è il frutto di importanti valori familiari portati avanti nel tempo e ricorda la meraviglia di tanti viaggi indimenticabili, come quello dell’Eugenio C, nel 1966, quando a bordo \"c’erano il mondo dei viaggi e quello dei migranti, perché tante famiglie andavano in Sud America per farsi una nuova vita\". \r\nUno sguardo alla storia, quindi, ma anche al futuro, con Mario Zanetti, a.d. di Costa Crociere, che afferma: \"Sin da studente ho amato le navi di Costa, testimoni di tecnologia e di eleganza. Luogo di incontro e di condivisione. Mi emoziona sempre vedere i colleghi che si prendono cura degli ospiti a bordo. Il momento per me più emozionante? Quando la nave entra in porto all’alba, abbracciata dalla città. Oggi vogliamo festeggiare il percorso che ci ha portato fino a qui e guardiamo ai prossimi 75 anni!\". Una nota di entusiasmo che emerge anche nelle parole del sindaco di Genova, Marco Bucci: \"Accogliere una nave nel porto è una cosa bellissima. Significa anche che per 75 anni Costa ha dato lavoro a centinaia di persone, portando della nostra città un milione di ospiti\". Il sindaco Bucci coglie l’occasione per promuovere l’eccellenza turistica italiana. \"Si può fare moltissimo - afferma - perché l’Italia è un paese meraviglioso. Dobbiamo accogliere i turisti garantendo loro un’experience dove il tradizionale e il culturale incontrino il contemporaneo senza mai smettere di sorprendere\". \r\nSul palco della Costa Toscana, dopo il comandante Giulio Valestra e il ceo di Carnival Corporation, Josh Weinstein, incantato da una recente crociera vissuta su Costa Toscana con la famiglia, si sono succeduti i rappresentanti delle istituzioni portuali e regionali liguri. In primo piano anche lo chef Barbieri che, con la consueta simpatia, ha raccontato i suoi esordi nel mondo della gastronomia: \"Ho iniziato a fare il cuoco sulle navi da crociera negli anni ‘80: ero solo un ragazzino e mi occupavo di guarnizioni e contorni. Già allora sognavo di diventare lo chef di una grande nave. Ci sono riuscito e oggi sono felice di fare parte di questa grande azienda: non me ne andrei mai, perché Costa non è solo una nave, ma una grande famiglia che crea posti di lavoro, formando i giovani\". Un sentimento condiviso da chi ha partecipato al settantacinquesimo di Costa, che è stato rallegrato anche da due momenti musicali: il primo a bordo, accompagnato dal canto intenso e dalla simpatia di Malika Ayane, il secondo, a indimenticabile conclusione della serata, con il primo appuntamento italiano del Monumental Tour del dj francese Michael Canitrot: uno show che ha combinato musica elettronica, luci e digital-art proiettando sul palazzo Ducale di Genova scenografie ispirate alla città, al suo mare e alla sua storia.\r\n[gallery ids=\"454651,454654,454655,454659,454660,454658\"]","post_title":"I 75 anni di Costa: la festa a Genova, tra storia, istituzioni e tanta musica","post_date":"2023-10-24T11:30:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1698147026000]}]}}

Lascia un commento