9 December 2022

1719

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

Product manager, responsabile booking, ufficio gruppi, direttore tecnico regione Lombardia, con ventitre anni di esperienza presso tour operator, valuta offerte di impiego in Milano.
Andrea, tel. 335 6140074.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434760 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sky express vola alto: il vettore greco, secondo i dati Eurocontrol, è la compagnia europea con il più alto incremento di operazioni di volo nel 2022. Sky express ha registrato quest'anno un aumento del 162% del traffico rispetto al 2019, che la pone al primo posto tra tutte le compagnie aeree europee. Allo stesso tempo, secondo il "Friday network fact" pubblicato il 18/11/2022, Sky express, con 119 voli giornalieri, si colloca al 38° posto nella classifica dei vettori più trafficati in tutto il network europeo. Questo sviluppo conferma il forte potenziale di crescita del vettore, ora riconosciuto a livello internazionale dalle principali organizzazioni del settore dell'aviazione. "Una dinamica basata su una buona preparazione, sull'analisi delle tendenze del mercato, su continui investimenti in sicurezza, innovazione, risorse umane - sottolinea una nota del vettore -. È indicativo il fatto che, nonostante l'impressionante aumento delle operazioni di volo, Sky express non abbia cancellato un solo volo per tutto il periodo estivo, mentre grazie a Skyserv, la società di assistenza a terra del Gruppo Iogr a cui la compagnia appartiene, ha registrato il numero relativamente basso di problemi, in un periodo molto difficile per tutti gli aeroporti europei".   [post_title] => Sky express supera di netto i livelli di traffico del 2019 [post_date] => 2022-11-24T14:55:25+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669301725000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432471 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Comincerà a navigare da maggio del prossimo anno la Coquelicot, la nuova imbarcazione fluviale firmata Belmond. Accompagnerà i suoi ospiti in un viaggio fiabesco nella regione della Champagne, dove attraverserà scenografici canali che regalano panorami e punti di osservazione unici. Sarà dotata di tre lussuose cabine con servizi ensuite, di un salone interno con un champagne bar, frutto della partnership con Maison Ruinart, e di un ampio ponte all'aperto per momenti di relax, per consumare una squisita cena e fare due chiacchiere. Grazie proprio alla collaborazione con la più antica casa di champagne al mondo, fondata a Reims nel 1729, gli ospiti potranno tra le altre cose assaporare a bordo un pranzo di degustazione privato preparato dalla chef della Maison Ruinart, Valérie Radou, insieme al capo chef della Coquelicot. Nel quadro di questa partnership, gli ospiti della nave parteciperanno inoltre a visite guidate private dello storico vigneto Taissy, dove scopriranno anche le ultime iniziative di sostenibilità del marchio. Progettata dal rinomato duo francese Humbert & Poyet, la Coquelicot vanta anche due salotti, una cucina a vista e una zona pranzo ombreggiata. Con l'aiuto di un guest experience executive personale, gli ospiti della Coquelicot creeranno quindi il loro itinerario selezionando attività uniche da una serie di esperienze suggerite appositamente per loro dal team di esperti Belmond. La Coquelicot, A Belmond Boat, Champagne fa parte di Les Bateaux Belmond, flotta di barche del marchio in Francia. Questa include anche l'Alouette, Canal Du Midi; la Pivoine, Camargue; la Napoléon, Provence; l'Amaryllis, Burgundy; la Fleur De Lys, Burgundy e la Lilas, Burgundy. I prezzi per la Coquelicot partono da 82 mila euro. Sono disponibili trasferimenti in elicottero da Parigi su richiesta. [post_title] => Gruppo Belmond: la nuova Coquelicot navigherà da maggio tra i canali della Champagne [post_date] => 2022-10-19T09:05:06+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666170306000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432381 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Luxair ha aperto le vendite dei voli per Pescara, che saranno operativi dal 27 marzo 2023, con l'introduzione dell'orario estivo. Con un volo di sole 2,10 ore dal Lussemburgo e tariffe a partire da  119 euro per il viaggio di andata e ritorno, la nuova rotta sarà operata due volte alla settimana, il lunedì e il venerdì. Con l'aggiunta di Pescara, Luxair amplierà il network sull'Italia che conterà quindi 14 destinazioni. Sempre per l'estate 2023, e precisamente dal 30 aprile, la compagnia aerea aggiungerà anche una nuova rotta verso Spalato, che sarà operata con un volo alla settimana, la domenica. Nel frattempo, in vista della stagione invernale ormai alle porte, la compagnia aerea del Lussemburgo potenzierà le frequenze su alcune delle destinazioni maggiormente richieste: su Porto, Palma di Maiorca, Faro, Dublino, Oslo e Amburgo. Infine, per la prima volta, quest'inverno il vettore volerà anche a Praga - finora servita solo durante la summer - con due voli settimanali il venerdì e il lunedì. [post_title] => Luxair: aperte le vendite dei voli per Pescara, con due frequenze settimanali [post_date] => 2022-10-18T09:06:51+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666084011000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 432010 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_424433" align="alignleft" width="300"] Franco Gattinoni, presidente gruppo Gattinoni[/caption] Non esiste attività al mondo che non produca biossido di carbonio. Ma le emissioni di CO2 si possono – e si devono – compensare, così da svolgere il proprio business con un impatto neutro sul pianeta. Il Gruppo Gattinoni ha scelto di impegnarsi in questo percorso, insieme alla startup Up2You, azienda B Corp fra le uniche 3 in Italia autorizzate a ritirare e gestire Carbon Credit VCS (Verified Carbon Standard) attraverso progetti certificati internazionalmente e su Blockchain. L’avvio di questo percorso del Gruppo Gattinoni è in concomitanza della partecipazione alla manifestazione fieristica Ttg Travel Experience, con il primo e unico Neutral Stand. La startup greentech Up2You ha certificato le emissioni di CO2 dello stand e chi si recherà nel Padiglione C3/150-171, riceverà un braccialetto in carta biodegradabile, che potrà essere piantato e generare fiori, unitamente a un codice QR da utilizzare per aderire a uno dei progetti sostenibili certificati, selezionati dal Gruppo Gattinoni, che mirano a compensare le emissioni di CO2 dello stand. Tutti coloro che aderiranno riceveranno un certificato personalizzato con nome, logo dell’azienda e progetto supportato. «Noi guardiamo sempre al futuro, in ogni scelta che facciamo - ha commentato Franco Gattinoni, presidente Gruppo Gattinoni -. È arrivato il momento di iniziare anche il percorso di sostenibilità aziendale che riguarderà tutto il Gruppo, attraverso lo studio di soluzioni che vanno verso la riduzione dell’inquinamento. Un progetto che coinvolgerà più reparti dell’azienda: Risorse Umane, Logistica, Comunicazione, Prodotto, Business Travel, Mice; tutti i dipendenti dovranno sentirsi parte di un cambiamento culturale importante. Ci attiveremo nelle sedi e nelle agenzie di proprietà, augurandoci in un secondo momento di coinvolgere tutte le agenzie del network. La crescita del business e la tutela del patrimonio ambientale non devono essere percepiti come obiettivi in antitesi, specialmente nel nostro settore, dove far scoprire alle persone la bellezza del mondo è il cardine delle nostre attività”. Il progetto Carbon Neutral interesserà tutte le Business Unit del Gruppo e procederà per step. Sul fronte Mice, il gruppo Gattinoni propone ai propri clienti Neutral Events ovvero eventi in cui viene calcolato l’impatto ambientale e viene analizzata la strategia di coinvolgimento dei partecipanti per la neutralizzazione delle emissioni. Il primo evento Carbon Neutral è già stato realizzato per MetLife; è stato calcolato l’impatto ambientale dell’evento che si è svolto presso il ristorante di Carlo Cracco “Carlo al Naviglio”, e si sono neutralizzate le emissioni di CO2 attraverso l’adesione a un progetto green certificato internazionalmente, la conversione di un’area forestale, che ha visto come parte attiva i 70 business partner dell’azienda. In ambito Business Travel l’impegno è di certificare le emissioni delle trasferte aziendali e di proporre ai clienti opzioni di trasferte sostenibili e pacchetti di compensazione. In tema Viaggi saranno proposti viaggi certificati Zero Emissioni: il consumatore, attraverso l’acquisto di specifici tour Travel Experience, avrà la possibilità di compensare le emissioni prodotte dal viaggio e dalla permanenza nelle strutture e di scegliere a quali progetti aderire. Anche le persone del Gruppo Gattinoni non si sottrarranno alla sfida. A breve inizierà il percorso dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo attraverso PlaNet, la piattaforma di green engagement aziendale che permette ai colleghi di sfidarsi con quiz e missioni green in un percorso mirato verso la sostenibilità ambientale. Commenta Isabella Maggi, direttore marketing & comunicazione gruppo Gattinoni: «Sul fronte della comunicazione l’impegno di Gattinoni sarà monitorabile attraverso una landing page dedicata su Up2You, attraverso il logo Carbon Neutral che sarà messo sui progetti (Up2You Certified), il widget di impatto e la Climate Map dove sono dislocati tutti i progetti sostenuti. La nostra natura si basa sulla concretezza; non ci interessa un greenwashing per darci lustro ma al contrario assumerci una maggiore responsabilità. Le nuove generazioni hanno il diritto di vivere in condizioni idonee alla loro crescita». [post_title] => Gruppo Gattinoni: avanti tutta per diventare impresa carbon neutral [post_date] => 2022-10-11T10:21:14+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665483674000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 431952 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Intra Tours, Dmc con base ad Istanbul, presente sul mercato italiano dal 1980, ben 42 stagioni nelle quali ha proposto prodotti di grande interesse per tanti tour operator italiani. Anche a Ttg Travel Experience 2022 riproporrà il proprio modello, costantemente rinnovato nei contenuti. «La nostra tradizione parte da lontano, dal 1980, da quando abbiamo iniziato a lavorare con i maggiori tour operator italiani - spiega il ceo e fondatore, Arturo Karaoglu - e ci piace pensare di avere maturato una profonda conoscenza del mercato sia per quel che attiene i rapporti con le agenzie di viaggio e tour operator, sia per quello che riguarda i “desideri e le aspettative” dei loro clienti, divenute ancora più demandanti attualmente, per le condizioni instabili in cui tutti si trovano ad operare. Abbiamo maturato un’importante esperienza con i viaggiatori italiani, fondamentale, per sapere cosa serva loro e come trattarli quando visitano il nostro paese». Il bilancio consuntivo dell’estate di Intra Tours presenta uno scenario in continua evoluzione nel quale la pianificazione è stata bypassata dalla partenza delle prenotazioni, molto sotto data. «Abbiamo riscontrato una partenza della stagione molto lenta, il che di certo non rende il lavoro facile - spiega Mario Maggi direttore vendite & marketing - Grazie alla nostra organizzazione sul territorio, che ha subito importanti implementazioni e miglioramenti, ci siamo fatti trovare pronti sia dal punto di vista della risposta operativa che di prodotto, puntando sulla rapidità di risposta che sulla varietà di proposte. Poi i numeri sono saliti in maniera esponenziale portandoci a chiudere l’estate con un tutto esaurito sulle nostre destinazioni storiche e sulle proposte di inclusive tours e prodotti a la carte». «Siamo presenti a Ttg Travel Experience per la 29ma volta, sin da quando la fiera si svolgeva in altre sedi rispetto a Rimini (Riva del Garda e Stresa) - prosegue Arturo Karaoglu - dove torniamo dopo la pandemia per la prima volta con uno nostro esclusivo stand nel Padiglione C-1 stand 171 perché pensiamo che il contatto diretto e la presenza ad una manifestazione, che è indiscutibilmente la più importante del settore, sia necessaria vista la nostra costanza dei rapporti con l’Italia. Intra Tours è un partner importante per chi programma le nostre destinazioni, e ci sentiamo con l’organico rinnovato di recente, con l’ingresso di nuovi colleghi, uno dei quali Cemile Tosca sarà con noi allo stand.  Siamo cresciuti con il mercato Italiano, mercato che curiamo in maniera particolare, anche con le “missioni” alle fiere di settore perché il contatto con i nostri partner, dopo due anni davvero difficili, è la prima forma di riconnessione su cui dobbiamo puntare. «La nostra presenza alle manifestazioni di settore riprende, quindi, dopo la visita in BIT dello scorso anno ma a livello individuale, attraverso nostro stand - conclude   Karaoglu - e con un face to face che rende migliore il rapporto con i nostri clienti». [post_title] => Il Dmc turco Intra Tours presente al Ttg Travel Experience 2022 [post_date] => 2022-10-10T11:46:59+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1665402419000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430852 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air France spalanca le porte all'inverno 2022-2023 con un network di 171 destinazioni, di cui 86 a lungo raggio e 85 a corto e medio raggio. L'intera flotta della compagnia sarà in funzione e i livelli di capacità sfioreranno quelli dell'inverno 2019. La fine dell'anno vedrà inoltre il lancio delle nuove cabine di Air France per il lungo raggio. In linea con la strategia di posizionamento up-level del vettore, verrà installata una nuova poltrona Business che si trasforma in un vero e proprio letto lungo quasi 2 metri su 12 Boeing 777-300 ER. Una nuova porta scorrevole permette di privatizzare completamente l'area del sedile. Il primo volo avrà luogo nelle prossime settimane a New York Jfk. Tra le principali novità sulla rete lungo raggio, spicca un ulteriore rafforzamento delle connessioni verso gli Stati Uniti: Air France lancerà un volo giornaliero non-stop tra Parigi-Charles de Gaulle e New York-Newark il 12 dicembre 2022. Il collegamento, operato con Boeing 777-200 ER, segna il ritorno del vettore a Newark, storica destinazione della compagnia aerea servita direttamente fino al 2012. Si aggiungerà al servizio "Shuttle" disponibile tra Parigi Cdg e New York Jfk con 6 voli giornalieri operati da Air France e dal partner Skyteam, Delta Air Lines. Infine, la rotta estiva Parigi Charles de Gaulle - Dallas sarà estesa per la stagione invernale con 3 voli settimanali operati da 777-200 ER. Intanto, nell'ambito della graduale riapertura delle frontiere giapponesi, Air France ha ripreso i voli tra Parigi-Charles de Gaulle e Tokyo-Haneda con 5 voli settimanali operati con Boeing 787-9. Quest'inverno, la compagnia volerà da Parigi verso entrambi gli aeroporti di Tokyo, con un massimo di 5 voli settimanali verso Tokyo-Narita da Parigi Cgd. Sul corto e medio raggio, debuttano 4 nuove rotte stagionali da Parigi Charles de Gaulle verso Austria, Norvegia e Finlandia: Kittilä (Finlandia) e Tromsø (Norvegia) saranno entrambe servite una volta alla settimana rispettivamente da A320 e Airbus A319. Innsbruck e Salisburgo, con rispettivamente 2 e 1 volo settimanale operato con Embraer 190, saranno attive dal 10 dicembre. Dal 30 ottobre 2022, decollerà la Parigi-Orly e Casablanca, con un volo giornaliero operato con Airbus A320. Nella stessa data, la rotta Nizza-Londra Heathrow (Regno Unito), finora operata solo durante il picco estivo, diventerà un servizio annuale, con un volo giornaliero operato da Airbus A320. Lanciata nel 2021, la rotta stagionale Parigi-Charles de Gaulle-Rovaniemi (Finlandia) riprenderà quest'anno a partire dal 27 novembre con un volo giornaliero operato da Airbus A320 durante il periodo natalizio.   [post_title] => Air France investe sull'inverno con capacità che sfiora i livelli 2019. Nuovo focus sugli Stati Uniti [post_date] => 2022-09-21T11:14:58+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663758898000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 430561 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Aegean è tornata all'utile nel secondo trimestre 2022, dopo aver triplicato i ricavi sulla scia della significativa ripresa della domanda. I ricavi sono saliti a 327 milioni di euro, +201% rispetto all'analogo periodo del 2021.  Il traffico passeggeri è cresciuto del +171% raggiungendo quota 3,3 milioni, con un load factor del 79,2%, 23 punti percentuali in più rispetto al secondo trimestre del 2021. Nei tre mesi da aprile a giugno, Aegean ha operato con livelli di capacità all'86% dei livelli pre-pandemia. Nonostante il costo del carburante più che raddoppiato (rispetto al 2019), il Gruppo ha registrato un utile prima delle imposte di 17,7 milioni di euro e un profitto netto di 10,8 milioni di euro. Complessivamente, nel primo semestre dell'anno, i ricavi consolidati sono aumentati del 193%, il traffico passeggeri del 187% e i posti disponibili del 101% rispetto al primo semestre del 2021. Nel primo semestre del 2022 le perdite al netto delle imposte sono state pari a 27,7 milioni di euro. Commentando i dati del trimestre, il ceo della compagnia Dimitris Gerogiannis, ha sottolineato che "Questo trend positivo è proseguito durante i mesi estivi, dove abbiamo offerto il 98% del numero di posti pre-pandemia e abbiamo raggiunto load factor dell'84% e 3,2 milioni di passeggeri nei due mesi di luglio e agosto, supportando ulteriormente le nostre previsioni di redditività per l'esercizio 2022". [post_title] => Aegean torna all'utile nel secondo trimestre. Oltre 3,2 mln di passeggeri fra luglio e agosto [post_date] => 2022-09-16T09:06:28+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1663319188000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429702 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_349780" align="alignleft" width="300"] Uno scorcio dell'Almar Jesolo[/caption] Passa di mano l'Almar Jesolo Resort & Spa. La struttura veneta, già di proprietà del fondo Star di Castello sgr, è stata infatti acquisita dall'asset management company francese Perial, per conto del proprio fondo Scpi Pf Hospitalité Europe. Situato a circa 30 chilometri da Venezia, il resort lusso dispone di 179 camere e 18 suite dotate di terrazza privata vista mare. La strutture include anche sei sale meeting, quattro locali f&b, una spa e una spiaggia privata di 12 mila metri quadrati. La gestione rimarrà in capo ad Hnh Hospitality, grazie a un contratto di locazione di 18 anni. [post_title] => L'Almar Jesolo cambia proprietà. Ma la gestione rimane ad Hnh Hospitality [post_date] => 2022-08-31T11:01:52+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1661943712000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 429162 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ras Al Khaimah traccia un bilancio molto positivo per i primi sei mesi del 2022, con il più alto numero di arrivi nell’Emirato dall'inizio della pandemia. La destinazione ha raggiunto quota 521.085 visitatori internazionali e nazionali, con un incremento del 21% rispetto allo stesso periodo del 2021 che segna un ritorno ai numeri pre-pandemici di giugno 2019. Questo risultato positivo è stato reso possibile grazie all'apertura di nuovi hotel e resort, tra cui il Radisson Resort Ras Al Khaimah a Marjan Island, l’InterContinental Mina Al Arab, la prima struttura di InterContinental Hotels Group nell'Emirato e, più recentemente, il debutto del Mövenpick Resort Al Marjan Island su un tratto di 300 metri di spiaggia e sede del più grande parco acquatico galleggiante di Ras Al Khaimah. Ad oggi l'Emirato conta oltre 8.000 camere, a cui se ne aggiungeranno 4.617 nei prossimi anni. La Ras Al Khaimah Tourism Development Authority per incentivare ulteriormente gli arrivi 2022 ha recentemente annunciato una serie di partnership strategiche con le compagnie aeree e i principali tour operator per puntare ai mercati emergenti e in crescita. Inoltre, per incrementare la connettività, l'Autorità sta sviluppando il settore delle crociere dell'Emirato, con l'obiettivo di raggiungere 50 scali di navi da crociera a stagione e oltre 10.000 passeggeri nei prossimi anni. "Ras A Khaimah è una delle prime destinazioni della Regione a tornare ai livelli pre-Covid grazie all'impegno del nostro settore turistico durante la pandemia - ha dichiarato Raki Phillips, ceo di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Questo è ancora più rilevante se si considera l'attuale panorama economico e geopolitico in cui operiamo, che ci spinge a concentrarci su ciò che è importante per la resilienza a lungo termine: diversificazione, attenzione alla comunità e sostenibilità. Siamo sulla buona strada per toccare quota 1,11 milioni di arrivi entro la fine dell'anno e per tornare completamente ai livelli pre-pandemia in soli due anni". [post_title] => Ras Al Khaimah: il semestre centra i numeri pre-Covid. Riflettori puntati sulle crociere [post_date] => 2022-08-01T11:13:40+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1659352420000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1719" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":47,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434760","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sky express vola alto: il vettore greco, secondo i dati Eurocontrol, è la compagnia europea con il più alto incremento di operazioni di volo nel 2022. Sky express ha registrato quest'anno un aumento del 162% del traffico rispetto al 2019, che la pone al primo posto tra tutte le compagnie aeree europee.\r\nAllo stesso tempo, secondo il \"Friday network fact\" pubblicato il 18/11/2022, Sky express, con 119 voli giornalieri, si colloca al 38° posto nella classifica dei vettori più trafficati in tutto il network europeo.\r\n\r\nQuesto sviluppo conferma il forte potenziale di crescita del vettore, ora riconosciuto a livello internazionale dalle principali organizzazioni del settore dell'aviazione. \"Una dinamica basata su una buona preparazione, sull'analisi delle tendenze del mercato, su continui investimenti in sicurezza, innovazione, risorse umane - sottolinea una nota del vettore -. È indicativo il fatto che, nonostante l'impressionante aumento delle operazioni di volo, Sky express non abbia cancellato un solo volo per tutto il periodo estivo, mentre grazie a Skyserv, la società di assistenza a terra del Gruppo Iogr a cui la compagnia appartiene, ha registrato il numero relativamente basso di problemi, in un periodo molto difficile per tutti gli aeroporti europei\".\r\n\r\n ","post_title":"Sky express supera di netto i livelli di traffico del 2019","post_date":"2022-11-24T14:55:25+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1669301725000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432471","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Comincerà a navigare da maggio del prossimo anno la Coquelicot, la nuova imbarcazione fluviale firmata Belmond. Accompagnerà i suoi ospiti in un viaggio fiabesco nella regione della Champagne, dove attraverserà scenografici canali che regalano panorami e punti di osservazione unici. Sarà dotata di tre lussuose cabine con servizi ensuite, di un salone interno con un champagne bar, frutto della partnership con Maison Ruinart, e di un ampio ponte all'aperto per momenti di relax, per consumare una squisita cena e fare due chiacchiere.\r\n\r\nGrazie proprio alla collaborazione con la più antica casa di champagne al mondo, fondata a Reims nel 1729, gli ospiti potranno tra le altre cose assaporare a bordo un pranzo di degustazione privato preparato dalla chef della Maison Ruinart, Valérie Radou, insieme al capo chef della Coquelicot. Nel quadro di questa partnership, gli ospiti della nave parteciperanno inoltre a visite guidate private dello storico vigneto Taissy, dove scopriranno anche le ultime iniziative di sostenibilità del marchio.\r\n\r\nProgettata dal rinomato duo francese Humbert & Poyet, la Coquelicot vanta anche due salotti, una cucina a vista e una zona pranzo ombreggiata. Con l'aiuto di un guest experience executive personale, gli ospiti della Coquelicot creeranno quindi il loro itinerario selezionando attività uniche da una serie di esperienze suggerite appositamente per loro dal team di esperti Belmond.\r\n\r\nLa Coquelicot, A Belmond Boat, Champagne fa parte di Les Bateaux Belmond, flotta di barche del marchio in Francia. Questa include anche l'Alouette, Canal Du Midi; la Pivoine, Camargue; la Napoléon, Provence; l'Amaryllis, Burgundy; la Fleur De Lys, Burgundy e la Lilas, Burgundy. I prezzi per la Coquelicot partono da 82 mila euro. Sono disponibili trasferimenti in elicottero da Parigi su richiesta.","post_title":"Gruppo Belmond: la nuova Coquelicot navigherà da maggio tra i canali della Champagne","post_date":"2022-10-19T09:05:06+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1666170306000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432381","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Luxair ha aperto le vendite dei voli per Pescara, che saranno operativi dal 27 marzo 2023, con l'introduzione dell'orario estivo. Con un volo di sole 2,10 ore dal Lussemburgo e tariffe a partire da  119 euro per il viaggio di andata e ritorno, la nuova rotta sarà operata due volte alla settimana, il lunedì e il venerdì. Con l'aggiunta di Pescara, Luxair amplierà il network sull'Italia che conterà quindi 14 destinazioni.\r\n\r\nSempre per l'estate 2023, e precisamente dal 30 aprile, la compagnia aerea aggiungerà anche una nuova rotta verso Spalato, che sarà operata con un volo alla settimana, la domenica.\r\n\r\nNel frattempo, in vista della stagione invernale ormai alle porte, la compagnia aerea del Lussemburgo potenzierà le frequenze su alcune delle destinazioni maggiormente richieste: su Porto, Palma di Maiorca, Faro, Dublino, Oslo e Amburgo. Infine, per la prima volta, quest'inverno il vettore volerà anche a Praga - finora servita solo durante la summer - con due voli settimanali il venerdì e il lunedì.","post_title":"Luxair: aperte le vendite dei voli per Pescara, con due frequenze settimanali","post_date":"2022-10-18T09:06:51+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1666084011000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"432010","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_424433\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Franco Gattinoni, presidente gruppo Gattinoni[/caption]\r\n\r\nNon esiste attività al mondo che non produca biossido di carbonio. Ma le emissioni di CO2 si possono – e si devono – compensare, così da svolgere il proprio business con un impatto neutro sul pianeta. Il Gruppo Gattinoni ha scelto di impegnarsi in questo percorso, insieme alla startup Up2You, azienda B Corp fra le uniche 3 in Italia autorizzate a ritirare e gestire Carbon Credit VCS (Verified Carbon Standard) attraverso progetti certificati internazionalmente e su Blockchain.\r\n\r\nL’avvio di questo percorso del Gruppo Gattinoni è in concomitanza della partecipazione alla manifestazione fieristica Ttg Travel Experience, con il primo e unico Neutral Stand. La startup greentech Up2You ha certificato le emissioni di CO2 dello stand e chi si recherà nel Padiglione C3/150-171, riceverà un braccialetto in carta biodegradabile, che potrà essere piantato e generare fiori, unitamente a un codice QR da utilizzare per aderire a uno dei progetti sostenibili certificati, selezionati dal Gruppo Gattinoni, che mirano a compensare le emissioni di CO2 dello stand. Tutti coloro che aderiranno riceveranno un certificato personalizzato con nome, logo dell’azienda e progetto supportato.\r\n\r\n«Noi guardiamo sempre al futuro, in ogni scelta che facciamo - ha commentato Franco Gattinoni, presidente Gruppo Gattinoni -. È arrivato il momento di iniziare anche il percorso di sostenibilità aziendale che riguarderà tutto il Gruppo, attraverso lo studio di soluzioni che vanno verso la riduzione dell’inquinamento. Un progetto che coinvolgerà più reparti dell’azienda: Risorse Umane, Logistica, Comunicazione, Prodotto, Business Travel, Mice; tutti i dipendenti dovranno sentirsi parte di un cambiamento culturale importante. Ci attiveremo nelle sedi e nelle agenzie di proprietà, augurandoci in un secondo momento di coinvolgere tutte le agenzie del network. La crescita del business e la tutela del patrimonio ambientale non devono essere percepiti come obiettivi in antitesi, specialmente nel nostro settore, dove far scoprire alle persone la bellezza del mondo è il cardine delle nostre attività”.\r\n\r\nIl progetto Carbon Neutral interesserà tutte le Business Unit del Gruppo e procederà per step.\r\n\r\nSul fronte Mice, il gruppo Gattinoni propone ai propri clienti Neutral Events ovvero eventi in cui viene calcolato l’impatto ambientale e viene analizzata la strategia di coinvolgimento dei partecipanti per la neutralizzazione delle emissioni. Il primo evento Carbon Neutral è già stato realizzato per MetLife; è stato calcolato l’impatto ambientale dell’evento che si è svolto presso il ristorante di Carlo Cracco “Carlo al Naviglio”, e si sono neutralizzate le emissioni di CO2 attraverso l’adesione a un progetto green certificato internazionalmente, la conversione di un’area forestale, che ha visto come parte attiva i 70 business partner dell’azienda.\r\n\r\nIn ambito Business Travel l’impegno è di certificare le emissioni delle trasferte aziendali e di proporre ai clienti opzioni di trasferte sostenibili e pacchetti di compensazione. In tema Viaggi saranno proposti viaggi certificati Zero Emissioni: il consumatore, attraverso l’acquisto di specifici tour Travel Experience, avrà la possibilità di compensare le emissioni prodotte dal viaggio e dalla permanenza nelle strutture e di scegliere a quali progetti aderire.\r\n\r\nAnche le persone del Gruppo Gattinoni non si sottrarranno alla sfida. A breve inizierà il percorso dedicato a tutti i dipendenti del Gruppo attraverso PlaNet, la piattaforma di green engagement aziendale che permette ai colleghi di sfidarsi con quiz e missioni green in un percorso mirato verso la sostenibilità ambientale.\r\n\r\nCommenta Isabella Maggi, direttore marketing & comunicazione gruppo Gattinoni: «Sul fronte della comunicazione l’impegno di Gattinoni sarà monitorabile attraverso una landing page dedicata su Up2You, attraverso il logo Carbon Neutral che sarà messo sui progetti (Up2You Certified), il widget di impatto e la Climate Map dove sono dislocati tutti i progetti sostenuti. La nostra natura si basa sulla concretezza; non ci interessa un greenwashing per darci lustro ma al contrario assumerci una maggiore responsabilità. Le nuove generazioni hanno il diritto di vivere in condizioni idonee alla loro crescita».","post_title":"Gruppo Gattinoni: avanti tutta per diventare impresa carbon neutral","post_date":"2022-10-11T10:21:14+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1665483674000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"431952","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Intra Tours, Dmc con base ad Istanbul, presente sul mercato italiano dal 1980, ben 42 stagioni nelle quali ha proposto prodotti di grande interesse per tanti tour operator italiani. Anche a Ttg Travel Experience 2022 riproporrà il proprio modello, costantemente rinnovato nei contenuti.\r\n\r\n«La nostra tradizione parte da lontano, dal 1980, da quando abbiamo iniziato a lavorare con i maggiori tour operator italiani - spiega il ceo e fondatore, Arturo Karaoglu - e ci piace pensare di avere maturato una profonda conoscenza del mercato sia per quel che attiene i rapporti con le agenzie di viaggio e tour operator, sia per quello che riguarda i “desideri e le aspettative” dei loro clienti, divenute ancora più demandanti attualmente, per le condizioni instabili in cui tutti si trovano ad operare. Abbiamo maturato un’importante esperienza con i viaggiatori italiani, fondamentale, per sapere cosa serva loro e come trattarli quando visitano il nostro paese».\r\n\r\nIl bilancio consuntivo dell’estate di Intra Tours presenta uno scenario in continua evoluzione nel quale la pianificazione è stata bypassata dalla partenza delle prenotazioni, molto sotto data.\r\n\r\n«Abbiamo riscontrato una partenza della stagione molto lenta, il che di certo non rende il lavoro facile - spiega Mario Maggi direttore vendite & marketing - Grazie alla nostra organizzazione sul territorio, che ha subito importanti implementazioni e miglioramenti, ci siamo fatti trovare pronti sia dal punto di vista della risposta operativa che di prodotto, puntando sulla rapidità di risposta che sulla varietà di proposte.\r\nPoi i numeri sono saliti in maniera esponenziale portandoci a chiudere l’estate con un tutto esaurito sulle nostre destinazioni storiche e sulle proposte di inclusive tours e prodotti a la carte».\r\n\r\n«Siamo presenti a Ttg Travel Experience per la 29ma volta, sin da quando la fiera si svolgeva in altre sedi rispetto a Rimini (Riva del Garda e Stresa) - prosegue Arturo Karaoglu - dove torniamo dopo la pandemia per la prima volta con uno nostro esclusivo stand nel Padiglione C-1 stand 171 perché pensiamo che il contatto diretto e la presenza ad una manifestazione, che è indiscutibilmente la più importante del settore, sia necessaria vista la nostra costanza dei rapporti con l’Italia.\r\n\r\nIntra Tours è un partner importante per chi programma le nostre destinazioni, e ci sentiamo con l’organico rinnovato di recente, con l’ingresso di nuovi colleghi, uno dei quali Cemile Tosca sarà con noi allo stand. \r\nSiamo cresciuti con il mercato Italiano, mercato che curiamo in maniera particolare, anche con le “missioni” alle fiere di settore perché il contatto con i nostri partner, dopo due anni davvero difficili, è la prima forma di riconnessione su cui dobbiamo puntare.\r\n\r\n«La nostra presenza alle manifestazioni di settore riprende, quindi, dopo la visita in BIT dello scorso anno ma a livello individuale, attraverso nostro stand - conclude   Karaoglu - e con un face to face che rende migliore il rapporto con i nostri clienti».","post_title":"Il Dmc turco Intra Tours presente al Ttg Travel Experience 2022","post_date":"2022-10-10T11:46:59+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1665402419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430852","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air France spalanca le porte all'inverno 2022-2023 con un network di 171 destinazioni, di cui 86 a lungo raggio e 85 a corto e medio raggio. L'intera flotta della compagnia sarà in funzione e i livelli di capacità sfioreranno quelli dell'inverno 2019.\r\n\r\nLa fine dell'anno vedrà inoltre il lancio delle nuove cabine di Air France per il lungo raggio. In linea con la strategia di posizionamento up-level del vettore, verrà installata una nuova poltrona Business che si trasforma in un vero e proprio letto lungo quasi 2 metri su 12 Boeing 777-300 ER. Una nuova porta scorrevole permette di privatizzare completamente l'area del sedile. Il primo volo avrà luogo nelle prossime settimane a New York Jfk.\r\n\r\nTra le principali novità sulla rete lungo raggio, spicca un ulteriore rafforzamento delle connessioni verso gli Stati Uniti: Air France lancerà un volo giornaliero non-stop tra Parigi-Charles de Gaulle e New York-Newark il 12 dicembre 2022. Il collegamento, operato con Boeing 777-200 ER, segna il ritorno del vettore a Newark, storica destinazione della compagnia aerea servita direttamente fino al 2012. Si aggiungerà al servizio \"Shuttle\" disponibile tra Parigi Cdg e New York Jfk con 6 voli giornalieri operati da Air France e dal partner Skyteam, Delta Air Lines. Infine, la rotta estiva Parigi Charles de Gaulle - Dallas sarà estesa per la stagione invernale con 3 voli settimanali operati da 777-200 ER.\r\n\r\nIntanto, nell'ambito della graduale riapertura delle frontiere giapponesi, Air France ha ripreso i voli tra Parigi-Charles de Gaulle e Tokyo-Haneda con 5 voli settimanali operati con Boeing 787-9. Quest'inverno, la compagnia volerà da Parigi verso entrambi gli aeroporti di Tokyo, con un massimo di 5 voli settimanali verso Tokyo-Narita da Parigi Cgd.\r\n\r\nSul corto e medio raggio, debuttano 4 nuove rotte stagionali da Parigi Charles de Gaulle verso Austria, Norvegia e Finlandia: Kittilä (Finlandia) e Tromsø (Norvegia) saranno entrambe servite una volta alla settimana rispettivamente da A320 e Airbus A319. Innsbruck e Salisburgo, con rispettivamente 2 e 1 volo settimanale operato con Embraer 190, saranno attive dal 10 dicembre.\r\n\r\nDal 30 ottobre 2022, decollerà la Parigi-Orly e Casablanca, con un volo giornaliero operato con Airbus A320. Nella stessa data, la rotta Nizza-Londra Heathrow (Regno Unito), finora operata solo durante il picco estivo, diventerà un servizio annuale, con un volo giornaliero operato da Airbus A320. Lanciata nel 2021, la rotta stagionale Parigi-Charles de Gaulle-Rovaniemi (Finlandia) riprenderà quest'anno a partire dal 27 novembre con un volo giornaliero operato da Airbus A320 durante il periodo natalizio.\r\n\r\n ","post_title":"Air France investe sull'inverno con capacità che sfiora i livelli 2019. Nuovo focus sugli Stati Uniti","post_date":"2022-09-21T11:14:58+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663758898000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"430561","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Aegean è tornata all'utile nel secondo trimestre 2022, dopo aver triplicato i ricavi sulla scia della significativa ripresa della domanda. I ricavi sono saliti a 327 milioni di euro, +201% rispetto all'analogo periodo del 2021. \r\n\r\nIl traffico passeggeri è cresciuto del +171% raggiungendo quota 3,3 milioni, con un load factor del 79,2%, 23 punti percentuali in più rispetto al secondo trimestre del 2021. Nei tre mesi da aprile a giugno, Aegean ha operato con livelli di capacità all'86% dei livelli pre-pandemia.\r\n\r\nNonostante il costo del carburante più che raddoppiato (rispetto al 2019), il Gruppo ha registrato un utile prima delle imposte di 17,7 milioni di euro e un profitto netto di 10,8 milioni di euro. Complessivamente, nel primo semestre dell'anno, i ricavi consolidati sono aumentati del 193%, il traffico passeggeri del 187% e i posti disponibili del 101% rispetto al primo semestre del 2021. Nel primo semestre del 2022 le perdite al netto delle imposte sono state pari a 27,7 milioni di euro.\r\n\r\nCommentando i dati del trimestre, il ceo della compagnia Dimitris Gerogiannis, ha sottolineato che \"Questo trend positivo è proseguito durante i mesi estivi, dove abbiamo offerto il 98% del numero di posti pre-pandemia e abbiamo raggiunto load factor dell'84% e 3,2 milioni di passeggeri nei due mesi di luglio e agosto, supportando ulteriormente le nostre previsioni di redditività per l'esercizio 2022\".","post_title":"Aegean torna all'utile nel secondo trimestre. Oltre 3,2 mln di passeggeri fra luglio e agosto","post_date":"2022-09-16T09:06:28+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1663319188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429702","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_349780\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Uno scorcio dell'Almar Jesolo[/caption]\r\n\r\nPassa di mano l'Almar Jesolo Resort & Spa. La struttura veneta, già di proprietà del fondo Star di Castello sgr, è stata infatti acquisita dall'asset management company francese Perial, per conto del proprio fondo Scpi Pf Hospitalité Europe.\r\n\r\nSituato a circa 30 chilometri da Venezia, il resort lusso dispone di 179 camere e 18 suite dotate di terrazza privata vista mare. La strutture include anche sei sale meeting, quattro locali f&b, una spa e una spiaggia privata di 12 mila metri quadrati. La gestione rimarrà in capo ad Hnh Hospitality, grazie a un contratto di locazione di 18 anni.","post_title":"L'Almar Jesolo cambia proprietà. Ma la gestione rimane ad Hnh Hospitality","post_date":"2022-08-31T11:01:52+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1661943712000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"429162","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ras Al Khaimah traccia un bilancio molto positivo per i primi sei mesi del 2022, con il più alto numero di arrivi nell’Emirato dall'inizio della pandemia. La destinazione ha raggiunto quota 521.085 visitatori internazionali e nazionali, con un incremento del 21% rispetto allo stesso periodo del 2021 che segna un ritorno ai numeri pre-pandemici di giugno 2019.\r\n\r\nQuesto risultato positivo è stato reso possibile grazie all'apertura di nuovi hotel e resort, tra cui il Radisson Resort Ras Al Khaimah a Marjan Island, l’InterContinental Mina Al Arab, la prima struttura di InterContinental Hotels Group nell'Emirato e, più recentemente, il debutto del Mövenpick Resort Al Marjan Island su un tratto di 300 metri di spiaggia e sede del più grande parco acquatico galleggiante di Ras Al Khaimah. Ad oggi l'Emirato conta oltre 8.000 camere, a cui se ne aggiungeranno 4.617 nei prossimi anni.\r\n\r\nLa Ras Al Khaimah Tourism Development Authority per incentivare ulteriormente gli arrivi 2022 ha recentemente annunciato una serie di partnership strategiche con le compagnie aeree e i principali tour operator per puntare ai mercati emergenti e in crescita. Inoltre, per incrementare la connettività, l'Autorità sta sviluppando il settore delle crociere dell'Emirato, con l'obiettivo di raggiungere 50 scali di navi da crociera a stagione e oltre 10.000 passeggeri nei prossimi anni.\r\n\r\n\"Ras A Khaimah è una delle prime destinazioni della Regione a tornare ai livelli pre-Covid grazie all'impegno del nostro settore turistico durante la pandemia - ha dichiarato Raki Phillips, ceo di Ras Al Khaimah Tourism Development Authority -. Questo è ancora più rilevante se si considera l'attuale panorama economico e geopolitico in cui operiamo, che ci spinge a concentrarci su ciò che è importante per la resilienza a lungo termine: diversificazione, attenzione alla comunità e sostenibilità. Siamo sulla buona strada per toccare quota 1,11 milioni di arrivi entro la fine dell'anno e per tornare completamente ai livelli pre-pandemia in soli due anni\".","post_title":"Ras Al Khaimah: il semestre centra i numeri pre-Covid. Riflettori puntati sulle crociere","post_date":"2022-08-01T11:13:40+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1659352420000]}]}}

Lascia un commento