1 March 2024

1113

[ 0 ]
Tipologia di annuncio:
Annuncio pubblicato da:
Telefono:
Email:
Provincia:
Comune:

Settore:
Mansione:


Testo dell'annuncio

OFFRESI DIREZIONE TECNICA REGIONE LAZIO ED EVENTUALE COLLABORAZIONE, ESPERIENZA VENTENNALE E PORTAFOGLIO CLIENTI.
FRANCESCA 328 6242570 email: fra70@ovi.com


Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461954 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate. Complessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente. «Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo». In termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%. [post_title] => Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita [post_date] => 2024-02-21T09:22:29+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708507349000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461914 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax. Quando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci. Se anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni. Al Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora. Compaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi Scegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda. Il comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi Non c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita. Si deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti. Anche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre. Sull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà. Se poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio. Si devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda. Nel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie. Insomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. [post_title] => Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca? [post_date] => 2024-02-20T11:30:08+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio [1] => informazione-pr ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio [1] => Informazione PR ) [post_tag] => Array ( [0] => alpe-di-siusi [1] => alto-adige [2] => comprensorio-sciistico-compaccio [3] => hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige [4] => hotel-5-stelle-compaccio [5] => hotel-a-compaccio [6] => hotel-di-lusso-alto-adige [7] => sciare-a-compaccio [8] => seiser-alm-urthaler-di-compaccio [9] => settimana-bianca-compaccio-alto-adige [10] => vacanze-in-alto-adige ) [post_tag_name] => Array ( [0] => Alpe di Siusi [1] => Alto Adige [2] => comprensorio sciistico compaccio [3] => hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige [4] => hotel 5 stelle compaccio [5] => hotel a compaccio [6] => hotel di lusso alto adige [7] => sciare a compaccio [8] => Seiser Alm Urthaler di Compaccio [9] => settimana bianca compaccio alto adige [10] => vacanze in alto adige ) ) [sort] => Array ( [0] => 1708428608000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 461462 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti. “Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”. [post_title] => Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands [post_date] => 2024-02-14T11:23:12+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707909792000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460724 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_453947" align="alignleft" width="300"] Frédéric Meyer[/caption] Il 2024 per la destinazione Francia sarà un anno particolare, grazie anche alla presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi, dal 26 luglio all’11 agosto, e per i Paralimpici dal 28 agosto all’8 di ottobre. Durante il media tour che si è svolto recentemente a Milano, organizzato da Atout France, è stata presentata l’offerta turistica delle varie regioni e distretti francesi per questa stagione appena iniziata. Lo sport sarà il fil rouge che unisce i vari territori, ma non solo. Questo è l’anno della scoperta e riscoperta di città e regioni che puntano sempre più su un’offerta in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti, orientata alla sostenibilità e alla tutela ambientale. «L’occasione ideale per riscoprire tutta la Francia, sarà una festa popolare, un grande appuntamento sportivo e un’occasione unica per assistere a dei giochi sostenibili, più inclusivi e più paritari. Il 2024 sarà dunque un anno con molte numerose opportunità per scoprire ancora la ricchezza della destinazione Francia» ha dichiarato Frédéric Meyer, direttore Atout France. E lo sport che va oltre le Olimpiadi e Paralimpiadi parla di eventi internazionali importanti. La competizione Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea con uno skipper italiano, Giancarlo Pedote. E il 111° Tour de France che partirà da Firenze per terminare, per la prima volta nella storia della manifestazione, a Nizza in Costa Azzurra. « I dati 2023 dei tour operator italiani e delle agenzie di viaggio online, ma anche dei partner francesi, indicano che la clientela italiana è tornata in Francia nelle regioni turistiche tradizionali, ma anche a Parigi e nelle destinazioni regionali francesi più lontane, come il Sud-Ovest, la Bretagna o la Normandia. Nella regione della Valle della Loira, ad esempio, il mercato italiano è al settimo posto e ha registrato un aumento di +8%. E nelle regioni come la Costa Azzurra e la Corsica si conferma il mercato principale. Il 2024 sarà dunque un anno con molte sfide e competitività per la destinazione Francia, e si concluderà con un momento importantissimo per tutti i francesi, la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre» [post_title] => Francia: 2024 nel segno delle Olimpiadi, ma non soltanto [post_date] => 2024-02-06T10:15:56+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1707214556000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460546 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Gli aeroporti italiani hanno ufficialmente superato i dati di traffico 2019, stabilendo così il nuovo record storico raggiungendo per la prima volta i 197,2 milioni di passeggeri, +2,1% rispetto al dato pre-Covid. A certificarlo ufficialmente sono i dati di Assaeroporti - dopo l'anticipazione di qualche settimana fa da parte del presidente, Carlo Borgomeo - che mostrano come a fronte di una ripresa post-pandemia che aveva visto il ruolo centrale del mercato domestico, il 2023 ha segnato il pieno recupero del segmento internazionale, la parte più qualificante del traffico aereo, che raggiunge i 128 milioni di passeggeri, lo 0,1% in più sul 2019. Un leggero gap rispetto ai livelli pre-Covid si riscontra invece per i movimenti aerei, che nel 2023 sono stati inferiori del 2,6% sul 2019, attestandosi a 1.601.059 unità. Più passeggeri e meno aerei che, quindi, viaggiano con un load factor maggiore, comportando benefici anche in termini ambientali.  Voglia di volare «Il 2023 si è chiuso con quasi 200 milioni di passeggeri, un record assoluto per gli aeroporti italiani, un'importante soglia psicologica raggiunta - ha ribadito Borgomeo -. Si conferma una straordinaria voglia di volare, a riprova della resilienza del nostro comparto, che è in ottima salute e resta strategico per il Paese. Il 2023 però è stato anche un anno caratterizzato da forti "turbolenze": penso al modo con cui è stata gestita la vicenda del caro voli, all'ennesimo rinvio del dossier Ita - Lufthansa, così come al tema dell'addizionale comunale, sul quale regna una grande confusione. «Gli operatori dovrebbero invece poter contare su un quadro di riferimento più stabile, meno estemporaneo. I gestori per essere competitivi hanno la necessità di pianificare per tempo gli investimenti e possono farlo solo con un miglior coordinamento delle politiche. Speriamo che il Piano Nazionale degli Aeroporti di prossima pubblicazione definisca chiare linee strategiche per il comparto». Intanto, la classifica 2023 dei primi 10 aeroporti italiani per numero di passeggeri vede in testa Roma Fiumicino con 40,5 milioni, Milano Malpensa con 26,1 milioni, Milano Bergamo con 16 milioni, Napoli con 12,4 milioni, Venezia con 11,3 milioni, Catania con 10,7 milioni, Bologna con 10 milioni, Milano Linate con 9,4 milioni, Palermo con 8,1 e Bari con 6,5 milioni. [post_title] => Record storico 2023 degli scali italiani: passeggeri a +2,1% sul 2019 [post_date] => 2024-02-01T09:00:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706778048000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460346 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza. I ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019. Korean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone. [post_title] => Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre [post_date] => 2024-01-30T11:16:07+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706613367000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 460002 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn. A sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto. A Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.   Complessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno.  [post_title] => Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri [post_date] => 2024-01-24T10:23:01+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1706091781000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458936 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tasse di soggiorno quasi triplicate a Parigi con l'inizio del 2024: un aumento che sopraggiunge mentre la capitale francese si prepara a ospitare le Olimpiadi, la prossima estate. L'applicazione degli incrementi prevede quindi il passaggio, per le strutture 5 stelle, da 3.75 a 10.73 euro; per i 4 stelle da 2.88 a 8.13 euro; per i 3 stelle da 1.88 a 5.20 euro; per i 2 stelle da 1.13 a 3.25 euro e infine per soluzioni a 1 stelle, villaggi vacanza e ostelli da 1 a 2.60 euro (dati Paris Convention and Visitors Bureau). L'aumento della tassa di soggiorno si affianca ad altri ritocchi al rialzo che i turisti si troveranno ad affrontare quest'anno, dai biglietti di ingresso ai musei (il Louvre costerà 22 euro, ma si tratta del primo aumento di prezzo in 8 anni) così come quello delle guide turistiche. Parigi è stata definita dal World Travel and Tourism Council come la "destinazione più potente fra le città del mondo" nel 2023; e nel 2022 il comparto di viaggi e turismo valeva quasi 36 miliardi di dollari. [post_title] => Parigi: tasse di soggiorno quasi triplicate nel 2024 delle Olimpiadi [post_date] => 2024-01-05T13:13:39+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1704460419000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 458518 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Transavia ha preso in consegna il suo primo Airbus A321neo, iniziando così la sua transizione da una flotta interamente composta da Boeing 737. La divisione low cost del gruppo Air France-Klm ha ricevuto il nuovo aeromobile con motore Cfm Leap-1A tramite il locatore Air Leas. La famiglia A320neo debutta così nella flotta Transavia, che nei prossimi mesi e anni dovrebbe acquistare un mix di A320neo e A321neo, a seguito di un ordine di Air France-Klm effettuato nel 2021 e di un contratto di leasing stipulato con Air Lease all'inizio di quest'anno. Anche Transavia France contava di ricevere il suo primo A320neo prima della fine di quest'anno. Al 30 settembre 2023 le due unità di Transavia operavano insieme 115 aeromobili, di cui 111 737-800 e quattro 737-700. Nel frattempo anche Klm passerà ai velivoli della famiglia A320neo, sostituendo quindi gli attuali Boeing: il primo esemplare dovrebbe entrare in flotta nel 2024. [post_title] => Transavia: è entrato in flotta il primo Airbus A321neo [post_date] => 2023-12-21T11:00:09+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1703156409000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "1113" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":5,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":111,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461954","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Italia è stato il mercato europeo che nel 2023 ha registrato il più alto tasso di crescita di turisti verso il Portogallo. I numeri sono ancora provvisori ma secondo l'Ine - Istituto Nazionale di Statistica e la Banca del Portogallo, l'Italia ha avuto la più alta crescita percentuale su base annua dei mercati turistici europei monitorati da queste due istituzioni, in numero di ospiti, pernottamenti e entrate.\r\nComplessivamente, nel 2023, gli arrivi italiani in Portogallo sono stati 823.900 e i pernottamenti hanno raggiunto quota 1,9 milioni per una crescita, rispettivamente, del +22,5% e del +20,8% rispetto al 2022; i ricavi turistici si attestano nell'ordine di 668,8 milioni di euro, anche questi con una variazione positiva del +26,5 % rispetto all'anno precedente.\r\n«Il dato ancor più significativo è che si registra una crescita in tutte e tre le voci anche rispetto al 2019 - sottolinea una nota del Turismo de Portugal nel nostro paese -  con il mercato italiano che cresce del +14,1% negli ospiti, del +14,4% nei pernottamenti e del + 41,3 % nei ricavi: numeri che classificano il 2023 come il migliore anno di sempre per i flussi turistici italiani in Portogallo».\r\nIn termini globali, nel 2023, i pernottamenti nel paese lusitano sono stati 77,1 milioni e sono aumentati del 10,7% (+2,1% per i residenti e +14,9% per i non residenti), con il Regno Unito che è il principale mercato, con un quota del 18%, seguito dalla Germania con l'11,3%, e dalla Spagna con il 10,1%, mentre l'Italia ha una quota di mercato del 3,6%.","post_title":"Portogallo: boom di arrivi dall'Italia, che è il mercato europeo a maggiore crescita","post_date":"2024-02-21T09:22:29+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1708507349000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461914","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Alpe di Siusi è una notissima meta vacanziera dell’Alto Adige situata nel cuore del territorio dolomitico. La circondano picchi montuosi di rara bellezza e suggestivi pascoli verdi. Le stagioni turistiche di punta sono quelle quella estiva e quella invernale, ma anche durante la primavera e l’autunno non mancano i visitatori in cerca di panorami mozzafiato, benessere e relax.\r\n\r\nQuando si apre la stagione sciistica, nella prima settimana di dicembre, le piste del comprensorio sciistico brulicano di appassionati che fin dalla mattina mettono alla prova le loro doti sugli sci.\r\n\r\nSe anche voi siete fra quelli che amano le varie discipline invernali, dovreste prendere in considerazione una settimana bianca in questo paradiso terrestre magari soggiornando in questo eccezionale eccezionale hotel 5 stelle sull'Alpe di Siusi, il Seiser Alm Urthaler di Compaccio, una struttura di grande raffinatezza ed eleganza gestita dalla famiglia Urthaler da ben quattro generazioni.\r\n\r\nAl Seiser Alm Urthaler gli ospiti possono usufruire di molti servizi di alto livello; solo per citarne alcuni: piscina panoramica interna con acqua riscaldata a 30 °C, piscina all’aperto, area saune (con sauna finlandese, bagno turco e biosauna), percorso Kneipp, zona relax con accesso al giardino, area fitness di 200 metri quadrati, trattamenti benessere di vario tipo (massaggi, peeling, bagno al fieno ecc.), cucina gourmet, cantina di vini e tanto altro ancora.\r\nCompaccio, la località ideale per divertirsi sull’Alpe di Siusi\r\nScegliere di soggiornare a Compaccio è un’ottima idea per una vacanza estiva o per una settimana bianca sull’Alpe di Siusi. Da qui partono cabinovie e seggiovie che portano sull’altopiano più esteso d’Europa. Bellissimo è poi il panorama che lo circonda.\r\nIl comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi\r\nNon c’è un’attività invernale che non si possa svolgere soggiornando sull’Alpe di Siusi. L’area sciistica dell’Alpe, unita a quella della Val Gardena, forma un comprensorio sciistico di eccezionale livello che arriva a contare circa 180 km di piste e 79 impianti di risalita.\r\n\r\nSi deve poi sottolineare la presenza del Re Laurino Snowpark Alpe di Siusi, considerato il migliore snowpark d’Italia; non è certo un caso che abbia ricevuto molti riconoscimenti.\r\n\r\nAnche l’offerta per lo sci di fondo è notevolissima tant’è che qui vengono spesso ad allenarsi anche campioni di livello internazionale. Si ricordano per esempio la pista Compaccio-Ritsch-Compaccio (5,4 km), la pista Möser (5,5 km), la pista Col del Lupo (8,9 km), la pista Hartl (12 km), la pista Panorama (11,3) e diverse altre.\r\n\r\nSull’Alpe di Siusi si possono poi fare interessanti e rilassanti escursioni invernali; la rete di sentieri ha una lunghezza di circa 60 km. Sul sito ufficiale dell’Alpe di Siusi si possono trovare diverse indicazioni sui sentieri da percorrere con la specifica della lunghezza e del grado di difficoltà.\r\n\r\nSe poi sentite il bisogno di un po’ di romanticismo potreste prenotare una gita in carrozza sulla neve; vi godrete panorami innevati stupendi. Per le prenotazioni basta recarsi all’Ufficio Informazioni di Compaccio.\r\n\r\nSi devono infine segnalare diverse altre iniziative invernali come per esempio i tour guidati a Castel Prösels (XIII sec.) a Fiè allo Sciliar; dopo un tour di un'ora, viene servita una bibita calda.\r\n\r\nNel mese di marzo 2024 inoltre, dal 14 al 16 e dal 20 al 22, si terrà la 16esima edizione di Swing on Snow; è una manifestazione che prevede che per 6 giorni al mattino gli sciatori e gli snowboarder siano accompagnati dalle note musicali di varie band. A mezzogiorno invece saranno gli ospiti delle baite a godere delle melodie.\r\n\r\nInsomma, non c’è proprio modo di annoiarsi durante una settimana bianca sull’Alpe di Siusi.","post_title":"Alpe di Siusi: perché sceglierla per una settimana bianca?","post_date":"2024-02-20T11:30:08+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio","informazione-pr"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio","Informazione PR"],"post_tag":["alpe-di-siusi","alto-adige","comprensorio-sciistico-compaccio","hotel-5-stelle-alpe-di-siusi-alto-adige","hotel-5-stelle-compaccio","hotel-a-compaccio","hotel-di-lusso-alto-adige","sciare-a-compaccio","seiser-alm-urthaler-di-compaccio","settimana-bianca-compaccio-alto-adige","vacanze-in-alto-adige"],"post_tag_name":["Alpe di Siusi","Alto Adige","comprensorio sciistico compaccio","hotel 5 stelle alpe di siusi alto adige","hotel 5 stelle compaccio","hotel a compaccio","hotel di lusso alto adige","sciare a compaccio","Seiser Alm Urthaler di Compaccio","settimana bianca compaccio alto adige","vacanze in alto adige"]},"sort":[1708428608000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"461462","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"C'è anche Alpitour tra i grandi marchi inclusi nella mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands. Voluta dal ministero delle Imprese e del made in Italy, l'esposizione è ospitata a palazzo Piacentini a Roma. L'iniziativa, a cui hanno aderito 100 aziende, per un totale di 113 marchi, del settore abbigliamento e cura della persona, arredamento, automotive e agroalimentare, nasce per celebrare i 140 anni dell’Ufficio italiano brevetti e marchi, che nel 2019 si è arricchito del Registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale, contenente i brand iscritti da più di cinquant’anni e ancora attivi. Lo scopo della mostra, curata dai professori Carlo Martino e Francesco Zurlo, docenti di design all’università La Sapienza di Roma e al Politecnico di Milano, disponibile fino al 6 aprile nell’atrio principale di palazzo Piacentini, è quello di valorizzare un patrimonio industriale, progettuale e materiale di inestimabile valore per il Paese, fatto di storie imprenditoriali di successo e di designer che hanno cambiato il modo di comunicare l’immagine aziendale dei prodotti.\r\n\r\n“Essere stati scelti dal Mimit ci onora e ci rende orgogliosi – sottolinea Gabriele Burgio, presidente e amministratore delegato di Apitour World – perché significa che Alpitour ha saputo rimanere nel cuore e nella mente di milioni di italiani, crescendo insieme a loro. In questi 75 anni abbiamo raggiunto grandi risultati con impegno, passione e lavoro di squadra. Oggi il brand Alpitour è più vivo che mai e presta il suo nome anche al gruppo, Alpitour World: un’eredità che abbiamo sempre voluto proteggere e celebrare, perché questo marchio ha fatto il turismo italiano”.","post_title":"Alpitour tra i grandi marchi presenti alla mostra Identitalia - The Iconic Italian Brands","post_date":"2024-02-14T11:23:12+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1707909792000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460724","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_453947\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Frédéric Meyer[/caption]\r\n\r\nIl 2024 per la destinazione Francia sarà un anno particolare, grazie anche alla presenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici a Parigi, dal 26 luglio all’11 agosto, e per i Paralimpici dal 28 agosto all’8 di ottobre. Durante il media tour che si è svolto recentemente a Milano, organizzato da Atout France, è stata presentata l’offerta turistica delle varie regioni e distretti francesi per questa stagione appena iniziata.\r\n\r\nLo sport sarà il fil rouge che unisce i vari territori, ma non solo. Questo è l’anno della scoperta e riscoperta di città e regioni che puntano sempre più su un’offerta in linea con le nuove richieste del mercato e dei clienti, orientata alla sostenibilità e alla tutela ambientale. «L’occasione ideale per riscoprire tutta la Francia, sarà una festa popolare, un grande appuntamento sportivo e un’occasione unica per assistere a dei giochi sostenibili, più inclusivi e più paritari. Il 2024 sarà dunque un anno con molte numerose opportunità per scoprire ancora la ricchezza della destinazione Francia» ha dichiarato Frédéric Meyer, direttore Atout France.\r\n\r\nE lo sport che va oltre le Olimpiadi e Paralimpiadi parla di eventi internazionali importanti. La competizione Vendee Globe, tour del mondo in barca a vela in solitario, che partirà il 10 novembre 2024 da Les Sables d’Olonnes in Vandea con uno skipper italiano, Giancarlo Pedote. E il 111° Tour de France che partirà da Firenze per terminare, per la prima volta nella storia della manifestazione, a Nizza in Costa Azzurra.\r\n\r\n« I dati 2023 dei tour operator italiani e delle agenzie di viaggio online, ma anche dei partner francesi, indicano che la clientela italiana è tornata in Francia nelle regioni turistiche tradizionali, ma anche a Parigi e nelle destinazioni regionali francesi più lontane, come il Sud-Ovest, la Bretagna o la Normandia. Nella regione della Valle della Loira, ad esempio, il mercato italiano è al settimo posto e ha registrato un aumento di +8%. E nelle regioni come la Costa Azzurra e la Corsica si conferma il mercato principale. Il 2024 sarà dunque un anno con molte sfide e competitività per la destinazione Francia, e si concluderà con un momento importantissimo per tutti i francesi, la riapertura al pubblico della Cattedrale di Notre Dame, il prossimo 8 dicembre»","post_title":"Francia: 2024 nel segno delle Olimpiadi, ma non soltanto","post_date":"2024-02-06T10:15:56+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1707214556000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460546","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Gli aeroporti italiani hanno ufficialmente superato i dati di traffico 2019, stabilendo così il nuovo record storico raggiungendo per la prima volta i 197,2 milioni di passeggeri, +2,1% rispetto al dato pre-Covid. \r\n\r\nA certificarlo ufficialmente sono i dati di Assaeroporti - dopo l'anticipazione di qualche settimana fa da parte del presidente, Carlo Borgomeo - che mostrano come a fronte di una ripresa post-pandemia che aveva visto il ruolo centrale del mercato domestico, il 2023 ha segnato il pieno recupero del segmento internazionale, la parte più qualificante del traffico aereo, che raggiunge i 128 milioni di passeggeri, lo 0,1% in più sul 2019.\r\n\r\nUn leggero gap rispetto ai livelli pre-Covid si riscontra invece per i movimenti aerei, che nel 2023 sono stati inferiori del 2,6% sul 2019, attestandosi a 1.601.059 unità. Più passeggeri e meno aerei che, quindi, viaggiano con un load factor maggiore, comportando benefici anche in termini ambientali. \r\nVoglia di volare\r\n«Il 2023 si è chiuso con quasi 200 milioni di passeggeri, un record assoluto per gli aeroporti italiani, un'importante soglia psicologica raggiunta - ha ribadito Borgomeo -. Si conferma una straordinaria voglia di volare, a riprova della resilienza del nostro comparto, che è in ottima salute e resta strategico per il Paese. Il 2023 però è stato anche un anno caratterizzato da forti \"turbolenze\": penso al modo con cui è stata gestita la vicenda del caro voli, all'ennesimo rinvio del dossier Ita - Lufthansa, così come al tema dell'addizionale comunale, sul quale regna una grande confusione.\r\n\r\n«Gli operatori dovrebbero invece poter contare su un quadro di riferimento più stabile, meno estemporaneo. I gestori per essere competitivi hanno la necessità di pianificare per tempo gli investimenti e possono farlo solo con un miglior coordinamento delle politiche. Speriamo che il Piano Nazionale degli Aeroporti di prossima pubblicazione definisca chiare linee strategiche per il comparto».\r\n\r\nIntanto, la classifica 2023 dei primi 10 aeroporti italiani per numero di passeggeri vede in testa Roma Fiumicino con 40,5 milioni, Milano Malpensa con 26,1 milioni, Milano Bergamo con 16 milioni, Napoli con 12,4 milioni, Venezia con 11,3 milioni, Catania con 10,7 milioni, Bologna con 10 milioni, Milano Linate con 9,4 milioni, Palermo con 8,1 e Bari con 6,5 milioni.","post_title":"Record storico 2023 degli scali italiani: passeggeri a +2,1% sul 2019","post_date":"2024-02-01T09:00:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1706778048000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460346","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Korean Air archivia il 2023 con un fatturato record di 11,3 miliardi di dollari e un utile operativo di 1,23 miliardi (non consolidati): quest'ultimo dato è superiore rispetto al risultato del 2019. L'utile operativo della compagnia aerea per il 2023 è aumentato su base annua del 10,9%, un tasso superiore alla media del settore. Il calo dell'utile operativo del quarto trimestre rispetto all'anno precedente è dovuto a un aumento delle retribuzioni del personale che comprendeva incentivi per il raggiungimento degli obiettivi annuali di performance e sicurezza.\r\n\r\nI ricavi annuali del settore passeggeri sono aumentati rispetto al 2019, grazie alla forte domanda di viaggi e alla maggiore richiesta di classi premium, nonostante la capacità abbia recuperato 'solo' l'80% dei livelli pre-pandemia. Nel settore cargo, sebbene i ricavi siano diminuiti a causa della ripresa della capacità di trasporto passeggeri e della normalizzazione del trasporto marittimo, è stato mantenuto un livello di redditività più elevato rispetto al 2019.\r\n\r\nKorean Air prevede che la domanda e la capacità passeggeri si riprenderanno completamente nel primo trimestre 2024: le stime indicano che la domanda di lungo raggio rimarrà robusta e che la domanda leisure aumenti durante l'alta stagione invernale. Korean Air massimizzerà i ricavi riprendendo le rotte e aumentando la capacità verso le destinazioni turistiche più popolari del Sud-est asiatico e del Giappone.","post_title":"Korean Air: domanda e capacità passeggeri verso il pieno recupero nel primo trimestre","post_date":"2024-01-30T11:16:07+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706613367000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"460002","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Dieci nuove rotte per l'estate firmata Ryanair da Milano: nel dettaglio, cinque da Bergamo - Beni Mellal, Castellon, Dubrovnik, Sarajevo e Skiathos - e cinque da Malpensa - Atene, Budapest, Parigi, Marrakech e Tallinn.\r\n\r\nA sottolineare la valenza del bacino di Milano il country manager Italia, Mauro Bolla, insieme al ceo del gruppo, Michael O'Leary. Si comincia da Milano Bergamo dove quest'anno Ryanair posiziona 23 aeromobili e opera un totale di 113 rotte con l'obiettivo di trasportare 15 milioni di passeggeri, il 13% in più rispetto all'anno precedente. Qui sono un migliaio i posti di lavoro diretti e oltre 11.800 quelli nell'indotto.\r\n\r\nA Malpensa sono otto i velivoli basati, per 36 rotte complessive, incluse le cinque new entry, e nel mirino ci sono 5 milioni di passeggeri, per una crescita di circa il +15%.\r\n\r\n \r\n\r\nComplessivamente, quindi, quest'estate saranno 31 i Boeing 737 basati negli scali di Malpensa e Milano Bergamo con un investimento di circa 3.1 miliardi di dollari; il traffico generato sui due aeroporti sarà di 20 milioni di passeggeri, il 14% in più rispetto allo scorso anno. ","post_title":"Ryanair: dieci nuove rotte da Milano (Bergamo e Malpensa). Obiettivo 20 milioni di passeggeri","post_date":"2024-01-24T10:23:01+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1706091781000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458936","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tasse di soggiorno quasi triplicate a Parigi con l'inizio del 2024: un aumento che sopraggiunge mentre la capitale francese si prepara a ospitare le Olimpiadi, la prossima estate.\r\n\r\nL'applicazione degli incrementi prevede quindi il passaggio, per le strutture 5 stelle, da 3.75 a 10.73 euro; per i 4 stelle da 2.88 a 8.13 euro; per i 3 stelle da 1.88 a 5.20 euro; per i 2 stelle da 1.13 a 3.25 euro e infine per soluzioni a 1 stelle, villaggi vacanza e ostelli da 1 a 2.60 euro (dati Paris Convention and Visitors Bureau).\r\n\r\nL'aumento della tassa di soggiorno si affianca ad altri ritocchi al rialzo che i turisti si troveranno ad affrontare quest'anno, dai biglietti di ingresso ai musei (il Louvre costerà 22 euro, ma si tratta del primo aumento di prezzo in 8 anni) così come quello delle guide turistiche.\r\n\r\nParigi è stata definita dal World Travel and Tourism Council come la \"destinazione più potente fra le città del mondo\" nel 2023; e nel 2022 il comparto di viaggi e turismo valeva quasi 36 miliardi di dollari.","post_title":"Parigi: tasse di soggiorno quasi triplicate nel 2024 delle Olimpiadi","post_date":"2024-01-05T13:13:39+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1704460419000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"458518","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Transavia ha preso in consegna il suo primo Airbus A321neo, iniziando così la sua transizione da una flotta interamente composta da Boeing 737. La divisione low cost del gruppo Air France-Klm ha ricevuto il nuovo aeromobile con motore Cfm Leap-1A tramite il locatore Air Leas.\r\n\r\nLa famiglia A320neo debutta così nella flotta Transavia, che nei prossimi mesi e anni dovrebbe acquistare un mix di A320neo e A321neo, a seguito di un ordine di Air France-Klm effettuato nel 2021 e di un contratto di leasing stipulato con Air Lease all'inizio di quest'anno.\r\n\r\nAnche Transavia France contava di ricevere il suo primo A320neo prima della fine di quest'anno. Al 30 settembre 2023 le due unità di Transavia operavano insieme 115 aeromobili, di cui 111 737-800 e quattro 737-700.\r\n\r\nNel frattempo anche Klm passerà ai velivoli della famiglia A320neo, sostituendo quindi gli attuali Boeing: il primo esemplare dovrebbe entrare in flotta nel 2024.","post_title":"Transavia: è entrato in flotta il primo Airbus A321neo","post_date":"2023-12-21T11:00:09+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1703156409000]}]}}

Lascia un commento