1 March 2024

1233

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

PER TRASFERIMENTO DEFINITIVO IN LIGURIA CERCO IMPIEGO IN AGENZIE VIAGGI/TOUR OPERATOR/ALBERGHIERO NELLA CITTA’ DI GENOVA E PROVINCIA (ZONA LEVANTE) REFERENZIATA OLTRE SETTE ANNI DI ESPERIENZA NEL SETTORE.
PER CONTATTO: 339 6293144.


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460346 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza. I ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019. Korean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone. [post_title] => Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre [post_date] => 2024-01-30T11:16:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706613367000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460330 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => New entry in casa Laqua Collection, il gruppo fondato da chef Antonino Cannavacciuolo insieme alla moglie Cinzia Primatesta: Le Cattedrali Relais riaprirà le sue porte il prossimo 8 febbraio e si trova in Valleandona, in provincia di Asti: è un 5 stelle lusso da 13 camere e suite dagli spazi generosi, compresi tra i 43 e i 133 mq. A disposizione degli ospiti anche un lounge bar e un'area benessere con piscina esterna, sauna, bagno turco e vitarium. Ma fiore all'occhiello del relais è ovviamente il ristorante Cannavacciuolo Le Cattedrali Asti, a cui si aggiunge un'importante cantina che vanta oltre 2 mila etichette provenienti da tutta Italia, con una notevole collezione di bottiglie piemontesi. Il tutto inserito in un ampio spazio verde: un parco al cui interno si trova anche un piccolo teatro open air. L’offerta esterna della proprietà si completa infine con un campo da padel e da pickleball, nonché con una pista di atterraggio elicotteri a disposizione degli ospiti. “Mi sono ispirato alla natura per concepire la struttura – dichiara Livio Negro, titolare de Le Cattedrali by Laqua Collection –. Volevo che in questo luogo regnasse un rapporto armonico tra leggerezza e grandiosità, autenticità e bellezza. Oggi le forme eleganti del relais, che in molti casi riprendono quelle della natura, si fondono con i boschi e i sentieri, i profumi e i colori, le storie e i sapori di questo sfaccettato e sorprendente territorio”. La direzione della struttura è affidata a Massimo Chiappo Buratti manager alberghiero con oltre 25 anni di esperienza a livello internazionale in Svizzera, Cina, Taiwan, Germania, Italia, Regno Unito, appassionato di enogastronomia, sempre alla ricerca di nuove tendenze nel settore e di idee innovative da valorizzare. “Sin da subito Le Cattedrali Relais si è posto come punto di riferimento e motivo di orgoglio per l’intero territorio - sottolinea lo stesso Chiappo Buratti -. La sua realizzazione ha infatti coinvolto numerose aziende e professionisti locali, con un’importante ricaduta sul tessuto imprenditoriale astigiano. Questo progetto rappresenta un unicum per la sua particolare location e per il pregio assoluto degli spazi, che ne fanno una perla rara a livello internazionale”.   [post_title] => Laqua Collection cresce in Piemonte con Le Cattedrali Relais di Valleandona, nell'Astigiano [post_date] => 2024-01-30T10:23:13+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706610193000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460167 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Cambio ai vertici della divisione Experiences at sea di Norwegian Cruise Line. Neil Brodie è stato infatti appena nominato vice president Experiences at sea, charter, meetings and incentive ed eventi. Brodie prende il posto di Anthony Diaz, che ha ricoperto il ruolo di senior vice president dall'agosto 2021 e che ora rimarrà nella compagnia come consigliere speciale fino a giugno 2024. Nel suo nuovo ruolo, Brodie guiderà le vendite, la crescita e le operazioni commerciali per il dipartimento charter, meeting and incentive, creando esperienze in mare per una varietà di eventi aziendali, a tema e basati sull'affinità con i marchi Ncl, Oceania Cruises e Regent’s Seven Seas Cruises. Nel 2023, la divisione Experiences at sea ha dato il via all’anno con 13 crociere consecutive da gennaio a marzo, ospitando una serie di eventi a tema e di gruppo. Gli scorsi 12 mesi si sono conclusi con il team cm&i responsabile del completamento di 21 charter, per un aumento del 133% rispetto al 2022, incluso il charter più lungo nella storia della compagnia con 109 pernottamenti. "Sono davvero onorato di avere l'opportunità di guidare il nostro team nel nuovo anno dopo un 2023 incredibilmente eccezionale - sottolinea lo stesso Brodie -. Il futuro è molto luminoso. Il nostro team è estremamente appassionato nell'offrire eventi di gruppo unici nel loro genere, adattando i desideri e le esigenze dei nostri clienti alla nave, all'itinerario e all'esperienza giusti in tutti tre marchi". [post_title] => Neil Brodie nuovo responsabile della divisione Experiences at sea di Ncl [post_date] => 2024-01-26T10:44:43+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706265883000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 459657 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_443575" align="alignleft" width="300"] Alcune mobile home Human Company[/caption] Si fa sempre più stretto il legame tra la finanza e il mondo dell'open air italiano. Dopo le recenti indiscrezioni sul possibile cambio di partnership in casa Club del Sole, giungono ora altre voci riguardanti questa volta il gruppo Human Company, attualmente controllato al 100% dalla famiglia Cardini Vannucchi. Stando ai rumours, sempre raccolti dal Sole 24 Ore, l'operatore toscano sarebbe stato infatti messo nel mirino dagli statunitensi di Hines che, in joint venture con Clessidra, starebbe studiando il proprio ingresso nel capitale della società dell'open air, attiva anche nei segmenti degli ostelli e dei relais di campagna. L'operazione dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre dell'anno e punterebbe al rafforzamento dell'organizzazione Human Company, nonché al suo ulteriore sviluppo. La compagnia toscana nata negli anni '80 come Ecv Group da una famiglia tradizionalmente legata all'industria tessile di Prato, ha chiuso il 2022 con un giro d'affari di 123 milioni di euro. Il gruppo conta oggi dieci village e camping in Toscana, Veneto, Lazio e Lussemburgo, a cui si aggiungono due ostelli 2.0 a marchio Plus Hostel a Firenze e a Praga, nonché la tenuta Palagina sulle colline del Chianti. Presente anche un format f&b chiamato Mercato Centrale, attualmente attivo a Firenze, Roma, Torino, a Milano e a Campi Bisenzio. [post_title] => Gli operatori finanziari Hines e Clessidra pronti a entrare nel capitale di Human Company [post_date] => 2024-01-18T12:50:47+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1705582247000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458843 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri. Rispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019. Secondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea. Sedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria. [post_title] => L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-04T10:46:49+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704365209000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457563 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Novembre di ulteriore crescita per l'aeorporto di Bologna: i passeggeri sono stati 646.532, in aumento del 12,3% su novembre 2022, benché ancora a meno 9,3% sullo stesso mese del 2019 (ultimo anno pre-Covid). Nel periodo gennaio-novembre i passeggeri complessivi sono stati 9.299.285, in aumento del 17,6% sullo stesso periodo del 2022 e del 7% sullo stesso periodo del 2019. Nel dettaglio, crescono i passeggeri su voli domestici (152.083, +15,9% su novembre 2022 e +2,0% su novembre 2019), mentre i passeggeri su voli internazionali (494.449) sono in aumento rispetto al 2022 (+11,3%) ma segnano un decremento rispetto al 2019 (-12,3%). Le destinazioni “più volate” di novembre 2023 sono state: Catania, Tirana, Barcellona, Parigi De Gaulle, Londra Heathrow, Madrid, Istanbul, Francoforte, Palermo e Bucarest. Particolarmente significativo (+55,2% su novembre 2022) l’incremento di passeggeri da/per la capitale albanese, che attualmente è servita da tre compagnie aeree, per un totale di 32 partenze a settimana. [post_title] => Aeroporto Bologna: oltre 9,2 mln di passeggeri nei primi 11 mesi dell'anno, più 7% sul 2019 [post_date] => 2023-12-06T10:45:19+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701859519000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 457077 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Ryanair continua la sua campagna contro le agenzie di viaggio online. La compagnia low cost ha pubblicato un rapporto che analizza "i sovrapprezzi" applicati da questi intermediari. Il documento a quanto dice Ryanair "dimostra che Kiwi, Lastminute, Opodo e eDreams continuano ad addebitare tariffe ingiustificate per i loro servizi inesistenti, e allo stesso tempo fanno pagare prezzi eccessivi per i servizi ausiliari che hanno prezzi competitivi sul sito web di Ryanair", secondo la versione della compagnia. Per quanto riguarda le ota: Kiwi, che applicherebbe un sovrapprezzo del 344% per la scelta dei posti, più una commissione amministrativa “inventata” di 30 euro, e Opodo, con una differenza del 263% per lo stesso concetto e una penale di cancellazione “inventata” di 60 euro. Da parte sua, eDreams addebita il 133% in più rispetto a Ryanair per i cambi di volo e Lastminute il 116% in più. Consumatori e tariffe L'amministratore delegato del gruppo aereo, Michael O'Leary, sostiene che le ota “non solo utilizzano illegalmente il sito web di Ryanair, ma utilizzano queste informazioni per confondere i consumatori ignari con tariffe per i servizi forniti da Ryanair gratuitamente". “Stanno inoltre addebitando massicciamente ai clienti i servizi accessori, spesso aumentando di 3 o 4 volte il prezzo offerto dalla nostra compagnia aerea. Per questo motivo, Ryanair continua a condurre una campagna contro le ota e continua a chiedere ai governi e alle agenzie dei consumatori di adottare misure per prevenire queste azioni su Internet e questo evidente errore di vendita che colpisce i consumatori", sottolinea. O'Leary trova "incredibile" che "il governo del Regno Unito, le sue agenzie per i consumatorio inutili riviste di consumatori come Which continuino a ignorare questo caso dilagante contro i consumatori". La replica di Kiwi.com Alle parole dell'a.d. di Ryanair ha fatto prontamente seguito una replica di uno dei portali coinvolti: "Con le molteplici indagini condotte a livello europeo dalle associazioni dei consumatori e dalle autorità garanti per la concorrenza e il mercato sull'operato di Ryanair, non sorprende l'ennesimo blitz a livello di pr da parte di Ryanair nel tentativo di distogliere l'attenzione da sé stessa e infangare la reputazione della concorrenza, utilizzando informazioni scelte a tavolino che non riflettono la scala molto più ampia di combinazioni e opzioni che le ota sono in grado di offrire ai loro clienti e che Ryanair non è in grado di rendere disponibili - puntualizza un portavoce di Kiwi.com -. Questo attacco tramite un'attività di pr è un'altra azione intrapresa da Ryanair per dissuadere i clienti dal prenotare con le Ota. Questo si aggiunge all'implementazione da parte di Ryanair di quello che consideriamo un cosiddetto processo di verifica immotivatamente sproporzionato che è oggetto di indagine e che noi, e molti altri operatori del settore, riteniamo sia stato concepito per penalizzare i consumatori che desiderano avere la libertà di scegliere tra tutte le opzioni a loro disposizione". [post_title] => Ryanair ancora contro le ota. Tariffe ingiustificate ai viaggiatori [post_date] => 2023-11-29T11:35:55+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => topnews ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Top News ) ) [sort] => Array ( [0] => 1701257755000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456423 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Voli e tariffe. In poco più di due settimane i prezzi dei biglietti aerei per volare su Sicilia e Sardegna nel periodo natalizio hanno registrato aumenti vertiginosi che raggiungono, a seconda della tratta, punte del +78%. È quanto ha denunciato il Codacons, associazione dalle cui denunce sono scaturite le due indagini dell’Antitrust sul caro-voli in Italia. In particolare l’associazione ha messo a confronto la sua precedente indagine condotta il 2 novembre scorso e relativa alle tariffe dei voli per Sicilia e Sardegna per le partenze a ridosso di Natale, con i dati raccolti oggi sulle piattaforme di prenotazione specializzate, scoprendo che in pochi giorni i prezzi dei biglietti aerei sono schizzati alle stelle. Il rincaro più forte riguarda la tratta Torino-Cagliari: partendo il 24 dicembre (entro le ore 17) si spendevano 84 euro acquistando il biglietto il 2 novembre scorso (volo di sola andata), mentre oggi servono almeno 150 euro, con un incremento del +78,5%. E proprio i voli da Torino per le isole mostrano un andamento del tutto anomalo: se si parte il 22 o il 23 dicembre, i prezzi risultano inferiori rispetto a quelli venduti a inizio novembre, con una discesa fino al -24% per la tratta Torino-Catania. Questo potrebbe dipendere da un possibile aumento dei collegamenti tra la città piemontese e le isole nel periodo natalizio – ha spiegato il Codacons. Altre follie Per volare da Roma a Catania partendo il 22 dicembre, il biglietto passa dagli 82 euro di inizio novembre agli attuali 127 euro, con un aumento del +54,9%; da 94 euro a 140 euro se si parte il 23 dicembre (+48,9%). +34,4% la tratta Roma-Palermo con partenza il 22 dicembre. La tratta Milano-Catania rincara del +48,5% in pochi giorni (da 165 euro a 245 euro partendo il 23 dicembre), mentre da Firenze a Catania occorre mettere in conto una maggiore spesa del +33,7% partendo il 24 dicembre (entro le ore 17): da 181 euro del 2 novembre ai 242 euro attuali. Proibitivi i biglietti da Bologna: servino 342 euro per volare il 22 dicembre a Palermo (+32,5% su inizio novembre), 314 euro se si parte il 23 dicembre, e 291 euro se si è diretti a Cagliari il 22 dicembre, con un rincaro in questo caso del 64,4% (aumenti superiori al 52% se si parte il 23 o 24 dicembre). Aumentano del 60,7% i prezzi dei voli da Venezia su Cagliari, con il biglietto del 23 dicembre che passa dai 145 euro di inizio novembre agli attuali 233 euro. [post_title] => Voli: riparte la corsa delle tariffe aeree su Sicilia e Sardegna. E il Governo? [post_date] => 2023-11-20T11:01:06+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1700478066000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 456391 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Air Arabia Group entra a passo deciso nel suo ventesimo anno di attività, dopo aver trasportato oltre 150 milioni di passeggeri, operando attraverso un network di oltre 190 rotte da sette hub. La compagnia archivia infatti i primi nove mesi 2023 (terminati lo scorso 30 settembre) con risultati positivi in cui spicca un utile netto record di 1,32 miliardi di Aed, in crescita del 53% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre i ricavi sono aumentati del 16% raggiungendo la cifra di 4,45 miliardi di Aed. "Air Arabia ha mantenuto la sua robusta crescita nei primi nove mesi di quest'anno, espandendo le operazioni nei suoi sette hub operativi e introducendo nuove rotte per migliorare la rete globale del vettore - ha commentato Abdullah Bin Mohamed Al Thani, presidente del vettore -. L'aumento della capacità in questo periodo è stato completato da un'impressionante impennata del numero di passeggeri, che ha raggiunto un totale di 12,4 milioni, segnando un notevole aumento del 36% rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno. Air Arabia rimane ferma nel suo impegno a diversificare ed espandere il proprio business, investendo contemporaneamente in prodotti innovativi che mirano a migliorare ogni aspetto del viaggio dei nostri clienti." Positivo anche l'outlook nel breve e medio periodo: "La domanda per i nostri prodotti di valore continua a essere solida e rimaniamo cautamente ottimisti mentre continuiamo a monitorare il contesto in continua evoluzione geopolitico e macroeconomico. Allo stesso modo, continuiamo a concentrarci sull'innovazione, sull'efficienza e sul controllo dei costi in tutte le nostre attività. Sebbene le sfide persistano nel breve termine, abbiamo piena fiducia nel modello di business che gestiamo, nella nostra capacità di continuare a guidare la crescita e nella nostra offerta di prodotti". [post_title] => Air Arabia compie 20 anni e centra un utile record nei primi nove mesi 2023 [post_date] => 2023-11-20T09:40:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1700473248000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1233" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":79,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460346","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza.\r\n\r\nI ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019.\r\n\r\nKorean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone.","post_title":"Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre","post_date":"2024-01-30T11:16:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706613367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460330","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"New entry in casa Laqua Collection, il gruppo fondato da chef Antonino Cannavacciuolo insieme alla moglie Cinzia Primatesta: Le Cattedrali Relais riaprirà le sue porte il prossimo 8 febbraio e si trova in Valleandona, in provincia di Asti: è un 5 stelle lusso da 13 camere e suite dagli spazi generosi, compresi tra i 43 e i 133 mq. A disposizione degli ospiti anche un lounge bar e un'area benessere con piscina esterna, sauna, bagno turco e vitarium. Ma fiore all'occhiello del relais è ovviamente il ristorante Cannavacciuolo Le Cattedrali Asti, a cui si aggiunge un'importante cantina che vanta oltre 2 mila etichette provenienti da tutta Italia, con una notevole collezione di bottiglie piemontesi. Il tutto inserito in un ampio spazio verde: un parco al cui interno si trova anche un piccolo teatro open air. L’offerta esterna della proprietà si completa infine con un campo da padel e da pickleball, nonché con una pista di atterraggio elicotteri a disposizione degli ospiti.\r\n\r\n“Mi sono ispirato alla natura per concepire la struttura – dichiara Livio Negro, titolare de Le Cattedrali by Laqua Collection –. Volevo che in questo luogo regnasse un rapporto armonico tra leggerezza e grandiosità, autenticità e bellezza. Oggi le forme eleganti del relais, che in molti casi riprendono quelle della natura, si fondono con i boschi e i sentieri, i profumi e i colori, le storie e i sapori di questo sfaccettato e sorprendente territorio”.\r\n\r\nLa direzione della struttura è affidata a Massimo Chiappo Buratti manager alberghiero con oltre 25 anni di esperienza a livello internazionale in Svizzera, Cina, Taiwan, Germania, Italia, Regno Unito, appassionato di enogastronomia, sempre alla ricerca di nuove tendenze nel settore e di idee innovative da valorizzare. “Sin da subito Le Cattedrali Relais si è posto come punto di riferimento e motivo di orgoglio per l’intero territorio - sottolinea lo stesso Chiappo Buratti -. La sua realizzazione ha infatti coinvolto numerose aziende e professionisti locali, con un’importante ricaduta sul tessuto imprenditoriale astigiano. Questo progetto rappresenta un unicum per la sua particolare location e per il pregio assoluto degli spazi, che ne fanno una perla rara a livello internazionale”.\r\n\r\n ","post_title":"Laqua Collection cresce in Piemonte con Le Cattedrali Relais di Valleandona, nell'Astigiano","post_date":"2024-01-30T10:23:13+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1706610193000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460167","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Cambio ai vertici della divisione Experiences at sea di Norwegian Cruise Line. Neil Brodie è stato infatti appena nominato vice president Experiences at sea, charter, meetings and incentive ed eventi. Brodie prende il posto di Anthony Diaz, che ha ricoperto il ruolo di senior vice president dall'agosto 2021 e che ora rimarrà nella compagnia come consigliere speciale fino a giugno 2024.\r\n\r\nNel suo nuovo ruolo, Brodie guiderà le vendite, la crescita e le operazioni commerciali per il dipartimento charter, meeting and incentive, creando esperienze in mare per una varietà di eventi aziendali, a tema e basati sull'affinità con i marchi Ncl, Oceania Cruises e Regent’s Seven Seas Cruises.\r\n\r\nNel 2023, la divisione Experiences at sea ha dato il via all’anno con 13 crociere consecutive da gennaio a marzo, ospitando una serie di eventi a tema e di gruppo. Gli scorsi 12 mesi si sono conclusi con il team cm&i responsabile del completamento di 21 charter, per un aumento del 133% rispetto al 2022, incluso il charter più lungo nella storia della compagnia con 109 pernottamenti. \"Sono davvero onorato di avere l'opportunità di guidare il nostro team nel nuovo anno dopo un 2023 incredibilmente eccezionale - sottolinea lo stesso Brodie -. Il futuro è molto luminoso. Il nostro team è estremamente appassionato nell'offrire eventi di gruppo unici nel loro genere, adattando i desideri e le esigenze dei nostri clienti alla nave, all'itinerario e all'esperienza giusti in tutti tre marchi\".","post_title":"Neil Brodie nuovo responsabile della divisione Experiences at sea di Ncl","post_date":"2024-01-26T10:44:43+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1706265883000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"459657","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_443575\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Alcune mobile home Human Company[/caption]\r\n\r\nSi fa sempre più stretto il legame tra la finanza e il mondo dell'open air italiano. Dopo le recenti indiscrezioni sul possibile cambio di partnership in casa Club del Sole, giungono ora altre voci riguardanti questa volta il gruppo Human Company, attualmente controllato al 100% dalla famiglia Cardini Vannucchi.\r\nStando ai rumours, sempre raccolti dal Sole 24 Ore, l'operatore toscano sarebbe stato infatti messo nel mirino dagli statunitensi di Hines che, in joint venture con Clessidra, starebbe studiando il proprio ingresso nel capitale della società dell'open air, attiva anche nei segmenti degli ostelli e dei relais di campagna.\r\n\r\nL'operazione dovrebbe concludersi entro la fine del primo trimestre dell'anno e punterebbe al rafforzamento dell'organizzazione Human Company, nonché al suo ulteriore sviluppo. La compagnia toscana nata negli anni '80 come Ecv Group da una famiglia tradizionalmente legata all'industria tessile di Prato, ha chiuso il 2022 con un giro d'affari di 123 milioni di euro. Il gruppo conta oggi dieci village e camping in Toscana, Veneto, Lazio e Lussemburgo, a cui si aggiungono due ostelli 2.0 a marchio Plus Hostel a Firenze e a Praga, nonché la tenuta Palagina sulle colline del Chianti. Presente anche un format f&b chiamato Mercato Centrale, attualmente attivo a Firenze, Roma, Torino, a Milano e a Campi Bisenzio.","post_title":"Gli operatori finanziari Hines e Clessidra pronti a entrare nel capitale di Human Company","post_date":"2024-01-18T12:50:47+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1705582247000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458843","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L'aeroporto di Trapani ha concluso con 44.000 passeggeri il mese di dicembre, dato che porta ad archiviare il 2023 con un totale di 1.332.413 passeggeri: il numero rappresenta un nuovo massimo storico per lo scalo, dopo le difficoltà che hanno preceduto la pandemia e le restrizioni dovute al Covid tra il 2020 e il 2021. Di fatto era dal 2017 che Trapani non superava il milione di passeggeri.\r\n\r\nRispetto al 2022 l’aumento del traffico è stato del +49%, +211% rispetto al 2021, +224% rispetto al il 2019.\r\n\r\nSecondo i dati elaborati dalla società di gestione, Airgest, l’83% del traffico totale si è registrato durante la stagione estiva (1.109.941 aprile- ottobre); il 30% è stato di tipo internazionale (399.262). Il picco passeggeri è stato registrato a luglio ed agosto, in parte anche per lo smistamento su Birgi di alcuni voli originariamente previsti per l’aeroporto di Catania, che per alcune settimane è stato costretto a ridurre sensibilmente la sua attività in seguito a un incendio che ha interessato la stazione aeroportuale etnea.\r\n\r\nSedici le rotte internazionali su cui Airgest ha potuto contare per la summer 2023 (Charleroi, Bordeaux, Billund, Bratislava, Dusseldorf, Karlsue Baden- Baden, Francoforte, Malta, Manchester, Modlin, Porto, Riga, Siviglia, Stansted, Tolosa e Katowice). Le tratte domestiche sono state Bergamo, Bologna, Milano Malpensa, Napoli, Pescara, Pisa, Roma, Torino, Venezia (Treviso), Forlì e Pantelleria.","post_title":"L'aeroporto di Trapani conclude un 2023 da incorniciare con oltre 1,33 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-04T10:46:49+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1704365209000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457563","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Novembre di ulteriore crescita per l'aeorporto di Bologna: i passeggeri sono stati 646.532, in aumento del 12,3% su novembre 2022, benché ancora a meno 9,3% sullo stesso mese del 2019 (ultimo anno pre-Covid). Nel periodo gennaio-novembre i passeggeri complessivi sono stati 9.299.285, in aumento del 17,6% sullo stesso periodo del 2022 e del 7% sullo stesso periodo del 2019.\r\n\r\nNel dettaglio, crescono i passeggeri su voli domestici (152.083, +15,9% su novembre 2022 e +2,0% su novembre 2019), mentre i passeggeri su voli internazionali (494.449) sono in aumento rispetto al 2022 (+11,3%) ma segnano un decremento rispetto al 2019 (-12,3%).\r\n\r\nLe destinazioni “più volate” di novembre 2023 sono state: Catania, Tirana, Barcellona, Parigi De Gaulle, Londra Heathrow, Madrid, Istanbul, Francoforte, Palermo e Bucarest. Particolarmente significativo (+55,2% su novembre 2022) l’incremento di passeggeri da/per la capitale albanese, che attualmente è servita da tre compagnie aeree, per un totale di 32 partenze a settimana.","post_title":"Aeroporto Bologna: oltre 9,2 mln di passeggeri nei primi 11 mesi dell'anno, più 7% sul 2019","post_date":"2023-12-06T10:45:19+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1701859519000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"457077","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Ryanair continua la sua campagna contro le agenzie di viaggio online. La compagnia low cost ha pubblicato un rapporto che analizza \"i sovrapprezzi\" applicati da questi intermediari.\r\n\r\nIl documento a quanto dice Ryanair \"dimostra che Kiwi, Lastminute, Opodo e eDreams continuano ad addebitare tariffe ingiustificate per i loro servizi inesistenti, e allo stesso tempo fanno pagare prezzi eccessivi per i servizi ausiliari che hanno prezzi competitivi sul sito web di Ryanair\", secondo la versione della compagnia.\r\n\r\nPer quanto riguarda le ota: Kiwi, che applicherebbe un sovrapprezzo del 344% per la scelta dei posti, più una commissione amministrativa “inventata” di 30 euro, e Opodo, con una differenza del 263% per lo stesso concetto e una penale di cancellazione “inventata” di 60 euro. Da parte sua, eDreams addebita il 133% in più rispetto a Ryanair per i cambi di volo e Lastminute il 116% in più.\r\nConsumatori e tariffe\r\nL'amministratore delegato del gruppo aereo, Michael O'Leary, sostiene che le ota “non solo utilizzano illegalmente il sito web di Ryanair, ma utilizzano queste informazioni per confondere i consumatori ignari con tariffe per i servizi forniti da Ryanair gratuitamente\".\r\n\r\n“Stanno inoltre addebitando massicciamente ai clienti i servizi accessori, spesso aumentando di 3 o 4 volte il prezzo offerto dalla nostra compagnia aerea. Per questo motivo, Ryanair continua a condurre una campagna contro le ota e continua a chiedere ai governi e alle agenzie dei consumatori di adottare misure per prevenire queste azioni su Internet e questo evidente errore di vendita che colpisce i consumatori\", sottolinea.\r\n\r\nO'Leary trova \"incredibile\" che \"il governo del Regno Unito, le sue agenzie per i consumatorio inutili riviste di consumatori come Which continuino a ignorare questo caso dilagante contro i consumatori\".\r\n\r\nLa replica di Kiwi.com\r\n\r\nAlle parole dell'a.d. di Ryanair ha fatto prontamente seguito una replica di uno dei portali coinvolti: \"Con le molteplici indagini condotte a livello europeo dalle associazioni dei consumatori e dalle autorità garanti per la concorrenza e il mercato sull'operato di Ryanair, non sorprende l'ennesimo blitz a livello di pr da parte di Ryanair nel tentativo di distogliere l'attenzione da sé stessa e infangare la reputazione della concorrenza, utilizzando informazioni scelte a tavolino che non riflettono la scala molto più ampia di combinazioni e opzioni che le ota sono in grado di offrire ai loro clienti e che Ryanair non è in grado di rendere disponibili - puntualizza un portavoce di Kiwi.com -. Questo attacco tramite un'attività di pr è un'altra azione intrapresa da Ryanair per dissuadere i clienti dal prenotare con le Ota. Questo si aggiunge all'implementazione da parte di Ryanair di quello che consideriamo un cosiddetto processo di verifica immotivatamente sproporzionato che è oggetto di indagine e che noi, e molti altri operatori del settore, riteniamo sia stato concepito per penalizzare i consumatori che desiderano avere la libertà di scegliere tra tutte le opzioni a loro disposizione\".","post_title":"Ryanair ancora contro le ota. Tariffe ingiustificate ai viaggiatori","post_date":"2023-11-29T11:35:55+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["topnews"],"post_tag_name":["Top News"]},"sort":[1701257755000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456423","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Voli e tariffe. In poco più di due settimane i prezzi dei biglietti aerei per volare su Sicilia e Sardegna nel periodo natalizio hanno registrato aumenti vertiginosi che raggiungono, a seconda della tratta, punte del +78%. È quanto ha denunciato il Codacons, associazione dalle cui denunce sono scaturite le due indagini dell’Antitrust sul caro-voli in Italia. In particolare l’associazione ha messo a confronto la sua precedente indagine condotta il 2 novembre scorso e relativa alle tariffe dei voli per Sicilia e Sardegna per le partenze a ridosso di Natale, con i dati raccolti oggi sulle piattaforme di prenotazione specializzate, scoprendo che in pochi giorni i prezzi dei biglietti aerei sono schizzati alle stelle.\r\n\r\nIl rincaro più forte riguarda la tratta Torino-Cagliari: partendo il 24 dicembre (entro le ore 17) si spendevano 84 euro acquistando il biglietto il 2 novembre scorso (volo di sola andata), mentre oggi servono almeno 150 euro, con un incremento del +78,5%. E proprio i voli da Torino per le isole mostrano un andamento del tutto anomalo: se si parte il 22 o il 23 dicembre, i prezzi risultano inferiori rispetto a quelli venduti a inizio novembre, con una discesa fino al -24% per la tratta Torino-Catania. Questo potrebbe dipendere da un possibile aumento dei collegamenti tra la città piemontese e le isole nel periodo natalizio – ha spiegato il Codacons.\r\n\r\nAltre follie\r\n\r\nPer volare da Roma a Catania partendo il 22 dicembre, il biglietto passa dagli 82 euro di inizio novembre agli attuali 127 euro, con un aumento del +54,9%; da 94 euro a 140 euro se si parte il 23 dicembre (+48,9%). +34,4% la tratta Roma-Palermo con partenza il 22 dicembre. La tratta Milano-Catania rincara del +48,5% in pochi giorni (da 165 euro a 245 euro partendo il 23 dicembre), mentre da Firenze a Catania occorre mettere in conto una maggiore spesa del +33,7% partendo il 24 dicembre (entro le ore 17): da 181 euro del 2 novembre ai 242 euro attuali.\r\n\r\nProibitivi i biglietti da Bologna: servino 342 euro per volare il 22 dicembre a Palermo (+32,5% su inizio novembre), 314 euro se si parte il 23 dicembre, e 291 euro se si è diretti a Cagliari il 22 dicembre, con un rincaro in questo caso del 64,4% (aumenti superiori al 52% se si parte il 23 o 24 dicembre). Aumentano del 60,7% i prezzi dei voli da Venezia su Cagliari, con il biglietto del 23 dicembre che passa dai 145 euro di inizio novembre agli attuali 233 euro.","post_title":"Voli: riparte la corsa delle tariffe aeree su Sicilia e Sardegna. E il Governo?","post_date":"2023-11-20T11:01:06+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1700478066000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"456391","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Air Arabia Group entra a passo deciso nel suo ventesimo anno di attività, dopo aver trasportato oltre 150 milioni di passeggeri, operando attraverso un network di oltre 190 rotte da sette hub.\r\n\r\nLa compagnia archivia infatti i primi nove mesi 2023 (terminati lo scorso 30 settembre) con risultati positivi in cui spicca un utile netto record di 1,32 miliardi di Aed, in crescita del 53% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre i ricavi sono aumentati del 16% raggiungendo la cifra di 4,45 miliardi di Aed.\r\n\r\n\"Air Arabia ha mantenuto la sua robusta crescita nei primi nove mesi di quest'anno, espandendo le operazioni nei suoi sette hub operativi e introducendo nuove rotte per migliorare la rete globale del vettore - ha commentato Abdullah Bin Mohamed Al Thani, presidente del vettore -. L'aumento della capacità in questo periodo è stato completato da un'impressionante impennata del numero di passeggeri, che ha raggiunto un totale di 12,4 milioni, segnando un notevole aumento del 36% rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno. Air Arabia rimane ferma nel suo impegno a diversificare ed espandere il proprio business, investendo contemporaneamente in prodotti innovativi che mirano a migliorare ogni aspetto del viaggio dei nostri clienti.\"\r\n\r\nPositivo anche l'outlook nel breve e medio periodo: \"La domanda per i nostri prodotti di valore continua a essere solida e rimaniamo cautamente ottimisti mentre continuiamo a monitorare il contesto in continua evoluzione geopolitico e macroeconomico. Allo stesso modo, continuiamo a concentrarci sull'innovazione, sull'efficienza e sul controllo dei costi in tutte le nostre attività. Sebbene le sfide persistano nel breve termine, abbiamo piena fiducia nel modello di business che gestiamo, nella nostra capacità di continuare a guidare la crescita e nella nostra offerta di prodotti\".","post_title":"Air Arabia compie 20 anni e centra un utile record nei primi nove mesi 2023","post_date":"2023-11-20T09:40:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1700473248000]}]}}

Lascia un commento