1 March 2024

1494

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

OTTIMA CONOSCENZA, SABRE,GALILEO, AMADEUS, SIPAX.
BIGLIETTERIA AEREA, FERROVIARIA, MARITTIMA, VENDITA PACCHETTI.
DISPONIBILITà IMMEDIATA.
ATHMANE DIOP, tel. 338 8837802.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461967 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto.  Fifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente. «I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa». «Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo. [post_title] => Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026 [post_date] => 2024-02-21T10:26:28+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708511188000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate. Complessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente. «Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo». In termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%. [post_title] => Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita [post_date] => 2024-02-21T09:22:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507349000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461382 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_461386" align="alignleft" width="300"] Uno scorcio dello Yellowsquare Roma[/caption] Il brand di ospitalità ibrida Yellowsquare chiude un ottimo 2023 registrando un fatturato di 14,4 milioni di euro, per un incremento del 37% rispetto all'anno precedente. Anche gli indicatori di redditività sono positivi con i margini operativi lordi, al netto dei canoni di affitto, attorno ai 6 milioni (ebitdar), mentre i ricavi totali per camera disponibili (trevpar) si sono attestati sui 198 euro. Ancora più importante, nel segmento degli hybrid, i ricavi totali per letto disponibile (trevpab), che hanno raggiunto i 47,12 euro. Yellowsquare oggi vanta un portfolio di tre strutture, situate nelle città di di Roma, Milano (da settembre 2021) e Firenze (da aprile 2022). A queste si aggiungerà nel 2025 una nuova struttura a Pisa. Nel corso del 2023, la compagnia ha ospitato più di 100 mila persone di età media di 24 anni, con nazionalità che coprono l’intero globo: Africa 1,6%; Asia: 9,1%; Europa 35,6%; Nord America 26,5%; Oceania 15,7%; Sud America 11,5%. Rilevante il dato sul gender, che si assesta a circa il 56% in femminile, 42% in maschile e circa il 2% in non binary. Scorporando i dati di fatturato, i servizi di alloggio hanno generato circa 11 milioni di euro, mentre il settore food and beverage ha contribuito per circa 3 milioni. Infine, i servizi laterali, come depositi bagagli, coworking, affitto spazi per eventi e mostre, e parrucchiere, rappresentano una piccola quota di 300 mila euro, "valida soprattutto come arricchimento dell’esperienza per il cliente", sottolinea una nota ufficiale.   [post_title] => Yellowsquare supera i 14 mln di ricavi con margini operativi lordi al netto degli affitti di 6 mln [post_date] => 2024-02-13T12:00:51+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707825651000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460477 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Si è chiuso con risultati record il 2023 del gruppo Blu Hotels, che ha visto il proprio fatturato crescere di 10 milioni rispetto all'anno precedente, toccando quota 80 milioni di euro. Bene pure i margini operativi lordi (ebitda) della compagnia, che hanno raggiunto gli 11 milioni. Prestazioni, queste, frutto di ricavi medi per camera disponibile (total revpar) pari a 136,8 euro, corrispondenti a una tariffa media di 194 euro e a un'occupazione del 70,7% (contro il 66,8% dell'esercizio 2022). A far da traino si conferma il mare, con il Salento destinazione più apprezzata. Positivi pure i risultati di Sardegna e Toscana, così come del lago di Garda e della montagna. Quest'ultima, in particolare, grazie alla sua ritrovata capacità di offrire una doppia stagionalità, assume un'importanza strategica per il gruppo. Una valenza confermata dalle previsioni per l'inverno 2023/2024, che indicano già un +20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. “I risultati testimoniano la validità del nostro modello di business, con un portfolio diversificato, sia per destinazioni sia per tipologia di offerta - sottolinea il presidente di Blu Hotels, Nicola Risatti -. A differenza di quanto emerso a livello nazionale, abbiamo avuto molti italiani sia nelle destinazioni mare sia in montagna. Sicuramente anche il grande lavoro di fidelizzazione della clientela svolto in questi 30 anni ha fatto molto”. A conferma del successo di questo anno, in occasione del Natale, Blu Hotels ha voluto riconoscere ai propri dipendenti un premio welfare di mille euro, spendibile in buoni spesa, buoni carburante e buoni e-commerce, rimborsi bollette, viaggi, benessere e svago. Questo gesto si unisce a nuove politiche retributive e a incentivazioni implementate dal gruppo, come la possibilità di un giorno di smartworking alla settimana nella sede amministrativa. Inoltre, anche ai dipendenti stagionali sarà riconosciuto un premio welfare a fine contratto. “Per noi la soddisfazione e il benessere dei nostri collaboratori sono basilari - conclude Risatti -. Pertanto è altrettanto fondamentale creare un ambiente di lavoro in cui il dipendente si senta valorizzato nelle proprie inclinazioni, con l’obiettivo di garantire l’esperienza professionale migliore, ogni giorno”. [post_title] => Il gruppo Blu Hotels chiude un 2023 record toccando gli 80 mln di fatturato [post_date] => 2024-01-31T11:43:29+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706701409000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459654 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Una pietra di colore viola, personalizzata con 22 simboli strani e con un messaggio da decifrare. E' un mistero che si svelerà nelle prossime settimane la nuova attrazione 2024 di Gardaland. La pietra, segno dell'inizio dei lavori di costruzione, è stata simbolicamente posata al centro del cantiere. Quello che si sa, al momento, è che sarà una novità avventurosa: un’attrazione per gli amanti del brivido a partire dalla generazione X a quella Z fino alla gen Alpha e potrà trasportare circa 350 persone all’ora, con un’altezza superiore ai 120 centimetri. Posizionata in un’area di 494 metri quadrati, prenderà il posto del Sequoia Magic Loop, accanto alle attrazioni Shaman e Colorado Boat. Ricca di effetti speciali e con un alto impatto scenografico la nuova attrazione, della quale non è stato ancora svelato il nome, saprà dunque accogliere più generazioni diverse fra loro. La pietra, realizzata dal reparto creativo di Gardaland Resort in circa dieci step per un totale di 100 ore di lavoro, al termine del cantiere verrà posizionata nella nuova attrazione. “Non vediamo l’ora di accogliere i nostri ospiti per la nuova stagione, certi che la futura attrazione li sorprenderà e li farà immergere in un nuovo magico scenario” sottolinea la ceo del parco, Sabrina de Carvalho. [post_title] => Gardaland: al via i lavori per una nuova, misteriosa attrazione [post_date] => 2024-01-18T12:36:11+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705581371000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458568 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Fine anno, tempo di bilanci anche per la Grecia, dove - secondo i dati dell'Istituto dell'Associazione delle imprese turistiche greche (Insete) e della Banca di Grecia - quest'anno il turismo ha contribuito all'11,5% del Pil nazionale, stabilendo così un nuovo record. Secondo il rapporto annuale dell'Insete, il contributo diretto del turismo al Pil greco nel 2023 è stimato in 24 miliardi di euro, con cinque regioni che rappresentano quasi il 90% delle entrate del Paese, tre delle quali sono aree prettamente turistiche. Per quest'anno, in base alle stime della Banca Centrale, si prevede che le cifre del turismo greco superino i già elevati livelli del 2019 grazie alla crescita del comparto crocieristico. «Tuttavia, le prospettive per il 2024 potrebbero non essere così favorevoli, poiché permangono alcuni fattori di rischio, come il rallentamento dell'economia globale e la possibile escalation della guerra in Medio Oriente» ha precisato la Banca di Grecia. Finora, per il 2023, sulla base dei dati ufficiali e nonostante l'incertezza di inizio anno dovuta all'impatto delle pressioni inflazionistiche in corso sul reddito reale delle famiglie europee, la performance del settore può essere definita particolarmente positiva. Nel periodo gennaio-settembre 2023 gli incassi dei viaggi sono stati pari a 17,9 miliardi di euro, superando di 2,4 miliardi di euro i corrispondenti incassi del 2022 e di 1,8 miliardi di euro la performance del 2019, anno record per il turismo greco. Nel periodo gennaio-ottobre 2023, gli arrivi di visitatori stranieri in tutti gli aeroporti del Paese hanno superato del 13,1% i livelli del 2019. Inoltre, gli arrivi internazionali negli aeroporti regionali del Paese sono stati il 6,3% in più rispetto all'anno scorso e il 14,4% in più rispetto a quelli corrispondenti del 2019. In parallelo, il potenziale alberghiero del Paese appare rafforzato, con i posti letto totali e quelli degli hotel di lusso che superano quelli del 2022 e del 2019.  [post_title] => Grecia, ottima performance per il turismo: nel 2023 l'incidenza sul Pil sale all'11,5% [post_date] => 2023-12-22T09:35:15+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703237715000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458386 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La brasiliana Azul ha siglato un ordine fermo per quattro ulteriori A330-900 destinati all'ampliamento del network internazionale, sulla base di un contratto di acquisto firmato a giugno 2023. L'A330neo è dotato della cabina Airspace, che offre ai passeggeri grande comfort, atmosfera e design: garantisce maggiore spazio individuale, cappelliere più grandi, un nuovo sistema di illuminazione e l'accesso ai più recenti sistemi di intrattenimento e connettività in volo. Azul Linhas Aereas ha avviato le operazioni nel 2008 e da allora è cresciuta fino a diventare una delle maggiori compagnie aeree in Brasile, servendo oltre 160 destinazioni in Brasile, Stati Uniti, Europa e Sud America. Il vettore ha ricevuto il primo A330neo delle Americhe nel 2019 e opera attualmente 12 aeromobili della Famiglia A330. L'A330neo è il più recente aeromobile widebody di Airbus. Alimentato da motori Rolls-Royce Trent 7000 di ultima generazione: l'A330-900 è in grado di volare per 7.200 mn / 13.300 km senza scalo. A fine novembre 2023 la Famiglia A330 aveva totalizzato oltre 1.800 ordini fermi da parte di più di 130 clienti in tutto il mondo. Airbus ha venduto oltre 1.150 aeromobili in America Latina e nei Caraibi: oltre 750 sono in funzione in tutta la regione, circa 500 sono in portafoglio ordini, e rappresentano una quota di mercato del 58% degli aeromobili passeggeri in servizio. Dal 1994 Airbus si è assicurata il 75% degli ordini netti nella regione. [post_title] => Azul vuole crescere sul lungo raggio: ordine fermo per altri 4 Airbus A330-900 [post_date] => 2023-12-20T09:15:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703063707000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456164 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nel terzo trimestre dell'anno l'aeroporto dell'Umbria sale al secondo posto della classifica stilata da Aci Europe che valuta il tasso di crescita del traffico passeggeri tra gli scali europei, nella categoria sotto i 5 milioni di passeggeri annui. Classifica che nel primo semestre del 2023 vedeva lo scalo di Perugia già posizionato sul terzo gradino del podio. Lo scalo ha infatti realizzato "una crescita del +194% rispetto allo stesso periodo del 2019" sottolinea una nota del San Francesco d'Assisi. Nel periodo di picco per i voli aerei in Europa il traffico passeggeri è cresciuto del +12,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Questo aumento, nonostante le tariffe dei voli aerei più elevate e le pressioni inflazionistiche, evidenzia una performance di crescita negli aeroporti europei complessivamente solida, secondo Aci Europe. Riguardo agli aeroporti regionali viene sottolineato che quelli che servono destinazioni turistiche e si affidano a vettori low cost hanno registrato volumi di passeggeri superiori rispetto ai livelli pre-pandemia (terzo trimestre 2019). [post_title] => L'aeroporto Perugia scala la classifica Aci Europe per la maggior crescita del traffico [post_date] => 2023-11-16T10:04:10+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1700129050000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 455612 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il gruppo Singapore Airlines punta a tornare alla capacità pre-pandemia nell'anno fiscale 2024, grazie alla robusta domanda di viaggi che ha portato la compagnia aerea a registrare un aumento del 26% dell'utile operativo semestrale. Entro la fine di quest'anno la capacità dovrebbe invece raggiungere il 92% circa dei livelli di gennaio 2020. Ad aprile del prossimo anno, in coincidenza con l'inizio del nuovo esercizio, si prevede un recupero completo della capacità "con il progressivo aumento dei collegamenti su tutto il network". Al 30 settembre, la rete passeggeri di Sia copriva 75 destinazioni a livello globale, mentre Scoot ne serviva 67. Intanto, nei sei mesi conclusi il 30 settembre, il gruppo Sia ha registrato un utile operativo di 1,14 miliardi di dollari, con un aumento del 26% rispetto all'anno precedente. I ricavi del semestre sono saliti dell'8,9% grazie a un aumento del 26% dei ricavi da trasporto passeggeri. Il gruppo ha trasportato più di 17 milioni di passeggeri nel semestre, con un aumento del 52% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Il load factor ha raggiunto il livello record dell'88,8%. [post_title] => Gruppo Singapore Airlines: ritorno alla capacità pre-Covid nell'anno fiscale 2024 [post_date] => 2023-11-08T09:15:47+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1699434947000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1494" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":6,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":77,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461967","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Miami sarà teatro di sette partite della Coppa del Mondo Fifa 26, in programma dal 15 giugno al 18 luglio 2026, tra cui uno dei quarti di finale e la partita per il terzo posto. \r\n\r\nFifa World Cup 26 segna il ritorno del torneo negli Stati Uniti dall’edizione del 1994. Sarà la più grande Coppa del Mondo mai organizzata in Canada, Messico e Stati Uniti, con un record di 48 squadre e 104 partite in tutto il Nord America. Sette di queste partite si giocheranno all'Hard Rock Stadium di Miami Gardens, che ha ospitato alcune delle partite di calcio di più alto profilo della storia recente.\r\n\r\n«I residenti di Miami Gardens sanno già cosa significa essere riconosciuti come una comunità che ha un pedigree da campionato e indossare il titolo di mecca dello sport tutto l'anno - ha dichiarato il sindaco di Miami Gardens Rodney Harris -. Possiamo unire una comunità attraverso lo sport e trovare modi per offrire opportunità economiche ai nostri cittadini grazie all'Hard Rock Stadium, che con orgoglio chiama Miami Gardens casa».\r\n\r\n«Abbiamo un'opportunità unica per mostrare la diversità della contea di Miami-Dade e dello stato della Florida e siamo entusiasti di metterci al lavoro» ha aggiunto Rodney Barreto, co-presidente del Comitato ospitante della Coppa del Mondo.","post_title":"Miami si prepara ad ospitare sette partite della Coppa del Mondo Fifa 2026","post_date":"2024-02-21T10:26:28+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708511188000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461954","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate.\r\nComplessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente.\r\n«Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo».\r\nIn termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%.","post_title":"Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita","post_date":"2024-02-21T09:22:29+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708507349000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461382","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_461386\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Uno scorcio dello Yellowsquare Roma[/caption]\r\n\r\nIl brand di ospitalità ibrida Yellowsquare chiude un ottimo 2023 registrando un fatturato di 14,4 milioni di euro, per un incremento del 37% rispetto all'anno precedente. Anche gli indicatori di redditività sono positivi con i margini operativi lordi, al netto dei canoni di affitto, attorno ai 6 milioni (ebitdar), mentre i ricavi totali per camera disponibili (trevpar) si sono attestati sui 198 euro. Ancora più importante, nel segmento degli hybrid, i ricavi totali per letto disponibile (trevpab), che hanno raggiunto i 47,12 euro.\r\nYellowsquare oggi vanta un portfolio di tre strutture, situate nelle città di di Roma, Milano (da settembre 2021) e Firenze (da aprile 2022). A queste si aggiungerà nel 2025 una nuova struttura a Pisa. Nel corso del 2023, la compagnia ha ospitato più di 100 mila persone di età media di 24 anni, con nazionalità che coprono l’intero globo: Africa 1,6%; Asia: 9,1%; Europa 35,6%; Nord America 26,5%; Oceania 15,7%; Sud America 11,5%. Rilevante il dato sul gender, che si assesta a circa il 56% in femminile, 42% in maschile e circa il 2% in non binary.\r\n\r\nScorporando i dati di fatturato, i servizi di alloggio hanno generato circa 11 milioni di euro, mentre il settore food and beverage ha contribuito per circa 3 milioni. Infine, i servizi laterali, come depositi bagagli, coworking, affitto spazi per eventi e mostre, e parrucchiere, rappresentano una piccola quota di 300 mila euro, \"valida soprattutto come arricchimento dell’esperienza per il cliente\", sottolinea una nota ufficiale.\r\n\r\n ","post_title":"Yellowsquare supera i 14 mln di ricavi con margini operativi lordi al netto degli affitti di 6 mln","post_date":"2024-02-13T12:00:51+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1707825651000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460477","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Si è chiuso con risultati record il 2023 del gruppo Blu Hotels, che ha visto il proprio fatturato crescere di 10 milioni rispetto all'anno precedente, toccando quota 80 milioni di euro. Bene pure i margini operativi lordi (ebitda) della compagnia, che hanno raggiunto gli 11 milioni. Prestazioni, queste, frutto di ricavi medi per camera disponibile (total revpar) pari a 136,8 euro, corrispondenti a una tariffa media di 194 euro e a un'occupazione del 70,7% (contro il 66,8% dell'esercizio 2022).\r\n\r\nA far da traino si conferma il mare, con il Salento destinazione più apprezzata. Positivi pure i risultati di Sardegna e Toscana, così come del lago di Garda e della montagna. Quest'ultima, in particolare, grazie alla sua ritrovata capacità di offrire una doppia stagionalità, assume un'importanza strategica per il gruppo. Una valenza confermata dalle previsioni per l'inverno 2023/2024, che indicano già un +20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.\r\n\r\n“I risultati testimoniano la validità del nostro modello di business, con un portfolio diversificato, sia per destinazioni sia per tipologia di offerta - sottolinea il presidente di Blu Hotels, Nicola Risatti -. A differenza di quanto emerso a livello nazionale, abbiamo avuto molti italiani sia nelle destinazioni mare sia in montagna. Sicuramente anche il grande lavoro di fidelizzazione della clientela svolto in questi 30 anni ha fatto molto”.\r\n\r\nA conferma del successo di questo anno, in occasione del Natale, Blu Hotels ha voluto riconoscere ai propri dipendenti un premio welfare di mille euro, spendibile in buoni spesa, buoni carburante e buoni e-commerce, rimborsi bollette, viaggi, benessere e svago. Questo gesto si unisce a nuove politiche retributive e a incentivazioni implementate dal gruppo, come la possibilità di un giorno di smartworking alla settimana nella sede amministrativa. Inoltre, anche ai dipendenti stagionali sarà riconosciuto un premio welfare a fine contratto. “Per noi la soddisfazione e il benessere dei nostri collaboratori sono basilari - conclude Risatti -. Pertanto è altrettanto fondamentale creare un ambiente di lavoro in cui il dipendente si senta valorizzato nelle proprie inclinazioni, con l’obiettivo di garantire l’esperienza professionale migliore, ogni giorno”.","post_title":"Il gruppo Blu Hotels chiude un 2023 record toccando gli 80 mln di fatturato","post_date":"2024-01-31T11:43:29+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706701409000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459654","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Una pietra di colore viola, personalizzata con 22 simboli strani e con un messaggio da decifrare. E' un mistero che si svelerà nelle prossime settimane la nuova attrazione 2024 di Gardaland. La pietra, segno dell'inizio dei lavori di costruzione, è stata simbolicamente posata al centro del cantiere.\r\n\r\nQuello che si sa, al momento, è che sarà una novità avventurosa: un’attrazione per gli amanti del brivido a partire dalla generazione X a quella Z fino alla gen Alpha e potrà trasportare circa 350 persone all’ora, con un’altezza superiore ai 120 centimetri. Posizionata in un’area di 494 metri quadrati, prenderà il posto del Sequoia Magic Loop, accanto alle attrazioni Shaman e Colorado Boat.\r\n\r\nRicca di effetti speciali e con un alto impatto scenografico la nuova attrazione, della quale non è stato ancora svelato il nome, saprà dunque accogliere più generazioni diverse fra loro. La pietra, realizzata dal reparto creativo di Gardaland Resort in circa dieci step per un totale di 100 ore di lavoro, al termine del cantiere verrà posizionata nella nuova attrazione. “Non vediamo l’ora di accogliere i nostri ospiti per la nuova stagione, certi che la futura attrazione li sorprenderà e li farà immergere in un nuovo magico scenario” sottolinea la ceo del parco, Sabrina de Carvalho.","post_title":"Gardaland: al via i lavori per una nuova, misteriosa attrazione","post_date":"2024-01-18T12:36:11+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1705581371000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458568","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Fine anno, tempo di bilanci anche per la Grecia, dove - secondo i dati dell'Istituto dell'Associazione delle imprese turistiche greche (Insete) e della Banca di Grecia - quest'anno il turismo ha contribuito all'11,5% del Pil nazionale, stabilendo così un nuovo record.\r\n\r\nSecondo il rapporto annuale dell'Insete, il contributo diretto del turismo al Pil greco nel 2023 è stimato in 24 miliardi di euro, con cinque regioni che rappresentano quasi il 90% delle entrate del Paese, tre delle quali sono aree prettamente turistiche.\r\n\r\nPer quest'anno, in base alle stime della Banca Centrale, si prevede che le cifre del turismo greco superino i già elevati livelli del 2019 grazie alla crescita del comparto crocieristico. «Tuttavia, le prospettive per il 2024 potrebbero non essere così favorevoli, poiché permangono alcuni fattori di rischio, come il rallentamento dell'economia globale e la possibile escalation della guerra in Medio Oriente» ha precisato la Banca di Grecia.\r\n\r\nFinora, per il 2023, sulla base dei dati ufficiali e nonostante l'incertezza di inizio anno dovuta all'impatto delle pressioni inflazionistiche in corso sul reddito reale delle famiglie europee, la performance del settore può essere definita particolarmente positiva. Nel periodo gennaio-settembre 2023 gli incassi dei viaggi sono stati pari a 17,9 miliardi di euro, superando di 2,4 miliardi di euro i corrispondenti incassi del 2022 e di 1,8 miliardi di euro la performance del 2019, anno record per il turismo greco.\r\n\r\nNel periodo gennaio-ottobre 2023, gli arrivi di visitatori stranieri in tutti gli aeroporti del Paese hanno superato del 13,1% i livelli del 2019. Inoltre, gli arrivi internazionali negli aeroporti regionali del Paese sono stati il 6,3% in più rispetto all'anno scorso e il 14,4% in più rispetto a quelli corrispondenti del 2019.\r\n\r\nIn parallelo, il potenziale alberghiero del Paese appare rafforzato, con i posti letto totali e quelli degli hotel di lusso che superano quelli del 2022 e del 2019. ","post_title":"Grecia, ottima performance per il turismo: nel 2023 l'incidenza sul Pil sale all'11,5%","post_date":"2023-12-22T09:35:15+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1703237715000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458386","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"La brasiliana Azul ha siglato un ordine fermo per quattro ulteriori A330-900 destinati all'ampliamento del network internazionale, sulla base di un contratto di acquisto firmato a giugno 2023.\r\n\r\nL'A330neo è dotato della cabina Airspace, che offre ai passeggeri grande comfort, atmosfera e design: garantisce maggiore spazio individuale, cappelliere più grandi, un nuovo sistema di illuminazione e l'accesso ai più recenti sistemi di intrattenimento e connettività in volo.\r\n\r\nAzul Linhas Aereas ha avviato le operazioni nel 2008 e da allora è cresciuta fino a diventare una delle maggiori compagnie aeree in Brasile, servendo oltre 160 destinazioni in Brasile, Stati Uniti, Europa e Sud America. Il vettore ha ricevuto il primo A330neo delle Americhe nel 2019 e opera attualmente 12 aeromobili della Famiglia A330.\r\n\r\nL'A330neo è il più recente aeromobile widebody di Airbus. Alimentato da motori Rolls-Royce Trent 7000 di ultima generazione: l'A330-900 è in grado di volare per 7.200 mn / 13.300 km senza scalo. A fine novembre 2023 la Famiglia A330 aveva totalizzato oltre 1.800 ordini fermi da parte di più di 130 clienti in tutto il mondo. Airbus ha venduto oltre 1.150 aeromobili in America Latina e nei Caraibi: oltre 750 sono in funzione in tutta la regione, circa 500 sono in portafoglio ordini, e rappresentano una quota di mercato del 58% degli aeromobili passeggeri in servizio. Dal 1994 Airbus si è assicurata il 75% degli ordini netti nella regione.","post_title":"Azul vuole crescere sul lungo raggio: ordine fermo per altri 4 Airbus A330-900","post_date":"2023-12-20T09:15:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1703063707000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456164","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Nel terzo trimestre dell'anno l'aeroporto dell'Umbria sale al secondo posto della classifica stilata da Aci Europe che valuta il tasso di crescita del traffico passeggeri tra gli scali europei, nella categoria sotto i 5 milioni di passeggeri annui. Classifica che nel primo semestre del 2023 vedeva lo scalo di Perugia già posizionato sul terzo gradino del podio.\r\n\r\nLo scalo ha infatti realizzato \"una crescita del +194% rispetto allo stesso periodo del 2019\" sottolinea una nota del San Francesco d'Assisi. Nel periodo di picco per i voli aerei in Europa il traffico passeggeri è cresciuto del +12,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.\r\n\r\nQuesto aumento, nonostante le tariffe dei voli aerei più elevate e le pressioni inflazionistiche, evidenzia una performance di crescita negli aeroporti europei complessivamente solida, secondo Aci Europe. Riguardo agli aeroporti regionali viene sottolineato che quelli che servono destinazioni turistiche e si affidano a vettori low cost hanno registrato volumi di passeggeri superiori rispetto ai livelli pre-pandemia (terzo trimestre 2019).","post_title":"L'aeroporto Perugia scala la classifica Aci Europe per la maggior crescita del traffico","post_date":"2023-11-16T10:04:10+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1700129050000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"455612","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Il gruppo Singapore Airlines punta a tornare alla capacità pre-pandemia nell'anno fiscale 2024, grazie alla robusta domanda di viaggi che ha portato la compagnia aerea a registrare un aumento del 26% dell'utile operativo semestrale.\r\n\r\nEntro la fine di quest'anno la capacità dovrebbe invece raggiungere il 92% circa dei livelli di gennaio 2020. Ad aprile del prossimo anno, in coincidenza con l'inizio del nuovo esercizio, si prevede un recupero completo della capacità \"con il progressivo aumento dei collegamenti su tutto il network\". Al 30 settembre, la rete passeggeri di Sia copriva 75 destinazioni a livello globale, mentre Scoot ne serviva 67.\r\n\r\nIntanto, nei sei mesi conclusi il 30 settembre, il gruppo Sia ha registrato un utile operativo di 1,14 miliardi di dollari, con un aumento del 26% rispetto all'anno precedente. I ricavi del semestre sono saliti dell'8,9% grazie a un aumento del 26% dei ricavi da trasporto passeggeri. Il gruppo ha trasportato più di 17 milioni di passeggeri nel semestre, con un aumento del 52% rispetto allo stesso periodo dell'esercizio precedente. Il load factor ha raggiunto il livello record dell'88,8%.","post_title":"Gruppo Singapore Airlines: ritorno alla capacità pre-Covid nell'anno fiscale 2024","post_date":"2023-11-08T09:15:47+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1699434947000]}]}}

Lascia un commento